Sei sulla pagina 1di 17

Integratori naturali per un efficace aiuto nel coadiuvare la riduzione delladipe superfluo

Introduzione , motivazioni e razionale scientifico dello studio

La necessit di ridurre ladipe superfluo accumulato per ripetuti abusi alimentari, eccessiva sedentariet, alimentazione quotidiana non equilibrata ( non considerando gli abusi saltuari), diventata un problema di portata sociale. In questo contesto non intendiamo trattare il problema patologico del soprappeso ( eppure gli obesi in Itala sono moltissimi), ma quelle situazioni non patologiche di modesto aumento della massa adiposa che, comunque, pu ridurre la qualit della vita, anche a livello psicologico-estetico, in una societ sempre pi basata su valori esteriori e di immagine; interessante rilevare che molte aziende prima di assumere un nuovo impiegato di livello piuttosto avanzato, sul quale lazienda dovr anche investire, laspetto estetico di tipo asciutto( sinonimo di efficienza a livello potenziale), rientra nei parametri ( ufficiali od ufficiosi) per la scelta dei candidati; a parit di qualit professionali sar pi facilmente assumibile il candidato di concetto anche dal fisico tendenzialmente sportivo-efficiente-sano, che non un candidato palesemente in soprappeso.

Laspetto esteriore ed i canoni della societ: influenze sulle abitudini alimentari Giusto o sbagliato che sia i tempi attuali impongono delle regole sociali non scritte che per sono percepibili da molti soggetti , uomini ed ancor pi dalle donne Al problema del soprappeso assistiamo , allopposto, alle tendenze anoressiche, pi frequenti tra i soggetti femminili; molte di queste giovani donne fluttuano tra periodi di soprappeso ( con o senza attacchi bulimici) e periodi con tendenze anoressiche, esercitando sul proprio assetto neuro ormonale un vero Stress prolungato e duraturo nel tempo. Lalimentazione regolare ( ad esempio di tipo mediterraneo in versione moderna ed elaborata) con 5-6 piccoli pasti bilanciati e distribuiti ogni 3 ore circa nellarco della giornata, pu essere il primo passo per aiutare i molti soggetti con un accumulo adiposo di livello non patologico.

A questo tipo dalimentazione, si possono associare, a basso dosaggio, varie sostanze naturali che ottimizzando la fisiologia , coadiuvano efficacemente la riduzione delladipe eccessivo. Una moderata attivit fisica, come passeggiate a passo veloce per 20-30 minuti al d, associando poi uno specifico lavoro con i pesi per rassodare i tessuti e lesecuzione di specifici esercizi per i muscoli addominali ( eseguiti lentamente e con escursione limitata), aiutano il soggetto a DIMAGRIRE IN BELLEZZA.

Dimagrire in bellezza: non un concetto filosofico ma una metodica scientifica ad azione globale

tale concetto mette in rilievo che la bilancia uno degli strumenti che il medico deve utilizzare per capire se lutente sta perdendo peso nel modo giusto. Osservare solo la perdita di peso ed essere soddisfatti perch la bilancia indica una diminuzione ponderale, non significa assolutamente che lutente sta regolarmente dimagrendo; probabilmente occorre verificare se la perdita di peso indotta anche dalla perdita di liquidi, riduzione della massa muscolare ( catabolismo muscolare) riduzione eccessiva delle riserve di glicogeno, che se associata ad una eccessiva perdita di massa muscolare determinano il classico aspetto flaccido, con il risultato che a livello estetico , il soggetto si quindi imbruttito, perdendo anche lefficienza fisica , il buon umore ecc. Occorre quindi stare molto attenti alle diete ultimo minuto, alle diete drastiche da anoressiche, alle diete chetogeniche ( solo grassi e proteine e niente carboidrati), ecc., poich alla perdita repentina di peso ( ma anche perdita di massa muscolare) che tali diete apportano ( motivo per cui periodicamente vanno di moda pur essendo squilibrate), fanno poi recuperare con gli interessi tutto ladipe perso soggetto amante del tutto e subito; con il risultato finale di aver introdotto nellorganismo la memoria delleffetto carestia con la conseguante possibilit di rallentamento metabolico che si attiver probabilmente alla prossima dieta-lampo: nei congressi riportiamo sempre che lorganismo ( lasse psico-neuro-endocrino-immunologico) non segue le mode e mal reagisce alle azioni drastiche delle diete tutto e subito.

