Sei sulla pagina 1di 11

PENETROMETRO DINAMICO PENNI 30

Dati tecnici Motore a scoppio 4 tempi KW1.9 97CC -4200giri/min Carburante: Benzina Verde Trasmissione meccanica tramite cavo flessibile in guaina Frequenza percussione max 45 colpi/min (regolabile) Altezza caduta libera 20 cm Peso maglio Kg 20+10 aggiuntivi Aste2.2 cm , L=100cm con tacche di riferimento ogni 10cm, peso=2.9 Kg/m Punte 3.56 cm 60 S=10 cm 2 Peso gruppo motore-corda Kg 18 Peso gruppo maglio Kg 12.5 Peso estrattore Kg 12

RILEVAMENTI ACUSTICI Condizioni di funzionamento all aperto con 45 colpi al minuto: Livello di pressione acustica continua equivalente ponderato A LP=94 db. Livello di potenza acustica 100 dba La misurazione stata effettuata con il Fonometro posizionato ad un metro dallapparecchio , all altezza di 1.60m. Durante luso dellapparecchio obbligatorio lutilizzo di apparecchi per la protezione acustica.

Descrizione generale La macchina ha la funzione di effettuare prove di resistenza meccanica dei terreni. La prova consiste nel lasciare cadere un maglio del peso di 20 Kg (oppure 30 Kg) da un' altezza di 20 cm su delle aste 22 mm, le quali spingono una punta conica unificata, che penetra cos nel terreno. In base al numero di colpi inflitti per avere un approfondimento di 10 cm della punta si risale alle caratteristiche meccaniche del terreno considerato. Un aiuto nel calcolo per risalire alle caratteristiche del terreno, viene dato da delle formule riportate nelle ultime pagine del manuale.

Modalit duso

Prima della messa in funzione effettuare la pulizia e la lubrificazione della catena e del perno (Pos. 18) . Collegare la corda di trasmissione (pos.1) al riduttore (pos.16), inserendo il perno della corda nellapposita guida ricavata sul foro del riduttore. Ruotare la flangia (pos.4) in modo che i 2 perni di riferimento posti sul riduttore entrino nei rispettivi fori della flangia. Agganciare le due leve (pos.5)e bloccare. Assicurarsi sempre che il cavo sia ben teso , evitando di curvarlo eccessivamente. Prima della messa in moto: Accertarsi che vi sia carburante nel serbatoio del motore e che vi sia il giusto livello di olio (vedere libretto motore, le relative quantit e caratteristiche). Lasciare acceso il motore per qualche minuto prima di iniziare a lavorare, specie se in inverno. Dopodich: asta Fissare sul terreno con pressione a mano la punta (pos.20) e l' (pos.21), nell' apposita sede della punta, in posizione pressoch verticale.
2

asta L' deve essere provvista di prolunga (pos.22), in modo che successivamente il piatto (pos.25), sotto l' azione dei colpi inflitti dal maglio(pos.37), non possa rovinare la parte filettata dell' estremit delle aste. Serrare lasta ed il terminale servendosi di un cacciavite, facendo leva sugli appositi fori. asta apposito foro del portamaglio (pos.30). Introdurre lincudine (pos.25) in cima all' nell' Infilare il maglio (pos.37) sullasta portamaglio (pos.31), sia esso da 20 Kg oppure da 30 Kg (in questo caso aggiungere maglio pos.38 e sostituire le viti pos.41 con le viti pos.39) a seconda del tipo di prova che si vuole eseguire. Mai lavorare con i due magli svincolati fra loro, tale tipo di situazione pu provocare la rottura del gruppo portamaglio. Oppure possibile seguire unaltra procedura nel caso non si riesca a far penetrare lasta nel terreno: 1. Appoggiare il gruppo maglio, con il maglio, in posizione orizzontale; 2. introdurre lasta con il terminale nellapposito foro del gruppo porta maglio, con la punta conica posta sulla parte terminale dellasta; 3. Accendere il motore, avendo cura di effettuare i collegamenti, precedentemente accennati; 4. afferrare il gruppo maglio per le maniglie, e facendo leva sulla punta sollevarlo (vedi

Pos. Finale

Maglio

Punto di leva

Pos. Iniziale
disegno).

