Sei sulla pagina 1di 19

BRAHMA

D II F A B R IIZ IIO F O C A R D II D FABR Z O FOCARD

DISEGNO STANDARD ITALIANO

I - Generalit
Origine Lorigine della Brahma stata a suo tempo molto discussa e credo che chiarezza non sia mai stata fatta. Nello stesso periodo arrivarono in America diversi soggetti con caratteristiche molto simili, sia dalla Cina che dallIndia. Da questi furono selezionate la Brahma e la Cocincina, oggi molto diverse, ma allora invece non tanto e questo cre molta confusione. Alle mostre non di rado si vedevano Brahma con cresta semplice. In seguito fu comunque decisa la squalifica per quei soggetti con cresta non a pisello. Agli inizi del 1840, quando i porti cinesi erano aperti al commercio mondiale, un capitano di una nave proveniente da Shangai, sbarc a New York circa 100 polli cinesi di tutti i colori e dimensioni. Da alcuni di questi selezionai dei soggetti grigi molto grandi e molto belli (Gray- Shangai) che rincrociai poi con un altro gruppo ricevuto pi tardi. Non specific la provenienza dei questultimo gruppo, ma si trattava molto probabilmente di soggetti indiani. Mr. John C. Bennet nel suo Poultry Book del 1850, descrivendo gli animali di Burnham parla prima dei Chittagong: soggetti con cresta semplice e tarsi nudi, poi dei Gray-Shangai: soggetti con calzatura e cresta a pisello. Nel 1853 Burnham fece dono di un gruppo di nove soggetti, da lui selezionati, alla Regina Vittoria.

Lewis Wright, scrittore ed anchesso bravo disegnatore avicolo, e gli allevatori americani, sostenevano invece che le loro Brahma derivassero da un gruppo di animali che un capitano di ritorno dallEst-India e pi precisamente dal porto di Lakipoor, alle foci del Brahmapootra, port a Mr. Chamberlain di Hartford (Connecticut) nel 1846. Agli americani non piacevano molto i Brahma discendenti dal ceppo della Regina Vittoria. Harrison Weir li rappresentava nei suoi disegni con un piumaggio troppo gonfio e con lunghi garretti davvoltoio, che anche oggi comportano squalifica nello standard americano, testa pi da Cocincina che di Brahma e creste difettose. E comunque indubbio che la Grey-Shangai e la Brahmapootra siano i progenitori della Brahma odierna. In tempi pi recenti evidentemente arrivarono ad un compromesso; oggi lAmerican Standard of Perfection cos descrive le origini della razza: Pollo asiatico chiamato Chittagong, Gray-Shangai e poi Brahmapootra (dal fiume indiano) accorciato a Brahma soltanto. Si pensa derivi da un incrocio fatto in India tra le razze Combattente Malese e Cocincina Ci vollero comunque 34 anni prima che gli allevatori americani presentassero quella che ora conosciamo come Brahma bianco-columbia (light) e Brahma perniciata argento a maglie nere (dark). Uovo Colore del guscio: bruno di intensit variabile. Lo standard d un peso minimo di gr. 60, un po alto per questa razza. Selezionare comunque galline che non depongano uova troppo piccole. Anello Gallo: mm 27 Gallina: mm 24

II Tipologia ed Indirizzo per la Selezione


Basta il peso, fino a 5 kg. per il gallo, per capire quello che si richiede da questa razza: una mole importante ed un aspetto vigoroso. Nonostante il peso ed il piumaggio dei tarsi, deve comunque avere un aspetto agile e vivace. Come in tutte le razze di grande taglia, la gallina non una buona ovaiola. Cercare, nella selezione, di aumentare la produttivit.

III- Standard
1- Forma Tronco: Come gi accennato, la mole una delle caratteristiche basilari. Il tronco deve essere arrotondato, orizzontale, profondo e largo e portare questa larghezza ininterrottamente dalle spalle alla coda. Nella gallina la linea dorsale sale dolcemente verso la coda, suo apice. Nel gallo pi improvvisa e ripida, concava e senza bruschi angoli. Groppa con abbondanti lanceolate che ricadendo riempiono la parte iniziale della coda e coprono le punte delle ali. Petto : Largo e profondo, pieno e ben arrotondato fin quasi sotto la gola.

