Sei sulla pagina 1di 7

Onoranze e Trasporti Funebri

SERVIZI FUNEBRI COMPLETI E DI LUSSO CON MEZZI PROPRI CREMAZIONI SALME GRATUITE - DISBRIGO PRATICHE OVUNQUE VESTIZIONE SALME OVUNQUE - MONUMENTI CIMITERIALI OVUNQUE
SERVIZIO FUNEBRE: CASSA NOCE/LARICE - AUTOFUNEBRE (MERCEDES) - AUTOFIORIERA - PERSONALE - MANIFESTI - DISBRIGO PRATICHE

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS


CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS F.I.S.S.C.
AFFILIATO

LA PRECISA DAVINO
. 1.300,00

ALERNOranata g
www.salernogranata.it
via r. jemma, 337 battipaglia (sa) tel. 0828.300440 info@artigraf.org

PERIODICO SPORTIVO - ANNO 0 - NUMERO 9 - DOMENICA 15 APRILE 2012

DISTRIBUZIONE GRATUITA

In Collaborazione con:

800 256 111


24
PONTECAGNANO FAIANO Via Picentino, 6 - Tel. 089 489 459 P.zza Medaglie Doro, 1 Fratte - Salerno

SALERNO - VIA IRNO, 78

RialziamoCi

NOCERA INF. - Via Fucilari, 63 - Tel./Fax 081 517 22 00 PELLEZZANO - Via Nicotera, 46 - Tel./fax 089 521 452

337 905453 089 330227

DAVINO & PISAPIA 08 MEMOLI S.R.L. Tel.: 089 27 49 Bronzi, Fotoceramiche Lavorazione Marmi e Monumenti Funerari, Articoli

089 794447
24
ORE SU

Allinterno il poster di Puglisi

UFFICIO E PUNTO VENDITA:

Via Dei Mille, 90 - 84100 Salerno


Tel./Fax 089.3053402 - Cell- 389.4361061
SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA: Via Aria Serre, 1 84090 - Giffoni Sei Casali (SA) - Tel./Fax 089.883319 Cell. 389.4361061 www.mondoimpianti.it e.mail:info@mondoimpianti.it
VENDITA AUTO NUOVE ED USATE PLURIMARCHE

A G E N Z I A A U T O M O B I L I S T I C A

BELLIZZI (Sa) - Tel. 0828.507689

Via Marconi, 17 Loc. Taverna delle Rose 84091 BATTIPAGLIA (SA) gianfrancodinapoli@libero.it tel. 0828 345276 - fax 0828 1843859 - cell. 334 8275332

PESCE FRESCO E SURGELATO - BACCALA E FRUTTI DI MARE VIA DELLA REPUBBLICA, 63 - MONT. PUGLIANO (SA) Cell. 338 1506963

Pagliarulo Franco

Pescheria

MAGLIANO GROUP
MUTUI & PRESTITI

BENEDETTO CROCE
ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - INFORMATICA LICEO SOCIO - PSICO - PEDAGOGICO CORSI DI LAUREA MASTER UNIVERSITARI CORSI DI LINGUA INGLESE IC3

Cessioni del V - Leasing Fidejussioni - Consolidamento prestiti Mutui in tutta Italia - Prestiti - Factoring
Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di M. Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 - e-mail:maglianogroup01@gmail.com

Via San Domenico Savio, 4 - 84100 SALERNO tel. e Fax 089 2756077

2
Qui Salerno
asqua amara per i tifosi granata che, nonostante il primato in classifica ed il considerevole vantaggio sulla seconda, hanno trovato nell'uovo una sgradita sorpresa, una sconfitta in quel di Pomigliano d'Arco che ha lasciato tanto rammarico sia perch i tre punti avrebbero virtualmente chiuso il campionato sia perch, a fine partita, non sono mancati i cori di scherno e le offese da parte dei supporters napoletani, distintisi nei 90 minuti pi per gli insulti rivolti ai calciatori ed ai cronisti salernitani che per l'incitamento alla propria squadra del cuore. Del resto sin da inizio stagione era lecito attendersi avversari e tifoserie pronte a fare la partita della vita contro il Salerno Calcio, esaltati dalla possibilit di giocare contro una squadra blasonata dopo anni di anonimato e proprio per questo quella del "Gobbato" va archiviata come una gara storta che non pregiudica assolutamente il cammino dei blaugrana verso il ritorno tra i professionisti. Una promozione, come ama ricordare il primo cittadino, assolutamente non da dare per scontato dal momento che, bene ricordarlo, la societ ha allestito questa squadra in pochi giorni reperendo sul mercato giovani di qualit e calciatori di comprovata esperienza al fine di consegnare al tecnico Perrone un organico destinato a sbaragliare la concorrenza e vincere a mani basse un campionato pi ostico di quanto lo si dipinga. Le magie di Mounard, la grinta di Giubilato, le scorribande di Montervino, i gol del Pitone, l'estro di Caputo, la competenza della

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Gaetano Ferraiuolo e Mirko Cantarella

ALERNOranata g
Area Comunicazione CCSC

11
Mirko,16 anni della Lazio, muore per un incidente.

News dal CCSC


Organigramma CCSC
Riccardo Santoro
V. Presidente Presidente

Pomigliano: Pasqua amara per i tifosi del Salerno Calcio


dirigenza e l'inizio di un grande progetto sportivo non sono, per, bastati a far riesplodere in citt l'entusiasmo dei tempi migliori, complice la categoria d'appartenenza, la scarsa consistenza degli avversari, la scottatura per il secondo fallimento nel giro di sei anni e l'assenza dei segni distintivi sulle maglie. Nonostante i numeri restino da record per la quinta serie e Salerno sia prima in Italia in D per media spettatori (3mila circa, con picco di 4700 paganti nella gara col Budoni disputata a novembre) e regga il confronto finanche con club di Lega Pro e serie B, soprattutto nel girone di ritorno l'Arechi non ha mai presentato un colpo d'occhio degno del calore e della passione dei salernitani che, per la verit, in gran parte hanno abdicato gi ad agosto non identificandosi nella nuova realt calcistica cittadina e chiedendo a gran voce(ma senza iniziative concrete)il ritorno della "vera" Salernitana in campo. Nel pieno rispetto delle opinioni di tutti doveroso fare alcune riflessioni: se il vero motivo di questa diserzione l'assenza della denominazione, del colore sociale e del simbolo dell'ippocampo come mai l'anno scorso, con una squadra in lotta per la B e con tanto di maglia granata e cavalluccio, nelle gare contro Spal, Sorrento, Sud Tirol, Lumezzane, Ravenna e Reggiana c'erano meno spettatori rispetto alle partite del Salerno Calcio con Palestrina, Arzachena, Selargius, Budoni e Pomigliano? Ricordiamo, inoltre, che la Salernitana Calcio di Lombardi(quella della "palla di