Il nostro scopo: la via naturale Il nostro scopo quello di permettere un dimagrimento ottimizzato sia in bellezza ,sia in efficienza psico-fisica per poter far fronte agli eventi della vita quotidiana anche

durante una dieta che gi , fisicamente e psicologicamente per il soggetto significa privazione-carestia e quindi STRESS; uno stress aggiuntivo a quello gi presente prima della dieta; ecco perch ci interessava valutare anche lo stato di Stress totale del soggetto sotto dieta utilizzante dei rimedi naturali ( prevalentemente fitoestratti); evitando il pericolo uso di farmaci che in passato alcuni colleghi, non estimatori del settore naturale, prescrivevano con una facilit: mi riferisco a molecole come lamfetamina, amfetamino-simili e diuretici, come il classico Spironolattone. Il nostro scopo poi studiare un nuovo sistema naturale globale per ridurre ladipe superfluo e mettere a punto nuove e concrete strategie sinergiche per far ottenere risultati ai nostri utenti senza mai far sentire loro senso di fame, ma anzi migliorare lefficienza psico-fisica e la salute in generale

Descrizione dello studio osservativo integratori naturali per coadiuvare la riduzione delladipe superfluo

Soggetti: N10, 7 donne e 3 uomini, et compresa tra i 25 ed i 45 anni Tipologia dei soggetti: 5 giovani donne nubili che possono rappresentare la odierna giovent: il tipo di alimentazione irregolare, hanno molto tempo liberoe sono sedentarie, non svolgono alcuna attivit sportiva; almeno 2 volte alla settimana si coricano dopo le ore 23,nel passato hanno utilizzato diete da rivista femminile stile 5 Kg in meno in 10 giorni ecc. Gli altri 5 soggetti , di et maggiore, svolgono una moderata attivit sportiva in palestra ma sono molto impegnati nella vita: lavoro stressante, famiglia a carico alto senso di responsabilit. Tutti i soggetti a tempo 0,( prima dello studio di 3 mesi) hanno in comune un medio soprappeso che pur non essendo inabilitante per la vita quotidiana, non li soddisfaceva per il loro gusto estetico, riducendo, soprattutto per qualche soggetto, la sicurezza in s stessi, con manifestazione di ridotta autostima.

Sport praticati: le ragazze pi giovani e con pi tempo libero erano anche le pi sedentarie ( nessuno sport regolare, eccettuato 2 serate danzanti la settimana in discoteca); questultime , durante i 3 mesi hanno praticato per 3 ore la settimana un soft fitness, allenandosi ( non con moltissima grinta) con i pesi per il tono muscolare associando circa 20 minuti di tappeto rotante.

I soggetti pi adulti ed impegnati nella vita ( con famiglia a carico), sono stati anche quelli che si sono allenati con maggiore diligenza, cercando anche di capire ed apprendere i segreti sulle tecniche dallenamento. Tutti i 10 soggetti hanno utilizzato un allenamento con i pesi di tipo fitness, con una intensit pi impegnativa per certi e meno altri. Tecniche addominali ed elettro-stimolazione veniva effettuata, durante le pause pubblicitarie del film serale, da tutti i soggetti, sempre con volont variabile.

NOTA: ALCUNE DELLE RAGAZZE DI QUESTO STUDIO hanno riferito una esperienza interessante effettuata un anno prima : CORREVANO AL MATTINO A DIGIUNO PER CIRCA 30 MINUTI, PER DIMAGRIRE..IL RISULTATO CHE HANNO OTTENUTO s quello di aver perso qualche chilo, ma hanno anche AUMENTATO IL VOLUME DELLE COSCE E DEI POLPACCI E CONTEMPORANEAMENTE SONO DIMINUITE TROPPO SULLA PARTE SUPERIORE DEL CORPO ( braccia e spalle) ed hanno perso anche 1-2 taglie di seno, che ha perso notevole consistenza e si afflosciato in conclusione il risultato della corsa a digiuno ha trasformato un corpo in lievemente in soprappeso, ma coerente e proporzionato, femminile e con le classiche e piacevoli curve mediterranee , in un corpo pi leggero ( per la bilancia), ma esteticamente ben pi brutto di prima, asimmetrico ( eccessivamente grosso dalladdome alle cosce ai polpacci , quasi rachitico dalla vita in su, come se le 2 parti del corpo appartenessero a 2 persone diverse Il viso poi si scavato e le rughe aumentate come se queste ragazze fossero invecchiate di 10 anni.

