Sei sulla pagina 1di 79

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software cument was created with FREE version of Easy PDF.

.Please visit http://www.visagesoft.com for more

Cycling for all www.cyclingforall.net presenta

La grande guida al ciclismo 2009

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

La grande guida al ciclismo 2009


Cosa troverete in questa guida? Vi presenteremo tutte le squadre della stagione ciclistica 2009, i calendari, le corse, approfondiremo i temi principali della stagione, vi spiegheremo come seguire il ciclismo gratis in Tv e sul web (anche le corse che non sono trasmesse dalla RAI).

Sommario
I temi della stagione Le squadre Squadra per squadra: Pro Tour Squadra per squadra; Professional Squadre Continental Le Corse Calendario completo Giro d'Italia Tour de France Vuelta Espana Mondiali Mendrisio Il ciclismo in chiaro Redistribuzione 3 5 6 24 36 39 40 51 68 72 77 78 79

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

I temi della stagione


Armstrong e i grandi ritorni
Per il ciclismo il 2009 passer alla storia come l'annata dei ritorni. Il pi clamoroso ovviamente quello di Lance Armstrong: il campione texano aveva abbandonato le scene nel 2005, da vincente, sul podio pi importante del ciclismo mondiale, quello del Tour de France. Sembrava un addio definitivo, invece rieccolo qua: nell'autunno del 2008 si cominciato a parlare di un possibile rientro di Armstrong, dopo che aveva preso parte ad alcune gare in mountain bike, con esiti notevoli, e si era reiscritto al programma di controlli antidoping a sorpresa senza il quale non si pu partecipare alle corse professionistiche. Il passo da l ai contatti con la Astana dell'amico Johann Bruyneel stato breve. Nel giro di qualche settimana si passati dalle voci alle certezze e ad un primo abbozzo di programma per la stagione 2009. La presenza di Alberto Contador nella Astana ha spinto ben presto Armstrong verso il Giro d'Italia: lo spagnolo, infatti, da numero 1 delle corse a tappe ha preteso di avere la prima parola sulle scelte dei vari obiettivi stagionali all'interno del team. Cos Contador ha ottenuto, almeno sulla carta, di essere il capitano per il prossimo Tour de France, mentre Bruyneel ha proposto ad Armstrong l'alternativa del Giro d'Italia, accettata con apparente entusiasmo dal texano. Le prime uscite nel ritiro di Tenerife hanno sbalordito tutti: Armstrong dopo tre anni di assenza dalle corse sembrato subito fortissimo e questo ha convinto la squadra a dargli un posto anche per il Tour de France, seppure, sempre sulla carta, in sott'ordine a Contador. Armstrong sar al Giro, intanto, per la prima volta in carriera, e l'annuncio, come si conviene ad un campione mediatico come lui, stato dato in grande stile, con un video che ha fatto il giro del mondo su internet. Armstrong ha legato la partecipazione al Giro al suo progetto umanitario per la ricerca contro il cancro, ha detto di essersi pentito di non aver mai voluto correre al Giro e di voler colmare questa lacuna. Sar vero o far tutto parte di una marcia di avvicinamento al Tour de France per mettere nel sacco Contador? Quel che certo che i due campioni non si incroceranno mai in corsa prima del Tour e sulle strade di Francia si preannuncia gi qualcosa che potrebbe entrare nella storia, una riedizione di sfide leggendarie tra compagni di squadra come tra Lemond ed Hinault poco pi di vent'anni fa, tanto per dire una delle pi note. L'altro ritorno in grande stile sar quello di Ivan Basso: il varesino ha concluso il suo lungo periodo di squalifica a fine ottobre ed gi tornato in sella per l'ultimissimo appuntamento di stagione 2008, la Japan Cup del 26 ottobre. Una corsa vinta da Cunego, ma in cui Basso gi andato molto forte, arrivando 3. Gi in primavera Basso aveva pianificato il futuro, annunciando un accordo da un milione di euro per un biennale con la Liquigas. Che Basso rivedremo? Dopo un periodo di sosta cos lungo certamente non facile riproporsi subito ad altissimi livelli, anche perch, se vero che quel Basso che dominava il Giro 2006 non era propriamente pulito, c' anche da sperarlo che il varesino sia un po' pi umano. Per ovviare alle difficolt dovute alla lunga assenza si rivolto al dottor Sassi, che gli ha preparato un programma di allenamenti appositamente studiati, che prevedevano una sorta di sequenza di piccole corse a tappe: un giorno un percorso di pianura, un giorno la crono, un giorno le montagne e cos via, per dare al fisico di Basso la sensazione di essere un corridore in corsa. E' giusto dare a Basso ancora credito (cosa si dovrebbe fare senn a coloro che erano coinvolti nella stessa inchiesta e non hanno fatto un giorno di squalifica?), lo aspettiamo competitivo, diciamo da podio e vicinanze al Giro d'Italia. Per il suo 2009 infatti Basso ha scelto di tralasciare il Tour de France, per concentrarsi sul Giro e sui Mondiali di Mendrisio, che con il loro percorso duro gli concedono una chance che probabilmente non si ripeter. Praticamente certa anche la partecipazione alla Vuelta, sempre con velleit importanti. Un po' pi in sott'ordine ci saranno altri rientri, quasi una rimpatriata del vecchio ciclismo: Floyd Landis ha concluso anche lui la squalifica di due anni dopo il terremoto al Tour 2006, vinto e poi revocato per il testosterone. L'americano si accaser in una squadretta di casa, la Ouch, e difficilmente si vedr impegnato in corse fuori dalle strade nazionali. L'America ospiter anche un altro dei nomi pi chiacchierati degli ultimi anni, il fenomeno del Giro 2006, "El Bufalo" Gutierrez, sul podio dietro a Basso. Lo spagnolone cercher di tornare alla ribalta dopo il presunto coinvolgimento nell'Operacion Puerto, ripartendo dalla Rock Racing, una squadra che un rifugio sicuro per tutti i ciclisti sospettati di doping. Qui si sono ritrovati infatti Tyler Hamilton, Oscar Sevilla, e dal 2009, oltre a Gutierrez, anche Francisco Mancebo, un altro dei famosi clienti del dottor Fuentes che mai sono stati squalificati. Questi probabilmente ce li ritroveremo in qualche corsa importante, perch la Rock Racing squadra Professional e pu essere invitata ovunque. E il caso Patrick Sinkewitz, chi se lo ricorda? Fu la sua positivit al Tour 2007 a portare all'abbandono delle Tv tedesche durante la Grande Boucle. Sinkewitz torn alle cronache anche durante i Mondiali di Stoccarda con le accuse a Bettini, ora torner alle corse con una squadra ceca di seconda fascia, la PSK Whirlpool, tagliato fuori dal ciclismo che conta. E' una consuetudine invece il tentativo di Franck Vandenbroucke, il dannato genio del ciclismo belga. Vdb stavolta si accasato alla piccola Cinelli, dopo aver girovagato per una dozzina di squadre nel corso della

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details sua travagliata vita. Al di l delle motivazioni sportive, Franck non potr pi essere veramente forte, gli auguriamo che una volta per tutte riesca a trovare quel minimo di serenit e di equilibrio che gli sono sempre sfuggite e che l'hanno portato ad una vita sul filo del rasoio. Accanto a s avr anche Jorg Jaksche, il "Bella Jorg", come era segnalato negli archivi del sempre presente dottor Fuentes. Un altro ritorno di un corridore chiacchierato, che dopo essere stato scoperto ha rilasciato una serie di interviste sui suoi trascorsi, pagate fior di quattrini da un quotidiano tedesco. Ora, per controbilanciare, torna con uno stipendio simbolico di 1 euro al mese! L'andazzo ha fatto tornare la voglia di correre anche a Michele Bartoli, uno che non ha mai smesso di pedalare, anche forte, ma sembrava davvero ormai relegato solo ai libri di storia del ciclismo. Invece dopo 4 stagioni intere lontane dal grande ciclismo anche Bartoli stato assalito dalla nostalgia e si messo a cercare una squadra per il 2009. Ad oggi niente stato ufficializzato, il campione pisano sembrerebbe potersi accasare alla ISD, ma tutto ancora in ballo. Con una raccomandazione: il tentativo di fermare il tempo ha un confine abbastanza labile tra impresa e patetico ed facile passare dall'una all'altra nonostante le buone motivazioni. E' bene pensarci una volta di pi, quindi, prima di sporcare una carriera eccellente con un mesto tentativo di volersi dimostrare pi forti del tempo che passa.

Un ciclismo unito per guardare al futuro


Se c' una cosa che il ciclismo ha dimostrato di saper fare bene in questi ultimi anni stata quella di farsi male da solo. La lacerazione tra grandi organizzatori e UCI ha prodotto danni inimmaginabili che solo la passione pi incrollabile degli appassionati ha potuto in parte superare. Ora per di fronte alla fuga di molti sponsor, di televisioni, alla cancellazione di corse dal passato ultradecennale siamo di fronte ad un punto di non ritorno. O si crea una situazione nuova, con un governo centrale che governa per il bene del ciclismo e con tutti gli altri attori di questo splendido sport che prendono il proprio ruolo con coscienza e senza travalicarlo, o si rischia in pochi anni di veder ridimensionato il movimento fino a metterne a rischio la sopravvivenza. Finalmente qualche passo avanti si fatto e l'UCI ha preso atto che il vecchio Pro Tour non aveva pi alcun senso. Il filo del discorso con gli organizzatori si ripreso e si giunti ad una prima mediazione che ha portato ad un calendario unico con le corse dell'ultimo Pro Tour pi le gare storiche come Tour de France, Giro d'Italia, Sanremo, Roubaix e quant'altro. E' un primo passo, cos come la riduzione delle squadre a 18, anzich le 20 dei primi anni di Pro Tour. Resta da risolvere un altro esercizio di incomprensibilit creato dall'UCI: perch una squadra pu restare nel Pro Tour tutti gli anni che vuole anche se non raccoglie nessun risultato, ma semplicemente pagando l'iscrizione? Anche la nascita del passaporto biologico ha creato grandi problemi e incomprensioni, ma ora sembra aver preso la strada giusta. Tutte le squadre Pro Tour e le Professional dovranno adottarlo per poter essere invitate alle grandi corse. Anche qui nel 2008 si era assistito a scene incomprensibili, con regole cambiate man mano che si correva: perch infatti la LPR aveva potuto correre Sanremo e Giro d'Italia per poi essere estromessa dalla Parigi-Tours e dal Lombardia? Il motivo dell'esclusione da queste ultime corse era la mancanza dell'adesione al passaporto biologico, ma la LPR non lo aveva neanche quando era stata chiamata al Giro. Come si fa a comprendere una situazione del genere, come si fa a spiegarla ad un appassionato? Finalmente la questione sembra appianata: tutti col passaporto biologico o altrimenti non si fanno le grandi corse, cos dall'inizio alla fine della stagione. La chiarezza di regole sull'antidoping ha bisogno di un nuovo step: gli sconti di pena ad esempio sono applicati in maniera che sembra casuale. I casi di Sella, Ricc e Priamo sono emblematici. Il primo ha falsato mezzo Giro d'Italia, ma facendo il nome di un compagno implicato (Priamo) ha ottenuto una squalifica minima, 1 anno. Per Priamo la richiesta di squalifica, in attesa della sentenza, stata di ben 4 anni, mentre Ricc non avendo nient'altro da rivelare se non il nome di Piepoli si beccato 2 anni, insaporiti dai 3 mesi aggiunti per aver detto della frequentazione col dottor Santuccione, gi squalificato per doping. Insomma, sembra che sugli sconti incida molto la fortuna di avere un compagno intonso da inguaiare piuttosto che l'effettiva collaborazione. Per non parlare poi dei casi dei finti doping di Petacchi e della Bastianelli, fermati per 1 anno (come Sella) per prodotti che col doping non hanno niente a che fare. Basti pensare al tennista Volandri, che per un caso uguale a quello di Petacchi stato sospeso per tre mesi, una pena equa rispetto all'anno di Petacchi. Insomma servirebbe un organo internazionale e intersportivo, soprattutto completamente indipendente, in grado di giudicare in maniera omogenea senza sparare sentenze che una qualsiasi persona di buonsenso pu giudicare essere senza alcuna logica. Cos come dovrebbe esserci un organismo completamente indipendente, anch'esso internazionale e intersportivo, che si preoccupi di gestire i controlli antidoping. La WADA, l'Agenzia Mondiale Antidoping, ha creato un progetto di questo tipo, ma non ha ancora l'autorevolezza e la forza di imporsi a tutte le latitudini e a tutti gli sport. La parola d'ordine in ogni caso deve essere quella di riunificare perch un ciclismo diviso come quello che

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details abbiamo vissuto nelle ultime stagioni non potr che andare incontro ad un futuro ben triste.

Il ciclismo italiano oltre il 2009


Conclusa l'avventura di Bettini e Savoldelli, imboccati gli ultimi anni di carriera da Rebellin, Simoni, Bruseghin, Di Luca e Petacchi, il ciclismo italiano di avvia ad un cambio generazionale molto radicale. In un paio d'anni il rinnovamento sar pressoch totale, perch dalla generazione che si sta avviando al tramonto a coloro che stanno arrivando al grande palcoscenico non c' molto in mezzo. In effetti il salto tra i vecchi e gli emergenti abbastanza libero: la classe dal '71 al '77 stata molto profilica di campioni in Italia, gli anni immediatamente successivi molto meno. Dalla classe '78 alla '83 possiamo trovare Cunego, Ballan e Pozzato e poco altro. Saranno questi gli uomini guida del movimento in attesa dell'invasione dei nuovi. Gi, ma cosa c' dietro l'angolo? Tra coloro che abbiamo gi visto nel professionismo abbiamo ottimi corridori, ma forse nessun vero grande campione. Vincenzo Nibali ha ancora ottimi margini di miglioramento, il nostro uomo da corse a tappe ed entro due-tre anni potr essere da podio o dintorni in un grande giro. Per le classiche Giovanni Visconti, altro siciliano trapiantato in Toscana come Nibali, era indicato come la nostra grande speranza, il dopo-Bettini. Diciamo che noi lo vediamo pi come un Paolini che come un Bettini, un forte atleta ma a cui manca quel qualcosa in pi per poter essere un campione. Abbiamo sempre stimato Gasparotto, che riteniamo sui livelli di Visconti, anche se molto meno reclamizzato. Il pi talentuoso ovviamente era Ricc, ma sappiamo tutti come ha fatto concludere questa prima fase della carriera. Nella generazione ancora successiva ai Nibali e Visconti crediamo ci sia qualcosa in pi. Qualcuno lo abbiamo gi visto all'opera, come Ginanni, ottimo interprete delle classiche italiane della scorsa estate. Sulle sue orme pu muoversi Simone Ponzi, all'esordio in maglia Lampre, mentre come velocista Jacopo Guarnieri, alla Liquigas, pu diventare abbastanza in breve il nostro uomo di riferimento. Molto interessante anche Daniel Oss, corazziere passato alla Liquigas, un passista veloce che potrebbe adattarsi bene alle classiche. Tanti talenti ci sono anche tra coloro che resteranno ancora un anno o due tra i dilettanti, ed qui che sembra poter uscire il grande campione per il nostro futuro. Adriano Malori, campione Europeo e Mondiale della crono, il tipo di corridore che ci manca da una vita. Forte sul passo e in salita, doti da finisseur, avr il suo terreno nelle corse a tappe. Elia Viviani un altro ragazzo di classe, molto veloce, con una grande esperienza su pista. Ha un solo di anno tra gli under 23 ma si gi inserito ai vertici della categoria, stessa situazione di Diego Ulissi, due volte campione del mondo tra gli junior e stessa provenienza geografica di Bettini. Indichiamo questi tre nomi per il ciclismo italiano del futuro: Malori, Viviani e Ulissi, tra di loro ci sar chi far la storia.

Le squadre
La stagione 2009 si apre con molte novit, squadre che hanno chiuso, altre che sono nate, altre ancora che hanno cambiato nome. Prima di passare alla presentazione nei dettagli di ciascuna squadra, facciamo un quadro riassuntivo generale per esemplificare quello che accaduto nell'inverno. Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net

Squadre Pro Tour


AG2R - La Mondiale (Francia): confermata rispetto al 2008 Astana (Kazakistan): confermata rispetto al 2008 Bbox Bouygues Telecom (Francia): confermata rispetto al 2008 Caisse d'Epargne (Spagna): confermata rispetto al 2008 Cofidis (Francia): ha subito un drastico ridimensionamento, ma ha mantenuto il posto nel Pro Tour Euskaltel - Euskadi (Spagna): confermata rispetto al 2008 Franaise des Jeux (Francia): confermata rispetto al 2008 Garmin - Slipstream (USA): dopo l'ottimo 2008 ha ottenuto per la prima volta la licenza Pro Tour Katusha (Russia): nata sulle ceneri della Tinkoff si propone come una delle forze nuove ed esordisce nel Pro Tour Lampre - NGC (Italia): confermata rispetto al 2008 Liquigas (Italia): confermata rispetto al 2008 Team Milram (Germania): creata da Gianluigi Stanga ora completamente di propriet del gruppo tedesco Quickstep (Belgio): confermata rispetto al 2008 Rabobank (Olanda): confermata rispetto al 2008

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details Fuji - Servetto (Spagna): erede della ritirata Saunier Duval e quindi Scott, guidata da Mauro Gianetti e Alvaro Crespi Saxo Bank - IT Factory (Danimarca): dopo la fine della partnership con CSC, questi sono i nuovi sponsor della squadra di Bjarne Riis Silence - Lotto (Belgio): confermata rispetto al 2008 Team Columbia (USA): sorta dopo il ritiro della Telekom ora di affiliazione americana Tra le squadre che avevano licenza Pro Tour non ci saranno pi la Gerolsteiner e la Credit Agricole: gli sponsor hanno concluso le loro pluriennali esperienze nel ciclismo e nessun'altra azienda si fatta avanti per rilevarle. Per questo ci sono stati gli ingressi di Garmin e Katusha.

Squadre Continental Professional


Acqua e Sapone - Caff Mokambo (Italia): confermata rispetto al 2008 Aeronautica Militare - Amica Chips - Knauf (Italia): dalle ceneri della piccola Nippo ecco nascere una buona squadra con DS Beppe Martinelli Agritubel (Francia): confermata rispetto al 2008 Andalucia - Cajasur (Spagna): confermata rispetto al 2008 Barloworld (Gran Bretagna): dopo il caso di doping di Duenas durante il Tour, proseguir con un organico ridotto BMC Racing (USA): confermata rispetto al 2008 Ceramica Flaminia - Bossini (Irlanda): confermata rispetto al 2008 Cervelo Test Team (Svizzera): nuova squadra di alto livello con Sastre e Hushovd CSF Groups - Navigare (Irlanda): confermata rispetto al 2008 Elk Haus (Austria): confermata rispetto al 2008 ISD (Italia): Scinto e Citracca guidano questa nuova squadra con discrete velleit Landbouwkrediet - Colnago(Belgio): confermata rispetto al 2008 LPR Brakes (Irlanda): confermata rispetto al 2008 Murcia - Contentpolis - Amro (Spagna): confermata rispetto al 2008 PSk Whirlpool - Author (Repubblica Ceca): confermata rispetto al 2008 Serramenti Diquigiovanni - Androni (Italia): confermata rispetto al 2008 Skil - Shimano (Olanda): confermata rispetto al 2008 Topsport Vlaanderen - Mercator (Belgio): confermata rispetto al 2008 Xacobeo - Galicia (Spagna): nuovo sponsor per la vecchia Karpin Vacansoleil cycling Team (Olanda): altra nuova squadra con alcuni corridori interessanti Vorarlberg - Corratec (Austria): nuova denominazione per questa squadra austriaca Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net

Squadra per squadra: Pro Tour


AG2R - La Mondiale - Entrata nel ciclismo con prospettive abbastanza modeste, la francese Ag2R, ora supportata dal secondo sponsor La Mondiale, ha visto crescere via via il proprio organico ed il proprio peso sulla scena internazionale. Pur non essendo uno squadrone con campioni conclamati, la AG2R ha raggiunto un livello buono, in grado di non farla sfigurare nel contesto del Pro Tour. Quest'anno la squadra diretta da Vincent Lavenu ha compiuto un altro piccolo step aggiungendo soprattutto un giovane interessante come Nicolas Roche e qualche altro buon elemento. La AG2R ha un buon gruppo per le corse a tappe, con Vladimir Efimkin e Tadey Valyavec che sono corridori da primi dieci nei grandi giri e possono cogliere bei risultati anche nelle gare di una settimana. Gadret pu fare qualche exploit sulle salite pi dure, dove pu far valere le innate doti di grimpeur, mentre Dessel sembra aver gi raccolto tutto il raccoglibile e pu fungere soprattutto da uomo squadra, come Goubert. Da ricordare anche che Vladimir Efimkin, che secondo noi il corridore migliore per le corse a tappe in AG2R, avr il supporto del gemello Alexander, con cui correr insieme per la prima volta. Alex un corridore ancora inespresso, sembra avere un po' meno stoffa del gemello, ma finora non ha trovato spazio per esprimersi individualmente. Per le corse di un giorno Rinaldo Nocentini resta il pi convincente: non ha mai fatto il salto di qualit atteso, ma qualche corsa di medio livello pu senz'altro vincerla, oltre ad essere competitivo anche sul palcoscenico pi grande. Buone chance ci sono per andare a caccia di tappe nei grandi giri, dove lo stesso Nocentini e i vari Arrieta, Elmiger, Roche, hanno giuste velleit. Proprio Roche uno dei motivi di interesse della squadra: l'anno

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details scorso ha fatto buone cose, giovane ed ancora in evoluzione e chiss che un giorno non possa diventare, come il suo grande pap, un bel corridore da corse a tappe. Intanto in AG2R pu trovare un ambiente giusto per crescere ancora in serenit. Completano l'organico un paio di discreti velocisti come Hinault e Clerc, che possono portare a casa qualche successo di media portata. In definitiva una buona squadra, senza grandi campioni, ma con le capacit per essere discretamente competitiva su diversi fronti. ARRIETA Jos Luis BONNAFOND Guillaume CLERC Aurlien DESSEL Cyril DION Renaud DUPONT Hubert EFIMKIN Alexander EFIMKIN Vladimir ELMIGER Martin GADRET John GOUBERT Stphane HINAULT Sbastien KADRI Biel KANGERT Tanel KRIVTSOV Yuriy LOUBET Julien MANDRI Rene MONDORY Lloyd NOCENTINI Rinaldo PINEAU Cdric PLIUSCHIN Alexander POULHIES Stphane RIBLON Christophe ROCHE Nicolas ROUSSEAU Nicolas SENAC Jean-Charles SMUKULIS Gatis SONNERY Blaise TURPIN Ludovic VALJAVEC Tadej ESP FRA SUI FRA FRA FRA RUS RUS SUI FRA FRA FRA FRA EST UKR FRA EST FRA ITA FRA MDA FRA FRA IRL FRA FRA LAT FRA FRA SLO 15.06.1971 23.06.1987 26.08.1979 29.11.1974 06.01.1978 13.11.1980 02.12.1981 02.12.1981 23.09.1978 22.04.1979 13.03.1970 11.02.1974 03.09.1986 11.03.1987 07.02.1979 11.01.1985 20.01.1984 26.04.1982 25.09.1977 08.05.1985 13.01.1987 26.06.1985 17.01.1981 03.07.1984 16.03.1983 23.05.1985 15.04.1987 21.03.1985 22.03.1975 13.04.1977

Astana - Fari ben accesi e occhi spalancati: la Astana la primadonna del ciclismo 2009. Qui si consumeranno l'evento ed il duello dell'anno, cio il rientro in corsa del fenomeno Armstrong e la prevedibile rivalit con Contador. La squadra guidata da Johann Bruyneel, l'uomo che ha sempre accompagnato Armstrong in tutti i suoi 7 Tour de France, un'esplosione di potenza tutta destinata ai grandi giri. Basta citare pochi nomi, Armstrong, Contador, Leipheimer, Kloden, tutti corridori che hanno fatto cose eccellenti quando non eccezionali sulle strade delle corse a tappe. Contador in 14 mesi ha infilato Tour, Giro e Vuelta, un'impresa degna dei grandi della storia e niente, se non un cataclisma, avrebbe potuto mettere in discussione la sua leadership all'interno della squadra. Il cataclisma per arrivato, nel nome di Armstrong. Come possono dividersi responsabilit e gloria il campione che si guadagnato a suon di risultati il ruolo di indiscusso numero 1 al mondo delle corse a tappe e il fenomeno pi chiacchierato e invincibile del ciclismo recente? Contador ha preteso delle garanzie, cio la leadership al Tour, che Bruyneel gli ha concesso in maniera molto chiara in un primo tempo dirottando Armstrong al Giro, ma poi ritrattando un po' tutto. Come progetto iniziale Armstrong far il Giro d'Italia, iniziando intanto con il Tour Down Under e passando per qualche classica. Contador invece ha previsto la Parigi-Nizza come obiettivo di inizio stagione, per poi concentrarsi unicamente sul Tour de France. Al Giro quindi vedremo Armstrong, spalleggiato certamente da una squadra forte, un debutto, quello del texano nella corsa rosa, che ha fatto lievitare l'interesse internazionale del Giro. Dopo qualche tentennamento per Armstrong ha annunciato anche che sar al Tour de France ed il ruolo di leader assegnato in un primo tempo a Contador ha lasciato il posto ad un "decider la strada" che la dice lunga sulle ambizioni del texano. Contador poi potrebbe provare anche la Vuelta, ma molto dipender dagli esiti del Tour e da come la squadra gestir questa spinosa situazione. Certo che il futuro della Astana pu essere solo Contador, non certo il 37enne Armstrong, e Bruyneel farebbe bene a non fare dispetti allo spagnolo in favore del suo vecchio campione, perch cos potrebbe

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details perdere un corridore che una garanzia di successi per il futuro. Se riuscir a dipanare la rivalit Armstrong - Contador, la Astana potr sfruttare un potenziale enorme per le corse a tappe, potendo annoverare uomini come Kloden, Leipheimer, Popovich, il nuovo arrivato Zubeldia che in tante altre squadre sarebbero capitani per i grandi giri e che qui invece dovranno sacrificarsi per gli altri. Oltre a queste stelle la Astana pu contare su altri gregari pi "normali" come il giovane Brajkovic (2 al Lombardia), Horner, Rubiera, Noval, Iglinsky, che si divideranno le fatiche dei grandi giri in appoggio ai big. Giro, Tour, Vuelta, qualche corsa di una settimana come la Parigi-Nizza, questi gli obiettivi della Astana. Per il resto sembra esserci pochisismo spazio: nelle classiche del pav Thomas Vaitkus pu fare una buona figura, per gli altri grandi appuntamenti di un giorno pu essere lasciato spazio a corridori come Popovich, Horner o Brajkovic, che sulle Ardenne potrebbero fare qualcosina. Tutto di sfuggita comunque, perch la Astana resta una squadra costruita unicamente per le corse a tappe, dove senz'altro la pi forte. ARMSTRONG Lance BAZAYEV Assan BRAJKOVIC Janez CONTADOR Alberto DIMITRIYEV Valery DYACHENKO Alesandr HERNANDEZ Jesus HORNER Christopher IGLINSKY Maxim KIREYEV Roman KLDEN Andreas KUPESHOV Berik LEIPHEIMER Levi MORABITO Steve MURAVYEV Dmitriy NAVARRO Daniel NOVAL Benjamin PAULINHO Sergio OPOVYCH Yaroslav RAIMBEKOV Bolat RAST Grgory RENEV Sergey RUBIERA Jos Luis SCHR Michael VAITKUS Tomas ZUBELDIA Haimar ZEITS Andrey USA KAZ SLO ESP RUS KAZ ESP USA KAZ KAZ GER KAZ USA SUI KAZ ESP ESP POR UKR KAZ SUI KAZ ESP SUI LTU ESP KAZ 18.09.1971 22.02.1981 18.12.1983 06.12.1982 29.06.1981 17.10.1983 28.09.1981 23.10.1971 18.04.1981 14.02.1987 22.06.1975 30.01.1987 24.10.1973 30.01.1983 02.11.1979 18.07.1983 23.01.1979 26.03.1980 04.01.1980 25.12.1986 17.01.1980 03.02.1985 27.01.1973 29.09.1986 04.02.1982 01.04.1977 14.12.1986

