Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 17 maggio 2012


anno XLV (nuova serie)

numero 19 euro 1,20

19
8 Domenica 20
Giornata Comunicazioni sociali
cammino delSilenzio e parola: il levangelizzazione il tema proposto

Primo piano
Intolleranze e allergie alimentari
volontari delAiCesena operano lassociazione nazionale celiachia

4-5

Cesena-Sarsina
LAzione Cattolica organizza il FestIncontro
to 19 maggio una Venerd 18 e sabadue giorni per le vie del centro di Cesena

Cesena
Don Julin Carrn a Cesena per i 50 anni di Cl

3 e 10

Lappuntamento per luned 21 maggio alla fiera di


Cesena

EDITORIALE Ansia da Europa


di Francesco Zanotti

La promozione del Romagna RFC

Foto Gian Maria Zanotti

uropa sotto pressione. accaduto ancora una volta allinizio di questa settimana, come avviene sempre pi di frequente, da un anno a questa parte. Il Vecchio Continente marcia ormai in ordine sparso. Ognuno bada solo a se stesso. Lesempio della Grecia che torna alle elezioni dopo poche settimane eclatante. Sembrano lontanissimi i giorni in cui nei singoli Stati membri ci si adoperava per mettersi in regola con i conti pubblici in modo da essere ammessi nella moneta unica. Le recenti tornate elettorali hanno dimostrato molta disaffezione verso la moneta unica. Gli elettori hanno premiato quanti si sono avventurati in valutazioni molto libere. Luscita dallEuro non pi vista come una sciagura, ma come una possibilit di liberarsi da una gabbia nella quale si vive stretti e costretti. Il rigore imposto dalle politiche monetarie viene vissuto con crescente disagio ad ogni latitudine. C un male che serpeggia sempre pi diffusamente. linsofferenza di vedersi governati dai numeri, dai bilanci, dalla nanza, da chi mette in la solo il dare e lavere. La vera assente la politica, quella che si interessa dei cittadini, del loro benessere, delle condizioni di vita, a partire da chi fa pi fatica. Mettere insieme concretezza e sogni: in questo si realizza la sda del presente. Un presente denso di incognite, quello che siamo chiamati a vivere in questo periodo di profondissima crisi. Crisi signica scelta, giudizio, occasione, anche difcile, per ripartire di nuovo, per ridiscutere i criteri su cui si costruito nora. Criteri che sono e restano alquanto discutibili. In questottica si possono rileggere alcune righe tratte da un editoriale pubblicato marted scorso da Avvenire e rmato da Massimo Calvi: LUnione un continente politico ingovernato (e ingovernabile), nel quale la sovranit dei singoli Paesi non ha ceduto nulla, o quasi, a favore di una guida capace di guardare allEuropa nel suo insieme, nellinteresse di tutti e non solamente di qualcuno, per non dire del pi forte. Si smarrito il senso dellUnione. Resta nei nomi, ma non nella sostanza. Col tempo e con le difcolt dovute alle ristrettezze di bilancio, ognuno si chiude nel suo piccolo, con lunico intento di salvare se stesso da un disastro sempre pi incombente. Se non torniamo ai principi che mossero i padri fondatori, fra tutti la solidariet e la sussidiariet, non usciremo da questa situazione demergenza. Su questo il Vecchio Continente si gioca il proprio futuro.

Rugby da serie A
Una matricola che conquista la serie A1. Si tratta della squadra Romagna Rugby FC, realt romagnola che gioca le proprie partite casalinghe nel campo di via Montefiore, a SantEgidio di Cesena. Il rugby uno sport che fino a qualche anno fa veniva definito minore. Poi, grazie allimpegno di tante societ, ai risultati della Nazionale e a uno zoccolo duro di appassionati, si sta imponendo come sport basato sulla lealt e sulla correttezza in campo e sugli spalti. Tutti ancora ricordano la partita fra la nazionale italiana e quella del Giappone giocata lo scorso anno allo stadio Manuzzi di Cesena. Articolo a pagina 21

Cesena 9 Cvs, un incontro sul fondatore Luigi Novarese Cesenatico 15 Un fine settimana allinsegna del cicloturismo

Cesena 13 Al San Lorenzino un reparto per malati di Sla Monte Sorbo 17 Mille persone hanno gi visitato la pieve restaurata

ESTATE 2012: SOLUZIONI PER UNA SETTIMANA DI VACANZA


CRETA - sistemazione in villaggio trattamento all inclusive da 677 euro RODI - sistemazione in villaggio trattamento all inclusive
Informazioni e prenotazioni

FORMENTERA - sistemazione in hostal trattamento di mezza pensione da 590 euro TUNISIA - sistemazione in villaggio trattamento all inclusive da 380 euro ITALIA/PUGLIA - sistemazione in villaggio trattamento pensione completa da 347 euro ITALIA/CALABRIA - sistemazione in villaggio trattamento pensione completa da 270 euro

da 680 euro

CESENA - Gall. Almerici, 3 - Tel. 0547 618511 www.viaggimanuzzi.it

PALMA DI MAIORCA - sistemazione in villaggio trattamento all inclusive da 487 euro MINORCA - sistemazione in villaggio trattamento all inclusive da 490 euro

Opinioni

Gioved 17 maggio 2012

Giovani e politica, un impegno che deve continuare dopo le elezioni U


na pioggia di analisi e commenti, come di consueto, caduta e continua a cadere sui risultati delle elezioni amministrative. Unacqua benefica, anche se a tratti mista a grandine, per un riarso terreno politico. Ora, guardando a prospettive pi ampie, si aspettano segnali di cambiamento in vista della prova elettorale del prossimo anno. Tra questi il pi atteso, anche se fuori da strategie di schieramento, riguarda i giovani che si erano presentati numerosi nelle liste dei canditati alle elezioni comunali. Non la prima volta che si verifica questa partecipazione come non la prima volta che un po troppo frettolosamente stata messa fuori dai riflettori. Raramente si incontrata, sia in campagna elettorale che dopo il voto, una riflessione sulla disponibilit dei giovani a occuparsi del bene comune nel loro territorio. Anche il richiamo alla nuova generazione di politici andato spegnendosi oppure stato imprigionato nella strategia dellacquisto voti. Il richiamo certamente ritorner - in momenti meno tumultuosi - nei pronunciamenti, nei documenti, nei convegni. I giovani hanno ben compreso e sono comunque scesi in campo consapevoli di dover giocare la partita con le proprie forze, le proprie competenze, i propri progetti. Alcuni sono arrivati ai consigli comunali e provinciali: molti non si siederanno ai banchi delle sale consiliari ma neppure staranno alla porta. Agli uni e agli altri un ringraziamento e un incoraggiamento. La riconoscenza per una testimonianza che, pur con diverse colorazioni, ha offerto e offre un segnale di speranza tanto pi forte quanto pi esprime unalternativa di pensiero politico dentro e fuori gli attuali schieramenti. Lincoraggiamento perch, dopo il ballottaggio, questi e altri giovani non si ritirino dalla fatica del pensare e dellagire in politica. Soprattutto non vivano passivamente la condizione di orfani in cui si trovano per la fragilit o per lassenza dei padri. Questa per i giovani la sfida pi grande e la risposta non passa dalla rimozione degli adulti, da una sorta di parricidio politico, ma dalla consapevolezza che con il patrimonio culturale e morale delle diverse et si pu restituire alla politica la sua nobilt. I giovani, in questo travagliato rinnovamento, devono realisticamente gi pensarsi padri. Come accade in una famiglia quando irrompono eventi cos drammatici da costringere al cambiamento radicale di vita e allassunzione di inedite responsabilit. La politica in analoga sofferenza, la crisi che da tempo la attraversa - confermata anche dalle recenti elezioni - arrivata a un punto decisivo. I giovani ben lo sanno. Quanti di loro si sono giocati nelle elezioni amministrative hanno dato una risposta da adulti anche con la presa di distanza dallantipolitica presente pi nei seggi elettorali che nelle piazze - e dalla confusione che si fatta tra la stessa antipolitica e la critica incandescente a incoerenze e inconcludenze. I giovani avvertono la responsabilit di andare oltre e questo gi uno stare in politica pensandosi padri. In questa prospettiva lo specifico contributo della Chiesa , con linesauribile sorgente della dottrina sociale, sar sostegno grande a un laicato che, senza inutili aggettivi, sceglie ogni giorno nella sua autonomia responsabile, di stare con

amore nella storia. Un messaggio forte viene dal Concilio ma altrettanto forte quello che viene dalla testimonianza di statisti e uomini di governo che, da cattolici, vissero il rischio laicale con altissimo senso di responsabilit. Un rischio che non azzardo , avventatezza, presunzione ma linquietudine di chi, anche in politica, guidato nel suo agire da una coscienza illuminata dalla fede e dalla storia. il rischio di pensarsi padri anche in unora difficile come lattuale. Un rischio a misura di giovani. Paolo Bustaffa

Domenica 20 maggio si celebra la Giornata delle comunicazioni sociali

Il silenzio, la vera rivincita. Cominciamo dallascolto di noi stessi


a riflessione di Benedetto XVI magnifica. Se non si trattasse del Santo Padre, si potrebbe dire provocatoria. Nel caos delle voci che si sovrappongono, nellansia delle pause e in un flusso continuo, inarrestabile, linvito a comunicare con i silenzi ha una carica dirompente. Non quel silenzio ispirato dalla rinuncia o dallomert, ma la nuvola dei pensieri, che vuole cercare il suo senso, come nelle tags cloud virtuali, contro la

La Vignetta

banalit delle parolecomunque. Prima il bisogno di capire, con il tempo che serve, senza paura del vuoto, poi la scelta di comunicare. Certo, se si applicasse al sistema della FOTO ARCHIVIO SIR multimedialit quanto il Papa suggerisce, sarebbe quasi il black out. Si svuoterebbero i social network, ci sarebbe il problema di riempire la pagina politica, i talk show sarebbero cancellati, i tabloid chiuderebbero, la radio continuerebbe a trasmettere musica classica. In tanti perderebbero il posto di lavoro. Vale per il mondo dei media, dove oramai impera la bulimia della parola, scritta o orale che sia, ma uguale nella vita quotidiana di ciascuno. Se non parli come se non esistessi; se non replichi, hai torto; se sei un affabulatore, vinci. Il fatto che non se ne esce, che non c una via di mezzo, dovrebbe cambiare tutto. Eppure, quando scoppia la tragedia o prevalgono il dolore oppure la gioia, il silenzio si prende la rivincita. Anche la bellezza porta il silenzio. lo stupore, in sostanza, che fa la differenza. Per limmensit e per i sentimenti non si trovano le parole. Che vita viviamo, allora? Se si ripercorre una qualsiasi giornata, se ne pu buttare via una gran parte, se non cancellarla del tutto, a volte. Sono pochi i momenti nellarco delle 24 ore, che restano per la vita. Dovremmo probabilmente soffermarci pi spesso su questo: sul valore del nostro tempo per noi e per gli altri. E viverlo in modo consapevole, maturo. Seguendo linvito del Papa, forse cos potremmo avvicinarci a un maggiore equilibrio tra la parola e il silenzio: cominciando dallascolto di noi stessi. Carmen Lasorella

Gioved 17 maggio 2012

Primo piano

La Regione ha stanziato dei fondi

Celiachia: linformazione larma vincente


a celiachia una malattia Il glutine una proteina contenuta in alcuni dalla quale non si guarisce, cereali: grano, orzo, segale, farro, Kamut. ma che si pu combattere in primo luogo con Damiano Zoffoli: "Da monitorare linformazione. Per un celiaco il fenomeno di prodotti essenziale sapere con esattezza cosa pu mangiare senza rischi "glutine free" messi in vendita, a volte, per la salute, dato che il glutine, al a prezzi troppo alti quale intollerante, si trova in quasi tutti gli alimenti e persino in produzione di pasti senza glutine, oltre ad allargare molti farmaci. la collaborazione tra gli operatori pubblici, le Per aiutare nella vita di tutti i giorni chi soffre di associazioni di categoria e quelle a tutela dei celiaci. questa intolleranza, la regione Emilia-Romagna ha Altri 2.664 euro andranno alla formazione e messo in campo negli ultimi mesi diverse iniziative. aggiornamento professionale di ristoratori e Tra queste una guida, realizzata in collaborazione albergatori. con lAssociazione italiana celiachia (in "Con il passare degli anni - commenta il consigliere distribuzione nei Servizi di igiene degli alimenti e regionale Damiano Zoffoli - la celiachia viene della nutrizione della Aziende Usl regionali) che si diagnosticata in un numero sempre maggiore di rivolge a tutti gli operatori del settore alimentare, soggetti. Negli anni 80 in Europa questa malattia ristoratori e artigiani, con informazioni utili per la veniva riscontrata in una persona su mille, oggi in preparazione e la somministrazione in sicurezza di media una persona su cento. E in Italia il numero di alimenti senza glutine. malati raddoppiato in appena tre anni. Per questo La Regione ha messo sul piatto fondi per ampliare importante fare in modo che i celiaci possano linformazione sulla malattia e diffondere la trovare ovunque, dai ristoranti, alle mense somministrazione di alimenti senza glutine nella pubbliche, cibi adatti a loro. La Regione continuer a ristorazione: a Cesena sono arrivati 13.869 euro, che impegnarsi con determinazione su questo fronte". serviranno per verificare i piani di mense Lo far anche grazie a una risoluzione bipartisan scolastiche, ospedaliere e pubbliche nella

approvata di recente dallAssemblea legislativa per colpire le "aziende che speculando sulla malattia propongono alimenti dal costo esorbitante" e premiare quelle invece "che affiancano la tradizionale produzione con prodotti privi di glutine, osservando scrupolosamente i criteri di lavorazione onde evitare pericolose contaminazioni con farine vietate". "Quando i celiaci non assumono glutine possono vivere una vita assolutamente normale - prosegue Zoffoli -. Per questo linformazione alimentare essenziale. La Regione, attraverso le Ausl, garantisce loro un contributo mensile per lacquisto di prodotti senza glutine. Prodotti che, talvolta, hanno un costo eccessivo: importante dunque evitare qualsiasi speculazione affinch, con queste somme, i celiaci possano accedere a una platea pi vasta di prodotti". Francesca Siroli

Anche a Cesena attiva lassociazione che ha sede in via Serraglio


"Convivere con la celiachia piuttosto facile, quando si bambini. Le cose si complicano un po da adolescenti e adulti, soprattutto per certe limitazioni in ambito sociale". Lo afferma Adele Placucci, dellAssociazione nazionale celiachia, sezione di Cesena. "Quando si bambini ci pensano i genitori a preparare la dieta - spiega - e qualche problema lo si pu avere in caso di compleanni a casa di amici. Le cose si complicano da aadolescenti, quando stare insieme agli altri e uscire la sera diventa una routine. Il ragazzo celiaco, allora, rischia di sentirsi emarginato". Per quanto riguarda lalimentazione, a Cesena esistono due farmacie fornitissime di prodotti specici. "Si tratta della farmacia La Fiorita sulla via Emilia vicino allo stadio - precisa la Placucci - e la farmacia Santini a Porta Trova. Poi vi sono alcuni locali in grado di fornire pizza o pasta e pane senza glutine, ad esempio i Girasoli sulla via Emilia a Cesena, Borgonovo a Budrio di Longiano, il Cenacolo a Cesenatico, Ponte Giorgi a Bivio Montegelli, Biopizza a San Mauro Pascoli. Come associazione ci impegniamo a fornire supporto ai ristoratori e poi facciamo controlli nei locali. A Cesenatico vi anche un fornitissimo negozio con soli prodotti per celiaci". I prodotti senza glutine, come la farina, costano almeno il quadruplo rispetto a quelli tradizionali. Per questo una legge dello Stato garantisce un rimborso mensile: 140 euro per gli uomini, 99 per le donne e 94 per i bambini. Per informazioni sul tema della celiachia possibile contattare Adele Placucci o Virginia Boschi alla e-mail vergicilly@alice.it. Siti internet: www.celiachia.it e www.aicemiliaromagna.it Cristiano Riciputi

Dai dati dellUsl

Sensibili al glutine
Celiachia e sensibilit al glutine: entrambe le malattie sono legate alla proteina, ma se nel primo caso lindicazione quella di non assumerlo mai perch pu generare problemi seri e deleteri per il paziente, mentre se si "sensibili" la proteina non viene negata a priori. La celiachia una malattia immuno-mediata, scatenata dallingestione di glutine da parte di un individuo suscettibile: la reazione immunitaria causa uninammazione a livello delle pareti di rivestimento interno dellintestino, che nel tempo subiscono danni importanti e possono perdere la capacit di assorbire nutrienti essenziali. Attualmente in Italia vi un celiaco ogni 150 adulti. La "sensibilit" al glutine una condizione di recentissima identicazione per la quale si ancora in una fase di studi per identicarne i reali meccanismi sottostanti. Allo stato attuale, non sembra essere in causa n una reazione allergica n una risposta autoimmunitaria. Bb

Nel Cesenate i celiaci sono 645


La celiachia una malattia che si manifesta come intolleranza alimentare ed la pi frequente a livello mondiale, con una prevalenza stimata in Italia intorno all1 per cento. Potenzialmente i celiaci sarebbero quindi 600mila, ma ne sono stati diagnosticati poco pi di 100mila. Ogni anno vengono effettuate 20mila nuove diagnosi con un incremento annuo degli ammalati di circa il 20 per cento. Il numero di pazienti intolleranti al glutine in costante aumento anche a Cesena. Dai dati forniti dallAusl, nel 2011 i celiaci attestati sono 645, di cui 115 rientrano nella fascia 0-10 anni di et. Il pi colpito il sesso femminile: 432, pi del doppio di maschi. Lo scorso anno le nuove diagnosi sono state 72 (61 nel 2010) e 19 nei primi quattro mesi del 2012. Ancora oggi sono molti i celiaci, soprattutto adulti, che non sanno di esserlo. Solo una piccola parte di pazienti presenta i sintomi gastrointestinali (diarrea, vomito, dolore addominale) che in passato erano ritenuti segni caratteristici della malattia. Oggi si sa che pu presentarsi anche con
UN NEGOZIO CON SPAZIO SPECIALIZZATO DI PRODOTTI SENZA GLUTINE

sintomi molto diversi (disturbi della crescita, anemia persistente, disturbi tiroidei, epatici, della fertilit, malattie autoimmuni in genere) e in alcuni casi i disturbi sono molto sfumati e poco appariscenti. Un soggetto celiaco che non sa di esserlo, e quindi non segue una dieta priva di glutine, va incontro nel tempo a rischi elevati di importanti patologie. Fs

AFFITTASI NEGOZIO
di 20 mq con bagno a Cesena centro storico, in piazza del Popolo davanti a Fontana Masini

euro 600 mensili


Tel. 349 1612652 (dopo le ore 18)

Primo piano

Gioved 17 maggio 2012

Negli ultimi anni aumentato il numero di persone con disturbi verso alcuni cibi. Attenzione per alle "diagnosi fai da te". A colloquio con il dottor Paolo Pazzi, gastroenterologo

Cibo: fra allergie e intolleranze


Barbara Baronio
llergie alimentari, intolleranze, sensibilit al glutine e celiachia. Per i non addetti ai lavori tutte queste patologie appaiono simili, ma in realt ci sono profonde e significative differenze. A sottolinearlo Paolo Pazzi (foto), direttore dellUnit operativa di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva presso lospedale Bufalini di Cesena e docente alluniversit di Ferrara, scuola di specializzazione di Gastroenterologia. "Le allergie alimentari sono reazioni - afferma lo specialista - a volte anche molto serie verso un alimento, scatenate dal sistema immunitario che produce anticorpi verso un dato alimento o un suo componente. Spesso si fa confusione fra allergie e intolleranze alimentari ma, mentre nel primo caso il rischio per il paziente pu arrivare anche fino alla morte, nel secondo caso i sintomi sono fastidiosi, ma non certamente pericolosi per la vita. Le allergie alimentari si manifestano pi spesso durante linfanzia e tendono a diminuire con let scolare. Se si possono avere fino al 5-6 per cento di bambini con allergie alimentari, questi possono arrivare a corrispondere a solo 1-2 per cento di adulti sensibili". Va sottolineato che molte allergie alimentari, anche se non tutte, possono essere superate nel corso della vita. Il paziente pu sviluppare una "tolleranza" verso alimenti ai quali si era allergici in precedenza. Per esempio la maggior parte dei bambini che ha lallergia al latte vaccino che si manifesta di solito nel loro primo anno di vita, riuscir a bere di nuovo il latte nell80-90 per cento dei casi. Le allergie sono riconoscibili attraverso test cutanei, esami

condizioni patologiche". In realt tali metodiche, spesso anche piuttosto fantasiose, secondo Pazzi, sarebbero facilmente sostituibili da unanalisi di se stessi. "Consiglio di porre molta attenzione a ci che si consuma e alle reazioni del nostro corpo. Se il soggetto dopo che ha mangiato il pomodoro crudo non si sente bene non detto che abbia unintolleranza al pomodoro a 360 gradi. E opportuno che verifichi se le reazioni di malessere vi sono sia quando lalimento cotto, sia quando crudo e poi, una volta appurate queste informazioni, la persona pu evitare, per un certo periodo, lassunzione dellalimento". Con lintolleranza alimentare ladulto pu sperare di consumare di nuovo lalimento attuando una lenta reintroduzione nella sua dieta, mentre con lallergia questo

"Lallergia alimentare nei bambini tende, di solito, a migliorare nel giro di pochi anni"
del sangue (Rast), diete di esclusione e test di provocazione alimentare. "Se un soggetto veramente allergico - continua il dottor Pazzi - questa allergia non dose dipendente, ossia non necessariamente legata alla quantit dellalimento introdotto. Per intenderci, per scatenare lallergia nel soggetto predisposto sufficiente una piccolissima quantit dellalimento incriminato che pu far sopraggiungere attacchi seri e importanti fino a giungere allo shock anafilattico.