La forma corporea assunta , dopo circa 2 mesi di corsa a digiuno, quella a pera; per ripristinare i danni subiti da tale tecnica ,( letta sulle solite riviste sportive amatoriali , su cui scrivono gratis e per passione o per farsi pubblicit delle persone improvvisate ed autodidatte e prive di qualunque qualifica scientifica ufficiale), ci sono voluti oltre 3 mesi di lavoro tecnico localizzato, alimentazione ed integrazione specifica il tutto associato ad impegno notevole.

Questo impegno si sarebbero potute risparmiare se queste ragazze, credendo di far bene, non avessero seguito i soliti consigli degli ex campioni di bodubuilding ( che basano tutto sugli anabolizzanti di sintesi chimica) che di certo non si intendono di estetica femminile..basta guardare come si riducono le donne su una qualunque rivista di cultura fisica-bodybuilding: muscolosema non certo femminili.

Durata dello studio: 3 mesi di integrazione naturale associata ad una alimentazione di tipo mediterraneo con ripartizione calorica dei pasti 40-30-30 . La alimentazione utilizzata, associata agli specifici integratori lultima versione elaborata in Italia ed aggiornata della dieta mediterranea. Da non confondersi con la classica ed eccessivamente ipocalorica dieta a zone ideata dal dott.Sears, e divulgata un po frettolosamente anche in Italia, come dieta miracolosa .

Materiali e metodi

I 10 soggetti si radunavano con i dottori che hanno effettuato questo studio 1 volta a settimana per una raccogliere informazioni sullo stato psico-fisico globale; un parametro di particolare interesse lavalutazione di come riuscivano a contrastare i contrattempi quotidiani; come noto ed ampiamente testimoniato, durante le diete per la riduzione delladipe superfluo , , anche se ben equilibrate, si possono manifestare, pi o meno frequentemente, delle alterazioni psico-fisiologiche come: scatti dira, debolezza, cefalea e riduzione nella efficienza di far fronte ai contrattempi quotidiani, che vengono percepiti e sofferti in modo abnorme durante la dieta soprattutto se eccessivamente ipocalorica per quel soggetto; ci dipende dal suo bio-psico-tipo morfologico e dal suo specifico assetto neuro-ormonale; laddove si manifestino questi sintomi , il medico deve subito intervenire per un adattamento dietologico soggettivo.

Il tipo dalimentazione utilizzata era lievemente ipocalorica, rispetto alle calorie medie introdotte dallo specifico soggetto e in base allattivit sportiva esercitata durante i 3 mesi di studio. In realt nessun soggetto, dimagrendo in bellezza ed efficienza si alimentato in modo ipocalorico, secondo il concetto tradizionale del termine ipocalorico; la dieta utilizzata dai soggetti potrebbe essere considerata tradizionalmente dieta equilibrata-normocalorica. Riteniamo che i risultati raggiunti in questo studio avvalorino ancora limportanza della strategia globale comprendente : 1) alimentazione equilibrata e completa a 5-6 piccoli pasti, praticamente normocalorica ( i soggetti non devono percepire mai uno spiccato senso di fame ) esercizio fisico non agonistico-estenuante, sempre piacevole;l ideale pare essere 1 ora per 3 volte a settimana esercizi di lavoro localizzato ( esercizi addominali, elettro-stimolazione addominale o comunque localizzata dove serve), da eseguire per 15-25 minuti a casa, nei momenti liberi, per esempio durante le pause pubblicitarie del film serale ( una abitudine ormai regolare per la maggioranza degli italiani). Se necessario la pratica di tecniche anti-stress e di controllo emozionale Specifici e vari integratori naturali, in modo che la singola sostanza sia sempre assunta in bassi dosaggi e che leffetto finale di ogni prodotto pluricomposto sia la azione sinergica delle varie sostanze , presenti comunque in piccole quantit, simulando dei quantitativi non troppo dissimili da quelli assumibili attraverso degli specifici alimenti

2)

3)

4) 5)

Ogni soggetto ha assunto volontariamente, in dose auto stabilita su personale base empirica, i prodotti naturali riportati in questo studio.

Scala di autovalutazione e valutazione oggettiva dello Stress La scala di Zung stata utilizzata per un approccio tipico della valutazione di alcune manifestazioni dello stress; tuttavia alle valutazioni soggettive ( le testimonianze), abbiamo registrato anche le nostre valutazioni oggettive; infatti noto che di solito il soggetto che vive quella emozione non riesce ad essere completamente obiettivo poich coinvolto. Abbiamo cos registrato in ognuno degli incontri settimanali anche le osservazioni dei ricercatori sui soggetti, oltre alla loro testimonianza.