Ventre : Largo e pieno, con piumino morbido e compatto. Queste due caratteristiche del petto e del ventre, se rispettate, danno allanimale la giusta forma. Testa : La Brahma ha una testa particolare e ci la rende una caratteristica importante da rispettare nella selezione. Proporzionalmente piccola, ma larga; importante che sia arrotondata e ben impiantata sul collo. Cranio largo, prominente sugli occhi; caratteristica da combattente che conferma la presenza di sangue Malese. Becco : Robusto e ben incurvato. Giallo con striature scure sulla parte superiore. Occhi : Larghi, rotondi ed infossati che determinano uno sguardo abbastanza cupo e fiero. Colore rosso arancio. Cresta: A pisello. Non si pu dare una misura determinata, deve essere comunque piccola e mai sproporzionata alla testa. Ben impiantata e ben ferma. Formata da 3 linee ben dritte di piccole punte arrotondate, pi alte al centro. Bargigli : Piccoli e ben arrotondati, di tessitura fine e ben separati. E presente una giogaia con piccole plumole, molto pi evidente nelle femmine. Faccia : Rossa e liscia, qualche plumola ammessa. Orecchioni : Rossi ed abbastanza lunghi. La parte inferiore sul livello o leggermente al di sotto dei bargigli. Collo: Moderatamente lungo e ben arcuato. Il punto di giuntura con la testa determina, sulla parte superiore, una leggera ma evidente infossatura. Mantellina abbondante che cade sulle spalle e che quasi sincontra nella parte alta della gola. Ali : Piccole, portate piuttosto alte, mai cadenti, aderenti al corpo. Linea inferiore orizzontale. Remiganti primarie larghe e ben ripiegate sotto le secondarie. Remiganti secondarie larghe anchesse e soprammesse in ordine naturale ad ala chiusa Coda : Di media grandezza, piena e ben aperta. Portata alta e che continua la linea ascendente del dorso. Timoniere ben ordinate e regolarmente soprammesse. Nel gallo le falciformi sono corte ed abbondanti e devono ricoprire ordinatamente le timoniere. Nella gallina la coda vista da dietro un po aperta a forma di U rovesciata; la parte interna riempita di morbide piume. Copritrici abbondanti, su due linee, non troppo lunghe da coprire interamente le timoniere che devono essere in vista, anche quelle nella parte bassa.

Zampe : Gambe robuste, posizionate abbastanza larghe, ben impiumate ed arrotondate, il piumaggio non eccessivamente gonfio. Moderare la lunghezza dei garretti davvoltoio Tarsi gialli, di ossatura robusta, 4 dita ben dritte. Linsieme gamba/tarso si richiede pi alto della media soprattutto perch la ricca impiumatura nasconde in parte la reale lunghezza; attenzione a non esagerare: laltezza non fa un bel Brahma, ma linsieme ben proporzionato che assicura un giusto equilibrio. Tarsi abbondantemente impiumati. Dita medie ed esterne ricoperte da folte piume rigide. Non molto importante la loro lunghezza quanto la serratura e la piena impiumatura delle dita. La piumatura naturalmente ed ordinatamente soprammessa. Penne larghe ed elastiche cos da formare una linea liscia a ventaglio il pi ordinata possibile. Pelle: Bianca. Pelle gialla sinonimo di incroci precedenti. Piumaggio: Abbondante, liscio ed aderente al corpo, costituito da penne larghe. Nella gallina un po pi gonfio che nel gallo, ma mai come nella Cocincina. 2- Taglia Molto Grande 3- Struttura ossea Grossa 4- Peso Gallo : kg. 3,5 5,0 Gallina: kg. 3,0 4,5

Giudizio :
I Brahma sono di fatto dei polli giganti e tali devono naturalmente restare. La mole, peso e massa, in ambedue i sessi determinante; la prima cosa da valutare. Il soggetto non deve discostarsi dallo standard e deve essere pienamente formato. Non potr mai figurare se il pieno sviluppo non stato raggiunto. Laltezza non tutto. Prima di rallegrarsi di un bel gallo alto si faccia attenzione a tre ulteriori criteri: 1) Una adeguata lunghezza e larghezza del dorso. 2) Una buona profondit del petto fin quasi sotto la gola e che si unisce al ventre, anchesso arrotondato e sviluppato, con una linea orizzontale. 3) Una distanza fra i tarsi adeguatamente larga. I Brahma, nonostante la mole e la forte calzatura, devono potersi muovere il pi agilmente possibile. Con queste proporzioni non si vedranno soggetti, come troppo spesso si vedono, con tronco a forma di V stile Langshan. La coda del gallo deve avere abbondanti falciformi, ben ordinate, che ricoprono tutte le timoniere. Falciformi insufficienti o troppo corte creano code scomposte. La gallina deve avere le timoniere ben ordinate e distese da essere ben viste sia dal dietro che dai lati; code chiuse tipo Cocincina sono da penalizzare.