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net BBox Bouygues Telecom - Sempre presente nel Pro Tour nonostante la scarsit di risultati, la Bouygues Telecom (da quest'anno denominata ufficialmente Box Bouygues Telecom) guarda alla nuova stagione soprattutto confidando nel giovane Pierre Rolland, preso dalla defunta Credit Agricole. Rolland per noi la grande speranza del ciclismo francese: si rivelato la scorsa stagione in diverse corse di spessore, dalla Parigi-Nizza al Delfinato (dove ha raccolto la maglia di miglior scalatore) passando per la Liegi. Non ha raccolto molto in termini di risultati, ma l'impressione stata decisamente ottima, da tanti anni non si vedeva un esordiente francese con questo talento. E' un corridore che in futuro potr essere protagonista nelle grandi corse a tappe, ma a 22 anni deve avere pazienza e crescere piano piano. Noi ci aspettiamo per il 2009 di vederlo ad alto livello alla Parigi-Nizza ed in qualche altra corsa, e poi potrebbe debuttare al Tour per fare esperienza. Lui ha dichiarato di aver scelto la Bouygues per avere uno spazio proprio senza sacrificarsi, visto che in questa squadra non ci sono veri capitani: forse non una scelta azzeccata, fare un po' di gavetta all'ombra di un corridore esperto non gli avrebbe fatto male. Per il resto la squadra ha perso alcuni dei corridori che in questi anni gli avevano garantito un minimo di visibilit, come Florencio, Clement, Geslin e Pineau. Complessivamente quindi la Bouygues una squadra pi modesta che mai, che non ha lo spessore necessario a ben figurare nel Pro Tour ed decisamente inferiore a diverse squadre della categoria inferiore. Resta Voeckler, sempre pi famoso che forte per via di quella maglia gialla

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details piovutagli addosso qualche anno fa, per andare a caccia di una tappa al Tour e di qualche appuntamento minore. Tra gli altri segnaliamo Sokolov, un giovane russo che ha un bel passato dilettantistico, e Trofimov, altro russo che in una certa fase della stagione scorsa, prima del Tour, si era segnalato come corridore molto aggressivo e di discrete capacit. ARASHIRO Yukiya BELGY Julien BERNAUDEAU Giovanni BONNAIRE Olivier BONNET William BOUYER Franck CHAINEL Steve CLAUDE Mathieu FEDRIGO Pierrick GAUDIN Damien GAUTIER Cyril GENE Yohann HADDOU Sad JEROME Vincent LABBE Arnaud LE FLOCH Guillaume LEFEVRE Laurent MARTIAS Rony PICHOT Alexandre QUEMENEUR Perrig ROLLAND Pierre SOKOLOV Evgeny SPRICK Matthieu TROFIMOV Yury TSCHOPP Johann TURGOT Sbastien VOECKLER Thomas JPN FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA RUS FRA RUS SUI FRA FRA 22.09.1984 06.05.1983 25.08.1983 02.03.1983 25.06.1982 17.03.1974 06.09.1983 17.03.1983 30.11.1978 20.08.1986 26.09.1987 25.06.1981 23.11.1982 26.11.1984 03.11.1976 16.02.1985 02.07.1976 04.08.1980 06.01.1983 26.04.1984 10.10.1986 11.06.1984 29.09.1981 26.01.1984 01.07.1982 11.04.1984 22.06.1979

Caisse d'Epargne - Pochi cambiamenti negli uomini e nei programmi per la Caisse d'Epargne 2009. La squadra di Echavarri e Unzue ha visto partire il buon Karpets, l'inconcludente Rujano e Horrach, rimpiazzati da un po' di giovani e dal potente bielorusso Kiryenka. La squadra del resto arriva da una stagione piena di vittorie e risultati importanti e quindi normale la riconferma di un gruppo che ha i suoi uomini di riferimento nell'et migliore. L'uomo di punta resta ovviamente Alejandro Valverde, che nonostante stia continuando a vincere molto nelle corse di un giorno e a fare fatica nei grandi giri, resta convinto di essere portato per queste ultime. La sua stagione ruoter attorno al Tour de France, nel quale punta ad un difficile podio. La Liegi e il Mondiale (percorso ideale per lui) sono gli obiettivi a seguire, ma secondo noi Valverde far meglio in questi che nella classifica del Tour. Per le corse a tappe la Caisse d'Epargne ha altri uomini meno stellari di Valverde ma che sembrano pi tagliati sulle richieste di un grande giro: il giovane colombiano Rigoberto Uran e l'altro emergente spagnolo Luis Leon Sanchez sono corridori che in un futuro pi o meno vicino potranno fare grandi cose e per ora debbono puntare a crescere. Per il Giro la Caisse d'Epargne punter su Arroyo, regolare da piazza nei 10, e su Oscar Pereiro. Il vincitore del Tour 2006 reduce da un grave incidente occorsogli nella tappa di Pratonevoso dell'ultima Grande Boucle. Il Giro sar l'occasione per valutare se potr tornare ai livelli precedenti all'infortunio. Un altro corridore che pu essere interessante da valutare nei grandi giri Dani Moreno, buon scalatore ancora in crescita che alla Vuelta potrebbe trovare terreno buono per piazzarsi bene. Con diversi corridori giovani che devono ancora completare il percorso di crescita pronosticabile una bella presenza della Caisse d'Epargne nelle corse di una settimana, come la Parigi-Nizza o la Svizzera, terreni ideali per chi vuol crescere nelle gare a tappe. Uomini come David Lopez, Zandio, Ivan Gutierrez, Kiryenka, completano un organico di alto livello per le corse a tappe a sostegno di Valverde e degli altri possibili capitani che ruoteranno nel corso della stagione. Lo stesso Valverde resta comunque il punto di riferimento anche per diverse classiche, soprattutto la Liegi, che la sua corsa. In altre gare dal profilo altimetrico impegnativo, come la Freccia Vallone, potrebbe lasciare campo a Joaquim Rodriguez, un corridore che su strappi durissimi si esprime al suo meglio. Sono diversi anche i buoni interpreti per i successi di tappa, per le lunghe fughe, come Lastras, Garcia Acosta, Erviti, Kiryenka, mentre Rojas ha buone qualit di velocista e pu ottenere una manciata di vittorie, magari

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details non di altissimo spessore. Tra i giovani arrivati invece il portoghese Rui Costa quello che vanta le migliori credenziali. Complessivamente la Caisse d'Epargne una squadra con tanti corridori interessanti, ma che secondo noi dovrebbe programmare una stagione diversa, con Valverde pi impegnato sulle classiche e sui successi di tappa, e i vari Uran, Leon Sanchez, Moreno da far crescere con qualche ruolo di leaderato in corse a tappe di spessore. AMADOR Andrey ARROYO DURAN David CHARTEAU Anthony COYOT Arnaud DRUJON Mathieu ERVITI Imanol FARIA DA COSTA Rui GARCIA ACOSTA JosV. GUTIERREZ Jos Ivan JEANNESSON Arnold KIRYIENKA Vasil LASTRAS Pablo LOPEZ David LOSADA Alberto MORENO Daniel PASAMONTES Luis PEREIRO SIO Oscar PEREZ ARANGO Marlon PEREZ Francisco PERGET Mathieu PORTAL Nicolas RODRIGUEZ Joaquin ROJAS GIL Jose Joaquin SANCHEZ GIL Luis Leon URAN Rigoberto VALVERDE Alejandro ZANDIO Xabier MADRAZO RUIZ Angel CRC ESP FRA FRA FRA ESP POR ESP ESP FRA BLR ESP ESP ESP ESP ESP ESP COL ESP FRA FRA ESP ESP ESP COL ESP ESP ESP 29.08.1986 07.01.1980 04.06.1979 06.10.1980 01.02.1983 15.11.1983 05.10.1986 04.08.1972 27.11.1978 16.01.1986 28.06.1981 20.01.1976 13.05.1981 28.02.1982 05.09.1981 02.10.1979 03.08.1977 10.01.1976 22.07.1978 18.09.1984 23.04.1979 12.03.1979 08.06.1985 24.11.1983 26.01.1987 25.04.1980 17.03.1977 17.09.1988

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Cofidis - Dopo una buona stagione 2008, soprattutto grazie alle 7 vittorie di Sylvain Chavanel, la squadra francese ha deciso di ridimensionare la propria posizione nel ciclismo. Sono partiti infatti i tre corridori di maggior talento, oltre a Chavanel anche Nuyens e Monfort, senza che siano stati sostituiti da alternative valide. A questo si aggiungono i ritiri di due buoni atleti come Verbrugghe e Zampieri per lasciare spazio ad una Cofidis di medio-basso livello, a voler essere ancora gentili. Nonostante questo la squadra ha mantenuto la licenza Pro Tour, anche se lo spessore tecnico di gran lunga inferiore a molte squadre della categoria sottostante (LPR, Cervelo, Amica Chips o Acqua e Sapone, tanto per dirne un po'). Le migliori possibilit la Cofidis le riserva con tre buoni cacciatori di tappe, come David Moncuti, per i percorsi un po' pi impegnativi, Duque e Dumoulin per quelli un po' pi scorrevoli. L'obiettivo massimo sarebbe la vittoria di tappa al Tour de France, oltre a qualche traguardo parziale minore. Anche Aug e Buffaz sono classici animatori di lunghe fughe, mentre il bielorusso Usov l'uomo pi veloce e pu conquistare qualche vittoria in corse minori. Per le classiche del nord Sijmens e Brard possono garantire un minimo di visibilit, ma complessivamente le chance di questa Cofidis sono abbastanza limitate. AUGE Stphane BLAIN Alexandre BLOT Guillaume BRARD Florent BUFFAZ Mickal DEMARET Jean-Eudes DUCLOS-LASSALLE H. FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA 06.12.1974 07.03.1981 28.03.1985 07.02.1976 21.05.1979 25.07.1984 24.12.1979

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details DUMOULIN Samuel DUQUE Leonardo EL FARES Julien FERNANDEZ Bingen HARY Maryan KERN Christophe MINARD Sbastien MOINARD Amal MONCOUTIE David MONIER Damien PAURIOL Rmi PORTAL Sbastien SIJMENS Nico USOV Alexandre VALENTIN Tristan VILLA Romain TAARAMAE Rein FRA COL FRA ESP FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA BEL BLR FRA FRA EST 20.08.1980 10.04.1980 01.06.1985 15.12.1972 27.05.1980 18.01.1981 12.06.1982 02.02.1982 30.04.1975 27.08.1982 04.04.1982 04.06.1982 01.04.1978 27.08.1977 23.02.1982 27.04.1985 24.04.1987

Euskaltel Euskadi - La squadra arancio sempre vittima della sua politica di chiusura a corridori non dei Paesi Baschi, che per anni stata una forza, ma alla lunga sta diventando un limite. Ricordiamo che la Euskaltel infatti ha sempre scelto di ingaggiare solo corridori nati nei Paesi Baschi o che abbiano militati in squadre giovanili basche. Se all'inizio questo ha creato interesse e fatto un caso di questa squadra, contribuendo anche a lanciare qualche bel corridore, ora invece sembra che i giovani talenti comincino a scarseggiare. Cos quando qualcuno dei big cerca avventure altrove, il ricambio si rivela complicato, perch il bacino a cui attingere non certo quello delle altre squadre. Un'identit forte, quindi per la Euskaltel, ma un livello tecnico che va leggermente scemando. Quest'anno stato Haimar Zubeldia a cercare una strada nuova, accasandosi alla ricchissima Astana, e la sua casella non stata riempita. Il capitano riconosciuto della Euskaltel il campione olimpico Samuel Sanchez, che si dedicher alle corse di aprile con grandi possibilit, dalla Vuelta Paesi Baschi alle classiche delle Ardenne. Sanchez dovrebbe tornare per il finale di stagione, Vuelta, Mondiali e Lombardia, mentre al Tour de France si attende Igor Anton. E' lui l'uomo per il futuro della Euskaltel: Anton uno scalatore emergente, che ha buone doti per le corse a tappe, forte in salita ed eccellente continuit. Ha gi un'esperienza al Tour (pessima) e nel 2009 si preparer a puntino per questo obiettivo, dove secondo noi, pu ambire ad un piazzamento nei primi 10. Da attendere anche al Giro di Svizzera, dove pu trovare terreno ideale per esprimersi a grandi livelli. Per il resto la Euskaltel non ha grandi ambizioni: Egoi Martinez un forte attaccante per i successi di tappa, Koldo Fernandez un velocista di seconda fascia, Astarloza un discreto regolarista per le corse a tappe che per non eccelle mai. Gli altri sono faticatori per i capitani e corridori che mirano a farsi vedere in qualche azione: in questo caso da segnalare Txurruka, un giovane che si visto in molte fughe mostrando discrete doti. AGIRRE Josu ANTON Igor ARAMENDIA Javier ASTARLOZA Mikel AZANZA Jorge DE LIS Andres Sergio FERNANDEZ Koldo GALDOS Aitor HERNANDEZ Aitor IRIZAR Markel ISASI Inaki LAFUENTE Andoni LANDALUZE Inigo MARTINEZ Egoi NIEVE Mikel OROZ Juan Jose PEREZ Alan PEREZ Ruben SANCHEZ Samuel TXURRUKA Amets ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP 23.05.1981 02.03.1983 05.12.1986 17.11.1979 16.06.1982 09.05.1986 13.09.1981 08.11.1979 24.01.1982 05.02.1980 20.04.1977 06.09.1985 09.05.1977 15.05.1978 26.05.1984 11.07.1980 15.07.1982 30.10.1981 05.02.1978 10.11.1982

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details URTASUN Pablo VELASCO Ivan VERDUGO Gorka ESP ESP ESP 29.03.1980 08.02.1980 04.11.1978

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Franaise des Jeux - Perso l'unico corridore di grande spessore, Philippe Gilbert, la Franaise des Jeux apre il 2009 con pi di un dubbio. La squadra francese si retta nelle ultime stagioni sui risultati del talentuoso corridore belga ed ora, senza validi rimpiazzi, rischia di dover recitare la parte della comparsa nelle corse pi importanti. La nota interessante di questa Franaise des Jeux per l'et media dell'organico, decisamente bassa, e quindi rispetto ad altre squadre di Pro Tour che non hanno n arte n parte, almeno qui c' la speranza di contribuire a lanciare un po' di giovani per il futuro. Il pi reclamizzato senz'altro Remy Di Gregorio, presentato come la stellina del ciclismo francese, ma che non ci ha ancora dato l'impressione di avere grande stoffa. Quello che invece ha fatto il belga Gianni Meersmann, ragazzo molto veloce e dotato per le classiche del nord. Ha solo 23 anni e quindi gli servir ancora un po' di tempo per essere al massimo, ma secondo noi il vero talento della Franaise des Jeux questo. Ci sono poi alcuni buoni cacciatori di traguardi parziali, come il vecchio Guesdon, esperto di classiche, Casar, Joly, Veikkanen, che soprattutto al Tour dovranno cercare di portar via la vittoria di tappa, obiettivo massimo per questa squadra. Da segnalare poi la presenza di due sprinter di seconda fascia, Hutarovich e Chavanel, e la meteora Geslin, passato dal podio mondiale del 2005 all'anonimato assoluto. La Franaise des Jeux quindi risulta una delle squadre pi deboli del Pro Tour, con un organico non all'altezza e solo una manciata di giovani da far crescere per il futuro. CASAR Sandy CHAVANEL Sbastien CHEREL Mikael COPPEL Jerome DI GREGORIO Rmy DUVAL Aurlien GERARD Arnaud GESLIN Anthony GUDSELL Timothy GUESDON Frdric HUTAROVICH Yauheni JOLY Sbastien LADAGNOUS Matthieu LE MEVEL Christophe LEVARLET Guillaume MEERSMAN Gianni MOUREY Francis OFFREDO Yoann ROUX Anthony ROY Jrmy SULZBERGER Wesley VAUGRENARD Benot VEIKKANEN Jussi FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA NZL FRA BLR FRA FRA FRA FRA BEL FRA FRA FRA FRA AUS FRA FIN 02.02.1979 21.03.1981 17.03.1986 06.08.1986 31.07.1985 29.06.1988 06.10.1984 09.06.1980 17.02.1984 14.10.1971 29.11.1983 25.06.1979 12.12.1984 11.09.1980 25.07.1985 05.12.1985 08.12.1980 12.11.1986 18.04.1987 22.06.1983 20.10.1986 05.01.1982 29.03.1981

Fuji - Servetto - Dalle ceneri dell'affondata Saunier Duval, Mauro Gianetti ha ricreato una nuova squadra affiancato da Alvaro Crespi. Della vecchia squadra gialla che ha legato a Riccardo Ricc e Leonardo Piepoli le sue alterne vicende, resta ben poco ed il progetto di questa Fuji - Servetto ancora poco chiaro. Ci sono ancora diversi corridori gregari dei capitani di una volta, qualche giovane promettente, ed i nuovi innesti sembrano pi improntati a completare in qualche modo l'organico piuttosto che a dare una compiutezza tecnica alla squadra. Sono stati inseriti faticatori come Tonti o Nardello (per chi faticheranno?), quando sarebbe servito almeno un corridore vincente. Diciamo che non ci sono capitani riconosciuti, n per le classiche n per i grandi giri, n sprinter di prima grandezza. Perch allora la squadra di Gianetti ha mantenuto il posto nel Pro Tour? Facile rispondere: nel Pro Tour la consistenza tecnica delle squadre l'ultimo dei parametri da analizzare. I motivi di interesse della Fuji possono essere circoscritti soprattutto all'evoluzione di qualche giovane molto interessante: il talentino Eros Capecchi prima di tutto e poi il russo Shpilevski, che la scorsa stagione nella squadra di Marino Basso ha mostrato una certa

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details confidenza con le corse del nord. E' un corridore ancora da scoprire, ma pu essere una delle sorprese della nuova stagione. Anche lo spagnolo Intxausti una buona promessa, per il resto dovr essere l'agonismo la parola d'ordine della squadra. I nuovi arrivati Tonti, Serrano e Nardello, i confermati Cobo, De La Fuente, Del Nero, dovranno dare la carica per corse sempre all'attacco in cerca di risultati parziali, magari una tappa in un grande giro che sarebbe gi un risultato importante per questa Fuji. Al massimo potremo aspettarci i corridori spagnoli come Cobo e Serrano a dire la propria in corse di una settimana come i Paesi Baschi od altre gare casalinghe. Complessivamente resta per una squadra di basso livello per il Pro Tour e soprattutto che sembra aver raffazzonato un organico poco logico. BENITEZ Jose Alberto CAMANO Iker CANADA David CAPECCHI Eros CAPELLI Ermanno CLARKE Hilton COBO Juan Jose DE LA FUENTE David DEL NERO Jesus DOMINGUEZ Ivan DURAN Arkaitz FERNANDEZ Alberto GOMEZ GOMEZ Angel GONZALEZ Hector INTXAUSTI Benat JUFRE Josep KESSIAKOFF Fredrick MEGIAS Javier NARDELLO Daniele SERRANO Ricardo SHPILEVSKY Boris TONTI Andrea VIGANO Davide WALKER William ESP ESP ESP ITA ITA AUS ESP ESP ESP CUB ESP ESP ESP ESP ESP ESP SWE ESP ITA ESP RUS ITA ITA AUS 14.11.1981 14.03.1979 11.03.1975 13.06.1986 09.05.1985 11.07.1979 11.02.1981 04.05.1981 16.03.1982 28.05.1976 18.05.1986 17.09.1984 13.05.1981 16.05.1986 20.03.1986 05.08.1975 17.05.1980 30.09.1983 02.08.1972 04.08.1978 20.08.1982 16.02.1976 12.06.1984 31.10.1985

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Garmin - Non si pu non parlar bene di questa squadra americana nata con il preciso obiettivo di portare in giro per il mondo un ciclismo credibile, trasparente, senza chiedere ai corridori risultati ad ogni costo. Un team che era nato senza sponsor, e gi questo la dice lunga sul fatto che siamo di fronte ad una squadra particolare, per volere di un imprenditore americano che gli aveva dato il nome di Slipstream per dare un'immagine precisa del progetto. Poi arrivata la Garmin a sovvenzionare il tutto, ma il credo della squadra non cambiato: ogni dato, ogni controllo relativo ai corridori viene reso pubblico e se si vince qualcosa meno pazienza. Lo scheletro della Garmin rimasto pressoch invariato, con un paio di aggiunte importanti, il canadese Tuft e il britannico Wiggins, oltre a qualche corridore minore per infoltire un organico che dovr sostenere tutto il calendario Pro Tour. La grande curiosit viene da Christian Vandevelde, che dopo l'eccellente Tour passato, punta di nuovo ed ancora con pi decisione alla classifica generale della Grande Boucle. Con un pizzico di presunzione in Garmin qualcuno ha anche nominato la maglia gialla, ma innegabile che Vandevelde pu ripetersi sui livelli della scorsa stagione e giocarsi il podio, se vero che l'anno scorso perse questa possibilit solo per una caduta. Oltretutto la Garmin sar fortissima nella cronosquadre (con Zabriskie, Wiggins, Millar, Tuft...) dove pu giocarsi il successo, e sembra determinata a arroccarsi con grande fiducia attorno al suo leader designato. Per il Giro invece l'uomo di punta potrebbe essere ancora David Millar, alla ricerca di una vittoria parziale che l'anno scorso gli sfugg per sfortuna (ricordate il lancio della bici oltre la transenna?). Da valutare cosa potr fare Zabriskie, reduce da una stagione segnata dalla caduta del Giro: potrebbe diventare la spalla di Vandevelde al Tour ma anche cercare qualche avventura propria sempre alla ricerca di una competitivit mai trovata completamente nelle corse a tappe. Punto interrogativo anche su Danielson, talento atteso e mai esploso su cui francamente non ci sentiremmo di scommettere. Attendiamo invece Martin Maaskant, buon corridore di scuola Rabobank da classiche del nord che pu intromettersi tra i big e portare a casa bei piazzamenti, mentre l'epoca di Backstedt in

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details queste stesse corse pare definitivamente tramontata. Nelle volate Dean pu conquisfarsi un posticino, ma soprattutto su Vandevelde che si gioca la stagione della Garmin. BACKSTEDT Magnus CALDWELL Blake COZZA Steven DANIELSON Thomas DEAN Julian DEKKERS Hans DONALD Jason DUGGAN Timothy DUYN Huub EUSER Lucas FARRAR Tyler FRIEDMAN Michael FRISCHKORN William HESJEDAL Ryder LOWE Trent MAASKANT Martijn MARTIN Daniel MEIER Christian MEYER Cameron MILLAR David PATE Danny PATOUR Kilian PETERSON Thomas SUTTON Christopher TUFT Svein VAN DER VELDE Ricardo VANDEVELDE Christian WIGGINS Bradley ZABRISKIE David SWE USA USA USA NZL NED USA USA NED USA USA USA USA CAN AUS NED IRL CAN AUS GBR USA FRA USA AUS CAN NED USA GBR USA 30.01.1975 27.03.1984 03.03.1985 13.03.1978 28.01.1975 07.08.1981 30.01.1980 14.11.1982 01.09.1984 05.12.1983 02.06.1984 19.09.1982 10.06.1981 09.12.1980 08.10.1984 27.07.1983 20.08.1986 21.02.1985 11.01.1988 04.01.1977 24.03.1979 20.09.1982 24.12.1986 10.09.1984 09.05.1977 19.02.1987 22.05.1976 28.04.1980 12.01.1979

Lampre - NGC - Forte della presenza del Campione del Mondo Alessandro Ballan e del vicecampione Damiano Cunego, la Lampre si presenta al via della nuova stagione carica di speranze ed ambizioni. La squadra di Beppe Saronni ha cambiato parecchi uomini, ma i cardini sono rimasti invariati: la partenza pi rilevante quella del velocista Napolitano, rimpiazzato da uno sprinter un gradino al di sotto, Furlan. Anche gli altri cambiamenti hanno seguito la stessa logica, alcuni gregari hanno scelto altre strade (Szmyd), si sono ritirati (Baldato e Fornaciari) o sono stati pizzicati dall'antidoping (ben tre, Bossoni, Vila e Murro). Tutti sono stati rimpiazzati da corridori di simili caratteristiche: Caucchioli sar la spalla prescelta per il Giro, Gasparotto e Da Dalto le pedine per il nord, oltre a buoni altri faticatori e un paio tra i neopro pi promettenti. Un ciclomercato misurato e ben ponderato quindi quello della Lampre. Qualli obiettivi pu porsi questa squadra? Molto ambiziosi, senz'altro. Alessandro Ballan ha dichiarato senza tanti giri di parole di voler vincere la Roubaix in maglia iridata. Tutta la prima parte di stagione vedr Ballan impegnatissimo, dalla Tirreno alla Sanremo e soprattutto poi alla campagna del nord sul pav, per finire con il Giro dove cercher di vincere una tappa. Nella seconda met di stagione ovviamente il Mondiale sar il pensiero predominante di Ballan, anche se crediamo che il percorso di Mendrisio sia un pizzico duro per lui e si adatti meglio ad altri azzurri. Sulla stagione di Ballan per pende qualche interrogativo: portare la maglia iridata non semplice, soprattutto non semplice prepararsi accuratamente nell'inverno per il continuo assalto di media, feste e premiazioni varie. Certamente Ballan arriver alle prime corse meno preparato del solito e dovr darci dentro per essere pronto a vincere una grande classica, come merita. Come gregari la Lampre gli affida il giovane emergente Spilak, l'anno scorso ottimo interprete al Fiandre, Gasparotto, Da Dalto, Righi, bravi corridori che non faranno una corazzata ma certamente un team adeguato. L'altro uomo copertina della Lampre ovviamente Damiano Cunego: nonostante il rimbalzo sul Tour de France e i trionfi nelle classiche, Damiano vuole provare ancora la strada dei grandi giri in funzione classifica. Stavolta dovrebbe tornare al Giro d'Italia, e puntare come altri obiettivi la Liegi e il Mondiale, che si svolge su un percorso assolutamente ideale per lui. Noi ci aspettiamo un Cunego molto forte per il 2009, visto che si messo alle spalle con grande vigore quel periodo molto altalenante arrivato dopo i precoci trionfi del 2004. Certo, se lasciasse perdere per un paio di stagioni le classifiche dei grandi giri secondo noi farebbe meglio.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details A parlare di grandi giri non si pu lasciare indietro Marzio Bruseghin: al Giro cercher il picco della stagione, forse per una coabitazione con Cunego che sar la strada a risolvere, forse chiss. Marzio arrivato terzo lo scorso anno, e stavolta i primi due di quel Giro non ci saranno: vero, ce ne saranno altri di campioni, ma se c' qualcuno per cui vale la pena di fare un sogno ad occhi aperti questo proprio Bruseghin. Per il resto della stagione Marzio sar l'infaticabile tessitore sia della Lampre che della nazionale, di cui ormai pedina insostituibile. Per le corse a tappe la Lampre ottimamente attrezzata, con gente esperta come Caucchioli e Tiralongo, oltre ai vari Marzano, Bono, Loosli, tutti corridori di fatica che saranno ottimi compagni per le avventure di tre settimane. Per le volate, conclusa la parentesi di Napolitano, c' l'arrivo di Furlan, che pu vincere qualche corsa di discreto livello, oltre alla conferma di Lorenzetto, che se trova continuit ha il potenziale per fare un bel salto verso i big. I due neopro fatti passare da Saronni sono tra i pi vincenti degli ultimi anni in campo dilettantistico, il velocista Grendene e lo scattista Ponzi. Certamente hanno bisogno di tempo, ma su Ponzi una scommessina per una gran bella carriera la faremmo. Tra i giovani spicca anche Francesco Gavazzi: lui non un neopro e finora si fatto vedere soprattutto come attaccante da lontano. Siamo convinti che nel 2009 inizier a crescere molto e potr attestarsi tra i migliori protagonisti del calendario di classiche nazionali. Attendiamo anche Gasparotto, un corridore in cui abbiamo sempre visto un grande talento, superiore ai risultati finora raccolti: pu essere l'uomo di inizio stagione, quello che pu partire forte mentre i big fanno la gamba. Anche in certe classiche del nord, come la Gand, pu fare bene. La Lampre dunque ha messo insieme ancora una volta una squadra ben costruita, che avr occasione di salire alla ribalta su quasi tutti i palcoscenici pi importanti, grazie a due capitani vincenti come Cunego e Ballan, all'amatissimo Bruseghin e ai tanti giovani di talento. BALLAN Alessandro BANDIERA Marco BINDI Emanuele BONO Matteo BRUSEGHIN Marzio BUTS Vitaliy CAUCCHIOLI Pietro CUNEGO Damiano DA DALTO Mauro FURLAN Angelo GASPAROTTO Enrico GAVAZZI Francesco GRENDENE Andrea LOOSLI David LORENZETTO Mirco MARZANO Marco MORI Manuele MORI Massimiliano PONZI Simone RIGHI Daniele SANTAMBROGIO Mauro SAPA Marcin SPILAK Simon TIRALONGO Paolo ZAGORODNY Volodymyr ITA ITA ITA ITA ITA UKR ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA SUI ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA POL SLO ITA UKR 06.11.1979 12.06.1984 07.10.1981 11.11.1983 15.06.1974 24.10.1986 22.08.1975 19.09.1981 08.04.1981 21.06.1977 22.03.1982 01.08.1984 07.04.1986 08.05.1980 13.07.1981 10.06.1980 09.08.1980 08.01.1974 17.01.1987 28.03.1976 07.10.1984 10.02.1976 23.06.1986 08.07.1977 27.06.1981