I materiali i prodotti utilizzati

Per aiutare i soggetti a raggiungere i loro obbiettivi,( pur mettendo loro in evidenza i concetti sopra esposti del dimagrimento in bellezza, ottenibile in adatti tempi fisiologici e la negativit del tutto e subito), sono stati scelti dei prodotti naturali di alta qualit contenenti solo estratti vegetali ed altre molecole naturali. Pochissime le aziende produttrici di integratori alimentari in Italia disposte a mostrarci i certificati di purezza delle materie prime ed a illustrarci le tecnologie produttive, dopo molti contatti con molteplici aziende ( prive pure di veri esperti ufficialmente qualificati con cui parlare) trovammo immediata disponibilit con le aziende EUROSUP e PROLABS.

Nota: si riporta una media dei dosaggi auto-stabiliti dai soggetti su loro base empirica.

Thermo ripped: stimolante il sistema nervoso , stimola la lipolisi ( contiene varie sostanze Xantino-simili, come il th verde, il guaran, ed altre contenenti stimolanti contenenti sinefrina (citrus aurantium).

Dosaggio medio: da 1 a 3 porzioni al d prima dei pasti principali Non assumere alla sera In caso di tachicardia ridurre il dosaggio; idem in caso di ansia e/o nervosismo, tendenza allinsonnia. Chi non abituato ad assumere caff risulta pi sensibile a questo prodotto ed ottiene risultati psico-fisici rapidi anche con basso dosaggio . Da non assumere in caso di soggetti con frequenti e gravi crisi dansia, nervosismo, sofferenti d ipertensione arteriosa o comunque sovra-eccitabili.

Lipo burner : riduzione delladipe con meccanismi dazione diversi dal thermo ripped: il lipo burner non stimola il sistema nervoso simpatico ( con leventuale tachicardia, nervosismo ecc.); il LIPOBURNER contiene fito-estratti che tendono a rilassare, pur favorendo la perdita delladipe superfluo( Coleus Forskolii). Questo prodotto pluricomposto, come effetto finale, nella sua totalit riduce lievemente la pressione arteriosa, sia sistolica sia diastolica, riduce, sempre lievemente la frequenza cardiaca a riposo e sotto sforzo fisico ( durante lallenamento con i pesi), il soggetto risulta psicologicamente pi rilassato e meno nervoso ( tali risultati si manifestano in circa 1 mese)

dosaggio : 1-2 porzioni suddivise ai pasti principali;, ideale anche per il pasto serale e prima di coricarsi ATTENZIONE! Il medico in base ai sintomi riportati dallutente potr utilizzare questi 2 prodotti con effetto opposto sul sistema nervoso, in modo da ottimizzare lumore ed alcune funzionalit del sistema nervoso autonomo durante la dieta

CarboBurner: aiuta a ridurre il picco di glicemia con il conseguente picco insulinico che porterebbe alla ipoglicemia reattiva che, come noto, oltre a portare stanchezza, favorisce in modo rilevante il fenomeno dell incremento delladipe: i carboidrati non bruciati, verranno praticamente trasformati in grasso.Se questo fenomeno ripetuto nellarco della giornata e per periodi prolungati ( assumendo dolci, zucchero semplice ecc.) , come accade comunemente negli uffici ecc, lingrassamento garantito; soprattutto se i soggetti sono anche sotto stress cronico ed hanno un livello di cortisolo piuttosto alto, ladipe sar prevalentemente di tipo addominale e del giro-vita. Le sostanze del Carboburner non solo aiutano a ridurre i picchi di glicemia, ma anche riducono un p lassorbimento dei carboidrati complessi 8 come la pasta), che comunque apporta le fibre e riempe bene lo stomaco.Questo integratore stato definito prodigioso.

Dosaggio: da 1 a 3 porzioni al d prima dei pasti principali .( alcuni soggetti lo hanno utilizzato sporadicamente sino a 5 porzioni al d ; suddivise in 4 assunzioni: 1 ai 3 pasti e lultima allo spuntino serale o dopo lallenamento sempre di sera)

Alcuni soggetti, quelli che hanno utilizzato le dosi maggiori , hanno testimoniato di avere dal Carboburner un piacevole senso di relax dopo circa 30-60 minuti dalla assunzione. Non contiene sostanze eccitanti e pu essere tranquillamente utilizzato anche la sera. Pare che sia stato lintegratore pi stimato dagli uomini e dalle donne pi attive, partecipanti a questo studio.

