Sei sulla pagina 1di 225

1 of 225

2 of 225

Premium ora va su IPad


COLOGNO MONZESE. Premium Play sbarca su iPad. Da oggi sar possibile scaricare gratuitamente la nuova applicazione che permetter agli utenti di accedere a duemila contenuti tv on demand sempre disponibili: ottocento film entro lestate, trecento episodi di serie tv, cartoni e documentari, i migliori programmi delle reti Mediaset degli ultimi sette giorni comprese tutte le partite in diretta di Premium Calcio. Per chi gi cliente Premium il servizio sar gratuito fino al 2013. Chi non lo , invece, registrandosi potr beneficiare di quindici giorni di visione gratuita. Per il momento sar possibile scaricare lapplicazione solo collegandosi a una rete wi-fi, ma il servizio sar presto allargato anche alla rete 3G e questestate debutter download & play??, che permetter di scaricare un contenuto per poterlo guardare in un secondo momento anche in assenza totale di connessione internet. Entro la fine dellanno previsto anche il debutto sulla piattaforma Android. S.P.

3 of 225

Lo scudetto lo perderebbe il Milan


Stefano Pasquino COLOGNO MONZESE. Guardiola ? un bel sogno. S, proprio cos, un bel sogno. A sottolinearlo, con disarmante sincerit, Pier Silvio Berlusconi . Che, bene precisarlo, quando parla di Milan, lo fa come un semplice tifoso. Tuttavia, per evidenti motivi, nonostante da sempre sia in tuttaltre vicende affaccendato, i pensieri in libert del vicepresidente di Mediaset acquistano grande importanza vista la comune visione del mondo con pap Silvio che, non un segreto, dellormai ex allenatore del Bara da un bel po il primo ammiratore. Il tutto certificato dai complimenti fatti dallex premier a Guardiola nella pancia di San Siro dopo il rendez-vous di Champions con i catalani, quando Berlusconi si diresse personalmente nello spogliatoio degli avversari per confessare quanto ammirasse il Pier Silvio gioco, fatto di un Berlusconi punge: Non lo vincerebbe estenuante possesso Pier Silvio Berlusconi, 43 anni, la Juve. Guardiola? palla, praticato dai vice presidente esecutivo del Un gran bel sogno catalani. gruppo Mediaset Unammirazione che, nelle settimane, si sarebbe trasformata nel sogno di convincere Pep a prendersi cura del Milan nellimmediato futuro. Argomento scivoloso che costringe Pier Silvio a camminare sul cornicione: Come persona Allegri mi piace molto, ha fatto bene nonostante la squadra abbia avuto tanti problemi derivanti dagli infortuni. Il mio non uno spot per Allegri, non so se questa stagione avr un peso nelle scelte future ma, di l di tutto, le squadre di calcio vivono di risultati quindi aspettiamo la fine del campionato. Allegri comunque, ripeto, rimane un buon allenatore e mi piace anche come persona. Resta il fatto che, perdere lo scudetto, sarebbe un pessimo modo per chiudere lanno: Se lo scudetto lo vince la Juve, uno scudetto perso dal Milan, sentenzia con un sorriso Berlusconi Junior (Ecco, ora vi ho dato il titolo...). Sentenza a cui per segue una dolce postilla per i rivali: Devo per essere onesto: la Juventus sta giocando bene, per questo la vedo dura completare la rimonta. Domenica poi c il derby: sar una sfida tosta ed affascinante in cui rischiamo di giocarci in una partita tutta la stagione. Io continuo a sperarci, ma non dimentichiamo che tutto dipende sempre dalla Juve. AHI, MUNTARI! Quasi superfluo sottolineare come, secondo la teoria pi in voga nella Repubblica milanista, la classifica sarebbe stato radicalmente differente se la premiata ditta Tagliavento-Romagnoli avesse visto il gol fantasma di Muntari , una tesi che Adriano Galliani porter avanti nei secoli dei secoli a cui si accodato pure Pier Silvio Berlusconi: Quel gol lho visto una volta e mi bastato.... Meglio pensare a quel poco di positivo che lascer in eredit questa stagione anche in caso di mancato scudetto, ovvero i ventisei gol segnati da Zlatan Ibrahimovic : Era da un po di anni che lavrei voluto al Milan: Ibrahimovic uno dei pochi giocatori che pu fare davvero la differenza in qualsiasi momento. Soltanto complimenti pure per Antonio Cassano : Il suo ritorno in campo ha del miracoloso. Si dimostrato, oltre che un grande giocatore, anche un atleta molto serio: non era facile riprendersi da quello che ha

4 of 225

avuto. BARBARA & CAPELLO A prescindere da come finir la stagione, gli ultimi mesi hanno fornito un paio di certezze al popolo tifoso, tutte legate alla volont della Famiglia di restare sempre in prima linea sul fronte Milan: Mio padre sempre caldissimo su questo fronte, in pi Barbara sempre pi introdotta nelle decisioni che si prendono in societ. Per quanto mi riguarda, il Milan mi ha sempre regalato momenti bellissimi e ricordi indelebili come quelli legati a mio nonno, per al momento la mia professione mi impegna totalmente per pensare di occuparmi pure di calcio e comunque la societ gestita alla grande. Ultimi pensieri su Fabio Capello che potrebbe rientrare in via Turati ma dalla porta principale nelle vesti di dirigente: Per lui nutro una grandissima stima. Difficile dargli torto.

5 of 225

Intanto blocca Boulahrouz


MILANO. Non giovanissimo ma pu arrivare a parametro zero e soprattutto un difensore duttile ed esperto. Ecco perch Khalid Boulahrouz, in scadenza con lo Stoccarda, potrebbe fare proprio al caso del Milan che in estate dovr fronteggiare un certo restyling in difesa, sia nel settore centrali sia in quello terzini. Gi a marzo il ds rossonero Ariedo Braida stato in Germania per seguire da vicino lolandese di origine marocchina, 31 anni a dicembre, che da ieri sicuro di non vedere prolungato il suo contratto con lo Stoccarda in scadenza a giugno. La notizia stata confermata dalla dirigenza del club tedesco che a malincuore ha dovuto rinunciare al vice campione del Mondo 2010 (fermo da fine marzo per un infortunio a un piede) a causa di una riduzione di budget. Utile sia da centrale sia da terzino, Boulahrouz potrebbe essere bloccato dal Milan, che ha gi praticamente chiuso due affari a parametro zero con Riccardo Montolivo e Bakaye Traor. p.cap.

6 of 225

JUVE PRIMA LA VOLATA SI INFIAMMA

Sul telefonino tengo il gol di Muntari...


FEDERICO MASINI
MILANO. I fuochi dartificio, promette, arriveranno forse dal 14 maggio, se il campionato dovesse finire in maniera negativa... prima, si dovr vincere e sperare in un altro passo falso della Juventus. Adriano Galliani , dopo diversi giorni di silenzio, tornato a parlare di Milan ieri mattina, a margine dello Sponsor Day del club rossonero vissuto nellaffascinante location del Palazzo Adriano Galliani, ad un punto Giureconsulti a due passi da Piazza Duomo. dalla Juve, ha rispolverato il Nella giornata in cui gol non dato a Muntari (Ansa) lad ha esposto ai GALLIANI Lo partner del club la guardo sempre per crescita del fatturato grazie ai ricavi commerciali (da 67 a 82 non dimenticare milioni) e la sempre maggiore esposizione della societ su internet e social network (quasi 10 milioni di fan su Facebook, quinto brand calcistico al mondo; 500.000 follower su Twitter e 70 milioni di video caricati sul canale Youtube della squadra), si tornati a parlare di scudetto. Galliani, forte dei risultati di mercoled sera, ha scherzato e stuzzicato il mondo bianconero, ma ha parlato anche di Milan, di Allegri , di infortuni, di Ibra e di futuro. DACCORDO, MA... La mattinata di Galliani era iniziata alle 9.30, quando aveva ricevuto una telefonata dal presidente della Lega di A, Maurizio Beretta , che voleva verificare la disponibilit del Milan a giocare domenica in contemporanea con la Juventus, benestare che lad rossonero ha ribadito dopo averlo gi espresso a inizio settimana a Marotta . Detto questo, Galliani ha per poi dichiarato il suo pensiero al riguardo: Non ho mai capito la differenza fra giocare prima o dopo: alla fine bisogna vincere e basta - ha spiegato lad rossonero che poi passato allattacco?? - Se qualcuno mi ha chiamato da Torino? No, piange il telefono... Comunque quella di mercoled non stata una cattiva serata per noi. Dovero quando ha pareggiato il Lecce? Negli spogliatoi perch sono Certe cose non si tre, quattro partite che vado via dalla tribuna una decina di cancellano col minuti prima. Allinizio non ci credevo, pensavo fosse una tempo, alla fine ne bufala come in occasione di Cesena-Juventus. riparleremo. La MUNTARI: GOL E REGINE La classifica adesso dice Milan contemporaneit? a meno uno, ma Galliani non si voluto spingere oltre: Non Non ho mai capito sono un indovino, parlo del presente: chi avrebbe mai la differenza tra pronosticato la finale di Champions fra Bayern e Chelsea? Il giocare prima e Milan sta facendo il suo dovere, abbiamo fatto 77 punti e se dopo si fanno 80 o pi, non si pu dire nulla - ha proseguito Galliani - Non conosco il futuro, di rimpianti e rimorsi parleremo alla fine, se avremo rimpianti e di rimorsi se qualcuno ne avr. Immancabile il capitolo gol-non gol di Muntari. Galliani continua ad avere sul suo cellulare la foto di quellazione come sfondo: Le tengo sempre per non dimenticare ha sorriso - Vado in giro con il mio telefonino, guardo e vedo gol. Se sar decisivo per lo scudetto? Ne parleremo con calma a fine campionato. Se vorrei rigiocare una partita? Mi bastava quella che abbiamo giocato.... E per rintuzzare...: Quando Baresi alzava il braccio, larbitro si fidava talmente tanto che fischiava il fuorigioco.

7 of 225

Meglio di un guardalinee? Molto meglio, ma non perch di parte, ma perch ci vede. A proposito di Muntari, la frecciatina allInter: un buon giocatore e lo sempre stato, a un mio amico ho Mou vuole Ibra? sempre detto: i tuoi scarti saranno le mie regine. Sono tranquillo, GUARDIOLA E IBRA Leventuale rimonta tricolore passer Zlatan da noi sta bene. Allo scudetto dal derby di domenica sera: LInter sta lottando per andare in Europa: giocheremo entrambe per vincere - ha ci credo e siamo sottolineato Galliani -. Comunque sono sempre i confronti pronti per il derby. diretti che fanno la differenza. Noi lanno scorso con lInter Anche lInter si avevamo fatto 6 punti, vincendo lo scudetto di 6 lunghezze. gioca tanto Questanno con la Juventus abbiamo fatto pi punti noi di loro con le altre, ma abbiamo un 4 a 1 per loro negli scontri diretti. Ma qui mi fermo. Quindi gli altri argomenti. Una battuta su Guardiola (ho sentito Berlusconi sia prima che dopo la partita e mi ha chiesto a che punto erano le trattative con Guardiola ) e una carezza ad Allegri (da quando lui arrivato, il Milan, se facciamo la classifica dei punti in campionato in due anni, abissalmente primo); il punto sugli infortunati (sto facendo preparare una scheda per ciascun calciatore con tutta la sua storia e questo sar largomento pi importante che affronteremo a fine campionato) e la chiosa su Ibrahimovic: Se Mourinho gli ha mandato un sms? Io ho un rapporto buonissimo con Ibra, ma non glielho mai chiesto. Non sono geloso di Mourinho, so che Ibra contento di stare qua.

8 of 225

Champions Lofferta Sky pazzesca


COLOGNO MONZESE. (s.p.) Il prezzo con cui Sky ha pagato la Champions non sta n in cielo, n in terra. una follia: quei soldi non li rivedranno mai. Fare unofferta simile vuol dire farsi del male e meno male che non labbiamo fatta noi. Il derby di Pier Silvio Berlusconi per la Champions che verr: I duellanti hanno deciso di non farsi male e, ad oggi, la partita del mercoled su Canale 5 in esclusiva. E questo vuol dire che la tv generalista potrebbe avere il 50% della Champions delle italiane visto che due sono le squadre che vi parteciperanno sicuramente, mentre la terza dovr fare il preliminare. Lestate potrebbe per riservare sorprese.

9 of 225

10 of 225

Il pareggio casalingo con il Lecce non cambia lidentit di squadra


TORINO. Antonio Conte lex centrocampista, leterno capitano, lattuale tecnico, stratega, motivatore. E pure psicologo, nella fattispacie: visto che laspetto emotivo, in questultima fase di lotta scudetto, risulta fondamentale. Anche se non lunico in grado di definire il duello tra Juventus e Milan. Tuttaltro: il quadro generale pone allattenzione diverse considerazioni. Alcune delle quali rappresentano un ulteriore motivo di fiducia per la truppa bianconera, che resta la favorita per il primo posto, mentre altre - in minor numero - remano contro?? e rappresentano, piuttosto, un pericolo o, quantomeno, un monito a non far (pi) calare la soglia dattenzione. NUMERI FAVOREVOLI Tra i pro?? doveroso citare i numeri. Nudi e crudi: la graduatoria generale, la classifica avulsa, i risultati, i record, le percentuali. Pressapoco tutti dicono?? Juventus: il primo posto mette Pirlo e compagni nella condizione di essere artefici del proprio destino, due successi significano scudetto, equazione che in casa rossonera non regge. E pure i risultati negli scontri diretti (un successo, a Torino, e un pari, a Milano) pongono la Juventus in una condizione di vantaggio: in caso di parimerito, saranno i bianconeri a spuntarla. Dunque, virtualmente, le lunghezze di distacco diventano due. Senza contare, poi, un calendario sulla carta?? pi agevole. In agenda c una pseudo trasferta (a Trieste, in campo neutro tendente al casalingo?? vista laltissima affluenza di tifosi bianconeri) contro il Cagliari, poi la gara interna con lAtalanta mentre la squadra di Allegri deve affrontare linsidia derby della Madonnina, prima dellultimo match col Novara. Oltre alla matematica, comunque, anche la... fisica fa ben sperare. La condizione fisica, si intende. Marchisio e gli altri sono parsi tonici e brillanti anche mercoled sera: pressing alto, gioco dominato. Freschezza e forma sono imprescindibili per chiudere degnamente. MAL DI GOL Ma, di contro, anche vero che a fronte di tanta mole di gioco espressa, mancata concretezza sotto porta, un problema (soprattutto degli attaccanti) che ha caratterizzato la stagione bianconera. Contro i pugliesi questo mal di gol?? strutturale potrebbe essere riemerso, oppure potrebbe esser stato frutto del classico braccino da tennista?? tipico di chi ha un match ball a disposizione. Nelluno o nellaltro caso, poco cambia: se si vuol vincere le prossime due gare, sarebbe utile risolvere il problema... F.R.

11 of 225

JUVE PRIMA LA VOLATA SI INFIAMMA

Conte, fame?? e nervi saldi


FABIO RIVA
TORINO. Come prima, pi di prima. In casa Juventus tutti credono, eccome, alla conquista dello scudetto e nessuno ha la bench minima, neppure recondita, intenzione di lasciarsi condizionare - in quanto a motivazioni e determinazione - dal pur inatteso pareggio rimediato mercoled sera contro il Lecce. Un pareggio che ha s, reso la strada verso il traguardo un po meno agevole, ma che non lha comunque messa in salita. Anzi: la Juventus e resta la favorita. Antonio Conte ne pienamente convinto: lo ha detto in diretta tv, urbi et orbi, quando a caldo (e ancora un Il diktat del tecnico: po... furibondo) ha Qui non si molla. Fastidio per le nuove dovuto commentare la mezza disfatta frecciate del Milan appena subita: Abbiamo sprecato il bonus, ci siamo giocati il jolly... Tutto qui. E lo ha sottolineato anche, e soprattutto, ai suoi ragazzi: Restiamo calmi, perch tanto in vetta alla classifica ci siamo ancora noi. Bene inteso, il messaggio per la squadra chiaramente meno accomodante?? ed edulcorato??. I ragionamenti allinsegna del comunque vada a finire, nulla toglie che questa sia stata una stagione eccezionale per noi oppure diamo il massimo, e se non baster faremo i complimenti al Milan cedono piuttosto il posto a diktat pi perentori in stile la storia la fa chi vince, non chi arriva secondo!. Ma la sostanza, non cambia: Fiducia, serenit, cattiveria agonistica: ecco la ricetta. Con, sullo sfondo, anche quella sana e giusta voglia di rispondere sul campo alle continue provocazioni che arrivano da Milano: pure lennesimo riferimento di Adriano Galliani al gol di Muntari (immortalato sul cellulare) dovr, nei piani di Conte, tornare utile per triplicare gli sforzi. AFFETTO La ripresa degli allenamenti, ieri mattina allo Juventus Center di Vinovo, dunque stata nel segno della continuit??, della normalit. La volont della societ, della dirigenza, dello staff tecnico proprio quella di trasmettere al gruppo la serenit da restiamo noi i favoriti, siamo padroni del nostro destino su cui dovr fondarsi lo sprint finale. Nessuna mossa clamorosa, insomma, proprio per non conferire unarea di eccessiva importanza ad un 1-1 che, a ben vedere, non smuove pi di tanto le gerarchie. Il presidente Andrea Agnelli mercoled sera ha fatto un blitz negli spogliatoi, come dabitudine. Due parole al Ieri la ripresa: collettivo, qualche battuta ai singoli. Ieri, invece, non ha Sereni, siamo assistito agli allenamenti: sta valutando se fare una capatina ancora davanti. oggi o domani, ma anche in questo caso si tratterebbe tutto Gi dimenticato sommato di una visita in linea con quanto succede di prassi. lerrore di Buffon. Cerano invece lamministratore delegato Giuseppe Marotta , Non le occasioni il consigliere Pavel Nedved , il direttore sportivo Fabio da gol sciupate...

12 of 225

Paratici . E cerano, ma in questo caso siamo fuori dal centro, decine e decine di tifosi decisi ad acclamare i propri beniamini, spronarli semmai ce ne fosse bisogno - a dare il massimo, coccolarli. Uno in particolare, ovviamente: quel Gigi Buffon che poi ha ricompensato laffetto a suon di autografi. TAVOLA IMBANDITA Ma, tornando dentro le mura dello Juventus Center, lattenzione di Antonio Conte non era tanto rivolta al numero uno bianconero quanto, piuttosto, allintero collettivo. Non infatti (solo) la papera del portierone ad esser rimasta indigesta al tecnico leccese: pure (e soprattutto) la difficolt di attaccanti e centrocampisti a concretizzare la massiccia mole di gioco creata ha infatti stuzzicato linsoddisfazione di Conte. Perch lo svarione in difesa pu anche capitare, in fin dei conti: errare umano, si sa. Ma sbagliare occasioni su occasioni e non chiudere una partita, vitale, contro una squadra rimasta in 10 diabolico... Dunque su questo che ha insistito, insister ancora Antonio Conte: guai a colpevolizzare un solo giocatore, meglio invece farsi tutti un esamino di coscienza. Veloce veloce, prima di voltare definitivamente pagina e - serenamente - pensare alimmediato futuro. Contro Cagliari e Atalanta serviranno precisione e cattiveria agonistica. La stagione, effettivamente, resta eccezionale a prescindere e nessuno potr fare alcun rilievo sullabnegazione e limpegno della squadra. Ma, a questo punto che la tavola apparecchiata, non si pu lasciare che siano gli altri ad abbuffarsi....

13 of 225

14 of 225

15 I PAREGGI dei bianconeri in campionato: 6 in casa, 9 in trasferta. La Juventus la squadra con pi partite nulle??: segue il Catania (14), poi Napoli e Atalanta (13)

15 of 225

63 I GOL segnati dalla Juve in campionato: i 5 attaccanti ne hanno realizzati complessivamente 26. Il miglior marcatore Matri con 10 reti, a ruota Marchisio con 9

16 of 225

17 of 225

18 of 225

19 of 225

IL POPOLO BIANCONERO AL SUO FIANCO Pure il web lo assolve


TUTTI al suo fianco, senza tentennamenti, senza ripensamenti, senza condanne, ma circondandolo dellaffetto e della stima per un numero uno. Anche il popolo del web assolve Gigi Buffon, dispiaciuto pi per lui e il suo sentirsi in colpa che per le sorti della partita. Come si fa a non perdonare uno a cui dobbiamo tutto il tenore dei messaggi comparsi sul sito internet di Tuttosport. Ne sono arrivati a migliaia, a conferma di quanto i tifosi tengano al portiere. Un modo per abbracciarlo e dargli un sostegno in un momento difficile. Un errore non cambia lopinione che abbiamo di te, uno sbaglio non cancella anni di parate straordinarie e interventi decisivi, Anche i grandi sbagliano, limportante sapersi rialzare. Prima il perdono e poi lo sguardo in avanti, verso lo scudetto. E adesso andiamo a vincere questo trentesimo scudetto, Non successo nulla, sotto con il Cagliari e prendiamo lo scudetto, La festa soltanto rimandata di qualche giorno. Anche nel sondaggio lanciato on line la stragrande maggioranza dei votanti - quasi sei mila - si schierato a favore di Buffon contro una minoranza - poco pi di 600 - che lo ha condannato. Gigi Buffon fa discutere

20 of 225

CINQUE DOMANDE ALLO PSICOLOGO Una parata e tutto sar cancellato


TORINO. Cinque domande al professor Francesco Valente, psicologo e studioso dello sport, sulle cause e gli effetti dellerrore commesso da Gigi Buffon nel finale di Juventus-Lecce. Qual il problema pi grande che pu lasciare un errore come quello commesso da Buffon? Sicuramente il senso di colpa che pu innescare. Il senso VALENTE Il senso di colpa nasce di fatto con noi insieme allidea di perfezione che ognuno ha di se stesso. Un campione come lui che ha di colpa pu un sacco di riconoscimenti pubblici e ovviamente un senso scatenare la paura ideale del proprio Io molto alto, pu incappare in un dellabbandono contraccolpo psicologico e a livello di inconscio sfociare in una paura di abbandono. In questo senso gli attestati di stima e fiducia da parte di tifosi e societ sono un toccasana? Sicuramente sono attestati che lo aiutano ma in realt occorre qualcosa di pi profondo e concreto. Anche perch probabile che percepisca una certa aggressivit da parte di compagni e societ, che non viene espressa, ma presente. La gestualit del suo allenatore, inquadrato dalla tv, ne una dimostrazione. Cosa dovrebbero fare i compagni per aiutarlo? Alcuni si potrebbero assumere in un confronto nello spogliatoio una responsabilit dello stesso tipo, mettendo sul medesimo piano gli errori fatti sotto porta che non hanno permesso alla Juve di mettere al sicuro il risultato. Il mio gol sbagliato uguale a quello che tu hai subito??. Tutti gli attestati di stima serviranno Esiste una tecnica per cercare di metabolizzare al ma sarebbe utile meglio lerrore? un confronto No, occorre solo riconoscere lerrore commesso, quindi franco con chi si accettarlo e poi digerirlo??. Certo che il rischio di entrare in mangiato i gol campo insicuri esiste, ma riguarder i primi interventi che dovr effettuare nella prossima partita. Poi torner tutto come prima. Guardando il video del fattaccio?? che idea si fatto? Un errore tecnico, quindi un tocco di piede maldestro o anche un errore di testa, ovvero una concentrazione non perfetta al momento della ricezione della palla? Io ho visto sicuramente un errore tecnico, ovvero il controllo di palla non corretto. Ma derivato dal fatto che non aveva deciso immediatamente cosa fare, valutando in maniera poco corretta il pericolo reale che stava arrivando con lavvicinarsi dei due giocatori del Lecce. Il retropassaggio non era perfetto, avrebbe dovuto ricevere il pallone in una posizione pi defilata e larga rispetto alla porta, ma il problema reale che in Buffon non scattato quellallarme automatico che una situazione del genere avrebbe dovuto innescare. M.BO

21 of 225

JUVE PRIMA PAPERA DA DIMENTICARE

Buffon, scatta laffetto dei... numeri primi


MARCO BO
TORINO. In un mondo in cui la riconoscenza finita da tempo ospite fisso di Chi lha visto???, laffetto per Gigi Buffon , reo di un errore tanto grande quanto grave visto che ha permesso al Lecce di pareggiare e al Milan di avvicinarsi, merce rarissima. Il suo saluto al pubblico, a chiedere scusa, uscendo dal campo, ha innescato subito una serie di applausi e cori mentre ieri la Juventus gli ha Il video della Juve e dedicato un video su il calore dei tifosi Facebook intitolato dopo lerrore col Gigi, il numero 1, Lecce con i suoi interventi pi spettacolari. Sul web, poi, una montagna di messaggi da parte del popolo bianconero come si spiega in unaltra parte della pagina. Dunque Gigi, ieri mattina, quando si presentato per primo allallenamento di Vinovo varcando il cancello con la sua Jeep, non ha corso il rischio di sentirsi isolato perch colpevole. Colpevole di aver allontanato lo scudetto o la festa tricolore. ZOFF E MARTINA Certo, il morale non era a mille ma un campione come Gigi ha la forza per ricominciare come e meglio di prima, Nella sfida dellOlimpico, trasformando lamarezza in energia positiva con Buffon para un rigore a Totti cui entrare in campo per esempio a Trieste e Buffon contro lInter decisivo farsi perdonare ci che ormai non si pu in almeno tre occasioni Nella cancellare. Per lui, ieri, ha speso parole di sfida di San Siro con il Milan conforto Dino Zoff , una istituzione in Italia per grande prestazione di Buffon la figura del portiere: Sono cose che succedono, non ne farei un dramma. Penso che Buffon labbia gi, se non dimenticato, almeno lasciato alle spalle. E stata solo un svista e pu succedere. Tutti nel calcio, e in ogni professione, sbagliano, certo quando capita al portiere diverso, pi evidente, ma non pi grave, specie se si tratta di episodi rari. Che poi Silvano Martina , ex portiere e agente di Buffon, difenda Gigi naturale, pi interessante capire Anche Zoff lo attraverso le sue parole lo stato danimo del bianconero: difende: Questi Sicuramente Gigi non felice, anzi triste per lerrore. Il inconvenienti primo a essere arrabbiato e dispiaciuto era proprio lui. Gigi possono capitare a per forte di carattere e si riprender immediatamente. Gi tutti, non il caso da domenica contro il Cagliari sono convinto che torner a di farne un sfoderare le sue consuete parate. dramma. Ieri Gigi TROPPO BLINDATO Gi, quelle che da troppo tempo non giunto per primo riesce pi a sfoderare perch blindato dalla difesa a Vinovo bianconera, sempre pi simile a un bunker. Spesso Conte ,

22 of 225

a fine partita, ribadisce: Non dimentichiamoci che anche stavolta Gigi non ha nemmeno sporcato i guanti. A Trieste sbucher dal tunnel determinato e caricato dalle migliaia di fans che gli hanno fatto sentire quanto sia speciale, lui, Gigi Buffon. Il campione che ha fatto vincere scudetti alla Juventus e il Mondiale allItalia. Un po di memoria, nel calcio, c ancora. E per fortuna non solo quella che, a volte a intermittenza, smuove i ricordi di quei giocatori inguaiati con Scommessopoli. La stragrande maggioranza dei tifosi la parte pi sana del calcio e non a caso, quelli della Juve, riconoscono nelluomo Buffon, una persona da rispettare anche per la sua sensibilit. Superiore alla media.

23 of 225

Per Conte il regista ha i guanti


VITTORIO OREGGIA
IL PRIMO errore in 30 passa partite, ancorch grande e goffo, non pu incidere sulla valutazione di un campionato e, nellestensione del concetto, di un campione. Del mondo, per di pi. Anche perch dietro la papera di Gianluigi Buffon c una necessit tattica imposta dallallenatore: altrimenti, il portiere bianconero avrebbe potuto, in quella come in altre occasioni, sbattere la palla lontano, persino fuori dal campo, come in ogni oratorio parrocchiale si insegna. Invece no. Antonio Conte impone che il portiere sappia giocare la palla con i piedi, che sia il primo - tra i difensori - a impostare lazione con uno scarico laterale sul compagno largo?? o sul centrocampista che si abbassa. Dunque: la palla non deve essere mai rinviata a caso, l nel mucchio, in maniera da evitare che lavversario se ne possa impossessare e ripartire. Una regola ferrea, che obbliga a sedute di lavoro durissime: non a caso, a Vinovo in questi mesi Buffon, Storari e Manninger si sono dedicati molto a migliorare la fase di palleggio, proprio per non trovarsi impreparati di fronte a situazioni particolari. Quella di mercoled sera con il Lecce non lo era nemmeno, particolare, in allenamento avr ripetuto lo stesso gesto migliaia di volte... Capita di sbagliare, anche ai campionissimi. Chi ieri ha avuto lopportunit di intercettare Buffon lo ha trovato dispiaciuto ma sereno, soprattutto caricato dalle parole del consigliere Nedved e dalle esortazioni del suo allenatore. La Juventus gli si stretta attorno e, anche se non ne aveva bisogno, ha avvertito una sensazione di stabilit e di fiducia. Il portiere pi bravo del mondo non infallibile ma resta il pi bravo del mondo: per questo, a breve, gli verr rinnovato il contratto.

24 of 225

25 of 225

26 of 225

27 of 225

28 of 225

29 of 225

30 of 225

PER ALLEGRI MAI DUE DERBY CONTRO LO STESSO ALLENAtore LInter? Sempre uno diverso...
Stefano Scacchi
MILANO. Sembra un videogame. A ogni nuovo schermo della stracittadina milanese, cambia lallenatore sulla panchina dellInter. E il curioso destino di Massimiliano Allegri che, da quando arrivato al Milan nellestate 2010, non ha mai giocato due derby con lo stesso tecnico sullaltra sponda del Naviglio. La saga dei ribaltoni nerazzurri inizia con Rafa Benitez il 14 novembre 2010. I rossoneri si impongono per 1-0 con un gol su calcio di rigore dellex Zlatan Ibrahimovic dopo 5. La sconfitta contribuisce a incrinare il rapporto gi non idilliaco tra lo spagnolo, lo spogliatoio e Massimo Moratti . Appare gi chiaro a met autunno che al ritorno non sar Benitez a guidare la squadra Da Benitez a che di l a poco Stramaccioni, sarebbe diventata passando per Campione del Mondo. Leonardo, E, infatti, il 2 aprile Gasperini e Ranieri: in 2 anni di 2011 i nerazzurri sono guidati da Milan, il tecnico Leonardo , contattato rossonero ha visto per la prima volta passare 5 colleghi proprio nei giorni sulla sponda successivi al ko nel nerazzurra derby dandata. Il brasiliano riuscito nellimpresa di portare lInter a portata di sorpasso sul Milan capolista. A quel punto vincere la stracittadina pare quasi una formalit. Ma la formazione di Allegri, complice uno stadio ribollente di tifo per i rossoneri (con una carica dodio finanche eccessiva nei confronti di Leonardo), disputa probabilmente la miglior partita della gestione del tecnico livornese: finisce 3-0 con doppietta di Pato e rigore di Cassano . Il rovescio, seguito dalleliminazione in Champions League a opera dello Schalke 04, segna il destino di Leonardo che si separa dallInter a giugno nonostante il successo in Coppa Italia allOlimpico col Palermo. AVANTI IL PROSSIMO... E allora, sotto un altro. Tocca a Gianpiero Gasperini in un derby

31 of 225

inedito: nello stadio olimpico del Nido a Pechino nella Supercoppa italiana a inizio agosto. Lex allenatore del Genoa imposta unInter accorta che per unora tiene in scacco i Campioni dItalia. LInter passa in vantaggio con Wesley Sneijder e cede solo a partire dal quarto dora della ripresa prima a Ibrahimovic e poi a Kevin Prince Boateng , autore del 2-1 finale. Un mese e mezzo dopo Gasperini gi lex tecnico della squadra nerazzurra, il terzo tritato nel dopo-Mourinho. Viene chiamato Claudio Ranieri , esperto in aggiustamenti in corso dopera e soprattutto in sfide stracittadine in ogni angolo dEuropa. Il suo bilancio formidabile tra Madrid, Valencia, Torino e Roma (un po meno a Londra dove per i derby sono allordine del giorno). E lo diventa anche a Milano. Il 15 gennaio 2012 il capoluogo lombardo coperto da unondata di gelo siberiano. Ma a battere i denti dal freddo sono solo i tifosi rossoneri, ghiacciati dal gol di Diego Milito a inizio ripresa. E la prima sconfitta del Milan dopo laddio di Mourinho . Ma non basta a Ranieri per restare in sella fino al ritorno. Il tecnico romano paga la striscia rovinosa che inizia poco dopo quella vittoria tanto attesa dai tifosi dellInter. Il periodo, che va da fine gennaio a fine marzo, diventa unagonia sportiva. Moratti affida ad Andrea Stramaccioni il compito di interromperla. SEMAFORO Lex tecnico della Primavera nerazzurra sar il quinto avversario stracittadino di Allegri in meno di due anni (il sesto allenatore dellInter nelle ultime sei sfide col Milan, considerando anche Mourinho). Mentre tutti gli girano intorno, il livornese resta

Rafa Benitez, 52 anni Leonardo, 42 anni Gian Piero Gasperini, 54 anni Claudio Ranieri, 60 anni Massimo Moratti, 67 anni il 16 maggio, presidente dellInter Andrea

32 of 225

l, fermo come un semaforo??, come diceva quella divertentissima parodia di Romano Prodi fatta da Corrado Guzzanti.

