Sei sulla pagina 1di 7

LUTERO E LINDULGENZA TEDESCA DEL 1517

Creato da: Casula Federico

Zoom ideale: 110%

1 1.1 1.2 1.3 2 2.1 2.2 2.3 3 3.1 3.2 3.3

La dottrina delle indulgenze Le 95 tesi di Martin Lutero La condanna delle Tesi luterane Le ripercussioni politiche La formazione di Lutero Lutero ed Erasmo da Rotterdam Gli opuscoli del 1520 La fede e i sacramenti La riforma in Germania La guerra contadina tedesca La rottura con Erasmo Lintervento dei principi

Importante: Questo testo solo un riassunto, si consiglia perci studiare dal libro (pag-259-271) e di utilizzare questo per ripassare.

1 La dottrina delle indulgenze La riforma luterana ruppe in maniera irreversibile lunit della cristianit in Europa, con la riforma si intrecciano motivi di ordine religioso, politico e culturale, ma lepisodio che fece scatenare il tutto fu la grande indulgenza del 1517. La dottrina delle indulgenze affermava che Ges e i santi avevano creato un tesoro di indulgenze di cui il papa e il suo clero poteva usufruire, cos da rimettere le proprie pene che avrebbero dovuto scontare nel purgatorio. A tale dottrina la chiesa del tempo aggiunse delle false credenze, si pensava cosi che le indulgenze non riguardassero solo le pene canoniche, ci quelle commesse dal clero, ma anche quelle inflitte da Dio. Esse inoltre potevano cancellare oltre alla pena anche la colpa, comprese quelle dei parenti defunti. Alla fine del 400 la pratica delle indulgenze era molto diffusa, e fu da una polemica intorno a queste che nacque la pi grande crisi della chiesa cristiana. Allinizio del 1515 Alberto di Hohenzollern discendente di una importante famiglia tedesca, e gia possessore di due vescovadi, chiese anche di poter avere limportante vescovado tedesco di Magonza. Laccumulo di cariche era vietato, ma Leone X era disposto a affidare questo vescovado dietro il pagamento di 10000 monete doro. Alberto si fece prestare quella somma dal banchiere Jacob Fugger, e per restituirli Fugger concordo con il papa il bando di unindulgenza della durata di due anni. I soldi delle offerte dei fedeli sarebbero serviti: una parte a Alberto per saldare il debito con Fugger, laltra a Leone X per la costruzione della basilica di San Pietro.

1.1 Le 95 tesi di Martin Lutero Nel 1517 i frati domenicani impegnati nella diffusione delle lettere di indulgenza giunsero in Sassonia. Le indulgenze sarebbero dovute essere concesse gratuitamente dal papa ai fedeli, e si sarebbe dovuto chiedere solo di fare un offerta spontanea, altrimenti si sarebbe parlato di simonia, ma i frati non chiarirono questa condizione e con una due semplici rime convinsero i fedeli che non appena la moneta cade nella cassetta, vola in paradiso lanima benedetta. Il monaco agostiniano Martin Lutero, venuto a conoscenza Lutero dellarrivo dei frati domenicani, mise in guardia i suoi parrocchiani di Wittenberg, secondo lui il papa non poteva sostituirsi al potere di Dio. Lutero per condannare le indulgenze, scrisse 95 tesi, scritte in latino, ci successe alla fine di ottobre del 1517. Lutero non era il primo ad accendere delle polemiche su questo argomento, ma tutti quelli che ci avevano provato prima di lui erano incappati in sanzioni disciplinari da parte della chiesa, il popolo per era a favore delle indulgenze. Ma le 95 tesi di Lutero ebbero un vantaggio dalla loro, la stampa, che permetteva di diffondere con estrema rapidit le opinioni e di amplificare le polemiche suscitate da questultime, qualcuno tradusse in tedesco le tesi, creando dei brevi opuscoli, che in breve fecero il giro della Germania.

1.2 La condanna papale delle Tesi luterane Mentre in Germania continuavano le polemiche, furono inviate a Roma le Tesi. I tipografi continuavano a stampare di tutto sullargomento, e Lutero si scopr abile polemista. Nellestate del 1518, la chiesa di Roma emise una prima condanna verso Lutero, invitandolo a venire a Roma per discolparsi, ma intanto egli aveva trovato un protettore in Federico il Savio, il principe protettore di Sassonia. Successivamente per queste polemiche passarono Savio in secondo piano, infatti nel gennaio 1519 era morto limperatore Massimiliano dAsburgo, e dAsburgo per molto tempo le corti dei principi furono occupate dalla scelta del nuovo imperatore, infine il 28 giugno fu eletto Carlo dAsburgo nipote di Massimiliano. Allinizio del 1520 venne formulata una seconda condanna verso Lutero, resa pubblica il 15 giugno, nella bolla papale che cominciava con le parole Exsurge Domine, ma Federico si intromise e chiese che Lutero fosse ascoltato alla prima dieta del nuovo imperatore, nella primavera del 1521.