Drenerin Complex : efficace drenante naturale utilizzato in particolare per le donne per 1-3 mesi, stato utile anche per favorire la detossinazione anche per gli uomini ( per 1 mese); contiene praticamente tutte le droghe vegetali pi collaudate e scientificamente efficaci ai fini drenanti (dentella asiatica,betulla, tarassaco,ortosiphon ecc)

Dosaggio: il range posologico del drenerin molto ampio, da 2 a 5 porzioni nelle ragazze con rilevante ritenzione idrica, in particolare nei periodi pre-mestruali. Per contrastare efficacemente il classico rigonfiamento da ritenzione idrica ormonale , in alcuni giorni fatidici del pre-mestro, il dosaggio arrivato anche a 5-6 porzioni al d , senza produrre apparenti effetti collaterali, ottenendo un piacevole e gradevole, esteticamente sgonfiamento della zona addome-fianchicosce

Pasti sostitutivi-MASS Matrix ( Prolabs) : molto utile per realizzare 5-6 piccoli pasti al d , sono stati utilizzati degli innovativi pasti sostitutivi,( il Mass MatrixProlabs), completi di aminoacidi contro lo Stress ,( glutammina, taurina) ed un noto derivato degli a.a. : la creatina. Dosaggio: da mezza ad una porzione per un pasto minore (spuntino), da 1,5 a 2 porzioni per sostituire un pasto principale ( associato ad un cucchiaio colmo di olio).

Mega Pro: proteine in polvere a rilascio graduale; inglobando acqua hanno contribuito a non fare sentire mai il senso di fame e di privazione. Sono state assunte ai pasti principali e prima di coricarsi ( per stimolare il GH, e riempire fisicamente lo stomaco) Dosaggio: molto variabile per la grande variabilit morfologica dei 10 soggetti: da 30 a 70 e pi grammi al d Nota: al mattino, durante la colazione, se lo scopo dellallenamento e dellapplicazione del SISTEMA GLOBALE QUI RIPORTATO di aggiungere massa muscolare cercando contemporaneamente DI RIDURRE LADIPE SUPERFLUO, si consiglia anche di assumere i peptidi del siero di latte (AMINOMASS) , poich non sono state assunte sostanze proteiche durante la notte; I PEPETIDI ENTRANO NEL CIRCOLO SANGUIGNO ENTRO 30 MINUTI, FORNENDO URGENTEMENTE MATERIALE DA COSTRUZIONE AI MUSCOLI IN FASE DI ACCRECIMENTO, DOVUTO AL PARTICOLARE ALLENAMENTO MIRANTE ALLIPERTROFIA MUSCOLARE

Max Vit: un particolare plurivitaminico innovativo ed eccezionalmente completo per la presenza di sostanze vitamino-simili e vitamino-sinergici, tra cui la betaina o trimetilglicina, la fosfatidil colina, lacido lipoico, il licopene , la luteina, e ln-acetilcisteina. Sarebbe gi un prodotto senza paragoni sul mercato ,ma, sempre nel Max Vit, sono presenti anche 9 estratti vegetali contenenti sostanze vitamino-simili ed altre vitamino-sinergiche.

Dosaggio: da 2 a 5 porzioni ( 5 porzioni apportano circa un grammo scarso di vit.C, uno dei 35 (trentacinque) componenti del maxvit Tra i vari prodotti selezionati ed utilizzati in questo studio, tutti di qualit sia come tecnologica-innovativa, sia come purezza farmaceutica, il Max vit ha favorevolmente impressionato per la sua particolare completezza; in unico prodotto troviamo un tale numero di principi attivi che sarebbero comunemente trovabili con lacquisto di almeno 3 prodotti . Questa concezione del 3 prodotti in 1 di grande utilit pratica sia per il medico allatto della prescrizione, sia per lutente che deve amministrare meno prodotti.

I risultati osservati

Come gi anticipato non ci siamo limitati ad osservare e registrare i chili persi nei 3 mesi di studio sui 10 soggetti ma anche nel registrare lefficienza e lenergia vitale dei soggetti, ovvero le loro reazioni psico-fisiologiche durante lalimentazione lievemente ipocalorica-normocalorica . Ricordiamo che il tipo di alimentazione impiegata dai 10 soggetti presenta una ripartizione 40-30-30 ( 40 % di calorie provenienti dai carboidrati, 30% dalle proteine , 30% dai grassi); non si deve confondere questa versione rielaborata e normocalorica con la dieta a zone 40-30-30 che , con dei calcoli poco scientifici, arrivava consigliava ad un uomo, in piena attivit, dal peso di 85 kg una dieta da fame di soli 1470 calorie, affermando poi, che tale soggetto, con queste scarse calorie, poteva pure permettersi di esercitare 3 ore di attivit fisica a settimana.il risultato pratico stato quello di perdere massa muscolare e di indurre uno stato di stanchezza, riduzione di forza vitale e tendenza al mal di testa. Nel nostro caso un uomo di 80 kg, con la pratica di tre ore di palestra a settimana ( 1 ora per 3 volte in una settimana, intervallando 1 giorno di attivit ed uno di riposo), assumeva non meno di 2000-2100 calorie.