Grande successo per Salerno in Primavera


a preso il via gioved 05 aprile 2012, con la cerimonia inaugurale presso lo stadio Arechi, e sino al 09 Aprile, la nona edizione di Salerno in Primavera, manifestazione di calcio, cultura e solidariet, organizzata dalla scuola Calcio Primavera. Come ogni anno migliaia di giovani atleti, provenienti dalle pi svariate realt della nostra regione, si sono confrontati sui campi di calcio presenti nella nostra citt. Due le sezioni della manifestazione: Sport in campo e Valori in campo. La sezione Sport in Campo, che si disputata presso lo stadio Arechi, il campo comunale De Gasperi ed il centro sportivo Caff Motta, anche questanno stata composta da tre tornei , il XXVIII Torneo Primavera, lXI Torneo Give me five ed il IX Torneo Giocabimbi. Oltre a questi, a fine Giugno, scenderanno sul terreno di gioco dellArechi i protagonisti del calcio amatoriale che parteciperanno alle VI edizioni dei memorial Antonio Barletta ed Alfonso Lanzara. Grande attenzione, come tradizione della scuola calcio Primavera, anche per la sezione Valori in campo; il tema scelto dallorganizzazione per ledizione 2012, e che ha accompagnato tutte le gare della Sezione Sport in Campo, : il Calcio e le Regione Campania - interazione tra le province per lo sviluppo della cooperazione e laccettazione delle differenti passioni calcistiche. Infine, ultimo solo in ordine di trascrizione, un premio intitolato ad una persona alla quale tutta la scuola calcio Primavera era molto legata e che negli anni ha rappresentato, sui campi di calcio e non, il vero significato dellessere salernitani. Parliamo del premio lealt e generosit alla memoria di Bruno Carmando, che ha previsto lassegnazione di un riconoscimento ad un salernitano che nel proprio ambito lavorativo e/o sociale si sia particolarmente distinto per generosit e lealt. Per la cronaca vincono nella sezione Sport in Campo Minigiovanissimi98: Sc. Calcio Primavera Esordienti 99 a 11: Club Napoli Esordienti 99 a 9: NAGC Battipaglia Esordienti 2000 a 11: Scuola Calcio Primavera

pezza") nel big match col Pescara port allo stadio 32mila persone, (non furono di pi soltanto perch la curva Nord rimase chiusa) e ben 25mila contro Genoa, Cavese, Livorno, Avellino e Bari, laddove il tifo della Sud risult determinante ai fini del risultato. Il Salerno Calcio non la Salernitana, ma di essa la pi logica continuit sportiva ed l'unica squadra destinata ad ereditarne la storia e solo i successi del sodalizio blaugranata permetteranno allo storico club granata, una volta riacquisito il marchio, di ripartire da categorie decisamente pi ambiziose. In nome della tanto decantata storia rammentiamo, inoltre, che se ad oggi Lombardi proprietario dei simboli attraverso una societ a lui facente capo proprio perch i tifosi, nel famoso incontro al Grand Hotel a giugno di 3 anni fa, gli chiesero espressamente di acquistare i beni immateriali minacciando di disertare l'Arechi per poi portarlo successivamente in trionfo senza fiutare nell'aria alcun pericolo. Se Lombardi ha avuto 5 anni di tempo, non si capisce come mai a Lotito(che ha finanziato 500mila

euro per i lavori al campo Volpe, c' chi di mestiere faceva il costruttore e non ha mai fatto nulla)venga chiesto tutto e subito, ma la sensazione che se la storia un giorno torner il merito sar principalmente di quei 3mila "innamorati a prescindere" che, nel momento pi difficile in 93 anni di storia calcistica, hanno ribadito tutto il proprio amore per la squadra della propria citt spingendola a suon di cori e frasi d'incitamento nel calcio che conta. Nella speranza che presto queste spaccature interne possano essere messe da parte per il bene comune, magari seguendo una strategia che vada oltre gli slogan su facebook e la diserzione a prescindere (a Cava i tifosi hanno salvato la squadra per 2 anni di fila, solo qui non si riesce a fare una raccolta fondi), concentriamoci ora sulla gara di campionato col Porto Torres: c' una promozione in palio e Salerno deve dimostrare con i fatti di meritare palcoscenici pi ambiziosi.

Il Migliore in campo a Budoni: Giovanni Puglisi


lamoroso ko del Salerno Calcio sul campo del Pomigliano. Gli uomini di Perrone, in vena di regali pasquali, vengono superati 1 a 0 per opera della rete siglata da Sorrentino nel corso della prima frazione di gioco. Lo scivolone inatteso permette alla diretta inseguitrice, Citt di Marino, di recuperare un punto e portarsi a sei lunghezza dalla capolista. Il Salerno ha pagato un calo di attenzione vistoso e ha mostrato i soliti limiti difensivi che hanno spalancato le porte della vittoria nel derby ai napoletani. Contro il Porto Torres, prossimo avversario dei blaugrana, occorrer ripartire dalle scorse settimane nelle quali la squadra aveva

di Catamari

mostrato importanti progressi ed evitare la fragilit difensiva vista domenica scorsa. 31 GIORNATA Salerno - Porto Torres Citt di Marino - Atletico Boville 32 GIORNATA Anziolavinio Salerno Calcio Porto Torres Citt di Marino 33 GIORNATA Fidene Salerno calcio Citt di Marino Anziolavinio 34 GIORNATA Salerno calcio Monterotondo Pomigliano Citt di Marino

OGNI GIOVEDI ALLE 20.30 SU TELECOLORE SALERNO CANALE SKY 826 E DIGITALE TERRESTRE CANALE 16.

irko Fersini, sedicenne promessa del mondo del calcio che venerd scorso stato vittima di un gravissimo incidente mentre era alla guida del suo motorino morto giovedi mattina dopo un breve coma. A poche ore di distanza da un dramma che ha reso la Pasqua di tutti davvero pi triste ed amara va in onda su un canale Mediaset un programma sportivo condotto dal noto giornalista Mino Taveri; indubbiamente abbiamo pensato tutti apriranno con un pensiero su Mirko, magari ci daranno una bella notizia. Ed invece lo scoop di giornata un altro: un ragazzino sta morendo, ma possiamo rallegrarci perch Maxi Lopez sar regolarmente in campo ed il Milan recuperer anche Pato nel giro di poche settimane. I minuti passano ma, tra disquisizioni tattiche circa landamento del super match Cittadella-Gubbio e immancabili spot pubblicitari che durano pi della stessa trasmissione, del povero Mirko nessun accenno. Si arriva, finalmente, al collegamento con lo stadio Olimpico ed, in questo caso, scontato che si parler di quanto accaduto. Ed invece. Ed invece capita che si definisca in modo assai grottesco partita della vita il posticipo tra Lazio e Napoli (certi termini, entrati di diritto nel vocabolario calcistico, in questi casi andrebbero evitati), si entri nel dettaglio nelle scelte di Reya e Mazzarri, ma di una societ addolorata per laccaduto, di una famiglia in lacrime dinanzi ad una porta dospedale nessun accenno. Su Internet la situazione non certamente delle migliori: almeno se ne parla, ed gi una gran cosa. Ed allora la domanda dobbligo:perch per la morte del poliziotto Raciti (ucciso in occasione del derby Catania-Palermo)si sono bloccati-giustamente-i vari campionati ridisegnando le leggi sugli stadi e sulle tifoserie, mentre dopo lassassinio di Gabriele Sandri lo spettacolo comunque continuato? Come fa una trasmissione televisiva in onda in tuttItalia a parlare col sorriso sulle labbra di schemi, classifiche e fuorigioco come se Mirko non esistesse o non avesse mai fatto quel maledetto incidente? Lo spettacolo deve continuare, e su questo siamo tutti daccordo, ma nella vita ci devono essere priorit rispetto alle esigenze televisive di Sky o alla vendita degli abbonamenti di Mediaset Premium. In chiusura una piccola critica anche ai tifosi della Lazio: davvero commovente il coro rivolto a Mirko mentre sullo sfondo dei tabelloni elettronici campeggiava unimmagine ritraente il suo volto, ma questo purtroppo non bastato e, non solo la Lazio, ma crediamo lItalia intera ha perso non solo un figlio, ma sicuramente un futuro campione.

