Sei sulla pagina 1di 5

Dicembre 2010

notizie e opinioni di vita locale


Un paese sensa memoria un paese senza verit (L. Sciascia).

Joyeux Noel! Feliz Navidad Merry Christmas! Boas Festas! Frhliche Weihnachten! Idah Saidan Wa Sanah Jadidah!

Buon Natale!

2Suppl. al n.5 di Progetto Varese - Poste Italiane Spa Sped.in abb.postale DL353/2003 (conv.in L.27/02/2004 n.46) art.1 - comma 2 DCB Varese

mento di noi italiani lungo questi 150 anni. perci che proponiamo di mettere LA SCUOLA al centro delle celebrazioni del Per Sesto, per la sua tradizione, Vediamo le conquiste sociali e 150 dellUnit. Dando a ciascuno i per i suoi luoghi che hanno visto il risveglio culturale e civile che mezzi per comprendere il proprio la grande Storia, il 2011 non sar hanno trasformato la fragile e arruolo nella societ, la scuola, anzi un anno qualunque. retrata nazione di 150 anni fa, con meglio, le nostre maestre e i nostri Lanno scorso abbiamo ricordal87% di analfabeti, nellItalia che maestri, i nostri insegnanti hanno to lo sbarco dei garibaldini a Senel 2000 era alla guida dellEuroaiutato generazioni sestesi a costo nel 1859, lanno prossimo ripa. Se il Risorgimento e la stessa struire il futuro. corderemo il 150 Dedichiamo allora dellUnit dItalia. il 2011 a ricercare e Per onorare il pasricordare chi e come sato con rispetto insegnava lABC ai e senza retorica nostri nonni contadobbiamo fare nodini, prima in mistro e continuare seri locali sottratti ci che di meglio alle osterie, poi nelci ha dato, riperle scuole comunali, correndo la nostra poi allavviamento, storia per ritrovare alle scuole della i pilastri su cui apSIAI e in quella delpoggiare il futuro. le ACLI. Una storia che inRicordiamo le maetreccia grandi ideastre dasilo, le suore, li e fatti quotidiani. i professori dellavA fine 800 vediaviamento, delle memo il nascere dedie, delle 150 ore, gli ideali socialisti delle superiori e i e cristiano sociali, volontari dellUnitre laffermarsi delle e dei corsi per straidee di solidariet nieri. Anche questa e di mutualit che La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e ritroviamo nella promuove le autonomie locali; attua nei servizi che storia dItalia, da raccontare anche ai storia della Vedipendono dallo Stato il pi ampio decentramento nuovi arrivati. treria Operaia, in amministrativo...(Articolo 5 della Costituzione) Proponiamo una quella dei circoli, grande ricerca di delle cooperative, memoria collettiva, per ricordare del Dopolavoro SIAI-Marchetti fino Resistenza furono opera di una il maggior numero delle persone al Centro Sociale Pensionati. Ricorpiccola gloriosa minoranza, oggi, che hanno educato e istruito i sediamo il dramma delle due guerre soprattutto dopo lo spartiacque stesi di ieri e di oggi. che hanno devastato lEuropa, da del 1968, i cambiamenti sono proProponiamo di farlo insieme: ascui nasce la spinta allUnione Eudotto della partecipazione e del sociazioni, scuole, oratori, parrocropea, che da noi significa CCR di protagonismo di tutti e specialchie, amministrazione comunale, Ispra e recupero del Parco Europa mente dei giovani e delle donne. biblioteca, partiti, semplici cittacon fondi europei. Ricordiamo la Tutto ci non poteva avvenire sendini. Proponiamo di ritrovarci a Resistenza, alla quale hanno conza una formazione individuale che pensare a come si sapevano educorso tanti giovani Sestesi, la Cosi ottenuta grazie alla scuola, cio care i giovani a costruire il proprio stituzione, la crescita economica allistruzione pubblica, che stata futuro. del dopoguerra. uno dei fattori decisivi del cambia-

Lanno che verr


1861-2011

Un confronto mai avvenuto - pag. 2 Nei quartieri Bilancio 2011 Parliamo di arsenico - pag. 3 Un vuoto amministrativo: Piano di Governo del Territorio - pag. 4 Tanto fumo e poco arrosto Ex Avir - pag. 5 Sestese e migrante - pag. 6 Fotostoria Lettera dal Camerun- pag. 7

AUMENTANO I POVERI Il Comune informa che le famiglie che chiedono aiuti, sotto forma di sussidio per la spesa, sono passate in pochi mesi da 20 a 35. Per fortuna che secondo il Governo la crisi finita!
2

AIUTARE LE FAMIGLIE Purtroppo la crisi si fa ancora sentire anche da noi e colpisce soprattutto le fasce pi deboli e le famiglie con figli minori. Una dato da tenere presente nel definire le politiche tariffarie e dei servizi nel bilancio 2011.