Suddividiamo i risultati osservati e testimoniati in 2 categorie: risultati fisici e psichici.

I risultati fisici Dopo i 3 mesi di dieta equilibrata e praticamente normo-calorica e lapplicazione del sistema prima descritto di facile realizzazione, anche dai pi impegnati ( necessaria solo una piccola dose di volont), abbiamo potuto osservare che i 10 soggetti erano riusciti ad ottenere il loro scopo: perdere ladipe superfluo localizzato, ed in particolare i classici ma fastidiosi rotolini sulla pancia e sul giro vita, per gli uomini ; per le donne la situazione era pi complessa: le pi giovani appartenevano alla categoria adipe a distribuzione

aspecifica con cellulite di tipo giovanile, le pi mature avevano oltre alladipe addominale, adipe e cellulite cronica ( presente da almeno venti anni in 2 soggetti), manifestavano un adipe di tipo durosovrapposto alla cellulite sia sui fianchi e glutei sia sulle cosce.

Il peso diminuito in tutti i soggetti in proporzione al loro soprappeso iniziale , portandosi nei 3 mesi in un soddisfacente peso forma.

Le donne pi mature, pur avendo perso ladipe superfluo, con un incremento totale di vitalit, non hanno ottenuto, nella zona delle cosce quei risultati cos eclatanti che invece hanno ottenuto le donne pi giovani; sarebbe stato necessario abbinare un trattamento di tipo manuale localizzato ( massaggi drenanti, lipolitici, attivanti la circolazione localizzata), ma tale trattamento esulava dal nostro studio poich avrebbe introdotto una nuova variabile che avrebbe poi falsato i risultati. E stato cos ottenuto un dimagrimento di qualit in soli 3 mesi, ed intutte le parti del corpo per 8 soggetti; per 2 soggetti c stato il dimagrimento soddisfacente ma non migliorata molto la componete adiposa e cellulitico-fibrosa sulle cosce. Ci non ha stupito, noto che dove c un discreto problema di circolazione lorganismo non attinge il materiale di riserva da bruciare. In questi 2 casi la bilancia avrebbe dato un risultato positivo, ma a livello estetico migliorata molto una parte del corpo e relativamente la zone cosce ( che migliorer in futuro associando al sistema qui descritto gli specifici massaggi manuali).

Lutilizzo del DRENERIN COMPLEX ( effetto drenante), A DOSAGGIO AUTOSTABILITO, a permesso di perdere anche 10 chili nelle ragazze con tendenza alla ritenzione idrica ( naturalmente abbiamo subito detto loro che ci che stato perso non grasso ma liquidi); comunque la sensazione testimoniata quella di sentirsi pi leggere e meno gonfienaturalmente stata anche osservata una riduzione della circonferenza cosce, fino a 3 centimetri. Importante mettere in evidenza che nonostante le ragazze siano quei soggetti che si sono allenate con meno grinta, hanno comunque ottenuto, nei classici punti critici per molte donne, i maggiori risultati soddisfacenti, sia come sgonfiamento dalla eccessiva ritenzione idrica, sia come perdita di adipe; e tutto questo rassodando anche i tessuti e senza perdere assolutamente volume o tono sul seno che, come si assiste frequentemente nelle classiche diete ipocaloriche di tipo squilibrato , si riduce in volume e perde di tono.

I risultati psichici Il risultato pi eclatante quello di natura psico-fisica: non solo i 10 soggetti hanno rassodato , tonificato i muscoli e perso adipe superfluo, ma NON HANNO MAI SENTITO FAME E HANNO SEMPRE PERCEPITO UN POSITIVO SENSO DI BENESSERE. Nessuno ha provato il tipico nervosismo o debolezza, mal di testa ecc. tipico delle diete che avevano fatto in passato.