La testa, essendo molto particolare, va ben esaminata: la caratteristica principale il cranio, ereditato dal Malese, piatto e largo, prominente sugli occhi che risultano quindi infossati. La testa deve essere proporzionalmente piccola, ben arrotondata, il becco corto e forte. Penalizzare teste strette o allungate (ad imbuto) con becchi lunghi e fini. I bargigli devono cadere perpendicolari, ben distesi e separati fra loro, ma non aperti davanti. Devono essere non grandi e privi di pieghe. Orecchioni rossi, difetto grave la presenza di tracce bianche, anche se minime. La cresta deve essere a pisello. Raramente si vedono belle creste. Sempre pi spesso le tre linee sono appena accennate o inesistenti e quasi mai ben dritte. La cresta del Brahma deve essere piccola, senza spina, non vacillante e ben salda sulla nuca. Ad un bel soggetto con forma in standard si pu perdonare una cresta non perfetta, ma ogni difetto va segnalato sul cartellino. Altra importante caratteristica della razza sono le zampe, cha vanno quindi valutate con attenzione. Come abbiamo gi detto, sono richieste alte pi della media, ma non esagerate. Il colore dei tarsi giallo. Nelle colorazioni blu e nera sono presenti, particolarmente nelle femmine, sfumature verdastre: ci non costituisce per difetto. Abbiamo gi spiegato limpiumatura nella parte precedente; va comunque detto in proposito che chi alleva questa razza deve presentare soggetti con piume dei tarsi in buone condizioni. Perdoniamo pure una penna rotta, ma non si deve essere di manica troppo larga: una penna rotta ai tarsi dovrebbe avere la stessa importanza di una remigante rotta. Lallevatore che ha la fortuna di avere un buon ceppo non deve svalorizzare i suoi soggetti per incuria; un punto in meno lo far riflettere per altre occasioni. Come gi detto nella parte storica, alla sua nascita la Brahma era senza garretti davvoltoio e questa particolarit in America comporta tuttoggi la squalifica. In Europa credo comunque che siano sempre stati ammessi. In alcuni standards la Brahma raffigurata senza questa appendice di penne. Il nostro li presenta ancora abbastanza piccoli specificando: meglio se assenti. In quello tedesco, pi realista, sono abbastanza sviluppati. Nella realt i Brahma europei hanno lunghi garretti, stile Breda, e questo in genere non influisce minimamente sui giudizi. Del resto sono sempre stati presenti ed ovvio quindi che siano ammessi. Non sar certo lItalia ad andare contro corrente, ma sul cartellino si dovr sempre suggerire di ridurli quando eccessivi, penalizzarli quando arrivano al suolo. Fare attenzione alle dita che devono essere ben dritte. I giudici sanno che spesso nelle razze pesanti alcune dita hanno una posizione leggermente incurvata: questo difetto, avvertire lallevatore di fare attenzione. Resta il fatto che dita storte comportano squalifica anche nelle razze pesanti dove pi spesso si incontrano. Nelle razze con molta calzatura si pu riscontrare la mancanza dellultima falange al dito esterno; ci non per cos grave come nelle razze senza o con scarsa calzatura, per le quali c la squalifica. Per non incoraggiare la superficialit nella selezione penalizzare, seppur leggermente. La mancanza dellunghia al dito esterno non comporta invece penalit. La Brahma non una razza facile: lunga nella crescita, necessita pi di un anno per raggiungere il completo sviluppo di tutte le parti, piumaggio compreso. La fertilit abbastanza buona, ma i galli cominciano ad essere fertili tardi, quando le ore di luce cominciano ad aumentare ed il freddo a diminuire.

E sconsigliabile lasciare i galli senza femmine per lungo tempo: si rischia di diminuire la carica sessuale. E una razza che va assistita durante la crescita con calcio e vitamine. In sede di giudizio perdonare alcuni difetti che per non rientrino in quelle caratteristiche classiche che fanno della Brahma una razza meravigliosa.

IV Colorazioni
Introduzione alle Colorazioni Le colorazioni riconosciute dallo Standard Italiano sono le seguenti: Brahma Grande Bianco-Columbia (cod. 110P) Fulvo-Columbia (cod. 260P) Perniciata argento maglie nere (cod. 375P) Perniciata maglie nere (cod. 390P) Perniciata maglie blu (cod. 385P) Queste sono le colorazioni pi comuni sia in Italia che allestero. Sono comunque riconosciute anche: Bianca (cod. 070P) Blu (cod. 130P) Fulva (205P) Nera (cod. 310P) Brahma Nana Bianco-Columbia (cod. 110P) Fulvo-Columbia (cod. 260P) Perniciata argento maglie nere (cod. 375P) Perniciata maglie nere (cod. 390P)

BIANCO-COLUMBIA
Germania/Svizzera: Hell Olanda: Columbia Francia/Svizzera: Blanc hermin noir Spagna: Blanco arminada con negro Inghilterra/USA: Light Il termine Columbia indica il tipo di disegno.

