Sei sulla pagina 1di 6

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE MENTE LOCALE

PROGRAMMA 2009

Proposta (ottobre 2008)

Obiettivi statutari
 la promozione di una nuova cultura politica, che ponga al centro la valorizzazione
delle risorse e delle opportunità dei giovani, nel segno degli ideali di solidarietà
sociale, equa distribuzione delle risorse, pari opportunità, lotta per la laicità delle
istituzioni e della vita sociale e culturale, e per la trasparenza nell’azione
pubblica, contro ogni forma di clientelismo
 l’interesse attivo alle vicende della vita politica locale e nazionale di maggiore
rilievo, in una prospettiva attiva, critica e propositiva, con speciale riguardo ai
temi del rispetto dei diritti dell’uomo e del cittadino in ogni loro dimensione,
delle risorse ambientali, dei principi di legalità ed equità nell’attività
amministrativa, delle tematiche del mondo del lavoro e del sociale
 la ricerca e la promozione culturale, nonché la valorizzazione del patrimonio
artistico, paesaggistico e delle tradizioni locali
 la diffusione della pratica sportiva tesa al miglioramento degli stili di vita, della
condizione fisica e psichica nonché delle relazioni sociali
 il contributo a un migliore coordinamento delle esperienze associative che
operano nel territorio

Principi guida
 Continuità
 Solidarietà
 Partecipazione consapevole
 Trasparenza
 Eguaglianza
 Efficienza ed efficacia

Analisi del contesto


 L’offerta culturale della Penisola Sorrentina non brilla per varietà e qualità
 E’ scarsamente presente agli occhi degli amministratori e anche degli stessi cittadini
della Penisola Sorrentina l’esigenza di guardare al nostro territorio in modo unitario
e sistemico
 L’operato delle forze civiche sul territorio, nonostante gli sforzi, ha ancora una
scarsa ricaduta sulla vita concreta dei cittadini
 Le politiche ambientali e di sviluppo, comunali e non, sono ben lontane da quegli
obiettivi di tutela del paesaggio e del territorio che dovrebbero essere invece il faro
del nostro sviluppo
 La qualità della vita dei cittadini della Penisola Sorrentina è ancora lontana da
quegli standard che ci si dovrebbe aspettare da una zona ad alta vocazione
turistica.

1
Principali partners di Mente Locale (passato, presente e futuro)
• CAI sezione Castellammare di Stabia
• WWF Penisola Sorrentina
• CPS Comunità Promozione e Sviluppo
• Il Colibrì ONLUS
• Compagnia teatrale Idroscalo 93
• Compagnia teatrale Marcovaldo – Castellammare
• Associazione Libero Arbitrio
• Associazione Equoqua

Analisi dell’organizzazione
 Il Consiglio Direttivo Provvisorio di Mente Locale è composto da:

Un presidente
Un vice-presidente
Un consigliere (tesoriere)
Tutti i 3 membri del Direttivo hanno diritto di voto.

Allo scadere del mandato del Direttivo Provvisorio sarà eletto tra i soci un nuovo Direttivo di
5 membri, di cui almeno 2 dovranno essere soci giovani (al di sotto dei 30 anni).

Punti di forza

 La costanza dell’azione e della comunicazione nonché la presenza sull’intero territorio


della Penisola Sorrentina fanno di Mente Locale una delle realtà associative più presenti
della zona.
Mente Locale ha già sviluppato in questi mesi numerosi legami con altri gruppi e
concretizzerà nel futuro questi rapporti con collaborazioni stabili.

Punti da sviluppare
• Programmare in modo più puntuale la collaborazione con altre associazioni
• Migliorare la comunicazione via web e il sito internet
• Rendere più stabili gli appuntamenti della vita associativa

Linee guida d’azione

 I 4 punti cardinali intorno ai quali Mente Locale intende prioritariamente sviluppare la


propria attività nell’arco del prossimo anno sono:

1. Contribuire allo sviluppo di una rete/comunità di cittadini


partecipativa e coesa in Penisola Sorrentina
2. Offrire ai cittadini della Penisola, in particolar modo ai giovani,
occasioni di approfondimento sui grandi temi della nostra società
3. Aumentare la cadenza e l’incisività dell’iniziativa civica nei singoli
comuni della Penisola
4. Aumentare e allo stesso tempo diversificare l’offerta culturale
dell’Associazione

2
PROGRAMMA 2009
Dettaglio dei settori di attività

Relativamente ai 4 punti prioritari di attività:

1) Contribuire allo sviluppo di una rete/comunità di cittadini partecipativa e


coesa in Penisola Sorrentina

Tutte le realtà che operano nel settore della promozione civica e culturale in Penisola Sorrentina
non possono fare a meno di notare una mancanza di coordinamento tra le varie attività proposte,
e talvolta si resta un po’ delusi quando a venire meno alla partecipazione e alla promozione delle
iniziative sono proprio le altre associazioni, animate dai tuoi stessi ideali.