Terreno

Visionare sulla bolla (pos.27) assicurandosi che il sistema sia pressoch in verticale, e controllare di volta in volta durante la prova la posizione. In caso contrario, fare leggera pressione laterale in modo da ripristinare la verticalit.

Prendere posizione vicino al gruppo piatto, assumere una corretta e comoda posizione ed avviare accelerando dalla levetta (pos.9) sino a circa 3/4 del massimo dei giri. Automaticamente la frizione (pos.71) metter in collegamento i giri del motore con il riduttore il quale far ruotare la catena (pos.34)che a sua volta sollever il maglio (pos.37) per poi abbandonarlo da un altezza di 20 cm. Il maglio cos cadendo infigge l' e la asta punta (pos.21/20)nel terreno. asta Ad ogni 10 cm di infissione dell' riportare il numero di colpi necessari, ripetere l' operazione alla seconda tacca e cos via. Quando l' pressoch tutta conficcata sul asta terreno riportare l' acceleratore al minimo, togliere il gruppo maglio e il gruppo incudine, svitare la prolunga (pos.22), avvitare una seconda asta, avvitare di nuovo la prolunga e riprendere come sopra.

Attenzione se durante le prove il maglio nel salire dovesse bloccarsi, o farlo in modo non fluido, necessario chiudere lacceleratore ed arrestare immediatamente la prova, onde provocare la rottura del cavo di trasmissione. Prima di far ripartire la macchina assicurarsi che lasta portamaglio (pos. 31) sia ingrassata, e che la catena di trasmissione sia ben in tensione. Al atto della rimessa in marcia aiutare il maglio a effettuare la salita, non eccedendo nella velocit del motore. Assicurarsi che lasta porta maglio Pos.18 sia debitamente fissata al piatto Pos. 30, e che sia perpendicolare allincudine Pos.25. La prova si pu ritenere conclusa quando le aste non penetrano pi nel terreno (oltre 100 colpi per avere una infissione 10 cm). I valori cos ottenuti potranno essere studiati e mediante l' ausilio di formule comparative o software dedicati, cos si ricaveranno le caratteristiche meccaniche del terreno considerato alle varie profondit. apposito estrattore cos Ultimata la prova possibile recuperare le aste utilizzando l' facendo: asta, infilare dall' alto dell' asta il mandrino estrattore Introdurre la base (pos.64) nell' (pos.63), introdurre il manico (pos.54) nella apposita sede ed agire sul manico; mentre esso scende solleva l' la quale non ha la possibilit di scendere quando si solleva il manico asta grazie ad un sistema di sfere su una superficie inclinata all' interno. Assicurarsi che la base dellestrattore rimanga il pi possibile in piano, se ci si dovesse trovare in un terreno morbido, provvedere a sistemare 2 paletti sotto il piatto per farlo rimanere in piano, (vedi figura pagina seguente). Tali operazioni sono possibili solo se preventivamente si provveduto a togliere il maglio ed il gruppo incudine. Le punte coniche (pos.20) non si recuperano. Non curvare in modo inopportuno la corda (pos.1), potrebbe danneggiarsi; la stessa bene che durante il funzionamento presenti un aspetto rettilinea, ed da evitare una posizione eccessivamente curvilineo.

Posizione barre Per tenere in piano estrattore aste.

Per la soglia di rumore emesso dal sistema durante il funzionamento, obbligatorio luso di cuffie protettive. Durante le operazioni di rabbocco della benzina fare attenzione a non far cadere benzina sopra il motore, che con la sua elevata temperatura potrebbe incendiarsi. Assicurarsi che ci sia sempre luce a sufficienza per operare con tranquillit.

