Sei sulla pagina 1di 5

April 18th, 2012

Published by: M5SRENEWS

Reggio 5 Stelle News


Nomine del sindaco, cosa fare in caso di conflitti di interessi e legami mafiosi?
By Matteo Olivieri on April 18th, 2012

questo drammatico fenomeno cerca di stringere con pezzi dello Stato; Considerato che: si pu verificare il caso in cui un cittadino designato per nomina del Sindaco condivida quote societarie con altri soggetti raggiunti singolarmente, come soci o amministratori di societ da uninterdittiva antimafia per lassegnazione e lo svolgimento di appalti pubblici; si pu verificare il caso in cui un soggetto sia gi amministratore di partecipate o controllate comunali, o di societ a loro volta controllate in maggioranza dalle prime, o di societ appaltatrici e subappaltatrici delle prime; LInterpellante chiede al Signor Sindaco: - se non ritiene che nei casi presentati al Considerato sia inopportuna la nomina ai sensi dellart.4 degli indirizzi per la nomina, e che in ogni caso ne vada comunque sottoposta alla Commissione di controllo e garanzia. Tweet

INTERPELLANZA IN MERITO AI CRITERI DI NOMINA NELLE SOCIETA PARTECIPATE E CONTROLLATE Premesso che: con Delibera del Consiglio Comunale numero 136 del 9 luglio 2009 sono stati approvati gli indirizzi per la nomina, designazione e revoca dei rappresentanti del comune presso enti, aziende e istituzioni; allart.4, Limiti alla nomina, si richiama il principio per cui non possono essere nominate o designate persone che svolgono attivit professionali o trattengono rapporti di consulenza e imprenditoriali incompatibili o che confliggono con gli scopi e gli interessi dellente, dellazienda o dellistituzione; inoltre, sempre allart.4, si stabilisce che possono, eccezionalmente, con provvedimento motivato, da sottoporre alla Commissione di controllo e garanzia, essere nominate o designate persone contemporaneamente in pi enti, aziende od istituzioni; Preso atto: che questo Comune ha intrapreso numerose azioni, di principio e di fatto, per impedire i rapporti di persone, imprese ed ogni altro soggetto legato alla criminalit organizzata con lAmministrazione Pubblica, sul fronte delle concessioni, degli appalti, della rappresentanza e di ogni possibile legame che

IREN, la pessima compagnia di Torino e Genova diventa un macigno


By Matteo Olivieri on April 18th, 2012

Larticolo di oggi del Sole 24 Oreconferma, se ce ne fosse stato ancora bisogno, che la compagnia torinese e genovese scelta dal sindaco Delrio e dal PD per la nostra ENIA era da evitare. Essere convolati a nozze con Genova e Torino si sta rivelando una scelta fallimentare, non solo per i risultati che la conglomerata IREN sta mancando nonostante le promesse,
1

