Sei sulla pagina 1di 1

L'Arena Clic - CRONACA - Stampa Articolo

http://clic.larena.it/GiornaleOnLine/Arena/giornale_articolo.php?st...

marted 10 aprile 2012 CRONACA Pagina 12

CENTROSINISTRA. Il candidato sindaco ha organizzato una passeggiata di Pasquetta. Come quandera a Legambiente

Le mura, unoccasione imperdibile


Bertucco: Il progetto del parco va ripreso in chiave turistica. Forti: Nulla da invidiare a Lucca La cinta muraria veronese merita di essere riqualicata e valorizzata con un progetto pubblico che non escluda lapporto dei privati ma che ne decida un indirizzo organico. A sostenerlo il candidato sindaco del centrosinistra Michele Bertucco che nella giornata di Pasquetta ha organizzato una escursione sui bastioni partendo da Porta Vescovo, passando per la breccia di Santa Toscana, la salita San Sepolcro per raggiungere la batteria di scarpa, vicino Alto San Nazaro, per poi salire a San Zeno in Monte e alla rondella della Grotta con una tappa ai sotterranei della forticazione. Una gita con una cinquantina di temerari (visto il clima) sostenitori, tra cui anche larchitetto Giorgio Forti che supporta Bertucco con una sua lista, guidati da Albino Perolo, storico delle mura che ha fatto da cicerone. Una delle idee che Bertucco dice di condividere e voler trasformare in Michele Bertucco (a sinistra) durante la realt se sar eletto quella di recuperare la passeggiata sul bastione passeggiata lungo le mura sopra la breccia di Santa Toscana. Si tratta di una dei punti individuati dal progetto del Parco delle Mura redatto da Legambiente che per negli ultimi anni non ha fatto alcun passo avanti, ma che andrebbe tirato fuori dal cassetto anche in chiave turistica. Da Santa Toscana si sale verso Alto San Nazaro, poi si scivola nel vallo per visitare la batteria di scarpa datata 1840 e modicata dallingegnere militare Franz Von Scholl, progettista del generale Radetzky. Qui interviene Forti: Pochi sanno che Von Scholl sepolto a Verona nel cimitero austriaco con altri tre generali e la moglie di Radetzky. E prosegue: Si parla molto delle mura di Lucca che lUnesco ha vincolato con lappellativo di meraviglia, ma quelle veronesi non avrebbero nulla da invidiare se valorizzate e soprattutto se fatte rivivere. Si sale a San Zeno al Monte e si fa una veloce visita ai sotterranei dove tra le descrizioni di Perolo fa capolino un impauritissimo tasso, mentre poco dopo, nel punto panoramico della rondella, Bertucco chiarisce le sue intenzioni per il parco delle Mura ricordando quando da presidente di Legambiente andava con i volontari a ripulire i valli. Lidea semplice, quella delineata da Legambiente: un parco fruibile dai cittadini. Manca solo una regia per dare funzioni a questi spazi facilmente recuperabili. Spazi che possono incentivare il turismo e orire ai veronesi occasioni nuove. Nel progetto infatti la batteria di scarpa il punto di partenza del percorso di trekking.G.COZ.

1 of 1

18/04/2012 01:21