Sei sulla pagina 1di 772

Catalogo tecnico

20 12
Energy Din-Bloc-Box
Domotics
GEWISS S.p.A. Registered Ofce: Via A. Volta, 1 - 24069 CENATE SOTTO (Bergamo) - Italy
Tel. +39 035 946 111 - Fax +39 035 945 222 - gewiss@gewiss.com - www.gewiss.com
Societ con unico Socio - R.I. Bergamo / P.IVA / C.F. (IT) 00385040167 - REA 107496 - Cap. soc. 60.000.000,00 EUR i.v.
Cover.indd 2 09/02/12 12.18
Cover.indd 3 10/02/12 09.30
Il gruppo gEWISS
GEWISS una realt internazionale leader nella produzione di sistemi
e componenti per le installazioni elettriche di bassa tensione.
Lo sviluppo come costante della gestione ha permesso a GEWISS
di affermarsi come interlocutore di riferimento per il mercato
elettrotecnico nella produzione di soluzioni per la domotica, lenergia
e lilluminotecnica.
Oggi presente in Italia, Francia, Germania, Inghilterra, Spagna,
Portogallo, Cina, Russia, Turchia, Romania, Cile, Emirati Arabi e in altri
80 paesi nel mondo.
Sede Centrale GewiSS - Cenate Sotto (bG) - italy
Gewiss PortuGal - Penafiel
Gewiss Russia - Moscow
Gewiss Gulf - Dubai
ewiss Romania - BucaRest
hile - santiaGo de Chile
UAE
CHILE
ROMANIA
ewiss istanbul - istanbul
TURKEY
SPAIN
Gewiss TradinG - shanGai
Gewiss U.K. - CamboUrne
Gewiss DeutschlanD - MerenberG
GERMANY
FRANCE
Gewiss France - Les ULis
PORTUGAL
UNITED KINGDOM
Gewiss ibrica - Madrid
RUSSIA
CHINA
1
CT_DOMO_Chorus Centralini.indd 1 31/01/12 14.59
2
Chorus - Centralini
inForMaZioni teCniCHe
2
Chorus - Centralini
inForMaZioni teCniCHe
EnergyDin
I sistemi domotici offrono soluzioni
davanguardia per la gestione e il
controllo intelligente della casa e
delledificio garantendo sicurezza,
comfort, risparmio energetico con
design italiano.
Lofferta tecnologicamente avanzata
di apparecchi modulari e scatolati
integra la vasta gamma di quadri e
armadi di distribuzione, centralini
e quadri combinati dando vita al
Sistema di Protezione GEWISS.
Cassette di derivazione e contenitori
speciali, alle quali si affianca una linea
completa e coordinata di centralini
e quadri di distribuzione. Inoltre i
sistemi di canalizzazione GEWISS sono
lelemento di unione dei vari componenti
dellImpianto.
Lo sviluppo come
costante della gestione

Domotics EnergyBox
CT_DOMO_Chorus Centralini.indd 2 31/01/12 14.59
3
Chorus - Centralini
inForMaZioni teCniCHe
3
Chorus - Centralini
inForMaZioni teCniCHe
Connessioni industriali allavanguardia per la
pluralit di funzioni applicative garantite ed
un sistema integrato di quadri di distribuzione
per impianti speciali, sia fissi che mobili, per un
coordinamento elettrico, estetico e funzionale.
DOMOTICS ENERGY LIGHTING
EnergyBox EnergyBloc
Le soluzioni illuminotecniche uniscono risparmio
energetico e comfort visivo offrendo prodotti
ideali per impieghi che spaziano dallindustria
alle applicazioni stradali, dal decorativo per
interni ed esterni, allilluminazione di emergenza.
Lighting
CT_DOMO_Chorus Centralini.indd 3 31/01/12 15.00
4
inForMaZioni teCniCHe
4
inForMaZioni teCniCHe
CHoruS Centralini 7
CHoruS serie Civile - PlaCChe 8
CHoruS serie Civile
DisPositivi MoDulari 21
CHoruS hoMe autoMation 56
CHoruS rF 78
CHoruS BuilDing autoMation 92
CHoruS Digital vision 132
Serie sYsteM 169
Serie sYsteM rF 191
Serie 27 CoMBi 198
Serie PlaYBus 204
Serie 38 lan 219
Serie 24 sC 223
Serie 28 sPiC 228
Domotics
Serie 90 restart 230
Serie 90 MCB 256
Serie 90 rCD 276
Serie 90 aM 291
Serie 90 Pv 344
Serie MtX 348
Serie 97 Mss 492
Serie 47 CvX 160i 500
Serie 47 CvX 160 e 502
Serie 47 CvX 630 K 506
Serie 47 CvX 630 M 510
Serie 47 CvX 1600 514
Serie 47 BusBar 524
EnergyDin
Serie ieC 309 534
Serie iB 544
Serie 68 Q-Din 555
Serie 68 asC 557
Serie 68 Q-MC 63X 562
Serie 68 Q-MC 566
Serie 70 rt 574
SoluZioni ateX 577
Serie gW ConneCt 595
EnergyBloc
Serie 46 637
Serie 40 CD 648
Serie 40 CDi 652
Serie 40 CDe 660
Serie 44 Ce 668
Serie gW ConneCt 672
Serie 48 674
Serie 42 rv 680
Serie 42 tv 681
Serie 44 682
Serie 52 Fs 685
Serie 74 Ps 687
inForMazioni teCniChe generali 719
Serie rK 689
Serie 50/52 697
Serie FK 703
Serie DF 705
Serie Fu e Pz 709
Serie nP 40 712
Serie nP 42 717
Serie nP 44/50 729
Serie nP 54/55 734
Serie BFr 738
Serie Brn 758
Serie sP 762
EnergyBox
CT_DOMO_Chorus Centralini.indd 4 31/01/12 15.00
taBelle DiMensionali
CENTRALINI CHORUS - IP40
24 MODULI
GW 40 256 - GW 40 276 - GW 40 266
GW 40 991 TB - GW 40 991 VT - GW 40 991 VA
12 MODULI
GW 40 251 - GW 40 271 - GW 40 261
GW 40 981 TB - GW 40 981 VT - GW 40 981 VA
5
Chorus - Centralini
inForMaZioni teCniCHe
5
Chorus - Centralini
inForMaZioni teCniCHe
CT_DOMO_Chorus Centralini.indd 5 31/01/12 15.00
Scatole da incasso
Posti Supporti Placche
Placche stagne
IP55
Pareti in muratura Pareti leggere
GW 24 403 GW 24 207
2 GW 16 802
One - GW 16 102 xx
Geo - GW 16 402 xx
Lux - GW 16 202 xx
Flat - GW 16 602 xx
Art - GW 16 302 xx
Ice Touch - GW 16 951 xx
------
3 GW 16 803
One - GW 16 103 xx
Geo - GW 16 403 xx
Lux - GW 16 203 xx
Flat - GW 16 603 xx
Art - GW 16 303 xx
Ice - GW 16 903 xx
Ice Touch - GW 16 95x xx
Ice Touch KNX - GW 16 96x xx
GW 16 703 xx (***)
GW 24 404 GW 24 245
4
GW 16 804
One - GW 16 104 xx
Geo - GW 16 404 xx
Lux - GW 16 204 xx
Flat - GW 16 604 xx
Art - GW 16 304 xx
Ice - GW 16 904 xx
GW 16 704 xx (***)
GW 16 824
GW 24 406 GW 24 246
6
GW 16 806
One - GW 16 106 xx
Geo - GW 16 406 xx
Lux - GW 16 206 xx
------
GW 16 825
GW 24 237
------ 8 (4+4) GW 16 808 One - GW 16 108 xx
------
GW 24 238
------ 12 (6+6) GW 16 812 One - GW 16 112 xx
------
Placche, Placche sPeciali, scatole, contenitori e suPPorti
abbinamento scatole da incasso, suPPorti e Placche
6
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 6 31/01/12 15.01
Scatole da incasso
Posti Supporti Placche
Placche stagne
IP55
Pareti in muratura Pareti leggere
GW 24 231 (*)
----- 2
GW 16 802
One - GW 16 102 xx
Geo - GW 16 402 xx
Lux - GW 16 202 xx
Flat - GW 16 602 xx
Art - GW 16 302 xx
Ice Touch - GW 16 951 xx
------
GW 16 822 (*)
One International - GW 16 122 xx
Geo International - GW 16 422 xx
Lux International - GW 16 222 xx
GW 16 702 xx
(***)
GW 24 232 (*)
----- 2
GW 16 802
One - GW 16 102 xx
Geo - GW 16 402 xx
Lux - GW 16 202 xx
Flat - GW 16 602 xx
Art - GW 16 302 xx
Ice Touch - GW 16 951 xx
------
GW 16 821 (*)
GW 16 823 (*)
One International - GW 16 122 xx
Geo International - GW 16 422 xx
Lux International - GW 16 222 xx
------
GW 16 822 (*)
GW 16 702 xx
(***)
-----
GW 24 234
2
GW 16 802
One - GW 16 102 xx
Geo - GW 16 402 xx
Lux - GW 16 202 xx
Flat - GW 16 602 xx
Art - GW 16 302 xx
Ice Touch - GW 16 951 xx
------
GW 16 822
One International - GW 16 122 xx
Geo International - GW 16 422 xx
Lux International - GW 16 222 xx
GW 16 702 xx
(***)
-----
GW 24 282
2+2
(Vert.
57mm)
2 x GW 16 822
(**)
One International - GW 16 125 xx
Lux International - GW 16 225 xx
------
GW 24 208
------ 2 GW 16 821
GW 16 823
One International - GW 16 122 xx
Geo International - GW 16 422 xx
Lux International - GW 16 222 xx
------
GW 24 209
------ 2
GW 16 821
GW 16 823
One International - GW 16 122 xx
Geo International - GW 16 422 xx
Lux International - GW 16 222 xx
------
70x70mm
British Standard
------ 1 GW 16 831
One International - GW 16 122 xx
Geo International - GW 16 422 xx
Lux International - GW 16 222 xx
------
(*) Possibilit di composizione orizzontale/verticale di scatole da incasso e supporti per ottenere le modularit 2+2, 2+2+2, 2+2+2+2. Per queste modularit utilizzare placche One International (codici
GW16123xx, GW16124xx, GW16126xx, GW16127xx, GW16128xx, GW16129xx), Geo International (codici GW16423xx, GW16424xx, GW16426xx, GW16427xx) e Lux International (codici GW16223xx,
GW16224xx, GW16226xx, GW16227xx, GW16228xx, GW16229xx).
(**) Unire due supporti GW16822 verticalmente, rimuovendo da entrambi le rispettive alette pretranciate.
(***) Supporto gi incluso nella placca stagna IP55.
7
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 7 31/01/12 15.01
abbinamento disPositivi modulari e Placche
Placche
Dispositivi modulari
Comandi
tradizionali
Pulsanti
elettronici
Comandi
touch
Prese /
altri frutti
Moduli comando touch
Tradizionali KNX
ONE - -
GEO - -
LUX - -
FLAT - -
ART - -
ICE
ICE
- -
ICE Touch
- - - - -
ICE Touch KNX
- - - - -
8
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 8 31/01/12 15.01
SUPPORTI
tabelle dimensionali
8 (4+4) POSTI
GW 16 808
12 (6+6) POSTI
GW 16 812
4 POSTI
GW 16 804
6 POSTI
GW 16 806
4 POSTI
GW 16 824
(Standard francese)
6 POSTI
GW 16 825
(Standard francese)
81.4
65.4
8
1
.
4
6
5
.
4
13.1
2 POSTI
GW 16 821 - GW 16 822 - GW 16 823
2 POSTI
GW 16 831
2 POSTI
GW 16 802
3 POSTI
GW 16 803
9
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 9 31/01/12 15.01
PLACCHE ONE
PLACCHE ONE STANDARD INTERNAZIONALE
2 POSTI
2+2 POSTI V INTERASSE 57 2+2+2 POSTI V 2+2+2+2 POSTI V
2+2 POSTI O 2+2+2 POSTI O
2+2 POSTI V INTERASSE 71
2+2+2+2 POSTI O
2 POSTI 3 POSTI 4 POSTI
8 POSTI (4+4) 12 POSTI (6+6) 6 POSTI
10
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 10 31/01/12 15.01
PLACCHE GEO
9
5
123 7.5
9
5
123 7.5
9
5
145.2 7.5
9
5
189.6 7.5
2 POSTI 3 POSTI
4 POSTI 6 POSTI
PLACCHE GEO STANDARD INTERNAZIONALE
90 8.5
9
5
161
71
9
5
9
5
71 71
232
1
6
1
7
1
95 8.5
95 8.5
7
1
7
1
2
3
2
2 POSTI
2+2 POSTI O
2+2+2 POSTI O
2+2 POSTI V
2+2+2 POSTI V
11
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 11 31/01/12 15.01
PLACCHE LUX
PLACCHE LUX STANDARD INTERNAZIONALE
2+2 POSTI O 2+2+2 POSTI O
2+2 POSTI V INTERASSE 71 2+2+2 POSTI V 2+2+2+2 POSTI V
2 POSTI
2+2+2+2 POSTI O
2+2 POSTI V INTERASSE 57
2 POSTI 3 POSTI
4 POSTI 6 POSTI
12
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 12 31/01/12 15.01
PLACCHE ART
2 POSTI 3 POSTI
4 POSTI
PLACCHE FLAT
1
1
5
133 10.5
1
1
5
133 10.5
1
1
5
155 10.5
2 POSTI
3 POSTI
4 POSTI
13
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 13 31/01/12 15.01
PLACCHE ICE
123
9
5
123
9
5
123
9
5
9.3
1 SIMBOLO 2 SIMBOLI 3 SIMBOLI
123
9
5
145
9
5
9.3
3 POSTI 4 POSTI
9.3 123
9
5
123
9
5
123
9
5
4 SIMBOLI 2 SIMBOLI 6 SIMBOLI
Placche ICE
Placche ICE touch
Placche ICE touch KNX
14
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 14 31/01/12 15.01
INTERASSE SCATOLE PER IL CORRETTO FISSAGGIO DELLE PLACCHE CHORUS ONE, GEO, LUX E ART (DISTANZE MINIME CONSIGLIATE)
INTERASSE SCATOLE PER IL CORRETTO FISSAGGIO DELLE PLACCHE FLAT (DISTANZE MINIME CONSIGLIATE)
3 POSTI ORIZZONTALE
3 POSTI ORIZZONTALE
3 POSTI VERTICALE
3 POSTI VERTICALE
4 POSTI VERTICALE
4 POSTI VERTICALE
6 POSTI VERTICALE
4 POSTI ORIZZONTALE
4 POSTI ORIZZONTALE
6 POSTI ORIZZONTALE
15
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 15 31/01/12 15.01
PLACCHE STAGNE - IP55
PLANCE DA TAVOLO - ADATTE A PLACCHE ONE - STANDARD ITALIANO
SCATOLE DA PARETE - ADATTE A PLACCHE ONE - STANDARD ITALIANO
SCATOLE DA PARETE - ADATTE A PLACCHE ONE - STANDARD INTERNAZIONALE
2 POSTI
GW 16 702 TB - GW 16 702 TN - GW 16 702 VT
3 POSTI
GW 16 703 TB - GW 16 703 TN - GW 16 703 VT - GW 16 703 VT
4 POSTI
GW 16 704 TB - GW 16 704 TN - GW 16 704 VT
4 POSTI
GW 16 854 - GW 16 864
6 POSTI
GW 16 856 - GW 16 866
3 POSTI
GW 16 743 - GW 16 773
4 POSTI
GW 16 744 - GW 16 774
2+2 POSTI ORIZZ.
GW 16 753 - GW 16 783
2 POSTI
GW 16 752 - GW 16 782
2+2 POSTI VERT.
GW 16 754 - GW 16 784
16
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 16 31/01/12 15.01
PLACCHE CIECHE
PLACCHE AUTOPORTANTI PER PROFILATI E PANNELLI
SUPPORTI GUIDA DIN
3 POSTI
GW 16 723 TB - GW 16 723 TN
4 POSTI
GW 16 724 TB - GW 16 724 TN
1 modulo
GW 16 841
2 moduli
GW 16 842
1 POSTO
GW 16 711 TB - GW 16 711 TN - GW 16 711 VT
2 POSTI
GW 16 712 TB - GW 16 712 TN - GW 16 712 VT
C
A B
DIMENSIONI DELLO SCASSO
Codice A B C
GW 16 711 TB
67 54 31,5 GW 16 711 TN
GW 16 711 VT
GW 16 712 TB
67 54 56,5 GW 16 712 TN
GW 16 712 VT
17
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 17 31/01/12 15.01
CONTENITORI AUTOPORTANTI VUOTI STAGNI IP55
CONTENITORI AUTOPORTANTI VUOTI PROTETTI IP40
2 POSTI
GW 16 512
3 POSTI
GW 16 513
4 POSTI
GW 16 514
2 POSTI
GW 16 502
3 POSTI
GW 16 503
4 POSTI
GW 16 504
18
chorus - serie civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus Placche.indd 18 31/01/12 15.01
La serie modulare Chorus permette di realizzare unampia variet di funzioni grazie alla componibilit dei numerosi prodotti offerti.
In aggiunta ai dispositivi elettromeccanici tradizionali (comandi, prese, protezioni) sono presenti dispositivi elettronici per il comando e controllo di
utilizzatori quali ad esempio regolatori, temporizzatori e dimmer. inoltre stata sviluppata unampia offerta di prodotti per servizi speciali e sistemi senza
fili a radiofrequenza.
La serie Chorus per usi domestici componibile su telai da incasso fino a 12 moduli. Sono previste scatole e placche per la posa a parete, da tavolo, placche
stagne IP55, contenitori per esterno IP40 e IP55.
CaratteristiChe morsetti a vite
* Per le tensioni e le correnti nominali vedere le specifiche ai singoli codici. ** Il valore di 2 M riferito ad una condizione particolare stabilita dalle norme indicate a lato.
DATI TECNICI E RIFERIMENTI NORMATIVI
Componente
Riferimenti
normativi
Dati elettrici fondamentali*
Funzionamento
prolungato
(N. cambiamenti
di posizione)
Resistenza al calore anormale
ed al fuoco
Tenuta alla
tensione di prova
(V)
Resistenza
di isolamento
(M)
Potere di
interruzione
o categoria
di utilizzazione
Termo pressione
con biglia
(C)
Glow Wire Test
(C)
Comandi
CEI 23-9
(EN 60669-1)
2000
a 50 Hz
per 1 minuto
> 5
1,25 In
(200 cambiamenti
di posizione)
40.000
a In 250V~
cos

= 0,6
125 850
Prese std italiano
CEI 23-50
(IEC 60884-1)
1,25 In
(100 cambiamenti
di posizione)
10.000
a In 250V~
cos

= 0,8
Prese std
internazionale
(IEC 60884-1)
1,25 In
(100 cambiamenti
di posizione)
10.000
a In 250V~
cos

= 0,8
Rel a passo
CEI 23-9 / CEI 23-62
(EN 60669-1 / EN 60669-2-2) 40.000
a In 250V~
cos

= 0,6
Rel monostabili
CEI 23-9 / CEI 23-62
(EN 60669-1 / EN 60669-2-2)
1,25 In
(200 cambiamenti
di posizione)
Interruttori
magnetotermici
CEI 23-3
(EN 60898-1)
2** 5
3KA 8.000
Interruttori
magnetotermici differ.
CEI 23-44 / CEI 23-42
(EN 61009-1 / EN 61008-1)
3KA 4.000
Supporti e placche
CEI 23-9
(EN 60669-1)
75 650
CaratteristiChe morsetti a molla (Cablaggio rapido)
2) Inserimento cavo
Viti con testa a croce e
taglio cacciavite
1) Pressione molle
I morsetti, posti nella parte posteriore degli apparecchi, sono manovrabili anche dopo
aver agganciato il frutto al supporto e sono adatti sia a cavi flessibili che a cavi rigidi. I
frutti vengono forniti con le viti dei morsetti aperte per ridurre il tempo di cablaggio.
I morsetti a molla permettono di eseguire il cablaggio in un tempo ridotto e senza
lutilizzo di cacciaviti o altri utensili. Per inserire il cavo necessario premere la
leva arancio (apertura del morsetto). Al rilascio di questa il morsetto si richiude
automaticamente bloccando saldamente il cavo.
DATI TECNICI
Tenuta dei morsetti alla trazione dei cavi >50N
CAPACIT DI SERRAGGIO DEI MORSETTI
Conduttori flessibili Conduttori rigidi
Minimo
0,75 mm
2
Massimo
2x4 mm
2
Minimo
0,5 mm
2
Massimo
2x2,5 mm
2
DATI TECNICI
Tenuta dei morsetti alla trazione dei cavi >50N
CAPACIT DI SERRAGGIO DEI MORSETTI
Conduttori flessibili Conduttori rigidi
Minimo
0,75 mm
2
Massimo
2x4 mm
2
Minimo
0,5 mm
2
Massimo
2x2,5 mm
2
19
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 19 31/01/12 15.02
Apparecchi illuminabili Sostituzione del tasto
Sostituzione delle lenti
segnaletiche per segnalazione
funzionale
Intercambiabilit dei tasti 22x22mm
Sede per
linserzione
di unit di
segnalazione
ad ampolla
Sostituzione
del tasto
Sostituzione diffusore e
etichetta personalizzabile
CaratteristiChe segnalazione e loCalizzazione notturna
Tipo Utilizzo Applicazioni Tipo Utilizzo Applicazioni
Illuminazione per localizzazione
Permette di individuare
al buio il tasto
di comando,
di segnalare lo stato
ON/OFF di un
circuito luce
Servizi generali di
un complesso edilizio
(luci scale, atri, etc)
Ambienti di pubblico
spettacolo
Camere da letto
Corridoi
Diffusore 22x22mm
Permette di individuare
a distanza lo stato
ON/OFF
di un utilizzatore
o di un circuito luce.
La segnalazione
ben visibile da
posizione frontale
Segnalazione
dellaccensione
di punti luce esterni
allambiente dove
installato
lapparecchio
di comando
Illuminazione per segnalazione
Permette di individuare
al buio il tasto di
comando e la sua
funzione specifica
Servizi generali
Impianti interni
di uffici, negozi,
magazzini
Strutture alberghiere
Ospedali, case di cura
Pulsanti con
targa portanome illuminabile
Permette di
individuare al buio
il tasto di comando,
e di leggere il nome
riportato sulletichetta
anche in ambienti
scarsamente
illuminati
Pulsante per circuiti
di chiamata dedicati
ad abitazoni e uffici
retroilluminazione degli appareCChi di Comando
Esempi di illuminazione funzionale e di localizzazione
Per indicare lo stato di funzionamento di utilizzatori non in vista dal punto di comando Per localizzare al buio il tasto di comando
La spia posta in
parallelo allutilizzatore
ed accesa quando
linterruttore ON.
La spia segue
landamento ON / OFF
dellutilizzatore.
Le due spie e lutilizzatore
sono poste in parallelo,
perci si accendono
e si spengono insieme
allutilizzatore
La spia risulta accesa
quando linterruttore
OFF. Con linterruttore
in posizione di ON
lutilizzatore alimentato
e la spia spenta.
Le due spie si accendono
quando lutilizzatore
non alimentato e si
spengono quando questo
in stato di ON.
NOTA: schemi non adatti per il comando di lampade compatte a risparmio energetico e/o rel
Componente Messa in opera Riferimento normativo Grado IP
Gli apparecchi a fronte chiuso (comandi, suonerie, segnalatori,
etc.) installati in scatole da incasso, in scatole da parete,
in plance da tavolo (completi di supporto + placca) e in
contenitori autoportanti
Da incasso a finitura civile o similare in
posizione verticale installato secondo la
regola darte
EN60529 (CEI 70-1)
41
Gli apparecchi a fronte aperto (prese, etc.) installati in scatole
da incasso, in scatole da parete, in plance da tavolo (completi
di supporto + placca) e in contenitori autoportanti
Da incasso a finitura civile o similare in
posizione verticale installato secondo la
regola darte. Idoneo allimpiego per la
zona 3 di locali contenenti bagni o docce
X1
(nel caso delle prese
pari a 21)
Gli apparecchi a fronte aperto (prese, etc.) installati in scatole
da incasso, in scatole da parete, in plance da tavolo (completi
di supporto + placca) e in contenitori autoportanti
Da incasso a finitura civile o similare in
posizione verticale installato secondo la
regola darte con spina inserita
4X
grado di protezione del Complesso installato serie Civile CHORUS
20
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 20 31/01/12 15.02
Comando
rivelatori di movimento a raggi infrarossi
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac - 50/60 Hz
Impostazione soglia crepuscolare 10 lux - max. inibito
Impostazione durata attivazione 15 sec / 10 min
Tipo di carico:
Carichi resistivi 700W
Lampade ad incandescenza 450W
Motori e motoriduttori 400VA
Temperatura operativa -5 / + 40 C
Umidit relativa max. 93% non condensante
Raggio dazione IR 10 m
Angolo di rivelamento verticale 30
Angolo di rivelamento orizzontale 105
lente fissa
Riferimenti normativi: EN 60669-1, EN 60669-2-1
GW 10 591 - GW 12 591 - GW 14 591
Regolazione della soglia
luminosa di intervento
Regolazione della durata dellintervento
Lente di rivelazione
Segnalazione luminosa di intervento
Morsetti di cablaggio
Alimentazione:
L - Fase
N - Neutro
Uscita priva di potenziale:
1 / 2 - contatto NA
Lesclusione della soglia crepuscolare si ottiene posizionando al massimo il selettore di luminosit.
Schema di collegamento
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac 50/60 Hz
Impostazione soglia crepuscolare 10 lux - max. inibito
Impostazione durata attivazione 15 sec / 10 min
Contatto di uscita 1 NA 16A (AC1) / 10A (AC15) 250V ac
Comando lampade fluorescenti
(non rifasate)
max. 4A
Temperatura operativa -5 / + 40 C
Umidit relativa max. 93% non condensante
Raggio dazione IR 10 m
Angolo di rivelamento verticale 30
Angolo di rivelamento orizzontale 105
lente orientabile
possibile collegare allingresso del dispositivo, uno o pi pulsanti NA collegati in parallelo. Tale soluzione idonea, ad esempio, per linstallazione del
dispositivo in un ambiente dove allingresso viene posto il modulo crepuscolare per laccensione automatica delle luci in condizioni di oscurit mentre in altri
punti vengono utilizzati dei pulsanti per laccensione manuale delle luci stesse. Lattivazione sempre subordinata al crepuscolare e alla temporizzazione
regolata tramite il potenziometro.
Lesclusione della soglia crepuscolare si ottiene posizionando al massimo il selettore di luminosit.
Riferimenti normativi: EN 60669-1, EN 60669-2-1
GW 10 592 - GW 12 592 - GW 14 592
Regolazione della soglia
luminosa di intervento
Lente di rivelazione
Segnalazione luminosa
di intervento
Regolazione della
durata dellintervento
Schema di collegamento
Morsetti di cablaggio
Alimentazione:
2 - Fase
3 - Neutro
Uscita priva di potenziale:
4 / 5 - Contatto NA
Ingresso:
1 - Comando remoto
Il rivelatore di movimento a raggi infrarossi passivi percepisce le variazioni di calore che si verificano entro il raggio dazione e chiude, in funzione della luce
ambientale, il contatto di un rel. Cessato il movimento, il contatto si riapre automaticamente dopo un tempo regolabile prefissato. Il dispositivo incorpora
un sensore crepuscolare a soglia di intervento regolabile per evitare di comandare lutenza (es. apparecchi di illuminazione) quando non necessario.
21
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 21 31/01/12 15.02
teleComando e riCevitore a raggi infrarossi
DATI TECNICI
N. canali 6
N. pulsanti 6
Selettore di banda 3 posizioni - alloggiato nel vano batterie
Il settaggio del microswitch interno su 3 bande
consente di evitare le interferenze con altri
telecomandi.
Portata max 10 m
Alimentazione N.2 batterie tipo alcaline AAA 1,5V
Il sistema a raggi infrarossi costituito da un telecomando portatile a 6 canali/3 bande, da un ricevitore monocanale con uscita a rel per il comando
ON-OFF di una specifica utenza (punto luce, ventilatore, etc).
Il telecomando in grado di gestire fino a 18 ricevitori.
Pulsanti di comando
Selettore di banda
a 3 posizioni
Elemento
trasmettitore a
raggi infrarossi
GW 12 596
riCevitore 1 Canale
DATI TECNICI
Tensione nominale 230V ac 50/60 Hz
Contatto di uscita 1 NA 5A (AC1) 250V ac
Adatto allutilizzo in spazi aperti dove tra ricevitore e telecomando non vi sono ostacoli e la distanza massima tra i due dispositivi al max 10m. Dotato di
selettore posteriore a 18 posizioni per determinare il canale del telecomando abbinabile. Per applicazioni diverse e pi particolari si possono utilizzare in
alternativa i corrispondenti articoli della gamma in radiofrequenza.
GW 10 597 - GW 12 597 - GW 14 597
Riferimenti normativi: EN 60669-1; 60669-2-1; EN 60669-2-2
Elemento ricevitore
a infrarossi
Pulsante per
comando diretto
del carico
Morsetti di cablaggio
Alimentazione:
L - Fase
N - Neutro
Uscita priva di potenziale:
1 / 2 Contatto NA (monostabile)
DIP-switch per la
selezione del canale
riconoscibile dal
telecomando
CaratteristiChe installative
Campi dimpiego: Edifici del settore residenziale o terziario evoluto ove si vuole ottenere un elevato livello di comfort Ristrutturazioni ove risulterebbe
gravoso o antiestetico installare circuiti terminali di comando Luoghi destinati a disabili.
COMANDO CARICHI COMANDO AD IMPULSO DI CARICHI
COMANDO E REGOLAZIONE CARICHI
RESISTIVI E INDUTTIVI
Comando di dispositivi utilizzatori tramite rel
collegato al ricevitore infrarossi.
(es. GW 10-12-14 721)
Comando di dispositivi utilizzatori ad impulso
come elettroserrature o suonerie.
(es. GW 10-12-14 602)
Comando e regolazione di apparecchi
dilluminazione collegati ad un dimmer.
(es. GW 10-12-14 568)
Suoneria
22
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 22 31/01/12 15.02
rel passo passo
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione (Bobina) 230V ac 50/60 Hz
Contatto di uscita 10AX 250V ac
Numero poli 1
Rel elettromeccanico di tipo passo-passo per comando di lampade da pi punti.
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-2
GW 10 721 - GW 12 721 - GW 14 721
Morsetti di cablaggio
Alimentazione:
L - Fase
N - Neutro
Uscita 230V ac:
1 - Contatto alimentazione carico
Schema di collegamento
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-2
GW 10 723 - GW 12 723 - GW 14 723
Morsetti di cablaggio
Alimentazione:
L - Fase
N - Neutro
Uscita 230V ac:
1 - Contatto 1
2 - Contatto 2
rel passo passo - 4 sequenze
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione (Bobina) 230V ac 50/60 Hz
Contatto di uscita 10AX 250V ac
Numero poli 2
Rel elettromeccanico a 4 sequenze per comando di due circuiti indipendenti secondo la sequenza: aperto-aperto, aperto-chiuso, chiuso-aperto,
chiuso-chiuso.
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-2
GW 10 724 - GW 12 724 - GW 14 724
Schema di collegamento
rel monostabile
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione (Bobina) 230V ac 50/60 Hz
Contatto di uscita 1 NA/NC 10A (AC1) /2A (AC15)
250V ac 50/60Hz
Numero poli 1
Rel elettromeccanico monostabile adatto per realizzare automatismi o separazioni tra circuito di comando e di energia. Utilizzabile come elemento
ausiliario per comando carichi particolari.
Morsetti di cablaggio
Alimentazione:
L - Fase
N - Neutro
Uscita priva di potenziale:
1 - Contatto NC
2 - Contatto NA
3 - Comune
NUMERO
DI IMPULSI
SEQUENZE
1 2 3 4
4
23
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 23 31/01/12 15.02
rel di Chiamata
Il D.M.236/89 (G.U. 23/giugno/1989, n145) stabilisce le prescrizioni tecniche per la realizzazione di servizi igienici per persone diversamente abili.
La disposizione dei sanitari, affinch non si presentino barriere architettoniche, deve essere tale da non impedire n intralciare le manovre di una sedia a
ruotelle durate lutilizzo del locale.
Dal punto di vista elettrico deve essere garantito, in particolare, un campanello di emergenza posto in prossimit della tazza e della vasca.
Il circuito di allarme deve essere attivabile attraverso un pulsante a tirante (campanello di emergenza), le cui successive pressioni non tacitino lallarme.
Il ritorno alla condizione di normalit, pu essere ottenuto esclusivamente premendo un pulsante remoto collegato allingresso reset del rel.
Al fine di evitare reset involontari dellallarme consigliabile utilizzare dei pulsanti a chiave (es. cod. GW 10 145, GW 12 145 e GW 14 145).
Il rel di chiamata GEwIss alimentato a 12V ac/dc, prevede oltre agli ingressi per il pulsante di allarme ALe quello di reset R, un contatto di uscita
NA + NO con potenziale a 12V per la gestione della segnalazione acustico-luminosa.
impianto di Chiamata allarme bagno
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione (Bobina) 12V ac/dc
Contatto di uscita 1 NA/NC 1A 12V dc
Pulsante
di chiamata
(a tirante)
Pulsante
di reset
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-2
GW 10 726 - GW 12 726 - GW 14 726
Morsetti di cablaggio
Alimentazione 12V: 0 /12
Ingressi:
AL - pulsante di allarme
R - pulsante di reset
Contatti di uscita a 12V:
NO - contatto normalmente aperto
NC - contatto normalmente chiuso
Schema di collegamento
Alimentazione
12V ac/dc
24
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 24 31/01/12 15.02
interruttore elettroniCo per CariChi gravosi
Rel bistabile adatto al comando di carichi gravosi come ad esempio batterie di lampade fluorescenti e a scarica oppure utilizzatori fissi con elevato
assorbimento quali condizionatori, forni, boiler.
Particolarmente indicato per il comando di carichi che implichino una frequente alternanza di attivazioni e disattivazioni (illuminazione in luoghi di
passaggio comandata da sensori a infrarossi, pompe di estrazione acqua e aria...).
Essendo inoltre particolarmente silenzioso, si presta ad essere installato anche in prossimit di camere da letto e studi.
In caso di black-out il rel conserva in memoria lo stato dellutilizzatore per ripristinare la stessa condizione al ritorno della tensione di rete.
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac 50/60 Hz
Dimensioni 2 moduli CHORUS
Contatto di uscita 1 NA 16A (AC1)/10A (AC15) 250V ac
Comando lampade fluorescenti max 10A
Led Verde, per segnalazione stato uscita
Possibilit di collegamento
con pulsanti remoti
GW 10 725 - GW 12 725 - GW 14 725
Morsetti di cablaggio
Alimentazione:
3 - Fase
2 - Neutro
Uscita priva di potenziale:
4 / 5 Contatto NA
Ingresso:
1 - Comando remoto
Schema di collegamento
25
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 25 31/01/12 15.02
prese interbloCCate
Molte situazioni di pericolo in ambito domestico sono riconducibili a guasti o perdite disolamento negli apparecchi utilizzatori, quelli portatili in particolare,
che si manifestano nel momento in cui vengono alimentati.
GEwIss ha realizzato delle prese interbloccate con interruttore bipolare, sia magnetotermico che magnetotermico differenziale, adatte per essere installate
nelle terminazioni dimpianto per la protezione del carico. Tali prese garantiscono che gli alveoli siano in tensione solo a spina inserita per evitare il formarsi
di archi elettrici allatto dellinserimento ed allestrazione della spina.
Lestrazione della spina comporta limmediato sgancio dellinterruttore automatico.
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac
Corrente nominale 16A
Potere dinterruzione 3kA
Corrente nominale differenziale 10mA
Caratteristica dintervento
magnetotermico
curva C
Tipo di differenziali Classe A
Numero di poli 1P + N / 1P
Tipo di presa 2P + T 16A bivalente
2P + T 16A st. italiano/tedesco
bivalente
E
n
e
r
g
i
a

s
p
e
c
i
f
i
c
a

p
a
s
s
a
n
t
e

I
2
t

(
A
2
s
)
Corrente di cortocircuito (A)
Potere di cortocircuito 3000 A
Zona dintervento termico da freddo
Legenda:
Curva della pericolosit
della corrente
Caratteristiche di intervento
Magnetotermico caratteristica C Differenziale
2- solo a spina completamente
inserita possibile chiudere
linterruttore.
1- assicurata lassenza di tensione
sugli alveoli.
3- linterruttore si apre
automaticamente nel momento in
cui si inizia ad estrarre la spina.
4- garantita la protezione in
caso di cortocircuito/sovraccarico e,
laddove previsto un interruttore
differenziale, anche in caso di
contatto diretto o indiretto.
Riferimenti normativi: CEI 23-50 (IEC 60884-1), EN 60898, EN 61009-1
GW 10 321
GW 12 321
GW 14 321
GW 10 311
GW 12 311
GW 14 311
Zona dintervento elettromagnetico
prelievo energia
26
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 26 31/01/12 15.02
prelievo segnale
Levoluzione dei sistemi di trasmissione televisivi e dei servizi rivolti allutente ha elevato il livello di prestazioni e di qualit richiesto negli impianti di
distribuzione del segnale.
Le norme EN 60728 (Impianti di distribuzione via cavo per segnali televisivi e sonori) definiscono lo standard Europeo attuale e futuro prescrivendo i
requisiti ai quali devono rispondere i vari componenti dellimpianto, prese terminali incluse.
Grazie ad un livello prestazionale elevato, le prese offrono una distribuzione ottimale dei segnali (digitali o analogici) come richiesto dai vari gestori per
laccesso ai servizi attuali e futuri.
prese tv-sat
CARATTERISTICHE VANTAGGI
Efficienza di schermatura
(in conformit alla normativa CEI - EN 50083-2 - classe A).
Le prese, realizzate in involucro metallico, risultano immuni alle emissioni
elettromagnetiche (EMC) presenti nellambiente.
Adattamento dimpedenza.
Sistema per il collegamento rapido e sicuro del cavo coassiale.
Si evitano indesiderate riflessioni di segnale.
Consente di mantenere la coassialit del cavo nel punto di collegamento.
Gamma diversificata in due tipologie: porte utente con connettore F
(tipo EN 60169-24) e con connettore IEC maschio 9,5 mm
(conforme HD 134.2 S2).
Massima flessibilit applicativa nei confronti di impianti singoli o centralizzati
(nuovi/rifacimenti/predisposizioni per futuri ampliamenti).
Nella ricezione satellitare, dato il range di frequenza, molto importante mantenere
la coassialit della connessione, caratteristica soddisfatta in modo particolare
dallinnovativa connessione e dalluso del connettore F.
APPLICAZIONI
TV SAT TV-SAT
Impianto
centralizzato con
distribuzione a stella
Impianto centralizzato
con distribuzione
in cascata
Impianto
SAT
singolo utente
Impianto combinato
TV-SAT
singolo utente
Impianto combinato
TV-SAT centralizzato
con distribuzione a stella
Impianto combinato
TV-SAT centralizzato
con prese passanti
Connettore F femmina Connettore IEC maschio
Riferimenti normativi: EN 50083-1; EN 50083-2; EN 50083-4
GW 20 277
TV SAT
Presa
diretta
TV
SAT
Presa
diretta
Presa
diretta
Prese
passanti
TV
SAT
Prese
dirette
Prese
dirette
Prese
passanti
Prese
passanti
Prese dirette
DATI TECNICI
Campo di frequenza Da 5 a 2400 MHz
Diametro cavo coassiale Da 5 a 7 mm
Canale di ritorno Da 5 a 40 MHz
Schermatura Classe A
Disuguaglianza di ritardo
crominanza/luminanza
< di 1 nsec. per tutti i modelli
Porta utente - Presa TV Connettore coassiale IEC maschio 9,5 mm
Porta utente - Presa TV-SAT Connettore coassiale F (Femmina)
27
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 27 31/01/12 15.02
Le prese TV-FM-SAT da 2 moduli permettono il collegamento contemporaneo di pi apparecchi. Le prese sono composte da:
- presa TV coassiale connettore IEC maschio
- presa TV-SAT coassiale connettore F femmina
- presa radio connettore IEC femmina
prese TV-FM-SAT
RJ11: GW 10 401 - GW 12 401 - GW 14 401
RJ11 IN-OUT: GW 10 402 - GW 12 402 - GW 14 402
RJ12: GW 10 404 - GW 12 404 - GW 14 404
RJ11 DOPPIO: GW 10 403 - GW 12 403 - GW 14 403
Spina
Nota: Nel collegamento in serie, lestrazione di una delle spine
determina lo scollegamento delle prese poste a valle. Per eliminare
questo problema sufficiente inserire una spina, con ponticello tra i
morsetti 3-4, nella presa dove stato rimosso lapparecchio telefonico.
Collegamento in serie
Doppino telefonico
Ogni presa preleva il segnale dalla linea.
Non esiste segreto di conversazione.
Collegamento in parallelo
Doppino telefonico
I morsetti 3 e 4 sono collegati tramite il contatto interno al telefono che
chiuso a ricevitore agganciato. Lo sgancio del ricevitore determina
linterruzione della linea a valle (polo L1) garantendo il segreto di
conversazione.
Riferimenti normativi: ISO 11801
GW 10 381 - GW 12 381 - GW 14 381 GW 10 382 - GW 12 382 - GW 14 382 GW 10 383 - GW 12 383 - GW 14 383
Codice Tipo di presa
Attenuazione di
Derivazione
(Perdita di Base)
Isolamento
(valore medio
tra le porte)
Perdita di ritorno (porta ingresso) Passaggio di corrente
Canale di ritorno
5-40 MHz.
TV
47-862 MHz.
SAT
950-2400 MHz.
TV FM SAT
GW 10-12-14 381 TV-FM <1,5 dB >22 dB >18 dB >10 dB - - - -
GW 10-12-14 382 TV-FM-SAT <2,5 dB >20 dB >10 dB >10 dB >12 dB - - 500 mA
GW 10-12-14 383 TV-SAT <1,5 dB >25 dB >10 dB >10 dB >10 dB - - 500 mA
Connettori telefonici RJ11 a 4 contatti adatti per la connessione di telefoni, telefax, modem e RJ12 a 6 contatti adatti per la connessione di impianti telefonici
intercomunicanti.
Connettori telefoniCi standard internazionale
CONNETTORE RJ11 IN-OUT CONNETTORE RJ11 DOPPIO
Il connettore RJ11 IN-OUT offre la possibilit di
collegare una linea dingresso e una duscita in modo
semplice e veloce. La morsettiera sdoppiata evita
lutilizzo di morsetti aggiuntivi ed agevola le operazioni
di cablaggio. Fissaggio del cavo sui morsetti a
perforazione disolante.
Il connettore RJ11 doppio offre 2 connettori RJ11 in un
solo modulo. La doppia morsettiera posteriore agevola
le operazioni di cablaggio. Fissaggio del cavo sui
morsetti a perforazione disolante.
28
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 28 31/01/12 15.02
Connettori RJ45 di categoria 5e e 6 schermati (FTP) e non schermati (UTP)
per trasmissione dati. Consentono il collegamento in rete di apparecchi
informatici (computer, stampanti, modem, etc.) e la connessione di
dispositivi multimediali (es. videoconferenze). Possono essere utilizzati
anche per impianti telefonici tradizionali e centralizzati.
Connettori per Cablaggio strutturato
DATI TECNICI
GW 10 421
GW 12 421
GW 14 421
GW 10 422
GW 12 422
GW 14 422
Connettore tipo RJ45
Tipo di cavi utilizzati UTP FTP
Numero contatti 8
Morsetti Toolless
Categoria 5e
Velocit di trasmissione 100MHz
Protocolli di trasmissione utilizzati EIA/TIA 568A - EIA/TIA 568B
CAT 5e
GW 10 421 - GW 12 421 - GW 14 421
GW 10 422 - GW 12 422 - GW 14 422
Schemi
Per ottenere la
configurazione EIA/TIA 568A
o 568B a fianco riportate,
seguire il codice colore
riportato sulla morsettiera
(dei prodotti).
EIA/TIA - 568A EIA/TIA - 568B
Riferimenti normativi: EN 50 173 - ISO 11801 EIA / TIA 568A
Con la connessione Toolless possibile realizzare il collegamento senza lutilizzo di strumenti aggiuntivi.
Questa connessione semplifica le operazioni di cablaggio.
Connessione toolless
I conduttori non intestati vengono inseriti nelle apposite sedi a lama.
La chiusura del coperchio assicura una completa incisione dellisolante e la continuit elettrica con il contatto.
DATI TECNICI
GW 10 423
GW 12 423
GW 14 423
GW 10 424
GW 12 424
GW 14 424
Connettore tipo RJ45
Tipo di cavi utilizzati UTP FTP
Numero contatti 8
Morsetti Toolless
Categoria 6
Velocit di trasmissione 250MHz
Protocolli di trasmissione utilizzati EIA/TIA 568A - EIA/TIA 568B
CAT 6
GW 10 423 - GW 12 423 - GW 14 423
GW 10 424 - GW 12 424 - GW 14 424
UTP-FTP UTP-FTP
CLACK!
UTP-FTP UTP-FTP FTP
FTP FTP
24-26AWG
60 mm
UTP-FTP
23-24AWG
30 mm
UTP
UTP UTP UTP
FTP FTP FTP
23-24AWG
FTP
30mm 10mm
29
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 29 31/01/12 15.02
CLACK!
2
max 1,5 mm
3
1
Accettano connettori RJ45 con attacco tipo Keyston Jack (realizzati in conformit alla norma CEI EN 60603-7).
Dotato di morsetti frontali (rosso e nero) per linserimento di cavi rigidi o flessibili con sezione massima pari a 1,5mm
2
. Morsetti
posteriori doppi a perforazione disolante per cavi AWG24 o per cavi rigidi con sezione massima pari a 0,25mm
2
(consigliato lutilizzo di
un inseritore impact tool tipo GW 38 051).
Adattatori femmina-femmina per cavi USB (di tipo A) e per cavi HDMI.
Data la profondit degli adattatori, qualora siano installati allinterno di scatole da incasso e da parete tradizionali, prestare attenzione allo spazio rimanente
tra i frutti e il fondo della scatola in cui sono alloggiati.
Contenitori vuoti per Connettori dati rJ45
Connettore diffusione sonora
adattatori usb e hdmi
GW 10 431 - GW 12 431 - GW 14 431
GW 10 458 - GW 12 458 - GW 14 458
ADATTATORE USB ADATTATORE HDMI
Adattatore USB di tipo A, femmina-femmina
34 mm
30 mm
Adattatore HDMI, femmina-femmina
GW 10 457
GW 12 457 - GW 14 457
GW 10 456
GW 12 456 - GW 14 456
30
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 30 31/01/12 15.02
protezione
Gli interruttori automatici proteggono il carico elettrico connesso a valle, direttamente o attraverso una presa a spina, contro i sovraccarichi e cortocircuiti e,
mediante la parte differenziale, contro le tensioni di contatto. Possono essere installati in abbinamento agli interruttori magnetotermici e magnetotermici
differenziali utilizzati, nel centralino dappartamento, per diversificare le diverse linee rispettando la selettivit.
Sono particolarmente adatti nei locali dove maggiore il pericolo di elettrocuzione, quali i bagni, a protezione di apparecchi terminali, come protezione di
apparecchi utilizzatori portatili in ambito domestico e similare, etc.
Intervento magnetotermico con caratteristica C e differenziale di tipo A per correnti di guasto alternate e pulsanti unidirezionali.
interruttori automatiCi
Riferimenti normativi: EN 60898-1; EN 61009-1; EN 61543
DATI TECNICI
Tensione di
alimentazione
Numero
poli
Corrente
nominale
Potere
dinterruzione
Corrente
nominale
differenziale
Codice
I
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
m
a
g
n
e
t
o
t
e
r
m
i
c
o
230V ac
1P
6A
3kA
GW 10 461 - GW 12 461 - GW 14 461
10A GW 10 462 - GW 12 462 - GW 14 462
16A GW 10 463 - GW 12 463 - GW 14 463
1P + N
6A GW 10 466 - GW 12 466 - GW 14 466
10A GW 10 467 - GW 12 467 - GW 14 467
16A GW 10 468 - GW 12 468 - GW 14 468
I
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
m
a
g
n
e
t
o
t
e
r
m
i
c
o
d
i
f
f
e
r
e
n
z
i
a
l
e
230V ac 1P + N
6A
3kA
10mA
GW 10 482 - GW 12 482 - GW 14 482
10A GW 10 485 - GW 12 485 - GW 14 485
16A GW 10 488 - GW 12 488 - GW 14 488
6A
30mA
GW 10 483 - GW 12 483 - GW 14 483
10A GW 10 486 - GW 12 486 - GW 14 486
16A GW 10 489 - GW 12 489 - GW 14 489
Interruttore magnetotermico
differenziale
Interruttore
magnetotermico
Zona dintervento termico da freddo
Legenda:
Curva della pericolosit
della corrente
E
n
e
r
g
i
a