Stramaccioni, 36 anni Massimiliano Allegri, 44 anni

33 of 225

JUVE PRIMA LA VOLATA SI INFIAMMA

La fiducia ad Allegri? Glielho gi rinnovata


FEDERICO MASINI
MILANO. Il 14 maggio scorso furono loro gli invitati?? alla festa scudetto del Milan. Loro erano i giocatori del Cagliari, molti dei quali allenati dallestate 2008 all11 aprile 2010 da Massimiliano Allegri . Il destino aveva voluto che fossero proprio alcuni dei ragazzi lanciati dal tecnico toscano gli sparring partner della serata in cui il suo primo Milan tagliava ufficialmente il traguardo. Ora passato un anno e il Cagliari ancora invischiato, suo Massimiliano Allegri ai tempi malgrado, nella corsa scudetto. Questa volta di in cui allenava il Cagliari: il fronte non ci sar il tecnico rimasto in Sardegna Milan, ma la BERLUSCONI Per dal 2008 al 2010 Juventus. Uno lo scudetto adesso scudetto che speriamo mercoled si riaperto: Speriamo, speriamo, laugurio di Silvio Berlusconi intervenuto ieri pomeriggio a Monza per un appuntamento elettorale. Il titolo - si dice - garantirebbe ad Allegri un proseguo al Milan senza problemi, ma il presidente onorario ieri ha voluto ulteriormente rassicurarlo. Cos, dopo le promesse private, lannuncio pubblico: La fiducia? Glielho gi confermata. GRANDI RICORDI Dodici mesi fa Allegri aveva idealmente brindato con i rossoblu al suo primo trionfo da allenatore, questa volta il tecnico avr bisogno di un favore da quei ragazzi che gi una volta gli avevano regalato una gioia il 31 gennaio 2009, quando il Cagliari si impose a Torino per 3-2 a distanza di 41 anni dallultimo successo in casa della Juventus. Una vittoria che firm Alessandro Matri a poco pi di 10 minuti dal termine, Matri che Allegri un anno fa avrebbe accolto volentieri a Milanello e che invece lo scorso 25 febbraio gli ha stoppato lurlo in gola con il gol del pari nello scontro diretto di San Siro. Domenica sera a Trieste ci saranno diversi giocatori che con Allegri hanno vissuto momenti esaltanti come leccellente nono posto nel campionato 08-09: Agostini (che per sar squalificato contro la Juventus), Cossu , Conti , Pisano, Canini , Larrivey e Astori . Tutti elementi che con Allegri si sono confermati in serie A o hanno spiccato il volo (Cossu prima e Astori poi sono arrivati in nazionale). Ma contro la Juventus potrebbero ritagliarsi spazi importanti anche Larrivey, Nen e Dessena (forse indisponibile), Il tecnico intanto arrivati nella stagione 09-10 o Agazzi e Nainggolan che il tifa Cagliari, che ha tecnico toscano fece esordire in serie A il 7 febbraio 2010 a allenato. Ha avuto San Siro contro lInter. Allegri aveva da poco vinto la Cossu, Conti, Panchina dOro e nelle successive due sfide raccolse 6 punti Pisano, Canini, che portarono il Cagliari a meno 3 dalla zona Champions. Larrivey e Astori: Era il 21 febbraio 2010, da quel momento la squadra sarda da loro spera in un collezion solo 2 punti nelle seguenti otto partite e il aiuto per il presidente Massimo Cellino , nonostante la salvezza fosse sorpasso comunque quasi raggiunta, decise l11 aprile di esonerarlo. LA GRANDE AMICIZIA Allegri al Cagliari deve molto, anche se laddio e i tre mesi che divisero il tecnico dallingaggio al Milan furono turbolenti.

34 of 225

Cellino non aveva gradito che quel Cagliari giunto cos in alto in classifica avesse mollato gli ormeggi e ne aveva dato le colpe ad Allegri. Nonostante lira, dopo unestenuante tira e molla, proprio Cellino diede lok per la rescissione del contratto a met giugno 2010, dando il via libera al matrimonio con il Milan. Merito anche della grande amicizia che legava e lega tuttora il presidente rossoblu ad Adriano Galliani: Ci sentiamo tutti i giorni, abbiamo parlato anche dopo le gare di mercoled - ha raccontato lad rossonero -. Cellino un amico da diversi anni, ma ognuno fa il massimo sempre, cos come lInter e poi allultima giornata il Novara o lAtalanta a Torino. C da starne certi, per, che le linee telefoniche fra Galliani e Cellino saranno roventi. Impossibile chiedere pi del massimo impegno al Cagliari, ma Galliani e soprattutto Allegri confidano di brindare allo scudetto ancora insieme ai rossoblu. In pi si gioca al Nereo Rocco : pi milanista del Paron...

35 of 225

2 I TITOLI conquistati da Massimiliano Allegri alla guida del Milan: rossonero dallestate 2010, al primo colpo ha vinto scudetto e supercoppa italiana

36 of 225

2014 LANNO in cui scade il contratto del tecnico toscano con il club rossonero: laccordo stato rinnovato a inizio gennaio

37 of 225

7 SQUADRE ALLENATE da Allegri: ha iniziato nel 2003 allAglianese in C2, poi Spal, Grosseto, Lecco e Sassuolo in C1. Nel 2008 il salto in A col Cagliari, nel 2010 la chiamata del Milan

38 of 225

39 of 225

40 of 225

41 of 225

42 of 225

JUVE PRIMA STRATEGIE PER TRIESTE

Borriello si scalda E c Giaccherini


Mirko Vucinic, 28 anni: 31 partite, 8 gol Fabio Quagliarella, 29 anni: 22 partite, 4 gol Marco Borriello, 29 anni: 11 partite, 2 gol Alessandro Matri, 27 anni: 30 partite, 10 gol Alessandro Del Piero, 37 anni: 22 partite, 2 gol FILIPPO

CORNACCHIA
TORINO. Ripartenza immediata. Con tante certezze e il solito dubbio. Sfumato il primo match point scudetto, la Juventus lavora al secondo. Cambia lavversario (dal Lecce alla trasferta di Trieste contro il Cagliari) e si alza la posta, ma il punto interrogativo pi Conte valuta le importante resta lo punte e un possibile stesso: lattacco. Ai ritorno al 4-3-3 calcoli e alle combinazioni, Antonio Conte preferisce le sensazioni del campo. Sensazioni che tra oggi e domani stabiliranno sistema e gerarchie per domenica. Le punte sono tutte disponibili, idee e pensieri non mancano nella testa dello Special One del Salento. SENSAZIONI Prima gli uomini, poi il modulo. E cos da inizio stagione e a maggior ragione sar cos anche a Trieste. Molti capitoli della striscia di successi portano il marchio del 3-5-2, ma il 4-3-3 non mai stato abbandonato (a Novara, con Giaccherni, andata in scena una formula mista). Durante le sedute tattiche, Conte alterna i due abiti e solo allultimo sceglie. Limpressione che mai come in questa occasione sar lo stato psicofisico a guidare la selezione. Se Mirko Vucinic praticamente intoccabile, gli altri quattro attaccanti ( Quagliarella , Borriello , Matri e Del Piero ) si giocano lultimo posto valido al centro dellattacco. IN SALITA Marco Borriello segnalato in salita. Dopo i due gol consecutivi contro Cesena e Novara, mercoled rimasto in panchina. E riposato e a livello fisico sta sempre meglio. E quando si sblocca, come gli successo la settimana scorsa, difficilmente si ferma. Un motivo in pi per riproporlo al centro dellattacco contro il Cagliari. In tandem con Vucinic nel 3-5-2 o perno del tridente nel Lex cesenate in 4-3-3 per Borriello vantaggio su Pepe

43 of 225

cambierebbe poco. BALLOTTAGGIO Come nelle ultime settimane, il ballottaggio dovrebbe essere con Fabio Quagliarella . Lex attaccante del Napoli rientrato contro il Lecce dopo una settimana da spettatore a causa della squalifica e di un fastidio alladduttore. Ci ha provato in tutti modi ( stato anche bloccato dallarbitro), ma non riuscito a segnare. Al momento sembra leggermente sfavorito, soprattutto in caso di ripristino del 4-3-3. Alessandro Matri e Alessandro Del Piero seguono un passo indietro, pronti a inserirsi nel derby napoletano. Il primo resta il miglior marcatore bianconero del campionato (10 gol, lultimo per risale al 25 febbraio) mentre il capitano una garanzia (anche a partita in corso), soprattutto in serate di questimportanza. IN CRESCITA I prossimi due allenamenti (oggi e domani, ieri solo defaticante per chi aveva giocato la sera prima) serviranno a Conte per soppesare pro e contro delle punte. Ma saranno utili anche per verificare la crescita di Simone Pepe . Lesterno bianconero ha smaltito il fastidio alla caviglia: protagonista della prima parte di stagione, ha una gran voglia di riprendersi il suo posto. Sarrebbe per al rientro dopo una settimana di stop, ecco perch in caso di 4-3-3 (o 3-5-2 pi offensivo come a Novara) pi probabile limpiego in fascia di Emanuele Giaccherini . A Trieste non ci sar invece Paolo De Ceglie , fermatosi mercoled in avvio di gara per problemi muscolari. Gli esami di questoggi stabiliranno lentit dellinfortunio e dello stop: in casa Juve si augurano di recuperarlo per la finale di coppa Italia. con entrambi i moduli. Esami De Ceglie: la speranza la finale di coppa

44 of 225

GIOVINCO Trionfo Juve il 13 maggio


TORINO. Al cuore bianconero non si comanda, anche se si gioca con unaltra maglia. Sentire, per credere, le parole di Sebastian Giovinco, ospite del programma Premium Football Club??. Per quanto riguarda la lotta tra Juventus e Milan io sogno lo scudetto Juve allultima giornata, cos pi bello: e lo scudetto penso sia meritato, non hanno mai perso. Da parmense che tifa per la Juventus, come del resto il suo presidente Tommaso Ghirardi, il bomber non disdegna la suspance di un titolo agguantato allultima giornata e manda messaggi: Il modulo che utilizza la Juventus mi piace, lo stesso del Parma: ormai ho trovato il mio ruolo, sono un attaccante, non un trequartista. Non vuole Sebastian Giovinco, 25 anni invece commentare la situazione di Alessandro Del Piero (Non conosco le cose: dico solo che mi piacerebbe, un domani, avere la stessa stima che la gente ha di Alex), ma parla invece dellofferta del Barcellona e del Napoli. Mander il mio procuratore in missione tra un po, unesperienza allestero sarebbe interessante. Per Napoli una bella piazza, poi io sono uno da mare. Nessun paragone con Messi: un giocatore unico che ha fatto cose che nessun altro, alla sua et, riuscito a fare.

45 of 225

I PROSSIMI AVVERSARI

SERGIO DEMURU
CAGLIARI. Centrato il traguardo della salvezza, ora il Cagliari punta a chiudere a testa alta il campionato. Lordine in casa rossobl evitare i cali di tensione. Massimo Ficcadenti stato chiaro mercoled: Vogliamo chiudere conquistando ancora qualcosa e muovere la classifica. Dar spazio a chi ha giocato meno finora, Perico su tutti, che ha avuto poche opportunit da quando sono tornato. Non escluso che contro la Juventus possa I sardi sono salvi, essere schierato pure Dessena (magari a gara in corso), ma i due giocatori recuperato dopo linfortunio. non voglio PASSERELLA Senza ansie di classifica, per il Cagliari gli sfigurare: sono nel stimoli arrivano soprattutto dagli uomini mercato. Gi, per mirino della Juve. Nianggolan e Astori non sar una partita come le altre. Nel A Trieste non ci mirino della Juventus da tempo, avranno unaltra occasione sar Agostini per mettersi in mostra. Massimo Cellino, dopo i no, grazie?? delle ultime sessioni di mercato, intenzionato a farci un pensierino, anche se difficilmente si priver di entrambi contemporaneamente. Il centrocampista belga, corteggiato pure in Russia, il maggiore indiziato a lasciare la Sardegna. ASSENZE Contro la Juventus, il Cagliari si presenter senza Agostini (squalificato). Probabile conferma per lex bianconero Ariaudo , che proprio mercoled ha realizzato la sua prima rete in A. Ficcadenti sta valutando se utilizzarlo da centrale (al posto di Canini ) o sulla fascia sinistra, dove stato impiegato in emergenza. FEBBRE A Trieste il conto alla rovescia gi cominciato e, per evitare di essere condizionati dallambiente, la societ ha deciso di tornare nel ritiro di Gradisca dIsonzo, dove la squadra rossobl attender la serata di domenica per la sfida del Nereo Rocco??. Il rientro definitivo a Cagliari previsto subito dopo la partita, con un charter?? messo a disposizione dal presidente Cellino , che ha chiesto la disponibilit dello stadio triestino anche per i primi turni della prossima stagione.

46 of 225

Lagente Verratti vuole solo la Juve


SEMPRE pi deciso e sempre pi vicino alla Juventus. Da bambino tifavo Juve e mi piacerebbe giocare con Pirlo, ha detto Marco Verratti nei giorni scorsi. Il gioiello del Pescara, 19 anni, nel taccuino di tutte le big, ma sul futuro pare avere le idee chiarissime. Una nuova conferma arrivata ieri. Donato Di Campli, il procuratore, intervenuto a Seriebnews.com: Se il Pescara cede il giocatore, Marco ha gi espresso il suo gradimento di andare alla Juventus. Quando si intavola una trattativa si in tre: le due societ e il giocatore. E Marco Verratti, 19 anni penso che la posizione di Marco conti. Detto questo, non voglio fare nessuna polemica col Pescara, con il quale c un ottimo rapporto. Secondo le ultime indiscrezioni, per il passaggio in bianconero di Verratti mancano soltanto gli ultimi dettagli. f.c.

47 of 225

48 of 225

49 of 225

Misure di sicurezza allo stadio Rocco


TORINO. Trieste si prepara allinvasione del popolo bianconero per la volata scudetto e la Questura ha deciso una serie di prescrizioni sulla vendita dei biglietti oltre alle limitazioni del traffico cittadino. I BIGLIETTI Domenica lo stadio Rocco sar cos suddiviso: Curva Nord, Settore Ovest e Ospiti per circa 2000 posti ai tifosi juventini residenti in Piemonte e in possesso della tessera del tifoso; Curva Posti suddivisi, Nord e Settore Centrale per circa 1400 posti riservati ai biglietterie chiuse residenti in provincia di Trieste; Curva Nord e Settore Est per alle 19 di sabato, circa 2000 posti aperta a tutti, ad eccezione dei tifosi non bus navetta per fidelizzati residenti in Piemonte; Curva Sud riservata ai tifosi raggiungere lo cagliaritani residenti in Sardegna; Tribuna Ovest e Tribuna stadio e limitazioni Est, 19 mila posti in totale, per tutti a eccezione dei tifosi non alla circolazione. fidelizzati residenti in Piemonte. Le biglietterie chiuderanno Linvito della alle 19 di sabato. Questura: TRASPORTI La Questura ha inoltre invitato i tifosi triestini Prendete i mezzi ad andare allo stadio con i mezzi pubblici: tutte le arterie pubblici intorno allimpianto - ad eccezione di via Flavia - saranno infatti chiuse per favorire laccesso e il deflusso degli spettatori. Per i tifosi che arriveranno da fuori citt, provenienti dalla barriera autostradale del Lisert, prevista unarea parcheggio con servizio navetta per lo stadio. Chi invece vuole raggiungere il centro cittadino ha a disposizione un altro servizio navetta (Linea 8). C anche la possibilit di usufruire, per chi non dovesse trovare posto nelle vie limitrofe, di un parcheggio a pagamento con una capienza di 300 auto aperto 24 ore. Per poter beneficiare del servizio bisogna per essere in possesso del biglietto dingresso allo stadio.

50 of 225

JUVE PRIMA DOMENICA E LORA DELLO SCUDETTO?

Juve-Milan: brividi di notte


MARINA SALVETTI
TORINO. Nei 180 minuti che decideranno lo scudetto Juventus e Milan scenderanno in campo a braccetto e di sera. Partite in contemporanea - alle 20.45 - anche domenica nella penultima giornata di campionato per garantire la regolarit della volatona alla faccia dei regolamenti che, per esigenze televisive, prevedono la simultaneit soltanto nellultimo turno. LE LAMENTELE La Lega ha cos accolto la Juventus-Cagliari finita richiesta bianconera, inoltrata ai primi di aprile, allandata 1-1: gol di Vucinic, allindomani delluscita pari di Cossu (LaPresse) del calendario degli La partita col ultimi anticipi e Cagliari a Trieste posticipi, in base ai quali la Juventus avrebbe dovuto giocare alle 20.45 come il contro il Cagliari alle 15 sul neutro di Trieste e il Milan nel derby. Ma restano le derby alle 20.45. Scelta che aveva sollevato le lamentele anomalie juventine, seguite dalle garanzie da parte della Lega. Non il caso di fare polemiche, ci sono dei contratti da rispettare con le televisioni, dalla Lega abbiamo avuto ogni rassicurazione che se alla penultima giornata lo scudetto non sar ancora deciso la Juve giocher in contemporanea al Milan aveva detto allora il presidente Andrea Agnelli . LOK ROSSONERO Promessa mantenuta: prima di prendere la decisione definitiva il presidente della Lega di serie A Maurizio Beretta ha per telefonato allamministratore delegato del Milan Adriano Galliani per verificare se il club rossonero avesse qualcosa in contrario alla modifica del programma. Il dirigente milanista, che gi aveva parlato con lad bianconero Beppe Marotta , ha confermato il via libera per lo spostamento pur senza capire tutta questa enfasi. Il presidente di Lega mi ha chiesto la disponibilit anche se non capisco la differenza di dover giocare prima, durante o dopo. A qualunque ora la Juve, come qualsiasi altra squadra che lotta per un obiettivo, deve pensare esclusivamente a fare il proprio dovere ossia vincere e basta. DIVISI DAVANTI ALLA TV Nulla ha dunque potuto Sky , contrario alla contemporaneit per motivi di audience. Avere due match di questo calibro alla stessa ora significa dividersi gli spettatori, tanto pi che il derby di Milano ha un grande seguito anche tra i tifosi non interisti o Simultaneit solo milanisti e avrebbe attirato anche il popolo bianconero, nella sfida desideroso di vedere landamento dei rivali, ma prevalsa la scudetto: lInter logica che il Milan non potesse scendere in campo giocher conoscendo gi il risultato di Cagliari-Juventus. conoscendo i NON PER TUTTI Salvata la simultaneit per la lotta risultati delle rivali scudetto, restano per altre anomalie perch in ballo c pure per la Champions. laccesso alla zona Champions e la salvezza. Per esempio, Volata salvezza, il lInter scender in campo conoscendo gi il risultato di Lecce protesta Napoli, impegnato a Bologna, di Udinese, che ospita il Genoa, e della Lazio, che gioca a Bergamo, le rivali nella lotta per lEuropa che conta. Niente anticipi e posticipi nel finale di campionato sostiene Aurelio De Laurentiis - Ho parlato con Beretta e gli ho detto che dora in poi

51 of 225

dovrebbe esserci contemporaneit altrimenti si perde di vista la competizione. Questa situazione non giova alla trasparenza. E che dire di Lecce-Fiorentina e Udinese-Genoa, due gare che vedono impegnate tre squadre ancora in lotta per evitare la retrocessione: si giocheranno in orari e date diverse. La sfida di Via Del Mare andr in scena sabato alle 18 mentre il match del Friuli domenica alle 15. I salentini hanno chiesto alla Lega di far slittare la sfida con i viola a domenica senza per ottenere il placet. Una disparit di trattamento, come se certi obiettivi fossero pi importanti di altri, sottolineata dal difensore Tomovic : La lotta per la salvezza merita lo stesso rispetto di quello per lo sprint finale. Al serbo fa eco anche il sindaco di Lecce, Paolo Perrone : Inaccettabile la decisione della Lega. A questo punto sarebbe meglio una simultaneit totale per la garanzia di tutti.

52 of 225

Se il calcio si vende lanima


ADESSO tutte le societ invocano la contemporaneit delle partite nella fase finale come garanzia di regolarit. Eppure il campionato spezzatino una trovata delle televisioni che ha avuto nei club degni sostenitori: gare in date e orari diverse per avere pi audience e assicurare maggiori ricavi in diritti tv nelle casse dei club. Anche la simultaneit soltanto allultima giornata, varata la scorsa stagione, stata una scelta voluta dalle societ nel momento in cui hanno scritto il bando per la cessione dei diritti tv per il biennio 2010-12. La logica del denaro prevale su quella della gara. Con una postilla: che venga ammessa la possibilit di modificare il calendario - come accaduto - per salvaguardare la competizione. Ma non soltanto per lo scudetto. M.S.

53 of 225

54 of 225

NAPOLI De Laurentiis chiama i tifosi A Bologna in ventimila!


RAFFAELE AURIEMMA
NAPOLI. Non ha il fisico di Bruce Lee, per anche De Laurentiis tornato dalla Cina con furore. Spero che domenica a Bologna ci siano 20.000 fan napoletani al DallAra e io partir con la squadra per essere sugli spalti: voglio perdere la mia identit di presidente per assumere quella di tifoso. Forza, battiamo questaltro record, la carica sprigionata dal patron del Napoli raddoppiata rispetto a quando volato a Pechino. Anzi, cresciuta dieci volte di pi, quanti sono i punti raccolti dalla squadra nelle quattro gare disputate in sua assenza. Il patron aveva lasciato il Napoli fiaccato dalla stanchezza e ormai convinto Sar allo stadio e di essere fuori dal giro Champions, mentre adesso si ritrova mi svestir della nella stessa posizione di un anno fa che gli permette di mia identit di essere padrone del suo destino. Ora il Napoli ha la certezza presidente. Lavezzi che vincendo a Bologna e poi allultima giornata col Siena, un napoletano che sar ai preliminari di Champions a prescindere dai doc e non lo sa: ha risultati delle avversarie. La posta in palio alta, almeno un virus che gli quanto lattenzione che invoca De Laurentiis. Non bisogna entrato nel sangue. mai distrarsi - avverte il presidente a Radio Marte - giacch Che rimanga o se questo un campionato equilibrato e nel quale i valori col ne vada, il marchio tempo sono venuti fuori. Non facile, bisogna navigare gli rester per sempre a vista ed i pericoli sono dietro langolo. A me fa sempre piacere essere al terzo posto e sono consapevole che la partita di Bologna sia complicata. Bisogner fare attenzione, mi auguro sia un match spettacolare e divertente. Vediamo anche gli altri cosa saranno in grado di fare. Mi auguro che i ragazzi siano al massimo della forma fisica e psichica. Lauspicio del patron trova riscontro soprattutto in un calciatore, Goran Pandev , che gli sta regalando soddisfazioni forse inattese. Anche domenica il macedone dovrebbe giocare al posto di Lavezzi , che ieri ha festeggiato il suo 27 compleanno. Grande festa nella sua casa di Marechiaro con tutti i sudamericani e la fidanzata Yanina Screpante che ha ringraziato i suoi fan su Twitter. Anche Pierpaolo Marino , il dg che lo port a Napoli, gli ha lasciato un cinguettio: Auguri Pocho??. Il tecnico Mazzarri , invece, gli auguri li ha fatti di persona, sul campo di allenamento. Mazzarri: Ma non sono molto espansivo con i ragazzi. Il Pocho mi capitato davanti e gli ho fatto volentieri i miei migliori auguri. Meno fortunato il presidente che ha provato a contattarlo, ma il tentativo andato a vuoto: il Pocho non gli ha risposto. Per ho mandato un sms. Ezequiel un napoletano doc e lui non lo sa. Ha un virus che gli entrato nel sangue, che lo ha reso napoletano a prescindere. Quindi, che vada o meno nella steppa, il marchio gli rester sempre. Se rimarr a Napoli, questo aspetto potr fargli bene, se invece vorr andare fuori non tutti accetteranno i suoi lati napoletani etichettandoli come difetti. Gli voglio bene, mi ha regalato una delle giornate pi belle della mia vita quando rinunciai al Festival di Venezia per vedere un suo gol fantastico a Udine: fin 0-5.

55 of 225

I BIANCONERI SPERANO IN UN PASSO FALSO DEI CAMPANI Urlo Udinese: Siamo ancora l
ANTONINO MILONE
IL GIORNO dopo il successo di Cesena, Francesco Guidolin e i suoi ragazzi condividono un sentimento comune: Siamo ancora l. questo lelemento-chiave dellannata vissuta dallUdinese: perch sar pur vero che nel ritorno i friulani sono stati meno regolari (20 punti, con 2 gare da giocare, rispetto ai 38 conquistati nellandata), per le scorie dellEuropa League si sono fatte sentire. E siccome un calo fisiologico va preventivato, ecco che la Dopo una stagione stagione si concluder comunque col segno positivo. massacrante (49 Domenica, contro il Genoa, Tot Di Natale e soci match ufficiali), i disputeranno la 50 gara ufficiale nellarco di 9 mesi senza friulani restano in respiro, dagli sfortunati preliminari con lArsenal alla voglia piena corsa matta di riacciuffare la Champions. Lazio e Inter Champions. Guidolin: Contro il permettendo, ora la corsa sul Napoli, appaiato a quota 58, ma lontano la distanza di due scontri diretti da mangiarsi le Genoa raschieremo mani. Il 18 marzo, infatti, lUdinese aveva replicato allo 0-2 ogni energia dal del San Paolo col medesimo punteggio. E se non fosse stato barile per quei 5 maledetti?? minuti in cui Cavani si travest da marziano... GIOVANI Guidolin non ne fa un cruccio: del resto, la stagione in corso sommata a quella precedente ha portato in saccoccia 124 punti, con la differenza che, da un anno allaltro, il trio Zapata - Inler - Sanchez ha fatto le valigie. Alleno un gruppo straordinario, il refrain dellallenatore, ribadito anche quando gli infortuni e un calendario opprimente sembravano gelare le ambizioni friulane. Contro il Genoa raschieremo dal barile ogni energia - aggiunge il tecnico - Ci inorgoglisce il fatto di essere ancora in lotta per il terzo posto. Udinese in alto, dunque, lanciando - come da tradizione - giovani di indubbio valore. Come il 21enne argentino Roberto Pereyra , strappato a fine agosto al River Plate con un paio di milionate. Non ancora il nuovo Isla , per il ragazzo cresce. E presto potrebbe crescere, in bianconero, anche Thomas Heurtaux , 23 anni, difensore centrale del Caen: chiss, magari per la Champions...

56 of 225

E SEMPRE EMERGENZA PER LA LAZIO Reja deve inventarsi la difesa


SIMONE DI STEFANO
ROMA. Nella scia di Atalanta-Lazio che vale una stagione, tra corsi e ricorsi. Si parte da quello storico: la Lazio non vince a Bergamo dal 2003, nelle file dei bergamaschi cera Zauri che vista la penuria di elementi, domenica potrebbe essere tra gli 11 titolari in biancoceleste. Oltre alle assenze di lungo corso, e alle squalifiche di Marchetti e Dias , si aggiungono quelle di Ledesma e Biava , che costringono Edy Reja a reinventarsi la difesa e forzare i Squalifiche e recuperi di Matuzalem e Lulic . Buone notizie per Miro infortuni Klose , tornato ieri al gol seppur in amichevole contro gli la complicano la Lazio Allievi. Riuscir a farcela per lInter? Altro tipo di corsa Champions. ricorso, quello presentato ieri dalla Lazio sul fischio di Udine Il tecnico costretto a forzare i che valse il gol a Pereyra e la rissa finale. stata consegnata tutta la documentazione - ha spiegato ieri recuperi di lavvocato Gentile -, abbiamo cercato di ricostruire bene Matuzalem e Lulic. lepisodio e abbiamo anche raccolto una serie di Zauri potrebbe testimonianze. La Lazio si dice convinta, anche con lausilio trovare spazio della prova tv, di dimostrare la provenienza del fischio da bordo campo e chiede la non omologazione del 2-0. Lo stesso Bergonzi , nel supplemento di informativa richiesto ieri da Tosel , avrebbe per negato di aver udito il fischio e in base allarticolo 17, comma 4 del CGS, il giudice dovrebbe cos dichiararsi incompetente. OLIMPICO Ieri il segretario del Coni, Pagnozzi , ha rimpolpato la dose dopo lo stop alle trattative sullaffitto dellOlimpico, con relativa richiesta di Lotito di disputare le prossime gare europee a Palermo: Lattuale classifica della Lazio - ha detto Pagnozzi - la peggiore dal punto di vista della posizione: lopportunit di andare in Champions o Europa League c stata per tutta la stagione. Perch iniziare a trattare solo il 20 aprile?. Oggetto del contendere sono per i biglietti omaggio: la Lazio avrebbe chiesto al Coni di venderli per poi dividere le commissioni. Ieri ricominciato lo scambio di lettere, la risposta del Coni sempre la stessa: Si tratta, ma alle nostre condizioni.

57 of 225

Moratti lo difende Nessun errore


Stefano Scacchi
MILANO. La delusione di Massimo Moratti dopo la sconfitta di Parma non intacca la fiducia nei confronti di Andrea Stramaccioni , che al Tardini ha rimediato il primo ko da allenatore dellInter (alla settima uscita): Non mi sembra che il tecnico abbia commesso errori, ha detto ieri il presidente nerazzurro commentando il ko che ha compromesso in maniera quasi irreparabile linseguimento al 3 posto, acciuffato appena tre giorni prima dopo un lungo inseguimento con il successo casalingo sul Cesena. Moratti per conserva ancora qualche speranza: Con questo campionato non si sa mai. Certo non ci siamo Il presidente aiutati mercoled sera. sottolinea: POCA DETERMINAZIONE Pi che prendersela con Piuttosto stata Stramaccioni, il numero uno preferisce sottolineare alcune la squadra a lacune della squadra: LInter nel primo tempo ha giocato commettere troppi bene. Ma se fai degli errori pu capitare di perdere e la errori. Il derby? Un squadra ne ha fatti tanti, in attacco e in difesa. C da favore a Milan o recriminare sulla poca determinazione della ripresa. Juve dovremo Ovviamente Moratti non fa nomi, ma in filigrana possibile farlo... vedere, ad esempio, la clamorosa distrazione di Lucio in occasione del pareggio del Parma, svarione seguito da altri sbagli davanti a Julio Cesar . Senza dimenticare che i nerazzurri erano passati in vantaggio con Wesley Sneijder . E in quel momento si sarebbe potuta chiudere la partita. FAVORE INDIGESTO Ora non resta che provare a ripartire allinseguimento del 3 posto o, quantomeno, regalare una gioia ai tifosi con la vittoria nel derby in programma domenica sera: La gara contro il Milan si affronta con il solito spirito, una partita a s e non siamo favoriti, dice Moratti. E lallusione pare fatta apposta per stimolare la cabala di ogni derby, sfide nelle quali a tutte le latitudini si ritiene che la formazione meno in forma alla fine riesca a ribaltare i pronostici. Ma in questo caso la partitissima con il Milan nasconde anche la classica scelta di campanile su quale sia il male minore, in questo caso per un interista: fermare il Milan e regalare la sconfitta alla Juventus, oppure digerire uneventuale sconfitta con i rossoneri evitando il ritorno allo scudetto dei bianconeri. Per Moratti un dilemma impossibile da affrontare: Questanno a una o allaltra bisogna fare un favore. Non so cosa sarebbe meglio. E lo stesso. In ogni caso il finale produrr una coda di tristezza per gli appassionati nerazzurri. E cos il presidente dellInter pensa ai 3 punti. Per sperare ancora in un posto Champions, per finire dignitosamente una stagione deludente e per rinfrancare Stramaccioni dopo la prima sconfitta arrivata a Parma.

