Sei sulla pagina 1di 2

elle-

Posts dis

Prevenire le malattie con ligiene ambientale


Per igiene ambientale si intende non la pulizia normale che tutti noi eseguiamo di routine nelle nostre case ma lattenzione che dobbiamo avere nel non introdurre fattori che possono danneggiare la nostra salute o peggiorare malattie preesistenti. Lo stesso concetto vale per ligiene personale. A volte cercando di avere unestrema cura nella pulizia del nostro corpo rischiamo di eliminare la barriera di difesa fisiologica che madre natura ci ha fornito. Quindi la cosa migliore avvalersi di prodotti neutri nella nostra doccia giornaliera, evitando i cosiddetti disinfettanti. Questi, se e quando necessari, dovranno essere usati su consiglio medico e in tempi limitati. La medicina migliore quella preventiva e con questi e altri semplici accorgimenti possiamo far diventare pi sane le nostre case. Evitare luso di liquidi chimici per le pulizie invernali quando il cambio daria che facciamo aprendo le finestre dopo la pulizia della casa pu non essere sufficiente per la dispersione totale di questi prodotti. Quando si asciugano essi rimangono infatti in sospensione nellaria che respiriamo e anche quelli considerati pi innocui possono essere irritanti per le vie respiratorie che diventano per questo pi sensibili alle infezioni o manifestano sintomi di allergia a quelle stesse sostanze. Controllare il tasso di umidit allinterno della casa: anche se fuori sembra umido, con luso del riscaldamento laria si asciuga e pu raggiungere livelli molto alti di secchezza. I problemi derivanti dalla bassa umidit dellaria sono principalmente le complicazioni allergiche dovute alasciugamento delle mucose. La mucosa respiratoria, a cominciare da quella del naso, devessere sempre umida; quando laria troppo asciutta la mucosa diventa pi sensibile e possono subentrare bruciori e perdite

elle-di | centro di medicina tradizionale e complementare http://elle-di.it info@elle-di.it

elle-

Posts dis
di sangue dal naso, secchezza della pelle, irritazione degli occhi, tosse e predisposizione alle infezioni. Sono condizioni simili a quelle che si verificano nei viaggi in aereo molto lunghi. In commercio si trovano facilmente apparecchi che misurano lumidit dellaria (igrometri). Il tasso pi indicato di umidit intorno al 50%. Quando il tasso di umidit intorno a 20-30% si deve umidificare lambiente con gli appositi apparecchi o almeno con asciugamani bagnati o recipienti con acqua. Idratare frequentemente la mucosa nasale con gocce di soluzione fisiologica. Doveroso bere tanta acqua. Dinverno aprire le finestre tutti i giorni per cambiare laria. Se possibile usare apparecchi purificatori. Ricoprire materassi e cuscini con teli protettori (lavati con frequenza e esposti al sole) per limitare la diffusione degli acari. Il letto devessere ad una certa distanza dal muro. Evitare di manipolare panni e oggetti tenuti al chiuso da molto tempo Fare attenzione alluso di prodotti aromatizzanti in aerosol. Alcune persone possono risultare allergiche o semplicemente sensibili a qualche componente della formula . In casi speciali in cui non si pu fare a meno di un prodotto potenzialmente nocivo, aprire la finestra e chiudere la porta per evitare la diffusione dei vapori al resto della casa. Le tende devono essere lavate con frequenza perch agiscono come depositi di polvere. I tappeti vanno comunque aspirati molto frequentemente e puliti con un panno inumidito in una soluzione di acqua e aceto e poi, se possibile esposti al sole; laceto infatti combatte efficacemente la muffa ed raccomandato nella pulizia delle camere da letto di persone con allergia, asma, bronchite, ecc. Qualche cucchiaio aggiunto allacqua di risciacquo dei panni neutralizza leccesso di alcalinit dei detersivi che pu causare irritazioni alle pelli pi sensibili. a cura della Dott.ssa Aparecida Reis (Omeopatia Pediatrica, Agopuntura)

elle-di | centro di medicina tradizionale e complementare http://elle-di.it info@elle-di.it