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Liquigas - La squadra di Roberto Amadio una delle osservate speciali della stagione 2009. Il motivo presto spiegato: il rientro di Ivan Basso dopo i due anni di squalifica. Con l'arrivo del varesino e la partenza di Pozzato la Liquigas si sbilancia molto verso i grandi giri, dove ha un'abbondanza di uomini notevole che potrebbe creare qualche problemino. Ci sono infatti da gestire Nibali, Pellizotti, Kreuziger, e con l'innesto di un corridore ambizioso come Basso il quadro potrebbe essere di difficile gestione. Per questo la Liquigas ha diviso i compiti in maniera netta e con grande anticipo: Basso e Pellizotti al Giro, Nibali e Kreuziger al Tour. Baster? Pellizotti viene da un podio sfiorato al Giro ed ha grande voglia di avere una squadra per s, cosa che difficilmente potr avvenire perch Basso sar certamente molto forte. Al Tour la convivenza tra Nibali e Kreuziger si presenta come meno problematica, perch i due sono giovani che debbono crescere ed

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details hanno ambizioni pi limitate, da piazza nei 10. Al Giro invece sia Pellizotti che Basso pensano pi o meno velatamente alla maglia rosa. La Liquigas ha pensato bene di rinforzarsi anche come gregari per i grandi giri, chiamando due uomini di esperienza come Szmyd e Zaugg, oltre ad un vecchio compagno di Basso, il danese Vandborg, molto forte sul passo. Questi si dovrano cementare con i vari Miholjevic, l'eterno No, Stangelj, Vanotti, per accompagnare i capitani sulle strade di Giro e Tour, e non escluso che per Basso ci sia anche l'obiettivo Vuelta. La Liquigas ha grandi ambizioni anche per le volate, dove Bennati mira a confermarsi tra i pi forti al mondo, sperando di avere pi fortuna a livello fisico e poter disputare la stagione completamente, cosa che non gli accade mai. Bennati avr a disposizione un pezzetto di squadra per tentare di confermare le tre vittorie di tappa del Giro 2008, ma anche per misurarsi con qualche classica, soprattutto la Sanremo e la Gand-Wewelgem, che non preclusa al suo bagaglio tecnico di velocista completo. Chicchi il velocista di scorta, da lanciare in alternativa a Bennati, e dopo un 2008 di ottima crescita atteso alla riprova. E poi c' il baby Guarnieri, uno sprinter di grande potenza che arriva al professionismo con grandissime ambizioni. Il tempo dalla sua, ma qualche segnale in corse minori pu gi darlo. I vari Corioni, Curtolo, Fischer, corridori abbastanza veloci, pososno fare via via da punto d'appoggio per lanciare i compagni. Anche qui insomma sembra esserci tutto per fare bene. Un po' meno nelle classiche, ma d'altra parte a qualcosa bisogna pur rinunciare: Bennati prover a dire la sua in quelle pi semplici, per il pav Quinziato e Franzoi possono dare un po' di visibilit, mentre per quelle pi dure come la Liegi potr toccare ai corridori da grandi giri per un colpo a sorpresa. Da segnalare poi che come neoprofessionista, oltre a Guarnieri, la Liquigas lancia anche Daniel Oss, un passista veloce dal fisico importante che d l'impressione di poter avere buone carte anche nel professionismo, dopo una carriera giovanile ricca di vittorie. La Liquigas quindi una squadra di alto livello, votata in prevalenza ai grandi giri con una struttura ben congegnata tra capitani e faticatori. AGNOLI Valerio BASSO Ivan BENNATI Daniele BODNAR Maciej CARLSTRM Kjell CHICCHI Francesco CORIONI Claudio DA ROS Gianni FISCHER Murilo Antonio FRANZOI Enrico GUARNIERI Jacopo KREUZIGER Roman KUSCHYNSKI Aleksandr MIHOLJEVIC Vladimir NIBALI Vincenzo NOE Andrea OSS Daniel PELLIZOTTI Franco QUINZIATO Manuel SABATINI Fabio SANTAROMITA Ivan STANGELJ Gorazd SZMYD Sylvester VANDBORG Brian VANOTTI Alessandro WILLEMS Frederik ZAUGG Oliver ITA ITA ITA POL FIN ITA ITA ITA BRA ITA ITA CZE BLR CRO ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA SLO POL DEN ITA BEL SUI 06.01.1985 26.11.1977 24.09.1980 07.03.1985 18.10.1976 27.11.1980 26.12.1982 26.08.1986 16.06.1979 08.08.1982 14.08.1987 06.05.1986 27.10.1979 18.01.1974 14.11.1984 15.01.1969 13.01.1987 15.01.1978 30.10.1979 18.02.1985 30.04.1984 27.01.1973 02.03.1979 04.12.1981 16.09.1980 08.09.1979 09.05.1981

Quickstep - Boonen contro tutti nella Quickstep versione 2009. Conclusa la grande avventura di Bettini, la Quickstep ha costruito la squadra sulle misure di Boonen, consegnandogli quanto di meglio potesse desiderare. Non per questo la formazione belga chiuder ad altri obiettivi e ad altri corridori, ma chiaro che gran parte della sua stagione si giocher nelle poche, grandi corse messe nel mirino da Boonen, essenzialmente Sanremo, Fiandre, Roubaix e tappe del Tour. Con il pensionamento di Bettini stato segato quasi tutto il ramo italiano della squadra, da Visconti a Scarselli, Tonti e Carrara, che abitualmente seguiva l'ex iridato nelle sue classiche preferite: ne consegue che sulle Ardenne e nelle altre classiche pi dure, la Quickstep avr una presenza abbastanza limitata rispetto al passato. Tutto ruoter attorno a Boonen,

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details come abbiamo detto, ma il campione belga che 2009 vivr? Le premesse sono abbastanza contrastanti: sappiamo bene che Boonen ha avuto dei problemi negli scorsi mesi, la positivit alla cocaina che da un punto di vista puramente agonistico e sportivo sarebbe un'inezia, ma che in senso pi ampio un macigno non ancora rimosso. Sapr gettarsi tutto alle spalle il campione di Mol, con un'inchiesta (della giustizia ordinaria) ancora in opera, soprattutto riuscir a dare ordine alla propria vita? Restando pi cinicamente alle prestazioni sportive abbiamo visto quanto possano essere condizionate da eventi esterni, il caso Di Luca emblematico, e quindi non ci sembra cos scontata una grande stagione da parte di Boonen. La Quickstep comunque gli ha messo a disposizione il meglio: l'arrivo di Marco Velo come pilota per le volate una garanzia e colma una lacuna di cui lo stesso Boonen si era lamentato. Velo il migliore in questo campo e con i vari De Jongh, Tosatto, Davis, Weylandt pu formare il treno di riferimento per tutto il gruppo. Davis e Weylandt avranno poi qualche volata da giocarsi quando non ci sar Boonen: soprattutto Weylandt, giovane ed esuberante fisicamente, da seguire come uno dei velocisti emergenti pi forti. Per le sue classiche Boonen potr contare sul supporto di una spalla speciale come il vincitore del Fiandre Stijn Devolder e su gregari forti ma un po' pi classici come Sylvain Chavanel. Quest'ultimo si scoperto a proprio agio al nord ed ha accettato questo ruolo di supporto nelle grandi classiche confidando di trovare spazio autonomo in corse intermedie come la Het Volk o la Freccia del Brabante. Nelle altre classiche la Quickstep dovr accontentarsi di un ruolo pi defilato, cos come pure nelle corse a tappe non potr primeggiare, se non per i successi parziali. Devolder sembra ancora convinto di avere chance da grande giro, ma in squadra non gli danno grande fiducia in questo senso pi e secondo noi fanno bene. Il belga dovr fare da jolly nelle classiche del nord, mentre il Tour de France, il suo sogno proibito non proprio cosa per lui. Piuttosto da seguire il giovane Dominique Cornu, eccellente passista che ha dato dei segnali interessanti anche in salita e va valutato attentamente nella sua evoluzione: chiss che non possa essere lui un corridore da corse a tappe per il futuro. Altro giovane promettente Dario Cataldo, bravo scalatore che deve trovare la sua giusta dimensione nel professionismo. Forse non diventer un campione, ma da seguire, mentre abbastanza controversa la strada presa da un altro giovane italiano, Davide Malacarne. Poteva diventare un big nel ciclocross, ha scelto la carriera su strada dove crediamo avr meno spazio. La Quickstep avr poi ottime carte per conquistare successi parziali nelle corse a tappe, dove sistemato Boonen per le volate e considerata l'assenza di uomini da classifica, i vari Chavanel, Pineau, Barredo, Schwab, uomini che hanno l'attacco nel DNA, potranno liberamente giocarsi le loro carte. Concludendo la Quickstep una squadra legatissima alle vicende di Boonen, molto pi che in passato, ma che ha anche qualche carta alternativa di buon valore ed almeno un paio di giovani da seguire attentamente. BARREDO Carlos BOONEN Tom CATALDO Dario CHAVANEL Sylvain CORNU Dominique DAVIS Allan DE JONGH Steven DE WEERT Kevin DEVENYNS Dries DEVOLDER Stijn ENGELS Addy FACCI Mauro HOVELYNCK Kurt HULSMANS Kevin KVIST Thomas Vedel MALACARNE Davide PINEAU Jrme REDA Francesco ROSSELER Sbastien SCHWAB Hubert SEELDRAYERS Kevin TOSATTO Matteo VAN DE WALLE Jurgen VAN IMPE Kevin VELO Marco WEYLANDT Wouter ESP BEL ITA FRA BEL AUS NED BEL BEL BEL NED ITA BEL BEL DEN ITA FRA ITA BEL SUI BEL ITA BEL BEL ITA BEL 05.06.1981 15.10.1980 17.03.1985 30.06.1979 10.10.1985 27.07.1980 25.11.1973 27.05.1982 22.07.1983 29.08.1979 16.06.1977 11.05.1982 02.06.1981 11.04.1978 18.08.1987 11.07.1987 02.01.1980 19.11.1982 15.07.1981 05.04.1982 12.09.1986 14.05.1974 09.02.1977 19.04.1981 09.03.1974 27.09.1984

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details WYNANTS Maarten BEL 13.05.1982

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Rabobank - Il progetto a largo respiro della squadra olandese, che punta su un organizzatissimo vivaio interno e su una presenza a 360 nel mondo del ciclismo, d ogni anno sempre pi frutti. L'ultimo esempio quello di Lars Boom, giovane talento che ha raccolto gi un Mondiale a cronometro su strada tra gli under 23 e il titolo Mondiale assoluto del ciclocross. Ad ogni stagione la Rabobank riesce a far passare nella squadra maggiore nuovi talenti che hanno un'esperienza completa nel ciclismo e sono seguiti nella maniera giusta, senza eccessi nelle categorie inferiori. Cos adesso gli orange hanno un gruppetto di giovanissimi pronti a spiccare il volo ed essere tra i maggiori protagonisti del ciclismo nel prossimo decennio: un'esperienza da studiare e riproporre. La Rabobank 2009 ha ambizioni un po' ovunque, forte nelle corse a tappe, sul pav, nelle volate... Dopo l'esperienza del 2008, Denis Menchov ripeter anche stavolta il doppio impegno Giro - Tour, con l'obiettivo di centrare almeno un podio. Il russo ha dimostrato di avere acquisito maggiore continuit e fondo, e ci sorprenderemmo di non vederlo tra i primi 3 in almeno una delle due corse. Per sostenerlo la Rabobank ha aggiunto all'organico anche Garate, il gregario giusto che spesso in passato gli mancato. Anche Ten Dam, Niermann, Weening, Posthuma, sono uomini validi per aiutarlo: non uno squadrone ma quello che pu servire ad un corridore come Menchov che non un punto di riferimento a Giro e Tour ma ha grandi ambizioni. Se Menchov il presente, il futuro delle corse a tappe in casa Rabobank certamente Robert Gesink, il 23enne lungo scalatore olandese che secondo noi uno dei pi limpidi talenti usciti negli ultimi anni. Questa stagione dovrebbe vederlo al debutto nel Tour de France, per prendere le misure ed aiutare Menchov, mentre per ora ci aspettiamo di vederlo vincente in corse come la Parigi-Nizza o il Delfinato. Di fatto Gesink ha scalzato l'altro astro nascente di casa Rabobank, Thomas Dekker, che dopo una stagione deludentissima ha preferto cambiare aria. Se la Rabobank per le corse a tappe di alto livello non da meno quella per le corse in linea: sul pav il solito combattivo Flecha ora affiancato dal rampante Nuyens, pronto a fare il salto di qualit. Affiancati da altri corridori tosti come Langeveld o Tjallingii possono fare della Rabobank una delle squadre pi compatte nei finali di corsa del profondo nord. Il discorso cambia un po' nelle corse pi impegnative da un punto di vista altimetrico, dove il vuoto lasciato da Boogerd non ancora stato colmato e pu essere Gesink l'uomo da lanciare. E poi naturalmente, fuori da ogni schema e da ogni etichetta, c' Oscar Freire. La nostra impressione sul tricampione del mondo che stia vivendo l'evoluzione della maturit, un briciolo meno di esplosivit in volata, ma pi fondo e pi costanza. I suoi obiettivi allora potrebbero allargarsi, dalla Sanremo alla maglia verde del Tour, ma anche il Fiandre o l'Amstel possono risultare graditi a questo nuovo Freire. Anche il percorso iridato di Mendrisio, il pi duro degli ultimi dieci anni, non spaventa Freire, che ha inserito il Mondiale in cima alla lista dei suoi obiettivi personali. Qualche vittoria lecito attendersela da Brown, discreto velocista, ed attenzione a due giovani: di Boom abbiamo detto in apertura, l'altro Mollema, altro prodotto interno che pare dotatissimo. ARDILA Mauricio Alb. BOOM Lars BROWN Graeme CLEMENT Stef DE GROOT Bram DE MAAR Marc FLECHA Juan Antonio FLENS Rick FREIRE Oscar GARATE Juan Manuel GESINK Robert HAYMANN Mathew HORRILLO Pedro KOZONTCHUK Dmitry LANGEVELD Sebastian LEEZER Tom MARTENS Paul MENCHOV Denis MOERENHOUT Koos MOLLEMA Bauke COL NED AUS NED NED NED ESP NED ESP ESP NED AUS ESP RUS NED NED GER RUS NED NED 21.05.1979 30.12.1985 09.04.1979 24.09.1982 18.12.1974 15.02.1984 17.09.1977 11.04.1983 15.02.1976 24.04.1976 31.05.1986 20.04.1978 27.09.1974 05.04.1984 17.01.1985 26.12.1985 26.10.1983 25.01.1978 05.11.1973 26.11.1986

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details NIERMANN Grischa NUYENS Nick POSTHUMA Joost REUS Kai STAMSNIJDER Tom TANKINK Bram TEN DAM Laurens TJALLINGII Maarten VAN EMDEN Jos WEENING Pieter GER BEL NED NED NED NED NED NED NED NED 03.11.1975 05.05.1980 08.03.1981 11.03.1985 15.05.1985 03.12.1978 13.11.1980 05.11.1977 18.02.1985 05.04.1981

Silence - Lotto - Digerita la sconfitta di Cadel Evans al Tour de France, la Silence ha rivisto leggermente il proprio indirizzo per la nuova stagione. Via McEwen, niente pi volate, attenzione a creare un vero gruppo di gregariato a Evans e arrivo di un'altra punta per le classiche, Gilbert. Per la verit il lavoro pi importante, la vera lacuna della Silence 2008, i gregari di Evans, non stato portato a compimento proprio nella maniera pi convincente. La Silence, dopo la delusione di Popovich e Cioni, aveva scelto di puntare per questo su Thomas Dekker e Bernard Kohl, ma quest'ultimo, come noto, stato trovato con le mani nella Cera ed il suo corposo contratto appena firmato finito stracciato. Resta Dekker, non proprio un corridore con le doti innate del gregario, tutt'altro, ma una stellina in offuscamento, un predestinato che rimasto impantanato in una stagione disgraziata. Cosa potr fare Dekker per Evans? Come sempre sar la strada a dare la sentenza, ma crediamo che la Silence avrebbe fatto meglio ad investire i propri soldi su un altro tipo di corridore se la sua intenzione (come logica vorrebbe) quella di sostenere Evans nella sua rincorsa al Tour de France e non quella di creare un dualismo interno. Come veri gregari da corse a tappe l'unico arrivo veramente azzeccato quello di Wegelius, ma forse un po' poco. Sempre in ottica corse a tappe da seguire Jurgen Van Den Broeck, ottimo protagonista al Giro d'Italia, corridore ancora da scoprire completamente. Potrebbe essere lui l'uomo giusto per aiutare Evans, che temiamo anche quest'anno corra il rischio di trovarsi stritolato in mezzo alle corazzate di Riis e Bruyneel. L'altra grossa novit, oltre a Dekker, l'arrivo di Philippe Gilbert, per affiancare (o soppiantare) Leif Hoste come uomo guida nelle classiche. Il vallone arrivato alla maturit agonistica e con la Silence trova una squadra meglio disposta alle sue caratteristiche. Crediamo quindi che Gilbert sar tra i maggiori protagonisti della stagione e che una vittoria in una grande classica del nord sia alla sua portata. Deve solo correggere i tempi: l'anno scorso a febbraio impressionava per quanto andava forte ed arrivato sul pi bello in calo di condizione. Stavolta deve regolarsi su quella esperienza. Per il 2009 Gilbert sembra orientato a scegliere obiettivi diversificati rispetto a Hoste: quest'ultimo si misurer con le sue solite classiche del pav, mentre Gilbert dovrebbe lasciar perdere il Fiandre, che pure sembra una corsa adattissima ai suoi mezzi, per dedicarsi maggiormente alle gare delle Ardenne. I due capitani per le classiche potranno contare su tre compagni portati dietro da Gilbert dalla Franaise (Delage, Venendert, Stubbe), oltre che su altri uomini di buon spessore come Van Summeren, Aerts, Scheirlinck, il giovane campione nazionale Roelandt, e per le Ardenne l'australiano Lloyd. L'organico giusto. Un altro nome su cui siamo pronti a scommettere per un grande 2009 quello di Greg Van Avermaet. Sembrava un buon velocista e niente pi, invece ha svelato doti pi complete che possono tagliargli addosso un bel po' di classiche, anche la Sanremo. Finora ha usufruito del fatto di essere poco conosciuto, adesso atteso all'esame di maturit, ma siamo convinti che abbia le doti per superarlo con qualche spunto notevole. Ma ovviamente altrove che la Silence punta il proprio sguardo, soprattutto al tentativo personale di Evans di vincere il Tour (passando dalla partecipazione al Giro?) e come squadra di togliersi di dosso quell'immagine deficitaria data nella vana difesa della maglia gialla. AERTS Mario BRANDT Christophe CRETSKENS Wilfried DE GREEF Francis DEKKER Thomas DELAGE Mickael D'HOLLANDER Glenn DOCKX Bart ELIJZEN Michiel EVANS Cadel GARDEYN Gorik GILBERT Philippe BEL BEL BEL BEL NED FRA BEL BEL NED AUS BEL BEL 31.12.1974 06.05.1977 10.07.1976 02.02.1985 06.09.1984 06.08.1985 28.12.1974 02.09.1981 31.08.1982 14.02.1977 17.03.1980 05.07.1982

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details HOSTE Leif JACOBS Pieter KAISEN Olivier LANG Sebastian LJUNGBLAD Jonas LLOYD Matthew ROELANDTS Jurgen SCHEIRLINCKX Staf SENTJENS Roy STUBBE Tom VAN AVERMAET Greg VANDEN BROECK Jurgen VAN SUMMEREN Johan VANENDERT Jelle WEGELIUS Charles BEL BEL BEL GER SWE AUS BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL GBR 17.07.1977 06.06.1986 30.04.1983 15.09.1979 15.01.1979 24.05.1983 02.07.1985 12.03.1979 15.12.1980 26.05.1981 17.05.1985 01.02.1983 04.02.1981 19.02.1985 26.04.1978

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Team Columbia - High Road - La squadra che ha preso il posto della storica Telekom, ma con affiliazione che adesso diventata americana, ha sfoltito ed armonizzato un organico che presentava fin troppe stelle e stelline, scegliendo i corridori sui quali puntare per il futuro. Per gli sprint l'esplosione di Cavendish e la crescita inattesa di Greipel ha portato alla cessione di Ciolek, che sembrava poter diventare uno dei cardini di questa squadra. Ugualmente tra gli uomini da corse a tappe stato sacrificato Gerdemann, una scelta discutibile, perch secondo noi il tedesco in prospettiva ha pi potenziale dei confermati Rogers e Kirchen, che si presentano come i capitani per i grandi giri in attesa della possibile esplosione del giovanissimo Tony Martin. Il reparto delle classiche del pav stato molto ridimensionato, con le cessioni di tre uomini esperti come Klier, Hammond e Knaven. Nelle classiche quindi Hincapie e Burghardt saranno gli uomini di riferimento per il pav, mentre Kirchen resta il leader per Liegi e dintorni, con un occhio di riguardo anche all'interessante innesto del belga Monfort. Kirchen sembra tuttora convinto, nonostante l'esito non felicissimo del Tour, di poter dire la sua nei grandi giri: sulle strade di Francia ci prover ancora, cos come Rogers, corridore ancora da testare definitivamente sulle tre settimane. La Columbia ha buoni gregari per queste corse, Pinotti, Possoni, Siutsou, il giovane svedese Lovkvist (che potrebbe avere un bel futuro) e soprattutto il tedesco Tony Martin. Fortissimo sul passo, competitivo in salita, Martin il corridore che la Columbia deve far crescere con pazienza per avere tra un paio d'anni un vero campione da corse a tappe. Ma dove la Columbia pu davvero fare la differenza per ora sulle volate: Cavendish sta diventando il numero uno ed attorniato da diversi corridori abili a preparargli la strada, da Greipel ad Eisel passando per Renshaw e Reynes. Tutti buoni velocisti che poi avranno campo libero quando Cavendish non sar in corsa. Ma dove pu arrivare l'inglese dell'Isola di Man: nel 2008 stato forte oltre ogni possibile previsione e tutto fa immaginare che possa esprimersi di nuovo su quei livelli, che l'hanno portato a vincere due tappe al Giro e ben quattro al Tour. Una menzione particolare la merita il norvegese Boasson Hagen, un giovane molto forte, un passista veloce la cui crescita da seguire con attenzione: presto potrebbe essere un corridore da Sanremo. Da ricordare anche nella Columbia milita il campione del mondo della cronometro, Bert Grabsch, e qualcosa di buono nelle prove contro il tempo lecito attenderselo da lui. In conclusione questa Columbia una squadra con molti motivi di interesse, che pu essere protagonista su tutti i fronti e che vincer sicuramente molto grazie ai tanti uomini veloci. ALBASINI Michael SUI BARRY Michael CAN BOASSON HAGEN Edvald NOR BURGHARDT Marcus GER CAVENDISH Mark GBR DOCKX Gert BEL EISEL Bernhard AUT GRABSCH Bert GER GREIPEL Andr GER HANSEN Adam AUS HENDERSON Greg NZL HINCAPIE George USA KIRCHEN Kim LUX 20.12.1980 18.12.1975 17.05.1987 30.06.1983 21.05.1985 04.07.1988 17.02.1981 19.06.1975 16.07.1982 11.05.1981 10.09.1976 29.06.1973 03.07.1978

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details LEWIS Craig LVKVIST Thomas MARTIN Tony MONFORT Maxime PINOTTI Marco POSSONI Morris RABON Frantisek RENSHAW Mark REYNES MIMO Vicente ROGERS Michael SIEBERG Marcel SIUTSOU Kanstantsin USA SWE GER BEL ITA ITA CZE AUS ESP AUS GER BLR 10.01.1985 04.04.1984 23.04.1985 14.01.1983 25.02.1976 01.07.1984 26.09.1983 22.10.1982 30.07.1981 20.12.1979 30.04.1982 09.08.1982

Team Katusha - Dalla Russia arriva una delle novit pi interessanti della stagione ciclistica 2009, il Team Katusha. Si tratta di una squadra che sorta ereditando parte della struttura della Tinkoff e che grazie ai sostanziosi investimenti di munifici sponsor russi si presenta con un budget imponente. Sulle maglie comparir principalmente il nome Katusha, la denominazione ufficiale del team che non rappresenta nessuno dei marchi che sponsorizzano la squadra. La tendenza delle squadre che arrivano da paesi in grande espansione ma relativamente nuovi per il ciclismo, sembra essere proprio questa: creare un pool di sponsor che danno un nome evocativo del paese da cui provengono per promuoverne l'immagine a livello internazionale, come gi stato per la Astana. Tecnicamente la Katusha si presenta soprattutto come squadra da volate e da classiche, mentre per le corse a tappe ha un organico un po' incompiuto. Sugli sprint lo squadrone russo si giocher una buona fetta della propria annata avendo investito tantissimo per accaparrarsi McEwen, Napolitano e Steegmans, tre dei velocisti di grido delle ultime stagioni. McEwen era ormai un po' stretto in una Silence ormai orientata totalmente a classiche e uomini da corse a tappe e in Katusha pu trovare lo stimolo per un ultimo spicchio di carriera degno della sua fama. Napolitano viene da una stagione in cui ha faticato a trovare la condizione migliore in vicinanza dei grandi appuntamenti, ma le sue doti non si discutono: se lavora bene ha il talento per imporsi ancora tra i velocisti pi forti del mondo. Steegmans secondo noi un portento ma fatica a far combinare tutti gli ingredienti che servono per fare un grande velocista: determinazione, convinzione nei propri mezzi, sfrontatezza, concentrazione, il giorno che metter tutto assieme potr diventare un numero uno negli sprint ed in certe classiche. Con questo trio la Katusha potr presentarsi ad ogni corsa con un velocista in grado di vincere. Da sottolineare poi che almeno due di loro, McEwen e Napolitano, sono bravissimi a fare volata senza compagni, ma in ogni caso la Katusha ha anche una solida armata di passisti e finisseur in grado di fare il lavoro sporco per loro. Anche il capitolo dedicato alle grandi classiche succoso, soprattutto per la presenza di Filippo Pozzato. Il vicentino ha deciso di cambiare aria dopo la deficitaria esperienza in Liquigas e trover un ambiente che punta forte su di lui per una vittoria di quelle che contano davvero. La nostra sensazione su Pozzato che manchi totalmente di quella sana cattiveria agonistica che necessaria a compiere l'ultimo salto di qualit: l'esclusione dalla nazionale sia per le Olimpiadi che per il Mondiale pu avergli fatto scattare qualcosa e dato uno stimolo nuovo, cos come l'arrivo in questa squadra. Buona parte della sua stagione si giocher in avvio, tra Sanremo e classiche del nord. Tutti alle sue direttive dovrebbero essere Ivanov, Vandenbergh, Bodrogi ed anche Steegmans. Pozzato quindi avr una squadra competitiva tutta per s e niente scusanti. Chiuso il discorso pav la Katusha lancer Pfannberger, una delle rivelazioni del 2008, per ottenere qualche buon risultato in classiche dal diverso profilo altimetrico. Per quanto riguarda le corse a tappe il discorso molto pi limitato: la Katusha ha preso dei discreti corridori che sembravano il prodromo all'arrivo di un grande campione. Invece questo arrivo non c' stato e cos saranno Karpets e Colom a prendere i gradi di capitano. Il primo probabilmente al Giro, dove vanta gi dei piazzamenti nei 10, il secondo al Tour de France. Colom un corridore che sempre stato gregario nei grandi giri, ma sembra convinto, e con lui la squadra, di avere i numeri per emergere in proprio. Noi crediamo che sia pi probabile vederlo tra i primi in qualche corsa di una settimana. La Katusha quindi si presenta al ciclismo come un vero colosso, ancora in evoluzione come identit tecnica, e che pu creare le basi per un ciclo di vittorie prestigiose. BODROGI Laszlo BOTCHAROV Alexandre BRUTT Pavel COLOM MAS Antonio HUN RUS RUS ESP 11.12.1976 26.02.1975 29.01.1982 11.05.1978