IL PAssAGGIO dEL TIcINO A sEsTO cALENdE dEI cAccIATORI dELLE ALPI. Questo quadro sar esposto alla grande mostra voluta dal Presidente della Repubblica alle Scuderie del Quirinale per le celebrazioni dellUnit dItalia. I Sestesi possono vederne la copia fotografica esposta in Sala Consiliare dal maggio 2009.
3

un confronto maI avvenuto

Molte inesattezze e falsit sul terreno della piscina

Da Coquo a Oneda: riprendiamo labitudine allascolto

n anno fa un surreale Consiglio Comunale dedicato a demolire limmagine di chi aveva amministrato negli anni precedenti, metteva in grande evidenza la causa con lOspedale Maggiore sul prezzo del terreno della piscina che, secondo il sindaco Colombo doveva addirittura costare oltre due milioni di euro. Questestate manifesti a firma Lega-PdL, affissi fuori dagli spazi e poi rimossi, parlavano di maggiori spese per un milione di euro. Insieme per Sesto, per replicare alle molte inesattezze e falsit che sono state dette sul tema, sfidava ad un pubblico confronto il sindaco Colombo, il quale, come prevedibile, si sottraeva. In aggiunta per insisteva a negare anche le verit pi evidenti, come lesistenza di fondi residui di ben 611.000 euro dai bilanci del 2008 e precedenti. Abbiamo dunque posto noi allex sindaco Eligio Chierichetti le domande che avrebbe affrontato nel mancato confronto pubblico.

Questo dunque il costo definitivo dellarea? Non ancora, perch il Comune ha opposto ricorso, sostenendo la tesi che il costo del terreno non pu superare il valore dichiarato ai fini dellICI. Questa sempre stata la nostra tesi, vista la denuncia ICI lOspedale che non valutava il terreno pi dei 269 mila euro che furono impegnati a bilancio nel 2006. La nuova giunta lamenta per che tali somme sono insufficienti.

Costo del terreno e bilancio comunale: si sono dette tante cifre, come stanno le cose? Un fatto certo limporto di euro 798 mila iscritto a bilancio lo scorso giugno. Ci a seguito dellarbitrato che ha stabilito il valore del terreno, stimato ai prezzi di mercato in 59 euro al metro. Meno della met dei due milioni di euro pretesi dallOspedale Maggiore e annunciati incautamente un anno fa dal Sindaco Colombo, che avrebbe dovuto usare pi saggezza e prudenza.

Abbiamo lasciato risorse adeguate e lo mostrano proprio i documenti predisposti dai nuovi amministratori. Oltre ai 269 mila euro stanziati, la ricognizione di bilancio del settembre 2009 gi stimava un avanzo di esercizio di 90 mila euro e successivamente la relazione dellaprile 2010 sul Conto Consuntivo ha rilevato un avanzo di residui per 611 mila euro (inutile che il sindaco lo neghi: parlano gli atti). Linsieme di queste somme 970 mila euro. Erano sufficienti a far fronte alla causa con lOspedale Maggiore, anche nella maggior misura stabilita in sede arbitrale e in attesa dellesito dei ricorsi. Come spiega allora il comportamento della attuale Giunta?

incredibile che, pur sapendo della causa in corso, della quale ipotizzavano addirittura costi esagerati, non abbiano accantonate per tempo le risorse necessarie. Da un lato dicevano che lOspedale Maggiore andava pagato anche di pi, ma non si preoccupavano di gestire le risorse in modo da poterlo fare. Il primo errore stato di non assumere un mutuo gi previsto nel 2009, privandosi di una possibile entrata. Poi quello di usare subito i 611 mila euro, che dovevano invece essere tenuti da parte. La giunta doveva muoversi nel 2009 dunque? Certo. Le spese straordinarie per pagare il terreno andavano recepite in bilancio senza aspettare inermi le decisioni dellarbitrato. Solo cos, al momento opportuno, si sarebbero potute utilizzare le risorse disponibili sui bilanci precedenti e non spese. Invece sono state bruciate nel consuntivo dellanno 2009. La giunta lamenta anche lo sforamento del Patto di Stabilit. Ma non ha fatto nulla per evitarlo! Tenuto conto che per il 2009 le norme (imposte dal governo Lega-PdL) consentivano una spesa complessiva per investimenti di euro 1.112.000, mentre questanno il limite solo 394 mila euro, ci vuole poco a capire che la maggiore spesa andava prevista e impegnata nel 2009, almeno in gran parte. Anche perch la penalizzazione per chi sfora il patto misurata sullentit dello sforamento: dunque un conto sarebbe stato superare il limite di 100/150 mila euro, un altro sforare di 1 milione!