Fra le pi comuni allergie alimentari si segnalano quella alle arachidi, noci e crostacei. Non mancano poi nel comparto ortofrutticolo quella alle fragole, al sedano, al pomodoro e ai legumi". Le intolleranze alimentari Molto diverso invece il discorso relativo alle intolleranze alimentari per le quali negli ultimi anni esplosa una vera e propria mania. "Lintolleranza - precisa Pazzi non assolutamente paragonabile allallergia. Mentre questultima individuata sulla base di tecniche medico scientifiche riconosciute e pu produrre effetti nei soggetti interessati anche molto gravi, lintolleranza si pu manifestare con sintomi quali diarrea, dolore e crampi addominali e non vi sono metodi diagnostici ritenuti

sufficientemente affidabili per la loro identificazione. Lunica eccezione rappresentata dallintolleranza al lattosio. Se si sospetta di esserne intolleranti sufficiente bere un bicchiere di latte e, se dopo poco tempo si hanno crampi addominali o un attacco di diarrea, ci significa che nellorganismo presente un deficit di lattasi, lenzima che consente la digestione del lattosio, ed quindi intollerante agli alimenti che lo contengono". Occhio al fai da te "Negli ultimi tempi invece si sono diffuse numerose metodiche non scientificamente avallate per la diagnosi di intolleranza o "allergia" alimentare: questo ha comportato un sempre crescente numero di diagnosi, spesso arbitrarie e che non sempre corrispondono a reali

Molti cibi, quando vengono cotti, diventano pi digeribili e perdono potere allergenico
avviene pi difficilmente. "Quello che mi preme evidenziare - conclude Pazzi - che tutti i soggetti che scelgono di eliminare il latte dalla propria dieta devono per evitare di incorrere nella carenza calcio e vitamina D. Ad esempio i formaggi stagionati non devono essere evitati come quelli freschi, in quanto hanno un basso contenuto di lattosio; il grana e il gorgonzola ne sono addirittura completamente privi e quindi anche chi intollerante al lattosio li pu consumare".

Per la tua pubblicit sul CORRIERE CESENATE


e sul sito www.corrierecesenate.com
La tua pubblicit SPEDITA IN ALLEGATO al CORRIERE CESENATE raggiunge gli abbonati nelle zone di Cesena, Cesenatico, Gatteo, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Gambettola, Longiano, Roncofreddo, Sogliano al Rubicone, Montiano, Mercato Saraceno, Bagno di Romagna, Sarsina, Verghereto

contatta: 0547 300258; commerciale@corrierecesenate.com

Gioved 17 maggio 2012

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO CHIESA INFORMA

Veglia di Pentecoste
Sabato 26 maggio, alle 21 in Cattedrale a Cesena, il vescovo Douglas Regattieri presieder la Veglia di Pentecoste.

IL GIORNO DEL SIGNORE


Ascende il Signore tra canti di gioia
sar innalzata accanto a Lui, in cielo, nel mondo di Dio. questo il fondamento della nostra speranza. Ges ci ha preceduto e dopo di Lui, Maria che veneriamo come Assunta in cielo. Per elebriamo la solennit questo motivo la liturgia di oggi ci invita dellAscensione di Ges alla destra alla gioia. Con la sua Ascensione, Ges del Padre. Nella prima lettura, Luca non ci ha abbandonati ma invisibile e scrive che Ges si mostr vivo dopo la sua continua a operare attraverso la sua passione apparendo ai discepoli per Chiesa e ciascuno di noi. Io sono con voi quaranta giorni e poi fu assunto in cielo. fino alla fine del mondo. Ce lo ricorda la San Paolo nella seconda lettura cita un parte finale del Vangelo di oggi. Ma la salmo che parla di ascendere in cielo. Il nostra ascensione un cammino di tutta Vangelo di Marco racconta lultima la vita. San Paolo nella seconda lettura ci apparizione di Ges agli Apostoli e poi invita a comportarci in maniera degna riferisce che Ges fu assunto in cielo. della nostra vocazione. Siamo chiamati a Notiamo due aspetti importanti di questa diventare santi, seguendo Cristo, da veri festa: lAscensione fa volgere i nostri discepoli, con umilt, magnanimit, con sguardi al cielo, dove Ges glorificato lamore reciproco e conservando lunit. siede alla destra del Padre. Con La vita cristiana un continuo ascendere lAscensione inizia per noi un dinamismo verso lalto, verso Dio. Si tratta di vivere in speciale: Ges risorto e asceso invita i suoi questo mondo senza essere di questo discepoli con la forza dello Spirito Santo a mondo, facendo nostro il modo di pensare diffondere il suo vangelo in tutto il mondo. e di agire di Ges. La nostra vita non LAscensione un momento in cui finisce nel nulla o nel vuoto, come forse dobbiamo pensare ai compiti che Ges tanti pensano, ma continuer per sempre risorto ci ha affidato. Due angeli avvertono presso il Padre. Ges andato a prepararci gli apostoli. Questo Ges torner un un posto. Quale grande dono per noi! giorno allo stesso modo. Dobbiamo Diventiamo testimoni e annunciatori di preparare il ritorno del Signore, questa speranza. Sauro Rossi accogliendo prima di tutto la forza dello Spirito Santo. Con lAscensione, Ges ritornato alla destra del Padre anche con la La scorsa settimana, in questa rubrica stato pubblicato un commento riferito a una domenica precedente. sua umanit e noi viviamo nella speranza Ce ne scusiamo con don Sauro e con i lettori che un giorno anche la nostra umanit

Reliquie dei genitori di Santa Teresa di Ges Bambino


Al Carmelo Santa Maria della Vita, a Sogliano al Rubicone
LUfficio diocesano per la pastorale della Famiglia invita a partecipare, sabato 19 maggio alle 10, alla Messa che sar celebrata a Sogliano nel Carmelo di Santa Maria della Vita. In preparazione allincontro mondiale delle famiglie che si terr a Milano a fine mese, nel monastero sono accolte le reliquie dei beati Luigi e Zelia Martin, genitori di Santa Teresa di Ges Bambino. Seguir una breve catechesi sulla vita di questa coppia di sposi. La partenza dal seminario di Cesena alle 9. Per info: don Virgilio, 339 3191586; Andrea e Sabrina Delvecchio, 338 1424377, e-mail: andreasabri@alice.it

Domenica 20 maggio - Anno B Solennit dellAscensione del Signore At 1,1-11; Salmo 46; Ef 4,1-13; Mc 16,15-20

La Parola di ogni giorno


luned 21 maggio san Cristoforo Magallanes e comp. At 19,1-8; Sal 67; Gv 16,29-33 marted 22 santa Rita da Cascia At 20,17-27; Sal 67; Gv 17,1-11a mercoled 23 san Desiderio At 20,28-38; Sal 67; Gv 17,11b-19 gioved 24 santa Maria Ausiliatrice At 22,30; 23,6-11; Sal 15; Gv 17,20-26 venerd 25 santa Beda ven. At 25,13-21; Sal 102; Gv 21,15-19 sabato 26 san Filippo Neri At 28,16-20.30-31; Sal 10; Gv 21,20-25

Incontro per separati


Cambio di data per lincontro mensile rivolto ai separati, promosso dallUfficio per la pastorale della Famiglia. Anzich il 21 maggio, lappuntamento rimandato a luned 28 maggio alle 21, nella parrocchia di San Vittore a Cesena. Tema: Nello scrigno, le perle della fedelt e dellindissolubilit. Il Sacramento del Matrimonio. Per info: Ivan e Floriana, 388 6186867; don Virgilio, 339 3191586.

Pellegrinaggio ammalati al Monte


Domenica 27 maggio alle 15
Unitalsi e Cvs promuovono il tradizionale pellegrinaggio degli ammalati alla Basilica di Santa Maria del Monte, a Cesena. Il pellegrinaggio si terr domenica 27 maggio; alle 15 accoglienza e alle 15,30 rosario e messa celebrata da monsignor Gino Baldacci. Seguir un momento conviviale presso il chiostro dellAbbazia. Per informazioni trasporto ammalati, rivolgersi in parrocchia o telefonare a Umberto (tel. 0547 610399), Isabella (335 8196739), Giovanna (333 2995808).

A MESSA DOVE
8.45 9.00 Madonna del Fuoco, Tipano, San Cristoforo, Ruffio, Roversano San Giuseppe (corso U. Comandini) Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, San Vittore, San Carlo, Macerone, Bulgaria, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa San Martino in Fiume Madonna delle Rose, Osservanza, SantEgidio, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata, San Mauro in Valle, Bagnile, Casale Rio Marano, Bulgarn Cattedrale, Case Finali, San Rocco, Cappella del Cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, Basilica del Monte, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta Santuario del Suffragio, Cappella del cimitero, Casalbono, Borello Ronta, Capannaguzzo Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico, SantEgidio, Calabrina, Calisese, Gattolino, Bulgaria, Madonna del Fuoco, San Giorgio, San Demetrio, San Mauro in V., Martorano, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone, Ruffio Torre del Moro Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli Cattedrale, Osservanza, San Rocco, Santa Maria della Speranza, 17.00 17.30 18.00 18.30 19.00 20.00 San Pietro, Case Finali, San Pio X, Basilica del Monte, Istit. Lugaresi Cappella del Cimitero Cappella osp. Bufalini Cattedrale, San Rocco, San Pietro, Cappuccini, San Domenico, Osservanza San Bartolo Festivi: 8 Santa Maria Goretti, San Giacomo, Gatteo a Mare; 8,30 Bagnarola, Sala, Boschetto; 9 Cappuccini di Cesenatico; 9.30 Villalta; 10 San Giacomo, Valverde; 10,30 Cappuccini di Cesenatico, San Giuseppe; 11 Bagnarola, Santa Maria Goretti, Sala, Cannucceto; 11.15 San Giacomo, Boschetto, Gatteo a Mare; 17.30 Santa Maria Goretti, Cappuccini di Cesenatico; 18 San Giacomo Longiano Sabato:18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19.00 Crocetta 20.30 Budrio Festivi:ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 20 (sabato); 9 / 11.15 / 18 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gatteo a Mare: ore 17 (sabato); 8 / 11.15. Villamarina: 16 (sabato), 10. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 8.30 / 10 / 11.15 / 18 Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.00 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20.30 (sabato, chiesina del castello), 10,30. Mercato Saraceno 10.00; Cella: 8.30, 11.15; San Damiano: 11.30; San Romano: 11.00; Taibo: 10.00; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11.00; Montepetra: 8.30; Linaro: 18.00 (sabato), 11; Piavola: 17.00 (sabato, chiesa San Giuseppe), 10.00 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7.30 / 9.00 / 11.00 / 18.00; Tavolicci: 16.00 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8.00 / 11.00; 9.30; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11.00; Pereto: 10 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30 San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8.30 / 11 / 17. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 17.30 (sabato); 11.15 / 17.30; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 15 (sabato), 9.15; Balze: 16 (sabato), 11.30; eremo di SantAlberico: 16; Montecoronaro: 17 (sab.), 10.30; Ville: 9.30; Trappola 9.30; Capanne: 11.00

7.00 Cattedrale, San Rocco, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, SantEgidio, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 17.00 Cappella del cimitero Cappella dellospedale (no al sabato) 17.30 Istituto Lugaresi 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, San Rocco, Osservanza 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, SantEgidio, San Bartolo, Cappuccini 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse) 20.30 San Giuseppe Artigiano (Villachiaviche), San Pio X

Messe feriali a Cesena

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 16.00 Formignano 17.00 Cappella del cimitero 17.30 Santuario del Suffragio, Istituto Lugaresi, Santuario dellAddolorata 18.00 Cattedrale, Osservanza, Santo Stefano, San Vittore, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, Torre del Moro, Luzzena (1 sabato ), Bora (2 sabato) 18.30 San Pietro, San Domenico, SantEgidio, San Rocco, Cappuccini, Case Finali, Santa Maria della Speranza 19.00 San Bartolo, San Giorgio 20.00 Gattolino, Tipano, Bulgaria 20.30 San Giovanni Bono, Ponte Pietra, Ruffio, Villachiaviche, San Pio X Santa Maria Nuova, Pievesestina, Pioppa, Bulgarn, Calisese, San Cristoforo, Borello

9.15 9.30

9.45 10.00

10.30 10.45 11.00

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe festive
7.00 Cattedrale, San Rocco 7,30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, San Mauro in Valle, Ponte Pietra, Macerone, San Giuseppe Artigiano 8.00 San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Giorgio, San Pio X, Gattolino, San Giovanni Bono, SantEgidio, Basilica del Monte, Calisese, Torre del Moro, Capannaguzzo, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero,

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 San Giuseppe; 17 Gatteo a Mare; 17,30 Santa Maria Goretti, Cappuccini di Cesenatico; 18 San Giacomo; 20,30 Sala, Villalta

11.10 11.15 11.30

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70; di amicizia 100; estero (via aerea) 80. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche spa www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 18 del 10 maggio 2012: 8.800 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 18 di marted 15 maggio 2012

Vita della Diocesi


Da Cesena allincontro mondiale delle famiglie
utte le famiglie della Tpreghiera insieme chediocesifesta sono invitate allincontro di e si terr mercoled 30 maggio alle 20,45 in seminario a Case Finali di Cesena. Lappuntamento promosso dallUfficio diocesano della Pastorale della Famiglia allinizio del 7 Incontro mondiale delle Famiglie che si terr a Milano proprio a partire dal 30 maggio no al 3 maggio, sul tema La famiglia: il lavoro e la festa. Allincontro sono invitati tutti, sia le famiglie della diocesi in partenza per Milano, sia chi seguir levento mondiale da casa. Il vescovo di Cesena-Sarsina sar presente allincontro in seminario e consegner il mandato alle famiglie in partenza. la CDvertiamo band presenter lo spettacolo Pi in l. Per informazioni: Andrea e Sabrina Delvecchio, 338 1424377, e-mail: andreasabri@alice.it

Gioved 17 maggio 2012

In breve
Convegni Maria Cristina di Savoia
Marted 22 maggio alle 16, la professoressa Emanuela Bagattoni parler su La Sacra Sindone e larte. Lincontro, promosso dal Convegno Maria Cristina di Savoia, si terr nella sala Biagio Dradi Maraldi della Cassa di Risparmio di Cesena (via Tiberti).

ica Azione Cattol

Venerd 18 e sabato 19 maggio, in centro a Cesena, si terr il FestIncontro dellAc diocesana

dal 16 al 18 agosto

LA Citt ci spera
ioia, incontro, condivisione, testimonianza: ecco lanima del Festincontro diocesano dellAzione Cattolica, che raduner venerd 18 e sabato 19 maggio tutti gli aderenti della diocesi in centro citt a Cesena. Una grande festa dal tema LA Citt ci spera, dove Ac e citt sono unite in un gioco di parole. Si parte venerd sera alle 21 al Palazzo del Ridotto con un incontro pubblico intitolato LA Citt ci spera: comunichiamo la speranza, al quale interverranno il sindaco

Al Centro Pastorale continuano le iscrizioni


La diocesi di Cesena-Sarsina propone - dal 16 al 18 agosto - un pellegrinaggio a Fatima (Portogallo), guidato dal vescovo Douglas Regattieri. Quota individuale complessiva: 650 euro. necessaria liscrizione con il versamento dellacconto di 200 euro a persona. Per info e iscrizioni: Centro Pastorale di Palazzo Ghini, Cesena, tel. 0547 611001 .

Al Palazzo del Ridotto un incontro pubblico. Grande gioco per le vie del centro storico; Messa in Duomo celebrata dal vescovo Douglas e cena insieme allOsservanza, a favore della missione diocesana a Carupano, inVenezuela
Paolo Lucchi, il sociologo Giancarlo DallAra, Ilaria Vellani, presidente diocesana dellAc di Carpi e coordinatrice nazionale dellIstituto Bachelet, Giovanna Santoro e Caterina Mingazzini, rispettivamente referente diocesana e regionale per il progetto Policoro, e il professor Giovanni Maroni, moderatore. Si passa poi al momento

culminante, il pomeriggio di sabato 19 da vivere animando le vie della citt con un grande gioco che coinvolger grandi e piccoli di Ac, dove saranno protagonisti in particolare gli acierrini, con i loro colori e lallegria. Ritrovo alle 14,30 presso la parrocchia dellOsservanza: dopo canti e balli, ci si divider in gruppi per un gioco itinerante che toccher le piazze pi importanti di Cesena e coinvolger anche i cittadini di passaggio. Alle 18 lAc si riunir come una grande famiglia in Duomo per la messa presieduta dal vescovo Douglas Regattieri, poi (ore 20,30) si far ritorno allOsservanza per

una cena sociale di beneficenza, il cui ricavato andr a sostegno della diocesi di Carupano in Venezuela. Cuciner il gruppo Avis di Sala e la cena consister in antipasto, primo, piadina con salsiccia e affettati, patatine. In caso di maltempo, le iniziative del sabato, dal gioco alla cena, si svolgeranno nei locali del seminario. Ci attende levento gioioso del Festincontro diocesano, ha commentato la presidente diocesana di Azione Cattolica Carmelina Labruzzo. Cerchiamo il principio di Resurrezione nascosto in tutte le cose e tanto ricordato dal nuovo beato della Chiesa

Giuseppe Toniolo. La presidente poi continua: Abbiamo deciso di offrire alla diocesi e alla citt un momento di condivisione e festa dal tema LA Citt ci spera. Tutti speriamo di ritrovare momenti per sorridere, passioni e ideali alti per cui spendere la nostra vita, amici con cui condividere un cammino. Il Signore ci parla nella vita quotidiana, lungo le strade ordinarie delle nostre giornate. E proprio il momento pi quotidiano di tutti, la condivisione del pasto, chiuder questa festa lunga due giorni: sar la famiglia dellAc che al termine di una lunga giornata si ritrova attorno alla tavola per raccontarsi e condividere le avventure vissute. Claudia Coppari

Incontro Matrimoniale
Sabato 19 maggio alle 20,45 la comunit di Incontro Matrimoniale si ritrova per il consueto appuntamento mensile, presso la sala del Centro residenziale Renzo Navacchia in via Boscone 950, a Cesena. Allincontro parteciper il vescovo Douglas Regattieri. Sar attivo il servizio di baby sitter. Per info: Marco e Giovanna Giannini, tel. 0547 91204.

Nain Allombra della sua mano


Il gruppo Nain Allombra della sua mano si incontrer sabato 19 maggio, dalle 16,30 alle 18 per il consueto appuntamento mensile presso listituto delle Suore francescane della Sacra Famiglia, in via Mami a Cesena. Lincontro particolarmente rivolto a chi sta vivendo un lutto. Per info: Marco e Giovanna Giannini, tel. 0547 91204.

via Marinelli, 6 - 47521 CESENA (Fc) tel. +39 0547 29730 - fax +39 0547 21141 e-mail: comce@comce.it Web: www.comce.it

Progettazione e fornitura chiavi in mano Impianti:


PETROLCHIMICI AGROALIMENTARI ECOLOGIA DEPURAZIONE ACQUEDOTTI METANODOTTI in ITALIA... nel MONDO

Gioved 17 maggio 2012

Vita della Diocesi

GRANDE APPUNTAMENTO Don Julin Carrn, presidente della Fraternit di Comunione e Liberazione, sar a Cesena luned 21 maggio alle 21,15. Lincontro si terr a Pievesestina nei locali della Fiera. Il responsabile Massimo Bassi e lassistente ecclesiastico monsignor Ezio Casadei raccontano Cl a Cesena

l presidente della Fraternit di Comunione e Liberazione, don Julin Carrn, sar a Cesena luned 21 maggio. Lappuntamento si terr nei locali di Cesena Fiera, a Pievesestina, con inizio alle 21. Levento del tutto straordinario in quanto don Carrn segue in particolare le presenze di Cl allestero. Loccasione fornita dalle celebrazioni per i 50 anni dallavvio dellesperienza in diocesi del movimento fondato da don Luigi Giussani. Per meglio comprendere il significato di questi due avvenimenti, abbiamo sentito il responsabile di Cl per Cesena-Sarsina, il medico ospedaliero Massimo Bassi.