E con questa colorazione che stato selezionato il primo gruppo di Brahma. I soggetti di questa colorazione hanno, rispetto agli altri, mole maggiore ed aspetto pi imponente. Il disegno uguale nei due sessi. I colori sono il bianco argento puro ed il nero brillante a riflessi verdi metallici. Mantellina: fiamme nere orlate di bianco. Rachide del colore del disegno. Spalle: presenza di gocce nere che non devono per essere in vista, ma nascoste dalla mantellina. Groppa: il nostro standard, come pure il francese e lo svizzero, per il gallo richiede le lanceolate bianco argento con eventuali fiamme nere ammesse. Lo standard tedesco e quello americano richiedono invece in alcune lanceolate una sottile fiamma nera che aumenter di larghezza, lunghezza ed intensit man mano che ci si avvicina alle copritrici della coda. Le fiamme in questa parte del mantello avranno una lunghezza di circa la met o i della penna stessa; rimarr cos una parte completamente bianca fra la fine della fiamma e linizio del piumino; la rachide sempre del colore del disegno. Non dare comunque troppa importanza al fatto che ci siano o non ci siano fiamme, penalizzare solo se troppe o troppo larghe. Del resto il nostro standard nella parte II-Base Genetica cos descrive: .Sia nel maschio che nella femmina, il nero viene circoscritto al collo, alle ali, alla coda, alle penne dei tarsi, nonch alla sella del gallo..Allo stato eterozigote il gene Co possiede unazione completamente dominante nel maschio, ma lo stato omozigote essenziale nelle femmine per togliere il nero dal cuscino e dalla parte bassa del petto..Le femmine Co/Co sono identiche ai loro maschi, fatta eccezione per la groppa, dove esse non presentano il nero. Nella gallina dunque tutto il dorso, groppa compresa, deve essere assolutamente bianco puro. Coda: nel gallo falciformi nere; poche falciformi con fine orlo bianco alla fine della penna sono ammesse. Piccole falciformi orlate sottilmente di bianco. Nella gallina il nostro standard richiede le timoniere orlate di bianco. Devono invece essere nere e solo le due pi alte devono essere finemente orlate. Grandi copritrici nere, ammesse orlate di bianco. Piccole copritrici nere orlate di bianco. Riflessi violetti nelle parti nere della coda vanno seriamente penalizzati.

Remiganti: primarie nere con la parte inferiore bianca. Secondarie nere fino a 2 o 3 mm. sotto la rachide, il resto bianche con estensione del bianco fino alla punta della penna. Nelle remiganti secondarie il bianco aumenta progressivamente nelle pi alte finch la parte esterna tutta bianca,

cosicch ad ala chiusa il nero rimane nascosto. Il Giudice deve fare molta attenzione alle remiganti: troppo bianco va pi o meno penalizzato a seconda dellestensione. Nei miei giudizi mi sono reso conto che gli allevatori danno poca importanza o addirittura ignorano la colorazione delle remiganti nella selezione. Tarsi e dita: le penne larghe e rigide delle dita e della parte bassa dei tarsi, che originano il ventaglio, sono nere orlate di bianco; le altre, nella parte pi alta dei tarsi, bianche. Le penne coperte possono anche avere una tonalit di nero meno carica o essere senza disegno, purch siano coperte. Il piumino richiesto dal nostro standard, da quello svizzero e dal francese, bianco; ammesso blu chiaro. Lo standard tedesco ed americano lo richiedono invece blu ardesia chiaro ed io personalmente sono convinto che cos debba essere. Naturalmente non deve trasparire sulla superficie. Per ottenere una superficie uniformemente bianca necessario che il piumaggio sia completo e ben ordinato, formato da penne larghe e compatte. Il resto del piumaggio bianco argento puro. Sotto lala sono ammesse piccole penne blu ardesia. Questa colorazione sembra pi facile delle altre e forse per questo la selezione colore lascia in genere a desiderare. Difetti gravi pi spesso presenti: Colore nero che degenera in bluastro; il nero deve sempre essere carico e mantenere la brillantezza ed i riflessi verdi. Presenza di penne di colore diverso da quello richiesto. A questo proposito fare attenzione alla testa che deve essere bianca senza penne nere; la mantellina inizia sotto lattaccatura al collo e da qui le fiamme nere. Sfumature paglia, pi riscontrabili nei galli, nella mantellina, lanceolate della groppa e copritrici dellala. In tutto il mantello le fiamme non devono assolutamente sfondare sullorlo bianco, la penna non deve assolutamente avere unorlatura esterna scura e la rachide deve essere dello stesso colore del disegno.