Insieme per Sesto nei quartieri


R
iprendiamo le buone abitudini: ascoltare i cittadini. Fare opposizione in Consiglio Comunale importante ma non sufficiente; nemmeno basta un giornale: per fare bene il nostro lavoro fondamentale stare tra la gente, parlare coi cittadini. Perci a giugno siamo tornati a Cocquo, per parlare di metano, fognatura, euprottide, in ottobre siamo stati ad Oneda e nel 2011 saremo a Lisanza e negli altri quartieri. Vogliamo incontrare i cittadini per conoscere i problemi e le cose da fare. Nell incontro di Oneda si parlato di viabilit e sicurezza. emerso che sono sospesi i progetti messi in cantiere dalla precedente amministrazione, la variante, gi finanziata, allincrocio tra via Oneda e via Ross, lallargamento di via Oneda, il semaforo in via Legorino. La nostra presenza ha ottenuto di richiamare lattenzione della Giunta che, poche settimane dopo,

ha tenuto un incontro pubblico senza per presentare soluzioni n sul semaforo n su altro. Dopo aver bloccato il progetto precedente per i costi e per lopposizione allesproprio, ha prospettato unaltra soluzione, che per non sar attuata a breve perch... di costo elevato! A noi pare che la via pi logica sia ancora lallargamento della strada e visto che la Giunta ha preso tempo, provi almeno convincere lunica propriet che si oppone.

BILANCIO 2011: le nostre proposte


Dopo i tagli di Tremonti il 2011 sar un anno di scelte difficili per tutti i Comuni. Mentre si promette il federalismo si lasciano sempre meno risorse agli enti locali. Perci essenziale spendere bene. Per noi la priorit sono i bisogni delle frazioni, lambiente e la ricerca di nuove idee e progetti. Inoltre chiediamo una partecipazione vera dei cittadini e delle associazioni al bilancio 2011. Ecco in sintesi le proposte che faremo: Ridefinire il programma delle opere pubbliche con priorit a fognature, viabilit e sicurezza stradale per le frazioni. Da Oneda a via Montello (viabilit), da Coquo, a via Cucchino, SantAnna (fognature) vi sono esigenze che vengono prima delle opere di immagine alle quali la giunta sembra sacrificare le poche risorse. Se proprio tiene allimmagine meglio che investa sulla pulizia del centro. Sostenere lenergia rinnovabile. Approvare la realizzazione sulla piscina di un impianto solare e mettere a gara linstallazione di impianti solari/fotovoltaici sugli edifici scolastici. Si pu fare a costo zero per il Comune. Avviare la ricerca di proposte e progetti sul futuro di Sesto. Sollecitiamo la Giunta a uscire dallimmobilismo, riprendendo lo strumento del concorso di idee per dotarsi di proposte per le aree strategiche di Sesto, a partire dal Circolo Sestese, punto nodale dellimmagine della citt di domani.

2 3

Parliamo di arsenico...
Destando qualche allarme tra i sestesi Tg e quotidiani nazionali si sono occupati della vicenda dellarsenico nelle acque di falda degli acquedotti di alcuni Comuni italiani, tra cui quello di Sesto Calende in via San Donato. La notizia riguardava il diniego della Commissione Europea alla richiesta dellItalia di alzare i limiti dellarsenico in alcune situazioni particolari, tra cui la nostra. Di qui in alcuni concittadini la paura di vedersi chiudere i rubinetti. In realt, negando il limite richiesto, la commissione ammetteva, per due anni, un limite comunque superiore al livello registrato al nostro pozzo. La presenza di arsenico nellacqua di origine naturale (da rocce vulcaniche molto antiche) e non dipende in nessun modo da fonti di inquinamento. Il limite ammesso per considerare potabile lacqua, stabilito a livello europeo. Esso nel tempo diminuito da 40 a 10 microgrammi/litro, con tolleranza fino a 20 microgrammi/ litro fino al 2012. Ci permette di avere un po di tempo per intervenire, visto che le acque di San Donato superano il limite di 10 microgrammi/litro di qualche unit. Sui lavori di de-arsenificazione c stata un po di confusione nelle dichiarazioni della giunta che parsa impreparata e un po preoccupata dalla divulgazione di una notizia, la decisione europea, che risaliva a un mese prima. Mentre lassessore diceva stiamo lavorando, per il Sindaco tutto era fermo a causa del patto di stabilit, che per lui era pronto a sforare a costo di buscare le sanzioni. In verit gi nel 2009 lAssessore annunci lanticipazione dei lavori ma poi non fece nulla. Dunque la Giunta chiarisca bene quando far i lavori e rispetti i tempi stabiliti. In ogni caso si pu dire che oggi lacqua che beviamo come ieri potabile. Gruppo Consiliare Insieme per Sesto