Giovanni Cuffa
V. Presidente Esecutivo

Alfonso Pugliese Mario Santaniello Giovanni Pagliarulo


Delegato allo Stadio Delegato trasferte Delegato ai Clubs

Osvaldo Marcantuono Antonio Fiore


Delegato alle Cerimonie Delegato al Tifo

Cesare Clemente
Delegato Attivit Sociali e Culturali

Rocco Calenda
Addetto Stampa

Giuseppe Alviggi Mario Sposito


Vice Delegato FISSC Delegato FISSC

Carmine Prisco
Delegato al Salerno Calcio

Antonio Carmando Carmine Murante Domingo Petrocelli


Addetto al Sito Web Economo Segretario

Antonio Carbone
Delegato Lombardia

Luigi Coppola
Delegato Emilia

Eugenio Mautone
Delegato Piemonte

Luigi De Sio
Delegato Sardegna

Antonio Di Giacomo
Periodico SALERNO GRANATA
in attesa di registrazione Direttore Responsabile

Mirko Cantarella
Collaboratori

Giovanni Adinolfi Anna Maria Catastini Valerio Lai Federica Pisani Gaetano Ferraiuolo
Progetto Grafico e impaginazione

Rocco Calenda
Stampa

ARTIGRAF- Battipaglia

In collaborazione con Ciro Simeoli

Vieni in trasferta con il CCSC e Salerno Granata


Il CCSC organizza tutte le trasferte del Salerno Calcio, per la stagione sportiva 2011-2012, in BUS o altri mezzi quando consentito. Per venire con noi contatta il Delegato tifo e trasferte; G I O VA N N I PA G L I A R U L O . INFO:333.8648299

Via M. A. Vicinanza, 3 BATTIPAGLIA - Salerno


Tel. 0828.370902 - Cell. 333.8199020

Il CCSC ringrazia tutti i media e gli organi dinformazione che sono sempre vicini alle nostre iniziative; Granatissimi.com, Salernitana Fans Forum, Telecolore, Lira TV, Rete1, TV Oggi, Telediocesi, Set TV, La Citt, Il Mattino, Lettera 24, Telereporter, Il Corriere del Mezzogiorno, Roma Cronache, Salernomania, Radio MPA, Radio Bussola 24, Radio Stella, Radio Alfa, Radio Unisound e Effetto Sport.

10

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Rocco Calenda

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

Calcio Giovanile
A.S.D. Bertoni: la societ pi giovane dItalia
a Bertoni Battipaglia ha stabilito il primato di societ sportiva dilettantistica con l'et media dei propri dirigenti pi bassa di tutto il panorama calcistico Italiano. Attualmente la squadra rosanero di Battipaglia milita nel girone G del campionato di promozione Campano. Questo invidiabile primato stato possibile perch all'interno dell' organigramma societario tutti hanno un'et inferiore ai 29 anni. La societ composta dal Presidente Luciano Vota di anni 28, da due vice Presidenti Rinaldi Marco di anni 26 e Cerruti Andrea di anni 26, il segretario Barbato Vincenzo di anni 27 e dai dirigenti Cianciulli Norman di anni 25, D'Ambrosio Vincenzo di anni 26, Palmiero Masucci di anni 29. Grazie a tutti questi giovani dirigenti questa storica societ, presente dal 1954 nel panorama calcistico Battipagliese, ritornata a disputare un campionato di promozione dopo anni passati nelle categorie inferiori. Tutti questi giovani guidano questa societ da due anni, ma hanno gi stupito tutti sia per i risultati raggiunti che per l'impegno, la seriet e la correttezza sportiva constatata ed apprezzata da tutti. In questo clima di grande crisi a livello economico generale che inevitabilmente si riflette nel mondo sportivo e del calcio in particolare, con la continua scomparsa dal panorama Nazionale di storiche societ attanagliate ai problemi economici ed organizzativi, questa societ anche con l'aiuto dei numerosi sponsor che ancora credono nell'importanza e nello spirito aggregativo del calcio dilettantistico riuscita a creare una compagine seria e forte con l'obbiettivo primario incentrato sullo sviluppo e alla valorizzazione dei

3 Qui Salerno
Napoli. Nel caos totale proviamo a fare un attimo di chiarezza: al fine di sgomberare il campo da qualsivoglia dubbio diciamo subito che il Salerno Calcio della Salernitana la pi logica continuit sportiva, ma non storica, dal momento che in caso di ripescaggio non verrebbero presi in considerazione i risultati sportivi ottenuti dalla compagine granata. Ci premesso, riassumiamo in breve le ultime puntate di questa telenovela senza fine, partendo dalle dichiarazioni rese agli organi di informazione dall'avvocato del Salerno Calcio Gentile; "la societ vuole riprendere il marchio a patto che si stabilisca la reale paternit del bene, al momento c' una sentenza del tribunale di Napoli che afferma che la Salernitana ed i suoi simboli appartengono alla curatela della Salernitana Sport di Aliberti " il parere del legale, a cui fa da contraltare l'atto notarile datato luglio 2009 che, al contrario, conferma l'acquisto da parte dell'Energy Power dei beni immateriali della Salernitana a mezzo asta per una cifra di poco inferiore ai 400mila euro. Come mai, allora, i giudici di Napoli non hanno tenuto conto di tale operazione condannando l'ex patron per uso improprio di marchio anche per i campionati 2009-10 e 201011?Pare, in tal senso, che Lombardi, per motivi di bilancio, non abbia certificato l'acquisizione dei beni immateriali alla voce "uscite" della Salernitana Calcio, spiegando cos l'intervento della societ Energy Power nella trattativa con la curatela. Il fallimento successivo della societ sportiva non giustifica, tuttavia, il fatto che Lombardi non abbia mai impugnato la sentenza in primo grado facendo preventivamente appello, mossa attraverso la quale avrebbe dimostrato l'effettiva regolarit dell'operazione effettuata e ribaltato una sentenza cui dispositivo non estendibile a terzi in caso di acquisizione. A questo punto, per, subentra il rischio revocatoria: per poter soddisfare i creditori, il curatore Ivone sta cercando di capire se c'era un legame economico tra la Salernitana Calcio e la stessa Energy Power, che gir i simboli al club granata in comodato d'uso gratuito ed allo stesso tempo non esclude la possibilit che questi vengano nel frattempo ceduti a terzi a patto che la cifra richiesta non sia superiore a quella elargita da Lombardi nel 2009. Il pericolo bancarotta che pende sul campo dell'imprenditore vallese, l'operazione trust con la quale il patron dell'Ance ha provato a blindare le sue propriet(ma persone vicine a Lombardi smentiscono che il marchio rientri in tale movimento, anche in questo caso Ivone a lavoro per approfondire la questione)sono elementi che giustificano la strategia societaria di attendere l'evolversi dei fatti in attesa che venga fatta definitivamente chiarezza, ma, in estrema sintesi, possiamo sintetizzare il tutto cos: il marchio stato acquistato all'asta da Lombardi nel 2009, la sentenza del tribunale di Napoli un ostacolo aggirabile perch non tiene conto di tale operazione n il dispositivo sarebbe estendibile al Salerno Calcio, resta da capire che pericolo comporta effettuare un'operazione di mercato con una persona giuridicamente innocente fino a prova contraria, ma indagata sia per reati civili, sia per reati

Segni distintivi: Dov la verit?


quotidianamente, in questo progetto si raggiungeranno gli obbiettivi importanti che sicuramente le competono.
e vero che, parafrasando Claudio Lotito, gli assenti hanno sempre torto e che il Salerno Calcio ha bisogno del calore dei suoi tifosi per poter centrare il salto di categoria, altrettanto vero che non si pu condannare chi, reduce da annate sportivamente parlando drammatiche, ha deciso di non seguire il neonato sodalizio blaugranata non identificandosi in una squadra che della fu Salernitana ha davvero poco e che si spera possa ereditarne quanto prima denominazione, simbolo e colori sociali. Quella relativa ai beni immateriali una querelle che ormai si trascina da diverso tempo e se per qualcuno diventata un alibi di comodo per giustificare l'assenza allo stadio(salire sul carro dei vincitori sar poi troppo facile in futuro), per molti altri, invece, rappresenta un motivo di grande sofferenza al punto che in citt si moltiplicano gli appelli (ma non le iniziative concrete) affinch Lotito e Mezzaroma vadano a trattare direttamente con Lombardi chiudendo definitivamente l'annosa vicenda e restituendo al popolo salernitano l'amata squadra del cuore. La spaccatura, tuttavia, davvero evidente: da un lato chi pensa che il Salerno Calcio sia la Salernitana seppur con simboli diversi complici controversie giudiziarie, chi dar fiducia alla nuova societ fino al termine del campionato pronto a disertare qualora in Lega Pro si confermasse tale denominazione, chi ancora ritiene che Lotito stia solo prendendo tempo e che il marchio sia acquistabile, non soggetto a revocatoria n ad eventuali condanne da parte del tribunale di