s
p
e
c
i
f
i
c
a

p
a
s
s
a
n
t
e

I
2
t

(
A
2
s
)
Corrente di cortocircuito (A)
Potere di cortocircuito 3000 A
Caratteristiche di intervento
Magnetotermico caratteristica C Differenziale
Zona dintervento elettromagnetico
31
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 31 31/01/12 15.02
Il limitatore di sovratensione uno scaricatore del tipo a varistore adatto alla protezione delle prese di alimentazione di tutti i tipi di apparecchi elettrici, in
particolare quelli contenenti componenti elettronici (TV, lettore DVD, impianto Hi-Fi, etc.) dai danni che possono derivare dalla presenza di sovratensioni
indotte nella rete da manovre o da scariche atmosferiche. Allutilizzatore il picco di sovratensione non arriva, o per lo meno risulta fortemente attenuato. In
caso di rottura del varistore, la presenza di un fusibile evita linsorgere di un cortocircuito. Lavaria segnalata dallo spegnimento del LED e dalla mancanza
dellalimentazione.
limitatore di sovratensione
DATI TECNICI
Tensione nominale 250V ac
Uc 275V ac 50/60 Hz
Up 1kV
Uoc <= 2,5 kV
GW 10 491
GW 12 491 - GW 14 491
Riferimenti normativi: EN 61643-11
Morsetti di collegamento
Linea in ingresso: L in - Fase
N in - Neutro
Linea in uscita: L out - Fase
N out - Neutro
GW 10 492 - GW 12 492 - GW 14 492
Schema di collegamento
Schema di collegamento
Lofferta GEwIss per la protezione dei circuiti contro le sovratensioni nellambito del settore domestico e similare si completa con gli scaricatori presenti
nel catalogo ENERGY realizzati per linstallazione nei centralini dappartamento.
Elemento modulare per linstallazione di fusibili di dimensioni 6,3x32mm con corrente nominale massima pari a 16A.
Da prevedere a monte delle prese alimentanti dispositivi, per i quali consigliabile una protezione aggiuntiva contro le sovracorrenti e i cortocircuiti.
Particolarmente indicato anche per la protezione di regolatori elettronici (dimmer). Il fusibile non incluso.
portafusibile
DATI TECNICI
Tensione nominale 230V ac
Massima corrente nominale 16A
Numero di poli 1
Fusibili inseribili 6,3x32 mm
Fusibile
32
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 32 31/01/12 15.02
segnalazione
Lampada a LED ad alta efficienza, da inserire in una qualsiasi presa standard italiano, tedesco o francese, adatta allilluminazione ausiliaria nel caso di
mancanza della tensione di rete, si pu facilmente estrarre ed usare come una normale lampada portatile ricaricabile. Selezionando la funzione night pu
essere utilizzata come luce notturna di cortesia, in questa modalit la lampada si spegne automaticamente dopo circa 30 minuti. Il tempo impiegato ad
effettuare la ricarica completa di circa 36 ore.
Led di segnalazione:
- verde: indica la presenza della rete
- rosso: indica linibizione della funzione anti black-out
lampada anti blaCk-out estraibile
Lampada da incasso anti black-out 1 modulo Chorus adatta allilluminazione ausiliaria in caso di mancanza di tensione di rete. Led frontale con indicazione
presenza rete e stand-by (verde acceso fisso).
lampada anti blaCk-out da inCasso
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac
Batteria Ni-Mh
Autonomia minima 1 ora
Tempo di ricarica 12 ore
Lampada LED bianco ad alta efficienza
Dimensioni 1 modulo Chorus
GW 10 662 - GW 12 662 - GW 14 662
Riferimenti normativi: EN 60065; EN 61000-6-3; EN 61000-6-1
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac
Batteria Ni-Mh 3,6V 80mAh
Autonomia minima 2 ore
Tempo di ricarica 36 ore
Lampada LED ad alta efficienza
Potenza assorbita in stand-by 2W GW 10 661 - GW 12 661 - GW 14 661
La lampada, mediante un selettore posto sul
frontale, pu funzionare secondo diverse
modalit:
- emergenza: si accende automaticamente
quando viene a mancare la tensione di rete
- inibizione: lampada sempre spenta
- night: la lampada rimane accesa per circa
30 minuti alimentata a batteria dopodich
si spegne e si ricarica automaticamente
Tipo Presa
Codice presa
(esempio)
Sporgenza lampada GW 1x 661
(dalla superficie della placca)
Standard italiano GW 1x 203 42 mm
Standard italiano/tedesco GW 1x 204 30 mm
Standard tedesco GW 1x 241 24 mm
33
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 33 31/01/12 15.02
Permettono di visualizzare a notevole distanza lo stato ON/OFF di un utilizzatore o di un circuito luce. La luce generata dalla spia visibile non solo
frontalmente ma anche lateralmente. Adatto per applicazioni particolari quali la segnalazione di chiamata dalle stanze da letto in ambito ospedaliero.
Le spie sporgenti sono fornite con fonte luminosa a LED.
spie sporgenti
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 12V ac/dc o 230V ac
Dimensioni 2 moduli Chorus
Tipo di lampada LED
Potenza assorbita 12V: 0,4W - 230V: 6W
Permettono di visualizzare a notevole distanza lo stato ON/OFF di un
utilizzatore o di un circuito luce. Le spie di segnalazione Chorus a mezzo
modulo permettono un notevole risparmio di spazio.
spie di segnalazione
Riferimenti normativi: EN 62094-1
1/2 Modulo
GW 10 641 - GW 12 641 - GW 14 641 Opale
GW 10 642 - GW 12 642 - GW 14 642 Verde
GW 10 643 - GW 12 643 - GW 14 643 Rosso
GW 10 644 - GW 12 644 - GW 14 644 Ambra
1 Modulo
GW 10 621 - GW 12 621 - GW 14 621 Opale
GW 10 622 - GW 12 622 - GW 14 622 Verde
GW 10 623 - GW 12 623 - GW 14 623 Rosso
GW 10 624 - GW 12 624 - GW 14 624 Ambra
1 Modulo
GW 10 628 - GW 12 628 - GW 14 628 Opale/opale
GW 10 629 - GW 12 629 - GW 14 629 Rosso/verde
Le spie di segnalazione devono essere completate
con unit di segnalazione ad ampolla da inserire
sul retro del prodotto
GW 10 633 - GW 12 633 - GW 14 633
Rosso
GW 10 634 - GW 12 634 - GW 14 634
Ambra
GW 10 631 - GW 12 631 - GW 14 631
Opale
GW 10 632 - GW 12 632 - GW 14 632
Verde
Riferimenti normativi: EN 62094-1
GW 10 666 - GW 12 666 - GW 14 666
Lampada autonoma di emergenza per scatole da incasso a 4 moduli adatta per illuminazione di emergenza in ambienti abitativi o di pubblico servizio nel
caso di mancanza della tensione di rete. Un LED frontale di colore verde indica la presenza della tensione di rete. Pu essere utilizzata per lilluminazione di
vie duscita, passaggi pericolosi etc Lilluminazione realizzata con LED bianco ad alta efficienza.
lampada autonoma di emergenza
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac
Batteria Ni-Mh 3,6V 1100mAh
Autonomia minima 1 ora
Tempo di ricarica 24 ore
Lampada LED bianco ad alta efficienza
Potenza assorbita in stand-by 2W
Dimensioni 4 moduli Chorus
Flusso luminoso 20 lumen
Riferimenti normativi: EN 60598-1; EN 60598-2-22; EN 60598-2-2; EN 55015; EN 61547
34
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 34 31/01/12 15.02
Lampada a LED bianchi adatta ad un utilizzo come segnapasso, luce di cortesia, luce notturna etc
Il prodotto dispone di un doppio ingresso di alimentazione 12V ac/dc 230V ac.
La lampada a LED bianchi integrata nel prodotto.
lampada segnapasso
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione GW 10 611 - GW 12 611 - GW 14 611 12V ac/dc
GW 10 612 - GW 12 612 - GW 14 612 230V ac - 50Hz
Dimensioni 2 moduli CHORUS
Potenza assorbita 6,5VA
Intensit sonora 80dB a 1m
Riferimenti normativi: EN 62094-1
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 12V ac/dc o 230V ac 50/60Hz
Dimensioni 2-4 moduli Chorus
Tipo di lampada Led bianchi ad alta efficienza
Potenza assorbita 12V 2 moduli: 0,12W
230V 2 moduli: 0,6W
12V 4 moduli: 0,1W
230V 4 moduli: 0,5W
La suoneria tre ingressi indipendenti dispone di tre differenti segnalazioni acustiche:
- suono tipo emergenza (es. allarme bagno)
- suono bitonale (es. suoneria ingresso principale)
- suono tipo trillo (es. suoneria ingresso secondario)
Possibilit di regolazione del volume della suoneria per mezzo di un pulsante posto sulla parte posteriore del prodotto.
suoneria tre ingressi indipendenti
Pulsante
regolazione volume
Riferimenti normativi: IEC 62080
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: L - Fase
N - Neutro
Ingressi suonerie: 1 - Emergenza
2 - Bitonale
3 - Trillo
Schema di collegamento GW 10 611 - GW 10 612
GW 12 611 - GW 12 612
GW 14 611 - GW 14 612
2 moduli Chorus
GW 10 651 - GW 12 651 - GW 14 651
4 moduli Chorus
GW 10 656 - GW 12 656 - GW 14 656
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: Morsetti 1-2: 12V
Morsetti 1-3: 230V
35
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 35 31/01/12 15.02
- Display LCD retroilluminato di colore bianco
- Visualizzazione di ora (12/24h), giorno della settimana e data
- Visualizzazione della temperatura
- Funzione sveglia con due allarmi giornalieri indipendenti
- Visualizzazione dellora programmata e delle suonerie attive
- Funzione snooze per la tacitazione temporanea dellallarme
- Unit di misura della temperatura selezionabile (C, F)
- Batteria tampone ricaricabile
orologio - sveglia - termometro
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac
Dimensioni 2 moduli Chorus
Temperatura di funzionamento -5 +45C
Riserva di carica 48 ore
Intensit sonora 72 dB a 1m
Durata tacitazione temporanea 5 minuti
Campo di visualizzazione
temperatura
0 - +45C
Riferimenti normativi: EN 60730-1; EN 60730-2-7
Riferimenti normativi: EN 60065; EN 55014-1; EN 55014-2
gestione energia, Clima e Comfort
- Dispositivo elettronico per il comando temporizzato di un carico
- Display LCD positivo retroilluminato di colore bianco
- Indicazione permanente di: ora, giorno della settimana, stato accensione carico, stato di funzionamento/modalit operativa
- 144 cicli giornalieri impostabili (transizioni ogni 5 minuti)
- Collegamento seriale al remotizzatore GSM GW 90 821 per il comando remoto del dispositivo
- Attivazione/disattivazione manuale del carico (modalit MAN)
- Attivazione/disattivazione programmata, a ciclo giornaliero/settimanale, del carico (modalit AUTO)
- Disattivazione permanente del carico (modalit OFF)
- Immediata visualizzazione della pianificazione giornaliera tramite istogramma permanentemente visualizzato
- Batteria tampone ricaricabile
programmatore elettroniCo giornaliero settimanale a 1 Canale
Chorus: GW 10 581 - GW 12 581 - GW 14 581
Pulsanti di comando:
- Selezione modalit funzionamento
- Selezione modalit operativa
- Modifica (incremento)
- Modifica (decremento)
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: L - Fase
N - Neutro
Rele di uscita: 1 - Contatto NA
2 - Contatto NC
3 - Comune
Linea seriale: 4 - TX (dati in uscita)
5 - GND (comune)
6 - RX (dati in ingresso)
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac 50/60Hz
Contatti di uscita 1NA/NC 8A(AC1) / 4A(AC15) 250V ac
Riserva di carica 48 ore
Dimensioni 2 moduli
N. attivazioni/disattivazioni 144
GW 10 708 - GW 12 708 - GW 14 708
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: L - Fase
N - Neutro
36
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 36 31/01/12 15.02
Il temporizzatore elettronico consente di comandare gruppi di punti luce o di utilizzatori programmando lo spegnimento automatico dopo un intervallo di
tempo preimpostato. Sul dispositivo presente un pulsante per il comando ed un LED che indica la presenza della tensione di rete.
Tramite un selettore rotativo posto sul fianco del prodotto possibile variare la temporizzazione (15-30-45-1-130-2-3-5-10-15).
Il dispositivo consente di alimentare, tramite il circuito di comando dei pulsanti remoti collegati, fino a 15 unit di segnalazione a led per la localizzazione.
5 secondi prima della scadenza dellintervallo di temporizzazione il dispositivo segnala, tramite una breve disattivazione del carico, limminente scadenza
dellaccensione. Tenendo premuto per 5 secondi il pulsante locale si attiva/disattiva la funzione pulizia scale: in questa modalit il carico rimane attivo
per 30 minuti.
temporizzatore elettroniCo
Riferimenti normativi: EN 60669-1, EN 60669-2-1
Il temporizzatore a rel dotato di un pulsante frontale per lattivazione locale ed in grado di gestire una serie di punti luce o utilizzatori, limitandone il
tempo di funzionamento, pu anche essere utilizzato per comandare laspiratore utilizzato nei servizi igenici evitando cos sprechi inutili di energia elettrica.
Il temporizzatore dotato, inoltre, di un LED che indica la presenza della tensione di rete e di un selettore rotativo, posto al di sotto della mostrina frontale
facilmente rimovibile, per determinare la durata dellattivazione del carico (15-30-45-1-130-2-3-5-10-15).
Il dispositivo consente di alimentare, tramite il circuito di comando dei pulsanti remoti collegati, le unit di segnalazione per la funzione di localizzazione
fino ad un massimo di 15. Tenendo premuto per 5 secondi il pulsante locale si attiva/disattiva la funzione pulizia scale (per le modalit 1 e 2) o la funzione
forzatura ventola (per 3 e 4). In queste modalit il carico rimane attivo per 30 minuti.
temporizzatore a rel
Riferimenti normativi: EN 60669-1, EN 60669-2-1
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac
Tipo di contatto Elettronico a TRIAC
Contatto di uscita 1 NA 2A (AC1) 250V ac
Comando lampade fluorescenti non adatto
Dimensioni 1 modulo CHORUS
Regolazione durata intervento 15 secondi 15 minuti
N pulsanti remotizzabili 15
Unit di segnalazione con
funzione localizzazione
GW 10 583 - GW 12 583 - GW 14 583
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: L - Fase
N - Neutro
Comando: 1 - Carico
Ingresso: 2 - Comando remoto
GW 10 582 - GW 12 582 - GW 14 582
A seconda del collegamento dei contatti possibile selezionare una fra le
seguenti modalit operative:
1 - Temporizzazione con ripristino del ritardo
2 - Temporizzazione senza ripristino del ritardo
3 - Ritardo nellarresto dellaspiratore dopo lo spegnimento della lampada
(laspiratore si avvia allaccensione della lampada)
4 - Laccensione e lo spegnimento temporizzato dellaspiratore
avvengono dopo lo spegnimento della luce.
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: 3 - Fase
2 - Neutro
Uscita priva
di potenziale: 4/5 Contatto NA
Ingresso: 1 - Comando remoto
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac
Tipo di contatto a rel
Contatto di uscita 1NA - 16A(AC1) / 4A(AC15) 250V ac
Comando lampade fluorescenti max. 4A
Dimensioni 2 moduli CHORUS
Regolazione durata intervento 15 secondi 15 minuti
N pulsanti remotizzabili 15
Schema di collegamento
37
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 37 31/01/12 15.02
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1
dimmer
Dimmer con regolazione tradizionale potenziometrica e spegnimento statico con manopola in posizione zero.
regolatori elettroniCi rotativi
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 561 - GW 12 561 - GW 14 561 GW 10 564 - GW 12 564 - GW 14 564 (*)
Tecnologia a TRIAC a TRIAC
Tensione di alimentazione 230V ac 230V ac
Potenza max carico resistivo 100 - 500W 100 - 900W
Potenza max carico induttivo 40 - 300VA
Carico regolabile
- Lampade ad incandescenza e alogene
- Trasformatori toroidali, lamellari
- Motori a collettore
Dimensioni 1 modulo Chorus 1 modulo Chorus
Fusibile Fusibile
Impiego tipico:
- Settore residenziale per
regolazione sorgenti luminose.
Manopola di comando:
ON/OFF
regolazione a rotazione
Segnalazione luminosa
di localizzazione e di
presenza tensione di rete.
(*) GW 10 564 - GW 12 564 - GW 14 564 Articolo destinato esclusivamente allespostazione in alcuni Paesi non aderenti allUnione Europea.
Deviatori
Dimmer con deviatore incorporato che rende possibile il comando accensione e spegnimento da un secondo punto (mediante deviatore) o da pi punti
(mediante invertitori). Accensione e spegnimento con pressione sulla manopola; regolazione mediante rotazione della stessa.
regolatori elettroniCi rotativi Con deviatore
Impiego tipico:
- Settore residenziale per
regolazione sorgenti luminose.
- In impianti esistenti il dimmer
con deviatore pu essere
semplicemente installato in
sostituzione di un deviatore,
senza modificare il circuito
originario.
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1
Deviatore
Deviatore
Fusibile Fusibile
Invertitore
Manopola di comando:
ON/OFF a pressione
regolazione a rotazione
Segnalazione luminosa di
localizzazione e di presenza
tensione di rete
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 567 - GW 12 567 - GW 14 567
Tecnologia a TRIAC
Tensione di alimentazione 230V ac
Potenza max carico resistivo 100 - 500W
Potenza max carico induttivo 100 - 500VA
Carico regolabile
- Lampade ad incandescenza e alogene
- Trasformatori toroidali, lamellari
Dimensioni 1 modulo Chorus
Dimmer del tipo a pulsante con regolazioni a passi preimpostati (0-25-50-100%). Agendo sul pulsante con una pressione breve, si otterr laccensione alla
velocit minima, ad ogni pressione successiva si otterr una variazione di velocit passando dalla velocit minima alla media ed infine alla massima, la
pressione successiva determina lo spegnimento.
regolatori elettroniCi a pulsante per agitatori daria
Fusibile
Pulsante di comando:
ON/OFF a pressione
regolazione mediante
pressione
Segnalazione luminosa di
localizzazione e di presenza
tensione di rete
Impiego tipico:
- adatto alle regolazioni di agitatori daria, ventole ed aspiratori con
motori ad induzione. Possibilit di comando tramite pulsante esterno NA.
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 574 - GW 12 574 - GW 14 574
Tensione di alimentazione 230V ac
Potenza 55-80 VA
Dimensioni 1 modulo Chorus
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1
38
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 38 31/01/12 15.02
Dimmer del tipo a pulsante, con possibilit di comando e regolazione da un numero qualsiasi di punti mediante pulsanti unipolari con contatto NA;
accensione e spegnimento graduali mediante tocco breve al livello di regolazione predeterminato (memoria intensit); regolazione mediante pressione
prolungata dello stesso tasto.
regolatori elettroniCi a pulsante per CariChi resistivi/induttivi
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1
Prima
Fusibile
Deviatori
Dopo
Impiego tipico:
- Settore residenziale per regolazione sorgenti luminose.
- Settore terziario, in camere dalbergo, ambienti per comunit, sale conferenza, per la regolazione delle sorgenti luminose.
- In impianti esistenti i dimmer possono essere semplicemente installati sostituendo i deviatori, senza modificare il circuito originario.
Pulsante di comando:
- ON/OFF con tocco;
- regolazione con pressione prolungata
Segnalazione luminosa di
localizzazione
e di presenza rete
GW 10 568
GW 12 568
GW 14 568
GW 10 571
GW 12 571
GW 14 571
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: 2 - Fase
Comando: - Carico
Ingresso: 1 - Comando remoto
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 568 - GW 12 568 - GW 14 568 GW 10 571 - GW 12 571 - GW 14 571
Tecnologia a TRIAC a transistor IGBT
Tensione di alimentazione 230V ac 230V ac
Potenza max carico resistivo 60 - 500W 40 - 300W
Potenza max carico induttivo 60 - 500VA 40 - 300VA
Carico regolabile
- Lampade ad incandescenza e alogene
- Trasformatori ferromagnetici
- Trasformatori elettronici
Dimensioni 1 modulo Chorus 1 modulo Chorus
Protezione da installare in associazione ad
un fusibile rapido ad alto potere
dinterruzione
da installare in associazione ad
un fusibile rapido ad alto potere
dinterruzione
CARATTERISTICHE VANTAGGI
Memorizzazione del livello
di regolazione
Facilit nel posizionarsi su un livello di
regolazione standard
Accensione graduale Aumento della vita della lampada
riducendo lo stress del filamento
durante laccensione a freddo, inoltre
evita leffetto abbagliante delle persone
Spegnimento graduale Garantisce un passaggio graduale
dallo stato di massima luminosit a
quello di spento
L P
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: L - Fase
Comando: - Carico
Ingresso: P - Comando remoto
39
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 39 31/01/12 15.02
Comandi touCh
Gli apparecchi di comando Touch rappresentano una innovativa gamma di apparecchi modulari per limpianto elettrico: una linea dallelevato contenuto
tecnologico ed estetico che dona allimpianto elettrico un elemento di arredo e stile.
Il carattere estetico maggiormente distintivo dei comandi Touch quello del rasomuro.
La principale caratteristica della tecnologia rappresentata dal sistema cap-sensitiveper lacquisizione del comando: un leggero tocco (o sfioro)
dellapparecchio determina un cambiamento di stato del comando di uscita (accensione, spegnimento o regolazione).
La gamma si compone di un interruttore (GW 1X 904) ed un dimmer (GW 1X 905) che possono essere comandati sia localmente sia da remoto utilizzando
il duplicatore di comando (GW 1X 906) o generici pulsanti N.A.
introduzione
Il tocco (o sfioro) breve e/o prolungato determina lazionamento o lo spegnimento del carico; azione eseguibile anche da pulsanti remoti e dai duplicatori di
comando Touch. Una semplice programmazione permette di configurare le segnalazioni di tipo acustico (buzzer), luminoso (led blu a due livelli di intensit)
ed il contatto di uscita (bistabile o monostabile).
interruttore touCh
GW 10 904
GW 12 904
GW 14 904
Morsetti di collegamento:
Alimentazione: N - Neutro
L - Linea
Comando: - Carico
Ingresso: P - Comando remoto
F
L N
230 Vac
GW10904
GW12904
GW14904
GW10906
GW12906
GW14906
GW10906
GW12906
GW14906
GW 10 904
GW 12 904
GW 14 904
GW 10 906
GW 12 906
GW 14 906
GW 10 906
GW 12 906
GW 14 906
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 904 - 12 904 - 14 904
Tensione di alimentazione 230V ac - 50 Hz
Carico lampade ad incandescenza e alogene: 500W
lampade a risparmio energetico: 100W (max 4 lamp.)
lampade fluorescenti non rifasate: 100W
Dimensioni 1 modulo Chorus
Protezione
prevedere un fusibile ad alto potere dinterruzione
posto sulla linea di alimentazione
NOTA: per tutti i tipi di carico non indicati nella tabella, utilizzare un rel di appoggio.
40
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 40 31/01/12 15.03
Il tocco (o sfioro) breve determina laccensione del carico al valore pre-impostato (memoria) o lo spegnimento.
Il tocco (o sfioro) prolungato determina la regolazione del carico; azione eseguibile anche dai pulsanti remoti e dai duplicatori di comando Touch.
Una semplice programmazione permette di configurare le segnalazioni sia di tipo acustico (buzzer) che luminoso (led blu a due livelli di intensit).
Per evitare linsorgere di surriscaldamenti sconsigliata linstallazione di pi dimmer touch affiancati allinterno dello stesso contenitore.
dimmer touCh
GW 10 905
GW 12 905
GW 14 905
GW 10 906
GW 12 906
GW 14 906
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 905 - 12 905 - 14 905
Tensione di alimentazione 230V ac
Potenza carico 40 - 300VA
Carico regolabile lampade ad incandescenza e alogene
trasformatori toroidali e lamellari
Dimensioni 1 modulo Chorus
Protezione
prevedere un fusibile ad alto potere
dinterruzione posto sulla linea di
alimentazione
Il duplicatore di comando Touch pu lavorare esclusivamente in abbinamento con gli interruttori ed i dimmer Touch.
I duplicatori di comando collegati ai prodotti touch si comportano come pulsanti N.A. con la peculiarit di mantenere inalterate le caratteristiche tecniche
ed estetiche del sistema. Il tocco (o sfioro) breve e/o prolungato determina lazionamento ciclico del carico (tramite dimmer o interruttore Touch).
Una semplice programmazione permette di configurare le segnalazioni sia di tipo acustico (buzzer) che luminoso (led blu a due livelli di intensit). Dal
duplicatore di comando non possibile conoscere lo stato del carico.
dupliCatore di Comando touCh
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 906 - 12 906 - 14 906
Tensione di alimentazione 230V ac
Dimensioni 1 modulo Chorus
Protezione
prevedere un fusibile ad alto potere
dinterruzione posto sulla linea di
alimentazione
F
L N
230 Vac
GW 10 905
GW 12 905
GW 14 905
GW 10 906
GW 12 906
GW 14 906
GW 10 906
GW 12 906
GW 14 906
Morsetti di collegamento
Alimentazione: 2 - Fase
Comando: - Carico
Ingresso: 1 - Comando remoto
Morsetti di collegamento
Alimentazione: N - Neutro
L - Linea
Uscita: P - Comando remoto
41
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 41 31/01/12 15.03
moduli Comando touCh
I moduli di comando Touch rappresentano una innovativa gamma di apparecchi modulari per limpianto
elettrico: una linea dallelevato contenuto tecnologico ed estetico che dona allimpianto elettrico un
elemento di arredo e stile, grazie al completamento con placche Chorus touch vetro.
La principale caratteristica della tecnologia rappresentata dal sistema cap-sensitiveper lacquisizione
del comando: un leggero tocco (o sfioro) dellapparecchio determina un cambiamento di stato del
comando di uscita (accensione, spegnimento o regolazione).
La gamma si compone di un modulo interruttore (GW 10 907) ed un modulo dimmer (GW 10 908) che
possono essere comandati sia localmente sia da remoto utilizzando il modulo duplicatore di comando
(GW 10 909) o generici pulsanti N.A.
introduzione
Il tocco (o sfioro) breve e/o prolungato determina lazionamento o lo spegnimento del carico; azione eseguibile anche da pulsanti remoti e dai moduli
duplicatori di comando Touch. Una semplice programmazione permette di configurare le segnalazioni di tipo acustico (buzzer), luminoso (led blu a due
livelli di intensit) ed il contatto di uscita (bistabile o monostabile).
Da completare con placca ICE Touch vetro standard italiano a 1, 2 o 3 simboli, di colore bianco (GW 16 951 CB, GW 16 952 CB o GW 16 953 CB), nero
(GW 16 951 CN, GW 16 952 CN o GW 16 953 CN) o titanio (GW 16 951 CT, GW 16 952 CT o GW 16 953 CT).
modulo interruttore touCh
GW 10 907
F
L N
230 Vac
GW10904
GW12904
GW14904
GW10906
GW12906
GW14906
GW10906
GW12906
GW14906
GW 10 907
GW 12 907
GW 14 907
GW 10 909
GW 12 909
GW 14 909
GW 10 909
GW 12 909
GW 14 909
Morsetti di collegamento:
Alimentazione: N - Neutro
L - Linea
Comando: - Carico
Ingresso: P - Comando remoto
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 907
Tensione di alimentazione 230V ac - 50 Hz
Carico lampade ad incandescenza e alogene: 500W
lampade a risparmio energetico: 100W (max 4 lamp.)
lampade fluorescenti non rifasate: 100W
Dimensioni 1 modulo Chorus
Protezione
prevedere un fusibile ad alto potere dinterruzione
posto sulla linea di alimentazione
NOTA: per tutti i tipi di carico non indicati nella tabella, utilizzare un rel di appoggio.
42
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 42 31/01/12 15.03
Il tocco (o sfioro) breve determina laccensione del carico al valore pre-impostato (memoria) o lo spegnimento.
Il tocco (o sfioro) prolungato determina la regolazione del carico; azione eseguibile anche dai pulsanti remoti e dai moduli duplicatori di comando Touch.
Una semplice programmazione permette di configurare le segnalazioni sia di tipo acustico (buzzer) che luminoso (led blu a due livelli di intensit).
Per evitare linsorgere di surriscaldamenti sconsigliata linstallazione di pi moduli dimmer touch affiancati allinterno dello stesso contenitore.
Da completare con placca ICE Touch vetro standard italiano a 1, 2 o 3 simboli, di colore bianco (GW 16 951 CB, GW 16 952 CB o GW 16 953 CB),
nero (GW 16 951 CN, GW 16 952 CN o GW 16 953 CN) o titanio (GW 16 951 CT, GW 16 952 CT o GW 16 953 CT).
modulo dimmer touCh
GW 10 908
GW 10 909
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 908
Tensione di alimentazione 230V ac
Potenza carico 40 - 300VA
Carico regolabile lampade ad incandescenza e alogene
trasformatori toroidali e lamellari
Dimensioni 1 modulo Chorus
Protezione
prevedere un fusibile ad alto potere
dinterruzione posto sulla linea di
alimentazione
Il modulo duplicatore di comando touch pu lavorare esclusivamente in abbinamento con i moduli interruttori e dimmer Touch.
I moduli duplicatori di comando collegati ai prodotti touch si comportano come pulsanti N.A. con la peculiarit di mantenere inalterate le caratterisitiche
tecniche ed estetiche del sistema. Il tocco (o sfioro) breve e/o prolungato determina lazionamento ciclico del carico (tramite moduli dimmer o interruttori
Touch). Una semplice programmazione permette di configurare le segnalazioni sia di tipo acustico (buzzer) che luminoso (led blu a due livelli di intensit).
Dal modulo duplicatore di comando non possibile conoscere lo stato del carico.
Da completare con placca ICE Touch vetro standard italiano a 1, 2 o 3 simboli, di colore bianco (GW 16 951 CB, GW 16 952 CB o GW 16 953 CB), nero (GW 16 951
CN, GW 16 952 CN o GW 16 953 CN) o titanio (GW 16 951 CT, GW 16 952 CT o GW 16 953 CT).
modulo dupliCatore di Comando touCh
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 909
Tensione di alimentazione 230V ac
Dimensioni 1 modulo Chorus
Protezione
prevedere un fusibile ad alto potere
dinterruzione posto sulla linea di
alimentazione
F
L N
230 Vac
GW 10 908
GW 12 908
GW 14 908
GW 10 909
GW 12 909
GW 14 909
GW 10 909
GW 12 909
GW 14 909
Morsetti di collegamento
Alimentazione: 2 - Fase
Comando: - Carico
Ingresso: 1 - Comando remoto
Morsetti di collegamento
Alimentazione: N - Neutro
L - Linea
Uscita: P - Comando remoto
43
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 43 31/01/12 15.03
pulsanti elettroniCi
I pulsanti elettronici rappresentano una innovativa gamma di apparecchi modulari, caratterizzati da una corsa minima e da un azionamento leggero
e silenzioso, per limpianto elettrico, sia di tipo tradizionale che domotico.
La gamma si compone di un pulsante luminoso 230V ac (GW 1X 912), di un pulsante luminoso per ingressi bus (GW 1X 913), di un pulsante doppia freccia
(GW 1X 914) e di un pulsante universale (GW 1x 915).
introduzione
Il pulsante generico per applicazioni 230V ac specifico per il comando di rel bistabili, interruttori elettronici per carichi gravosi o dimmer dotati di
ingresso per comando remoto. Dotato di led di localizzazione di colore ambra.
pulsante elettroniCo luminoso
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 912 - GW 12 912 - GW 14 912
Tensione di alimentazione 230V ac - 50/60 Hz
Portata contatto 4A (AC1) - 230V ac
Tipo di carico Rel
Dimmer (dotati di ingresso per comando
remoto)
Led Localizzazione (colore ambra)
Dimensioni 1 modulo Chorus
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: 1 - Neutro
3 - Fase
Comando: 2 - Carico
GW 10 912
GW 12 912
GW 14 912
Il pulsante per ingressi bus dedicato per collegamenti di interfacce contatti bus KNX. Dotato di led a due colori (per localizzazione notturna o segnalazione
stato carico).
pulsante elettroniCo luminoso per ingressi BUS
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 913 - GW 12 913 - GW 14 913
Tipo di contatto Privo di potenziale
Tipo di carico Interfacce contatti bus
Led Bicolore: ambra/verde, con colore
selezionabile mediante selettore.
Programmabile per operare come spia di
localizzazione notturna o per indicare lo
stato del carico
Dimensioni 1 modulo Chorus
Morsetti di cablaggio
Comando: 1 - LED
3 - Comune
2 - Contatto
GW 10 913
GW 12 913
GW 14 913
Collegamento di 1 canale
di uninterfaccia contatti
bus KNX
GW 90 834
GW 90 721
GW 10 913
GW 12 913
GW 14 913
Comando di
un rel
GW 10 912
GW 12 912
GW 14 912
Comando di
un dimmer
Dimmer
Rel
Bistabile
230V
GW 10 912
GW 12 912
GW 14 912
Canale 1
1 2 3
44
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 44 31/01/12 15.03
Il pulsante doppio per tapparelle dedicato per collegamenti di interfacce contatti bus KNX o di centraline elettroniche per la movimentazione di
tapparelle.
Il pulsante adatto per collegamenti di interfacce contatti bus KNX o per il comando di rel bistabili, interruttori elettronici per carichi gravosi o dimmer
dotati di ingresso per comando remoto.
pulsante elettroniCo doppio
pulsante elettroniCo universale
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 914 - GW 12 914 - GW 14 914
Tipo di contatto Doppio contatto, privo di potenziale, con
interblocco
Tipo di carico Interfacce contatti bus
Centraline elettroniche per tapparelle
Dimensioni 1 modulo Chorus
DATI TECNICI
Codice prodotto GW 10 915 - GW 12 915 - GW 14 915
Portata contatto 4A (AC1) - 230V ac
Tipo di contatto Privo di potenziale
Tipo di carico Rel
Dimmer (dotati di ingresso per comando
remoto)
Interfacce contatti bus
Dimensioni 1 modulo Chorus
Morsetti di cablaggio
Freccia su: 1 - Contatto NA
2 - Contatto NC
3 - Comune
Freccia gi: 6 - Contatto NA
5 - Contatto NC
4 - Comune
GW 10 914
GW 12 914
GW 14 914
GW 10 915
GW 12 915
GW 14 915
GW 10 914
GW 12 914
GW 14 914
GW 90 834
GW 90 721
Collegamento di 2 canali di
uninterfaccia contatti bus KNX
GW 10 914
GW 12 914
GW 14 914
Collegamento a centralina elettronica
per movimento tapparelle
Canale 1
Canale 2
Canale Su Canale Gi
Centralina elettronica per tapparelle
Morsetti di cablaggio
1 - Contatto NA
2 - Contatto NC
3 - Fase
45
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 45 31/01/12 15.03
Il cronotermostato consente di controllare in modo automatico su base settimanale la temperatura e le temporizzazioni allinterno dellambiente
dinstallazione, in combinazione con gli impianti di riscaldamento o di condizionamento.
- Alimentato dalla tensione di rete
- Contatto di uscita a rel per il comando della caldaia, condizionatore, elettrovalvola di zona, ecc.
- Display LCD retroilluminato di colore bianco (la retroilluminazione entra in funzione ogni volta che uno dei tasti viene premuto e termina 5 secondi dopo
lultima pressione)
- Programmazione su base settimanale (un programma per 7 giorni con profili orari indipendentemente configurabili per ciascun giorno)
- Impostazione profilo orario su base 24 ore con 3 diversi livelli di temperatura (T1, T2, T3) e visualizzazione del profilo
- Programmazione del profilo orario con risoluzione di 15 minuti senza limiti di numero di variazioni giornaliere
- Differenziale di regolazione impostabile e differenziato per RISCALDAMENTO e CONDIZIONAMENTO
- Funzioni PARTY e HOLIDAY per la programmazione di regimi di funzionamento speciali di differenti durate
- Modalit di funzionamento attivabili: AUTOMATICA / MANUALE / OFF
- Possibilit di scelta della funzione di auto-apprendimento del gradiente termico di impianto. Questa funzione ottimizza lanticipo del riscaldamento
(fino a 2 ore) in modo da garantire la temperatura impostata fin dallinizio del programma;
- possibile un collegamento seriale verso il remotizzatore GSM (GW 90 821) che ne consente il controllo remoto tramite SMS.
- Batteria tampone ricaricabile.
Cronotermostato - programmazione giornaliera/settimanale
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac 50/60Hz
Dimensioni 2 moduli
Contatto di uscita 1NA/NC con contatto privo di potenziale
5A(AC1) / 2A(AC15) 250V ac
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Campo di visualizzazione
temperatura rilevata
0 +45 C
Campo di regolazione +5 +40 C
Tolleranza 0,5C a 20C
Riserva di carica 48 ore
Tipo di funzionamento
Chorus: GW 10 703 - GW 12 703 - GW 14 703
Riferimenti normativi: EN 60730-1; EN 60730-2-7, EN 60730-2-9
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: L - Fase
N - Neutro
Rel di uscita: 1 - Contatto NA
2 - Contatto NC
3 - Comune
Linea seriale: 4 - TX
5 - GND (comune)
6 - RX
Display
LCD positivo
Pulsanti di
programmazione
Giorno della
settimana
Temperatura
ambiente
misurata
Orologio
Controllo Clima
46
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 46 31/01/12 15.03
Il cronotermostato consente di controllare in modo automatico su base settimanale la temperatura e le temporizzazioni allinterno dellambiente
dinstallazione, in combinazione con gli impianti di riscaldamento o di condizionamento.
- Alimentato con batterie alcaline (3 x 1,5Vtipo AAA)
- Contatto di uscita a rel per il comando della caldaia, condizionatore, elettrovalvola di zona, ecc.
- Programmazione su base settimanale (programma con profili orari indipendentemente configurabili per ciascun giorno della settimana)
- Impostazione profilo orario su base 24 ore con 3 diversi livelli di temperatura (T1, T2, T3) e visualizzazione del profilo
- Programmazione del profilo orario con risoluzione di 15 minuti senza limiti di numero di variazioni giornaliere
- Differenziale di regolazione impostabile e differenziato per RISCALDAMENTO e CONDIZIONAMENTO
- Funzioni PARTY e HOLIDAY per la programmazione di regimi di funzionamento speciali di differenti durate
- Modalit di funzionamento attivabili: AUTOMATICA / MANUALE / OFF
- Possibilit di scelta della funzione di auto-apprendimento del gradiente termico di impianto. Questa funzione ottimizza lanticipo del riscaldamento
(fino a 2 ore) in modo da garantire la temperatura impostata fin dallinizio del programma;
- possibile un collegamento seriale verso il remotizzatore GSM (GW 90 821) che ne consente il controllo remoto tramite SMS.
Il dispositivo si installa a parete (con fissaggio a tasselli) o superficialmente su scatola da incasso a 3 moduli.
Cronotermostato da parete - programmazione giornaliera/settimanale alimentato a batteria
DATI TECNICI
Alimentazione Batterie (3 x 1,5V alcaline tipo AAA)
Autonomia media batterie minimo 1 anno
Dimensioni 130x92x23 mm
Contatto di uscita 1NA/NC con contatto privo di potenziale
5A(AC1) / 2A(AC15) 250V ac
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Campo di visualizzazione temperatura rilevata 0 +45C
Campo di regolazione +5 +40C
Tolleranza 0,5C a 20C
Display LCD
Pulsante UP
Pulsante MODE per
selezione modalit di
funzionamento
Pulsante DOWN
GW 10 701 - GW 14 701
Sportello di protezione
dei pulsanti di
programmazione
Riferimenti normativi: EN 60730-1; EN 60730-2-7, EN 60730-2-9
Base per il fissaggio a muro con morsettiera
Morsetti di cablaggio
Uscita priva di potenziale: 1- comune
2- contatto NA
3- contatto NC
Linea seriale: 4 - TX
5 - GND (comune)
6 - RX
47
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 47 31/01/12 15.03
Il termostato da incasso posto a comando di una caldaia e/o un condizionatore regola la temperatura in modo semplice ed efficace.
La scelta della temperatura desiderata, viene effettuata semplicemente ruotando la manopola e posizionandola sul valore desiderato.
Il selettore frontale permette di selezionare 3 differenti modalit di funzionamento.
- ESTATE (Condizionatore) luscita sar attiva quando la temperatura rilevata dal termostato risulter essere superiore al valore indicato dalla manopola.
- INVERNO (Caldaia), luscita del rel sar attiva quando la temperatura rilevata dal termostato risulter essere inferiore al valore indicato dalla manopola.
In modalit inverno attiva la funzione antigelo preimpostata a +5C.
- OFF, luscita non verr mai attivata.
termostato
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac
Potenza assorbita 2VA
Campo di regolazione +5 +35C
Tolleranza 0,5C a 20C
Contatto di uscita 1NA/NC 8A(AC1) 250V ac
Riferimenti normativi: EN 60730-1; EN 60730-2-9
GW 10 705 - GW 12 705 - GW 14 705
Il termostato dotato di due led; la segnalazione gialla ha funzione di
localizzazione mentre quello verde indica lattivazione delluscita.
Morsetti di collegamento
Alimentazione: L - Fase
N - Neutro
Rel di uscita: 1 - Contatto NA
2 - Comune
3 - Contatto NC
LED bicolore
Manopola di regolazione
Selettore :
Estate
OFF
Inverno
Trasformatore disolamento adatto allalimentazione di 1 rivelatore gas o acqua. Protetto internamente contro sovraccarichi, cortocircuiti e
sovratemperature.
alimentatore
Chorus: GW 10 719 - GW 12 719 - GW 14 719
System: GW 20 866 - GW 21 866
Playbus: GW 30 518
LED di
segnalazione
presenza rete
Morsetti di cablaggio
Alimentazione:
1 - Fase
2 - Neutro
3 - Terra
Uscita 12V:
5 - Positivo
4 - Potenziale di riferimento
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 110 250V ac
Dimensioni 1 modulo
Tensione duscita 12V dc
Potenza assorbita 2VA
48
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 48 31/01/12 15.03
siCurezza
I rivelatori di gas permettono la rivelazione di sostanze pericolose (CH
4
/GPL) per lambiente domestico in cui essi sono installati
- Segnalazione luminosa e acustica di allarme
- Chiusura di unelettrovalvola tramite rel
- Possibile invio di SMS di allarme tramite remotizzatore GSM (GW 90 821)
- Segnalazione luminosa di malfunzionamento del sensore o del dispositivo
- Funzione di test di funzionamento del dispositivo
La chiusura dellelettrovalvola tramite il rel viene effettuata dopo circa 20 secondi dallinizio della situazione di allarme.
Il pulsante permette di eseguire il test di funzionamento: alla pressione si accende il LED rosso di segnalazione allarme, suona il buzzer, e dopo circa 20
secondi si aziona il rel. Al rilascio del pulsante si ha limmediata disattivazione delle segnalazioni.
I rivelatori possono essere collegati alla tensione di rete utilizzando lalimentatore (GW 10 719, GW 12 719, GW 14 719).
A causa della particolare sensibilit termica del sensore GPL si raccomanda di distanziare il rivelatore GPL dallalimentatore con un copriforo.
rivelatori presenza gas
Corretto posizionamento dei rivelatori
Gas Metano (CH
4
) Gas GPL
Schema di collegamento
Riferimenti normativi: CEI 216-8
Pulsante di test
Segnalazioni luminose
Griglia di rilevazione
elettrovalvola 12V ac/dc
Morsetti di collegamento
L-N - Alimentazione 12V ac/dc
1 - Comune
2 - Contatto NC
3 - Contatto NA
4 - Contatto NA
GPL
Chorus: GW 10 711 - GW 12 711 - GW 14 711
METANO
Chorus: GW 10 712 - GW 12 712 - GW 14 712
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 12 V ac/dc
Potenza assorbita 2VA
Soglia di allarme 9% LIE (limite inferiore di esplosivit)
Livello sonoro di allarme 85 dB a 1m
Temperatura di funzionamento +5 +40 C
Umidit relativa ambiente +30 +90% senza condensa
Contatto di uscita in scambio 1 NA/NC 10A (NA)/3A (NC) 250V ac
Dimensioni 2 moduli
Durata dell'apparecchio 5 anni da quando viene alimentato
30 cm
30 cm
max 6 m
max 3 m
49
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 49 31/01/12 15.03
Il sistema di rivelazione presenza acqua composto da un rivelatore da incasso e da una sonda da parete, in radiofrequenza funzionante alla
frequenza di 868 MHz. Il sensore dacqua rivela la presenza di qualsiasi tipo di liquido mediante il funzionamento a ultrasuoni. Questa tecnologia
evita lossidazione dei contatti dovuta allumidit e quindi gli scatti intempestivi del rivelatore.
Possibile invio di SMS di allarme tramite remotizzatore GSM (GW 90 821).
Il dispositivo permette di:
- rivelare la presenza di qualsiasi tipo di liquido
- segnalare lallarme tramite segnalazioni luminose e acustiche e azionare unelettrovalvola
- inviare lallarme tramite remotizzatore direttamente allutente.
La sonda dispone di un pulsante che permette lassociazione al rivelatore, linibizione del sensore o lesecuzione del test di funzionamento e di
un LED sulla parte frontale per indicare lo stato di funzionamento.
Il rivelatore fornito di tre LED (alimentazione, test di funzionamento, programmazione sensore, allarme, segnalazione sensore guasto e batteria
sensore scarica), un buzzer (segnalazione acustica di allarme) e un pulsante (associazione sonde).
Ad ogni dispositivo rivelatore possono essere associati fino a 5 sonde di rilevazione presenza acqua a radiofrequenza.
Il rivelatore deve essere alimentato con una tensione di 12V ac/dc tramite un trasformatore/alimentatore (GW 10 719 - GW 12 719 - GW 14 719).
rivelatore presenza aCqua Con sonda a radiofrequenza
Riferimenti normativi: EN 60065; EN 55014-1; EN 55014-2
DATI TECNICI
Alimentazione 12V ac/dc
Dimensioni 2 moduli CHORUS
Contatti di uscita 1 NA/NC 5A (AC1)/3A (AC15) 250V ac
Intensit sonora 70dB a 1m
rivelatore aCqua
segnalazioni luminose pulsante
Morsetti di collegamento
L-N - Alimentazione 12V ac/dc
1 - Comune
2 - Contatto NC
3 - Contatto NA
4 - Contatto NA
GW 10 716 - GW 12 716 - GW 14 716
Vano batteria
LED di segnalazione Pulsante
GW 12 718
Sensori
sonda aCqua a radiofrequenza
DATI TECNICI
Dimensioni 74x88x45,5 mm
Alimentazione Batteria 9V
Frequenza portante 868 MHz
Portata campo libero 100 m
elettrovalvola 12V ac/dc
Schemi di collegamento Corretto posizionamento dei rivelatori
CaratteristiChe installative
Il sensore acqua in radiofrequenza va
posizionata a filo del pavimento per poter
rivelare la presenza di qualsiasi tipo di
liquido.
Per consentire un corretto funzionamento,
la sonda va posizionata tenendo conto
della pendenza e/o dei punti di probabile
localizzazione delle perdite (es: sotto
lavandino ecc.).
Il sensore deve essere posizionato in
modo tale che il LED sia visibile e il
pulsante accessibile.
50
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 50 31/01/12 15.03
remotizzatore GSM Con I/O e linea seriale
Il remotizzatore GSM con I/O permette di comandare carichi elettrici, ricevere o richiedere informazioni di stato relative ad apparecchiature tradizionali da
telefono cellulare attraverso SMS.
Il dispositivo dispone di 2 uscite rel con contatti privi di potenziale, 2 ingressi per segnali in tensione e di una linea seriale per il collegamento con
programmatori, cronotermostati da incasso, da parete (a rel e RF monodirezionali).
Attraverso la rete GSM, via SMS, possibile:
inviare al dispositivo comandi ON/OFF, temporizzati o impulsivi;
ricevere segnalazioni di stato o allarme in seguito al cambiamanto di stato degli ingressi o su fronte configurabile;
impostare o richiedere la modalit di funzionamento di un cronotermostato o di un orologio programmatore;
richiedere la misura di temperatura ed il valore di set point di un cronotermostato
Il dispositivo pu essere affiancato ad interfacce che permettono il comando, sempre tramite SMS, di dispositivi appartenenti al sistema comando e
controllo a radiofrequenza o al sistema antifurto a radiofrequenza. Il modulo dotato di unapposita sede per linserimento di batterie di back-up (3xAAA
ricaricabili) per alimentare il dispositivo in caso di assenza della tensione di rete.
In tal caso possibile inviare messaggi per segnalare la presenza di un black-out oppure per segnalare allarmi, anomalie o manomissioni dellimpianto
antifurto RF.
DATI TECNICI
Alimentazione 230V ac
Potenza assorbita 2W
Tensione ingressi 12Vac/dc 230Vac
Uscite rel 2NA - 10A (AC1) 250V ac
Elementi di comando 1 pulsante di commutazione stato uscite
Elementi di visualizzazione 1 led bicolore di segnalazione stato rete GSM
1 led verde di segnalazione stato dispositivo
Temperatura di utilizzo -5 +45C
Installazione Su guida DIN
Dimensione 6 moduli DIN
1 2 3 4 5 6
7 8
10
11
9
1. 230V ac - alimentazione
2. RX - GND - TX - linea seriale
3. IN1 - ingresso digitale 1
4. IN2 - ingresso digitale 2
5. OUT1 - uscita rel 1
6. OUT2 - uscita rel 2
7. ANT - collegamento antenna esterna
8. SIM - slot inserimento SIM card
9. Pulsante commutazione uscite rel
10. Led di segnalazione stato rete GSM
11. Led di segnalazione stato dispositivo
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, ETSI EN301 489-7, ETSI EN301 511
Porta USB per configurazione da PC
Connettore per collegamento interfaccia
remotizzatore GSM - RF antifurto
(GW 90 823)
Connettore per collegamento interfaccia