58 of 225

SERIE A domenica il derby

Stefano Pasquino
MILANO. Ora che il terzo posto praticamente irraggiungibile (a meno che non si verifichi un sudoku di risultati imprevedibile anche per il pi inguaribile degli ottimisti), si capir se la posizione di Andrea Stramaccioni davvero salda come tutto faceva pensare prima della sconfitta di Parma, primo ko per lex allenatore della Primavera, ma anche il 13 per una squadra che stata svuotata di qualit dalle cessioni di Etoo , Pandev e Thiago Motta e dalle scelte incomprensibili attuate dal dt Branca in sede di mercato. Per rivangare su quanto male si sia agito nel recente passato non c pi tempo, visto che ormai alle porte lennesima rifondazione che dovr partire da una campagna acquisti finalmente Rischia se perde: degna dellInter e da Bielsa e Prandelli un progetto tecnico incombono sullInter credibile e supportato fino in fondo da Massimo Moratti . Il tutto con la consapevolezza che dalle casse mancheranno gli introiti derivanti dalla partecipazione alla Champions, ovvero 25-28 milioni di euro, una miniera in tempi di crisi finanziaria. La prima scelta che dovr prendere il presidente quella legata alla panchina. Ovvero se continuare con Stramaccioni (come merita) oppure se affidare la ricostruzione a un altro allenatore che andrebbe pescato tra un mazzo che comprende i nomi di Bielsa , Prandelli e Blanc , con gli ultimi due zavorrati?? dal fatto che potranno liberarsi soltanto a Europei conclusi. LA TELEFONATA La sensazione che i destini di Stramaccioni verranno decisi nel derby. Moratti, non un segreto, oltre a Il tecnico Andrea esserne presidente, pure il primo tifoso Stramaccioni, 36 anni dellInter e, nonostante pure ieri abbia difeso (Liverani) La grinta del cileno loperato dellallenatore incolpando i giocatori Marcelo Bielsa, 56 anni (Ap) per la sconfitta col Parma, alquanto suggestionabile dai risultati ottenuti contro le rivali storiche, ovvero, nellordine, Juventus e Milan. In proposito, ne sa qualcosa Claudio Ranieri , liquidato dopo il 2-0 patito allo Stadium di Torino (25 marzo) nonostante la squadra avesse fornito il miglior primo tempo della sua gestione mettendo alle corde lImbattibile Armata di Antonio Conte . Difficile, in sede di bilancio,

59 of 225

che non possa pesare un eventuale ko nel derby, arrivato a stretto giro di calendario dopo quello di Parma. Uneventualit che, a oggi, Moratti non vuole nemmeno prendere minimamente in considerazione tanto che il presidente, dopo aver visto la squadra deragliare al Tardini, ha provveduto a chiamare il suo allenatore per incoraggiarlo, visto che una sconfitta non pu certo inficiare la bont di un progetto. LUNO-DUE CON I BABY A suffragare lottimismo che, nonostante tutto, si continua a respirare ad Appiano, il fatto che Stramaccioni, pur con la Primavera, in questa stagione abbia vinto entrambi i derby di campionato (1-0 il primo, gol di Bessa e 2-0 il secondo, giocato in casa dei rivali, con reti ancora di Bessa e di Mbaye ). Stramaccioni, tra laltro, ha gi dimostrato di Il ct azzurro, come non patire le pressioni e di sapersi esaltare quando lasticella Blanc, si potrebbe si alza (prova provata, la grande prestazione di Udine). liberare soltanto Moratti, a tal proposito, il primo a sapere quanto bene dopo lEuropeo. E abbia lavorato sinora lallenatore, ma nel calcio - anche se ammette: Mi una teoria spesso poco condivisibile - contano i risultati e, manca il lavoro fallito lobiettivo Champions, conter (e tanto) pure quanto quotidiano. fatto nei prossimi centottanta minuti di campionato che, oltre Lattuale tecnico a essere gli ultimi, presenteranno due scontri diretti che potrebbe restare profumano di Tourmalet col derby e la Lazio allOlimpico come vice allorizzonte. LAMMISSIONE DEL CT In caso di nuovi tracolli, si aprirebbe il tempo delle riflessioni che porterebbero sostanzialmente a un bivio: proseguire lavventura con Stramaccioni oppure affidarsi a un tecnico di esperienza che pu essere Bielsa (da sempre stimatissimo da Moratti), Blanc oppure Cesare Prandelli (nonostanti le smentite arrivate da Palazzo Saras) che, tra laltro, ieri per la prima volta ha ammesso pubblicamente quanto si scriveva da un po, ovvero la tentazione di ributtarsi nella mischia: Il lavoro quotidiano mi manca - le parole del ct alla presentazione del libro Il calcio fa bene?? -, ma dico anche che la qualit della mia vita migliorata tantissimo. Ogni tanto con i miei collaboratori parliamo di questo, loro avrebbero voglia di lavorare ogni giorno. Io per dico loro che abbiamo la fortuna di avere tempo. E il tempo ricchezza. Siamo concentrati e determinati ad iniziare questa avventura europea, poi i risultati condizioneranno le scelte di tutti. FUTURO DA VICE? A fine stagione, come gi sottolineato, verranno valutate tutte le varie opzioni. Tra queste ce n pure una terza che prevede anche la permanenza di Stramaccioni ma come assistente di un allenatore gi fatto e finito?? per permettergli di proseguire il suo cammino di crescita restando in societ e sotto lala protettrice di un grande tecnico sulla scia, tanto per fare un esempio, del binomio Mourinho - Villas Boas o Guardiola - Vilanova . Unipotesi a cui Stramaccioni - anche per il senso di riconoscenza che lo lega a Moratti - probabilmente non direbbe no. Anche se, al momento, lobiettivo quello di restare allenatore senza il bisogno di tutor. E un derby giocato da Inter, sarebbe il miglior biglietto da visita per meritarsi la chance di guidare lennesima ricostruzione dopo le macerie lasciate dal Triplete .

60 of 225

Ma merita di avere fiducia


NEL CALCIO, un luogo comune piuttosto abusato, parlano i risultati. E spesso - se non sempre - sono fondamentali per i destini di un allenatore. Il caso di Andrea Stramaccioni non far eccezione. Anche se, il ragionamento - lineare per gli italici costumi - prescinde da un dato di fatto su cui Massimo Moratti dovrebbe riflettere. Perch lex allenatore della Primavera in poco pi di un mese di lavoro ha dato una precisa fisionomia allInter, facendo intravedere qualcosa di simile a un progetto, cosa che non era riuscita ai vari Benitez, Gasperini e Ranieri. Lunico allenatore che nel post Triplete riuscito a dare unimpronta cos importante alla squadra stato Leonardo che, per ragioni note a tutti, ha lasciato lopera a met per volare a Parigi. Un buon motivo che dovrebbe convincere Moratti a dare a Stramaccioni la chance di poter costruire la casa dalle fondamenta anche qualora lInter dovesse restare fuori dallEuropa (che, nella fattispecie, potrebbe non rivelarsi un male, considerato quanto fatto questanno dalla Juventus). E se poi dovesse arrivare (come tutto fa pensare) Leonardo, il cerchio potrebbe finalmente chiudersi. S.P.

61 of 225

62 of 225

63 of 225

SERIE A I TUMULTI DI FIRENZE

Doppia stangata per Rossi e Ljajic


BRUNELLA CIULLINI
FIRENZE. Il gesto assolutamente da condannare ma non create un mostro, in 28 anni mio padre non ha alzato mai un dito su di me. Lappello lo lancia su Radio Radio il figlio di Delio Rossi , Dario, allindomani di un episodio che ha fatto il giro del mondo e costretto il tecnico di Rimini e il giovane attaccante serbo Adem Ljajic a una figuraccia che rischia di offuscarne le carriere. Intanto, dopo la scazzottata costata a Rossi tre mesi di squalifica per condotta inconsulta?? come lha definita il Giudice sportivo, i due non fanno pi parte del club viola: il primo, che racconter la sua verit oggi alle 10 allo stadio Franchi (Non parlo, aspettate ancora qualche ora, la risposta ai tanti che gli hanno telefonato) stato licenziato dopo che i Della Valle ne avevano chiesto le dimissioni Al tecnico 3 mesi di (lufficializzazione stata data dal club intorno alle 13); il squalifica, fuori rosa secondo messo fuori rosa, sospeso fino al termine della il serbo stagione quando probabilmente finir sul mercato e multato. Nel frattempo la societ ha affidato la squadra per queste ultime due decisive partite (a iniziare da domani a Lecce) a Vincenzo Guerini , 58 anni, ex giocatore ed ex allenatore del vivaio viola (in carriera ha guidato 14 club, lultimo il Catanzaro nel 2005-06), dallestate scorsa club manager della Fiorentina: Guerini s messo subito a disposizione, troppo forte il suo attaccamento per Firenze e i colori viola. Ha detto s senza chiedere alcuna garanzia n professionale n economica, con un contratto in scadenza a giugno, ha detto s solo perch di mezzo ci sono il presente e il futuro della Fiorentina, ieri pomeriggio ha guidato il primo allenamento davanti ad uno stanco Andrea Della Valle che, dopo una giornata trascorsa allinterno del Centro sportivo insieme al presidente esecutivo Cognigni e allad Mencucci raggiunti pi tardi dal consigliere del Cda Eugenio Giani , rester con lui e i giocatori fino alla partenza odierna per Lecce. Alle 13 Guerini, che sar sostenuto dal preparatore dei portieri Nuciari e dal preparatore atletico Boccolini proveniente dalla Primavera, incontrer la stampa al Franchi facendo staffetta con Rossi. TURBATO E SMARRITO Lex tecnico viola, dopo la mattinata nel suo residence allAntella, appena fuori Firenze, s presentato al Centro sportivo nel primo pomeriggio per accomiatarsi dai Della Valle in un clima di imbarazzo e salutare la squadra. Confronto breve, fatto di saluti e ringraziamenti di rito. Poi ha radunato le sue cose ma non andato via subito, rimasto a girovagare dentro la struttura come unanima in pena - ha raccontato chi lha visto da vicino - visibilmente turbato e smarrito, quasi faticasse a lasciare quello che era stato il suo mondo fino a un giorno prima. Quindi alle 17,15 uscito in auto col vice Mollato pure Limone , neppure un saluto ai cronisti e ai tifosi presenti, tre dallagente, Ljajic si dei quali hanno cercato di parlare poi con qualche giocatore. scusa su twitter. Gran parte dei sostenitori viola dalla parte di Rossi Oggi tocca a Rossi condividendone il gesto di esasperazione per una situazione che ieri ha salutato che ha visto diversi giocatori contestati per scarso la squadra. Il figlio rendimento e poco attaccamento alla maglia. Dario: Non create RETROSCENA E SCUSE Della Valle ha cercato di un mostro. Lo ricostruire la rissa: Rossi non avrebbe offeso Ljajic durante sconcerto dei la gara, Adem una volta sostituito s rivolto in modo ironico e giocatori, affidati a provocatorio al tecnico con applausi e frasi tipo bene bravo, Guerini. Il giallo fai il fenomeno??, Rossi s girato rispondendo piccato poi i della lite due sono arrivati a contatto anche perch il tecnico in preda

64 of 225

allagitazione scivolato nella buca della panchina, sentendosi colpire Ljajic ha reagito con insulti anche in serbo, a quel punto Rossi definitivamente esploso. Non trovano riscontro tutte le voci incontrollate, alcune delle quali di inaudita ma soprattutto improbabile gravit, rimbalzate ieri su siti internet e social network. NO DASPO Nei confronti dellallenatore, il questore di Firenze, Francesco Zonno , non emetter Daspo perch, ha spiegato lepisodio non ha avuto incidenza sullordine pubblico quindi ha aggiunto che ad ora in questura non stata presentata alcuna denuncia da parte del giocatore che su Facebook (lintervento stato definito veritiero dal club) ha chiesto scusa a Rossi, alla societ e ai tifosi motivando la reazione con la frustrazione per il cambio e il desiderio di aiutare la squadra, sono pronto ad essere punito per il mio comportamento. Mentre la Federcalcio serba condanna il gesto di Rossi ma pure la reazione dellattaccante pur esprimendogli sostegno, mentre il manager di Ljajic, Giorgio Parretti , annuncia su Violanews di aver sciolto ogni rapporto col giocatore dopo questo gesto di follia, i compagni di squadra sono parsi imbarazzati e disorientati. Mai mi sarei permesso di agire cos, ha detto Camporese . Spiace per entrambi, capisco la decisione della societ - ha affermato Natali -. Ljajic poteva anche evitare quella reazione ma siamo essere umani e capita a tutti di sbagliare. Il sindaco di Firenze, Matteo Renzi , ha approvato la scelta dei Della Valle, il ct Cesare Prandelli ha commentato: Non stata una bella scena per il mondo del calcio.

65 of 225

Arbitri reticenti, uno spreco


MONTI ci ha chiesto di avvisare il Governo se ci dovessimo accorgere di sprechi nelle pubbliche amministrazioni. Bene, noi segnaliamo linutilit e il danno di pagare 4 arbitri e in futuro anche sei se poi si comportano come Tagliavento in Genoa-Siena, Bergonzi in Udinese-Lazio e la quaterna di Firenze (arbitri Giannoccaro e quarto Tommasi) tutti assai reticenti nei loro referti, spesso richiamati dal Giudice sportivo a descrizioni pi puntuali di quanto avvenuto in circostanze clamorose, solari o acusticamente intellegibili. Fosse stato per loro non sarebbero arrivate le maxi squalifiche per il Genoa e Delio Rossi. Stando a quanto riferisce Bergonzi, invece, il fischio della discordia a Udine non c stato. Roba da tre scimmiette: se poi ti deve risolvere tutto la prova tv, Monti eviti lo spreco e ad arbitrare ce ne mandi uno solo, munito di occhi, orecchi e penna pronti. Senza bisogno della solita telefonata del Giudice che chiede chiarimenti di ci che chiaro. A.MO.

66 of 225

IN BREVE Il Giudice ferma tre del Lecce: Cuadrado, Carrozzieri e Muriel


MILANO. Il giudice sportivo di A ha squalificato per un turno: Cuadrado, Carrozzieri, Muriel (Lecce), Agostini (Cagliari), Biava (Lazio), Fernandez (Napoli), Kone, Portanova e Ramirez (Bologna), Ledesma( Lazio), Santacroce e Valdes (Parma) e Spolli (Catania). MOGGI PROSCIOLTO Prosciolto fuori casa Luciano Moggi. Calciopoli centra di striscio: il gip milanese Paola Di Lorenzo, al termine di una camera di consiglio durata due ore, archivia la richiesta di giudizio per diffamazione promossa dal figlio di Giacinto Facchetti, Gianfelice, assistito dallavvocato Limentani, ai danni dellex dg juventino, assistito dallavvocato Prioreschi, e del giornalista di Sportitalia, Criscitiello. Facchetti junior aveva rimesso la querela ai danni del direttore di Sportitalia, Bruno Bogarelli, nelle scorse settimane e chiesto il giudizio per la trasmissione del 23 ottobre 2010 quando in un confronto rusticano con Zanetti, Moggi parl di Telecom e delle telefonate sparite. Di qui la querela. Archiviata per tardivit della richiesta, partita in extremis al termine dei 90 giorni di legge ma arrivata oltre il tempo massimo per il giudice Di Lorenzo. ULTRAS DEL GENOA: 46 DASPO Sono arrivati a 46, di cui 42 gi firmati e 4 in attesa, i Daspo emessi dalla Questura di Genova agli ultr genoani che due domeniche fa causarono la sospensione della partita col Siena. Lultima tranche di questi divieti ad assistere a manifestazioni sportive di 3 anni. Gli autori della protesta sono stati identificati attraverso le telecamere e le foto scattate dalla scientifica. Le identificazioni intanto proseguono e sono attesi nuovi provvedimenti di diffida. Prosegue anche linchiesta della Procura: al momento risultano indagati 12 capi-ultr. I reati contestati vanno dalla violenza privata al lancio di oggetti alla violazione delle norme sulla sicurezza degli stadi. LA TESTIMONIANZA DI DAINELLI Lex giocatore del Genoa, Dario Dainelli, ora al Chievo, ha confermato agli investigatori che indagano sui fatti di Genoa-Siena che lo scorso gennaio alcuni ultras genoani furono responsabili di uninvasione di campo durante un allenamento della squadra a Pegli. Ma ha escluso che vi siano state aggressioni a giocatori. MORTE DI MOROSINI Lesame autoptico sulla salma di Piermario Morosini avrebbe rintracciato unarea cicatriziale nella zona ventricolare sinistra. Si fa sempre pi probabile quindi lipotesi che a stroncare la vita del giocatore possa essere stata una miocardite che avrebbe colpito il circuito elettrico del cuore. Per la conferma definitiva bisogner attendere lesito degli esami istologici. Secondo lanatomopatologo dellUniversit di Chieti Domenico Angelucci qualora la diagnosi fosse confermata il decesso di Morosini sarebbe avvenuto come per corto circuito. La corrente elettrica nel cuore va in una certa direzione, uneventuale infezione che provoca un danno materiale interrompe il circuito e provoca delle fibrillazioni ventricolari. QUERELLE CONI-LAZIO Se non si chiusa la trattativa riteniamo che non sia stata per colpa nostra: nel momento in cui c una scadenza giusto che la gente interessata si attivi a tempo debito. La Roma lha fatto dallautunno. Il segretario generale del Coni, Raffaele Pagnozzi interviene cos sulla querelle dellaffitto dellOlimpico che coinvolge il Comitato Olimpico e la Lazio. Noi ci muoviamo con correttezza e con buona fede ma purtroppo bisogna riconoscere che ricominciare a discutere ogni volta di queste situazioni non prova di buona fede.

67 of 225

68 of 225

DOPO LA RETROCESSIONE Tesser chiede garanzie per rimanere a Novara


GUIDO FERRARO
DOPO AVER accarezzato il sogno di conquistare a Firenze la terza vittoria esterna della stagione, il Novara si allenato ieri a Novarello per preparare lultimo appuntamento casalingo del campionato, dopo essere rientrato alle quattro e mezza del mattino dalla Toscana. Dopodomani al Piola arriva il Cesena e sar un... anticipo del prossimo Il tecnico ha un campionato di serie contratto fino al B. Attilio Tesser , pur 2013 ma vorrebbe vedendo la squadra una squadra pi provata mentalmente competitiva, sia in e fisicamente, ha caso di eventuale espressamente ripescaggio per il chiesto di chiudere calcioscommesse con un successo sia in caso di davanti ai propri tifosi. Attilio Tesser, 53 anni futuro in serie B Da quando il tecnico ha ripreso il suo posto, sostituendo Emiliano Mondonico , il Novara ha ottenuto 12 punti in 10 gare, tanti quanti in tutto il girone di andata. Una crescita che non bastata per evitare limmediata retrocessione. Ma questo non frena la societ, che ha gi cominciato a lavorare per il futuro, tendendo lorecchio a eventuali ripescaggi causati da quanto dovr accadere come conseguenza dello scandalo Calcioscommesse. Il duo formato da Cristiano Giaretta e Attilio Tesser sembra abbia grandi possibilit di rimanere, il primo come direttore sportiivo e uomo di fiducia dalla famiglia De Salvo , il secondo in panchina. Il tecnico, legato contrattualmente sino al 2013, ha pi volte manifestato il forte desiderio di continuare la propria esperienza alla guida degli azzurri, a patto di poter avere a disposizione una squadra che lo faccia soffrire meno di questa annata che sta per andare in archivio. Prima, per, Tesser chiede ai suoi ragazzi i tre punti con il Cesena, in attesa di andare al Meazza e fare bella figura contro il Milan nellultima giornata. (OPTA)

69 of 225

CALCIOSCOMMESSE Palazzi, deferimenti pronti Tocca a serie B e Lega Pro


SIMONE DI STEFANO
ROMA. Una pioggia di deferimenti in arrivo, ma la prima tranche riguarder soltanto serie B e Lega Pro. Per la serie A si dovr ancora attendere che la magistratura trasmetta gli atti riguardanti le inchieste di Bari e Napoli. Al netto del nuovo materiale, il procuratore federale Palazzi conta di mettere poi in piedi una seconda maxi-inchiesta (con inizio a giugno) relativa esclusivamente alla Oggi la Procura massima categoria, federale ascolta accorpando a quella Locatelli: nel anche le parti di serie mirino il pareggio A derivanti da tra Ancona e Cremona, da dove la Mantova. Il prossima settimana giocatore nega ma potrebbero giungere si sospetta un Tomas Locatelli, 35 anni importanti novit a accordo. Attese livello investigativo. novit giudiziarie Oggi il suo pool ascolter per la seconda volta lex giocatore da Cremona del Mantova Tomas Locatelli , tirato in ballo da Carlo Gervasoni per la presunta combine di Ancona-Mantova 2-2 del 2010. Sono assolutamente sereno, sono tutte millanterie, disse il 19 aprile, a margine di unaudizione durata pochissimo. Proprio quel giorno Locatelli apprese di essere iscritto nel registro degli indagati di Cremona, assieme con i suoi ex compagni del Mantova, Mirko Bellodi e Maurizio Nassi , entrambi citati dallex difensore in merito a quella partita: Si prospett - aggiunse il pentito - la possibilit di vincere come ipotesi subordinata allaccordo, tirando la partita su un risultato di parit fino agli ultimi dieci minuti e verificare i risultati dagli altri campi. Laccordo non avvenne perch i giocatori non si fidarono. Locatelli appare oggi intenzionato a chiarire il tutto, cercando di fornire le spiegazioni necessarie per allontanare laccusa perch, come ebbe a dire non si tratta di calcioscommesse.... Semmai - ma questo spetter agli 007 federali accertarlo - sarebbe stato un presunto accordo di fine stagione tra squadre. Ma, anche in questo caso, sempre di illecito si tratterebbe.

70 of 225

Preziosi ora ci ha preso gusto Andr con il Genoa a Udine


Maurizio Moscatelli
GENOVA. Spezzato la serie negativa dopo quasi tre mesi e ben 14 gare senza la gioia dei tre punti, il Genoa guarda gi al futuro e alla partita di domenica contro lUdinese. Gara difficile, con i friulani in piena corsa Champions ma i rossobl lottano per sopravvivere e hanno dimostrato di non essersi mai arresi. I tre punti conquistati contro il Cagliari valgono probabilmente doppio, soprattutto dal punto di vista mentale e morale. Il ritorno al successo arrivato in uno dei momenti pi difficili dopo tre sconfitte consecutive e i fatti di Genoa-Siena, ma solo il primo passo verso la salvezza. Ci sono ancora 180 da giocare in un confronto a distanza con il Lecce che, dopo aver fermato la Juventus, affronter sabato nellanticipo Il presidente delle 18 la Fiorentina. rossobl non I pugliesi hanno visto segue mai la rigettata la loro squadra in richiesta di disputare trasferta, ma in contemporanea la stavolta ha deciso gara con i rossobl di starle vicino che, non va dopo averla vista dimenticato, aveva vincere sul neutro giocato la partita con Enrico Preziosi, 64 anni di Brescia il Bologna prima che si disputasse Lecce-Parma. Gigi De Canio sa di non aver fatto ancora nulla ma il suo lavoro, soprattutto psicologico (e molto tattico) sta iniziando a dare frutti: Il nostro destino dipende da noi. Lho detto ai ragazzi a fine partita. Concentriamoci sul cammino che ci attende, confidando nella possibilit di fare risultato nelle gare che rimangono. La vittoria deve rilanciare convinzione e fiducia. Era fondamentale ottenere il successo con il Cagliari, ora possiamo guardare avanti con pi serenit. Dobbiamo tutelare questo vantaggio. Domenica sar una partita difficile, contro un avversario che sta facendo benissimo. Ma non partiamo battuti. Il Genoa, nonostante il divario in classifica vuole provarci, consapevole che anche un punto potrebbe essere fondamentale in previsione dellultima partita contro il Palermo che si giocher sempre a porte chiuse. E un segnale forte arriva dal presidente Preziosi che, dopo aver assistito dagli spalti di un vuoto Rigamonti al ritorno al successo del suo Genoa, non vuole abbandonare la squadra in questo momento delicatissimo. Cos ha deciso di sedersi in tribuna anche a Udine. Andr in ritiro con i giocatori ha dichiarato il patron rossobl che normalmente non segue la squadra in trasferta, con lunico strappo alla regola per le partite a San Siro. Genoa vivo e vegeto grazie anche ai gol di Rodrigo Palacio , divenuto ormai il marcatore sudamericano pi prolifico della storia del genoa in rossobl. Largentino potrebbe anche battere il record di reti in una sola stagione, stabilito quando vestiva la maglia del Boca Juniors (19 gol). Proprio Palacio, ma non solo lui, tra i protagonisti della mostra che apre oggi al

71 of 225

Museo del Genoa dal titolo Genova, il Genoa e lArgentina??. Un viaggio attraverso i legami sportivi ed economici tra Liguria, Genova, squadra rossobl e il paese sudamericano, in particolare Buenos Aires e le sue due principali squadre: il Boca Juniors e il River Plate. La mostra, che rimarr aperta sino a fine luglio ospita foto, cimeli e tantissimi ricordi di un legame molto forte con alcuni spazi dedicati a grandi campioni del passato come Guillermo Stabile e Juan Carlos Verdeal , oltre naturalmente a uno spazio dedicato al Boca, fondato da emigranti genovesi a inizio Novecento. Non mancano poi gli spazi ai campioni pi recenti da Diego Alberto Milito a Mauro Boselli sino proprio a Rodrigo Palacio che nella storia ultracentenaria del Grifone entrato di diritto con la rete messa a segno contro il Cagliari.

72 of 225

73 of 225

74 of 225

75 of 225

76 of 225

77 of 225

78 of 225

79 of 225

80 of 225

81 of 225

82 of 225

83 of 225

84 of 225

85 of 225

86 of 225

87 of 225

88 of 225

89 of 225

90 of 225

fase a gruppi Playoff di B, secondo turno Lecco ospita New Team


I PLAY-OFF del campionato di B sono giunti a met percorso. Scattata da una settimana la fase a triangolari, infatti, gi domani con lo svolgimento della seconda giornata si potrebbe delineare un quadro pi chiaro per quelle che potrebbero essere le due finalissime dei prossimi 19 e 26 maggio. Nel girone 1, il calendario prevede la sfida in terra lariana tra Lecco e New Team; la squadra di Magalhaes, dopo il ko per 6-3 rimediato nel turno iniziale in trasferta sul campo del Forl che si cos guadagnato la giornata di riposo gi allultima spiaggia e lunica strada percorribile, per conservare una speranza di qualificazione, il successo con ampio scarto. I goriziani di Gianluca Asquini subentrato in corsa a mister Fam - per, gi nella passata stagione hanno dovuto accantonare il sogno promozione, motivo per cui venderanno cara la pelle al loro esordio in questa seconda fase della corsa alla promozione. Nel girone 2, poi, ancora pi complessa la situazione de LArena: i romagnoli, infatti, nella prima giornata non solo sono usciti battuti per 3-1 dal Futsal Portos che, dunque, domani sar alla finestra aspettando di tornare in campo la prossima settimana ma hanno anche ceduto il passo davanti al proprio pubblico. Stavolta, quindi, sono di scena in trasferta, e contro una formazione che, al primo anno di cadetteria, gi in estate non ha mai nascosto la volont di un ulteriore salto di categoria: il Sinnai. Nellaltra met del tabellone, nel girone 3, un discorso molto simile a quello fatto per LArena si associa al Gran Mareluna Bagheria. I siciliani, nella scorsa giornata, hanno infatti rimediato un ko casalingo per 4-1 nei confronti dello Sporting Sala Consilina ed ora sono impegnati sul difficilissimo campo dei sardi del Calcetto Paolo Agus, anchessi neopromossi come i cugini?? di cui sopra, anchessi con la mai celata voglia di promozione in Serie A2. Ultimo, ma non ultimo, il girone 4, quello finora pi equilibrato. Lunico pareggio della scorsa giornata, infatti, stato il 4-4 ottenuto dallAloha sul campo del Giovinazzo: a riposare, dunque, saranno i capitolini, visto che il punto lhanno ottenuto fuori casa, mentre la formazione di Milella torna in campo per far visita alla Libertas Scanzano. Per continuare a sperare, ai baresi servir necessariamente una vittoria, per quanto un eventuale ulteriore pareggio non sancirebbe ancora leliminazione matematica. Su tutti e quattro i campi, il fischio dinizio fissato per le ore 16.00: la Serie A2 l che aspetta di conoscere i nomi nuovi del prossimo campionato. GIRONE 1 Lecco-New Team Gorizia (Ore 18); Prima Giornata: At.Ed.2 Forl-Lecco 6-3. Classifica: At.Ed.2 Forl 3, New Team Gorizia e Lecco 0 GIRONE 2 Sinnai-LArena; Prima Giornata: LArena-Portos 1-3. Classifica: Futsal Portos 3, Sinnai e LArena 0 GIRONE 3 Calcetto Paolo Agus-Gran Mareluna Bagheria Prima Giornata: Gran Mareluna Bagheria-Sporting Sala Consilina 1-4. Classifica: Sporting Sala Consilina 3, Calcetto Paolo Agus e Gran Mareluna Bagheria 0 GIRONE 4 Libertas Scanzano-Giovinazzo. Seconda Giornata: Giovinazzo-Aloha 4-4. Classifica: Giovinazzo E Aloha 1, Libertas Scanzano 0

91 of 225

IN PILLOLE Under 21: scatta il raduno in vista dei test in Spagna


IL GIUDICE SPORTIVO ha squalificato tre giocatori dopo le sfide di ritorno dei quarti di finale dei play off di serie A2. A Vinicius Costa e Matheus del Napoli Ma.Ma (eliminato dalla CF Acqua Claudia Roma) stato inflitto un turno di squalifica; stop di una giornata anche per Bico Pelentir del Napoli, che salter landata delle semifinali contro i capitolini di Marco Ripesi. Al Napoli Ma.Ma. sono stati anche inflitti tre punti di penalizzazione da scontare nella prossima stagione sportiva. AZZURRINI Scatta dopodomani il raduno della nazionale Under 21, in preparazione delle due amichevoli che vedranno impegnati gli azzurrini in Spagna la settimana successiva. Al Pala To Live di Roma, agli ordini del tecnico Raoul Albani e del suo staff, sono previste due sedute di allenamento al giorno, una mattutina e laltra pomeridiana. Venti i giocatori convocati. NUOVO TECNICO LAcquedotto ha sciolto le riserve sullallenatore della prossima stagione: sar Domenico Luciano a guidare in serie B la prima squadra nel 2012/2013. Si tratta di un ritorno, visto che due anni fa Luciano guid la formazione Under 21 degli alessandrini.

92 of 225

ROMA Furia Stekelenburg Vado via? Stupidi


STEFANO CARINA
ROMA. Non riesco a capire da dove provengano queste voci, non neanche un anno che sono qui e gi dicono che ho voglia andar via. Chi sostiene questo uno stupido. Parole che se pronunciate da Luis Enrique avrebbero finalmente posto la parola fine al tormentone sul prossimo allenatore della Roma. E invece, pur rimanendo la sensazione che il tecnico asturiano sia sempre pi vicino alladdio, la dura reprimenda opera di Stekelenburg che ai microfoni di Roma Channel ha tenuto a ribadire come il problema alla Il portiere spalla (che lo terr fuori anche domani, ndr) me lo porto olandese: Non dietro da dicembre: ho continuato a giocare lo stesso capisco da dove provengano queste sperando che guarisse, ma adesso il dolore troppo forte per permettermi di giocare. dura, sto facendo le terapie, voci: io rimango dovremo vedere nei prossimi giorni. Diversa, almeno nei qui. Il dolore alla tempi, la versione del responsabile sanitario del club, il spalla lo tormenta, professor Gemignani : Stekelenburg ha da circa un mese il suo campionato uninfiammazione alla spalla sinistra operata anni fa. potrebbe essere Daccordo con il suo medico di fiducia, il medico Goedhart gi finito dellAjax, avevamo deciso di attendere circa tre settimane, ma poi le terapie non hanno avuto effetto e abbiamo deciso di non farlo giocare per permettergli di guarire al cento per cento. E una patologia non grave, ma fastidiosa. In questi giorni sta facendo le terapie antinfiammatorie. Potrebbe essere teoricamente pronto per giocare lultima di campionato col Cesena, valuteremo con lui e con lallenatore. Tradotto: con i Campionati Europei alle porte, per rivedere lolandese in campo con la maglia della Roma, bisogner attendere la prossima stagione. MERCATO Oltre a Rolando del Porto, il ds Sabatini continua a seguire il difensore del Villareal, Musacchio . In realt larrivo dellargentino sembra legato alleventuale permanenza di Luis Enrique, essendo stato proprio il tecnico asturiano ad averlo indicato alla dirigenza giallorossa. A centrocampo, si monitora da tempo Bradley , anche perch non un mistero che la propriet americana avrebbe piacere ad avere un calciatore Usa in rosa. Lo scorso anno venne proposto a Baldini ma bocciato da Sabatini. Ora, visto ladattamento mostrato al campionato, e la reiterata richiesta di Pallotta e soci, la trattativa potrebbe avere un finale diverso.