April 18th, 2012

Published by: M5SRENEWS

ma per tutta una serie di fardelli che sul lato ovest pesano e peseranno sempre pi anche sul patrimonio dei cittadini emiliani. Prima il debito del Comune di Torino con IRIDE Energia, trasferito in pancia a IREN per la cifra monstre di 300 milioni di euro, ed ancora inchiodato ben sopra i 200 milioni. Una nostra recente mozione, approvata dal Consiglio ha fatto luce sulla questione preoccupante, proponendo una via duscita basata su scelte industriali, e non finanziarie, visto che abbiamo a che fare con il Comune di Torino, cio il pi indebitato dItalia. Qualche giorno fa, in sede di Bilancio comunale, il sottoscritto anticipava al Sindaco Delrio unaltra grana pesante in arrivo. E la partita FSU, la Finanziaria Sviluppo Utilities, in poche parole la scatola societaria con cui Torino e Genova controllano i pacchetti azionari delle loro ex municipalizzate e che ora costituisce una delle due stampelle che sorregge IREN, assieme al patto ex ENIA dei comuni emiliani. Ebbene, questa stampella traballa. Si nutre dei soli dividendi IREN, con cui deve ripagare un debito di 195 milioni di euro. Visto il crollo degli utili IREN per questanno, e di conseguenza dei dividendi, FSU potr pagare a malapena gli interessi sul debito che ha nei confronti della sola Banca Intesa. I debiti rimarranno, cio, immutati chiss per quanto tempo. Ma non finisce qui. Gli equilibri della societ dipendono anche dal suo patrimonio, che secondo i criteri di Borsa vale 200 milioni di euro. Basterebbe una piccola svalutazione di questo patrimonio e FSU perderebbe i criteri di solidit finanziaria necessaria per essere considerata un debitore credibile, e l si aprirebbe un baratro. Come se non bastasse, per far fronte alle difficolt, FSU ricorsa ad un derivato che a fine 2010 aveva un valore negativo per 11,4 milioni di euro, costruito dalla nota banca daffari Goldman Sachs. Per farla breve i reggiani, nellaffare IREN sono in una barca dalle preoccupanti condizioni finanziarie e che rischia di subire una falla pesante sul fronte degli azionisti dellOvest. Il sindaco Delrio ha perso in maniera imbarazzante le sue scommesse di Borsa, ma ci che pi preoccupa che ogni giorno che passa i contorni del fallimento divengono pi drammatici. Tweet

5 stelle in un serata allhotel posta, lautore raccont anche un episodio inedito. Quello relativo a finanziamenti dati dai militanti reggiani della Lega alle cosidette Coop Padane (si parla di oltre 8 milioni di vecchie lire in contributi da parte dei militanti e 10 milioni di lire da parte di Ferrari Genesio). Finanziamenti che risulta non siano mai stati restituiti anche a fronte del fallimento di tale progetto di cooperative padane. Lallora segretario amministrativo emiliano Genesio Ferrari, fedelissimo di Alessandri, protest sia con Bossi e Calderoli chiedendo la restituzione. Qui i documenti ritrovati e pubblicati da Leonardo Facco con la lettera di protesta di Genesio Ferrari scritta l11 dicembre 2000 per il denaro andato in fumo del quale si chiede la restituzione. Ogni altro commento superfluo. La Bossi Spa non una scoperta di questi giorni ma viene da lontano. Le costanti sono sempre due: utilizzo di denaro pubblico dei cittadini (finanziamento pubblico) o denaro dei militanti sempre. Genesio Ferrari ed i leghisti reggiani hanno qualcosa da ridire su Calderoli e Bossi ? Hanno mai visto quei soldi ? Vogliono spiegare ? Una cosa certa. Tutte queste storture sono in primis figlie del finanziamento pubblico ai partiti e della logica dimpunit diffusa. Il finanziamento pubblico ai partiti ricordiamo stato abolito dai cittadini nel 1993 con un referendum e ritornato in maniera truffaldina nel 1999 sottoforma di rimborsi elettorali con una legge frutto di un accordo Lega-Forza ItaliaDs. Eppure, se si vuole, al finanziamento pubblico ai partiti si puo rinunciare in toto. I partiti possono farlo subito. Basta una firma. Il Movimento 5 Stelle lo ha fatto (rinunciato a 1.9 milioni di euro per le regionali 2010) e continuer a farlo. Fatti non parole, quelle parole e proclami (falsi) che la Lega ha urlato ai 4 venti per venti lunghi anni. Tweet

Altro cemento in via dei Gonzaga


By Davide Valeriani on April 18th, 2012

Lega Nord, finanziamenti in fumo e Reggio: le Coop padane


By Movimento 5 Stelle on April 18th, 2012

Un nuovo complesso commerciale e dedicato al terziario (uffici) sorger tra via dei Gonzaga e viale Citt di Cutro. Lo ha stabilito il PD, confermando quanto deciso dal PRG del 1999 ad opera di Malagoli che ha, di fatto, cementificato la nostra citt. 20.000 metri quadri di superficie utile, distribuiti su due edifici e tre torri alte 42 metri (13 piani), un parcheggio di oltre 600 posti auto. Tweet