1.3 Le ripercussioni politiche della protesta di Lutero Quando Lutero partecip alla dieta erano passati ormai tre anni dallinizio della contesa, e le idee del frate avevano creato una vera e propria trasformazione culturale e politica in Germania. Ma ci avvenne per una particolare arretratezza dellallora nazione tedesca rispetto alle altre monarchie. In quel periodo si aveva la formazione di sovranit regionali coincidenti con i grandi ducati , anche se ostacolata dalla presenza di troppe autonomie cittadine, piccole sovranit della chiesa e dispersi poteri feudali, lentit tedesca era data solo dallautorit imperiale. Inoltre si avevano dei problemi finanziari a causa del troppo denaro proveniente dalla Germania che arrivava in Italia, a causa del papa, e le polemiche sollevate da Lutero per questo argomento furono assecondate da molti principi tedeschi. Di tutti questi problemi si sarebbe dovuto parlare alla dieta. Lutero era appoggiato anche dalla piccola nobilt dei cavalieri (i Ritter), che aspiravano ad impossessarsi dei beni ecclesiastici.

2 La formazione religiosa di Lutero Le tesi di Lutero una rimprovero agli abusi attuati dalla chiesa, esse erano infatti le riflessioni del frate riguardo il peccato e la natura umana. Martin Lutero era nato a Eisleben, in Sassonia, il 10 novembre 1483. Entr nel 1501 alluniversit di Erfurt per studiare diritto, nel 1505 entro nellordine degli agostiniani. Nel 1507 divenne sacerdote, e messosi a studiare teologia, arrivo a Wittenberg. Il senso del peccato perseguitava Lutero, spingendolo a confessarsi continuamente. Lutero giunse ad alcune conclusioni: Nessun uomo pu essere privo di sentimenti malvagi, qualunque cosa faccia. Tutti i comandamenti sono per noi impossibili ad adempiersi. Sapendo ci luomo deve essere colto da unangoscia insanabile. Lutero, nel 1510, schiacciato dal peso del peccato, comp un viaggio a Roma, ma questo viaggio non gli rec alcun conforto, e tornato a Wittenberg, divenne dottore in Teologia, e nel 1513, inizi ad insegnare. E proprio durante linsegnamento leggendo le lettere di Paolo ai romani, il senso del cristianesimo cambi ai suoi occhi.

Sono inutili le buone opere per ottenere la salvezza, troppo grande la malvagit umana. I comandamenti servono affinch luomo riconosca la propria impotenza al bene.

2.1 Lutero ed Erasmo da Rotterdam Nel 1520 Lutero pubblic quattro opuscoli, il primo di questi il Del papato romano dove egli affermava che: Il papa non pu essere considerato superiore alle sacre scritture. Il cristiano deve dimostrare di essere tale interiormente e non con la sudditanza alla curia romana. In accordo con le tematiche luterane che affermavano che i cristiani non dovevano sottostare al volere del papa, cera Erasmo da Rotterdam, il pi grande rappresentante Rotterdam dellumanismo tedesco. Egli nel 1516 aveva pubblicato unedizione a stampa del Nuovo testamento, con il testo originale in greco, e la traduzione in latino, secondo lui infatti non pu esistere la religiosit cristiana senza il contatto diretto con la parola di Dio, egli affermava che ognuno doveva apprendere e comprendere le sacre scritture secondo uno stile personale. Fra Lutero ed Erasmo esistevano per anche delle importanti differenze, infatti Lutero aveva la visione delluomo come essere totalmente corrotto, idee non proprie ad Erasmo.

2.2 Gli opuscoli del 1520 Nel 1520 Lutero pubblic quattro brevi opuscoli, che sono: Il primo il Del papato romano dove egli affermava che: Il papa non pu essere considerato superiore alle sacre scritture. Il cristiano deve dimostrare di essere tale interiormente e non con la sudditanza alla curia romana. Il secondo La cattivit babilonese della chiesa dove egli affermava che: Perch i sacramenti siano veramente compiuti, non basta siano impartiti, ma bisogna prestare fede a essi. Il vero sacramento uno solo: laccettazione attraverso la fede della promessa di Dio. Il terzo Della libert del cristiano dove egli affermava che: Le opere non salvano, ma vanno compiute gratuitamente, per amore verso il prossimo. Il quarto Alla nobilt di nazione tedesca dove egli chiedeva che: I principi tedeschi intervenissero nellopera di riforma della chiesa.

Labolizione dei monasteri e dei conventi, ed leliminazione dei numerosi divieti.

2.3 La fede e i sacramenti Come Lutero afferma nel La cattivit babilonese della chiesa i veri sacramenti non sono sette, ma solo uno (vedi su), egli crede infatti che il matrimonio, pur essendo una cerimonia di piena sacralit, ha a che fare con la vita civile, e non con la fede, non pu essere dunque un sacramento. Egli rifiuta anche la cresima e lestrema unzione, ritenendoli insignificanti e ritualistici. Secondo lui i veri sacramenti sono altri, leucaristia prima di tutto, in quanto egli non mise mai in dubbio la reale presenza del corpo e del sangue di cristo nel pane e nel vino. Un altro vero sacramento e il battesimo, simbolo della morte e della resurrezione. Riguardo la confessione, Lutero afferma che non di nessun aiuto per arrivare al pentimento, e che il confessore non pu cancellare i peccati, ma solo dare conforto.