Cinquantanni di appassionata presenza I


Primi passi a Cesena
Sono gli anni a cavallo del 1960. Don Lino Mancini, allora delegato vescovile dellAzione Cattolica cesenate, don Ezio Casadei, assistente dellAc maschile e don Quinto Rubertini, assistente dellAc femminile stanno tentando di organizzare in diocesi delle attivit e iniziative per coinvolgere gli studenti delle scuole. Avevamo incominciato con linizio della scuola - spiega don Ezio, oggi assistente ecclesiastico del movimento di Comunione e Liberazione a Cesena - . Lentusiasmo iniziale determinato anche dalle brillanti doti oratorie di don Lino che catalizzava ogni sguardo, con lavvicinarsi dellestate andava diminuendo. Stavamo intuendo che dovevamo cambiare qualcosa nella proposta. Proprio in quegli anni veniamo a sapere che a Rimini, durante una vacanza al mare, alcuni studenti lombardi con le loro famiglie pregavano sulla spiaggia. Incuriositi da questa modalit don Lino, Paola Piraccini, Ernesto Giorgi (che allora non era ancora prete) e io ci siamo recati a Rimini per vedere e incontrare questi ragazzi. Cos abbiamo sentito parlare di Giovent studentesca (Gs) e abbiamo scoperto che a Forl avevano iniziato questa esperienza. Non abbiamo perso un attimo. Ci siamo messi in contatto con gli amici forlivesi e a fine maggio del 1962 abbiamo incontrato per la prima volta don Francesco Ricci di Forl con alcuni giovani fra cui cera Claudio Chieffo. Loro avevano incontrato don Giussani e con lui cera stata la scoperta di Gs e la novit di una proposta liberante ed entusiasmante del Cristianesimo, non invece come un impegno e uno sforzo per non sbagliare, ma come laccoglienza di un cuore nuovo per la risposta che Cristo al nostro bisogno umano. Cos don Ezio e don Lino insieme con Paola ed Ernesto intraprendono anche a Cesena questa sfida. Barbara Baronio (il testo integrale sul sito www.corrierecesenate.it)

Cosa significa festeggiare cinquantanni di Cl a Cesena? A DESTRA MONSIGNOR JULIAN CARRN, Festeggiare i cinquantanni A CESENA LUNED 21 MAGGIO ALLE 21,15 ALLA FIERA DI CESENA del movimento significa rimettere a tema la presenza di Cristo oggi. La persona di Cristo ancora tanta strada da fare, siamo intensamente arrivata a noi grazie a una storia e a una consapevoli che, prima di tutto, lesistenza, come tradizione che oggi ci sfidano nella lesperienza in s non si pu esaurire nei rapporto col Mistero. compagnia che ci ha condotto fin qui. ricordi. In secondo luogo, la realt grazie al movimento di Comunione e cambia di continuo e quindi ci chiede di Qual il significato della presenza di Liberazione che tanti di noi non si sono verificare in ogni situazione la nostra don Julin Carrn a Cesena? smarriti, anzi hanno avuto lopportunit fede. Per esempio, davanti alle diverse lincontro con un testimone, un uomo di incontrare lesperienza cristiana crisi che stiamo vivendo in questo che vive appieno la propria umanit. Sta attraverso il carisma di don Giussani. Per periodo, economica, politica, morale, nellessere veramente cristiani porsi di me significa riconoscere una grazia, sociale, linvito che ci viene rivolto da fronte alle domande vere dellesistenza. presente in diocesi, giunta fino a noi per Carrn nella lettera scritta al quotidiano Don Giussani ha vissuto lincontro con mezzo di chi ha vissuto fin dai primi La Repubblica, quello di non linquietudine espressa dal poeta tempi il movimento. Lanniversario del accontentarci di qualcosa che vale meno Giacomo Leopardi, le domande profonde cinquantesimo non vuole essere di Ges Cristo. E questo vale per tutti, a che sono presenti nel cuore di ogni solamente una celebrazione, ma si pone qualsiasi livello di responsabilit. Questa uomo. E sono proprio queste domande, come unoccasione propizia per una crisi ha fatto emergere una frattura tra il la caparra dellincontro con Ges, la verifica del nostro cammino. credere e il conoscere. Dietro langolo si risposta autentica al bisogno di ciascuno annida il pericolo di una fede che non di noi. Linizio del processo di Abbiamo tanta strada da fare, ha detto coinvolge la vita ordinaria. Si rischia di beatificazione di don Giussani un invito don Carron con la lettera del primo vivere alcuni momenti religiosi come rivolto ad ognuno di noi perch la via maggio inviata a Repubblica. Come si semplici riti che non incidono nella realt della santificazione diventi una proposta traduce questa sua affermazione? quotidiana. Abbiamo bisogno di per tutti. Noi siamo chiamati a giocarci la La sfida della proposta cristiana non si riscoprire che lincontro con il Signore nostra umanit con la stessa intensit e la limita a guardare indietro e a Risorto stato ed decisivo per la nostra stessa passione con la quale se la giocava contemplarsi per quanto fin qui vita e che questo fatto cambia il nostro don Giussani. questa la vera sfida: percorso, come potrebbe accadere sguardo sulla realt. commovente esaminare e autenticare il percorso del quando si celebra una festa per il vedere tra noi chi sta attraversando la movimento, da adesso in avanti. E questo cinquantesimo. Sulla scia di ci che ha malattia come unoccasione per vivere vale anche per noi di Cesena. affermato don Julin Carrn Abbiamo

DALLARCHIVIO FOTOGRAFICO DI CL CESENA: 21 APRILE 2000, LA VIA CRUCIS ALLA PIEVE DI MONTE SORBO (FOTO GIAN ANGELO SIROTTI).

Speciale Cvs

Gioved 17 maggio 2012

Tavola rotonda promossa dal CentroVolontari della Sofferenza della diocesi, sabato 19 maggio alle 15,30 al Palazzo del Ridotto a Cesena

Monsignor Novarese, viaggiatore dello spirito e del corpo I


l Cvs (Centro Volontari della Sofferenza) di Cesena organizza sabato 19 maggio alle 15,30, presso il Palazzo del Ridotto in corso Mazzini a Cesena, una tavola rotonda sullopera e linsegnamento di monsignor Luigi Novarese, il sacerdote che sar beatificato dalla Chiesa, a Roma, nel maggio 2013. Titolo dellincontro: "Monsignor Luigi Novarese, viaggiatore dello spirito che cura anche il corpo". Alla presenza del vescovo monsignor Douglas Regattieri, intervengono alla tavola rotonda: il giornalista Mauro Anselmo, autore della biografia "Luigi Novarese. Lo spirito che cura il corpo" (Edizioni Cvs), don Armando Aufiero, Silenzioso Operaio della Croce, la dottoressa Anna Tisselli, cardiologa, monsignor Walter Amaducci, vicario per la Pastorale. Chiuder lincontro una riflessione del vescovo Regattieri. Definito "lapostolo degli ammalati" da papa Giovanni Paolo II, Novarese (19141984) un sacerdote del Novecento che ha reso gli infermi protagonisti di un apostolato di tipo nuovo verso i sofferenti. Ha fondato associazioni (Lega sacerdotale mariana, Centro Volontari della Sofferenza, Silenziosi Operai della Croce), case di cura, centri di assistenza. Si rivelato un innovatore nel combattere, fin dalla fine degli Anni Quaranta, lemarginazione dei disabili e nel dimostrare limportanza del ruolo svolto dai processi mentali e spirituali nel percorso di guarigione del paziente. Il Centro Volontari della Sofferenza presente a Cesena dal 1967. Diviso in quindici gruppi parrocchiali, cura attivit di formazione e organizza piccoli laboratori professionali per i disabili. Il Cvs, fondato da monsignor Novarese nel 1947, unassociazione ramificata su tutto il territorio nazionale, con sedi in Polonia, Portogallo, Ungheria, Africa, Colombia e Stati Uniti. Il Cvs di Cesena ha sede in via Giovanni XXIII, 13 (tel. 0547 20407). Per informazioni: Liviana Siroli, 340 1260645; Isabella Ferrari, 335 8196739, Arianna Paglierani, 340 1544101.

Dal convegno nazionale del Cvs (Centro volontari della imonianza sofferenza) che si tenuto al santuario di Collevalenza Test

Monsignor Novarese
Sacerdote innovatore
Luigi Novarese nasce il 29 luglio 1914 a Casale Monferrato (Alessandria) in una famiglia di agricoltori. lultimo di nove gli. Allet di nove anni, dopo una brutta caduta, colpito da una gravissima forma di tubercolosi ossea, malattia per la quale a quei tempi non esiste una cura. I medici non danno speranza. Il ragazzo si tiene in piedi con le stampelle e la mamma Teresa, devotissima alla Madonna, prega per la guarigione di Luigi che, nel 1930, viene ricoverato in sanatorio. Qui il ragazzo scrive una lettera a don Filippo Rinaldi, rettore dei Salesiani, affidandosi alle sue preghiere e allintercessione di San Giovanni Bosco e di Maria Ausiliatrice. A diciassette anni, Luigi viene dimesso dallospedale Santa Corona completamente guarito. In sanatorio ha approfondito la sua vocazione. Decide di fare il medico per curare gli ammalati, ma dopo la morte della mamma, nel 1935, cambia idea. Da ex ammalato che ha scoperto dentro di s le potenzialit di un cammino spirituale capace di condurlo allincontro con il Cristo risorto, sceglie la strada del sacerdozio. Ordinato prete il 17 dicembre 1938, inizia a lavorare presso la Segreteria di Stato della Santa Sede, dove rimarr no al 12 maggio 1970. Il 17 marzo 1947 d lavvio al Centro Volontari della Sofferenza, lassociazione nella quale il sacerdote insegna agli ammalati a pensare in modo nuovo se stessi e la malattia. Lapostolato di don Luigi si espande fra gli infermi, fa proseliti in ospedali, sanatori e case di cura. Cinque ponteci esprimono incoraggiamento e stima al sacerdote: Pio XII, Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II. Nel 1970 Novarese passa alle dipendenze della Conferenza Episcopale Italiana dove si occupa di pastorale sanitaria. Dal 1977 si dedica interamente alla sua opera. La sua vita terrena si conclude il 20 luglio 1984 a Rocca Priora, localit sui colli Albani vicino a Roma. Monsignor Novarese un sacerdote del Novecento che dopo aver dedicato la vita al servizio degli ammalati, percorre oggi il cammino della santit. Un sacerdote tanto intraprendente nel realizzare la sua opera, quanto innovatore nei tratti essenziali del suo insegnamento. Agli inizi degli anni Cinquanta progett e costru la prima e unica casa di esercizi spirituali al mondo idonea a ospitare corsi per infermi e portatori di handicap. La Casa Cuore Immacolato di Maria (un edicio di otto piani privo di barriere architettoniche) sorge a Re, in provincia di Verbania, ed frequentata ogni anno da migliaia di ospiti. Fu tra i primi a capire limportanza dei mass media nella formazione degli ammalati. Nellautunno 1949 convinse papa Pio XII ad aprirgli le porte della Radio Vaticana e organizz "Il quarto dora della serenit", il primo programma che ebbe i sofferenti come protagonisti. Fond riviste (LAncora e LAncora nellunit di salute) alle quali chiam a collaborare medici ed esperti, per affrontare i temi della malattia e i problemi legati alla condizione dei disabili. Organizz convegni a livello internazionale e si fece promotore, insieme a psichiatri e psicologi, di corsi di formazione riservati ai malati psichici. Nel suo insegnamento si rivel anche medico dello spirito, dimostrando agli ammalati e ai medici lefficacia della motivazione religiosa nel percorso di guarigione.

Incontro, racconto, missione La fede nel tempo della sofferenza


al 28 aprile al primo maggio, Arianna, Monica, Liviana e Sara (di cui tre in carrozzina) del Centro Volontari della Sofferenza della diocesi di Cesena-Sarsina, hanno partecipato al convegno nazionale Cvs Italia che ha visto una partecipazione di oltre duecento persone. Questo convegno si svolto al santuario di Madre Speranza, a Collevalenza, in provincia di Perugia. Un

Duecento i partecipanti da tutta Italia, e quattro da Cesena-Sarsina. Parole e volti della cattedra dei testimoni
luogo in cui la bellezza della natura e la spiritualit si fondono perfettamente. Incontro, racconto, missione e festa per la prossima beatificazione del nostro Fondatore. Si potrebbe riassumere con queste parole il programma elaborato dal Cvs nazionale per lincontro di studio. Seguendo litinerario dei discepoli di Emmaus. Grazie allaiuto di don Pier Davide Guenzi, abbiamo preso coscienza di come "la sofferenza interroga la fede". Attraverso il libro di Giobbe, i suoi amici e lUnico che lo raggiunge nel suo soffrire e altri passi della Bibbia e il pensiero di diversi filosofi, abbiamo compreso che Dio non un fantasma, non unipotesi consolatoria, ma il Redentore vivo. Monsignor Carlo Rocchetta, invece, ci ha aiutati a scoprire "la valorizzazione della sofferenza, come forma della fede". Monsignor

ARIANNA, MONICA, LIVIANA E SARA DAL CVS DI CESENA AL CONVEGNO NAZIONALE CHE SI SVOLTO AL SANTUARIO DI MADRE SPERANZA, A COLLEVALENZA, DAL 28 APRILE AL PRIMO MAGGIO

Novarese diceva: "Il dolore una particella atomica, una energia potente, siate orgogliosi di essere volontari della sofferenza perch lofferta volontaria un atto libero, interiore, lo fate diventare un atto damore e non subto. La Chiesa aspetta questo apporto, insieme a quello di tante famiglie ferite". Il suo intervento stato scandito da riflessioni bibliche e diversi scritti di papa Giovanni Paolo II, ma anche da tanti ricordi di momenti che lui ha vissuto personalmente con il venerabile Luigi Novarese, fondatore del Centro Volontari della Sofferenza. Nel corso del convegno c stata la tavola rotonda sul tema "La fede si racconta" con Paolo Marchiori, di Brescia, ex imprenditore malato grave di Sla: "Il corpo sempre peggio, lo spirito sempre in alto, il segreto la dignit interiore, ora prego,

tutto amo, affido a Maria, perdono, digiuno dalle parole, ho relazioni damicizia vere, sincere. Mi ritengo una 500 sgangherata col motore della Ferrari". Floriano Scioscia disabile, ingegnere informatico e ricercatore nel Politecnico di Bari: "Contro le difficolt, ho la fede e la famiglia, la vita di gruppo in parrocchia, in una societ che grida, urla, scatta ho trovato la semplicit nella quotidianit e coi bambini del catechismo, visito di casa in casa i malati". Zelinda Elmi, affetta da nanismo, di Perugia: "Non sono nata nel 1953, ma nel 1978 anno in cui ho incontrato il Signore; la vita non una fregatura, ho avuto tanti momenti bui, ora ho la gioia nel cuore grazie a Lui. Il mio parroco mi ha voluto come catechista dei giovani e quando sono morti i miei genitori ho accudito mio fratello come me e gli ho trasmesso Dio". Zelinda vive

sola e mattina e sera i vicini e i parrocchiani vanno ad assisterla, e poi lei va! Questo momento lo abbiamo definito definito la "cattedra dei testimoni", perch ognuno di loro, grazie allesperienza di vita nel Centro Volontari della Sofferenza, ha permesso a noi, l presenti, di scoprire come il Signore si serva delle nostre debolezze e imperfezioni, per dar vita a cose meravigliose, e spesso inaspettate. Queste testimonianze sono state una vera sfida al mondo, ai giornali, alle Tv. Possiamo dire che siamo ripartiti anche noi, come i discepoli di Emmaus, senza indugio, verso i nostri luoghi di missione, consapevoli della presenza di Cristo, del suo Pane che Parola ed Eucarestia, forza e nutrimento per la nostra vita condivisa con i fratelli di diocesi e di parrocchia. Arianna Paglierani

10

Gioved 17 maggio 2012

Vita della Chiesa

Family 2012. Gli iscritti al VII Incontro mondiale delle famiglie provengono da 145 Paesi
FOTO ARCHIVIO SIR

Tutti i colori della festa


A Milano, dal 30 maggio al 3 giugno, tra le comunit straniere pi numerose ci saranno filippini, peruviani ed ecuadoregni
rima la Spagna, seconda la Francia, terza la Croazia e quarta lArgentina. Non la classifica di un campionato mondiale di calcio, ma quella relativa alla provenienza degli iscritti al settimo Incontro mondiale delle famiglie che si svolger a Milano dal 30 maggio al 3 giugno e che vedr lattesa presenza di Benedetto XVI. Fra i partecipanti vi sono anche i migranti, che rappresentano una realt significativa in particolare nel territorio ambrosiano. Per questo motivo, nella classifica delle comunit straniere pi numerose, il primo posto occupato dai filippini, il secondo dai peruviani, il terzo dagli ecuadoregni. I Paesi di tutti i continenti rappresentati sono al momento 145, ma il numero potrebbe crescere ulteriormente nellimminenza di un appuntamento che assume sempre pi pienamente i contorni di un evento globale, multicolore e con diverse articolazioni tematiche non soltanto sulla carta. Anche la folta schiera dei 5mila volontari che hanno dato la loro disponibilit e il loro contributo allorganizzazione ha una connotazione internazionale: 184 vengono per loccasione da altri Paesi (10 dallEcuador, 14 dal Kenya, 18 dal Brasile, 19 dalla Repubblica Slovacca, 21 dalla Spagna) e 359 vivono nella diocesi di Milano, ma hanno un passaporto straniero. Nella stragrande maggioranza dei casi, i migranti che si sono messi a disposizione della Fondazione Milano Famiglie (255 volontari) sono filippini. Non a caso. A Manila si tenuto il IV Incontro mondiale delle famiglie nel 2003 e proprio da qui arriver la delegazione asiatica pi significativa. La multiculturalit protagonista anche fra gli ospiti del Congresso teologicopastorale che si svolger a Fieramilanocity dal 30 maggio al 1 giugno: i 104 relatori previsti provengono da 27 Paesi diversi, mentre i 5mila iscritti che riempiranno la sala congressi del MiCo rappresentano 110 nazionalit diverse. Intanto la macchina organizzativa procede a ritmi sempre pi serrati verso lappuntamento, che avr i suoi momenti di punta nei due eventi che vedranno la presenza di papa Benedetto XVI: la Festa delle testimonianze di sabato 2 giugno sera e la celebrazione eucaristica di domenica 3 giugno mattina presso laeroporto di Bresso. Ma fervono i preparativi anche per gli eventi collaterali, non meno coinvolgenti e interessanti, a partire dal Congresso dei ragazzi che si svolger in parallelo al Congresso teologico-pastorale nelle strutture del MiCo in viale Scarampo e in altre citt delle diocesi lombarde. I bambini e i ragazzi dai 3 ai 17 anni saranno coinvolti in giochi, attivit sportive e momenti di riflessione per costruire percorsi capaci di cambiare il mondo. La location allestita dentro gli spazi della Fiera sar un vero e proprio "giardino", che richiama il tema della creazione e della resurrezione, in cui si potr accogliere, giocare, costruire, raccontare e pregare, sotto la guida di oltre cento animatori volontari. La Fiera internazionale della famiglia, da marted 29 maggio a sabato 2 giugno, sar invece il primo evento del genere in Italia interamente dedicato alla realt familiare.

Oltre cento stand di istituzioni, associazioni ed enti faranno conoscere al pubblico esperienze positive e buone pratiche che vedono le famiglie protagoniste. Allinterno della Fiera sar allestita la "Libreria della famiglia, del lavoro e della festa", organizzata dallAssociazione SantAnselmo dintesa con la Fondazione Milano Famiglie 2012. Lattenzione del "family bookshop" sar rivolta in generale ai temi della famiglia e in particolare al ruolo dei genitori, alle dinamiche familiari, al magistero e alla catechesi sulla famiglia, ai servizi, ai diritti e alle politiche istituzionali, ma ci sar un adeguato spazio anche per la famiglia nella letteratura e nelle arti figurative. Pi specifico e circoscritto sar il pubblico dei partecipanti ad altri eventi in programma nellambito del Family 2012. Venerd 1 giugno alle 17,30 in piazza Duomo a Milano, Benedetto XVI incontrer la cittadinanza. Famiglie, bambini, giovani e adulti, laici e religiosi sono invitati a partecipare, secondo linvito indirizzato ai fedeli dal cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano, "per accogliere Benedetto XVI come il successore di Pietro, riscoprendo il senso autentico del ministero del Papa nella Chiesa di Dio, la cui presenza tra noi una chiara espressione di attenzione e affetto per la nostra diocesi e per tutta la societ civile della citt e del territorio". Lo stesso giorno, in serata, si svolger ladorazione eucaristica in Duomo e in alcuni significativi santuari e chiese della diocesi ambrosiana, con lesposizione dellEucaristia e tre "quadri" ispirati alle catechesi preparatorie dellIncontro mondiale delle famiglie. La mattina di sabato 2 giugno il Papa calcher il manto verde dello stadio Meazza per partecipare, insieme al card. Angelo Scola, al tradizionale incontro con il ragazzi della Cresima 2012 provenienti da tutta la diocesi insieme ai loro accompagnatori, genitori, catechisti, educatori, responsabili e assistenti degli oratori. Marco Deriu

Domenica 20 maggio
Giornata Comunicazioni sociali
Creare una sorta di ecosistema che sappia equilibrare silenzio, parola immagini e suoni. linvito rivolto dal Papa nel messaggio per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, che si svolger il 20 maggio sul tema Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione. L dove i messaggi e linformazione sono abbondanti scrive Benedetto XVI - il silenzio diventa essenziale per discernere ci che importante da ci che accessorio. Una profonda riessione spiega, infatti, il Santo Padre - ci aiuta a scoprire la relazione esistente tra avvenimenti a prima vista slegati tra loro, a valutare, ad analizzare i messaggi, per poi condividere opinioni ponderate e pertinenti e dare vita a una conoscenza condivisa. Per questo necessario creare un ambiente propizio, a partire dalla consapevolezza che gran parte della dinamica attuale della comunicazione orientata da domande alla ricerca di risposte. Di qui l"interesse del Papa per il mondo della rete, e per le le varie forme di siti e applicazioni che possono aiutare luomo di oggi a vivere momenti di riessione e di autentica domanda, ma anche a trovare spazi di silenzio, preghiera, meditazione o condivisione della Parola di Dio. Nella essenzialit di brevi messaggi - la tesi del Papa - si possono esprimere pensieri profondi. I motori di ricerca e le reti sociali - prosegue il Papa - sono il punto di partenza della comunicazione per molte persone che cercano consigli, suggerimenti, informazioni, risposte. In questo contesto, secondo Benedetto XVI, il silenzio prezioso per favorire il necessario discernimento tra i tanti stimoli e le tante risposte che riceviamo, per riconoscere e focalizzare le domande veramente importanti.

