Sei sulla pagina 1di 50

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile Fondazioni

Pali di fondazione
Aspetti costruttivi e verifiche SLU

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO email: sebastiano.foti@polito.it Web: www.polito.it/soilmech/foti

Pali di fondazione

Indice Pali di fondazione: aspetti tecnologici Capacit Portante


Palo singolo Pali in gruppo

Comportamento in esercizio I pali come riduttori dei cedimenti Verifiche NTC 2008 Prove di verifica e controllo

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Fondazioni profonde

Attraversamento strati poco competenti Problemi SLU Necessit di limitare i cedimenti (SLE) trasferire il carico a strati di terreno profondi pi resistenti. trasferire il carico anche attraverso tensioni tangenziali dattrito o daderenza lungo il fusto. resistere ad azioni di trazione, orizzontali, o carichi inclinati. attraversare strati di terreno rigonfiante o di scarse caratteristiche meccaniche.

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

(Vesic, 1977)

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Classificazione

Materiale (legno, acciaio, c.a.) Dimensioni


Piccolo diametro Medio diametro Grande diametro

Modalit esecutive
Pali prefabbricati ed infissi Pali gettati in opera
Con asportazione di terreno Senza asportazione di terreno Grande influenza sul comportamento del palo (differente in ragione della natura del terreno !)
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali infissi Modalit esecutive

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali Infissi Modalit esecutive


Valutazione preliminare della possibilit di infissione tramite prove CPT:

qc < 10 15 MPa c qc > 15 MPa c

fattibile difficile o impossibile

Oltre allo stato di sforzo in servizio occorre considerare: Trasporto Posizionamento Infissione Sollecitazioni generate nel palo Disturbo a persone ed edifici

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali prefabbricati
In c.a. o c.a.p. (sezioni varie) Addensamento delle staffe alle estremit Taglio di porzioni sovrabbondanti molto difficile Giunti da predisporre

cemento armato centrifugato (SCAC)

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali Infissi - Rotture


IN TESTA Massimo sforzo di compressione (Maglio/Rigidezza cuscino) ALLA PUNTA Strato Rigido compressione doppia Strato Tenero sforzi di trazione

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali infissi in sabbie sciolte

Linfissione del palo produce un addensamento del terreno circostante che si manifesta con la formazione di un cedimento nellintorno della testa del palo. Per effetto delladdensamento la resistenza al taglio aumenta.

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali infissi in argille Linfissione del palo avviene in condizioni non drenate, con la formazione di un rigonfiamento nellintorno della testa del palo. Si ha una caduta di resistenza al taglio (facilitando linfissione), solo in parte recuperata nel tempo (dissipazione pressioni interstiziali).

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali Infissi Acciaio profilati in acciaio a sezione aperta (H) o a sezione cilindrica

Notevole resistenza e facilit di trasporto ed infissione Facilit di giunzione (saldatura) e taglio Costi pi elevati utilizzati solo in opere di maggior impegno (strutture marittime)

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali Infissi Pali gettati in opera


Si infigge con diverse modalit un tubo-forma entro il quale si cala larmatura e si esegue il getto

Tubo-forma

In acciaio (Franki, Simplex)

Lamierino metallico a perdere (Lacor, Raymond) Si infigge per battitura in testa (spessore) o tramite mandrino FONDAZIONI Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Palo Franki Tappo asciutto (h 3 d) Tubo sempre immerso nel cls per 2-3 d per non separare il getto ed evitare infiltrazioni

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Palo Simplex

Piattello metallico a perdere che fa tenuta Getto dallalto Estrazione del tubo con vibratore che migliora la qualitm del calcestruzzo

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Palo Lacor Mandrino sagomato in modo da aderire alle pareti del lamierino ondulato di ridotto spessore (1.5 - 3 mm) Getto dallalto

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali Trivellati Modalit esecutive

1. Esecuzione della perforazione 2. Posizionamento dellarmatura

PERFORAZIONE CON RIVESTIMENTO PERFORAZIONE SENZA RIVESTIMENTO PERFORAZIONE CON FANGO BENTONITICO

3. Getto del calcestruzzo


FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali Trivellati Modalit esecutive Scavo eseguito con sonda a percussione allinterno di un rivestimento metallico infisso

Infissione del rivestimento con morsa a bracci oscillanti e scavo con benna a valve

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali Trivellati Modalit esecutive

Scavo a rotazione (ha eliminato la necessit assoluta del rivestimento del foro)

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali Trivellati
La realizzazione di pali previa asportazione di terreno crea disturbo nel terreno circostante, alterandone lo stato di tensione, ma in misura assai minore rispetto ai pali battuti.