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details DE HAES Kenny ESKOV Nikita GALIMZYANOV Denis HORRACH RIPPOLL Joan IGNATIEV Mikhail IVANOV Serguei KARPETS Vladimir KLIMOV Serguei MARKOV Alexei MAZZANTI Luca MCEWEN Robbie MIKHAILOV Guennadi NAPOLITANO Danilo PETROV Evgeny PFANNBERGER Christian POZZATO Filippo ROVNY Ivan SEROV Alexander STEEGMANS Gert SWIFT Ben TRUSOV Nikolay VANDENBERGH Stijn VANTOMME Maxime BEL RUS RUS ESP RUS RUS RUS RUS RUS ITA AUS RUS ITA RUS AUT ITA RUS RUS BEL CAN RUS BEL BEL 10.11.1984 23.01.1983 07.03.1987 27.03.1974 07.05.1985 05.03.1975 20.09.1980 07.07.1980 26.05.1979 04.02.1974 24.06.1972 08.02.1974 31.01.1981 25.05.1978 09.12.1979 10.09.1981 30.09.1987 12.11.1982 30.09.1980 05.11.1987 02.07.1985 25.04.1984 08.03.1986

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Team Milram - L'ex squadra di Gianluigi Stanga, ora completamente passata alla societ tedesca, ha rivisto completamente il proprio organico e i propri obiettivi. Finita la sfortunata esperienza di Petacchi, salutato il grande Zabel che ha appeso la bici al chiodo, la Milram ha reclutato tanti volti nuovi, attingendo a piene mani dalla defunta Gerolsteiner, tanto da poter dire che questa la squadra pi rinnovata del Pro Tour. Se prima la Milram era una squadra esclusivamente votata agli sprint e dipendente da Petacchi, nel 2009 avr di che impegnarsi su pi fronti, dalle corse a tappe alle classiche, magari non con campionissimi ma con corridori di ottimo livello che garantiranno alla squadra una presenza costante nei piani alti delle classifiche. Le volate avranno ancora un ruolo importante nell'economia della squadra: il giovane Gerald Ciolek e il maturo Robert Forster sono le nuove punte della Milram in questo campo. Forster una garanzia di rendimento, uno che una tappa in un grande giro nel corso della stagione se l' quasi sempre portata via. Ciolek il talento del futuro, rimasto oscurato dall'esplosione di Cavendish in Columbia e perci bisognoso di un nuovo spazio. La Milram pu essere l'ambiente giusto per questo ragazzo che ha grandi capacit da velocista completo, non con il guizzo assassino degli ultimi 50 metri, ma in grado di superare anche le piccole salite: ha bisogno di un po' di tempo, ma siamo certi che si ritrover. Per la prima volta la Milram si dedicher anche alle corse a tappe con Linus Gerdemann, voglioso di rivincite dopo un 2008 segnato dal grave infortunio della Tirreno, ma in cui ha confermato con qualche lampo le sue qualit. Ha l'et giusta per esprimersi al meglio e la serenit di una mentalit da vero sportivo: scommettiamo su Gerdemann per un piazzamento da primi 6-7 al Tour de France. Fothen, Rohregger, Knees possono essere sue valide spalle e lanciarsi in qualche corsa a tappe minore. Soprattutto Knees lo segnaliamo come uno dei corridori che potrebbe crescere di pi nella prossima stagione: ha una certa somiglianza con Voigt e secondo noi far ottime cose. Per le classiche il nome da seguire quello di Wegmann, altro corridore proveniente dalla Gerolsteiner e che f della continuit la sua arma migliore. Poche vittorie, ma tra i corridori pi combattivi, soprattutto su percorsi duri, Wegmann c' sempre. C' poi da seguire Velits, ex campione del mondo tra gli under 23 che per la verit nella massima categoria finora non ha convinto granch, ma ha ancora molto tempo per farlo. Ne esce quindi una Milram che ha rivoltato l'organico con buoni criteri, che forse non vincer nessuna delle grandi corse ma sar ben presente ovunque. BARLA Luca CIOLEK Gerald EICHLER Markus FRSTER Robert FOTHEN Markus ITA GER GER GER GER 29.09.1987 19.09.1986 18.02.1982 27.01.1978 09.09.1981

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details FOTHEN Thomas FRHLINGER Johannes GAJEK Artur GERDEMANN Linus KNAVEN Servais KNEES Christian KUX Christian MLLER Martin ROELS Dominik ROHREGGER Thomas RUSS Matthias SCHOLZ Ronny SCHRDER Bjrn STROETINGA Wim TERPSTRA Niki VELITS Martin VELITS Peter VOSS Paul WEGMANN Fabian WROLICH Peter GER GER GER GER NED GER GER GER GER AUT GER GER GER NED NED SVK SVK GER GER AUT 06.04.1983 09.06.1985 18.04.1985 16.09.1982 06.03.1971 05.03.1981 03.05.1985 05.04.1974 21.01.1987 23.12.1982 14.11.1983 24.04.1978 27.10.1980 23.05.1985 18.05.1984 21.02.1985 21.02.1985 26.03.1986 20.06.1980 30.05.1974

Team Saxo Bank - Bjarne Riis presenter nella nuova stagione una squadra cambiata nel nome ma non molto negli uomini. Al ritiro della CSC ha fatto subito seguito l'ingresso del nuovo main sponsor Saxo Bank, che avrebbe dovuto avere IT Factory ad affiancarlo come secondo marchio. Quest'ultima azienda invece stata travolta dalla crisi finanziaria e tutto andato a monte, lasciando sola la Saxo Bank. Nonostante questo, Riis ha assicurato di avere la copertura finanziaria necessaria a sostenere il suo squadrone. La Saxo Bank avr un taglio leggermente pi giovane della CSC, avendo mandato in pensione ben 3 corridori (Blaudzun, Julich e McGee, diventato DS) e lasciato partire il vincitore del Tour Carlos Sastre con un paio di esperti gregari come Cuesta e Gustov. Le novit riguardano delle giovani scommesse che Riis ripete di stagione in stagione e il pi delle volte vince. Stavolta i due pi promettenti sembrano essere il danese Fuglsgang, gi ottimo interprete della mountain bike, e Jonathan Bellis, un britannico ventenne dal gran fisico che vanta una carriera dilettantistica di altissimo livello, soprattutto su pista. Le stelle per chiaramente per il 2009 della Saxo Bank saranno altre e tantissime. Per le corse a tappe, chiusa l'avventura di Sastre, la squadra punta fortemente sulla crescita dei fratelli Schleck. Franck ha mostrato degli importanti progressi sulla continuit, ma ancora molto indietro sulle crono, handicap enorme, e non ha mai dato l'idea di un corridore vincente. Andy senz'altro pi tagliato per le grandi corse a tappe, deve anche lui crescere a cronometro e accumulare esperienza, ma non ci sorprenderemmo pi di tanto nel vederlo sul podio del Tour de France. Entrambi appunto faranno il Tour, mentre a Giro e Vuelta la Saxo dovrebbe presentarsi con squadre forti ma senza ambizioni di primissimo piano per la classifica, limitate ad una piazza nei 10 dei vari Larsson o Chris Sorensen. Come sempre al Tour la Saxo sar fortissima, con gregari super come Voigt o Arvesen che saranno un plus fondamentali per i fratelli lussemburghesi. Per le classiche Fabian Cancellara ha ormai raggiunto la piena maturit ed andr a caccia in primis del Fiandre, ma ovviamente cercher anche Sanremo e Roubaix, scortato da seconde scelte del livello di O'Grady, Kroon e Kolobnev. Crediamo che una di queste tre corse non sfuggir al campione svizzero, che si impegner anche al Giro per cercare di vincere una tappa. Per le classiche pi dure, come le Ardenne, torneranno in campo i fratelli Schleck, spalleggiati dai soliti gregari-treni (Voigt e company): i lussemburghesi sono temibili anche qui, ma non hanno lo spunto vincente di altri campioni e restano perci soprattutto dei piazzati. Come velocisti ci sono l'argentino Haedo, che ha vinto tante corse minori, e il bronzo mondiale Breschel, uno sprinter poco conosciuto che pu confermarsi su discreti livelli. Una delle caratteristiche fondamentali delle squadre di Riis sempre stata la capacit di andare a vincere con tanti corridori diversi, con tanti successi nelle corse a tappe brevi, in semiclassiche pi o meno importanti, ed impostando sempre corse d'attacco. Anche nel 2009 sar senz'altro cos per questo squadrone che ha frecce importanti da scagliare in ogni situazione. ARVESEN Kurt-Asle BAK Lars Ytting BELLIS Jonathan BOCHMANN Lasse NOR DEN GBR DEN 09.02.1975 16.01.1980 16.08.1988 13.06.1983

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details BRESCHEL Matti CANCELLARA Fabian FUGLSANG JaCob GOSS Matthew HAEDO Juan Jos HOJ Frank KLEMME Domenik KLOSTERGAARD Kasper KOLOBNEV Alexandr KROON Karsten LARSSON Gustav Erik LJUNGQVIST Marcus LUND Anders MCCARTNEY Jason MORKOV Michael O'GRADY Stuart RASMUSSEN Alex SCHLECK Andy SCHLECK Frank SORENSEN Chris Anker SORENSEN Nicki STEENSEN Andr VAN GOOLEN Jurgen VOIGT Jens DEN SUI DEN AUS ARG DEN GER DEN RUS NED SWE SWE DEN USA DEN AUS DEN LUX LUX DEN DEN DEN BEL GER 31.08.1984 18.03.1981 22.03.1985 05.11.1986 26.01.1981 04.01.1973 31.10.1986 22.05.1983 04.05.1981 29.01.1976 20.09.1980 26.10.1974 14.02.1985 03.09.1973 30.04.1985 06.08.1973 09.06.1984 10.06.1985 15.04.1980 05.09.1984 14.05.1975 12.10.1987 28.11.1980 17.09.1971

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net

Squadra per squadra: Continental Professional


Acqua e Sapone - Reduce da una stagione difficile, con l'esclusione dalle corse Gazzetta, ma condotta con grandissima professionalit e dignit, la Acqua e Sapone si affaccia al 2009 pi solida che mai. I vecchi Garzelli e Paolini hanno dimostrato di esserci ancora eccome, ed alcuni giovani, su tutti Francesco Masciarelli, sembrano pronti a spiccare il volo. Stavolta la partecipazione al Giro d'Italia e alle altre corse della Rosea non mancher, dando alla Acqua e Sapone la visibilit che merita. Garzelli non pare pi competitivo per reggere la classifica di un grande giro ai massimi livelli, ma come cacciatore di tappe dai percorsi duri tra i pi agguerriti. Anche nelle classiche pi impegnative pu ritagliarsi un ruolo di primo piano, mentre Paolini pu dare qualche stoccata qua e l tra Sanremo, eventualmente nelle classiche del nord se la Acqua e Sapone ricevesse qualche invito, e nel calendario di corse italiane. Entrambi sono poi alla ricerca della maglia azzurra per Mendrisio. Ma il corridore da cui ci aspettiamo di pi tra quelli di Palmiro Masciarelli il figlio minore, Francesco. In salita ha fatto vedere grandi possibilit, ha solo 22 anni e se ha determinazione e costanza a sufficienza il futuro suo. Per ora lo aspettiamo come protagonista di giornata in qualche tappa e in qualche semiclassica, ma non da escludere che negli anni possa diventare un uomo da corse a tappe. In buona crescita anche Francesco Failli, corridore che pu inserirsi anche lui tra i migliori del calendario di classiche italiane. Come uomo veloce c' Balducci, garanzia di una manciata di successi. E poi qualche altro uomo da lanciare all'attacco e per completare un organico di alto livello per la categoria professional. ANDRIOTTO Dario ITA CODOL Massimo ITA DI PAOLO Francesco ITA DONATI Alessandro ITA FAILLI Francesco ITA GARZELLI Stefano ITA MARZOLI Ruggero ITA MASCIARELLI Andrea ITA MASCIARELLI Francesco ITA MASCIARELLI Simone ITA MILAN JIMENEZ Diego ESP ORTEGA Didac ESP 19721025 19730227 19820418 19790508 19831216 19730716 19760402 19820902 19860505 19800102 19850710 19820405

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details PALUMBO Giuseppe PAOLINI Luca PIERFELICI Luca ITA ITA ITA 19750910 19770117 19830903

Aeronautica Militare - Amica Chips - Knauf - Con un nome chilometrico questa squadra si annuncia tra le novit della stagione. Le basi sono quelle della vecchia e piccola Nippo, ma il progetto molto pi ampio e di alto livello. L'ingresso di Knauf, il ritorno nel ciclismo di Amica Chips e questa originale parternship con l'Aeronautica Militare di cui il team sfrutter alcune strutture, hanno consentito di mettere insieme un bel gruppo di corridori soto la guida di direttori sportivi tra i pi esperti. In ammiraglia ci saranno infatti Beppe Martinelli, Fabrizio Fabbri e Guido Bontempi. L'Amica Chips (chiamiamola cos per comodit) si presenta soprattutto come squadra da corse di un giorno e non azzardato assegnarle il posto di team pi attrezzato, tra quelli di questa categoria, per il calendario di classiche italiane. I nomi sono principalmente tre, Bertagnolli, Anz e Ratti. Con questo terzetto la Amica Chips pu andare alla ricerca di corse prestigiose, come Tre Valli, Giro del Lazio, Emilia e via dicendo. Anche qualche corsa a tappe di 4 o 5 giorni pu essere nelle loro corde,mentre il Giro e la Tirreno, almeno per ora, non li hanno la squadra tra le selezionate, in attesa di possibili cambiamenti anche all'ultima ora (ricordate la Astana un anno fa?). Da vedere poi se qualche organizzatore internazionale conceder fiducia a questa squadra. Per le volate Cadamuro d segnali contrastanti, ma il ritorno nel giro che conta pu dargli la spinta necessaria a liberare finalmente il proprio talento. Le prospettive invece non sono incoraggianti per l'ex campione del mondo Astarloa, ripescato dopo essere stato lasciato libero dalla Milram. Per lo spagnolo i tempi d'oro sembrano davvero lontani. Meglio puntare sui giovani, tra cui spiccano un paio di neopro che hanno buone credenziali, come il sudamericano Infantino e Francesco Rivera. Interessante anche Grega Bole, uno sloveno piuttosto veloce, cos come Samoilau e Kunitski che certamente interpreteranno il loro ruolo di attaccanti coraggiosi. In definitiva una squadra di buon livello che spiccher senz'altro nel panorama delle classiche italiane. ANZA Santo ITA ASTARLOA Igor ESP BERTAGNOLLI Leonardo ITA BOLE Grega SLO CADAMURO Simone ITA CLARKE Simon AUS DE MARIA Giuseppe ITA FOGNINI Fausto ITA GABBRIELLESCHI MassimoITA GAROFALO Vincenzo ITA GIRARDI Edoardo ITA GOLAS Michal POL INFANTINO ABREU RafaelPOL KISERLOVSKI Robert CRO KUNITSKI Andrei BLR KVASINA Matija CRO MIYYAZAWA Takashi JPN RATTY Eddy ITA RIVERA Francesco ITA SAMOILAU Branislau BLR SELVAGGI Mirko ITA TOMASELLI Paolo ITA 19801117 19760329 19780108 19850813 19760628 19860718 19840830 19851110 19771123 19820805 19851022 19840429 19840828 19860809 19840702 19811204 19780227 19770404 19830706 19850525 19850211 19830911

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Agritubel - L'unica squadra francese della categoria Professional (le altre sono tutte Pro Tour!) ha uomini adatti a fare corse d'attacco. Centro nevralgico della stagione sar ovviamente il Tour de France, in cui la Agritubel deve costruirsi un ruolo nelle fughe da lontano, con gente come Calzati, Vogondy, Le Boulanger. Romain Feillu, ragazzo molto veloce, tra i migliori francesi della nuova generazione, non che sia una grande garanzia, questa, visto il livello medio del ciclismo d'Oltralpe. Comunque atteso a qualche vittoria minore in volata. Nelle classiche del nord Ista ha mostrato un minimo di competitivit, certo non per fare grandi cose. Per Moreau invece l'anagrafe ha gi presentato il conto.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details BERGES Emilien-Benot BICHOT Freddy BOUET Maxime CAETHOVEN Steven CALZATI Sylvain CUSIN Rmi FEILLU Brice FEILLU Romain GONZALO Eduardo HUGUET Yann ISTA Kevyn JALABERT Nicolas LAURENT Christophe LE BOULANGER Yoann LE LAY David LEQUATRE Geoffroy MOREAU Christophe RAVARD Anthony VOGONDY Nicolas FRA FRA FRA BEL FRA FRA FRA FRA ESP FRA BEL FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA FRA 19830113 19790909 19861103 19810509 19790701 19860203 19850726 19840416 19830825 19840502 19841125 19730413 19770726 19751104 19791230 19810630 19710412 19830928 19770808

Andalucia - Cajasur - Dalla Spagna arriva questa squadra di potenzialit abbastanza ridotte. L'uomo pi noto Angel Vicioso, uno dei pupilli di Manolo Saiz e del dottor Fuentes, che dopo aver girovagato in qualche squadra minore conta di rilanciarsi, almeno in patria. Le ambizioni della Andalucia difatti sono limitate alle corse di casa: pu far bene in qualche gara a tappe breve Redondo, un corridore che ha buone doti in salita. Per gli altri ci sar da cercare attacchi, soprattutto alla Vuelta Espana, il grande palcoscenico a cui la Andalucia non dovrebbe mancare. CALVENTE Manuel ESP CARRASCO Jose Antonio ESP ESTRADA Juan Javier ESP LOPEZ GIL Jos Antonio ESP MARTINEZ Francisco Jo ESP MORENO Javier ESP ORTEGA Manuel ESP PIEDRA Antonio ESP RAMIREZ Javier ESP REDONDO Jos Antonio ESP ROLDAN Jos Luis ESP ROSENDO Jesus ESP RUIZ Jose ESP TONDO Xavier ESP VICIOSO Angel ESP 19760814 19800908 19810808 19760711 19830514 19840718 19810707 1985101 19780314 1985030 19851113 19820316 19801019 19781105 19770413

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Barloworld - Il colpo assestatogli dal suo (ex) corridore Moises Duenas, trovato positivo all'ultimo Tour de France, ha fatto vacillare l'impegno della Barloworld nel ciclismo, ma alla fine, seppur con un organico ridotto, la squadra di Claudio Corti potr proseguire anche nel 2009. Non ci sono pi i due uomini che hanno dato maggior risalto nella passata stagione, Gasparotto (vincitore dell'UCI Europe Tour) e Pfannberger, sempre tra i primi nelle grandi classiche delle Ardenne e i tante altre corse. Il ruolo della Barloworld sar quindi un po' ridimensionato e certamente la squadra ricever meno inviti per le corse maggiori, dopo che invece nel 2008 era stata chiamata a Giro, Tour e a quasi tutte le classiche del nord: il Giro l'ha gi esclusa ed probabile che anche dalla FRancia facciano altrettanto. Molti dei suoi destini passeranno da Juan Mauricio Soler, il colombiano rivelazione del Tour 2007 con una tappa e la maglia a pois. L'ultima stagione per Soler stata da "senza voto": caduta a inizio Giro, caduta a inizio Tour, ritiri, riabilitazioni, poche corse e niente risultati. Il corridore per non pu essere sparito cos, deve migliorare a districarsi nei pericoli del gruppo perch cade in continuazione, ma ha ancora tanta strada per rifarsi. Con un po' di buona sorte pu tornare fin da subito ad alti livelli, anche se non semplice capire dove, proprio perch gli inviti per la Barloworld sono tutt'altro che certi. Le sue doti di scalatore vorrebbero i grandi giri,

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details in sottordine le classiche pi dure: vedremo quali organizzatori gli concederanno fiducia. Detto di Soler non resta molto d'altro alla Barloworld: il velocista sudafricano Hunter sembra aver messo alle spalle il periodo migliore e anche Cardenas, buon attaccante su percorsi impegnativi, deve fare i conti con l'anagrafe. Qualcosa di buono l'hanno fatto intuire Augustyn e Froome con delle interessanti iniziative all'ultimo Tour de France, e saranno da seguire con attenzione. Ci sono poi due ottimi pistard come Cummings e Thomas, e atleti abituati agli attacchi come Calcagni e Bellotti. Tutti uomini reduci dalla vecchia Barloworld, perch l'unico nuovo innesto, a fronte di diverse cessioni di peso, quello del neoprofessionista Michele Merlo, un velocista che vanta un buon palmares nelle categorie inferiori. AUGUSTYN John-Lee BELLOTTI Francesco CACCIA Diego CALCAGNI Patrick CARDENAS Flix Rafael CHEULA Giampaolo CORTI Marco CUMMINGS Steven FROOME Christopher GERAINT Thomas HUNTER Robert IMPEY Daryl LONGO BORGHINI Paolo MERLO Michele SCOGNAMIGLIO Carlo SOLER Juan Mauricio RSA ITA ITA SUI COL ITA ITA GBR GBR GBR RSA RSA ITA ITA ITA COL 19860810 19790806 19810731 19770705 19721124 19790523 19860402 19810319 19850520 19860525 19770422 19841206 19801210 19840807 19830531 19830114

BMC Racing Team - La squadra sponsorizzata dalla casa produttrice di bici BMC non ha corridori di primissimo piano e prevedibilmente non otterr inviti nelle corse pi importanti, limitandosi ad un calendario secondario. Nelle sue fila hanno trovato posto due vecchi corridori di buon livello Markus Zberg e Alexandre Moos, ma il nome pi interessante l'emergente tedesco Frank. Per il resto non ci sono corridori di grande spessore. BEYER Chad BOOKWALTER Brent BOVAY Steve CRUZ Antonio FRANK Mathias GARCIA Jonathan KOHLER Martin LOUDER Jeffry MCKISSICK Ian MOOS Alexandre NYDAM Scott STALDER Florian STEWART Jackson TOLLESON Taylor WYSS Danilo ZBERG Markus USA USA SUI USA SUI USA SUI USA USA SUI USA SUI USA USA SUI SUI 19860815 19840216 19841125 19711031 19861209 19810810 19850717 19771208 19800820 19721222 19770409 19820913 19800630 19850713 19850826 19740627

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Ceramica Flaminia - Bossini Docce - Forte del titolo italiano di Simeoni e dei tanti successi di Khalilov, la Flaminia reclama un posto importante nel panorama internazionale. La tanto sperata chiamata al Giro e alle corse Gazzetta per non giunta, a meno di cambi nelle ultime settimane prima delle corse, relegando la Flaminia in un posto un po' strettino per quanto dimostrato nel 2008. L'uomo da cui ci attendiamo di pi nel 2009 Giampaolo Caruso, ottimo scalatore che finora non ha potuto esprimersi a grandi livelli, per un presunto coinvolgimento, poi completamente caduto, nell'Operacion Puerto. Se la Flaminia fosse ripescata per il Giro riterremmo Caruso in grado di fare classifica da primi 10. Alla sua portata sono anche le piccole corse a tappe come il Trentino o il Brixia. Qualificata anche la schiera di corridori che puntano a traguardi

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details pi parziali: Khalilov ha nelle sue corde i percorsi leggermente mossi, Simeoni, Giordani, Sestili sono tra i migliori attaccanti a tutto campo che andranno alla ricerca di una tappa o di un successo nelle semiclassiche italiane. A completare tecnicamente l'organico arrivato anche un giovane velocista, Bernardo Riccio. In complesso una squadra di buon livello che meriterebbe la chance del grande palcoscenico. ANGELONI Adriano ITA ATEHORTUA Julilan Dario COL BIONDO Maurizio ITA CARUSO Giampaolo ITA D'ANIELLO Antonio ITA DUMA Vladimir UKR FUMAGALLI Cristiano ITA GENTILI Massimiliano ITA GIORDANI Leonardo ITA KAIRELIS Dainius LTU KHALILOV Mikhaylo UKR MASERATI Alessandro ITA NOSOTTI Diego ITA RICCIO Bernardo ITA ROSSI Enrico ITA SESTILI Luigi ITA SIMEONI Filippo ITA 19830131 19830619 19810515 19800815 19791110 19720302 19840728 19710916 19770527 19790925 19750703 19790908 19820726 19850321 19820505 19830709 19710817

Cervelo Test Team - Dopo aver fatto pedalare e vincere i corridori di Bjarne Riis, la casa costruttrice canadese ha deciso di scendere in campo in proprio, con al fianco un gruppo di altre aziende ciclistiche. Per il lancio della sua squadra la Cervelo ha deciso di fare le cose in grande, pur rinunciando alla licenza Pro Tour (che del resto non garantisce molto), assicurandosi il vincitore del'ultimo Tour de France, Carlos Sastre. Lo spagnolo sar la punta di diamante di un team che vanta comunque altri ottimi corridori. Sastre si portato dietro due gregari tra i migliori che ha avuto in CSC, Gustov e Cuesta, uomini esperti e fidati che lo aiuteranno sulle strade di Giro e Tour. Oltre a loro anche Gomez Marchante, in cerca di rilancio, pu essere utile alla causa di Sastre, che ha programmato una stagione su due obiettivi, Giro d'Italia e Tour de France, anche se la difesa della maglia gialla resta per lui la sfida principale. Una difesa molto dura, visto che il livello del Tour 2009, con il ritorno della Astana, sar certamente pi alto rispetto a quello del 2008. L'altro nome forte della Cervelo quello di Thor Hushovd, che dopo essere stato la bandiera della Credit Agricole ha dovuto trovarsi una nuova squadra per la chiusura del team francese. Il campione norvegese cercher di confermarsi come sprinter tra i pi solidi e versatili del ciclismo attuale, in grado di vincere le volate del Tour come di essere competitivo sui prologhi ed in certe classiche. Anche lui si portato dietro qualche uomo, Hunt, Gerrans, Rasch, per ripartire da un gruppo con qualche certezza in pi. Ad assecondarlo trover anche Brett Lancaster, un finisseur eccellente, grande pistard, che pu fare la differenza nel ruolo di apripista. Detto dei due uomini faro, la Cervelo si presenta discretamente competitiva per le classiche del pav, con uomini come Hammond, Klier e lo stesso Hushovd, e pu chiedere qualcosina a Florencio, che in corse mosse ogni tanto riesce a tirare fuori delle belle prestazioni. Anche Haussler, un passista veloce, secondo noi resta un bel talento, ma in Gerolsteiner si era un po' fermato: speriamo che l'aria nuova della Cervelo gli dia nuova spinta. Complessivamente quindi la Cervelo ha costruito un buon organico, con due punte che sono una garanzia di alto rendimento e gregari che non formeranno una corazzata ma sono comunque di discreto livello. CUESTA LOPEZ Inigo ESP DEIGNAN Philip IRL FLEEMAN Daniel GBR FLORENCIO Xavier ESP GERRANS Simon AUS GOMEZ MARCHANTE J.A.ESP GUSTOV Volodymir UKR HAMMOND Roger GBR HAUSSLER Heinrich GER HUNT Jeremy GBR 19690603 19830907 19821003 19791226 19800516 19800530 19770215 19740130 19840225 19740312

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details HUSHOVD Thor KLIER Andreas KONOVALOVAS Ignatas LANCASTER Brett LLOYD Daniel NOVOA Joaquin PAUWELS Serge PUJOL Oscar RASCH Gabriel REIMER Martin ROLLIN Dominique ROULSTON Hayden SASTRE Carlos WYSS Marcel NOR GER LTU AUS USA ESP BEL ESP NOR GER CAN NZL ESP SUI 19780118 19760115 19851208 19791115 19801108 19830825 19831121 19831016 19760408 19870614 19821029 19811001 19750422 19860625