Attualit

Gioved 17 maggio 2012

11

Bene i nuovi criteri, ma non si pu penalizzare la stampa del territorio

SuperAbile
di Arianna Maroni

ributi editoria Cont

CON LA FRASE CHE LIMITA AL 5 PER CENTO I CONTRIBUTI PER I GIORNALI PREVISTI DAL COMMA 3 DELLARTICOLO 3, FRA I QUALI CI SONO DECINE DI TESTATE DIOCESANE, SI REALIZZA UN TAGLIO LINEARE CHE LE PENALIZZA FORTEMENTE, MINANDONE LA SOPRAVVIVENZA (FOTO ARCHIVIO SIR)

PER UNA VITA PI ACCESSIBILE


C il forno parlante che informa lutente sulla temperatura impostata e su quella raggiunta in cottura, mentre il tavolo nel tinello non ha le gambe, ma levita agganciato al muro da un lato per non avere impedimenti quando ci si mette a tavola e il lavabo ribassato, per consentire di raggiungere comodamente i rubinetti, mentre la cucina si pulisce da sola dopo luso. In casa ci si muove comodamente, grazie a montascale e rampe mobili, ma anche mediante semplici accorgimenti che consentono di usare il lavandino stando seduti e di traslare, sempre da seduti, sui sanitari, entrando poi nella vasca aprendone la fiancata, per accedervi senza fatica. Ci sono sistemi domotici che consentono di controllare ogni angolo della casa, aiutano a risparmiare energia e sono in grado di intervenire automaticamente su situazioni di rischio come black-out o incendi. Sembra fantascienza, invece la realt possibile di una vita domestica accessibile. Questo e tanti altri scenari dinclusione e accessibilit saranno i protagonisti di Reatech Italia, fiera evento alla sua prima edizione, in programma a Fieramilano dal 24 al 27 maggio che ospiter soluzioni e strumenti per rendere accessibile ogni momento della vita, in casa, sul lavoro, in viaggio, nello sport e nel tempo libero, grazie a numerosi eventi e convegni per informare, ma anche mediante tante proposte di prodotto e di servizi per consentire una vita senza barriere. Cos, anche spostarsi in auto diventa pi semplice: grazie a soluzioni tecniche sempre pi ingegnose, anche automobili di piccole dimensioni possono accogliere carrozzine sia lato guida che lato passeggero, mentre i comandi, sensibili e poco ingombranti, possono consentire una guida anche mediante joystick e sofisticate centraline di controllo. A Reatech Italia sar allestito un cinema speciale che, grazie alla particolare applicazione MovieReading, potr sottotitolare tutti i film, senza che questa variante distragga gli spettatori che non la desiderano: i sottotitoli saranno infatti visibili sullo schermo del proprio smartphone o tablet o attraverso occhiali speciali, e appariranno in perfetto sincronismo con i dialoghi del film, offrendo agli spettatori non udenti uno spettacolo pi coinvolgente del 3D, perch caratterizzato da unulteriore dimensione, quella dellinclusione. Ma anche visitare un museo pu essere facile per un ipovedente o un non vedente grazie a targhe esplicative (scritte in braille e non solo) e la riproduzione in scala delle opere o degli edifici visitati, per consentire una visita tattile attenta fino allultimo particolare. Anche i luoghi di vacanza possono trasformarsi in paradisi dellinclusione. Per muoversi in spiaggia ed entrare in mare senza pericoli arrivano le job, sedie dotate di tre grandi ruote di plastica in grado di muoversi agevolmente sulla sabbia e di fungere da galleggianti in acqua. La cultura dellinclusione a Reatech Italia diventa cos una realt da toccare con mano e da provare, grazie alle simulazioni offerte da alcuni espositori sui loro prodotti.

Percentuale iniqua
azionalizzare lutilizzo delle risorse. Parte da questimpegno il decreto legge che il Consiglio dei ministri ha approvato venerd 11 maggio, insieme al disegno di legge delega sulla riforma delleditoria, per riordinare lerogazione dei contributi al settore. La razionalizzazione auspicata, enuncia il primo articolo del decreto, passa attraverso meccanismi che correlino il contributo per le imprese editoriali agli effettivi livelli di vendita e di occupazione professionale. I nuovi parametri. Il decreto stabilisce nuovi tetti massimi per i rimborsi dello Stato ai giornali, nei limiti delle risorse stanziate dalla Presidenza del consiglio. I nuovi criteri parametrano i contributi alla spesa effettivamente sostenuta per il personale dipendente (giornalisti e poligrafici) assunto con contratto di lavoro a tempo indeterminato, per lacquisto della carta, per la stampa e per la distribuzione. In pi, vi una quota per ogni copia venduta, considerando la vendita in edicola o presso punti di vendita non esclusivi, tramite contratti

con societ di distribuzione esterne e gli abbonamenti, purch per ciascuno sia chiaro il beneficiario. Escluse, invece, le copie diffuse e vendute tramite strillonaggio, le vendite in blocco e quelle per le quali non sia individuabile il prezzo di vendita. Tali criteri non sono richiesti a quanti rientrano nellart. 3, comma 3 della Legge 250/90 sui contributi alleditoria, ovvero imprese editrici di periodici che risultino esercitate da cooperative, fondazioni o enti morali, ovvero da societ la maggioranza del capitale sociale delle quali sia detenuta da cooperative, fondazioni o enti morali che non abbiano scopo di lucro. Sono qui, ad esempio, molte testate del mondo non profit e i settimanali diocesani. Tuttavia, riporta il decreto, le risorse complessivamente destinabili a tali contributi sono pari al 5 per cento dellimporto stanziato. Una quota residuale che, a fronte di drastici tagli dello stanziamento complessivo, rischia di penalizzare fortemente questi giornali. Penalizzati i pi piccoli. Con la frase che limita al 5 per cento i contributi per i giornali previsti dal comma 3 dellarticolo

Lavvio di un processo
er il segretario generale Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi), Franco Siddi, Plemanazione del decretodellacogliendo dicontributi dellerappresentano lavvio come processo dala e del disegno legge delega di un arricchire in Parlamento anche i parti sociali, avendo riferimento bussola del pluralismo e dellattenzione alloccupazione. Vengono nalmente denite buone pratiche amministrative di rigore e trasparenza, osserva Siddi, per il quale i contributi vanno dati non a chicchessia ma a quanti realizzano giornali veri con giornalisti veri, facendo cos emergere la funzione vitale del pluralismo dellinformazione. Anche il segretario dellFnsi suggerisce, per, alcuni correttivi, come misure speciche per i giornali delle minoranze linguistiche e delle comunit italiane allestero, che hanno un diverso bacino di lettura, e sul numero minimo di cinque dipendenti, dal momento che la natura, la foliazione, la dimensione dei giornali non la stessa per chi ha carattere nazionale o per chi sta in una sola citt.

3, fra i quali ci sono decine di testate diocesane, si realizza un taglio lineare che le penalizza fortemente, minandone la sopravvivenza, commenta Francesco Zanotti, presidente della Fisc, la Federazione italiana settimanali cattolici che rappresenta 186 testate locali. Per il resto, bene i nuovi criteri che rispondono al rigore che abbiamo sempre chiesto, bene il collegamento con loccupazione e la reale vendita delle copie, bene anche lesclusione dai nuovi criteri di maggior rigore dei giornali previsti dal comma 3 dellarticolo 3. Unesclusione, questultima, che sempre stata richiesta dalla Fisc per favorire maggiore equit, tenuto conto che si parla di briciole di contributi (8,9 milioni di euro su circa 160 milioni complessivi per lanno 2010). Tuttavia, il riferimento percentuale al fondo delleditoria senza conoscere la sua consistenza (si parla di 120 milioni di euro per il 2011 e forse saranno ancora meno per il 2012) non permette di sapere di che importo potr beneficiare una singola categoria di testate. Se effettivamente si passa da 160 a 100 milioni nel giro di due anni, i contributi alle testate diocesane, del non profit e altre che rientrano nella fattispecie prevista dalla legge subiranno un taglio di oltre il 40 per cento, annota Zanotti. Una riduzione che potrebbe essere fatale e che non favorisce lequit da noi sempre richiesta. Meglio sarebbe stato suggerisce il presidente della Fisc - legare i contributi futuri a quegli 8,9 milioni di euro erogati per il 2010: una modifica che avrebbe ben poco influsso sullo stanziamento complessivo, permettendo comunque una razionalizzazione della spesa, ma che vitale per la sopravvivenza di tante nostre testate. Francesco Rossi

il Periscopio

di Zeta
questo lo sport nazionale di casa nostra: gratitudine prossima allo zero. Domenica scorsa ci sono stati altri addii importanti. Soprattutto in casa Milan. Gattuso, Nesta, Inzaghi, Zambrotta e FORZA CESENA. Seedorf se ne vanno per strade diverse. ORA DI RIALZARSI Chi per altri lidi e chi per appendere le (PIPPO FOTO) scarpette al chiodo. Il calcio come la vita, in continuo mutamento. Non ci si pu fermare un attimo che il trionfo gi passato. Basta guardare in casa Inter, o anche in casa del Barcellona, questanno sconfitto sia in Spagna che in Champions League. Guardiola, un istrione del pallone, si prender un periodo di riposo, dopo quattro anni vissuti al top e a una velocit cesenate Marco Parolo che, dopo unannata da elevatissima. Anche i migliori sono umani, si incorniciare come quella del campionato scorso, potrebbe concludere, come ha dimostrato anche negli ultimi mesi non si ripetuto. La debacle del Mourinho, sconfitto pure lui in Champions. Cesena ha coinvolto uno dei suoi giocatori Ora lattenzione gi rivolta ai prossimi migliori, ora atteso a un pronto riscatto. Cos come Campionati europei. Fra i 32 convocati da ci si aspetta un rapido ritorno nella massima serie Prandelli ci sono due ex cesenati: Emanuele della squadra del presidente Igor Campedelli, Giaccherini, la pulce di Talla, finito alla corte della chiamato a rifarsi subito dalle amarezze di un Juve e neo campione dItalia, e latalantino Ezequiel Schelotto. Non entrato nel giro azzurro il torneo 2011-2012 tutto da dimenticare. (747)

Al termine del campionato di calcio di Serie A si pu tentare un breve bilancio. E il Cesena che far?

La Juve ha meritato lo scudetto

inito il Campionato di calcio, tempo di bilanci. Prima di tutto bisognerebbe parlare della credibilit. Gli scandali non accennano a diminuire e le lezioni del passato, anche recente, pare non abbiano insegnato nulla. Partite svendute, calciatori comprati, personaggi corrotti: tutto un fiorire di brutte sceneggiature che gettano in cattiva luce un movimento che coinvolge milioni di appassionati e di sportivi. Archiviato un torneo tutto da dimenticare per il Cesena, con una retrocessione gi scritta da tempo e una serie infinita di sconfitte, bisogna ammettere che la Juventus si meritata lo scudetto. Partita come outsider, la squadra guidata da Antonio Conte arrivata davanti al Milan con pieno merito. Il nuovo stadio ha giocato a favore, con il pubblico a fare da dodicesimo uomo in campo. In pi, il fattore gruppo stato un moltiplicatore di qualit. Uno per tutti e tutti per uno, secondo il modello inventato in Italia da Enzo Bearzot ai Mondiali di Spagna 82, quando gli azzurri vinsero il titolo iridato grazie alla forza creata dal mister attorno a un gruppo di amici. Alex Del Piero ha dato laddio ai colori bianconeri. Nel giorno del trionfo, si sono visti tanti pianti per il saluto del capitano, a segno anche nellultima gara casalinga contro lAtalanta. Un addio che lascia lamaro in bocca agli amanti del bel calcio di cui Del Piero da anni un interprete inimitabile. Ma

12

Gioved 17 maggio 2012

Cesena
Parrocchia di SantEgidio, messa di mercoled 9 maggio: il diacono Giampiero Morigi durante la processione dingresso (foto Mauro Armuzzi)

Anniversario ricordato a SantEgidio

Brevi
Un gruppo in cammino
Marted 22 maggio, presso la chiesa dei Servi a Cesena alle 20.30, si terr lincontro del gruppo "Cercatori di Dio". Il cammino parte dalle problematiche delluomo contemporaneo ed guidato da Padre Luciano. Per informazioni 0547/21143.

Diaconi: festeggiati dopo 25 anni


ccomi!". Questa la risposta, 25 anni fa, di Giampiero Morigi (foto), diacono di SantEgidio di Cesena alla chiamata verso il diaconato. E da quel 9 maggio 1987 in avanti, la risposta si ripetuta giorno dopo giorno, nei gesti concreti del servizio quotidiano, dellattenzione per gli ammalati, della cura della liturgia, della proclamazione della Parola. La parrocchia di SantEgidio ha festeggiato il suo diacono (che fu uno dei primi della diocesi a esser consacrato) con due serate: mercoled 2 maggio si tenuto un incontro-testimonianza con don Mario Morigi, che circa 30 anni fa era stato incaricato dallallora vescovo Amaducci per far rinascere il diaconato permanente in diocesi. Presenti, oltre a Morigi, il diacono di Calisese Giorgio Siroli, anchegli in festa per i 25 anni di diaconato e Vanna Bellinato, moglie del diacono Pierangelo Buda di Gatteo. Poi si tenuta la grande festa nel

Xilografie Osservanza

"E

Incontro con Giampiero Morigi e Giorgio Siroli (di Calisese)

giorno dellanniversario, il 9 maggio: la messa stata presieduta dal vescovo Douglas Regattieri e concelebrata da don Gabriele Foschi, parroco di SantEgidio, don Adamo Carloni, fondatore della parrocchia e parroco per 44 anni e don Werther Domeniconi, altro diacono storico di SantEgidio, oggi parroco a Diegaro. Il diaconato permanente stato ripristinato con il Concilio Vaticano II. La diocesi apri-pista fu ReggioEmilia, che collabor anche con la Cesena-Sarsina tramite don Alberto Altana, che segu per anni i laici in cammino. Occorreva avere compiuto 35 anni, quindi ci fu chi frequent i corsi per

10 anni (il marito di Vanna). Ci furono anche difficolt: alcuni parroci faticavano a recepire limportanza del diaconato, e furono incerti. "La gente, invece - ha commentato don Morigi - ha accolto, accettato e rispettato queste nuove figure, che negli anni hanno dato grande spinta propulsiva alla ministerialit laicale". Morigi, ricordando i primi tempi a SantEgidio ha detto: "La prima volta che entrai in chiesa pensai: Ma che capannone. Qui non verr pi. Poi ho sentito che il Signore mi chiamava vicino allaltare". Claudia Coppari

La parrocchia dellOsservanza a Cesena cerca nanziamenti per proseguire i lavori di ristrutturazione del tetto della chiesa. Una proposta appena lanciata riguarda la vendita di opere darte numerate. Grazie al lavoro di un abile artista che ha intagliato una matrice di legno, la parrocchia dellOsservanza cerca di autonanziarsi con la vendita di xilograe artistiche raffiguranti limmagine della Madonna. Le xilograe sono state realizzate tutte a mano e in tiratura limitata di 30 esemplari.

nata Margherita
Felicitazioni e auguri a Valentina e Romeo per la nascita di Margherita

I nonni e gli zii

La Fotonotizia | Banca di Cesena

La Fotonotizia | Premiazione Avis

Domenica 13 maggio la Banca di Cesena ha tenuto lassemblea dei soci, presso laula di psicologia. Il bilancio stato chiuso con un utile di 130mila euro. I soci hanno poi votato il Consiglio. Sono stati eletti Valter Baraghini (presidente uscente), Luca Bettini, Silvano Bettini, Romeo DellAmore, Loris Golinucci, Graziano Gozi, Italo Macori, Massenzio Montalti, Roberto Romagnoli, Adamo Zoffoli. Presidente del collegio sindacale Stefano Lucchi. I sindaci effettivi sono Jacopo Casanova, Marco Vicini. Sindaci supplenti Roberto Gasperini e Bruno Giorgini. Probiviri: Maurizio Gardini e Paolo Giunchi. (Foto Mauro Armuzzi)

Conclusa la premiazione del concorso "Carlo Carli" promosso dallAvis di Cesena e rivolto agli studenti delle scuole superiori. Il primo premio (sezione gironalismo e poesia) andato a Lorenzo Barducci (Liceo della Comunicazione); seguono Sebastiano Castellucci (Liceo classico), Gionata Manduchi (Liceo scientifico), Emil Fiumana (Iti). I premi speciali dei giornali sono andati a Serena Bertozzi (Liceo della comunicazione, premio del Corriere Cesenate); Giorgio Piraccini (Liceo Scientifico, premio de Il Resto del Carlino); Stefano Martini (Liceo Classico, premio del Corriere Romagna); Lisa Alessandri (Ragioneria, premio de LaVoce). Per la sezione grafica e video sono stati premiati la classe quinta A del Versari; Luca Faedi, Matteo Paglierani, Michela Ruscitti, tutti del Versari. (Foto Piergiorgio Molinari)

Cesena

Gioved 17 maggio 2012

13

Al San Lorenzino si progetta un reparto per ammalati di sclerosi laterale amiotrofica


DA SINISTRA EMMANUEL EXITU REGISTA DEL DOCUMENTARIO, ALESSANDRO DERRICO DIRETTORE SANITARIO, RAFFAELE BISULLI AMMINISTRATORE, ANTONIETTA BISULLI NEUROLOGA, GAETANA MONDARDINI MEDICO, PAOLO POPONESSI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, FRANCESCA BISULLI NEUROLOGA. AL CENTRO IL DOTTOR MELAZZINI

Un centro per la Sla


Se ne parlato nelle scorse settimane durante lincontro, organizzato da Il Campo della Stella, con il dottor Mario Melazzini
conti ogni istante con la Sla (sclerosi laterale amiotrofica). "Allinizio - ha detto Melazzini - non ero convinto di voler fare il film. Cerco sempre la quotidianit e la normalit e vorrei che chi non persona con disabilit cerchi di trarre la normalit che c in queste giornate. Nel video mi sono messo a nudo, una nudit che solo io ho saputo raggiungere con determinate difficolt scoprendo quanto bello compiere questo percorso". Un video fatto di incontri e testimonianze quello girato da Exitu in cui sono stati raccontati 7 giorni e 7 notti della vita di Mario Melazzini, che con il dolore della malattia si riscoperto uomo: i giorni vissuti sempre di corsa tra il lavoro in reparto e i continui viaggi per andare dai suo amici; le notti che offrono brevi flash dove Melazzini riflette, racconta la storia, progetta il suo futuro. "Noi malati veniamo visti come costi e non come risorsa, ma questo dettato dalla non conoscenza e anche questo video vuole essere un messaggio". Allinterno di un palazzo del Ridotto gremito ha risuonato forte la meraviglia della vita e dellimportanza dellesserci: "Davanti alla difficolt - ha continuato Melazzini - il primo pensiero va a ci a cui si dovr rinunciare. Questo non deve accadere. La sofferenza che allinizio ti fa sentire debole poi si trasforma in speranza. Io sono una persona normale che dice a tutti che si pu vivere. Ho imparato a non avere paura. Sono in grado di provare la gioia di affrontare questo percorso". Il video ha vinto il primo premio al Festival dei film indipendenti a Roma. Il regista nel girare il video partito da unesigenza. "Mi dava fastidio - ha detto Exitu - quando Melazzini era venduto come lanti Welby. A me non interessava farne un eroe, ma raccontare un uomo, un testimone che in una determinata situazione dice di non guardare solo quello che si vede, ma di andare oltre. Perch c di pi. Non ho nascosto nulla della vita di Melazzini, ma in nessun fotogramma emerso il pietismo. Melazzini infatti sta scalando la stessa mia montagna, che quella della vita, solo che lui lo fa nella condizione della Sla". La sfida? Un reparto di degenza per i malati di Sla Un centro per sostenere i malati di Sla: ecco uno dei prossimi obiettivi che di recente la direzione sanitaria della casa di cura San Lorenzino ha messo in cantiere. Da settantanni la Casa di cura San Lorenzino periodicamente si rinnova. Dopo gli importanti lavori del 1995 in cui la struttura ha sviluppato il proprio reparto di diagnostica per immagini dotandosi di una risonanza ad ampio spettro che ancora non era presente in citt, oggi i lavori di ristrutturazione dellarea relativa alla lungodegenza che si affaccia su viale Angeloni potrebbero portare ad un cambio radicale di questo reparto. Sar un luogo per malati di Sla nel quale si potranno trovare servizi di riabilitazione, fino alla degenza. "E fondamentale per noi fare investimenti partendo da unesigenza locale - evidenzia

Alessandro DErrico, direttore sanitario del San Lorenzino -. Nel nostro territorio ci sono buoni centri di diagnosi per la Sla, ma esistono pochi punti in cui il malato pu accedere a servizi mirati. La clinica San Lorenzino potrebbe portare in citt qualcosa che non c". "Quindi - prosegue DErrico essendo stato stupito da Melazzini e da come lui ogni giorno costruisca qualcosa su quello che appare solo un rudere, ho chiamato Exitu, con cui sono amico dai tempi delluniversit e gli ho chiesto di mettermi in contatto con Melazzini allo scopo di verificare se sono possibili collaborazioni con il Niguarda di Milano. Linteresse di Melazzini stato immediato. E cos

Barbara Baronio
orse per un eccesso di presunzione posso dire che so quanto la malattia potr togliermi, ma non so quanto ancora potr darmi. E un paradosso, ma un domani per me ci sar". Ecco alcune delle parole pronunciate da Mario Melazzini, medico, malato di Sla dal 2002 e oggi responsabile del reparto Nemo al Niguarda di Milano. Melazzini intervenuto lo scorso 4 maggio al Palazzo del Ridotto allincontro organizzato dal Campo della Stella. Loccasione stata data dalla presentazione del video "Io sono qui" del regista Emmanuel Exitu, regista bolognese, che ha costruito una settimana del medico raccontando come si pu vivere una normale quotidianit pur facendo i

"F

che il 4 maggio arrivato in visita alla casa di cura". Durante il pomeriggio Melazzini ha appurato insieme con la direzione sanitaria della clinica cesenate la possibilit di creare ambulatori per produrre attivit riabilitativa e fisiatrica per i malati di Sla. "Melazzini ha guardato con favore la presenza di attrezzature che noi usiamo per le patologie del sonno sottolinea DErrico - e che i malati di Sla potrebbero a loro volta sfruttare per combattere le minacciose apnee della Sla di cui spesso sono vittime ". Ma la direzione sanitaria non vorrebbe procedere solo a regime ambulatoriale. "La grande sfida dichiara il direttore - creare un reparto di degenza per i malati di Sla che devono fare i conti ogni giorno con una patologia progressivamente invalidante. Noi crediamo in questo progetto e a breve andremo a Milano per verificare con Melazzini i passi da realizzare e portare le nostre richieste in Regione".