PERFORAZIONE SENZA RIVESTIMENTO

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali Trivellati
Se natura del terreno tale da non garantire la stabilit del foro (sabbie, ghiaie) vanno utilizzate opportune precauzioni (rivestimento o fango bentonitico)

PERFORAZIONE CON FANGO BENTONITICO

Necessit di una adeguata pulizia del fondo foro per evitare la presenza di detriti poco addensati

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

10

Pali di fondazione

Pali Trivellati
FANGO IN CONDIZIONI STATICHE
Per aumentare la produttivit: Scavo tramite un secchione (bucket) collegato alle aste di perforazione (kelly) in genere telescopiche

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Classificazione
I fanghi oltre a stabilizzare il foro portano in superficie i detriti di perforazione CIRCOLAZIONE DIRETTA I fanghi sono immessi nel foro tramite le aste di perforazione e fatti risalire allesterno asportando i detriti CIRCOLAZIONE INVERSA
Immisione del fango direttamente nel foro e risalita attraverso le aste di perforazione Grandi diametri, velocit di risalita lente
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

11

Pali di fondazione

Pali trivellati 2. Posizionamento dellarmatura


Larmatura non deve essere a diretto contatto con il terreno Linterasse tra le barre longitudinali deve tener conto della granulometria degli inerti Deve essere tenuta sospesa durante le fasi di getto e maturazione del cls

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali trivellati 3. Getto del calcestruzzo

Lintervallo di tempo tra la perforazione ed il getto deve essere il pi ridotto possibile Per assicurarsi della continuit del palo opportuno controllare il volume immesso Non provocare la segregazione degli inerti

In presenza di fango bentonitico:


Calcestruzzo pi ricco di cemento (fluidit) Velocit di risalita del tubo convogliatore (separazioni) Strato superiore di calcestruzzo alterato (contatto con la bentonite)

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

12

Pali di fondazione

Pali Trivellati Difetti costruttivi Risalita troppo veloce del calcestruzzo che ingloba porzioni di fango bentonitico che poi riducono la sezione utile del palo

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Pali Trivellati Difetti costruttivi Crollo (anche parziale) delle pareti del foro o infiltrazioni di acqua

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

13

Pali di fondazione

Pali ad elica continua

Gettato in opera senza asportazione di terreno: elimina necessit del sostegno delle pareti del foro e della pulizia a fondo foro

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

(www.geoforum.com)
POLITECNICO DI TORINO Pali di fondazione

Pali ad elica continua

Basso costo ed elevata velocit esecutiva Ottima capacit portante per il processo di spostamento laterale del terreno (no rilascio tensionale)

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

14

Pali di fondazione

Micropali

Pali trivellati di piccolo diametro 80 mm < d < 250 mm Molto utilizzati per opere di sostegno (Berlinesi) e di rinforzo:

Qualsiasi inclinazione Minimo ingombro e disturbo


FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Micropali

Recupero strutturale

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

15

Pali di fondazione

Micropali: palo radice

Viene realizzato eseguendo la perforazione con una batteria di aste munite allestremit di una corona tagliente adeguata alla natura del terreno. I detriti di perforazione sono eliminati dal fluido di perforazione tramite circolazione diretta.
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Micropali: palo radice

L armatura pu essere costituita da un unica barra o da una piccola gabbia e il getto di microcalcestruzzo (sabbia e cemento 600 kg/m3) viene realizzato dal basso, con un tubo convogliatore.
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

16

Pali di fondazione

Micropali: palo radice

Al termine del getto si immette, tramite una testa a tenuta, aria in pressione, in modo da sfilare la batteria di aste e, contemporaneamente, da forzare il calcestruzzo contro il terreno, in modo da occupare il volume lasciato libero dalla tubazione.
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Micropali: palo tubfix