remotizzatore GSM - RF comando e controllo
(GW 90 822)
GW 90 821
51
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 51 31/01/12 15.03
interfaCCia remotizzatore GSM - RF Comando e Controllo
In abbinamento al remotizzatore GSM GW 90 821, linterfaccia consente di gestire attraverso un cellulare GSM, via SMS, i dispositivi del sistema RF comando
e controllo. In particolare, linterfaccia mette a disposizione 5 canali di trasmissione radio per il comando di attuatori RF (quali, ad esempio, GW 10 821,
GW 10 822, GW 10 823), 2 canali in ricezione per la comunicazione con moduli di ingresso RF (ad esempio, GW 10 813) o pulsantiere RF, 1 canale bidirezionale
per la comunicazione con un cronotermostato RF bidirezionale (ad esempio, GW 10 851). In questo caso via SMS possibile impostare la modalit e tipo di
funzionamento, impostare il set point, richiedere informazioni di stato ed il valore della temperatura misurata.
DATI TECNICI
Alimentazione 3,6 Vdc via connettore remotizzatore
Canali radio 5 in trasmissione, 2 in ricezione, 1 bidirezionale
Portata radio 100 m in campo libero
Elementi di comando 1 pulsante di trasmissione RF per apprendimento
1 selettore rotativo
Elementi di visualizzazione 1 led bicolore multifunzione
Temperatura di funzionamento -5 +40C
Installazione Su guida DIN
Dimensione 1 modulo DIN
2
1
3
1. LED multifunzione
2. Pulsante trasmissione RF
3. Selettore rotativo
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica 2004/108/CE,
Direttiva R&TTE 99/05/CE
Connettore per collegamento con
remotizzatore GSM (GW 90 821)
GW 90 822
52
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 52 31/01/12 15.03
interfaCCia remotizzatore GSM - RF antifurto
In abbinamento al remotizzatore GSM GW 90 821, l interfaccia consente di gestire attraverso un cellulare GSM, via SMS, il sistema antifurto RF. In particolare
via SMS possibile inviare comandi di inserimento, disinserimento e parzializzazione dallantifurto e ricevere informazioni ralative allo stato di inserimento,
segnalazioni di allarme, manomissione o anomalia.
GW 90 823
2
4
3
1
Connettore per il collegamento con
remotizzatore GSM (GW 90 821)
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica 2004/108/CE
Direttiva R&TTE 99/05/CE
1. Pulsante programmazione
2. Morsetto ponticello programmazione
3. Led presenza alimentazione
4. Led programmazione
DATI TECNICI
Alimentazione 12Vdc, 3,3Vdc via connettore remotizzatore
9V dc con batteria ricaricabile (back-up)
Portata radio 100m in campo libero
Elementi di comando 1 pulsante di programmazione
1 ponticello di programmazione
Elementi di visualizzazione 1 led verde di presenza alimentazione
1 led giallo di programmazione
Temperatura di funzionamento -5 +40C
Installazione Su guida DIN
Dimensione 3 moduli DIN
53
Chorus - serie Civile
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_Chorus dispositivi.indd 53 31/01/12 15.03
In un sistema bus il collegamento fra i sensori o i dispositivi di comando e gli attuatori che pilotano le utenze elettriche avviene attraverso una linea
dedicata, separata rispetto a quella di potenza. Tale sistema si caratterizza per lassociazione di tipo funzionale fra i suoi elementi.
Infatti, a differenza di uninstallazione elettrica tradizionale, nella quale ogni funzione richiede un proprio circuito dedicato, il sistema bus utilizza una linea
comune finalizzata allo scambio di informazioni (comandi, stati) mentre la linea di potenza collegata unicamente ai carichi: tale caratteristica semplifica
e rende flessibile la struttura dellimpianto consentendone la modifica senza il bisogno di procedere a lunghi interventi di rifacimento dei collegamenti
elettrici.
Inoltre, la particolare struttura del bus rende estremamente semplice e veloce limplementazione di comandi di gruppo dedicati, ad esempio, laccensione
o lo spegnimento contemporaneo di vari dispositivi o la creazione/modifica di scenari.
Il sIstema bus
Attuatori
230V
Bus KNX
Sensori /
Dispositivi di comando
Il sistema KNX Easy si basa sulla tecnologia KNX, lo standard europeo per la Home and Building Automation. I dispositivi KNX Easy, oltre alla conformit
con lo standard KNX, garantiscono unestrema facilit di configurazione, per la quale non necessario ricorrere ad alcun software di programmazione
dedicato (ETS).
Dal punto di vista funzionale, il sistema permette la gestione dellilluminazione, la movimentazione di tapparelle/tende, la creazione di scenari, il controllo
del clima, la gestione di eventi al ricevimento di allarmi tecnici (fughe di gas, perdite di acqua, allarmi vento). Inoltre, grazie ad appositi dispositivi possibile
interfacciare il sistema con i comandi in radiofrequenza della serie Chorus RF o controllare il sistema anti-intrusione radio. inoltre possibile la gestione
remota e linterrogazione di stato dellintero impianto via SMS grazie al remotizzatore GSM Easy.
Il sIstema KNX Easy
I dispositivi KNX Easy si dividono fra sensori o elementi di comando (ad es. pulsantiere, moduli di ingresso, interfacce RF) ed attuatori (ad es. attuatori a rel,
dimmer, attuatori per comandi motore, etc.).
La tensione di alimentazione (29V dc SELV) per il loro funzionamento viene fornita direttamente dal bus. I moduli attuatori inoltre dispongono di contatti
di uscita per la gestione della potenza. La connessione al bus avviene attraverso appositi morsetti ad innesto, in maniera semplice, rapida e sicura. Ad ogni
morsetto possono essere collegati fino a 4 cavi bus per la realizzazione di derivazioni.
I dIsposItIvI KNX easy
54
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 54 31/01/12 15.03
CONFIGURAZIONE LINEARE CONFIGURAZIONE A STELLA CONFIGURAZIONE AD ALBERO
I dispositivi KNX Easy sono collegati tra loro mediante una linea bus tramite la quale vengono scambiate le informazioni (comandi, stati, etc.). La struttura di
rete pu essere realizzata secondo configurazioni lineari, a stella e ad albero, nonch configurazioni ibride che comprendono una qualsiasi combinazione
delle precedenti allinterno di una stessa linea.
larChItettura dI sIstema
- La lunghezza massima della linea tra lalimentatore bus ed il dispositivo bus pi lontano non deve superare i 350 m.
- La lunghezza massima della linea tra due dispositivi bus di 700 m.
- Una linea bus pu essere lunga fino a 1000 m.
Le distanze espresse, nel caso di una architettura composta da pi linee, sono valide per ogni singola linea bus.
dIstaNze tra elemeNtI dI uNa lINea bus
Completata linstallazione necessario procedere alla configurazione dei dispositivi, ossia alla creazione delle funzioni attraverso lassociazione tra comandi/
sensori e moduli attuatori. Tale operazione viene realizzata da un configuratore KNX Easy che, tramite semplice interfaccia grafica, riconosce in automatico
i dispositivi connessi al bus, permettendo di stabilire, ad esempio, un legame fra pulsanti e rispettive luci comandate oppure impostare unattuazione
temporizzata collegata al funzionamento di un rivelatore di movimento.
CoNfIgurazIoNe deI dIsposItIvI e messa IN fuNzIoNe
Una volta che tutto limpianto stato configurato possibile procedere al salvataggio del progetto (ovvero linsieme di tutte le funzioni create) su file.
Le funzioni possono essere modificate, ad esempio a seguito dellinserimento di nuovi apparecchi o per la modifica di un valore di un parametro, con la
stessa facilit con cui sono state create.
progettI e loro modIfICa
Dispositivi di comando e attuatori possono essere combinati tra loro per realizzare una funzione specifica. La linea bus utilizzata anche per lalimentazione
dei dispositivi.
Una linea bus composta al massimo da 63 dispositivi KNX Easy. Ogni linea bus deve prevedere necessariamente un alimentatore bus (non incluso nel
conteggio del numero massimo di dispositivi).
Nel caso in cui si richieda un numero di dispositivi KNX Easy maggiore, possibile realizzare unarchitettura composta da pi linee prevedendo, per ogni
linea aggiuntiva, un dispositivo accoppiatore di linea (GW 90 708) con funzione di ripetitore e di disaccoppiamento elettrico. possibile aggiungere fino a 3
ripetitori consentendo il raggiungimento di un numero massimo totale di 252 dispositivi Easy, posizionati su 4 linee bus distinte. Ogni linea deve prevedere
un proprio alimentatore bus.
Nel caso sia necessario utilizzare un numero maggiore di dispositivi sempre possibile configurare il sistema utilizzando il software ETS.
55
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 55 31/01/12 15.03
Il configuratore KNX Easy si compone dei seguenti elementi:
- una unit di configurazione portatile rappresentata da un computer palmare (PDA) dotato di sistema operativo Microsoft Windows Mobile sul quale va
installato il software di configurazione (Easy controller software);
- una interfaccia KNX/IP wireless che consente la connessione via wireless LAN (IEEE 802.11b/g) tra il palmare ed i dispositivi collegati al bus KNX, durante
la fase di configurazione e programmazione.
Lofferta GEwIss mette a disposizione i seguenti kit:
- GW 90 837 Kit di configurazione Easy con palmare: comprende il palmare, linterfaccia KNX/IP e la scheda SD contenente il software di configurazione;
- GW 90 838 Kit di configurazione Easy: comprende linterfaccia KNX/IP e la scheda SD contenente il software di configurazione;
Sono inoltre disponibili i seguenti dispositivi:
- GW 90 839 Interfaccia KNX/IP - Wireless;
- GW 90 840 Software di configurazione Easy per PC: comprende chiave USB contenente il software di configurazione per PC.
Il CoNfIguratore KNX EASY
La connessione senza fili consente la portabilit dellunit di configurazione e rende pi veloce la funzione di messa in servizio di un impianto KNX Easy.
infatti possibile realizzare la configurazione direttamente in prossimit dei dispositivi bus coinvolti di volta in volta, spostandosi liberamente sullimpianto.
Lampio display a colori disponibile migliora lusabilit del prodotto ed offre una interfaccia utente che rende pi semplice ed immediata la fruizione delle
funzionalit del configuratore. I dispositivi presenti sullimpianto sono riconosciuti in modo automatico e rappresentati nel software attraverso una struttura
ad albero dove appaiono con numerazione progressiva, codice prodotto Gewiss ed una breve descrizione. E possibile modificare il nome del dispositivo
attribuendogli un nome diverso, visualizzare solo i canali di ingresso (sensori) o quelli di uscita (attuatori) attraverso un filtro, espandere o comprimere la
visualizzazione. Lunit di configurazione permette una rapida localizzazione dei canali degli attuatori presenti nellimpianto consentendone il comando,
direttamente dal palmare. La configurazione dellimpianto avviene attraverso la creazione di funzioni tra canali dei dispositivi, i quali sono selezionati
attraverso azioni (pressione pulsanti) effettuate direttamente sui dispositivi. E sempre possibile selezionare i canali direttamente dal palmare.
Linsieme delle funzioni create costituisce un progetto che pu essere salvato nella memoria flash del palmare o su SD card. Ad ogni progetto possibile
associare, oltre che un nome, alcuni dati caratteristici che identificano limpianto.
Lunit di configurazione consente, inoltre:
- lupload di una installazione esistente;
- il riconoscimento di dispositivi con indirizzo diverso da quello di default (ex-fabrica);
- la duplicazione di un progetto su una installazione identica senza lobbligo di ricreare nuovamente le funzioni.
Attivando la modalit avanzata possibile visualizzare, per ogni dispositivo:
- l indirizzo fisico;
- la lista degli oggetti di comunicazione ed il loro relativo indirizzo di gruppo;
- i valori dei parametri applicativi.
possibile integrare nell impianto Easy, dispositivi di ingresso o sensori KNX pre-configurati con ETS e creare link a livello di indirizzi di gruppo per oggetti
di comunicazione in ingresso ai canali Easy.
Lunit di configurazione include un tool di test e diagnostica, che consente di visualizzare i dati scambiati tra i dispositivi, consentendo una rapida analisi
del traffico su bus KNX, utile in caso di malfunzionamenti.
Unit di
configurazione
portatile
Interfaccia
KNX/IP wireless
Interfaccia
KNX/IP wireless
Software di
configurazione
Kit configurazione Easy con palmare GW 90 837 Kit configurazione Easy GW 90 838 Software di configurazione Easy per PC GW 90 840
Software di
configurazione
56
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 56 31/01/12 15.03
INTERFACCIA KNX/IP - WIRELESS
Alimentazione Esterna 9V dc (alimentatore da muro incluso)
Potenza assorbita < 800mW
Connessione WiFi Connettore SMA per antenna WiFi esterna
Protocollo trasmissione IEEE 802.11b/g
Connessione bus Morsetti a vite
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione (BxHxP) 135x67x35mm (antenna esclusa)
Elementi di visualizzazione 1 LED verde di segnalazione stato dispositivo (RUN)
1 LED verde di segnalazione stato rete (WLAN)
1 LED verde di segnalazione bus (KNX)
1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
UNIT DI CONFIGURAZIONE PORTATILE
Palmare
Connettivit WiFi (IEEE 802.11b/g); supporto per la sicurezza WPA2; alloggiamento per SD
o microSD; schermo con risoluzione 320x240 o VGA; Microsoft Windows Mobile 6 o superiore
PC Connettivit WiFi (IEEE 802.11b/g) se il collegamento ai dispositivi KNX
avviene tramite interfaccia KNX/IP - Wireless (GW 90 839)
Porta USB se il collegamento ai dispositivi KNX
avviene tramite interfaccia USB (GW 90 706 A)
Porta LAN se il collegamento ai dispositivi KNX
avviene tramite router KNX/IP (GW 90 707)
Interfaccia KNX/IP - Wireless
GW 90 839
Connettore SMA per Antenna WiFi
Led RUN: stato dispositivo
Led WLAN: stato rete WLAN
Led KNX: stato bus KNX
Pulsante di TEST
Pulsante PROG di programmazione indirizzo fisico
Led rosso di programmazione indirizzo fisico
Morsetti a vite per collegamento
terminali bus KNX
Presa per alimentazione esterna 9V dc
(alimentatore da muro incluso)
NOTA: per la lista dei palmari compatibili fare riferimento al foglio istruzioni dei kit GW 90 837 o GW 90 838.
Riferimenti normativi:
Direttiva Bassa Tensione 2006/95/CE
Direttiva Compatibilit Elettromagnetica
2004/108/CE, EN61000-6-2, EN61000-6-3,
EN50090-2-2
57
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 57 31/01/12 15.03
LInterfaccia contatti 4 canali Easy permette di collegare fino a 4 contatti di ingresso liberi da tensione ed indipendenti (pulsanti, interruttori, sensori,
etc.) ed inviare i relativi comandi a dispositivi attuatori, tramite il bus KNX attraverso il quale collegata al sistema di Home Automation. Linterfaccia
alimentata dalla linea bus. La tensione (SELV) necessaria per la scansione dei contatti fornita dallinterfaccia stessa. Il dispositivo dotato di 4 uscite
per il collegamento di eventuali LED di segnalazione a basso consumo (ad es. GW 10 898, GW 10 899) da utilizzare per lindicazione dello stato del carico
comandato. LInterfaccia contatti 4 canali Easy pu essere posizionata:
- allinterno di scatole da incasso standard, posteriormente ai moduli elettromeccanici;
- allinterno di supporti della serie Chorus, utilizzando il copriforo GW 10 751, GW 12 751 o GW 14 751;
- allinterno di scatole di derivazione.
Ognuno dei 4 ingressi pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per realizzare, a scelta, una delle seguenti funzioni:
- invio comandi ON/OFF (commutazione ciclica o gestione fronti),
- invio comandi di attivazione temporizzata,
- invio comandi di movimentazione tende e tapparelle (con pulsante singolo o doppio),
- invio di comandi di regolazione luminosit con pulsante singolo o doppio (per dimmer),
- invio di comandi prioritari,
- invio di comandi di impostazione modalit termoregolazione (Comfort/Economy/Auto/OFF),
- invio di comandi di memorizzazione ed esecuzione scenari.
oppure essere utilizzato come ingresso di allarme da collegare, ad esempio, ad un sensore vento.
INterfaCCIa CoNtattI 4 CaNalI Easy
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
1. Terminali bus
2. LED di programmazione
3. Pulsante di rogrammazione
4. Cavi di collegamento
5. Asola per fissaggio
1 Cavo bianco
2 Cavo nero
3 Cavo arancione
bus
1 5
2
3
4
GW 90 834
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 5mA max + 1mA per ogni LED collegato (totale max 9mA)
Tensione di scansione dei contatti 3,3V dc
Uscite per LED Tensione: 3,3V dc
Corrente max: 1mA
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Connessione contatti Cavetti AWG26 intestati - Lunghezza 300mm
Prolungamento cavetti di connessione Lunghezza cavo max 10m (cavo intrecciato)
Dimensione (BxHxP) 38x38x13mm (38x38x19mm con nervature)
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
dIsposItIvI dI INgresso
58
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 58 31/01/12 15.03
Il modulo pulsantiera touch 6 canali Easy - da incasso un apparecchio di comando touch dotato di 6 canali, utilizzabili singolarmente o abbinati, per linvio
di comandi ad altri dispositivi attuatori, tramite bus KNX attraverso il quale collegato al sistema di Home Automation.
Le zone di rilevazione del tocco sono costituite da sensori capacitivi, uno per ogni canale. I dispositivi sono inoltre dotati di sensore di temperatura e di un
buzzer per la segnalazione acustica del tocco.
Il dispositivo alimentato dalla linea bus ed ogni canale dotato di due LED (ambra/blu), per la localizzazione notturna e la visualizzazione dello stato del
carico comandato.
Il modulo pulsantiera viene posizionato allinterno di scatole da incasso standard, montato nei supporti della serie Chorus nello spazio di tre moduli.
Ognuno dei 6 canali pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per realizzare, a scelta, una delle seguenti funzioni:
- invio di comandi ON/OFF (commutazione ciclica o gestione fronti),
- invio di comandi di attivazione temporizzata,
- invio di comandi di movimentazione tende e tapparelle (con pulsante singolo o doppio),
- invio di comandi di regolazione luminosit con pulsante singolo o doppio (per dimmer),
- invio di comandi di memorizzazione ed esecuzione scenari.
Da completare con placca ICE Touch KNX vetro standard italiano a 2, 4 o 6 simboli, di colore bianco (GW 16 962 CB, GW 16 964 CB o GW 16 966 CB),
nero (GW 16 962 CN, GW 16 964 CN o GW 16 966 CN) o titanio (GW 16 962 CT, GW 16 964 CT o GW 16 966 CT).
modulo pulsaNtIera touCh 6 CaNalI easy da INCasso
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
6 aree touch di comando
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
6 LED ambra/blu di segnalazione stato carico comandato o di localizzazione notturna
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 3 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
+ -
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50090-2-2, EN60669-2-1
1. LED di stato e localizzazione notturna
2. Sensore di temperatura
3. Terminali bus
4. LED di programmazione
5. Tasto di programmazione
1
1
2
3
4 5
GW 10 741
bus
59
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 59 31/01/12 15.03
+ -
1
1
2
3 4
La pulsantiera 6 canali Easy - da incasso un apparecchio di comando dotato di 6 canali, utilizzabili singolarmente o abbinati, per linvio di comandi ad altri
dispositivi attuatori, tramite bus KNX attraverso il quale collegato al sistema di Home Automation.
Ogni dispositivo dotato di 3 pulsanti basculanti (ciascuno dei quali gestisce due canali) ed dotato di un sensore di temperatura.
Il dispositivo alimentato dalla linea bus ed ogni canale dotato di due LED (ambra/verde), per la localizzazione notturna e la visualizzazione dello stato
del carico comandato.
La pulsantiera viene posizionata allinterno di scatole da incasso standard, montata nei supporti della serie Chorus nello spazio di tre moduli.
Ognuno dei 6 canali pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per realizzare, a scelta, una delle seguenti funzioni:
- invio di comandi ON/OFF (commutazione ciclica o gestione fronti),
- invio di comandi di attivazione temporizzata,
- invio di comandi di movimentazione tende e tapparelle (con pulsante singolo o doppio),
- invio di comandi di regolazione luminosit con pulsante singolo o doppio (per dimmer),
- invio di comandi di memorizzazione ed esecuzione scenari.
pulsaNtIera 6 CaNalI easy - da INCasso
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
3 pulsanti basculanti
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
6 LED ambra/verde di segnalazione stato carico comandato o di localizzazione notturna
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 3 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50090-2-2, EN60669-2-1
1. LED di stato e localizzazione notturna
2. Terminali bus
3. LED di programmazione
4. Tasto di programmazione
GW 10 753 - GW 12 753 - GW 14 753
bus
60
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 60 31/01/12 15.03
La pulsantiera 6 canali Easy con attuatore On/Off - da incasso un apparecchio di comando dotato di 6 canali, utilizzabili singolarmente o abbinati, per
linvio di comandi ad altri dispositivi attuatori, tramite bus KNX attraverso il quale collegato al sistema di Home Automation.
Ogni dispositivo dotato di 3 pulsanti basculanti (ciascuno dei quali gestisce due canali).
Il dispositivo alimentato dalla linea bus ed ogni canale dotato di due LED (ambra/verde), per la localizzazione notturna e la visualizzazione dello stato
del carico comandato.
Ognuno dei 6 canali pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per realizzare, a scelta, una delle seguenti funzioni:
- invio di comandi ON/OFF (commutazione ciclica o gestione fronti),
- invio di comandi di attivazione temporizzata,
- invio di comandi di movimentazione tende e tapparelle (con pulsante singolo o doppio),
- invio di comandi di regolazione luminosit con pulsante singolo o doppio (per dimmer),
- invio di comandi di memorizzazione ed esecuzione scenari.
La pulsantiera include un attuatore 1 canale provvisto di contatto di uscita 10A, per svolgere le seguenti funzioni:
- attivazione e disattivazione carichi,
- esecuzione comandi temporizzati,
- esecuzione comandi prioritari,
- gestione scenari (con memorizzazione locale dello stato associato ad un determinato scenario).
Il canale 1 della pulsantiera svolge (di default) la funzione di comando locale dellattuatore. Se al canale 1 della pulsantiera viene associata una funzione
tramite il configuratore Easy, la funzione di pulsante di comando locale attuatore viene disabilitata.
La pulsantiera viene posizionata allinterno di scatole da incasso standard, montata nei supporti della serie Chorus nello spazio di tre moduli.
pulsaNtIera 6 CaNalI easy CoN attuatore oN/off - da INCasso
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX 29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione - 3 pulsanti basculanti
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
6 LED ambra/verde di segnalazione stato carico comandato o di localizzazione notturna
Contatti di uscita
1 NA/NC 10A(AC1) 230V ac - Lampade a incandescenza (230V ac): 1500W - Lampade alogene (230V ac): 1500W
Carichi pilotati da trasformatori elettronici: 600VA - Carichi fluorescenti non rifasati: 400VA - Lampade a basso consumo (fluorescenti compatte): 8x23W
Per le lampade fluorescenti rifasate e per tutti i carichi non indicati si raccomanda luso del rele di appoggio
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 3 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
NOTA: in caso di mancanza della tensione bus, lattuatore mantiene il contatto nello stato precedente la caduta di tensione. Tale comportamento modificabile tramite opportuna procedura.
+ -
1
1
2
3 4 5 6 7
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2,
EN60669-2-1
GW 10 754 - GW 12 754 - GW 14 754
bus
NA COM NC
1. LED di stato e localizzazione notturna
2. Terminali bus
3. LED di programmazione
4. Tasto di programmazione
5. Uscita NA
6. Comune
7. Uscita NC
61
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 61 31/01/12 15.03
+ -
SU GI COM
1
1
2
3 4 5 6 7
La pulsantiera 6 canali Easy con attuatore comando motore - da incasso un apparecchio di comando dotato di 6 canali, utilizzabili singolarmente o
abbinati, per linvio di comandi ad altri dispositivi attuatori, tramite bus KNX attraverso il quale collegato al sistema di Home Automation.
Ogni dispositivo dotato di 3 pulsanti basculanti (ciascuno dei quali gestisce due canali).
Il dispositivo alimentato dalla linea bus ed ogni canale dotato di due LED (ambra/verde), per la localizzazione notturna e la visualizzazione dello stato
del carico comandato.
Ognuno dei 6 canali pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per realizzare, a scelta, una delle seguenti funzioni:
- invio di comandi ON/OFF (commutazione ciclica o gestione fronti),
- invio di comandi di attivazione temporizzata,
- invio di comandi di movimentazione tende e tapparelle (con pulsante singolo o doppio),
- invio di comandi di regolazione luminosit con pulsante singolo o doppio (per dimmer),
- invio di comandi di memorizzazione ed esecuzione scenari.
La pulsantiera include un attuatore comando motore 1 canale 6A, per svolgere le seguenti funzioni:
- esecuzione di comandi di movimentazione tapparelle (salita, discesa, arresto),
- esecuzione di comandi di movimentazione veneziane (salita, discesa, arresto, regolazione lamelle),
- esecuzione comandi prioritari,
- gestione di segnalazioni di allarme (provenienti, ad esempio da un sensore vento),
- gestione scenari (con memorizzazione locale della posizione associata ad un determinato scenario).
I canali 1 e 2 della pulsantiera svolgono (di default) la funzione di comando locale dellattuatore. Se anche ad uno solo dei due canali della pulsantiera
(canale 1 o canale 2) viene associata una funzione tramite il configuratore Easy, la funzione di pulsante di comando locale attuatore viene disabilitata per
entrambi i canali.
La pulsantiera viene posizionata allinterno di scatole da incasso standard, montata nei supporti della serie Chorus nello spazio di tre moduli.
pulsaNtIera 6 CaNalI easy CoN attuatore ComaNdo motore - da INCasso
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
3 pulsanti basculanti
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
6 LED ambra/verde di segnalazione stato carico comandato o di localizzazione notturna
Contatti di uscita 6A - 230V ac
Motori e motoriduttori secondo EN60669-2-1
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 3 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2,
EN60669-2-1
1. LED di stato e localizzazione notturna
2. Terminali bus
3. LED di programmazione
4. Tasto di programmazione
5. Uscita rel (SU)
6. Uscita rel (GI)
7. Comune
GW 10 755 - GW 12 755 - GW 14 755
NOTA: in caso di mancanza della tensione bus, al suo ripristino la tapparella o veneziana rimane ferma fino ad un nuovo comando di movimentazione.
bus
62
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 62 31/01/12 15.03
La pulsantiera 4 canali Easy da incasso permette di inviare comandi ad altri dispositivi attuatori, tramite il bus KNX attraverso il quale collegata al sistema
di Home Automation.
La pulsantiera alimentata dalla linea bus ed ogni canale dotato di due LED per la localizzazione notturna (LED ambra) e la segnalazione di stato del carico
comandato (LED verde). La pulsantiera viene posizionata allinterno di scatole da incasso standard, montata nei supporti della serie Chorus nello spazio di
due moduli.
Ognuno dei 4 pulsanti pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per realizzare, a scelta, una delle seguenti funzioni:
- invio di comandi ON/OFF (commutazione ciclica o gestione fronti),
- invio di comandi di attivazione temporizzata,
- invio di comandi di movimentazione tende e tapparelle (con pulsante singolo o doppio),
- invio di comandi di regolazione luminosit con pulsante singolo o doppio (per dimmer),
- invio di comandi di memorizzazione ed esecuzione scenari.
Un set di icone, fornito con il dispositivo, permette la personalizzazione e lidentificazione funzionale dei tasti.
pulsaNtIera 4 CaNalI Easy - da INCasso
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 8mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
4 tasti di comando
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
4 LED verdi di segnalazione stato uscita
4 LED ambra di localizzazione notturna
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 2 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
1. LED di stato e localizzazione notturna
2. Pulsante di comando
3. Terminali bus
4. LED di programmazione
5. Tasto di programmazione
1
1
2
2
1
1
2
2
3
5
4
GW 10 752 - GW 12 752 - GW 14 752
63
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 63 31/01/12 15.03
Il ricevitore radio 8 canali Easy - da incasso permette ai dispositivi di comando del sistema Chorus RF comando e controllo di comunicare con un sistema
KNX consentendo di ampliare il sistema Home Automation KNX Easy con dispositivi di comando in radiofrequenza.
Il ricevitore viene visto dal sistema KNX Easy come un interfaccia di ingresso a 8 canali. A ogni canale si possono abbinare fino a 4 diverse sorgenti di
comando (trasmettitori) RF, consentendo cos di gestire un totale di 32 tra pulsanti di telecomandi e pulsantiere RF, sensori IR crepuscolare RF, moduli
di ingresso 2 canali RF etc . Il ricevitore alimentato dalla linea bus. Il pulsante frontale viene utilizzato in fase di configurazione per generare i comandi
di localizzazione dei canali Easy identificati dalle posizioni (1-8) del selettore rotativo posteriore; allo stesso modo, con il selettore in queste posizioni, il
ricevitore radio in grado di apprendere gli abbinamenti con i dispositivi di comando RF. Lo stato di configurazione segnalato dal LED frontale.
Il dispositivo viene posizionato in scatole da incasso standard, montato su supporti della serie Chorus nello spazio di due moduli.
Sul bus KNX Easy, ogni canale pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per realizzare a scelta una delle seguenti funzioni:
- invio di comandi ON/OFF,
- invio di comandi di attivazione temporizzata,
- invio di comandi di movimentazione tende e tapparelle (con pulsante doppio),
- invio di comandi di regolazione luminosit con pulsante doppio (per dimmer),
- invio di comandi prioritari,
- invio di comandi di memorizzazione ed esecuzione scenari.
rICevItore RF 8 CaNalI Easy - da INCasso
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 15mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
1 pulsante frontale per configurazione KNX
1 selettore rotativo a 10 posizioni:
0 funzionamento ordinario
1-8 apprendimento ingresso/localizzazione
9 cancellazione
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
1 LED multifunzione (rosso-verde-giallo) per apprendimento e localizzazione
Frequenza comunicazione RF 868MHz
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 2 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica 2004/108/CE,
R&TTE 99/05/CEE, EN50428, EN50090
1. Pulsante di localizzazione canali KNX Easy
2. LED multifunzione
3. LED di programmazione
4. Tasto di programmazione
5. Selettore rotativo
6. Terminali bus
2 1
4
6
5
3
GW 10 776 - GW 12 776 - GW 14 776
64
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 64 31/01/12 15.03
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29 V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 5mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
1 LED verde per rivelazione movimento
Elementi di misura 1 sensore PIR ( = 514 m)
1 sensore crepuscolare (10500 lux)
Elementi di configurazione 1 potenziometro rotativo per regolazione sensore crepuscolare
1 potenziometro rotativo per variazione tempo di ciclo
Copertura sensore IR Distanza max: 10 m
Copertura verticale: 30, orientabile
Copertura orizzontale: 105, orientabile
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 2 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Il rivelatore di movimento con crepuscolare Easy - da incasso permette di inviare un comando di attivazione temporizzata a dispositivi attuatori tramite
il bus KNX in funzione dei movimenti rivelati e della luminosit misurata. Il sensore ad infrarossi (IR) passivo ha una lente orientabile ad apertura fissa. Il
rivelatore alimentato dalla linea bus ed dotato frontalmente di due potenziometri locali, per la regolazione della sensibilit alla luce e per la variazione
del tempo di ciclo (+/- 50% del valore impostato con il configuratore KNX Easy), e di un LED verde di segnalazione che indica la rivelazione di movimento e
il conseguente invio di messaggi sul bus.
Il dispositivo viene posizionato in scatole da incasso standard, montato su supporti della serie Chorus, nello spazio di due moduli.
Il sensore pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per realizzare la funzione di invio di comandi di attivazione temporizzata.
possibile parametrizzare il funzionamento del dispositivo in modo tale da attivare la rivelazione del movimento solo se lattuatore da comandare ON.
Tale modalit permette, per esempio, laccensione delle luci in maniera tradizionale (ad esempio attraverso un pulsante) ma garantisce lo spegnimento
automatico (una volta disimpegnata larea di copertura del sensore di movimento).
rIvelatore dI movImeNto IR CoN CrepusColare Easy - da INCasso
bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
1. Potenziometro regolazione sensibilit luminosa
2. Potenziometro regolazione tempo di ciclo
3. Sensori IR e crepuscolare
4. LED di rivelazione movimento
5. LED di programmazione
6. Tasto di programmazione
7. Terminali bus
2
3
4
1
6
7
5
GW 10 756 - GW 12 756 - GW 14 756
seNsorI lumINosIt/movImeNto
65
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 65 31/01/12 15.03
Lattuatore 1 canale 16 A Easy - da incasso permette di attivare/disattivare un carico elettrico attraverso un rel da 16A provvisto di 1 contatto di uscita in
scambio (1 NA/NC). Il comando di commutazione del rel pu giungere da dispositivi di comando o sensori del sistema di Home Automation, tramite il bus
KNX, oppure essere generato localmente mediante il pulsante frontale.
Lattuatore alimentato dalla linea bus ed dotato di LED verde per la segnalazione di stato delluscita. Il dispositivo invia sul bus informazioni sullo stato
del rel (ON=contatto NA chiuso, OFF= contatto NA aperto) allaccensione, alla ricezione di un comando ed in caso di comando dal pulsante locale.
Il dispositivo viene posizionato in scatole da incasso standard, montato su supporti della serie Chorus nello spazio di due moduli.
Lattuatore pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per svolgere le seguenti funzioni:
- attivazione e disattivazione carichi,
- esecuzione comandi temporizzati,
- esecuzione comandi prioritari,
- gestione scenari (con memorizzazione locale dello stato associato ad un determinato scenario).
Le modalit di funzionamento sono fruibili contemporaneamente. Ci significa, ad esempio, che il dispositivo pu accendere e spegnere una luce, oppure
accenderla e spegnerla automaticamente dopo che trascorso un certo tempo prefissato, semplicemente in funzione del comando ricevuto.
attuatore 1 CaNale 16A Easy - da INCasso
bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica 2004/108/CE,
EN50428, EN50090-2-2
1. Pulsante comando locale
2. LED stato uscita
3. LED di programmazione
4. Tasto di programmazione
5. Uscita NA
6. Comune
7. Uscita NC
8. Terminali bus
2 1
4
8
7
6
5
3
GW 10 766 - GW 12 766 - GW 14 766
dIsposItIvI dI usCIta
NOTA: in caso di mancanza della tensione bus, al suo ripristino il contatto di uscita rimane aperto.
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX - 29 V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 5mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
1 pulsante di comando locale del rel (il pulsante funzionante solo se presente la tensione del bus)
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
1 LED verde di segnalazione stato uscita
Contatto di uscita 1 NA/NC 16A(AC1) 230V ac - Lampade a incandescenza (230V ac): 1500W - Lampade alogene (230V ac): 1500W
Carichi pilotati da trasformatori elettronici: 600VA - Carichi fluorescenti non rifasati: 400VA - Lampade a basso consumo (fluorescenti compatte): 8x23W
Per le lampade fluorescenti rifasate e per tutti i carichi non indicati si raccomanda luso del rele di appoggio
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 2 moduli Chorus
Sezione cavi carico 4mm
2
max
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
66
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 66 31/01/12 15.03
Gli attuatori 4 canali 10A Easy - da guida DIN (GW 90 835) e 4 canali 16AX Easy - da guida DIN (GW 90 836 A) permettono di attivare/disattivare indipen-
dentemente fino a 4 diversi carichi elettrici attraverso 4 rel provvisti di 1 contatto di uscita NA ciascuno. Il comando di commutazione del rel pu giungere
da dispositivi di comando o sensori del sistema di Home Automation, tramite il bus KNX, oppure essere generato localmente mediante i pulsanti frontali.
Gli attuatori sono alimentati dalla linea bus e sono dotati di 4 LED frontali verdi per la segnalazione di stato delle uscite. I dispositivi inviano sul bus
informazioni sullo stato del rel (ON = contatto chiuso, OFF = contatto aperto) allaccensione, alla ricezione di un comando ed in caso di comando dal
pulsante locale.
I moduli vengono montati su guida DIN, allinterno di quadri elettrici o scatole di derivazione.
Ogni canale di uscita degli attuatori pu essere configurato in modo indipendente con il configuratore KNX Easy per svolgere le seguenti funzioni:
- attivazione e disattivazione carichi,
- esecuzione comandi temporizzati,
- esecuzione comandi prioritari,
- gestione scenari (con memorizzazione locale dello stato associato ad un determinato scenario).
Le modalit di funzionamento sono fruibili contemporaneamente. Ci significa, ad esempio, che uno stesso canale di uscita pu essere utilizzato per
accendere e spegnere una luce, oppure accenderla e spegnerla automaticamente dopo che trascorso un certo tempo prefissato, semplicemente in
funzione del comando ricevuto.
attuatorI 4 CaNalI 10a e 16aX easy - da guIda DIN
DATI TECNICI
GW 90 835 GW 90 836 A
Alimentazione Tramite bus KNX
29 V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
4 pulsanti di comando locale dei rel (i pulsanti sono funzionanti solo se presente la tensione del bus)
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
4 LED verdi di segnalazione stato uscita
Contatti di uscita
4 NA 10A(AC1) 230V ac
Lampade a incandescenza (230V ac): 1500W
Lampade alogene (230V ac): 1500W
Carichi pilotati da trasformatori elettronici: 600VA
Carichi fluorescenti non rifasati: 400VA
Lampade a basso consumo (fluorescenti compatte): 8x23W
Per le lampade fluorescenti rifasate e per tutti i carichi non indicati
si raccomanda luso del rel di appoggio
4 NA 16AX 230V ac
Lampade a incandescenza (230V ac): 3000W
Lampade alogene (230V ac): 3000W
Carichi pilotati da trasformatori toroidali: 3000W
Carichi pilotati da trasformatori elettronici: 2000W
Lampade a basso consumo (fluorescenti compatte): 80x23W
Corrente max di commutazione 16A (AC1), 16AX (140F rif. EN 60669-1)
carichi fluorescenti con corrente massima di spunto 400A (200s)
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 4 moduli DIN
Dimensione cavi carico 2.5mm
2
max
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica 2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
4
3
8
7
6
5
9
10
12
11
1 2
13 14 15
1. Uscita rel 1
2. Uscita rel 2
3. Pulsante comando locale rel 1
4. LED stato rel 1
5. Pulsante comando locale rel 2
6. LED stato rel 2
7. LED stato rel 3
8. Pulsante comando locale rel 3
9. LED di programmazione
10. Tasto di programmazione
11. LED stato rel 4
12. Pulsante comando locale rel 4
13. Uscita rel 3
14. Uscita rel 4
15. Terminali bus
bus
N.A. N.A.
N.A. N.A.
NOTA: in caso di mancanza della tensione bus, lattuatore mantiene il contatto nello stato precedente la caduta di tensione. Tale comportamento modificabile tramite opportuna procedura.
GW 90 835
GW 90 836 A
67
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 67 31/01/12 15.04
Lattuatore comando motore 1 canale 6A Easy - da incasso permette di comandare il movimento di tapparelle, tende e veneziane motorizzate. I 2 rel di
uscita, uno per la salita e laltro per la discesa, sono interbloccati per evitare danneggiamenti al motore collegato.
I comandi di movimento possono giungere da dispositivi di comando o sensori del sistema di Home Automation, tramite il bus KNX, oppure essere generati
localmente mediante i due pulsanti frontali. Lattuatore alimentato dalla linea bus ed dotato di 2 LED frontali verdi per la segnalazione del movimento
della tapparella in corso (salita / discesa).
Il dispositivo viene posizionato in scatole da incasso standard, montato su supporti della serie Chorus nello spazio di due moduli.
Lattuatore pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per svolgere le seguenti funzioni:
- esecuzione di comandi di movimentazione tapparelle (salita, discesa, arresto),
- esecuzione di comandi di movimentazione veneziane (salita, discesa, arresto, regolazione lamelle),
- esecuzione comandi prioritari,
- gestione di segnalazione di allarme (provenienti, ad esempio da un sensore vento),
- gestione scenari (con memorizzazione locale della posizione associato ad un determinato scenario).
Le modalit di funzionamento sono fruibili contemporaneamente.
attuatore ComaNdo motore 1 CaNale 6A Easy - da INCasso
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29 V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 8mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
2 pulsanti di comando locale dei rel
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
2 LED verdi per segnalazione stato uscite
Contatti di uscita 6A - 230V ac
Motori e motoriduttori secondo EN60669-2-1
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 2 Moduli Chorus
Dimensione cavi carico 4mm
2
max
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
bus
GI SU COM
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
1. Pulsante comando locale 1 (SU)
2. Pulsante comando locale 2 (GI)
3. LED stato uscita (SU)
4. LED stato uscita (GI)
5. LED di programmazione
6. Tasto di programmazione
7. Uscita rel (GI)
8. Uscita rel (SU)
9. Comune
10. Terminali bus
3
4
1
2
6
10
9
8
7
5
GW 10 767 - GW 12 767 - GW 14 767
NOTA: in caso di mancanza della tensione bus, al suo ripristino la tapparella o veneziana rimane ferma fino ad un nuovo comando di movimentazione.
68
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 68 31/01/12 15.04
Gli attuatori comando motore 2 canali 6A Easy - da guida DIN (GW 90 851) e 4 canali 6A Easy - da guida DIN (GW 90 852) permettono di comandare
rispettivamente il movimento di 2 gruppi di motori (ciascuno dei quali pu essere costituito al massimo da 2 motori) (GW 90 851) o di 4 motori indipendenti
di tapparelle, tende e veneziane (GW 90 852). I 2 rel di uscita di ciascun canale, uno per la salita e laltro per la discesa, sono interbloccati per evitare
danneggiamenti al motore collegato. I comandi di movimento possono giungere da dispositivi di comando o sensori del sistema di Home Automation,
tramite il bus KNX, oppure essere generati localmente mediante i pulsanti frontali. Gli attuatori sono alimentati dalla linea bus e sono dotati di 2 LED
frontali verdi di ciascun canale per la segnalazione del movimento della tapparella in corso (salita / discesa). Gli attuatori possono funzionare nelle modalit
tapparelle o veneziane, ed sono in grado di gestire lattuazione conseguente a comandi di allarme, prioritari e di scenario.
Gli attuatori comando motore possono essere configurati con il configuratore KNX Easy per svolgere le seguenti funzioni:
- esecuzione di comandi di movimentazione tapparelle (salita, discesa, arresto),
- esecuzione di comandi di movimentazione veneziane (salita, discesa, arresto, regolazione lamelle),
- esecuzione di comandi prioritari,
- gestione di segnalazione di allarme (provenienti, ad esempio da un sensore vento),
- gestione scenari.
attuatorI ComaNdo motorI 2 e 4 CaNalI 6A EASY - da guIda DIN
DATI TECNICI
GW 90 851 GW 90 852
Alimentazione Tramite bus KNX 29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando Tasto di programmazione
4 pulsanti di comando locale
Tasto di programmazione
8 pulsanti di comando locale
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso (programmazione)
4 LED verdi (indicatore di stato)
1 LED rosso (programmazione)
8 LED verdi (indicatore di stato)
Contatti di uscita 4 NA da 8A (cos=1) - 250V ac
Motori e motoriduttori: 6A
secondo EN60669-2-1
8 NA da 8A (cos=1) - 250V ac
Motori e motoriduttori: 6A
secondo EN60669-2-1
Dimensione cavi carico 4 mm
2
max
Dimensione 4 moduli DIN
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
1. Morsetti per connessione motori
2. LED stato uscite canali SU
3. Pulsanti comando locale canali SU
4. Pulsanti comando locale canali GI
5. LED stato uscite canali GI
6. LED di programmazione
7. Tasto di programmazione
8. Terminali bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2, EN60669-2-1
2
3
4
5
6
7
8
bus
ch.1
SU GI GI SU COMCOM SU GI SU GI
ch.2
1
1. Morsetti per connessione motori
2. LED stato uscite canali SU
3. Pulsanti comando locale canali SU
4. Pulsanti comando locale canali GI
5. LED stato uscite canali GI
6. LED di programmazione
7. Tasto di programmazione
8. Terminali bus
9. Alimentazione ausiliaria
bus
ch.1
SU GI GI SU COMCOM SU GI SU GI
ch.2 ch.3 ch.4
2
3
4
5
6
7
8
9
1
GW 90 851
GW 90 852
NOTA: in caso di mancanza della tensione bus, al suo ripristino la tapparella o veneziana rimane ferma fino ad un nuovo comando di movimentazione.
69
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 69 31/01/12 15.04
Lattuatore dimmer universale in grado di comandare e regolare lampade a incandescenza, carichi induttivi (lampade alogene LV attraverso trasformatori
ad avvolgimento), carichi capacitivi (trasformatori elettronici con lampade alogene a bassa tensione).
Nella parte frontale posizionato un pulsante con cui possibile comandare ON (100% luminosit) e OFF (0% luminosit) il carico collegato.
Lattuatore pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per svolgere le seguenti funzioni:
- esecuzione di comandi di regolazione luminosit,
- esecuzione di comandi di attivazione/disattivazione (ON=100% - OFF= 0%),
- esecuzione di comandi di attivazione temporizzata,
- esecuzione di comandi prioritari e scenari.
Le modalit di funzionamento sono fruibili contemporaneamente.
Attuatore dImmer uNIversale EASY - da guIda DIN
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX 29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 9mA max
Elementi di comando Tasto di programmazione
Pulsante di comando locale