I VIAGGI DI GRUPPO FIRMATI ROBINTUR Tours esclusivi con accompagnatore dallItalia


STATI UNITI, un viaggio nella leggenda: 15 giorni dal 6 luglio, volo da SCOZIA, magiche atmosfere: 8 giorni dal 5 agosto, volo da Bologna.
Edinburgo, Aberdeen, Inverness, Lochness, Glasgow INOLTRE... Bologna. I parchi, Gran Canyon, Monument Valley, San Francisco, Los Angeles da 3.735 euro da 1.795 euro

PELLEGRINAGGI 2012
FATIMA: pellegrinaggio diocesano dal 16 al 18 agosto 2012 (in aereo) guidato
dal vescovo Douglas Regattieri. Iscrizioni e programma presso il Centro Pastorale di Palazzo Ghini (aperto le mattine dal luned al venerd, dalle 9 alle 12). Informazioni e programmi: Viaggi Veneri, dal luned al sabato. SI CHIUDONO LE ISCRIZIONI! 650 euro

TERRA SANTA: pullman da Cesena, volo da Verona. Otto giorni dal 30 agosto

KENIA E TANZANIA: safari nei parchi, dal 14 settembre per 13 giorni INDIA DEL NORD: Delhi, Jaipur, Fatehpur Sikri, Agra, Jhansi, Ochra,
Khajuraho, Varanasi. Dall11 ottobre, per 12 giorni

al 6 settembre 2012 con il Monte Carmelo, Nazareth, il Monte Tabor, la traversata del Lago di Tiberiade, Cafarnao, la Valle del Giordano, Gerico, Qumran e il Mar Morto, Qumran, Ein Karem, Betlemme, Hebron e Gerusalemme. Accompagnatore e guida spirituale, alberghi a pochi passi dai santuari. VIAGGIO CONFERMATO. AFFRETTATEVI PER LE PRENOTAZIONI! da 1.090 euro da 560 euro da 550 euro

THAILANDIA: Bangkok e Tour del Nord. Dal 15 novembre, per 10 giorni


QUESTI TOURS SONO UN NOSTRO GRANDE SUCCESSO. RICHIEDETECI I PROGRAMMI DETTAGLIATI!

LOURDES: partenze in aereo da Rimini (tre giorni) MEDJUGORJE: volo da Bologna, 4 giorni dal 10 al 13 agosto
e dal 17 al 20 settembre. Programma e iscrizioni in agenzia

- CESENA - via S. Quasimodo, 256 Tel. 0547 610990 - veneri@robintur.it - www.robintur.it/viaggi-veneri


VI INVITIAMO A VISITARE IL NOSTRO SITO INTERNET WWW.ROBINTUR.IT PER LE NOSTRE OFFERTE DI VIAGGI, SOGGIORNI E CROCIERE PRIMAVERA-ESTATE 2012

VIAGGI VENERI

14

Gioved 17 maggio 2012

Cesena

Sorteggiati i gironi. Il torneo inizia il 3 giugno e prosegue fino all8 luglio


enti squadre iscritte per il calcio a 7, quattro per il calcio a 5 femminile, dodici per la pallavolo mista. Si presenta con questi numeri (tutti in aumento rispetto allanno passato) e con qualche novit il Trofeo Benedetto (3 giugno - 8 luglio) giunto questanno alla sesta edizione. E stato presentato ufficialmente sabato scorso, 12 maggio, presso il campo sportivo della parrocchia di Santa Maria Nuova dove, nel corso dellassolato pomeriggio, gli organizzatori del torneo hanno proceduto al sorteggio dei gironi e delle squadre nelle varie discipline. Oltre ai referenti parrocchiali erano presenti numerosi giovani che parteciperanno al torneo e anche don Marcello Palazzi, responsabile della Pastorale Giovanile che ha portato il proprio saluto ai ragazzi presenti e che, dopo lincontro, ha celebrato la messa per tutti i convenuti. Il calcio a 5 femminile stato introdotto lo scorso anno e ha visto la partecipazione di tre squadre. Questanno le parrocchie partecipanti sono invece quattro: Sarsina, San Paolo, Martorano e SantEgidio. Si affronteranno in un girone allitaliana (tutti contro tutti). Per la pallavolo mista le squadre partecipanti sono 12, quatto in pi dello scorso anno. I risultati del

TrofeoBenedetto Siparte

Fra le novit di questanno il "terzo tempo", la possibilit per i giocatori delle squadre e le rispettive tifoserie di un momento conviviale al termine delle gare

sorteggio hanno decretato quanto segue. Nel girone A si affronteranno le parrocchie di Boschetto, Osservanza, San Vittore, Martorano. Nel girone B le parrocchie di Case Finali, San Pio X, Diegaro/Torre del Moro, Santa Maria Nuova. Nel girone C le parrocchie di Pievesestina, Villachiaviche, SantEgidio, Duomo. Infine nella disciplina del calcio a 7 quattro sono i girono che vedranno scontrarsi 20 realt parrocchiali provenienti da tutta la diocesi. Il

girone A composto dalle parrocchie di Sala, San Paolo, Gambettola, Santo Stefano, SantAngelo. Il girone B comprende le parrocchie di SantEgidio, Pievesestina, Case Finali, Bagnarola/Cannucceto, San Vittore. Il girone C le parrocchie di Santa Maria Goretti, lUnit Pastorale Mercatese, Madonna del Fuoco, Santa Maria Nuova di Alfeo, Duomo. Il girone D le parrocchie di Martorano, Sarsina, San Pietro, Santa Maria Nuova, San Pio X. Alcune curiose novit sono state introdotte per ledizione 2012. Una di queste il cosiddetto "terzo tempo", dunque la possibilit per i giocatori delle squadre e le rispettive tifoserie di un momento conviviale al termine delle gare. E stato inoltre fissato per marted 3 luglio un incontro amichevole di Rugby a 7. Una ventina di giocatori volontari si sono resi disponibile per questa disciplina che nel cesenate sta raccogliendo sempre pi appassionati. Infine gioved 28 giugno prevista unamichevole di calcio a 7 tra una delegazione del Seminario Regionale di Bologna e una delle parrocchie che non riuscir a passare il girone. Per informazioni si pu visitare la pagina dedicata al torneo dal sito della Pastorale Giovanile della diocesi di Cesena-Sarsina: www.pgx.org. Michela Mosconi

Gattolino: sabato sera una passeggiata fra papaveri e lucciole


Una serata camminando nella centuriazione, fra i papaveri e le lucciole. E quella proposta dallAssociazione Terre Centuriate Cesenati e il circolo Csi "Don Secondo Ridol" di Gattolino, in collaborazione con lUfficio Turistico di Cesena, il quartiere Cervese Nord, il Cer e il Consorzio di bonica della Romagna. La serata si svolge sabato 19 maggio a partire dalle 20,30 (no alle 23 circa) con partenza e arrivo al Circolo parrocchiale di Gattolino. Durante la camminata prevista una recita dialettale nellaia di una tipica casa colonica. Arrivati al Canale emiliano romagnolo saranno recitate alcune poesie dialettali da parte di poeti locali. Il percorso facile e in tutto si snoda su 5 chilometri. Allarrivo, in collaborazione con i fornai della zona, previsto un piccolo ristoro (liscrizione obbligatoria allo 0547/356327). Nello stesso momento si potr vedere la mostra di antichi Luneri di smembar allestita da alcuni volontari dellassociazione culturale Gli Amigh di smembar, mostra accompagnata da una descrizione di questo antichissimo lunario romagnolo edito a Faenza.

Codice Fiscale

90031430409
ALLIANZ RAS - AGENZIA CESENA MALATESTA di LUNGARINI
Via Piave, 135 - Cesena (Fc) - tel. 0547 27059 - fax 0547 25784 www.allianzcesena.com - info@allianzcesena.com

Cesenatico

Gioved 17 maggio 2012

15

Domenica si corre la Nove Colli

Sala: assemblea Bcc


Assemblea e festa. Sabato scorso si svolta presso il teatro di Sala lannuale assemblea della Banca di credito cooperativo di Sala di Cesenatico. Allordine del giorno lapprovazione del bilancio 2011. Era presente lintero Consiglio di amministrazione formato da Patrizio Vincenzi (presidente), Gianluca Delvecchio (vice presidente), Enrico Ghiselli, Elmo Maraldi, Gianluca Tappi, Giampaolo Sirri e Barbara Camporeale. Presente anche il Collegio sindacale formato da Maurizio Battistini (presidente) Daniele Poni e Gianluca Zavagli. Importante la presenza del presidente

Ciclo&Vento Il paradiso delle bici


urismo fa rima con ciclismo, per lo meno nei prossimi giorni. A Cesenatico, prima che altrove, si capito che lo sport praticato dai "dilettanti", pi di quello fatto dai campioni, fattura presenze turistiche e lavoro. E una scampagnata amatoriale in bicicletta, comera nata in origine, pi di quaranta anni fa la Granfondo "Nove Colli" della Fausto Coppi, oggi arriva a contare la bellezza di dodicimila iscritti che sono seguiti e accompagnati "a ruota" da un nugolo di familiari e appassionati che riempiono in ogni ordine di posto alberghi e pensioni da San Mauro Pascoli a Pinarella di Cervia. Attorno alla corsa Nove Colli in bicicletta (domenica 20 maggio), c quella che si corre per 200 chilometri e sullo stesso tracciato a piedi, e tanto altro ancora che si richiama alla passione per le due ruote. Per valore economico, novit e giro daffari che propone, un record tutto suo quello della fiera "Ciclo & Vento", organizzata nellambito della Settimana del Ciclismo. Alla fiera del pedale prende

Con la Gran Fondo e la fiera la citt fa il pieno di turisti: attesi trentamila visitatori
parte un centinaio di aziende, le migliori del settore. Lappuntamento per venerd 18 e sabato 19 maggio, quando il ciclismo si metter in vetrina nella cornice di piazza Andrea Costa, sul lungomare Carducci e viale Roma. In camera di regia ci sono Federimpresa Confartigianato ForlCesena e Confesercenti Cesenate. "Ciclo & Vento" si ripropone al grande pubblico con unesposizione di tutto punto. Ci sar il meglio in fatto di biciclette, pezzi di ricambio, componentistica, accessori, abbigliamento tecnico e innovazioni. Saranno presenti aziende di levatura internazionale quali Colnago, Bianchi, Campagnolo, Shimano, Battaglin, Pinarello, Multipower e Ktm. Le aziende romagnole sono rappresentate da Cicli Neri di Cesena, Cicli Boghetta di Bellaria e la Velosystem che ha sede nella zona artigianale di Villalta di Cesenatico. Lo scorso anno sono stati 30mila i visitatori. Il presidente della Confartigianato di Cesenatico, Lucio Sacchetti, assicura: "Nonostante la crisi stia mettendo in difficolt anche le attivit sportive, il ciclismo un settore che tiene". Armando Casabianca, presidente di Confesercenti Cesenate si compiace per la richiesta di partecipazione delle aziende a "Ciclo & Vento". Antonio Lombardi

Gioved 24 maggio in piazza Spose dei Marinai

Attesi 800 bimbi per cantare i propri diritti


La Direzione didattica del primo circolo di Cesenatico, in collaborazione con lAmministrazione comunale, nellambito delle iniziative connesse ai progetti "Musica" e "Con un libro...mi libro", promuove levento musicale dal titolo "I diritti delle bambine e dei bambini in-canto". La manifestazione si terr gioved 24 maggio alle 17 presso la piazza Spose dei Marinai, a Cesenatico, e gode del patrocinio del Comune e della Bcc di Sala. La dirigente scolastica Maria Stella Grandi precisa che "la performance vocale conclude il percorso didattico relativo alla Convenzione Internazionale sui diritti dellInfanzia, che gli alunni e i docenti del Circolo hanno sviluppato nellanno scolastico in corso; il progetto stato caratterizzato da altri momenti pubblici: la mostra su come raccontare a bambini e adolescenti la Convenzione internazionale sui Diritti dellInfanzia con laiuto della letteratura per ragazzi; il convegno dal titolo "Libri e diritti dialogano fra loro"; lesposizione delle opere realizzate sul tema dalle scuole del Circolo, al Museo della Marineria di Cesenatico". Levento musicale a cui parteciperanno pi di 800 bambine e bambini approfondisce, attraverso le canzoni, argomenti di attualit.

della Federazione delle Banche di credito cooperativo dellEmiliaRomagna, Giulio Magagni che ha sottolineato la sempre crescente importanza in Italia del Credito Cooperativo. La relazione di bilancio stata illustrata dal presidente, Patrizio Vincenzi, e dal direttore Diego Merli. Il presidente ha sottolineato limportanza del rafforzamento delle proprie radici, in un momento difficile in cui leconomia d piccolissimi segnali di ripresa, mentre il direttore si fatto portavoce dellorgoglio di fare parte di un istituto che con coerenza svolge il mestiere di banca del territorio e di relazione. Alta la partecipazione dei soci, tra cui numerosi giovani, che sono usciti dalla giornata di lavoro molto soddisfatti del risultato conseguito dalla banca. La Bcc chiude infatti un esercizio con dati molto positivi. Il totale degli impieghi della banca a ne 2011 si attestato a 407 milioni di euro, mentre la raccolta totale arrivata a quota 455 milioni. Lutile netto si assestato a circa 2 milioni di euro. Numerose le iniziative che la banca che nel 2011 ha rivolto verso la crescita del territorio. Si tratta di risorse per oltre 580mila euro che hanno promosso direttamente e indirettamente la realizzazione di 220 iniziative a sostegno di scuole, opere parrocchiali, manifestazioni culturali, sportive, ricreative e culturali. A seguire ha avuto luogo la cena sociale per soci e famigliari, con la partecipazione di oltre 1200 persone. La serata stata allietata dai ballerini del gruppo "Mariposa" e dalla musica di "Rosy Velasco" e la sua band. Giorgio Magnani

16

Gioved 17 maggio 2012

Valle del Rubicone


Assemblea Bcc Gatteo
Alla Bcc di Gatteo le cose sono andate bene ed il consuntivo 2011 ne la prova. Il bilancio desercizio presentato dal consiglio damministrazione in occasione dellassemblea ordinaria svoltasi lo scorso 12 maggio presso il teatro Pagliughi di Gatteo, stato approvato allunanimit. Gli interventi dei soci, che ad oggi toccano le 2.000 unit, si sono rivelati di spessore. In primo luogo hanno messo in evidenza limportanza di un risultato positivo nonostante il contesto di crisi e hanno invitato lo stesso CdA ad accogliere i fatti dellanno con ottimismo, citando la storica frase di Tonino Guerra. E stato direttamente il presidente Gabriele Galassi a ringraziarli per il loro appoggio e la sentita partecipazione, seguito a ruota

A Gambettola la festa dello sport


Prender il via a Gambettola gioved 17 maggio, per proseguire no a sabato 2 giugno, la dodicesima edizione della "Festa dello Sport". Gli impianti sportivi, le strade e le piazze cittadine per oltre due settimane ospiteranno una ventina tra tornei, gare ed esibizioni di varie discipline sportive, tutte ad ingresso gratuito. Venerd 25 maggio alle 20,30 nella sala conferenze del centro Fellini, in corso Mazzini, si terr il convegno "Lo Sport per crescerli" ovvero "Quando lo sport utile per crescerli", che avr come relatrice Ivana Donadel (ex giocatrice di basket) e "Mangiar bene: i principi per una sana e corretta alimentazione", per bambini e giovani atleti, presentato dalla dottoressa Giulia Franzoso". Piero Spinosi

Gli assessori esterni sono tre su quattro

Massimo Ciappini, avvocato, il nuovo vicesindaco

I lavori pubblici vanno a Widmer Sarpieri

Longiano, spazio alle donne Ecco la Giunta Battistini


l sindaco di Longiano Ermes Battistini (53 anni) ha nominato nei giorni scorsi la nuova Giunta. Tre gli assessori "esterni" (Massimo Ciappini, Samantha Semproli, Maria Cristina Minotti) e uno eletto in Consiglio comunale (Widmer Sarpieri). A Samantha Semproli (36 anni), insegnante supplente di scuola media, vanno le deleghe a servizi sociali, scolastici e socio-sanitari, politiche giovanili e pari opportunit. A Maria Cristina Minotti (48 anni), che lavora alla "Giano" di David Riondino, societ dedita allorganizzazione di spettacoli, vanno le deleghe a cultura, turismo, valorizzazione del centro storico e rapporti con le associazioni. Widmer Sarpieri (61 anni), dipendente del Comune in pensione, assessore con delega a lavori pubblici, protezione civile, ambiente, patrimonio e decentramento. Massimo Ciappini (43 anni), avvocato civilista e segretario del Pd longianese, il

Da sinistra: Ciappini, Semproli, Battistini, Minotti, Sarpieri

nuovo vice-sindaco con delega a bilancio, sviluppo economico e agricoltura, personale, polizia municipale, sport, rapporti con le societ ed enti collegati. Il sindaco, forte della sua esperienza allufficio tecnico del Comune di Gatteo, mantiene "ad interim" le deleghe a urbanistica, edilizia privata e politiche per la casa. "Il nostro obiettivo comune il rilancio dellazione amministrativa e

il coinvolgimento dei cittadini, allinsegna dellentusiasmo e della concordia", hanno detto i 4 assessori. Dallopposizione, Stefano Landi ("Longiano per bene") fa notare come "il sistema delle preferenze sia stato un modo democratico di pesare le anime della coalizione". Pi critico Giacomo Pasini ("Aria fresca"), secondo cui "Ciappini sar il vero sindaco-ombra". Matteo Venturi

dallintervento, molto apprezzato, del direttore generale della Federazione Bcc Emilia Romagna, Daniele Quadrelli, che ha ribadito il ruolo delle Bcc sul territorio. Durante lincontro, sono stati messi in evidenza diversi aspetti, tra cui la professionalit e capacit dei dipendenti, la ripartizione dellutile desercizio e la consistenza dei fondi destinati a benecenza e sponsorizzazioni. La Bcc di Gatteo ha espresso la sua forza attraverso la propria volont di essere vicina al territorio inteso come insieme di famiglie e imprese che in esso operano e vivono. In corso danno infatti la banca ha continuato a fare il suo dovere, superando i 445milioni di euro di impieghi, aumentati del 2,38 per cento rispetto al 2010 e superando il tasso di crescita regionale. A conclusione dei lavori, i soci sono stati invitati alla "Festa dEstate", momento di celebrazione di una delle pi longeve banche della regione, che si svolge domenica 27 maggio a partire dalle 16 presso la Colonia Agip di Cesenatico e si conclude con un concerto gratuito e aperto a tutti a partire dalle ore 20.30. (Ar.Al.)