giovani calciatori. Tutto il suddetto stato possibile anche grazie allo sponsor principale dell' A.S.D. BERTONI BATTIPAGLIA, che ha trovato nella MAGLIANO GROUP MUTUI & PRESTITI un valido supporto sia di carattere economico che morale, con il suo responsabile Luigi Magliano che ha fortemente creduto in questa giovane societ e si prodigato per l'ulteriore crescita rafforzando i progetti presenti e futuri. Il responsabile della MAGLIANO GROUP MUTUI & PRESTITI ha cos commentato questa sua scelta : Appena mi stata proposta questa collaborazione ho accettato senza esitazione perch ho riscontato in questi ragazzi gli stessi valori e la stessa seriet che mi contraddistingue trasferita nel mondo del calcio. Per motivi di lavoro ho seguito solo a sprazzi questo bel campionato, ma mi bastato per farmi capire che la mia scelta stata quella giusta, perch seguire una squadra del genere rappresenta per me e penso per tutti quelli che amano questo sport la vera essenza del calcio. Auguro a tutti i miei amici dell' A.S.D. BERTONI BATTIPAGLIA , le maggiori soddisfazioni e sono sicuro che con il mio apporto e il loro impegno, che prodigano

penali. Nelle ultime ore, tuttavia, registriamo anche la presa di posizione del sindaco, restio a trattare con il dovuto rispetto il tema storia nei mesi scorsi(celebre l'espressione "inceppati" coniata per identificare coloro che non si identificano nel Salerno Calcio, altrettanto famoso il paragone tra il cavalluccio marino ed una testa di somaro che gli cost una sonora bordata di fischi in occasione delle celebrazioni per San Matteo) ed ora riscopertosi desideroso di rivedere quanto prima la Salernitana in campo. Naufragata la trattativa tra CCSC e Lombardi (si parlava di cessione in comodato d'uso ai tifosi che poi annualmente lo giravano a Lotito dietro pagamento di cifra simbolica da devolvere in beneficenza, tuttavia il Salerno Calcio non ha palesato alcun interesse a confrontarsi con la controparte, ma al presidente Santoro va dato il merito di averci provato fino alla fine smuovendo comunque le acque), ora si attende una conferenza stampa in cui Lombardi-fuori dalle scene da luglio, avrebbe almeno dovuto scusarsi con la citt-dir la sua verit. Luglio intanto si avvicina e ci sar tempo fino a met mese per mettere le cose a posto: baster la buona volont per riportare la Salernitana ai tifosi o la legge d ragione all'avvocato Gentile? Rimandiamo l'appuntamento alla prossima puntata.

Via Picarielli, 70 Pastena - SALERNO Tel. 320 7645154 089 759356

dal 1964

LANDI GOMME
s.n.c.

L ANDI GOMME
S.N.C.
di D. & M. LANDI

PNEUMATICI DELLE MIGLIORI MARCHE - ASSETTO RUOTE ED EQUILIBRATURA COMPUTERIZZATA


ASSOCIATO
CENTER

Driver
Pneumatici & Assistenza

Via Lung. C. Colombo, 229/231 - 84129 SALERNO Tel./Fax 089.339040

ICA SERVICE - Impresa Pulizie


di Barbara Perazzo
C.so Concordia, 9 - 20129 Milano Tel./Fax 02.76 02 85 49 - Cell. 349.77 05 352 E-mail:icaservice@tiscali.it

4
Lavversario di oggi
l Salerno, dopo la terza sconfitta stagionale contro il Bacoli, pronta a riscattarsi sul prato dellArechi dove affronter il Porto Torres di Sebastiano Pinna. A dire il vero, anche la squadra sarda reduce da una sconfitta, la prima casalinga, contro il Fidene, in uno scontro diretto. Il Porto Torres nasce nel 1969 e non ha nulla a che vedere con la Torres di Sassari. E solo nella stagione 2006/2007 che la squadra rossoblu vince un girone di Prima Categoria, per poi ripetersi nella stagione successiva, arrivando seconda dopo il Porto Rotondo e disputando lEccellenza per la prima volta nella propria storia. Sulla strada tra il Porto Torres e il triplo salto c il Selargius, rimandandolo cos di un solo anno; infatti nella stagione 2009/2010 i rosso-blu vincono il campionato venendo cos promossi in LND. Lo scorso anno la squadra del presidente Piras si resa protagonista di una salvezza tranquilla, classificandosi 9 nel girone.Questanno il Porto Torres era partito bene, insidiando il Salerno in testa alla classifica ma non raggiungendolo per la discontinuit palesata in trasferta. E, proprio a causa delle sconfitte lontane dal Turri, Gianluca Hervatin stato esonerato quando la sua squadra era posizionata al 3 posto in classifica. Fatale per lui stata la trasferta di Budoni. Al suo posto subentrato Sebastiano Pinna e con il nuovo mister, nelle prime due trasferte, la squadra raccoglie quattro punti.Il modulo adottato da Pinna il 4-4-1-1 molto attivo sulle

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
Redazione
di Federica Pisani

ALERNOranata g
a cura del Dott. Mario De Laurentis

9
Calcio e Salute: da Ippocrate ad oggi
fino al momento fatale. Nel Mondo, il calcio lo sport pi comunemente associato con la morte improvvisa, la quale si verifica in 1-2 soggetti su 200.000 atleti ogni anno e colpisce prevalentemente atleti di sesso maschile. Le cause pi comuni di morte improvvisa sono le anomalie congenite del cuore e dei vasi del sangue, o quelle che sono presenti alla nascita. Queste anomalie di solito non producono sintomi e sono prevalenti negli atleti afroamericani. La causa pi comune di morte improvvisa la cardiomiopatia ipertrofica (un eccessivo ispessimento del muscolo cardiaco che pu portare ad un ritmo cardiaco irregolare chiamato fibrillazione ventricolare). La seconda causa pi comune di morte improvvisa negli atleti rappresentata dalle anomalie delle arterie coronarie (i vasi sanguigni che forniscono ossigeno al cuore); spesso le arterie coronarie provengono da una posizione anomala o hanno un angolo acuto, creandosi cos una torsione anatomica che rallenta il flusso sanguigno con conseguente infarto cardiaco. Altre anomalie cardiache che possono causare morte improvvisa sono le anomalie delle valvole cardiache, le anomalie di conduzione elettrica del cuore (Sindrome di Brugada, S. del QT lungo, S. diWolffParkinson-White, ecc.), e la rottura dell'aorta (il grande vaso sanguigno che porta il sangue dal cuore al corpo). Un colpo al petto nella zona del cuore chiamato commotio cordis, la causa pi comune di morte improvvisa negli atleti che non hanno alcuna anomalia cardiaca; questa condizione pu verificarsi quando una palla da calcio, tennis, baseball, hockey o colpo, colpisce al petto l'atleta. Altre cause sono rappresentate dalla Sindrome di Marfan ed altre collagenopatie che danneggiano i vasi e gli organi da essi irrorati. Il dato preoccupante di questo scenario di morte nello sport, rappresentato dal fatto che lo sportivo che ha una patologia di base a rischio evento, nella maggior parte dei casi non riferisce sintomi o segni preoccupanti, e quindi continua a svolgere la sua attivit in tutta tranquillit e naturalezza (vedi Francesco Mancini, ex Salernitana). In Italia la legge prevede una visita annuale obbligatoria (screening) per conseguire lidoneit alla pratica sportiva agonistica; essa consiste in una visita con auscultazione e il rilievo della pressione arteriosa, un ECG a 12 derivazioni di base e sotto sforzo, e nei casi dubbi un ECO trans-toracico. Purtroppo tutto ci no basta, o meglio, non sufficiente a mettere in luce tutte le anomalie possibili che possono colpire un soggetto, vi sono malattie che tuttora sfuggono allidentificazione con lo screening (malattie coronariche sia congenite che acquisite). Mediante Screening purtroppo si riesce ad identificare dal 3% al 15% degli atleti a rischio, un dato per ora basso, ma che ci consente di avere una base solida su cui impostare la futura ricerca. Limportante non perdere le speranze ed incentivare sempre di pi i giovani che si affacciano allo sport a praticare visite di controllo e screening, che anche se non danno la certezza di essere al sicuro in futuro, almeno rappre-

