Sei sulla pagina 1di 7

sicurezza in cantiere in UK, normativa organizzativa e tecnica.

applicazione direttiva cantieri 92/57 cee e normativa tecnica sul cantiere

Sicurezza in cantiere nel Regno Unito

1. Introduzione
Il settore delledilizia rappresenta la maggiore industria in UK, occupando il 10% dei lavoratori e contribuendo per 8% al Prodotto Interno Lordo del Paese. Esso rappresenta uneccellenza allinterno dei confini e altrettanto allestero in termini di qualit delle opere, ma rimane uno dei pi pericolosi, con un tasso di mortalit annuo di 3,4 per 100000 lavoratori nel periodo 2004/2005, a fronte dello 0,8 medio degli altri settori nello stesso periodo(Hughes & Ferrett, 2008). Negli ultimi anni, in risposta alla campagna lanciata dalla Health and Safety Commission (HSC) e dal Governo nel 2000, lindustria edilizia si data lobiettivo della progressiva diminuzione degli incidenti fatali e degli infortuni gravi in cantiere. Il committente svolge un ruolo da protagonista nel raggiungimento di tali fini, e dovrebbe prima della stipula del contratto insistere sulla ricerca di unazienda costruttrice con precedenti risultati positivi riguardo gli infortuni. In un secondo tempo il committente dovrebbe garantire che gli standard di sicurezza siano mantenuti nel cantiere durante tutta la durata dei lavori e che tutto il personale presente in sito sia qualificato e preparato per il lavoro da svolgere. La commissione strategica par i Giochi Olimpici e Paraolimpici di Londra 2012 considera la sicurezza uno dei punti chiave per questo evento e per tutti i relativi lavori che cono stati fatti o che sono tuttora in corso. Laspirazione di completare tutti i lavori senza riportare alcun infortunio o incidente. Le misure adottate sono (Howarth & Watson, 2009): disposizione di un registro dei rischi per la sicurezza per ogni progetto, in cui valutare e indicare le mesiure per gestire questi rischi le aziende devono sottoscrivere e adottare la normativa formulata dalla commissione alle aziende richiesta la certificazione Construction Skills Certification Scheme (CSCS) o equivalente ogni progetto dispone di un piano strategico per la sicurezza che include la presenza di personale medico in cantiere Ciononostante si incontrano continuamente ostacoli al raggiungimento di standard di sicurezza adeguati, come vincoli di tempo e di risorse, pressioni esterne e la complessit stessa di alcuni cantieri. Lobiettivo della Health and Safety Executive (HSE) assicurare che i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori siano adeguatamente controllati, cercando di portare allattenzione delle aziende questi temi e spiegando loro i vantaggi di una loro corretta gestione(Hughes & Ferrett, 2008): benessere dei lavoratori benefici finanziari per lazienda reputazione positiva della compagnia

2. Il quadro normativo
2.1 gerarchia della normativa
La normativa che regola la sicurezza in UK pu essere classificata su diversi livelli, a seconda della provenienza di tali prescrizioni, quindi della loro priorit. Tale gerarchia composta da 4 livelli: regole e direttive UE leggi nazionali UK regole nazionali codici di condotta (Approved Codes of Practice)

2.1.1 regole e direttive UE


Lappartenenza alla Comunit Europea implica che vengano adottate le regole e vengano recepite le direttive create e approvate dagli organi competenti della CEE. Queste norme hanno lo scopo di armonizzare lambiente di lavoro e gli standard allinterno dei Paesi membri, rimuovendo le barriere allopportunit per le aziende di lavorare attraverso tutto il territorio comunitario. Mentre le regole vengono adottate direttamente dai Paesi della CEE, le direttive richiedono un intervento da parte degli organi legislatori dei singoli Stati per implementare gli standard e i requisiti richiesti; ci avviene tramite la produzione di leggi nazionali entro il limite di tempo prescritto dalla direttiva stessa. Le direttive UE sono basate dul principio della valutazione del rischio e forniscono approcci e strumenti per raggiungere gli obiettivi prestabiliti (Howarth & Watson, 2009).

2.1.2 influenza delle regole e direttive UE in materia di sicurezza


Vari esempi delle direttive europee in materia di sicurezza implementate nella normativa UK sono (CEE, 2012)(Howarth & Watson, 2009): Direttiva quadro 89/291/CEE La direttiva europea sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro si applica sia al settore pubblico che a quello privato e ha come contenuto la gestione della sicurezza nellambiente di lavoro e gli obblighi del datore di lavoro per la tutela dei dipendenti. I punti principali di questa direttiva sono (servizi per le piccole e medie imprese, 2011): periodica valutazione dei rischi e misure di mitigazione garantire la sicurezza e la tutela dei lavoratori senza oneri finanziari a loro carico organizzazione di servizi si protezione e prevenzione redazione di relazioni riguardo gli incidenti e gli infortuni informazione e consultazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti La direttiva stata recepita e implementata principalmente allinterno delle Management of Health and Safety at Work Regulations del 1999, precedentemente Regulations 1992. Prescrizioni di sicurezza da attuare nei cantieri temporanei o mobili 92/57/CEE In seguito alle preoccupanti e insoddisfacenti statistiche sulla sicurezza nel settore delle costruzioni, nel 1992 la CEE ha emanato la direttiva 92/57/CEE, con la quale indica: redazione del piano della sicurezza definizione dei coordinatori della sicurezza e loro responsabilit principi per la progettazione e lesecuzione dellopera riguardanti la sicurezza responsabilit e obblighi di committenti e datori di lavoro

