Sei sulla pagina 1di 6

Alcune forme colloquiali

Gli Spagnoli, come noi, utilizzano spesso un tipo di linguaggio che non si trova nelle grammatiche di nessun tipo, ma solo sulla strada ed in questo sito, ovviamente! Ecco a voi dunque una breve ma esaustiva lista delle forme pi utilizzate.
a huevo a mazo a trancas y barrancas ao de la pera, ser del apura! bocata borde bscate la vida cabrearse cachas cachondeo cahondeo, estar de cambiar el chip cargarse chachi / chachi piruli chapar chaval chiflarse por... chorizo chuleta chungo, est colarse colega colgado colgarse colocn coa, estar de coazo, un cortarse cruzarse el cable currar / curro / currante cutre dar la paliza descojonarse / partirse el culo de las risas echarse al monte empollar / ser un empolln en bolas en cueros enrollarse como una persiana espicharla estar mosca flipar forofo guiri jolines! Jo va! La leche! la pera, es majo mangar me cago en... (la leche / la mar) me da igual facilmente, senza sforzo molto con molta difficolt () vecchio come il cucco Sbrigati! panino (bocadillo) maleducato Arrangiati! arrabbiarsi muscoloso scherzo (andare) a zonzo cambiare attivit, lavoro essere bocciato / uccidere bello, positivo studiare molto ragazzo Sballare per... ladro fogliettino di appunti (per copiare agli esami) () complicato, difficile saltare la fila amico innamorato rimanere da solo sbronza scherzare () una pizza tirarsi indietro, rinunciare innervosirsi (tipico: Se le cruz el cable y se fue) lavorare/lavoro/lavoratore di bassa qualit, brutto dar fastidio ridere a crepapelle ribellarsi Studiare molto / Essere un secchione nudo nudo Parlare un sacco senza mai fermarsi morire, crepare stare all'occhio rimanere sbalorditi fan, affezionato straniero Accidenti! Cavolo! E' fortissimo in gamba, simpatico rubare Porca vacca / Porco cane Fa lo stesso

!mecachis! meter caa mo tienes abuela mola / mola un montn mola que te cagas (volg.) mosquearse no comerse una rosca no me importa un pimiento / me resbala no me vaciles ordenata palizas, ser pasada, es una paso de / No me unto / Hago el avin paso olmpicamente pasta patear pedazo (de) pijo pirarse pringado / pringao !qu guai! qu morro / qu jeta tienes! !qu rollo! quemarse resaca tener enchufes tiene un morro que se lo pisa torta / tortazo !venga!

Mannaggia! far pressione / accelerare Non hai ritegno E' forte / E' forte un sacco E' una figata pazzesca arrabbiarsi non cuccare non mi interessa nulla non prendermi in giro computer (ordenador) rompere le scatole () bellissimo, () divertente Non mi interessa Me ne frego altamente soldi camminare molto indica qualcosa di grande o bello (vaya pedazo de barco! / vi un pedazo de chica) figlio di pap andarsene che lavora molto (tipica frase: eres un pringao!) Che bello! Che faccia tosta! Che pizza! stufarsi, arrabbiarsi mal di testa dopo una sbronza Avvere "agganci", spintarelle E' uno sfacciato bestiale pugno, colpo in faccia Dai, forza, su!

Naturalmente, nella lista non ho inserito nulla di scurrile, sebbene gli spagnoli siano particolarmente amanti delle parolacce, che non censurano neppure in televisione e che, a volte, anche i principi dicono.

I falsi amici
Anche se molto simile all' italiano, forse proprio per questo motivo lo spagnolo a volte inganna. Ecco qui solo alcune delle molte parole "traditrici": alcune sono completamente uguali all'italiano; altre assomigliano a parole di senso compiuto nella nostra lingua.

Falsi amici di prima categoria


Sono parole che esistono in italiano ma che hanno un significato diverso da quello spagnolo:
Acero Burro Cara Cintura Cita Gamba Largo Prenda Primo Pronto Vaso Acciaio Asino Viso, faccia Vita, Fianchi Appuntamento Gambero Lungo Straccio Cugino Presto Bicchiere

Falsi amici di seconda categoria


Sono parole spagnole simili a quelle italiane, ma con significato diverso:
Aceite Apuro Arriba Bragas Coleta Contumaz Cuarto Doblar Efectivo En cuanto Espalda Estanco Gafas Hombro Listo Llevar Olio Imbarazzo, Fretta Su Mutande Coda Testardo Stanza Piegare Contanti Non appena Schiena Tabaccheria Occhiali Spalle Pronto Portare Lo siento Luego Nariz Negocio Pasado Pegar Por supuesto Rumbo Salir Secador Seguramente Suspender Tienda Tocar Mi spiace Poi, Dopo Naso Affare, Lavoro Dopodomani Attaccare Ovviamente Rotta Partire Phon per capelli Probabilmente Fallire Negozio Suonare

Falsi amici di terza categoria


Sono parole che, se pronunciate correttamente, assomigliano a parole italiane che per hanno un significato differente:
Bandeja Barbilla Billetera Chiste Equipaje Fecha Habitacin Ladrillo Negocio Plancha Tripulacin Vaqueros Vassoio Mento Portafoglio Barzelletta Bagaglio Data Stanza Mattone Affare, Lavoro Ferro da stiro Equipaggio Blue Jeans

Cosa si parla nei paesi latinoamericani?