Nero
Germania/Svizzera: Schwarz Olanda: Zwart Francia/Svizzera: Noiree Spagna: Negra Inghilterra/USA: Black Tutto il mantello: nero carico molto brillante con forti riflessi verde metallico. Piumino: il nostro standard richiede piumino grigio

scuro, nel gallo grigio chiaro o bianco ammesso, ma non deve assolutamente essere visibile. Tarsi gialli. Sfumature verdastre, che si incontrano pi spesso nelle femmine, ammesse La Brahma nera stata per la prima volta selezionata in Germania. Nel loro standard il piumino del gallo richiesto preferibilmente bianco senza per essere in vista. Difetti Gravi: Sfumature rosse nella mantellina del gallo. Punte bianche nelle remiganti o timoniere. Piumaggio opaco e privo di riflessi verdi (nei due sessi). Presenza su tutto il mantello di penne di colore diverso dal nero. Rachide con tonalit rossastra o violacea. Ho visto Brahma neri solo in Germania. I primi, alcuni anni fa, avevano forma molto simile alla Cocincina; oggi invece la morfologia molto migliorata, ma c ancora molta strada da percorrere. Nel giudizio tenere presente delle difficolt di una nuova selezione ed essere molto pi larghi che nelle altre colorazioni. Sconsiglio comunque i nostri allevatori a cimentarsi nel proseguimento di quanto iniziato dai colleghi tedeschi ed attendere che questa colorazione sia ben fissata.

Bianca
Germania/Svizzera: Weiss Olanda: Wiy Francia/Svizzera: Blanche Spagna: Blanca Inghilterra/USA: White Tutto il piumaggio: bianco puro brillante. Piumino: bianco Difetti Gravi: Riflessi giallastri nella mantellina, copritrici delle ali e lanceolate della groppa dei galli. Mancanza di brillantezza. Penne di colore diverso dal bianco su tutto il mantello. Personalmente non ho mai visto allestero la Brahma bianca. Ho avuto modo di giudicare alcuni soggetti in Italia, ma erano soggetti di scarsa tipologia e colorazione derivanti da ceppi di Bianco Columbia.

Blu
Germania/Svizzera: Blau Olanda: Blauw Francia/Svizzera: Bleue Spagna: Azul Inghilterra/USA: Blue Gallo

Blu di tonalit uniforme, non orlata, anche la coda mantiene lo stesso colore. Testa, mantellina ed ali blu scuro fino a nero vellutato. Piumino blu chiaro, una parte di bianco ammessa. Gallina Blu di media intensit, una leggera orlatura leggermente pi scura ammessa. Testa e mantellina pi scure del mantello. Rachide nei due sessi del colore del piumaggio. Tarsi: gialli; sfumature verdastre ammesse. Difetti Gravi: Colore sporco di fuliggine o marezzato; bianco nella coda dei galli; mantellina con riflessi bruni o rossastri. Rachide decolorata. Anche il blu come il nero una nuova colorazione per questa razza; nel giudizio tenere presente che il tipo viene prima del colore.

Fulvo-Columbia
Germania/Svizzera: Gelb columbia Olanda: Buff columbia Francia/Svizzera: Fauve hermin noir Spagna: Leonada arminada con negro Inghilterra/USA: Buff Il disegno identico al Bianco- Columbia, quindi tutto quanto detto per questa colorazione vale anche per la Fulva-Columbia. Cambia solo il colore di fondo che fulvo puro, brillante e di intensit uniforme in tutto il mantello; solo nelle copritrici delle ali del gallo il fulvo pi carico. Piumino: blu ardesia chiaro.

Difetti Gravi: Tutti i difetti del Bianco-Columbia. Colore fulvo troppo chiaro, marezzato o con sfumature rossastre. Rachide troppo chiara. Bruno nelle copritrici delle ali del gallo. Riflessi violetti nella coda del gallo. Questa colorazione nel Brahma non abbastanza comune in Italia; allestero, in special modo in Germania, molto allevata. Sono in genere soggetti leggermente pi piccoli dei Bianco-Columbia, specialmente le femmine, ma di buona tipologia e di ottima colorazione.

Perniciato Argento Maglie Nere


Germania/Svizzera: Dunkel Francia/Svizzera:Perdrix maill multiple argent Olanda: Meerzomig zilverpatrijs Spagna: Apertizada plateada con mallado multiple Inghilterra/USA: Dark Gallo Testa bianco argento. Mantellina e groppa: bianco argento con fiamme nere. Nella parte alta della penna, intorno alla rachide, una lancia bianca. La rachide sar del colore del disegno. Gola, petto, ventre, gambe e piumaggio dei tarsi:il nostro standard richiede queste parti nere, ammette una leggera orlatura.