Nel 1995 in UK sono entrate in vigore le Construction (Design and Management) Regulations 1994, che adottano i principi della direttiva. Successivamente sono state rimpiazzate dalle Construction (Design and Management) Regulations 2007 (CDM2007).

2.2 suddivisione delle leggi


Le leggi che vengono applicate in materia di sicurezza in UK sono di due tipologie: penale e civile. La normativa penale (Criminal law) viene emanata tramite Atti del Parlamento e viene applicata da Agenzie Governative, come la Health and Safety Executive (HSE), nel caso delledilizia, che provvede a garantire il rispetto della normativa di settore. La normativa civile (Civil law) concerne le dispute tra cittadini o tra cittadini e compagnie. Nel settore della sicurezza sul lavoro, tali dispute avvengono solitamente in seguito a incidenti, infortuni, episodi di negligenza o a infrazioni di statuti(Hughes & Ferrett, 2008).

2.3 infrazioni comuni e obblighi


Negligenza Lunica infrazione ricorrente e significante in termini di sicurezza secondo la normativa civile la negligenza. La negligenza la mancanza di ragionevole attenzione o di ragionevole comportamento in una determinata situazione che porta a un infortunio o al danneggiamento economico di un altro individuo o azienda. Se lomissione o lazione commessa siano ragionevoli o meno viene deciso dallintervento di un giudice o viene stabilito da accordi senza bisogno di ricorrere ad una sentenza. Sono tre i criteri necessari a stabilire se il datore di lavoro responsabile di negligenza: un obbligo era dovuto al lavoratore durante il lavoro o al momento dellincidente questo obbligo non stato mantenuto poich levento accaduto era prevedibile e non sono state prese adeguate precauzioni per evitarlo tale negligenza ha portato a un infortunio o a un danno subito dal lavoratore Questi criteri valgono non solo per i lavoratori, ma anche per il committente o per persone esterne allazienda che vogliono fare causa alla compagnia. Misure di tutela e obblighi Una serie di misure e obblighi per la tutela dei lavoratori sono dovuti da parte del datore di lavoro, indipendentemente dalla presenza di un consulente in materia di sicurezza o dal fatto che il lavoratore sia impiegato in un subappalto. Questi obblighi si possono riassumere in 5 categorie: provvedere un ambiente di lavoro sicuro, ingresso e uscita inclusi provvedere equipaggiamento adeguato provvedere un metodo di lavoro sicuro provvedere colleghi competenti provvedere un livello adeguato di supervisione, informazione, istruzione e pratica Il datore di lavoro responsabile delle azioni dei suoi impiegati svolte durante il loro impiego.

2.3.1 livelli di misure di tutela e obblighi


La gerarchia delle misure di tutela e degli obblighi da parte del datore di lavoro composta da 3 diversi livelli di obbligo, in relazione alla gravit del rischio di infortunio. Questa gerarchia usata particolarmente nel codice penale. Tali livelli sono:

Obbligo assoluto Corrisponde al pi alto livello di rischio di infortunio, cio quando linfortunio inevitabile a meno che non vengano adottate le prescrizioni della normativa. Sebbene non sia necessaria una valutazione del rischio, gli obblighi del datore di lavoro sono assoluti, e nella normativa il verbo usato dovere. Fattibile Tale livello di obbligo notevolmente pi utilizzato rispetto allobbligo assoluto e generalmente ha lo stesso effetto in termini di misure di sicurezza indicate. Esso implica che il datore di lavoro garantisca che se le prescrizioni sono fattibili dal punto di vista tecnologico, esse verranno adottate, indipendentemente dalle difficolt, complicazioni o costi che tali misure comportino. Ragionevolmente fattibile Questo livello il pi comune nella normativa relativa alla sicurezza. Dalla definizione del giudice Asquith, membro della National Coal Board (1949): ragionevolmente fattibile un termine pi ristretto rispetto a fisicamente possibile, ed implica che venga fatta una stima: su un piatto della bilancia vanno messi la gravit e la probabilit del rischio, e sullaltro piatto i sacrifici necessari a ridurre tale rischio (in termini di tempo, denaro e complicazioni). Se tra essi la sproporzione evidente (il rischio insignificante a fronte dei sacrifici necessari a ridurlo) il datore di lavoro scaricato dallonere di tali misure. Nelle circostanze sopradescritte quindi non necessaria alcuna misura da parte del datore di lavoro. Da notare che il sacrificio deve essere notevole a fronte di un rischio minimo, non sufficiente un equilibrio. Una stima del rischio da parte del datore di lavoro quindi implicata, e tale valutazione deve essere redatta; inoltre il livello di rischio va monitorato continuamente, poich nel caso esso incrementi, le misure di sicurezza vanno conseguentemente modificate.

