Sei sulla pagina 1di 5

Orali: vedi avviso.

Esame di Geometria del 28 giugno 2011 (I appello)


Nome: Cognome: Corso di Laurea:
5 cfu
6 cfu
Giusticare le risposte con spiegazioni chiare ed essenziali.
Consegnare esclusivamente questi due fogli.
Avviso: gli studenti che sostengono lesame da 5 cfu (vecchio ordinamento) non sono tenuti a svolgere le domande
contrassegnate con lasterisco.

1. Sia V uno spazio vettoriale reale e B = {v


1
, v
2
, v
3
, v
4
, v
5
} una sua base. Siano inoltre w
1
= 3v
1
2v
2
,
w
2
= v
1
+v
2
, W = Span{ w
1
, w
2
} .
a) Provare la seguente aermazione: { w
1
, w
2
} `e una base di W ;
b) determinare se v
1
W e, in caso di risposta aermativa, determinare le sue coordinate rispetto alla base { w
1
, w
2
}
di W .
2. Sia F : R
3
R
3
unapplicazione lineare. Assumiamo che il nucleo kerF sia lo spazio delle soluzioni del sistema
lineare omogeneo
_
x + y z = 0 , sia 8 un autovalore di F e V
8
:= span
_
_
_
1
2
1
_
_
_
il relativo autospazio.
a) Dire se F `e diagonalizzabile (in questo caso indicare una base di autovettori ed i corrispondenti autovalori);
b) scrivere il polinomio caratteristico dellendomorsmo F ;
c) calcolare la matrice rappresentativa di F rispetto alla base canonica di R
3
;
d) scegliere due autovettori indipendenti u e v e calcolare F F (3u 5v) (dove denota la composizione).
Nome: Cognome:

3. Si considerino lo spazio R
3
, con coordinate (x, y, z), e le rette indicate
r :
_
x 2y = 1
2x + z = 0
, s :
_
x + y z = 0
y = 1
a) stabilire se le due rette date hanno un punto in comune;
b) scrivere equazioni parametriche per la retta r.
Si consideri R
3
con la struttura naturale di spazio Euclideo,
c) determinare lequazione cartesiana del piano passante per lorigine ortogonale ad r ;
d) determinare la distanza dellorigine dalla retta r ;
4. Si consideri lo spazio vettoriale R
3
, il piano H di equazione x + y 2z = 0 ed il vettore v
t
=
_
_
1
t
3
_
_
.
a) trovare il valore t
0
per il quale v
t
0
appartiene ad H;
b) trovare i valori t
1
per i quali risulta Span{v
t
1
} +H = R
3
;
c) trovare una base di H contenente il vettore v
t
0
;
d) si consideri R
3
dotato della naturale struttura di spazio Euclideo. Sia : R
3
R
3
la proiezione ortogonale su H,
determinarne la matrice rappresentativa (rispetto alla base canonica di R
3
).
Orali: vedi avviso.
Esame di Geometria del 12 luglio 2011 (I appello)
Nome: Cognome: Corso di Laurea:
5 cfu
6 cfu
Giusticare le risposte con spiegazioni chiare ed essenziali.
Consegnare esclusivamente questi due fogli.
Avviso: gli studenti che sostengono lesame da 5 cfu (vecchio ordinamento) non sono tenuti a svolgere le domande
contrassegnate con lasterisco.

1. Si consideri lo spazio vettoriale R


4
con coordinate x, y, z, w. Sia U il sottospazio delle soluzioni del sistema lineare
_
x + w = 0
x 2y + 4w = 0
, sia inoltre W := Span
_

_
_
_
_
0
4
1
1
_
_
_,
_
_
_
0
8
2
2
_
_
_,
_
_
_
2
7
1
3
_
_
_
_

_
.
a) Trovare una base e la dimensione degli spazi U e W ;
b) determinare una base dello spazio somma U + W ;
c) determinare una base dellintersezione U W ;
d) dire se U + W `e somma diretta di U e W (=dire se gli spazi U e W sono indipendenti).
2. Si consideri lo spazio vettoriale R
4
con coordinate x, y, z, w ed il sottospazio W di equazione cartesiana
x y + 2w = 0 . Sia inoltre T : W R
4
lapplicazione lineare denita dalla relazione T(
_
_
_
a
b
c
d
_
_
_) =
_
_
_
a + d
a + d
c
0
_
_
_.
a) Trovare una base B dello spazio W ;
b) vericare che limmagine di T `e contenuta nello spazio W ;
c) considerare T come trasformazione dello spazio W (cio`e T : W W ) e determinarne la matrice rappresentativa
rispetto alla base B trovata precedentemente;
d) stabilire se tale T : W W `e diagonalizzabile (giusticando la risposta).
Nome: Cognome:

3. Si consideri lo spazio R
3
ed i punti P =
_
_
1
0
1
_
_
, Q =
_
_
2
2
1
_
_
, R =
_
_
1
6
1
_
_
.
a) determinare unequazione cartesiana per il piano H passante per i tre punti dati (=trovare unequazione lineare
soddisfatta dalle coordinate dei tre punti dati).
Si consideri R
3
con la struttura naturale di spazio Euclideo.
b) Calcolare larea del triangolo T di vertici P, Q, R;
c) determinare la distanza dellorigine dal piano H.
4. Sia V lo spazio vettoriale dei polinomi p(x) di grado minore o uguale a 3. Denotiamo con p

(x) la derivata del


polinomio p(x) . Si consideri lapplicazione lineare
L : V R
3
p(x)
_
_
p(0)
p(1)
p

(0)
_
_
cio`e L
_
p(x)
_
= vettore di coordinate p(0), p(1), p

(0).
a) Trovare una base di V e determinare la sua dimensione;
b) trovare la matrice rappresentativa di L rispetto alla base di V trovata nel punto a) ed alla base canonica di R
3
;
c) determinare la dimensione ed una base del nucleo kerL.
Orali: vedi avviso.
Esame di Geometria del giorno 8 settembre 2011
Nome: Cognome: Corso di Laurea:
5 cfu
6 cfu
Giusticare le risposte con spiegazioni chiare ed essenziali.
Consegnare esclusivamente questi due fogli.
Avviso: gli studenti che sostengono lesame da 5 cfu (vecchio ordinamento) non sono tenuti a svolgere le domande
contrassegnate con lasterisco.

1. Si considerino le applicazioni lineari f : R


3
R
4
e g : R
4
R
2
denite dalle relazioni
f(
_
_
x
1
x
2
x
3
_
_
) =
_
_
_
x
1
+ x
3
x
1
+ x
2
x
1
+ x
2
x
1
x
3
_
_
_ , g(
_
_
_
y
1
y
2
y
3
y
4
_
_
_) =
_
y
1
y
2
y
3
y
4
y
2
+ 2y
4
_
.
a) Trovare basi e dimensioni del nucleo e dellimmagine di f ;
b) posto U = Imf e W = kerg determinare una base e la dimensione dellintersezione U W ;
c) determinare una base dello spazio somma U + W e dire se U + W `e somma diretta di U e W (=dire se gli spazi
U e W sono indipendenti).
2. Si considerino le trasformazioni lineari di R
3
associate alle (=rappresentate nella base canonica dalle) matrici
A =
_
_
3 0 0
0 2 2
0 0 3
_
_
, B =
_
_
3 0 2
0 2 2
0 0 3
_
_
, C =
_
_
1 0 1
0 5 0
1 0 1
_
_
.
a) Stabilire quali trasformazioni sono diagonalizzabili (enunciare in modo chiaro i risultati teorici utilizzati);
b) scegliere una trasformazione diagonalizzabile tra quelle date e determinare una base di autovettori;
c) stabilire quali tra queste trasformazioni hanno almeno 2 autovettori indipendenti.
3. Si consideri la matrice A
t
=
_
_
3 4 9
0 t + 1 5
0 4 7
_
_
.
a) Stabilire i valori di t per i quali A
t
`e invertibile;
b) per i valori di t per i quali A
t
`e invertibile calcolare il determinante della matrice 5 (A
t
)
2
;
c) posto t = 2 calcolare linversa di A
t
nonche determinare le soluzioni del sistema lineare
_
A
2
_
1

_
_
x
y
z
_
_
=
_
_
0
0
1
_
_
.
4. Si considerino, in R
3
, la retta ane S denita dal sistema lineare
_
x + y 7z = 2
x 2z = 1
ed il punto Q =
_
_
3
1
6
_
_
.
a) Determinare lequazione cartesiana del piano H passante per lorigine contenente S ;
b) stabilire se Q H.
Si consideri R
3
con la struttura naturale di spazio Euclideo.
c) determinare la distanza di Q da H;
d) determinare la proiezione ortogonale
H
(Q) del punto Q sul piano H.
Orali: vedi avviso.
Esame di Geometria del 16 febbraio 2012
Nome: Cognome: Corso di Laurea:
5 cfu
6 cfu
Giusticare le risposte con spiegazioni chiare ed essenziali.
Consegnare esclusivamente questi due fogli.
Avviso: gli studenti che sostengono lesame da 5 cfu (vecchio ordinamento) non sono tenuti a svolgere le domande
contrassegnate con lasterisco.