IL cENTRO sPORTIVO RIAFFIdATO ALLA sEsTEsE Il Presidente Brovelli ha sottoscritto con il Comune il contratto che impegna la Sestese Calcio a gestire il centro sportivo comunale. A lui e ai suoi collaboratori i ringraziamenti nostri e dei sestesi per la cura attenta degli impianti utilizzati, oltre che per il calcio, il tennis e latletica, anche dalle scuole e da altre societ.

dA VENTANNI NOI cON VOI Lassociazione di volontariato Noi con Voi ha festeggiato i 20 anni di attivit domenica 21 novembre con una bella cerimonia alla quale hanno partecipato, accanto alla fondatrice e animatrice Rosetta Pozzoli Marcazzan, i suoi amati ragazzi, i familiari, i volontari e tanti amici.

FURTI NELLE FRAZIONI E IN cENTRO Nellultimo mese le cronache hanno raccontato pi volte brutte storie di furti e rapine. In via Ponzello a Lisanza (gi visitata pi volte), a Oneda in via Legorino (idem), in centro, al bar Franco, con una spaccata. Ci siamo chiesti in redazione se dedicare almeno una breve allargomento.

Abbiamo deciso che s, ne valeva la pena. In particolare per evidenziare che non intendiamo allarmare pi di quanto non sia utile n tantomeno sottovalutiamo levidenza del problema che esiste. Forse qualcuno che associava il fenomeno al colore politico delle amministrazioni potr ricredersi.

un vuoto ammInIStratIvo

Piano di Governo del Territorio (PGT)

Un primo bilancio sullAmministrazione Colombo

ttualmente la nostra cittadina priva del pi importante strumento urbanistico di un Comune. Nel Consiglio Comunale dello scorso settembre il nostro consigliere Quaglini segnalava la preoccupazione per lanomalia di questo vuoto amministrativo che dura ormai da un anno. Lassessore allUrbanistica rispondeva con un laconico Sono preoccupato anchio. Sul giornale comunale lassessore Buzzi ha cercato di giustificarsi scaricando la responsabilit sulla legge regionale invalidata dal TAR. Quanto denunciato da Insieme per Sesto invece il frutto della scelta della Giunta di non approvare il PGT adottato nel maggio 2009, ma di RIPUBBLICARE, a dicembre 2009, un nuovo Piano di governo del territorio. Al tempo perso per la ripubblicazione (6 mesi), si poi aggiunto il rinvio dellapprovazione a causa della sentenza del TAR Lombardia che ha messo in discussione lintero impianto della legge regionale. Ci comporta che tutti i PGT in corso di approvazione

tanto fumo e Poco arroSto!

sono bloccati. La sentenza del TAR ha gettato i Comuni lombardi nel caos, creando una situazione di impasse nel settore edilizio, che avrebbe invece la necessit in questo momento di crisi di essere incentivato, visto anche il fallimento del Piano casa. Se la Giunta Colombo avesse approvato il PGT precedente avrebbe potuto comunque modificarlo in seguito, senza perdere mesi e senza incappare nel guaio del-

la sentenza del TAR. Infatti ora la sentenza del TAR prolunga per altri mesi la conclusione del procedimento dei PGT, anche di quello di Sesto! In pratica non c ancora il PGT dellamministrazione Colombo; non c il PGT della precedente amministrazione. Eppure sarebbe bastata un po di accortezza: invece per puntiglio sono stati buttati via due anni e si rimasti con nulla in mano.

n attesa del Bilancio 2011, facciamo noi un bilancio dellAmministrazione Colombo dopo i primi 18 mesi. viabilit: nel 2010 erano previsti 300 mila euro per asfaltare diverse vie. Alla fine ci si fermati solo a via Piave, Beltrami e Oriano (1/3 del previsto). Non si parla pi della variante di via Oneda/ Ross n dellallargamento di via Oneda. Per fortuna Esselunga ha completato la rotatoria di p.za 25 aprile, impegno gi previsto nel recupero ex Avir, fermo al palo. il riordino del Palazzo Comunale costato molto pi del necessario a causa di spese inutili o esagerate (120.000 solo per lUfficioTecnico) e precede senza un piano organico: c voluto un anno e mezzo per ripulire la sala Maggi al Museo e per rifare il pavimento in Biblioteca. La sala Varalli finalmente riaperta, ma la sua chiusura costata sospendere lattivit alla Cesare da Sesto. Gli altri lavori al Museo sono fermi. SCuole: finalmente appaltati i lavori alle Elementari Matteotti, si attendono notizie sulla scalinata della Materna Bassetti e sulla