Gambettola, la Mille Miglia e tutto il suo fascino


Venerd 18 maggio le auto storiche transiteranno dal centro cittadino
Giusto il tempo di riordinare le strade dalla "Mostrascambio" che gi si mettono transenne e balle per accogliere, venerd 18 maggio dalle 9 alle 12,30 circa, il passaggio della corsa pi bella del mondo: la Mille Miglia. Lo spettacolo della rievocazione storica della mitica "Freccia Rossa", che transita a Gambettola per la 17esima volta,

offrir unopportunit a tutti gli appassionati di rivivere laffascinante spettacolo del "pi grande museo itinerante" delle pi prestigiose marche automobilistiche che hanno scritto la storia dellauto. "Alfa Romeo, Aston Martin, Bentley, Bmw, Bugatti, Cisitalia, Ferrari, Fiat, Jaguar, Lancia, Maserati, Mercedes, Osca, Porsche. Una parata di capolavori, in meccanica e stile, della tecnica automobilistica di un tempo, rigorosamente costruiti tra gli anni 20 e 50, guidati da equipaggi provenienti dai

cinque continenti. Lentusiasmo contagioso e il festoso sventolio delle bandierine agitate dagli scolari, il calore affettuoso del pubblico accorso faranno da scenario e cornice alla fermata con timbratura della colonna di auto storiche. "Nato nel 1995 come una sda- precisa Carlo Zavatta presidente del comitato gambettolese - il passaggio della Mille Miglia sia diventata per Gambettola una nestra che si apre sul mondo, creando una grossa opportunit di promozione di cui essere orgogliosi". (Ps)

Valle del Savio

Gioved 17 maggio 2012

17

In due giorni circa mille persone sono salite a Monte Sorbo

Taibo
Festa di San Filippo
La comunit di Taibo (Mercato Saraceno) si prepara alla festa di San Filippo. Gli eventi organizzati vanno dal 17 al 29 maggio e tutta la parrocchia, guidata da don Renato Serra, ne coinvolta. Gioved 17 maggio alle 20,30 le famiglie si ritrovano in chiesa per una veglia di preghiera. Domenica 20 maggio alle 15,30 il vescovo Douglas Regattieri presiede la messa in memoria di don Paolino Ricci, a 10 anni dalla morte. Venerd 25 maggio alle 19 inizier la cena comunitaria. Sabato 26 maggio lo stand gastronomico apre alle 19,30. Dalle 21 ci sar il concerto di musica dal vivo con il gruppo Cheope. La festa continua domenica 27: alle 10 sar celebrata la messa; alle 11 inizier la sesta edizione di Expo canina; dalle 12 apertura dello stand gastronomico. Nel pomeriggio musica dal vivo con lorchestra Luca Olivieri e, alle 17, animazione del Mago Conrad. Sar allestita anche la mostra delle opere in ferro battuto del maestro Roberto Giordani. Marted 29 maggio, alle 20,30, si terr la processione in onore di San Filippo Neri con ritrovo davanti al supermercato per poi raggiungere la chiesa attraverso Borgostecchi. Di seguito sar celebrata la messa per tutti i defunti.

Restauri
Lavori di recupero finanziati da Fondazione Cassa di Risparmio, Ministero e Regione Domenica 20 maggio visite guidate dalle 15,30 alle 19

Sabato 12 maggio, inaugurazione dei lavori a Monte Sorbo Sotto, lesterno della pieve

Storia e fede convivono nella pieve


orna a risplendere la pieve di Monte Sorbo. Sabato scorso sono stati presentati i grandi lavori di restauro, avviati 35 anni fa e svoltisi in tre fasi diverse. si sono conclusi solo nelle ultime settimane. Meraviglioso il colpo docchio che ha ammaliato i tanti visitatori accorsi sabato scorso per linaugurazione. Una giornata di sole caldissima ha fatto da cornice al momento celebrativo. Da mozzafiato anche il contesto naturale nel quale si pone la pieve, ai piedi di Ciola, piccola frazione che si colloca a cavaliere fra Mercato Saraceno e Linaro, fra le valli del Savio e del Borello. Marino Mengozzi, direttore dellufficio diocesano di arte sacra e curatore del volume "Monte Sorbo, la pieve singolare", ha illustrato i lavori e messo in evidenza le numerose particolarit della chiesa. "Quel che si vede in rapporto di uno a dieci", ha sottolineato, facendo comprendere la ricchezza di un luogo che nei secoli stato un punto di riferimento per la gente del posto e i pellegrini in transito verso Roma. Quindi non solo arte, ma anche storia e soprattutto fede. Le pietre e i reperti sono la testimonianza della trasmissione dellesperienza cristiana vissuta nella valle da almeno 1500 anni e giunta fino a noi, come ha messo in evidenza il vescovo Douglas nellomelia. "In questa chiesa, che noi oggi ammiriamo, riportata dopo lunghi anni di restauro al suo splendore, tanti uomini e donne sono venuti alla fede e

condotti per mano ad entrare nel mistero di Dio. Qui hanno fatto esperienza della fraternit attorno allaltare dellEucaristia per poi, una volta usciti, testimoniare il Signore nella quotidianit della vita". Domenica scorsa, nonostante il maltempo, almeno 150 persone hanno partecipato alle visite guidate da Mengozzi.

Sarsina
Museo in notturna
Ore piccole al Museo archeologico di Sarsina sabato 19 maggio con Archeosuoni con Rufus. Nella lunga serata, dalle 20 alle 2 del mattino, si susseguiranno visite guidate gratuite e concerto offerto dalla Liuteria Morbidelli. Le iniziative sono organizzate nellambito della Notte dei musei, ideata dal 2005 dal Ministero della cultura francese e poi diffusasi nei paesi europei. Alle 21 al via la visita guidata curata dallarcheologia Maria Teresa Pelliccioni, che si ripeter altra alle 23 circa ed eventualmente alluna di notte per eventuali tiratardi. Seguir, alle 22, il concerto di musica classica del trio MOS, con Daniele Bellusco (arpa), Pietro Morbidelli (basso elettrico) e Leopoldo Salerno (percussioni). Per info: tel. 0547.94641.

Turrito e Tezzo in festa


Continuano i momenti di incontro nelle parrocchie del sarsinate: questa settimana la volta di Turrito e Tezzo che saranno i protagonisti domenica 20 maggio. A Turrito, da mercoled a venerd alle 20,30, ci sar il Triduo con messa, in preparazione alla festa del patrono San Fortunato, che culminer domenica con la messa alle 10 seguita dalla processione. Alle 12.30 il pranzo comunitario sotto il grande stand della parrocchia. A Tezzo, invece, si festeggia la Madonna della Villa. Fino al 1965 questa festa era alloratorio settecentesco della Villa, raso al suolo appunto nel 1965 per permettere la congiunzione della strada Tezzo - Montecastello. Alle 16 la messa solenne celebrata dal parroco don Renzo seguita dalla processione con il quadro della Madonna, del 1715, proveniente dalla Villa. Seguir poi la festa sul sagrato con rinfresco e musica. (Db)

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

18

Gioved 17 maggio 2012

Solidariet
Disagio psichico
Trentaquattro anni dopo la legge Basaglia
Per la malattia mentale sono passati ben trentaquattro anni di disinteresse delle Istituzioni. Nellopinione pubblica c una sola domanda: quali sono i risultati?: lo ha scritto in una nota il presidente dellassociazione Cristiani per servire, Franco Previte, prendendo spunto dallanniversario del 13 maggio 1978, quando il Parlamento italiano approv la legge 180, conosciuta come legge Basaglia dal nome dello psichiatra veneziano che la ispir. Previte scrive che la legge 180, che stata emanata priva del Regolamento dapplicazione, e la legge 833 successiva, non hanno previsto strutture alternative e adeguate, organizzazione dei servizi, perch non vi stata una serena valutazione dei limiti terapeutici attuati nellepoca, stabilendo che la malattia mentale un problema sociale e il malato assimilato allemarginato, allhandicappato, allanziano non autosufficiente. Il presidente di Cristiani per servire nota che oggi si continua come se non fosse avvenuto tutto questo. La proposta di Previte che si proceda alla realizzazione di strutture territoriali di riabilitazione di lunga durata per i casi pi difficili onde evitare che sulle famiglie gravi un carico insostenibile di disagi, costi e pericoli. Chiede anche che sia introdotta lautorizzazione al trattamento sanitario obbligatorio anche in assenza del consenso del paziente almeno in determinate condizioni.
FOTO ARCHIVIO SIR

Sabato 26 maggio, dalle 16, ai giardini pubblici di Cesena un pic nic solidale promosso dalla Banca di Cesena e sostenuto da aziende locali

Una merenda davvero buonissima


n pic-nic di solidariet. Questa liniziativa che lassociazione Giovani Banca di Cesena organizza per sabato 26 maggio, dalle 16, ai giardini pubblici di Cesena, per trascorrere un pomeriggio in allegria e sostenere tre famiglie con bambini del nostro territorio che si trovano ad affrontare difficolt economiche e sanitarie. Le tre famiglie sono state individuate dal Banco di Solidariet di Cesena, Caritas diocesana e San Vincenzo de Paoli, partners delliniziativa in questa edizione. Le tre associazioni si occuperanno di consegnare le donazioni che verranno raccolte. Si tratta della terza edizione delliniziativa ideata dalla Banca di Cesena, che nel 2010 ha consentito di destinare i fondi raccolti alla famiglia di una bambina cesenate affetta da gravi patologie neurologiche. Lanno scorso quanto raccolto stato destinato al reparto di Pediatria dellospedale Bufalini. Le

modalit di partecipazione sono semplici e identiche alle passate edizioni: chiunque intender partecipare alliniziativa potr prenotare il cestino da pic-nic (allinterno trover tutto il contenuto necessario per una merenda per almeno tre persone), con una donazione minima di 20 euro, telefonando allo 0547 618273 dal luned a venerd dalle 8,15 alle 13,30 e dalle 15 alle 17. Una volta prenotato il cestino, sar possibile andare a ritirare un biglietto di prenotazione presso una delle filiali della Banca di Cesena presente sul territorio. Con questo biglietto sar poi possibile ritirare il cestino ai giardini pubblici direttamente il giorno dellevento. Sar comunque possibile acquistare il cestino anche direttamente il giorno dellevento, fino a esaurimento. I cestini saranno realizzati grazie alla generosit delle aziende partner delliniziativa che hanno donato i propri prodotti e servizi e della Banca di Cesena che coprir tutti i costi dellevento, in modo che tutte le offerte raccolte possano essere destinate interamente alle famiglie bisognose.

Per coloro che non potranno partecipare alliniziativa sar possibile comunque effettuare una donazione sul conto corrente IBAN IT31Y0707023900000017741900 presso Banca di Cesena Sede viale Bovio, indicando donazione (nome e cognome) pic-nic 26 maggio. Lappuntamento previsto dunque a partire dalle 16 per il pic-nic durante il quale i bambini potranno divertirsi con gli animatori della Compagnia della Ghironda che intorno alle 17,15 realizzeranno anche uno spettacolo di burattini e balli. A rendere ancora pi dolce il pomeriggio sar distribuito il gelato offerto dalla Centrale del Latte e divertenti omaggi per tutti i bambini presenti. Liniziativa, patrocinata dal Comune di Cesena, dalla Confesercenti Cesenate e da Confartigianato Cesena, realizzata grazie alla collaborazione di Amadori, Babbi, Consorzio Produttori Latte Cesena, Conad Ponte Abbadesse, Consorzio Frutteto, Promotional Project, Ipack, Conserve Italia, Stilgraf Cesena, Belli & Dec e Radio Studio Delta. Per info: Associazioni Giovani Banca di Cesena, viale Bovio 76, Cesena, tel. 0547. 618256, 0547 618273, associazione@giovanibancadicesena.it

Bologna, 21 maggio, sindacati pensionati uniti contro la crisi


I sindacati pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil luned 21 maggio alle 9,30 presso il teatro Testoni di Bologna hanno convocato una sessione comune per il rilancio della vertenzialit categoriale nazionale e locale per testimoniare la volont dei pensionati di non farsi travolgere dagli eventi e in preparazione dellevento interregionale, sempre unitario, che si terr il 20 giugno a Milano. Lappuntamento nel capoluogo felsineo sar loccasione per ribadire e riprendere i temi al centro della battaglia dei sindacati pensionati che chiedono: La riduzione del carico scale su pensioni e salari; la revisione del sistema di tassazione Imu sulla prima casa, insostenibile per molti anziani;leliminazione del blocco lineare della indicizzazione delle pensioni superiore a tre volte il minimo; un meccanismo equo di adeguamento delle pensioni al costo della vita; la legge nazionale sulla non autosufficienza e il suo nanziamento, in un contesto di riforma dellassistenza.

NOTIZIARIO PENSIONATI
riguarda le politiche a favore della famiglia. Come Cisl e come Fnp, abbiamo pi volte sottolineato lurgenza di un provvedimento che potesse ottemperare a tutte quelle che sono le esigenze delle famiglie, in particolar modo di quelle famiglie svantaggiate con al proprio interno gli disabili e pensionati bisognosi di assistenza e di cure. Siamo contenti che il ministro Riccardi sia arrivato a questo risultato che prevede lo stanziamento di 81 milioni in parte recuperati da residui delle passate annualit, ma tutto ci per noi rappresenta solo linizio, visto che la somma appena stanziata addirittura inferiore a quella degli anni precedenti: necessario un disegno pi completo che si traduca in sostegni concreti alle famiglie italiane che stanno sopportando tutto il peso della crisi. Altra nota dolente del provvedimento presentato dal ministro Riccardi che esso si limita ad essere un progetto programmatico, che al momento non vincola alcuna istituzione o ente alla sua concreta realizzazione. Una realizzazione ormai indifferibile: se lo Stato nel tempo si sempre pi disimpegnato dalle politiche familiari, obbligando la famiglia a diventare lunico ammortizzatore sociale, necessario che essa ora venga posta al centro del welfare, non quello tradizionale o delle

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Giornata nazionale Anteas


Un'immagine della giornata nazionale Anteas che si tenuta sabato 12 maggio in tutta Italia e anche presso la parrocchia di Santa Maria Goretti di San Mauro Mare. Per loccasione, lAnteas di Cesena ha messo a disposizione della comunit di San Mauro Mare un automezzo Fiat Panda per i progetti in essere nel Comune di San Mauro Pascoli (come il progetto contro la solitudine degli anziani). Allappuntamento sono intervenuti don Claudio Comanducci che ha benedetto il mezzo, il sindaco Miro Gori, lassessore ai servizi sociali Angela Benedetti, il presidente Anteas Forl Cesena Roberto Ambroni e Luigi Brancato, segretario generale Fnp Cisl provinciale e alcuni volontari.

Risorse alle famiglie svantaggiate


Dopo due anni di attesa, nalmente il governo ha varato il Piano nazionale per la famiglia. Un fatto, questo, che riveste molta importanza in quanto il primo segnale di risveglio da una condizione di silenzio che ha lasciato in letargo tutto quello che

corporazioni, ma quello comunitario che investa risorse pubbliche e stimoli la partecipazione attiva della societ civile al benessere collettivo. Un orientamento che rappresenta da sempre il faro del sindacalismo riformista della Fnp quello verso la necessit di legare lo sviluppo e la qualit del welfare alla crescita dellItalia dove, a differenza dellEuropa che ha attuato importanti riforme per il sostegno pubblico dei poveri e degli emarginati, per lassistenza ai non

autosufficienti e per il supporto dellinfanzia e delle famiglie con bambini, si assistito ad una crescita della spesa sociale sempre pi debole e una drastica riduzione delle risorse, soprattutto in tema di non autosufficienza, famiglia e povert. Per quanto riguarda la richiesta che noi, come Fnp Cisl, abbiamo fatto al governo circa la creazione di un Piano per la non autosufficienza, ora di rispondere allemergenza silenziosa delle famiglie che assistono quotidianamente disabili

ed anziani non autosufficienti, e per farlo sono indispensabili interventi volti ad una maggiore equit nella distribuzione dei sacrici in un momento cos delicato per il paese. Tra questi, anche il decreto che dovr riformare lIsee: un provvedimento delicatissimo che dovr denire le nuove condizioni economiche delle famiglie, soprattutto di quelle pi fragili, per dare loro la possibilit di usufruire di prestazioni e servizi sociali indispensabili alla propria sussistenza.

Cultura&Spettacoli
Presentazione libro Il maestro giardiniere alla Banca Popolare dellEmilia Romagna
maggio tinge bello! siche di verde con la presentazione di un libro sul giardinaggio in collaborazione con la libreria Giunti al Punto. Alle 21 di gioved 17 maggio nella sala "Luigi Einaudi" della Banca Popolare dellEmilia Romagna, in corso Sozzi a Cesena, Carlo Pagani, famoso giardiniere gi apparso in alcune rubriche televisive Rai e Sky, presenter il suo volume dal titolo Il maestro giardiniere, scritto a quattro mani con Mimma Pallavincini, esperta di giornalismo verde e divulgatrice nel campo del giardinaggio. Ingresso gratuito.

Gioved 17 maggio 2012

19

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI


ATTILA LA TEMPESTA DALLORIENTE

a Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)

dItalia, e limpero stesso, nemmeno allora la Chiesa perirebbe. Ci sar sempre un cantuccio di mondo, dove le mani di un sacerdote consaLouis de Wohl crato potranno sollevare lOstia: Cristo ce lo ha Ed. BUR collana I libri della speranza (10,90 euro) promesso. Nulla di pi falso che credere che Chiesa e impero siano congiunti per la vita e Louis de Wohl, nato nel 1903 e morto nel 1961, dopo essere per la morte, come luomo e la donna nel mafuggito dalla Germania hitleriana nel 1935 e avere prestato ser- trimonio. Cristo, non gi limpero, lo sposo vizio nellesercito britannico durante la seconda guerra mon- della Chiesa. Iddio non mi ha dato il dono diale, nel 1949 ha pubblicato il romanzo Attila the Hun. La della profezia; so per che tutti gli imperi della BUR, nella collana I libri della speranza, ha pubblicato questoria sono opera delluomo, e quindi perituri sto libro nella traduzione italiana di Ervino Pocar con il titolo come luomo; tutti periscono, prima o poi, e Attila La tempesta dallOriente. ogni volta la fine della civilt, la fine di uno Questo romanzo pu essere molto utile per aiutarci a capire la stile di vita, di questa o quellegemonia poliposizione della Chiesa nei confronti della realt storica, nella tica. Cristo morto per tutta lumanit, e il noquale si immersi. Infatti molto significativo il dialogo fra stro dovere quello di istruire tutti gli uomini! . Con questa coscienza limperatore Valentiniano, figlio di Galla Placidia e papa Leone. papa Leone si recato da Attila affermando, a pag. 274: Non sono A pag. 263 limperatore afferma: Santo Padre, come potrebbe luomo dellimperatore, Attila. Il vescovo di Roma non soggetto a vivere la Chiesa senza limpero? Limpero il suo sostegno; nessuno: il padre di tutti i cristiani e soggetto soltanto a Dio. Perci lo essa vive per opera dellimpero. Credi forse di poter predicare si chiama Papa, il padre. Ges ad Attila? No, se andiamo a fondo noi, va a fondo anche Dopo questo incontro, a pag. 282 de Wohl scrive: Si raccontava che la Chiesa, perch sarebbe la fine della civilt. La risposta del limperatore avesse chiesto al Papa che cosa poteva fare per lui: Dopapa alle pagg 263-264 molto significativa: Le civilt vanno manda qualunque cosa e lavrai. E Leone avrebbe risposto: Vivi da e vengono, disse lentamente Leone. La Chiesa resta. Se anche cristiano. Impossibile avrebbe risposto limperatore. Anche la conRoma venisse rasa al suolo, e, del pari, tutte le citt e i villaggi versione di Attila era impossibile, avrebbe osservato il Papa.