1. Sia T : R
3
R
2
la trasformazione lineare denita dalle seguenti condizioni:

k :=
_
_
1
0
1
_
_
kerT , T(
_
_
0
1
1
_
_
) =
_
1
2
_
, T(
_
_
1
1
0
_
_
) =
_
1
2
_
.
a) Discutere suriettivit`a ed iniettivit`a di T ;
b) determinare tutti i vettori v R
3
soddisfacenti la condizione T(v) =
_
3
2
_
;
c) determinare la matrice A che rappresenta la trasformazione T rispetto alle basi canoniche.
2. Sia V lo spazio vettoriale dei polinomi p(x) di grado minore o uguale a 2. Siano inoltre U il sottospazio di V dei
polinomi soddisfacenti p(1) = 0 e W il sottospazio di V dei polinomi soddisfacenti p(3) = 0 .
a) Trovare una base e la dimensione degli spazi U e W ;
b) determinare una base dello spazio somma U + W ;
c) determinare una base dellintersezione U W ;
d) dire se U + W `e somma diretta di U e W (=dire se gli spazi U e W sono indipendenti).
Nome: Cognome:

3. Si considerino le trasformazioni lineari di R


3
associate alle (=rappresentate nella base canonica dalle) matrici
A =
_
_
2 0 0
0 0 2
0 2 0
_
_
, B =
_
_
2 0 0
1 2 0
0 0 3
_
_
, C =
_
_
3 0 0
0 1 1
1 0 3
_
_
.
a) Stabilire quali trasformazioni sono diagonalizzabili (enunciare in modo chiaro i risultati teorici utilizzati);
b) scegliere una trasformazione diagonalizzabile tra quelle date e determinare una base di autovettori;
4. Si consideri lo spazio R
3
ed i punti P
t
=
_
_
t
0
t 1
_
_
, Q =
_
_
2
2
1
_
_
.
a) determinare unequazione cartesiana per il piano H passante per il punto Q e contenente P
t
per ogni valore di t
(=trovare unequazione lineare soddisfatta dalle coordinate dei punti in questione).
Si consideri R
3
con la struttura naturale di spazio Euclideo.
b) Calcolare larea del triangolo T di vertici Q, P
0
, P
1
;
c) determinare la distanza dellorigine dal piano H.
Orali: vedi avviso.
Esame di Geometria del 23 febbraio 2012
Nome: Cognome: Corso di Laurea:
5 cfu
6 cfu
Giusticare le risposte con spiegazioni chiare ed essenziali.
Consegnare esclusivamente questi due fogli.
Avviso: gli studenti che sostengono lesame da 5 cfu (vecchio ordinamento) non sono tenuti a svolgere le domande
contrassegnate con lasterisco.

1. Sia V uno spazio vettoriale e B = {v


1
, v
2
, v
3
} una sua base. Sia L
t
: V V la trasformazione lineare
(dipendente dal parametro t) denita dalle relazioni L(v
1
) = v
1
+v
2
, L(v
2
) = 2v
2
, L(v
3
) = v
1
v
2
+ tv
3
.
a) Determinare i valori del parametro t per i quali L
t
`e diagonalizzabile;
b) determinare tutti gli autovalori e basi dei corrispondenti autospazi di L
0
(t = 0).
2. Si consideri lo spazio vettoriale R
4
con coordinate x, y, z, w.
Sia U il sottospazio delle soluzioni dellequazione 3xz w = 0 , sia inoltre W := Span
_

_
_
_
_
0
2
1
1
_
_
_,
_
_
_
3
1
2
2
_
_
_,
_
_
_
1
1
1
1
_
_
_
_

_
.
a) Trovare una base e la dimensione degli spazi U e W ;
b) determinare una base dello spazio somma U + W ;
c) determinare la dimensione dellintersezione U W ;
d) dire se U + W `e somma diretta di U e W (=dire se gli spazi U e W sono indipendenti).
3. Si considerino le matrici A
t
=
_
_
4 2
t 1
2 1
_
_
, B
t
=
_
_
2 1 2
2 + t 2 4
_
_
dipendenti dal parametro t.
a) determinare le dimensioni di nucleo e immagine di A
t
e di B
t
in funzione del parametro t;
b) determinare i valori di t per i quali il prodotto A
t
B
t
`e invertibile;
c) determinare i valori di t per i quali il prodotto B
t
A
t
`e invertibile.
d) determinare un autovettore del prodotto A
4
B
4
(t = 4).
4. Si considerino lo spazio R
3
, con coordinate (x, y, z), e le rette indicate
r :
_
x y z = 1
x 3z = 0
, s :
_
x y 2z = 0
x = 3
a) stabilire se le due rette date hanno un punto in comune;
b) determinare lequazione cartesiana di un piano che non ha punti in comune ne con la retta r ne con la retta s.
Si consideri R
3
con la struttura naturale di spazio Euclideo,
c) determinare un vettore v di norma 3 ortogonale sia ad r che ad s .