Sei sulla pagina 1di 16

Giravoce

- scuola news Venerd, 27 gennaio 2012 Anno 1 Numero 7 0,50

OPEN DAY:
preparazione e soddisfazione!
Di Benedetta Melloni (VA)

Prima pagina Cronaca

Ritorno a scuola
Le nostre rilassanti vacanze sono finite e la scuola ricominciata
Di Eleonora Fava (V A)

Il giorno 21 gennaio la scuola Elisabetta Renzi ha fatto lopen day. Stavolta a presentare la scuola stata la classe quinta; per l'evento, la classe ha fatto tante cose sul tema del Carnevale. Ripercorrendo la storia e l origine della festa, ha colorato maschere, ritagliato informazioni, scritto filastrocche attaccando,poi, tutto al muro: la nostra scuola si riempita di colori! Finalmente il grande debutto arrivato e, per fortuna, andato tutto P bene; all'open day non arrivata molta gente, ma stato divertente lo stesso! I bambini di quinta hanno fatto da guida (con tanto di cartellino appeso e carpetta!) e qualcuno ha aiutato i bambini pi piccoli a colorare.

Sono sicura che tutti noi abbiamo trascorso delle belle vacanze natalizie; purtroppo le vacanze sono finite e la scuola ricominciata. Il ritorno a scuola sar pi difficoltoso perch bisogner affrontare argomenti pi difficili e ci si dovr impegnare di pi; abbiamo, infatti appena sostenuto delle prove comuni. In questo periodo ci saranno le pagelle del primo quadrimestre; secondo voi le maestre/i in questo nuovo anno saranno pi severe/i? Io non ne ho idea, lo scopriremo durante lanno. Auguro un buon inizio anno a tutti!

Che shock! Sono arrivate le prove


comuni
Di Francesco Fava (IVA)

Preparatevi, sono arrivate le prove comuni!Bisogner spremersi le meningi come non mai. Ma se volete evitare di prendere brutti voti o di fare scenate apocalittiche dovete studiare, cos non avrete voti che traumatizzeranno la mamma o il pap. Se sarete fortunati le prove saranno facili, se sarete sfortunati potrebbero capitarvi quesiti impossibili da risolvere. Vi immaginate dover rispondere a queste domande? -''Mi dica la lunghezza in millimetri dell'Italia?''
1

PerPe stato me entusiasmante: all'inizio Domande impossibili! eravamo un po intimoriti, ma, dopo aver parlato con le persone Vi almeno una volta, stato facile!

-''Mi dica, quanti minuti vissuta la civilt Egizia?'' Gli alunni, in attesa delle importanti prove comuni, passano notti intere a studiare, presentandosi a scuola con le occhiaie. Vi consiglio di studiare il giorno e di non passare la notte in bianco cos sarete riposati per le tanto attese prove comuni.

IL TERRORE DELLE PAGELLE


Di Emma Battaglia (IV A)

Febbraio ormai arrivato: il carnevale e la neve (che attendiamo con impazienza) lo rendono bellissimo, ma questo mese terrorizza gli alunni, infatti presto arriveranno le pagelle!!! Il primo quadrimestre ormai finito ed il 2 febbraio avverr la consegna delle pagelle. Gli alunni arrivano a scuola ancora addormentati e con le occhiaie che toccano terra, perch la notte non la trascorrono a dormire, ma a studiare ore e ore per le verifiche di fine quadrimestre. Questa settimana stata molto faticosa per tutte le classi, ma spero che tutti abbiano preso bei voti.

Recita di Natale
Impressioni ed emozioni
Di Lorenzo Beghelli e Thomas Benedetti (VA)

Il giorno 21/12/2011 tutte le classi si sono esibite al teatro Pandurera per lo spettacolo di Natale. Il tema di quest anno stato Canto di Natale. Per lo spettacolo tutti si sono esercitati molto; tutte le volte che cera ginnastica si doveva provare, cos abbiamo fatto molte prove con Riccardo, nelle sue ore. Le prove sono andate avanti a lungo, poi, finalmente arrivato il momento della recita: tutti erano preoccupati per lesibizione (tanta era la paura di sbagliare). La recita iniziata con il discorso di Suor Stefania ( la direttrice della scuola ), poi si sono esibite tutte le classi. Lapertura del sipario ha visto le classi terze, quarta e quinta suonare col flauto Jingle Bells, mentre i bimbi di prima addobbavano un albero. In seguito tutte le classi si sono esibite in canti e balli: prima la V A, poi la IV A, poi le terze, la II A e infine la I B. Abbiamo provato molte emozioni quella serata: la paura di sbagliare la parte e di essere in un teatro tanto grande con un pubblico di fronte; la gioia e il divertimento. Il pubblico era numeroso e attento; ha applaudito molto e noi siamo stati proprio contenti del risultato. La recita stata molto bella! Una volta finito lo spettacolo, noi di V siamo andati a vendere il giornalino.

