Sei sulla pagina 1di 3

Per essere spettatori attivi in ogni caso richiesta la continua messa in gioco di tre elementi: 1) TESTO la nostra attivit

t mentale di performer, secondo una predisposizione naturale, volta a strutturare testi 2) PRETESTO listanza strutturale dominante che il testo struttura e da cui esso e strutturato 3) CONTESTOriguarda le relazioni possibili nel testo, le sfaccettature relazionali (tra) che (il pretesto e il testo) hanno in s. Gli elementi sopraindicati hanno a che fare con lattivit del compositore e dunque con qualunque processo di costruzione. Qualunque processo di costruzione implica la messa in atto degli elementi sopraindicati. Un compositore, uno scrittore o unartista possono comporre un brano o un testo, realizzare dei dipinti solo a partire dal pretesto. Con questo ultimo termine si intende tanto il testo precedentemente strutturato a livello mentale (pre=primo, precendente), quanto lespediente nonch la scusa per trattare un argomento nuovo. Due teorie concernono/ hanno attinenza con/ sono inerenti all e Lattivit del fahre ovvero del creare, del mettere in forma. La TEORIA DEL RESET include: Il PER-FORMER il quale unistanza strutturale ovvero la struttura mentale che usa la propria esperienza per mettere in forma quella dimensione che altrimenti rimarrebbe astratta. Esso mette in forma per rendere fruibili idee e pensieri. (agisce anche nella teoria delle emozioni= il performer mette in forma le emozioni per costruire una narrazione) Inoltre il performer rende possibile la realizzazione della psiche nel logos poich mette in forma, da vita alle idee. Il mentale si realizza nel logos grazie al performer. Gli ABSORBER, i quali sono nuclei, parti che danno struttura al testo e ne costituiscono lossatura/ la struttura portante di un testo. I nuclei absorber vengono posti e imposti dallartista nella sua opera. La strutturazione degli absorber avviene per creare il transformer. Lazione TRANS-FORMER (dalla preposizione latina trans- = al di l; formare>forma) ossia la messa in ordine con variet. La funzione transformer ha come principio e processo lattivazione dei nuclei absorber, essa permette di attivare la funzione mentale affinch io sia in grado di stabilire rapporti e relazioni con oggetti della realt (extralinguistica). Questa funzione collegata alla teoria della complessit, secondo cui si pu avere un rapporto dinamico con il mondo esterno e non cristallizzato senza ordine, orinandolo. (cristallizzare=passare da stato liquido a solido, divenire fisso e immutabile). Il pretesto coincide con i nuclei absorber che spinge lartista a mettere in forma. Il contesto corrisponde alla funzione trans-former??

TEORIA PSYCHE-LOGOS.del sociale. dellarte


1

La teoria psiche-logos del sociale applicabile allarte. Tre sono i frammenti presi in considerazione: BISOGNO indica la necessit mentale continua del mettere in forma(estesis). Si fa riferimento allattivit onirica che il mettere in forma per antonomasia e inoltre sempre attiva nella mente, tanto ad occhi aperti quanto nel sonno. PROCESSO lattivit del performer (cfr. teoria del reset) e riguarda lattivazione della macchina per mettere in forma. ESPERIENZA ESTETICA/EXPERIENCE la modalit attraverso cui si guarda la realt estetica, la quale non pu prescindere dai primi due frammenti: bisogno e processo. Lexperience si attiva, si realizza nella compenetrazione del soggetto con loggetto. Ogni qual volta ci si espone ad unopera darte la vita affettiva e mentale dellindividuo viene riordinata. Lesposizione ad un dipinto/ un affresco o lascolto di un brano musicale ci trasforma, ci ordina e ci ri-per-forma in quanto apporta dei cambiamenti nel nostro vissuto, non ci lascia pi come prima, poich evidente in noi leffetto dellexperience. Il regista, il compositore mette in scena/in forma a suo piacimento, mentre lo spettatore rimette in forma in modo soggettivo. Il rimettere in forma legato al grado di libert individuale. Nellanalisi di qualunque tipologia di testo (artistico, musicale o letterario) il principio fondante che il testo esiste, ma il lettore a dargli forma. La visione di un film per sette volte o la rilettura di un buon libro narreranno informazioni nuove e diverse che prima erano sfuggite allocchio e allorecchio dello spettatore e del lettore. Tutte le volte che si legge, si guarda , si ascolta qualcosa si scopre sempre qualcosa di nuovo( denis gaita). Quando ascoltiamo un brano musicale vengono attivati e utilizzati i nuclei absorber precedentemente posti nel testo dallartista. Ci che pone il fruitore del testo in posizione di attesa, di ansia e crea aspettative non solo la linea melodica n la progressione armonica, neppure la genialit dellesecutore. Unoperazione sempre presente nellessere umano dinnanzi ad un testo (sia esso artistico, musicale o letterario) quella inerente ai tre elementi sopra elencati:

per-fomer> absorber> trans-former

Arnold Schnberg, nel momento in cui fuoriesce dal sistema modale e approda alla dodecafonia, cos come Jacques Loussier compie unattivit di riordino dei nuclei absorber e, imponendo una ristrutturazione a livello armonico, ritmico, una riorganizzazione del sistema, fa s che anche lascoltatore, anima ordinatrice, compia unattivit di riordino. Jacques Loussier ha messo in atto/ intrapreso lattivit emblematica del performer, propria del compositore, essa riguarda in primis la COSTRUZIONE vale a dire un processo dinamico in cui implicita la devastazione/decostruzione/il disfacimento e la ricostruzione (trans-former). Da questo assunto deriva lassioma secondo cui per fare, occorre distruggere.

Ad esempio per ricavare la farina necessario demolire la materia prima ovverosia il grano, come pure opportuno abbattere un albero per estrarne il legno atto a realizzare un tavolo. Nel momento in cui ci si relaziona con un testo o un oggetto e per impossessarsene si entra dentro di esso, implicita la decomposizione/ distruzione; pertanto da un lato luomo guardando al fenomeno artistico/letterario lo distrugger e ordiner in modo del tutto libero(Ad libitum "a piacere", "a volont", "a discrezione "), dallaltro il testo getter dentro lindividuo le informazioni, i nuclei absorber in esso contenuti. (andiamo ai concerti per essere suonati ma anche per suonare) A mio avviso connessa allattivit del per-former la teoria pulsionale. Secondo questultima: in qualsiasi testo sono presenti Eros, pulsioni di vita, e Thanathos, pulsioni di morte, in quanto la comprensione testuale presuppone/richiede pima uno smontaggio (T) e in seguito una ricomposizione (E). Le pulsioni di vita fanno s che il fruitore sia nellattesa della soddisfazione, di contro le pulsioni di morte sul versante Thanathos inducono lutente/fruitore a delle trasformazioni, prevalentemente di smontaggio. Il mettere in forma risulta unattivit, una necessit insita nella natura umana/ nelluomo: come la parola testimonia/mostra lesigenza di fissare/ esprimere idee e pensieri astratti per renderli fruibili, cos lattivit creativa riguarda il mettere in forma nella sfera personale e privata. Jacques Loussier un noto jazzista francese contemporaneo rinomato per le sue interpretazioni jazz di molte opere di Johann Sebastian Bach, quali ad esempio le Variazioni Goldberg