palestra delle medie. Cimiteri: la Giunta ha trovato pronti i progetti di ampliamento dei cimitero del Centro, di Oriano e Lentate. Dopo un anno e mezzo non si mosso nulla. Per il 2010 si prometteva anche: pontile di piazza Scipione, fognatura localit Cocquo, impianto di dearsenificazione, nuovo mercato: nulla stato realizzato! Una nuvola di mistero copre i progetti sul Circolo Sestese e sulle piazze (dopo un falso annuncio di spostamento del mercato) Tante promesse non mantenute, possono dipendere dallinesperienza, dal troppo ottimismo o dai limiti assurdi di un patto di stabilit che impedisce ai Comuni di spendere anche i soldi che hanno. Si pu anche capire. Ci che non si comprende larroganza di scusare ogni mancanza dando la colpa a quelli di prima. Come ha detto un cittadino di Oneda, facendo arrossire il Sindaco, non importa cosa hanno fatto gli altri, cercate di fare qualcosa voi. Altro che amministrazione del fare: pi che altro s visto tanto fumo e poco arrosto.

Un esempio di efficienza

Piazza di Lisanza, le nuove fioriere ricollocate dal Comune. Quale sia stato il costo del duplice inutile spostamento delle fioriere, gli uffici relazionano per iscritto, ammonta a e 450 pi i.v.a. Circa linutilit o lutilit si tratta di un giudizio e quindi non di un fatto oggettivo. Ing. Bertona, Assessore ai LLPP Verbale consiglio 28.9.2010.

Diario sestese
2011 ANNO dI CeNSImeNtO Lanno prossimo non sar solo lanno del 150 anniversario dellUnit, ma anche quello del censimento decennale della popolazione. Sar interessante per fare il punto sulla popolazione residente a Sesto, che in questi anni cresciuta fino ad arrivare agli oltre 10.700 abitanti di oggi dai 9.533 del 1991 e dai 9.806 del 2001. molto probabile che la popolazione al censimento sia inferiore, anche di qualche centinaia, rispetto a quella ora iscritta allanagrafe. un fenomeno che si registra ad ogni censimento, come nellultimo, quando si pass dai 9.967 residenti del 2000 ai 9.806 del 2001 con un calo di oltre 1,5%. LA POPOLAzIONe SeSteSe dALLUNIt Ad OGGI

Lettere
1867 1920 1931 1951 1961 1971 1981 2001 2010 3.226 * 4.556 * 5.595 7.114 7.832 10.037 9.944 9.806 10.818
LA GIUNtA NON RISPONde SULLImmIGRAzIONe CLANdeStINA A proposito di popolazione, abbiamo chiesto di avere dati precisi sulla immigrazione clandestina presente a Sesto. In Consiglio il sindaco ha dato risposte vaghe. Abbiamo richiesto i dati per iscritto e ancora aspettiamo. Immaginiamo che chi amministra oggi sia in imbarazzo a dire che si tratta di poche unit, dopo aver fatto credere che Sesto ospitava centinaia e centinaia di clandestini. Questa leggenda ha seminato tanta paura, che oggi si rivolge anche contro chi lha coltivata. Eppure per creare pi serenit e tranquillit basterebbe informare la gente con trasparenza. tASSA RIfIUtI: UN AUmeNtO mASCheRAtO? Diversi cittadini si sono rivolti a noi sollevando i problema della fornitura obbligatoria del kit per la raccolta differenziata e sullaumento della spesa che ne deriva. Pubblichiamo una delle lettere che esprimono questa richiesta. Qualche giorno fa ho trovato un avviso mancata consegna della ditta ECONORD che non aveva potuto provvedere alla fornitura annuale di sacchi per la raccolta differenziata. Mi sono rivolta in Comune per comunicare che non mi serve il nuovo kit di sacchi poich ne ho davanzo dallo scorso anno . Mi stato risposto che non si pu rinunciare alla fornitura di sacchi e se questo avvenisse la bolletta della T.A.R.S.U. non cambierebbe perch tale costo funzionale alla copertura dei costi del servizio rifiuti. La mia richiesta di rinunciare al kit a questo punto inutile. Ne faccio invece unaltra tramite il vostro giornale: si pu sapere se questo un modo per aumentare la tassa rifiuti senza dirlo? Grazie per lattenzione che darete a questa piccola curiosit. Paola Rossi eX AVIR: A Che PUNtO SIAmO? Il progetto di recupero dellex vetreria prevedeva diverse opere pubbliche a carico delloperatore (Esselunga). Sottopassi pedonali, parcheggi pubblici, altre due rotatorie, oltre quella di p.za XXV Aprile, nuova piazza della stazione, piste ciclopedonali lungo la Lenza, restauro e cessione del vecchio forno e soldi per altre opere come un nuovo sottopasso della ferrovia verso il cimitero e il centro sportivo. Dopo un falso annuncio di partenza e visti i lavori al tetto del vecchio forno, molti ci chiedono a che punto siamo. Chiediamo alla giunta di informare i cittadini sui lavori e su eventuali modifiche o trattative in corso. Ci era stato promesso un palazzo di vetro, ma pare rivestito di cartone. I consiglieri di Insieme per Sesto

*escluse Lisanza e Lentate che non facevano parte del Comune di Sesto.