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
1 LED giallo indicatore di stato
Tensione nominale 230V ac 50Hz
Potenza nominale Lampade ad incandescenza: 40-500 W
Lampade alogene: 40-500 W
Carichi induttivi/capacitivi: 40-500 VA
Dimensione cavi carico 2.5mm
2
max
Dimensione 4 moduli DIN
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
3
2
1
5 6
4
1. LED indicatore di stato
2. Pulsante comando locale
3. LED di programmazione
4. Tasto di programmazione
5. Morsetti per connessione carico
6. Terminali bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
GW 90 849
bus
N L
N L
NOTA: in caso di mancanza della tensione bus, il dispositivo porta luscita in OFF (0%). Al suo ripristino luscita si riporta al valore di luminosit precedente la caduta di tensione.
70
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 70 31/01/12 15.04
Il cronotermostato Easy consente la gestione automatica, su base settimanale, del profilo di temperatura allinterno dellambiente di installazione, attraverso
il comando di attuatori, per il controllo elementi di riscaldamento/condizionamento, connessi al sistema di Home Automation, via bus KNX. Inoltre, in
abbinamento ai termostati KNX Easy (GW 10 763 - GW 14 763), pu essere utilizzato per la regolazione della temperatura a zone: in tale configurazione il
cronotermostato (master) invia sul bus la modalit di funzionamento (impostata manualmente o corrispondente a quella del profilo di temperatura) verso
i termostati abbinati (slave). La programmazione del profilo avviene su base settimanale con profili orari indipendentemente configurabili per ciascun
giorno della settimana, con risoluzione di 15 minuti e senza limiti di numero di variazioni giornaliere. Il dispositivo gestisce 3 diversi livelli di temperatura
(Teconomy, Tprecomfort, Tcomfort), contempla 5 modalit di funzionamento (OFF / ECONOMY / PRECOMFORT / COMFORT / AUTOMATICA), attivabili in riscaldamento/
condizionamento.
Localmente possibile selezionare lalgoritmo di controllo: a 2 punti, con comandi ON/OFF o PI con controllo di tipo PWM. Il dispositivo si installa a parete,
utilizzando una flangia fissata a muro con tasselli o superficialmente su scatola da incasso a 3 moduli.
Attraverso il configuratore KNX Easy possibile configurare i canali di uscita del dispositivo per svolgere le seguenti funzioni:
- comando ON/OFF di attuatori (max 2 per riscaldamento/condizionamento),
- trasmissione modalit di funzionamento (OFF/ECONOMY/PRECOMFORT/COMFORT) e tipo (RISCALDAMENTO/CONDIZIONAMENTO) verso termostati di zona,
- trasmissione modalit corrente, tipo di funzionamento e temperatura misurata, ad esempio, verso remotizzatore GSM.
I canali di ingresso possono essere configurati per:
- limpostazione della modalit e tipo di funzionamento del cronotermostato (ad esempio, da remoto, via remotizzatore GSM),
- la gestione di scenari (associando ad uno scenario una modalit ed un tipo di funzionamento),
- la gestione di una segnalazione di ingresso (es :contatto apertura finestra) per lo spegnimento temporaneo del dispositivo.
CroNotermostato Easy - da parete
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX 29V dc SELV
Alimentazione Back up 2 batterie alcaline 1,5V AAA per laggiornamento data/ora in caso di assenza tensione bus
Assorbimento corrente dal bus 5mA
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
10 pulsanti di comando e configurazione
Elementi di visualizzazione 1 display LCD retroilluminato a LED
1 LED rosso di programmazione
Temperatura di funzionamento -5 +45C
Dimensione (BxHxP) 130x92x23 mm
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Pulsante
UP
Display LCD
Pulsante
DOWN
Pulsante
MODE
Terminali BUS
Vano batterie
Sportello di protezione tasti
di programmazione
Led di programmazione
Tasto di
programmazione
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50090-2-2, EN60730-1
GW 10 761 - GW 14 761
termoregolazIoNe
71
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 71 31/01/12 15.04
Il termostato Easy - da parete consente la gestione di sistemi di termoregolazione attraverso il comando di attuatori connessi al sistema di Home Automation,
via bus KNX, per il controllo di fan-coil o elementi di riscaldamento/condizionamento. Il dispositivo gestisce 3 diversi livelli di temperatura (Teconomy, Tprecomfort,
Tcomfort) e contempla 4 modalit di funzionamento (OFF / ECONOMY / PRECOMFORT / COMFORT), attivabili in riscaldamento/condizionamento. Localmente
possibile selezionare lalgoritmo di controllo: a 2 punti, con comandi ON/OFF o PI con controllo di tipo PWM. Il termostato consente inoltre il controllo
della velocit di fan-coil.
Oltre alla funzione di termostato stand-alone, il dispositivo pu essere abbinato ad un cronotermostato Easy (GW 10 761, GW 14 761) per il controllo
temperatura a zone : in tal caso svolge la funzione di slave seguendo la modalit di funzionamento del cronotermostato, utilizzando valori di set point
impostati localmente.
Il dispositivo si installa a parete, utilizzando una flangia fissata a muro con tasselli o superficialmente su scatola da incasso quadrata o tonda.
Attraverso il configuratore KNX Easy possibile configurare i canali di uscita del dispositivo per svolgere le seguenti funzioni:
- comando ON/OFF di attuatori (2 per riscaldamento/condizionamento, 3 per regolazione velocit fan-coil),
- trasmissione modalit, tipo di funzionamento e temperatura misurata, ad esempio, verso remotizzatore GSM.
I canali in ingresso possono essere configurati per:
- limpostazione della modalit e tipo di funzionamento (ad esempio da cronotemostato master),
- la gestione di scenari (associando ad uno scenario una modalit ed un tipo di funzionamento),
- la gestione di una segnalazione di ingresso (es :contatto apertura finestra) per lo spegnimento temporaneo del dispositivo,
- limpostazione via bus dalla data e dellora.
termostato Easy - da parete
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX 29V dc SELV
Alimentazione di back up batteria ricaricabile tipo ML1220 - 3V per l'aggiornamento data/ora in caso di assenza tensione bus
Assorbimento corrente dal bus 5mA
Elementi di comando 5 pulsanti frontali
1 tasto miniatura di programmazione
Elementi di visualizzazione 1 display LCD retroilluminato a LED
1 LED rosso di programmazione
Temperatura di funzionamento -5 +45C
Dimensione (BxHxP) 85x95x23mm
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Led di programmazione Display LCD
Pulsante
DOWN
Pulsante
UP
Pulsante
SET
Pulsante
comando
velocit
fan coil
Pulsante
MODE
Tasto di
programmazione
Terminali
BUS
Vano
batterie
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50090-2-2, EN60730-1
GW 10 763 - GW 14 763
72
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 72 31/01/12 15.04
Il remotizzatore GSM Easy permette di comandare attuatori e richiedere lo stato dei dispositivi comandati o di dispositivi di ingresso connessi allimpianto
di Home Automation KNX Easy, direttamente da telefono cellulare tramite linvio di SMS.
Attraverso la rete GSM quindi possibile, inviare al dispositivo comandi di accensione, spegnimento di dispositivi per il controllo di carichi elettrici (lampade,
motori di tapparelle, dimmer) o comandi per il controllo della termoregolazione. Ad ogni comando eseguito il dispositivo invia un SMS di conferma sul
numero di telefono predefinito in fase di configurazione. Allo stesso modo, il dispositivo in grado di inviare messaggi in modo autonomo in caso di evento.
Il modulo dotato di unapposita sede per linserimento di batterie di back-up (3xAAA ricaricabili) per alimentare il dispositivo in caso di assenza della
tensione di rete per segnalare un eventuale black out.
Attraverso il configuratore KNX Easy possibile configurare i canali di uscita del dispositivo per svolgere le seguenti funzioni:
- invio di comandi ON/OFF,
- invio di comandi di attivazione temporizzata,
- invio di comandi di movimentazione tende/tapparelle (salita, discesa),
- invio di comandi prioritari,
- invio di comandi di esecuzione e memorizzazione scenari,
- invio modalit e tipo di funzionamento verso termostati/cronotermostati.
I canali di ingresso possono essere configurati per:
- ricevere informazioni di stato ON/OFF,
- ricevere informazioni relative a modalit, tipo di funzionamento e misura di temperatura da un cronotermostato o termostato.
remotIzzatore GSM easy
DATI TECNICI
Alimentazione 230V ac
Assorbimento corrente dal bus 1,5mA
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
1 LED bicolore segnalazione stato rete GSM
1 LED verde di segnalazione stato dispositivo
Temperatura di funzionamento -5 +45C
Installazione su guida DIN
Dimensione 6 moduli DIN
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
1. 230V ac - alimentazione di rete
2. ANT - collegamento antenna esterna
3. SIM - slot inserimento SIM card
4. Morsetto KNX
Tasto di programmazione
Porta USB per
configurazione da PC
2
4 1
3
Led di segnalazione
stato rete GSM
Led di programmazione
Led segnalazione
stato dispositivo
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090
ETSI EN301 489-7, ETSI EN301 511
GW 90 861
CoNtrollo remoto
73
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 73 31/01/12 15.04
Il pannello di controllo in grado di interagire, mediante invio di comandi e visualizzazione di informazioni di stato con altri dispositivi connessi al sistema
Home Automation KNX Easy quali: attuatori, attuatori comando motore, dimmer, termostati, cronotermostati, moduli di ingresso, centrali antifurto RF
dotate di interfaccia KNX (GW 20 476). Il dispositivo dotato di un display LCD grafico monocromatico retroilluminato da 2,8 ed installabile ad incasso.
La navigazione nelle diverse pagine e nei diversi men di funzionamento e programmazione effettuata utilizzando i sei tasti previsti sulla parte frontale
del dispositivo.
Il dispositivo pu essere configurato con il configuratore KNX Easy per svolgere le seguenti funzioni:
- invio di comandi ON/OFF di attivazione/disattivazione carichi con relativa visualizzazione stato,
- invio di comandi di regolazione luminosit (per dimmer),
- invio di comandi di movimentazione tapparelle/tende,
- invio di comandi di impostazione modalit termoregolazione (Comfort/Precomfort/Economy/Auto/OFF) anche in modo programmato,
- invio di comandi di impostazione tipo di funzionamento (Riscaldamento/Condizionamento),
- invio di comandi di memorizzazione ed esecuzione scenari,
- invio di comandi di inserimento/parzializzazione/disinserimento/antifurto.
Il pannello di controllo pu gestire 16 canali (4 canali per la gestione di due scenari ciascuno; 1 canale per la termoregolazione; 11 canali per attuazioni di
tipo on/off, dimmer, tapparelle - di questi 11 canali, 5 possono essere utilizzati per la gestione dellantifurto -).
possibile gestire scenari complessi attraverso linvio di comandi cadenzati ad intervalli temporali impostabili (16 scenari sequenza) o utilizzare il pannello
come programmatore orario su base giornaliera o settimanale (12 timer).
Il dispositivo realizza anche le funzioni di orologio, datario, termometro, promemoria (8 testi memorizzabili), funzioni logiche (16 logiche).
paNNello dI ComaNdo e vIsualIzzazIoNe Easy - da INCasso - LUX
DATI TECNICI
Alimentazione 230V ac 50/60Hz
Sezione cavi di alimentazione 2,5mm
2
max
Elementi di comando 4 pulsanti di navigazione
2 pulsanti funzione
1 tasto miniatura di programmazione
Elementi di visualizzazione Display 2.8 monocromatico
Led rosso di programmazione
Temperatura di funzionamento 0 40 C
Installazione Ad incasso in scatola GW 24 237
Assorbimento corrente dal bus 1,5mA
Potenza assorbita 2W
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica 2004/108/CE, EN50090, EN60950
Tasti funzione
Tasti di
navigazione
Led e tasto di
programmazione
Display grafico
GW 12 771 TB - GW 12 771 VT - GW 12 771 VA
1
2
1. L- N morsetti di alimentazione 230V ac
2. Terminali bus
paNNello dI ComaNdo
74
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 74 31/01/12 15.04
PANNELLO DI COMANDO E VISUALIZZAZIONE KNX EASY
tabelle dImeNsIoNalI
GW 12 771 TB
GW 12 771 VT
GW 12 771 VA
tabella poteNze dIssIpate
CODICE DESCRIZIONE N. MODULI DIN P. DISSIPATA (W)
GW 1x 766 Attuatore 1 canale KNX-Easy 2* 1
GW 1x 767 Attuatore comando motore KNX-Easy 2* 2,7
GW 90 709 Alimentatore KNX 320mA 4 4
GW 90 710 Alimentatore KNX 640mA 4 8
GW 90 835 Attuatore canali 10A KNX-Easy 4 4
GW 90 836 A Attuatore 4 canali 16AX KNX-Easy 4 4
GW 90 849 Attuatore dimmer universale 500VA KNX-Easy 4 10
GW 90 851 Attuatore per tapparelle 2 canali KNX-Easy 4 4
GW 90 852 Attuatore per tapparelle 4 canali KNX-Easy 4 8
GW 90 861 Remotizzatore GSM KNX-Easy 6 2
NOTE: *articoli da incasso
75
Chorus - home automatIoN
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS HOME AUTO.indd 75 31/01/12 15.04
SiStema RF - Comando e ContRollo
Il sistema RF Comando e Controllo composto da dispositivi di comunicazione a radiofrequenza che integrati con limpianto elettrico tradizionale
consentono di ampliare le funzionalit senza ricorrere a opere murarie.
La frequenza di trasmissione dei dispositivi a radiofrequenza 868 MHz.
ConFiguRazione dei diSpoSitivi
La configurazione e la messa in servizio dei dispositivi del sistema, si esegue facilmente e con poche operazioni:
- Associazione tra i trasmettitori RF (dispositivi di comando, sensori, moduli ingresso, cronotermostati) con i ricevitori RF (moduli duscita/attuatori);
- Configurazione delle funzioni del singolo dispositivo.
Nellesempio sotto riportato viene realizzato labbinamento tra una pulsantiera (GW 14 801) e un attuatore per carichi generici 3A (GW 14 821).
Il dispositivo ricevitore/attuatore viene messo in modalit autoapprendimentoposizionando il selettore rotativo nella posizione corrispondente (Fig. 1).
Premendo il tasto della pulsantiera che si desidera abbinare allattuatore si realizza lassociazione (Fig. 2).
Dopo aver posizionato il selettore rotativo dellattuatore sulla funzione desiderata (Fig. 3) in base alle esigenze impiantistiche (per es. temporizzazione,
commutazione e/o impulso), il sistema diventa operativo.
Pressione del tasto della pulsantiera
e creazione dellassociazione
Scelta della funzione e posizionamento
nella modalit operativa desiderata
Selettore in posizione autoapprendimento
Fig. 2
2
a
fase: trasmissione
Fig. 3
3
a
fase: configurazione
Fig. 1
1
a
fase: autoapprendimento
Ad ogni singolo attuatore/ricevitore si possono associare fino a 16 differenti canali dingresso; (es. 2 canali della pulsantiera GW 14 803 + 1 canale di un
rivelatore di movimento GW 14 811 e cos via fino ad un massimo di 16).
76
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 76 31/01/12 15.04
DATI TECNICI
Alimentazione Batterie (2 x 1,5V alcaline tipo AAA)
Autonomia media batterie 2 anni
Temperatura di funzionamento -5 +40C
Grado di protezione IP20
Dimensioni (BxHxP) 4 canali: 140x90x20mm
1-2-3 canali: 118x90x20mm
deSCRizione diSpoSitivi CaRatteRiStiChe Comuni
Tutti i dispositivi della gamma, hanno una portata del segnale radio RF in campo libero (ambiente libero da impedimenti ed ostacoli architettonici)
di max 100mt.
Il sistema conforme alla Direttiva Europea R&TTE 1999/5/CE riguardante gli apparecchi radio e soddisfa le seguenti norme di riferimento:
EN 60669-2-1; EN 60730-1; EN 60730-2-7; EN 60730-2-9; ETSI EN 301 489-1; ETSI EN 301 489-3; ETSI EN 300 220-1; ETSI EN 300 220-3.
pulSantieRe peR Comandi a RadioFRequenza
La pulsantiera permette di comandare luci, tapparelle, motori, ecc. grazie alla comunicazione a radiofrequenza verso i moduli duscita del sistema RF
Comando e Controllo.
Il dispositivo si installa a parete (mediante viti e tasselli o nastro biadesivo) o superficialmente su scatola da incasso a 3 moduli.
GW 20 963
GW 10 801 - GW 10 802 - GW 10 803 - GW 10 804
GW 12 801 - GW 12 802 - GW 12 803 - GW 12 804
GW 14 801 - GW 14 802 - GW 14 803 - GW 14 804
plaCCa one
GW 10 806 - GW 10 807 - GW 10 808 - GW 10 809
GW 12 806 - GW 12 807 - GW 12 808 - GW 12 809
GW 14 806 - GW 14 807 - GW 14 808 - GW 14 809
plaCCa luX
teleComando 3 Canali
Il telecomando a radiofrequenza permette di comandare luci, tapparelle, motori, ecc. grazie alla comunicazione RF (senza fili) verso i moduli duscita del
sistema RF Comando e Controllo.
Il dispositivo portatile. La confezione include il supporto da parete.
Il telecomando dispone di 6 pulsanti di attuazione (2 per canale).
DATI TECNICI
Alimentazione Batterie (2 x 1,5V alcaline tipo AAA)
Autonomia media batterie 2 anni
Temperatura di funzionamento -5 +40C
Grado di protezione IP20
Dimensioni (BxHxP) 120x45x20mm
77
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 77 31/01/12 15.04
modulo di ingReSSo a 2 Canali a RadioFRequenza
Il modulo di interfaccia a 2 canali consente di inviare 2 comandi di accensione/spegnimento o di regolazione ad attuatori del sistema RF Comando e
controllo, per il controllo di carichi elettrici (luci, motori, tapparelle, porte, cancelli, tende, ecc).
Il dispositivo, alimentato con tensione di rete, effettua la lettura di segnali di ingresso provenienti da contatti privi di potenziale di apparecchi tradizionali
(pulsanti, interruttori, sensori, timer, ecc) ed invia comandi utilizzando il trasmettitore a radiofrequenza integrato.
La connessione dei segnali di ingresso viene effettuata mediante due coppie di cavetti.
Con il selettore rotativo possibile impostare le seguenti modalit di funzionamento:
- Modalit Ingressi abbinati (logica identica a pulsantiera o telecomando RF, con associazione dei due canali allo stesso ricevitore RX)
- Modalit Stato (invio periodico dello stato dellingresso)
- Modalit Inversione (inversione dello stato del rel)
- Modalit SEMPRE ON (invio comando di solo ON)
- Modalit SEMPRE OFF (invio comando di solo OFF)
In modalit di funzionamento STATO, INVERSIONE, SEMPRE ON e SEMPRE OFF entrambi i canali seguono la stessa logica di funzionamento (entrambi i
canali funzionano nella stessa modalit) e possono essere associati a due attuatori diversi.
DATI TECNICI
Alimentazione 230V ac
Temperatura di funzionamento -5 +40C
Grado di protezione IP20
Dimensioni 1 modulo CHORUS
Sezione cavi di alimentazione max 2,5mm
2
Caratteristiche cavetti di ingresso sezione 0,75mm
2
lunghezza 200mm
Ingressi per apparecchi
di comando tradizionali
(interruttori, pulsanti)
INGRESSO 2 INGRESSO 1
GW 10 813 - GW 12 813 - GW 14 813
Schema di collegamento
78
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 78 31/01/12 15.04
CRonoteRmoStato a RadioFRequenza da paRete
Il cronotermostato consente di controllare in modo automatico su base settimanale la temperatura e le temporizzazioni allinterno dellambiente
dinstallazione, in combinazione con gli impianti di riscaldamento e di condizionamento.
- Alimentato con batterie alcaline (3 x 1,5V tipo AAA)
- Programmazione su base settimanale (programma con profili orari indipendentemente configurabili per ciascun giorno della settimana)
- Impostazione profilo orario su base 24 ore con 3 diversi livelli di temperatura (T1, T2, T3) e visualizzazione di del profilo
- Programmazione del profilo orario con risoluzione di 15 minuti senza limiti di numero di variazioni giornaliere
- Differenziale di regolazione impostabile e differenziato per RISCALDAMENTO e CONDIZIONAMENTO
- Funzioni PARTY e HOLIDAY per la programmazione di regimi di funzionamento speciali di differenti durate
- Modalit di funzionamento attivabili: AUTOMATICA / MANUALE / OFF
- Possibilit di scelta della funzione di auto-apprendimento del gradiente termico di impianto. Questa funzione ottimizza lanticipo del riscaldamento (fino
a 2 ore) in modo da garantire la temperatura impostata fin dallinizio del programma
- possibile un collegamento seriale verso il remotizzatore GSM (GW 90 821) che ne consente il controllo remoto tramite SMS
- Il dispositivo si installa a parete (con fissaggio a tasselli o mediante strisce biadesive) o superficialmente su scatola da incasso a 3 moduli
- Il cronotermostato RF deve essere abbinato con i moduli attuatori per comandi generici (GW 10 821 - GW 12 821 - GW 14 821 - GW 10 822 - GW 12 822 -
GW 14 822).
CRonoteRmoStato a RadioFRequenza da paRete bidiRezionale
Il cronotermostato con la funzione bidirezionale integra le funzioni del cronotermostato a radiofrequenza da parete con la possibilit di scambiare
informazioni via radiofrequenza con il remotizzatore GSM GW 90 821 corredato dallinterfaccia remotizzatore GSM-RF GW 90 822.
Consente di comandare, regolare e ricevere informazioni sulla climatizzazione della propria abitazione direttamente da telefono cellulare.
Via SMS possibile:
- Impostare il tipo di funzionamento (riscaldamento/condizionamento);
- Impostare la modalit (AUTOMATICA, MANUALE, OFF);
- Impostare il set-point di funzionamento manuale;
- Ricevere informazioni quali temperatura ambiente, temperatura di set point attuale, modalit di funzionamento e tipo di funzionamento.
- Il cronotermostato RF deve essere abbinato con i moduli attuatori per comandi generici (GW 10 821 - GW 12 821 - GW 14 821 - GW 10 822 - GW 12 822 -
GW 14 822).
Display LCD
Pulsante UP
Pulsante MODE per
selezione modalit di
funzionamento
Pulsante
DOWN
Pulsanti di
configurazione
GW 10 841 - GW 14 841
Bidirezionale: GW 10 851 - GW 14 851
Base per il fissaggio a muro con morsettiera
Morsetti di cablaggio
Linea seriale: 4 - TX
5 - GND (comune)
6 - RX
UP
DATI TECNICI
Alimentazione Batterie (3 x 1,5V alcaline tipo AAA)
Autonomia media batterie minimo 1 anno
Dimensioni 130x92x23 mm
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Campo di visualizzazione temperatura rilevata 0 +45C
Campo di regolazione +5 +40C
Tolleranza 0,5C a 20C
79
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 79 31/01/12 15.04
DIAGRAMMA DI COPERTURA
RivelatoRe di movimento iR Con CRepuSColaRe a RadioFRequenza
Il rivelatore, alimentato a batterie, dotato di un sensore di presenza e di un sensore crepuscolare con soglia regolabile mediante un potenziometro.
Il dispositivo consente di attivare e disattivare carichi elettrici mediante la trasmissione radio di messaggi verso i moduli di uscita presenti nel sistema RF
Comando e Controllo.
Il dispositivo possiede tre modalit di funzionamento liberamente configurabili:
1) Sensore di movimento;
2) Sensore di movimento pi crepuscolare;
3) Sensore crepuscolare;
Questo significa che in grado di trasmettere messaggi differenziati a tre gruppi di attuatori; per esempio, possibile utilizzare contemporaneamente il
rivelatore come sensore di movimento per gestire alcuni moduli duscita - RX, e come sensore di movimento con soglia crepuscolare per gestirne degli altri.
Il dispositivo si installa a parete (con fissaggio a tasselli) o superficialmente su scatola da incasso a 3 moduli.
DATI TECNICI
Alimentazione Batterie (3 x 1,5V alcaline tipo AAA)
Autonomia media batterie 2 anni
Temperatura di funzionamento -5 +40C
Grado di protezione IP20
Dimensioni (BxHxP) 118x90x20mm
Regolazione soglia crepuscolare 5 1000 lux
Angolo di rilevamento orizzontale 105
Angolo di rilevamento verticale 52,5
Raggio d'azione IR 8m
plaCCa one
GW 10 811 - GW 12 811 - GW 14 811
plaCCa luX
GW 10 816 - GW 12 816 - GW 14 816
Dip-Switch di selezione
funzionamento
Accessibile
rimuovendo la placca
Regolazione soglia crepuscolare
Pulsante di trasmissione
associazione
Led verde
di segnalazione
Copertura Orizzontale
Copertura Verticale
D
C
B
A
80
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 80 31/01/12 15.04
moduli di uSCita - attuatoRi 1 Canale 3A e 16A - 250v a RadioFRequenza
Abbinato ai dispositivi trasmittenti (pulsantiera, telecomando, sensore IR + crepuscolare, modulo di interfaccia a 2 canali, cronotermostato RF) del sistema
RF Comando e Controllo, il modulo di uscita riceve comandi ed effettua attuazioni di carichi elettrici mediante luscita a rel.
Le attuazioni previste, selezionabili tramite il selettore rotativo, sono di tipo:
- Bistabile (es. per normale gestione luci);
- Temporizzata (es. per luce scale);
- Monostabile (es. per campanello).
Lattivazione del rel possibile anche mediante il tasto locale o mediante un ingresso (a due fili) reso disponibile per la lettura di un contatto privo di
potenziale.
DATI TECNICI
Codice GW 10 821 - GW 12 821 - GW 14 821 GW 10 822 - GW 12 822 - GW 14 822
Alimentazione 230V ac 230V ac
Temperatura di funzionamento -5 +40C -5 +40C
Grado di protezione IP20 IP20
Dimensioni 1 modulo Chorus 2 moduli Chorus
Sezione cavi di alimentazione max 2,5mm
2
max 2,5mm
2
Caratteristiche cavetti di ingresso sezione 0,75mm
2
sezione 0,75mm
2
lunghezza 200mm lunghezza 200mm
Elementi di comando 1 selettore rotativo, 1 tasto di comando locale rel,
2 cavetti (ingresso libero da potenziale)
Tipo di uscita Contatto con potenziale 230V ac Contatto libero da potenziale
Contatto di uscita 3A(AC1) / 2A(AC15) 250V ac 16A(AC1) / 10A(AC15) 250V ac
Comando lampade fluorescenti non adatto max. 4A
Pulsante di comando Led multifunzione Pulsante di comando Led multifunzione
Ingresso per apparecchi
di comando tradizionali
(interruttori, pulsanti)
Ingresso per apparecchi
di comando tradizionali
(interruttori, pulsanti)
GW 10 821 - GW 12 821 - GW 14 821 GW 10 822 - GW 12 822 - GW 14 822
Schema di collegamento Schema di collegamento
4 3 2 1
N L
81
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 81 31/01/12 15.04
moduli di uSCita - Comando motoRe 1 Canale 8A - 250v a RadioFRequenza
Abbinato ad un dispositivo trasmittente (pulsantiera, telecomando, modulo di interfaccia a 2 canali) del sistema Comando e Controllo, il modulo di uscita
riceve comandi ed effettua attuazioni a rel per la movimentazione di tapparelle, tende da sole e similari.
Il modulo di uscita prevede tre stati di funzionamento:
- Posizione SU (corrispondente al sollevamento nel caso per es. di tapparelle);
- Posizione GI (corrispondente alla discesa nel caso per es. di tapparelle);
- Posizione ARRESTO (nessuna uscita alimentata).
previsto un tempo limite di azionamento durante gli stati SU e GI (impostabile mediante selettore rotativo), trascorso il quale il dispositivo si porta
sempre in stato di ARRESTO con entrambe le uscite non alimentate.
Tramite lingresso filare possibile collegare contatti privi di potenziale di 2 pulsanti tradizionali NA o di un pulsante doppio con interblocco.
Il modulo comando motore dotato di un led multifunzione tricolore (giallo/rosso/verde) per lindicazione delle modalit operative e di una coppia di tasti
frontali per il comando locale dei rel di uscita.
DATI TECNICI
Alimentazione 230V ac
Temperatura di funzionamento -5 +40C
Grado di protezione IP20
Dimensioni 2 moduli CHORUS
Sezione cavi di alimentazione max 2,5mm
2
Caratteristiche cavetti di ingresso sezione 0,75mm
2
lunghezza 200mm
Elementi di comando 1 selettore rotativo
1 tasto per funzione AUTO,
2 tasti di comando locale rel
Contatto di uscita 8A(AC1) / 3A(AC15) 250V ac
Tasti comando locale
Tasto auto
Led multifunzione
Led
stato uscita
Ingresso per apparecchi
di comando tradizionali
(pulsanti NA)
Schema di collegamento
4 3 2 1
L N
GW 10 823 - GW 12 823 - GW 14 823
82
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 82 31/01/12 15.04
RipetitoRe di Segnale a RadioFRequenza
Il ripetitore a radiofrequenza viene usato per risolvere situazioni installative in cui non possibile effettuare il collegamento radio diretto tra un dispositivo
di comando ed uno di attuazione, a causa di una distanza eccessiva oppure a causa di ostacoli (strutture murarie in cemento armato, pannelli metallici,
ecc) che limitano la trasmissione del segnale radio.
In questi casi opportuno suddividere la distanza in parti di lunghezza inferiore, oppure seguendo un percorso diverso, interponendo un ripetitore RF in
grado di ricevere i messaggi inviati dal dispositivo di comando e di ritrasmetterli verso il dispositivo di attuazione. Il dispositivo in grado di gestire fino a
16 collegamenti radio diversi ( possibile realizzare percorsi con pi ripetitori al fine di superare distanze elevate).
Il ripetitore di segnale integra anche la funzione di attuatore 1 canale in quanto provvisto di un rel da 16A. Il rel interno al ripetitore di segnale pu essere
controllato da max 16 dispositivi di comando RF in ingresso.
DATI TECNICI
Alimentazione 230V ac
Temperatura di funzionamento -5 +40C
Grado di protezione IP20
Dimensioni 2 modulo CHORUS
Sezione cavi di alimentazione max 2,5mm
2
Elementi di comando 1 tasto per trasmissione dei messaggi
in fase di apprendimento,
1 selettore rotativo
Distanza in ricezione 100m
Distanza in trasmissione 30m
N. canali rice-trasmissione 16
Contatto di uscita 16A(AC1) / 10A(AC15) 250V ac
GW 10 831 - GW 12 831 - GW 14 831
Tasto di trasmissione
LED multifunzione
1
2
4 3 2
N
1
L
N
L
N
L
3
4
230V - 50Hz
NA 16A - 250V ac
Schema di collegamento
83
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 83 31/01/12 15.04
SiStema antintRuSione RF
eSempio di un impianto antiFuRto Radio
Per la realizzazione di un impianto antifurto radio fondamentale valutare il posizionamento dei singoli dispositivi, a garanzia di unottimale ricezione dei
segnali radio.
Prima di fissare i dispositivi alle pareti importante eseguire dalla centrale la procedura di test per valutare lintensit del segnale.
Particolare cura deve essere riservata al posizionamento sia della centrale che della sirena per una copertura ottimale; la centrale deve essere posta in
prossimit del baricentro delledificio, mentre la sirena in zona visibile non troppo vicina a corpi metallici, quali grondaie e sottotetti, che schermerebbero
il segnale di comunicazione radio.
Tastiera
GW 20 473
Chiave
GW 20 474
Rivelatore di fumo
GW 20 483
Pulsantiera di inserimento
e parzializzazione
GW 14 862
Rivelatore perimetrale
GW 20 478 - GW 20 493
Rivelatore
volumetrico
GW 10 861
Centrale
GW 20 481
Sirena da esterno
GW 20 490
1
1
1 1
1 1
1
5
1
6
2
4
5
1
7
7
1
1
3
1
2
3
6
5
4
Nel caso non fosse possibile garantire la comunicazione tra i dispositivi a causa della particolare dimensione dei locali da controllare o della tipologia delle
infrastrutture edili, pu essere utilizzato un ripetitore di segnale (GW 20 480).
Permettendo cos di ampliare il raggio di copertura offerto dalla centrale.
Tutti i dispositivi del sistema sono stati progettati per funzionare con batterie sostituibili. Leventuale sostituzione delle batterie comunque sempre
segnalata dal sistema. Centrale e sirena, elementi cuore del sistema dispongono di una batteria tampone con caratteristiche specifiche: per garantire
unelevata affidabilit. Nella centrale alloggia una batteria ricaricabile allacciata alla rete dalimentazione 230V, che in condizioni di mancanza di rete ha
unautonomia che supera le 24 h; per la sirena previsto limpiego di una batteria al litio ad alte prestazioni (7.2V 13Ah tipo LSH20), di lunga durata.
Per tutti gli altri dispositivi, le batterie sono di tipo convenzionale, facilmente reperibili sul mercato, ed estremamente semplici da sostituire (quasi tutte le
batterie utilizzate sono del tipo alcalino), per una durata media di circa 2-3 anni.
AREA DI COPERTURA DELLA CENTRALE
84
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 84 31/01/12 15.04
deSCRizione diSpoSitivi
Tutti i dispositivi della gamma prevedono in campo libero (ambiente libero da impedimenti ed ostacoli architettonici) una portata del segnale radio (RF) di
max 100 mt. Il sistema soddisfa le seguenti normative di riferimento: EN 50131-1, EN 50131-5-3, EN 300 220, CEI 79-2.
CentRali di Comando
La centrale di comando viene realizzata in due modelli: entrambi sono forniti di batteria al piombo ricaricabile e dispongono di una sirena da interno.
Centrale di comando (GW 20 470): possibile configurare max otto dispositivi di inserzione e sedici sensori; tutte le informazioni relative allo stato
impianto sono leggibili attraverso laccensione dei LED; la disattivazione dellallarme si effettua con la chiave meccanica demergenza.
Centrale di comando con combinatore telefonico (GW 20 481): possibile configurare max sedici dispositivi di inserzione e quarantotto sensori; tutte
le informazioni relative allo stato impianto sono leggibili sul display a LCD; il combinatore telefonico integrato consente di memorizzare otto numeri
telefonici; la disattivazione dellallarme si esegue digitando il codice segreto.
DATI TECNICI
Alimentazione 230V ac 50Hz
Batteria Pb 6V 1,2Ah
Temperatura di funzionamento +5 +40C
Grado di protezione IP3X
Dimensioni (BxHxP) 244x204x58mm
Potenza acustica sirena interna 90dB a 3m
Contatti di uscita 1NA + 1NC 2A 24V
N max dispositivi di comando
per impianto ()
8-16 ()
N max sensori per impianto 16-48 ()
CaRatteRiStiChe Comuni
GW 20 470
GW 20 472
GW 20 473
GW 20 481
Il telecomando dispone di quattro tasti: due per linserimento/disinserimento dellantifurto e due per linserimento parziale, (es.: zona GIORNO e NOTTE).
La funzione antipanico (attivazione volontaria dallarme) si ottiene azionando contemporaneamente i tasti di parzializzazione impianto.
Tutte le funzioni del telecomando sono ottenibili anche con la tastiera, ma il sistema si attiva soltanto dopo la digitazione del codice di sicurezza.
Tutte le operazioni sono supportate da un segnale acustico di conferma.
() Somma fra telecomandi, tastiera, chiave elettronica.
() 8 dispositivi per GW 20 470; 16 dispositivi per GW 20 481.
() 16 sensori per GW 20 470; 48 sensori per GW 20 481.
DATI TECNICI
Alimentazione Batteria alcalina 12V MN21
Durata media batteria 2 anni
Dimensioni (BxHxP) 35x68x15mm
N canali 4
N massimo per impianto 8-16
(telecomandi + tastiere)
DATI TECNICI
Alimentazione Batteria alcalina 9V 6LR61
Durata media batteria 2 anni
Dimensioni (BxHxP) 166x136x33mm
Temperatura di funzionamento +5 +40C
N massimo per impianto 8-16
(telecomandi + tastiere)
teleComando
taStieRa
85
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 85 31/01/12 15.04
La pulsantiera di inserimento e parzializzazione a radiofrequenza permette di controllare e comandare lo stato del sistema antifurto. Attraverso i quattro
pulsanti presenti sulla parte frontale possibile inserire/disinserire completamente il sistema oppure comandare una parzializzazione dellimpianto che
pu essere utilizzata per differenziare la modalit notte e la modalit giorno.
Il dispositivo fornito di pulsanti per implementare le funzioni di tamper antiapertura e antistrappo. Per attivare/disattivare le funzioni della pulsantiera
necessario avvicinare la chiave elettronica di prossimit al lettore.
DATI TECNICI
Alimentazione Batterie (3 x 1,5V alcaline tipo AAA)
Autonomia media batterie 2 anni
Temperatura di funzionamento -5 +40C
Grado di protezione IP20
Dimensioni 118x90x20mm
pulSantieRa di inSeRimento e paRzializzazione
La chiave elettronica di prossimit (tecnologia a transponder) avvicinata alla tastiera GW 20 473, evita di dover digitare il codice di sicurezza, mentre in
associazione con le pulsantiere di inserimento e parzializzazione ne consente lattivazione.
plaCCa one
GW 10 862 - GW 12 862 - GW 14 862
plaCCa luX
GW 10 867 - GW 12 867 - GW 14 867
GW 20 474
GW 20 475
Modulo con ricevitore radio per la visualizzazione (LED) dello stato impianto; oltre a questa funzione possibile gestire sei uscite supplementari per
visualizzare alcune delle funzioni visibili dalla centrale.
DATI TECNICI
Alimentazione 12/24V ac 12/24V dc
Variazione alimentazione da 11 a 27V ac da 9 a 36V dc
Assorbimento a riposo 31mA 13mA
Assorbimento con tutte le uscite attive 100mA 47mA
Uscite elettroniche 6x3mA o 2x10mA
Dimensioni (BxHxP) 47x100x30mm
Chiave elettRoniCa di pRoSSimit
modulo di viSualizzazione
86
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 86 31/01/12 15.04
Unit radio secondaria, con funzione Trasmettitore e Ricevitore, da usare qualora la portata di alcuni dispositivi radio si riduca a causa di disturbi ambientali
o barriere architettoniche. Si collega via cavo alla centrale.
DATI TECNICI
Alimentazione Da centrale
Collegamento alla centrale Cavo 2x0,75 + 4x0,22mm
2
Distanza massima dalla centrale 100m
Grado di protezione IP3X
Dimensioni (BxHxP) 270x47x30mm
RipetitoRe di Segnale RF
Attivata dalla centrale tramite impulso radio. Involucro di materiale plastico bianco e calotta di protezione del lampeggiatore arancione.
Oltre alle funzioni classiche, come il blocco sirena dopo un minuto in caso di guasto e/o manomissione impianto, presente la funzione di verifica on-off
impianto dallesterno e linformazione data dal lampeggiatore arancione.
DATI TECNICI
Alimentazione Batteria al litio 7,2V tipo LSH20
Durata media batterie 3 anni
Temperatura di funzionamento -25 +45C
Grado di protezione IP34
Intensit sonora 92 dB a 3m
Suono Bitonale
Segnalazione luminosa LED ad alta luminosit
Dimensioni (BxHxP) 253x290x85mm
SiRena da eSteRno
GW 20 480
GW 20 490
87
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 87 31/01/12 15.04
diagRamma di CopeRtuRa della lente Con pRotezione dalla luCe bianCa
poRtata:
15 metri
CopeRtuRa:
volumetrica, apertura 81
diSpoSizione dei FaSCi:
18 zone disposte su 4 piani
viSta lateRale
VISTA SUPERIORE VISTA LATERALE
COPERTURA ALLA MINIMA PORTATA
viSta SupeRioRe
Rivelatore volumetrico allinfrarosso passivo, con modulo trasmettitore a radiofrequenza, adatto per installazione da parete.
Una particolare lente a 18 settori, suddivisi su quattro piani, garantisce unottima protezione dalla luce bianca ed una portata operativa di 15 metri.
RivelatoRe volumetRiCo di pReSenza a Raggi inFRaRoSSi da paRete
DATI TECNICI
Alimentazione Batterie (3x1,5V tipo AAA)
Durata media batterie 2 anni
Temperatura di funzionamento -10 +45C
Grado di protezione IP3X
Stand-by tra due segnalazioni da 30s a 5 minuti
Dimensioni (BxHxP) 118x90x40mm
plaCCa one
GW 10 861 - GW 12 861 - GW 14 861
plaCCa luX
GW 10 866 - GW 12 866 - GW 14 866
Rivelatore volumetrico allinfrarosso passivo, con modulo trasmettitore RF, in contenitore plastico di colore bianco, adatto per installazione fissa, orientabile
e ad angolo.
Una particolare lente a 18 settori, suddivisi su quattro piani, garantisce unottima protezione dalla luce bianca ed una portata operativa di 15 metri.
DATI TECNICI
Alimentazione Batteria alcalina 9V tipo 6LR61
Durata media batterie 2,5 anni
Temperatura di funzionamento -10 +45C
Grado di protezione IP3X
Orientabilit Con staffa snodata in dotazione
Stand-by tra due segnalazioni da 30s a 5 minuti
Dimensioni (BxHxP) 64x110x48mm
RivelatoRe volumetRiCo di pReSenza a Raggi inFRaRoSSi
GW 20 477
88
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 88 31/01/12 15.04
Un trasmettitore con rivelatore incorporato, utilizzato per segnalare lapertura di porte e finestre e dotato di due ampolle con contatto REED (una per lato
del circuito) per agevolare il posizionamento del magnete. Il dispositivo trasmette quando il magnete, fissato alla parte mobile dellinfisso, allontanato o
avvicinato al contatto posto sulla parte fissa del medesimo infisso.
DATI TECNICI
Alimentazione 1 batteria al litio 3,6V 1,2Ah
tipo L514250 o ER14250
Durata media batterie 3 anni
Calamita di azionamento in contenitore plastico
Grado di protezione IP3X
Dimensioni (BxHxP) 77x40x26mm
RivelatoRe peRimetRale Con Contatto magnetiCo peR poRte e FineStRe
GW 20 478
Trasmettitore con due ingressi NC a morsetto: il primo utilizzato per segnalare lintrusione allapertura di porte e finestre, il secondo dispone di un circuito
per il collegamento di contatti a filo per tapparelle.
DATI TECNICI
Alimentazione Batteria alcalina 9V tipo 6LR61
Durata media batterie 4 anni
Grado di protezione IP3X
Dimensioni (BxHxP) 100x47x30mm
N canali 2 indipendenti
N ingressi 2 (1 dedicato per tapparelle)
Tipo di cavo per i collegamenti 2x0,22mm
2
Lunghezza max. 100m per contatti magnetici
1m per tapparelle
RivelatoRe peR Contatti FilaRi tRazionali
GW 20 479
l rivelatori funzionano sulla riflessione del fumo che penetra nella camera danalisi; superata la soglia di sicurezza, generano lallarme.
RivelatoRe ottiCo di Fumo
DATI TECNICI
Alimentazione 3 batterie alcaline 9V tipo 6LR61
Durata media batterie 2 anni
Grado di protezione IP3X
Dimensioni (BxHxP) 176x125x75mm
Temperatura di funzionamento -10 +50C
Umidit senza condensa 10 93%
GW 20 483
Contatto a Fune peR tappaRelle e Contatto magnetiCo a viSta
GW 20 493: destinato alla protezione di tapparelle, rivela il movimento in
salita o in discesa, a partire dalla posizione iniziale. Questo sensore dotato
di un filo avvolto su un rocchetto, la cui estremit viene collegata alla base
delle tapparelle. La rotazione del rocchetto provoca lapertura ciclica del
contatto. Per evitare falsi allarmi dovuti a movimenti accidentali, vibrazioni,
colpi di vento, lento scivolamento, ecc. si deve interporre tra il rilevatore
a filo e lingresso del circuito la scheda analizzatrice, opportunamente
selezionata per luso con questo tipo di rivelatore.
GW 20 494; GW 20 495: contatti magnetici in materiale plastico o
metallico. Da collegare filarmente al rivelatore per contatti filari tradizionali
GW 20 479.
GW 20 493 Plastica: GW 20 494
Metallo: GW 20 495
89
ChoRuS RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS RF.indd 89 31/01/12 15.04
KNX: lo staNdard per la home e per la buildiNg automatioN
La tecnologia KNX la tecnologia base dellofferta Gewiss per la Home e la Building Automation; dal 2004 rappresenta lo standard Europeo EN50090 per
lautomazione della casa e delledificio, e dalla fine del 2006 diventato standard mondiale ISO/IEC 14543.
KNX uno standard aperto supportato da pi di 130 costruttori leader nel settore residenziale e terziario, con unofferta complessiva che supera i 10.000
dispositivi per un totale di oltre 20 milioni di nodi installati nel mondo!
CoNfigurazioNe
I prodotti KNX Gewiss per la Building Automation devono essere configurati, in conformit allo standard, mediante PC con il software di configurazione ETS,
commercializzato dallassociazione KONNEX.
fuNzioNi
Le funzioni realizzabili con lofferta di prodotti KNX Gewiss sono: controllo luci e tapparelle, controllo clima, controllo energia, antifurto, supervisione e
controllo da remoto, sia via internet che mediante cellulare con semplici messaggi SMS.
il sistema
Il sistema di automazione KNX un sistema ad intelligenza distribuita pilotato ad eventi che assicura la massima potenza, flessibilit e semplicit per
realizzare tutte le funzioni di Home e Building Automation.
La semplicit, rispetto agli impianti elettrici tradizionali, dovuta alla modalit di collegamento dei dispositivi tra loro: ognuno collegato in parallelo al
cavo bus, dal quale preleva lalimentazione necessaria per il suo funzionamento e attraverso il quale scambia informazioni (comandi e stati) con gli altri
dispositivi del sistema.
Il sistema KNX un sistema SELV, ci garantisce la massima sicurezza agli utenti che accedono alle funzioni in esso implementate: ad esempio premendo
pulsanti per comandare luci o agendo su un termostato per modificare la temperatura.
Il cavo Bus KNX un doppino intrecciato e schermato, caratteristiche che garantiscono unelevata immunit ai disturbi del sistema. Esistono due diverse
tipologie di cavo Bus KNX: a una o a due coppie. Nel caso di cavo a due coppie, la seconda coppia da usarsi come coppia supplementare, ad esempio per
distribuire unalimentazione supplementare nel caso quella fornita attraverso la coppia principale (insieme al segnale dati) non sia sufficiente.
Le funzioni di automazione sono realizzate decentralizzando lintelligenza nei singoli dispositivi, al contrario di quanto avviene in altri sistemi di tipo
centralizzato (ad es. un PLC) in cui vi ununica unit centrale su cui vengono realizzate tutte le funzioni. Ci aumenta notevolmente laffidabilit del sistema,
infatti il guasto di un dispositivo compromette le sole funzioni da esso realizzate, mentre tutti gli altri dispositivi continuano ad operare regolarmente.
90
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 90 31/01/12 15.05
arChitettura e topologia
Il sistema bus KNX strutturato in aree collegate tra loro da una Linea Dorsale Principale (Backbone line): in ogni area vi una Linea Principale (Main Line)
dalla quale possono diramarsi pi linee Secondarie (Sublines) alle quali sono collegati i dispositivi (sensori, attuatori, pulsanti, etc.).
Le Linee Principali di area sono collegate alla Linea Dorsale Principale mediante speciali dispositivi chiamati Accoppiatori di Area (o di Campo), mentre le
Linee Secondarie sono collegate alle Linee Principali di area mediante Accoppiatori di Linea.
Le funzioni di Accoppiatore di Area (o di Campo) e di Accoppiatore di Linea sono realizzate da uno stesso dispositivo che viene denominato Accoppiatore
di Linea/Campo, che, se opportunamente configurato, pu operare anche come semplice Ripetitore.
Ogni Linea deve includere un alimentatore Bus che provveda a fornire lalimentazione per i dispositivi collegati.
Di seguito sono riportati i vincoli che devono essere rispettati per la stesura di ogni linea (Linea Dorsale, Linee Principali di Area e Linee Secondarie):
Lunghezza totale: max 1000m, misurati sommando tutti i pezzi di cavo componenti la linea (limite superabile utilizzando ripetitori).
La lunghezza massima della linea tra lalimentatore bus ed il dispositivo bus pi lontano non deve superare i 350m.
La lunghezza massima della linea tra due dispositivi bus di 700m.
Numero di alimentatori sulla stessa linea: max 2.
Distanza (misurata lungo il cavo) tra due alimentatori sulla stessa linea: min 200m.
Gli accoppiatori provvedono ad isolare elettricamente le varie parti del sistema in modo da evitare che un guasto elettrico singolo possa compromettere
la funzionalit di tutto il sistema.
Gli accoppiatori realizzano anche una funzione di filtro sui messaggi (pacchetti dati) trasmessi dai singoli dispositivi in modo da evitare che questi vengano
trasmessi inutilmente su tutta la rete limitando la capacit di comunicazione (o banda) del sistema.
La funzione degli accoppiatori quindi di importanza vitale quando la rete KNX molto estesa; essi conferiscono al sistema un elevato grado di affidabilit
elettrica e funzionale, oltre a consentire una comunicazione simultanea ed indipendente su diverse linee o su diverse aree.
Le Linee (Linea Dorsale, Linee Principali di Area e Linee Secondarie) non devono rispettare alcun vincolo installativo, possono essere stese secondo qualsiasi
topologia: a linea, a stella, ad albero e mista, senza necessit di terminatori di linea.
Un impianto Bus KNX pu essere costituito anche da una sola Linea, situazione tipica per piccoli impianti (ad es. un appartamento o una villa).
Legenda:
AA = Accoppiatore di area o di campo
AL = Accoppiatore di linea
DSP = Dispositivo KNX
Struttura del sistema:
- n. max di aree: 15
- n. max di linee secondarie per area: 15
- n. max dispositivi per linea secondaria: 64
(fino 256 utilizzando ripetitori)
Linea principale
Linea dorsale principale
AReA 1
AReA 2
AReA 15
L
i
n
e
a