SIAMO IN INVERNO
Della classe III B

Ci troviamo nel bel mezzo dellinverno. Le temperature sono molto basse: al mattino, molti di noi, in macchina con i genitori, controllano il termometro che segna sempre, di media, -2/-3 gradi. Sempre al mattino, i tetti delle case, i campi e gli alberi sono ricoperti di brina che nelle belle giornate piano piano si scioglie.
2

E importante indossare un abbigliamento adatto: maglioni, giubbotti pesanti, guanti, cuffie e sciarpe sembriamo tutti dei fagottini! A causa del freddo, alcuni di noi, sfortunatamente, si sono ammalati. I malanni sono sempre gli stessi: raffreddore, tosse, febbre e chi pi ne ha pi ne metta Nonostante il gelo e le basse temperature, non mai nevicato. Riguardo ci, c un aspetto positivo e uno negativo. Il primo che i viaggiatori possono guidare con pi sicurezza; il secondo che i bambini (ma anche gli adulti!) non possono divertirsi giocando con la neve. Viviamo serenamente linverno, osservando quali altri cambiamenti ci porter

Cultura e societ

A SPASSO NEL TEMPO


Dalle necropoli alle sinagoghe: quante meraviglie!
Della classe VA

Marted 17 gennaio la nostra classe si recata a Ferrara per visitare il Museo Archeologico, che racchiude i tesori rinvenuti nella sepolta citt etrusca di Spina. Tutti i reperti sono stati trovati tra linizio e la met del 900, durante alcuni lavori di bonifica nel territorio paludoso delle valli di Comacchio. Si tratta di moltissimi oggetti di uso quotidiano che erano stati sepolti con i defunti: stiamo parlando proprio di una ricca necropoli nella quale sono state scoperte oltre 4000 tombe. Attraversando le sale del museo abbiamo visto vasi attici con le tipiche figure rosse su fondo nero, piatti e coppe tutti riccamente decorati, candelabri e addirittura una grattugia. La stanza che pi ha colpito la nostra attenzione stata quella che racchiudeva tanti oggetti in oro (spille, orecchini e anelli) e in pietre preziose (collane, vasi per profumi); abbiamo potuto vedere dalla cura per la decorazione, lattenzione ai dettagli e la lavorazione, quanto fosse ricca e progredita la civilt etrusca!

Dopo questa visita, siamo andati al museo ebraico, proprio perch a Ferrara, era concentrata una comunit piuttosto numerosa di Ebrei. In classe, tra laltro abbiamo avuto diverse occasioni per parlare di Ebraismo, del popolo ebraico, del concetto di razza e razzismo e dei terribili episodi che ne sono scaturiti; inoltre ricorre, tra non molto, il giorno della memoria. Quale occasione migliore, dunque! Abbiamo raggiunto a piedi il museo, dove abbiamo potuto visitare due sinagoghe tuttora in funzione. La guida ci ha fatto separare, disponendo i maschi da una parte e le femmine dallaltra; Thomas e Lorenzo hanno dovuto indossare la Kippah, il tipico copricapo ebraico. Nelle sale del museo abbiamo visto un rotolo della Torah, il loro testo sacro (che corrisponde al nostro Antico Testamento), rigorosamente manoscritto, ma che non si pu toccare. Per questo deve essere fatto ruotare su due perni per poterlo leggere! Molte altre cose ci hanno stupito e rattristato insieme; ad esempio che gli Ebrei erano costretti a rimanere chiusi in una zona ben definita della citt (il ghetto), che alla sera veniva chiuso a chiave. Questultime sono infatti conservate al museo. Una volta usciti, abbiamo raggiunto la stazione e siamo saliti sul treno per San Pietro in CasaleE stata una gita molto interessante!