Si introduce nel foro un tubo di acciaio di grosso spessore, munito di valvole di non ritorno. Formazione della guaina iniettando attraverso la valvola pi profonda.
interasse valvole: 30 50 cm
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

17

Pali di fondazione

Micropali: palo tubfix Successivamente, dopo la fase di presa della guaina, si iniettano le varie valvole eseguendo una serie di sbulbature. Maggiore resistenza in corrispondenza degli strati ai quali si vuole trasmettere il carico

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Micropali: palo tubfix pressioni che possono raggiungere alcune decine di atmosfere

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

18

Pali di fondazione

Valori indicativi della portata

Micropali

Dimensioni
L max = 30 m D = 80 250 mm L max = 30 m D = 80 200 mm

Portate Ammissibili
60 700 kN

Pali Radice

Pali Tubfix

70 1000 kN

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Classificazione
Medio Diametro Trivellati Infissi (acciaio varie sezioni) Gettati in opera (Franki) Centrifugati (West) Infissi in cls
FONDAZIONI

Dimensioni
L max = 35 m D = 400 600 mm L max > 40 m D = 255 500 mm L max = 23 m D = 280 600 mm L max = 25 m D = 280 500 mm L max = 20 m D = 300 600 mm
Sebastiano Foti

Portate Ammissibili
300 1200 kN Fino a 4400 kN 350 1400 kN 650 1200 kN 300 2000 kN
POLITECNICO DI TORINO

19

Pali di fondazione

Classificazione
Grande Diametro Trivellati

Dimensioni
L max = 60 m D = 600 2500 mm

Portate Ammissibili
Fino a 30000 kN

Infissi (tubolari in acciaio)

L max > 100 m D = 275 3000 mm

Fino a 17000 kN

Infissi (cls a sezione vuota)


FONDAZIONI

L max = 60 m D = 915 1370 mm

2000 kN

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Influenza del procedimento costruttivo


Pali Infissi Terreni Limitazioni in terreni compatti, strati lapidei o trovanti Dmax = circa 60 cm; Lmax = circa 20 m; Poca flessibilit sulla lunghezza Ottima Certa Attrezzature ingombranti e costose; vibrazioni durante la messa in opera Pali Trivellati Nessuna limitazione (accortezze di perforazione) Nessuna limitazione

Dimensioni

Resistenza materiale Geometria effettiva Impatto Ambientale

Da controllare pu essere molto scadente Incerta Attrezzature ingombranti e costose per grossi diametri

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

20

Pali di fondazione

Scelta della tipologia del palo


(scelta della tipologia di fondazione !!) Fattibilit (litologia impatto) Accessibilit del sito Fattori economici Disponibilit ed esperienza tecnologica locale

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Verifiche Capacit Portante: Palo singolo


Capacit verticale: portata base + portata attrito

Q T + W = Qb + QS

Metodi di calcolo Analitici Empirici (correlazioni) Prove di carico Statiche Dinamiche ad elevati livelli deformativi
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

21

Pali di fondazione

Terreni a grana fine / metodo

Pali trivellati (Stas e Kulhavy, 1984) Pali infissi (Olson e Dennis, 1982)

Correzione per approfondimento Kolk & van der Velde (1996):

Approccio poco soddisfacente da un punto di vista della teoria, ma ritenuto affidabile in relazione alleffettiva disponibilit di dati sperimentali
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Terreni a grana fine / metodo

Argille consistenti (Fleming et al., 1985)

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

22

Pali di fondazione

Terreni a grana fine: pali infissi


Portata di base

c=9

Effetto scala per argille consistenti (Mayerhof, 1975)

D = diametro in m
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Terreni a grana grossa: pali infissi


Attrito laterale

Portata di base

1000 500

200 Nq 100 50

20 10 25

30

' ()

35

40

45

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

(Berezantev, 1961)

23

Pali di fondazione

Pali infissi / terreni a grana grossa


(De Beer, 1985)

qlim = 0.4 qc

(Randolph, 2004)
Argilla

Argilla q0

q lim= qc

q lim *
10 .D LB qlim * Sabbia qlim= qc LB

Sabbia 10 .D H

q0 H 10 .D

Argilla

*qlim= q0 + (qc- q0 ) .

10 .D

*qlim= q0 + (qc- q0 ) .