S
e
c
o
n
d
a
r
i
a

1
L
i
n
e
a

S
e
c
o
n
d
a
r
i
a

2
L
i
n
e
a

S
e
c
o
n
d
a
r
i
a

1
5
AL
DSP 1
DSP 2
DSP 3
DSP 64
DSP 1
DSP 2
DSP 3
DSP 64
DSP 1
DSP 2
DSP 3
DSP 64
AL
AA
AL
91
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 91 31/01/12 15.05
teCNiCa di trasmissioNe ed aCCesso al bus
La trasmissione dei dati fra i dispositivi bus viene effettuata per mezzo di telegrammi secondo tecniche che non rendono necessario limpiego di resistenze
di terminazione di linea e che rendono possibile qualsiasi topologia di rete.
La trasmissione dei dati sulla linea bus simmetrica, i singoli bit sono trasmessi imponendo una differenza di potenziale fra i due cavi del bus senza alcun
riferimento verso terra, in questo modo il sistema risulta immune a tutti quei disturbi esterni che agiscono in modo comune sui due conduttori.
Ogni dispositivo pu trasmettere sul bus in maniera indipendente dagli altri dispositivi, pertanto si possono verificare sovrapposizioni: una procedura
speciale di accesso al bus assicura che nessun dato venga perso e che il bus sia permanentemente in uso.
selezioNe dei dispositivi
La selezione dei dispositivi necessari per realizzare unimpianto KNX deve ovviamente essere fatta a partire dalle specifiche funzionali del sistema.
Vi sono dei dispositivi di sistema che non realizzano funzioni di automazione ma che servono per la realizzazione dellinfrastruttura di rete.
Questi dispositivi vanno considerati in funzione dellestensione e delle dimensioni della rete nel modo seguente:
Alimentatori: va considerato almeno un alimentatore per ogni linea, la taglia dellalimentatore va scelta in funzione del numero di dispositivi collegati alla linea.
Accoppiatori Linea/Campo: va considerato un accoppiatore per ogni linea secondaria e per ogni area.
Interfacce USB: utilizzate per collegare eventuali PC per la Supervisione dellimpianto. Ne serve una per ogni PC che si vuole collegare.
CoNfigurazioNe dei dispositivi
I dispositivi Bus KNX necessitano di essere configurati. La configurazione viene eseguita mediante PC (ad es. portatile) utilizzando il software ETS (EIB
Tool Software). Laccesso ai dispositivi avviene attraverso linterfaccia seriale USB. La configurazione consiste nellinizializzazione dei parametri interni dei
dispositivi affinch questi operino e realizzino le funzioni richieste. Questa fase di configurazione viene anche chiamata Messa in Servizio.
Il software ETS acquistabile dallassociazione KNX (www.knx.org); per informazioni ci si pu rivolgere anche allassociazione Konnex Italia
(www.konnex.it). Lo si acquista una sola volta e poi non vi sono limiti al numero di impianti che si possono mettere in servizio. Il Data Base Gewiss, necessario a
ETS per poter configurare tutti i prodotti KNX, invece disponibile gratuitamente sul sito Gewiss (www.gewiss.com), dove viene aggiornato automaticamente
man mano che si aggiungono nuovi prodotti.
iNstallazioNe
Le Linee (Linea Dorsale, Linee Principali di Area e Linee Secondarie) dellimpianto Bus KNX possono essere stese secondo qualsiasi topologia (a linea, a stella,
ad albero, ad anello, mista) proprio come se si trattasse di una rete elettrica. Per ogni linea devono essere per sempre rispettate le distanze prescritte, come
descritto in precedenza.
Per ogni impianto importante verificare che non si realizzino anelli allinterno di una stessa linea o tra linee diverse.
I dispositivi bus KNX possono essere installati nei quadri di distribuzione e montati su barre DIN oppure montati ad incasso o a parete o ancora direttamente
incorporati nellutenza finale (in lampade per esempio).
desCrizioNe dettagliata delle fuNzioNi e dei programmi appliCativi dei dispositivi
La descrizione dettagliata dei dispositivi KNX riportata sul sito Gewiss (www.gewiss.com), dove sono disponibili:
Fogli istruzione: descrittivi delle modalit installative e delle caratteristiche elettriche e dimensionali.
Manuale Tecnico: descrittivo di tutte le funzioni e dei parametri che ne definiscono il comportamento.
92
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 92 31/01/12 15.05
master - paNNello touCh sCreeN di ComaNdo e visualizzazioNe
ll pannello touch screen MASTER offre il totale controllo dellabitazione grazie al collegamento con il bus KNX, mediante il quale possibile lintegrazione
con tutte le funzioni di automazione della casa.
Le funzioni di controllo e supervisione possono essere gestite localmente attraverso il display touch screen a colori da 10,4, attraverso una rete locale
(LAN) o da remoto, via Internet, utilizzando un comune browser. Linterfaccia utente, basata su una architettura web server offre un elevato grado di
personalizzazione delle pagine, consentendo il posizionamento dei simboli o delle icone raffiguranti i dispositivi direttamente su planimetrie o mappe
grafiche. Le funzionalit di configurazione e personalizzazione dellintero sistema sono totalmente integrate nel software il quale offre la possibilit di
importare direttamente il progetto ETS dellimpianto KNX e di raggruppare gli oggetti di comunicazione relativi ai dispositivi per ambienti o sottosistemi
funzionali organizzati in modo gerarchico. Laccesso alle diverse funzionalit pu essere differenziato in funzione delloperatore.
GW 10 100 TB - GW 10 100 VT - GW 10 100 VA
1. Porte USB accessibili dallesterno
2. Morsetti di alimentazione 230V ac
3. Connettore RJ45 per connessione LAN Ethernet
4. Pulsante di accensione
5. Connessione bus KNX
DATI TECNICI
Alimentazione 230V ac 50/60Hz
Potenza assorbita <15W
Assorbimento corrente dal bus 1,5mA
Sistema operativo Linux
Interfacce 2 porte USB 2.0
1 porta RJ45 (rete Ethernet 10/100 Mbit/s)
Temperatura di funzionamento 0 40C
Dimensioni cornice 323x255mm
Dimensione display 10.4
Risoluzione display 800x600 VGA
Touch screen LCD TFT a colori, retroilluminato
RAM 1Gbyte
Il software consente di definire e gestire:
- eventi ed allarmi ai quali associare azioni, operazioni logiche,
notifiche locali o via e-mail;
- scenari sequenza con parametrizzazione degli intervalli di tempo tra
un comando ed il successivo;
- pianificazioni temporali orarie, giornaliere, settimanali, mensili;
- pianificazioni temporali dedicate alla termoregolazione.
Il pannello provvisto di altoparlanti, di 1 porta RJ45 per il collegamento
alla rete LAN, di 2 porte USB accessibili dallesterno per il collegamento di
tastiera e mouse e di uninterfaccia dedicata al collegamento con il bus KNX.
Installazione ad incasso con scatola GW 24 101.
1
4 2 5
1 3
supervisioNe
93
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 93 31/01/12 15.05
1. Connettore alimentazione
2. Porte USB
3. Porta LAN 1
4. Connettore KNX
5. Porta LAN 2
6. RS232 (riservata per usi futuri)
GW 90 816
iNterNet gateway
L Internet Gateway consente il controllo e la supervisione dell impianto di Home / Building Automation KNX, da remoto via Internet o attraverso una rete
locale (LAN), utilizzando personal computer dotato di un comune browser. Linterfaccia utente, basata su una architettura web server offre un elevato
grado di personalizzazione delle pagine, consentendo il posizionamento dei simboli o delle icone raffiguranti i dispositivi direttamente su planimetrie o
mappe grafiche. Le funzionalit di configurazione e personalizzazione dellintero sistema sono totalmente integrate nel software il quale offre la possibilit
di importare direttamente il progetto ETS dellimpianto KNX e di raggruppare gli oggetti di comunicazione relativi ai dispositivi per ambienti o sottosistemi
funzionali organizzati in modo gerarchico. Laccesso alle diverse funzionalit pu essere differenziato in funzione dei diritti assegnati alloperatore.
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 12V dc (da alimentatore a spina incluso)
Potenza assorbita 5W
Assorbimento corrente dal bus 1,5mA
Sistema operativo Linux
Interfacce 2 porte RJ45 (rete Ethernet 10/100 Mbit/s)
2 porte USB 2.0
Temperatura di funzionamento -5 45C
Dimensioni 158x28x158mm
RAM 256Mbyte
Il software consente di definire e gestire:
- eventi ed allarmi ai quali associare azioni, operazioni logiche, notifiche
locali o via e-mail;
- scenari sequenza con parametrizzazione degli intervalli di tempo tra un
comando ed il successivo;
- pianificazioni temporali orarie, giornaliere, settimanali, mensili;
- pianificazioni temporali dedicate alla termoregolazione.
Il dispositivo dotato di un interfaccia dedicata al collegamento con il bus
KNX. Installazione da tavolo.
-
+
-
+
4
1
2
3
4
5
6
94
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 94 31/01/12 15.05
Nello schema vengono riassunte le possibilit di connessione del pannello touch screen MASTER e dell Internet Gateway con:
- impianto di Home / Building Automation KNX, attraverso interfaccia bus integrata
- PC in rete locale LAN
- PC o palmare in rete locale wireless (WLAN), attraverso access point wireless
- PC via Internet attraverso un modem/router ADSL.
Lutilizzo dei due prodotti da considerarsi alternativo.
Bus KNX
Impianto KNX
LAN/Ethernet
LAN/Ethernet
LAN/Ethernet
WLAN
Switch
Access point
wireless
Router / Modem
ADSL
Internet
Master
Internet
Gateway
LAN
95
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 95 31/01/12 15.05
tabelle dimeNsioNali
MASTER - PANNELLO TOUCH-SCREEN DI COMANDO E VISUALIZZAZIONE
GW 10 100 TB - GW 10 100 VT - GW 10 100 VA
INTERNET GATEWAY
158 158
2
5
2
8
GW 90 816
GW 90 816
96
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 96 31/01/12 15.05
dispositivi di sistema
ALIMENTATORI
GW 90 709 GW 90 710
Massima corrente erogata 320mA 640mA
N max dispositivi BUS alimentabili
Il n max di dispositivi alimentabili va
calcolato in funzione del loro assorbimento
Il n max di dispositivi alimentabili va calcolato
in funzione del loro assorbimento
Tensione di alimentazione in ingresso 230V ac +6%/-10%, 50Hz 230V ac +6%/-10%, 50Hz
Tensione di uscita 30V dc +/- 2V 30V dc +/- 2V
N moduli DIN 4 4
Temperatura di funzionamento -545 C
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Caratteristiche tecniche comuni
- Protezione contro il cortocircuito
- Bobina per soppressione disturbi dalla linea di alimentazione integrata
- Pulsante per reset dispositivi BUS collegati
- Segnalazione a LED stato funzionamento e superamento corrente massima prelevabile
INTERFACCE PER PC
GW 90 706 A GW 90 707
Alimentazione Tramite la porta USB del PC Esterna 12-24V ac/dc
Elementi di connessione al PC
Presa USB di tipo B
(compatibile con USB 1.1/2.0)
Presa LAN RJ45
N moduli DIN 2 2
Elementi di visualizzazione
Nessuno (lindirizzo fisico viene assegnato direttamente dal PC,
non necessario il pulsante di programmazione)
LED verde: segnale KNX;
LED verde: segnale LAN;
LED rosso: fase di programmazione.
Compatibilit
Supportata a partire da ETS 3 versione 1.0.
Sistemi operativi Windows 98, 98SE, ME, 2000, XP, Vista
Supportata da tutte le versioni di ETS
Velocit di trasmissione 9.600 baud
Lato LAN: 10Mbit/s
Lato KNX: 9.600 baud
Lunghezza del cavo
di collegamento col PC
Max. 5 metri -
Note -
Il router di rete KNX/IP consente anche linvio di telegrammi tra linee diverse
attraverso una LAN (IP) come una dorsale rapida. Da configurare con ETS.
Temperatura di funzionamento -545 C
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
GW 90 706 A GW 90 707
GW 90 710 GW 90 709
97
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 97 31/01/12 15.05
iNterfaCCia CoNtatti 4 CaNali KNX
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
FUNZIONI PRINCIPALI
Gestione ingressi /Trasmissione oggetti sul bus
gestione fronti con invio comandi (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte) ciclici
gestione fronti con invio sequenze (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte) con 4 oggetti di
comunicazione ed intervalli di temporizzazione
gestione chiusura contatto breve / prolungata con trasmissione comandi
(1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte)
abilitazione/blocco ingressi
Scenari
gestione scenari con oggetto da 1byte
invio comandi memorizzazione scenari
gestione scenari sequenza
Comandi prioritari
invio comandi prioritari
Comando tapparelle/tende
con pulsante singolo o doppio
Comando dimmer
con pulsante singolo o doppio
con telegramma di stop o invio ciclico
con invio valore luminosit (0%..100%)
Conteggio impulsi
su fronti salita/discesa o entrambi
contatore a 1 byte, 2 byte (con segno), 4 byte (con segno)
trasmissione ciclica valore conteggio su bus
segnalazione overflow su bus
Controllo LED di uscita
modalit ON/OFF
modalit lampeggiante
Sequenze di commutazione
con oggetti ad 1 bit su bus (da 2 a 5)
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 5mA max + 1mA per ogni LED collegato (totale max 9mA)
Tensione di scansione dei contatti 3,3V dc
Uscite per LED Tensione: 3,3V dc
Corrente max: 1mA
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Connessione contatti Cavetti AWG26 intestati - Lunghezza 300mm
Prolungamento cavetti di connessione Lunghezza max 10m (cavo intrecciato)
Dimensione (BxHxP) 38x38x13mm (38x38x19mm con nervature)
1 Cavo bianco
2 Cavo nero
3 Cavo arancione
1 5
2
3
4
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
1. Terminali bus
2. LED di programmazione
indirizzo fisico
3. Tasto di programmazione
indirizzo fisico
4. Cavi di collegamento
5. Asola per fissaggio
GW 90 721
bus
dispositivi di iNgresso
98
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 98 31/01/12 15.05
+ -
1
1
2
3
5 4
modulo pulsaNtiera touCh 6 CaNali KNX - da iNCasso
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto di programmazione indirizzo fisico
6 aree touch di comando
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
6 LED ambra/blu di segnalazione stato carico comandato o di localizzazione notturna
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 3 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50090-2-2, EN60669-2-1
1. LED di stato e localizzazione notturna
2. Sensore di temperatura
3. Terminali bus
4. LED di programmazione indirizzo fisico
5. Tasto di programmazione indirizzo fisico
GW 10 746
FUNZIONI PRINCIPALI
Gestione fronti/comandi sequenza
gestione fronti tocco/rilascio con invio comandi (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte, 4 byte, 14 byte)
gestione fronti tocco/rilascio con invio sequenze (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte, 4 byte,
14 byte) fino a 8 oggetti di comunicazione ed intervalli di temporizzazione
gestione tocco breve/prolungato
abilitazione/blocco canali
Scenari
gestione scenari con oggetto da 1byte
invio comandi memorizzazione scenari
Comandi prioritari
invio comandi prioritari
Comando tapparelle/tende
con pulsante singolo o doppio
con invio posizione percentuale (0%-100%)
Comando dimmer
con pulsante singolo o doppio
con telegramma di stop o invio ciclico
con invio valore luminosit (0%..100%)
Controllo LED di uscita
5 effetti luminosi per ogni LED e selezione del colore
Sequenze di commutazione
con oggetti ad 1 bit su bus (da 2 a 8)
Da completare con placca ICE Touch KNX vetro standard italiano a 2, 4 o 6 simboli, di
colore bianco (GW 16 962 CB, GW 16 964 CB o GW 16 966 CB), nero (GW 16 962 CN, GW 16
964 CN o GW 16 966 CN) o titanio (GW 16 962 CT, GW 16 964 CT o GW 16 966 CT).
bus
99
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 99 31/01/12 15.05
pulsaNtiera 6 CaNali KNX - da iNCasso
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
FUNZIONI PRINCIPALI
Gestione fronti/comandi sequenza
gestione fronti con invio comandi (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte, 4 byte, 14 byte)
gestione fronti con invio sequenze (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte, 4 byte, 14 byte) fino a 8
oggetti di comunicazione ed intervalli di temporizzazione
gestione pressione breve / prolungata
abilitazione/blocco canali
Scenari
gestione scenari con oggetto da 1byte
invio comandi memorizzazione scenari
Comandi prioritari
invio comandi prioritari
Comando tapparelle/tende
con pulsante singolo o doppio
con invio posizione percentuale (0%..100%)
Comando dimmer
con pulsante singolo o doppio
con telegramma di stop o invio ciclico
con invio valore luminosit (0%..100%)
Controllo LED di uscita
5 effetti luminosi per ogni LED e selezione del colore
Sequenze di commutazione
con oggetti ad 1 bit su bus (da 2 a 8)
+ -
1
1
2
3 4
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione
3 pulsanti basculanti
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
6 LED ambra/verde di segnalazione stato carico comandato o di localizzazione notturna
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 3 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50090-2-2, EN60669-2-1
1. LED di stato e localizzazione notturna
2. Terminali bus
3. LED di programmazione indirizzo fisico
4. Tasto di programmazione indirizzo fisico
GW 10 783 - GW 12 783 - GW 14 783
bus
100
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 100 31/01/12 15.05
pulsaNtiera 6 CaNali KNX CoN attuatore oN/off - da iNCasso
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
FUNZIONI PRINCIPALI
Pulsantiera Attuatore on/off
Gestione fronti/comandi sequenza
gestione fronti con invio comandi (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte, 4 byte, 14 byte)
gestione fronti con invio sequenze (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte, 4 byte, 14 byte) fino a 8
oggetti di comunicazione ed intervalli di temporizzazione
gestione pressione breve / prolungata
abilitazione/blocco canali
Scenari
gestione scenari con oggetto da 1byte
invio comandi memorizzazione scenari
Comandi prioritari
invio comandi prioritari
Comando tapparelle/tende
con pulsante singolo o doppio
con invio posizione percentuale (0%..100%)
Comando dimmer
con pulsante singolo o doppio
con telegramma di stop o invio ciclico
con invio valore luminosit (0%..100%)
Controllo LED di uscita
5 effetti luminosi per ogni LED e selezione del colore
funzione segnalazione di stato attuatore locale
Sequenze di commutazione
con oggetti ad 1 bit su bus (da 2 a 8)
Comando locale attuatore on/off
con comandi on/off, luce scale, ritardo allattivazione/disattivazione, lampeggio,
scenario, comando prioritario o blocco
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX - 29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione - 3 pulsanti basculanti
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
6 LED ambra/verde di segnalazione stato carico comandato o di localizzazione notturna
Contatti di uscita 1 NA/NC 10A(AC1) 230V ac - Lampade a incandescenza (230V ac): 1500W - Lampade alogene (230V ac): 1500W
Carichi pilotati da trasformatori elettronici: 600VA - Carichi fluorescenti non rifasati: 400VA - Lampade a basso consumo (fluorescenti compatte): 8x23W
Per le lampade fluorescenti rifasate e per tutti i carichi non indicati si raccomanda luso del rele di appoggio
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 3 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2,
EN60669-2-1
GW 10 784 - GW 12 784 - GW 14 784
Commutazione
parametrizzazione comportamento uscite (NA/NC)
temporizzazione luci scale con possibilit di impostarne la durata via bus
temporizzazione luci scale con funzione di preavviso allo spegnimento
ritardo allattivazione/disattivazione
lampeggio
Scenari
memorizzazione ed attivazione di 8 scenari (valore 0..63) per ogni uscita
abilitazione/disabilitazione memorizzazione scenari da bus
Comandi prioritari
parametrizzazione del valore rel di uscita al termine della forzatura
Comandi di blocco
parametrizzazione valore oggetto di blocco e valore rel di uscita alla fine del blocco
Funzioni logiche
operazione logica AND/NAND/OR/NOR con oggetto di comando (commutazione,
commutazione temporizzata, commutazione ritardata, lampeggio) e risultato operazione logica
utilizzo del risultato delloperazione logica per abilitazione oggetto di comando
(commutazione, commutazione temporizzata, commutazione ritardata, lampeggio, scenario)
operazioni logiche AND/NAND/OR/NOR/XOR/XNOR fino a 4 ingressi logici
Stato uscita
invio su bus parametrizzabile
Funzione di sicurezza
monitoraggio periodico oggetto di ingresso
Altre funzioni
parametrizzazione comportamento uscita alla caduta/ripristino tensione su bus
parametrizzazione comportamento pulsanti di comando locale
parametrizzazione priorit fra oggetti di ingresso
+ -
1
1
2
3 4 5 6 7
1. LED di stato e localizzazione notturna
2. Terminali bus
3. LED di programmazione indirizzo fisico
4. Tasto di programmazione indirizzo fisico
5. Uscita NA
6. Comune
7. Uscita NC
NA COM NC
bus
101
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 101 31/01/12 15.05
pulsaNtiera 6 CaNali KNX CoN attuatore ComaNdo motore - da iNCasso
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
FUNZIONI PRINCIPALI
Pulsantiera Attuatore comando motore
Gestione fronti/comandi sequenza
gestione fronti con invio comandi (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte, 4 byte, 14 byte)
gestione fronti con invio sequenze (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte, 4 byte, 14 byte) fino a 8
oggetti di comunicazione ed intervalli di temporizzazione
gestione pressione breve / prolungata
abilitazione/blocco canali
Scenari
gestione scenari con oggetto da 1byte
invio comandi memorizzazione scenari
Comandi prioritari
invio comandi prioritari
Comando tapparelle/tende
con pulsante singolo o doppio
con invio posizione percentuale (0%..100%)
Comando dimmer
con pulsante singolo o doppio
con telegramma di stop o invio ciclico
con invio valore luminosit (0%..100%)
Controllo LED di uscita
5 effetti luminosi per ogni LED e selezione del colore
funzione segnalazione movimento in corso
Sequenze di commutazione
con oggetti ad 1 bit su bus (da 2 a 8)
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX - 29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione - 3 pulsanti basculanti
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
6 LED ambra/verde di segnalazione stato carico comandato o di localizzazione notturna
Contatti di uscita 6A - 230V ac
Motori e motoriduttori secondo EN60669-2-1
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 3 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2,
EN60669-2-1
GW 10 785 - GW 12 785 - GW 14 785
+ -
1
1
2
1. LED di stato e localizzazione notturna
2. Terminali bus
3. LED di programmazione indirizzo fisico
4. Tasto di programmazione indirizzo fisico
5. Uscita rel (SU)
6. Uscita rel (GI)
7. Comune
Funzioni di comando
gestione movimento salita/discesa/arresto
regolazione lamelle
comando di movimento in posizione relativa (0% - 100%), anche per lamelle
regolazione automatica posizione lamelle
Scenari
memorizzazione ed attivazione di 8 scenari (valore 0..63)
abilitazione / disabilitazione memorizzazione scenari da bus
Comandi prioritari
parametrizzazione posizione al termine della forzatura
Comandi di blocco
parametrizzazione posizione alla fine del blocco
Allarmi
gestione posizione di allarme vento (fino a 3 sensori) e monitoraggio periodico oggetti
di ingresso
gestione allarme pioggia e allarme ghiaccio
Informazioni di stato
invio su bus parametrizzabile
segnalazione ultimo movimento eseguito
segnalazione posizione (0% - 100%) e posizione lamelle
Altre funzioni
parametrizzazione comportamento alla caduta / ripristino tensione su bus
Modo automatico
movimentazioni autonome per protezione illuminazione diretta dei raggi solari, per
riscaldare lambiente, etc.
SU GI COM
3 4
bus
5 6 7
102
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 102 31/01/12 15.05
pulsaNtiera 4 CaNali KNX - da iNCasso
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 8mA max
Elementi di comando 1 tasto di programmazione indirizzo fisico
4 tasti di comando
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
4 LED verdi di segnalazione stato uscita
4 LED ambra di localizzazione notturna
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 2 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
1. LED di stato e localizzazione notturna
2. Pulsante di comando
3. Terminali bus
4. LED di programmazione indirizzo fisico
5. Tasto di programmazione indirizzo fisico
1
1
2
2
1
1
2
2
3
4
5
GW 10 782 - GW 12 782 - GW 14 782
FUNZIONI PRINCIPALI
Gestione ingressi /Trasmissione oggetti sul bus
gestione fronti con invio comandi (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte)
gestione fronti con invio sequenze (1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte) con 4 oggetti di
comunicazione ed intervalli di temporizzazione
gestione pressione breve / prolungata con trasmissione comandi
(1 bit, 2 bit, 1 byte, 2 byte)
abilitazione/blocco pulsanti
Scenari
gestione scenari con oggetto da 1byte
invio comandi memorizzazione scenari
gestione scenari sequenza
Comandi prioritari
invio comandi prioritari
Comando tapparelle/tende
con pulsante singolo o doppio
Comando dimmer
con pulsante singolo o doppio
con telegramma di stop o invio ciclico
con invio valore luminosit (0%..100%)
Controllo LED di uscita
modalit ON/OFF
modalit lampeggiante
Sequenze di commutazione
con oggetti ad 1 bit su bus (da 2 a 5)
103
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 103 31/01/12 15.05
FUNZIONI PRINCIPALI
Comandi
invio comandi ON/OFF
invio comandi movimentazione tende e regolazione lamelle
invio comandi di regolazione luminosit (dimmer)
invio comandi prioritari
invio valori 1byte, 2 byte
Scenari
gestione scenari con oggetto da 1byte
invio comandi memorizzazione scenari
gestione scenari sequenza
Altre funzioni
gestione oggetto di blocco per ogni canale
gestione segnalazioni di allarme con trasmissione periodica
gestione segnalazione di batteria in esaurimento per ogni canale radio
riCevitore rf 8 CaNali KNX - da iNCasso
Il Ricevitore radio 8 canali KNX - da incasso permette ai dispositivi Chorus RF Comando e controllo di comunicare con un sistema KNX consentendo di
ampliare il sistema Building Automation con dispositivi di comando in radiofrequenza. Il ricevitore RF viene visto dal sistema KNX come un interfaccia di
ingresso a 8 canali che, configurato con il software ETS, consente di realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 15mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
1 pulsante frontale per test trasmissione su bus
1 selettore rotativo a 10 posizioni:
0 - funzionamento ordinario
1-8 - apprendimento ingresso/localizzazione
9 - cancellazione
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
1 LED multifunzione (rosso-verde-giallo) per apprendimento e localizzazione
Frequenza comunicazione RF 868 MHz
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 2 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
5
4
3
6
7
8
9 0
2
1
bus
5
4
3
6
7
8
9 0
2
1
4
6
5
3
2 1
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, R&TTE 99/05/CEE, EN50428,
EN50090
1. Pulsante di test trasmissione bus
2. LED multifunzione
3. LED di programmazione indirizzo fisico
4. Tasto di programmazione indirizzo fisico
5. Selettore rotativo
6. Terminali bus
GW 10 798 - GW 12 798 - GW 14 798
104
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 104 31/01/12 15.05
INGRESSI BINARI
GW 90 724 GW 90 725 GW 90 720 GW 90 726
N. ingressi 4 4 8 8
Corrente assorbita dal BUS circa 12mA max. 10mA max. 10mA max. 10mA
Alimentazione Dal BUS Dal BUS Dal BUS Dal BUS
Tipo di ingressi 230Vac
contatti privi
di potenziale
230Vac
contatti privi
di potenziale
Installazione
guida
DIN
guida
DIN
guida
DIN
guida
DIN
Collegamento al BUS Morsetto BUS Morsetto BUS Morsetto BUS Morsetto BUS
Max lunghezza collegamenti 100 m 50 m 100 m 50 m
N moduli DIN 2,5 2,5 4 4
PRINCIPALI FUNZIONI
Comando On/Off e Commutazione

Comando dimmer con 1 o 2 canali

Comando tapparelle con 1 o 2 canali

Invio valori

Contaimpulsi

Gestione scenari (0-63)

Apprendimento scenari

Caratteristiche tecniche comuni:
- Temperatura di funzionamento: da -5C a 45C;
- Temperatura di immagazzinamento: da -25C a 55C.
INGRESSI ANALOGICI
GW 90 763 Ingresso Analogico
N canali 4 ingressi
Corrente assorbita dal BUS max. 7mA
Consumo da rete max. 4VA
Alimentazione 24V ac/dc
Collegamento BUS Morsetto BUS
N moduli DIN 4
Caratteristiche dei segnali
Ingressi:
01V
010V
020mA
420mA
Impedenza per misurazioni di corrente: 18k
Impedenza per misurazioni di tensione: 100
Alimentazione per sensori esterni:
Tensione in uscita: 24V dc
Corrente totale: Max. 100mA
Caratteristiche tecniche comuni:
- Temperatura max. involucro: Tc= 75C;
- Temperatura di funzionamento: da -5C a 45C;
- Temperatura di immagazzinamento: da -25C a 55C.
105
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 105 31/01/12 15.05
rivelatore di movimeNto ir CoN CrepusColare KNX - da iNCasso
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 5mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
1 LED verde di rivelazione movimento
Elementi di misura 1 sensore PIR ( = 514 m)
1 sensore crepuscolare (10500 lux)
Elementi di configurazione 1 potenziometro rotativo per regolazione sensore crepuscolare
1 potenziometro rotativo per variazione tempo di ciclo
Copertura sensore IR Distanza max: 10 m
Copertura verticale: 30, orientabile
Copertura orizzontale: 105, orientabile
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 2 moduli Chorus
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
FUNZIONI PRINCIPALI
Rilevamento movimento condizionato dalla luminosit o incondizionato
Invio comandi (1 bit / 1 byte) su evento di inizio e/o fine movimento
Regolazione soglia luminosit locale o via parametro ETS
Abilitazione/disabilitazione funzionamento via bus
Attivazione invio comandi su oggetto bus
Fino a 4 blocchi di commutazione ausiliari
Pausa di sicurezza parametrizzabile
Funzione sensore crepuscolare puro
bus
2
3
4
1
6
7
5
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
1. Potenziometro regolazione sensibilit luminosa
2. Potenziometro regolazione tempo di ciclo
3. Sensori IR e crepuscolare
4. LED di rivelazione movimento
5. LED di programmazione indirizzo fisico
6. Tasto di programmazione indirizzo fisico
7. Terminali bus
GW 10 786 - GW 12 786 - GW 14 786
seNsori lumiNosit/movimeNto
106
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 106 31/01/12 15.05
RIVELATORI DI MOVIMENTO / LUMINOSIT / CREPUSCOLARI
GW 90 787 GW 90 788 GW 90 789
Installazione Parete (IP55) Soffitto (IP20) Soffitto (IP20)
Collegamento al BUS
Morsetto BUS
ad innesto senza viti
Morsetto BUS
ad innesto senza viti
Morsetto BUS
ad innesto senza viti
Rilevazione presenza
controllo a 360,
raggio dazione = 6mt.
controllo a 360,
raggio dazione = 6mt.
Rilevazione movimento
controllo a 220,
raggio dazione = 16mt;
controllo a 360,
raggio dazione = 4mt
controllo a 360,
raggio dazione = 7mt.
controllo a 360,
raggio dazione = 7mt.
Controllo luminosit 3...1000 lux 10...1000 lux 10...1000 lux
Corrente assorbita dal BUS 7mA 4,5mA 4,5mA
Alimentazione Dal BUS Dal BUS Dal BUS
Temperatura di funzionamento -25C 55C -5 C 45C -5 C 45C
PRINCIPALI FUNZIONI
Controllo luminosit costante
(in abbinamento ad attuatori dimmer)

Attivazioni dipendenti solo dalla luminosit

Attivazioni dipendenti dalla luminosit
e dal movimento

Temporizzazioni allo spegnimento

107
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 107 31/01/12 15.05
attuatore 1 CaNale 16A KNX - da iNCasso
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
FUNZIONI PRINCIPALI
Commutazione
temporizzazione luci scale con possibilit di impostarne la durata via bus
temporizzazione luci scale con funzione di preavviso allo spegnimento
ritardo allattivazione/disattivazione
lampeggio
Scenari
memorizzazione ed attivazione di 8 scenari (valore 0..63)
abilitazione/disabilitazione memorizzazione scenari da bus
Comandi prioritari
parametrizzazione del valore rel di uscita al termine della forzatura
Comandi di blocco
parametrizzazione valore oggetto di blocco e valore rel di uscita alla fine del blocco
Funzioni logiche
operazione logica AND/NAND/OR/NOR con oggetto di comando e risultato
operazione logica
operazioni logiche AND/NAND/OR/NOR/XOR/XNOR fino a 4 ingressi logici
Stato uscita
invio su bus parametrizzabile
Funzione di sicurezza
monitoraggio periodico oggetto di ingresso
Altre funzioni
parametrizzazione comportamento uscita alla caduta/ripristino tensione su bus
parametrizzazione comportamento pulsante di comando locale
parametrizzazione priorit fra oggetti di ingresso
bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
1. Pulsante comando locale
2. LED stato uscita e localizzazione notturna
3. LED di programmazione indirizzo fisico
4. Tasto di programmazione indirizzo fisico
5. Uscita NA
6. Comune
7. Uscita NC
8. Terminali bus
2 1
4
8
7
6
5
3
GW 10 796 - GW 12 796 - GW 14 796
dispositivi di usCita
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX 29 V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 5mA max
Elementi di comando
1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
1 pulsante di comando locale del rel (il pulsante funzionante solo se presente la tensione del bus)
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
1 LED verde di segnalazione stato uscita / 1 LED ambra di localizzazione notturna
Contatto di uscita 1 NA/NC 16A(AC1) 230V ac - Lampade a incandescenza (230V ac): 1500W - Lampade alogene (230V ac): 1500W
Carichi pilotati da trasformatori elettronici: 600VA - Carichi fluorescenti non rifasati: 400VA - Lampade a basso consumo (fluorescenti compatte): 8x23W
Per le lampade fluorescenti rifasate e per tutti i carichi non indicati si raccomanda luso del rele di appoggio
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 2 moduli Chorus
Sezione cavi carico 4mm
2
max
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
108
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 108 31/01/12 15.05
attuatori 4 CaNali 10a e 16aX KNX - da guida diN
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
GW 90 741 GW 90 740A
Alimentazione Tramite bus KNX - 29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
4 pulsanti di comando locale dei rel (i pulsanti sono funzionanti solo se presente la tensione del bus)
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
4 LED verdi di segnalazione stato uscita
Contatti di uscita
4 NA 10A(AC1) 230V ac
Lampade a incandescenza (230V ac): 1500W
Lampade alogene (230V ac): 1500W
Carichi pilotati da trasformatori elettronici: 600VA
Carichi fluorescenti non rifasati: 400VA
Lampade a basso consumo (fluorescenti compatte): 8x23W
Per le lampade fluorescenti rifasate e per tutti i carichi non indicati
si raccomanda luso del rel di appoggio
4 NA 16AX 230V ac
Lampade a incandescenza (230V ac): 3000W
Lampade alogene (230V ac): 3000W
Carichi pilotati da trasformatori toroidali: 3000W
Carichi pilotati da trasformatori elettronici: 2000W
Lampade a basso consumo (fluorescenti compatte): 80x23W
Corrente max di commutazione 16A (AC1), 16AX (140F rif. EN 60669-1)
carichi fluorescenti con corrente massima di spunto 400A (200s)
Temperatura di funzionamento -5 +45C
Dimensione 4 moduli DIN
Dimensione cavi carico 2.5mm
2
max
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
FUNZIONI PRINCIPALI
Commutazione
parametrizzazione comportamento uscite (NA/NC)
temporizzazione luci scale con possibilit di impostarne la durata via bus
temporizzazione luci scale con funzione di preavviso allo spegnimento
ritardo allattivazione/disattivazione
lampeggio
Scenari
memorizzazione ed attivazione di 8 scenari (valore 0..63) per ogni uscita
abilitazione/disabilitazione memorizzazione scenari da bus
Comandi prioritari
parametrizzazione del valore rel di uscita al termine della forzatura
Comandi di blocco
parametrizzazione valore oggetto di blocco e valore rel di uscita alla fine del blocco
Funzione di sicurezza
monitoraggio periodico oggetto di ingresso
Funzioni logiche
operazioni logiche AND/NAND/OR/NOR/XOR/XNOR fino a 4 ingressi logici
operazione logica AND/NAND/OR/NOR con oggetto di comando (commutazione,
commutazione temporizzata, commutazione ritardata, lampeggio) e risultato
operazione logica
utilizzo del risultato delloperazione logica per abilitazione oggetto di comando
(commutazione, commutazione temporizzata, commutazione ritardata, lampeggio,
scenario)
Stato uscita
invio su bus parametrizzabile
Altre funzioni
parametrizzazione comportamento uscita alla caduta/ripristino tensione su bus
parametrizzazione comportamento pulsanti di comando locale
parametrizzazione priorit fra oggetti di ingresso
4
3
8
7
6
5
9
10
12
11
1 2
13 14 15
1. Uscita rel 1
2. Uscita rel 2
3. Pulsante comando locale rel 1
4. LED stato rel 1
5. Pulsante comando locale rel 2
6. LED stato rel 2
7. LED stato rel 3
8. Pulsante comando locale rel 3
9. LED di programmazione indirizzo fisico
10. Tasto di programmazione indirizzo fisico
11. LED stato rel 4
12. Pulsante comando locale rel 4
13. Uscita rel 3
14. Uscita rel 4
15. Terminali bus
bus
N.A. N.A.
N.A. N.A.
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica 2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
GW 90 741
GW 90 740 A
N.O.
N.O. N.O.
OUT3 OUT4
N.O.
OUT1 OUT2
109
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 109 31/01/12 15.06
attuatore 4 CaNali 16aX KNX CoN ComaNdo maNuale - da guida diN
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX 29V dc SELV - Alimentazione ausiliaria 230V ac
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
4 pulsanti di comando locale dei rel (i pulsanti sono funzionanti anche in caso di assenza della tensione bus)
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
4 LED verdi di segnalazione stato uscita
Contatti di uscita
4 NA 16AX 230V ac
Lampade a incandescenza (230V ac): 3000W
Lampade alogene (230V ac): 3000W
Carichi pilotati da trasformatori toroidali: 3000W
Carichi pilotati da trasformatori elettronici: 2000W
Lampade a basso consumo (fluorescenti compatte): 80x23W
Corrente max di commutazione 16A (AC1), 16AX (140F rif. EN 60669-1) carichi fluorescenti
con corrente massima di spunto 400A (200s)
Temperatura di funzionamento -5 +45C
Dimensione 4 moduli DIN
Dimensione cavi carico 2.5mm
2
max
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
FUNZIONI PRINCIPALI
Commutazione
parametrizzazione comportamento uscite (NA/NC)
temporizzazione luci scale con possibilit di impostarne la durata via bus
temporizzazione luci scale con funzione di preavviso allo spegnimento
ritardo allattivazione/disattivazione
lampeggio
Scenari
memorizzazione ed attivazione di 8 scenari (valore 0..63) per ogni uscita
abilitazione/disabilitazione memorizzazione scenari da bus
Comandi prioritari
parametrizzazione del valore rel di uscita al termine della forzatura
Comandi di blocco
parametrizzazione valore oggetto di blocco e valore rel di uscita alla fine del blocco
Funzione di sicurezza
monitoraggio periodico oggetto di ingresso
Funzioni logiche
operazioni logiche AND/NAND/OR/NOR/XOR/XNOR fino a 4 ingressi logici
operazione logica AND/NAND/OR/NOR con oggetto di comando e risultato
operazione
logica
Stato uscita
invio su bus parametrizzabile
Altre funzioni
parametrizzazione comportamento uscita alla caduta/ripristino tensione su bus
parametrizzazione comportamento pulsanti di comando locale
parametrizzazione priorit fra oggetti di ingresso
4
3
8
7
6
5
9
10
12
11
1 16 2
13 14 15
1. Uscita rel 1
2. Uscita rel 2
3. Pulsante comando locale rel 1
4. LED stato rel 1
5. Pulsante comando locale rel 2
6. LED stato rel 2
7. LED stato rel 3
8. Pulsante comando locale rel 3
9. LED di programmazione indirizzo fisico
10. Tasto di programmazione indirizzo fisico
11. LED stato rel 4
12. Pulsante comando locale rel 4
13. Uscita rel 3
14. Uscita rel 4
15. Terminali bus
16. Alimentazione ausiliaria 230V ac
bus
N.A. N.A.
N.A. N.A.
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
GW 90 742
N.O.
N.O. N.O.
OUT3 OUT4
N.O.
OUT1 OUT2
110
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 110 31/01/12 15.06
USCITE BINARIE
GW 90 737 GW 90 738 GW 90 739
N. uscite 8 12 12
Azionamento manuale