93 of 225

SERIE A ALLENATORI PROTAGONISTI

Esonerati e vincenti
SANDRO BOCCHIO
UNA TRANQUILLITA acquisita con largo anticipo, 50 punti per il Parma e 48 per il Bologna. Campionato da incorniciare, dopo alcuni passaggi a vuoto che avevano costretto al cambio in panchina. Cambi benedetti, visto poi il corso intrapreso. E rivincita personale per Roberto Donadoni e Stefano Pioli , i primi a saltare in estate ancor prima che la serie A cominciasse. La vita sul filo del rasoio uno scomodo compagno di viaggio per chi lavora a Cagliari e Palermo. Per, con il senno - e il campionato - di poi, il licenziamento si rivelato una fortuna. Viste anche le fatiche di Donadoni e Pioli risultati e gestione licenziati in estate (tre cambi a Cagliari, hanno stupito la due a Palermo), serie A vissuti dalla societ lasciate alle spalle GLI ESONERI Il giorno di Donadoni il 12 agosto, viene cacciato dopo unamichevole vinta 5-1. La notizia improvvisa, ma i sussulti si registravano sottoterra da tempo. Insofferenze del tecnico nei confronti di un mercato ritenuto non allaltezza, insofferenze di un presidente abituato a comandare senza concedere spazio al diritto, se non di critica, almeno di replica. Al punto che Massimo Cellino non si concesso alcun pentimento sulla decisione presa, nemmeno a fronte delle Roberto Donadoni, 48 anni, ha fatiche registrate con le gestioni sostituito Colomba (Liverani) Ballardini-Ficcadenti . Anzi, calcando la mano Stefano Pioli, 46 anni, ha su presunte scorrettezze comportamentali del preso il posto di Bisoli tecnico. Lesatto contrario di Maurizio (Liverani) Zamparini , che ha sovente ripetuto di aver sbagliato nel giudicare Pioli (Mi sto mangiando il secondo testicolo, il primo me lo sono gi mangiato). Un esonero giunto a fine agosto, dopo leliminazione dallEuropa League e dopo amichevoli poco convincenti. Ma senza considerare che quella squadra aveva perso - tra gli altri - Pastore , Sirigu , Nocerino , Bovo e Cassani e che le fatiche sarebbero state allordine del giorno. Ma la troppa paura della B ha avuto il sopravvento e Zamparini - dopo aver esonerato anche Mangia sostituendolo con Mutti - ha trovato pace soltanto nellultimo turno. LE CHIAMATE Pioli il primo a tornare in sella. Il 5 ottobre lo chiama il Bologna, dove il progetto- Bisoli naufraga sotto il peso di un punto in cinque partite. Donadoni si rivede solamente a inizio gennaio, quando il Parma sceglie di separarsi da Franco Colomba , artefice della salvezza nella stagione precedente. I due portano cambiamenti tattici (difesa a tre per entrambi), Il primo ha

94 of 225

un equilibrio di squadra (il Bologna viaggiava a una media di due reti incassate a partita, il Parma aveva vinto una sola gara su otto) e una tranquillit prima sconosciuta. Soprattutto hanno lintelligenza di non sacrificare la fantasia sullaltare del risultato, non a caso Alessandro Diamanti che ha unottima spalla in Gaston Ramirez - e Sebastian Giovinco sono i leader riconosciuti delle due squadre, per le reti realizzate e per la qualit personale che ha deciso parecchie partite. E se Giovinco nome fisso nelle convocazioni azzurre di Cesare Prandelli , Diamanti si giocato al meglio le proprie possibilit in chiave Europeo, dopo aver velocemente vestito la maglia dellItalia in unoccasione, ai tempi del Brescia. Potrebbe far parte del gruppo. IL FUTURO Entrambi i tecnici hanno un contratto fino al 2013, pi solida appare la posizione di Donadoni (che ha appena infilato una serie di cinque vittorie consecutive), ma perch solida la societ sullasse formato dal presidente Tommaso Ghirardi e dallad Pietro Leonardi : loro non hanno dubbi su chi costruire il futuro immediato e prossimo. Pi complicata invece la situazione di Pioli, perch legata a quanto succeder in societ. Linteresse di Gabriele Volpi per il club tuttora concretao nonostante lo Spezia (di cui presidente) abbia appena conquistato la coppa Italia di Lega Pro e sia in corsa per la promozione in serie B. Se la trattativa si concretizzasse, il sogno dei nuovi proprietari si chiamerebbe Gianfranco Zola , anche se questo andrebbe a cozzare contro una piazza che oggi stravede per Pioli. E lui, dal canto suo, si guarderebbe intorno anche se nulla cambiasse nel club, perch i margini di manovra dellattuale propriet non sono amplissimi e il tecnico potrebbe vivere una situazione di grandi cessioni come quella vissuta a Palermo. Per questo Napoli e Roma stanno attente a quanto capiter a breve a Bologna. risollevato il Parma dopo lesonero a Cagliari, il secondo ha salvato il Bologna dopo il benservito incassato dal Palermo

95 of 225

Playoff, via! Marca parte in casa Acqua&Sapone Oggi landata dei quarti: i campioni in carica debuttano alle 20. Asti-Lazio in diretta tv dalle 20.45
I PLAYOFF sono un campionato a parte: si dimentica tutto, o quasi, e si ricomincia da zero. Otto squadre con le stesse possibilit di vincere lo scudetto: dallAlter Ego Luparense, che la regular season lha dominata, al Promomedia Sport Five Putignano, giunto ottavo a 25 punti dalla capolista. Si parte stasera, si finir il 9, l11 o il 16 giugno, a seconda di quante gare durer la finale: ma il solito e banale ogni partita una finale, ripetuto dagli allenatori prima di appuntamenti simili, stavolta tanto banale non . Basta una partita per mandare allaria una stagione. A tagliare il nastro della post season saranno Acqua&Sapone Fiderma e Marca Futsal, al PalaRoma di Montesilvano: da una parte gli abruzzesi di Bellarte, alla prima partecipazione assoluta ai playoff (era stata una prima volta anche nella Final Eight di Coppa Italia), dallaltra i campioni dItalia reduci Jonas pressato da Hector: dal prestigioso terzo posto in UEFA Futsal Cup Acqua&Sapone-Marca apre i ottenuto lo scorso weekend a Lleida. Polido, playoff di A (Vanzo/Div.c5) nonostante lenorme carica emotiva arrivata dal podio europeo, non pu dormire sonni tranquilli: lAcqua&Sapone, in casa, un cliente scomodissimo, ha vinto nove volte tra le mura amiche (anche se stavolta si giocher in un altro palazzetto) e ha gi fatto soffrire la Marca, che ha s vinto, ma a 35 secondi dalla sirena e su calcio di rigore. Sar anche la sfida tra i due capocannonieri della stagione regolare: da una parte Hector, al rientro dopo linfortunio alla caviglia, dallaltra Adriano Foglia, in gran forma e non solo per la doppietta di domenica scorsa allo Sporting. Laltra sfida della serata (con diretta su Rai Sport 1 alle 20.45) quella tra Asti Acqua Eva e Lazio: per la seconda stagione di fila, gli Orange hanno raggiunto i playoff, ma se lanno scorso la corsa della squadra di Tabbia si ferm nei quarti contro la Luparense, questanno la vittoria in Coppa Italia la dimostrazione che lAsti voglia fare sul serio, anche in campionato. Fin nei quarti anche lavventura della Lazio, unica testa di serie a non superare il primo turno: DOrto e i suoi non vogliono fallire e i tanti giocatori esperti a disposizione dellallenatore romano hanno tutta lintenzione di evitare brutte sorprese. Domani si completa il quadro di gara 1. Spicca il derby abruzzese tra Pescara e Montesilvano: al PalaRigopiano, si prevede il grande pubblico per il match tra Patriarca e Ricci, due tecnici che hanno gi dimostrato di valere. Sar anche il duello tra Mammarella e Barigelli, i due portieri della Nazionale, e la sfida da ex di Dud Morgado, ora al Pescara ma con un passato pochi chilometri pi in l. LAlter Ego Luparense, invece, riparte da Martina Franca, dove il Promomedia Sport Five Putignano cerca il miracolo?? contro una squadra che in campionato ha perso una
96 of 225

sola partita (pi quella a tavolino con la Finplanet Fiumicino). Vampeta, che ha gi annunciato laddio ai Lupi a fine stagione, vuole chiudere da vincitore. Scudetto, ma anche salvezza in palio: domani landata dei playout tra Franco Gomme Venezia e Finplanet Fiumicino, con gli aeroportuali senza il portiere Molitierno squalificato e Pagana che vuole coronare una grande rimonta con la permanenza in serie A. Che equivarrebbe a uno scudetto. PLAYOFF SCUDETTO QUARTI DI FINALE gara 1: oggi ore 20 Acqua&Sapone Fiderma-Marca Futsal, ore 20.45 (diretta Rai Sport 1) Asti Acqua Eva-Lazio. Domani: ore 20 Pescara-Montesilvano, ore 21 (diretta Rai Sport 2) Promomedia Sport Five Putignano-Alter Ego Luparense. Gara 2: mercoled 9/gioved 10 maggio. Gara 3: venerd 11/sabato 12 maggio PLAYOUT GARA DI ANDATA (ritorno sabato 12): sabato ore 20 Franco Gomme Venezia-Finplanet Fiumicino

97 of 225

98 of 225

TUTTOSPORT LEAGUE LA PENULTIMA GIORNATA

Giovinco da Europeo
DIEGO DE PONTI
TROPPO facile dire Messi e Ronaldo per Fulvio Collovati, campione del mondo nel 1982, e per loccasione fantallenatore alle prese con la formazione per il penultimo turno del torneo di ritorno della Tuttosport League. E per questo che locchio cade sulla novit inattesa del campionato: Io metto in campo Giovinco. E in forma e sta facendo una grande stagione. Potrebbe essere il nostro uomo per lEuropeo. Gli auguro di fare bene e lasciare il segno. In fondo quello dellattacco il rebus pi grande per Prandelli. Rossi non c, Cassano un punto interrogativo, Matri pure, Pazzini non gioca nemmeno pi, Balotelli ha troppo da fare con il gossip. Nella sua formazione c anche Barzagli. S, merita quel posto per quello che sta facendo nella COLLOVATI Juventus. Questanno sta giocando da campione del mondo. Dentro Barzagli Al suo fianco metto Thiago Silva perch nel suo ruolo il Gioca da campione migliore nel mondo. del mondo Ci sono altri due juventini: Vidal e Pirlo. Il cileno sta impressionando. Si rivelato un acquisto azzeccato. Non facile arrivare e incidere subito. Vede la porta, fa quello che ogni allenatore vorrebbe dai suoi giocatori: interdizione, ripartenza e gol. E un giocatore completo. Il secondo Pirlo che preferisco a Xavi. C posto per Iniesta nonostante il Barcellona abbia steccato. Il Barcellona questanno arrivato ad un passo dai suoi obiettivi ma conta come andata: pali, traverse. Di tutto un po. E poi i suoi giocatori non si discutono. Parliamo dellEuropeo, quali possibilit ha lItalia? Non facile dare un responso. LEuropeo un torneo strano, ancora pi particolare del Mondiale e contano tante variabili. Se si guardano le qualificazioni gli azzurri sono favoriti ma la questione dellattacco importante. Il paradosso che abbiamo tanti centrocampisti. In difesa ci affidiamo al blocco della Juventus. Il problema capire se riuscir a tenere ancora per tutto il torneo. Piaccia o non piaccia, la Nazionale lo specchio della Juventus. Segna poco in rapporto al gioco che esprime. Parliamo di campionato, si aspettava questa Juventus? No, mi ha stupito. Ho sempre pensato Milan ma si pu anche sbagliare. Il capolavoro bianconero lo ha fatto Conte. In campo luomo in pi stato Pirlo per continuit e per qualit del suo contributo. Tuttavia il Milan tornato sotto. Colpa di Buffon? Un errore lo pu fare chiunque. Non penso che cambier nulla. La Juventus non squadra che crolla per un episodio del genere. Dove ha sbagliato il Milan? Il Milan ha raccolto un solo punto con Fiorentina e Bologna. Troppo poco per due incontri casalinghi. E arrivato a queste due partite spento, forse con troppi infortuni. Forse ha pagato la fatica della sfida con il Barcellona. Il campionato si deciso in quelle due sfide. Come giudica loperato di Stramaccioni? Penso che per giudicarlo gli si dovrebbe offrire lopportunit di guidare la squadra per tutta la stagione. I giovani che promettono bene? Mi piacciono Ramirez del Bologna, Destro del Siena e Bonaventura dellAtalanta. Faranno il salto nelle grandi. Cosa deve fare la Juventus per preparare la prossima stagione?

99 of 225

Si deve rinforzare. C bisogno di una punta di peso, un attaccante da 15 gol a stagione. Ci vuole un top player per reparto. In passato ha abusato nel comprare tanto e male. Ora ci vogliono innesti mirati perch davanti c una stagione intensissima.

100 of 225

IL TURNO INFRASETTIMANALE Montolivo, doppietta per tornare a ruggire


DOPO Messi c Montolivo . Il centrocampista della Fiorentina da tempo latitava dai piani alti della classifica a punti della Tuttosport League. Il turno infrasettimanale lo ha riportato sugli scudi. Mentre a bordo campo i nervi cedevano, sul rettangolo di gioco Montolivo rimetteva in linea di galleggiamento la piccioletta barca?? viola, condannava il Novara, e regalava ai Ottima prova del Riccardo Montolivo, 27 anni, fantallenatori, che lo centrocampista esulta dopo il pareggio. Alle hanno scelto, 12 viola, che torna tra sue spalle la delusione dei punti. Bene anche la i top. Solo Messi fa novaresi (Lapresse) coppia Parma: meglio. Bene anche la coppia del Giovinco (11) e Biabiany (10.5). Parma formata da THE BEST Meglio del toscano ha fatto solo Messi con 15.5 Giovinco e punti. Lo segue a ruota Puyol con 10.5. Pi lontano il Real Biabiany Madrid: Ozil e Higuain totalizzano 9 punti. In rapporto fa meglio Casillas con 8 punti, miglior numero uno, con De Sanctis , di giornata. BOCCIATURA Montolivo non salva del tutto la Fiorentina. Basta guardare la lista dei punteggi peggiori per trovare la conferma di unannata, e una giornata no, In difesa c Camporese con 4 punti, Pasqual con 4.5. NAUFRAGIO Peggio fa solo lattacco del Lecce. I salentini fanno un brutto scherzo alla Juventus, pareggiando con Bertolacci ma infilano una serie negativa da urlo con Di Michele (4 punti), Seferovic (4) e Muriel (4.5). I VINCITORI Il primo premio di giornata va a Vesuvus che fa meglio di tutti con 102 punti. Nel nome sta scritta la fede calcistica del suo fantallenatore. La squadra straripa di partenopei: De Sanctis (8 punti), Cannavaro (6), Hamsik (10), Cavani (9.5). Il tutto condito con un po di Messi (15.5) e Higuain (9). Alle sue spalle si piazza Shalom con un punto in meno. Stesso punteggio per Fanilla F.C. che per si iscritto dopo alla Tuttosport League.

101 of 225

LE BIG STRANIERE Il Chelsea vale un sei C la FA Cup


UN SEI per tutti i giocatori del Chelsea. I Blues domani sono impegnati nella finale di FA Cup contro il Liverpool e riceveranno in blocco un sei. Di seguito i tabellini e i voti delle partite mercoled CISSE SUPER A LONDRA Il Chelsea sceglie il turnover e il Newcastle ne approfitta: 2-0. Due gol di Cisse mandano al tappetto i Blues. CHELSEA (4-2-3-1): Cech 6; Bosingwa 5, Ivanovic 5.5, Terry 4, Bertrand 5; Mikel 5, Meireles 5 (33 st Lampard 4.5); Sturridge 4.5 (1 st Mata), Malouda 5.5 (16 st Drogba), Ramires 6; Torres 6 TRIONFO REAL MADRID Il Real ne fa tre a Bilbao ed trionfo. A segno Higuain, Ozil e Ronaldo REAL MADRID (4-2-3-1): Casillas 7; Arbeloa 5, Pepe 5, S. Ramos 5.5, Coentro 4.5; Khedira 5, Xabi Alonso 6; Callejn 5.5 (42 st Marcelo ng), zil 6.5 (34 st Granero ng), Ronaldo 6.5; Higuan 6 (31 st Benzema 6). Ammoniti: Arbeloa, S. Ramos, F. Coentro, X. Alonso, M. zil. Note: Ronaldo ha sbagliato un rigore BARCELLONA, 4 GOL Il Bara vince 4-1 col Malaga. Tre gol Messi e uno Puyol BARCELLONA (4-1-2-3): Pinto 7; Dani Alves 7, Mascherano 7, Puyol 7.5 (22 st Bartra 6), Correia 6.5; Keita 7; Fbregas 7.5, Iniesta 7.5 (30 st Afellay ng); Cuenca 7, Pedro 7 (39 st Tello ng), Messi 8.5. Ammoniti: Pedro e Fabregas. Note: Messi ha realizzato due rigori

102 of 225

103 of 225

104 of 225

105 of 225

106 of 225

107 of 225

108 of 225

109 of 225

110 of 225

111 of 225

112 of 225

113 of 225

114 of 225

ESTERO IL TRIONFO DEL REAL MADRID

Il titolo pi bello
MADRID. Campeones, la Madrid bianca pu sfogare tutto il suo orgoglio e riappropriarsi di quella Liga divenuta negli ultimi anni un affare riservato al Barcellona. Dopo quattro stagioni amare si torna a festeggiare alla fontana de Cibeles, la location che da sempre celebra i trionfi del Real Madrid, ma che ultimamente era stata mestamente disertata. La vittoria di mercoled sera a Bilbao, che aveva seppellito ogni speranza catalana legata alla matematica con due turni di anticipo, ha chiuso un cerchio e rilanciato una societ e una MOURINHO La squadra che resta un esempio unico al mondo. Liga il top, qui SPECIAL LIGA stato difficile vincere in Portogallo, nessuno ti regala Inghilterra e Italia, ma questo successo stato il pi duro da nulla ottenere. In Spagna nessuno ti regala nulla ed sufficiente rivedere la nostra partita contro lAthletic Bilbao, abbiamo dovuto lottare dal primo allultimo giorno. Per me il settimo titolo e so le emozioni che si provano. Il Barcellona una squadra di grandi professionisti e ha spinto fino in fondo, le prime parole di Jos Mourinho che aveva affrontato con il consueto spirito la nuova avventura spagnola. Il 32 titolo spagnolo del Real Madrid sublima una carriera che sta assumendo i contorni di leggenda. Voglio complimentarmi con tutti, specialmente con i nostri familiari, che sono quelli che soffrono davvero perch devono vivere con noi condividendo le emozioni forti di una lunga stagione. Questo un titolo che va davvero festeggiato. IL FUTURO Jos Mourinho, tra le pieghe di una festa coinvolgente iniziata gi sul terreno di gioco del San Mams di Bilbao, ribadisce che il suo legame con il Real Madrid resta saldo: Ora il lavoro continua perch la prossima stagione sar altrettanto dura. Sono soddisfatto Puntura al Bara: perch ho vinto il titolo nel mio paese e poi nei tre Gli esperti campionati pi importanti dEuropa. Non coltivo altre pensano esista un ambizioni, non esiste un torneo che mi attiri pi della Liga. Il solo tipo di gioco. Real Madrid ha messo in mostra un calcio di alto livello Guardiola: Hanno eppure, quelli che credono di essere degli intenditori, meritato, ma pensano che sulla terra esista solo un tipo di gioco abbiamo visto (sottinteso nemmeno troppo velato al Barcellona, ndr). tante cose... Questa gente che conosce il calcio solo attraverso Google, parla tanto ma non capisce nulla. Il Barcellona, come noi, non ha mai mollato anche se ha goduto di qualche rigore discutibile. Al tirar delle somme, penso che anche loro sono consapevoli che il successo del Real stato meritato. A DENTRI STRETTI Da Barcellona arrivano complimenti di facciata. Pep Guardiola non maschera le sue idee: Il Real Madrid merita questo titolo anche se abbiamo visto tante cose.... Un commento lasciato in sospeso e che, probabilmente, va riferito ai comportamenti spesso sopra le righe di Mourinho oppure di Pepe durante il Clasico quando cammin, per alcuni volontariamente, sulla mano di Messi a terra. Lanalisi della gara contro il Malaga fa capire che il fuoco della rivalit calcistica non si spegner facilmente: Contro il Malaga ci hanno assegnato due rigori... Ora che non ha pi importanza, mi sembra un po beffardo.

115 of 225

IN BREVE Robben prolunga Bayern fino al 2015


MONACO. Arjen Robben ha prolungato il contratto con il Bayern e rester in Baviera fino al giugno 2015. A dare lannuncio del rinnovo stato lo stesso club. Arjen un giocatore importantissimo per noi, garanzia di un futuro brillante, si rallegrato Karl Heinz Rummenigge. La decisione di Robben di prolungare con il Bayern mette fine ai dubbi sollevati dallalterco scoppiato nello spogliatoio fra lolandese e Franck Ribery durante lintervallo della semifinale dandata di Champions, contro il Real Madrid del 17 aprile. Robben, 28 anni, al Bayern dal 2009, proveniente dal Real Madrid. Il suo contratto sarebbe scaduto nel giugno 2013. MARADONA: AVANTI NELLAL WASL Diego Maradona si impegnato ad onorare il suo contratto di allenatore dellAl-Wasl di Dubai, che scadr alla fine della prossima stagione. Lo ha annunciato il club degli Emirati in un comunicato. Maradona, che nei giorni scorsi ha minacciato di andarsene se non potr disporre di nuovi giocatori, ha ammesso - secondo il comunicato - che la sua presa di posizione non era nellinteresse del club. Maradona ha firmato con lAl-Wasl nel giugno 2011, undici mesi dopo essere stato esonerato da commissario tecnico della Nazionale argentina, eliminata dalla Germania (4-0) nei quarti di finale del Mondiale 2010 in Sudafrica. HONDURAS, SPARI TRA TIFOSI: UN MORTO Una sparatoria tra tifosi allingresso dello stadio di San Pedro Sula, seconda citt dellHonduras, ha causato la morte di un giovane di 21 anni e il ferimento di altre cinque. Lo scambio di colpi darma da fuoco ha coinvolto sostenitori del Marathon club e del Motagua poco prima della gara di andata della semifinale del campionato, finita 0-0. Secondo testimoni, due gruppetti di tifosi delle due squadre hanno cominciato a insultarsi allesterno dello stadio Olmpico Metropolitano, poi sono passati ai fatti e infine qualcuno ha estratto delle armi. LIEVITANO I COSTI DEL MONDIALE 2014 Lattuale stima ufficiale del costo per costruire e restaurare i 12 stadi in cui saranno giocate le partite dei Mondiali 2014 il triplo di quella stimata dalla Federcalcio brasiliana nel 2007, quando il Brasile venne scelto dalla Fifa come sede della prossima Coppa. Lo rivela il portale UOL. Al momento, la previsione ufficiale del ministero dello Sport di Brasilia per terminare i cantieri negli impianti di 2,7 miliardi di euro, contro gli 800 milioni di euro calcolati allepoca. Tra gli stadi sede risultati pi costosi spicca lo storico Maracan di Rio de Janeiro, la cui previsione di spesa aggiornata allo scorso aprile pari a circa 320 milioni di euro.

116 of 225

7 I CAMPIONATI conquistati in carriera da Jos Mourinho con Porto (2003 e 2004), Chelsea (2005 e 2006), Inter (2009 e 2010) e Real Madrid (2012)

117 of 225

3 GLI ALLENATORI che come Mourinho hanno vinto il titolo in 4 paesi: Ernst Happel (Austria, Olanda, Belgio e Germania) e Giovanni Trapattoni (Italia, Germania, Portogallo e Austria)

118 of 225

119 of 225

Cestaro al Padova Vietato perdere


RICCARDO SOLFO
PADOVA. Momento delicato dir poco. In casa Padova la tensione alta, anche se lo spogliatoio, come ha ricordato il ds Rino Foschi , unito. Il problema adesso legato alla classifica, perch i biancoscudati non sono pi in zona play off. Dal Canto non stato esonerato, ma i numeri sono pesanti. Ieri il presidente Cestaro a sorpresa passato a Bresseo a salutare la squadra prima della partenza per il ritiro anticipato di oggi a Salsomaggiore Terme: Lincazzatura c stata Marcello Cestaro, 74 anni: e in parte c ancora patron del Padova dal 2004 ma dobbiamo cercare Il presidente: (LaPresse) di guardare avanti. Sono arrabbiato, Dobbiamo cercare di siamo fuori dai portare a casa almeno un punto, cerchiamo di non playoff. Dal Canto? prenderle, sarebbe gi un bel passo avanti. Purtroppo siamo Posso anche usciti dai playoff e questo dispiace a tutti, ma non dobbiamo telefonare a abbatterci. Ho incontrato Baraldi , Foschi, la Carron e i miei qualcun altro, ma uomini per valutare la situazione. Smettiamola di avere non ha senso qualche piccola invidia fra i nostri uomini, non siamo cambiare ora. bambini. Dobbiamo pensare solo a cercare di non buttare Nuove frecciate al via una stagione. Deciso anche su Dal Canto , anche se il giudice Valente presidente ha ammesso di aver contattato altri tecnici: Si pu anche telefonare in giro per il mondo a qualcuno, ma non ha senso cambiare a 4 giornate dalla fine. Cerchiamo di andare fino in fondo. Ancora su Baraldi : A me ha dato il consiglio di smetterla col calcio, perch mi incazzo e basta. Poi lui venuto qui per fare un altro lavoro, valuta il budget dentro il quale il direttore sportivo deve stare. Il suo ruolo definito, poi valuteremo a giugno. Infine, le frasi su Cairo e sui 3 punti riottenuti davanti alla Corte federale, dopo che il giudice Valente aveva dato la vittoria al Toro: Al di l di aver trovato un giudice che avrebbe dovuto fare le cose in modo trasparente e non lo ha fatto (allusione proprio a Valente , ndr), lavvocato Grassani mi ha spiegato che sono state rivalutate le situazioni ed arrivato questo verdetto (il 2 grado di giudizio, ndr). Faccio un appello ai nostri tifosi e a quelli del Torino, mettiamo da parte tutto e cerchiamo che parli solo il campo. Con Cairo i rapporti restano buoni, ognuno poi pensa al proprio interesse, non so se andranno avanti con i ricorsi, nel loro pieno diritto. Noi, a nostra volta, ci siamo difesi e abbiamo ottenuto indietro i tre punti. Ha parlato anche Cutolo : Ci scoccia non poco essere usciti dai play off alla 38 giornata, ma non fondamentale battere il Torino. La partita importante, ma secondo me non decisiva, poi ne mancano tre e abbiamo un piccolo vantaggio, visto che Varese e Sampdoria hanno gli scontri diretti.

120 of 225

TORO verso il big match allolimpico

Ogbonna-Benussi ko
ALESSANDRO BARETTI
TORINO. Ginocchia ballerine in vista del Padova. Non perch i granata abbiano timore di affrontare i biancorossi, anzi quella contro la squadra di Dal Canto una tra le gare che il Torino pi vuole vincere. Un po perch nel passato campionato il Padova, si ricorder uscito dallOlimpico tra gli applausi dei tifosi di casa, escluse il Toro di Lerda dalla corsa ai playoff, un po, anzi soprattutto, per le scorie del pasticcio seguito al black out dellEuganeo. No, le ginocchia ballerine sono quelle di Benussi e Ogbonna . Ieri il portiere non ha preso Problemi al parte allallenamento ginocchio per a causa di una entrambi, sono in tendinite al ginocchio dubbio per luned sinistro, il difensore ha invece iniziato la seduta, salvo interromperla Ogbonna ha 2 obiettivi: la A per il riacutizzarsi di un problema tendineo al col Toro e gli Europei con ginocchio destro. Due infortuni di una certa gravit, che solo gli esami che verranno lItalia (Liverani) effettuati questoggi potranno semmai ridimensionare. Intanto, inevitabile, nello staff medico granata, e conseguentemente in Ventura , alberga una certa preoccupazione. C ancora un ragionevole lasso di tempo prima di scendere in campo per la quartultima di campionato (ma il Torino deve recuperare la partita contro il Sassuolo), per evidente che, allo stato dellarte, la condizione fisica di Benussi e Ogbonna sia del tutto precaria. PURE DARMIAN OUT Oltretutto, a essere sotto osservazione, sono il portiere titolare e il perno della difesa. Reparto che contro il Padova dovr gi fare a meno di Darmian , ex biancorosso appiedato dal giudice sportivo. CertoM ovviare allindisponibilit di Benussi e Ogbonna non sarebbe facile, se per Ventura non s pianto addosso per gli infortuni da agosto a oggi, non inizier a farlo a una manciata di giornate dalla fine del campionato. Visto che limpiego di DAmbrosio a destra consentirebbe al tecnico ligure di non dirottare un elemento sulla fascia, per il ruolo di difensore centrale restano comunque in tre per due maglie. Nel gioco delle coppie che lallenatore ha quasi sempre rispettato, il sostituto naturale di Ogbonna Pratali . C poi lalternativa Di Cesare , per tutto larco della stagione alternato al polacco Glik . Doveroso, in proposito, aprire una parentesi sullex Guai ai tendini, difensore del Bari. oggi esami per il DUE OBIETTIVI Da inizio stagione Glik ha sempre centrale e il dichiarato di voler raggiungere due obiettivi, per la stagione portiere: la in corso. Uno da centrare con il Torino, laltro da agguantare preoccupazione attraverso la Nazionale. Ebbene, n luno n laltro sono grande. Glik ancora certificati, per la possibilit che il difensore convocato dalla scopertosi bomber possa centrare entrambi concreta. Polonia Voglio la A con il Torino, e sono certo del fatto che se con il mio club far bene potr ricevere la chiamata della Polonia

121 of 225

per disputare gli Europei che giocheremo in casa. Questo quanto dichiarato a pi riprese da Glik. Lultima dopo la rete di sabato al Crotone. In settimana uscir la lista dei preconvocati: conto di esserci, diceva pochi giorni fa. E, appunto anche grazie a una serie di buone prestazioni disputate nellultimo periodo con il Torino, il nome di Glik compare nella lista redatta da Franciszek Smuda , ct della Polonia, in vista dellEuropeo che si disputer proprio in Polonia e Ucraina. Si tratta di una prelista di 26 giocatori che sar ridotta a 23, quindi Glik ha buone probabilit, ma non ancora la certezza, di volare nel suo Paese per la rassegna continentale. Come ci sono ottime possibilit, ma anche in questo caso nulla scritto, che il difensore possa centrare il secondo obiettivo della sua stagione: la promozione in A con il Torino. Nessuna sovrapposizione di date: Glik rimarr con il Torino fino allultimo minuto della stagione regolare. Differente il discorso nel caso in cui i granata scivolassero ai playoff: la finale di ritorno in cartello il 9 giugno, la Polonia esordir agli Europei contro la Grecia l8. Ecco, il Toro ha un motivo in pi per andare direttamente in A.

122 of 225

DA OGBONNA A VENTURA Tanti granata in corsa per i premi della B


TORINO. Da oggi sar possibile votare per i Serie Bwin Awards??. I premi per Giocatore dellanno e Miglior gol verranno assegnati dal pubblico votando direttamente su Facebook, nella pagina ufficiale della serie B: i tre nominati del Torino per il titolo sono Ogbonna, Stevanovic e Antenucci. I premi invece per Miglior portiere (tra i granata candidato Coppola), Miglior difensore (tra i granata candidati Ogbonna e Glik ), Miglior centrocampista (tra i granata candidato Stevanovic) e Miglior attaccante (per i granata candidati Antenucci e Bianchi) verranno assegnati da una giuria di giornalisti. Gli allenatore invece sceglieranno il Miglior tecnico, con Ventura serio candidato per il successo finale.