Il concetto scientifico psico-fisiologico, verificato ancora una volta anche con questo studio scientifico osservativo, consiste nellaffermare che il senso di fame e di privazione-effetto carestia rallenta il metabolismo, con la conseguenza che non solo rallentato il dimagrimento, ma il grasso di riserva, scatenatosi leffetto carestia, viene dallorganismo ritenuto prezioso e proprio nei punti pi esteticamente sgradevoli ( ovvero i magazzini fisiologici di emergenza), ladipe rimane maggiormente , venendo meno utilizzato. Psiche , sistemi neuro-ormonali e corpo fisico sono collegati e lo vediamo sperimentalmente con i migliori risultati estetici ottenuti da quei soggetti che dimagrendo in benessere, dimagriscono in bellezza; si ripete: dimagrire non significa perdere peso ( questo quello che vede la bilancia), significa perdere adipe . Il senso di efficienza , di gusto nellallenamento , il piacere di vedersi e sentirsi pi tonici e forti, ha innescato un ottimale reazione a catena psico-fisica che nel tempo ha apportato risultati sempre pi soddisfacenti.

Il problema psichico pi grosso che abbiamo avuto stato quello di far capire, soprattutto alle donne, che la bilancia ci d solo un parametro e che lindice di

massa corporea a dirci come stanno andando i rapporti massa magra-massa grassa; inizialmente abbiamo dovuto penare non poco per far capire questi concetti alle donne che dopo i primi 10-15 giorni ci dicevano ma con altre diete ( quelle da carestia) perdevo anche 10 chili in 15 giorni!!! Due uomini del gruppo osservato hanno mantenuto, al termine dell studio di 3 mesi, il peso di partenza , che, in teoria , avrebbe dovuto differire di circa 4-5 chili di adipe superfluo ( e quasi tutti depositati sulladdome). Questi uomini si sono allenati sodo con i pesi 3 volte a settimana, hanno utilizzato tutte le varie strategie alimentari ed integrative che gli abbiamo insegnato ( qualcuna la abbiamo accennata precedentemente), con il risultato che ladipe addominale in poco pi di 3 mesi notevolmente diminuito ( nella posizione in piedi laddome praticamente piatto, 3 mesi prima strabordava verso lesterno); a posto del grasso hanno costruito massa magra tonica con un grande incremento della auto-stima e della sicurezza in s stessi. Eppure..nonostante la bilancia non veda grandi differenze, fisicamente sembrano persone diverse rispetto a 3 mesi prima.

In poche parole occorre istruire lutente a pesarsi allo specchio e di plicare lo spessore adiposo con il plicometro, che non certo lo strumento scientificamente pi corretto ( come il costoso impedenziometro), ma economico ed alla portata di tutti; ala misura< locale delle pliche adipose, associata alla misura con il tradizionale centimetro, con lesame finale dello specchio, si pu capire se si sono ottenuti risultati o menola bilancia forse lo strumento meno importante.serve per fornire un dato ponderalee nulla pi;

ATTENZIONE!

Caso 1) ALCUNE RAGAZZE DI SOLITO ASSUMONO GIORNALMENTE COSI POCHE PROTEINE ( VIVENDO IN UNA SITUAZIONE IPO-PROTEICA QUASI DA SOPRAVVVIVENZA), CHE QUANDO INIZIANO UNA DIETA BILANCIATA, INIZIALMENTE AUMENTANO DI PESO PER LINCREMENTO DI MASSA

MAGRA AUMENTATA NATURALMENTE DALLORGANISMO SOLO PERCHE ORA SONO CORRETTAMENTE NUTRITE; TALE AUMENTO DI PESO DURA UN TEMPO LIMITATO, ABBIAMO OSSERVATO UN 15-30 GIORNI AL MASSIMO ED E UN FENOMENO FISIOLOGICO COMPENSATORIO TIPICO DEI SOTTO-NUTRITI

Caso2)

Un aumento di peso per 1 settimana al massimo, si pu determinare in quelle ragazza che sono amanti del fast food del cibo riscaldato e pre-cotto di alcuni bar ecc.ecc; in questo caso lorganismo ha u breve periodo di adattamento, poi , riequilibratosi , torna alla normalit perdendo adipe come da programma.