Portata contatti
16A (cos

1)
16A (cos

0,6)
16A (cos

1)
16A (cos

0,6)
60mA 24V dc
(per spie/lampade di pannelli sinottici)
Corrente assorbita dal BUS 15mA 15mA 4,5mA
Alimentazione Dal BUS Dal BUS Dal BUS
Alimentazione ausiliaria
min. 12V dc, max. 36V dc
nominale 24V dc
Collegamento al BUS Morsetto BUS Morsetto BUS Morsetto BUS
N moduli DIN 8 12 4
PRINCIPALI FUNZIONI
Ritardi allattivazione/disattivazione;
temporizzazioni luci scale

Funzioni logiche / prioritarie /
blocco canali

Impostazione comportamento in caso
di mancanza tensione BUS

Funzione centrale
(un oggetto per tutti i canali)

Funzione Lampeggiatore

Gestione scenari con numero (1-8)

Memorizzazione scenari

Caratteristiche tecniche comuni:
- Temperatura di funzionamento: da -5C a 45C;
- Temperatura di immagazzinamento: da -25C a 55C.
111
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 111 31/01/12 15.06
attuatore ComaNdo motore 1 CaNale 6a KNX - da iNCasso
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29 V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 8mA max
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
2 pulsanti di comando locale dei rel
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione
2 LED verdi per segnalazione di stato uscita / 2 led ambra per localizzazione notturna
Contatti di uscita 6A - 230V ac
Motori e motoriduttori secondo EN60669-2-1
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione 2 Moduli Chorus
Dimensione cavi carico 4mm
2
max
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
FUNZIONI PRINCIPALI
Funzioni di comando
gestione movimento salita/discesa/arresto
regolazione lamelle
comando di movimento in posizione relativa (0% - 100%)
regolazione automatica posizione lamelle
Scenari
memorizzazione ed attivazione di 8 scenari (valore 0..63)
abilitazione / disabilitazione memorizzazione scenari da bus
Comandi prioritari
parametrizzazione posizione al termine della forzatura
Comandi di blocco
parametrizzazione posizione alla fine del blocco
Allarmi
gestione posizione di allarme (fino a 3 sensori) e monitoraggio periodico oggetti
di ingresso
Informazioni di stato
invio su bus parametrizzabile
segnalazione ultimo movimento eseguito
segnalazione posizione (0% - 100%)
Altre funzioni
parametrizzazione comportamento alla caduta / ripristino tensione su bus
bus
GI SU COM
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
1. Pulsante comando locale 1 (SU)
2. Pulsante comando locale 2 (GI)
3. LED stato uscita (SU) e localizzazione notturna
4. LED stato uscita (GI) e localizzazione notturna
5. LED di programmazione indirizzo fisico
6. Tasto di programmazione indirizzo fisico
7. Uscita rel (GI)
8. Uscita rel (SU)
9. Comune
10. Terminali bus
3
4
1
2
6
10
9
8
7
5
GW 10 797 - GW 12 797 - GW 14 797
112
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 112 31/01/12 15.06
FUNZIONI PRINCIPALI
Funzioni di comando
gestione movimento salita/discesa/arresto
regolazione lamelle
comando di movimento in posizione relativa (0% - 100%)
comando di regolazione posizione relativa lamelle (0% - 100%)
regolazione automatica posizione lamelle
Comandi prioritari
parametrizzazione posizione al termine forzatura
Comandi di blocco
parametrizzazione posizione alla fine del blocco
Allarmi
gestione posizione di allarme e fine allarme vento (fino a 3 sensori)
e monitoraggio periodico oggetti di ingresso
gestione posizione di allarme e fine allarme pioggia (1 sensore)
e monitoraggio periodico oggetto di ingresso
gestione posizione di allarme e fine allarme ghiaccio (1 sensore)
e monitoraggio periodico oggetto di ingresso
parametrizzazione priorit tra gli allarmi meteo
Scenari
memorizzazione ed esecuzione di 8 scenari (valore 0.. 63)
abilitazione/disabilitazione memorizzazione scenari da bus
Informazioni di stato
invio su bus parametrizzabile
segnalazione ultimo movimento eseguito
segnalazione posizione (0% - 100%)
segnalazione posizione lamelle (0% - 100%)
Funzionamento automatico
parametrizzazione posizione relativa e posizione lamelle per protezione irraggiamento
solare
parametrizzazione posizione relativa e posizione lamelle per funzione termoregolazione
abilitazione/disabilitazione funzionamento automatico da bus
selezione modo di funzionamento automatico
(protezione irraggiamento solare/funzione termoregolazione) da bus
selezione tipo di funzione termoregolazione
(riscaldamento/raffrescamento ambiente) da bus
Altre funzioni
parametrizzazione comportamento alla caduta/ripristino tensione bus
parametrizzazione limiti di corsa della tapparella/veneziana
abilitazione/disabilitazione limiti di corsa da bus
impostazione limite di corsa inferiore e superiore da bus
esecuzione calibrazione automatica
parametrizzazione comportamento tasti di comando locali
attuatori ComaNdo motori 2 e 4 CaNali 6a KNX - da guida diN
I dispositivi vengono configurati con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
1. Morsetti per connessione motori
2. LED stato uscite canali SU
3. Pulsanti comando locale canali SU
4. Pulsanti comando locale canali GI
5. LED stato uscite canali GI
6. LED di programmazione
7. Tasto di programmazione indirizzo fisico
8. Terminali bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2, EN60669-2-1
GW 90 856
GW 90 857
2
3
4
5
6
7
8
bus
ch.1
SU GI GI SU COMCOM SU GI SU GI
ch.2
1
1. Morsetti per connessione motori
2. LED stato uscite canali SU
3. Pulsanti comando locale canali SU
4. Pulsanti comando locale canali GI
5. LED stato uscite canali GI
6. LED di programmazione
7. Tasto di programmazione indirizzo fisico
8. Terminali bus
9. Alimentazione ausiliaria
2
3
4
5
6
7
8
bus
ch.1
SU GI GI SU COMCOM SU GI SU GI
9
ch.2 ch.3 ch.4
1
113
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 113 31/01/12 15.06
DATI TECNICI
GW 90 856 GW 90 857
Alimentazione Tramite bus KNX 29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 10mA max
Elementi di comando Tasto di programmazione
4 pulsanti di comando locale
Tasto di programmazione
8 pulsanti di comando locale
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso (programmazione)
4 LED verdi (indicatore di stato)
1 LED rosso (programmazione)
8 LED verdi (indicatore di stato)
Contatti di uscita 4 NA da 8A (cos=1) - 250V ac
Motori e motoriduttori: 6A
secondo EN60669-2-1
8 NA da 8A (cos=1) - 250V ac
Motori e motoriduttori: 6A
secondo EN60669-2-1
Dimensione cavi carico 4mm
2
max
Dimensione 4 moduli DIN
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
ATTUATORI PER TAPPARELLE
GW 90 754 GW 90 753
N motori collegabili
e gestibili separatamente
Max. 2 Max. 8
Corrente Nominale
10A (cos

1)
10A (cos

0,6)
10A (cos

1)
10A (cos

0,6)
Portata massima motori max. 1000W max. 1000W
Corrente assorbita dal BUS max. 17,5mA max. 17,5mA
Alimentazione Dal BUS Dal BUS
Collegamento al BUS Morsetto BUS Morsetto BUS
N moduli DIN 4 8
PRINCIPALI FUNZIONI
Movimento, stop, movimenti a step

Regolazione lamelle per veneziane

Sicurezze (es. movimenti preimpostati
per allarme vento)

Movimenti predefiniti (es. per scenari)
Solamente per movimenti completi
(tutto su/gi)

Movimenti predefiniti in caso di
mancanza/ripristino tensione BUS
Solo in caso di ripristino
Comandi manuali

Caratteristiche tecniche comuni:
- Temperatura di funzionamento: da -5C a 45C;
- Temperatura di immagazzinamento: da -25C a 55C.
114
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 114 31/01/12 15.06
attuatori dimmer KNX - da guida diN
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX 29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 9mA max
Elementi di comando
Tasto di programmazione
Pulsante di comando locale
Elementi di visualizzazione
1 LED rosso di programmazione / 1 LED indicatore di stato
Tensione nominale
230V ac 50Hz
Potenza nominale
Lampade ad incandescenza: 40-500 W
Lampade alogene: 40-500 W
Carichi induttivi/capacitivi: 40-500 VA
Dimensione cavi carico
2.5mm
2
max
Dimensione 4 moduli DIN
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
I dispositivi vengono configurati con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
FUNZIONI PRINCIPALI
Funzioni di comando
regolazione relativa luminosit
regolazione assoluta luminosit con ritardo allattivazione/disattivazione
attivazione on/off con ritardo allattivazione/disattivazione
funzione luce scale con impostazione durata temporizzazione da bus
e funzione di preavviso allo spegnimento
Comandi prioritari
parametrizzazione valore luminosit per comando di attivazione forzatura ON
parametrizzazione valore luminosit al termine forzatura
Comandi di blocco
parametrizzazione valore luminosit per comando di attivazione blocco
parametrizzazione valore luminosit alla fine del blocco
Funzioni logiche
operazioni logiche AND/NAND/OR/NOR/XOR/XNOR tra ingressi logici (fino a 4 ingressi)
parametrizzazione funzione risultato operazione tra ingressi logici
(abilitazione comandi/nuovo ingresso logico)
operazioni logiche AND/NAND/OR/NOR tra risultato operazione
tra ingressi logici e oggetto di commutazione
invio su bus segnalazione risultato funzione logica parametrizzabile
Scenari
memorizzazione ed esecuzione di 8 scenari (valore 0.. 63)
parametrizzazione modalit di raggiungimento luminosit (rampa/salto al valore)
per ogni scenario da eseguire
abilitazione/disabilitazione memorizzazione scenari da bus
Informazioni di stato
invio su bus parametrizzabile
segnalazione valore luminosit attuale (0% - 100%)
segnalazione stato (0N/OFF)
segnalazione allarme sovraccarico uscita
segnalazione allarme assenza tensione 230V (se tensione bus presente)
Modalit slave
regolazione relativa luminosit
regolazione assoluta luminosit
monitoraggio periodico oggetti in ingresso
parametrizzazione valore luminosit per dimmer in sicurezza
parametrizzazione valore luminosit alla disattivazione della modalit slave
abilitazione/disabilitazione modalit slave da bus
Altre funzioni
parametrizzazione comportamento alla caduta/ripristino tensione bus
parametrizzazione modalit di raggiungimento luminosit (rampa/salto al valore) per
le diverse funzioni di comando+ parametrizzazione velocit di regolazione (tra 0% e
50% e tra 50 e 100%) per comandi di regolazione relativa luminosit
parametrizzazione comportamento tasti di comando locali
3 2
1
5 6
4
1. LED indicatore di stato
2. Pulsante per comando locale
3. LED di programmazione
4. Tasto di programmazione indirizzo fisico
5. Morsetti per connessione carico
6. Terminali bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090-2-2
bus
GW 90 750
115
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 115 31/01/12 15.06
ATTUATORI DIMMER
GW 90 746 GW 90 747 GW 90 759 GW 90 743 GW 90 744
Numero uscite 1 3 2 1 2
Tipologia carico regolabile
Ballast / trasformatori
con interfaccia 1-10V
Ballast / trasformatori
con interfaccia 1-10V
Carichi resistivi /
trasformatori con
avvolgimento
Carichi resistivi /
trasformatori con
avvolgimento ed
elettronici
Carichi resistivi /
trasformatori con
avvolgimento ed
elettronici
Corrente assorbita dal BUS 17,5mA 17,5mA 10mA <7mA <7mA
Alimentazione Dal BUS Dal BUS Dal BUS Dal BUS Dal BUS
POTENZA/CARICO NOMINALE
Lampade ad incandescenza 3600W 3600W
25-300W
per canale
50-500W/VA
carico totale:
50-600W/VA
carico canale:
50-400W/VA
Lampade alogene
- 230V ac
- LV (con trasformatore elettronico)
2500W
2000W
2500W
2000W
Lampade fluorescenti:
- non rifasate
3600VA 3600VA
Ballast max. 100mA max. 100mA
Lampade con trasf. elettronico 25-300VA per canale 50-500W/VA
Lampade con trasf. con avvolgimento 25-300VA per canale 50-500W/VA
Protezione contro il cortocorcuito
e sovraccarico
elettronica e fusibile elettronica elettronica
Collegamento al BUS tramite Morsetto BUS Morsetto BUS Morsetto BUS Morsetto BUS Morsetto BUS
N moduli DIN 2 4 6 4 4
PRINCIPALI FUNZIONI
Comando manuale
(solo ON/OFF)

Temporizzazione

Segnalazione sovraccarico

Gestione scenari
ricezione di un
valore luminosit
ricezione di un
valore luminosit
ricezione di un
valore luminosit
Con numero
(1-8)
Con numero
(1-8)
Caratteristiche tecniche comuni:
- Temperatura di funzionamento: da -5C a 45C;
- Temperatura di immagazzinamento: da -25C a 55C.
NOTA:
I dimmer universali GW 90 743 e GW 90 744 devono essere impiegati solo in quegli ambiti applicativi in cui lalimentazione di rete sia stabile, in particolare per quanto riguarda la frequenza: tali
condizioni sono sempre garantite dai gestori di rete elettrica.
Lutilizzo dei dimmer GW 90 743 e GW 90 744 deve essere evitata in tutte quelle applicazioni in cui la stabilit della frequenza non sia assicurata, ad esempio quando lalimentazione provenga da
invertitori (ad es.: yatch o imbarcazioni in genere). In tali situazioni devono essere utilizzati altre tipologie di dimmer KNX presenti a catalogo Gewiss.
I dimmer universali GW 90 743 e GW 90 744, in presenza di variazioni anomale nella frequenza di alimentazione, attivano la procedura di rilevazione del carico (R/L o R/C) che consiste nella
diminuzione e nel successivo aumento, graduale, della potenza fornita al carico.
116
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 116 31/01/12 15.06
FUNZIONI PRINCIPALI
Controllo temperatura
a 2 punti con comandi ON/OFF o regolazione continua (0% - 100%)
controllo PI con comandi PWM o regolazione continua (0% - 100%)
Impostazione modo di funzionamento
da bus con oggetti distinti ad 1 bit (OFF, ECONOMY, PRECOMFORT, COMFORT, AUTO)
da bus con oggetto ad 1byte
Misura temperatura
con sensore integrato o sonda di temperatura
misto con definizione del peso relativo
Controllo temperatura a zone
con trasmissione modalit di funzionamento verso termostati slave
con trasmissione set point verso termostati slave
Scenari
memorizzazione ed attivazione 8 scenari (valore 0..63)
Altre funzioni
impostazione set point (OFF, ECONOMY, PRECOMFORT, COMFORT ) da bus
impostazione tipo (riscaldamento/condizionamento) da bus
impostazione giorno ed ora da bus
trasmissione giorno ed ora su bus verso termostati slave
informazioni di stato (modalit, tipo) e misura di temperatura misurata trasmesse su bus
gestione informazione di stato proveniente da attuatore comandato
CroNotermostato KNX - da parete
Il cronotermostato KNX consente la gestione automatica, su base settimanale, del profilo di temperatura allinterno dellambiente di installazione.
Via bus KNX gestisce il comando di attuatori, per il controllo di elementi di riscaldamento/condizionamento, connessi al sistema di Building Automation.
Inoltre, in abbinamento ai termostati KNX (GW 10 793, GW 14 793), pu essere utilizzato, con funzione di master, per la regolazione della temperatura a
zone. Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella:
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29 V dc SELV
Alimentazione back up 2 batterie alcaline 1,5V AAA per lggiornamento data / ora in caso di assenza tensione bus
Assorbimento corrente dal bus 5mA
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
10 pulsanti di comando e configurazione
Elementi di visualizzazione Display LCD retroilluminato a LED
1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione (BxHxP) 130x92x23 mm
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Vano batterie
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50090-2-2, EN60730-1
GW 10 791 - GW 14 791
Pulsante
UP
Display LCD
Pulsante
DOWN
Pulsante
MODE
Terminali BUS
Sportello di protezione tasti
di programmazione
Tasto di programmazione
indirizzo fisico
Led di programmazione
indirizzo fisico
termoregolazioNe
117
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 117 31/01/12 15.06
termostato KNX - da parete
Il termostato KNX - da parete consente, via bus KNX, la gestione di sistemi di termoregolazione attraverso il comando di attuatori connessi al sistema di
Building Automation, per il controllo di fan-coil o elementi di riscaldamento/condizionamento. Oltre alla funzione di termostato stand-alone, il dispositivo
pu essere abbinato ad un cronotermostato KNX (GW 10 791, GW 14 791), con funzione di slave, per il controllo temperatura a zone.
Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le funzioni riportate in tabella:
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
Alimentazione Tramite bus KNX
29V dc SELV
Alimentazione back up Batteria ricaricabile tipo ML1220 - 3V per l'aggiornamento data/ora
in caso di assenza tensione bus
Assorbimento corrente dal bus 5mA
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
5 pulsanti di comando e configurazione
Elementi di visualizzazione Display LCD retroilluminato a LED
1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Dimensione (BxHxP) 85x95x23 mm
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
FUNZIONI PRINCIPALI
Controllo temperatura
a 2 punti con comandi ON/OFF o regolazione continua (0% - 100%)
PI con comandi PWM o regolazione continua (0% - 100%)
Controllo velocit fan-coil
con comandi selezione velocit distinti (ON/OFF)
con regolazione continua (0% - 100%)
Impostazione modo di funzionamento
da bus con oggetti distinti ad 1 bit (OFF, ECONOMY, PRECOMFORT, COMFORT, AUTO)
da bus con oggetto ad 1byte
Misura temperatura
con sensore integrato o sonda di temperatura
misto con definizione del peso relativo
Controllo temperatura a zone
con modalit di funzionamento ricevuta da cronotermostato master ed utilizzo set point locale
con set point ricevuto da cronotermostato master e differenziale di temperatura locale
differenziale di temperatura parametrizzabile ed impostabile via bus
Scenari
memorizzazione ed attivazione 8 scenari (valore 0..63)
Altre funzioni
impostazione set point (OFF, ECONOMY, PRECOMFORT, COMFORT) da bus
impostazione tipo (riscaldamento/condizionamento) da bus
impostazione giorno ed ora da bus
informazioni di stato (modalit, tipo) e misura di temperatura misurata trasmesse su bus
gestione informazione di stato proveniente da attuatore comandato
Display LCD
Pulsante
DOWN
Pulsante
UP
Pulsante
SET
Pulsante
comando
velocit
fan coil
Led di programmazione
indirizzo fisico
Pulsante
MODE
Tasto di
programmazione
indirizzo fisico
Terminali
BUS
Vano
batterie
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50090-2-2, EN60730-1
GW 10 793 - GW 14 793
118
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 118 31/01/12 15.06
Il controllo accessi/utenze un sistema basato su standard bus KNX in grado di regolamentare laccesso a locali/aree in ambito alberghiero, residenziale
(parti comuni di condomini, garage, etc.) e terziario (uffici, aule, etc.) mediante lutilizzo di tessere transponder opportunamente programmate.
Il sistema si compone dei seguenti elementi:
- Unit di lettura transponder
- Unit porta transponder
- Unit di programmazione transponder
- Tessera transponder
- Pacchetto software GW Hotel
- Pacchetto software GW Access
LUnit di programmazione transponder, collegata ad un PC di servizio tramite porta USB, permette, tramite il software di gestione accessi GW Hotel/GW Access,
la configurazione delle tessere transponder assegnando i diritti di accesso.
Le tessere transponder risultano essere estremamente sicure ed affidabili dal momento che ciascuna di esse memorizza un codice univoco scelto tra
miliardi di combinazioni; sono basate sulla tecnologia RFID, non richiedono luso di batterie e quindi non necessitano di alcuna manutenzione.
Il riconoscimento delle tessere avviene avvicinandole ad almeno 3cm dallUnit di lettura transponder. Questultima incorpora anche due rel per
lazionamento di impianti o utilizzatori elettrici, come ad esempio elettroserrature, luci di cortesia etc.
Un ulteriore dispositivo denominato Unit porta transponder dotato di un alloggiamento per tessere transponder che ne permette il riconoscimento per
la notifica delle presenze a livello di supervisione (es: reception). Questa unit incorpora anche due rel per lazionamento di impianti o utilizzatori elettrici.
LUnit di lettura transponder e lUnit porta transponder sono dotate di contatti a rel integrati per il comando di utenze elettriche di piccola capacit.Per
lattivazione di carichi pi onerosi si consiglia lutilizzo di rel di appoggio elettromeccanici o di attuatori KNX.
DATI TECNICI
Lettore Per tessere transponder 86x54mm
Alimentazione 12-24V ac 50/60Hz; 12-24V dc; max 150mA (con fusibile autoripristinante)
Assorbimento bus 5mA
Uscite digitali 2 rel; contatti 1NA 2A cos

0.6, 24V ac/dc programmabili da ETS


Ingressi digitali 3 ingressi per contatti privi di potenziale (lunghezza cavi max. 10m)
Funzione Riconosce le tessere transponder e chiude i contatti del rel a cui fa capo l'elettroserratura
Segnalazione LED1 bicolore: accesso valido (verde) o rifiutato (rosso);
LED2 verde: programmabile con ETS;
LED3 rosso: programmabile con ETS;
LED4 verde: programmabile con ETS
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
appliCazioNi speCiali
sistema CoNtrollo aCCessi e gestioNe hotel
CARATTERISTICHE VANTAGGI
Permette laccesso a locali riservati (camere dalbergo, uffici,
archivi, etc.) solo ai clienti e al personale autorizzato in possesso
di apposita tessera transponder
Gestione evoluta e dinamica degli accessi
Una sola tessera transponder pu essere programmata
per abilitare laccesso a pi locali
Ogni tessera transponder sostituisce pi chiavi tradizionali
Dispositivi connessi via bus KNX Un solo cavo bus per collegare tutti i dispositivi
DATI TECNICI
Lettore Per tessere transponder 86x54mm
Alimentazione 12-24V ac 50/60Hz; 12-24V dc; max 150mA (con fusibile autoripristinante)
Assorbimento bus 5mA
Uscite digitali 2 rel; contatti 1NA 2A cos

0.6, 24V ac/dc programmabili da ETS
Ingressi digitali 3 ingressi per contatti privi di potenziale (lunghezza cavi max. 10m)
Funzione Riconosce le tessere transponder con le funzioni abilitate e chiude i contatti del rel
a cui fa capo limpianto o lutilizzatore elettrico
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Riferimenti normativi:
Sicurezza elettrica EN50090, IEC664-1
Direttiva compatibilit elettromagnetica
EN61000-6-3, EN61000-6-1, EN50090-2-2
GW 10 681 - GW 12 681 - GW 14 681
Unit di lettura transponder
GW 10 682 - GW 12 682 - GW 14 682
Unit porta transponder
119
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 119 31/01/12 15.06
I pacchetti software GW Hotel e GW Access sono stati sviluppati per dialogare con dispositivi standard KNX dedicati allautomazione alberghiera e al
controllo accessi.
I software si basano su logica Client-Server e sono remotizzabili via Internet o via Ethernet. Il riconoscimento dellutente avviene attraverso una chiave
hardware dedicata, grazie alla quale possibile passare da un pacchetto base al livello superiore tramite un semplice codice di sblocco.
In un unico sistema, la supervisione di tutte le aree critiche di un edificio garantita attraverso lutilizzo di dispositivi KNX, in grado di controllare ogni
funzione: dallilluminazione alla termoregolazione, dal controllo degli impianti tecnologici al riconoscimento dei transiti degli utenti.
Linterfaccia grafica totalmente personalizzabile: dal logo sulla barra principale ai colori dellinterfaccia utente.
Il software include licenza duso e chiave hardware. GW Hotel Base deve essere installato su di un unico PC; GW Hotel Intermediate e Advanced possono essere
installati su di un server che garantisce laccesso tramite PC client (uno per ogni licenza). GW Hotel Client permette di aumentare il numero di licenze duso.
DATI TECNICI
Programmatore Per tessere transponder 86x54mm
Alimentazione Dalla porta USB (5V, 180mA)
Funzione Configurare le tessere transponder assegnando i livelli di accesso
DATI TECNICI
Dimensione 86x54mm
Tecnologia Transponder passivo operante in radiofrequenza a 125KHz
Programmazione Programmabile mediante unit di programmazione transponder
Funzione
transponder
La stessa tessera pu essere abilitata per pi unit di lettura
GW 10 683 - GW 12 683 - GW 14 683
Unit di programmazione transponder
GW 10 684
Tessera transponder
DATI TECNICI
Caratteristiche Adatto per gestione accessi in strutture alberghiere.
Pacchetto software sviluppato per dialogare con dispositivi standard su bus KNX
Versioni GW 10 691 - GW Hotel Base
Per alberghi fino a 75 camere. Gestione di 2 livelli di password
GW 10 692 - GW Hotel Intermediate
Per alberghi fino a 150 camere. Gestione di 5 livelli di password
GW 10 693 - GW Hotel Advanced
Per grandi alberghi con oltre 150 camere. Gestione di 7 livelli di password
Gestione remota GW 10 694 - GW Hotel Client
DATI TECNICI
Caratteristiche Adatto per gestione accessi in zone selezionate e in fasce orarie programmate.
Pacchetto software sviluppato per dialogare con dispositivi standard su bus KNX
Versioni GW 10 695 - GW Access Base
Per gestire fino a 50 aree. Gestione di 2 livelli di password
GW 10 696 - GW Access Advanced
Per gestire grandi edifici con oltre 50 aree. Gestione di 7 livelli di password
Gestione remota GW 10 697 - GW Access Client
GW 10 691 - GW 10 692
GW 10 693 - GW 10 694
GW Hotel
GW 10 695 - GW 10 696 - GW 10 697
GW Access
Il software include licenza duso e chiave hardware. GW Access Base deve essere installato su di un unico PC; GW Access Advanced pu essere installato su
di un server che garantisce laccesso tramite PC client (uno per ogni licenza). GW Access Client permette di aumentare il numero di licenze duso.
NOTA: i diversi livelli di password identificano il numero di livelli di accesso per operatori in reception.
NOTA: i diversi livelli di password identificano il numero di livelli di accesso per operatori in reception.
120
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 120 31/01/12 15.06
Tessera
transponder
GW 10 684
Interfaccia USB KNX (GW 90 706 A)
GW 10 683 - GW 12 683
GW 14 683
Unit di programmazione transponder
Alimentazione 12-24V
GW 10 681 - GW 12 681
GW 14 681
Unit lettura transponder
GW 10 682 - GW 12 682
GW 14 682
Unit porta transponder
Attuatore KNX
Bus KNX
Porta USB
GW 10 681 - GW 12 681 - GW 14 681
Unit di lettura transponder
121
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 121 31/01/12 15.06
remotizzatore gsm KNX
Il remotizzatore GSM KNX permette di comandare attuatori e richiedere lo stato dei dispositivi comandati o di dispositivi di ingresso connessi allimpianto
di Building Automation KNX, direttamente da telefono cellulare tramite linvio di SMS. Il dispositivo viene configurato con il software ETS per realizzare le
funzioni riportate in tabella:
DATI TECNICI
Alimentazione 230V ac
Assorbimento corrente dal bus 1,5mA
Elementi di comando 1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
Elementi di visualizzazione 1 LED rosso di programmazione indirizzo fisico
1 LED bicolore segnalazione stato rete GSM
1 LED verde di segnalazione stato dispositivo
Temperatura di funzionamento -5 +45C
Installazione su guida DIN
Dimensione 6 moduli DIN
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
FUNZIONI PRINCIPALI
Comandi
ON/OFF (luci, dimmer), SU/GIU (movimentazione tapparelle)
comandi prioritari
invio valori 1byte o 2 byte
Trasmissione informazioni di stato e misure
trasmissione stati 1 bit (ON/OFF) attivabile su richiesta, spontanea su variazione,
in funzione dello stato
trasmissione valori 1 byte, 2 byte attivabile su richiesta, spontanea su variazione
Termoregolazione
impostazione e trasmissione tipo (condizionamento / riscaldamento)
impostazione modalit (OFF, ECONOMY, PRECOMFORT, COMFORT, AUTO)
trasmissione valore temperatura misurata
Scenari
gestione scenari con oggetto da 1byte
invio comandi memorizzazione scenari
Il modulo dotato di unapposita sede per linserimento di batterie di back-up (3xAAA ricaricabili) per alimentare il dispositivo in caso di assenza della
tensione di rete e per segnalare un eventuale black out.
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
1. 230V ac - alimentazione di rete
2. ANT - collegamento antenna esterna
3. SIM - slot inserimento SIM card
4. Morsetto KNX
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50428, EN50090
ETSI EN301 489-7, ETSI EN301 511
Tasto di programmazione
indirizzo fisico
Porta USB per
configurazione da PC
2
4 1
3
Led di segnalazione
stato rete GSM
Led di programmazione
indirizzo fisico
Led di segnalazione
stato dispositivo
GW 90 815
CoNtrollo remoto
122
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 122 31/01/12 15.06
FUNZIONI PRINCIPALI
Gestione dimmer
comando ON/OFF
regolazione luminosit con incremento/decremento o valore percentuale (0% - 100%)
visualizzazione stato e valore di luminosit
Gestione tapparelle / tende
comando salita/discesa/arresto/regolazione lamelle
comando di movimentazione in posizione (0%-100%) o comando prioritario o blocco
visualizzazione posizione (0% - 100%)
Gestione 2 canali attuatori
comando ON/OFF
visualizzazione stato canale attuatore
Configurazione libera come
comando prioritario
comando di esecuzione/memorizzazione scenari (valore 0..63)
valore 1 bit /1 byte/ 2 byte in uscita
valore 1 bit in ingresso (configurabile come allarme o ingresso di funzione logica)
valore 1 bit / 1 byte / 2 byte in uscita
paNNello di ComaNdo e visualizzazioNe KNX
Il pannello di controllo in grado di interagire, mediante invio di comandi e visualizzazione di informazioni di stato, con altri dispositivi connessi al bus
KNX quali: attuatori, attuatori comando motore, dimmer, termostati, cronotermostati, moduli di ingresso, centrali antifurto RF dotate di interfaccia
KNX (GW 20 476). Gli oggetti di comunicazione del dispositivo sono suddivisi in 13 blocchi distinti, con 4 oggetti per blocco. I 4 oggetti di comunicazione di
ciascun blocco vengono configurati con il software ETS, per realizzare a scelta una delle funzioni riportate in tabella:
Informazioni di dettaglio sui programmi applicativi e sulle modalit di installazione sono disponibili sul Manuale Tecnico e sul libretto di istruzioni del prodotto.
DATI TECNICI
Alimentazione 230V ac 50/60Hz
Sezione cavi di alimentazione 2.5mm
2
max
Elementi di comando 4 pulsanti di navigazione
2 pulsanti funzione
1 tasto miniatura di programmazione indirizzo fisico
Elementi di visualizzazione Display 2.8 monocromatico
Led rosso di programmazione indirizzo fisico
Temperatura di funzionamento 040 C
Installazione Ad incasso in scatola GW 24 237
Assorbimento corrente dal bus 1,5mA
Potenza assorbita 2W
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
FUNZIONI AGGIUNTIVE REALIZZABILI CON IL DISPOSITIVO
Gestione antifurto
invio comandi di attivazione/disattivazione/parzializzazione
visualizzazione stati abilitazione/inserimento/allarme/anomalia
Master controllo temperatura a zone
con impostazione profilo di temperatura ed invio modalit o setpoint a termostati slave
Gestione scenari sequenza
con invio comandi cadenzati ad intervalli di tempo impostabili localmente
Programmatore orario su base giornaliera/settimanale
utilizzando uno qualunque degli oggetti di comunicazione in uscita
Orologio/datario
con invio ora /giorno della settimana su bus e possibilit di aggiornamento da bus
Termometro
con possibilit di invio valore di temperatura misurata su bus
1. L-N - morsetti di alimentazione
230V ac
2. Terminali bus
Riferimenti normativi:
Direttiva bassa tensione 2006/95/CE
Direttiva compatibilit elettromagnetica
2004/108/CE, EN50090, EN60950
GW 12 789 TB - GW 12 789 VT - GW 12 789 VA
Tasti di navigazione
Tasti funzione
Led e tasto di programmazione
indirizzo fisico
Display grafico
1
2
paNNello di ComaNdo
123
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 123 31/01/12 15.06
tabelle dimeNsioNali
PANNELLO DI COMANDO E VISUALIZZAZIONE
GW 12 789 TB
GW 12 789 VT
GW 12 789 VA
124
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 124 31/01/12 15.06
STAZIONE METEO
GW 90 800
Alimentazione 24V ac/dc, max. 100mA (ad es: GW 96 322)
Assorbimento corrente dal bus 8mA max
Montaggio A parete / palo
Protezione IP44
Caratteristiche sensori integrati
Sensore pioggia Riscaldatore: circa 1,2W
Sensore temperatura Intervallo di misura: da -40C a +80C
Sensore luminosit Intervallo di misura: da 0 lux a 150000 lux
Sensore vento Intervallo di misura: da 0 m/s a 70 m/s
La stazione dotata anche di ricevitore GPS per la determinazione di posizione, data e ora
Principali funzioni
Esecuzione azioni in base a operazioni logiche tra i valori misurati
Monitoraggio ciclico parametri sensori con invio valori sul BUS
Possibilit di controllare sistemi complessi (es. serre)
Dimensioni (BxHxP) 96x77x118mm
Temperatura ambiente -30C a 50C
Connessione al bus Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
SENSORI METEO
GW 90 881 GW 90 882 GW 90 883 GW 90 884 GW 90 885
Tipologia Sensore pioggia Sensore vento Sensore vento e pioggia Sensore luminosit Sensore temperatura
Alimentazione 230V ac, 20mA 230V ac, 20mA 230V ac, 20mA Tramite bus KNX 29V dc SELV Tramite bus KNX 29V dc SELV
Assorbimento corrente dal bus 8mA 8mA 8mA 10mA 5,5mA
Dimensioni (BxHxP) 96x77x118mm 96x77x118mm 96x77x118mm 96x77x118mm 65x93x38mm
Montaggio A parete / palo A parete / palo A parete / palo A parete / palo A parete
Protezione IP44 IP44 IP44 IP44 IP65
Caratteristiche sensori integrati
Sensore pioggia Riscaldatore: circa 1,2W Riscaldatore: circa 1,2W
Sensore vento
Intervallo di misura:
070m/s
Intervallo di misura:
070m/s
Sensore luminosit
Intervallo di misura:
0150000lux
Sensore temperatura
Intervallo di misura:
-40+80C
Connessione al bus
Morsetto ad innesto,
2 pin 1mm
Morsetto ad innesto,
2 pin 1mm
Morsetto ad innesto,
2 pin 1mm
Morsetto ad innesto,
2 pin 1mm
Morsetto ad innesto,
2 pin 1mm
seNsori meteo
ComplemeNti teCNiCi
INTERFACCE MODULO LOGICO
GW 90 871 GW 90 872 GW 90 797A
Tipologia Gateway KNX/DMX Gateway KNX/DALI Modulo logico
Alimentazione 9-30V dc, 100mA 110-240V ac - 50/60Hz, 100mA Tramite bus KNX 29V dc SELV
Corrente assorbita dal BUS KNX 5mA max 5mA max 10mA max
Collegamento al BUS KNX Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm Morsetto ad innesto, 2 pin 1mm
Connessioni DMX bus - Morsetto a 3 viti
DALI bus - Morsetto a 2 viti
Ingressi binari (2) - Morsetto 4 viti
Dimensioni (BxHxP) 107x75x31mm 6 moduli DIN 2,5 moduli DIN
Applicazioni
Interfaccia unidirezionale in grado di ricevere
i comandi bus KNX e di ritrasmetterli verso i
dispositivi presenti sul bus DMX. Linterfaccia
gestisce fino a 512 canali DMX
Interfaccia in grado di controllare via bus KNX
fino a 64 lampade (suddivise in 16 gruppi)
gestite con protocollo DALI
Modulo logico multifunzione:
dispone di 10 blocchi funzionali per
operazioni logiche, 10 per ritardi/filtri,
8 per convertitori e 12 per multiplexer
125
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 125 31/01/12 15.06
appareCChi autoNomi di emergeNza
STARTEC EIB PERMANENTI
Potenza (W) Autonomia (h) Installazione Grado di protezione
GW 81 411 8 1 Parete e plafone IP40
GW 81 412 8 3 Parete e plafone IP40
GW 81 413 11 1 Parete e plafone IP40
GW 81 414 11 3 Parete e plafone IP40
GW 81 415 24 1 Parete e plafone IP40
GW 81 416 24 3 Parete e plafone IP40
GW 81 443 11 1 Bandiera IP40
GW 81 445 11 3 Bandiera IP40
GW 81 444 11 1 Bandiera IP40
GW 81 446 11 3 Bandiera IP40
GW 81 471 8 1 Incasso IP40
GW 81 472 8 3 Incasso IP40
GW 81 473 11 1 Incasso IP40
GW 81 474 11 3 Incasso IP40
GW 81 475 24 1 Incasso IP40
GW 81 476 24 3 Incasso IP40
GW 81 431 8 1 Parete e plafone IP65
GW 81 432 8 3 Parete e plafone IP65
GW 81 435 24 1 Parete e plafone IP65
GW 81 436 24 3 Parete e plafone IP65
Caratteristiche tecniche comuni:
Assorbimento dal BUS: 3mA (max. 6mA)
STARTEC EIB NON PERMANENTI
Potenza (W) Autonomia (h) Installazione Grado di protezione
GW 81 401 8 1 Parete e plafone IP40
GW 81 402 8 3 Parete e plafone IP40
GW 81 403 11 1 Parete e plafone IP40
GW 81 404 11 3 Parete e plafone IP40
GW 81 405 24 1 Parete e plafone IP40
GW 81 406 24 3 Parete e plafone IP40
GW 81 461 8 1 Incasso IP40
GW 81 462 8 3 Incasso IP40
GW 81 463 11 1 Incasso IP40
GW 81 464 11 3 Incasso IP40
GW 81 465 24 1 Incasso IP40
GW 81 466 24 3 Incasso IP40
GW 81 421 8 1 Parete e plafone IP65
GW 81 422 8 3 Parete e plafone IP65
GW 81 425 24 1 Parete e plafone IP65
GW 81 426 24 3 Parete e plafone IP65
Caratteristiche tecniche comuni:
Assorbimento dal BUS: 3mA (max. 6mA)
126
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 126 31/01/12 15.06
FUNZIONI
Comandi
Selezione modo funzionamento
(solo su lampade permanenti)
Esecuzione test funzionale
Modo inibizione ON/OFF
Modo di riposo ON/OFF
Reset lampada
Ripristino stato ex-fabrica
Segnalazioni stato e allarmi
Modo Permanente/Non Permanente
Allarme tubo
Allarme batteria
Stato: test in corso
Stato: emergenza
Stato: modo di riposo
Stato: basso assorbimento
Stato abilitazione modo inibizione
Status byte
Percentuale carica batteria
Esito esecuzione ultimo comando
Dati di targa
Potenza lampada
Tipo lampada
127
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 127 31/01/12 15.06
Kit demergeNza per lampade fluoresCeNti
Potenza Max.(W) Versione tubi fluorescenti Dimensioni Corrente assorbita dal BUS
GW 81 451 32 vedi tabella 244x46,5 mm per H= 41 mm 3mA
GW 81 452 58 vedi tabella 244x46,5 mm per H= 41 mm 3mA
FUNZIONI
Comandi
- Selezione modo funzionamento
- Esecuzione test funzionale
- Modo inibizione ON/OFF
- Modo di riposo ON/OFF
- Reset lampada
- Ripristino stato ex-fabrica
Segnalazioni stato e allarmi
- Modo Permanente/Non Permanente
- Allarme tubo
- Allarme batteria
- Stato: test in corso
- Stato: emergenza
- Stato: modo di riposo
- Stato: basso assorbimento
- Stato abilitazione modo inibizione
- Status byte
- Percentuale carica batteria
- Esito esecuzione ultimo comando
Dati di targa
- Potenza max. lampada
- Tipo lampada
VERSIONE PER TUBI FLUORESCENTI FINO A 32 W
Sorgente Attacco Alimentazione Potenze (W)
T8 G13 Trad/Elett. 18
T5 G5 Elettronica 14 21 28
FSD 2G11 Trad/Elett. 18 24
FSD 2G7 Trad/Elett. 11
FSQ 2G10 Trad/Elett. 18 24
FSQ G24q Trad/Elett. 13 18 26
FSM Gx24q Elettronica 13 18 26 32
Autonomia 2h 30' 2h 30' 2h 1h 30' 1h 30' 1h 30' 1h 30' 1h 1h
Rendimento 45% 40% 40% 27% 25% 25% 25% 15% 20%
Nota: autonomie garantite per tempo di ricarica 24h.
VERSIONE PER TUBI FLUORESCENTI FINO A 58 W
Sorgente Attacco Alimentazione Potenze (W)
T8 G13 Trad/Elett. 36 58
FSD 2G11 Trad/Elett. 24 36 40 55
FSQ 2G10 Trad/Elett. 24 36
FSQ G24q Trad/Elett. 26
FSM GX24q Elettronica 26 32 42
Autonomia 3h 2h 30' 2h 2h 2h 2h 2h 2h
Rendimento 21% 25% 15% 20% 20% 15% 15% 15%
Nota: autonomie garantite per tempo di ricarica 24h.
I Kit possono essere installati solo su apparecchi equipaggiati con le lampade della tipologia indicata nelle tabelle.
Per ogni dubbio consultare il servizio assistenza tecnica Gewiss.
128
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 128 31/01/12 15.06
tabella poteNze dissipate
Codice Descrizione N. moduli DIN Potenza dissipata (W)
GW 1x 796 Attuatore 1 canale KNX 2 * 1
GW 1x 797 Attuatore comando motore KNX 2 * 2,7
GW 90 707 Router KNX / IP 2 0,8
GW 90 708 Accoppiatore linea/campo 2 0,5
GW 90 709 Alimentatore KNX 320mA 4 4
GW 90 710 Alimentatore KNX 640mA 4 8
GW 90 724 Terminale ingresso 4 canali 230Vac 2,5 5,6
GW 90 737 Attuatore 8 canali KNX 8 10
GW 90 738 Attuatore 12 canali KNX 12 15
GW 90 741 Attuatore 4 canali 10A KNX 4 4
GW 90 740 A Attuatore 4 canali 16AX KNX 4 4
GW 90 742 Attuatore 4 canali 16AX KNX comando manuale 4 5
GW 90 743 Attuatore dimmer universale 1 canale KNX 4 5
GW 90 744 Attuatore dimmer universale 2 canali KNX 4 6
GW 90 746 Attuatore dimmer per ballast elettronici 1 canale KNX 2,5 0,3
GW 90 747 Attuatore dimmer per ballast elettronici 3 canali KNX 4 0,3
GW 90 750 Attuatore dimmer universale KNX 4 10
GW 90 753 Attuatore comando motore 8 canali KNX 8 12,7
GW 90 759 Attuatore dimmer per carichi resistivi-induttivi 2 canali KNX 6 12,1
GW 90 763 Ingresso analogico 4 0,2
GW 90 797 A Modulo logico 2,5 0,2
GW 90 815 Remotizzatore GSM KNX 6 2
GW 90 816 Internet gateway - 5
GW 90 856 Attuatore per tapparelle 2 canali KNX 4 4
GW 90 857 Attuatore per tapparelle 4 canali KNX 4 8
* Articoli da incasso.
129
Chorus - buildiNg automatioN
iNFORMAZiONi TeCNiCHe
CT_DOMO_CHORUS Building au.indd 129 31/01/12 15.06
Cablaggio semplificato con solo 2 fili non polarizzati per tutto
limpianto e senza possibilit derrore nel cablaggio.
CARATTERISTICHE BASE DEL SISTEMA
Videocitofonia digitale basata su protocollo IP:
cablaggio di tutto limpianto con cavo per reti LAN (cat. 5e o superiore)
alimentazione da rete LAN (Power Over Lan)
bassa sensibilit ai disturbi ed elevata qualit del segnale video
possibilit di pi chiamate in contemporanea (multi-canalit).
Struttura dellimpianto:
fino a 160 appartamenti
fino a 8 postazioni di chiamata esterne (PE), modulari
fino a 4 postazioni interne (PI) per ogni appartamento, per un totale di 640 PI
numero ridotto di dispositivi accessori nellimpianto.
Integrazione estetica con la serie civile Chorus
Cablaggio semplificato con solo 2 fili non polarizzati per tutto
limpianto e senza possibilit derrore nel cablaggio.
CARATTERISTICHE ADDIZIONALI DEL SISTEMA
Videocontrollo con telecamere analogiche.
Collegamento di moduli attuatori ausiliari per la gestione di carichi ed
elettroserrature secondarie.
Funzione intercom tra postazioni interne dello stesso appartamento e tra
appartamenti diversi senza lutilizzo di accessori aggiuntivi.
Segreteria videocitofonica senza lutilizzo di accessori aggiuntivi.
Utilizzo di Vision Master Chorus come postazione interna dappartamento.
Cablaggio semplificato con solo 2 fili non polarizzati per tutto
limpianto e senza possibilit derrore nel cablaggio.
PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA
Tramite semplice associazione tra il pulsante di chiamata della postazione
esterna e le relative postazioni interne per impianti fino a 34 appartamenti,
2 postazioni esterne, 1 modulo attuatore ausiliario, 1 selettore video.
Tramite PC (dotato di software di configurazione del sistema) collegato
alla rete LAN per impianti fino a 160 appartamenti, 8 postazioni esterne,
4 moduli attuatori ausiliari, 4 selettori video.
130
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 130 31/01/12 15.06
arChitettura Di sistema
Vision Master Chorus
Realizza le funzioni di postazione interna.
Se utilizzata con un Internet Gateway, visualizza le pagine
di supervisione dellimpianto KNX.
Montante
verso altri
switch Ethernet
Postazione interna
In ogni appartamento si possono
installare fino a 4 postazioni interne.
Funzione intercom
Integrata nei dispositivi
senza lausilio di accessori
dedicati. Permette di
effettuare chiamate
intercomunicanti tra
postazioni interne dello
stesso appartamento o di
appartamenti diversi.
Telecamera
Riprende le immagini delle aree
pubbliche in cui installata.
Viene alimentata separatamente.
Selettore video
Consente di collegare delle telecamere per
il videocontrollo di aree comuni, le cui
immagini potranno essere visualizzate su una
o pi postazioni interne.
Alimentatore
Fornisce alimentazione ai dispositivi
collegati allo switch Ethernet.
Switch Ethernet
Consente di amplificare / distribuire il segnale audio/
video e fornire lalimentazione elettrica ai dispositivi
a esso collegati.
Attuatore ausiliario
Aggiunge allimpianto 4 contatti a rel
per gestire carichi ausiliari e 1 uscita per
elettroserrature a scarica impulsiva.
Postazione esterna
Permette di chiamare
una specifica postazione
interna (appartamento)
e comunicare con essa.
Disponibile nelle versioni
audio/video a colori o
solo audio, con selezione
del chiamato mediante
pulsanti o rubrica
elettronica. Installazione
a parete o a incasso.
131
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 131 31/01/12 15.07
note generali
Per il cablaggio, linstallazione e la configurazione del sistema videocitofonico, si raccomanda di attenersi scrupolosamente a quanto indicato nelle pagine
tecniche seguenti, nei fogli istruzione allegati ai dispositivi e al manuale tecnico di sistema.
CaratteristiChe Del sistema e moDalita Di Configurazione
Il sistema videocitofonico di GEwIss pu essere configurato secondo due diverse modalit:
- senza luso di PC, per semplice associazione tra il pulsante di chiamata della postazione esterna e le relative postazioni interne;
- con luso di PC, dotato di apposito software di configurazione del sistema videocitofonico.
Di seguito, per ciascuna delle due modalit di configurazione, riportata la tabella con i limiti di sistema.
Configurazione senza PC
(limiti massimi)
Configurazione con PC
(limiti massimi)
N. appartamenti 34 160
N. postazioni interne per appartamento 4
(1)
4
(1)
N. postazioni esterne 2
(2)
8
(2)
N. moduli attuatori ausiliari 1 4
N. selettori video 1 4
(1)
Il pannello touch-screen Vision Master Chorus (GW 18 000 TB - GW 18 000 VT - GW 18 000 VA) da considerarsi a tutti gli effetti equivalente ad una postazione interna.
(2 )
Le postazioni esterne possono essere indipendentemente primarie o secondarie.
Ogni dispositivo dotato di una doppia etichetta che riporta il mac-address (codice univoco che designa lindirizzo fisico di ogni apparato dotato di
scheda di rete LAN): la prima applicata sul fondo del prodotto mentre la seconda, rimovibile a cura dellinstallatore, da utilizzare durante la fase di
configurazione con il PC. Letichetta andr applicata sulla eventuale planimetria cartacea, rendendo possibile lidentificazione dei singoli dispositivi senza
doverli ricercare fisicamente nellimpianto.
utilizzo DelletiChetta aDesiVa Con inDirizzo maC-aDDress
132
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 132 31/01/12 15.07
Kit ViDeoCitofoniCo monofamiliare
Per la realizzazione di impianti videocitofonici monofamiliari, GEwIss mette a disposizione un KIT pronto per linstallazione.
COMPOSIZIONE KIT VIDEOCITOFONICO MONOFAMILIARE GW 18 401 VT - GW 18 401 VA
Codice Descrizione Quantit
GW 18 343 VT oppure GW 18 343 VA Videocitofono vivavoce - da parete - LUX - titanio o ardesia 1
GW 18 361 Alimentatore audio/video singolo - da guida DIN 1
GW 18 302 Modulo audio/video con due pulsanti per postazione esterna 1
GW 18 101 VT oppure GW 18 101 VA Cornice metallica colore titanio o ardesia 1
GW 18 121 Telaio per postazione esterna 1
GW 18 131 Scatola da incasso per postazione esterna 1
1
Il cablaggio del kit monofamiliare richiede lutilizzo di cavo ethernet cablato secondo lo schema riportato in fig. 2 (cavo di tipo non diretto) nel paragrafo
Il cavo di collegamento.
2
Utilizzando cavi da 1mm
2
la distanza massima tra alimentatore e postazione esterna 20 m nel caso in cui la distanza tra postazione interna ed esterna
sia 100 m (la somma delle due distanze non deve superare 120 m). Utilizzando cavi con sezione maggiore di 1mm
2
bisogna garantire che la tensione ai
morsetti di alimentazione della postazione esterna sia almeno 14Vdc.
3
Utilizzando cavi da 1mm
2
la distanza massima tra la postazione esterna e lelettroserratura di 50 m.
4
Per la connessione dei vari dispositivi si possono utilizzare i cavi LAN GW 38 189 (cat.5e UTP per posa da interno) e GW 38 195 (cat.5e UTP per posa da
esterno) o cavi equivalenti reperibili sul mercato.
note per linstallazione
LAN
LAN
EL
OUT
L N
230 V ac
Vout
+
-
+ -
1
2
3
I
N
G
R
E
S
S
O
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
POSTAZIONE ESTERNA
GW 18 343 xx
GW 18 361
133
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 133 31/01/12 15.07
LAN
LAN
EL
OUT
230 Vac
L N
Vout
+
-
+ -
LAN
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
1
3
1 1
2
4
Kit ViDeoCitofoniCo bifamiliare
Per la realizzazione di impianti videocitofonici bifamiliari, GEwIss mette a disposizione un KIT pronto per linstallazione.
COMPOSIZIONE KIT VIDEOCITOFONICO BIFAMILIARE GW 18 402 VT - GW 18 402 VA
Codice Descrizione Quantit
GW 18 343 VT oppure GW 18 343 VA Videocitofono vivavoce - da parete - LUX - titanio o ardesia 2
GW 18 362 Alimentatore audio/video doppio - da guida DIN 1
GW 18 302 Modulo audio/video con due pulsanti per postazione esterna 1
GW 18 101 VT oppure GW 18 101 VA Cornice metallica colore titanio o ardesia 1
GW 18 121 Telaio per postazione esterna 1
GW 18 131 Scatola da incasso per postazione esterna 1
GW 18 371 Switch ethernet - da guida DIN 1
1
Il cablaggio del Kit bifamiliare richiede lutilizzo di cavo ethernet cablato secondo lo schema riportato in fig.1 (cavo di tipo diretto) nel paragrafo
Il cavo di collegamento.
2
Utilizzando cavi da 1mm
2
la distanza massima tra lalimentatore e la postazione esterna di 100 m.
3
Utilizzando cavi da 1mm
2
la distanza massima tra la postazione esterna e lelettroserratura di 50 m.
4
Utilizzando cavi da 1mm
2
la distanza massima tra lalimentatore e il switch ethernet 20 m nel caso in cui la distanza tra postazione interna e switch
ethernet sia 100 m (la somma delle due distanze non deve superare 120 m).
5
Per la connessione dei vari dispositivi si possono utilizzare i cavi LAN GW 38 189 (cat.5e UTP per posa da interno) e GW 38 195 (cat.5e UTP per posa da
esterno) o cavi equivalenti reperibili sul mercato.
note per linstallazione
I
N
G
R
E
S
S
O
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
POSTAZIONE ESTERNA
GW 18 343 xx
GW 18 362
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