Il Porto Torres

Le probabili formazioni
Salerno Calcio: 4-3-3 All. Perrone
SESTITO

La morte improvvisa degli atleti: un dramma, un perch.


igor Bovolenta (pallavolista) Naoki Matsuda (calciatore, Nazionale giapponese) Dani Jarque (capitano dellEspanyol) Antonio Puerta (calciatore del Siviglia e della Nazionale spagnola) Reggie Lewis (stella del basket dei Boston Celtics) Marc Fo (centrocampista del Camerun) Denis Zanette (ciclista di 33 anni) Ray Chapman (stella del baseball americano) Francesco Mancini (portiere, ex Salernitana), e mi fermo qua, visto che lelenco di giovani atleti morti improvvisamente lunghissimo, anche se il dato che ci invita a riflettere che durante tutta la storia dello sport (dalla nascita delle olimpiadi ad oggi) si sono verificati questi eventi. Nel 490 A.C., Fidippide, un giovane messaggero greco, corse 26,2 miglia da Maratona ad Atene per fornire la notizia della vittoria greca sui persiani, e poi croll a terra e mor; questo probabilmente il primo incidente documentato di morte improvvisa di un atleta. La possibilit che giovani atleti ben allenati al liceo, all'universit, o a livello professionale possano morire improvvisamente sembra incomprensibile. Si tratta di un evento drammatico e tragico che devasta le famiglie e la comunit sportiva e sociale. Lo Sport, di per s, non una causa maggiore di mortalit (anzi lo sport essenziale e occorre praticarlo assiduamente), ma pu provocare morte improvvisa negli atleti che presentano anomalie di base dei vasi sanguigni, irregolarit cardiache, o altri squilibri metabolici sconosciuti

fasce laterali che si trasforma in 4-4-2 quando c la necessit di attaccare. In porta, come dodicesimo, c una vecchia conoscenza della Salernitana, quel Salvatore Pinna (75) che stato protagonista, con le sue parate, della promozione conquistata nella stagione 2007/2008. Titolare infatti un under, Riccardo Giorgi (91) che si gioca il posto con Giovanni Sanna (92). In difesa, al fianco di Demartis (74) mancher il difensore centrale Gadau (81), squalificato. A completare il reparto difensivo ci sono Piredda (92) a sinistra mentre a destra se la giocano Fantasia (93) e Paride Pinna (92); probabilmente la spunter questultimo nel ruolo di terzino in quanto Fantasia, complice l indisponibilit per squalifica di Michele Fini (74), sar impiegato a centrocampo,reparto che sar completato da Bianchi (88) che agir nella zona centrale del campo con lex giocatore della Roma di Zeman, Alessandro Frau (77) esord in serie A contro la Salernitana il 12 settembre 1998 - a destra Fantasia e a sinistra Latu (95) che nasce difensore. Dietro lunica punta Borrotzu (78) giocher Oggiano (87). Sia Borrotzu che Oggiano sono a quota 10 gol nella classifica marcatori.

CHIRIELETTI PUGLISI

AVAGLIANO CHIAVARO (MONTERVINO)

GIACINTI

PROIA

MONTERVINO (MOUNARD) MOUNARD (GUSTAVO)

CAPUTO

DE CESARE BORROTZU

OGGIANO FRAU NIEDDA

LATU

BIANCHI

DE MARTIS
PIREDDA

PUGGIONI PINNA P.

PINNA S. (SANNA)

sentano un primo filtro che ci consente di abbassare di molto il numero di eventi futuri. Il messaggio che desidero lasciare, espresso sinteticamente nel titolo dellarticolo (un dramma, un perch), per il fatto che oggi molto spesso si sente parlare di morti senza un motivo; a tutto ci sento di esprimere il mio dissenso, sostenendo che per tutte le morti improvvise ci sia una spiegazione scientifica (una causa) che per si rende inspiegabile o di difficile comprensione al momento del exitus dellatleta, per il solo motivo che latleta era apparentemente sano e che non era stata fatta diagnosi precoce di tale condizione morbosa. Per tale motivo la scienza ed il Mondo intero si devono muovere Dott. Mario scientifica, nel senso della ricerca De Laurentis un miglioramento tale da poter permettere la scoperta della malattia nella sua fase silente o latente (ad esempio quando il bambino ha pochi anni di vita o quando va a scuola), per non avvicinarsi temporalmente o addirittura arrivare allevento fatale.

Porto Torres: 4-4-1-1 All. S. Pinna


Nasta. Su queste basi Viscido ed il Salerno Calcio possono lavorare per creare una forte e promettente nidiata di campioncini da girare alla Prima Squadra che si appresta al passaggio in Lega Pro. Tornando alla sfida di Civitavecchia, Viscido pratica un minimo di turn over e si ritrova davanti uno dei migliori classe 93 della Serie D, quel Francesco Brutti squalificato con la Prima Squadra. Lavvio per di marca ospite con Esposito che dopo la doppietta nellamichevole del gioved contro lUnitas Molina si ripete e porta in vantaggio il Salerno Calcio. Sul finire della prima frazione, Brutti si dimostra giocatore di categoria superiore e riporta il punteggio in parit. Neanche il tempo di cominciare il secondo tempo che Santaniello realizza il 2-1 che regge per quasi tutta la ripresa fino agli ultimi concitati minuti. A 4 giri di lancette dal di Catamari triplice fischio, infatti, il Civitavecchia perviene al 22 con Ferri, ma allultimo tentativo utile Santaniello firma il gol della vittoria e la sua doppietta personale. Il Salerno scavalca il Monterotondo in classifica, ma non lo Zagarolo, vittorioso nella sfida allAstrea. CLASSIFICA GIRONE H
SQUADRA Pt. Gi. V N P GF GS DR

hiude la stagione con una vittoria al fotofinish la Juniores del Salerno Calcio; i ragazzi di Viscido vincono a Civitavecchia (dove la Prima Squadra aveva incassato una cocente sconfitta) e salutano la prima stagione di vita con un ottimo nono posto. Un piazzamento in linea con le aspettative pi ottimistiche visto che i tempi per mettere su la rosa e selezionare i giovani sono stati strettissimi e viste le notevoli difficolt che questi ragazzi hanno quotidianamente per svolgere gli allenamenti. Non un caso che il gol da 3 punti a tempo quasi scaduto sia venuto da quel Raffaele Santaniello (94) che si rivelato uno dei migliori elementi di prospetto della squadra, insieme a Bovi, Maiuri, Esposito, Gaeta, Fierro, Cerrato e tanti altri, compresi i due portieri Bellucci e

Il punto sulle giovanili

Marino Fidene Palestrina Anziolavinio Viterbese Astrea Atl. Boville Zagarolo SALERNO CALCIO Monterotondo Cynthia Gaeta (-1) Civitavecchia Sora

66 65 61 60 44 37 34 33 31 29 23 20 18 3

26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26

21 21 19 19 12 11 11 10 10 9 7 6 5 1

3 2 4 3 8 4 1 3 1 3 2 3 3 0

2 3 3 4 6 11 14 13 15 14 17 17 18 25

70 14 56 85 20 65 81 27 54 97 27 60 50 40 10 37 40 -3 32 45 -13 43 46 -3 44 50 -6 44 58 -14 33 68 -35 27 43 -16 33 66 -33 9 131 -122

SALERNITANA 1984/85
In Piedi da sx: Di Fruscia, Colusso, Zaccaro, Leccese, Rossi, Boschin Accosciati: Pecchi, Del Favero, Belluzzi,Bianco, Lombardi

