Sei sulla pagina 1di 2

Atto Camera Interrogazione a risposta scritta 4-15789 presentata da ANNA MARGHERITA MIOTTO gioved 19 aprile 2012, seduta n.

624 MIOTTO Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro della salute, al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che: l'8 novembre 2011 deceduto il presidente dell'INAIL Marco Fabio Sartori, sostituito il 10 novembre 2011 dal commissario straordinario avvocato Gian Paolo Sassi, con scadenza 31 marzo 2012; il Governo ha nominato un nuovo commissario straordinario nella persona del professor Massimo De Felice, docente di matematica finanziaria; la nomina del nuovo commissario straordinario dell'INAIL stata disposta, a quanto consta all'interrogante, senza il concorso o l'intesa del Ministero della salute, terzo Ministero vigilante dell'INAIL, introdotto nell'ordinamento, dall'articolo 7, comma 1, del decreto-legge n. 78 del 2011 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 122 del 2011: la conseguente carenza istruttoria probabilmente alla base della mancata individuazione al vertice dell'INAIL di una personalit tecnico-scientifica, come prevista per la presidenza dell'ISPESL dall'articolo 5, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 4 dicembre 2002, n. 303; a seguito della soppressione dell'ISPESL e dell'attribuzione delle sue funzioni all'INAIL, disposta con l'articolo 7, comma 1, del decreto-legge n. 78 del 2010, l'INAIL deve provvedere a tutti gli incombenti tecnico-scientifici gi in carico all'ISPESL, compresi i delicati compiti in materia di protezione dei lavoratori e della popolazione dagli inquinati chimici e fisici nonch dai rischi tecnologici e tecnici ai sensi del combinato disposto degli articoli 6 e 23 della legge 23 dicembre 1978, n. 833 dell'articolo 2 e 3 del decreto-legge 30 giugno 1982, n. 390, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 597 del 1982, nonch dell'articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 31 luglio 1989, n. 619, avente forza di legge, dell'articolo 1 del decreto legislativo 31 luglio 1993, n. 268 e dell'articolo 71 del decreto legislativo 8 aprile 2008, n. 81; il prolungamento del commissariamento dell'INAIL, in assenza dei provvedimenti ministeriali previsti dall'articolo 7 commi 4, 5-bis e 13 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito dalla legge n. 122 del 2010, espone inoltre l'ente alla direzione della sola dirigenza amministrativa, la quale appare soverchiare la dirigenza di ricerca dell'ISPESL spingendosi ad attribuire nomine e incarichi in materie in cui non avrebbe competenza, ai sensi dell'articolo 15, comma 2, del decreto legislativo n. 165 del 2001, con conseguenze gravi sulla ricerca ex ISPESL, in particolare sulla ricerca finalizzata sul differenziamento magneto-indotto delle cellule staminali cardiache, alla quale collabora il premio Nobel per la medicina Luc Montagnier, la quale sebbene ammessa a contributo dal Ministero della salute in esito alla graduatoria 9 giugno 2011, rimasta ancora senza

finanziamento, non solo per ritardi burocratici del Ministero, ma anche per la mancata corresponsione da parte dell'INAIL del finanziamento previsto a carico dell'ISPESL. Con conseguenze gravi anche sulla efficienza e la frequenza delle verifiche dell'ISPESL sul territorio, indispensabili per garantire il livello minimo di sicurezza che lo Stato italiano garantisce fin dal 1927, data di emanazione del regio decreto n. 824 che quelle verifiche ha per la prima volta previsto -: quali siano le motivazioni che abbiano comportato l'esclusione dalla concertazione del Ministero della salute dal decreto di nomina del commissario INAIL; come si intendano salvaguardare le delicatissime funzioni esercitate dall'ex Ispesl ora assegnate al nuovo INAIL e se non si ritenga opportuno modificare, di conseguenza lo stato dell'Inail.(4-15789)

Interessi correlati