Ferma restando l’autonomia di tutti, il nostro auspicio è che nasca, in Penisola Sorrentina, una
rete organizzativa dell’associazionismo capace quantomeno di lavorare a un calendario di
iniziative comuni, per evitare quelle dispersioni di energie che spesso indeboliscono il nostro
mondo fatto di valori che, sostanzialmente, sono comuni a tutti.

Ma noi di Mente Locale crediamo che non di sole iniziative vive l’Associazionismo, e non
vorremmo limitarci a questo aspetto così produttivo e quasi “materiale”: le associazioni e i gruppi
vivono soprattutto delle vite e delle qualità dei loro soci.

E allora cosa ci sarebbe di più bello di aprire le porte delle proprie organizzazioni agli altri gruppi,
per scambiarsi reciprocamente opinioni e consigli sui propri lavori e creare le basi per una vera
e propria comunità di persone in Penisola Sorrentina, nel senso più pieno del termine: una
comunità che abbia le dimensioni e le potenzialità delle moderne community del web ma che
unisca a tutto ciò quello che davvero ci manca, che a noi giovani manca, ossia un elemento reale,
concreto, la condivisione di momenti e spazi davvero comuni.

Naturalmente noi di Mente Locale non vogliamo impartire lezioni ad alcuno, ci mancherebbe, né
tantomeno vogliamo tracciare una strada precisa da seguire: la nostra è solo una speranza, e
probabilmente è una speranza di tutti.

E allora, nei nostri contatti con la gente e con le altre associazioni, metteremo tra i nostri obiettivi
quello di costruire un giorno, magari anche non vicino, uno spazio finalmente comune per le
nostre istanze, le nostre iniziative e dove trascorrere il nostro tempo.

Uno spazio dove continuare a essere diversi ma cominciare a farlo, finalmente, tutti insieme.

Se riusciremo un giorno a ottenere la gestione, anche temporanea, di uno spazio pubblico lo


intenderemo proprio in questo modo.

Obiettivi strategici da potenziare per questa priorità:


- contatti organizzativi con le altre associazioni
- maggior numero di riunioni aperte
- ricerca di uno spazio pubblico nel quale trascorrere giorni fissi della
settimana con le nostre attività
- organizzazione di eventi aggreganti
- ideazione del progetto (nascita di una Fondazione? Consorzio?)

2) Offrire ai cittadini della Penisola, in particolar modo ai giovani, occasioni


di approfondimento sui grandi temi della nostra società

3
Troppe notizie diffuse dai media ci risultano difficili da capire: siamo troppo spesso disinformati su
problemi cruciali della nostra società e non riusciamo a comprenderne i cambiamenti
fondamentali, quelli che determinano le conseguenze più concrete sulle nostre vite.

La recente crisi finanziaria è un esempio lampante di come i cittadini siano, per forza di cose,
incapaci di conoscere mondi così difficili e quindi, potenzialmente, più deboli alle loro insidie.

Mente Locale si propone di curare, nei prossimi mesi, una serie di approfondimenti su questo
ed altri temi dell’attualità, con la partecipazione di esperti e ponendosi un unico cruciale obiettivo,
quello della semplicità.

Una serie di incontri che però non avrà come solo obiettivo la comprensione dei grandi fenomeni,
storici ed economici, del panorama nazionale ed internazionale: vogliamo gettare le basi per una
conoscenza approfondita e consapevole del nostro territorio, la sua storia i suoi problemi la sua
struttura.

Per farlo, dobbiamo cercare di selezionare e coinvolgere in questo progetto i migliori e più
illuminati amministratori e tecnici della nostra Penisola, convincerli a mettere a disposizione le
loro competenze a vantaggio dei ragazzi, per trasformare quel misto di passione, attaccamento e
rabbia di tanti nostri giovani concittadini per quella che è la nostra terra in una concreta possibilità
di riformarla, e migliorarla, rispettandone la bellezza paesaggistica e valorizzandone la storia.

Potremmo in questo modo porre le basi per quella che in futuro potrebbe diventare una vera e
propria scuola di formazione politica, un patrimonio a disposizione di tutti.

Obiettivi strategici da potenziare per questa priorità:


- reclutamento esperti per incontri su geopolitica / economia nazionale /
internazionale
- accordo con un Comune per la concessione temporanea di un luogo
pubblico in cui svolgere gli incontri, con cadenza mensile / bimestrale
- selezionare le professionalità della Penisola Sorrentina adatte a svolgere
questo compito
- strutturare una gruppo tra i soci per la redazione di materiale a finalità
didattica, con l’obiettivo della semplicità e della brevità

3) Aumentare la cadenza e l’incisività dell’iniziativa civica nei singoli comuni


della Penisola

Il titolo del punto è più chiaro di mille spiegazioni. Se Mente Locale è mancata in qualcosa, in
questi mesi, è stato nell’azione diretta sui problemi del territorio.