123 of 225

Arbitra Ostinelli Quello che fece infuriare Camilli


STEFANO LANZO
TORINO. Il clima, luned allOlimpico, sar bollente a prescindere: troppo evidenti gli strascichi del caso black out, con il giudice sportivo che in primo grado aveva assegnato al Torino la vittoria a tavolino contro il Padova e poi con la Corte di Giustizia federale che aveva ribaltato la sentenza di Valente , riassegnando la vittoria e i conseguenti tre punti al club di Cestaro . Un pasticcio allitaliana Torino-Padova al che per non fischietto di Como: ancora arrivato ai titoli con lui granata di coda: entro la fine sempre vincenti, di questa settimana lultima volta infatti, a meno di goleada e clamorosi colpi di polemiche a scena, il Torino Emilio Ostinelli, 32 anni Grosseto. Black presenter out: pronto il ufficialmente il ricorso allAlta Corte di giustizia del Coni. ricorso al Coni 3 PRECEDENTI Il posticipo non sar dunque una partita come le altre, per una serie di motivi: dalle tensioni di questi ultimi 5 mesi tra le due societ alle situazioni di classifica, con il Torino a caccia di punti per la promozione diretta e il Padova alla disperata rincorsa di un posto nei playoff. Inevitabile che ci fosse grande curiosit e attenzione sulla designazione arbitrale, specialmente dopo la prestazione del signor Di Bello durante Torino-Crotone. La scelta caduta su Emilio Ostinelli , 32 anni, direttore di gara di Como, che ha precedentemente diretto i granata tre volte: in tutte e tre le occasioni il Torino ha vinto. Il primo precedente risale allagosto 2010, quando in coppa Italia il Toro di Lerda pieg il Cosenza per 3-1, ma solo ai supplementari: Ostinelli assegn due rigori ai granata (pi espulsione per un giocatore del Cosenza), evento pi unico che raro in questa stagione (la squadra di Ventura ha beneficiato di un solo penalty a favore, alla prima giornata). Due gli incroci questanno: in Torino-Juve Stabia 1-0 e, lultimo, a Grosseto, nella vittoria del Torino molto contestata dai toscani, con tanto di show del patron Camilli che prese per la cravatta lautista di Cairo . statistiche a cura di Football Data

124 of 225

125 of 225

126 of 225

127 of 225

Mor anche il fondatore di Tuttosport


TORINO. In quel tragico 4 maggio del 1949 il fato si port via 31 persone: 18 giocatori del Grande Torino, 3 dirigenti, il tecnico e 2 suoi collaboratori, 4 membri dellequipaggio e 3 giornalisti. Oltre a Renato Tosatti e Luigi Cavallero, cera Renato Casalbore, fondatore e primo direttore di Tuttosport. Casalbore aveva 58 anni quando per nello schianto a Superga, di ritorno dalla trasferta di Lisbona dopo lamichevole tra il Grande Torino e il Benfica per laddio al calcio di Francisco Jos Ferreira, amico del capitano granata Valentino Mazzola. Casalbore fond Tuttosport il 30 luglio del 1945.

128 of 225

il pellegrinaggio Alle 17 a Superga la funzione religiosa


TORINO. Il pellegrinaggio comincer dalle prime ore del mattino, per poi raggiungere il culmine nel pomeriggio, quando migliaia di persone affolleranno il piazzale davanti alla Basilica per rendere omaggio al Grande Torino, a 63 anni dalla sua scomparsa. La salita a Superga un rito per i tifosi granata (e non solo): in questa occasione, peraltro, caratterizzato da una situazione di classifica differente rispetto agli ultimi, turbolenti anni. Tant, la tradizione prevede che alle ore 17 (allora della tragedia) la Messa venga celebrata da don Aldo Rabino, lo storico cappellano del Torino, davanti alla squadra granata al gran completo. Un momento di commemorazione e commozione, ma anche loccasione per parlare del presente e soprattutto del futuro granata. Terminata la funzione, ci si sposter davanti alla lapide, dove il capitano del Torino legger i 31 nomi impressi nella pietra e nella memoria della gente del Toro: per Rolando Bianchi si tratter della terza volta. Per tanti granata invece, Ventura in testa, sar un debutto assoluto. Bisogner destreggiarsi tra i cantieri, dovuti ai lavori che interessano i percorsi che portano alla lapide: sono stati aperti dei varchi, ma di sicuro la presenza della folla creer qualche inevitabile disagio. Infine le previsioni meteo, che annunciano pioggia proprio attorno a met del pomeriggio. Giusto quando il popolo granata si riunir nel silenzio della riflessione e della preghiera. Proprio come nella tradizione del 4 maggio. S.L.

129 of 225

E stamane Fassino ne parler con Cairo


STEFANO LANZO
TORINO. Da questanno la Citt di Torino ha deciso di dedicare lintera giornata del 4 maggio, con tutti gli onori del caso, ai Caduti di Superga e dunque al Grande Torino: il giorno della memoria granata diventa perci istituzionale e, secondo protocollo, verr celebrato nella Sala Rossa del Comune di Torino questa mattina. Il programma prevede perci gli interventi del sindaco Piero Fassino e del presidente del Consiglio comunale Alle 11 in Comune torinese, ovvero sar ricordato il Giovanni Maria Grande Torino. A Ferraris : lospite in margine della Municipio, a partire cerimonia il patron dalle 11, sar il discuter con il presidente granata sindaco della Urbano Cairo . questione stadi Dunque, oltre al doveroso e sincero ricordo del Grande Torino e delle altre vittime della tragedia del 4 maggio 1949, primo cittadino e patron del Toro avranno loccasione per discutere dellimpellente attualit: la questione stadi, con le situazioni di Filadelfia e Olimpico sotto la lente di ingrandimento. MASSIMA FIDUCIA Tre settimane fa, nel contesto di una visita alla squadra durante gli allenamenti alla Sisport, Cairo aveva preannunciato un pi o meno imminente incontro con il sindaco proprio per affrontare largomento: Per quanto concerne il Filadelfia, io nutro la massima fiducia in Fassino: ci siamo parlati in maniera estremamente chiara e ho percepito da parte sua la volont di portare a termine il discorso sul Filadelfia. E anche sullo stadio Olimpico presto torneremo a confrontarci, anche perch ritengo che sullimpianto il Torino abbia una sorta di prelazione morale. E su questa prelazione morale, come lha definita il presidente granata, cos come su tempistiche e evoluzioni della situazione Filadelfia, Fassino e Cairo si confronteranno, per provare ad accelerare su entrambi i tavoli. Il futuro dello stadio Olimpico rimane un rebus, perch il contratto di affitto che il Torino ha con il Municipio in scadenza al termine di questa stagione e laffidamento dellimpianto in comodato duso per 99 anni

Piero Fassino, 62 anni, sindaco di Torino (LaPresse) Urbano Cairo, 54 anni, patron del Torino (Liverani)

130 of 225

resta un punto interrogativo. Per non parlare del Filadelfia: a luglio si celebrer un triste anniversario, a 15 anni dallinfausta demolizione di quello che fu lo stadio del Grande Torino.

131 of 225

TORO 63 ANNI FA la tragedia del GRANDE TORINO

4 maggio nel segno del Fila


MARCO BONETTO
TORINO. Il miglior modo per avvicinarci al 4 maggio ricordare con tutti gli onori il Grande Torino, come giusto che sia, ma accendendo i riflettori anche sul Filadelfia. Per non per fare parole vuote, bens in modo concreto, con impegni precisi. Assessore Gallo, i tifosi e i cittadini proprio questo pretendono. Fatti, non chiacchiere. Ma siamo daccordo, lho appena detto. Da quando il Fila stato sciaguratamente demolito, nel 1997, si sono susseguiti scandali e promesse inevase, prese in giro. Tocca a lei e al sindaco Fassino segnare una svolta. Difatti vorrei che si aprisse una nuova era sulla base di tempi certi e di impegni concreti. E che il tutto portasse con s una unit di Lassessore Gallo: intenti assoluta tra i Ho chiesto di vari protagonisti stanziare 3 milioni e coinvolti. A mezzo per la cominciare da tutti i ricostruzione componenti della Fondazione Filadelfia. Che chiamata a promuovere la rinascita Stefano Gallo, 35 anni, del Fila quale centro sportivo per gli assessore allo Sport di Torino allenamenti del Torino. Una delle numerose Vorrei sgombrare il campo da dubbi, timori. La manifestazioni dei tifosi rinascita del Filadelfia un argomento che sta granata al Filadelfia: lo stadio molto a cuore alla Citt: in testa il sindaco del Grande Torino fu Fassino e il sottoscritto, in qualit di assessore sciaguratamente demolito nel allo sport. Nello stesso mandato del sindaco luglio del 1997 (LaPresse) presente la riqualificazione di quella storica e gloriosa area. Sono qui per ribadire la nostra ferma volont di ridare vita al Fila. E di qui nascono alcune proposte concrete per accelerare e allargare il quadro. Cominciando dal bilancio del 2012 della Citt, che ora dovr essere approvato. Dintesa col sindaco ho ufficialmente chiesto di stanziare, di mettere a bilancio quelle risorse economiche che in passato, sotto la giunta precedente, erano state oggetto di impegni e delibere. Quei 3,5 milioni che la Citt si era impegnata a garantire per il Fila? Esatto, la cifra questa. Ho chiesto di inserirla nel nuovo bilancio della Citt proprio per mandare subito un nuovo messaggio forte, concreto, che testimonia il nostro impegno deciso. Poi, strada facendo, si vedr in quale forme e tempistiche quei soldi dovranno essere utilizzati, se spalmati su pi o meno anni. Ma intanto bene che vengano stanziati subito. Un atto che esprime una volont politica forte. Nelle prossime settimane la commissione giudicante della Fondazione Filadelfia render noto il progetto preliminare vincitore del concorso di idee. Sar un

132 of 225

passaggio chiave. S. E bisogna tener conto che il problema del Fila non riguarda solo la ricostruzione, di cui tutti parlano, ma anche la gestione della nuova struttura sportiva. Non si dovr erigere una cattedrale nel deserto dai costi di gestione insostenibili. Che poi si rivelano un fardello insopportabile per il Torino o la Citt. Al contrario occorre un nuovo centro sportivo allaltezza delle esigenze del club e rispettoso della storia... con anche la foresteria, il museo, come da bando Il Comune del concorso... un nuovo centro sportivo, dicevo, che possa conferma gli avere costi di gestione equilibrati. Affinch il nuovo Filadelfia impegni del sia un elemento di forza e un motivo di orgoglio per tutti, e passato. Parler non un problema assurdo. E poi c unaltra cosa. col Credito Ovvero? sportivo, ma siamo Sempre in sintonia col sindaco, non appena il concorso di pronti a incontrare idee avr il suo vincitore e il progetto sar magari rivisitato anche altri privati o per migliorarlo definitivamente, proporr che la Fondazione sponsor interessati effettui una ricerca di mercato, che lanci una manifestazione a collaborare di interesse per capire se possono essere interessati a collaborare alla rinascita e alla gestione del Fila anche nuovi privati o sponsor. Questo al di l dei componenti della Fondazione stessa: il Comune, la Regione, il Torino, le associazioni dei tifosi. Un eventuale privato che dovesse aggiungersi per costruire e gestire limpianto dovrebbe comunque rispettare i diritti del Torino, che utilizzer larea. E il Credito sportivo? Nessuno lo dimentica, anzi. In parallelo con la manifestazione di interesse aperta ai privati torner a contattare il Credito sportivo per organizzare una nuova riunione, dopo quelle dellanno scorso. E anche su questo c piena intesa con il sindaco, naturalmente. Sono cambiati i vertici del Credito. Dovrete ricominciare daccapo. Unaccelerata benedetta. Non un problema. Stante i vincoli che riguardano i bilanci della pubblica amministrazione, il mio obiettivo sedermi a un tavolo con i nuovi commissari del Credito per comprendere nel dettaglio il sistema di garanzie necessario per ottenere un mutuo a tassi agevolati su un periodo di 15 o 20 anni, per esempio. Da una parte si ragioner con il Credito, dallaltra si lancer quella manifestazione dinteresse, intanto avremo finalmente in mano il progetto di riferimento per la ricostruzione. Sono queste le idee che girer alla Fondazione. E spero che tutte queste proposte vengano valutate con fiducia, senza prevenzioni. Le porte del mio assessorato sono sempre aperte. La ricorrenza del Grande Torino sar utile anche per discutere di queste novit con Cairo. Sar il mio primo 4 maggio. Un onore, da assessore. A Cairo gli dir anche in bocca al lupo, sperando di festeggiare una certa cosa a fine stagione. Assessore, ha preso impegni formali, non lo dimentichi. Ribadisco. Il sindaco e io siamo decisi a ridare vita al Fila.

133 of 225

134 of 225

Pescara: numeri da serie A


Ivano Di Sciascio
PESCARA. Non ha mai negato di vederle, di studiarle e di attribuire loro un significato molto importante. Le statistiche per Zdenek Zeman sono un rituale consolidato di inizio settimana e talvolta, soprattutto nei rari momenti di difficolt della squadra, ha invitato un po tutti gli addetti ai lavori a vedere il Pescara anche dal punto di vista degli approfondimenti statistici. LEADER NELLA PERICOLOSITA Il giudizio esaltante non cambia, piuttosto aumenta, vista la leadership in tante Quasi tutte le classifiche della compagine biancazzurra. Partiamo proprio statistiche dai primati. Ecco una serie di statistiche, attraverso una premiano la media a partita: gol fatti (2.2), tiri nello specchio (6.9), tiri squadra di Zeman, totali (16.2), palle giocate (627.9), supremazia territoriale che primeggia per (1142??), pericolosit (65.6%). Il Pescara al comando, gol a partita, tiri incontrastato in queste sei speciali classifiche. Per angoli nello specchio, (5.8) e passaggi riusciti (66.6%) siamo in entrambi i casi ad palle giocate... un soffio dal gradino pi alto. VISTO DALLANGOLO E su questi due dati opportuna una riflessione: perch i corner di questa stagione proposti dal Pescara sono una bellissima novit, con palla a terra, scambi stretti e il terzo uomo spesso premiato dallultima rifinitura dello schema. E poi i passaggi riusciti: visto il coefficiente di difficolt dato dalla ricerca della verticalizzazione imposta da Zeman, stiamo parlando di un dato ancora pi straordinario, rapportato alle percentuali minori e con una difficolt di esecuzione pi bassa di chi invece sviluppa gioco pi orizzontale. Mancherebbe il possesso palla, si vero, dove i biancazzurri virtuosamente?? peccano (solo la quarta piazza con 2634??): appunto, virtuosamente, perch si sa il calcio del boemo trovare la via pi breve e rapida per arrivare in porta. Possesso sterile e orizzontale non risultano presenti nel vocabolario di Zemanlandia. No, da sempre il tecnico boemo stimola le verticalizzazioni, utilizza il portiere da libero aggiunto. In una parola diverte a tutto tondo: quando poi, come in questannata, anche i risultati lo premiano, ecco che le sue squadre sanno entusiasmare senza sosta.

135 of 225

TORO IL MERCATO

Il Toro su Mastriani
MARCO BONETTO
TORINO. Dopo Romain Alessandrini , 23 anni, punta del Clermont, serie B francese (10 gol in 30 partite), spunta un altro profilo di mercato per il Torino. In Uruguay, forse esagerando un po vista lancora giovanissima et (19 anni appena compiuti) e la ridotta esperienza, lhanno gi definito il nuovo Cavani . Ma di sicuro Gonzalo Mastriani , attaccante dellAtletico Cerro, uno dei giovani prodotti uruguaiani pi promettenti e in vista sul mercato europeo. Tanto pi ora che nota la volont del club di monetizzare, attraverso la cessione del suo gioiellino, e che Nel mirino per la A Mastriani ha fatto c anche il giovane sapere di essere bomber uruguaiano pronto a trasferirsi allestero per dare una nuova svolta alla propria carriera. CIOCIARO Su Alessandrini, candidato a essere eletto miglior giocatore della serie B francese, il Torino si mosso con discreto anticipo, arrivando a ottenere una sorta di prelazione. La cifra in ballo considerevole, tra 2 e 2,5 milioni di euro. Ma tutto, ovviamente, legato in primo luogo alla promozione del Torino, condizione basilare perch il club granata possa muovere altri passi determinanti Gonzalo Mastriani, 19 anni, 10 nella corsa al francese. Cos, anche per reti in 24 gare con lAtletico cautela, si spiega la ricerca di informazioni su Cerro Romain Alessandrini, 23 altri giovani attaccanti, come appunto anni, 10 gol in 30 partite con il luruguaiano Mastriani. Anche lui con il contratto Clermont non in scadenza a giugno, ma comunque in partenza. E la sua valutazione di poco inferiore a quella di Alessandrini: si parla di 2 milioni di euro. Con 10 gol in 24 presenze, Mastriani una delle colonne del Cerro, serie A uruguaiana. Cresciuto da volante , dunque dotato di buona tecnica e visione di gioco, Mastriani ha poi trovato la sua dimensione in attacco. E da questa stagione si messo in luce in modo prepotente. E nel giro della nazionale under 20 e olimpica, a breve otterr anche il passaporto italiano (liter burocratico giunto alle fasi finali) e da comunitario il suo cartellino acquister ancor pi valore. Mastriani di origine ciociara, il vero nome della sua famiglia era Mastroianni, come il celebre attore. Ma quando il suo bisnonno lasci lItalia per lUruguay, in cerca di lavoro e fortuna, si persero una vocale e una consonante, nella registrazione allanagrafe. Per Mastriani, adesso, giocare proprio in Italia sarebbe un sogno e un segno del destino, sulle orme (ma compiendo il percorso inverso) del suo avo. Il Torino lo Gioca nel Cerro, sta valutando con attenzione, dato il valore del ragazzo, i sar comunitario, margini di miglioramento. A differenza di Alessandrini, un
136 of 225

piccoletto sgusciante, Mastriani ha pi fisico (un metro e 80) e ovviamente caratteristiche tecniche differenti. Il fatto che le sue qualit siano notevoli e non siano certo passate inosservate in questi mesi certificato anche dallinteresse per Mastriani gi palesato da altri club italiani, oltrech tedeschi e inglesi. Oltre al Torino, anche Roma, Napoli, Udinese e Parma hanno compiuto pi di un ragionamento intorno a questa nuova stella del calcio uruguaiano. DA POZZI A LJAJIC Il mercato del Torino ovviamente congelato, vista la delicatezza del momento e lincertezza inevitabile legata alla conclusione di questo campionato. Intanto, per, in societ c chi continua a tener viva tutta una serie di contatti propedeutici. E cos, se ormai chiaro che sul fronte offensivo, in caso di promozione, il Torino intenzionato a realizzare anche una scommessa intelligente su un giovane straniero, altrettanto noto come altri nomi di maggior richiamo ed esperienza siano nel mirino del club granata. Specie con lauspicata permanenza di Ventura . Attaccanti, cio, come il sampdoriano Nicola Pozzi , 25 anni, che il tecnico granata ha avuto a Napoli e che in passato il presidente Cairo aveva gi anche cercato di acquistare (quando il ragazzo era allEmpoli). Un altro obiettivo primario per lattacco granata, una volta raggiunta lagognata promozione, poi il brasiliano Barreto , 26 anni, dellUdinese, altro pupillo di Ventura. E il trequartista Adem Ljajic , 20enne della Fiorentina, gi chiacchierato in ottica granata durante il mercato di gennaio? Interessa sempre, ovviamente, tanto pi ora che dato in partenza da Firenze, dopo lultimo caso (il clamoroso diverbio con Delio Rossi ). Ma al momento per il ragazzo sembrano essere pi concrete alcune piste straniere. Si vedr. vale 2 milioni. Su di lui anche Roma, Napoli, Udinese e Parma. E unalternativa ad Alessandrini

137 of 225

RIMONTA SAMP Foggia: Adesso abbiamo 4 finali


MARCO BISACCHI
GENOVA. Piedi per terra. La Sampdoria deve ancora conquistarli, i playoff. E il ritorno in serie A - ad oggi - ancora lontano. Non ci gira troppo attorno Pasquale Foggia , ieri protagonista di Impariamo allo stadio ??, al Ferraris, insieme ai ragazzi delle scuole genovesi Daneo e Duca degli Abruzzi. Non ci sentiamo assolutamente rilassati. Non abbiamo mica dieci punti di vantaggio... ma solo uno. E Pasquale Foggia, 28 anni, poi dietro di noi ci sono squadre come il prima stagione alla Samp Padova. Anche loro sono partiti per altri (Pegaso) obiettivi, come la Samp. Rilassarci adesso, dopo una cavalcata iniziata a gennaio, sarebbe proprio da stupidi, dice il numero dieci doriano. CALENDARIO IN SALITA La squadra di Iachini , dopo il Rilassarci ora successo di Modena, ha arpionato finalmente il sesto posto, sarebbe da stupidi. lultimo utile per accedere agli spareggi di fine stagione. Ora Siamo al sesto ci sono 4 finali da giocare: si comincia domenica con la posto, vero, ma Reggina a Marassi, quindi le gare con Juve Stabia, Pescara abbiamo un solo punto di vantaggio, e Varese. Impegni tuttaltro che semplici. Rispetto alle nostre avversarie, il nostro il calendario pi difficile mica dieci. E il sostiene Foggia -. 4 gare contro altrettante squadre nostro il importanti. Tutte lottano per un obiettivo. Ma ora tutto nelle calendario pi nostre mani. Abbiamo tutto per raggiungere lobiettivo, duro: tutte sfide comunque. con avversari DUALISMO Si parlato a lungo, nel corso della stagione, importanti del dualismo con Juan Antonio , per il ruolo di trequartista. Un tema che si riproposto nelle ultime settimane. E poi il solito ritornello: Foggia decisivo quando entra a gara in corso, un po meno se in campo dallinizio. La forza di questa squadra che non si pensa al singolo ma al gruppo. Tutti facciamo parte della Samp, tutti dobbiamo dare il massimo per la maglia. Le scelte le fa lallenatore. Poi se io gioco 90 o 30, lo stesso. Nessun dualismo. Limportante vincere, ribadisce lex laziale. Per Foggia anche tante domande dai bambini delle scuole. Perfino un bacino dalla piccola Giulia, 10 anni. Mica devo abbassarmi tanto, sar per via dellaltezza che mi chiamano per questo tipo di manifestazioni. Cos vado daccordo coi bambini. TIFOSI VICINI Quindi, il rapporto con lo stadio di Marassi: Bellissimo, i nostri tifosi ci danno sempre emozioni forti. Ci hanno sostenuto anche nei momenti difficili della stagione, quando magari meritavamo qualche fischio in pi. Questa una cosa strana, che in Italia capita raramente. Ma per che squadra tifava, da piccolo, Pasquale Foggia? Risposta inevitabile, per lo scugnizzo blucerchiato. Da bambino tifavo Napoli. Ora sto con la Sampdoria. Chi invece il compagno di squadra pi antipatico? Un attimo, aspetta che lo trovo: Laczko , perch mi da tanti calci in allenamento. Un bel clima, insomma, attorno alla Samp, in vista del rush finale della stagione. Ora limpressione che anche questa squadra abbia finalmente iniziato ad imparare dai propri errori. Ci sono per ancora tanti esami da superare, per ottenere anche sul campo - la tanto sospirata promozione.

138 of 225

139 of 225

LEGA PRO Spezia, ora prenditi la B!


armando napoletano
SPEZIA. La notte magica di Pisa, dove lo Spezia conquista la Coppa Italia di Lega Pro, tutta in due fotografie: la malasorte di Alessandro Pane , esonerato nel febbraio 2011 dalla panchina aquilotta, che non ha evidente fortuna quando vede le maglie bianche. La buona sorte di Michele Serena , che ottiene il massimo con il minimo sforzo, ma con tanta energia dentro ed un ritrovato Simone Guerra , due gol per la leggenda. Perch lo Spezia oggi un treno in corsa, pieno di spinta e di brillantezza, che spesso non era riuscita ad esplodere. STADIO PIENO Capace anche di trovare quella che la sua componente essenziale: il pubblico, che pur ha criticato, quando cera da farlo. Biglietti pressoch esauriti per la gara contro il Latina. Si attende Il tecnico Serena: infatti un Alberto Picco da 11 mila spettatori, vicino al record Giocheremo con di incasso di gare come quelle contro Juventus, Verona e un orecchio rivolto a quanto succede a Genoa. Sabato mattina la Prefettura decider anche se dare lok per riempire di tifosi locali anche la curva ospiti, al Trapani. Visto che momento non accessibile. Troppe infatti le richieste ai punti non sono un vendita. Nel caso verr aperto il botteghino dello stadio pazzo? Abbiamo anche domenica mattina, altrimenti sold out. C molto ribaltato il risultato della saggezza di Serena in questa storia, un po controversa dellandata e vinto ma bella. Un mister che strada facendo ha assunto la coppa Italia. maggiore consapevolezza, facendo e non subendo la storia, Rivalta out con il che lo ha visto anche ad un passo dallesonero prima e delle Latina dimissioni poi. E con lui Moreno Zocchi , silurato diesse, ma pur sempre il creatore di questa squadra. Anche con una scelta coraggiosa: portare in squadra ragazzi come Acampora , Lazzoni , Marras della Berretti o il giovane Zambrano , un 95 in panchina. Gente svezzata da Pietro Fusco nelle giovanili e da Gladys Conti , il responsabile del settore. Che hanno dato una grossa mano a Pisa, determinante, dimostrando di saper gi lottare. Lodati anche dallamministratore delegato Beppe Spalenza (capaci di grande personalit, pur giovanissimi): Sapevo che ci avrebbero aggiunto freschezza - ammette il tecnico -. E con esso un bel po dentusiasmo, che servito anche agli anziani che hanno fatto una partitissima. Un pazzo quando dicevo che potevo vincerla anche dopo lo 0-1 dellandata? Riesco ad essere ottimista per natura. Poi linvito sincero alla calma: Non abbiamo ancora vinto nulla, e sar un pomeriggio duro. La gara contro il Latina delicatissima, non sar affatto facile e giochiamo anche con un orecchio teso a quello che succede a Trapani. Ho chiesto ai ragazzi massima concentrazione, gli ultimi 90, il frutto della stagione. E per farlo ha scelto di portarli tutti in ritiro da ieri sera, anche se in citt si va cauti con lentusiasmo. Caccia ai biglietti s, ma tutto con la consapevolezza che lo Spezia deve vincere per guadagnare la B diretta. Preoccupano solo le condizioni di Giacomo Casoli , uscito male dallArena Garibaldi per un intervento poco ortodosso di Genevier (ieri nella partitella a ranghi misti provato in sua vece Pedrelli , mentre Rivalta non ci sar domenica per squalifica) : Avevo cercato di limitare i rischi facendo giocare solo nel finale i giocatori che erano stati titolari a Trieste, poi arrivata quellentrata killer. Bisognerebbe intervenire duramente per falli di questo genere.

140 of 225

Trapani col Bassano Pro Vercelli col Carpi


PRIMA DIVISIONE (34 giornata, domenica ore 15) GIRONE A: Avellino-Taranto, Benevento-Monza, Como-Ternana, Foggia-Pavia, Foligno-Spal, Pisa-Sorrento, Pro Vercelli-Carpi, Reggiana-Lumezzane, Tritium-Viareggio. Classifica: Ternana 64; Taranto (-7), Carpi 60; Sorrento (-2) 57; Pro Vercelli 56; Benevento (-2) 53; Pisa 45; Lumezzane 43; Avellino 40; Foggia (-4), Reggiana (-2) 38; Tritium 37; Como (-3) 35; Viareggio, Monza 33; Spal (-8) 31; Pavia 30; Foligno (-3) 22. GIRONE B: Andria-Portogruaro, Carrarese-Pergocrema, Cremonese-Alto Adige, Frosinone-Siracusa, Lanciano-Feralpisal, Piacenza-Barletta, Prato-Triestina, Spezia-Latina, Trapani-Bassano. Classifica: Spezia, Trapani 59; Siracusa (-5) 55; Lanciano 54; Cremonese (-6) 48; Barletta (-1) 47; Alto Adige, Frosinone 45; Portogruaro, Carrarese 42; Pergocrema (-5) 40; Andria 36; Feralpisal, Triestina, Latina 35; Piacenza (-9) 33; Prato 32; Bassano 31

SECONDA DIVISIONE GIRONE A (38 giornata): Borgo a Buggiano-San Marino, Cuneo-Savona, Entella-Rimini, Giacomense-Poggibonsi, Lecco-Alessandria, Montichiari-Treviso, Pro Patria-Mantova, Sambonifacese-Bellaria, Santarcangelo-Casale, Valenzana-Renate. Classifica: Treviso (-2) 64; San Marino 63; Cuneo 62; Casale, Rimini 61; Entella 58; Pro Patria (-11) 57; Poggibonsi, Santarcangelo 53; Borgo a Buggiano 51; Alessandria (-3) 49; Renate 47; Savona (-7) 46; Mantova, Giacomense 44; Bellaria 42; Montichiari (-5) 35; Lecco 34; Sambonifacese 26; Valenzana 23. GIRONE B (42): Aprilia-Melfi, Arzanese-Paganese, Campobasso-Fondi, Catanzaro-Giulianova, Celano-Chieti, Ebolitana-Lamezia, Fano-LAquila, Gavorrano-Neapolis, Perugia-Isola Liri, Vibonese-Aversa. Riposa: Milazzo. Classifica: Perugia 84; Catanzaro 82; Lamezia 79; Chieti 66; Aprilia 64; Paganese 62; Gavorrano 61; LAquila 60; Arzanese 55; Fano (-4) 51; Aversa (-1) 47; Fondi 45; Milazzo 44; Giulianova (-2) 43; Melfi (-3) 42; Campobasso (-1) 41; Neapolis (-2) 39; Vibonese (-1) 38; Isola Liri (-2) 32; Ebolitana (-3) 30; Celano 25

141 of 225

142 of 225

143 of 225

Abramovich pronto a comprare la Sauber


MUGELLO. Laccordo di partnership commerciale tra la Sauber e il Chelsea, che apre uno scenario nuovo (una cooperazione che supera i confini di un unico sport), accende la fantasia degli appassionati di Formula 1. Non solo per il nome Chelsea, quanto per le dimensione generose del portafoglio di chi lo possiede, il magnate russo Roman Abramovich. La conclusione di chi non bada alle sottigliezze che il suddetto milionario sia interessato ad acquistare la squadra svizzera. Il che, ovviamente, non si pu escludere a propri. Da quando la Bmw si ritirata dalla Formula 1, la Sauber - che era di fatto il reparto corse della casa bavarese - ha rischiato di chiudere. Lha salvata il suo fondatore, Peter Sauber, che non ha mai fatto mistero di volerla cedere. Molti nomi sono stati accostati a quelli del team elvetico: due anni fa pareva quasi certo lacquisto da parte del messicano Carlos Slim, uno della stessa pasta di Abramovich, magnate nel settore delle telecomunicazioni. Invece, almeno per adesso, loperazione si fermata a una robusta sponsorizzazione (comunque vitale per la Sauber) che ha permesso anche al giovane e promettente Sergio Perez di arrivare alla Formula 1. Lacquisto da parte di Abramovich sembra, dunque, unipotesi remota. Anche se, con la crisi di liquidit che c in questo mondo (e la penuria di personaggi a effetto), larrivo di un nome di questo calibro avrebbe leffetto di uniniezione di ricostituente per lintera Formula 1. O.D.

144 of 225

IL CASO / 1 Petrov: Una pista pericolosa


MUGELLO. Si discute, in questi giorni, della validit di questi test intrastagionali. Qualcuno li ha un po snobbati (la McLaren ci ha mandati i tester, facendo sapere - in via informale - di non avere molte novit da testare). Altri hanno dati giudizi contrastanti: Mark Webber , ad esempio, ha prima sostenuto che la pista molto bella e tecnica, poi che pi adatta alle moto e non alle auto, ma infine lha promossa: Dieci giri qui sono pi divertenti di mille ad Abu Dhabi. Ecco, appunto. La Red Bull Il russo della Sebastian Vettel scopre la non si mostrata Caterham boccia il pista immersa nelle colline entusiasta, ma Mugello: Non toscane (Ansa) comunque ha svolto dovevamo venire un lavoro intenso. I qui, i muri sono che quel che conta. troppo vicini. IL CONTRASTO Ieri su Twitter cerano vari interventi Peccato che gli entusiastici di Felipe Massa , con tanto di foto-documento. altri piloti labbiano Meno contenti alcuni team manager (che parlano off the promosso a pieni record ): rabbuiati per la pioggia del primo maggio, che ha voti un po ostacolato il lavoro in pista. Per, come si sa, a Giove Pluvio non si comanda. Comunque cose di poco conto, specialmente se si considera - dato oggettivo - che la pista del Mugello tecnicamente eccellente, molto impegnativa, del tutto valida per avere riscontri sul funzionamento delle auto. Senza contare lambiente esterno, le colline toscane, che hanno un loro perch a prescindere. Tutto questo non ha impedito a Vitaly Petrov di entrare a gamba tesa sullargomento, profondendosi in critiche aspre. Non credo che saremmo dovuti venire qui - ha detto - perch questa pista non sicura abbastanza e nemmeno larga a sufficienza. Curioso: per anni ci hanno provato tutte le squadre (sino a che i test non sono stati vietati) e i migliori piloti del mondo lhanno sempre giudicata in maniera positiva, tanto che non sarebbe affatto male (se non lo impedissero questioni commerciali) organizzarci un GP iridato. Inoltre, persino inutile dirlo, una pista con regolare omologazione Fia (altrimenti i test non si sarebbe potuto svolgere). I MURI Eppure Petrov - il pilota che corre grazie agli sponsor russi - non ha usato mezzi termini: Se si perde il controllo dellauto i muri sono troppo vicini e ti ritrovi facilmente contro le barriere di protezione. Dal che si possono dedurre due cose: o la pista del Mugello davvero non va bene o forse il problema Petrov. Ed terribilmente facile propendere per la seconda ipotesi... O.D.