8
Laltro calcio
FISSC: Abodi incontra i tifosi
i svolta, a Milano, la riunione del Consiglio Direttivo della FISSC (Federazione Italiana Sostenitori Squadre Calcio). Nel corso dei lavori intervenuto il Presidente della Lega Calcio Serie B Andrea Abodi. La visita del Presidente Abodi, rientra nell'ambito del positivo confronto avviato con la FISSC, e fa seguito all'ultimo incontro del 29 novembre dello scorso anno. In quella occasione, tra l'altro, le parti concordarono alcune iniziative operative da avviare immediatamente. Il Presidente Abodi, pertanto ha informato il Direttivo FISSC del lavoro gi avviato, soffermandosi, in modo particolare, sui seguenti temi: 1)progetto costruzione e/o ristrutturazione Stadi. Il progetto, che sar presentato a Roma la prima settimana di maggio, prevede una "Progettualit di sistema", creando una attivit sinergica con una serie di qualificate realt istituzionali; in questo modo vengono approfondite tutte le tematiche relative agli stadi (analisi territoriale, tecnologie, strutture, finanziamenti, gestione, ecc.), tenendo ovviamente conto delle singole esigenze locali; 2) progetto settori "ospiti". La Lega Serie B sar sta procedendo a sensibilizzare le 22 societ al fine di ristrutturare e migliorare, in particolar modo, il settore ospiti uscendo dalla logica delle "gabbie", secondo quanto previsto dal protocollo sottoscritto nel giugno 2011; - inoltre la FISSC concorda pienamente con la Lega Serie B sull'urgenza di uniformare tutte le procedure operative connesse

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella e Gaetano Ferraiuolo

ALERNOranata g
di Giovanni Adinolfi

5
Statistiche
Pt. Gi. V N P GF GS DR

Gli Spartani dicono NO al Razzismo


onostante siano nati da poco pi di due anni, per di pi in un momento particolarmente difficile per le sorti dellamata Salernitana, rappresentano uno dei club pi attivi nel sociale dellintera tifoseria granata, distintosi per la beneficenza e per laiuto alle persone maggiormente in difficolt. In occasione della giornata Nazionale contro il razzismo, gli Spartani Salernitani hanno dato vita ad uniniziativa particolarmente apprezzabile, sfidando in una partita amichevole una squadra composta da undici calciatori di colore, per lo pi di origine senegalese, vivendo una serata davvero emozionante giusto connubio tra amore per lo sport, confronto tra ragazzi di cultura e tradizioni differenti ed aiuto a persone meno fortunate che quotidianamente lavorano per guadagnarsi da vivere. All amichevole hanno preso parte i calciatori della societ Real Sparta, partecipante al campionato di terza categoria e composta da tanti tifosi iscritti al club e, come detto, una folta rappresentanza di giovani senegalesi, alcuni dei quali con un passato sportivo importante e rimasti letteralmente entusiasti per laccoglienza ricevuta.Urliamo forte il nostro no al razzismo ha dichiarato con soddisfazione il presidente del club Nello Falcone, tra laltro capitano del Real Sparta siamo felici di aver condiviso una bella serata con i nostri fratelli, non ammissibile che ci siano ancora discriminazioni legate al colore della pelle. Nel nostro piccolo metteremo in campo altre iniziative volte a sensibilizzare la citt e lintera tifoseria su un tema cos delicato ribadendo che ogni forma di razzismo soltanto sinonimo di profonda ignoranza. Da inizio campionato nelle fila del Real Sparta militano ben 3 calciatori stranieri, tutti molto bravi e che, chiss, l anno prossimo potrebbero sostenere un provino per il Salerno Calcio o almeno questo il sogno

alla frequentazione da parte dei tifosi degli stadi (accessi, striscioni, controlli e quant'altro), oltre che sulla necessit di coniugare forme di flessibilit operativa nei confronti dei tifosi con le procedure di sicurezza. Infine il Presidente Abodi, ha confermato al Direttivo FISSC, la volont di accelerare ulteriormente l'attivit finalizzata alla realizzazione di progetti che dovranno favorire la presenza dei bambini e delle famiglie negli stadi. Si precisa che a breve saranno calendarizzati ulteriori incontri tra Lega Serie B e FISSC, al fine di continuare l'impegno congiunto nell' interesse generale del calcio e dei suoi tifosi.

degli Spartani: Oltre ad essere degli ottimi ragazzi aggiunge Falcone sono anche dei bravissimi giocatori, il calcio nel loro DNA e chiss che da questa esperienza con la nostra squadra non possano arrivare a livelli attualmente impensabili. Auguriamo a loro tutte le fortune e le gioie possibili in ogni ambito della vita. Detto della partita (terminata, per la cronaca, 4-4), gli Spartani sono ora al lavoro su due fronti: a Pasqua, infatti, si rinnover il gemellaggio con la cooperativa Fili derba del presidente Plaitano e saranno donate uova ai bambini dellassociazione, mentre a maggio andr in scena la terza edizione del memorial Per non dimenticare dedicato ad Enzo, Ciro, Peppe e Simone, 4 angeli granata morti nel rogo del treno di ritorno da Piacenza ormai 13 anni fa e cui vuoto ancora oggi incolmabile. Tante le novit di questa edizione, a partire dal format delle gare fino ad arrivare agli ospiti presenti (con tante vecchie glorie della Salernitana) ed il programma sar svelato alla citt, alla stampa ed ai tifosi nel corso di una conferenza stampa in programma tra un paio di mesi. Ringraziamo anticipatamente il CCSC e la societ Longobarda chiosa Falcone per il contributo datoci negli anni passati, siamo sicuri che anche grazie a loro renderemo bella una serata volta al ricordo di tifosi che per la maglia granata hanno dato la vita. Insieme ai nostri associati lavoreremo alacremente per onorare la loro memoria, speriamo che la tifoseria risponda presente ed assista in massa alla manifestazione e che il Comune ci conceda lonore di giocare al Vestuti perch eventi del genere meritano massimo rispetto anche da parte delle autorit.

CLASSIFICA GIRONE G
SQUADRA

61 Citt di Marino 55 Fidene Calcio 50 Budoni 46 Pomigliano 46 Porto Torres 45 Arzachena 42 Astrea 42 Palestrina 40 Civitavecchia 40 G. e C. Sora 38 Monterotondo Lupa 36 Selargius 36 Anziolavinio 36 Cynthia 29 Progetto S. Elia 27 Bacoli Sibilla 25 A. Boville Ernica 24
SALERNO CALCIO
Precedente Giornata
Giornata 30 del 07-04-2012 Astrea - Sora Boville Ernica - Palestrina Bacoli Sibilla - Arzachena Budoni - Marino Civitavecchia - S. Elia Cynthia - Selargius Monterotondo Lupa - Anziolavinio Pomigliano - SALERNO CALCIO Porto Torres - Fidene

30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30
1 2 1 1 2 1 1 1 2 1 1 1 1 1 1 2 0 3

17 15 14 10 12 12 10 9 10 10 9 9 9 9 5 7 5 6

10 10 8 16 10 9 12 15 10 10 11 9 9 9 14 6 10 6

3 5 8 4 8 9 8 6 10 10 10 12 12 12 11 17 15 18

55 54 47 34 35 38 38 39 36 41 21 31 44 40 31 35 25 24

26 29 32 22 36 11 28 6 31 4 37 1 31 7 35 4 34 2 34 7 22 -1 33 -2 46 -2 46 -6 38 -7 50 -15 45 -20 64 -40

Classifica Marcatori
17 reti Biancolino (Salerno) 15 reti Caboni (Selargius) Massella (Fidene) Virdis (S. Elia) 14 reti Miani (Marino) Amassoka (Anziolavinio) Angelilli (Marino) 12 reti Di Iorio (Astrea) 11 reti Pippi (Marino + Monter.) De Angelis (Cynthia) Mounard (Salerno) 10 reti Borrotzu (P. Torres) Pau (Budoni) Oggiano (P. Torres) 9 reti Macciocca (Palestrina) Giuntoli (Astrea) Caputo (Salerno) Ruggiero (Civitavecchia) Del Sorbo (Pomigliano) Figos (Arzachena) 8 reti Mesina (Budoni)