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Correlazioni con prove SPT


Poulos (2001)

N60

( )

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

ipp

ith

UbUYffWb UsYr

Kb

! G IH 3 ) 3 3 0 ( 3 "4 (% 5) ( 3 "4 0%%0# 4 3 ( 0 4" " 0 (C & $ $ 1 P ! ! ! @ #(2 $ 3 3 ) ) A $ & $ $ % ( $3 F" 8 E " ( DD (# &$ $ %( 3 "C % $3 ( $ " B 8 A ! ! ! ! ! @ ) & $ $ & $ 1 & $ 1 & ) & $ 9 87 3 ( $ ( (' " 2 66" ( 5 4( (%('' 3 ( 0 (2 %" 0 %" " (' "%# #"

YdWXXRcYS QYXWV

iqp

YbbYaT` YXWV

ihg

UTRSSR Q

 

WYffWe

( )

   

= (

(adattata da Meyerhof 1976)



24

Pali di fondazione

Pali trivellati in terreni a grana grossa la mobilitazione completa della resistenza alla base richiede cedimenti elevati, difficilmente compatibili con le prestazioni della sovrastruttura. Pertanto le correlazioni proposte con le prove in sito, sono usualmente riferite a valori di portata di base convenzionali associati ad un cedimento normalizzato rispetto al diametro del palo.

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Curve di trasferimento per pali trivellati in terreni coesivi

(Reese e ONeill, 1989)


FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

25

Pali di fondazione

Curve di trasferimento per pali trivellati in terreni non coesivi

(Reese e ONeill, 1989)

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Portata di base carico unitario alla base corrispondente a un cedimento pari al 5 % del diametro Prove SPT Prove CPT
0.25

0.20 q 0.05 qc

q0.05 = 0.06

SPT

0.15

(Reese & ONeill, 1988)


0.10

0.05

500

1000 1500 D (mm)

2000

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

(Jamiolkowski e Lancellotta, 1988)

26

Pali di fondazione

Curve di trasferimento per pali trivellati in terreni non coesivi

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Esempio
Pali trivellati in sabbia (D=1200mm; L=14m)

p.c. sabbia =36 =18kN/m3 14m

NSPT=58 colpi/30cm

QL = AL f S = AL 0.7 'vo tan ' = 52.8 0.7 (18 7 ) tan 36 = 3378k


Si mobilita per

s / D = 0.6% s / D = 5%

QB , 0.05 = AB q0.05 = 1.13 (0.06 58) = 3936k


q0.05 = 0.06
SPT

per

(Reese & ONeill, 1988) per

QB ,0.10 = 1.5 QB , 0.05 = 1.5 3936 = 5904k


FONDAZIONI

s / D = 10%
POLITECNICO DI TORINO

Sebastiano Foti

27

Pali di fondazione

Esempio
10000 9000 8000 7000

Verifica SLU
portata laterale portata alla base portata totale

portata [kN]

6000 5000 4000 3000 2000 1000 0 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Verifica SLE

cedimento relativo s/D [%]

Es. samm=15mm
FONDAZIONI

s/D=15/1200=1.25%
Sebastiano Foti

Q=4400kN
POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Micropali
    $"#" ! 
FONDAZIONI

plim pressione limite misurata nel corso di prove pressiometriche


terreni sabbiosi e marne

Sebastiano Foti

ae

argille

gf

POLITECNICO DI TORINO

432 )981#1766"#1 432 $ # 7"# ) 11 1 432 $ # 7$ # ) E1 1 D1 1 432 )981#17661#1

432 "# ) 1

G U XW H V W

1#5C$#"

$"#"

$#" 5#" $#" Y QPI ` TSR U G U

dcb h

!00')( !00')( !00')( !  ! 