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net CSF Group - Navigare - Per dimenticare un'annata segnata dalla positivit di Sella che ha coinvolto anche un altro uomo CSF (Matteo Priamo) e ha convinto la RCS a lasciare fuori la squadra fuori dal Giro, Reverberi punta decisamente sui giovani, lanciando ben 6 ragazzi alla massima categoria. Hanno invece lasciato alcuni uomini storici del gruppo, come Laverde e Perez Cuapio, tornati in Sudamerica, e Paride Grillo, ritiratosi dopo il pauroso incidente in macchina di un anno fa ed una stagione da dimenticare. Ne esce quindi una CSF pi giovane che mai, che evidentemente senza grandi leader lascer spazio di manovra un po' a tutti. Lo scalatore Pozzovivo l'uomo di maggior prospettiva, ma gli mancher il palcoscenico del Giro dove certamente avrebbe fatto bene in montagna. Dovr cercare quindi i propri obiettivi altrove, in corse come il Trentino o dovunque ci sia salita dura. Gli altri sono tutti corridori che hanno nell'attacco la caratteristica saliente, Baliani su tutti per proseguire con i giovani. Tra coloro che hanno gi un po' di professionismo alle spalle Mauro Finetto quello che ha convinto di pi, mettendosi spesso alla pari dei pi forti in molte corse di fine stagione. La vittoria di una corsa di medio livello matura. Anche Canuti ha fatto vedere qualche discreto numero, mentre tra i neopro Reverberi ha puntato decisamente sugli scalatori come Zen e Gaia, che arrivano tra i grandi con un bagaglio di vittorie di un certo rilievo. Da segnalare che stato reintegrato l'argentino Max Richeze, trovato positivo ad un controllo in primavera: un doping poi sparito misteriosamente. Sar lui l'uomo per le volate, insieme al fratello minore Mauro, pur molto al di sotto dei big. La CSF quindi una squadra da seguire con grande attenzione perch qui ci sono diversi dei migliori dilettanti italiani dell'ultima generazione. BALIANI Fortunato BISOLTI Alessandro BONGIORNO Guillermo CANUTI Federico DALL'ANTONIA Tiziano FINETTO Mauro FRAPPORTI Marco GAIA Michele MARANGONI Alan PAVARIN Marcello POZZOVIVO Domenico RICHEZE Maximiliano RICHEZE Mauro Abel SAVINI Filippo STORTONI Simone ZEN Enrico ITA ITA ARG ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ARG ARG ITA ITA ITA 19740706 19850307 19780729 19850830 19830726 19850510 19850330 19850827 19840716 19861022 19821130 19830307 19851207 19850502 19850707 19860202

Elk Haus - Simplon - Dall'Austria una squadra di secondo piano per il livello della categoria, che cercher di trovarsi un minimo di visibilit in qualche corsa minore, mentre sar tagliata fuori dal grande giro. Trampusch e Rodochla sono gli unici corridori che vantano qualche trascorso in squadre un po' pi importanti.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details BRANDLE Matthias DENIFL Stefan EIBEGGER Markus FANKHAUSER Clemens LAUSCHA Georg MURER Wolfgang RADOCHLA Steffen RUCKER Stefan SCHFFMANN Martin SCHORN Daniel STARZENGRUBER Harald SUMMER Jochen THURAU Bjorn TOTSCHNIG Harald TRAMPUSCH Gerhard VALACH Jan AUT AUT AUT AUT AUT AUT GER AUT AUT AUT AUT AUT GER AUT AUT SVK 19891207 19870920 19841016 19850902 19870901 19791222 19781019 19800120 19870331 19881021 19810411 19770528 19880723 19740906 19780811 19730819

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net ISD cycling team - Sponsor ucraino, ma dirigenza tutta toscana e quartier generale a San Baronto, per la nuova realt lanciata da Luca Scinto che ha subito ricevuto l'ok per la partecipazione al Giro d'Italia. Per il grande passo verso il mondo professionistico, dopo una fulgida carriera alla guida dei dilettanti, Scinto ha raccolto i migliori talenti che ha allevato nella sua esperienza tra i giovani. Alcuni li ha portati direttamente dalla sua squadra under 23 Neri (che proseguir anche nel 2009), altri li ha cercati nei team dove erano finiti in questi anni con alterne fortune. I due capitani saranno Giovanni Visconti e Andry Grivko, due pupilli di Scinto che conta di portarli al massimo delle loro potenzialit. Visconti punter alle corse di un giorno, ad una tappa del Giro, ma molto ovviamente dipender dagli inviti: difficile che dal nord delle Ardenne arrivi qualcosa, allora sar pi opportuno limitarsi a qualche classica nostrana. La nostra idea su Visconti che abbia ottime potenzialit tecniche e fisiche, ma che manchi nella parte psicologica. Il ritorno in un ambiente molto familiare pu dargli una sicurezza in pi, ma deve essere lui a metterci quel qualcosa in pi, a non mollare la presa appena arriva un minimo risultato ed anzi raddoppiare la determinazione. Su Grivko siamo ottimisti, ci sembra che abbia completato il percorso di crescita necessario ad essere a grandi livelli anche nel professionismo. Lo aspettiamo come uomo da corse a tappe: al Giro pu puntare ad una classifica da primi 10, come primo gradino verso un futuro ancora pi ambizioso. Altro corridore che torner da Scinto Grabovskyy, un prodigio tra i giovani, ma che in un biennio in Quickstep non ha mostrato niente di buono: staremo a vedere. Sono molti i neoprofessionisti che la ISD si portata dietro dal serbatoio della squadra dilettantistica, da Emanuele Vona a De Negri e Col. Ci sono grandi aspettative soprattutto per il ciociaro Vona, che ha chiuso la sua ultima stagione da dilettante come plurivittorioso di categoria. E' un ragazzo molto veloce ma che sa disimpegnarsi bene anche su percorsi mossi. Arriva al grande ciclismo gi piuttosto maturo e scafato (compir in marzo i 26 anni) e pu essere gi competitivo nelle classiche nazionali: non ci sorprenderemmo se Vona facesse quanto fatto da Ginanni nella scorsa stagione. Per tanti giovani ci sar da sfruttare l'esperienza di uomini come Cioni, Scarselli, Matveyev, presenze importanti in una squadra dall'et media molto bassa. E' giovane anche il velocista, Oscar Gatto, uno sprinter che deve ancora trovare confidenza in mezzo ai grandi. La ISD quindi si presenta come realt molto interessante, con alcuni corridori che debbono ancora mostrare il vero potenziale e dei giovani da cui ci si aspetta molto. ABAKOUMOV Igor AGARKOV Yuriy BELKOV Maxim CHUCHULIN Roman CHUMACHENKO Vadym CIONI Dario David DEMENTYEV Yegor DIUDIA Volodymyr GATTO Oscar GOLOVCHENKO Iurii GRABOVSKYY Dmytro BEL UKR RUS UKR UKR ITA UKR UKR ITA UKR UKR 19810530 19870108 19850109 19890219 19890805 19741202 19870312 19830106 19850101 19881101 19850930

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details GRIVKO Andriy UKR HUZARSKI Bartosz POL KARNIULIS Denys UKR KOGUT Volodymyr UKR KONDRUT Vitaliy UKR KOSTYUK Denys UKR KRIVTSOV Dmytro UKR KVACHUK Oleksandr UKR MARTYNENKO Oleksandr UKR MATVEYEV Sergey UKR MYKHAYLOV Rostislav UKR POLISCHUK Maksym UKR POPKOV Vitaliy UKR PRONI Alessandro ITA RICCI BITTI Davide ITA RYBIN Volodymyr UKR SCARSELLI Leonardo ITA SIMON Jean-Paul BEL SOLOMKO Oleh UKR TOPCHANYUK Artem UKR VASILYEV Maksym UKR VISCONTI Giovanni ITA 19830807 19801027 19900818 19840728 19840215 19820313 19850403 19830723 19890722 19750129 19880411 19840615 19830616 19821228 19840212 19800914 19750419 19820326 19900414 19890127 19900414 19830113

Landbouwkrediet - Colnago - Con le partenze di Sijmens e Kuyck, oltre al ritiro di Steels, la Landbouwkrediet si indebolita. L'obiettivo resta quello di ottenere la massima visibilit possibile nelle grandi classiche del nord ricorrendo ad azioni da lontano, e qualcosa di pi in classiche minori. Tra i pi adatti a queste soluzioni Verheyen, mentre spicca anche la presenza del campionissimo del ciclocross Sven Nys. AMORISON Frdric BARBE Koen BELLEMAKERS Dirk BERTRAND Jonathan BOUCHER David DE WAELE Bert DELFOSSE Sbastien DROUILLY Mathieu FLAHAUT Denis GOURGUE Benjamin MEIRHAEGHE Filip NEIRYNCK Kevin NYS Sven PEETERS Kevin PEETERS Rob RICCI POGGI Martial SCHEIRLINCKX Bert STANNARD Ian VERHEYEN Geert BEL BEL NED BEL FRA BEL BEL FRA FRA BEL BEL BEL BEL BEL BEL FRA BEL GBR BEL 19780216 19810120 19840119 19880303 19800317 19750721 19821129 19860131 19781128 19860309 19710305 19821116 19760617 19870205 19850702 19800925 19741101 19870525 19730310

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net LPR - Farnese Vini - Fabio Bordonali riuscito a mettere insieme la squadra pi stellare della categoria Professional. Il nuovo corso LPR, iniziato nella passata stagione, ha portato a vestire la casacca della squadra emiliana alcuni grandissimi nomi che, affiancati a corridori emergenti, hanno creato uno dei gruppi pi interessanti e vincenti del ciclismo mondiale. Quest'anno il progetto LPR ha registrato il ritiro dalle scene di Paolo Savoldelli, mentre l'arrivo di Alessandro Petacchi gi finalizzato in settembre stato meglio definito dal punto di vista tecnico con l'aggiunta di alcuni gregari determinanti. La LPR si presenter come squadra a due teste, Di Luca e Petacchi, due dei corridori pi vincenti degli ultimi anni. Per Di Luca ci sar l'obiettivo Giro d'Italia, la Liegi ma soprattutto il Mondiale, che si correr su un percorso ottimale per le sue

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details doti. Siamo convinti che ritroveremo un Di Luca fortissimo quest'anno, anche se una seconda vittoria al Giro dopo quella del 2007 appare complicata perch il livello medio della partecipazione si molto elevato. Di Luca comunque corridore da podio e da successi di tappa, ma crediamo che nel 2009 possa fare un gran colpo anche nelle classiche. Petacchi cercher i suoi obiettivi abituali, la Sanremo, tappe alla Tirreno, al Giro, e certamente raccoglier un buon bottino di vittorie. Anche per lui per la concorrenza si fa sempre pi importante, gli anni passano e quindi bisogna scordarsi i filotti memorabili dei Giri di qualche stagione fa. Due tappe crediamo che sarebbero un bilancio soddisfacente per il Giro di Petacchi. Bordonali ha fatto tutto il possibile per metterlo in condizione di esprimersi al meglio, prendendo uno degli uomini pi importanti del suo vecchio treno, Alberto Ongarato, che probabilmente sar l'ultimo uomo. Altro nuovo innesto che pu essere determinante per Petacchi Lorenzo Bernucci, un ritorno al grande ciclismo di cui siamo particolarmente felici. Bernucci era stato squalificato per l'uso di un farmaco dimagrante, un doping non doping che ha pagato caramente. Dopo una fetta di stagione 2008 con la Cinelli pronto a rendersi utile alla causa Petacchi e non solo. Anche Giairo Ermeti un uomo che troviamo adatto nel treno, che sar meno vigoroso di quelli che Petacchi ha avuto a disposizione in passato, ma ha la qualit e l'esperienza che servono. A Di Luca probabilmente resta un po' meno in termini di gregari di qualit (Golcer, Spezialetti) rispetto a Petacchi: nelle grandi salite probabilmente si trover abbastanza isolato e questo pu essere un handicap. Aver portato due campioni cos in una squadra fuori dal Pro Tour comunque un merito enorme per Bordonali e chiedergli di pi davvero fuori luogo. Il terzo uomo della LPR Gabriele Bosisio, un ragazzo cresciuto esponenzialmente nelle ultime due stagioni. Pu mettersi ancora al servizio dei due capitani, ma raccoglier anche degli spazi propri, come merita, in qualche tappa o in qualche classica. Un colpo di un certo livello lo pu fare. C' attesa poi per Damiano Caruso, campione d'Italia tra gli under 23: ci sar da aspettare, perch passer pro solo in luglio, e poi da aspettare ancora per vederlo maturare al meglio. La squadra si completa con dei bravi faticatori, Chiarini, Cattaneo, Pietropolli, e con tre uomini discretamente veloci, Cucinotta, Marinangeli e Ferrari, che in certe occasioni potrebbero anche tornare utili a Petacchi. Soprattutto per Ferrari che giovane e dimostra un certo talento, ma fa fatica a ritrovarsi tra i pro, la vicinanza di Petacchi pu essere importante. La LPR quindi si presenta come una squadra di grande potenziale e che indichiamo senza indugi come quella che vincer pi corse nella stagione 2009 tra quelle della categoria Professional. BERNUCCI Lorenzo ITA BOSISIO Gabriele ITA CATTANEO Marco ITA CHIARINI Riccardo ITA CUCINOTTA Claudio ITA DI LUCA Danilo ITA ERMETI Giairo ITA FERRARI Roberto ITA GOLCER Jure SLO MARINANGELI Sergio ITA MONTAGUTI Matteo ITA NEGRI Fabio ITA ONGARATTO Alberto ITA PETACCHI Alessandro ITA PIETROPOLLI Daniele ITA SALERNO Cristiano ITA SPEZIALETTI Alessandro ITA 19790915 19800806 19820605 19840220 19820122 19760102 19810407 19830309 19771207 19800702 19840106 19821206 19750124 19740103 19800711 19850218 19750114

Murcia-Contentpolis-Amro - Nel fitto calendario spagnolo questa squadra di non grandissimo spessore pu trovare un po' di spazio con buoni attaccanti come Galparsoro, Julien Sanchez, e giocarsi la possibilit di essere invitati alla Vuelta Espana, vero obiettivo della stagione. BENITEZ Javier ESP CASAS Claudio Jos ESP CHUZHDA Oleg UKR DOMINGUEZ Sergio ESP GALPARSORO Dionisio ESP GARCIA-CASARRUBIOS Oscar ESP GAZTANAGA Mikel ESP HERRADA Jos ESP 19790103 19820225 19850508 19860412 19780813 19840607 19791230 19851001

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details IZAGIRRE Gorka PACHECO Jose PALOMARES Adrian PEREZ Aitor REIG Ruben SANCHEZ Julian SERRANO Rafael TERUEL Eloy VERA Pedro Jose ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP ESP 19871007 19820327 19760218 19770724 19860929 19800226 19870715 19821120 19840228

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net PSK Whirlpool - Author - La squadra della Repoubblica ceca si fatta notare per aver ingaggiato Patrick Sinkewitz, rientrante dopo aver scontato la squalifica per doping. Al di l dell'interesse per il ritorno di un corridore che ha fatto discutere molto ma anche un certo talento, non ci sono corridori di spessore in questa squadra, che dovr verosimilmente limitarsi ad un calendario di corse minori. BENCIK Petr BUCHACEK Tomas DANACIK Jakub DLOUHY Vojtech FRIEDEMANN Matthias HEBIK Martin KALTOFEN Petr KLOUCEK Frantisek KONIG Leopold KOZUBEK Stanislav KUBIAS Petr LINDA Antonin MARES Martin PADOUR Frantisek SCHULZE Andr SINKEWITZ Patrik ZITTA Pavel CZE CZE CZE CZE GER CZE CZE CZE CZE CZE CZE CZE CZE CZE GER GER CZE 19760129 19780307 19880922 19810112 19840817 19821111 19890407 19850818 19871115 19800609 19881228 19880408 19820123 19880119 19741121 19801020 19850422

Serramenti PVC Diquigiovanni - Androni Giocattoli - Da un azzeccato mix di esperienza e giovent nasce la squadra di Gianni Savio versione 2009. Diciamo subito che una delle squadre migliori della categoria e che Savio ha un po' lasciato perdere il mercato sudamericano degli scalatorini usa e getta per dare al team una consistenza diversa, meno evanescenza e tanta concretezza. Simoni e Rebellin sono i cardini, Ginanni pi altri giovani la freschezza che guarda al futuro. Gibo Simoni punter tutto sul suo Giro d'Italia, per essere ancora una volta protagonista sulle grandi montagne, per una tappa o per una classifica da podio, chiss. Scarponi, scontata la squalifica, il suo appoggio e pu puntare a qualche corsa a tappe minore. Per le classiche l'arrivo di Rebellin apre orizzonti nuovi. L'invito a Freccia e Liegi qualcosa in pi di una possibilit e allora Rebellin non pu mancare dalla bagarre per le prime piazze, nonostante i 38 anni. Davide cercher poi una tappa al Giro e si concentrer sul finale di stagione, per essere ancora una volta una pedina fondamentale per la nazionale e cercare di agguantare quel Lombardia che insegue da sempre. L'altro uomo forte per le corse di un giorno Francesco Ginanni, la stellina dell'agosto 2008, quando ha inanellato tre bellissime classiche del calendario italiano. Stavolta tutti lo aspettano e vedremo davvero quanta stoffa ha il toscano. Noi crediamo ne abbia abbastanza per essere primattore ad ogni livello. Lo aspettiamo in primavera, nelle grandi classiche dove sar spalla di Rebellin, a Larciano dove sogna di vincere, e poi al Mondiale dove pu giocarsi al amglia da titolare. L'altro uomo su cui scommettiamo in casa Diquigiovanni Mattia Gavazzi, un velocista di grandissimi mezzi che pronto ad esplodere. Speriamo che Savio lo porti al Giro d'Italia e allora ne far vedere delle belle, perch siamo certi sia pronto ad inserirsi nella lotta tra i big, tra quelli veramente grandi come Cavendish e Petacchi. Molto pi incerto il futuro dell'altro velocista, il sardo Alberto Loddo, che ha un buon talento ma non supportato dalla giusta continuit. Qualche incognita anche su Alessandro Bertolini, un po' per i 38 anni, ma anche per il pauroso incidente in cui incappato in agosto. Il suo ruolo guida all'interno della squadra comunque fondamentale, per esperienza e carisma. Un bel gruppo di gregari, abituati ad andare all'attacco

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details all'occorrenza, completa la squadra, gente come Celli, Moser, Nazareno Rossi, Jackson Rodriguez, Serpa. Una squadra molto forte, che ha capitani di grande esperienza, ma che ha anche pianificato il futuro con Ginanni e Gavazzi. BELLETTI Manuel BERTOLINI Alessandro BERTOLINI Thomas CELLI Luca GAVAZZI Mattia GINANNI Francesco LODDO Alberto MATE Luis Angel MOSER Leonardo OCHOA Carlos Jos DAVIDE REBELLIN RIGOTTO Elia RODRIGUEZ Jackson SCARPONI Michele SERPA Jose Rodolfo SIMONI Gilberto TABORRE Fabio ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ESP ITA VEN ITA ITA VEN ITA COL ITA ITA 19851014 19710727 19880710 19790223 19830614 19851006 19790105 19840323 19840925 19801214 19710809 19820304 19850225 19790925 19790417 19710825 19850605

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Skil - Shimano - La squadra olandese ha il suo terreno nelle classiche del nord, dove pu mettersi in buona evidenza inserendosi nelle fughe di Fiandre e dintorni e cercando qualche traguardo un po' pi piccolo. De Kort, Eltink, Rojakkers, Veelers, sono uomini adatti a questo tipo di corsa, certo non per arrivare tra i primissimi del Fiandre, ma per fare una buona figura s. Per il resto la Skil potrebbe ottenere qualche invito a corse francesi (l'anno scorso fu chiamata alla Parigi-Nizza), vista la presenza di qualche corridore d'Oltralpe. BEPPU Fumiyuki CHENG Ji CURVERS Roy DE BACKER Bert DE KORT Koen DEROO David DOCKER Mitchell DOI Yukihiro ELTINK Theo FENG Han GESCHKE Simon GOESINNEN Floris HIVERT Jonathan HOUANARD Steve HUPOND Thierry LEMOINE Cyril LONG Jin ROOIJAKKERS Piet TIMMER Albert VAN HUMMEL Robert VEELERS Tom WAGNER Robert JPN CHN NED BEL NED FRA AUS JPN NED CHN GER NED FRA FRA FRA FRA CHN NED NED NED NED GER 19830410 19871024 19791227 19840402 19820908 19850311 19861002 19830918 19811127 19811127 19860313 19831030 19850323 19860402 19841110 19830303 19831024 19800816 19850613 19820930 19840914 19830417

Topsport Vlaanderen - Mercator - Senza l'uomo di maggior qualit, il vecchio Eckhout che chiuder la carriera nella piccola Anpost, la belga Topsport mira a confermarsi come squadra votata all'attacco nelle corse del nord, pur senza avere un gran livello tecnico. Sulla squadra caduta anche la tegola della squalifica per doping di Keisse, uno dei migliori specialisti delle Sei Giorni, che stato licenziato.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details BAKELANDTS Jan COENEN Johan CRIEL Tom DE GENDT Thomas DE KETELE Kenny GODDAERT Kristof HERMANS Ben JOSEPH Stijn LODEWYCK Klaas MAES Nikolas MERTENS Tim NEIRYNCK Stijn NEYENS Maarten NOLF Frederick RENDERS Sven STEURS Geert VAN HECKE Preben VANDEWALLE Kristof VANHEULE Bart VANSPEYBROUCK Pieter BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL BEL 19860214 19860215 19860216 19860217 19860218 19860231 19860220 19870918 19860232 19860222 19860223 19860224 19860225 19860233 19860226 19860227 19860228 19860229 19860230 19860234

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Vacansoleil Pro Cycling team - Dall'Olanda arriva una delle novit pi promettenti della stagione 2009, la Vacansoleil. Questa squadra ha messo insieme un buon gruppo per la sua prima stagione e mira a crescere molto rapidamente per entrare nel giro delle grandi corse dal 2010. Per le classiche del nord segnaliamo il nome di Borut Bozic, un corridore molto veloce che secondo noi ha ottimo potenziale. La Vacansoleil punta molto anche sul giovane Van Amerongen, uno dei migliori talenti della nuovissima generazione che potrebbe anche lui farsi vedere in qualche classica. Complessivamente il reparto delle classiche ben attrezzato, con un uomo che si fatto una bella esperienza al nord come Marcato, il rientrante Leukemans, Lowik. Baden Cooke l'uomo per le volate, ma non esattamente una sicurezza, anzi. Di pi ci si aspetta da Carrara e Lhotellerie, corridori molto portati all'attacco che possono andare a caccia di una tappa o di una corsa di una settimana. BOZIC Borut CARRARA Mateo COOKE Baden DE VOCHT Wim HONIG Reinier HOOGERLAND Johnny LAGUTIN Sergey LEUKEMANS Bjrn LHOTELLERIE Clment LOWIK Gerben MARCATO Marco MOL Wouter MORTENSEN Martin MOURIS Jens POELS Wouter PRONK Matheus TRAKSEL Bobbie VAN AMERONGEN Thijs VAN GROEN Arnoud VEUCHELEN Frederik VIERHOUTEN Aart WESTRA Lieuwe SLO ITA AUS BEL NED NED UZB BEL FRA NED ITA NED DEN NED NED NED NED NED NED BEL NED NED 19800808 19790325 19781012 19820429 19831028 19830513 19810114 19770701 19860309 19770629 19840211 19820417 19841105 19800312 19871001 19740701 19811103 19860718 19831211 19780904 19700314 19820911

Vorarlberg - Corratec - Il team austriaco si rinforzato prendendo Haselbacher, un passista veloce, scaricato dalla Astana. Tra gli altri uomini migliori figurano l'ex Saeco Glomser e Tim Klinger. Difficilmente

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details comunque la Vorarlberg si vedr in corse di primo piano BENETSEDER Josef DIETZIKER Andreas EGGER Alexander EGGER Alexander GLOMSER Gerrit GUFLER Alexander HASELBACHER Ren HUNGERBUHLER Pascal KLINGER Tim LUDESCHER Philipp MORSCHER Harald MUSIOL Daniel SCHMAEH Elias SOKOLL Christoph STRGAR Matic WEISSINGER Ren WURF Cameron AUT SUI AUT AUT AUT ITA AUT SUI GER AUT AUT GER SUI AUT SLO GER AUS 19830210 19821015 19870103 19870103 19750401 19830209 19770915 19770222 19840922 19870103 19720622 19830327 19860926 19860509 19820726 19781211 19830803

Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net Xacobeo - Galicia - E' la miglior squadra spagnola di categoria, tanto da ricevere un invito al Giro d'Italia. Ezequiel Mozquera, superpiazzato della Vuelta, il capitano riconosciuto: poco appariscente ma costante in salita cerca di salire sul podio della Vuelta dopo aver occupato le posizioni subito sotto negli ultimi anni. Anche al Giro dovrebbe essere lui l'uomo faro per puntare ad un buon piazzamento nella generale. David Herrero invece un buon scattista portato per le corse di un giorno che pu far bene nelle corse spagnole, anche nelle gare a tappe brevi. Tra gli altri segnaliamo Carlo Castano, un corridore di ottimo talento per le corse a tappe, che per non ancora riuscito ad esprimersi al meglio sui palcoscenici pi grandi, ed il campione di triathlon Ivan Rana. CASTANO Carlos ESP CESAR Gustavo ESP DOMINGUEZ Gustavo ESP ESPASANDIN Hector ESP FERNANDEZ Delio ESP FERNANDEZ Pedro ESP FERNANDEZ Alberto ESP GARCIA DAPENA David ESP GARCIA Marcos ESP HERRERO David ESP ISAYCHEV Vladimir RUS MARTINEZ Serafin ESP MAYOZ Iban ESP MOSQUERA Ezequiel ESP MOURON Juan Francisco ESP PALEO Alejandro ESP RABUNAL RIOS Serafin ESP RANA Ivan ESP VORGANOV Eduard RUS 19790507 19800129 19801017 19850311 19860217 19760323 19811115 19770930 19860217 19791018 19860421 19840214 19810930 19751119 19840206 19811010 19840801 19790610 19821201

Squadre Continental
La Serie C del ciclismo, la categoria Continental, un groviglio di squadre in cui si nasconde qualche talento e qualche vecchia gloria, ma con tanti punti interrogativi e con tante situazioni che andrebbero riviste. L'UCI ha dato un'intepretazione e delle regole abbastanza vaghe alla categoria Continental: non ci sono veri programmi antidoping n garanzie per i corridori, che possono essere presi senza che ci sia nessuna soglia minima di stipendio. Ne deriva una qualit piuttosto scadente, con corridori che vengono presi tanto per fare numero e portare in giro gli sponsor, anche se le eccezioni ci sono.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details L'Italia non ha nessuna squadra in questa categoria ed il motivo presto spiegato: la Federazione Italiana, proprio per quanto si spiegava sopra, ha deciso di non affiliare nessuna squadra Continental, e quelle formazioni nate nel nostro paese che vogliono gareggiare come Continental si sono fatte affiliare da Federazioni estere. Cos stato per la Miche, per esempio, o per il nuovo Team Piemonte. Le regole, o meglio la mancanza di esse, imposte dall'UCI ha creato il problema, ma anche la scelta della Federazione Italiana pu crearne altri: senza squadre Continental molte corse italiane fuori dal Pro Tour rischierebbero di vedere alla partenza 50 corridori, una situazione certo non molto propizia ad attirare interesse e sponsor. L'ideale sarebbe di dare alla categoria delle regole che potessero garantire un salto di qualit, con un minimo di stipendio garantito, con controlli e quant'altro caratterizza le categorie superiori. Magari si avrebbero meno squadre, ma la qualit sarebbe senz'altro superiore e porterebbe ad una situazione pi equa con beneficio anche delle corse "minori". Questo l'elenco delle squadre attualmente registrate dall'UCI come formazioni Continental ANDORRA-GRANDVALIRA AND DRAPAC PORSCHE CYCLING AUS FLY V AUSTRALIA AUS FUGA - DOWN UNDER AUS PRATIES AUS RIDE SPORT RACING AUS RUSH RACING AUS SAVINGS & LOANS CYCLING TEAM AUS TEAM AIS AUS TEAM BUDGET FORKLIFTS AUS ARB - KTM - JUNKERS AUT RC ARB WELS GOURMETFEIN AUT TYROL - TEAM RADLAND TIROL AUT BKCP- POWERPLUS BEL FIDEA CYCLING TEAM BEL JONG VLAANDEREN - BAUKNECHT BEL JOSAN ISOREX MERCEDES BENZ AALST-CT BEL LOTTO- BODYSOL - P.C.W. BEL PALMANS CRAS BEL PROFEL CONTINENTAL TEAM BEL REVOR-JARTAZI CYCLINGTEAM BEL SUNWEB PRO JOB CYCLING TEAM BEL VERANDAS WILLEMS BEL CYCLING CLUB BOURGAS BUL PLANET ENERGY CAN MAX SUCCESS SPORTS CHN QINGHAI TIANYOUDE CYCLING TEAM CHN TREK - MARCO POLO CYCLING TEAM CHN BOYACA ES PARA VIVIRLA COL COLOMBIA ES PASION COLDEPORTES COL LOBORIKA CRO AC SPARTA PRAHA CZE CK WINDOOR'S PRIBRAM CZE BLUEWATER - CYCLING FOR HEALTH DEN GLUD & MARSTRAND HORSENS DEN TEAM CAPINORDIC DEN TEAM DESIGNA KOKKEN DEN TEAM ENERGI FYN DEN TEAM STENCA TRADING DEN VESTHIMMERLAND PRO CYCLING DEN BURGOS MONUMENTAL - CASTILLA Y LEON ESP ORBEA ESP AUBER 93 FRA BESSON CHAUSSURES - SOJASUN FRA BRETAGNE - SCHULLER FRA