In corso una mostra al Castello malatestiano di Longiano

Cinema
Eliseo, Aladdin, Uci

di Filippo Cappelli

DARK SHADOWS - di Tim Burton

Un poeta allo specchio Porte aperte allarchivio Balestra


allo scorso ottobre, al piano terra della Fondazione Tito Balestra, presso il Castello malatestiano di Longiano, aperta una piccola mostra dove possibile visionare una parte dellepistolario di Tito Balestra e altri documenti legati al noto poeta longianese. Grazie alla Direzione generale per gli archivi del Ministero dei Beni culturali e alla Sovrintendenza archivistica per lEmilia Romagna, la Fondazione sta catalogando da due anni tutto larchivio di Tito e Anna Balestra, dichiarato di interesse storico particolarmente importante dal Ministero dei Beni culturali in data 30 marzo 2010. stata fatta una ricognizione complessiva dellarchivio, ma la catalogazione ancora in corso, fa sapere Flaminio colloquio di Tito Balestra con i pi Balestra, direttore della Fondazione. importanti intellettuali del suo tempo. proprio a seguito di questo lavoro Mentre nelle cornici appese alle pareti ci di riordinamento che nata tale si pu fare unidea della sua produzione mostra. Lesposizione ha per titolo giornalistica e osservare alcune delle Un poeta allo specchio. Larchivio di tante fotografie di eventi pubblici e Tito Balestra ed curata da Flaminio momenti privati conservate Balestra, Massimo Balestra e Barbara nellarchivio, spiegano i tre curaratori. Menghi Sartorio. Documenta alcuni In mostra non mancano oggetti momenti importanti della creativit inseparabili da Tito Balestra, quali la sua letteraria di Tito Balestra, la rete di macchina da scrivere, i sigari e una relazioni intessute con i maggiori bottiglia di whisky. Fra le lettere esposte, artisti italiani del periodo, e alcuni ce ne sono alcune firmate da Tonino momenti pi intimi. Nei diari, nei Guerra, Luca Goldoni, Mino Maccari, manoscritti e nellepistolario, Giorgio Morandi, Ottone Rosai, Vittorio racchiusi nelle bacheche, si possono Sereni, Aldo Spallicci, Giuseppe cogliere i metodi di lavoro, Ungaretti, Giambattista Vicari ed Elio lespressione creativa e il fitto Vittorini. Tutte rivelano particolari

Documenta eventi della creativit letteraria diTito Balestra, la rete di relazioni intessute con i maggiori artisti italiani del periodo, e alcuni momenti pi intimi. Non mancano alcuni suoi oggetti inseparabili, quali la sua macchina da scrivere, i sigari e una bottiglia di whisky
interessanti. Da una si apprende, per esempio, che Tito Balestra ha fatto da tramite fra Giorgio Morandi e Tonino Guerra. Ho letto con molto interesse il libro del suo amico signor Antonio Guerra. La pregherei di essere cos gentile di ringraziarlo a mio nome e di dirgli che i suoi versi mi sono piaciuti molto, scriveva Morandi a Balestra il 30 aprile 1949. La mostra affiancata, allultimo piano del Castello, dalla sala Tito e Anna Balestra, esposizione permanente dedicata a Tito Balestra e alla moglie Anna, dove sono collocati ritratti, volumi editi, produzione pittorica, fotografie e altri documenti personali. Matteo Venturi

VALORE CITT srl

Societ del COMUNE DI CESENA ASTE PUBBLICHE IMMOBILIARI

Nelle giornate di GIOVED 7 e GIOVED 14 GIUGNO 2012 avranno luogo gli esperimenti delle ASTE PUBBLICHE relative ai seguenti BENI IMMOBILI:
- 7 GIUGNO 2012 1) Ex scuola elementare Ponte Cucco (Cesena Loc. Ponte Cucco Via Prov.le Cervese n. 1818): immobile recuperabile ad uso residenziale. Base dasta . 211.000 oltre IVA 2) Podere Bagnile 11 (Cesena Loc. Bagnile prospiciente Via Pisignano): terreno agricolo della superficie di circa mq. 4.875. Base dasta . 19.500 3) Area edificabile Ronta (Cesena loc. Ronta tra Via Ronta e Via Dei Ciclamini): porzione di comparto edificabile a destinazione polifunzionale. Sup. catastale dellarea in vendita pari a mq. 8.740. Base dasta . 300.000 oltre IVA 4) Supermercato Oltresavio (Cesena, Via G. Belletti n.94): immobile ad uso commerciale attualmente concesso in locazione sino al 31/08/2022 (assenza di canone locatizio in ragione degli oneri precedentemente assunti dal conduttore). S.U.L. indicativa di circa mq. 800. Base dasta . 900.000 oltre IVA 5) Negozio in corso Comandini (Cesena C.so U. Comandini, 10/A): unit immobiliare ad uso commerciale e terziario posta nel centro storico di Cesena. Sup. di circa mq. 60. Base dasta . 180.000 oltre IVA - 14 GIUGNO 2012 6) Ex colonia marittima Pinarella di Cervia (Pinarella di Cervia viale Italia, 332): immobile di considerevoli dimensioni che costituisce porzione di un pi ampio comparto della Citt delle Colonie, recuperabile ad uso ricettivo (70%) e residenziale (30%). Volume di circa mc. 6.928. Superficie territoriale pari a circa mq. 4.245 Base dasta . 1.600.000 oltre IVA 7) Area edificabile casello autostrada Cesena Nord (Pievesestina di Cesena via Biella/via Almerici): area edificabile (porzione di un pi ampio comparto) a destinazione polifunzionale. Indice di edificabilit 0,4. Superficie di circa mq. 6.873 Base dasta . 275.000 oltre IVA 8) Podere SantAndrea (Cesena Loc. Pievesestina Via Fiume di S. Andrea): terreno agricolo della superficie di circa mq. 13.631. Base dasta . 28.000 9) Ex scuola elementare San Cristoforo (Cesena Loc. S. Cristoforo Via S. Cristoforo n. 4200): immobile recuperabile ad uso residenziale, commerciale e terziario. SUL di circa mq. 740 con possibilit ampliamento. Base dasta . 670.000 oltre IVA 10) Farmacia Giardino (Cesena C.so Comandini, 8/B-8/C): unit immobiliari ad uso commerciale attualmente concesse in locazione (canone annuo . 23.547,00). Sup. di circa mq. 131. Base dasta . 260.000 oltre IVA

Per informazioni relative agli IMMOBILI, BANDI DI GARA e MODALIT DI PARTECIPAZIONE: consultare il sito internet www.valorecitta.it; telefonare al numero sotto indicato, dal luned al venerd, ore 9-13, 15-19; rivolgersi allufficio di Valore Citt (c/o Comune di Cesena - settore Patrimonio, ingresso lato Rocca Malatestiana, 1 piano) nelle giornate di mercoled e venerd, ore 9,30-12. Iscrivendosi alla NEWSLETTER di Valore Citt (vedi apposita sezione presente nel sito www.valorecitta.it) sar possibile ricevere utili aggiornamenti in merito alle pi importanti novit.
Tel. 0547 356810 - Fax 0547 356821- e-mail: info@valorecitta.it

Lamministratore delegato dott. Alder Abbondanza

Tim Burton tornato. Sangue, fascino per il grottesco, ambientazioni amabilmente gotiche e personaggi complessi con traumi che li legano indissolubilmente alla morte. Siamo ben lontani da Alice in Wonderland: Burton dimostra di cavarsela molto meglio con soggetti meno celebri e con ambientazioni a colori estremamente cupi in cui ha uno spazio di manovra pi ampio. Trama: Inghilterra, 1752. Joshua e Naomi Collins, insieme al loro giovane figlio Barnabas, salpano da Liverpool per cominciare una nuova vita in America. Dopo due decenni Barnabas ha il mondo ai suoi piedi: signore di Collinwood Manor, ricco, potente ed esperto playboy, finch non commette il terribile errore di spezzare il cuore di Angelique Brouchard. Angelique, strega, lo trasforma in vampiro e lo seppellisce vivo. Due secoli pi tardi, Barnabas viene liberato involontariamente dalla sua tomba ed emerge nel diversissimo mondo del 1972. Tornato a Collinwood Manor, scopre che la sua un tempo grande propriet caduta in rovina. Ci che rimane della famiglia Collins se la passa poco meglio Che dire: nel celebre telefilm della ABC, Burton sembra aver trovato un soggetto delezione, la possibilit di dare vita a una soap-opera rock, un omaggio ilare e nostalgico agli anni della sua adolescenza e fornire una summa di tutto il suo immaginario: pop e avanguardia, carta da parati floreale e quadri in stile Tamara de Lempicka, parrucconi e freak. Tutto in Dark Shadows ricombinato in uno stupefacente lavoro di ricomposizione: la storia di una famiglia tormentata (ancora una volta i figli vengono fatti a brandelli dai padri, i traumi non si contano, lautorit sbeffeggiata), vivi e morti giocano un connubio straniante, amanti e streghe, innocenti e vampiri vagano come gli impiegati allora di punta. Come in Beetlejuice, lo score del film viene utilizzato come un vestito dArlecchino indosso al corpo di uno zombie. Burton si conferma ancora una volta unico nel saper trasformare ogni botola, ogni passaggio segreto, in un portale verso un sicuro paese delle meraviglie. Il problema semmai che in Dark Shadows c solo questimmaginario e non il senso che dovrebbe sottendere o le idee che dovrebbe veicolare. Quelle immagini scatenano ricordi del Burton migliore, ma rimangono solo immagini, suggeriscono poco. Ci che rendeva grandi i suoi migliori film non erano gli abiti neri di pelle, i castelli gotici o la nebbia nei boschi tetri, quanto ci che tutto questimmaginario rappresentava, ovvero la lotta contro la dittatura di un pensiero e uno stile di vita omologato color pastello e dal prato tagliato, che schiaccia lindividualit ed emargina la diversit invece che coltivarla come valore. una fase di ricerca per Burton. Forse giunto, con gli ultimi lavori, a un punto di non ritorno visivo e narrativo. Ma non disperiamo. Burton, dopotutto, maestro nel trovare uscite l dove vi sono solo mura, visioni occluse e oggettiva catalogazione. Aspettiamo con fiducia lultima botola, quella che lo porter oltre il suo cinema.

20

Gioved 17 maggio 2012

Cesena & Comprensorio


Montiano
Motori e musica

Cesena flash
Musica dallEuropa
Fa tappa anche a Cesena il festival europeo delle scuole di musica "Allegromosso". Seimila giovani musicisti daranno vita a 400 concerti gratuiti nelle province di Forl-Cesena, Ravenna, Rimini, Ferrara. Al Bonci e al giardino pubblico venerd 18 maggio dalle 16 alle 23 e sabato 19 dalle 11 alle 18. Il concerto nale, riservato per motivi di spazio ai giovani musicisti europei, si terr allIppodromo con lesibizione di Goran Bregovic e la sua Wedding & funeral band insieme a unottantina di giovani delle scuole di musica della regione.

Gambettola
Mostra collettiva

Gambettola

Incontro con suor Maria


Luned 21 maggio alle 20,45, presso la Sala Azzurra della parrocchia di Gambettola, si terr lincontro del ciclo FormAttivi. La relatrice della serata sar Suor Maria Gloria Riva, Madre Superiora delle Monache dellAdorazione Eucaristica che vivono presso il Monastero di san Lazzaro e santa Maria Maddalena a Pietrarubbia (Pesaro-Urbino).

Avr luogo sabato 19 e domenica 20 maggio la III edizione di "Rombo e Rock on the road" a cura della Pro loco. Sabato 19 alle 21 serata musicale con "I Radiorock". Domenica 20 dalle 10 esibizione di motocross, esposizione di api, auto, moto depoca, auto da rally, prototipi e gokart. Alle 15 giochi, dalle 16 alle 19 diretta con Radio Studio Delta e dalle 21 musica live con "I Ladrones".

Nella sala "Massimo Guidi" del centro culturale "Federico Fellini" rimarr aperta no a domenica 20 maggio la mostra di pittura e scultura degli artisti Denisa Karlikova, Malgorzata Kozcorowska, Vincenzo Papa, Rocco Mariano Salvatore e Adelchi Vigile. Parte del ricavato sar devoluto allAnglad di Cesena. Per info: 0547 45338.

A Longiano il concorso musicale

Lezioni allUte
La sala Fantini in via Renato Serra, venerd 18 maggio alle 15,30, ospiter Rabith Chattat dellUniversit di Bologna per una lezione sul tema "I cambiamenti nellarco di vita: costruire benessere (quali elementi lo favoriscono e quali lo ostacolano)". Marted 22 maggio alle 15,30 nella sala Vaienti della Cisl, Francesco Zanotti, direttore del Corriere Cesenate e presidente della Fisc, federazione italiana dei settimanali cattolici, parler di "Internet e territorio: due luoghi da abitare".

Rose e piante grasse


AllIstituto tecnico agrario in via Savio 2400, sabato 19 maggio alle 10, sar inaugurato il roseto realizzato dagli studenti del modulo "Vivaismo e Agroalimentare". Nelle giornate di sabato e domenica sar aperta al pubblico dalle 9 alle 18 la mostra "Grasse bello". In esposizione le pi belle piante grasse dei collezionisti romagnoli con esperti a dare informazioni sulle tecniche colturali.

i terr domenica 20 maggio a partire dalle 19, negli spazi adiacenti al convento francescano di Longiano, la quinta edizione del festival musicale "Alziamo la voce". La manifestazione, patrocinata dal Comune di Longiano, organizzata dallassociazione "Homo Viator" e dal centro giovanile "Forza venite gente". Sette le band in gara ("Alternative Heaven", "Interno 21", "Now or never", "Altro ritmo", "Grass chopper", "Frank-n-furter", "Eagles road") per un totale di 31 giovani artisti, tutti dai 16 ai 30 anni. "Il festival d la possibilit di far dialogare i giovani attraverso la musica - spiega frate Valerio Folli, responsabile del centro giovanile Forza venite gente -. Questanno i gruppi sono chiamati a presentare una loro canzone sul tema "I have a dream". Ogni gruppo eseguir 3 brani: linedito in gara e

Alziamo la voce insieme S

altri 2 pezzi di repertorio". I primi 3 classificati si aggiudicheranno buoni spendibili per lacquisto di strumenti musicali. Al gruppo con il miglior testo in gara sar assegnato anche il premio "Alberto Sacchetti" (dedicato al 17enne di Longiano che ha perso la vita in un incidente nel 2008), consistente in un buono omaggio per sala prove. Durante la serata saranno presenti stand gastronomici, giochi per bambini, mercatino equosolidale e lassociazione "Laquilone di Iqbal". Presenteranno levento Andrea Sarti e Manuel Zamagni. "Il festival raccoglie tutta lattivit dellassociazione "Homo Viator" di Longiano - spiega la presidente Monica Ricci -. Ognuno dei 90 associati d il suo contributo. un momento per sentirsi parte della comunit". Fra le attivit dellAssociazione, nata nel 2003, ci sono il doposcuola (rivolto ai bambini delle elementari), il centro giovanile

"Forza venite gente" (rivolto agli adolescenti), il villaggio estivo "San Francesco" presso Badia Prataglia (Arezzo), la squadra di calcio "Homo Viator". "Si tratta - spiega Elisa Romagnoli, responsabile della comunicazione dellAssociazione - di una realt laica che ruota attorno allo spirito francescano, e ai suoi valori di condivisione, fraternit, e accoglienza". Il centro giovanile "Forza venite gente" ("La saletta") aperto tutti i pomeriggi, dal luned al venerd, e, di sera, il venerd e il sabato. Educatori e si occupano dellaccoglienza e dellascolto dei 50 ragazzi che frequentano la "saletta". Da questanno attivo il doposcuola delle medie e un servizio di aiuto nello svolgimento dei compiti per i ragazzi delle superiori. Matteo Venturi

Gatteo

La Mille Miglia
Venerd 18 maggio la carovana di auto depoca che partecipa alledizione 2012 della Mille Miglia, "la corsa pi bella del mondo" come la den Enzo Ferrari, attraverser il Comune di Gatteo. Il passaggio previsto attorno alle 10.40 secondo il tragitto che da via SantAntonio porta alla provinciale di Gatteo verso Savignano.

Longiano

Allegromosso 2012
Il teatro Petrella e la corte del Castello malatestiano ospiteranno 400 giovani musicisti provenienti da molti paesi europei, venerd 18 maggio dalle 16 alle 23 e sabato 19 dalle 11 alle 18.

Gatteo

Serata musicale
La sezione Vallata Uso e Rubicone dellassociazione Italia Nostra onlus, in collaborazione con il Comune e la Bcc di Gatteo, ha organizzato la serata di musica "Ben venga Maggio 2012". Si svolger sabato 19 dalle 21,30 nel centro storico. Si esibir la 3Montiband di Montiano con lo spettacolo "Nel segno di Faber". Ingresso gratuito. La 3Monti band terr un concerto in piazza Garibaldi a Cervia gioved 24 maggio alle 20,30.

Festa e mostrascambio
In festa a Villa Silvia di Lizzano lAmmi, associazione italiana di musica meccanica, domenica 20 maggio dalle 15 con giochi, spettacoli di burattini e teatrali. Dalle 9 alle 18 rester aperta la 24esima mostrascambio di antichi organetti, grammofoni, radio e dischi.

Libro in omaggio
Sono ancora disponibili delle copie del libro Il Nevone del 12 voluto dal Comune di Cesena. Il libro in omaggio e i lettori del Corriere Cesenate possono ritirarlo presso la redazione (in via del Seminario 85 a Cesena, 0547/300258) negli orari di ufficio.

Cesenatico
Musica corale

Cesenatico

Festival musicale

Cesenatico

Incontro sulle cure palliative


Sul tema Cure palliative in Emilia Romagna: costruire il futuro si terr un convegno al Palazzo del Turismo venerd 18 maggio dalle 9 alle 18. E organizzato dalla Societ italiana cure palliative con il patrocinio dellAsl di Cesena. Saranno illustrati i prossimi traguardi come la formazione dei professionisti, lorganizzazione dei servizi, il conivolgimento del paziente e della famiglia.

Avr luogo venerd 18 maggio alle 21,45 nella chiesa di Santa Maria Goretti un concerto con la partecipazione dei cori Musica Enchiriadis, diretto da Pia Zanca; Cheur Mixte Paroissial La Caecilia (Svizzera); Kirchenchor St. Stephanus (Austria); coro lirico Araba Fenice diretto da Barbara Amaduzzi.

LXI festival musicale giovanile europeo "Allegromosso" far tappa anche a Cesenatico. Il teatro comunale e il museo della Marineria ospiteranno 400 giovani musicisti provenienti da tutta Europa che si esibiranno in 24 concerti per due giorni dalle 16 di venerd 18 maggio.

Cesena flash
Filarmonica della Scala
Al cinema Eliseo, luned 21 maggio alle 20, in diretta satellitare dal teatro alla Scala si potr assistere al concerto della Filarmonica, diretta da Fabio Luisi. In programma musiche celebri di Giovanni Gabrieli, Ludwig van Beethoven, Alfredo Casella e Ottorino Respighi. Al pianoforte il giovane Rafal Blechacz.

Cesena

Dialogo in famiglia
La comunit capi del gruppo scout Cesena V organizza un incontro su "Dialogo tra genitori e gli". Relatore la psicologa Lucia Lugaresi. La serata si terr presso la parrocchia di Santa Maria della Speranza il 23 maggio alle 20,30.

Roncofreddo
Sagra del pisello

Cesena flash
Dialetto sulle aie
Sullaia della famiglia Neri Giovanni e Valeria a Carpineta in via Chiesa di Casale 1000, gioved 24 maggio alle 21, leggeranno poesie in dialetto romagnolo Antonio Gasperini e Gino Della Vittoria. Gioved 31 alle 21 sullaia della famiglia Zavalloni in via Madonna dellolivo 2270 legger Denis Campitelli. Accompagnamento musicale dei "Gorghscur". Seguir un rinfresco.

Dal 18 al 20 maggio si terr la 43esima sagra del pisello. Venerd 18 alle 21 si svolger il Palio dei rioni. Sabato 19 alle 21 la compagnia locale "E Coch" presenter la commedia dialettale di Guido Lucchini "Padron e cuntadein". Domenica 20 dalle 15 alle 19 e dalle 20,30 alle 24 suoner lorchestra Patrizia Ceccarelli. In vendita, oltre ai piselli, altri ortaggi di stagione. In funzione stand gastronomico e apertura dei musei.

Viaggio nel colore


In esposizione no al 10 luglio nel Salone comunale nuove opere di Gianfranco Collina, dopo la mostra "Incantati dallarte, sollevati dal dolore" negli spazi del Bufalini nel 2011. Orari di visita: luned, marted, mercoled, venerd dalle 8 alle 13; gioved anche dalle 14,30 alle 17.

Sarsina

Camminata a Monte Facciano


La Proloco di Sarsina, in collaborazione con lAssociazione "Il Cammino di San Vicinio" ed il Comune di Sarsina, organizza per domenica 20 maggio una camminata al Monte Facciano. La partenza prevista alle ore 7.30 da Piazza Plauto. A conclusione un ristoro per tutti con cibi e bevande.

Bagno di Romagna
Mostra di pittura

Fattorie aperte
Secondo appuntamento con le "Fattorie aperte" domenica 20 maggio. Sono 17 le aziende agricole che in provincia aprono ai visitatori di tutte le et per presentare molteplici attivit: dalle tecniche di coltivazione alle produzioni, confetture, mostre, passeggiate. Consultare il sito www.fattorieaperte-er.it o www.provincia.fc.it/agricoltura.

La seconda esposizione della rassegna "Bagno darte 2012" al Palazzo del Capitano presenta oltre quaranta opere del pittore fusignanese Annibale Luigi Bergamini (1921-1992). E promossa dal Comune in collaborazione con quello di Fusignano. Orari di apertura no all1 luglio: mercoled e gioved dalle 16 alle 18; venerd e sabato dalle 16 alle 18 e dalle 20,30 alle 22; domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.

Sport

Gioved 17 maggio 2012

21

Rugby

Seconda promozione consecutiva per la squadra di Cesena. Il messaggio del sindaco Paolo Lucchi

Il Romagna Rfc vola in serie A1


omagna Rugby FC promossa in serie A1 grazie alla vittoria di domenica scorsa. Su un terreno di gioco allentato per labbondante pioggia caduta durante tutta la giornata, domenica 13 maggio si disputata allo Stadio del Rugby di Cesena la partita tra Romagna Rfc ed Amatori Rugby Capoterra, valida per il ventiduesimo ed ultimo turno del campionato nazionale di Seria A2. Prima dellincontro le due squadre erano divise da soli due punti in classifica, con i galletti avanti rispetto ai sardi ed in piena corsa per la lotta promozione. Il risultato si sbloccato soltanto al 33, quando Soldati ha trasformato un calcio di punizione conquistato dai propri compagni di squadra. Con due calci di punizione sbagliati da Arbizu, i romagnoli sono andati allintervallo in vantaggio per 3 a 0.

Il presidente Giovanni Poggiali, con il capitano Matteo Fantini (foto Gmz)

Il secondo tempo decisamente pi di marca romagnola, e vede i galletti andare in meta in tre occasioni, con Donati, Amato e Turroni: nei minuti finali i galletti sono allassedio del Capoterra per la conquista della meta che varrebbe il punto di bonus. La quarta marcatura per non arriva, ma da Rubano, dove la squadra locale era impegnata con il Rugby Club Valpolicella, giunge la buona notizia di un pareggio. I giocatori possono cos festeggiare il secondo posto e quindi la seconda promozione in due stagioni, dopo unannata vissuta da protagonisti in Serie A2. Il sindaco di Cesena Paolo Lucchi ha mandato un messaggio di felicitazioni per limpresa: "La palla ovale romagnola ha raggiunto la meta pi ambita, conquistando la massima divisione dopo che appena un anno fa avevamo festeggiato la promozio-

ne in A2. Unimpresa straordinaria che il Romagna rugby football club ha messo a segno al termine di un campionato combattutissimo e incerto fino allultimo. E questo la rende, se possibile, ancora pi bella e indimenticabile. Agli atleti e allo staff tecnico e dirigenziale della squadra desidero esprimere fin da ora i complimenti per questo grande risultato. Il rugby uno sport ruvido nella scorza e sano nei principi, in cui valori della lealt e del rispetto per lavversario hanno ancora un ruolo essenziale, come dimostra la bella consuetudine del terzo tempo. Ne abbiamo avuto conferma anche lestate scorsa, quando Cesena ha avuto lopportunit di ospitare lincontro amichevole fra la nazionale italiana e quella giapponese, vivendo un vero e proprio momenti di festa dello sport".