Soltanto nel caso dell’Ecomostro di Alimuri la nostra Associazione s’è spinta nella direzione di una
denuncia delle problematiche concrete dei nostri paesi di provenienza, limitandosi in altre
circostanze a una opera di informazione su iniziative create curate e seguite da altri gruppi.

La solidarietà, come dicevamo, in queste iniziative è un valore fondante di Mente Locale ma,
indipendentemente dal sostegno che si potrà dare alle singole battaglie dei gruppi del territorio,
dovrà venire da noi una maggiore attenzione a quella che è la vita politica dei nostri paesi, in un
lavoro che culmini nella elaborazione di proposte concrete da sottoporre ai cittadini o anche in
proteste in nome dei nostri valori di corretta ed equa amministrazione della cosa pubblica e tutela
dell’ambiente, e non mancherà occasione visto l’andazzo generale della Penisola.

4
Qualcosa del genere la nostra Associazione riuscì a fare nel caso dell’emergenza rifiuti ma
quando stavamo entrando davvero nel merito della questione non siamo riusciti a garantire il
giusto ricambio al gruppo che se ne stava occupando.

E qualcosa del genere è in programma anche ora, con l’attività di monitoraggio sui servizi sociali
iniziata qualche settimana addietro e il progetto ambulanze nei posti disagevoli (colline di Vico,
Massa) da strutturare.

Priorità di azione in questo ambito potranno essere:

balneazione libera e pubblica / pulizia delle acque del mare / tutela del territorio / politiche sociali /
politiche di organizzazione ed edilizia scolastica / salute

Obiettivi strategici da potenziare per questa priorità:

- creazione per ogni paese rappresentato nell’associazione di un gruppo di


studio dell’iniziativa politica comunale
- ogni gruppo deve avere un suo responsabile operativo e deve cercare
referenti politici in grado di fornire documentazioni valide e nel caso, portare
le nostre istanze nei consigli comunali
- migliorare i rapporti con gli uffici tecnici dei vari comuni e affacciarsi nella
macchina istituzionale
- potenziare i rapporti con le realtà del territorio che sono più avanti di noi su
questa strada (wwf, vas, sindacati della scuola)
- redarre un resoconto fisso dell’attività consiliare, e aggiornarsi presso gli
albi comunali
- portare in piazza i risultati del nostro lavoro (proposta e/o protesta)

4) Aumentare e allo stesso tempo diversificare l’offerta culturale


dell’Associazione
Parlando con la gente comune spesso e volentieri siamo identificati come “quelli del Cinema”,
e se le nostre rassegne continuano ad avere il successo che hanno avuto le ultime non può
che farci piacere.
Ma l’obiettivo di Mente Locale per il 2009 è provare a diventare “quelli di tante altre cose”,
tenendo ferma la nostra consolidata tradizione nelle rassegne cinematografiche (ormai è
diventata una competenza) ma potenziando la nostra iniziativa culturale anche in altri settori,
che si tratti del teatro come della letteratura come delle altre arti figurative.
In queste nuove esperienze possiamo attingere all’entusiasmo dei gruppi che abbiamo
incrociato in questi mesi, da Idroscalo 93 a Marcovaldo a Libero Arbitrio, per andare anche al
di là dello stesso concetto di evento da preparare ed entrare in un legame più profondo con
l’arte, più vivo, più da dentro.
Mille idee possono venire in questo senso, ne elencherò solo alcune.
Ma prima, tre note su quello che sarà programma sul cinema nei prossimi mesi:
a) la realizzazione di una rassegna cinematografica a Sant’Agnello, di 10 film, patrocinata
dal Comune, in parte destinata anche a un pubblico di ragazzi e per la restante parte
realizzata come nostra abitudine
b) la realizzazione di una rassegna parallela a questa, in un territorio da definire tra Vico e
Piano di Sorrento, più breve (indicativamente 6 film) e di tema fisso
c) la collaborazione a una rassegna cinematografica realizzata insieme alla Cps di
Castellammare, sui valori del volontariato (progetto in attesa di approvazione)

5
Obiettivi strategici da potenziare per questa priorità:

- collaborazioni con altre associazioni (teatro = Idroscalo, Marcovaldo;


letteratura = Libero Arbitrio)
- creazione nuove tipologie iniziative (presentazione libri autori campani,
forum sui libri in un locale pubblico) (Marianiello?)
- esposizione arti di strada e iniziative artistiche di “movimento”