'(!F

'&&!% ' BBA(@

28

Pali di fondazione

Verifiche di capacit portante: Pali in gruppo


Terreni a grana grossa Capacit portante del gruppo di n pali

Qg = n E g Q
Capacit portante palo singolo

Efficienza del gruppo Pali trivellati Eg = 0.7 per interasse 3D Eg = 1 per interassi 6B Pali infissi: efficienza tipicamente uguale o maggiore di 1 (effetto di compattazione del terreno durante linfissione)

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Verifiche di capacit portante: Pali in gruppo


Terreni a grana fine Capacit minima tra somma singoli pali e blocco
Q = 2 L( B1 + B2 )cu +
c
c B1 B2 cu

B = 5.141 + 0.2 1 B2

L 1 + 0.2 B1

Attenzione al cedimento di consolidazione al di sotto del blocco (valutabile facendo riferimento ad una fondazione equivalente)
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

29

Pali di fondazione

NTC2008

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

NTC 2008

* *

Se gli effetti di gruppo sono considerati benefici nel loro insieme La verifica sul singolo palo cautelativa MA: bisogna prendere in conto la possibilit di una rottura globale

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

30

Pali di fondazione

NTC 2008

Verifiche SLU
Fattori di sicurezza parziali sulle azioni

Fattori di sicurezza parziali sulle resistenze (di modello) Fattori di sicurezza parziali sui parametri di resistenza

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

NTC 2008

F + M + R

M1

Correzione formalizzata nelle istruzioni delle NTC (febbraio 2009)

Per i pali, lapplicazione dei fattori di sicurezza sempre spostata sui valori caratteristici di resistenza del palo stesso
FONDAZIONI Sebastiano Foti

Rd =

Rk

POLITECNICO DI TORINO

31

Pali di fondazione

DA1 combinazione 1
M1

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

DA1 combinazione 2
M1

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

32

Pali di fondazione

DA2

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Coefficienti di sicurezza sulle resistenze


Effetti prodotti sul terreno circostante (detensionamento, addensamento) e incertezze del metodo di valutazione vengono tenuti in conto nella valutazione della resistenza caratteristica R tiene conto della possibilit di avere un controllo sulla corretta esecuzione (affidabilit del processo costruttivo)

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

33

Pali di fondazione

Resistenza caratteristica del palo singolo

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Prove di carico di progetto

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

34

Pali di fondazione

Metodi analitici / Correlazioni empiriche

ESCLUDE LUTILIZZO DI PROVE IN AREE ADIACENTI (Es. Pile da Ponte)

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Prove dinamiche di progetto

PROVE MENO COSTOSE, MA CON INCERTEZZE MAGGIORI

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

35

Pali di fondazione

NTC 2008 - SLE

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Prove di carico

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

36

Pali di fondazione

Prove di carico

FONDAZIONI

(Sugimura et al., 1987)

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Prove dinamiche

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

37

Pali di fondazione

Interpretazione prove dinamiche


Modello dinamico di interazione palo-terreno

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Prove Statnamic
Metodo alternativo ed innovativo per le prove di carico che non richiede la costruzione di elaborati sistemi di reazione. La massa di reazione accelerata verso lalto con una forza di 20g cos che la forza agente sul palo risulta di 20 volte il peso totale delle masse. Ci permette luso di masse di reazione pari a solo il 5% del carico richiesto per la prova. Si ricava una curva carico-cedimento simile a quelle ottenibili con le prove di carico statiche. La forza applicata al palo prodotta dallaccelerazione di una massa che viene proiettata con un razzo.

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

38

Pali di fondazione

FONDAZIONI

Sebastiano Foti 2011

Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica Politecnico Sebastiano Foti di Torino POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Esempio 1
Progetto basato su prove di carico statiche su palo pilota (infisso) Approccio DA-2 (A1+M1+R3) Le azioni permanenti (1.3) e variabili (1.5) sono amplificate; (i coefficienti sui parametri del terreno sono unitari) I valori caratteristici della resistenza sono influenzati dal n. prove (Tab. 6.4.III) La resistenza globale del palo ridotta ( R 1.15)

Ed Rd Ed <-> 1,3G1+1,5G2+1,5Q
Combinazione di carico pi sfavorevole Azione sul palo valutata dallanalisi della palificata

Rd = Rk / R
Prove di carico su palo pilota
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

39

Pali di fondazione

Esempio 1
2500

Palo Infisso in sabbia (D = 450 mm; L =30 m)

2000

S=10% D=45mm

Q [KN]

1500

1000

500

Qlim = 1950 kN lim


(R ) ( Rmis ) min ( ) Rk = min= minmisRmedia ; ; ( R mis )min R k mis media 22 1 1
Rkk = = 1 1950 1 1950 Rcal == = = 1390k 1390k R 11 cal 11.40 .40