145 of 225

IL CASO / 2 Schumi fa pace con la Pirelli dopo le critiche del Bahrain


MUGELLO. Alla fine, Michael Schumacher e la Pirelli hanno fatto pace. Il tedesco aveva criticato le gomme dopo il GP del Bahrain, trovandosi in disaccordo con tutti i suoi colleghi. Strano - hanno spiegato in Pirelli -, Michael non aveva mai avuto nulla da ridire. Paul Hembery, il reponsabile del programma sportivo, era poi tornato sullargomento. E, con indubbia efficacia dialettica, aveva evitato ogni genere di polemica: Noi della Pirelli siamo aperti alla discussione e a recepire le richieste che ci vengono sottoposte. Se si vogliono delle gomme diverse da quelle che facciamo, per noi non un problema. Le possiamo fare diverse. Il fatto che le gomme di oggi soddisfano le squadre (magari qualche pilota la pensa diversamente...) e dunque non sono previsti aggiustamenti. Comunque sia, i due (Schumacher e Hembery) si sono incontrati. Nessuno dei due ha rilasciato commenti (tanto pi che ieri Schumi non ha guidato), ma la pace stata fatta. Toccher al tedesco tentare di usare meglio gli pneumatici a sua disposizione, magari facendo come il suo compagno di squadra ( Rosberg) che ha pure vinto una gara... O.D. ? RIPRODUZIONE RISERVATA I tempi: 1. Grosjean (Fra, Lotus) 121??035 (66 giri); 2. Vettel (Ger, Red Bull) 121??267 (106); 3. Alonso (Spa, Ferrari) 121??363 (98); 4. Ricciardo (Aus, Toro Rosso) 121??604 (117); 5. Perez (Mex, Sauber) 122??229 (118); 6. Hulkenberg (Ger, Force India) 122??325 (55); 7. Maldonado (Ven, Williams) 122??497 (63); 8. Turvey (Gbr, McLaren) 122??622 (99); 9. Rosberg (Ger, Mercedes) 122??874 (128); 10. Di Resta (Gbr, Force India) 123??002 (34); 11. Kovalainen (Fin, Caterham) 123??169 (138); 12. Glock (Ger, Marussia) 123??446 (109).

146 of 225

FORMULA 1 CONCLUSI I TEST DEL MUGELLO

Magie? No, ma siamo l


OTTAVIO DAVIDDI MUGELLO. Mente sapendo di mentire, Fernando Alonso . Ma nel suo caso non un peccato, ma una virt. Perch comunque meglio essere prudenti e, soprattutto, non scoprire le carte. Parla di piccoli miglioramenti, che in auto quasi non si sentono. La verit, invece, che alla Ferrari dovrebbero aver risolto (infine) lannosa questione-scarichi e i tempi di ieri stanno a dimostrarlo. La Lotus ha firmato un acuto finale e si sa che molto in forma. E Vettel ha ribadito - dopo la vittoria in Bahrein - che la Red Bull ha trovato la ALONSO strada per tornare Soddisfatto delle novit e altre sono in vincente. Ma la Rossa, finalmente, arrivo: il distacco s l. Questione di ridotto millesimi al mattino, quando la pista era asciutta e non cera vento, poi - a fine giornata - qualche decimo: nulla a che vedere con il secondo e oltre che sera visto sinora. E dire che le novit, a parte questi scarichi in versione pressoch definitiva, erano limitate a qualche dettaglio sulle ali. C ancora un intero pacchetto di aggiornamenti che sta per essere promosso in galleria del vento e che si vedr a Barcellona. MALI Domanda: la Ferrari dunque guarita da tutti i suoi mali ed pronta a sbancare il Mondiale? Risposta: ovviamente no. Ma finalmente sembra che a Maranello abbiano svoltato, anche se il riscontro vero lo si avr in gara. Ma prima di parlare delle prove, Alonso ci tiene a una puntualizzazione: Vedete? - dice ridendo a fine pomeriggio -. Sono tutto intero, vivo e vegeto. Eppure, a leggere le notizie o guardare la televisione, sembrava che fossi sopravvissuto a un incidente terribile. I miei, a casa, erano molto preoccupati. Bene, vi svelo un particolare: la velocit della mia auto al momento dellurto era di 7 chilometri orari.... Gi, una scivolata?? a met mattino, era costata a lui e alla Rossa un paio dore di riparazioni. Ma, alla fine, nessun dramma: cerano in programma circa 100 giri, ne sono stati effettuati 98. PRUDENZA A parte tutto questo, resta il fatto che la Rossa sta crescendo. Anche se, come detto, Alonso preferisce essere pi che

Fernando Alonso saluta i

147 of 225

prudente: Qui ho testato soltanto alcune delle tifosi: in tre giorni di test, novit che sono in nonostante la pioggia e il arrivo - afferma lo primo maggio, sulle tribune Lotus e Red Bull spagnolo -. Portarle del Mugello si sono viste sono vicine, lo tutte in questi giorni 30.000 persone MUGELLO. La spagnolo avrebbe significato F2012 di Fernando Alonso in contento della perdere una pista con i sensori per Ferrari con i nuovi settimana di lavoro in verificare le novit scarichi e soluzioni galleria del vento e (Sportinfoto) inedite per frizione non avrebbe avuto e freni anche se si nessun senso. Cos si mostra prudente: deciso, tutti assieme, di seguire questa scaletta di lavoro. Abbiamo preferito Penso che abbiamo compiuto la scelta giusta. Lottimismo testare solo due o palpabile, bench lo spagnolo faccia di tutto per tre cose e nasconderlo: Alla fine, la cosa migliore che abbiamo continuare a portato due o tre cose e tutte hanno funzionato. Lo scorso lavorare in galleria anno ci capitava di metterne in auto tante, tutte assieme, e del vento. La cosa magari non ne funzionava nessuna. In questo, siamo migliore che tutto cresciuti. Io sono soddisfatto. ha funzionato: PANCE Cosa arriver ancora a Barcellona? Top secret, lanno scorso non ovvio. E probabile che si vedano altri aggiustamenti sulle ali succedeva. A e delle novit significative nelle pance??. Nessuno di questi Barcellona vedrete componenti, n quelli visti ieri n quelli che arriveranno, vale il primo step, a da solo un vantaggio abissale. Ma ciascuno pu concorrere Montreal un altro e per qualche decimo. E alla fine, la somma dovrebbe essere a Valencia un altro quella attesa: Il distacco che abbiamo avvertito dai primi in ancora: avanti queste gare iniziali era di circa sette-otto decimi. Non so dire cos quanto abbiamo recuperato. Sappiamo che non c un bottone magico per la pole. FRIZIONI Ieri si sono viste tante prove di partenza, sono state usate delle nuove frizioni ed stato sperimentato un sistema innovativo di raffreddamento dei freni. I passi iniziali: A Barcellona vedrete il primo step??, a Montreal un altro, a Valencia un altro ancora e via discorrendo. Si sta lavorando sul Condotto F?? (era gi stato testato nel precampionato, potrebbe debuttare presto). Forse respirare laria del Mugello ha fatto davvero bene alla Ferrari, come un tempo accadeva con i malati che andavano in collina per la convalescenza. Ora i colpi di tosse sono assai diminuiti, si aspetta il certificato di avvenuta guarigione.

148 of 225

3 GIORNI di prove al Mugello, le prime in stagione dal 2008. Potrebbero preludere in futuro a una parziale liberalizzazione dei test

149 of 225

19 GIORNI di test complessivi nel 2012. Dodici prima del Mondiale, tre in questi giorni e 4 a fine stagione (ad Abu Dhabi) per provare i giovani piloti

150 of 225

98 I GIRI effettuati ieri da Alonso con il terzo tempo assoluto dietro a Grosjean e Vettel

151 of 225

Unincidente a... 7 allora


MUGELLO. La mattina stata movimentata da una scivolata di Fernando Alonso, con la conseguenza di un paio di ore di riparazioni sulla F2012 danneggiata. Niente di grave, anche perch la telemetria, come ha svelato con ironia lo spagnolo, ha mostrato che limpatto avvenuto a 7 km orari...

MUGELLO. Ferando Alonso esce di pista con la sua F2012 (Ansa) Poi salta fuori dalla macchina danneggiata davanti (Sportinfoto) Quindi la Ferrari viene coperta con cura dai meccanici e riportata ai box su un carro attrezzi (Ansa)

152 of 225

153 of 225

Suzuki Challenge: simpone Petrucci ma al comando c sempre Spinetti


IL SUZUKI Challenge 2012 si infiammato con i risultati archiviati nella tappa della Trinacria. Claudio Petrucci (Grand Vitara 1.9 DDiS) ha sferrato lattacco, ma Alberto Spinetti ha difeso egregiamente il suo primato. Proprio dalla seconda gara stagionale del trofeo monomarca sono giunte le note pi avvincenti e appassionanti. Vincendo la prima frazione cronometrata, il modenese Andrea Lolli, come sempre navigato da Sonia Forti balzato subito al comando della gara. Ma la risposta di Petrucci stata altrettanto immediata, tanto che al termine del successivo impegno con il cronometro il pilota romano ha ripreso il comando delle operazione. Anche grazie, per, al rallentamento accusato da Lolli. Petrucci ha quindi proseguito in testa al Suzuki Challenge sino alla bandiera a scacchi, superando tutte le insidie che si sono presentate nei due giorni di gara. I veloci e sempre impegnativi sterrati e tratturi della campagna siciliana hanno messo in difficolt pi di un equipaggio, e alla fine al secondo posto lha spuntata Alberto Spinetti, che ha confermato la sua leadership nella classifica del monomarca riservato ai fuoristrada giapponesi. Con grande felicit ha fatto ritorno al paddock dellautodromo di Pergusa in terza posizione la coppia friulana composta da Giorgio e Francesco Facile, che con il loro Grand Vitara 1.9 DDiS hanno cos interrotto un lungo e sfortunato periodo che li ha visti poche volte al traguardo. Hanno poi sfiorato il podio della serie Suzuki Mirko e Mike Emanuele. I fratelli siciliani hanno terminato quarti e quinti del Gruppo T2 superando qualche inconveniente nelle ultime due prove cronometrate. Facendo ricorso alla profonda esperienza e allencomiabile lavoro dei tecnici allassistenza, Lolli comunque riuscito a riprendere parte nel finale della competizione, conquistando i primi punti del trofeo dove si classificato quinto, precedendo sia Bevilacqua, sia Bertuzzi. Questultimo, proprio nel corso dellultima frazione cronometrata si visto sfumare la terza piazza del Challenge. Il prossimo appuntamento con le sfide del Suzuki Challenge sar la Baja Rally dellAdriatico, che si disputer nelle Marche il 18 e 19 maggio. L.G.

154 of 225

LE CLASSIFICHE La sfortuna ora finita Facile quarti


Classifica finale Baja Terra del Sole: 1. Codec-Fedullo (Suzuki Gran Vitara 3.6 V6 T1) in 2h0832??; 2. Petrucci-Manfredini (Suzuki Gran Vitara 1.9 Ddi T2) a 310??; 3. Spinetti-Giusti (Suzuki Gran Vitara 1.9 Ddi T2) a 1033??; 4. Facile-Facile (Suzuki Gran Vitara 1.9 Ddi T2) a 1418; 5. Mancusi-Barreca (Mitsubishi Pajero 3.2 Di-D T2) a 3h2337??; 6. Emanuele-Emanuele (Suzuki Gran Vitara 1.9 DDiS) a 4h4815??; 7. Cau-Risi (Mitsubishi Pajero) a 11h2151??; 8. Coffa-Narzisi (Nissan Navara 2.5) a 17h1918??; 9. Lolli-Forti (Scuderia Malatesta) a 20h1206??; 10. Bevilacqua-Calligaris (Suzuki Gran Vitara 1.9 DDiS) a 25h0130?? Campionato italiano Cross Country Rally (dopo 2 gare). Costruttori: 1. Suzuki 62,2; 2. Mitsubishi 61,6; 3. Nissan 14,4; 4. TRC 2 Bmw 9,6. Conduttori: 1. Codec 49,2; 2. Larini 36; 3. Colombo 25,2; 4. Petrucci 23; 5. Spinetti 19,2; 6. Borsoi 18; 7. Facile 15; 8. Martinis 14,4; 9. Mancusi 11; 10. Bombelli 10,8. Trofeo CSAI Gruppo T1: 1. Codec 43; 2. Larini 30; 3. Colombo 21,6; 4. Cau 18; 5. Coffa 15. Trofeo CSAI Gruppo T2: 1. Borsoi e Spinetti 30; 3. Petrucci 25; 4. Bombelli 21,6; 5. Mancusi 19,2. Trofeo CSAI Gruppo T3: 1. Biglieri 15; 2. Marenco 10,8. Trofeo CSAI Scuderie: 1. Emmetre Racing 55; 2. Solferino Rally 21,6. Suzuki Challenge (Baja Terra del Sole): 1. Petrucci-Manfredini in 2h1142; 2. Spinetti-Lara a 723??; 3. Facile-Facile a 1108; 4. Emanuele-Emanuele a 4h4505??; 5. Lolli-Forti; 6. Bevilacqua-Calligaris. Classifica (dopo 2 gare): 1. Spinetti 48; 2. Petrucci 34,6; 3. Lolli 31,6; 4. Facile 27; 5. Bevilacqua 26; 6. Emanuele 19,2; 6. Bertuzzi 14,4; 7. Accadia 4,8.

155 of 225

Il 19 e 20 maggio doppio spettacolo con il Baja Rally Adriatico a Cingoli


DOPO le prime due tappe in Friuli e Sicilia, il Campionato Italiano Cross Country Rally si dato appuntamento in centro Italia, nelle Marche. Qui, con base nella cittadina di Cingoli in provincia di Macerata, il 19 e 20 maggio si disputer il Baja Rally Adriatico organizzato dagli esperti del PRS Group. Il Baja Rally Adriatico offrir addirittura un doppio spettacolo. La gara, infatti, si disputer in concomitanza con il Rally Adriatico valido quale terzo round del Campionato Italiano Rally e secondo del Trofeo Rally Terra. Questa serie Uno dei fuoristrada del ha visto il suo esordio in Sicilia il 14 aprile con il tricolore Cross Country Rally Rally Conca dOro, dove la vittoria andata al veneto Mauro Trentin su Peugeot 207 S2000. Dietro di lui, il senese Walter Pierangioli alla guida della Mitsubishi Lancer EVO IX e il bresciano Luigi Ricci su Subaru Impreza. I tre protagonisti dovranno fare i conti sulle terre marchigiane con altri piloti. Primo fra tutti il sammarinese Daniele Ceccoli (Peugeot 207 S2000), quinto al Conca dOro. Poi il napoletano Fabio Gianfico (Mitsubishi Lancer EVO IX) e il blasonato Renato Travaglia. Tutti attendono la sfida marchigiana, in corsa con il terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally per uno spettacolo irripetibile. Si attende anche Daniele Batistini, che ha dichiarato di volerci essere, a Cingoli, e con lui potrebbero fare capolino anche altri big delle gare su terra. Su tutti, si spera di avere al via Andrea Navarra, cinque volte vincitore della gara nonch trionfatore nel 2011 con la Mini John Cooper Works, vettura che proprio in questa gara ha colto la sua prima vittoria. L.G.

156 of 225

CAMPIONATO ITALIANO CROSS COUNTRY RALLY

Codec domina a Pergusa


LUCA GASTALDI
DAL FRIULI Venezia Giulia alla Sicilia. In poco pi di un mese, il Campionato Italiano Cross Country Rally ha attraversato lintero Stivale per disputare le prime due gare della stagione 2012. La prima (il 18 marzo) allItalian Baja di Pordenone e la seconda (corsa il 22 aprile) sugli sterrati del Baja Terra del Sole nella provincia di Enna. Questultima gara, organizzata dal Non Solo Fuoristrada Club di Palermo presieduto da Riccardo Milazzo , stata valida per i Trofei CSAI T1 (vetture preparate), T2 (vetture di serie) e ancora T3, TH e TM. Il Baja Vince il Baja Terra Terra del Sole stata del Sole e diventa anche la prova leader: Meglio di inaugurale del Trofeo cos non poteva del Mediterraneo andare 2012 nonch gara valida per il Suzuki Challenge. Diversamente dalledizione 2011, questanno laffascinante rally siciliano si articolato su due tappe. La prima comprendeva quattro settori selettivi, con due passaggi sui tracciati di Gresti (12,78 chilometri) e Caprera (11,09 chilometri). La seconda frazione di gara prevedeva altri sette settori selettivi con i tre passaggi sulla Fortolese (18,81 chilometri) e nuovamente due giri su Gresti e Caprera. Tre, invece, sono state le soste di assistenza ospitate, cos come le aree di riordino e di refuelling, allinterno dellAutodromo di Pergusa. La gara, lunga complessivamente oltre 470 chilometri (di cui pi di 150 a cronometro), si conclusa con larrivo finale delle vetture nuovamente in autodromo che ha sigillato questo simbolico matrimonio tra la velocit ed i fuoristrada mangia-fango. Al termine della due giorni siciliana, Lorenzo Codec e Bruno Fedullo , portacolori ufficiali di Suzuki Italia su Grand Vitara 3.6 V6, hanno agguantato la loro prima affermazione stagionale che gli valsa anche la conquista della leadership provvisoria in campionato. Questanno siamo riusciti a vincere - ha ricordato Codec -. Lanno scorso la gara ci sfuggita a favore del nostro compagno di squadra, ma questa volta abbiamo dominato.

Claudio Petrucci, secondo assoluto e vincitore del Gruppo T2 Lorenzo Codec e Bruno Fedullo, portacolori ufficiali di Suzuki Italia su Grand Vitara 3.6 V6 I friulani Giorgio e Francesco Facile sono finiti ai piedi del podio
157 of 225

La Grand Vitara funziona come un orologio e Paolo Leonardo Biglieri s dopo aver superato la massacrante Italian Baja ritirato per la rottura della di un mese fa, qui in Sicilia non ha mancato di sospensione rispondere positivamente ed arrivata anche la prima vittoria Il milanese del stagionale. Siamo in testa al campionato, meglio di cos non team Suzuki Italia poteva proprio andare. conquista il primo Lequipaggio di Suzuki Italia risultato il pi rapido in otto successo degli undici settori selettivi affrontati, ricavati da strade e stagionale col sentieri sterrati della provincia di Enna. La gara ha avuto tra i miglior tempo in 8 protagonisti assoluti anche il pilota italo-argentino Paolo degli 11 settori Leonardo Biglieri , in coppia con Roberto Briani , che con il Danisi Light Devil Dust si aggiudicato il miglior tempo assoluto nel primo e nel sesto impegno cronometrato prima di ritirarsi per la rottura di un braccetto della sospensione. Se la leadership di Codec non mai stata messa in discussione, c stata lotta per i piazzamenti a ridosso del podio, con continui avvicendamenti per la seconda e terza piazza. Ritiratosi nelle battute iniziali Andrea Lolli , ad aggiudicarsi il secondo posto assoluto, vincendo anche il Gruppo T2, stato Claudio Petrucci , navigato dal bresciano Paolo Manfredini . Il romano stato bravo a preservare la meccanica del Grand Vitara 1.9 DDiS del Poillucci Team, anche se sinceramente avevo dei dubbi, delle paure sullaffidabilit del mezzo dopo le traversie patite alla gara friulana - ha confessato il pilota al termine del rally - ma sono stati sufficienti i primi chilometri sugli sterrati siciliani per capire che il team aveva lavorato sodo e in modo perfetto, e cos venuta fuori una gara eccezionale su di un percorso bellissimo. Terzi assoluti, infine, i toscani Alberto Spinetti e Lara Giusti a bordo di unaltra Suzuki Grand Vitara. Alla luce di questo risultato sono molto felice - ha detto Spinetti -. Prima della partenza avevo qualche timore, ma i tecnici del team sono stati bravi a sistemare i problemi e abbiamo potuto correre su tracciati fantastici immersi in un paesaggio bellissimo.

158 of 225

159 of 225

Nibali nel 2013 allAstana che offre oltre 2 milioni


HERNING. (p.vib.) Il Giro dItalia 2012 non ancora iniziato che gi scoppia la prima notizia bomba??, rimbalzata ieri nel Quartiertappa. Pare davvero che il grande assente di questa edizione, il messinese Vincenzo Nibali, lanno prossimo andr a correre con lAstana. Come dire che i soldi dei ricchisimi kazaki dovrebbero portare via dallItalia uno dei giovani pi promettenti del ciclismo di casa nostra. La settimana scorsa - il giorno dopo la fantastica Liegi del siciliano, battuto solo dalla... moto Iglinsliy - cera stato un incontro tra il corridore, il suo procuratore Alex Carera e i dirigenti della Liquigas, la sua attuale formazione, al termine della quale sera parlato di un parziale riavvicinamento a livello economico. Ma lofferta della formazione di Vinokourov sembra superiore ai due milioni di euro, davvero troppi per i verdebl di Roberto Amadio che erano fermi a 1,7-1,8. LAstana sorretta dai soldi del governo kazako (non per niente la squadra porta il nome della capitale) e da quelli di cinque grandi industrie nazionali. Nibali allAstana troverebbe anche una parte... dItalia, ossia i corridori Gasparotto, Guarnieri, Ponzi, Gavazzi, Masciarelli, Tiralongo, oltre ai tecnici Martinelli e Guido Bontempi.

160 of 225

CAVENDISH ASSENTE ALLA PRESENTAZIONE Scarponi, coppa e rosa?? tardive


HERNING. Otto invitati, ma soltanto sette i presenti: per la presentazione in pompa magna del Giro ditalia che per la decima volta parte dallestero, ieri pomeriggio gli organizzatori avevano chiamato otto big che illumineranno la 95 edizione della Corsa Rosa, da domani a domenica 27 maggio. Peccato che uno di questi, nientemeno che il campione del mondo Mark Cavendish, abbia pensato bene di non presentarsi, senza neppure un sms di scuse o di giustificazioni. Erano invece sorridenti e ottimisti Michele Scarponi, Ivan Basso, Roman Kreuziger, Frank Schleck, Joaquin Rodriguez Michele Scarponi, 32 anni , John Cadret e Thor Hushovd. Al primo di questi, il marchigiano della Lampre, sono stati consegnati i simboli di un trionfo mai assaporato sul campo, ossia la Coppa e la Maglia Rosa per la vittoria del 2011, diventata tale soltanto dopo la decisione dellUci di squalificare Alberto Contador, dominatore sulla strada, in seguito al caso del clenbuterolo??. Scarponi, infatti, la scorsa primavera si classific 2 davanti a Nibali: Considero il riconoscimento a posteriori - ha detto Scarponi - come un premio per il grande Giro disputato alle spalle di un ancor pi grande Contador. Ma ora la mia maglia rosa la voglio vincere sulle strade e per questo sono qui. Prendo il premio come un buon auspicio.... P.VIB.

161 of 225

CICLISMO / GIRO DITALIA -1 A CACCIA DEL TERZO SUCCESSO

Tris da... basso


PAOLO VIBERTI HERNING. Mai una corsa a tappe era partita tanto a Nord. Basso guarda fuori dalla sua stanza lalbergo, godendosi le rifrazioni di luce che da queste parti in primavera hanno effetti caleidoscopici meravigliosi, sul far della sera. Il varesino della Liquigas da domani sar di fronte allimpresa che lo consegnerebbe alla storia: vincere il suo terzo Giro, come Brunero , Bartali , Magni , Gimondi e Hinault . Pi in alto, nellolimpo delle due ruote, ci sono i pokerissimi di Binda , Coppi e Merckx , ma quella era altra gente, marziani che Troppe cronometro pedalavano per e al Tour. Ma qui contro lonnipotenza. posso farcela Basso pu entrare nel Club del Tris??, nonostante la caduta, la squalifica e la redenzione dal doping. Brunero ci rusc intenerendo anche i francesi: venne Henri Pellisier per ingaggiarlo come suo gregario al Tour, ma il piemontese disse no, a lui la Francia non interessava. E Pellisier allora prese Ottavio Bottecchia , che disse s perch Ivan Basso, 34 anni, insegue la sua famiglia moriva di fame e che grazie la storia allillustre di Francia, di Grande Boucle ne vinse due. Ci riusc anche Bartali, e sarebbero stati altro che tre, se la Seconda Guerra non avesse tolto al Ginettaccio i suoi anni migliori; ci riusc Fiorenzo Magni, nonostante avesse dovuto combattere contro quei due l??, Bartali e Coppi; ci riusc Gimondi, Felice di nome e di fatto per sopravvivere sul proscenio nellera del pi grande di tutti, il Cannibale Eddy Merckx; ci riusc infine Bernard Hinault, il bretone cocciuto, che vanta anche un piccolo record nel record: tre partecipazioni e tre vittorie, contro tutto e tutti. Lultimo dei grandissimi. REDENTO Scarponi parte con il numero uno, perch la giustizia sportiva gli ha donato proprio ieri il rosa che nel 2011 appartenne a Contador , vincitore lecito ma poi squalificato dal Tas per ci che fece non da noi bens al Tour 2010, ossia un doping al clenbuterolo mai chiarito. Ma per molto il favorito di questo 95 Giro che un po
162 of 225

assurdamente parte da qui Ivan Basso, gi a segno nel 2006 (prima dellonta) e nel 2010 (dopo la palingenesi umana e sportiva). Basso diventato fachiro di se stesso e della propria professionalit. Non affatto un Come uomo nascose molto (le sacche ripulite da Eufemiano Giro di secondo Fuentes nellOperacion Puerto, per la qual cosa fu piano. Ci sono squalificato) e adesso non nasconde pi nulla: parla con i Scarponi, Frank Schleck, Kreuziger, bimbi nelle scuole, va in Africa con scopi benefici e vive in funzione della moglie Michaela e dei figli Domitilla, Santiago Cunego, Rujano, e Levante; come corridore pubblica su internet ogni suo Rodriguez e valore sanguigno, chiunque abbia voglia pu andare a Gadret. Perci mi controllare il suo passaporto biologico. Limpido, fresco, sono preparato in rinato. Anche adesso che ha trentaquattro anni. modo particolare, ROSA Pi di ogni altra cosa, il corridore Ivan Basso avrebbe attento. Ma anche voluto vincere il Tour de France: Ma devo guardare in con un altro trionfo faccia la realt - dice a se stesso prima che agli altri - e 106 rester me stesso. chilometri a cronometro per me sono una follia. Dunque, E poi aiuter punto tutto sul mio terzo Giro e poi aiuter Vincenzo (Nibali, Vincenzo Nibali al ndr) sulle strade di Francia. Di coloro che prima di lui fecero Tour tris si ricorda soprattutto di Gimondi (Felice un corridore che ho sempre ammirato e che tra laltro mi fu molto vicino nel periodo della sospensione per il doping), ma quando parla di storia di ciclismo sembra che prevalga il suo desiderio di porsene al di fuori: Cerco fortemente il tris, ma rester sempre e soltanto Basso, giocando forse sui facili doppisensi della sematica del cognome. Basso, e dunque quasi non degno di essere accostato a cotanti fuoriclasse. AVVERSARI Ma non vuole sentir parlare di Giro 2012 di secondo piano, visto che Contador non pu correrlo mentre Di chi gi riuscito Evans ha puntato tutto sul bis in giallo: Scarponi ha gi a centrare il tris vinto un Giro e Frank Schleck stato secondo al Tour. E poi ricordo Felice c Kreuziger che va fortissimo, Cunego che far la sua Gimondi, che corsa indipendentemente dallalleato Scarponi, Rujano che ammiro tanto e che sinventer grandi cose in salita, Rodriguez che ha tanta mi stato vicino esperienza in Italia e Gadret che ogni volta che al Giro quando fui rivive le imprese del suo idolo Pantani. Chi venuto sospeso. Ho perch vuole vincere. Io lo so e mi sono preparato in un faticato parecchio modo particolare. per questa corsa e AMERICANO Basso gentile e disponibile, un ragazzo il grande lavoro educato che ha imparato molto dalla vita (la morte fatto mi tiene in prematura della mamma) e dalla bicicletta (il caso gi apprensione, ma ricordato di doping). Ieri ha parlato con tutti e di tutto. Sul ora so di poter Waghington Post stata riportata una sua frase: I put in a lottare per lot of effort for this event and all the extra work made me conquistare la anxious, but now I know I can fight for the pink jersey che maglia rosa finale pi o meno significa che ci ho messo in un sacco di fatica per questa corsa e il grande lavoro fatto mi tiene in apprensione, ma ora so di poter lottare per la maglia rosa. Fachiro di ciclismo, dicevamop, ha pedalato anche lungo 66.000 metri di dislivello per preparare il suo tris in Rosa. Quando esce per lallenamento lungo sta fuori otto ore e scala cinque-sei montagne dolomitiche. E fatto cos, il doping non lo riguarda pi. C la fatica. Da raccontare ai bimbi, primi fra tutti Domitilla, Santiago e Levante. Quasi una missione.

163 of 225

164 of 225

165 of 225

166 of 225

167 of 225

ATLETICA Febbre olimpica al Golden Gala con la star Bolt


ROMA. Luomo pi veloce del mondo, Usain Bolt , il rivale e connazionale Asafa Powell e il velocista bianco Christophe Lemaitre si sfideranno il 31 maggio sulla pista dello stadio Olimpico di Roma. Il trio delle meraviglie soltanto la ciliegina di un Golden Gala allinsegna dei grandi nomi dellatletica mondiale. Oltre al recordman giamaicano, alla sua seconda presenza a Roma, alla 32 edizione del meeting internazionale di atletica pi importante dItalia, parteciperanno anche La presentazione: poster della Presentata la tappa atleti del calibro della star, mascotte, Lalova e Collio romana della keniana Vivian (Ansa) Diamond League: il Cheruvoit 31 maggio (campionessa lattrazione dei 100 mondiale sui 5.000 e 10.000 metri), della etiope Meseret con il primatista, Defar , del primatista olimpico nel salto con lasta Steven Powell e Lemaitre. Hooker e della primatista mondiale negli 800 Caster Il sindaco Semenaya . Alemanno: PRIMO TEST La prima tappa europea della Diamond Obiettivo 60.000 League, il circuito internazionale dei super meeting di spettatori atletica, stata presentata ieri in Campidoglio dal presidente della Fidal Franco Arese , dal segretario generale del Coni Raffaele Pagnozzi e dal sindaco di Roma Gianni Alemanno . Riuscire a continuare ad organizzare il Golden Gala molto importante per la federazione, per il Coni e tutti quelli che ci stanno aiutando - ha detto Arese -. Con il Golden Gala inizia la febbre olimpica. Gli atleti stranieri e italiani faranno qui i primi test in vista delle Olimpiadi di Londra. DA RECORD Alemanno e Pagnozzi puntano a un nuovo record di presenze. Ledizione del Golden Gala di questanno acquisisce un valore eccezionale per la prossimit delle Olimpiadi - ha spiegato il sindaco -. Voglio invitare tutti i romani a onorare questo evento. Lobiettivo superare i 48.000 spettatori dello scorso anno e avvicinarsi al record di 60.000. Faremo una campagna informativa specifica. Vogliamo che tutta Roma si stringa attorno allatletica. Anche il segretario generale del Coni punta al record di affluenza della manifestazione. Il risultato dello scorso anno dimostra che latletica leggera fatta per i record - le sue parole -. Questanno non avremo leffetto novit di Bolt, ma vorremo arrivare a una nuova grande vittoria grazie alla squadra Fidal-Coni a cui si aggancia e contribuisce il Comune e la citt di Roma.

168 of 225

TUTTONOTIZIE Muore a 16 anni in mountain bike


BUENOS AIRES. Con lentusiasmo dei suoi 16 anni Franco Giuliani ha alzato le braccia al cielo in segno di vittoria non appena ha superato il traguardo della gara con la sua mountain bike, ma subito dopo si accasciato a terra, ed morto per arresto cardiaco. Il giovane, promettente atleta di mountain bike e motocross di Mendoza (regione argentina conosciuta per la ricchezza dei suoi vigneti), si era allenato a lungo per partecipare alla seconda tappa del premio Vendimia challenge??, domenica, di cui il padre era uno degli organizzatori. Giuliani aveva superato il duro percorso di 77 chilometri, ma il suo cuore non ha retto allo sforzo. A nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo dei sanitari.