Nel libro Umberto Magno di Leonardo Facco (Aliberti 2010) , presentato nel dicembre 2010 a Reggio dal Movimento

April 18th, 2012

Published by: M5SRENEWS

Buona Pasqua!
By Davide Valeriani on April 18th, 2012

a loro insaputa. Oggi, anno solare duemiladodici, 2012 A.C. qualcuno si accorto che ci stanno derubando. Sono tutti coinvolti. Soprattutto chi si straccia le vesti ma raccimola milioni di euro di rimborsi elettorali. I cittadini avevano detto basta con un referendum. Loro se ne fregano del proprio elettorato. Figuriamoci dei cittadini. Sono miliardi di euro. SIETE DEI LADRI. TUTTI. Noi siamo la dimostrazione vivente che si pu fare politica senza rubare soldi ai cittadini italiani. Abbiamo rinunciato a circa 1.600.000 mila euro di rimborsi truffa. Matteo Olivieri si ridotto il gettone di presenza . Io, Davide Valeriani ed Alessandro Marmiroli, i consiglieri di circoscrizione, non percepiamo alcun rimborso o gettone ma cerchiamo in tutti i modi di dare il nostro contributo a questo movimento fatto di persone e non di soldi. Demagogia? Sono loro la demagogia che sta distruggendo le famiglie italiane. La rabbia tanta. Troppa. Ci state mangiando il cuore. Ci state ammazzando. Siete delle merde. Siete degli assassini. Non avete dignit. Questa semplice frase sar un nuovo Inno. Stiamo partecipando ad un vero cambiamento che partir dal basso. Tweet

2^ assemblea M5S: i risultati della serata


By Davide Valeriani on April 18th, 2012

Reggio 5 Stelle vi augura Buona Pasqua! Tweet

Siete dei ladri. Siete contro il popolo Italiano. Fuori i soldi dalla politica.
By Vito Cerullo on April 18th, 2012

Successo per la seconda assemblea dei gruppi a 5 stelle di Reggio Emilia, svoltasi ieri sera presso la sala Cesare Zavattini a Reggio Emilia. 41 i presenti, che si sono confrontati e hanno discusso le proposte uscite dalla prima assemblea, utilizzando il metodo di democrazia diretta Open Space Technology. Per ogni proposta raccolta durante la prima assemblea che i proponenti volevano approfondire si costituito un tavolo di approfondimento che ha discusso per oltre unora, elaborando una proposta finale che stata poi votata dallassemblea plenaria. Nel 2010 scrivevo questo articolo sui soldi dovuti al M5S. Sono decenni che si conoscono i soprusi consumati dai partiti ai danni del popolo Italiano. Sono sempre le stesse persone, cambiano solo le sigle. FI, PDL, Lega, Margherita, DS, PD, Api, FLI. Vogliono farci credere che tutto accade
3

April 18th, 2012

Published by: M5SRENEWS

verr utilizzato il metodo di democrazia diretta Open Space Technology, gi utilizzato al Democracy Day di Ferrara. La serata aperta a tutti ed a ingresso gratuito. Vi aspettiamo numerosi! Tweet

IREN, la resa dei conti dei mancati utili era ampiamente prevedibile
By Matteo Olivieri on April 18th, 2012