2.4 The Health and Safety at Work Act (1974)


Il principale Atto del Parlamento Britannico in materia di sicurezza il Health and Safety at Work Act del 1974. Precedentemente la legislazione in materia di sicurezza era puramente reattiva: in seguito a incidenti o inadeguatezze veniva preparata una legge ad hoc per risolvere il problema; questa soluzione, oltre a concentrarsi su un rimedio piuttosto che sulla prevenzione, dava anche una risposta tardiva, infatti richiedeva anni di lavoro sul testo della legge e generava inevitabili scontri con le aziende, che la percepivano come una limitazione dello sviluppo tecnologico. Inoltre questo approccio interveniva sulle strutture e gli attrezzi di lavoro, ma non prevedeva uneducazione alla sicurezza di datori di lavoro e impiegati. Lord Robens fu incaricato nel 1970 di scrivere una relazione sulla condizione dei lavoratori in UK in termini di sicurezza. Il risultato, una pubblicazione del 1972, ha provvisto le linee guida per la stesura del testo del Health and Safety at Work Act. Le principali raccomandazioni sono: dovrebbe esserci una singola normativa che copra tutti i lavoratori la normativa dovrebbe fornire obblighi e indicazioni che abbiano influenza sul comportamento e il metodo di lavoro la normativa dovrebbe tutelare tutte le persone che pur non lavorando siano soggette a rischi legati alle attivit in corso, come committenti, visitatori, studenti e il pubblico in generale lobiettivo dovrebbe essere lo sviluppo di un metodo di lavoro sicuro e il coinvolgimento dei lavoratori nella prevenzione (educazione e cultura della sicurezza)

lattuazione della normativa dovrebbe avvenire tramite una regolazione autonoma da parte del datore di lavoro piuttosto che tramite la minaccia di provvedimenti da parte degli organi di giustizia

2.4.1 Istituzioni del HSW Act


The Health and Safety at Work Act definisce le seguenti istituzioni: Health and Safety Commission (HSC) Tale ente ha il compito di proporre disegni di legge in materia di sicurezza, che verranno poi applicati da un secondo ente chiamato HSE. Health and Safety Executive (HSE) Il suo scopo principale di monitorare, controllare e mettere in pratica le leggi in materia di sicurezza e di produrre istruzioni e codici di condotta. Secondariamente impegnato nella realizzazione di statistiche e campagne informative, conduce verifiche e indagini in caso di incidenti e fornisce consulenza ai datori di lavoro riguardo lapplicazione della normativa. Nel 2008 lHSC stato assorbito allinterno dellHSE, ed il ramo non esecutivo di questultimo a coprire le funzioni di cui era responsabile lHSC. Regulations Si tratta di leggi proposte dal HSC e approvate dal Parlamento, e la procedura la stessa sia per leggi derivate da direttive UE sia per quelle di origine nazionale. A differenza dei Codici di Condotta e Guidances queste leggi non fissano degli obiettivi o danno suggerimenti, bens impongono obblighi, la cui mancata ottemperanza comporta un reato e quindi lapplicazione delle sanzioni previste dalla normativa. Per alcune attivit pericolose, come ad esempio la rimozione dellamianto o luso di esplosivi, vengono fornite prescrizioni, ovvero descrizioni che indicano in dettaglio come bisogna procedere. Codici di Condotta Approved Code of Practice (ACoP) Per molte delle Regulations vengono prodotti dei Codici di Condotta, che danno ulteriori dettagli e indicano come agire in maniera conforme alla normativa. Un ACoP vincolante dal punto di vista legale solo se specificato da una Regulation, altrimenti possibile non aderire a tali indicazioni, ma necessario fornire una sensata motivazione e non andare contro le prescrizioni delle Rgulations. Guidance Sono pubblicazioni dellHSE che non hanno valore legale, ma coprono gli aspetti tecnici e pi pratici dellapplicazione delle Regulations e dei Codici di Condotta e fornisce soluzioni attuative ai datori di lavoro.

2.4.2 Contenuti dellHealth and Safety Work Act


LHSW Act costituisce la spina dorsale della normativa britannica in materia di sicurezza sul lavoro e interessa datori di lavoro, impiegati, lavoratori autonomi, proprietari, fornitori, progettisti e produttori di articoli per uso lavorativo; composto da quattro parti relative a differenti settori: Parte 1 Copre la sicurezza delle persone sul lavoro, compresa la protezione di pesone non impiegate direttamente nellattivit, ma influenzate da essa. Inoltre regola il controllo dei rischi derivanti da articoli e sostanze utilizzate sul lavoro e delle emissioni atmosferiche.

Parte 2 Istituisce il servizio di consulenza per la Medicina del Lavoro Parte 3 Rettifica alcuni aspetti della sicurezza nelledilizia Parte 4 Include provvedimenti generici