IRENE VENEZIANO giovane pianista sestese, si classificata 14 al prestigioso Concorso Internazionale Chopin di Varsavia dopo aver superato la selezione tra 346 partecipanti da tutto il mondo. Irene si esibir questo mese in Puglia, a Roma, Aosta, Bergamo, Parigi e suoner al Teatro Alla Scala il prossimo 10 gennaio 2011.
6

FRANcEscA MAFFINI si classificata seconda nella

sezione GIOVANI GIORNALISTI del Premio Letterario Citt di Arona 2010 con larticolo CRISI E CARO-MUTUI pubblicato sul SOLE 24 ore di lunedi 1 marzo 2010. Complimenti e auguri per una brillante carriera giornalistica.

LUIGI cRENNA, in coppia con il pittore Ceselin Bruno, ha vinto il secondo premio nel Concorso Nazionale di Poesia e Pittura Premio Alda Merini e Guido Bertuzzi organizzato dalla Famiglia Artistica Milanese.

8 cONcORsO dI PITTURA cITT dI sEsTO cALENdE Augusto Serasi il vincitore del premio, assegnato il 21 novembre in occasione dellinaugrazione della mostra presso la PROSESTO. In tutte le opere vi unefficace rappresentazione dellambiente del fiume e del lago e gli angoli tipici della nostra cittadina.
7

SeSteSe e mIGrante

Il tema immigrazione visto da chi parte

amico Matteo Gumier ci ha inviato uno scritto in cui, partendo dalla sua esperienza di lavoro allestero riflette sul problema immigrazione comune a quasi tutti gli stati del mondo sviluppato. Purtroppo per ragioni di spazio ne possiamo pubblicare solo alcuni passaggi. Come dipendente di una azienda multinazionale ho viaggiato a lungo, ma per periodi limitati, nei cinque continenti. Ed ora mi ritrovo per la seconda volta - tra le mani una proposta di trasferimento in un altro Paese. Cosa fare? La prima volta non ho accettato e ho scelto di stare sei mesi lontano dalla mia famiglia e tornare ogni volta possibile. Questa volta diverso, la crisi qui in Italia morde anche per i laureati quindi? I numeri dicono che il fenomeno di emigrazione dallItalia in crescita ed interessa prevalentemente i giovani con elevato titolo di studio. Ma dove vanno questi giovani?? Lemigrazione non pi verso terre che hanno bisogno di occupare territori spopolati come a inizio secolo bens una questione di potere attraente delle regioni ricche, in crescita. Per lemigrazione dei giovani Italiani: Stati Uniti, Australia, Euro-

pa sviluppata, Cina... Lidea che mi sono fatto quella di paesi in competizione tra loro che hanno capito che il fenomeno di migrazione un fenomeno troppo grosso per non esserne coinvolti, troppo forte per essere contrastato, ma semmai da cui ottenere dei benefici I due casi che ho conosciuto meglio sono lAustralia e Stati Uniti dAmerica. Nel primo c una forte selezione tramite un sistema a punti che varia secondo quanto quella persona serve allAustralia. Esempio: io, ingegnere elettronico servivo allAustralia solo temporaneamente; al contrario, un idraulico o un muratore possono anche ottenere la cittadinanza in tempi molto brevi, poich di queste persone lAustralia ha bisogno. Anche negli Stati Uniti si pu dire che la selezione alle frontiere basata sul guadagno che il migrante pu portare allAmerica, ma la misura molto diversa. Gli USA selezionano le persone con elevata esperienza o titolo di studio, oppure persone con particolari meriti artistici o scientifici. Questi, mentre sono l a lavorare maturano la possibilit di diventare residenti permanenti negli USA; allopposto sono penalizzati i lavoratori sen-

za titolo di studio: per loro il periodo passato in terra dAmerica non concorre ad accumulare lo status per la domanda di residenza definitiva. chiaro lintento di evitare la concorrenza per gli americani stessi Piaccia o meno, questi Paesi affrontano limmigrazione con prospettive diverse, ma entrambi con lobiettivo di trarre da questo fenomeno del vantaggio per il loro paese. Torno a oggi in Italia e faccio qualche considerazione circa il tema immigrazione da noi, su come lo stiamo affrontando, come nazione e come singole persone. Come nazione, dovremo essere consapevoli che il movimento di persone tra Paesi del mondo non arrestabile, anzi in continua crescita. Come persone, siamo pronti ad accettare gli stranieri e pensarli come risorsa per noi stessi, e non come solo ostacolo alla nostra crescita? O abbiamo paura perch in fondo pensiamo che siano pi bravi di noi, e quindi non li accettiamo? Nel pensare a queste domande, ricordiamoci sempre che sempre pi persone si muovono. Se ne stanno andando, e arrivano... non chiudiamo gli occhi. Se non vogliamo aprire il cuore perch oramai indurito, apriamo almeno il cervello, pensiamo al futuro del nostro Paese!