Ogni Paese del Sud America nasce con una propria lingua antica che, a seguito della conquista spagnola, a volte sparisce del tutto, a volte rimane nei dialetti o viene confinato come lingua minore, a volte si mescola con il castigliano o con altre lingue tipiche della popolazione locale. Inoltre, a causa dell'alto numero di emigranti andalusi negli anni '60, gran parte dell'accento sudamericano assomiglia a quello andaluso; anche gli italiani contribuirono molto, ma solo in alcuni paesi, come ad esempio l'Argentina. Vediamo adesso le principali caratteristiche comuni allo spagnolo parlato nei paesi latinoamericani: Fonologia: Seseo: le c e le z si pronunciano tutte come "s". Yesmo: la "ll" viene pronunciata "y": caballo = cabayo. Questo accade soprattutto in Per, Bolivia, Paraguay e Cile. In Argentina, il yesmo si ulteriormente evoluto: le parole con "ll" si pronunciano come la "j" francese: llorar quasi come jorar. Aspirazione o perdita della s: este = ehte, moscas = mohca. Morfologia: Voseo: uso di "vos" al posto di "t" per indicare familiarit. Questo tipico di Stati come Argentina, Uruguay, Paraguay, America centrale e Chiapas. Il verbo che segue il "vos" conserva l'antica vocale tonica: "vos tens = t tienes" ; "vos ams" = "t amas". Uso di usted: Nei Paesi non citati precedentemente, la forma del "t" stata sostituita dall'"usted"; il "vosotros" diventa "ustedes". Questo significa che non esiste la seconda persona plurale nei verbi: "cosa fate oggi?" si traduce quindi con "qu hacen ustedes?" anzich "qu hacis vosotros?" Loismo: consiste nell'usare il complemento oggetto al posto del complemento di termine, quando ci si riferisce a persona: "lo veo" anzich "le veo". Tutti i paesi latinoamericani sono loisti. Forme verbali arcaiche: praticamente ovunque, si mantengono alcune forme verbali arcaiche: "semos" per "somos", "estea" per "est", "pudais" per "podis". Abbondanza di diminutivi: "un ratito", "un momentito", "ahorita".
Semantica: Ci sono parole tipicamente sudamericane, come ad esempio: Sudamericano lindo tomar carro Castigliano bonito coger coche Italiano bello prendere (coger, nei paesi sudamericani, ha un connotato di tipo sessuale) auto

carpeta demorarse caminar no ... ms enojarse quebrarse anteojos casa estacionar botar papa regresar gringo

alfombra tardar andar ya ... no enfadarse romperse gafas piso aparcar echar patata volver extranjero

tappeto durare (tempo) camminare non ... pi arrabbiarsi rompersi occhiali appartamento parcheggiare lanciare patata tornare straniero

Come si pu vedere, ci sono delle forme derivanti dall'inglese (carro da "car", carpeta da "carpet"); In Messico, anzich "tomar" si usa prevalentemente "agarrar" (letteralmente: afferrare) In Per e Messico, "hasta" vuol dire "a partire da". A volte, le parole assumono significati diversi, o sono del tutto prive di significato in un altro Paese. Vediamo solo qualche rapido esempio: Paese Messico Frase tipica !Qu onda! Padrsimo, Fregn Mala onda Camin Rentar Botana Grifo Re(relindo, recaro) Argentina Bogot Puerto Rico Egresado Aplazar Cmo te acaba de ir? Abanico !Qu gocen! Cuba Guatemala Bravo Guagua canche patajo rebueno, Licenciado Fracasar Qu tal te va? Ventilador !Qu lo pases bien! Enfadado Autobs rubio chico Laureato Fallire Come ti va? Ventilatore (in spagnolo, un abanico un ventaglio) Divertiti! (lett: godi!) Arrabbiato Autobus Biondo ragazzo Corrispondente castigliano Qu tal Buensimo Malo mnibus Alquilar Tapas Gasolina (Grifo vuol dire rubinetto) Muy Traduzione italiana !Come va! Bellissimo Brutto Autobus Noleggiare Spuntino Pompa della benzina Bellissimo, buonissimo, carissimo

Per

L'influenza italiana: il lunfardo Un caso particolare di mescolanza linguistica riguarda l'Argentina, e soprattutto Buenos Aires. Qui, infatti, esiste un dialetto, molto usato soprattutto nei testi di tango ma anche tra la gente comune, che prende il nome di lunfardo. Le origini sono italiane, quando soprattutto genovesi e lombardi si trasferirono in questo Paese per cercare fortuna.

Il termine "lunfardo" vuol dire "ladro", ma l'origine non chiara: alcuni studiosi sostengono che derivi dal termine romanesco "lumbard", che vorrebbe dire appunto "ladro"; altri, dall'argot francese "lumbard", che designava gli italiani emigrati all'estero, generalmente poveri, e dunque dediti a piccoli furtarelli. Ecco qui una succinta lista di questi termini, alcuni dei quali spettacolari: Lunfardo Castigliano Italiano achacado enfermo acciaccato atenti! cuidado! attento! bagayo paquete oggetto (cfr bagai, bagaglio in Emilia Romagna) bochar suspender bocciare capo jefe capo coso objeto coso crepar espicharla crepare enfriar cargarse freddare esbornia borrachera sbornia escashato estropeado scassato esputsa mal olor puzza (cfr spuzza in dialetto veneto) estrilar gritar strillare estufado aburrido stufo fachatosta caradura faccia tosta finshela! basta ya de una finiscila! vez! fotuto arruinado fottuto grafiar robar sgraffignare guarda! cuidado! attento! me empipo me resbala me ne impippo, non mi interessa me ne frega no me importa nada me ne frego (notare il ne anche in lunfardo) no me importa un beln / un catso no me importa un non mi interessa un cavolo pimiento pibe chico ragazzo (cfr pibe, ragazzo in dialetto genovese) tener culo tener suerte avere culo, avere fortuna ufa! !que rollo! uffa!