2
GW 18 371
GW 18 343 xx
134
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 134 31/01/12 15.07
sChema 1 - impianto ViDeoCitofoniCo 160 appartamenti, 1 montante
PRODOTTI GEWISS OCCORRENTI
Codice Descrizione
GW 18 341 xx Videocitofono vivavoce - da incasso - LUX
GW 24 237 Scatola da incasso per videocitofono
GW 18 371 Switch ethernet - da guida DIN
GW 18 361 Alimentatore audio/video singolo - da guida DIN
GW 38 189 Cavo LAN UTP cat. 5e - per posa da interno
GW 38 195 Cavo LAN UTP cat. 5e per posa da esterno - indicato per il collegamento delle postazioni esterne
Per i prodotti necessari alla composizione della postazione esterna si veda il paragrafo Composizione della postazione esterna.
Il videocitofono vivavoce da incasso disponibile nei colori titanio
(GW 18 341 VT), bianco latte (GW 18 341 TB) e ardesia (GW 18 341 VA).
In alternativa al videocitofono vivavoce da incasso si pu utilizzare il
videocitofono vivavoce da parete disponibile nei colori bianco latte (GW
18 343 TB), titanio (GW 18 343 VT) e ardesia (GW 18 343 VA) oppure il
citofono da parete (GW 18 360).
In alternativa ai cavi LAN GW 38 189 - GW 38 195 possono essere utilizzati
cavi con caratteristiche equivalenti o superiori reperibili sul mercato.
espansioni e Varianti
La programmazione del sistema avviene tramite semplice associazione tra il
pulsante di chiamata della postazione esterna e le relative postazioni interne.
In questa modalit possibile installare max. 1 modulo attuatore ausiliario
e max. 1 selettore video per il collegamento di telecamere analogiche
(utilizzare cavi con impedenza di 75ohm, es. RG59).
comunque possibile utilizzare anche il PC per la configurazione del
sistema, il cui utilizzo indispensabile per le seguenti funzioni addizionali:
programmazione in caso di utilizzo di pi di 1 modulo attuatore ausiliario o di
pi di 1 selettore video. Il PC deve essere dotato di software di configurazione
del sistema e va collegato alla rete videocitofonica utilizzando la porta LAN
di un switch ethernet o, in alternativa, una porta PoL in modalit OFF.
note per la programmazione
1
Lo schema valido per un numero di postazioni videocitofoniche
interne compreso tra 1 e 640 (160 appartamenti x 4 postazioni interne
ciascuno).
2
Ad ogni switch ethernet possono essere collegate fino a 4 postazioni
interne.
3
Ogni switch ethernet deve essere alimentato singolarmente da un
alimentatore GW 18 361 (la possibilit di alimentare pi switch con lo
stesso alimentatore va valutata in funzione della corrente assorbita
dagli switch e dai dispositivi ad essi collegati). Utilizzando cavi da 1mm
2

la distanza massima tra lalimentatore e il switch ethernet 20 m nel
caso in cui la distanza tra postazione interna e switch ethernet sia 100 m
(la somma delle due distanze non deve superare 120 m).
note per linstallazione
4
Ogni postazione esterna deve essere alimentata singolarmente tramite
un alimentatore GW 18 361.
5
Il segmento di cavo LAN utilizzato per ciascuna tratta che collega tra
loro due dispositivi non pu essere superiore a 100 m.
6
Per il collegamento delle postazioni esterne si veda il paragrafo
Collegamento e installazione di postazioni esterne.
7
Per il collegamento delle postazioni interne si vedano i paragrafi
Postazioni interne videocitofoniche e Postazioni interne citofoniche.
8
Nello schema stato ipotizzato di collegare i montanti mediante
porte LAN al fine di lasciare le porte PoL libere per i collegamenti alle
postazioni interne e per ampliamenti futuri.
135
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 135 31/01/12 15.07
230 Vac
L N
LAN LAN
LAN LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
LAN
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
1
7
5
5 8
5 8
8
8
5
5
6
4
4
6
2 3
2 3
2 3
2 3
7
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
6
0
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
5
9
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
5
8
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
5
7
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

4
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

3
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

2
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
I
N
G
R
E
S
S
O
I
N
G
R
E
S
S
O
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 361
GW 18 361
POSTAZIONE ESTERNA
PRINCIPALE
POSTAZIONE ESTERNA
SECONDARIA
136
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 136 31/01/12 15.07
sChema 2 - impianto ViDeoCitofoniCo 160 appartamenti, 7 montanti
PRODOTTI GEWISS OCCORRENTI
Codice Descrizione
GW 18 341 xx Videocitofono vivavoce - da incasso - LUX
GW 24 237 Scatola da incasso per videocitofono
GW 18 371 Switch ethernet - da guida DIN
GW 18 361 Alimentatore audio/video singolo - da guida DIN
GW 38 189 Cavo LAN UTP cat. 5e - per posa da interno
GW 38 195 Cavo LAN UTP cat.5e per posa da esterno - indicato per il collegamento delle postazioni esterne
Per i prodotti necessari alla composizione della postazione esterna si veda il paragrafo Composizione della postazione esterna.
Il videocitofono vivavoce da incasso disponibile nei colori titanio
(GW 18 341 VT), bianco latte (GW 18 341 TB) e ardesia (GW 18 341 VA).
In alternativa al videocitofono vivavoce da incasso si pu utilizzare il
videocitofono vivavoce da parete disponibile nei colori bianco latte
(GW 18 343 TB), titanio (GW 18 343 VT) e ardesia (GW 18 343 VA) oppure
il citofono da parete (GW 18 360).
In alternativa ai cavi LAN GW 38 189 - GW 38 195 possono essere utilizzati
cavi con caratteristiche equivalenti o superiori reperibili sul mercato.
espansioni e Varianti
La programmazione del sistema avviene tramite PC (dotato di software di
configurazione del sistema) collegato alla rete videocitofonica utilizzando
la porta LAN di un switch ethernet o, in alternativa, una porta PoL in
modalit OFF.
note per la programmazione
1
Lo schema valido per un numero di postazioni videocitofoniche
interne compreso tra 1 e 640 (160 appartamenti x 4 postazioni interne
ciascuno).
2
Ad ogni switch ethernet possono essere collegate fino a 4 postazioni
interne.
3
Ogni switch ethernet deve essere alimentato singolarmente da un
alimentatore GW 18 361 (la possibilit di alimentare pi switch con lo
stesso alimentatore va valutata in funzione della corrente assorbita
dagli switch e dai dispositivi ad essi collegati). Utilizzando cavi da 1mm
2

la distanza massima tra lalimentatore e il switch ethernet 20 m nel
caso in cui la distanza tra postazione interna e switch ethernet sia 100 m
(la somma delle due distanze non deve superare 120 m).
note per linstallazione
4
Ogni postazione esterna deve essere alimentata singolarmente tramite
un alimentatore GW 18 361.
5
Il segmento di cavo LAN utilizzato per ciascuna tratta che collega tra loro
due dispositivi non pu essere superiore a 100 m.
6
Per il collegamento delle postazioni esterne si veda il paragrafo
Collegamento e installazione di postazioni esterne.
7
Per il collegamento delle postazioni interne si vedano i paragrafi
Postazioni interne videocitofoniche e Postazioni interne citofoniche.
8
Nello schema stato ipotizzato di collegare i montanti mediante sia
porte PoL che porte LAN.
137
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 137 31/01/12 15.07
230 Vac
L N
LAN
LAN
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
GW 18 361
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
LAN
LAN
LAN
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
LAN
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
LAN
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN
LAN
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
LAN
LAN
1
2 3 2 3
2 3 2 3
3 3
5
5 8 5 8
5
5
6
4
6
4
6
4
7
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
I
N
G
R
E
S
S
O
I
N
G
R
E
S
S
O
I
N
G
R
E
S
S
O
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

2
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

.
.
.
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

.
.
.
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

.
.
.
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

.
.
.
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
5
9
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
6
0
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx GW 18 341 xx
GW 18 341 xx GW 18 341 xx
GW 18 361 GW 18 361
GW 18 361 GW 18 371 GW 18 361 GW 18 371 GW 18 361
M
O
N
T
A
N
T
E

1
M
O
N
T
A
N
T
E

7
POSTAZIONE ESTERNA
SECONDARIA
N. 1
POSTAZIONE ESTERNA
SECONDARIA
N. 7
POSTAZIONE ESTERNA
PRINCIPALE
138
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 138 31/01/12 15.07
L N
L N
L N
L N
230 Vac
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
GW 18 371 GW 18 361
POSTAZIONE
ESTERNA
PRINCIPALE
POSTAZIONE
ESTERNA
SECONDARIA N. 1
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
GW 18 371 GW 18 361
POSTAZIONE
ESTERNA
SECONDARIA N. 2
POSTAZIONE
ESTERNA
SECONDARIA N. 3
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
GW 18 371 GW 18 361
POSTAZIONE
ESTERNA
SECONDARIA N. 4
POSTAZIONE
ESTERNA
SECONDARIA N. 5
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
GW 18 371 GW 18 361
POSTAZIONE
ESTERNA
SECONDARIA N. 6
POSTAZIONE
ESTERNA
SECONDARIA N. 7
MONTANTE 1
MONTANTE 2
MONTANTE 3
MONTANTE 4
MONTANTE 5
MONTANTE 6
MONTANTE 7
Esempio di collegamento dei montanti e delle postazioni esterne principale e secondarie.
139
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 139 31/01/12 15.08
sChema 3 - Impianto ViDeoCitofoniCo Con teleCamere per ViDeoControllo
PRODOTTI GEWISS OCCORRENTI
Codice Descrizione
GW 18 341 xx Videocitofono vivavoce - da incasso - LUX (colore titanio)
GW 24 237 Scatola da incasso per videocitofono
GW 18 371 Switch ethernet - da guida DIN
GW 18 361 Alimentatore audio/video singolo - da guida DIN
GW 18 376 Selettore video - da guida DIN
GW 14 770 Telecamera PAL da interno - da incasso (colore titanio)
GW 38 189 Cavo LAN UTP cat.5e - per posa da interno
GW 38 195 Cavo LAN UTP cat.5e - per posa da esterno - indicato per il collegamento delle postazioni esterne
Per i prodotti necessari alla composizione della postazione esterna si veda il paragrafo Composizione della postazione esterna.
Il videocitofono vivavoce da incasso disponibile nei colori titanio
(GW 18 341 VT), bianco latte (GW 18 341 TB) e ardesia (GW 18 341 VA).
In sostituzione del videocitofono vivavoce da incasso si pu utilizzare
il videocitofono vivavoce da parete disponibile nei colori bianco latte
(GW 18 343 TB), titanio (GW 18 343 VT) e ardesia (GW 18 343 VA) oppure
il citofono da parete (GW 18 360).
In alternativa ai cavi LAN GW 38 189 - GW 38 195 possono essere utilizzati
cavi con caratteristiche equivalenti o superiori reperibili sul mercato.
espansioni e Varianti
La programmazione del sistema avviene tramite PC (dotato di software di
configurazione del sistema) collegato alla rete videocitofonica utilizzando
la porta LAN di un switch ethernet o, in alternativa, una porta PoL in
modalit OFF.
note per la programmazione
1
Ad ogni selettore video si possono collegare fino a 4 telecamere
analogiche (standard PAL/NTSC) per il videocontrollo.
2
Ogni telecamera deve essere alimentata in modo autonomo.
3
Nellimpianto si possono collegare fino ad un massimo di 4 selettori
video (per un totale di 16 telecamere).
4
La lunghezza del cavo che collega la telecamera al selettore video non
pu essere superiore a 100m (utilizzare cavi con impedenza 75 ohm,
es. RG59).
5
Ogni postazione interna in grado di visualizzare le immagini delle
telecamere connesse ai selettori video in modo ciclico.
note per linstallazione
6
Il segmento di cavo LAN utilizzato per ciascuna tratta che collega tra
loro due dispositivi non pu essere superiore a 100 m.
7
Per il collegamento delle postazioni esterne si veda il paragrafo
Collegamento e installazione di postazioni esterne.
8
Per il collegamento delle postazioni interne si vedano i paragrafi
Postazioni interne videocitofoniche e Postazioni interne citofoniche.
9
Nello schema stato ipotizzato di collegare i montanti mediante
porte LAN al fine di lasciare le porte PoL libere per i collegamenti alle
postazioni interne e per ampliamenti futuri.
140
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 140 31/01/12 15.08
EL
OUT
IN
EL
OUT
IN
230 Vac
L N
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
LAN
PoL
CAM1 CAM2
CAM3 CAM4
LAN
PoL
CAM1 CAM2
CAM3 CAM4
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
LAN
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
1
2
4
3
6
5
8
7
7
6
6
6 9
6 9
9
6
3
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
I
N
G
R
E
S
S
O
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

2
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
GW 18 341 xx
GW 18 361 GW 18 371
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
GW 18 361 GW 18 371
GW 18 376
Alimentazione
telecamere
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

3
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

4
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 361
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

5
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

6
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

7
I
N
G
R
E
S
S
O
GW 18 361
GW 18 361 GW 18 371
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
Alimentazione
telecamere
GW 18 376
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
POSTAZIONE ESTERNA
PRINCIPALE
POSTAZIONE ESTERNA
SECONDARIA
141
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 141 31/01/12 15.08
sChema 4 - Impianto ViDeoCitofoniCo Con moDuli attuatori ausiliari
PRODOTTI GEWISS OCCORRENTI
Codice Descrizione
GW 18 341 xx Videocitofono vivavoce - da incasso - LUX
GW 24 237 Scatola da incasso per videocitofono
GW 18 371 Switch ethernet - da guida DIN
GW 18 361 Alimentatore audio/video singolo - da guida DIN
GW 18 381 Modulo attuatore ausiliario - da guida DIN
GW 38 189 Cavo LAN UTP cat.5e - per posa da interno
GW 38 195 Cavo LAN UTP cat.5e - per posa da esterno - indicato per il collegamento delle postazioni esterne
Per i prodotti necessari alla composizione della postazione esterna si veda il paragrafo Composizione della postazione esterna.
Il videocitofono vivavoce da incasso disponibile nei colori titanio
(GW 18 341 VT), bianco latte (GW 18 341 TB) e ardesia (GW 18 341 VA).
In alternativa al videocitofono vivavoce da incasso si pu utilizzare il
videocitofono vivavoce da parete disponibile nei colori bianco latte
(GW 18 343 TB), titanio (GW 18 343 VT) e ardesia (GW 18 343 VA) oppure
il citofono da parete (GW 18 360).
In alternativa ai cavi LAN GW 38 189 - GW 38 195 possono essere utilizzati
cavi con caratteristiche equivalenti o superiori reperibili sul mercato.
espansioni e Varianti
La programmazione del sistema avviene tramite semplice associazione tra il
pulsante di chiamata della postazione esterna e le relative postazioni interne.
In questa modalit possibile installare max. 1 modulo attuatore ausiliario e
max. 1 selettore video per il collegamento di telecamere analogiche (utilizzare
cavi con impedenza di 75ohm, es. RG59).
comunque possibile utilizzare anche il PC per la configurazione del
sistema, il cui utilizzo indispensabile per le seguenti funzioni addizionali:
programmazione in caso di utilizzo di pi di 1 modulo attuatore ausiliario o di
pi di 1 selettore video. Il PC deve essere dotato di software di configurazione
del sistema e va collegato alla rete videcitofonica utilizzando la porta LAN di
un switch ethernet o, in alternativa, una porta PoL in modalit OFF.
note per la programmazione
1
Ogni modulo attuatore dispone di 4 contatti a rel privi di potenziale
per la gestione di carichi a 230V e di 1 uscita per elettroserratura.
2
Ad ogni uscita abbinato un ingresso separato per la connessione di
pulsanti di comando.
3
Nellimpianto si possono collegare fino ad un massimo di 4 attuatori
ausiliari, per un totale di 16 uscite a rel e 4 uscite per elettroserrature.
4
Ogni modulo attuatore deve essere alimentato singolarmente tramite
un alimentatore GW 18 361 se si utilizza unelettroserratura oppure se
connesso ad una porta LAN non alimentata.
5
Il segmento di cavo LAN utilizzato per ciascuna tratta che collega tra
loro due dispositivi non pu essere superiore a 100 m.
note per linstallazione
6
Per il collegamento delle postazioni esterne si veda il paragrafo
Collegamento e installazione di postazioni esterne.
7
Per il collegamento delle postazioni interne si vedano i paragrafi
Postazioni interne videocitofoniche e Postazioni interne citofoniche.
8
Nello schema stato ipotizzato di collegare i montanti mediante
porte LAN al fine di lasciare le porte PoL libere per i collegamenti alle
postazioni interne e per ampliamenti futuri.
142
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 142 31/01/12 15.08
I
N
G
R
E
S
S
O

S
T
R
A
D
A
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
GW 18 341 xx
I
N
G
R
E
S
S
O

A
T
R
I
O
GW 18 361
GW 18 381
GW 18 361 GW 18 371
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
GW 18 361
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

2
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

3
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

4
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 361 GW 18 371
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
POSTAZIONE ESTERNA
PRINCIPALE
230 Vac
230 Vac
230 Vac
230 Vac
IN 4 IN 5 IN 3 IN 2 IN 1
EL
OUT
IN
EL
OUT
OUT 1 OUT 3 OUT 4 OUT 2
230 Vac
L N
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
Vout Vin
+
-
+
-
LAN
LAN
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
7
5
5
5
6
8
5 8
1
2
2
3 4
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 361 GW 18 381
GW 18 361
I
N
G
R
E
S
S
O

S
T
R
A
D
A
POSTAZIONE ESTERNA
PRINCIPALE
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
I
N
G
R
E
S
S
O

A
T
R
I
O
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

2
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

3
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

4
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
143
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 143 31/01/12 15.08
sChema 5 - impianto ViDeoCitofoniCo Con Vision master Chorus Come postazione interna
PRODOTTI GEWISS OCCORRENTI
Codice Descrizione
GW 18 000 xx Vision Master Chorus - pannello touch screen di comando e visualizzazione - da incasso
GW 24 101 Scatola da incasso per Vision Master Chorus
GW 18 341 xx Videocitofono vivavoce - da incasso - LUX
GW 24 237 Scatola da incasso per videocitofono
GW 90 816 Internet Gateway
GW 18 371 Switch ethernet - da guida DIN
GW 18 361 Alimentatore audio/video singolo - da guida DIN
GW 38 189 Cavo LAN UTP cat.5e - per posa da interno
GW 38 195 Cavo LAN UTP cat.5e - per posa da esterno - indicato per il collegamento delle postazioni esterne
Per i prodotti necessari alla composizione della postazione esterna si veda il paragrafo Composizione della postazione esterna.
Il pannello touch screen di comando e visualizzazione Vision Master
Chorus disponibile nei colori titanio (GW 18 000 VT), bianco latte
(GW 18 000 TB) e ardesia (GW 18 000 VA).
Il videocitofono vivavoce da incasso e disponibile nei colori titanio
(GW 18 341 VT), bianco latte (GW 18 341 TB) e ardesia (GW 18 341 VA).
In alternativa al videocitofono vivavoce da incasso si puo utilizzare il
videocitofono vivavoce da parete disponibile nei colori bianco latte
(GW 18 343 TB), titanio (GW 18 343 VT) e ardesia (GW 18 343 VA) oppure
il citofono da parete (GW 18 360).
In alternativa ai cavi LAN GW 38 189 - GW 38 195 possono essere utilizzati
cavi con caratteristiche equivalenti o superiori reperibili sul mercato.
espansioni e Varianti
La programmazione del sistema avviene tramite PC (dotato di software di
configurazione del sistema) collegato alla rete videocitofonica utilizzando
la porta LAN di un switch ethernet o, in alternativa, una porta PoL in
modalit OFF.
note per la programmazione
1
Vision Master Chorus realizza le funzioni di postazione interna
dellimpianto videocitofonico e visualizza le pagine grafiche di
supervisione dellimpianto di automazione KNX. Le funzioni di
automazione sono controllate e messe a disposizione di Vision Master
Chorus dallInternet Gateway.
2
Internet Gateway garantisce la separazione tra la rete LAN dellimpianto
note per linstallazione
videocitofonico e la rete LAN dellabitazione consentendo anche la
supervisione dellimpianto KNX.
3
Il segmento di cavo LAN utilizzato per ciascuna tratta che collega tra
loro due dispositivi non pu essere superiore a 100 m.
4
Per il collegamento delle postazioni esterne si veda il paragrafo
Collegamento e installazione di postazioni esterne.
5
Per il collegamento delle postazioni interne si vedano i paragrafi
Postazioni interne videocitofoniche e Postazioni interne citofoniche.
6
La composizione del sistema di Home/Building Automation KNX
puramente indicativa. Nello schema sono riportati a titolo di esempio sia
prodotti Home che Building Automation. Per informazioni su dispositivi
e modalit di installazione fare riferimento alla documentazione relativa.
144
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 144 31/01/12 15.08
230 Vac
230 Vac
230 Vac
230 Vac
230 Vac
230 Vac
EL
OUT
IN
BUS KNX
BUS KNX
NA
NC
COM
COM
SU
GI
L
N.O.
L
N.O.
L
N.O.
L
N.O.
-
+
-
+
BUS KNX
-
+
BUS KNX
-
+
BUS KNX
-
+
BUS KNX
-
+
BUS KNX
-
+
BUS KNX
- +
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
LAN
LAN LAN
LAN
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
LAN
1 2 3 4
1
5
5
6
3
3
4
3
7
2
GW 14 763 / GW 14 793
GW 14 761 / GW 14 791
GW 14 752 / GW 14 782
GW90740A/ GW90836A
GW 18 371 GW 18 361
PC per la supervisione da remoto del sistema KNX PC per la supervisione da locale del sistema KNX
Internet
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
Alimentatore
Internet Gateway
GW 90 816
C
A
M
E
R
A

D
A

L
E
T
T
O
GW 14 767 / GW 14 797
S
A
L
O
N
E
GW 14 766 / GW 14 796
GW 14 756 / GW 14 786
GW 18 341 xx
I
N
G
R
E
S
S
O
I
N
G
R
E
S
S
O

S
T
R
A
D
A
GW 18 361
POSTAZIONE ESTERNA
PRINCIPALE
GW 18 000 xx
Router ADSL
145
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 145 31/01/12 15.08
Vision Master Chorus pu essere usato anche in impianti videocitofonici costituiti da pi unit abitative. In tal caso i collegamenti verso i singoli appartamenti con Vision Master Chorus
devono essere realizzati secondo lo schema che segue. Questo tipo di collegamento garantisce lisolamento dei vari sistemi di Home/Building Automation e delle connessioni con
PC locali e remoti. In questo esempio si scelto di realizzare il montante tramite porte PoL al fine di lasciare libere le porte LAN per collegamenti a Vision Master Chorus e a Internet
Gateway.
utilizzo Di Vision master Chorus in impianti ViDeoCitofoniCi Con montanti e pi unit abitatiVe
EL
OUT
IN
EL
OUT
IN
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
Vout Vin
+
-
+
-
230 Vac
L N
LAN 1
LAN 2
PoL 1 PoL 2
PoL 3 PoL 4
GW 18 361
Vout Vin
+
-
+
-
LAN
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
LAN
230 Vac
L N
Vout
+ -
+ -
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
LAN
BUS KNX
BUS KNX
-
+
-
+
1 2 3 4
1 2 3 4
I
N
G
R
E
S
S
O
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

7
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

5
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

4
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

2
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

3
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

6
GW 18 341 xx
GW 18 000 xx
Internet Gateway
GW 90 816
+
alimentatore
GW 18 341 xx
Internet Gateway
GW 90 816
+
alimentatore
GW 18 000 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
GW 18 341 xx
A
P
P
A
R
T
A
M
E
N
T
O

1
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
GW 18 371 GW 18 361
Q
U
A
D
R
O

E
L
E
T
T
R
I
C
O
GW 18 371 GW 18 361
GW 18 371 GW 18 361
I
N
G
R
E
S
S
O
GW 18 361
GW 18 361
Router ADSL
Sistema KNX
Router ADSL
Sistema KNX
GW 18 341 xx
POSTAZIONE ESTERNA
PRINCIPALE
POSTAZIONE ESTERNA
SECONDARIA
146
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 146 31/01/12 15.08
il CaVo Di Collegamento
La connessione di tutti i dispositivi del sistema videocitofonico viene realizzata mediante cavo di rete LAN UTP cat.5e o superiore, intestato con connettori
RJ45. Di seguito riportato lo schema per il cablaggio delle coppie.
Per la connessione delle postazioni esterne si consiglia lutilizzo di cavo di rete LAN UTP cat.5e (o superiore) specifico per posa da esterno (es: GW 38 195).
Per la realizzazione dei cavi LAN attenersi scrupolosamente agli schemi di cablaggio sopra indicati, pena il danneggiamento dei dispositivi.
La posa del cavo di rete LAN deve rispettare le normative vigenti, in particolare per quanto riguarda la distanza dalle linee di energia.
Assemblaggio di un cavo
tipo DIRETTO:
per tutti i cablaggi in cui vengono utilizzati
switch ethernet
Aletta verso il basso
Assemblaggio di un cavo
tipo NON DIRETTO:
per il solo cablaggio del
kit videocitofonico monofamiliare
ATTENZIONE: questa modalit di
collegamento del cavo differente
da quella normalmente denominata
tipo INCROCIATO.
Aletta verso il basso
tabella Dei Collegamenti
La tabella riassume le diverse possibilit di collegamento tra i dispositivi videocitofonici. Per verificare la possibilit di connessione tra due qualsiasi
dispositivi, necessario identificarli sulla tabella e quindi incrociare la riga e la colonna coinvolte.
Legenda
Postazione esterna: Modulo audio/video per postazione esterna (GW 18 301), Modulo audio/video con 2 pulsanti per postazione esterna (GW 18 302), Modulo audio per postazione esterna
(GW18 311), Modulo audio con 2 pulsanti per postazione esterna (GW 18 312).
Postazione interna: Videocitofono vivavoce da incasso e da parete (GW 18 341 TB - GW 18 341 VT - GW 18 341 VA da incasso / GW18343 TB - GW 18 343 VT - GW 18 343 VA da parete), Citofono
vivavoce da incasso (GW 18 350, GW 18 352, GW 18 354), Citofono da parete (GW 18 360).
Il collegamento realizzabile.
Il collegamento potrebbe danneggiare i dispositivi connessi.
Il collegamento non consente il corretto funzionamento dei dispositivi connessi.
Collegamento realizzabile, ma utilizzando un cavo LAN di tipo non diretto (solo nel caso di impianto monofamiliare).
Collegamento realizzabile, purch sia fornita alimentazione ausiliaria ai morsetti Vin del dispositivo (selettore video/attuatore ausiliario).
suggerimenti per la realizzazione Dellimpianto
- Realizzare limpianto videocitofonico separato dalleventuale rete dati dellappartamento o del condominio.
- Realizzare lalimentazione del sistema (alimentatori GW 18 361 - GW 18 362) con singola linea di energia al fine di semplificare le operazioni di messa in
servizio e manutenzione del sistema.
- Quando possibile, realizzare i montanti utilizzando le sole porte LAN degli switch ethernet per una migliore pulizia dellimpianto. In tutti quei casi in
cui le porte LAN non siano disponibili, ad esempio perch necessarie per collegare Vision Master Chorus e Internet Gateway, i montanti potranno essere
realizzati utilizzando anche le porte PoL.
- Prestare attenzione alla lunghezza dei segmenti di cavo LAN tra due dispositivi affinch non venga superato il limite max. di 100 m.
Fig. 1 Fig. 2
Switch Ethernet
(GW18 371)
Switch
Ethernet
6 porte LAN
(GW38371)
Postazione
esterna
Postazione
interna
Selettore
video
(GW 18 376)
Modulo
attuatore
(GW 18 381)
Vision Master
(GW 18 000)
Internet
Gateway
(GW 90 816)
PC,
stampanti,
etc.
Off On
PoL LAN Pol LAN
Switch
Ethernet
(GW18 371)
Off
PoL
LAN
On
Pol
LAN
Switch Ethernet 6 porte LAN
(GW 38 371)