Chiara: Mi piaciuto il museo etrusco perch abbiamo capito, attraverso ci che ci hanno lasciato, che cosa usavano gli Etruschi . Il museo ebraico non mi piaciuto perch ricorda tante cose tristi. Ilaria: La cosa che pi mi piaciuta stata la stanza dei gioielli etruschi perch mi ha stupito vedere loro. Non mi piaciuto vedere il ghetto ebraico perch mi dispiace pensare ai bambini morti nel campo di concentramento. Benny: mi piaciuto molto la stanza dei gioielli perch erano in oro ed erano belli. Mi piaciuto tutto, ma se devo dire quello che mi piaciuto di meno, allora erano gli articoli dei giornali dove dicevano che i bambini ebrei non potevano frequentare la scuola Lucilla: Mi piaciuta la sinagoga perch cera la Torah, che non si poteva toccare con le mani. Non mi piaciuta la stanza dei gioielli perch non mi piacciono i gioielli. Thomas: Mi sono piaciuti i vasi dellarcheologico perch erano molto colorati, mentre mi piaciuto meno il ghetto ebraico. Lorenzo: Mi piaciuto di pi il museo etrusco perch era molto decorato. Eleonora: Mi piaciuto tutto perch erano cose interessanti che non avevo mai visto.
4

Le nostre impressioniraccolte da Anna Maria

LEZIONI DI MUSICA

MUSICA MAESTRO!
Perch amare la musica?
Di Lucilla Pisi (VA)

Questanno la musica vera e severa, perch abbiamo un maestro di musica eccezionale che ci fa suonare dei pezzi che piacciono a tutti. Adesso andiamo a conoscere lopinione di alcuni bambini attraverso queste domande: - Ti piace studiare la musica? Perch? - Cosa fai nellora di musica? - Che cosa ne pensi del maestro? Alessandro: Non tanto, perch il maestro severo. Nellora di musica suoniamo il flauto. Il maestro anche abbastanza buono, perch ci fa ridere. S, perch vorrei imparare a suonare bene il flauto. Nellora di musica impariamo a suonare le note. Il maestro mi fa sempre ridere, perch fa gesti strani. S, perch mi piace suonare il flauto. Abbiamo imparato due canzoni. Il maestro bravo, perch insegna molto bene. S, perch ho voglia dimparare a suonare il flauto. Abbiamo imparato unimportante nota: il DO della SECONDA OTTAVA. E molto bravo perch insegna bene. S, perch si suona insieme. Abbiamo imparato alcune note: SI, LA, SOL e DO della SECONDA OTTAVA. E un posevero, ma scherza molto.

Marialuna:

Tommaso:

Mattia:

Eleonora:

NOTE AMATENOTE STONATE


Della classe II A

La musica per me armonia...le musiche preferite, che ascolto tutti i giorni quando torno da scuola sono Danza Kuduro e Waka Waka. Quando a scuola faccio lezione di musica mi diverto tanto. (Laura)

A me piace quando seguo la lezione di Davide, perch bello suonare il flauto. Mi piace anche quando scriviamo le canzoni sul quaderno. Il mio strumento preferito il pianoforte e la mia canzone preferita Danza Kuduro. (Anna) 5

Anna

Quando sento la musica mi emoziono: se ascolto la canzone di Shrek e quando suoniamo il flauto tutti insieme. Per me Davide un po' severo, ma scherza. La mia canzone preferita Danza Kuduro e lo strumento Io suono il flauto e ho suonato la batteria. Le mie canzoni preferite sono: Il pi grande spettacolo dopo il big bang di Jovanotti, Danza Kuduro e Waka Waka. (Sara) che preferisco il pianoforte. (Asia)

Asia

Il mio cantante preferito Michael Jackson e le canzoni sono Danza Kuduro e Waka Waka. Davide ci ha fatto imparare il do. Quando ascolto la musica mi rilasso e gioco con il Nintendo 3 DS e alcune volte corro. (Sofia)

Mi piacciono le canzoni di Michael Jackson, Danza Kuduro, Waka Waka, Shrek...e mi piace anche quando suoniamo il flauto con Davide: mi piace molto la musica! (Martina)

A me piace ascoltare la musica rock; il mio cantante preferito Michael Jackson. A scuola mi insegnano musica e sappiamo le note fino al do della seconda ottava. Scherza molto il maestro di musica; ci insegna a suonare il flauto e il marted mi insegna anche a suonare la chitarra. Mi piace molto lo Zecchino D'oro, soprattutto quando cantano nuovi brani. (Alessandro)