Qui sotto i voti raccolti da ogni proposta discussa approfonditamente nei tavoli. Nei prossimi giorni verr preparato un report completo con tutti i verbali di discussione dei vari tavoli e le proposte approvate. Tenete monitorata questa pagina! Please upgrade your browser Tweet Riteniamo che sia concreta la possibilit che gi dal 2012, o al massimo dal 2013, non siano distribuiti utili. Cos la Lista Civica Reggio 5 Stelle beppegrillo.it annunciava in conferenza stampa, il 18 febbraio scorso, una delle possibili conseguenze delle precarie condizioni finanziarie in cui versa la societ IREN. Detto e fatto, le voci di utili zero divengono certezza ora dopo ora. La fretta di chiudere il Bilancio del Comune, quando la normativa d tempo ai Comuni di farlo fino al 30 di giugno, mette a rischio limpianto stesso del documento comunale. Sotto lottimismo infondato del primo cittadino, quel Delrio ostinatamente sordo, vi sono una ridda di previsioni di entrata ampiamente al rialzo (IMU, passi carrai, altri balzelli) o ingiuste (IRPEF non progressiva) che sembrano a questo punto mascherare il buco ampiamente prevedibile dei mancati dividendi IREN. Vien da chiedersi che valore abbia, a distanza di pochi giorni dalla sua approvazione, quel Bilancio comunale appena approvato. La politica del limone si rivelata miope e di corto respiro, con IREN trasformata in un bancomat dei comuni, rivalendosi sulle bollette dei cittadini. La partita delle azioniDELMI, con il pugno di mosche e di debiti che ha portato al controllo virtuale di EDIPOWER, non ha messo in luce manager particolarmente brillanti, se consideriamo che i precedenti avevano considerato, gi nel 2008, di dismettere le azioni DELMI in cambio di grandi centrali idroelettriche. In questo quadro, con pi di 3 miliardi tra debiti consolidati e in via di consolidamento, ipotizzare dividendi anche simbolici significa intaccare nel profondo il pi importante patrimonio della citt. Siamo in attesa dellinterpellanza presentata in Consiglio sulla vendita di tutti gli immobili destinati ad uffici sparsi in Italia, che IREN ha deciso di affidare ad una SGR tramite apposito bando. E gi questo non un bel segnale. La scelta di forzare i dividendi andrebbe ad acuire la crisi, con lobiettivo dichiarato del socio scomodo di procedere ad una fusione con altre multi utility. Non infatti un mistero che il sindaco di Torino Piero Fassino vorrebbe un altro matrimonio con A2A dove diluire il debito di IREN e della societ lombarda, passando ad una nuova fase di Borsa che, come gi avvenuto nelle precedenti fusioni, sfrutterebbe il parco buoi per un rilancio immediato quanto effimero.
4

Seconda assemblea gruppi 5 Stelle.


By Andrea Costa on April 18th, 2012

Visto lottimo successo della prima edizione, svoltasi il 24 gennaio scorso, mercoled 4 aprile alle ore 21.00 presso la sala civica Cesare Zavattini di via fratelli Cervi 70 (sopra al Conad di Pieve Modolena a Reggio Emilia MAPPA) si terr la seconda assemblea dei gruppi a 5 stelle della provincia di Reggio Emilia. Sar loccasione per discutere e approfondire i temi emersi dalla prima assemblea e proporne di nuovi. Per discutere

April 18th, 2012

Published by: M5SRENEWS

Tweet

Campagna Obbedienza Civile: tutte le informazioni


By Davide Valeriani on April 18th, 2012

Il comitato Acqua Bene Comune, promotore dei referendum sullacqua del 12 e 13 giugno 2011, a cui il Movimento 5 Stelle ha aderito fin dal lancio della prima proposta di legge di iniziativa popolare, ha lanciato una campagna di Obbedienza Civile per chiedere il rispetto dellesito referendario. La campagna consiste nellinviare una lettera di diffida ad Iren per chiedere che venga rimossa la remunerazione del capitale investito dalle bollette, pari all11.96 % a Reggio. Nel caso Iren non risponda o non applichi lesito referendario, saranno i cittadini ad autoridursi la bolletta al momento del pagamento. Ulteriori info qui. Per aderire, sono attivi alcuni sportelli informativi, dove ci si pu recare per avere, gratuitamente, maggiori informazioni. Aiutaci a diffondere liniziativa: pi siamo e maggiormente riusciremo a far sentire la nostra voce! Scarica e diffondi il volantino della campagna! Tweet