BASEBALL IL PROGRAMMA DEL WEEKEND In campo stasera alle 20: Montepaschi Grosseto-Danesi Nettuno (lanciatori stranieri; arbitri: Leone, Filippi, Fabrin); Godo Knights-Cariparma (lanciatori stranieri; Fabrizi, Serafini, Pizziconi) Unipol Bologna-Elettra Novara (lanciatori stranieri; Giachi, Fiorini, Pavan); Rimini-T&A San Marino (Screti, Taurelli, Spera) In campo domani alle 15.30: Montepaschi Grosseto-Danesi Nettuno, Godo Knights-Cariparma, Unipol Bologna-Elettra Novara. In campo domani alle 19.30: Montepaschi Grosseto-Danesi Nettuno, Godo Knights-Cariparma, Unipol Bologna-Elettra Novara, Rimini-T&A San Marino

DOPING FERMATO IL LOTTATORE DYUKUN Myroslav Dykun - latleta di origine ucraina sul quale la Gran Bretagna pi punta per la lotta greco-romana a Londra 2012 - stato sospeso perch positivo ad un controllo antidoping e rischia di mancare lappuntamento olimpico.

KENDO PRESENTATI I MONDIALI Si tenuta ieri la presentazione ufficiale dei Campionati Mondiali Kendo 2012. La manifestazione in programma dal 25 al 27 maggio presso il Palazzetto dello Sport Sporting Village di Novara. La XV edizione dei Campionati Mondiali stata organizzata dalla Confederazione Italiana Kendo (CIK) e vedr la partecipazione di quasi mille atleti provenienti da cinquanta nazioni di tutto il mondo.

IPPICA DOMENICA RIAPRIRA LIPPODROMO DI MERANO (gmc) Domenica, 6 maggio, si inaugura la stagione di corse 2012 dellippodromo Maia di Merano, che si concluder il 21 ottobre con leffettuazione di 22 giornate con alternanza di prove sugli ostacoli e in piano. Come da tradizione il programma si divide in due riunioni. La prima, quella di primavera, che si apre questa domenica, si protrae fino al 24 giugno accorpando otto giornate. Dopo una pausa di cinque settimane, il 29 luglio prende il via la stagione estivo-autunnale, che avr nel Gran Premio Merano, in programma il prossimo 30 settembre, lappuntamento pi spettacolare e prestigioso. TRE ITALIANI A PARIGI PER IL PRIX BETTINA (gmc) Tre trottatori (Lotar Bi, Maraguja Mn, Manrique) parteciperanno al Prix Bettina, corsa europea, dotata di

169 of 225

46.000 euro, in programma questa sera sui 2100 metri con 18 cavalli allippodromo parigino di Vincennes. Il sette anni Lotar Bi sar guidato da Alessandro Raspante; la sei anni Maraguja Mn avr in sulky Peppino Maisto, mentre il sei anni Manrique sar affidato al driver francese Nicolas Roussel. SUCCESSO AMERICANO PER ALLMAR SURPRISE (gmc) La sette anni italiana Allmar Surprise, allevata da Tommaso Marrazza e con in sulky lallenatore Victor Kirby, si imposta sul miglio col tempo di 1.12.3 al Km sulla pista di Harrington Raceway, in U.S.A. In precedenza, Allmar Surprise aveva vinto, sempre sul miglio, col tempo di 1.11.2 a Dover Downs.

PALLANUOTO SAVONA VINCE LEUROCUP Per il secondo anno consecutivo, il Savona ha conquistato lEuro Cup. Infatti, la squadra ligure stata sconfitta a Sabadell in Spagna per 8-6 nellincontro di ritorno della finale, ma aveva vinto in quello di andata per 14-9. Intanto questa sera si gioca a Napoli alle 20,30 lincontro Posillipo - Recco, ritorno delle semifinali scudetto (allandata 7-12). Arbitri Riccitelli e Taccini, diretta tv su Raisport 2. DONNE. Comincia oggi per concludersi domani a Kirishi in Russia la Final Four della Champions Cup ed alle 15,30 (ora italiana) si affrontano in semifinale il Recco ed il Catania. Laltro incontro vede di fronte le padrone di casa del Kinef e le greche del Vouliagmeni.

PALLAVOLO LA POLONIA CORTEGGIA GRBIC (l.muzz.) La Polonia corteggia Nikola Grbic, talentuoso palleggiatore della Bre Banca Lannutti Cuneo. Il regista serbo - da 18 anni nel campionato italiano - finito nel mirino dello Skra Belchatow, vice campione dEuropa.

PODISMO LA STAFFETTA DEL RICORDO Sono trascorsi 36 anni da quella terribile sera che tutti i friulani hanno ancora ben impressa nella memoria, quando la terra trem cos forte da sconvolgere lintero Friuli. Era il 1976. In ricordo di quella tragedia lAssociazione Maratonina Udinese e la Bavisela organizzano la Staffetta del Ricordo?? Gemona-Trieste, in programma domani con partenza alle 10.30 da Gemona.

RALLY LONGHI ALLINTERNATIONAL CUP Il due volte Campione Italiano Rally, e vincitore del titolo di Campione di Slovenia 2011, Piero Longhi, prender parte alledizione 2012 dellInternational Rally Cup.

170 of 225

MOTO VERSO IL GP DEL PORTOGALLO

Stoner: Non sto pensando al ritiro


SONO passati solo pochi giorni dal Gp di Spagna, e il circo del motomondiale ha gi rimontato le sue tende allEstoril in Portogallo. Pochi giorni sono bastati per innescare il caso Stoner??, con le voci che lo davano dimissionario. Correr ancora in Motogp per altro tempo - ha detto Stoner - non credete a nulla che non abbia detto. Mentre Stoner si affretta a gettare acqua sul fuoco delle speculazioni riguardo la sua presunta decisione di ritirarsi, si apprende che laustraliano ha rifiutato un contratto biennale con la Honda per Casey Stoner, 24 anni, in discuterne uno per il solo 2013. Anche Jorge versione sorridente (Ansa) Lorenzo ha risposto a una domanda sul suo futuro: Rester ancora in Yamaha se mi daranno una moto vincente. A casa Ducati, infatti, i problemi da risolvere non mancano. Rossi lascia la fascia da capitano al compagno di squadra Nicky Hayden, che si dimostrato pi efficace in sella alla difficile Desmosedici. Dopo lultimo test nel week-end Jerez - ha detto Rossi in Portogallo - penso che Nicky utilizzi la configurazione che meglio si adatta alla Ducati, quindi cerchiamo di continuare a lavorare su quel setting. BARBERA, PACE CON VALENTINO Hector Barbera tornato sul caso?? di domenica scorsa: In verit non avevo capito che Valentino mi stesse offrendo la mano. Eravamo alluscita dalla prima curva e ho pensato che fosse arrabbiato.

171 of 225

BASKET NBA LA MASHERA DI KOBE PER I SENZA TETTO DI LOS ANGELES (m.m.) Nemmeno il tempo di giungere a Denver, e Kobe Bryant ha subito monopolizzato la vigilia di gara3, ultima chiamata per i Nuggets di Danilo Gallinari, sotto 0-2. La superstar dei Los Angeles Lakers, infatti, ha messo in vendita su E-bay la maschera protettiva utilizzata per undici partite Bryant con la maschera al in marzo, dopo la frattura al naso causata da naso rotto. E su e-bay Dwyane Wade durante lAll Star Game. E lasta (Reuters) con ricavato in favore dei giovani senzatetto di Los Angeles - ha gi superato i 2.500 dollari. BOSTON-ATLANTA, GARA3 TRA INFORTUNATIAd est, oggi si gioca gara3 di Boston-Atlanta (diretta SkySport2 all1.30), serie sull1-1 ma con gli Hawks privi degli infortunati Josh Smith (rientra nel quarto atto?) e Zaza Pachulia. Al Horford, fuori da oltre mesi per un infortunio ai muscoli pettorali, sperava di rientrare, ma fuori praticamente per la stagione. OLIMPIADI, DUE CONVOCATI IN PIUDopo gli infortuni di Rose, Billups, Aldridge e Howard, la nazionale Usa selezioner altri 2 candidati per la squadra che disputer i Giochi Olimpici. John Wall, play di Washington, sar invitatoal ritiro di Team Usa, lultimo convocato pu essere DeMarcus Cousins, lungo di Sacramento. Per lArgentina, Carlos Delfino a rischio dopo loperazione per lernia.

172 of 225

SCHERMA TRE APPUNTAMENTI DI COPPA DEL MONDOE un fine settimana assai intenso quello che attende la scherma italiana. Sono tre infatti gli appuntamenti di Coppa del Mondo in programma in questo week end. A Bologna di scena la sciabola femminile. Assai nutrita anche la rappresentanza italiana. Sono infatti venticinque le atlete azzurre iscritte alla gara. Tra queste anche Gioia Marzocca ed Valentina Vezzali, 38 anni, in Irene Vecchi, le uniche italiane qualificatesi per scena a Shanghai (Liverani) la prova olimpica di sciabola femminile a Londra 2012. Ma lItalia di scherma in gara anche a Rio De Janeiro. La stagione di Coppa del Mondo di spada femminile, infatti, dopo la pausa seguita alla fase di qualificazione olimpica, riparte dal Brasile. Allombra del Pan di Zucchero, lItalia sar protagonista con sei atlete. Si tratta di Francesca Boscarelli, Bianca Del Carretto, Rossella Fiamingo, Nathalie Moellhausen, Mara Navarria e Francesca Quondamcarlo. Infine, a Shanghai torna in pedana il fioretto femminile. Sono dodici le atlete italiane partite alla volta della Cina e chiamate ad affrontare la terzultima prova di Coppa del Mondo della stagione. Sulle pedane di Shanghai saliranno Martina Batini, Elisa Di Francisca, Benedetta Durando, Arianna Errigo, Ilaria Salvatori, Valentina Vezzali, Valentina Cipriani, Carolina Erba, Camilla Mancini, Stefania Straniero, Alice Volpi e Claudia Caracciolo.

173 of 225

MOTO/2 SUPERBIKE BIAGGI CERCA VENDETTA A MONZAMax Biaggi ha un conto aperto con Monza. perch lannoscorso, sul circuito brianzolo, fu protagonista di un contrattempo che lo priv della vittoria e che le fece andare su tuttele furie. Nel Gran Premio che si correr dopodomani Max vuole cancellare quel ricordo e riprendere il filo del successo: Non lo nascondo, Monza una pista che piace sia a Max Biaggi, 40 anni, cerca me che alla RSV4. Possiamo sicuramente successi a Monza lottare per la vittoria, ma dobbiamo anche considerare i nuovi equilibri messi in mostra dalle prime gare. Ci sono diversi piloti e moto che hanno fatto il salto di qualit, la lotta per il primo posto si fatta serrata e la sorpresa dietro langolo. Assen ci ha restituito la leadership in campionato, ma abbiamo sofferto molto sia in prova che in gara. Fare bene a Monza, davanti ai nostri tifosi, sarebbe importante per la stagione. GADEA AL POSTO DI LASCORZSergio Gadea a Monza salir in sella alla moto lasciata libera da Lascorz dopo lincidente ad Imola. Per il neo-acquisto Kawasaki sar una grande occasione di dimostrare il proprio valore e magari per cercare di conquistare un posto in griglia anche per le prossime gare. Ancora infatti non si sa se la sostituzione sia solo per il GP di Monza.

174 of 225

BASKET FURTO IN CASA COOK PER 200.000 EURO!(m.m.) Il post-Treviso, match in cui aveva realizzato il suo record di punti in Serie A (23), non stato dei migliori per Omar Cook. Rientrato a casa, il playmaker dellEmporio Armani ha dovuto denunciare un furto. Dallappartamento di Cook sarebbero stati portati via beni per circa 200.000 euro, tra Omar Cook al tiro. Ha trovato orologi, un computer, pietre preziose, una ha trovato la casa svaligiata collana e due orecchini di diamanti. Milano, (Ciamillo) intanto, attende domani Justin Dentmon: il 26enne, reduce dal titolo di D-League vinto da Mvp con Austin, non giocher domenica contro Biella, seguir la squadra in ritiro la prossima settimana e disputer lamichevole con Varese per preparare i playoff. CANTU IN ANSIA PER MICOV E MARKOISHVILI E KOSe lEmporio Armani ha vinto le ultime sette gare, lantagonista nel duello per il 2 posto (e per il fattore campo in una semifinale che varr lEurolega) non vive momenti felici: dopo i ko di Micov (a Belgrado per una visita al ginocchio, torner in Italia nel fine settimana), Shermadini e Scekic, pure Markoishvili si infortunato: problema alla caviglia sinistra e match di domenica a Bologna a rischio. TARANTO CONDUCE LA FINALE DONNETaranto ha espugnato Schio in gara1 della finale-scudetto di A1 femminile: il Cras ha vinto 65-64 con il canestro decisivo di Michelle Greco (top scorer con 17 punti). Gara2 e gara3 saranno domani (ore 19.30, diretta RaiSport1) e lunedi (ore 20.30, RaiSport2) a Taranto.

175 of 225

STORIA INCREDIBILE HARLEY ATTRAVERSO IL PACIFICO IN UN CONTAINER Una Harley-Davidson si spiaggiata?? sulle spiagge canadesi della British Columbia dopo un incredibile viaggio attraverso lOceano Pacifico allinterno di una unit container da camion. Il relitto stato rinvenuto a Graham Island: nonstante il container avesse le porte divelte, la Harley nera LHarley prelevata?? dallo al suo interno riuscita a completare tsunami e depositata in lincredibile traversata in condizioni Canada(LaPresse) sorprendentemente buone. Il numero di targa della moto in questione dimostra che il veicolo stato registrato nella zona della prefettura di Miyagi, una delle zone maggiormente colpite dallo tsunami che si abbattuto sulle coste giapponesi lo scorso anno. Si tratta di un qualcosa che sfugge ad ogni logica - ha poi dichiarato luomo ceh lha trovata - potrei passare la vita intera a ragionare sul come mai la moto sia rimasta allinterno del container: non era assicurata o legata a nessun punto fisso, eppure non ne stata sobbalzata fuori Nella giornata di ieri Harley-Davidson Giappone ha rintracciato il proprietario della Harley: si tratta del ventinovenne Ikuo Yokoyama, residente a Yamamoto, nel distretto di Miyagi. Yokohama ha dichiarato di aver perso la casa e tre membri della sua famiglia in seguito allo tsunami del Marzo 2011, ed attualmente vive in una sistemazione temporanea. Un portavoce Harley Davidson ha confermato che la moto sar restituita al suo proprietario completamente restaurata.

176 of 225

177 of 225

TENNIS Errani, Knapp e Vinci: semifinale!


PIERO VALESIO
NON SUCCEDE tutti i giorni che un paese possa vantare tre sue atlete nelle semifinali di due tornei differenti. Specie se non si la Russia, per dire. Dunque, quando succede, giusto celebrare la cosa come Dio comanda. In particolare oggi si celebri Karin Knapp, laltoatesina che ha trascorso una esistenza sportiva che definire tormentata poco: dopo aver conquistato i quarti dopo una durissima battaglia contra unaltra mezza desaparecida, la Karin Knapp, 25 anni: grande Kirilenko, ieri ha ottenuto la sesta vittoria il suo ritorno ad alti livelli consevutiva in due settimane e si conquistata (LaPresse) laccesso alle semifinali dellEstoril dopo unaltra durissima battglia contro la Voskoboeva. Il ritorno ad alti livelli di Karin una splendida notizia, lei che era arrivata al numero 36 del mondo e poi aveva dovuto fronteggiare una malformazione cardiaca prima, con relativo intervento, e dopo altri due interventi al ginocchio. Oggi affronter Carla Suarez Navarro, numero 58 del mondo. Sempre allEstoril si plauda anche allautrice di unaltra grande impresa, Roberta Vinci, che ha battuto la ex top ten Nadia Petrova anche lei dopo una dura battaglia. Oggi affronter la Kanepi. E poteva mancare in questa passerella del tennis azzurro femminile (mentre Pennetta cura i suoi guai e la Schiavone cerca una condizione decente) Sara Errani? Certo che no. Ed ecco che Sara a Budapest ha vinto passeggiando il derby con la Brianti, ha colto la sua tredicesima vittoria consecutiva sul rosso e oggi affronter in semifinale la georgiana Tatishvili. Quando non c la Kvitova allorizzonte grande Italia. E per fortuna di Kvitova, come della mamma, ce n una sola.

178 of 225

179 of 225

180 of 225

MONDO RISULTATI BEACH VOLLEY

Nicolai-Lupo, buon inizio a Shanghai


BASEBALL USA MAJOR LEAGUE San Diego Padres-Milwaukee Breweers 5-0; Baltimore Orioles-New York Yankees 0-5; Washington Nationals-Arizona Diamondbacks 5-4; Atlanta Braves-Philadelphia Phillies 15-13 ei; Boston Red Sox-Oakland Athletics 2-4; Cincinnati Reds-Chicago Cubs 1-3; Tampa Bay Rays-Seattle Mariners 5-4; Chicago White Sox-Cleveland INdians 3-6; St.Louis Cardinals-Pittsburgh Pirates 12-3; Los Angeles Angels-Minnesota Twins 9-0; San Francisco Giants-Miami-Marlins 2-3.

BASKET USA NBA Playoff San Antonio Spurs-Utah Jazz 114-83 (2-0); Orlando Magic-Indiana Pacers 74-97 (1-2); Memphis Grizzlies-L.A. Clippers 105-98 (1-1). FINLANDIA Playoff Korislliga Tampereen Pyrintioe-ToPo 81-83. SPAGNA Liga Acb Endesa Obaridoro Cab-Valencia 76-62; Fuenlabrada-Caja Laboral Baskonia Vitoria 87-92; Fiatc Joventut Badalona-Lucentum Alicante 74-63; Cb Murcia-Basquaet Manresa 78-60. RUSSIA PBL Playoff Khimki Moscow Region-BC Triumph Libertsy 102-76; Krasnye Krylya-Spartak San Pietroburgo 75-67.

BEACH VOLLEY Grand Slam a Shanghai DONNE Tabellone Pool F: Cigolari-Menegatti (n. 6) b. Vivian-Lima (Bra 11) 2-1 (21-19 18-21 15-10); Meppelink-van Gestel (Ola) b. Maria Clara-Raquel (Bra 22) 2-0 (21-17 21-19). Pool D Gloria-momoli (29) b. Koehler-Sude (Ger 20) 2-0 (21-15 21-16); Walsh-Treanor (Usa 4) b. Bawden-Palmer (Aus 13) 2-0 (21-12 21-16). Primo Turno: Zuhmkehr-Kuhn (Svi 14) b. Bawden-Palmer (Aus 13) 2-0 (21-11 21-15); Tsirtsiani-Arvaniti (Gre 21) b. Em. Nystrom-Er. Nystrom (fin 30) 2-0 (21-14 24-22), Keizer-Van Iersel (Ola 8) b. Borger-Buhte (Ger 23) 2-1 (16-21 21-19 15-11); Liliana-Baquerizo (Spa 16) b. Fendrick-Hansn (Usa 15) 2-1 (21-14 24-26 15-11); Bensley-Maloney (Can 18) b. Gloria-Momoli (29) 2-9 21-14 21-19; Cook-Hickley (Aus 24) b. Cigolari-Menegatti (6) 2-0 21-12 21-19; D. Schwaiger-S. Schwaiger (Aut 28) b. Elwin-Iatika (Van 32) 2-1 (21-11 17-21 15-12); Goller-Ludwig (Ger 7) b. Meppelink-van Gestel (Ola 27) 2-1 (16-21 21-11 15-11). UOMINI Tabellone Pool K: Alison-Emanuel (Bra 2) b. Stiekema-Varenhorst (Ola 31) 2-0 (21-18

181 of 225

21-19); Nicolai-Lupo (15) b. Skarlund-Spinnagr (Nor) 2-1 (19-21 21-16 15-13); Alison-Emanuel b. Skarlund-Spinnagr 2-0 (21-18 21-12); Nicolai-Lupo b. Stiekema-Varenhorst 2-0 (21-19 21-14).

CALCIO USA Major League New England-Colorado 2-1; Seattle-Los Angeles 2-0; San Jos-Dc United 5-3. SUD AMERICA Coppa Libertadores Boca Juniors-U.Espanola 1-0; Corinthinas-Emelec 0-0; Vasco da Gama-Lanus 2-1. BOLIVIA Liga, Clausura La Paz-Real Potosi 0-2, Nacional potosi-Guabira 4-1, The Strongest-Blooming 2-0. BRASILE Copa do Brasil Fortaleza-Gremio 0-2; Atletico PR-Cruzeiro 1-0; Ponte Preta-San Paolo 1-0; Vitoria-Botafogo 1-1. BIELORUSSIA Vysshaya Liga Naftan-Brest 1-0, Slavia Mozr-Fc Minsk 1-0, Zhodino-Bate 0-2, Gomel-Belshina 1-0, Soligorsk-Neman 1-1. DANIMARCA Superliga Horsens-Sonderjske 5-0; Midtylland-Koge 2-1.FRANCIA Ligue 1 Digione-Auxerre 0-2. LITUANIA A Lyga Zalgiris-Banga 2-0 POLONIA Exstraklasa Cracovia Kracow-Ruch Chorzow 0-2; Gornik Zabrze-Wisla Cracovia 2-0; Korona Kielce-Widzew Lodz 0-2; Lech Poznan-Podbeskidzie 1-0; Lks Lodz-Belchatow 1-1, Polonia Warsaw-Zaglebie Lubin 0-4, Slask Wroclaw-Jagiellonia Bialstock 3-1. REP. CECA Gabrinus League Slavia Praga-Hradec Kralove 5-0. ROMANIA Liga I Mioveni-Concordia 1-3, Steaua Bucarest-Petrolul 2-1. SVEZIA Allsvenskan Djurgarden-Orebro 2-1; Gefle-Norrkoeping 0-2; Mjallby-Malmoe 2-2. TURCHIA Superliga Playoff Besiktas Istanbul-Fenerbahce Istanbul 1-0. Europa League Group: Bursaspor-Eskisehirsport 3-2. GIAPPONE J-League Consadole Sapporo-Cerezo Osaka 1-0; Vissel Kobe-Omija Ardija 3-0, Kawasaki Frontale-Jubilo Iwata 4-3, Sagan Tosu-Vagalta Sendai 1-1; Sanfrecce Hiroshima-Albirex Niigata 0-1; Shimizu S-Pulse-Kashima Antlers 3-0, Urawa Red

182 of 225

Diamods-Yokohama F.Marinos 1-2.

HOCKEY GHIACCIO USA NHL (playoff) Washington Capitals-New York Rangers 1-2; Nashville Predators-Phoenix Coyotes 2-0.

IPPICA CORSA TRIS Bologna trotto 1. Naktan Guasimo (5); 2. Niko Adri (2); 3: Macaon Jet(6); 4. Lyon By Pass (7); 5. Marione Atc (3). Combinazione Tris 5-2-6 da 2.328,51 euro. Combinazione Quart 4-10-6-5 da 29.317,66 euro. Combinazione Quint 4-10-6-5-3 nessun vincitore, pertanto, il prossimo jackpot sar di 29.317,66. LA TRIS ODIERNA Trotto in programma alle 18.30 a Napoli con una corsa gentlemen. La nostra terna: Neverland Dl (5), Miss Muscle Fas (6), Lautrec Dra (16). Da seguire Nievoz (9), laerte Bi (10), Nel grado Vil (13).

TENNIS TORNEI FEMMINILI Wta Budapest (Ung, terra) Quarti Errani (n. 1) b. Brianti 6-4 6-0; Erakovic (Nzl, 5) b. Zahlavova Strycova (Cec) 6-2 1-6 6-4; Vesnina (Rus) b. Martic (Cro, 6) 6-3 6-2; Tatishvili (Geo) b. Wozniak (Can) 5-7 7-6 (4) 6-4. Wta Estoril (Por, terra) Quarti Suarez Navarro (Spa) b. Soler-Espinosa (Spa) 6-3 6-3; Kanepi (Est 6) b. Cetkovska (Cec 4) 6-3 3-6 6-3; Vinci (n. 1) b. Petrova (Rus 7) 6-2 1-6 6-4; Knapp b. Voskoboeva (Kaz) 7-6 (4), 2-6, 6-4. TORNEI MASCHILI Atp Estoril (Por, terra) Secondo turno del Potro (Arg 1) b. Machado (Por) 6-1 6-0; Montanes (Spa 7) b. Reynolds (Usa) 4-6 6-4 6-3. Atp Belgrado (Ser, terra) Andujar (Spa) b. Volandri 4-6 7-5 6-2; Paire (Fra) b. Garcia-Lopez (Spa) 4-6 7-5 7-5; Rosol (Cec) b. Hanescu (Rom) 7-6 (4) 6-3. Atp Monaco (Ger, terra) Matosevic (aus) b. Farah (Col) 6- 6-7 (2) 6-2; Tomic (Aus) b. Starace 6-1 6-7 (4) 6-3; Kohlschreiber (Ger) b. Gulbis (Let) 7-5 6-3; Lopez (Spa) b. Stakhovsky (Ukr) 6-4 7-6 (4). Challenger Ostrava (Cec, terra) Rufin (Fra) Albot (Mac) 6-4 6-2; Burzi b. Mertens (Bel) 7-5 3-6 7-5; Lojda (Cec) b. Fabbiano 6-4 7-6 (2); Hajek (Cec) b. Bagemann (Ger) 6-2 7-5. Challenger Tunisi (Tun, terra)

183 of 225

Bautista (Spa) b. Zeballos (Arg) 4--6 6-4 6-1; Granollers-Pujol (Spa) b. Viola 6-3 6-1; Gicquel (Fra) b. Jaziri (Tun) 7-6 (5) 6-0; Zopp (est) b. Naso 6-2 6-4; Ilhan (Tur) b. Gensse (Fra) 4-1 rit; Charady (Fra) b. Ouahab (Alg) 6-3 4-6 7-6 (1).

184 of 225

Ora anche Scarlett ha la stella


La meravigliosa Scarlett Johansson posa con la stella a lei dedicata, che da ieri campeggia sulla Hollywood Walk of Fame. Erano presenti mamma e nonna e il collega Jeremy Renner, Occhio di Falco?? in The Avengers, mentre la 27enne newyorchese divenuta famosissima per le sue interpretazioni in Lost in Translation e La ragazza con lorecchino di perla nel 2003, nel film tratto dai fumetti Marvel la vedova Nera (Ap)

185 of 225

186 of 225

187 of 225

188 of 225

189 of 225

190 of 225

191 of 225

192 of 225

193 of 225

194 of 225

195 of 225

196 of 225

Gli Allievi granata Serve uno sprint per la final eight


NICOLA BALICE
TORINO. Tutto in tre partite. Il passo falso di sabato con il Livorno infatti non ha compromesso il sogno final eight degli Allievi nazionali di Moreno Longo , che finalmente hanno le idee chiare riguardo il proprio destino. Mercoled si sono disputati anche gli ultimi due recuperi (Novara-Fiorentina 1-3 ed Empoli-Juventus 1-0), ed ora la classifica parla chiaro: il Toro padrone del proprio destino. I granata in questo momento si trovano al terzo posto a tre punti da Empoli e a cinque da una Fiorentina quasi qualificata. Vincendo tutte e tre le prossime partite i granata per saranno sicuri della qualificazione, avendo dalla propria leventuale vantaggio negli scontri diretti con gli empolesi, non un vantaggio da poco. Longo: Avere una visione Calendario proibitivo, per con chiara della situazione solo a tre le grandi facciamo giornate dal termine sempre bene. La non influir squadra alle finali particolarmente se batter Genoa, dichiara Moreno Empoli e Juventus. Longo -, la nostra E ci sar anche programmazione Aramu sempre stata legata al vivere alla giornata e continueremo a farlo. Lottima notizia che ora la matematica ci dice che tutto dipende da noi. Lobiettivo di inizio stagione era quello di potercela giocare fino allultimo con qualcosa di importante in palio, questo primo traguardo labbiamo raggiunto ed ora non ci accontenteremo. IL CALENDARIO Ma ad attendere il Toro in questo rush finale saranno tre squadre tuttaltro Moreno Longo, 36 anni Mattia che morbide: in ordine il gruppo di Longo dovr Aramu compir 17 anni il 14 recar visita al Genoa, per poi ospitare proprio maggio lEmpoli e la Juve (a un passo dalleliminazione) nelle ultime due sfide interne. Un calendario apparentemente proibitivo considerando lobbligo dei nove punti, ma la storia di questa stagione ha sempre visto un Toro pi convincente con le grandi che non con le avversarie di medio-bassa classifica. Per caratteristiche abbiamo sempre disputato prestazioni migliori ed ottenuto grandi risultati con squadre di primissimo livello piuttosto che contro formazioni chiuse, questo un dato di fatto. Ma sappiamo che sulla carta si tratta di un calendario proibitivo, rimangono da affrontare tre tra le

197 of 225

squadre pi forti del campionato e ci vorranno tre prestazioni perfette per vincere. Ritengo per che se siamo arrivati fin qui solo perch abbiamo tutte le carte in regola per farcela, non posso che essere fiducioso. UN ARAMU IN PIU Chiuso il girone dandata al secondo posto, il Toro ha poi dovuto affrontare gran parte del girone di ritorno senza la propria stella: Mattia Aramu stato prima aggregato alla Primavera, poi si dovuto fermare per infortunio. Adesso per potr essere nuovamente lui luomo in pi degli Allievi, essendo quasi del tutto recuperato e tornato in gruppo da pi di una settimana. Il Toro per diventato squadra anche senza di lui, e Longo sicuro che sar ancora una volta il gruppo a rappresentare eventualmente larma vincente: Avevamo chiuso il girone dandata secondi e perdendo Aramu probabilmente tutti ci hanno dato per tagliati fuori. Invece siamo ancora qui a giocarcela con grande orgoglio, dimostrando sul campo di non partire sconfitti contro nessuno. Aramu adesso ha una settimana di lavoro e inizia a stare meglio, finalmente sta acquisendo quel minimo di condizione per poter essere impiegato anche se non so ancora se da titolare o a partita in corso. Ora per siamo al completo, sono rientrati anche Spera e Ientile e sono sicuro che dovr essere il gruppo bravo a trascinare un ragazzo di grande qualit come Aramu, e non viceversa.

198 of 225

TORO le alternative per ventura

Se c un allarme c Pratali
STEFANO LANZO
TORINO. Il livello di attenzione chiaramente alto, trattandosi peraltro di uno dei cardini della formazione granata. I problemi tendinei di Ogbonna tengono in apprensione il Torino, anche se lo staff medico sottolinea come non sia la prima volta che lAngelo granata soffre di questo tipo di disturbi, che per non gli hanno praticamente mai impedito di scendere in campo. La prudenza non comunque mai troppa e, se da un lato gli accertamenti odierni regaleranno a Ventura maggiore chiarezza sulle condizioni fisiche del suo vice capitano, dallaltra Pratali scalda i motori, qualora fosse necessario sostituire lacciaccato Ogbonna per il big match di luned contro il Padova. E pronto a LA RISALITA Il sostituire Ogbonna Torino far di tutto nella gara pi per riavere il centrale delicata dellanno. Ma anche Morello... titolare, ma nellombra, senza mai uscire dal seminato, Pratali continua a lavorare per farsi trovare pronto. Per Ventura, considerato che si tratta di un mancino naturale, lui il sostituto di Ogbonna: in stagione, perci, ha avuto poche occasioni per trovare spazio. Appena sei presenze, lultima un mese e mezzo fa a Castellammare di Stabia: per, nonostante ci, Pratali, considerate lesperienza e lormai lunga militanza granata, ritenuto dagli stessi compagni uno dei punti di riferimento dello spogliatoio. Situazione impensabile fino a due stagioni fa, quando nel gennaio del 2010, durante la rivoluzione petrachiana che port a un girone di ritorno da 41 punti ma non alla promozione, Pratali fin in prestito al Siena, dopo essere entrato nel mirino della critica. Da allora tante cose sono cambiate e adesso Pratali, in scadenza di contratto proprio a giugno, si ritagliato un ruolo magari pi marginale, ma allo stesso tempo prezioso. E per il collega Ogbonna, colui che gli ha soffiato?? il posto ma con il quale il rapporto di assoluta amicizia, ha riservato sempre parole dolci in questi ultimi mesi: Essere la riserva di un Nazionale per me un onore. Angelo straordinario: di difensori cos, anche in serie A,
199 of 225

ce ne sono veramente pochi. La sua arma in pi non essersi mai montato la testa: umile e per questo far tanta strada. Pratali diventato un po il problem solver del Torino: in freezer per buona parte della stagione e poi, Francesco Pratali, 33 anni: in alloccorrenza, scongelato da Ventura. B col Toro ha segnato 3 gol LA PARABOLA Il difensore centrale si prepara (Liverani) Davide Morello, 33 per eventuali cattive notizia dallinfermeria e lo anni: conta 3 presenze in stesso fa Morello , il sostituto di Benussi , questa serie B (M.Dreosti) anchegli tormentato da un disturbo tendineo. A differenza di Pratali che venne epurato, di quella rivoluzione del gennaio 2010 Morello era stato uno dei capisaldi, voluto fortemente dal ds Petrachi con il quale era stato protagonista di ottime stagioni a Pisa. Sei mesi positivi, da riserva di Sereni , con qualche parata importante, poi il buio da agosto 2010 in unannata sbagliata per tutto il Torino, al di l dei singoli. In questa stagione Morello prima la riserva di Coppola , poi, dopo il grave infortunio capitato allestremo difensore, di Benussi: tre presenze, due gol incassati, due punti complessivi con lui in porta. Ma il sorriso che era sparito nel 2010-11 in ogni caso tornato sulle labbra del portiere siciliano, anchegli, come Pratali, in scadenza di contratto e presumibilmente prossimo alladdio al Torino. A meno di sorprese che, nel club granata, non mancano mai. Come una sorpresa sarebbe limpiego di Gomis col Padova, nel caso in cui Benussi non dovesse farcela a recuperare.

