Sei sulla pagina 1di 3

Tecnica istologica

Il protocollo che porta alla preparazione di un vetrino istologico con tessuti umani Quando vengono preparati i vetrini? Prima e durante lintervento chirurgico per vedere se c una massa tumorale. Durante : in questo caso lanalisi del vetrino molto veloce. Si scoperto che quando c una mastectomia( asportazione seno e tumore) il tumore si propaga nei linfonodi ascellari, c un linfonodo ascellare ( sentinella) Si parte da un frammento di tessuto che deve essere sezionato in piccoli frammenti. 1) Estrazione (non piu di 2 cm3) di tessuto 2) Fissazione : Se non viene fissato subito il tessuto andrebbe incontro a un attacco di batteri nellambiente e autolisi ( processi di decomposizione naturali) . Vengono usati contenitori pieni di fissatori, il pi usato la FORMALINA. Un altro fissatore serve per indurire i tessuti Tre fasi della fissazione: - Disidratazione : si indurisce il tessuto allontanando acqua poi facendo bagni di alcool a concentrazione crescente - Diafanizzazione :rendere trasparente il tessuto perch dovr essere attraversato da luce poi xilolo per allontanare lalcool e renderlo trasparente - Impregnazione: il frammento viene tolto dal bagno di xilolo e immerso in paraffina(sostanza inerte che non cambia la struttura del tessuto, riempie tutti gli interstizi del tessuto) liquida. 3) Inclusione : simile impregnazione , bagni di paraffina. Si usa perch inattiva non reagisce facilmente solidifica a temperatura ambiente alla fine otteniamo un blocchetto solido con il tessuto dentro il tutto verr tagliato e otterremo fettine sottili. 4) Taglio: taglio del tessuto in fettine sottili spessore 2-10 micrometri, con il microtomo, si taglia perch altrimenti non si potrebbero osservare le cellule in alta risoluzione. 5) Distensione: una volta tagliate le sezioni tendono ad avvicinarsi per evitarlo vengono sottoposti a bagni termostati a circa 40C. 6) Paraffinatura: Bisogna tagliare la paraffina , si immerge il vetrino nel limonene: toglie la paraffina , poi nell alcool etilico concentrato che toglie il limonene che insolubile in H2O 7) Reidratazione: Bagni di alcol etilico a concentrazione crescente fino ad arrivare in H2o biodistillata 8) Colorazione: - Emotossina : basica colora i nuclei di BLU - Eosina : acida colora il citoplasma di ROSSO_ARANCIO Sequenza: emotossina acqua biodistillata per cambiamenti in nucleo acqua corrente per fissare il colorante acqua biodistillataeosina 1%-- acqua biodistillata 9) Disidratazione Per conservare il vetrino di usano delle resine ( es. balsamo del Canada)

Determinazione qualitativa della gonadotropina corionica (HCg)


lHCg di trova : - Sulle urine della donna gravida - Nel siero della donna gravida Pochi giorni dopo limpianto dellovulo fecondato nella parete uterina Hgc : sub unit alfa e beta

Metodo immunocromatografia su membrana


Anticorpi monoclonali (prodotto di ingegneria genetica) Dato un qualsiasi antigene possibile creare un anticorpo monoclonale specifico Sono prodotti Di un singolo clone derivato da un ibridoma ( cellula ottenuta dalla fusione di linfociti di topo (immunizzato verso un determinato antigene) e cellule di mieloma ) linfociti di topo + cellule mieloma = bridoma Mieloma : un tumore del sangue o meglio del midollo osseo Libridoma viene coltivato in vetro e produce grandi quantit dellanticorpo monoclonale specifico Caratteristiche ibridoma: - mantengono la capacit dei linfociti b di produrre anticorpi - assumono dalle cellule di mieloma ( tumore ) la tipica capacit di dividersi infinitamente. Controllo:

Si forma un complesso HCG- anti HCG sub unit beta Nella membrana t presente anticorpo specifico per la sub unit alfa, immobile, e lega il complesso immobilizzando il tutto in quello Leccesso di anticorpo anti beta HCG migra nella zona C dove si lega ad un immunoglobulina e si forma la riga. S= zona di lettura del test T = finestra di lettura del test C = finestra di controllo del test - Si bagna la zona S con lurina in esame, essa per capillarit arriva nella zona della membrana dove sono presenti gli anticorpi monoclonali specifici per la sub unit beta, questi anticorpi sono coniugati con un colorante