Giornata Odierna
Giornata 31 del 15-04-2012 Anziolavinio - Pomigliano Arzachena - Monterotondo Lupa Fidene - Budoni Marino - Bovile Ernica Palestrina - Astrea S. Elia - Bacoli Sibilla SALERNO CALCIO - Porto Torres Selargius - Civitavecchia Sora - Cynthia

Prossima Giornata
Giornata 32 del 22-04-2012 Anziolavinio - SALERNO CALCIO Astrea - Selargius Boville Ernica - Sora Budoni - Palestrina Civitavecchia - Arzachena Cynthia - S. Elia Monterotondo Lupa - Bacoli Sibilla Pomogliano - Fidene Porto Torres - Marino

Andrea Abodi

Due anni fa ci lasciava Carmine Rinaldi meglio noto come il Siberiano


ono gi passati 2 anni da quel 12 aprile del 2010 quando ci lasciava Carmine Rinaldi detto Siberiano. Due anni che non sono bastati a lenire il dolore in primis della famiglia Rinaldi e poi di tutta la tifoseria Salernitana, nonostante il suo nome e la sua leggenda venga ricordata ogni giorno.Il suo ricordo, infatti, rivive ogni volta che gli ultras della sud invocano il coro Onoriamo il Siberiano, gli stessi ultras che gli hanno dedicato una lapide allingresso della Curva Sud che porta il suo stesso nome, con la dicitura: Voi che vivete liberi, voi che siete guidati dalla lealt del vostro

di Rocco Calenda

spirito, scolpite nel vostro cuore il nome di Carmine il Siberiano e narrate ci che stato. E poi ancora striscioni,coreografie e la sua gigantografia posizionata allesterno dello stadio Vestuti. Sono passati 2 anni ma il ricordo e laffetto verso di lui e continuer ad essere sempre lo stesso nel cuore di ogni tifoso della Salernitana, la squadra che lui ha onorato e difeso sempre fino alla fine. Onore a te Carmine e guidaci da lass come hai fatto quando eri qui con noi....

IACOVAZZO s.r.l.
Via Zanotti Bianco,62 tel./fax 089 336317 Lungomare Trieste,13 tel.089 228984 Via Robertelli, 36/C tel. 089 712525 P .zza XXIV Maggio, 16/b Tel. 089 234412 84100 SALERNO
www.lodatotraslochi.com email:lodatotraslochi@hotmail.it

GRANATA SERVICE
di Riccardo Santoro

Ristrutturazione appartamenti Impianti Termoidrici Gas e Condizionamento Via R. Cocchia, Salerno Tel. 089/725757

6
Passato e presente: Tosto - Chirieletti
Vittorio Tosto
resciuto nella Cariatese, squadra del paese natale, esordisce nel Campionato Interregionale 1990-1991, prima di trasferirsi alla Fiorentina, che lo aggrega alla formazione Primavera. Due anni dopo, nel 1993, esordisce in prima squadra, sotto la guida di Claudio Ranieri, nel campionato di Serie B, ma nel mercato autunnale viene ceduto in prestito alla Salernitana, con cui ottiene la promozione dalla Serie C1 collezionando 16 partite. Nel 1994 la Fiorentina lo inserisce nell'affare che porta Andrea Sottil dal Torino ai viola. Esordisce in Serie A il 4 settembre 1994 nella partita Torino-Inter (0-2). Con la sostituzione di Rampanti con Nedo Sonetti finisce nella lista dei cedibili e nel mercato autunnale passa alla Lucchese, in Serie B. Dopo un'altra stagione in prestito in Serie B, nelle file dell'Avellino (conclusa con la retrocessione degli irpini), nel 1996 torna a titolo definitivo alla Salernitana. Con i granata campani conquista nel 1998 la sua seconda promozione, questa volta dalla Serie B alla Serie A, dove gioca come terzino sinistro titolare senza poter evitare l'immediata retrocessione. Nel 1999 viene ingaggiato dalla Sampdoria, anch'essa appena retrocessa nella serie cadetta. In blucerchiato disputa una sola stagione come rincalzo (19 presenze) prima di trasferirsi al Piacenza in cambio del terzino Cleto Polonia richiesto dall'allenatore Luigi Cagni. In Emilia gioca per tre campionati, il primo in alternanza con Paolo Tramezzani e i due successivi da titolare in Serie A, conquistando la sua terza promozione della

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

ALERNOranata g
di Valerio Lai

7
La Storia della Salernitana dal 1919
lato sul terreno del Littorio. Dopo la sosta forzata, la squadra salernitana ospita e batte il Savoia per 1-0, successo seguito da un pareggio a Reggio Calabria e nuovamente da una vittoria per 4-0 contro l'Angri, una contro il Peloro, ed una contro il Catania, incontro disputato al Campo Littorio. Ma queste vittorie non durano in eterno. Le due partite successive vedono la Salernitana soccombere sotto i tiri del Cosenza prima, e del Siracusa poi. Giunge il giorno della sfida contro il forte Catanzaro, ma nonostante le paure e le insicurezze generate dalle ultime due sconfitte, la Salernitana riesce ad avere la meglio sulla compagine calabrese, che sar sconfitta per 2-0. La classifica vede proprio i granata in vantaggio, con quattro punti di scarto sul Messina e sei sulla squadra di Siracusa. Le speranze di accedere alle finali per la promozione in B sembrano validarsi sempre pi, e difatti, dopo aver battuto la Bagnolese, perso contro il Taranto e nuovamente vinto contro il Trani, la Salernitana viene ammessa alle finali insieme al Messina, squadra seconda classificata. Alle finali accedono, oltre a Salernitana e Messina, anche Foggia, Forl, Grion di Pola, Lecco, Pavia, Perugia, Sampierdarena, Savona, Seregno e Spal di Ferrara, divise in tre gironi di quattro squadre. La Salernitana, inclusa nel girone con Foggia, Forl e Grion di Pola, nella prima giornata, il 29 maggio, ospita il Foggia. Sebbene la

Christian Chirieletti
carriera al termine del campionato di Serie B 2000-2001. Nel 2003 passa al Napoli, scambiato alla pari con Antonio Bocchetti. Rimane sotto al Vesuvio per una stagione, realizzando 5 reti (record personale), prima di trasferirsi al Genoa dopo il fallimento della societ partenopea. Con i rossoblu conquista sul campo la sua quarta promozione, la terza in Serie A. In seguito alle decisioni della giustizia sportiva i Grifoni vengono retrocessi in Serie C1, e Tosto si trasferisce all'Ascoli, ripescato in Serie A proprio al posto del Genoa, dopo aver rescisso il contratto. Nel mercato invernale si trasferisce all'Empoli, rimanendovi per quattro stagioni e mezzo tra Serie A e Serie B e indossando anche la fascia di capitano. Nel 2010 lascia il calcio professionistico, ma continua a giocare nella Fortis Lucchese, nel campionato di Eccellenza Toscana. La stagione successiva passa al Lucca FC 2011, nuova societ sorta dalle ceneri della Lucchese, che riparte dall'Eccellenza Toscana, diventandone il capitano. Fra il 1993 e il 1995 ha fatto parte della Nazionale Under-21 di Cesare Maldini, totalizzando 2 presenze su 5 convocazioni. Il 2 maggio 2011 ha ottenuto la qualifica di direttore sportivo, a n c h e continuand o a svolgere l'attivit di giocatore. hristian Chiriletti (Roma 02/03/1988) e stata una delle sorprese pi liete di questa stagione calcistica. Perrone infatti ha avuto sempre fiducia in lui proprio per il suo impegno e la sua duttilit tattica. Alto 179 centimetri, esterno di difesa ha sempre dato il meglio di se. Entusiasta del progetto Salerno, vorrebbe restare qui anche lano prossimo come tra laltro dichiar egli stesso in conferenza stampa circa un mese fa: Rimanere qui il prossimo anno sarebbe bellissimo ed sicuramente un obiettivo che condivido con altri miei compagni. In una piazza cos il minimo ma per adesso siamo concentrati sulle prossime gare cruciali del campionato. Ha girovagato sempre tra serie D e serie C2 ma sicuramente per ci che ha dimostrato questanno meriterebbe anche la serie C1 ( attuale Lega Pro). In serie D si affaccia nel Fanfulla, girone B nel campionato 2007 2008 collezionando ben 32 presenze. Gioc un discreto campionato in quel girone che vide predominare il Como dietro il Tritum. Nellanno successivo ( campionato 20082009) pass allOrvietana sempre in serie D nel girone E, dove conquist la salvezza con 44 punti classificandosi quattordicesima, in un girone difficile che vide predominare la Lucchese. 28 furono le sue presenze in campionato. Nella stagione 2009-2010 resta sempre allOrvietana dove gioca 27 volte. Un anno particolare concluso con la vittoria dellOrvietana ai Play Out contro lo Sporting Terni ( in Campionato lOrvietana si classific tredicesi-