200 of 225

6 PRESENZE di Pratali in questo campionato. Per il difensore la quarta stagione con il Torino. Nel 2009-10 ha giocato sei mesi nel Siena

201 of 225

25 GOL subiti dal Torino in questo campionato. Quella granata la difesa meno battuta della B davanti a quella della Samp (26)

202 of 225

203 of 225

204 of 225

Garrone a Bogliasco carica lo spogliatoio Torna Semioli. Volta al centro della difesa
GENOVA. Riccardo Garrone sempre pi vicino alla squadra. Il patron blucerchiato ieri salito a Bogliasco per dare la carica alla squadra. Un saluto a Iachini e ai giocatori, in vista della gara di domenica con la Reggina. E il momento decisivo della stagione e la societ cerca di dare tutto il suo sostegno. RIECCO SEMIOLI Sempre out Romero, Berardi e Padalino, ma tornato a lavorare in gruppo Semioli, che potrebbe essere disponibile - almeno in panchina - in questo finale di stagione. In porta ci sar dunque ancora Da Costa, sulla destra in difesa spazio sempre a Rispoli, che col Modena ha disputato una buona gara. La squalifica di Gastaldello riporter Volta tra i titolari, al centro della difesa. Sempre che Iachini non decida di puntare su Costa centrale e Laczko terzino sinistro. Sono tornati a lavorare regolarmente Pozzi, Foggia e Munari, dopo gli acciacchi di Modena. Domenica contro gli amaranto, al Ferraris, si giocher ancora allora di pranzo (12,30). M.BIS.

205 of 225

SERIE B DOMENICA ORE 12.30 SAMPDORIA-REGGINA

Ora ci sentiamo pi forti


Maurizio Moscatelli
GENOVA. Ora dipende tutto da noi. Pedro Obiang non si nasconde ed ben consapevole che dopo il successo sul Modena e la sconfitta del Padova con laggancio ai playoff, le carte in tavola in questo finale di campionato in serie B sono radicalmente cambiate. Linerzia adesso tutta a vantaggio della Samp in un prossimo turno che potrebbe aiutare ancor di pi i blucerchiati. Obiang e compagni domenica affronteranno al Ferraris la Reggina mentre il Padova andr a Torino in posticipo e il Varese giocher contro un Brescia che insegue OBIANG Vincere lultima chance di aumenta agguantare i playoff. convinzione e Il giovane autostima Il nostro centrocampista destino dipender Pedro Mba Obiang, 20 anni, spagnolo, classe 92, solo da ci che uno dei gioielli blucerchiati gi ormai un punto faremo noi nel mirino delle grandi fermo della (Pegaso) Sampdoria di Iachini e partita dopo partita si conquistato il rispetto di tifosi e compagni, senza perdere mai per il sorriso e la voglia di divertirsi di chi ha ventanni. EX DELLATLETICO Cresciuto nella cantera dellAtletico Madrid, Obiang arrivato in blucerchiato giovanissimo con una scelta di vita non comune e non facile come ha raccontato lui stesso. Nella mia famiglia il calcio non era molto considerato,mio padre ha sempre avuto prima altri valori come il lavoro. Poi a dieci anni ho iniziato a giocare sul serio accompagnato da lui ma costretto da mia madre - ride raccontando lepisodio - e da quel momento ho abbandonato anche gli altri sport come il nuoto e il tennis e mi ci sono dedicato totalmente a questa attivit. A sedici anni il passaggio alla Sampdoria e il cambio di Paese, una scelta non facile. Ma stata difficile soprattutto per mia madre, mentre per mio padre che un viaggiatore stato normale. GIOVANILI SAMP Obiang in questi anni stato allenato da pi tecnici. Lallenatore che mi ha colpito di pi stato Felice Tufano (tecnico degli Allievi,ndr) mi ha sempre dato bastonate per insegnarmi a giocare bene e la tecnica, poi ho avuto Fulvio Pea che chiedeva troppo ai giocatori e io ci capivo poco. Con Alfredo Aglietti ho imparato a giocare al calcio, Domenico Di Carlo invece mi ha fatto esordire e poi ho avuto la fiducia di Gianluca Atzori sino a Beppe Iachini che mi fa giocare e che vorrebbe tirassi fuori pi grinta. Punto fermo ormai del centrocampo a tre di Iachini in questa stagione spesso con Renan e Munari , Mi piace andare Obiang fatica per a volte a trattenersi e mantenere la avanti ma se lo posizione richiesta dal tecnico. In Spagna siamo pi faccio Iachini urla abituati al calcio offensivo e cos mi viene naturale ogni tanto per fermarmi. Lui staccarmi ed avanzare, il mio ruolo giocare pi avanti ma pretende da me pi grinta. Il mio sogno non dovrei farlo e regolarmente il tecnico mi urla per fermarmi e farmi tornare indietro. lInghilterra

206 of 225

OBIETTIVO SERIE A Gi 26 gare giocate per una stagione da chiudere nel migliore dei modi con un obiettivo che appena due mesi fa appariva lontano e che ora a portata di mano, i playoff. Questo un turno molto bello, ci stiamo preparando bene e ormai sappiamo anche come organizzarci per giocare alle 12.30. Molte squadre in questa giornata si giocano tanto ma finalmente possiamo dipendere solo da noi stessi e questo importante. Stiamo bene e le vittorie fanno sembrare tutto pi bello, vincere tante gare credo rinforzi ancor di pi la squadra e la nostra convinzione. Ci sentiamo tutti pi forti. Un cammino da non interrompere cos come il suo futuro, in serie A con la maglia della Sampdoria e poi forse un grande club allestero. Penso di essere destinato a una grande carriera. Il mio sogno? Linghilterra, sono innamorato del calcio inglese e soprattutto di Londra. Chelsea, Tottenham, Arsenal non fa differenza. Se invece tornassi in Spagna direi Real. Lultima battuta dedicata allepisodio tra Delio Rossi e Liajic . E stato un gesto brutto ma non so dire come mi sarei comportato io. Dipende da cosa senti in quel momento, io non lavrei fatto ma non puoi sapere cosa accade nella testa di una persona in quei momenti. Infine Obiang svela il significato del suo soprannome Perico (parrocchetto): Non un diminutivo di Pedro ma il nome di un uccellino, perch da piccolo ero magro e gracile.

207 of 225

208 of 225

TUTTONOTIZIE

BASKET DNB, CUS TORINO ALLA PROVA PLAYOFF (gt) Alla vigilia della partenza dei playoff la voglia di continuare a sorprendere tanta in casa Kopa Cus Torino. Gli universitari torinesi, che sono stati rivelazione del torneo, hanno chiuso la stagione regolare al 5 posto e ora nei quarti di finale se la vedranno con il Mirandola, giunto quarto. Neanche a farlo apposta nellultima giornata di DNB il Kopa aveva giocato e vinto proprio contro la squadra che ha sede in Emilia, ma che di fatto formazione mantovana. Da domenica (ore 18) si riparte daccapo ognuno con le proprie speranze, ognuno con i propri obiettivi da raggiungere. Per noi gi un bel successo aver raggiunto i playoff - ricorda il tecnico cussino, Marco Genta -. ovvio che arrivati a questo punto non ci tireremo indietro. La cosa bella che rispetto ai nostri avversari avremo la mente pi sgombra perch siamo andati gi oltre ogni pi rosea aspettativa. Il Cus Torino da trentanni non Danna in azione. Il Cus Torino raggiungeva un risultato cos importante. E ritrova i playoff dopo trentanni sembra paradossale che lo abbia raggiunto Mario Sasso nuovo coach quando ha deciso di puntare sui giovani. Non dellEurorenting Bruno di un caso che il Cus Torino stia ottenendo Mondov risultati lusinghieri anche nei giochi universitari. Alle finali di Messina che scatteranno il 22 maggio i torinesi si presenter tra le formazioni favorite per la conquista del titolo tricolore.

VOLLEY B2 UOMINI, MONDOVI ESONERA LIBOA, CE SASSO (a. sa.) Con lultimo turno lEurorenting Bruno di Mondov stato raggiunto in vetta alla classifica di B2 maschile dal team torinese del Parella De Santo, arretrato solo per minor numero di vittorie. La squadra monregalese, sconfitta dal SantAnna Tomcar di San Mauro Torinese, terzo, ha cos rimandato lappuntamento con la promozione diretta in B1 che potrebbe ottenere con la gara di domani sera sul campo del Bresso, ultimo in classifica. A pagare il conto per questa situazione stato coach Maurizio Libo, esonerato prima dellultimo match della regular season. Ad allenare la squadra monregalese, prima di tornare a lavorare con il vivaio, ci sar temporaneamente Mario Sasso, gi sulla panchina di Mondov fino alla stagione 2008/2009: La squadra ha dilapidato un capitale con le ultime partite. Ho visto lultima gara e devo dire che il San Mauro ha giocato alla grande. Sono per ottimista il commento del nuovo coach monregalese.

CICLISMO ESORDIENTI, MATTIO TORNA AL SUCCESSO (p. bu.) Giosu Mattio (Vigor)
209 of 225

tornato alla vittoria, aggiudicandosi a Melazzo (AL) il 14 Memorial Reverdito e Pagliano?? (132 al via), negli esordienti del secondo anno. Sul traguardo in salita, il cuneese ha battuto nettamente il ligure Murgano e il rostese Rossetto. Tra i nati nel primo anno, affermazione numero uno del chierese Gabriele Mattalia, davanti al beniamino di casa Mattia Iaboc e il resto del gruppo. Primo piazzamento dellanno per il Brunero Camel Pedalando in Langa. Nella prestigiosa corsa toscana per dilettanti di Terranova Bracciolini (AR), il cuneese Alessandro Pettiti, ha conquistato il secondo posto, superato sotto lo striscione darrivo soltanto dal veronese Alessandro Mazzi.

TENNIS IL MASTER SERIES VERSO LA CHIUSURA (r. be.) Si stanno avviando alla conclusione (nel fine settimana) i 6 tabelloni Futures e Master Series in corso di svolgimento al Fai Sport San Carlo. Di particolare interesse lunder 14 maschile che vede tra i favoriti di gemelli Vottero, Filippo e Tommaso (Sporting Borgaro), Lorenzo Moja (Sporting Borgaro) e Riccardo Sosso (Country San Mauro). Nel draw di pari categoria femminile occhi puntati su Martina Gobetti (Stampa Sporting) e Giulia Di Lorenzo (Sporting Borgaro). Lu.12 in rosa vede gi semifinaliste Sarah Capello (Indoor Club) e latleta di casa, Francesca Ciccone. Nellu.12 maschile prosegue la corsa di Edoardo Cavallo (Sporting Mondov).

JUDO EUROPEAN CUP, RAINERO DARGENTO (e. ca.) Piemonte sul podio allEuropean Cup Under 20 di (Udine) grazie allargento di Marta Rainero (CRA Asti) e al bronzo di Sara Romano (Akyama Settimo). Ad Ostia, assoluti di karate, specialit kumit, 5posto di Michael Scansetti (Reale Ginnastica Torino) nella categoria 65 Kg.

PALLAPUGNO CANALESE ANCORA IMBATTUTA (l. gia.) La Canalese di Bruno Campagno resta imbattuta, superando la Virtus Langhe di Luca Galliano per 11-8. Ancora a segno lAlbese di Massimo Vacchetto: al Mermet battuta 11-4 la Pro Paschese di Paolo Danna che resta a zero in classifica. Nel derby ligure di Dolcedo, dopo oltre tre ore, a segno la Don Dagnino Andora di Daniel Giordano per 8-11.

TENNISTAVOLO IL CUS CERCA LIMPRESA A SIRACUSA (m. av.) Stasera il Cus Torino tenta limpresa nel ritorno delle semifinali scudetto andando a Siracusa dove cercher di ribaltare il 4-1 patito nella gara dandata. Il sodalizio universitario schierer litaliano Niagol Stoyanov, il ceco Toni Gavlas e il cinese Li Kewei.

HOCKEY SU PRATO U16, LA MICHELI CONVOCATA IN NAZIONALE (e. ca.) Il Cus Torino, dopo un anno di cessata attivit, torna a brillare nel panorama hockeistico nazionale grazie alla convocazione in azzurro, nellItalia Under 16, di Aurora Micheli. La stessa Micheli una dei cardini della squadra di serie A2 che vincendo col Valchisone per 5-0 2.

PODISMO A VIGONE LA MEZZA DI VARENNE (m. av.) tutto pronto per la terza edizione della Mezza di Varenne?? che si correr domenica a Vigone con partenza alle 9.30. La

210 of 225

gara, nata dallidea di associare un evento sportivo a Varenne, il mitico cavallo da corsa che vinse praticamente tutto prima di ritirarsi a Vigone, punta a raggiungere i 1400 iscritti (850 per la mezza maratona e 550 distribuiti tra non competitiva di 10 km e fitwalking) delle prime due edizioni. Per gli atleti al via, lobiettivo sar quello di stabilire i nuovi primati della gara fatti segnare entrambi nel 2011 da Hicham El Barouki in 1h0715 tra gli uomini e da Valeria Straneo in 1h1355 tra le donne.

TRIATHLON IL PEPERONCINO TEAM BRILLA AL MUGELLO (r. be.) Un bottino da far invidia quello conquistato dal Peperoncino Team, formazione torinese che punta sullamalgama delle proprie unit, in ogni categoria, nei Campionati italiani di medio??. Prima piazza infatti arrivata nella competizione a squadre, grazie a Matteo Annovazzi, Gabriele Mazzetta e Nikolas Becher. Lo stesso Annovazzi salito sul terzo gradino del podio della prova individuale.

ATLETICA TRICOLORI MASTER, BERTOCCHI 3 NELLA MEZZA (m. av.) Bronzo per Daniela Bertocchi agli Italiani Master di Mezza Maratona a Salerno. Dopo aver rischiato il ritiro al 9 km per un calo di pressione, la portacolori dellAtletica Novese ha chiuso la prova nella categoria MF55 con il tempo di 1h4134.

211 of 225

SERIE D Il Chieri non sarrende Per serve il miracolo


Nicola Balice
UNA SETTIMANA diversa dalle altre. Il Chieri di Marco Sesia si trova ancora in corsa per la promozione in Lega Pro, ma quel punto di distanza dal Saint Chritsophe Valle dAoste costringe i collinari a vivere lultima giornata con lorecchio ai telefonini e non solo sul campo. Il tecnico in ogni caso assicura la massima serenit, e la voglia di voler chiudere nel migliore dei modi la stagione regolare: Ormai questo un Lanalisi del tecnico campionato che pu Marco Sesia, 42 anni solo perdere il Valle collinare: Questo dAoste. Ma noi siamo campionato lo pu tranquilli e continuiamo a lavorare con la giusta perdere solo il determinazione, la possibilit recente di poterci allenare sul Valle dAoste. Ma nuovo sintetico messoci a disposizione dalla societ sta nel calcio bisogna rendendo ancor pi piacevoli questi giorni. Dobbiamo crederci sempre metterci nelle condizioni di non lasciare nulla di intentato, sappiamo che ci vuole un miracolo sportivo ma intanto proveremo in ogni modo a vincere la nostra di partita cosa non scontata. Solo se dovessimo ottenere la ventisettesima vittoria stagionale potremmo poi pensare al risultato del Valle dAoste. Daltronde il calcio ha insegnato a crederci sempre, e noi nel nostro piccolo un po ci crediamo ancora. SGAMBETTO Secondo Sesia il Verbano potrebbe anche riuscire a fare uno sgambetto alla capolista: Partiamo dal presupposto che il Valle dAoste una grande squadra, difficile da battere per chiunque. Per ha anche tutto da perdere, mentre il Verbano giocher con la serenit di chi non ha pi nulla da chiedere al proprio campionato e nelle ultime giornate ha dimostrato di essere ancora molto presente come dimostrano gli ultimi risultati. Badando al proprio gruppo, Sesia potr affontare il Naviglio Trezzano con un team quasi al completo: Mancheranno ancora Garrone , Cacciatore e Pasquero . La nostra stata una stagione contraddistinta da tanti infortuni pesanti, praticamente nessuno di carattere muscolare e quasi tutti traumatici, questo significa che nulla si pu imputare al nostro lavoro. Ora arriviamo in buone condizioni allultima giornata. Ai playoff sinceramente non stiamo ancora pensando, c tempo per guardare oltre. (OPTA)

212 of 225

CALCIO NEROSTELLATI ANCORA IN CORSA

Casale, meriti un premio


Franco Di Lonardo
CASALE. Comunque vada a finire per il Casale sar una stagione memorabile. Nel bene e nel male. Una squadra fortissima, capace di conquistare 40 punti nel girone di andata e ben avviata sulla strada della promozione diretta, il cui cammino si complica improvvisamente ad inizio febbraio, quando esplode la crisi societaria. Le prime avvisaglie sulle difficolt da parte del gruppo Foppiani, proprietario e principale sponsor del club nerostellato, erano emerse prima di Natale quando - dopo la partita vinta 3-0 sul Santarcangelo - il presidente Giorgio Zanon si present in sala BUGLIO Abbiamo stampa rilasciando passato momenti dichiarazioni difficili ma ci siamo preoccupanti sul rischio che questo bel giocattolo si possa rompere, annunciando che se non si fossero trovati in fretta nuovi soci e sponsor il progetto si sarebbe interrotto il 30 giugno. Insomma una situazione complicata sul piano economico, ma comune a molti altri club della categoria. LO CHOC Il vero e proprio fulmine a ciel (quasi) sereno arriv mercoled 8 febbraio, quando Zanon si present a Trino, al termine dellallenamento, assieme a un consulente (lavvocato Gianfilippo Capello , figlio di Fabio) e annunci la volont di mettere in liquidazione il club. Per tutto lambiente fu uno choc, tanto che in quei giorni convulsi (che precedevano, Francesco Buglio, 54 anni, a fra laltro, il derby di Alessandria, la partita pi Casale dallo scorso anno sentita dai tifosi nerostellati) fu persino messa (Liverani) in dubbio la prosecuzione del campionato. Lipotesi peggiore venne fortunatamente sventata, grazie anche allintervento del Comune e, in particolare, dellassessore allo Sport Federico Riboldi . Da allora, con il conseguente decadimento del consiglio di amministrazione, la propriet Foppiani ha garantito lordinaria amministrazione fino a giugno, lasciando in pratica sola la squadra, tanto che lunico dirigente ancora attivo e in carica il direttore sportivo Pasquale Gigliotti . In questa difficilissima situazione i giocatori si sono sempre comportati da professionisti esemplari, anche se ovvio che qualcosa si sia pagato in termini di prestazioni e di risultati. CONTRACCOLPO Le parole del capitano Riccardo Taddei illustrano perfettamente il concetto: Il nostro obiettivo - racconta - sempre stato quello di vincere il campionato e, a livello conscio, non Questa non la abbiamo risentito della situazione societaria. Ma attenzione: squadra pi forte, il livello conscio una cosa, quello inconscio unaltra. ma il gruppo pi

213 of 225

Insomma, pur lavorando sempre con impegno e seriet, il tarlo dellincertezza pu avere influito su alcune prestazioni obiettivamente poco convincenti, come quella casalinga con il Borgo a Buggiano oppure la trasferta di Savona. Ma la squadra ha sempre tenuto botta??, ha resistito a una mazzata che avrebbe steso un elefante, si conquistata la certezza dei playoff ed ora l, allultima giornata, a sognare la promozione diretta. E anche se pure un calo c stato, inutile negarlo, le statistiche descrivono come questo calo sia in realt meno accentuato di quanto appaia. Da quel fatale 8 febbraio il Casale ha ottenuto un punto in pi del Rimini (che ha una societ solidissima e sta giocandosi la promozione) e pochi meno di San Marino (quattro), Entella (cinque), Cuneo (sei) e Treviso (sette). La frenata in vetta ha riguardato quindi tutte le squadre, non solo il Casale. EPISODI E poi sui risultati hanno influito una serie di episodi sfavorevoli, come alcune decisioni arbitrali discutibili (i rigori fischiati a favore di Lecco e Pro Patria, che hanno significato cinque punti in meno, gridano vendetta ancora adesso), oltre a una serie di infortuni (la pubalgia di Petrilli o lappendicite di Capellupo ) che hanno privato il tecnico Francesco Buglio di uomini chiave nei momenti chiave della stagione. La considerazione che, nonostante tutte le avversit, la squadra sia ancora l a giocarsi il campionato ne dimostra tutto il valore. Questo uno dei migliori gruppi che abbia mai allenato - puntualizza Buglio - e lo ha dimostrato onorando sempre la maglia in un contesto complicato. Ripeto sempre che questa non la squadra pi forte, ma il gruppo pi forte del campionato. E, per quello che ha passato, si merita un premio. (OPTA) forte del campionato. Per quello che ha vissuto ha diritto al salto

214 of 225

40 I PUNTI conquistati allandata che valsero al Casale il primo posto in classifica. Solo 21 i punti raccolti nel girone di ritorno

215 of 225

3 LE SCONFITTE nelle ultime tre trasferte. Il Casale ha perso a Savona, Cuneo e Busto Arsizio. Quattro i gol subiti, zero quelli segnati

216 of 225

217 of 225

218 of 225

Largo a Zarate Si ferma Poli


SALVATORE RIGGIO
MILANO. A due giorni dal derby contro il Milan, decisivo per le sorti scudetto dei rossoneri, Andrea Stramaccioni ha alcuni problemi di formazione. Ieri si fermato a met allenamento Andrea Poli per un risentimento a una vecchia cicatrice alla coscia destra. Un infortunio che potrebbe far saltare la sfida con il Milan al giovane centrocampista, Largentino in arrivato questa estate vantaggio su dalla Sampdoria e Alvarez Per il subito ben inserito centrocampista un nello spogliatoio risentimento nerazzurro. Nelle gare in cui sceso in campo, Poli ha sempre dimostrato le sue Andrea Poli, 22 anni, sar qualit, conquistando la stima dei compagni di riscattato a giugno squadra e dei tifosi. Con lui il giovane tecnico interista dovr valutare pure le condizioni di Yuto Nagatomo , uscito malconcio a fine primo tempo nella sfida col Parma. Il terzino nipponico per un colpo alla tempia finito in ospedale, dove ha effettuato diversi esami, tutti fortunatamente risultati negativi. Il giapponese si ripreso e ieri si presentato alla Pinetina, senza per allenarsi. Chi non rischia per il derby Wesley Sneijder , che ha preso una botta al piede (invece, non ci sar sicuramente Chivu ). Ad affiancare lolandese nella trequarti potrebbe esserci Mauro Zarate , in vantaggio su Ricky Alvarez : largentino rappresenta la scommessa vinta da Stramaccioni, che lo ha rilanciato da quando a fine marzo subentrato a Claudio Ranieri , passando ad allenare la prima squadra, dopo aver Fermo anche vinto la Next Generation Series con la Primavera nerazzurra, Nagatomo, uscito nella finalissima di Londra contro lAjax. Nel derby di malconcio dalla domenica Julio Cesar raggiunger quota 300, mentre per trasferta di Parma. Javier Zanetti sar la 42 stracittadina in carriera, la numero Sneijder si 38 di fila. ripreso dala botta CARICA DA DERBY Ieri a Inter Channel intervenuto Joel al piede Obi , un altro giovane cresciuto nella cantera nerazzurra: Il rammarico fortissimo per la gara persa col Parma, purtroppo andata male e il dispiacere enorme. Siamo anche stati sfortunati. Quando loro hanno segnato, noi come se fossimo rimasti impreparati, mentalmente non pronti - ha dichiarato il nigeriano -. Ora ci sar la gara col Milan, per noi importantissima. Faremo il massimo per dare almeno questa soddisfazione ai tifosi, cercheremo di portarlo a casa. La voglia di giocare contro il Milan ora immensa. In un derby Primavera, correva lanno 2009-10, Obi segn un gran gol con un sinistro a giro: Se voglio ripetermi? Magari (sorride, ndr). Quello era stato un anno importante per me. Una bella annata, con ragazzi con cui tuttora mi sento, come Destro, Santon, Caldirola .

219 of 225

Thiago Silva pronto a tutto


PAOLO CAPPELLERI
MILANO. Da quando al Milan non si mai perso un derby, e di certo Thiago Silva non vuole mancare in quello che domenica sera pu tenere vive le speranze per lo scudetto. Ieri ha lavorato a parte e saranno decisivi gli ultimi due allenamenti per capire se il brasiliano ha smaltito completamente la lesione al bicipite femorale della coscia destra rimediata il 24 Non ha mai perso marzo. La prognosi di una sfida contro 3/4 settimane stata lInter E stringe i ampiamente denti per superare superata, gi da linfortunio qualche giorno il difensore pareva pronto ma Massimiliano Allegri e lo staff Thiago Silva, 27 anni, pilastro medico hanno preferito evitare di mandarlo in di Allegri (Liverani) campo contro Siena e Atalanta per non correre il minimo rischio. Si trattato di una scelta precauzionale ma ora, con la Juventus a un solo punto di distanza, Thiago Silva sembra disposto anche a stringere un po i denti per tornare al centro della retroguardia al fianco di Alessandro Nesta in una partita cos delicata. Sono pronti per il derby Ignazio Abate e Mark Van Bommel che, dopo il turno di riposo concesso loro da Allegri mercoled, sono candidati a giocare dal primo minuto. Da valutare in questi due giorni sono invece le condizioni di Urby Emanuelson . Lolandese ha saltato le ultime due partite per una dolorosa contusione alla schiena ma gi oggi dovrebbe tornare ad allenarsi con il resto del gruppo. SALUTI CON IL NOVARA Non invece ancora arrivato il momento del rientro per Alexandre Pato , che sta lavorando con un suo fisioterapista di fiducia per mettersi alle spalle lennesimo infortunio (una Hanno recuperato lesione tra il primo e il secondo grado al bicipite femorale anche Abate e Van della coscia sinistra) di una stagione da mani nei capelli. La Bommel. Da missione quasi completata e lattaccante potrebbe tornare valutare le a disposizione dopo oltre due mesi di stop per lepilogo di condizioni di campionato contro il Novara. Soprattutto se si dovesse Emanuelson. Pato arrivare al 13 maggio con lo scudetto gi assegnato, non torner (e saluter) escluso che si riveda anche Pippo Inzaghi , ai box da met col Novara marzo per un infortunio simile alla coscia destra. Allegri potrebbe infatti concedergli una passerella nei minuti finali per tagliare il traguardo delle 300 presenze con il Milan e, visto che il suo nome difficilmente rientrer fra quelli che rinnoveranno il contratto, dare laddio ai tifosi di San Siro dopo undici anni di vita in rossonero. Probabilmente dovr farlo vestito in borghese Clarence Seedorf : ufficialmente, lolandese ha ancora un problema a un polpaccio, e la sua stagione potrebbe essersi conclusa il 22 aprile quando stato sostituito con il Bologna e non ha nascosto ad Allegri tutto il suo disappunto.

220 of 225

221 of 225

Ferri: Inter fai limpresa


SALVATORE RIGGIO
MILANO RICCARDO FERRI, si pu dire che questo sar un derby diverso rispetto a ci che si pensava a inizio stagione? S, perch lInter ha perso un po di quella luce che aveva fatto intravedere in queste ultime settimane. Ora non penso possa avere molte motivazioni ma il derby una gara che ne d di sue. Poi chiaro, se Vincendo a Parma a Parma i nerazzurri avessero vinto, sarebbe stato avremmo visto diverso Per unaltra gara. adesso serve un Come vede ora riscatto lInter? immediato I ragazzi hanno dato Riccardo Ferri, 48 anni, ex tanto, si sono bandiera dellInter impegnati, ma la squadra subisce ancora in maniera esagerata la minima pressione degli avversari. Da un punto di vista tattico, ci sono ancora delle grosse difficolt. La difesa subisce troppo. A Parma cerano quattro difensori, ma lunico puro era Samuel. Tutti gli altri prediligono la fase di possesso, ma quando perdi palla si perde un punto di riferimento. Ci sono giocatori anarchici??, come Lucio. Lui si intestardisce spesso in zone pericolose, ma sempre stato cos. Stramaccioni ha fatto un buon lavoro. entrato nello spogliatoio con grande determinazione ed arrivato fino alla testa dei giocatori. Per, non pu avere la bacchetta magica per risolvere altre situazioni. Tipo? LInter ha bisogno di acquisti mirati e non questo il lavoro Vedo una squadra di un allenatore. Stramaccioni ha fatto quello che poteva fare, cos come Ranieri e cos come stava provando a fare con grosse Gasperini. difficolt sotto il Invece, come vede il Milan? profilo tecnico. Ma Per loro si riaperto uno spiraglio inaspettato. Era una il clima del derby cosa che sembrava lontana, anche se deve ancora pu regalare dipendere dai risultati della Juventus. Al di l dellerrore di stimoli incredibili Buffon, i bianconeri questanno non hanno mai tradito e difficilmente sbagliano due gare di fila. Quindi scudetto gi alla Juve? Non si pu ancora dire. Ci sono state situazioni simili pure negli anni passati. Dico solo che la Juve ha grande fame e andr concentrata a Trieste. Ritornando al derby, chi potrebbe essere luomo partita dellInter? Sneijder o Milito. Infine, lei si aspettava queste prestazioni di Muntari? Al Milan, Sulley ha trovato le giuste motivazioni. Lui un ragazzo sensibile e a volte basta sentire la fiducia intorno a te. In rossonero ha trovano chi gli d una mano, la stima dei compagni e del tecnico. E questo ti fa diventare decisivo, com successo a lui in queste settimane. Sta diventando importante per questo Milan.
222 of 225

223 of 225

Baresi: Milan devi crederci


MILANO FRANCO BARESI, che derby sar per i rossoneri? Sicuramente questa partita diventa molto importante, dopo il risultato di mercoled sera della Juventus contro il Lecce. Bisogna dire che il Milan stato bravo a non mollare, ha saputo domare un avversario ostico come lAtalanta. Ora, ha una speranza in pi e diventa fondamentale vincere e giocarsela fino in Si riaperto uno fondo. spiraglio per lo Ma che Inter scudetto La Juve scender in campo? va tenuta sempre Non sar semplice sotto pressione sfidare i nerazzurri. Anche se piccola, loro hanno ancora qualche speranza di arrivare in Franco Baresi, 51 anni, ex Champions. Comunque, sono almeno in corsa capitano rossonero per lEuropa League: quindi, non sar facile vincere contro di loro. Che partita dovr fare il Milan? Dovr stare attento e non mollare. Deve giocarsela, come ha dimostrato di poter fare in queste ultime partite. Ma chi sar decisivo tra i rossoneri? Non parlerei dei singoli, anche perch difficile fare un nome. Capita spesso che si punti su un uomo, poi in realt decisivo lapporto di un altro. Posso dire, per, che sar importante preparare bene questa partita. Il Milan dovr avere pazienza e grande attenzione perch lInter una squadra pericolosa. Ma i rossoneri hanno tutte le carte in regola per vincere. Secondo lei, in questa stagione cosa mancato pi di tutti al Milan? Non parlerei delle cose che sono mancate o meno. Perch il Milan ha fatto un punto in meno rispetto alla scorsa Dopo il pareggio stagione. la Juventus che andata davvero forte. Il nostro del Lecce a Torino campionato, a parte qualche gara persa in malo modo, abbiamo una speranza in pi. Ma stato buono. Abbiamo disputato ottime gare e abbiamo avuto un buon rendimento. chiaro che Per, ci sono stati troppi infortuni. diventa S, forse se il Milan avesse avuto tutti i componenti a fondamentale disposizione, la Juve difficilmente sarebbe rientrata in gioco vincere il derby per la lotta scudetto. Abbiamo parlato del rendimento dei rossoneri. Quindi, lei trova esagerate le voci sul futuro di Allegri? Questo un lavoro che fanno i media quando i risultati non arrivano. Lanno scorso il Milan ha vinto lo scudetto, questanno sta ancora lottando per bissare il successo. Sono stati bravi a lottare fino ad adesso: Allegri gode della stima da parte della societ. Il Milan pu ancora vincere lo scudetto? una corsa imprevedibile. Chi sta dietro deve sempre provare a vincere. Siamo stati bravi a tenere sotto pressione la Juve ma in queste due ultime gare il Milan dovr vincere. Poi, vedremo quello che succeder. S.R.

224 of 225

225 of 225

Interessi correlati