Per me l'ora di musica bella, perch impariamo melodie e nuove canzoni; bella anche perch suoniamo il flauto. Davide molto gentile con noi e durante l'ora di musica suona con la chitarra tante canzoni belle. (Giovanna)

La musica per me una melodia fantastica: come se io fossi in un prato di farfalle colorate che svolazzano intorno a me mentre suono l'arpa. Mi piace anche il rock di Ligabue, gli Stadio, il Big Bang di Jovanotti, la musica lirica, Roberto Cacciapaglia, Danza Kuduro e le canzoni di Natale. (Maria Luna)

Per me la musica bella e melodiosa, spero che anche a voi piacciano le canzoni e le melodie. La musica per voi bella? Buona musica a tutti! (Tommaso M.)

La musica per me un modo per esprimersi con amore o con poco amore, comunque pu essere anche senza parole e solo con la musica...si capisce comunque. Con Davide mi sento bene e mi immagino un concerto: mi sento cullata da tutte le musiche, dalle ninna nanne al rock'n roll, Michael Jackson o Danza Kuduro... Insomma mi piacciono tanto le canzoni, ma la mia preferita una di cui non so il titolo.... Io di solito canto in doccia, quando mi cambio o magari nella mia mente (quasi sempre). Ciao a tutti e godetevi la musica! (Eleonora)

Eleonora

A me piace molto suonare il flauto, perch sento delle note meravigliose. Davide per me un maestro meraviglioso e ci fa imparare le note musicali; un maestro di gran classe...un gran maestro!!! Le mie canzoni preferite sono Waka Waka, Danza Kuduro e il mio cantante preferito Michael Jackson. (Marta)

Per me il pianoforte uno strumento rilassante...ma la batteria, lo devo dire, quella proprio da sveglia! Vorrei suonare la chitarra e il basso. Uno dei miei cantanti preferiti Freddy Mercury (Queen), poi mi piace Mingardi e Giacomo, il Bassista di Mingardi (che ha un altro gruppo, il Quartetto Desueto...anche se in realt sono in cinque). (Gabriele)

Gabriele

A me piace suonare il flauto, perch cos gli altri Io suono la musica e l'ascolto; mi possono ascoltare. il mio cantante preferito Mi piacciono Danza Michael Jackson. Kuduro e Waka Waka, Mi piace suonare la batteria e perch sono canzoni la chitarra e mi piacciono allegre e belle. Io quando ascolto la musica mi sento rilassata, mi sembra che la musica mi porti via. anche Waka Waka e Danza (Francesca) Vorrei suonare la batteria oppure la chitarra. Kuduro. (Lorenzo) Quando faccio musica a scuola con il flauto, anche se facciamo un po' di rumore, bello e quando ascolto la musica a casa mi sento bene. Francesca Le musiche che mi piacciono sono Danza Kuduro e Waka Waka.(Lucrezia)

Durante l'ora di musica mi piacerebbe imparare a suonare Tu scendi dalle stelle...mi piace tanto la musica e sono contento che suoner la batteria. (Riccardo)

Per me Davide un maestro davvero bravo, perch ci fa fare tante cose con il flauto. Mi piacciono Danza Kuduro, Waka Waka e Alexandra, perch famosissima e anche molto brava a cantare. (Alice)

La musica per me una dolce melodia; mi piace Michael Jackson, Thriller e mi piaciuta la canzone di Shrek, Danza Kuduro e

Waka Waka. (Tommaso C.) Tommaso C.

Io ascolto la musica per calmarmi quando sono arrabbiato e dopo mi addormento sempre; prima per mi calmo e ballo con quello con cui ho litigato e mi emoziono. (Lio)

Io suono la chitarra...mi piace fare musica, perch Davide ci fa imparare canzoni belle. (Mattia)

Lio

Speciale Carnevale
IL CARNEVALE: UNA FESTA PAZZESCA
Di Davide Edoardo Seikaly (IV A)