Contro la Roma il Cesena non ha sfigurato perdendo solo 3-2


Il capitano della Roma Francesco Totti in azione al Manuzzi (Pippofoto)

Futsal calcio 5
Dopo la bella vittoria contro il Bagnolo nella nale regionale di sabato 5 maggio, la Futsal calcio a 5 Cesena sta ricaricando le pile in vista delle nali che metteranno in palio la promozione in serie B. I ragazzi di mister Castellani sono stati inseriti in un triangolare con le seconde classicate dellUmbria e delle Marche e solo la vincente proseguir il cammino verso la nalissima di giugno. La prima avversaria dei cesenati sar il Gala 5 di Orvieto, cui i bianconeri andranno a far visita sabato 19 maggio prossimo: se i bianconeri dovessero vincere o pareggiare riposerebbero poi nella 2 giornata del 26 maggio per chiudere il triangolare tra le mura amiche del Minipalazzetto il sabato successivo contro la formazione marchigiana del San Crispino Juventina. In caso di scontta in terra umbra, la sda casalinga sarebbe in programma sabato 26 maggio. La Futsal, per proseguire il sogno promozione, dovr mettere in campo tutta la grinta e determinazione vista nel match dandata della nale regionale contro il Bagnolo e far tesoro delle disattenzioni difensive e cali di concentrazione che hanno caratterizzato in negativo la successiva gara di ritorno. Ci sono voluti i tempi supplementari per decretare la vincitrice (vittoria Futsal per 52 nella gara di andata e vittoria Bagnolo per 4-1 al ritorno) e solo grazie al miglior piazzamento in campionato i bianconeri sono riusciti ad avere la meglio. I ragazzi di mister Castellani sono attesi ora da un tour de force della stagione, ma sar molto stimolante per tutto lambiente andare a giocare questo tipo di partite per cercare di ben gurare e continuare la marcia verso la promozione in serie B. Mirko Giordani

Finalmente finita Ora spazio alla serie B


ra che il campionato di serie A definitivamente in archivio, il Cesena pu cominciare a programmare il prossimo torneo di serie B. I bianconeri di Romagna hanno concluso il proprio cammino, divenuto ormai pi di una sofferenza, senza nemmeno vincere una volta nel corso del girone di ritorno e sotto la gestione Beretta. Con soli 22 punti allattivo, e staccati

di ben 10 lunghezze dalla penultima (il Novara), i ragazzi del presidente Campedelli sono stati sconfitti anche dalla Roma nel corso dellultimo atto di serie A. Passati in vantaggio con Del Nero, i romagnoli si sono fatti superare da 3 reti giallorosse, prima dellacuto finale di Santana che ha scritto il 3-2 finale. Non solo il Cesena ha chiuso lontanissimo dalla penultima piazza, ma finito distante anni luce anche

dalla zona salvezza (-20 dal Genoa quartultimo). Una stagione fallimentare quindi che nulla aveva a che vedere con le aspettative iniziali. Ora serve rifondare quanto prima una squadra che ha bisogno di tornare a sentirsi tale: grintosa, competitiva e amata dal proprio pubblico. Serve innanzi tutto un tecnico emergente, e voglioso di mettersi in discussione, capace di riportare entusiasmo a una piazza che ha davvero bisogno di ritrovarne. Le speranze legate al calcioscommesse non lasciano presagire spazio per un eventuale ripescaggio del Cesena: ecco quindi la necessit di calarsi nuovamente nei panni del campionato cadetto. Una volta deciso il prossimo trainer e risolti i nodi dei contratti con i giocatori, il presidente Campedelli dovr tornare sul mercato per riallestire una formazione competitiva anche in serie B. Sfumeranno i profumati soldi legati alle televisioni (ben 20 milioni di euro), e ci sar solo un paracadute di 5 milioni per le retrocesse. Limpegno di sponsor legati alla societ e al territorio come Technogym e Orogel in primis, garantiranno in ogni caso la continuit del progetto targato Campedelli-Mancini. Eric Malatesta

Supermotard Marzio Ravaioli occupa la prima posizione nella classifica generale degli "Elite"

Moto club Gambettola: piloti a tutto gas


Si disputata ad Adria la seconda prova del Campionato regionale Emilia-Romagna di Supermotard, che ha visti protagonisti i piloti del Moto Club "Citt di Gambettola". Analizzando le singole categorie la prima buona notizia arriva dalla gara "Lady", dove la portacolori del team gambettolese, Arianna Marocchi, ha ottenuto il secondo posto nella gara di esordio per lei nel campionato che la vede occupare la 4^ posizione in classifica. Fra i debuttanti "Rookies", Stefano Liotta, e Giovanni Silvi hanno conquistato punti ed ora sono rispettivamente 9 e 11 in classifica seguiti al 13 e 14 posto dai compagni di squadra Roberto Riciputi e Andrea Balducci. Nella gara riservata ai "Challenge" successo un disguido organizzativo prima della partenza della 2^ manche, che ha penalizzato in modo particolare Emile Fellini, giunto quarto nella prima manche dopo essere stato protagonista di una spettacolare rimonta dopo una caduta causatagli da un avversario. Non essendo ben servito da impianto di altoparlanti che annunciavano linizio della manche e mancando un orologio nel box in riferimento dellorario, Fellini, pur presentandosi con 2 minuti di anticipo per posizionarsi sulla griglia, si visto ostacolare laccesso da un giudice di gara che gi stava discutendo animatamente con un altro concorrente. Nella classifica di "Challenge" c anche Jhonny Brunelli al 17 posto, incappato in una caduta. Nella categoria "Elite" si sta delineando una lotta a due allinterno del club gambettolese, fra Marzio Ravaioli, attuale leader della classifica generale e Fabio Buda. Nella prima manche aveva avuto la meglio Buda vincendola con buon margine proprio su Marchesini, che si imposto nella seconda mentre Buda rimasto vittima di una caduta, senza conseguenze, che gli ha fatto perdere posizioni in classifica che lo vede ora al 4 posto. Infine, buona prestazione del giovane Mattia Buda, giunto 4 nella terza gara del campionato Minicross Emilia-Romagna categoria senior 85cc (5 in classifica), disputata sul tracciato di Fratte di Sassofeltro (Pesaro-Urbino). Piero Spinosi

22

Gioved 17 maggio 2012

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

INTERVISTA A colloquio con larbitro Anacleto Bucci

Entusiasmo evergreen di unfischietto grigio A


bbiamo intervistato larbitro di calcio Csi, Anacleto Bucci, settantaduenne, che ancora scende in campo nelle gare riservate alle categorie giovanili e mette cos a disposizione dellassociazione la sua pluriennale esperienza. Quando iniziato il suo rapporto con il comitato cesenate del Centro sportivo? Agli inizi degli anni Sessanta, quando, gi arbitro dellAia (avevo infatti superato lesame nel marzo 1960), venni chiamato dallallora presidente, Gianfranco Valentini, e dal segretario Lucio DAngelo, ad arbitrare nel cortile dellIstituto Almerici le poche gare del campionato di calcio, che raggruppava sostanzialmente squadre parrocchiali (San Vittore, San Carlo, Montiano, Longiano, Bagnarola, Calisese, Vigor di San Bartolo). Per dare unidea di quei tempi, vi posso ricordare che a Montiano, ad esempio, non esistevano spogliatoi e che, a fine partita, tutti si buttavano a mollo in una grande tinozza di legno. Negli anni successivi il dirigente locale consent allarbitro di spogliarsi a casa propria e di usufruire del proprio bagno. Alla fine degli anni Sessanta, e precisamente nel 1969, Angelo Macchini, su insistenza di Valentini, fond il Gruppo arbitri di calcio del Csi Cesena. Come prosegu la sua carriera arbitrale? Dopo undici anni, nel 1971 venni ammesso in organico nei guardialinee per i campionati rivolti ai semiprofessionisti e da allora non potei pi arbitrare partite dei campionati Csi, salvo

Settantaduenne, larbitro cesenate ancora scende in campo nelle gare riservate alle categorie giovanili e mette a disposizione la sua esperienza
chiedere ogni volta lautorizzazione. Nel 1976 superai lesame per diventare commissario speciale per visionare gli arbitri della Lega dilettanti regionale, ma due anni dopo diedi le dimissioni, dal momento che era fortissimo in me il desiderio di ritornare in campo a dirigere le partite. Quando ritorn ad arbitrare nel Csi cesenate? Nel 1980, quando Ivo Belli, lamico fraterno con cui ho condiviso il medesimo percorso, gi in organico nella sezione arbitri Csi, mi convinse a tornare a far parte di questa, poco prima dellelezione a presidente del gruppo di un altro caro amico, Luciano Morosi. Era tanta la mia voglia e la mia disponibilit ad arbitrare, che venni premiato con

ANACLETO BUCCI, ARBTRO CSI DI SAN PIO X DI CESENA, DURANTE UNA SUA RECENTE GARA ARBITRATA (FOTO ARMUZZI)

la designazione nella finalissima del campionato di calcio dilettanti, disputatasi allo stadio Fiorita di Cesena. Quali sono i suoi impegni attuali come arbitro Csi? Dopo due anni di sosta, dovuta a gravi motivi familiari, sono rientrato a gennaio di questanno nel gruppo arbitri dellassociazione cesenate per dare la mia disponibilit nei campionati di calcio riservate alle categorie giovanili (scuola calcio, pulcini, esordienti).

Fine campionato

Calcio a 5 femminile e Calcio a 7 maschile


i conclusa la S22esima edizione del campionato di calcio femminile, cui avevano aderito complessivamente 27 societ suddivise in due raggruppamenti. Nel girone A il successo nale arriso allAsd Cotignola Calcio, che ha preceduto di quattro lunghezze il Futsal Club Castello e di cinque lAsbid Team; pi lontane il Santa Caterina Furie Rosse e la Dinamik Ronco. La Coppa Disciplina andata ad appannaggio del Villanova 3F. Per il girone B, il primo posto stato conquistato dalla Pol. Soglianese, inseguita a un solo punto dallAcd Miramare Real Toro: a maggiore distanza sono giunte lAsd Carpinello, la Pol. Panighina New Sport e lAcd Virtus San Mauro Mare. Vincono la Coppa Disciplina a pari merito la Dinamo Rontagnano e la Pol. 1980. terminato inoltre il decimo campionato di calcio a 7, in cui i verdetti nali hanno sancito le promozioni dal girone A della serie A del Salumicio del Fumaiolo e del Collinello Calcio 1964 A. La coppa Disciplina stata conquistata dal Mister X il Benessere. Nel girone B della serie A, dellAsd San Giorgio e dellAsd Bagnarola (la Coppa Disciplina stata vinta dallHomo Viator).

Appuntamenti

Pattinaggio artistico a rotelle


La societ di pattinaggio artistico a rotelle del comitato cesenate del Csi ha programmato la propria attivit di ne primavera, organizzando due eventi. Il primo di questi riguarda il Trofeo Primavera, che si svolger domenica 20 maggio presso la parrocchia di Case Finali a Cesena. Il secondo relativo al tradizionale appuntamento di ne stagione Pattini sotto le stelle, una serata di esibizioni per tutte le categorie, dai pi giovani ai pi esperti. La cornice in cui si disputer liniziativa la pista polivalente dellIstituto Lugaresi e, oltre alle atlete Csi, saranno presenti campioni e campionesse a livello europeo e mondiale. Dopo la pausa estiva la societ organizzer il 16 settembre il consueto Open Day per consentire a quanti sono interessati a questa affascinante disciplina di avvicinarsi a tale sport e poterlo praticare.

Pagina Aperta

Gioved 17 maggio 2012

23

Il direttore risponde

LOcchio indiscreto

Prosegue il dibattito sulla politica Nessuno pu permettersi di stare alla finestra


proposta del Presidente del Consiglio. Non ha sciolto il Parlamento che ha discusso e approvato il programma presentato da Mario Monti, ha proseguito nella sua attivit di avanzare proposte di legge, ha discusso e approvato o respinto disegni di leggi e decreti legge che il Ministero gli ha sottoposto per lapprovazione. Vi sarebbe stato congelamento delle procedure democratiche se il Presidente della Repubblica, a seguito della caduta del Governo Berlusconi, avesse sciolto il Parlamento senza indire nuove elezioni, per cui il nuovo Governo sarebbe risultato lunico organo costituzionale in grado di legiferare, senza alcuna istituzione di controllo del suo operato. Ha evitato il ricorso a elezioni anticipate, perch ci avrebbe rappresentato una iattura per lItalia. La campagna elettorale avrebbe congelato qualsiasi iniziativa necessaria per far fronte alla drammatica situazione del Paese, con la conseguenza che landamento del mercato dei titoli che lItalia avrebbe dovuto acquistare per sostituire quelli in scadenza e gli altri necessari per far fronte allaumento dellindebitamento, avrebbero determinato un costo insostenibile per il lievitare del tasso dellinteresse che avrebbe dovuto pagare per far accettare lacquisto da parte degli investitori internazionali, con laggravamento della situazione del debito pubblico e con ulteriori difficolt per reperire i mezzi necessari per il rilancio delleconomia e invertire la tendenza rispetto alla recessione in atto. Cordialmente. Vittorio Farabegoli Carissimo Farabegoli, il dibattito continua. Lauspicio lanciato da queste colonne sembra aver colto un bisogno assai diffuso nella gente e fra i nostri lettori. Daltronde, la situazione italiana e quella europea non fanno intravedere nulla di buono nel prossimo futuro. Siamo di fronte a un deficit di politica cui occorre reagire con la partecipazione a tutti i livelli. Se ne avverte lurgenza. Anche nelleditoriale di questa settimana, cui rimando, affrontiamo per lennesima volta questo dualismo fra economia (o finanza) e politica che si creato negli ultimi tempi. Un dualismo che non avrebbe ragione di essere se la situazione non si presentasse cos drammatica come invece si legge in ogni dove. Bisogna mettere in campo le migliori energie e le migliori intelligenze per tentare di uscire prima possibile da questa crisi. Se crisi significa anche opportunit, allora non possiamo farci cogliere impreparati. Nessuno pu permettersi di stare alla finestra. Alla prossima. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

aro Francesco, il tuo commento alla lettera di Stefano Spinelli, pubblicata sul "Corriere Cesenate" del 3 maggio scorso, con la quale Spinelli stesso manifesta il suo scetticismo sulla scelta operata dai partiti di fare un passo indietro sul problema del governo del Paese, consentendo la costituzione del Ministero a guida di Mario Monti, si apre con la dichiarata speranza che le riflessioni di Spinelli siano loccasione per aprire una discussione sulla situazione politica italiana. A me sembra opportuno confutare in primo luogo la tesi sostenuta da alcuni che la costituzione del governo Monti abbia congelato la democrazia nel nostro Paese. Credo poco alla tesi che Berlusconi si sia dimesso per senso di responsabilit. Credo invece che sia stata la sollecitazione inviatagli anche da esponenti del suo Partito a farsi da parte (Pisanu, Frattini, lo stesso presidente del Senato) perch era assolutamente urgente un cambio di linea politica da parte dellalleanza fra Partito della Libert e Lega; alleanza che, in dichiarazioni pubbliche, sottovalutava la gravit della situazione, e non era disponibile ad adottare una politica di rigore finanziario adeguata a farvi fronte. Mesi prima era stata predisposta dal ministro Tremonti una manovra finanziaria, con il taglio della spesa pubblica per lammontare di circa 70 miliardi. Tagli che avevano sollevato contestazioni da parte di molti ministri del Governo. La tendenza allindebitamento, se non si fossero adottati provvedimenti, diventasse inarrestabile e lItalia sarebbe venuta a trovarsi nella stessa situazione della Grecia. () Nonostante tale tendenza, alcuni ministri dellAlleanza-Partito della libert- Lega, Berlusconi compreso, chiedevano a Tremonti lallentamento della stretta. Era un comportamento responsabile? Il secondo motivo per il quale non vi stata, con la costituzione del Governo Monti, la sospensione delle garanzie democratiche in Italia, consiste nel fatto che proceduralmente il Capo dello Stato si mosso nel rispetto dei suoi poteri costituzionali e gli organi elettivi (dal Parlamento, ai Consigli regionali, provinciali e comunali) sono rimasti e sono tuttora in carica. La procedura seguita dal Capo dello Stato nel conferire il mandato a costituire il suo Governo a Mario Monti avvenuta nel rispetto dei suoi poteri, perch rientra fra quelli conferitigli dalla Costituzione (art. 92) come pure la nomina dei ministri, su

vero che c stato il nevone. vero anche che non semplice intervenire subito in tutte le situazioni critiche. Per dobbiamo dire che non un biglietto da visita per Gambettola presentarsi a chi entra in paese dalla via Capannaguzzo con il cartello di localit e un segnale stradale che va di traverso. Forse il caso di ripristinare quanto prima: ne va anche della sicurezza stradale, viste le doppie curve che incombono.

Pieve di Monte Sorbo, gioiello affascinante di architettura


Caro direttore, domenica 12 maggio - in una cornice di popolo di centinaia di persone - stata riaperta e inaugurata, dopo i restauri, la pieve di Monte Sorbo, gioiello dellarchitettura romanica ritornata al suo fascino originario. La bellezza di quel luogo - immerso fra le nostre dolci colline di Romagna -, la memoria di tanta famiglie e persone che l hanno vissuto e lavorato, l hanno sofferto e pregato, mi hanno sollecitato a dedicare alcuni versi a quelle pietre e alla gente che ha amato quella chiesa. In particolare a Marino Mengozzi, artefice primo del recupero di questo monumento darte e di storia. Grazie dellospitalit. Franco Casadei

LA PIEVE DI MONTE SORBO*


L, fra le colline te ne sei stata per troppi anni sperduta fra boscaglie e sassi, un sentiero sconnesso di erbe e ghiaia mi portava al viale di cipressi, ti riconoscevo da lontano nelleleganza austera delle tue pietre antiche. Dimora senza commensali, nella pazienza mani benevole hanno avuto di te cura, hai ritrovato delle origini la luce primitiva e il tuo respiro. Torner, quando - adornata del vestito nuovo tutti ti avranno fatto festa, riascolter i riverberi di canti popolari, di voti nuziali, rivedr, a ritroso, mani contadine a invocare la pioggia per i campi a supplicare protezione per s, per gli animali risentir le campane a morto atti di dolore, invocazioni, pianti le donne a capo coperto con i loro manti ritorner per sostare sotto la tua volta - ancora odorer dincenso e di candele a riascoltare voci e memorie, a riassaporare avvenimenti e storie. * in occasione della riapertura della pieve dopo i restauri (12 maggio 2012)

viale Carducci, 49 47521 Cesena tel. e fax 0547 22211 cell. 336 548370

ZONA IPPODROMO: in palazzina dei primi anni 90 appartamento di ampie dimensioni composto da soggiorno, cucina abitabile, 3 letto, 2 bagni, 2 balconi, taverna con predisposizione cucina e garage doppio. Trattativa riservata. / Rif. 0056 SAN MAURO IN VALLE: a pochi passi dal centro, immersi nel verde appartamenti di nuova costruzione ad alto risparmio energetico. NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE ZONA STADIO: appartamento al primo piano composto da ingresso, soggiorno, cucina, 2 letto, bagno, balcone, cantina e garage doppio. Buono stato di conservazione. 180.000 / Rif. 1128 CASE FINALI: in zona verde e tranquilla appartamenti di nuova costruzione di varie tipologie con giardino o sottotetto, ottime finiture con riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA LOCAZIONI CESENATICO: a due passi dal mare al secondo piano appartamento ristrutturato composto da soggiorno con angolo cottura, 2 letto, bagno, balcone e posto auto. ARREDAMENTO NUOVO. Affitto 6.000 da maggio a settembre / Rif. 1160 IPPODROMO: appartamento su due livelli di ampie dimensioni in contesto da 3 unit composto da ampio soggiorno con camino e angolo cottura, 3 letto matrimoniali, 2 bagni, lavanderia, balcone, ampia mansarda con terrazzo e 2 posti auto esterni. NON ARREDATO. Affitto 950 / Rif. 1094

info@agenziamedri.com

maurizio@agenziamedri.com

LONGIANO: Palazzo storico completamente ristrutturato con 6 unit abitative, tavernetta e relativi servizi. Corte interna e caratteristiche architettoniche di pregio. Trattativa riservata. / Rif. 0018

MILANO MARITTIMA: in splendida posizione a pochi passi dal centro appartamento composto da soggiorno, cucina in nicchia, camera da letto, bagno, ripostiglio, terrazzo di 40 mq circa e 2 posti auto riservati. Trattativa riservata. / Rif. 1016 CENTRO STORICO: appartamento con impianti autonomi composto da soggiorno, cucina, camera matrimoniale, bagno. Pavimento in cotto e travi a vista. 180.000 / Rif. 0925

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

ALLERGIE ATTENZIONE A DIAGNOSI FAI DA TE


Calcio: arbitro di 72 anni ancora in campo
C.I.P - Corso Sozzi 39 - Corriere Cesenate 2011 .