A proposito del colore del petto, ventre, gambe e piumaggio dei tarsi del gallo, vorrei fare una precisazione:

Tutti, giudici ed allevatori, raramente avranno visto Brahma, sia grandi che nane, con le parti su accennate orlate di bianco. Tanto meno avranno visto sui cartellini di giudizio richiami alla selezione del petto con orlatura. In effetti tutti gli standards, fino a poco tempo fa, richiedevano queste parti nere, leggera orlatura tollerata. La nuova edizione dello standard tedesco e di quello svizzero, in contrasto col loro precedente, richiedono oggi queste parti finemente orlate di bianco; addirittura la Svizzera squalifica i soggetti con petto completamente nero. Il nostro standard nella descrizione della colorazione, richiede questo ornamento, ma nella parte morfologica della razza puntualizza: nero, leggera orlatura ammessa. Voglio precisare che, nei disegni a bande, la presenza della parte bianca al centro della penna (lancia) che interrompe le fiamme della mantellina e della groppa, e lorlatura del petto dei galli, la garanzia genetica per una gallina ben disegnata. Perch dunque chiedere linverso di quanto geneticamente necessario per una buona selezione? Io sono dellopinione di una modifica al nostro standard togliendo quanto puntualizzato nella parte morfologica. Aggiungere ai difetti gravi: orlatura del petto e delle gambe troppo grossolana. Aggiungerei anche nelle varie colorazioni la colorazione del piumaggio dei tarsi e delle dita utile per lallevatore e per il giudice. Niente va lasciato allimmaginazione. Tutto questo vale naturalmente anche per le altre colorazioni perniciate a maglie che seguono. Tronco, spalle e piccole copritrici delle ali: bianco argento. Grandi copritrici: nere, orlate di bianco ammesse, originano la fascia dellala. Remiganti primarie: nere, con la parte inferiore orlata di bianco. Remiganti secondarie: parte superiore nera, parte inferiore vicino alla rachide sempre nera poi bianca che arriva vicino alla punta della penna, ma non alla fine; ad ala chiusa forma il triangolo dellala bianco. Coda: nera con riflessi verdi, copritrici nere, margini delle penne bianchi ammessi. Piumino: grigio. Dove il piumaggio nero deve essere un nero lucente e con forti riflessi verdi

Gallina Testa: bianco argento fino a blu acciaio. Mantellina: dello stesso colore della testa, ornata da pi orli neri simili al piumaggio del mantello; la penna termina con un largo orlo bianco argento. Al centro lancia blu acciaio. Una buona gallina deve avere un buon disegno gi nella mantellina anche se meno evidente che altrove. Mantello: grigio argento fino a blu acciaio con disegni neri, tre o pi, che seguono la forma della penna. Il disegno deve essere in netto contrasto col colore di fondo, che deve essere puro senza pepatura, avere una larghezza uniforme e non interrotto. Quasi tutte le galline hanno il petto pi chiaro; ci non influir troppo sul giudizio purch sia ben netto il disegno. Un buon disegno nel piumaggio delle gambe, dei tarsi e delle dita da maggior valore il soggetto. Ideale, in tutte le colorazioni a disegno a bande, un cambio di colore della rachide seguendo il colore di fondo e la banda.

Remiganti primarie: nere/grigie con brizzolatura e accenno di fasce nella parte esterna. Remiganti secondarie: parte interna nera, parte esterna grigia con disegno nero. Coda: nera, le due timoniere in alto grigie argento preferibilmente con disegno accennato. Piumino: grigio. Tarsi: gialli; giallo chiaro vanno comunque bene, bianchi sono da penalizzare.

Difetti Gravi Gallo Fiamme nella mantellina e nella groppa che sfondano sullorlo bianco esterno. Assenza della lancia bianca nella fiamma. Riflessi bruni o giallastri nelle parti argento, specialmente nelle copritrici delle ali. Riflessi violetti sulle parti nere. Essere tolleranti sul colore del piumaggio tarsi/dita e, qualora la modifica proposta venga accettata dal CTS, esserlo anche nelle colorazioni petto, ventre, gambe. Gallina Disegno non netto o sfocato. Fasce non a regolare distanza e di colore diverso dal nero. Colore di fondo beige, o con tracce brune, invece di bianco acciaio. Penne della mantellina senza disegno o con disegno interrotto. In questa colorazione, specialmente nella nana, fare attenzione alla linea dorsale; si trovano, non solo in Italia, animali col dorso piatto, cio privo della linea concava, classica della razza.

Perniciato a Maglie Nere


Germania/Svizzera: Rebhuhnfarbig gebaendert Olanda: Meerzomig Patrijs Francia/Svizzera: Perdrix maill multiple Spagna: Apertizada dorada con mallado multiple Inghilterra/USA: In linea di massima per questa colorazione vale quanto detto per la Perniciata Argento a Maglie Nere. Il bruno dorato sostituisce il bianco argento nel gallo. Rosso dorato vivace e brillante nella mantellina, nella sella e nelle copritrici delle ali.

