Sei sulla pagina 1di 3

Progetto di un capannone industriale in acciaio

Cuoco Luca 06201/21

Progetto-verifica degli elementi di controvento


Controvento di falda

Per analizzare i controventi di falda consideriamo come il primo campo tra due capriate (su entrambe le facciate) debba funzionare come una travatura reticolare in grado di riportare sugli estremi, quindi sui pilastri, lazione orizzontale trasmessa dai pilastrini portabaraccatura frontali. Lo scarico del pilastrino lo considereremo relativamente allo schema di trave incastrata appoggiata ed in riferimento allelemento centrale (pi lungo, quindi lo scarico maggiore): F=11,0 kN; per gli elementi di bordo si applicher F/2=5,5 kN. Adottandosi per detti controventi profili di non elevata inerzia pi che lecito, ed a vantaggio di sicurezza, verificare la travatura considerando le sole diagonali tese ed assumendo a priori come instabilizzate quelle compresse; risulta evidente che allinvertirsi della direzione del vento le diagonali tese risulteranno compresse e viceversa, senza alterare il risultato dei calcoli. Si sceglie la sezione per le diagonali del controvento in base allo sforzo di trazione massimo che risulta (tabella alla pag seguente) P=54,8 kN in corrispondenza delle diagonali pi esterne; si sceglie un angolare a lati uguali 40x5 con un area di 379 mm2 ed una tensione massima risultante, al netto dei fori e considerata larea resistente effettiva essendo langolare collegato su una sola ala, di 195 N/mm2. Essendo superflua la verifica dei correnti (i correnti della travatura in esame sono infatti i correnti superiori della capriata dimensionati e verificati per sollecitazioni molto maggiori) bisogna effettuare la verifica di stabilit per gli arcarecci compressi; ricordiamo che per gli arcarecci facenti parte del controvento di falda si era ipotizzato un profilo HE100-A dalla maggiore inerzia. Si verificheranno il montante 21 soggetto al maggior carico assiale ed il montante 22 soggetto ad un carico assiale leggermente minore ma sottoposto ad una maggiore azione flettente. La verifica si effettua in corrispondenza del massimo carico da vento, quindi per il generico arcareccio avremo che il carico flettente si calcola: Qd = 1,4( g '+ g ) + 1,5qv = 0,742kN / m

16

Progetto di un capannone industriale in acciaio

Cuoco Luca 06201/21

Asta Tipo 1 corrente 2 corrente 3 corrente 4 corrente 5 corrente 6 corrente 7 corrente 8 corrente 9 corrente 10 corrente 11 corrente 12 corrente 13 corrente 14 corrente 15 corrente 16 corrente 17 corrente 18 corrente 19 corrente 20 corrente 21 montante

P (kN) -24,7 -43,9 -57,7 -66,0 -68,7 -68,7 -66,0 -57,7 -43,9 -24,7 -38,4 -13,7 5,5 19,2 27,5 27,5 19,2 5,5 -13,7 -38,4 -54,8

L (mm) 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 2100 4200

Asta 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 42 43 44 45 46 48 49 50 51 52

Tipo montante montante montante montante montante montante montante montante montante montante diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale

P (kN) -49,1 -38,2 -27,3 -16,4 -10,9 -16,4 -27,3 -38,2 -49,1 -54,8 54,8 42,7 30,5 18,3 6,0 6,0 18,3 30,5 42,7 54,8

L (mm) 4200 4200 4200 4200 4200 4200 4200 4200 4200 4200 4696 4696 4696 4696 4696 4696 4696 4696 4696 4696

MONTANTE 22 possiamo effettuare la verifica di resistenza a presso-flessione:

N M + = 45,6 N / mm 2 < f sd A W

si esegue poi la verifica di stabilit con il momento equivalente Meq=1,06kNm e per la quale utilizziamo il coefficiente amplificativo w che in ragione della snellezza del profilo risulta pari a 2,08; il coefficiente N/Ncr pari a 0,121, la verifica risulta:

N + A

M eq

W 1

N N cr

= 64,7 N / mm 2 < f sd

17

Progetto di un capannone industriale in acciaio

Cuoco Luca 06201/21

MONTANTE 21 Per il montante laterale abbiamo che il carico flettente Qd=-0,2 kN/m

N M + = 31,9 N / mm 2 < f sd A W
Meq= 0,29kNm; N/Ncr = 0,135

N + A

M eq

W 1

N N cr

= 58,4 N / mm 2 < f sd

Infine si calcola il numero di bulloni necessario per collegare le diagonali di controvento, considerando che avendo una sola sezione resistente il singolo bullone di classe 4.6 pu resistere con unazione di 19,2 kN.
Asta 42 43 44 45 46 48 49 50 51 52 Tipo diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale diagonale P (kN) 54,8 42,7 30,5 18,3 6,0 6,0 18,3 30,5 42,7 54,8 n e bulloni (mm) 4 3 3 2 2 2 2 3 3 4 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 F' (kN) 4 5 3 4 1 1 4 3 5 4 Vmax (kN) 14,3 15,0 10,7 10,0 3,3 3,3 10,0 10,7 15,0 14,3 Vrd (kN) 19,2 19,2 19,2 19,2 19,2 19,2 19,2 19,2 19,2 19,2

rif
(N/mm ) 239 250 179 167 55 55 167 179 250 239
2

Controvento longitudinale

Il controvento longitudinale si dimensiona per unazione tagliante pari allo scarico delle travature costituita dai controventi di falda, si ipotizza cio, a vantaggio di sicurezza, che le colonne siano incernierate al piede. La forza orizzontale agente sul controvento quindi pari a 55kN per la travatura investita dal vento, 27,5kN per quella opposta, per un totale di 82,5kN. Considerando la sola diagonale tesa (si considera instabilizzata quella compressa) risulta che questa dovr assorbire uno sforzo pari a 211 kN che si decide di affidare ad una coppia di angolari a lati uguali 60x5 con una tensione risultante, al netto dei fori, di 204 N/mm2.

18