Fotostoria sestese

nche a Lisanza, come in tutti i Comuni, ledificio che ospitava la scuola elementare era anche sede del Municipio. Lisanza infatti fu Comune, in provincia di Como, fino alla riforma del 1928, quando, dopo la creazione della Provincia di Varese, fu aggregata come frazione a Sesto Calende che faceva parte in precedenza della provincia di Milano.

a costruzione della scuola di Lisanza risale al 1907. Da ricordi indiretti dei nostri anziani risulta che la scuola fosse prima ospitata presso un locale dellOsteria-Posteria San Pietro. Una condizione non insolita, persino privilegiata, visto che una relazione ministeriale del 1896 denuciava che spesso i municipi non hanno ri-

tegno di alloggiare le proprie scuole in tuguri umidi e malsani, sagrestie abbandonate, vecchie stalle, cucine affumicate Insomma la lotta per una scuola migliore dura tutta la storia dItalia.

GrazIe emILIo!

Per 36 anni Emilio Vagliani si occupato dei servizi comunali nei settori educativi, sociali e sportivi. Ora, dallo scorso giugno, ha lasciato questo incarico. Grazie, Emilio, per la competenza e laffetto con cui hai seguito generazioni di bambini dellasilo nido e delle scuole. Per lesperienza e la professionalit con cui hai fatto crescere il museo e la biblioteca e per la passione

con cui ti sei occupato delle attivit sportive. Grazie anche per la tua correttezza, la tua lealt e lamicizia apprezzata da tutti coloro - e sono tanti - con i quali hai collaborato, per offrire ai Sestesi dei servizi qualificati e per rendere la nostra Sesto un punto di riferimento anche per i Comuni vicini. Ci fa piacere saperti ancora impegnato per il bene comune.

Dalla provincia
PROteGGIAmO IL NOStRO fIUme Lo scorso settembre il Consiglio Provinciale - su proposta del Consigliere Roberto Caielli - ha approvato con voto unanime una mozione sul progetto di navigazione del Ticino, nellambito del pi vasto progetto Locarno-Venezia (1), che prevede una nuova conca a Porto della Torre, dopo quella realizzata alla Miorina. Il documento impegna la Giunta a garantire che la navigazione sul fiume sia finalizzata al rilancio di un turismo sostenibile, cio rispettoso dellambiente, escludendo la possi-

bilit di navigazione da diporto con motori inquinanti. Si chiede il rispetto delle misure di tutela ambientale gi previste dalla valutazione di incidenza svolta dalla Regione Piemonte che limitano la navigazione a fini turistici - con natanti a

basso impatto (motore elettrico). Una posizione condivisa dal Parco del Ticino e dai Comuni di Castelletto, Golasecca e Varallo P., dai quali purtroppo si discosta il Comune di Sesto favorevole a eliminare le attuali limitazioni. Eppure il successo dell servizio pubblico svolto dal battello della Navigli S.C.A.R.L. dovuto proprio alla esclusivit di un tratto di fiume di suggestiva bellezza, dove lassenza dei motoscafi mantiene lambiente incontaminato.

Lettera dal Camerun


Francesco Todaro ha deciso di partire per lAfrica mettendo a disposizione alcuni mesi della sua vita a servizio delle settecento bambine del Cefem, la scuola dove Suor Adriana si impegnata per promuovere la condizione femminile. Dal Cameroun ci scrive queste righe: Buongiorno! Qui procede tutto bene, la vita africana mi piace molto, le bambine sono fantastiche e suor Adriana una donna piena di risorse con una mente molto aperta, veramente molto brava. Sono contento che la causa africana non vada dimenticata, mi sembra ieri che ero a Sesto e si chiacchierava del Cameroun e adesso sono qui da quattro mesi ormai, suor Adriana dice che stato il Signore a mandarmi A dicembre non torno! Ho gi rinnovato il visto fino allanno prossimo, forse torno a marzo o forse torno a giugno con suor Adriana Vi invio una copia del corriere del Cefem ringrazio tutti per avere diffuso la notizia del mio soggiorno qui, so che grazie a voi altri ragazzi del varesotto vogliono seguire il mio esempio di volontariato!!! Un saluto dal Cameroun, da me e da tutte le bambine che adesso sono tutte sedute con me a guardare la figlia del giardiniere, una soap opera che loro adorano... ma io no! ...ahahahahahahahah!!! Un saluto da Ngaundere!!!!!!!!!! A presto Francesco Todaro