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details ROUBAIX LILLE METROPOLE FRA CANDI TV - PINARELLO RT GBR ENDURA RACING GBR PLOWMAN CRAVEN - MADISON GBR RAPHA CONDOR GBR TEAM HALFORDS GBR CONTINENTAL TEAM FC RHEINLAND-PFALZ/SAAR MAINZ GER CONTINENTAL TEAM MILRAM GER HEIZOMAT MAPEI GER LKT TEAM BRANDENBURG GER SEVEN STONES GER TEAM KUOTA - INDELAND GER TEAM NUTRIXXION SPARKASSE GER THRINGER ENERGIE TEAM GER BETONEXPRESSZ 2000 - LIMONTA HUN AN POST - SEAN KELLY TEAM IRL AISAN RACING TEAM JPN BLITZEN UTSUNOMIYA PRO RACING JPN EQA - MEITAN HOMPO - GRAPHITE DESIGN JPN MATRIX POWERTAG JPN SHIMANO RACING TEAM JPN TEAM BRIDGESTONE ANCHOR JPN SEOUL CYCLING KOR TEAM PIEMONTE LTU CYCLING TEAM JO PIELS NED KROLSTONE CONTINENTAL TEAM NED RABOBANK NED JOKER BIANCHI NOR TEAM SPAREBANKEN VEST NOR SUBWAY-AVANTI CYCLING TEAM NZL CCC POLSAT POLKOWICE POL DHL - AUTHOR POL LEGIA - FELT POL MROZ CONTINENTAL TEAM POL TEAM CORRATEC POL BARBOT - SIPER POR CENTRO CILISMO DE LOULE - LOULETANO POR LIBERTY SEGUROS POR MADEINOX BOAVISTA POR PALMEIRAS RESORT / TAVIRA POR PAREDES ROTA DOS MOVEIS POR DOHA TEAM QAT TUSNAD CYCLING TEAM ROU HOUSE OF PAINT RSA MTN CYCLING RSA TEAM KONICA MINOLTA / BIZHUB RSA TEAM STEGCOMPUTER - NEOTEL RSA CYCLING TEAM KUBAN RUS KATYUSHA CONTINENTAL TEAM RUS LOKOMOTIV RUS MOSCOW RUS ADRIA MOBIL SLO MOTOMAT DELO REVIJE SLO RADENSKA KD FINANCIAL POINT SLO SAVA SLO ATLAS-ROMER'S HAUSBCKEREI SUI NAZIONALE ELETTRONICA NEW SLOT - HADIMEC SUI DUKLA TRENCIN MERIDA SVK CYCLESPORT.SE-MAGNUS MAXIMUS COFFEE.COM SWE

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details GIANT ASIA RACING TEAM TPE ISD-SPORT-DONETSK UKR AMORE & VITA - MCDONALD'S USA BISSELL PRO CYCLING USA COLAVITA / SUTTER HOME PRESENTED BY COOKING LIGHT USA DLP RACING USA JELLY BELLY CYCLING TEAM USA KELLY BENEFIT STRATEGIES USA KENDA PRO CYCLING presented by SPINERGY USA LAND ROVER-ORBEA USA OUCH PRESENTED BY MAXXIS USA TEAM MOUNTAIN KHAKIS USA TEAM TYPE 1 USA TREK LIVESTRONG USA Tutte le novit sulle squadre sono su www.cyclingforall.net

Le corse
Pro Tour e corse storiche
Finalmente nel 2009 l'infinita diatriba tra UCI e grandi organizzatori sulla questione Pro Tour avr una prima ricomposizione. Il calendario maggiore sar composto dalle corse del Pro Tour 2008 e da quelle dei grandi organizzatori (Giro, Tour, Vuelta, Roubaix, Sanremo, Liegi, Lombardia, Freccia Vallone, Tirreno, Parigi-Nizza). Ci sar una piccola demarcazione: le prime saranno sempre siglate Pro Tour, le seconde Corse Storiche (rispettivamente UPT e HIS nei calendari ufficiali del'UCI). Il tutto dovrebbe servire a stilare delle classifiche che determineranno l'ammissione per le squadre ad un nuovo calendario unico che si spera di veder nascere nel 2011. Ecco il calendario Mondiale con le corse Pro Tour e Storiche 20-25 gennaio Tour Down Under (Australia - Pro Tour) 8-15 marzo Parigi-Nizza (Francia - Storiche) 11-17 marzo Tirreno - Adriatico (Italia - Storiche) 21 marzo Milano - Sanremo (Italia - Storiche) 5 aprile Giro delle Fiandre (Belgio - Pro Tour) 6 - 11 aprile Vuelta Paesi Baschi (Spagna - Pro Tour) 8 aprile Gand - Wewelgem (Belgio - Pro Tour) 12 aprile Parigi - Roubaix (Francia - Storiche) 19 aprile Amstel Gold Race (Olanda - Pro Tour) 22 aprile Freccia Vallone (Belgio - Storiche) 26 aprile Liegi - Bastogne - Liegi (Belgio - Storiche) 28 aprile - 3 maggio Giro di Romandia (Svizzera - Pro Tour) 9 - 31 maggio Giro d'Italia (Italia - Storiche) 18 - 24 maggio Vuelta Catalunya (Spagna - Pro Tour) 7 - 14 giugno Criterium del Delfinato (Francia - Pro Tour) 13 - 21 giugno Giro di Svizzera (Svizzera - Pro Tour) 4 - 26 luglio Tour de France (Francia - Storiche) 1 agosto Clasica San Sebastian (Spagna - Pro Tour) 2 - 8 agosto Giro di Polonia (Polonia - Pro Tour) 16 agosto Vattenfall Cyclassic Amburgo (Germania - Pro Tour) 19 - 26 agosto Tour of Benelux (Belgio-Olanda-Lussemburgo - Pro Tour) 23 agosto GP Ouest France Plouay (Francia - Pro Tour) 29 agosto - 20 settembre Vuelta Espana (Spagna - Storiche) 17 ottobre Giro di Lombardia (Italia - Storiche) Il sistema di punteggi sar sulla falsariga di quelli del vecchio Pro Tour, e appare molto sbilanciato verso classiche e corse a tappe di una settimana a scapito dei grandi giri. Basti pensare che con questi punteggi

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details nel 2008 la vittoria del Pro Tour sarebbe andata ad Alejandro Valverde, con Alberto Contador solamente 3 nonostante la doppietta Giro d'Italia - Vuelta Espana. In pratica chi vincer una corsa come il Giro di Polonia prender gli stessi di chi sale sul podio al Giro d'Italia. Se un corridore oltre al Polonia vince anche il Giro del Benelux per l'UCI ha lo stesso valore che vincere il Tour de France. Povero ciclismo! Ecco comunque tutti i punteggi Tour de France: 200 punti al 1, 150 al 2, 120 al 3, 110 al 4, 100 al 5, 90 al 6, 80 al 7, 70 all8, 60 al 9, 50 al 10, 40 all11, 30 al 12, 24 al 13, 20 al 14, 16 al 15, 12 al 16, 10 al 17, 8 al 18, 6 al 19, 4 al 20. Giro dItalia e Vuelta Espaa: 170 punti al 1, 130 al 2, 100 al 3, 90 al 4, 80 al 5, 70 al 6, 60 al 7, 52 all8, 44 al 9, 38 al 10, 32 all11, 26 al 12, 22 al 13, 18 al 14, 14 al 15, 10 al 16, 8 al 17, 6 al 18, 4 al 19, 2 al 20. Tour Down Under, Parigi-Nizza, Tirreno-Adriatico, Milano-Sanremo, Giro delle Fiandre, Giro dei Paesi Baschi, Parigi-Roubaix, Liegi-Bastogne-Liegi, Giro di Romandia, Vuelta a Catalunya, Delfinato, Giro di Svizzera, Giro di Polonia, Giro del Benelux, Tour of Sochi e Giro di Lombardia: 100 punti al 1, 80 al 2, 70 al 3, 60 al 4, 50 al 5, 40 al 6, 30 al 7, 20 all8, 10 al 9, 4 al 10. Gand-Wevelgem, Amstel Gold Race, Freccia Vallone, San Sebastian, Vattenfall Classic e Gp Ouest France Plouay: 80 punti al 1, 60 al 2, 50 al 3, 40 al 4, 30 al 5, 22 al 6, 14 al 7, 10 all8, 6 al 9, 2 al 10. Tappe e prologhi Tour de France: 20 punti al 1, 10 al 2, 6 al 3, 4 al 4 e 2 al 5. Tappe e prologhi Giro e Vuelta: 16 punti al 1, 8 al 2, 4 al 3, 2 al 4 e 1 al 5. Tappe e prologhi altre corse a tappe: 6 punti al 1, 4 al 2, 2 al 3, 1 al 4 e 1 al 5. La partecipazione delle squadre il nodo pi spinoso del Pro Tour: alle corse denominate Pro Tour ci sar il solito diritto-dovere delle 18 squadre che hanno la licenza di prendervi parte. Nelle Corse Storiche questo diritto-dovere non c' pi ed in pratica saranno gli organizzatori a scegliere le squadre, tra quelle del Pro Tour e quelle Professional che hanno ricevuto il diritto di wild-card dall'UCI. Forse nel 2011 avremo un sistema pi semplice ed equilibrato, per ora ci sembra gi un passo avanti che la stagione inizi con un progetto che d un minimo di stabilit. Tutte le novit sulle corse sono su www.cyclingforall.net

Il calendario completo
Parallelamente al calendario Pro Tour e Corse Storiche si svolgeranno tutte le altre corse sparse per il mondo. L'UCI le raggruppa in calendari continentali, uno per le corse di ciascun continente e a fine stagione per ciascun gruppo c' una classifica ed un vincitore. Il pi importante ovviamente il Calendario Europeo, che nel 2008 stato vinto da Enrico Gasparotto. Qui di seguito presentiamo il calendario completo UCI con tutte le corse del mondo, maschili, femminili, le giovanili di categoria internazionale per Under23 e Juniores. La riga destinata ad ogni corsa inizia con la data di svolgimento, la denominazione della corsa, tra parentesi la nazione dove si corre, il numeretto che indica la sigla UCI e l'abbreviazione della categoria (uomini, donne, junior...) cui rivolta. Su questi ultimi due punti necessario soffermarsi. La sigla numerica indica se si tratta di corsa a tappe o corsa in linea e l'importanza della corsa. Se il primo numero 1 la corsa in linea, se 2 a tappe. Il secondo numero indica l'importanza nelle graduatorie UCI: le pi importanti sono le HC, a seguire le 1 e le 2. Le corse che hanno importanza 2, cio 1.2 e 2.2 sono le internazionali per dilettanti, cui possono partecipare anche le squadre professioniste di categoria Continental e Professional (ma queste ultime lo fanno raramente). Alle corse HC invece non possono partecipare le squadre di categoria Continental, ma solo le Pro Tour e le Professional. Per quanto riguarda la seconda sigla questa la legenda

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

ME = Uomini Elite (Professionisti) WE = Donne Elite MU = Uomini Under 23 MJ = Uomini Juniores WJ = Donne Juniores Tutte le novit sulle corse sono su www.cyclingforall.net Gennaio 2 - 6 Jayco Bay Series (Aus) NE 6 - 17 Vuelta al Tachira (Ven) 2.2 ME 7 - 11 Australian Open Road Championships (Aus) NE 11 - 18 Jelajah Malaysia (Mas) 2.2 ME 13 - 18 La Tropicale Amissa Bongo (Tabo) (Gab) 2.1 ME 16 - 17 Giro del Sol San Juan (Arg) 2.2 ME 19 - 25 Tour de San Luis (Arg) 2.1 ME 20 - 25 Tour Down Under (Aus) UPT ME 21 - 25 Tour of Wellington (NZl) 2.2 MJ 23 H. H. Vice President Cup (UAE) 1.2 ME 24 Emirates Cup (UAE) 1.2 ME 26 UAQ International Race (UAE) 1.2 ME 30 - 1 Giro di Sicilia (Ita) 2.2 ME Febbraio 1 Grand Prix Cycliste la Marseillaise (Fra) 1.1 ME 1 - 6 Tour of Qatar (Qat) 2.1 ME 4 - 8 Etoile de Bessges (Fra) 2.1 ME 7 G.P. Costa degli Etruschi (Ita) 1.1 ME 8 - 10 Ladies Tour of Qatar (Qat) 2.2 WE 8 Trofeo Mallorca (Spa) 1.1 ME 9 Trofeo Cala Millor-Cala Bona (Spa) 1.1 ME 9 - 15 Tour d'Egypte (Egy) 2.2 ME 9 - 15 Le Tour de Langkawi (Mas) 2.HC ME 10 Trofeo Pollensa - Puerto de Alcudia (Spa) 1.1 ME 10 - 22 Vuelta a Cuba (Cub) 2.2 ME 11 Trofeo Inca (Spa) 1.1 ME 11 - 15 Tour Mditerranen Cycliste Professionnel (Fra) 2.1 ME 12 Trofeo Calvia (Spa) 1.1 ME 13 - 15 Giro della Provincia di Grosseto (Ita) 2.1 ME 13 Worlds View Challenge 1 (RSA) 1.1 ME 14 Worlds View Challenge 2 (RSA) 1.1 ME 15 - 19 Vuelta a Andalucia Ruta Ciclista Del Sol (Spa) 2.1 ME 15 Worlds View Challenge 3 (RSA) 1.1 ME 15 - 22 Amgen Tour of California (USA) 2.HC ME 14 - 16 Amgen Tour of California Women's Stage Race (USA) NE WE 17 Grand Prix of Sharm el-Sheikh (Egy) 1.2 ME 18 - 22 Volta ao Algarve (Por) 2.1 ME 20 - 1 Tour du Cameroun (Cmr) 2.2 ME 21 Trofeo Laigueglia (Ita) 1.1 ME 21 Coppa San Geo (Ita) 1.2 ME 21 Les Boucles du Sud Ardche - Souvenir Francis Delpech (Fra) 1.2 ME 21 - 22 Tour cycliste international du Haut Var (Fra) 2.1 ME 24 - 28 Giro di Sardegna (Ita) 2.1 ME 24 - 1 Rutas de America (Uru) 2.2 ME 25 - 4 MTN Giro del Capo (RSA) 2.1 ME 25 - 27 Women's Tour of New Zealand (NZl) 2.2 WE

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 27 28 28 28 28 - 1 Les 3 Jours de Vaucluse (Fra) 2.2 ME Gran Premio dell'Insubria (Swi) 1.1 ME Beverbeek Classic (Bel) 1.2 ME Omloop Het Volk-Elite / Circuit Het Volk - Elite (Bel) 1.HC ME Omloop Het Volk-vrouwen elite / Circuit Het Volk-Femmes Elite (Bel) 1.2 WE

Tutte le novit sulle corse sono su www.cyclingforall.net Marzo 1 GP di Lugano (Swi) 1.1 ME 1 Kuurne-Bruxelles-Kuurne (Bel) 1.1 ME 1 Clasica de Almeria (Spa) 1.1 ME 1 Trofeo Zssdi - Unione dei Circoli Sportivi Sloveni in Italia (Ita) 1.2 ME 1 - 8 Vuelta Mexico Telmex (Mex) 2.2 ME 1 Wellington Womens race (NZl) 1.1 WE 3 - 8 Tour ivoirien de la Paix (CIv) 2.2 ME 4 Le Samyn (Bel) 1.1 ME 4 - 8 Vuelta Ciclista a la Region de Murcia (Spa) 2.1 ME 6 - 8 Driedaagse van West-Vlaanderen (Bel) 2.1 ME 7 Eroica (Ita) 1.1 ME 7 De Vlaamse Pijl (Bel) 1.2 ME 7 Gran Premio Brissag - Lago maggiore (Swi) 1.2 WE 8 - 15 Paris - Nice (Fra) HIS ME 8 Grand Prix de la Ville de Lillers Souvenir Bruno Comini (Fra) 1.2 ME 8 Trofeo Franco Balestra Memorial Metelli (Ita) 1.2 ME 8 Trofej Porec - Porec Trophy (Cro) 1.2 ME 8 - 14 Tour de Taiwan (Tpe) 2.2 ME 11 - 17 Tirreno-Adriatico (Ita) HIS ME 12 - 15 Volta ao Distrito de Santarm (Por) 2.1 ME 12 - 15 Istarsko proljece - Istrian Spring Trophy (Cro) 2.2 ME 14 - 20 Tour of Libya (Lba) 2.2 ME 15 Omloop van het Waasland (Bel) 1.2 ME 15 Giro del Mendrisiotto (Swi) 1.2 ME 15 Paris-Troyes (Fra) 1.2 ME 15 Omloop van het Waasland (Bel) 1.1 MJ 17 - 21 Volta Galicia (Spa) 2.2 ME 18 Nokere-Koerse (Bel) 1.1 ME 18 - 22 Vuelta a la Provincia de Buenos Aires (Arg) 2.2 ME 20 Classic Loire Atlantique (Fra) 1.2 ME 21 Milano-Sanremo (Ita) HIS ME 21 Costa Etrusca-Gran Premio Comuni di Riparbella-Montescudaio (Ita) 1.2 WE 22 Campina Ronde van het Groene Hart (Ned) 1.1 ME 22 Cholet - Pays De Loire (Fra) 1.1 ME 22 Gran Premio San Giuseppe (Ita) 1.2 ME 22 La Roue Tourangelle Rgion Centre - Classic Loire Touraine des Vignobles et Chteaux(Fra) 1.2 ME 22 Bernaudeau Junior (Fra) 1.1 MJ 22 Trofeo Costa Etrusca-Memorial Tiziano Saba-GP Comuni di Santa Luce-Castellina M.Ma (Ita) 1.2 WE 23 - 27 Vuelta a Castilla y Leon (Spa) 2.1 ME 23 - 29 Tour de Normandie (Fra) 2.2 ME 25 Dwars door Vlaanderen / A travers la Flandre (Bel) 1.1 ME 25 - 29 Settimana Internazionale Coppi e Bartali (Ita) 2.1 ME 26 - 29 The Paths of King Nikola (Mne) 2.2 ME 26 - 29 Volta Ciclistica Internacional de Gravatai (Bra) 2.2 ME 26 - 29 Redlands Bicycle Classic (USA) NE ME/WE 27 - 29 Grand Prix du Portugal (Por) 2.Ncup MU 28 Trofeo Edil C (Ita) 1.2 ME 28 E3 Prijs Vlaanderen - Harelbeke (Bel) 1.HC ME 28 - 29 Critrium International (Fra) 2.HC ME

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 29 29 29 29 31 31 Gran Premio Llodio (Spa) 1.1 ME De Brabantse Pijl - La Flche Brabanonne (Bel) 1.1 ME - 5 Tour of South Africa (RSA) 2.2 ME Trofeo Alfredo Binda - Comune di Cittiglio (Ita) CDM WE - 2 KBC-Driedaagse De Panne-Koksijde (Bel) 2.HC ME - 5 Settimana Ciclistica Lombarda by Berganasca (Ita) 2.1 ME

Aprile 1 - 5 Volta ao Alentejo em Bicicleta (Por) 2.1 ME 1 - 5 Cinturn Ciclista Internacional a Mallorca (Spa) 2.2 ME 1 - 5 Tour of East Java (Ina) 2.2 ME 2 - 4 La Boucle de l'Artois - Trophe Arras Leader (Fra) 2.2 ME 2 - 11 Vuelta Ciclista al Uruguay (Uru) 2.2 ME 3 Route Adlie de Vitr (Fra) 1.1 ME 3 - 5 Le Triptyque des Monts et Chteaux (Bel) 2.2 ME 4 Hel van het Mergelland (Ned) 1.1 ME 4 Gran Premio Miguel Indurain (Spa) 1.HC ME 5 Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres (Bel) UPT ME 5 GP de Rennes (Fra) 1.1 ME 5 Grand Prix de la Ville de Nogent-sur-Oise (Fra) 1.2 ME 5 Trofeo Banca Popolare di Vicenza (Ita) 1.2U MU 5 Ronde van Vlaanderen / Tour des Flandres (Bel) CDM WE 6 - 11 Vuelta Ciclista al Pais Vasco (Spa) UPT ME 6 Grand Prix de Dottignies (Bel) 1.2 WE 7 - 10 Circuit Cycliste Sarthe - Pays de la Loire (Fra) 2.1 ME 7 GP de la Banque de l'Habitat (Tun) 1.2 ME 8 Gent - Wevelgem (Bel) UPT ME 9 Grand Prix Pino Cerami (Bel) 1.1 ME 10 - 12 Circuit des Ardennes International (Fra) 2.2 ME 10 Drentse 8 van Dwingeloo (Ned) 1.1 WE 11 Tour des Flandres Espoirs (Bel) 1.Ncup MU 11 Novilon Eurocup Ronde van Drenthe (Ned) 1.1 WE 12 Paris - Roubaix (Fra) HIS ME 12 Klasika Primavera (Spa) 1.1 ME 12 Grand Prix of Donetsk (Ukr) 1.2 ME 12 - 19 Presidential Cycling Tour (Tur) 2.1 ME 12 Paris - Roubaix Juniors (Fra) 1.Ncup MJ 13 Albert Achterhes Profronde van Drenthe (Ned) 1.1 ME 13 Giro del Belvedere di Villa di Cordignano (Ita) 1.2U MU 13 Rund um Kln (Ger) 1.HC ME 13 Unive Ronde van Drenthe (Ned) CDM WE 14 Paris-Camembert (Fra) 1.1 ME 14 GP Palio del Recioto (Ita) 1.2U MU 14 - 19 Tour du Loir-et-Cher 'E. Provost' (Fra) 2.2 ME 15 Scheldeprijs (Bel) 1.HC ME 15 La Cte Picarde (Fra) 1.Ncup MU 15 - 19 Vuelta Ciclista a Aragon (Spa) 2.1 ME 16 GP de Denain Porte du Hainaut (Fra) 1.1 ME 16 - 19 Rhne-Alpes Isre Tour (Fra) 2.2 ME 17 Tour of Chongming Island Time Trial (Chn) 1.2 WE 18 Tour du Finistre (Fra) 1.1 ME 18 Lige - Bastogne - Lige (Bel) 1.2U MU 18 ZLM Tour (Ned) 1.Ncup MU 18 Ronde van Gelderland (Ned) 1.2 WE 18 - 21 Tour of Chongming Island (Chn) 2.2 WE 19 Amstel Gold Race (Ned) UPT ME 19 Giro d'Oro (Ita) 1.1 ME 19 Tro-Bro Lon (Fra) 1.1 ME

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 19 19 19 19 20 22 22 22 22 22 24 25 25 25 25 25 25 26 26 26 26 26 26 26 26 26 28 28 29 30 30 30 Rund um Dren (Ger) 1.2 ME - 26 Volta de Ciclismo Internacional do Estado de So Paulo (Bra) 2.2 ME Trofeo Citt di Ivrea (Ita) 1.1 MJ Grand Prix Bati-Metallo (Bel) 1.1 MJ - 26 Tour de Georgia (USA) 2.HC ME La Flche Wallonne (Bel) HIS ME - 25 Giro del Trentino (Ita) 2.1 ME - 26 Grand Prix of Sochi (Rus) 2.2 ME - 26 Vuelta Ciclista Internacional a Extremadura (Spa) 2.2 ME La Flche Wallonne Fminine (Bel) CDM WE - 26 Vuelta Ciclista a la Rioja (Spa) 2.1 ME Arno Wallaard Memorial (Ned) 1.2 ME Beograd-Banja Luka II (BiH) 1.2 ME Gran Premio della Liberazione (Ita) 1.2U MU - 1 Le Tour de Bretagne Cycliste - Trophe des Granitiers (Fra) 2.2 ME GP Liberazione (Ita) 1.2 WE Omloop van Borsele WE (Ned) 1.2 WE Lige - Bastogne - Lige (Bel) HIS ME Int. Ronde van Noord-Holland (Ned) 1.1 ME Paris - Mantes-en-Yvelines (Fra) 1.2 ME Beograd-Banja Luka II (Srb) 1.2 ME East Midlands International Cicle Classic (GBr) 1.2 ME - 1 Giro delle Regioni (Ita) 2.Ncup MU G.P. Ciudad de Valladodid (Spa) 1.2 WE GP Stad Roeselare (Bel) 1.2 WE Dana Point GP (USA) NE ME/WE - 3 Tour de Romandie (Swi) UPT ME - 2 Vuelta Ciclista Asturias Julio Alvarez Mendo (Spa) 2.1 ME - 3 Tour of the Gila (USA) NE WE/ME - 3 Giro della Toscana (Ita) 2.1 MJ - 3 La Coupe du Prsident de la Ville de Grudziadz (Pol) 2.1 MJ - 3 Gracia - Orlova (Cze) 2.2 WE

Tutte le novit sulle corse sono su www.cyclingforall.net Maggio 1 1 1 1 1 1 2 2 2 2 2 3 3 3 3 3 3 5 6 6 6 7 Meiprijs - Ereprijs Victor De Bruyne (Bel) 1.2 ME Memorial Andrzeja Trochanowskiego (Pol) 1.2 ME Rund um den Henninger Turm (Ger) 1.2U MU Rund um den Henninger Turm (Ger) 1.HC ME Grand Prix Elsy Jacobs (Lux) 1.1 WE Grand Prix de Suisse (Swi) 1.1 WE Grand Prix Herning (Den) 1.1 ME GP Industria & Artigianato (Ita) 1.1 ME Wrnten Viperbike Grand Prix (Aut) 1.2 ME Ronde van Overijssel (Ned) 1.2 ME Grand Prix of Moscow (Rus) 1.2 ME Subida al Naranco (Spa) 1.1 ME Giro di Toscana (Ita) 1.1 ME Trophe des Grimpeurs (Fra) 1.1 ME Memorial of Oleg Dyachenko (Rus) 1.2 ME Circuito del Porto - Trofeo Arvedi (Ita) 1.2 ME Alpe Adria Tour (Aut) 1.2 ME - 10 4 Jours de Dunkerque / Tour du Nord-pas-de-Calais (Fra) 2.HC ME - 10 Five rings of Moscow (Rus) 2.2 ME - 10 Giro del Friuli Venezia Giulia (Ita) 2.2 ME - 10 Course de la Paix Junior (Cze) 2.Ncup MJ - 11 Tour of Halkidiki (Gre) 2.2 ME