0 0 10 20 30 40 50 60 70

S [mm]

(Tab. 6.4.III)

nn== 1 11 = 22 = 1.40 1 =

1 1 Rd = 1 RRk = 1 1390 = 1210k Rd = k = 1.15 1390 = 1210k R 1.15


R

Ed Rd
POLITECNICO DI TORINO

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

Pali di fondazione

Supponendo di avere le prove su 3 pali pilota

Qlim,1 = 1950 kN lim,1 Qlim,2 = 1800 kN lim,2 Qlim,3 = 2025 kN lim,3


(R ) (R ) Rk = min cal media ; cal min 4 3

Qlim,ave = 1925 kN lim,ave

(Tab. 6.4.III)

n = 3 3 = 1.20 4 = 1.05

1925 1800 Rk = min ; 1604;1715} = 1604k = min{ 1.20 1.05 Rd = 1

Rk =

1 1604 = 1395k 1.15

Ed Rd

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

40

Pali di fondazione

Esempio 2
Progetto basato su calcoli da procedure analitiche (infisso) Approccio DA-2 (A1+M1+R3) Le azioni permanenti (1.3) e variabili (1.5) sono amplificate; I coefficienti sui parametri del terreno sono unitari; I valori caratteristici della resistenza sono influenzati dal n. prove (Tab. 6.4.IV) La resistenza globale del palo ridotta (R 1.15 base 1.15 laterale) p.c. -3m 9m argilla tenera cu,k=40kPa =20kN/m3

Nd=500kN
6m Pali infissi (D=400mm; L=14m)

argilla OC cu,k=140kPa =21kN/m3 verticali indagate: 1

8m

W = AB L cls = = 0.126 14 24 = 42k


Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

FONDAZIONI

Pali di fondazione

Esempio 2
QB = AB (9cu + vo ) = 0.126 (9 140 + 288) = 195k
Q B = A B (9 c u + vo ) = 0 . 126 (9 140 + 288 ) = 195 k Q L = AL f S = AL ,1 1 c u ,1 + AL , 2 2 c u , 2 = 7.5 0.75 40 + 10.1 0.54 140 = 988kN
=
=

0 .5 cu

(Olson & Dennis)

0 .5
u

'v 0
v0

1 Q 1 Q 1 195 1 c ' 988 Rd = B + L = + = 605k b 3 s 3 1.15 1.70 1.15 1.70


(Tab. 6.4.III)

n = 1 1 = 2 = 1.70

Ed Rd

+ 1.3W Rd

500 + 1.3 42 605k 555 605k


FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

41

Pali di fondazione

Esempio 3

Calcolo da procedure analitiche

Pali trivellati (D=800mm; L=14m) stesse condizioni stratigrafiche Nd=1000kN NB: pali trivellati (tabella 6.4.II R 1.35 base 1.15 laterale)

Q B = A B (9 c u +

vo

)=

0 . 503 (9 140 + 288

)=

778 k

QL = AL f S = AL ,1 1 cu ,1 + AL , 2 2 cu , 2 = 11.3 0.55 40 + 20.1 0.55 140 = 1797 k


= 0 . 55
(Reese & ONeill)

Esclusa parte sommitale palo (1.5m)

Rd =

b 3

1 QB 1 QL 1 778 1 1797 + = + = 1258k s 3 1.35 1.70 1.15 1.70


(Tab. 6.4.III)

n = 1 1 = 2 = 1.70

Ed Rd

+ 1.3W Rd

1000 + 1.3 169 1258k 1220 1258k


FONDAZIONI Sebastiano Foti

W = 169k

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Esempio 4

Approccio DA2 (A1+M1+R3)

Pali infissi in sabbia: Esempio di calcolo sulla base delle prove in sito (CPT)

D=400mm L=18m, infisso a partire dalla quota -2m rispetto al p.c. originario.
qc (MPa) 0 0 5 10 profondit (m) 15 20 25 30 35 25 profondit (m) 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 0 0 qc (MPa) 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50