Salernitana 1932: La Nazionale a Salerno


opo la vittoria per 4-2 contro l'Angri, la Salernitana prosegue la propria corsa in campionato, arrivando ad essere una delle due squadre, insieme al Bologna, che non ha mai subito sconfitte nel corso del campionato 19311932. A conferma di ci, una vittoria in amichevole, per 3-0, contro il Vomero. Nel corso di questo incontro, si distingue il nuovo acquisto della squadra, il centravanti Vannucci, che fa il paio con il mezzo destro Rier, ma entrambi saranno, chiss perch, poco utilizzati. Alla vigilia della gara contro il Taranto, la Salernitana guida la classifica con dieci punti, a tre punti di vantaggio dal Messina e dalla Reggina, ma pochi giorni prima della gara contro il Molfetta, l'allenatore Leone viene rapidamente sostituito. Ancora oggi non si conosce il motivo di tale decisione, che viene accompagnata dall'ingaggio di Adolfo Mora Maurer, proveniente dal Ravenna, in qualit di nuovo direttore sportivo. Nonostante il cambio di allenatore, la squadra va avanti per la sua strada, battendo per 3-0 la compagine pugliese. La gara successiva, disputata in trasferta contro il Messina, i granata subiscono la prima sconfitta del campionato, dopo ben sedici risultati positivi. Il mese di febbraio del 1932, fu uno dei pi freddi per la nostra citt. Anche la neve ostacol le attivit agonistiche, costringendo la Salernitana ad uno stop forzoso delle attivit a causa dello spesso strato di neve che si era accumu-

ma a 41 punti) in un match terminato per 2 a 1. Il girone fu vinto dal Gavorrano dietro il Guidonia. Nel 2010-2011 lo acquista la Sanremese in serie C 2 (Lega Pro seconda divisione) dove gioca solo 14 volte e conquista con la squadra la permanenza in Lega Pro pareggiando 1 a 1 con la Sacilese. STAGIONE SQUADRA SERIE PRESENZE GOAL 2007-2008 FANFULLA D 32 2008-2009 ORVIETANA D 28 2009-2010 ORVIETANA D 27 2010-2011 SANREMESE C2 14 2011-20 SALERNO CALCIO

partenza non sia delle migliori, soccombendo dal primo minuto sotto una rete della squadra foggiana, la Salernitana reagisce, arrivando a concludere l'incontro sul 5-1. Molto peggio va a Pola, dove la Salernitana incontra il Grion di Pola. Nonostante le speranze, l'incontro termina con la sconfitta per 3-2. Per la Salernitana non c' pi nulla da fare.

19

LA NAZIONALE A SALERNO Il 12 febbraio del 1932, la citt di Salerno viene scelta come sede dell'allenamento della nazionale di calcio, in vista della gara ItaliaSvizzera in programma il 14 febbraio. Ad allenare la nazionale, sar proprio la Salernitana. I giocatori azzurri, insieme al commissario tecnico Vittorio Pozzo, arrivano da Napoli a bordo di quattro autovetture. Scalvi, Monzeglio, Rosetta,

Colombari, Bernardini, Ferraris, Guarisi, Sallustro, Fedullo ed Orsi sono gli azzurri, che dovranno scontrarsi con Combi, Bertagna, Vincenzi, Paulinich, Tacchinardi, Cucciolini, Sudati, Cagnassi, Finotto, Miconi e Terno. La singolare partita prende il via sul campo Littorio, e nella ripresa Finotto si infortuna e viene sostituito da Brioschi. Dopo 90 minuti la nazionale vince per 4-0, con reti di Sansone, e tripletta di Sallustro, convocato in sostituzione del celebre Meazza. Tra i granata, colui che si distinto di pi stato il 19enne Cagnassi, che in quella partita era in prova nella compagine salernitana. Pozzo, dopo l'incontro, lod pienamente il modo di giocare della Salernitana, ritenendola meritevole del posto occupato in classifica. Insomma i granata diedero filo da torcere agli azzurri!

Dal 1972 Onoranze e Trasporti Funebri

CONCESSIONARIA

Cav. Pres. ANTONIO GUARIGLIA

GaldieriAuto
s.r.l.

CLUB SALERNITANA

Unica Sede: Via S. Mobilio,45/47 DI Fronte Ufficio dIgiene SALERNO

Strada Statale 88 Km 10+400 84080 Lancusi - SA Tel. +39 089 827 211 - Fax +39 089 827 200 lancusi@galdieriauto.it

MILANO GRANATA
SEZ. LUCA FUSCO

Tel. 089790719

FRANCESCO: 347 2605547 VITO: 329 2929774


www.antonioguariglia.it
www.lodatotraslochi.com email:lodatotraslochi@hotmail.it

VALUTAZIONI GRATUITE
UFFICI AFFILIATI: MONTECORVINO TEL. 0828.351032 BELLIZZI TEL. 0828.51412 BATTIPAGLIA TEL. 0828.340668 PONTECAGNANO TEL. 320.6610716
OGNI AGENZIA HA UN PROPRIO TITOLARE ED E AUTONOMA

Alfonso Siano
ottico
Via Madonna di Fatima,100/106 - Tel. 089.753720 - Salerno
Via G. Ronca,16 Tel. 0825.581335 - Solofra (Av)

CENTRO ODONTOIATRICO
UFFICIO E PUNTO VENDITA:

M.B. LABORDENT
Autorizzazione Sanitaria dal 18/02/1997
www.mondoimpianti.it e.mail:info@mondoimpianti.it

Via Dei Mille, 90 - 84100 Salerno


Tel./Fax 089.3053402 - Cell. 389.4361061
SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA: Via Serre, 1 84090 - Giffoni Valle Piana (SA) - Tel./Fax 089.883319 Cell. 389.4361061

Via G. Cuomo, 41 - BELLIZZI (SA) Tel. 0828.53408

s.n.c.

Scuola Professionale di Estetica Italiana


Via G. Pascoli, 43 - Bellizzi (Sa) Tel. 0828.53859
www.scuolaspei.it
SALERNO - Via G. Gonzaga 9/15 - Tel. 089 22 43 72

Via P. Baratta,79 Battipaglia (SA) tel. 0828.344849

Via U. Nobile, 35 Eboli (SA) Cell.338.6475798

VENDITA AUTO NUOVE ED USATE PLURIMARCHE


Via M. Di Fatima, 17 - Salerno Tel. 089.6307510

Tel. 0828.507689 BELLIZZI (Sa)

Davide Puglisi
NEW

ARVE PROFUMERIA
Via Roma, 294 - BELLIZZI (SA) Tel.e Fax 0828.53267 mancininino@gmail.com

via r. jemma, 337 - s.s. 18 84091 battipaglia (sa) tel./fax 0828.300440 info@artigraf.org

Via Europa, 42/44 Pontecagnano (Sa) Tel. 089.849988