Nella gallina il colore di fondo bruno dorato uniforme. Oro intenso nella mantellina. Stessi difetti gravi della Perniciata Argento. Attenzione al colore di fondo della gallina, che non deve essere rossastro. Nei due sessi non ci devono essere pepature.

Perniciata a Maglie Blu


Germania/Svizzera: Blau rebhuhnfarbig gebaendert Olanda: Meerzomig Blauwpatrijs Francia/Svizzera: Bleu perdrix maill multiple Spagna: Apertizado azul con mallado multiple Inghilterra/USA: Anche in questa colorazione il disegno lo stesso delle altre perniciate a maglie. Lo tratter comunque pi a fondo della precedente perch i toni cambiano. Gallo Testa: bruno dorata. Mantellina e groppa: giallo oro carico con fiamma blu al centro, nella parte alta della penna. Petto, ventre, gambe e calzatura: blu con sottile orlo rosso oro. Dorso, spalle e piccole copritrici delle ali: rosso carico brillante. Grandi copritrici: blu, orlatura rossastra ammessa. Remiganti primarie: blu con parte esterna bruna. Remiganti secondarie: parte interna blu, parte esterna rosso bruno che forma il triangolo dellala. Coda: blu, le falciformi a volte pi scure delle timoniere; nelle copritrici il margine della penna oro ammesso. Piumino: grigio blu, un po pi chiaro vicino alla rachide. Gallina Testa: bruno oro chiaro. Mantellina: giallo oro con disegno blu simile al piumaggio della mantellina, con largo disegno giallo oro.

Mantello: marrone dorato non troppo intenso con disegno bande blu (tre o pi) che seguono la forma della penna; rachide scura. Gambe, calzatura: il pi possibile disegnata. Remiganti Primarie: blu con parte esterna bruno screziato. Remiganti secondarie: parte interna blu, parte esterna con disegno a bande. Coda: blu, le copritrici in alto con disegno accennato preferibile. Piumino: grigio blu. Difetti Gravi Gallo Fiamma che sfonda nellorlo esterno. Orlatura del Petto e gambe troppo evidente. Triangolo dellala blu. Molto nero nella coda. Gallina Disegno semplice (uno solo) o che sfonda nella mantellina. Disegno confuso o mancante nel petto. Colore di fondo del mantello non uniforme.

Fulva
Germania /Svizzera: Gelb Olanda: Buff Francia/Svizzera: Fauve Spagna: Leonada Inghilterra/USA: Buff Piumaggio nei due sessi: fulvo brillante. Rachide: stesso colore del piumaggio. Piumino: fulvo. Il fulvo ha la tendenza a schiarire, tenerlo sempre ben presente nella selezione. Attenzione quindi che il colore sia uniforme su tutto il piumaggio, senza marezzature. Sfumature bianche nelle remiganti e nere nelle timoniere e falciformi sono difetto grave. Penalizzare piumino sia grigio che bianco. La mantellina, la groppa e le copritrici delle ali del gallo saranno pi brillanti, ma mai color ottone. Non credo esistano soggetti di questa colorazione, perlomeno non ne ho visti n in Italia n allestero.

Nuove Colorazioni
Una breve carrellata sulle nuove selezioni presenti, in Germania ed Olanda, ma non ancora riconosciute dallo Standard Italiano:

Disegno Columbia Bianco Blu Columbia


Germania/Svizzera: Weiss blau columbia Olanda: Columbia blauw getekend

Francia/Svizzera: Blanc hermin blue


Spagna: Blanco arminada con azul Inghilterra/USA: White blue columbia

Fulvo Blu Columbia


Germania/Svizzera: Gelb blau columbia Olanda: Buff Columbia blauw getekend Francia/Svizzera: Fauve hermin blue Spagna: Leonada arminada con azul Inghilterra/USA: Buff blue columbia Due colorazioni per le quali vale tutto quanto detto per la Bianco-Columbia e la FulvoColumbia; cambia solo il nero, che diventa blu, non troppo scuro, ma della stessa intensit in tutto il disegno.

Betulla
Germania/Svizzera: Birkenfarbig Olanda: Berken Francia/Svizzera: Birchen-Grey Spagna: Abedul Inghilterra/USA: Birchen Presente alle mostre olandesi da alcuni anni. Sono soggetti in via di selezione, ma abbastanza conformi a quanto richiesto. Colorazione comunque gi molto difficile da mantenere nelle razze ben selezionate da molti anni; specialmente lorlatura del petto che tende sempre ad estendersi alla parte bassa. Parleremo di questa colorazione in unaltra occasione.