3 La riforma in Germania Il 6 gennaio 1521 Lutero venne ufficialmente scomunicato, e il 27 dello stesso mese si apr la dieta di Worms, dove CarloV avrebbe dovuto incontrare i sette principi elettori e i principi ecclesiastici e laici. Per molti principi, giudicare Lutero era un compito che avrebbe dovuto svolgere la dieta e non la curia romana, in quanto era una faccenda che riguardava molto da vicino tutta la Germania. Se Lutero avesse deciso di attenuare alcune sue tesi alla dieta, avrebbe inflitto comunque un duro colpo alle pretese romane sullimpero tedesco. Cos il 17 e 18 aprile 1521 egli si presento davanti allassemblea, ma non ritratto nulla riguardo i suoi scritti, anzi cerc di aprire una discussione dottrinaria. Carlo V cos diede ordine di catturarlo, ma ancora una volta Federico il Savio salv Lutero, tenendolo nascosto nei suoi castelli. Lutero durante la prigionia scrisse la traduzione in tedesco del Nuovo testamento. Quando nel 1522 Lutero fece ritorno a Wittenberg la schiera dei suoi seguaci si era allargata. In quel periodo la Germania fu attraversata da un potente moto iconoclasta, cosi immagini sacre e reliquie vennero per lo pi distrutte. Il clero fu costretto a dire la messa in tedesco e a prendere moglie, lo stesso Lutero si spos con un ex-suora. Nello stesso anno i Ritter renani, i cavalieri, furono guidati da Ulrich von Hutten, umanista, Hutten e Franz von Sickingen, cavaliere, contro larcivescovo elettore di Treviri. Questa rivolta Sickingen feudale venne per bloccata da uno dei maggiori principi tedeschi.

3.1 La guerra contadina tedesca In occasione della rivolta dei cavalieri Lutero si schier con i principi, abbandonando i due capi ribelli, che lo avevano protetto precedentemente. Nello stesso modo si comporto in occasione della grande rivolta tra il 1522 e il 1523. Un ex-prete, Thomas Muntzer, che Muntzer affermava la continua ispirazione a Dio del vero cristiano, e che bisognasse andare oltre la lettera delle sacre scritture, si trov al centro della grande rivolta contadina che sconvolse la Germania dal 1524 al 1525. Egli infatti, interpretando a suo modo il vangelo, spinse i contadini a distruggere senza piet gli empi. La ribellione contadina data dalla crisi della societ signorile,che aumentava sempre di pi i gravami feudali, ai quali i contadini risposero progetti di riforma, adesempio i dodici articoli dei ribelli della Svevia, dove chiedevano che lelezione di un parroco fosse affidata agli stessi fedeli. Luter defin la rivolta come un flagello di Dio, ma alcuni lo accusavano di essere il creatore della rivolta, cosi scrisse Contro le empie e scellerate bande di contadini. Il 15 maggio 1525 i contadini furono sconfitti dai cavalieri dei duchi, Muntzer fu giudicato come eretico, torturato e ucciso, e circa 100.000 contadini massacrati.

3.2 La rottura con Erasmo Nel 1525 ci fu uno scontro tra Lutero ed Erasmo. Erasmo infatti pubblic uno scritto denominato De libero Arbitrio dove affermava che la fede si basava sulla ragione e sulla libera scelta delluomo. Poco tempo dopo Lutero replic scrivendo il De servo arbitrio dove affermava che luomo schiavo delle passioni, e lo stesso Dio ha creato il potere temporale donandogli la spada, per tenere a freno le nostre passioni, in breve la ribellione contro lAutorit e come ribellarsi a Dio.

3.3 Lintervento dei principi La riforma in seguito venne appoggiata anche dai principi di Brandeburgo, del Palatinato, e della Prussica, oltre a quelli che gia vi aderirono, ovvero i principi di Sassonia e Assia. Per i principi accettare la riforma, oltre ad andare in contro ai cittadini, significava anche impossessarsi dei beni del clero cattolico. Nel frattempo anche in Svezia e Danimarca la riforma veniva imposta alla decisione dei sovrani. Nel 1526 si tenne una dieta a Spira, che lasci la libert ai principi di aderire o meno alle idee Luterane. Ma tre anni dopo, sempre a Spira questa scelta venne negata, infatti Filippo dAssia a nome dei luterani oppose una

protestatio che era una contestazione alla decisione della dieta. Alla nuova dieta tenuta ad Augusta nel 1530 i protestanti presentarono la loro confessione di fede, ma Carlo V gli ordin di abbandonare le dottrine professate. Dopo ci, nel 1530, i principi luterani crearono la lega di Smalcalda, creando unorganizzazione che lasciava nelle loro mani le sorti del protestantesimo. tutto, spero che vi sia daiuto, Auguri per il

compito.