10

15

20

30

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

42

Pali di fondazione

Esempio 4
fs = qc 200 q fs = c 150
100 150 0 5 10 profondit (m) 15 20 25 30 35 0

Approccio DA2 (A1+M1+R3)

se q c 20 MPa se q c 10 MPa
fs (kPa) 50 100 150 200

fs (kPa) 0 0 5 10 profondit (m) 15 20 25 30 35 50

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Carico limite alla punta

Approccio DA2 (A1+M1+R3)

0.4 22.5 = 9 MPa qlim = 0.4qc = 0.4 25.0 = 10 MPa

CPT #1 CPT #2

CPT 1 Portata laterale QL [kN] Portata alla base QB [kN] 1780 1131

CPT 2 1830 1257

Media 1805 1194

minimo

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

43

Pali di fondazione

Metodi analitici / Correlazioni empiriche

ESCLUDE LUTILIZZO DI PROVE IN AREE ADIACENTI (Es. Pile da Ponte)


FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Esempio 4
CPT 1 Portata laterale QL [kN] Portata alla base QB [kN] 1780 1131

Approccio DA2 (A1+M1+R3)

CPT 2 1830 1257

Media 1805 1194

( Rc,cal ) media ( Rc,cal ) min 1805 1780 Rck ,Qs = min ; ; 1094; 1148} = 1094k = min = min{ 3 4 1.65 1.55

( Rc ,cal ) media ( Rc ,cal ) min 1194 1131 Rck ,Qb = min ; ; = min = min{724; 730} = 724k 3 4 1.65 1.55

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

44

Pali di fondazione

DA2
F + M + R

M1

M = 1

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Esempio 4

Approccio DA2 (A1+M1+R3)

( Rc ,cal ) media ( Rc ,cal ) min 1805 1780 Rck ,Qs = min ; ; 1094; 1148} = 1094k = min = min{ 3 4 1.65 1.55
( Rc ,cal ) media ( Rc ,cal ) min 1194 1131 Rck ,Qb = min ; ; = min = min{724; 730} = 724k 3 4 1.65 1.55

Rd =

Rck ,Qs

Rck ,Qb

1094 724 + = 1581k 1.15 1.15

A1
FONDAZIONI Sebastiano Foti POLITECNICO DI TORINO

45

Pali di fondazione

Prove di verifica

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Controlli dintegrit

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

46

Pali di fondazione

Indagini soniche Locali


Necessitano di fori nei quali vengono introdotte le sonde: lindagine viene di solito prevista e programmata in fase di progetto dei pali ed i fori vengono realizzati inserendo nella gabbia dei tubi di piccolo diametro legati allarmatura.

Globali
Si applica una sollecitazione meccanica alla testa del palo e si analizza la risposta dello stesso alla sollecitazione: non indispensabile prevedere le indagini prima del progetto della struttura, la testa del palo deve risultare accessibile.

Cross-Hole sonico carotaggio sonico

Eco Ammettenza dinamica

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Cross-Hole Sonico

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

47

Pali di fondazione

Cross-Hole Sonico

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Carotaggio Sonico
Propagazione verticale
Eseguito inserendo nel tubo (o foro), che deve contenere acqua, una sonda dotata di un generatore di impulsi sonici e di pi ricevitori (passo 0.5 m)

difetti inflessioni, attenuazioni ed interferenze dei segnali. Tube Waves

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

48

Pali di fondazione

Indagini soniche globali

- Prova delleco - Prova di ammettenza meccanica


Questi due metodi, permettono di ottenere informazioni sulle caratteristiche geometriche e meccaniche del palo e sulleventuale presenza di difetti. Entrambi i metodi necessitano unicamente della possibilit di accedere alla testa del palo al fine di eseguire la prova.

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Indagini soniche globali

Difetti: strozzature, sbulbature, variazioni di densit o di modulo elastico del calcestruzzo e variazioni di materiale come allinterfaccia palo terreno in corrispondenza della base

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

49

Pali di fondazione

Prova delleco

Vp calcestruzzo di buona qualit: 3500 4200 m/s

VP =

2L t

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

Pali di fondazione

Prova di ammettenza meccanica


Rapporto in frequenza tra velocit V0 e forza F0 applicata in testa Contiene le informazioni per quanto riguarda la lunghezza del palo e rigidezza dellintero sistema palo immerso nel terreno.

L=

VP 2f

FONDAZIONI

Sebastiano Foti

POLITECNICO DI TORINO

50