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 8 - 10 Szlakiem Grodw Piastowskich (Pol) 2.1 ME 8 - 10 Clsica de Alcobendas (Spa) 2.1 ME 8 - 10 Tour du Haut Anjou International Espoirs (Fra) 2.2U MU 8 Fair Cities trophy I part (Srb) 1.1 MJ 9 - 31 Giro d'Italia (Ita) HIS ME 9 101st Scandinavian Race Uppsala - 1909 to 2009 (Swe) 1.2 ME 9 - 13 Tour of President (IRI) 2.2 ME 9 - 10 Le Trophe Centre Morbihan (Fra) 2.1 MJ 9 Omloop Door Middag-Humsterland WE (Ned) 1.2 WE 10 Omloop der Kempen (Ned) 1.2 ME 10 GP Industrie del Marmo (Ita) 1.2 ME 10 Fair Cities trophy II part (Srb) 1.1 MJ 10 Berner-Rundfahrt / Tour de Berne (Swi) CDM WE 12 Mayor Cup (Rus) 1.2 ME 12 - 17 Mt. Hood Cycling Classic (USA) 2.2 WE 11 - 17 Oregon Pro Cycling Classic (USA) NE ME 13 Batavus Prorace (Ned) 1.1 ME 13 - 17 Doble Sucre Potosi G.P. Cemento Fancesa (Bol) 2.2 ME 13 Grand Prix de Santa Ana (ESa) 1.1 WE 14 - 17 GP Internacional Paredes Rota dos Mveis (Por) 2.1 ME 14 Grand Prix of San Salvador (ESa) 1.2 WE 15 - 17 Tour de Picardie (Fra) 2.1 ME 15 - 17 Int. 3-Etappen-Rundfahrt der Rad-Junioren (Ger) 2.1 MJ 15 - 17 Int. Junioren Driedaagse van Axel (Ned) 2.1 MJ 15 - 24 Tour de l'Aude Cycliste Fminin (Fra) 2.2 WE 16 GP Copenhagen - Odsherred Classic (Den) 1.2 ME 16 Classic Beograd-Cacak (Srb) 1.2 ME 16 Dutch Food Valley Classic (Ned) 1.HC ME 16 - 24 Olympia's Tour (Ned) 2.2 ME 16 Bank of America Wilmington GP (USA) 1.1 ME/WE 16 - 18 Vuelta a Occidente (ESa) 2.2 WE 17 Tour de Rijke (Ned) 1.1 ME 17 Grand Prix Jasnej Gry-Czestochowa (Pol) 1.2 ME 17 GLS Pakkeshop GP (Den) 1.2 ME 17 Kelly Cup, Baltimore, Maryland (USA) NE ME 17 - 24 FBD Insurance Ras (Irl) 2.2 ME 17 - 24 Tour of Japan (Jpn) 2.2 ME 18 - 24 Volta Ciclista a Catalunya (Spa) UPT ME 20 - 24 Circuit de Lorraine Professionnel (Fra) 2.1 ME 20 - 24 Flche du Sud (Lux) 2.2 ME 20 - 27 Tour of Azerbajan (IRI) 2.2 ME 21 - 23 Volta da Ascension (Spa) 2.2 ME 21 - 24 Ronde de l'Isard (Fra) 2.2U MU 21 - 24 Trofeo Karlsberg (Ger) 2.Ncup MJ 21 - 26 Vuelta Ciclista Femenina a El Salvador (ESa) 2.1 WE 23 Trofeo Xerox Ega-Informatica (Spa) 1.2 WE 24 Priority Health Tour de Leelanau (USA) 1.2 ME 24 Trofeo Guido Dorigo - MO Cristiano Florianii - MO Ferramenta Mazzero (Ita) 1.1 MJ 24 Priority Health Tour de Leelanau (USA) 1.2 WE 25 Tour of Somerville (USA) NE ME/WE 26 - 31 Vuelta Ciclista a Navarra (Spa) 2.2 ME 27 - 31 Tour de Belgique - Ronde van Belgi - Tour of Belgium (Bel) 2.HC ME 27 - 31 Bayern-Rundfahrt (Ger) 2.HC ME 28 - 31 Tour de Kumano (Jpn) 2.2 ME 28 - 31 Tour du Pays de Vaud (Swi) 2.1 MJ 28 - 31 Vuelta Ciclista Femenina a Costa Rica (CRc) 2.2 WE 29 Tallinn-Tartu Grand Prix (Est) 1.1 ME 29 Velika Nagrada Ptuja (Slo) 1.2 ME 29 GP-Hydraulika Mikolasek (Svk) 1.2 ME

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 29 29 29 30 30 30 30 30 30 31 31 31 31 31 31 - 31 Tulsa Tough (USA) NE ME/WE - 1 Tour de Gironde (Fra) 2.2 ME - 1 Tour de Berlin (Ger) 2.2U MU Grand Prix de Plumelec-Morbihan (Fra) 1.1 ME VN Kranja - Memorijal Filipa Majcna (Slo) 1.1 ME SEB Tartu Grand Prix (Est) 1.1 ME GP Kooperativa (Svk) 1.2 ME La Coupe du Monde Cycliste Fminine de Montral (Can) CDM WE CSC Invitational (USA) NE ME/WE Boucles de l'Aulne (Fra) 1.1 ME Miedzynarodowy Wyscig Kolarski Szosami Zaglebia (Pol) 1.2 ME Grand Prix Boka (Svk) 1.2 ME Paris-Roubaix Espoirs (Fra) 1.2U MU Tr. Citt di San Vendemiano - GP Industria e Commercio (Ita) 1.2U MU U.S. Air Force Cycling Classic (USA) 1.2 ME

Giugno 1 Neuseenclassics -rund um die braunkohle- (Ger) 1.1 ME 1 Rogaland GP (Nor) 1.2 ME 1 - 4 Le Tour du Grand Montral (Can) 2.1 WE 2 Trofeo Alcide Degasperi (Ita) 1.2 ME 2 - 7 Baltyk Karkonosze Tour (Pol) 2.2 ME 2 Lehigh Valley Classic (USA) 1.1 ME 3 - 7 Ringerike GP (Nor) 2.2 ME 3 - 7 Skoda-Tour de Luxembourg (Lux) 2.HC ME 3 - 7 Euskal Bizikleta (Spa) 2.HC ME 3 - 7 Volta Ciclistica internacional do Paran (Bra) 2.2 ME 4 Reading Classic (USA) 1.1 ME 4 - 7 Coupe des nations Ville Saguenay (Can) 2.Ncup MU 5 - 14 Tour de Korea (Kor) 2.2 ME 5 - 7 Sparkassen Mnsterland Tour (Ger) 2.1 MJ 6 Memorial Marco Pantani (Ita) 1.1 ME 6 GP Triberg-Schwarzwald (Ger) 1.1 ME 6 Piccola Tre Valli Varesine (Ita) 1.1 MJ 7 - 14 Critrium du Dauphin Libr (Fra) UPT ME 7 Coppa Colli Briantei Internazionale (Ita) 1.2 ME 7 Coppa della Pace - Trofeo F.lli Anelli (Ita) 1.2 ME 7 Memorial Ph. Van Coningsloo (Bel) 1.2 ME 7 GP du canton d'Argovie, Gippingen (Swi) 1.HC ME 7 - 13 Internationale Thringen-Rundfahrt U23 (Ger) 2.2U MU 7 Philadelphia International Championship (USA) 1.HC ME 7 - 21 Vuelta a Colombia (Col) 2.2 ME 7 GP Dell'Arno (Ita) 1.1 MJ 7 Liberty Classic (USA) 1.1 WE 7 Therme kasseienomloop (Ned) 1.2 WE 7 - 11 Tour de Pei (Can) 2.2 WE 8 - 13 Volta Continental a Lleida (Spa) 2.2 ME 9 Durango-Durango Emakumeen Saria (Spa) 1.2 WE 10 - 14 Nature Valley GP (USA) NE ME/WE 10 - 16 Circuito Montas (Spa) 2.2 ME 11 - 14 GP Internacional CTT Correios de Portugal (Por) 2.1 ME 11 - 14 Ronde de l'Oise (Fra) 2.2 ME 11 - 14 Tour de Lorraine Juniors (Fra) 2.1 MJ 11 - 14 Iurreta-Emakumeen Bira (Spa) 2.1 WE 12 - 14 Delta Tour Zeeland (Ned) 2.1 ME 12 - 21 Giro Ciclistico d'Italia (Ita) 2.2 ME 13 - 21 Tour de Suisse (Swi) UPT ME 15 - 21 Tour de Serbie (Srb) 2.2 ME

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 16 16 17 18 18 18 18 18 18 18 18 19 19 19 20 21 21 21 24 24 24 28 - 21 Tour de Beauce (Can) 2.2 ME - 21 Grande Boucle Fminine Internationale (Fra) 2.2 WE - 21 Ster Elektrotoer (Ned) 2.1 ME - 20 Tour of Malopolska (Pol) 2.2 ME - 21 Tour de Slovnie (Slo) 2.1 ME - 21 Route du Sud - la Dpche du Midi (Fra) 2.1 ME - 21 Boucles de la Mayenne (Fra) 2.2 ME - 21 Vuelta al Besaya (Spa) 2.1 MJ - 21 Tour of the Red River Gorge (USA) 2.1 MJ - 22 Tour of Mazandaran (IRI) 2.1 MJ - 20 Rabo Ster Zeeuwsche Eilanden (Ned) 2.2 WE - 21 Internationale Mainfrankentour (Ger) 2.2U MU - 21 Tour des Pays de Savoie (Fra) 2.2U MU - 21 Giro del Trentino Alto Adige - Sdtirol (Ita) 2.1 WE - 21 Petaling Jaya City Criterium (Mas) 2.2 ME Int. Raiffeisen Grand Prix (Aut) 1.2 ME Trofeo Buffoni (Ita) 1.1 MJ Tour de Winghaven (USA) NE ME Halle-Ingooigem (Bel) 1.1 ME Internationale Wielertrofee Jong Maar Moedig I.W.T. (Bel) 1.2 ME - 5 Vuelta Ciclista a Venezuela (Ven) 2.2 ME Manhattan Beach GP (USA) NE ME/WE

Tutte le novit sulle corse sono su www.cyclingforall.net Luglio 1 - 5 Course de Solidarnosc et des Champions Olympiques (Pol) 2.1 ME 1 Championnat d'Europe U23 c.l.m / U23 European Championship TT MJ (Bel) CC MJ 1 - 5 Tre Ciclistica Internazionale Bresciana (Ita) 2.1 MJ 1 Championnat d'Europe U23 c.l.m. / U23 European Championship TT WU (Bel) CC WU 2 Championnat d'Europe U23 c.l.m. / U23 European Championship TT MU (Bel) CC MU 2 Championnat d'Europe U23 c.l.m / U23 European Championship TT WJ (Bel) CC WJ 2 - 5 Fitchburg-Longsjo Classic (USA) NE ME 3 - 6 Sint-Martinusprijs Kontich (Bel) 2.1 MJ 3 - 12 Giro d'Italia Internazionale Femminile (Ita) 2.1 WE 4 - 26 Tour de France (Fra) HIS ME 4 Cronoscalata Gardone V.T. - Prati di Caregno (Ita) 1.2 ME 4 Tour du Jura (Swi) 1.2 ME 4 Tour de Kootenays-1 (Can) 1.2 ME 4 - 12 Tour cycliste International de Martinique (Fra) 2.2 ME 4 Championnat d'Europe U23 / U23 European Championship MJ (Bel) CC MJ 4 Championnat d'Europe U23 / U23 European Championship WU (Bel) CC WU 5 Tour du Doubs (Fra) 1.1 ME 5 Giro Ciclistico Valli Aretine (Ita) 1.2 ME 5 Championnat d'Europe U23 / U23 European Championship MU (Bel) CC MU 5 - 12 Int. sterreich-Rundfahrt-Tour of Austria (Aut) 2.HC ME 5 Tour de Kootenays-2 (Can) 1.2 ME 5 Championnat d'Europe U23 / U23 European Championship WJ (Bel) CC WJ 7 Trofeo Citta' di Brescia Mem. Fiori e Volpi (Ita) 1.2 ME 8 - 12 GP Internacional Torres Vedras - Joaquim Agostinho (Por) 2.2 ME 9 Prova Ciclistica 9 de Julho (Bra) 1.2 ME 11 - 19 Wind from the East (Rus) 2.2 ME 11 Gent - Menen (Bel) 1.1 MJ 11 - 12 GP Gnral Patton (Lux) 2.Ncup MJ 11 - 14 Ain'Ternational-Rhne Alpes-Valromey Tour (Fra) 2.1 MJ 12 La Ronde Pvloise (Fra) 1.2 ME 12 Giro del Medio Brenta (Ita) 1.2 ME 12 Ledegem-Kemmel-Ledegem (Bel) 1.1 MJ

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 13 15 15 15 18 18 18 19 19 19 19 19 21 21 21 22 22 22 22 22 23 24 24 25 25 25 25 25 26 26 26 26 28 29 29 31 31 31 31 31 - 19 International Tour de Toona (USA) NE ME/WE - 18 Giro della Calabria (Ita) 2.1 ME - 19 Vuelta a la Comunidad de Madrid (Spa) 2.1 ME - 19 Tour de Bretagne Fminin (Fra) 2.2 WE Grand Prix Cristal Energie (Fra) 1.2 ME GP Cento Carnevale d'Europa (Ita) 1.2 WE Boise Twilight Criterium (USA) NE ME Giro della Prov. Reggio-Calabria (Ita) 1.1 ME Giro del Casentino (Ita) 1.2 ME Trophe des Champions (Fra) 1.2 ME Clasico Ciudad de Caracas (Ven) 1.2 ME Trofeo San Rocco (Ita) 1.1 MJ Trofee der Vlaamse Ardennen (Bel) 1.1 MJ - 26 Tour de l' Abitibi (Can) 2.Ncup MJ - 26 International Thringen Rundfahrt der Frauen (Ger) 2.1 WE - 26 Sachsen-Tour International um den Sparkassen-Cup (Ger) 2.1 ME - 26 Brixia Tour (Ita) 2.1 ME - 26 3 Giorni Orobica - Gran Premio Italmoda (Ita) 2.1 MJ - 26 Tour Fminin en Limousin (Fra) 2.2 WE - 26 Cascade Cycling Classic (USA) NE ME/WE - 25 Jelajah Negeri Sembilan (Mas) 2.2 ME - 2 Tour of Qinghai Lake (Chn) 2.HC ME - 26 Internationale Niedersachsen-Rundfahrt der Junioren (Ger) 2.1 MJ Prueba Villafranca de Ordizia - Clasica de Ordizia (Spa) 1.1 ME - 26 Grand Prix Bradlo (Svk) 2.2 ME - 27 Kreiz Breizh Elites (Fra) 2.2 ME - 29 Tour de Wallonie (Bel) 2.HC ME Omloop Het Volk (Bel) 1.1 MJ Grand Prix de la ville de Prenchies (Fra) 1.2 ME Gran Premio Inda - Trofeo Aras Frattini a.m. (Ita) 1.2 ME Ronde van Vlaanderen Juniores - Tour des Flandres Juniors (Bel) 1.1 MJ Chicago Criterium (USA) NE ME - 1 Dookola Mazowsza (Pol) 2.2 ME - 2 Tour Alsace (Fra) 2.2 ME - 2 Post Danmark Rundt - Tour of Denmark (Den) 2.HC ME Circuito de Getxo "Memorial Ricardo Otxoa" (Spa) 1.1 ME GP Industria e Commercio Artigianato Carnaghese (Ita) 1.1 ME Open de Sude Vargarda TTT (Swe) CDM WE - 2 Lige - La Gleize (Bel) 2.1 MJ - 2 Tour of Elk Grove (USA) NE ME

Agosto 1 1 1 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 4 4 Clasica Ciclista San Sebastian - San Sebastian (Spa) UPT ME Paar-Zeitfahren-Chrono 2 (Ger) 1.1 ME G.P. Nobili Rubinetterie (Ita) 1.1 ME Scandinavian Open (Swe) 1.2 ME Coppa Citt di Offida (Ita) 1.1 MJ - 8 Tour de Pologne (Pol) UPT ME Giro dell'Appennino (Ita) 1.1 ME Urkiola Igoera - Subida Urkiola (Spa) 1.1 ME Sparkassen Giro (Ger) 1.1 ME La Poly Normande (Fra) 1.1 ME Giro Ciclistico del Cigno - Memorial Mattia Rosa (Ita) 1.2 ME Trofeo Beato Bernardo (Ita) 1.1 MJ Sparkassen Giro (Ger) 1.1 WE Open de Sude Vargarda (Swe) CDM WE - 8 Tour des Pyrnes - Vuelta a los Pirineos (Fra) 2.2 ME - 8 Vuelta Ciclista a Len (Spa) 2.2 ME

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 5 GP Folignano - Trofeo AVIS (Ita) 1.2 ME 5 - 6 Paris-Corrze (Fra) 2.2 ME 5 - 9 Vuelta a Burgos (Spa) 2.HC ME 5 - 16 Volta a Portugal em Bicicleta - EDP (Por) 2.HC ME 6 - 9 Tour de la Rgion de Lodz (Pol) 2.1 MJ 7 - 9 Volta Ciclstica Internacional de Campos (Bra) 2.2 ME 7 - 16 Tour Cycliste Intenationale de la Guadeloupe (Fra) 2.2 ME 7 Championnats du Monde UCI CLM/ UCI TT World Championships (Rus) CM MJ 7 Championnats du Monde UCI CLM/ UCI TT World Championships (Rus) CM WJ 8 G.P. Camaiore (Ita) 1.1 ME 8 Presbyterian Hospital Invitational (USA) NE ME/WE 8 - 13 Tour de New York (USA) 2.2 ME 8 - 16 La Route de France (Fra) 2.1 WE 9 Trofeo Matteotti (Ita) 1.1 ME 9 Trofeo Internazionale Bastianelli (Ita) 1.2 ME 9 Fyen Rundt (Den) 1.2 ME 9 Championnats du Monde UCI CL / UCI RR World Championships (Rus) CM MJ 9 Holland Hills Classic (Ned) 1.2 WE 9 Championnats du Monde UCI CL / UCI RR World Championships (Rus) CM WJ 9 Hanes Park Classic (USA) NE ME/WE 9 - 12 Tour de l'Ain (Fra) 2.1 ME 11 GP Citta' di Felino (Ita) 1.2 ME 13 - 16 Mi-Aot Bretonne (Fra) 2.2 ME 14 Puchar Ministra Obrony Narodowej (Pol) 1.2 ME 15 Memorial Henryka Lasaka (Pol) 1.2 ME 15 Ronde des Valles (Fra) 1.1 MJ 16 Vattenfall Cyclassics (Ger) UPT ME 16 Antwerpse Havenpijl (Bel) 1.2 ME 16 GP Capodarco (Ita) 1.2 ME 16 Puchar Uzdrowisk Karpackich (Pol) 1.2 ME 16 Omloop der Vlaamse Gewesten (Bel) 1.1 MJ 17 Gara Ciclistica Montappone - Tr. Marini Silvano Cappelli Sp. (Ita) 1.2 ME 18 GP Stad Zottegem (Bel) 1.1 ME 18 Due Giorni Marchigiana - GP Ind.Com.Art di Castelfidardo (Ita) 1.2 ME 18 Tre Valli Varesine (Ita) 1.HC ME 18 - 21 Tour du Limousin (Fra) 2.1 ME 18 - 23 Tour of Utah (USA) NE ME 19 - 26 Tour of Benelux --- UPT ME 19 Coppa Agostoni - giro delle Brianze (Ita) 1.1 ME 19 Due Giorni Marchigiana - Tr. Citt Castelfidardo - GP Cibes (Ita) 1.2 ME 19 - 23 Tour of Ireland (Irl) 2.1 ME 19 - 23 Regio-Tour (Ger) 2.Ncup MU 20 Coppa Bernocchi (Ita) 1.1 ME 21 - 23 Albstadt-Frauen-Etappenrennen (Ger) 2.2 WE 22 Trofeo Melinda - val di Non (Ita) 1.1 ME 22 - 23 Melaka Chief Minister Cup (Mas) 2.2 ME 22 GP de Plouay-Bretagne (Fra) CDM WE 22 Marion Classic Riverwalk Criterium (USA) NE ME/WE 23 GP Ouest France - Plouay (Fra) UPT ME 23 Clasica Ciclista los Puertos (Spa) 1.1 ME 23 Capital Criterium (USA) NE ME 25 Grand Prix des Marbriers (Fra) 1.2 ME 25 Grand Prix des Marbriers (Fra) 1.2 ME 25 - 28 Tour du Poitou Charentes et de la Vienne (Fra) 2.1 ME 25 - 30 Giro Ciclistico della Valle d'Aosta Mont Blanc (Ita) 2.2 ME 25 - 29 Trophe d'Or Fminin (Fra) 2.2 WE 26 Druivenkoers - Overijse (Bel) 1.1 ME 26 - 30 Grand Prix Tell (Swi) 2.2 ME 27 - 30 Szlakiem walk majora Hubala (Pol) 2.2 ME

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 28 29 29 29 29 29 30 30 30 30 30 30 - 30 Po Stajerski (Slo) 2.1 MJ - 6 Deutschland-Tour (Ger) UPT ME - 20 Vuelta a Espaa (Spa) HIS ME Giro del Veneto (Ita) 1.HC ME Omloop Mandel - Leie - Schelde (Bel) 1.1 MJ Trofeo comune di Vertova Memorial Pietro Merelli (Ita) 1.1 MJ Chteauroux Classic de l'Indre Trophe Fenioux (Fra) 1.1 ME Schaal Sels (Bel) 1.1 ME Classica del Garda (Ita) 1.1 ME Trofeo Emilio Paganessi (Ita) 1.1 MJ Remouchamps - Ferrires - Remouchamps (Bel) 1.1 MJ Chris Thater Memorial (USA) NE ME/WE

Tutte le novit sulle corse sono su www.cyclingforall.net Settembre 1 Critrium des Championnes (Fra) 1.2 WE 1 - 6 Holland Ladies Tour (Ned) 2.2 WE 2 - 6 Tour de Slovaquie (Svk) 2.2 ME 3 - 6 Giro Internazionale della Lunigiana (Ita) 2.1 MJ 4 - 6 Grand Prix Rebliland (Swi) 2.1 MJ 5 Coppa Placci (Ita) 1.HC ME 5 San Francisco Grand Prix (USA) NE ME/WE 5 - 13 Tour de l'Avenir (Fra) 2.Ncup MU 6 Grote Prijs Jef Scherens - Rondom Leuven (Bel) 1.1 ME 6 Giro della Romagna (Ita) 1.1 ME 6 Polymultiplie Lyonnaise (Fra) 1.2 ME 6 Zagreb - Ljubljana (Slo) 1.2 ME 6 Trofeo Salvatore Morucci (Ita) 1.2 ME 6 Memorial Davide Fardelli - Cronometro Individuale (Ita) 1.2 ME 6 Memorial Davide Fardelli - cronometro individuale (Ita) 1.1 MJ 6 Zri Metzgete (Swi) 1.1 WE 6 Memorial Davide Fardelli - Cronometro Individuale (Ita) 1.2 WE 6 Memorial Davide Fardelli - cronometro individuale (Ita) 1.1 WJ 7 100K Classic, Atlanta, Georgia (USA) NE ME 7 - 13 Tour of Missouri (USA) 2.HC ME 8 - 12 Tour Cycliste Fminin International Ardche (Fra) 2.2 WE 9 Memorial Rik Van Steenbergen (Bel) 1.1 ME 9 - 13 Kroz Hrvatsku - Tour de Croatie (Cro) 2.2 ME 9 - 13 Tour de Hokkaido (Jpn) 2.2 ME 10 - 13 Giro di Basilicata (Ita) 2.1 MJ 12 Parijs-Brusssel - Paris-Bruxelles (Bel) 1.HC ME 12 - 19 Tour of Britain (GBr) 2.1 ME 12 Univest Grand Prix (USA) 1.2 ME 12 Priority Health GP (USA) NE WE 13 Rund um die Nrnberger Altstadt (Ger) 1.1 ME 13 Chrono Champenois Masculin International (Fra) 1.2 ME 13 GP de Fourmies / La Voix du Nord (Fra) 1.HC ME 13 Powerade Dome 2 Dome Cycling Spectacular (RSA) 1.2 ME 13 Chrono Champenois - Trophe Europen (Fra) 1.1 WE 13 Powerade Dome 2 Dome Cycling Spectacular (RSA) 1.2 WE 13 Rund um die Nrnberger Altstadt (Ger) CDM WE 13 Priority Health Ann Arbor Classic (USA) NE WE 15 - 20 Giro della Toscana Int. Femminile - Memorial Michela Fanini (Ita) 2.1 WE 16 Grand Prix de Wallonie (Bel) 1.1 ME 17 Tour of Vojvodina I part (Srb) 1.2 ME 18 Grand Prix de la Somme Conseil Gnral 80 (Fra) 1.1 ME 18 Kampioenschap van Vlaanderen (Bel) 1.1 ME

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 18 19 19 19 19 20 20 20 20 20 20 23 23 25 26 29 29 - 20 Kroz Istru / Tour d'Istrie (Cro) 2.Ncup MJ Memorial Viviana Manservisi 'dalla pianura alle valli' (Ita) 1.1 ME Praha - Karlovy Vary - Praha (Cze) 1.2 ME Tour of Vojvodina II part (Srb) 1.2 ME - 20 Keizer der Juniores (Bel) 2.1 MJ GP Industria & Commercio di Prato (Ita) 1.1 ME Grand Prix d'Isbergues - Pas de Calais (Fra) 1.1 ME Duo Normand (Fra) 1.2 ME Trofeo G. Bianchin (Ita) 1.2 ME Giro del Canavese (Ita) 1.2U MU Grand Prix de France (Fra) 1.2 WE Omloop van het Houtland Lichtervelde (Bel) 1.1 ME Championnats du Monde UCI CLM/ UCI TT World Championships (Swi) CM WE - 27 Tour du Gvaudan Languedoc-Roussillon (Fra) 2.2 ME Championnats du Monde UCI CL / UCI RR World Championships (Swi) CM WE Omloop van de Vlaamse Scheldeboorden (Bel) 1.1 ME Ruota d'Oro - GP Festa del Perdono (Ita) 1.2 ME

Ottobre 1 - 4 Circuit Franco-Belge (Bel) 2.1 ME 2 - 4 Cintur de l'Empord (Spa) 2.2 ME 3 Memorial Cimurri (Ita) 1.1 ME 3 Sparkassen Mnsterland Giro (Ger) 1.1 ME 3 Piccolo Giro di Lombardia (Ita) 1.2 ME 4 Tour de Vende (Fra) 1.1 ME 4 Giro del Lazio (Ita) 1.HC ME 8 Paris-Bourges (Fra) 1.1 ME 8 Coppa Sabatini (Ita) 1.1 ME 10 Giro dell'Emilia (Ita) 1.HC ME 11 G.P. Beghelli (Ita) 1.1 ME 11 Paris-Tours Espoirs (Fra) 1.2U MU 11 Paris - Tours (Fra) 1.HC ME 13 Nationale Sluitingprijs - Putte - Kapellen (Bel) 1.1 ME 14 Milano-Torino (Ita) 1.HC ME 15 Giro del Piemonte (Ita) 1.HC ME 17 Giro di Lombardia (Ita) HIS ME 18 Chrono des Nations (Fra) 1.1 MJ 18 Chrono des Nations (Fra) 1.1 WE 18 Chrono des Nations (Fra) 1.1 WJ Tutte le novit sulle corse sono su www.cyclingforall.net

Il Giro d'Italia
Cento di questi Giri: nel 2009 il Giro d'Italia festeggia il suo Centenario e per l'occasione patron Zomegnan ha preparato un'edizione davvero speciale e innovativa. Magari a molti non piacer, e certamente non ha mancato di sollevare discussioni, perch il Giro d'Italia 2009 sar davvero particolare. Partenza da Venezia, arrivo a Roma, poche Alpi, un assaggio di Dolomiti nelle primissime tappe, e poi gi a scendere lo stivale per trovare le giornate pi impegnative sugli Appennini, dopo una lunghissima crono ligure che potrebbe avere un peso fondamentale sull'esito della corsa. Dicevamo che questo Giro pu far storcere il naso perch ha pochissima storia, non porta quasi mai i campioni l dove si scritta la leggenda del Giro e nell'anno del Centenario questa una mancanza grave. S, c' la Cuneo - Pinerolo che ricorda un'impresa epica di Fausto Coppi, ma una tappa che oggi, nel ciclismo moderno, potr dire ben poco sugli equilibri della corsa. Per il resto le sorti del Giro si decideranno in tappe e in salite senza storia, se non per il Blockhaus che comunque impallidisce rispetto ai racconti che possono narrare le grandi salite del Giro. Zomegnan ha scelto l'innovazione e quando si sceglie di innovare la critica sempre dietro l'angolo. Il nostro parere che questo Giro non sia di per s sbagliato, ma che lo sia il proporlo nell'anno del Centenario, che doveva essere l'esaltazione della leggenda del Giro.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details Se il percorso ha alimentato qualche critica, c' invece da registrare lo straordinario successo in termini di partecipazione di campioni che il Giro sta ottenendo. Di Lance Armstrong si gi detto a lungo in inizio di questo libro, ma molti altri saranno i volti noti che vedremo sulle strade rosa, con una controtendenza che ha preso un indirizzamento preciso rispetto alla pochezza internazionale dei Giri di qualche anno fa. Il ritorno di Ivan Basso riproporr la sfida che ha caratterizzato un paio di Tour de France, Denis Menchov e Carlos Sastre daranno lustro con il loro carico di vittorie nei grandi giri. E poi Cancellara, Gilbert, Cavendish, e i nostri Cunego, Ballan, Petacchi, Di Luca, Bennati, Simoni, Rebellin, Pellizotti e chiss quant'altri da qui a maggio se ne aggiungeranno. Ma passiamo alla descrizione tappa per tappa dei percorsi del Giro d'Italia. 9 maggio - 1 tappa Lido di Venezia (Cronosquadre) 20 km - L'avvio dal Lido di Venezia con una cronosquadre veloce, piatta e con lunghi rettilinei per assegnare la prima maglia rosa.