Il carnevale arrivato e tutti vanno a comprare il costume nuovo! Al carnevale vedi dei carri bellissimi, ma c' sempre molto baccano, per via della musica. Ma che carnevale sarebbe senza della musica? Molta gente si diletta lanciando coriandoli, caramelle, giochi e palle e altre persone si divertono a prenderli. Ci sono anche persone che lanciano stelle filanti con bombolette spray. Puoi vedere carri a forma di insetti, mostri, super eroi e personaggi dei cartoni animati. Il carnevale a scuola meno agitato, ma festeggiamo mangiando e soprattutto non si studia! Andiamo anche in piazza dove tiriamo le stelle filanti ai passanti e ci divertiamo tantissimo. Tornati a scuola, insieme alla classe V A balliamo, facciamo il gioco delle sedie: ci sono delle sedie messe in cerchio ed ognuno deve riuscire a guadagnarne una. Il carnevale davvero una festa pazza perch si pu ballare e giocare come matti.

Maschere centesi
Di Giovanni Fabbri (IV A)

Il carnevale, qui a Cento, una festa rumorosissima:tutte le persone si scatenano come pazzi; i carristi mettono la musica a un volume altissimo. Il carnevale loccasione per sfoggiare i costumi che le bambine hanno negli armadi (principessa, duchessa, baronessa) che spolverano e indossano, i bambini invece non vedono lora di trasformarsi in Spider-man, Zorro, Super-man.
10

Il carnevale viene festeggiato anche a scuola con: stelle filanti, coriandoli, salatini, e molti dolci. In piazza vengono invitate (per fare da madrine al carnevale di Cento) anche persone famose che si esibiscono in prodezze da urlo. Quando arrivano i carri (che sono giganti) le persone rischiano di essere investite. Essi sono composti da figure di cartapesta e sulla torretta centrale sono pieni di palloni, caramelle e salvagenti. Quando arrivano in piazza lanciano tutto. Ma bisogna fare attenzione alle caramelle, altrimenti le persone si fanno molto male e si lamentano. Vi consiglio di andare al carnevale di Cento per passare una giornata magnifica.

Il carnevale della 1A
Guardate guardate signore e signori, ne vedrete di tutti i colori! Arlecchino birichino, Brighella faccia bella, Scaramuccia che mangia anche la buccia, Tartaglia quando canta non tartaglia, Meneghino per Milano fa lo spadino, Pierrot a Paris dice: bientt!. Beppe Nappa con la manica non zappa, Pulcinella la domanda sempre bella, Gianduia pare un gianduiotto che fa un bel figurotto, Balanzon ha sempre il suo panzon e Pantalon piange sempre un soldon!

Langolo degli artisti e degli scrittori


- TESTI DESCRITTIVI -

L'AULA PIU DECORATA DI TUTTA LA SCUOLA


Di Nicolas Girotti (IV A)

La mia aula di color crema, il soffitto bianco ; le pareti sono alte, ma strette. Non un'aula ampia, ma noi la troviamo confortevole, perch siamo in otto alunni. L'aula ha molti cartelloni e una lavagna abbastanza grande che all'intervallo viene utilizzata per giocare a tris o per fare disegni.
11

Abbiamo appeso alla parete la cartina dell'Italia; la utilizziamo a volte durante l'ora di geografia. Abbiamo un mappamondo col quale ci sfidiamo nel riconoscimento dei continenti. Vi anche uno scaffale che contiene tutti i nostri libri e gli strumenti che servono per arte e una cattedra per l'insegnante. Dalla finestra si vede il giardino a cui noi aspiriamo, per trascorrere l'intervallo, tutte le volte che ne la possibilit. L'aula mi piace perch molto addobbata e anche perch la nostra !

IL GIARDINO NASCOSTO
Di Pietro Vignoli (IV A)

A scuola c un giardino nascosto, pieno di giochi ! Per vederlo, per, bisogna andare a scuola ! In primavera, il giardino nascosto pieno di tutti i colori dell arcobaleno, ma anche di odori come il profumo delle rose, dell erba tagliata, dei tigli in fiore. Nel giardino nascosto ci sono un campo da calcio e uno da basket. Nel parco c un grande scivolo con il ponte mobile e le torri, un altro scivolo dove ti puoi arrampicare grazie a delle corde. In giardino facciamo molti giochi come: Strega ghiaccio in cui lo scopo del gioco liberare dei compagni. A volte giochiamo a Nascondino e ci nascondiamo dietro gli alberi.