(1) La promozione del progetto LOCARNOVENEZIA risale alla fine degli anni 90 ed ebbe un momento importante nel 2002 con due convegni a Locarno e a Sesto Calende.

m u s i c a s p o r t e a l t r o

S
film consigliato!
GIOVANI DEMOCRATICI A SESTO CALENDE
Il gruppo giovanile di centro sinistra da qualche mese si costituito ufficialmente a Sesto Calende: nato il circolo dei Giovani democratici. Il progetto, promosso da Luca Boni e appoggiato dal Coordinamento Sestese, offre ai giovani che hanno in comune ideali improntati ai valori del PD la possibilit di confrontarsi e di praticarli nelle realt in cui sono presenti: scuola, lavoro e tempo libero. La Segreteria Provinciale dei Giovani Democratici ha riconosciuto il gruppo. Patrick Panci stato scelto come Segretario. Ad oggi il gruppo conta 12 iscritti di et compresa tra i 16 e i 30 anni, tutti Sestesi. Ci si ritrova il luned sera presso la Sede in Via dellOlmo, alle ore 21.00 per discutere di politica, ma anche di musica, di scuola e di tutti i problemi del nostro bel paese. Riteniamo questi momenti motivo di crescita culturale e formativa, sia sotto laspetto politico che sociale.
Se sei interessato rivolgiti presso la sede del Partito Democratico.

MARNA ROCK HALL PER I GIOVANI, CON I GIOVANI

esto vanta da anni una presenza molto ricca di esperienze musicali giovanili, forse merito anche della semina fatta a suo tempo dal mitico prof. Bruno Angeretti insegnante di musica della scuola Media Bassetti. Cos Sesto ha ospitato in passato diverse rassegne di gruppi emergenti. Sono una ventina circa le band emergenti, moltissimi ragazzi che coltivano la passione per la musica e che hanno davvero una gran voglia di dimostrare al maggior numero di persone possibile di cosa sono capaci. Sembra incredibile, ma purtroppo a Sesto non c neanche un locale dove potersi esibire live su un palcoscenico. Una risorsa cos bella e soprattutto cos pura deve essere tutelata e coltivata. Questo autunno il CIRCOLO SESTESE ha voluto dare una buona opportunit ai ragazzi e ai gruppi emergenti del nostro territorio: suonare sul palco della Marna come band dapertura ad alcune delle pi interessanti formazioni della scena Rock/Underground nazionale ed internazionale. Un progetto per valorizzare la realt musicale sestese, per proporre la

Marna in una veste diversa da quella di Salsodromo e soprattutto per dare la possibilit ai gruppi di Sesto Calende di suonare davanti ad un pubblico numeroso. Marna Rock Hall Concert: questo il nome che stato stabilito per la rassegna di concerti che, a partire da ottobre fino a gennaio, si tengono ogni due venerd. Unoccasione imperdibile per gli appassionati del rock in tutte le sue sfumature, ma anche per tutti coloro che desiderano passare una serata alternativa, in un locale accogliente che ha fatto la storia della nostra bella citt. PS: Non possiamo tralasciare infine un graditissimo ritorno: i concerti folk-blues organizzati dal mitico Charlie Carlini con ospiti di grande prestigio, musicisti che hanno suonato con Neil Young, Springsteen, gli ABBA e Bob Dylan. Ne parleremo meglio la prossima volta.

Venerd 1 Ottobre PINO SCOTTO + Crasher + Toxic Poison + Natural Born Killers; Venerd 15 Ottobre THE FIRE + Continual Drift + Terza Pietra Dal Sole; Venerd 29 Ottobre HEY HEY RADIO + Natural Born Killers + No Wave; Venerd 12 Novembre NOTIMEFOR + UpThere + Last Kiss From Juliet; Venerd 29 Novembre VALLANZASKA + UnipoSka + Monkey Scream; Venerd 17 Dicembre TYNG TIFFANY + VetroNova + Brain Shocker; Venerd 14 Gennaio MAX ZANOTTI + BLACK NIGHT + Jane Doe; Venerd 28 Gennaio MELLOWTOY + FUZZ FUZZ MACHINE + Alchemikal

Mercatino Natalizio del Commercio Equo e Solidale di Sesto Calende in via XX Settembre (ex sede CAV) Mercoled 8 Dicembre dalle 9,30 alle 12,30 dalle 14,30 alle 19,00 Sabato 11 e Domenica 12 Dicembre Sabato 18 e Domenica 19 Dicembre al sabato dalle 14,30 alle 19 la domenica dalle 9,30 alle 12,30 - dalle 14,30 alle 19,00

Un grazie a tutti coloro che hanno consentito la realizzazione di questo giornale.