BRAHMA NANA
Brahma Nana Storico Le origini della Brahma Nana sono abbastanza chiare. Fu selezionata per la prima volta in Inghilterra, da Entwisle, intorno al 1890, incrociando un piccolo, ma ben formato, gallo Asil con la Cocincina Nana, la Nana Calzata e la Nagasaki. Entwisle racconta molto dettagliatamente la cronistoria della selezione delle varie colorazioni nel suo libro Bantams edito a Londra nel 1894. I tedeschi , dal canto loro, senza nulla togliere ad Entwisle, sostengono che le loro Brahma Nane discendono da quanto ottenuto da Louis Neubert, pi o meno nello stesso periodo, incrociando Brahma grande con Nana Calzata e Moroseta. Neubert riusc a selezionare dei buoni soggetti che present nel 1891 a Lipsia nelle colorazioni Bianco Columbia e Perniciata Argento a Maglie Nere. Inghilterra e Germania hanno quindi dato vita a questa miniatura.

Brahma Nana La Brahma Nana lesatta miniatura della grande, ne parler quindi pi in generale mettendo a fuoco punti in cui si incontrano maggiori difficolt a mantenere quanto richiesto. La tipologia deve chiaramente esprimere, anche nella nana, lo stesso senso di vigore e dimponenza. Per poter mantenere tali caratteristiche si reso necessario consentire un peso abbastanza elevato: max kg. 1400 per il gallo e kg. 1200 per la gallina. Raramente si incontrano soggetti vicini al peso minimo, ma quasi sempre al peso massimo, e questi sono quelli morfologicamente pi vicini a quanto richiesto dallo standard. Spesso si vedono galli con falciformi troppo corte e rade cos da non coprire le timoniere; in questo caso la coda resta, vista da dietro, aperta, pi stretta e scomposta. Anche nella nana, la forma del tronco non deve essere triangolare. questa caratteristica nella gallina raramente crea problemi; nei galli invece la scarsit del petto crea profili inferiori vuoti per cui si ha anche limpressione di un portamento troppo alto. Per il resto vale quanto detto per la razza grande.

PRESENZA DELLE DUE RAZZE AI CAMPIONATI ITALIANI DI AVICOLTURA F.I.AV.


BRAHMA
Bianca Fulvo

Anno

Numero Esposito ri Columbia Columb ia 16 17 11 10 4 19 X X X X X X

Pern.A. Maglie N.

Pern. Maglie N.

Pern. Maglie Blu

Bianca

Totale Soggetti

1994 1995 1996 1997 1998 1999

6 8 6 6 3 4

X 2 2 1 X X

2 17 22 15 9 6

X 7 10 5 3 X

X X 16 X X X

18 43 61 31 16 25

BRAHMA NANA
Anno Pern.A. Maglie N. Espositori Columbia Columbia 1 3 2 1 1 X X X 4 X X X 4 10 6 2 2 X X 4 X X X X Numero Bianca Fulvo Pern. Maglie N. X 4 X X X X Pern. Maglie Blu X X X X X X Bianca Totale Soggetti

1994 1995 1996 1997 1998 1999

X X X X X X

4 18 10 2 2 X

Ci sono varie ragioni per le quali ho deciso di trattare questa razza Perch una razza difficile da giudicare. Perch, con levoluzione, tante piccole, ma importanti caratteristiche sono andate perdute. Locchio del giudice si pian piano abituato a questa evoluzione, non ricercando pi quelle particolarit che col tempo gradatamente venivano a mancare. Lallevatore di conseguenza non si preoccupava di ristabilirle nella selezione. Tutto questo successo ad esempio con la Wyandotte Nana, con la Livorno ed un po con la Brahma. Perch lallevatore italiano pigro e preferisce comprare allestero Brahma con buoni predicati, adeguandosi ciecamente alla selezione altrui, dando per scontato che oltre confine tutto migliore. A giustificazione ce il fatto che lItalia una nazione nascente in campo avicolo e manca di quella cultura necessaria per lavorare in proprio e cercare nella selezione il mantenimento ed il miglioramento de soggetti. Perch sono di natura tradizionalista. Capisco e mi adeguo, anche se controvoglia, ad una naturale evoluzione legata allepoca ed ai gusti, ma determinate caratteristiche, classiche della razza, devono rimanere inalterate. Ho anche scelto la Brahma perch mi piace tanto e purtroppo il suo allevamento, in Italia perlomeno, fortemente in calo. Spero con questo mio lavoro di aumentare linteresse per questa splendida razza. Questi corsi sono appunto aperti agli allevatori anche per questo: per far capire che tutte le razze hanno bisogno di una continua selezione, Standard alla mano, e che lavorare in proprio da soddisfazioni pi grandi.