Manutenzione La macchina non richiede una manutenzione particolare, ma importante che vengano fatti dei controlli prima della messa in servizio affinch questa possa lavorare senza problemi. Pi precisamente necessario: Pulire la catena di sollevamento da polvere e sporco, ed ingrassarla. Effettuare la stessa operazione con lasta portamaglio. Assicurarsi che lasta portamaglio abbia un po'di gioco (Pos 30 sollevabile di qualche mm). Verificare prima e dopo le prove che: del terreno non vada a depositarsi su parti inopportune come in testa della corda(pos.1), sul foro del estrattore, sul foro passaggio aste, sulle varie parti del motore, e sulla catena. Se durante il sollevamento del maglio ci dovessero essere dei problemi di slittamento da parte della catena, controllare che questa sia ben tirata, se dovesse essere necessario il tiraggio andare ad agire sullapposito tirante Pos.43 , avendo cura prima di allentare la vite di fissaggio del pignone pos.45, con chiave aperta. Finito il tiraggio serrare la vite pos.45. Attenzione non eccedere nel tiraggio, in quanto si potrebbe verificare un allungamento eccessivo della catena (questa operazione consigliabile, se necessaria, farla eseguire solo ed esclusivamente a personale specializzato) . Il riduttore lubrificato a tenuta stagna. Cos pure i cuscinetti di guida della corda, e il cuscinetto del tendicatena (pos.44), e sufficiente pulirli da eventuali depositi di polvere. Pulire tutta la macchina da polvere e sporcizia, le quali possono influire negativamente sulla vita della stessa. PROVVERERE A CONTROLLARE FREQUENTEMENTE IL SERRAGGIO DI TUTTE LE VITI, LE QUALI SONO SOGGETTE A FORTI E CONTINUE VIBRAZIONI, PROVOCANDONE LALLENTAMENTO. Per la manutenzione al motore necessario verificare il livello olio frequentemente ed in caso di necessit servirsi di officine meccaniche specializzate HONDA. Periodicamente controllare il serraggio di tutte le viti, che a causa delle vibrazioni potrebbero allentarsi, e/o rovinare la macchina.
7

Eventuali ricambi saranno da richiedere alla COMPAC con i particolari numerati indicati nellesploso in seconda pagina. Attenzione se durante le prove il maglio nel salire dovesse bloccarsi, e necessario chiudere lacceleratore, onde provocare la rottura del cavo di trasmissione. Prima di far ripartire la macchina assicurarsi che lasta portamaglio (pos. 31) sia ingrassata, e che la catena di trasmissione sia ben in tensione. Al atto della rimessa in marcia aiutare il maglio a effettuare le prime salite, non eccedendo nella velocit del motore.

FORMULE UTILI ELABORAZIONE DATI La nota formula degli olandesi permette di ricavare Rd (resistenza di rottura dinamica alla punta), parametro caratteristico dello stato di addensamento di un terreno incoerente e della consistenza di un terreno coesivo.
M2 h

Rd =

A e M + P + Pp

= ( Kg / cm 2 )

Nel penni 30, si ha : M =20 kg o 30 kg h = 20 cm A=10 cm 2 (peso maglio) (altezza di caduta costante) (sezione della punta conica ) (rifiuto; con N corrispondente al n di colpi per ogni

e=

10 Cm N

approfondimento di 10 cm) P =2.9 kg/m Pp=12 kg (peso delle aste ) (peso dellincudine, non compreso il peso del piatto in quanto essendo svincolato dall incudine non grava sul sistema) Il carico ammissibile (Qad), con coefficiente di sicurezza variabile fra 15 e 25, si ottiene mediante il rapporto :

Qad =

Rd 15 25

CORRELAZIONI
E possibile passare dal ndi colpi del Penetrometro Penny 30 al numero di colpi della prova SPT, tramite il coefficiente di riferimento (),che si ricava dalla seguente relazione:

Q1 m1 h1 e2 A2 = Q 2 m2 h 2 e1 A1

da E. Pasqualini (1983)

in cui: m1 ; h1 ; e1 ; A1 = dati Penetrometro SPT m2 ; h2 ; e2 ; A2= dati Penetrometro Penni 30 Calcolato il coefficiente , il numero di colpi corrispondenti allSPT (Nspt) dato da :
Nspt = N

in cui N il numero di colpi del Penetrometro Penni 30

CARATTERISTICHE DELLE PROVE : SDT, PENNI 30 E LORO RELAZIONE.


denominazione SPT Penni 30 (maglio 20 kg) Penni 30 (maglio 30 kg) 0.0356 0.001 30.0 0.20 0.10 N30 1.32 d diametro punta (m) 0.0510 0.0356 A area punta (m) 0.002 0.001 m peso maglio (kg) 63.5 20.0 h altezza di caduta (m) 0.75 0.20 e rifiuto (m) 0.30 0.10 NSPT N20 1.00 1.98 N coeff.te di rif.

10