Se troviamo ragazze che sono una combinazione del caso 1 e 2 paradossalmente applicando le diete carestia perdono si peso rapidamente , ma solo perch si stanno detossinando e disintossicando , tale purificazione non deve comunque protrarsi per pi di 1-2 giorni ed necessario comunque assumere vitamine, sali minerali , aminoacidi ecc altrimenti la muscolatura verr degradatadistrutta per linnesco della gluco-neogenesi, indotta dal cortisolo

I risultati psichici testimoniati Sono quindi i seguenti: -maggiore vitalit rispetto a prima di iniziare la dieta ( meglio dire alimentazioneintegrata riequilibrante) -nessun senso di fame -nessun disturbo sulla qualit del sonno

-grinta nellallenamento -umore positivo, senza reagire in malamente ed in modo esagerato durante i contrattempi che avvengono durante la vita quotidiana

Un ruolo fondamentale lo hanno svolto gli integratori naturali utilizzati, che hanno ottimizzato lalimentazione e la perdita di adipe senza dover ricorrere al sacrificio di dover mangiare poco..con tutto ci che ne consegue;senza di questi il SISTEMA GLOBALE NON POTEVA ESSERE REALIZZATO.

Effetti collaterali o piccoli disturbi risolti adottando specifiche strategie

Gli integratori utilizzati non hanno manifestato rilevanti effetti collaterali quali nausea, diarrea , tachicardia ipertensione arteriosa, nervosismo ecc. tipici di altri tipi dintegratori commercializzati da aziende che tendono a spingere il metabolismo tramite una esasperata stimolazione del sistema nervoso: tutto ci che esasperato e troppo rapido violenta i sistemi di adattamento del sistema nervoso e dellasse ipotalamo-ipofisi-ghiandola bersaglio. Non sono stati cos riscontrati cos nessuno degli effetti indesiderati tipici dei brucia grasso o fat burner.

Alcuni dei soggetti hanno invece lamentato un lieve bruciore di stomaco, in particolar modo assumendo il max vit , il lipo burner ed il carbo burner , tutti contemporaneamente svariati minuti prima dei pasti ( a stomaco praticamente vuoto); ci facile da spiegare: la notevole presenza di zenzero, assunta con l indispensabile associazione di questi 3 prodotti, favorisce il bruciore gastrico, soprattutto a stomaco vuoto , lacido lipoico ( che per indispensabile) , presenta anchesso sullo stomaco un azione simile allo zenzero ( come bruciore gastrico). Avendo lo zenzero un ruolo assolutamente marginale e , rispetto allefficacia degli altri componenti, potremo affermare un ruolo ben poco utile, si vivamente consigliato

lazienda produttrice di eliminare lo zenzero, lasciando intatte le formulazioni che sono gi ben efficienti cos come sono, tolto solo lo zenzero; questultimo stato inserito poich in voga nei brucia grasso venduti negli Stati Uniti..in realt mentre lacido lipoico, pur apportando un p di bruciore non pu essere assolutamente eliminato n sostituito, lo zenzero, principale responsabile del fastidio qui descritto, d pi problemi che altro. L azienda produttrice ci ha immediatamente segnalato che sar immediatamente eliminato dai prodotti prima citati, eliminando cos anche questo disturbo, manifestatosi in soggetti sicuramente gi predisposti alla gastrite, ed al bruciore gastrico anche favorito dallo Stress e da precedenti errate e pessime abitudini alimentari. Il disturbo gastrico stato comunque attenuato od eliminato, nei 5 soggetti che hanno lamentato il bruciore allo stomaco, con lassunzione dei 3 prodotti dopo i pasti principali, ed eventualmente riducendo di poco il dosaggio di lipo burner ( sino ad 1-2 porzioni)

Con leliminazione dello zenzero si eliminer anche il fastidio del bruciore gastrico; tra laltro lo zenzero noto per favorire la digestione ( digerire prima) e stimolare lappetito..non chiaro come gli Americani, con tante piante per favorire la riduzione delladipe, si siano rivolti allo zenzero..

Conclusioni

Ancora una volta abbiamo visto come le osservazioni di durata di almeno 3 mesi siano utili per mettere a punto STRATEGIE PRATICHE E TECNICO-OPERATIVE per poi far ottenere allutente il massimo dei risultati in un ottimale stato di salute, in sicurezza e con la riduzione degli eventuali piccoli disturbi; fondamentale la sensibilit delle , purtroppo, scarsissime aziende che mettono in discussione i loro prodotti per ottimizzare sempre pi i prodotti stessi a tutela della qualit e della sicura efficacia degli integratori naturali dultima generazione. Questi studi osservativi, che integrano le classiche ricerche cliniche, mostrano ancora una volta la loro grande utilit scoprendo le migliorie da effettuare, la specifica tempistica dassunzione, eventuali disturbi e possibili rimedi, registrando cos numerosi dati da trasferire al medico ed alle aziende stesse; tutto ci a tutela della salute dellutente e della qualit del prodotto acquistato.