Sei sulla pagina 1di 2

Camelia o Camellia

La Camelia appartiene con altre 80 specie alla famiglia delle Theacee ed un arbusti sempreverde, rustico, originario dall'oriente. Coltivata per i bei fiori grandi e profumati che si aprono durante i mesi freddi, la camelia ha belle foglie lucide, verde scuro. Le Camelie pi coltivate sono la Camellia Sasanqua che fiorisce n dicembre-gennaio e laCamelia Japonica, che prosegue la fioritura fino all'inizio della primavera. La forma del fiore suddivide le camelie che possono essere a fiore singoli, semidoppi, ad anemone, a peonia, doppi formali e doppi irregolari. Coltivate da centinaia di anni, esistono ormai vari ibridi dai colori rosa, banco, rosso e alcune, pi rare, a fiore giallo. Generalmente le piante di Camelia vivono molti anni raggiungendo notevoli dimensioni e alternano anni con fioriture eccezionali con anni a pochi fiori. Camelia a fior di tulipano La Camellia sinensis la pianta del T Coltivazione e cura della Camelia Esposizione La Camelia molto rustica e si adatta a tutto, ma preferisce zone ombrose volte a nord oppure a riparo di alti muri o sotto l'ombra di grandi alberi. Sempre grazie alla sua notevole rusticit, la camelia pu sopportare anche diversi gradi sotto lo zero anche se spesso, a cos basse temperature, la fioritura viene danneggiata. Richiede poco fertilizzante, basta somministrare una volta l'anno del fertilizzante organico; se si usa un concime chimico scegliere quello specifico per piante acidofile. La Camelia richiede molta acqua, specialmente nel periodo della fioritura, ma sensibilissima ai ristagni, che hanno quasi sempre esito letale. Nelle zone con acqua calcarea utilizzare l'acqua piovana. Le potature per dare una buona struttura iniziale o per ringiovanire una pianta vecchia, devono essere eseguite subito dopo la fioritura, mai in autunno. Le camelie vogliono substrati ricchi di humus, terreni semiacidi, ma sempre ben drenati, arricchiti con terriccio di sottobosco.

Coltivazione

Acqua

Potatura

Terreno

Malattie

I parassiti pi comuni sono gli afidi, specie in primavera che attaccano i giovani germogli. Per ovviare a questo inconveniente, basta qualche spruzzata con acqua saponata. Nei primi due o tre anni di vita, le camelie coltivate in vaso vanno rinvasate ogni anno, prima del periodo vegetativo, utilizzando un vaso di diametro maggiore del 10%. In seguito il rinvaso potr essere fatto ogni due o tre anni. Per le camelie coltivate in piena terra necessaria una buona pacciamatura con materiale vegetale per proteggere le radici dagli sbalzi termici, frenare le erbe infestanti e fornire un continuo apporto di materia organica.

Rinvaso