La palestra multiuso
Di Andrea Ferioli (IV A)

La palestra uno spazio della scuola. E bianca e, ai lati, ci sono due porte fatte con lo scotch giallo, che usiamo per giocare a calcetto. In palestra ci sono tanti attrezzi : i cerchi, i palloni, i cinesini, i fioretti ( un tipo di spada ) e la maschera per lo sport della scherma. La scherma uno sport dove bisogna colpire il petto dellavversario con il fioretto; i bambini sono felici di praticare questo sport. Un altro gioco che piace a tutti palla seduti, dove ci si pu muovere solo strisciando il sedere, si pu passare la palla e fare goal nella porta, per impegnativo perch non c un portiere fisso perci tutti gli avversari vanno in porta. Riccardo dice che ci fa fare questo gioco per pulire il pavimento. In palestra ci andiamo anche durante l intervallo assieme alla 5A, giochiamo a ti piace il tuo vicino? : un gioco dove un bambino sta al centro e gli altri si siedono attorno. Il bambino al centro chiede ad un altro se gli piace il suo vicino, se il bambino risponde di s i compagni a fianco si scambiano il posto prima che quello al centro glielo occupi.
12

Stare in palestra non solo svago e divertimento, se una classe non si comporta bene viene assegnato un pallino. Dopo tre pallini dobbiamo stare in silenzio ed a cinque dobbiamo tornare in classe. La classe che a fine mese ha avuto meno pallini sceglie cosa fare per tutta la lezione.

La mia classe composta da venti alunni


Di Lorenzo Manderioli (III A)

La mia classe composta da venti alunni. Abbiamo una classe molto numerosa e anche molto bella. Ginevra molto aggraziata perch balla sempre, poi c Laura che timida a parlare. Marco brontolone, tutti quanti hanno una caratteristica. Anna, la maestra, molto brava a insegnare e porta tanta pazienza con noi. una maestra bravissima. La nostra aula piccola, ma piena di cartelloni e ci starebbe qualche altra cosa. Nella mia classe siamo sempre in movimento e non ci fermiamo mai. Nellintervallo ci divertiamo molto, per quando si tratta di scrivere ci rifiutiamo sempre, fare le operazioni lo preferiamo, pi bello e ci divertiamo. Abbiamo molti libri da leggere e tanti esperimenti ancora da fare, del tipo il vulcano e Triosp. Lunico stato quello del garofano colorato. Noi a scuola ci comportiamo bene, cio mai! La scuola dura, ma riusciamo per a resistere!

La mia classe composta da venti alunni


Di Ginevra Battaglioli (III A)

La mia classe composta da venti alunni, siamo tutti un intero corpo formato da venti bimbi. Ma non siamo soli, con noi c anche Anna, la nostra maestra, lei sa come rallegrare ogni cosa .Stare in questa classe troppo bello, io provo un sacco di sentimenti fantastici verso la scuola: che stupenda, che la pi bella del mondo, insomma questa scuola la amo ; la amo perch ogni alunno ha la sua specialit, cio ognuno ha qualcosa in pi degli altri, ma tutti, per me, sono un po speciali .La classe pi bella del mondo la 3 A E Renzi. L gli alunni sono fantastici e tutto ci che c fantastico.

- TESTI ARGOMENTATIVI MASCHIO O FEMMINA? (Lucilla Pisi) Nella mia classe siamo otto bambini e ci sono solo due maschi; nonostante siano pochi, a volte si mettono in mostra con delle sciocchezze. Proprio per questa ragione, cercano in tutti i modi di essere pi duri con noi, anche se non lo sono. Per esempio, durante la ricreazione, mentre noi femmine giochiamo insieme, i maschi si mettono a spiare quel che facciamo, perch vorrebbero partecipare, ma per fare i duri ci disturbano e ci dicono che loro sono maschi e che non possono fare giochi da
13