Tutte le novit sul Giro d'Italia sono su www.cyclingforall.net 10 maggio - 2 tappa Jesolo - Trieste 156 km - Finale in circuito per la prima sfida tra velocisti

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

11 maggio - 3 tappa Grado - Valdobbiadene 200 km - La terza fatica del Giro ci porta in Veneto per una probabilissima volatona

12 maggio - 4 tappa Padova - San Martino di Castrozza 165 km - Arrivano gi le Dolomiti, in versione ridotta, o se volete, scempiata. Si affrontano Croce d'Aune, una salita non molto nota ma discretamente

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details impegnativa, e mezzo Passo Rolle, fino a San Martino di Castrozza, per 13 km di salita al 5-6%. La salita finale non certo di quelle pi dure e selettive, ma talvolta al primo assaggio di montagne in una corsa di tre settimane arriva qualche difficolt a sorpresa. La previsione comunque per un arrivo dei migliori nello spazio di pochi secondi. E' un arrivo adattissimo ad un corridore come Di Luca.

13 maggio - 5 tappa San Martino di Castrozza - Alpe di Siusi 125 km - Secondo ed ultimo assaggio di Dolomiti: si scavalca subito il Rolle avanzato ieri e poi si sale all'Alpe di Siusi, salita che potrebbe iniziare a fare una certa differenza. La strada inzier ad impennarsi gi a 25 km dal traguardo, ma la salita vera sono gli ultimi 9, dove ci potranno essere degli scatti e un po' di selezione. Crediamo comunque che i pi forti arriveranno nello spazio di qualche decina di secondi.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

14 maggio - 6 tappa Bressanone - Mayrhofen 242 km - Si passa in Austria con una frazione che presenta una salita di 10 km a circa 40 dall'arrivo: pu essere un'occasione per una fuga, perch per i velocisti il percorso decisamente impegnativo. Oltretutto le prime montagne avranno gi allungato adeguatamente la classifica con corridori attardati nella generale che godranno di una certa libert.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

15 maggio - 7 tappa Innsbruck - Chiavenna 242 km - Il falsopiano che porta al Passo Maloja e fa tornare il Giro in Italia non pu spaventare gli sprinter che hanno una interessante occasione

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

16 maggio - 8 tappa Morbegno - Bergamo 208 km - Bel finale da classica con il Colle del Gallo e lo strappo di Bergamo Alta. E' un'opportunit per gli scattisti come Di Luca o Cunego che avranno molte occasioni in questo Giro. Gli uomini di classifica dovranno stare in guardia per non restare invischiati in qualche frazionamento.

17 maggio - 9 tappa Milano Show 155 km - Tappa in circuito cittadino a Milano dedicata agli sprinter

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

19 maggio - 10 tappa Cuneo - Pinerolo 250 km - Dopo il riposo si riparte con tappa pi carica di storia di questo Giro, che vuole ricordare l'impresa di Fausto Coppi nel '49. Si dovranno scalare Maddalena, Vars, Izoard, Monginevro e Sestriere, prima degli ultimi 50 km verso Pinerolo. Grandi salite ma lontane dal traguardo e difficlmente ci sar selezione vera. Le salite pi dure infatti sono il Vars e soprattutto l'Izoard, a met tappa, ed estremamente improbabile che un corridore di alta classifica si muova l. Il Monginevro e il Sestriere sono invece salite morbide e anche se ci fosse battaglia non potrebbero fare grande selezione, con poi la possibilit di rientrare neglli ultimi 50 km verso Pinerolo. Ipotizziamo che non succederanno grandi cose in questa tappa, che potrebbe essere appannaggio di una fuga.

20 maggio - 11 tappa Torino - Arenzano 206 km - Dopo il passaggio da Castellania, la terra di Coppi, si entra sul tracciato della Sanremo, con il Turchino e l'approdo in riviera dove attesa una volatona.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

21 maggio - 12 tappa Sestri Levante - Riomaggiore (Cronometro) 61,7 km - Questa pu essere la tappa chiave di tutto il Giro d'Italia. Ben 61,7 km a cronometro su un percorso che presenta due salite, il Bracco, pedalabile, e il Termine, un po' pi difficile. Oltre all'altimetria bisogna segnalare la tortuosit di molta parte del tracciato. Una prova lunga e difficile che potrebbe anche creare dei distacchi abissali e dire una parola un po' troppo pesante sull'esito del Giro. Il Lance Armstrong dei tempi d'oro avrebbe fatto sfracelli in una crono cos. Tra i comuni mortali potrebbe trovarsi molto a suo agio Bruseghin.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

22 maggio - 13 tappa Lido di Camaiore - Firenze 150 km - Con il passaggio in Toscana tornano ad essere protagonisti gli uomini veloci, in questa tappa dedicata a Gino Bartali.

23 maggio - 14 tappa Campi Bisenzio - Bologna San Luca 174 km - L'Appennino movimenta questa tappa che porta all'arrivo sul San Luca. Ben quattro GPM prima di arrivare a Bologna e affrontare la dura

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details rampa di 2 km che porta al traguardo classico del Giro dell'Emilia. Per gli uomini di classifica il compito sar soprattutto quello di non farsi trovare disattenti, mentre Di Luca, Cunego, Joaquim Rodriguez si propongono anche qui come tra gli uomini da battere.

24 maggio - 15 tappa Forl - Faenza 159 km - Ancora Appennino protagonista con una tappa molto mossa e insidiosa. Le ultime salite sono Monte Casale e Monte Trebbio, quindi ancora 25 km per l'arrivo di Faenza. Un'altra giornata in cui gli uomini di classifica dovranno stare all'erta, anche se non certo un percorso da tappone. Nel 2003 per su un percorso simile Gilberto Simoni riusc a strappare la maglia rosa a Garzelli con un attacco a sorpresa che gli fece guadagnare qualche decina di secondi.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

25 maggio - 16 tappa Pergola - Monte Petrano 237 km - E' la tappa con pi salite, anche se assolutamente spoglia di storia ciclistica. Dopo aver superato il Cesane la tappa pu entrare nel vivo gi sul Monte Nerone, una salita di 12 km all'8%, quindi il Monte Catria, altri 11 km all'8%, discesa verso Cagli e salita conclusiva, leggermente pi morbida, verso il Petrano. Una tappa dura, che pu fare differenze, dove i protagonisti come Armstrong, Basso e gli altri favoriti saranno chiamati a giocare a carte scoperte. Il punto chiave, dove fare selezione con un attacco deciso, pu essere il Monte Catria.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

27 maggio - 17 tappa Chieti - Blockhaus 79 km - Dopo il riposo si riparte con una frazione decisamente insolita, appena 79 km con la scalata al Blockhaus. Si arriver quasi in cima e questo render la scalata selettiva: la salita vera di circa 22 km, ben 11 pi dell'arrivo di Passo Lanciano visto nel 2006 con vittoria di Basso. Si pu fare selezione, peccato solo che la frazione sia cos esageratamente breve.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

28 maggio - 18 tappa Sulmona - Benevento 181 km - Dopo un bel po' di tempo potrebbero tornare in scena i velocisti, anche se le fughe sono dietro l'angolo, ed il finale presenta una rampa che pu essere favorevole ai finisseur come Ballan

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

29 maggio - 19 tappa Avellino - Vesuvio 164 km - L'ultimo arrivo in salita. Si attraversa la Costiera Amalfitana per poi scalare il Vesuvio, circa 13 km al 7%, ma con gli ultimi un po' pi duri. Non una scalata impossibile, diciamo mediamente impegnativa, ma visto che siamo a fine Giro potrebbe comunque lasciare qualche segnetto, soprattutto se la classifica avesse ancora le posizioni nobili in bilico.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

30 maggio - 20 tappa Napoli - Anagni 203 km - Giornata tranquilla, ma con finale in strappetto che potrebbe mettere in difficolt i velocisti, sempre che non prenda il sopravvento una fuga, cosa abbastanza probabile.

31 maggio - 21 tappa Roma (Cronometro) 15 km - La chiusura con una breve crono che si presenta molto suggestiva per lo scenario, con partenza ed arrivo in via dei Fori Imperiali. Tecnicamente i distacchi non dovrebbero essere particolarmente rilevanti.

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

L'elenco delle squadre invitate al Giro d'Italia 1. Acqua&Sapone - Caffe' Mokambo (Ita) 2. Ag2r La Mondiale (Fra) 3. Astana (Kaz) 4. Bbox Bouygues Telecom (Fra) 5. Caisse D'Epargne (Spa) 6. Cervelo Test Team (Svi) 7. Garmin - Slipstream (Usa) 8. Isd (Ita) 9. Lampre-Ngc (Ita) 10. Liquigas (Ita) 11. Lpr Brakes - Farnese Vini (Irl) 12. Quick Step (Bel) 13. Rabobank (Ola) 14. Silence - Lotto (Bel) 15. Serramenti Pvc Diquigiovanni - Androni Giocattoli (Ven) 16. Team Columbia - High Road (Usa) 17. Team Katusha (Rus)

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 18. Team Milram (Ger) 19. Team Saxo Bank (Dan) 20. Xacobeo Galicia (Spa). L'elenco non ancora definitivo e potrebbe subire qualche modifica in prossimit della corsa: RCS valuter i comportamenti delle squadre soprattutto in riferimento al passaporto biologico e decider di conseguenza se rendere definitivi questi inviti. Tutte le novit sul Giro d'Italia sono su www.cyclingforall.net

Il Tour de France
Dalla fastosit monegasca alla raffinatezza parigina. Il Tour de France 2009 si presenta come un viaggio tra i luoghi pi esclusivi di Francia e dintorni pi che come un bel percorso per la pi grande gara che il ciclismo conosca. I tratti essenziali delle tre settimane di Grande Boucle sono la partenza dal Principato di Monaco con una cronometro di 15 km, il ritorno della cronosquadre, una tre giorni sui Pirenei alquanto discutibile con salite storiche messe a met percorso, ed un finale finalmente all'altezza con una bella tappa alpina sulla Colombiere, una crono di 40 km e il traguardo sul Mont Ventoux ad anticipare di 24 ore la conclusione di Parigi. E' proprio la scalata alla montagna pi misteriosa e inquietante del ciclismo alla vigilia del finale di Parigi il vero segno distintivo di questo percorso che per il resto non proprio un granch. Ma scopriamolo un po' pi nel dettaglio. La partenza per sabato 4 luglio con una crono di 15 km sulle strade monegasche, su un percorso che si preannuncia tortuoso e molto mosso. Dal principato si prosegue con due tappe piane, quindi la cronosquadre di Montpellier sui 38 km, una distanza pi logica di quelle proposte in passato: evidentemente dalle stanze dei bottoni del Tour hanno dovuto pensarci qualche anno per trovare la soluzione all'enigma cronosquadre, proposte prima su chilometraggi doppi di questi, poi con gli assurdi sbarramenti di tempo. Dopo Montpellier altre due tappe pianeggianti per avvicinarsi ai Pirenei e sconfinare a Barcellona. Alla settima tappa arrivano le montagne, con la prima di tre tappe pirenaiche che messe insieme ne fanno (forse) una. La migliore proprio la prima, con l'arrivo ad Andorra Arcalis, una salita piuttosto lunga al 7% di pendenza media. Le due successive tappe pirenaiche sono alquanto discutibili: a Saint Girons si affrontano Envalira, Port e Agnes, ma l'ultima salita ad oltre 40 km dal traguardo. Il giorno dopo ancora peggio: Aspin e Tourmalet sono messe a met percorso, con gli ultimi 70 km in discesa e pianura verso Tarbes. Dopo il primo giorno di riposo si riprende con tre tappe pianeggianti per ritrovare un percorso mosso alla 13 di Colmar, sulle alture dei Vosgi. Ci sono da affrontare tre salite di 7-8 km di media difficolt, l'ultima a 20 km dal traguardo. Dopo un'altra tappa piana si torna a parlare di montagne domenica 19 con l'approdo sulle Alpi svizzere a Verbier. Dopo un percorso abbastanza semplice si arriva su una salita di 9 km al 7%. Anche qui non sembrano esserci i prodromi della grande selezione. Dopo l'ultimo riposo, si affrontano altre due tappe alpine: la prima prevede le ascese al Gran San Bernardo e al Piccolo San Bernardo (con un passaggio in Italia), salite pi lunghe che dure e con gli ultimi 30 km in discesa. Il meglio le Alpi lo daranno all'ultimo giorno, quando una sequenza di cinque salite dir una parola importante sul Tour. Le ultime due ascese, Romme e Colombiere, separate da una piccola discesa, possono portare una netta selezione, prima della discesa verso il traguardo di Le Grand Bornard. A 24 ore di distanza arriva un'altra prova determinante, la cronometro di Annecy, l'unica crono individuale di ampio chilometraggio, 40 km. Dopo una tappa intermedia da fughe, ecco il giudice finale, il Mont Ventoux, che nel penultimo giorno di corsa, sabato 25 luglio, dar il verdetto su questo Tour. La tappa, con partenza da Montelimar (dove Pereiro guadagn la famosa mezz'ora nel Tour 2006) mossa ma priva di grandi difficolt e tutto sar da giocare negli ultimi 21 km verso il monte calvo, il temuto Ventoux. Complessivamente un percorso abbastanza noioso per due settimane, ed anche qualcosa oltre, con un bel crescendo dall'ultima tappa alpina al Ventoux: alla pi grande corsa di ciclismo del mondo, quella che pi di ogni altra deve promuovere il nostro sport sarebbe lecito aspettarsi qualcosa di diverso. A chi potrebbe andar bene un percorso del genere? Soprattutto a Contador (in attesa di vedere con quali velleit andr in Francia Armstrong), che gi il pi forte come potenziale, ha una squadra che gli permetter di gestirsi tenendo tutto sotto controllo e facendo la corsa dura in quelle poche occasioni dove si pu fare la differenza in salita (prima tappa pirenaica, Grand Bornard e Ventoux). La cronosquadre pu dargli un'altra occasione di guadagnare terreno e le crono individuali non sono cos lunghe da metterlo in

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details difficolt, anzi a Monaco potrebbe essere tra i pi forti. Tutto perfetto per Contador, quindi, che infatti ha gradito il percorso. "E' un percorso abbastanza completo" ha dichiarato il vincitore del Tour 2007 "e con la novit del Mont Ventoux alla penultima tappa, quando invece gli altri anni eravamo abituati alla cronometro" "La cronometro del primo giorno pu essere favorevole per me, perch il chilometraggio breve, cos come la cronosquadre della quarta tappa dove posso sfruttare il potenziale della mia Astana. L'ultima crono non lunghissima, 40 km e certamente per me sar meglio piuttosto che una di 55. Ci saranno solo tre arrivi in salita, Andorra e Verbier che andr a studiare per vedere quanto sono dure, e poi il Mont Ventoux. Credo che quando si arriver l la classifica sar delineata, ma questa salita d un'ultima possibilit di cambiare le posizioni. Non so se queste tre salite saranno sufficienti per fare la differenza, dipender da come saranno approcciate, la chiave quella Il Tour de France tappa per tappa 1 Tappa 4 Luglio Monaco - Monaco 15 km crono 2 Tappa 5 Luglio Monaco - Brignoles 182 km pianura 3 Tappa 6 Luglio Marsiglia - La Grande Motte 196 km pianura 4 Tappa 7 Luglio Montpellier - Montpellier 38 km crono squadre 5 Tappa 8 Luglio Le Cap d'Agde - Perpignan 197 km pianura 6 Tappa 9 Luglio Grone - Barcellona 175 km pianura 7 Tappa 10 Luglio Barcellona - Andorra Arcalis 224 km montagna

8 Tappa 11 Luglio Andorra - Saint-Girons 176 km montagna

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

9 Tappa 12 Luglio Saint-Gaudens - Tarbes 160 km montagna

Riposo 13 Luglio Limoges 10 Tappa 14 Luglio Limoges - Issoudun 193 km pianura 11 Tappa 15 Luglio Vatan - Saint-Fargeau 192 km pianura 12 Tappa 16 Luglio Tonnerre - Vittel 200 km pianura 13 Tappa 17 Luglio Vittel - Colmar 200 km media montagna

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

14 Tappa 18 Luglio Colmar - Besanon 199 km pianura 15 Tappa 19 Luglio Pontarlier - Verbier 207 km montagna

Riposo 20 Luglio Verbier 16 Tappa 21 Luglio Martigny - Bourg Saint Maurice 160 km montagna

17 Tappa 22 Luglio Bourg Saint Maurice - Le Grand Bornand 169 km montagna

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

18 Tappa 23 Luglio Annecy - Annecy 40 km crono 19 Tappa 24 Luglio Bourgoin Jallieu - Aubenas 195 km pianura 20 Tappa 25 Luglio Montlimar - Mont Ventoux 167 km montagna

21 Tappa 26 Luglio Montereau Fault Yonne - Parigi 160 km pianura

Tutte le novit sul Tour de France sono su www.cyclingforall.net

La Vuelta Espana
Nel solco della tradizione recente della corsa, anche l'edizione 2009 della Vuelta Espana sar caratterizzata da chilometraggi relativimente ridotti e dalle difficolt inserite soprattutto nelle prime due settimane di corsa. Tutto questo per invogliare alla partecipazioni tutti quei corridori che puntano ai Mondiali e che negli ultimi anni hanno sempre dato spettacolo nella Vuelta, creando un buon interesse. Da contraltare c' da dire che questo sminuisce un po' il valore proprio della corsa, anche perch si sa gi che quasi tutti i corridori stranieri (e non solo) pi forti non arriveranno a Madrid, ma lasceranno con qualche giorno d'anticipo trattando la Vuelta da corsa di allenamento. La Vuelta 2009 avr un avvio insolito, addirittura in Olanda, in linea con le nuove tendenze dei grandi giri di andare a piazzare le tende anche in paesi non contigui pur di avere un ritorno economico importante. Partenza il 29 agosto da Assen, patria dei motori, con un prologo nell'autodromo. Si rester nel nord Europa per altre tre giornate, l'ultima delle quali con un arrivo a Liegi, prima del riposo con rientro in patria. Da segnalare che con questo traguardo di tappa dal sapore di grande classica, Liegi sar la prima citt ad

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details aver ospitato un arrivo di tappa di tutti e tre i grandi giri, Giro, Tour e Vuelta. Il primo momento chiave della Vuelta 2009 sar al primo weekend: ci sar innanzitutto una cronometro al sabato, 30 km cittadini a Valencia, e poi alla domenica la tappa numero 8 con il traguardo in quota a Alto de Aitana, una salita di una quindicina di km abbastanza impegnativa. Anche la tappa successiva sar molto mossa, con una salita breve ma molto dura ad appena 3 km dall'arrivo di Xorret del Cat. Gi dopo queste tre tappe la corsa potr prendere un indirizzo ben preciso, perch vista l'assenza di grandi montagne nell'ultima settimana i favoriti dovranno forzatamente uscire allo scoperto. Dopo il secondo giorno di riposo previsto per gioved 10 settembre, la corsa prevede la seconda infornata di tappe decisive. La tappa 12 sar infatti un susseguirsi di lunghe salite e discese, con la doppia scalata al Velefique (l'ultima per l'arrivo) inframezzata dal Calar Alto. Molto dura anche la tappa successiva con arrivo a Sierra Nevada: gli ultimi 30 km con l'Alto de Monachil e la salita finale sono quasi ininterrottamente all'ins e l'altitudine, ben 2500 metri, potr fare il resto creando grande selezione. La seconda settimana si chiuder con la scalata alla Sierra de la Pandera, una salita breve ma che ha delle pendenze massime da brivido, intorno al 20%. Anche qui la salita sar il traguardo di tappa. In cima alla Pandera, ad una settimana dalla fine della Vuelta sapremo gi al 90% chi avr vinto la corsa, perch l'ultima settimana non presenta grandi difficolt. Solo la frazione 18 con arrivo ad Avila presenta un percorso mosso, ma senza vere salite dove fare selezione, e quella successiva ha una doppia scalata al Puerto de Navacerrada, anche questo non particolarmente difficile. Si concluder con una crono di 26 km a Toledo e con il consueto finale in circuito a Madrid. Complessivamente un percorso che presenta delle belle tappe, tante salite, due crono non lunghissime, tutti gli ingredienti quindi per una Vuelta spettacolare, ma con questa distribuzione delle difficolt assolutamente particolare e discutibile. Insomma sembra difficile che gli organizzatori del grandi giri si decidano a mettere insieme un percorso equilibrato nelle difficolt: si va da un Tour che annoia per i primi dieci giorni e mette delle salite storiche ad inizio tappa ad una Vuelta che ad una settimana dalla fine ci avr gi detto quasi tutto. Eppure non dovrebbe essere impossibile combinare il tutto. Ecco l'elenco delle tappe con le altimetrie delle frazioni di montagna 1 tappa - 29/08 - Assen / Assen 4.5 km crono 2 tappa - 30/08 - Assen / Emmen 202 km 3 tappa - 01/09 - Zutphen / Venlo 185 km 4 tappa - 01/09 - Venlo / Liegi 224 km Riposo 02/09 5 tappa - 03/09 - Tarragona / Vinaros 174 km 6 tappa - 04/09 - Xativa / Xativa 186 km 7 tappa - 05/09 - Valencia / Valencia crono 30 km 8 tappa - 06/09 - Alzira / Alto de Aitana 206 km

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

9 tappa - 07/09 - Alcoy / Xorret del Cat 186 km

10 tappa - 08/09 - Alicante / Murcia 162 km 11 tappa - 09/09 - Murcia / Caravaca de la Cruz 191 km Riposo 10/10 12 tappa - 11/09 - Almera / Alto de Velefique 174 km

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

13 tappa - 12/09 - Berja / Sierra Nevada 175 km

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details 14 tappa - 13/09 - Granada / La Pandera 157 km

15 tappa - 14/09 - Jan / Crdoba 168 km 16 tappa - 15/09 - Crdoba / Puertollano 170 km 17 tappa - 16/09 - Ciudad Real / Talavera de la Reina 175 km 18 tappa - 17/09 - Talavera de la Reina / vila 187 km 19 tappa - 18/09 - vila / La Granja. Real Fbrica de Cristales 174 km

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details

20 tappa - 19/09 - Toledo / Toledo crono 26 km 21 tappa - 20/09 - Rivas-Vaciamadrid / Madrid 110 km Tutte le novit sulla Vuelta Espana sono su www.cyclingforall.net

Mondiali Mendrisio
Da Varese a Mendrisio il passo breve. Se nel 2008 per assistere al trionfo di Ballan si era andati nel varesotto stavolta baster spostarsi quasi a piedi dalla Citt Giardino per vedere un altro Mondiale. Una decisione abbastanza anomala quella dell'UCI, una delle tante, che ha assegnato a due citt contigue, anche se di stati diversi, l'organizzazione di due Mondiali consecutivi. Mondiali a Mendrisio, quindi, nello svizzero (ma anche molto italiano) Canton Ticino, su di un percorso molto mosso che presenta due salitelle. La caratteristica principale di questo anello nel mendrisiotto per la brevit, appena 13.8 km, e questo non vuol essere un difetto, tutt'altro. Con questo ritmo incalzante di passaggi sulle salitelle la selezione sar garantita, mentre in passato su percorsi di circa 20 km c'era pi recupero tra un saliscendi e l'altro e quindi minor selezione. Sar un Mondiale piuttosto duro, probabilmente il pi duro degli ultimi 10 anni: le salitelle sono due, Castel San Pietro e Novazzano, quest'ultima a poco pi di 2 km dall'arrivo e quindi con poche possibilit di replica ad un attacco. Dalla partenza, che sar posta nella zona degli impianti sportivi di Mendrisio, si pedala per un paio di km in piano prima di affrontare la prima salita: 1'600 metri prima attraverso il centro di Mendrisio fino ai piedi della salita dell'Acqua Fresca, uno strappo di 780 m con una pendenza media superiore al 10%. Qui si scavalca il punto pi alto del circuito, a Castel San Pietro, per gettarsi in una discesa di quasi 5 km piuttosto impegnativa. In fondo un km e mezzo in piano per affrontare poi la seconda salita, la Torrazza di Novazzano, 1 km e 700 con tratti al 10%. Allo scollinamento mancheranno solo 2 km e mezzo per andare all'arrivo, con una brevissima discesina e poi finale in piano. Tutto da rifare per 19 volte nella gara dei professionisti. Per un Mondiale cos saranno sugli scudi gli uomini da Ardenne, come Valverde, i fratelli Schleck, Kirchen, Kolobnev, Gilbert, ma anche Freire che ha annunciato di ritenere il percorso adatto alle sue caratteristiche che si stanno indirizzando verso una maggior continuit ed un maggior fondo. Ma soprattutto ci saranno tanti italiani tra i favoriti: Franco Ballerini, il CT del triplo Mondiale consecutivo, ha gi immaginato una nazionale col tridente Di Luca - Cunego - Basso, visto che per l'iridato in carica Ballan il tracciato sembra

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details troppo ostico. Da qui ai Mondiali ne dovr ancora passare tanta di strada sotto le ruote dei corridori, ma certo che ancora una volta l'Italia avr una squadra fortissima ed almeno un paio di corridori, Di Luca e Cunego, tagliatissimi per un percorso del genere. Per molti corridori Mendrisio sar un'occasione quasi irripetibile, visto che sia il Mondiale 2010 (in Australia) che quello 2011 (in Danimarca) avranno dei percorsi scorrevoli e ideali per velocisti e finisseur. Per corridori come quelli che abbiamo citato quindi ci sar da aspettare molto tempo prima di poter eventualmente ritrovare un Mondiale adatto alle proprie caratteristiche. Ecco il programma del Mondiale di Mendrisio 2009 Cronometro individuale Mercoled 23 settembre 2009 Donne Elite, 26.8 km Mercoled 23 settembre 2009 Uomini U23, 33.2 km Gioved 24 settembre 2009 Uomini Elite, 49.8 km Corse in linea Sabato 26 settembre 2009 Donne Elite, 124.2 km Sabato 26 settembre 2009 Uomini U23, 179.4 km Domenica 27 settembre 2009 Uomini Elite, 262.2 km L'altimetria del percorso delle gare in linea

Tutte le novit sui Mondiali sono su www.cyclingforall.net

Il ciclismo in chiaro in TV
Non ci sono solo Giro d'Italia e Tour de France. Il calendario del ciclismo ricchissimo di corse spettacolari e di grande fascino che spesso per non possibile seguire sui normali canali televisivi. Come fare allora? Grazie al satellite si pu vedere praticamente tutto il ciclismo che conta senza dover ricorrere a nessun abbonamento. E' sufficiente dotarsi di una parabola da 80 centimetri, di quelle pi comuni, con un dual feed, cio in grado di ricevere due satelliti, specificamente Hotbird e Astra. Il costo ridotto, circa 100 euro, non ci sono grandi difficolt di installazione, e con un impianto del genere si pu vedere quasi ogni corsa, dai grandi giri alle classiche che non vengono mostrate dalla RAI, come la Vuelta, il Delfinato, le classiche del Belgio con dirette amplissime, i Paesi Baschi, il Giro di Polonia ed un'infinit di altre corse. I canali pi importanti per seguire il ciclismo gratis sul satellite sono quelli che elenchiamo qui di seguito completi delle specifiche tecniche per la sintonizzazione, mentre per essere aggiornati sul palinsesto di corse che vengono via via trasmesse basta collegarsi al sito www.sportisfree.com

Easy PDF Copyright 1998,2009 Visage Software This document was created with FREE version of Easy PDF.Please visit http://www.visagesoft.com for more details Le frequenze dei canali che trasmettono il ciclismo GRATIS Eurosport: Astra 19 12226 H 27500 RAI TRE: Hotbird 11766 V 27500 Rai Sport Pi: Hotbird 11804 H 27500 RTBF: Hotbird 11240 V 27500 TVP: Hotbird 11488 H 27500 ZDF: Hotbird 11054 H 27500 ARD: Hotbird 11604 H 27500 TVE: Hotbird 11785 H 27500 Redistribuzione La Grande Guida al Ciclismo 2009 redistribuibile. Se vi piaciuta ed avete uno spazio web potete pubblicarla e darla in omaggio ai vostri utenti. Il download gratuito di ebook una delle risorse migliori per attirare i lettori. Le condizioni per poter inserire la Grande Guida al Ciclismo 2009 sul vostro sito sono che la guida stessa non venga modificata in nessuna parte (link compresi) e che il download sia gratuito. E' invece concesso rendere accessibile il download solo agli utenti registrati del vostro sito e quindi inserendo questa guida avete una buona occasione di farvi degli utenti registrati in pi. E' possibile sia inserire la guida caricando il file .pdf sul vostro spazio che fare un link all'homepage www.cyclingforall.net da dove si pu effettuare il download.

La Grande Guida al Ciclismo 2009 un'opera originale di www.cyclingforall.net Il nostro network di siti sportivi comprende anche www.sportisfree.com e il sito in fase di lancio www.storiadellosport.net Per informazioni info@cyclingforall.net

http://www.cyclingforall.net