femmine. E per questo motivo che la maestra ci fa discutere su questi argomenti, per farci capire dove sbagliamo e come andare daccordo. Ieri, per esempio, abbiamo raccolto i pareri riguardo pregi e difetti di maschi e femmine, ed venuto fuori che i maschi si credono forti, coraggiosi, competitivi, accusando noi femmine di essere capricciose, vanitose, piagnucolone. Noi, invece, abbiamo sostenuto di essere sincere, sensibili, pazienti, furbe e abbiamo sottolineato che i maschi sono violenti, aggressivi, rabbiosi e cocciuti. Io sono contenta di essere femmina, perch ho i miei pregi e i miei difetti, ma se fossi nata maschio, avrei detto la stessa cosa; infatti, importante il comportamento e non il sesso della persona. Penso anche che, oggi, i maschi abbiano paure delle femmine, perch vedono che sia luno che laltra possono fare le stesse cose e avere le stesse possibilit. CONFRONTI (Thomas Benedetti) In classe ci siamo confrontati sulle differenze tra lessere maschi o femmine. Sono emersi molti argomenti: dal punto di vista del carattere, i maschi sono diversi dalle femmine, perch queste sono sensibili, pazienti, generose, precise e aperte al confronto. I maschi, invece, sono forti, violenti, hanno poca paura e sono aggressivi, poco dolci e competitivi, coraggiosi, sportivi e rigidi. Naturalmente sia maschi che femmine hanno dei difetti: le femmine sono capricciose, cocciute, testarde, vanitose e piagnucolone; i maschi sono meno bravi, testardi, rabbiosi, immaturi e vogliono mostrare il lato pi duro anche se non ce lhanno. PERFETTI INSIEME (Ilaria De Luca) Sono contenta di essere nata femmina, ma allo stesso tempo, penso che gli uomini abbiano delle qualit che le donne non hanno e che, perci, vorrei avere. Per esempio: i maschi sono robusti, e questo potrebbe aiutare nei duri lavori, e il loro essere coraggiosi potrebbe essere utile se si dovesse presentare una situazione pericolosa. Ci che non mi piace di loro quando vogliono mostrare il loro lato duro e quando sono proprio cocciuti da non capire quello che vogliamo dire loro. A volte sono poco sensibili e ci fanno stare male, facendoci passare per piagnucolone. Quello che, invece, mi piace dellessere donna la forza di volont, la pazienza che abbiamo e la meravigliosa possibilit di dare alla luce un bambino. Insomma, se imparassimo a cogliere luno dallaltro le belle cose che abbiamo dentro, saremmo entrambi perfetti. E MEGLIO ESSERE SIA FEMMINA SIA MASCHIO (Anna Maria Martelli) Secondo me meglio essere sia femmina che maschio perch cos possiamo provare pi sentimenti e pi cose; bello avere due lati opposti che vanno daccordo e si comprendono. Dai dati trovati nel confronto in classe, i maschi sono sportivi e le femmine sincere. E bello essere sportivi e sinceri: le partite sarebbero molto divertenti e piacevoli perch si potrebbero fare tanti goals, ma contemporaneamente, ammettere i falli senza mentire. Cos come essere competitivi e pazienti, aspetti che sembrano opposti, ma in realt si compensano. Dovremmo avere un po dei due vari tipi di carattere cos potremmo vivere in armonia con gli altri. Non bisogna avere paura di essere un po maschili e un po femminili: io sono una femmina anche se gioco a calcio; Lorenzo e Thomas sono maschi, ma sanno anche accettare gli altri.
14

GIOCHIAMO A FARE I POETI


(classe III A) Le migliori similitudini e metafore che abbiamo inventato: La scuola come una guida che ti aiuta ad imparare (Fede) Un amico testone come un asino (Ginevra ) I cartelloni della nostra classe sono dei ricordi che tornano da noi ( Sofia G.) Un'amica calda come un abbraccio (Giada) Un compagno brutto come un gatto senza pelo (Marco) Un abbraccio caldo come il sole che ti scalda , come la gioia che ti insegue (Lucia e Sofia T ) Cielo , un mantello che vola nell'aria (Chlo) Scuola, un mondo che ti accoglie con amore (Sofia G.)

GIOCA con GIRAVOCE


A cura di Ilaria De Luca (V A)

Ecco dei giochi divertentissimi per voi : Indovina le parole

I-B+-O P+SE

T+-P+-O

L+M+-E

S-U+-A

Arriva al numero

5/10/15/ / / / / / / 50 / 2/4/6/ / / / / / / 20 / 6/12/18/ / / / / / / 60 / Scopri lintruso Limone/Banana/Mela/Lattuga Cane/Gatto/Mare/Cavallo Mamma/Pap/Fiore/Nonna


15

Unisci i puntini

Arrivederci a

febbraio

ARRIVEDERCI A FEBBRAIO
Grazie per il sostegno!
La redazione di Giravoce augura a tutti buone pagelle!
16