Postazione esterna
147
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 147 31/01/12 15.08
Collegamento e installazione Di postazioni esterne
Le postazioni esterne possono essere installate ad incasso o a parete. Il telaio, le placche e i moduli che compongono la postazione esterna sono uguali per
entrambe le tipologie installative.
La composizione modulare permette di realizzare due tipi di postazioni esterne:
- utilizzando moduli a pulsanti
- utilizzando la rubrica elettronica
La postazione esterna fornita di morsetti di alimentazione ausiliaria per il comando dellelettroserratura.
installazione Da inCasso
Installazione da incasso con scatole da 1, 2,
3 moduli. La scatola da incasso dotata di
2 passacavi e 2 distanziali per il montaggio
affiancato di pi scatole.
Grado di protezione IP44.
installazione Da parete
Installazione da parete con scatole da 1, 2,
3 moduli. Predisposte per linstallazione
su pilastri e munite di tetto anti pioggia.
Grado di protezione IP44.
Si raccomanda il montaggio della
postazione esterna in scatole da parete
con tetto anti pioggia nei casi di pareti
irregolari o particolarmente esposte alle
intemperie.
GW 18 133 GW 18 123 GW 18 331
GW 18 301
GW 18 322
GW 18 103 VT
GW 18 103 VA
GW 18 142 GW 18 122 GW 18 321
GW 18 102 VT
GW 18 102 VA
GW 18 312
148
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 148 31/01/12 15.08
Tutti i collegamenti tra i diversi moduli che compongono una postazione esterna sono effettuati tramite un connettore precablato e polarizzato per evitare
errori nellinstallazione.
Tutti i moduli sono collegati e connessi in parallelo al modulo principale audio o audio/video al quale vengono collegati il cavo dati, le uscite e gli ingressi
di comando per le attuazioni locali.
Dopo aver fissato i moduli nel telaio si possono facilmente collegare i dispositivi.
Il telaio incernierato alla scatola nella parte inferiore e pu essere aperto orizzontalmente per consentire cablaggio e configurazione comodi e veloci.
Se necessario affiancare pi scatole, la
connessione tra i moduli viene effettuata tramite
connettore in dotazione.
Le scatole da incasso sono munite di passacavi
e distanziali per permettere linstallazione
affiancata delle postazioni esterne.
149
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 149 31/01/12 15.08
Composizione Della postazione esterna
SOLUZIONI INSTALLATIVE MODULI
NUMERO
APPARTAMENTI
SOLUZIONE DA INCASSO SOLUZIONI DA PARETE
MODULO
NUMERO
CIVICO O
CIECO
MODULO
AUDIO o
AUDIO/
VIDEO
MODULO
AUDIO o
AUDIO/
VIDEO CON
2 PULSANTI
MODULO 4
PULSANTI
MODULO
RUBRICA
ELETTRONICA
SCATOLA + TELAIO + CORNICE SCATOLA + TELAIO + CORNICE
1 MODULO 2 MODULI 3 MODULI 1 MODULO 2 MODULI 3 MODULI
GW 18 131
GW 18 121
GW 18 101 VT
o GW 18 101 VA
GW 18 132
GW 18 122
GW 18 102 VT
o GW 18 102 VA
GW 18 133
GW 18 123
GW 18 103 VT
o GW 18 103 VA
GW 18 141
GW 18 121
GW 18 101 VT
o GW 18 101 VA
GW 18 142
GW 18 122
GW 18 102 VT
o GW 18 102 VA
GW 18 143
GW 18 123
GW 18 103 VT
o GW 18 103 VA
GW 18 331
o
GW 18 332
GW 18 311
o
GW 18 301
GW 18 312
o
GW 18 302
GW 18 321 GW 18 322
1-2 1 1 1
3-4 1 1 1 1 ()
5-6 1 1 1 1 ()
7-8 1 1 1 2 ()
9-10 1 1 1 2 ()
11-12 2 1 3 ()
13-14 2 1 3 ()
15-16 2 1 1 4 ()
17-18 2 1 1 4 ()
19-20 2 1 5 ()
21-22 2 1 5 ()
23-24 3 2 1 6 ()
25-26 3 2 1 6 ()
27-28 3 1 1 7 ()
29-30 3 1 1 7 ()
31-32 3 1 8 ()
33-34 3 1 8 ()
() Il modulo rubrica elettronica pu essere utilizzato in alternativa ai moduli 4 pulsanti, permettendo di ridurre lo spazio occupato dalla postazione esterna.
150
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 150 31/01/12 15.08
I moduli audio/video (GW 18 301), audio/video con 2 pulsanti (GW 18 302), audio (GW 18 311) e audio con 2 pulsanti (GW 18 312) vengono utilizzati come
moduli principali per la composizione di una postazione esterna e sono provvisti di porta RJ45 per la connessione alla linea videocitofonica, di connettore
per connessione ad eventuali moduli aggiuntivi, di morsettiera di collegamento e di dip-switch per la configurazione del sistema.
La morsettiera dotata di due uscite, una per lattivazione di unelettroserratura e laltra con rel (max 24V ac/dc - 3A) per lazionamento di elettroserrature
di elevata potenza o altri carichi. Sono presenti 2 ingressi, di cui 1 per comandare le uscite, laltro per rilevare lo stato di apertura del cancello (elettroserratura
mod. Cisa Elettrika con modulo microinteruttore). Per impianti fino a 34 appartamenti, la configurazione dei moduli avviene mediante dip-switch oppure
mediante PC con software di configurazione del sistema.
I moduli aggiuntivi per postazione esterna (v. paragrafo successivo) sono collegati al modulo principale tramite cavi multipolari preintestati con connettori
polarizzati. I moduli principali video (GW 18 301 - GW 18 302) sono dotati di unit di ripresa video a colori e obiettivo orientabile in fase di installazione.
Il dispositivo in grado di riprendere la persona che chiama in ogni condizione di luce, grazie allilluminazione assicurata da LED bianchi coassiali con
lobiettivo.
moDuli prinCipali per postazioni esterne
Modulo audio/video Modulo audio/video con 2 pulsanti
Modulo audio Modulo audio con 2 pulsanti
GW 18 301 GW 18 302
GW 18 311 GW 18 312
1. Dip-switch 1 di configurazione
2. Dip-switch 2 di configurazione
3. Potenziometro regolazione altoparlante
4. Connettore per connessione moduli aggiuntivi
5. Morsettiera per comando elettroserratura,
contatto rel, ingressi e alimentazione
6. Porta RJ45
2 1
3
4 5
6
DATI TECNICI
MODULI AUDIO/VIDEO MODULI AUDIO
Codice GW 18 301 GW 18 302 GW 18 311 GW 18 312
Alimentazione 14,4V dc (ad esempio tramite alimentatore GW 18 361)(*)
Corrente max assorbita 500mA
Ingressi 1 porta RJ45 per connessione ad una porta (PoL o LAN) di un switch ethernet GW 18 371
1 ingresso configurabile per comandare luscita serratura o luscita del rel (o entrambe)
per pulsanti privi di potenziale
1 ingresso per rilevare lo stato di apertura del cancello
Uscite Elettroserratura: 24V - 4A di picco, con corrente di mantenimento di 300mA max
Rel: contatto libero da potenziale (max 24V ac/dc - 3A)
Elementi di configurazione 2 dip-switch a 8 vie
Regolazione audio Mediante potenziometro
Cartellini portanome retroilluminati
a led bianchi
retroilluminati
a led bianchi
Temperatura di funzionamento -15 +50C
Dimensioni BxHxP 115x85x56mm
(*) Nel caso di kit monofamiliare la tensione minima di funzionamento passa da 12Vdc a 14Vdc
151
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 151 31/01/12 15.09
moDuli aggiuntiVi per postazioni esterne
I moduli 4 pulsanti e numero civico
sono utilizzabili come moduli ausiliari
per la composizione di una postazione
esterna e devono sempre essere
abbinati ad un modulo principale.
Entrambi sono retroilluminati con
LED bianchi. La connessione agli altri
moduli per postazione esterna avviene
tramite cavi multipolari preintestati
con connettori polarizzati.
Il modulo cieco viene utilizzato come
completamento della postazione
esterna nei casi in cui sia richiesto.
Modulo 4 pulsanti
GW 18 321
Modulo numero civico
GW 18 331
Modulo cieco
GW 18 332
1. Dip-switch di configurazione
2. Connettore per connessione moduli
principali e/o altri moduli aggiuntivi
2 2 2 2 1
DATI TECNICI
MODULO 4 PULSANTI MODULO N CIVICO MODULO CIECO
Codice GW 18 321 GW 18 331 GW 18 332
Alimentazione Tramite moduli principali per postazioni esterne
Elementi di configurazione 1 dip-switch a 3 vie
Cartellini portanome a led bianchi a led bianchi
Temperatura di funzionamento -15 +50C -15 +50C
Dimensioni BxHxP 115x85x43,5mm 115x85x43,5mm 115x85x10mm
Il modulo di chiamata con rubrica elettronica consente di inviare la chiamata
ad una qualsiasi delle postazioni interne. Il nome dellutente da chiamare
viene visualizzato sul display LCD retroilluminato bianco.
possibile ricercare i nomi per lettera iniziale o tramite il numero
dellappartamento. Lo scorrimento dellelenco si esegue premendo le
apposite frecce. Il modulo con rubrica elettronica deve sempre essere
associato ad un modulo principale per postazioni esterne (GW 18 301 o
GW 18 311).
Il collegamento al modulo principale o ad altri moduli della postazione
esterna si effettua con cavi e connettori multipolari preintestati con
connettori polarizzati. La mancanza della tensione di alimentazione
nellimpianto non comporta la perdita dei nomi/numeri memorizzati.
moDulo Di Chiamata Con rubriCa elettroniCa
DATI TECNICI
Codice GW 18 322
Alimentazione Tramite moduli principali per postazioni esterne
Corrente max assorbita 40mA
Tipo display LCD retroilluminato
Elementi di configurazione 1 dip-switch a 4 vie
Temperatura di funzionamento -15 +50C
Dimensioni BxHxP 115x85x46mm
Modulo di chiamata
con rubrica elettronica
GW 18 322
2 1
1. Dip-switch di configurazione
2. Connettore per connessione moduli
principali
152
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 152 31/01/12 15.09
postazioni interne ViDeoCitofoniChe
Videocitofono vivavoce con display a colori LCD TFT da 3,5 pollici per impianti audio/video digitale. Il dispositivo consente la visualizzazione delle immagini
riprese dalla postazione esterna chiamante e la comunicazione in vivavoce. dotato di 6 pulsanti: risposta, comando elettroserratura postazione esterna
chiamante, funzioni ausiliarie, inclusione video (per attivare la visualizzazione delle immagini riprese dalle telecamere delle postazioni esterne o per scorrere
le immagini delle telecamere di videocontrollo) e funzione privacy (disattiva la segnalazione acustica della chiamata). Le funzioni di intercomunicazione
sono segnalate sulla parte frontale mediante 4 LED. Il videocitofono dotato di men testuale per lutilizzo e la personalizzazione delle funzioni: melodie,
volumi, servizi ausiliari, intercom tra max. 4 postazioni interne dello stesso appartamento o tra appartamenti diversi, videocontrollo, funzione ufficio,
funzione mani libere, funzione ascolto (baby monitor), segreteria videocitofonica, trasferimento di chiamata verso le postazioni interne di altri appartamenti.
Oltre al connettore RJ45 per il collegamento alla linea videocitofonica il dispositivo dispone di un ingresso per il comando locale (da pianerottolo) e di
unuscita a rel (max 24V ac/dc - 3A) per attuazioni locali. Le chiamate provenienti dalla postazione esterna primaria, secondaria, da pianerottolo e da
intercom vengono distinte mediante 5 tonalit diverse.
Il prodotto disponibile per installazioni da incasso (su scatola GW 24 237) o da parete.
ViDeoCitofono ViVaVoCe
DATI TECNICI
Codice GW 18 341 TB - GW 18 341 VT - GW 18 341 VA - DA INCASSO
GW 18 343 TB - GW 18 343 VT - GW 18 343 VA - DA PARETE
Alimentazione Tramite porta PoL di un switch ethernet GW 18 371
Corrente max assorbita 250mA
Tipo display LCD TFT 3,5 a colori
Risoluzione 320 x 240 pixel
Ingressi 1 porta RJ45 - per connessione alla porta alimentata (PoL) di un switch ethernet GW 18 371
1 comando chiamata da pianerottolo per pulsanti privi di potenziale
Uscite Rel: contatto libero da potenziale (max 24V ac/dc - 3A)
Configurazione Men testuale
Installazione Da incasso su scatola GW 24 237 / da parete
Temperatura di funzionamento 0 +45C
1
2
1. Morsettiera per ingresso pulsante locale e uscita rel
2. Porta RJ45
3. Tasto risposta
4. Pulsante funzione privacy
5. Pulsante navigazione gi / Funzione ausiliaria 2
6. Pulsante navigazione su / Funzione ausiliaria 1
7. Pulsante visualizzazione telecamere
8. Pulsante elettroserratura
9. Led di segnalazione funzione intercom
10. Altoparlante e microfono
11. Display a colori
GW 18 341 TB - GW 18 341 VT - GW 18 341 VA - da incasso
GW 18 343 TB - GW 18 343 VT - GW 18 343 VA - da parete
8 7 4 3 6 5
10
9
11
153
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 153 31/01/12 15.09
VISION MASTER il pannello touch screen che, in abbinamento ad un Internet Gateway (GW 90 816) svolge la funzione di postazione videocitofonica
interna, consente la visualizzazione delle immagini riprese dalla postazione esterna chiamante e la comunicazione in vivavoce. Racchiude in s tutte le
funzioni disponibili nel videocitofono vivavoce.
Consente inoltre il comando e la visualizzazione delle pagine grafiche di supervisione dellimpianto di Home / Building Automation KNX.
Vision Master e Internet Gateway devono essere collegati alla rete videocitofonica tramite porte LAN (porte non alimentate) degli switch ethernet.
Vision master
Il pannello provvisto di altoparlanti e microfono, di cancellatore deco,
di 1 porta RJ45 e di 2 porte USB accessibili dallesterno per il collegamento
di tastiera e mouse.
Installazione ad incasso con scatola GW 24 101.
GW 18 000 TB - GW 18 000 VT - GW 18 000 VA
1. Porte USB accessibili dallesterno
2. Morsetti di alimentazione 230V ac
3. Connettore RJ45 per connessione LAN Ethernet
4. Pulsante di accensione
DATI TECNICI
Codice GW 18 000 TB - GW 18 000 VT - GW 18 000 VA
Alimentazione 230V ac 50/60Hz
Potenza assorbita < 25W
Sistema operativo Windows XP Embedded
Interfacce 2 porte USB 2.0
1 porta RJ45 (rete Ethernet 10/100 Mbit/s)
Dimensione display 10.4
Risoluzione display 800x600 VGA
Touch screen LCD TFT a colori, retroilluminato
RAM 1Gbyte
Temperatura di funzionamento 0 40C
Dimensioni cornice 323x255mm
1
4 2
1 3
154
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 154 31/01/12 15.09
postazioni interne CitofoniChe
dotato di 7 pulsanti a sfioramento per eseguire le funzioni di comando elettroserratura, funzioni ausiliarie (comando elettroserrature supplementari, luci
scale, comando di attuatori aggiuntivi), funzioni di intercomunicazione con altre tre postazioni interne e privacy (disattiva la segnalazione acustica della
chiamata sia da postazioni esterne che da postazioni interne). Le chiamate provenienti dalla postazione esterna primaria, secondaria, da pianerottolo
e da intercom vengono distinte mediante 4 tonalit diverse. Il citofono da parete con cornetta pu essere installato direttamente a parete o su scatole
rettangolari 3 moduli in verticale.
Citofono Da parete
DATI TECNICI
Codice GW 18 360
Alimentazione Tramite porta PoL di un switch ethernet GW 18 371
Corrente max assorbita 290mA
Ingressi 1 porta RJ45 - per connessione alla porta alimentata (PoL) di un switch ethernet GW 18 371
1 comando chiamata da pianerottolo per pulsanti privi di potenziale
Uscite Rel: contatto libero da potenziale (max 24V ac/dc - 3A)
Elementi di configurazione 1 dip-switch a 12 vie
Installazione Da incasso su scatola 3 moduli in verticale o a parete
Temperatura di funzionamento 0 +45C
1. Dip-switch di configurazione
2. Pulsanti a sfioramento
3. Morsettiera per ingresso pulsante locale e uscita rel
4. Porta RJ45
5. Led di segnalazione funzione intercom
6. Led funzione privacy
GW 18 360
6
5
1
3
4
2
2
155
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 155 31/01/12 15.09
dotato di 4 pulsanti a sfioramento per accedere alle funzioni di risposta, comando elettroserratura verso le postazioni esterne, chiamata intercomunicante
con altre tre postazioni interne e privacy. Questultima funzione disattiva la segnalazione acustica della chiamata sia da postazioni esterne che da postazioni
interne. Il citofono dotato di 5 LED per lindicazione della postazione interna intercomunicante selezionata e per la funzione privacy.
Il dispositivo permette di stabilire una comunicazione audio bidirezionale con chi chiama.
Citofono ViVaVoCe Da inCasso
DATI TECNICI
Codice GW 18 350 - GW 18 352 - GW 18 354
Alimentazione Tramite porta PoL di un switch ethernet GW 18 371
Corrente max assorbita 200mA
Ingressi 1 porta RJ45 - per connessione alla porta alimentata (PoL) di un switch ethernet GW 18 371
Elementi di configurazione 1 dip-switch a 8 vie
Installazione Da incasso su scatola 3 moduli
Temperatura di funzionamento 0 +45C
1. Dip-switch di configurazione
2. Porta RJ45
3. Pulsante elettroserratura
4. Pulsanti freccia su/gi
5. Pulsante di risposta
6. Led di segnalazione funzione intercom
7. Altoparlante e microfono
GW 18 350 - GW 18 352 - GW 18 354
6
7
3 4 4 1 5
2
156
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 156 31/01/12 15.09
alimentatori per impianti auDio/ViDeo
Gli alimentatori da guida DIN, singoli e multipli proteggono da sovratensioni e sovracorrenti in ingresso e da cortocircuiti in uscita.
Gli alimentatori sono in grado di alimentare switch ethernet, postazioni esterne, attuatori ausiliari e selettori video.
Utilizzando cavi da 1mm
2
la distanza massima tra lalimentatore e la postazione esterna (kit monofamiliare) oppure tra lalimentatore e il switch ethernet
(valido per tutte le applicazioni ad esclusione del kit monofamiliare) 20 m nel caso in cui la distanza tra postazione interna e postazione esterna
(kit monofamiliare) oppure tra postazione interna e switch ethernet (valido per tutte le applicazioni ad esclusione del kit monofamiliare) sia 100 m
(la somma delle due distanze non deve superare 120 m).
1. Morsetti di alimentazione 230V ac
2. Morsetti di uscita
1. Morsetti di alimentazione 230V ac
2. Morsetti di uscita 1
3. Morseti di uscita 2
DATI TECNICI
ALIMENTATORE AUDIO/VIDEO SINGOLO ALIMENTATORE AUDIO/VIDEO MULTIPLO
Codice GW 18 361 GW 18 362
Alimentazione 230V ac 230V ac
Potenza erogata 18VA 2x18VA
Tensione di uscita nominale Singola uscita 14,4V dc Doppia uscita, ciascuna da 14,4V dc
Installazione Su guida DIN Su guida DIN
Temperatura di funzionamento 0 +45C 0 +45C
Dimensioni 4 moduli DIN 4 moduli DIN
GW 18 361 GW 18 362
ALIMENTATORE SINGOLO ALIMENTATORE MULTIPLO
1
2
1
2 3
157
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 157 31/01/12 15.09
switCh ethernet
Dispositivo utilizzato per realizzare i montanti videocitofonici, per derivare da questi ultimi i segnali audio/video e per estendere il sistema ad eventuali altri
dispositivi addizionali. Consente di amplificare e distribuire il segnale audio/video e di fornire lalimentazione elettrica ai dispositivi ad esso collegati.
Ogni switch ethernet dotato di 2 porte standard (LAN1 - LAN2) e di 4 porte alimentate (PoL - Power over Line) adatte ad alimentare gli altri dispositivi del
sistema, come postazioni interne, attuatori ausiliari, selettori video, etc.
Tramite un selettore frontale possibile disabilitare lalimentazione dalle porte PoL, trasformandole in porte LAN standard (prive di alimentazione).
Il segmento di cavo LAN utilizzato per ciascuna tratta che collega tra loro due dispositivi non pu essere superiore a 100 m.
In caso di installazione in cassette di derivazione da incasso, si consiglia lutilizzo delle scatole PT DIN GW 48 110 o GW 48 111.
GW 18 371
1. Porta alimentata 1 (PoL1)
2. Porta alimentata 2 (PoL2)
3. Porta alimentata 3 (PoL3)
4. Porta alimentata 4 (PoL4)
5. Porta standard 1 (LAN1)
6. Porta standard 2 (LAN2)
7. Morsetti di alimentazione
8. Selettore frontale
9. Led presenza alimentazione sulle porte PoL
10. Led presenza alimentazione
11. Led stato traffico dati su porte LAN
12. Led stato traffico dati su porte PoL
DATI TECNICI
Codice GW 18 371
Alimentazione 14,4V dc (ad esempio tramite alimentatore GW 18 361)
Corrente max assorbita 30mA (sono esclusi gli assorbimenti dei dispositivi connessi alle porte RJ45)
N. porte alimentate (PoL) 4 porte RJ45
N. porte standard (LAN) 2 porte RJ45
Installazione Su guida DIN
Temperatura di funzionamento -15 +50C
Dimensioni 4 moduli DIN
7
2 4 1 3
6 5
8
10
9
11
12
158
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 158 31/01/12 15.09
selettore ViDeo
Il selettore video consente di realizzare un impianto di videocontrollo con telecamere analogiche (tipo GW 10 770 - GW 12 770 - GW 14 770 - GW 18 291)
o di altro genere con segnale video PAL/NTSC. Ciascun dispositivo in grado di gestire fino a 4 telecamere, ciascuna delle quali deve essere alimentata in
modo autonomo. Le immagini riprese dalle telecamere possono essere visualizzate su una qualsiasi delle postazioni interne videocitofoniche scegliendo
il selettore video di interesse. Il sistema trasmette le immagini delle telecamere collegate allo specifico selettore video in modo ciclico. In un impianto
possibile installare fino ad un massimo di 4 selettori video. Il dispositivo pu essere alimentato anche attraverso il morsetto di alimentazione ausiliario
(nel caso il selettore video sia connesso ad una porta LAN non alimentata di un switch ethernet).
Il segmento di cavo LAN utilizzato per ciascuna tratta che collega tra loro due dispositivi non pu essere superiore a 100 m.
In caso di installazione in cassette di derivazione da incasso, si consiglia lutilizzo delle scatole PT DIN GW 48 110 o GW 48 111.
GW 18 376
1. Ingresso porta LAN/PoL da Switch ethernet
2. Dip-switch per programmazione tempo di commutazione tra i 4 ingressi
3. Ingresso alimentazione ausiliaria
4. Uscita alimentazione ausiliaria
5. Led presenza alimentazione sulla porta LAN/PoL
6. Led presenza alimentazione
7. Led stato traffico dati
8. Ingresso video 1
9. Ingresso video 2
10. Ingresso video 3
11. Ingresso video 4
DATI TECNICI
Codice GW 18 376
Alimentazione Tramite porta PoL di un switch ethernet GW 18 371
Alimentazione ausiliaria 14,4V dc (ad esempio tramite alimentatore GW 18 361)
Corrente max assorbita Con alimentazione esterna: 160mA
Con alimentazione da porta PoL: 200mA
Ingressi 1 porta RJ45 - per connessione alla porta alimentata (PoL) di un switch ethernet.
Richiede alimentazione ausiliaria se connesso ad una porta LAN non alimentata di un switch ethernet.
Segnale video in ingresso PAL/NTSC (per il tipo di connessione delle telecamere fare riferimento al foglio istruzioni)
N. telecamere collegabili ad ogni dispositivo Max 4
Elementi di configurazione 1 dip-switch a 4 vie
Installazione Su guida DIN
Temperatura di funzionamento -15 +50C
Dimensioni 4 moduli DIN
3
6
5
1 2
4
8 9 10 11
7
159
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 159 31/01/12 15.09
teleCamera Da interno
teleCamera Da esterno
Le telecamere a colori da incasso 2 moduli Chorus permettono di riprendere
immagini in ambienti interni e, con lausilio del selettore video, di realizzare
un impianto di videocontrollo. Le telecamere devono essere alimentate con
una tensione di 12V dc che pu essere fornita da un alimentatore da incasso
(tipo GW 10 719 - GW 12 719 - GW 14 719) o di altro genere. Luscita video
in standard PAL e per il cablaggio richiesto luso di un cavo coassiale da
75ohm (es: RG59).
Le telecamere a colori Day&Night con led IR permettono di riprendere
immagini in ambienti esterni e, con lausilio del selettore video, di realizzare
un impianto di videocontrollo. Le telecamere sono dotate di tettuccio a
scorrimento e di staffa di fissaggio per il montaggio a parete/soffitto.
Le telecamere devono essere alimentate con una tensione di 12V dc.
Luscita video in standard PAL e per il cablaggio richiesto luso di un
cavo coassiale da 75ohm (es: RG59).
DATI TECNICI
Codice GW 10 770 - GW 12 770 - GW 14 770
Alimentazione 12V dc
Corrente max assorbita 70mA
Tipo segnale video Standard PAL, 1Vpp con carico da 75ohm
Tipo di sensore e ottica Sensore a colori da 1/3 di pollice con ottica e messa a fuoco fissa
Risoluzione video 628 x 586
Copertura orizzontale 70
Copertura verticale 40
Temperatura di funzionamento 0 +45C
Dimensioni 2 moduli Chorus
DATI TECNICI
Codice GW 18 291
Alimentazione 12V dc
Corrente max assorbita 80mA - con LED accesi max 250mA
Tipo segnale video Standard PAL
Tipo di sensore e ottica Sensore a colori da 1/3 di pollice con ottica e messa a fuoco fissa
Risoluzione orizzontale 420 linee TV
Tipo di illuminazione 12 led infrarossi (IR)
Distanza di illuminazione led 15-20m
Distanza di ripresa fino a 12m
Grado di protezione IP65
Temperatura di funzionamento -20 +50C
Dimensioni 90x82x200mm
GW 10 770 - GW 12 770 - GW 14 770
GW 18 291
2 massa alimentazione
3 +12V dc
4 massa video
5 segnale video PAL
160
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 160 31/01/12 15.09
attuatore ausiliario
Lattuatore per impianti audio/video dotato di 5 uscite, una per lattivazione di elettroserrature mediante scarica impulsiva e le altre 4 a rel con contatti
di uscita liberi da potenziale (NA - 10 A / 250V ac) per lazionamento di luci o altri carichi. Le uscite a rel possono funzionare in modo temporizzato o in
commutazione. Le uscite del dispositivo possono essere comandate sia dalle postazioni interne sia da pulsanti locali collegabili direttamente ai 5 ingressi
dellattuatore. In un impianto possibile installare fino ad un massimo di 4 attuatori ausiliari.
Il dispositivo richiede lalimentazione attraverso il morsetto di alimentazione ausiliaria se si utilizza unelettroserratura oppure se connesso ad una porta
LAN non alimentata di un switch ethernet. Il segmento di cavo LAN utilizzato per ciascuna tratta che collega tra loro due dispositivi non pu essere
superiore a 100 m. In caso di installazione in cassette di derivazione da incasso, si consiglia lutilizzo delle scatole PT DIN GW 48 110 o GW 48 111.
1. Uscita 1
2. Uscita 2
3. Uscita 3
4. Uscita 4
5. Ingresso 1 per comando uscita 1
6. Ingresso 2 per comando uscita 2
7. Ingresso 3 per comando uscita 3
8. Ingresso 4 per comando uscita 4
9. Ingresso 5 per comando locale elettroserratura
10. Comune per ingressi 1-5
11. Ingresso alimentazione opzionale esterna 14,4V dc
12. Ingresso porta LAN/PoL da Switch ethernet
13. Ingresso per stato elettroserratura (mod. CISA Elettrika)
14. Elettroserratura
15. Selettore rotativo per temporizzazione elettroserratura
16. Led stato elettroserratura
17. Led stato uscite
18. Selettori rotativi per temporizzazione uscite
19. Led stato traffico dati porta LAN/PoL
20. Led presenza alimentazione
21. Led presenza alimentazione sulla porta LAN/PoL
DATI TECNICI
Codice GW 18 381
Alimentazione Tramite porta PoL di un switch ethernet GW 18 371
Alimentazione ausiliaria 14,4V dc (ad esempio tramite alimentatore GW 18 361)
Corrente max assorbita Con alimentazione esterna: 130mA
Con alimentazione da porta PoL: 90mA
Ingressi 1 porta RJ45 - per connessione alla porta alimentata (PoL) di un switch ethernet
5 ingressi per pulsanti privi di potenziale
Uscite Rel: 4NA 10A (AC1) - 250V ac privi di potenziale - temporizzabili a 2, 20, 30, 60, 120, 180, 300sec.
Elettroserratura: 4A - 24V di picco con corrente di mantenimento di 300mA max
Configurazione uscite Tramite selettori rotativi
Installazione Su guida DIN
Temperatura di funzionamento -15 +50C
Dimensioni 4 moduli DIN
GW 18 381
9
2 4 1 3
16
5 6 7 8
21
20
10 11 12 13 14
15
17
18
19
161
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 161 31/01/12 15.09
software per ViDeoCitofonia
GW-VCT Configurator il software per la messa in servizio dellimpianto videocitofonico.
Il software permette di creare il collegamento logico tra i vari dispositivi dellimpianto senza
richiedere la procedu ra manuale.
Le funzioni principali sono:
Riconoscimento automatico dei dispositivi connessi allimpianto (postazioni esterne/
interne, attua tori ausiliari e selettori video)
Ricercaselettivadeidispositivi
Creazioneautomaticadellachiamataintercomunicanteinternaallappartamento
Configurazionedellechiamatedellapostazioneesterna
Personalizzazionedeinomidellarubricaelettronica
Personalizzazionedegliidentificativideidispositivi
Sincronizzazionediora/datadeivideocitofoni
Salvataggioestampadelfilediprogetto.
Il software GV-VCT Configurator, le istruzioni per linstallazione su PC (con i requisiti hardware/software) e il manuale duso sono disponibili e scaricabili dal
sito www.gewiss.com/irj/portal/gwvct_IT.
Il software consente di implementare, mediante un PC, un centralino di portineria per
limpianto video citofonico. Le principali funzionalit che si ottengono sono:
Modalitfunzionamentogiorno/notte
Ricezionedellachiamatadallepostazioniesterne
Inoltrodellachiamataversolappartamento
Videocontrollo
Attivazionedeicontattideirelausiliari.
gw-VCt Configurator
software per il Centralino Di portineria (Gw 18 392)
tabella potenze Dissipate
CODICE DESCRIZIONE N. MODULI DIN P. DISSIPATA (W)
GW 18 361 Alimentatore audio/video singolo 4 3,9
GW 18 362 Alimentatore audio/video multiplo 4 6,9
GW 18 371 Switch ethernet 4 0,4
GW 18 376 Selettore video 4 2,9
GW 18 381 Attuatore ausiliario 4 6
162
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 162 31/01/12 15.09
VIDEOCITOFONO VIVAVOCE VIDEOCITOFONO VIVAVOCE
tabelle Dimensionali
GW 18 341 TB - GW 18 341 VT
GW 18 341 VA
GW 18 350 - GW 18 352
GW 18 354
GW 18 343 TB - GW 18 343 VT
GW 18 343 VA
CITOFONO DA PARETE CITOFONO DA INCASSO
GW 18 360
tabelle Dimensionali
1 2 3 4
66
4
4
DA INCASSO DA PARETE
163
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 163 31/01/12 15.09
VIDEOCITOFONO VIVAVOCE VISION MASTER
GW 18 000 TB - GW 18 000 VT - GW 18 000 VA
164
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 164 31/01/12 15.09
VIDEOCITOFONO VIVAVOCE CORNICI METALLICHE PER POSTAZIONE ESTERNA VIDEOCITOFONO VIVAVOCE TELAI PER POSTAZIONE ESTERNA
tabelle Dimensionali
1 POSTO
GW 18 101 VT - GW 18 101 VA
2 POSTI
GW 18 102 VT - GW18 102 VA
3 POSTI
GW 18 103 VT - GW 18 103 VA
1 POSTO
GW 18 121
2 POSTI
GW 18 122
3 POSTI
GW 18 123
165
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 165 31/01/12 15.09
VIDEOCITOFONO VIVAVOCE SCATOLE DA INCASSO PER POSTAZIONE ESTERNA VIDEOCITOFONO VIVAVOCE SCATOLE DA PARETE CON TETTO ANTIPIOGGIA PER POSTAZIONE ESTERNA
1 POSTO
GW 18 131
2 POSTI
GW 18 132
3 POSTI
GW 18 133
1 POSTO
GW 18 141
2 POSTI
GW 18 142
3 POSTI
GW 18 143
166
Chorus - Digital Vision
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_CHORUS DIGITAL VISION.indd 166 31/01/12 15.09
Serie modulare di apparecchi per usi domestici e similari installabili in scatole da incasso e da parete, ordinarie e stagne.
La serie comprende comandi, prese, protezioni, segnalatori, connettori e componenti particolari aventi elevate caratteristiche qualitative.
CaratteristiChe generali
DATI TECNICI E RIFERIMENTI NORMATIVI
Componente Riferimenti normativi
Dati elettrici fondamentali*
Funzionamento
prolungato
(N. cambiamenti
di posizione)
Resistenza al calore anormale ed al fuoco
Tenuta alla
tensione di prova
(V)
Resistenza
di isolamento
(M)
Potere di
interruzione
o categoria
di utilizzazione
Termo pressione
con biglia
(C)
Glow Wire Test
(C)
Comandi
CEI 23-9
EN 60669-1
2000
a 50 Hz
per 1 minuto
> 5
1,25 In
(200 cambiamenti
di posizione)
40.000
a In 250V ac
cos= 0,6
125 850
Prese
CEI 23-50
IEC 60884-1
1,25 In
(100 cambiamenti
di posizione)
10.000
a In 250V ac
cos= 0,8
Rel a passo
CEI 23-9 / CEI 23-62
EN 60669-1 / EN 60669-2-2
50.000
a In 250V ac
cos= 0,6
Rel monostabili
CEI 23-9 / CEI 23-62
EN 60669-1 / EN 60669-2-2
1,25 In
(200 cambiamenti
di posizione)
Interruttori
magnetotermici
CEI 23-3
EN 60898-1
2** 5
3KA 8.000
Interruttori
differenziali
CEI 23-44 / CEI 23-42
EN 61009-1 / EN 61008-1
3KA 4.000
Supporti e placche
CEI 23-9
EN 60669-1
- - - - 75 650
* Per le tensioni e le correnti nominali vedere le specifiche ai singoli codici. ** Il valore di 2 M riferito ad una condizione particolare stabilita dalle norme indicate a lato.
COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI
Acqua
Soluzione
salina
Acidi Basi Solventi
Olio
minerale
Raggi
UV
Concentrati Diluiti Concentrate Diluite Esano Benzolo Acetone Alcool etilico
Placche
TOP SYSTEM
VIRNA
Resistente Resistente
Resistenza
limitata
Resistente Resistente Resistente
Resistenza
limitata
Non
resistente
Non
resistente
Non
resistente
Resistenza
limitata
Resistente
Placche
COMPACT
Resistente Resistente
Resistenza
limitata
Resistente Resistente Resistente
Resistenza
limitata
Non
resistente
Non
resistente
Non
resistente
Resistenza
limitata
Resistente
Apparecchi
SYSTEM
Resistente
Resistenza
limitata
Non
resistente
Resistenza
limitata
Resistenza
limitata
Resistente Resistente Resistente Resistente Resistente Resistente Resistente
* Le resistenze indicate si intendono valide per una temperatura ambiente non superiore a 40C.
Agente
Componente
Unit di segnalazione ad ampolla
Dischetti segnaletici per
segnalazione funzionale
PartiColarit Costruttive Comuni
Semplicit dei collegamenti:
morsetti di tipo doppio,
piastrina serracavo con viti imperdibili
e collarini di protezione.
DisChetti segnaletiCi
CAPACIT DI SERRAGGIO DEI MORSETTI
Conduttori flessibili Conduttori rigidi
Minimo
0,75 mm
2
Massimo
2 x 4 mm
2
Minimo
0,5 mm
2
Massimo
2x2,5 mm
2
Tenuta dei morsetti alla trazione dei cavi: > 50N
Tenuta del frutto al supporto: > 0,6J
Per grado di protezione del complesso installato,
vedere le pagine di Informazioni Tecniche Generali.
167
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 167 31/01/12 15.09
aCCessori
riCambi eD aCCessori
lamPaDe Per artiColi sYstem
APPARECCHI DI COMANDO UNIT AD AMPOLLA
RISULTATO
luminoso / cromatico
COLORI
OTTENIBILI
Funzionale Localizzazione
funzionale
Segnalazione
iconografica
Tipo Codice Tensione Colore
Led
GW 10 893 12-24V ac/dc
Bianco
Il colore della segnalazione
corrisponde al colore
dellampolla prescelta
Bianco
GW 30 947 230/110V ac
GW 30 946 230/110V ac Azzurro Azzurro
Fluorescenza
GW 30 943 230V ac Rosso Rosso
GW 30 944 230V ac Verde Verde
Esempi di illuminazione funzionale e di localizzazione
Per indicare lo stato di funzionamento di utilizzatori non in vista dal punto di comando Per localizzare al buio il tasto di comando
La spia posta in
parallelo allutilizzatore
ed accesa quando
linterruttore ON.
La spia segue
landamento ON/OFF
dellutilizzatore.
Le due spie e
lutilizzatore sono
poste in parallelo,
perci si accendono
e si spengono
insieme allutilizzatore
La spia risulta accesa
quando linterruttore
OFF. Con linterruttore
in posizione di ON
lutilizzatore alimentato
e la spia spenta.
Le due spie si accendono
quando lutilizzatore
non alimentato e si
spengono quando questo
in stato di ON.
NOTA: schemi non adatti per il comando di lampade compatte a risparmio energetico e/o rel
PULSANTE CON TARGA PORTANOME LAMPADE A SILURO
RISULTATO
luminoso / cromatico
COLORI
OTTENIBILI
Tipo Codice Tensione Colore
Incandescenza
S6 x 36
GW 20 902 12V ac/dc
Bianco Retroilluminazione bianca Bianco
GW 20 903 24V ac/dc
SPIE SINGOLE LAMPADE A SILURO
RISULTATO
luminoso / cromatico
COLORI
OTTENIBILI
Tipo Codice Tensione Colore
Incandescenza
S6 x 31
GW 20 904 12V ac/dc
Bianco
Il colore della segnalazione
corrisponde al colore
del diffusore della spia prescelta
Rosso - Verde
Ambra - Bianco
Azzurro
GW 20 905 24V ac/dc
Fluorescenza
S6,3 x 28
GW 20 906
230V ac
Rosso
Con diffusore rosso: Rosso
Con diffusore ambra: Ambra
GW 20 908 Verde Con diffusore verde: Verde
LAMPADE SEGNAPASSO LAMPADE A SILURO
RISULTATO
luminoso / cromatico
COLORI
OTTENIBILI
Tipo Codice Tensione Colore
Incandescenza
S6 x 36
GW 20 902 12V ac/dc
Bianco
Il colore della segnalazione
corrisponde al colore
del diffusore della lampada
segnapasso prescelta
Rosso - Verde
Ambra - Bianco
Azzurro GW 20 903 24V ac/dc
Componente Messa in opera Riferimento normativo Grado IP
Gli apparecchi a fronte chiuso (comandi, suonerie, segnalatori,
etc.) installati in scatole da incasso, in scatole da parete,
in plance da tavolo (completi di supporto + placca) e in
contenitori autoportanti
Da incasso a finitura civile o similare in
posizione verticale installato secondo la
regola darte
EN60529 (CEI 70-1)
41
Gli apparecchi a fronte aperto (prese, etc.) installati in scatole
da incasso, in scatole da parete, in plance da tavolo (completi
di supporto + placca) e in contenitori autoportanti
Da incasso a finitura civile o similare in
posizione verticale installato secondo la
regola darte. Idoneo allimpiego per la
zona 3 di locali contenenti bagni o docce
X1
(nel caso delle prese
pari a 21)
Gli apparecchi a fronte aperto (prese, etc.) installati in scatole
da incasso, in scatole da parete, in plance da tavolo (completi
di supporto + placca) e in contenitori autoportanti
Da incasso a finitura civile o similare in
posizione verticale installato secondo la
regola darte con spina inserita
4X
graDo Di Protezione Del ComPlesso installato serie Civili sYstem
168
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 168 31/01/12 15.09
ComanDo
Il rivelatore di movimento a raggi infrarossi passivi percepisce le variazioni di calore che si verificano entro il raggio dazione e chiude, in funzione della luce
ambientale, il contatto di un rel. Cessato il movimento, il contatto si riapre automaticamente dopo un tempo regolabile prefissato. Il dispositivo incorpora
un sensore crepuscolare a soglia di intervento regolabile per evitare di comandare lutenza (es. apparecchi di illuminazione) quando non necessario.
rivelatore Di movimento a raggi infrarossi
aPPliCazioni
Impiego tipico:
Comando dellilluminazione di locali di passaggio (atri, anticamere,
corridoi, box). Comando di utenze in ambienti ove spesso si transita con
mani impegnate. Tutte quelle applicazioni in cui il comando deve essere
subordinato alla presenza di persone nel locale.
rel Passo-Passo
Rel del tipo passo-passo per comando di lampade da pi punti mediante
pulsanti con contatto NA.
rel monostabile
Per realizzare automatismi o separazioni tra circuito di comando e di energia.
Utilizzabile come elemento ausiliario per comando carichi particolari.
CaratteristiChe installative
rel
REL PASSO-PASSO REL MONOSTABILE
Riferimenti normativi:
EN 60669-1; EN 60669-2-2
System: GW 20 071
GW 21 071
GW 20 072
GW 21 072
Playbus: GW 30 111
GW 30 112
Riferimenti normativi:
EN 60669-1; EN 60669-2-2
System: GW 20 074
GW 21 074
Playbus: GW 30 116
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione (Bobina) 230V - 50/60Hz Tensione di alimentazione (Bobina) 230V - 50/60Hz
Contatto di uscita GW 20 071 / 21 071 / 30 111 1NA; Contatto di uscita N. 1 contatto in scambio NA/NC;
GW 20 072 /21 072 / 30 112 2NA 10A (AC1) / 4A( AC15) - 250V ac
10A (AC1) / 7A (AC15) - 250V ac
Schema contatti dei rel passo-passo Rel monostabile
GW 20 071
GW 21 071
GW 30 111
GW 20 072
GW 21 072
GW 30 112
GW 20 074
GW 21 074
GW 30 116
Comando illuminazione scale Comando illuminazione zone espositive Comando illuminazione box / atrio Zona di copertura
Regolazione
della durata
dellintervento
Segnalazione luminosa
di intervento
System: GW 20 821 - GW 21 821
Playbus: GW 30 121
Regolazione della
soglia luminosa di
intervento
sChema Di Collegamento
230V ac
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V - 50/60Hz
Regolazione soglia luminosa 10 lux - max. inibito
Regolazione durata intervento 15 sec / 10 min
Contatto in uscita (rel) 1NA, 3A (AC1) / 2A (AC15) - 250V ac
169
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 169 31/01/12 15.09
rel Di Chiamata
imPianto Di Chiamata allarme bagno
In accordo con il D.M.236/89 (G.U. 23/giugno/1989, n145)
per i luoghi in cui obbligatorio (servizi igienici) devono
essere garantiti spazi adeguati per le manovre di una sedia a
ruote e di un campanello di emergenza posto in prossimit
della tazza e della vasca.
imPianto Di Chiamata multiPla
Per le piccole realt (aule scolastiche, poliambulatori, case
di cura ecc.) in cui necessario localizzare la chiamata dalla
postazione di presidio.
LEGENDA Alimentazione 12V:
+
-
Alimentazione 230V:
L
N
4
4
stanza 1 stanza 2
stanza 3
stanza n.
Rel di
chiamata
Rel di
chiamata
Rel di
chiamata
Lampada
fuoriporta
Suoneria
Lampada
fuoriporta
camera 1
camera 1
camera 3
Temporizzatore
GW 96 814
Rel monostabili
GW 96 601
Suoneria
GW 96 401
Spie luminose
GW 96 586
camera 2 camera 1 camera 2
camera 2
P
u
l
s
a
n
t
e

d
i

c
h
i
a
m
a
t
a
P
u
l
s
a
n
t
e

d
i

c
h
i
a
m
a
t
a
P
u
l
s
a
n
t
e

d
i

c
h
i
a
m
a
t
a
Alimentazione
Pulsante di
chiamata
Pulsante di
reset
Fronte Retro
Led
REL
sChema Di Collegamento
sChema Di Collegamento
Quadro di visualizzazione chiamata ubicato nella
postazione di presidio.
REL DI CHIAMATA
Riferimenti normativi:
EN 60669-1; EN 60669-2-2
GW 20 076
GW 21 076
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione (Bobina) 12Vac / 12Vdc
Contatto di uscita 1NA/NC 12V
170
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 170 31/01/12 15.09
APPLICAZIONI
TV SAT TV-SAT
Impianto
centralizzato
con distribuzione
a stella
Impianto centralizzato
con distribuzione
in cascata
Impianto
SAT
singolo
utente
Impianto combinato
TV-SAT
singolo utente
Impianto combinato
TV-SAT
centralizzato con
distribuzione a stella
Impianto combinato
TV-SAT
centralizzato
con prese passanti
System:
GW 20 391
GW 20 396
GW 20 392
GW 20 393
Playbus:
GW 30 311
GW 30 316
GW 30 312
GW 30 313

System:
GW 20 381
GW 20 386
GW 20 382
GW 20 383

Playbus:
GW 30 301
GW 30 306
GW 30 302
GW 30 303


Riferimenti normativi: EN 50083-1; EN 50083-2; EN 50083-4
Resistenza di chiusura terminale 75ohm
GW 20 277
Presa
diretta
Presa
diretta
TV
SAT
Prese
passanti
TV
SAT
Presa
diretta
TV SAT
Prelievo segnale
Levoluzione dei sistemi di trasmissione televisivi e dei servizi rivolti allutente ha elevato il livello di prestazioni e di qualit richiesto negli impianti di
distribuzione del segnale.
Le norme EN 60728 (Impianti di distribuzione via cavo per segnali televisivi e sonori) definiscono lo standard Europeo attuale e futuro prescrivendo i
requisiti ai quali devono rispondere i vari componenti dellimpianto, prese terminali incluse.
GEwIss ha sviluppato due nuove famiglie di prese TV-SAT in piena conformit a queste norme.
Grazie ad un livello prestazionale elevato, le nuove prese offrono una distribuzione ottimale dei segnali (digitali o analogici) come richiesto dai vari gestori
per laccesso ai servizi attuali e futuri.
Prese tv-sat
CARATTERISTICHE VANTAGGI
Efficenza di schermatura (in conformit alla normativa
CEI - EN 50083-2 - classe A).
Le prese, realizzate in involucro metallico, risultano immuni alle emissioni
elettromagnetiche (EMC) presenti nellambiente.
Adattamento dimpedenza.
Sistema innovativo per il collegamento rapido
e sicuro del cavo coassiale.
Si evitano indesiderate riflessioni di segnale.
Consente di mantenere la coassialit del cavo nel punto di collegamento.
Gamma diversificata in due tipologie:
porte utente con connettore F (tipo EN 60169-24)
e con connettore IEC maschio 9,5 mm
(conforme HD 134.2 S2).
Massima flessibilit applicativa nei confronti di impianti singoli o
centralizzati (nuovi/rifacimenti/predisposizioni per futuri ampliamenti).
Nella ricezione satellitare, dato il range di frequenza, molto importante
mantenere la coassialit della connessione, caratteristica soddisfatta in
modo particolare dallinnovativa connessione e dalluso del connettore F.
Prese
passanti
Prese
passanti
Prese dirette
Prese
dirette
Prese
dirette
DATI TECNICI
Campo di frequenza Da 5 a 2400 MHz
Diametro cavo coassiale Da 5 a 7 mm
Canale di ritorno Da 5 a 40 MHz
Schermatura Classe A
Disuguaglianza di ritardo
crominanza/luminanza
< di 1 ns. per tutti i modelli
Porta TV Connettore coassiale IEC maschio 9,5 mm
Porta SAT Connettore coassiale F (Femmina)
171
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 171 31/01/12 15.09
valori Di attenuazione Delle Prese tv-sat
Codice gewiss
Attenuazione
Nominale
(Db)
Attenuazione / Perdita di passaggio
(piattezza della risposta)
Attenuazione di derivazione / Perdita
di base (piattezza della risposta)
Direttivit
Perdita di
ritorno (dB)
Canale di
ritorno
TV SAT
Canale di
ritorno
TV SAT
Canale di
ritorno
TV-SAT
Canale di
ritorno
TV-SAT
5-40
MHz
47-862
MHz
950-2150
MHz
2150-2400
MHz
5-40
MHz
47-862
MHz
950-2150
MHz
2150-2400
MHz
5-40
MHz
47-2400
MHz
5-40
MHz
47-2400
MHz
GW 20 391 - GW 20 381
GW 21 391 - GW 21 381
GW 30 311 - GW 30 301
0 - - -
0,5 dB
( 0,2 dB)
0,5 dB
( 0,5 dB)
0,8 dB
( 0,5 dB)
0,8 dB
( 0,5 dB)
10 dB
conforme
alla
CEI-EN
50083-4
GW 20 392 - GW 20 382
GW 21 392 - GW 21 382
GW 30 312 - GW 30 302
10
2,5 dB
( 1 dB)
2 dB
( 1 dB)
3 dB
( 1,5 dB)
3,2 dB
( 1,5 dB)
10,5 dB
( 1,5 dB)
10 dB
( 1,5 dB)
10,5 dB
( 1,5 dB)
11 dB
( 2,5 dB)
15 dB conforme
alla
CEI-EN
50083-4
10 dB
GW 20 393 - GW 20 383
GW 21 393 - GW 21 383
GW 30 313 - GW 30 303
14
1,5 dB
( 1 dB)
1,2 dB
( 1 dB)
2,2 dB
( 1,5 dB)
2,5 dB
( 1,5 dB)
15 dB
( 1,5 dB)
14,5 dB
( 1,5 dB)
14,5 dB
( 1,5 dB)
15 dB
( 2,5 dB)
15 dB 10 dB
Isolamento /
separazione tra le porte
GW 20 396 - GW 20 386
GW 21 396 - GW 21 386
GW 30 316 - GW 30 306
5
5 dB
( 1,5 dB)
5 dB
( 1,5 dB)
6 dB
( 1,5 dB)
6,5 dB
( 1,5 dB)
5 dB
( 1,5 dB)
5 dB
( 1,5 dB)
6 dB
( 1,5 dB)
6,5 dB
( 1,5 dB)
> 12 dB > 10 dB 10 dB
EN 50083-4
Grado 3
Connettori telefonici a 4 contatti RJ11 adatti per la connessione di telefoni,
telefax, modem.
Connettori telefoniCi
Spina Contact/Pin Contact/Pin Contact/Pin
Contact/Pin Contact/Pin Contact/Pin
sChemi sistema Di Cablaggio raPiDo
I conduttori non intestati vengono inseriti nella apposite sedi a lama. La chiusura del coperchio assicura una completa incisione dellisolante
e la continuit elettrica con il contatto.
GW 20 252 - GW 21 252
GW 30 262
GW 20 251 - GW 21 251
GW 30 261
Collegamento in Parallelo
Doppino telefonico
Collegamento in serie
Doppino telefonico
Nota: Lestrazione di una delle spine determina lo scollegamento
delle prese poste a valle. Per eliminare questo problema sufficiente
inserire una spina, con ponticello tra i morsetti 3-4, nella presa dove
stato rimosso lapparecchio telefonico.
Ogni presa preleva il segnale dalla linea.
Non esiste segreto di conversazione.
I morsetti 3 e 4 sono collegati tramite il contatto interno al
telefono che chiuso a ricevitore agganciato. Lo sgancio del
ricevitore determina linterruzione della linea a valle (polo L1)
garantendo il segreto di conversazione.
System: GW 20 251
GW 21 251
Playbus: GW 30 261
Riferimenti normativi:
ISO 11801
DATI TECNICI
GW 20 251 - GW 21 251
GW 20 252 - GW 21 252
GW 30 261 - GW 30 262
Connettore tipo RJ11
N. contatti 4
Morsetti a perforazione disolante (senza lutilizzo di attrezzo)
Categoria 3
Velocit di trasmissione fino a 16 Mb/s
System: GW 20 252
GW 21 252
Playbus: GW 30 262
RJ11 RJ11
doppio
1
2
4
3
1
2
3
6
5
4
RJ11 RJ12
172
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 172 31/01/12 15.09
Connettori RJ 45 di categoria 5e e 6 schermati e non schermati per trasmissione dati. Consentono il collegamento in rete di apparecchi informatici
(computer, stampanti, modem, etc.) e la connessione di dispositivi multimediali (es. videoconferenze). Possono essere utilizzati anche per impianti telefonici
tradizionali e centralizzati.
Un sistema di trasmissione dati a cablaggio strutturato presenta flessibilit alluso, posa della rete definitiva ed universale, messa in opera indipendente
dallubicazione e dallutilizzo delle uscite terminali. In impianti di una certa complessit ed estensione (es. gare dappalto) il committente esige la
certificazione di conformit dellintero impianto. Aziende leader nel settore del cablaggio strutturato, direttamente o tramite installatori accreditati, sono
in grado di fornire questo servizio. GEWISS, offrendo un involucro compatibile con IBM e AVAYA / AMP, rende possibile lintegrazione tra sistema PLAYBUS /
SYSTEM / ECO60 e componenti per trasmissione dati appartenenti ad un sistema strutturato.
Connettori Per Cablaggio strutturato
Contenitori vuoti Per Cablaggio strutturato
GW 20 271
GW 21 271
GW 20 243
GW 21 243
Riferimenti normativi: EN 50 173 - ISO 11801 - EIA / TIA 568A
sistema Di Cablaggio raPiDo
I conduttori non intestati vengono inseriti nella apposite sedi a lama.
La chiusura del coperchio assicura una completa incisione dellisolante e la continuit elettrica con il contatto.
GW 20 243 - GW 20 271
GW 21 243 - GW 21 271
sChemi
Per ottenere la
configurazione EIA/TIA
568A o 568B a fianco
riportate, seguire il
codice colore riportato
sulla morsettiera (vedi
sotto).
EIA/TIA - 568A EIA/TIA - 568B
Morsettiera connettore
GW 20 243 e GW 20 271
GW 21 243 e GW 21 271
Legenda: UTP = Cavo non schermato FTP = Cavo schermato con nastro di alluminio S-FTP = Cavo schermato con calza di rame e nastro di alluminio
GW 30 285
GW 20 266
GW 21 266
GW 30 286
GW 20 267
GW 21 267
Connettori dati RJ45 IBM Connettore dati RJ 45 AVAYA Connettore dati RJ 45 AMP
GW 30 287
GW 20 270
GW 21 270
DATI TECNICI
GW 20 243
GW 21 243
GW 20 271
GW 21 271
Connettore tipo RJ45 - schermato RJ45 - non schermato
Tipo di cavi utilizzabili FTP UTP
N. contatti (numero) 8
Morsetti A perforazione disolante (senza lutilizzo di attrezzi)
Categoria Fino a 100 Mb/s
Velocit di trasmissione Cat. 5e
Protocolli di trasmissione utilizzabili EIA / TIA 568A - EIA / TIA 568B
Sede per etichetta
didentificazione
Sedi per accessori standard IBM:
- Sportello di protezione
- Chiave di codifica meccanica
173
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 173 31/01/12 15.09
Protezione
Il limitatore di sovratensione uno scaricatore del tipo a varistore adatto alla protezione di un circuito terminale contro le sovratensioni indotte nella rete
da manovre o da scariche atmosferiche.
Interruttori automatici magnetotermici per la protezione contro la sovracorrente e le correnti di guasto a terra dei circuiti terminali.
Il picco di sovratensione viene assorbito dal varistore che si comporta per valori di tensione superiori a quella di innesco come una resistenza di valore
molto basso. Allutilizzatore il picco di sovratensione non arriva o per lo meno risulta fortemente attenuato. In caso di rottura del varistore, la presenza di un
fusibile evita linsorgere di un cortocircuito e lavaria indicata dallo spegnimento del led.
aPPareCChi Di Protezione
interruttori automatiCi
limitatore Di sovratensione
funzionamento e Collegamento
System: GW 20 423
GW 21 423
Playbus: GW 30 361
Riferimenti normativi: EN 61643-11
DATI TECNICI
Tensione nominale 250V ac
Max corrente di scarica 8 kA (8/20 s)
Max energia di scarica 75J
Schema di collegamento
interruttore magnetotermico.
Ingresso indifferente
dallalto o dal basso.
Riferimenti normativi: EN 60898 - EN 61009-1 - EN 61543
System: GW 20 437
GW 20 438
GW 20 439
GW 20 448
GW 20 449
GW 20 450
Playbus: GW 30 377
GW 30 378
GW 30 379
GW 30 388
GW 30 389
GW 30 390
System: GW 20 431
GW 20 432
GW 20 433
GW 20 434
GW 20 435
GW 20 436
GW 20 454 (rosso)
GW 20 455 (rosso)
GW 20 456 (rosso)
Playbus: GW 30 371
GW 30 372
GW 30 373
GW 30 374
GW 30 375
GW 30 376
GW 30 394 (rosso)
GW 30 395 (rosso)
GW 30 396 (rosso)
IN OUT
Magnetotermici Magnetotermici differenziali
DATI TECNICI
Tipo di
interruttore
Tensione
nominale
(V)
Frequenza
nominale
(Hz)
Corrente
nominale
differenziale
(mA)
Potere di
cortocircuito
(A)
Gamma
delle correnti
nominali
(A)
N.
poli
Caratteristica di intervento
Protezione
sovracorrenti
Classe di
limitazione
Protezione
differenziale
Magnetotermici 230 50 60 3000 6 - 10 - 16
1P
1P+N
Tipo C 3
Magnetotermici
differenziali
230 50 60 6 - 10 - 30 3000 6 - 10 - 16 1P+N Tipo C 3 Classe A
174
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 174 31/01/12 15.10
gestione energia, Clima e Comfort
Dimmer con deviatore incorporato che rende possibile il comando accensione e spegnimento da un secondo punto (mediante deviatore) o da pi punti
(mediante invertitori). Accensione e spegnimento con pressione sulla manopola; regolazione mediante rotazione della stessa.
Dati tecnici
Tensione: 230V-50 Hz
Potenza: 55-80 VA
Impieghi tipici
Adatto alla regolazione di agitatori daria, ventole
ed aspiratori con motori ad induzione. Possibilit di
comando tramite pulsante esterno NA.
Dimmer
Dimmer Deviatori Con ComanDo rotativo
Dimmer elettroniCo Per agitatori Daria
Impieghi tipici
Settore residenziale per regolazioni sorgenti luminose.
In impianti esistenti il dimmer deviatore pu essere semplicemente
installato in sostituzione di un deviatore, senza modificare il circuito
originario.
CaratteristiChe installative
Dimmer del tipo a pulsante con regolazioni a passi preipostati (0-25-50-100%). Agendo sul pulsante con una pressione breve, si otter laccensione alla
velocit minima, ad ogni pressione successiva si otter una variazione di velocit passando dalla velocit minima alla media ed infine alla massima, la
pressione successiva determina lo spegnimento.
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1
System: GW 20 818
GW 21 818
Playbus: GW 30 409
Pulsanti
DATI TECNICI GW 20 811 - GW 21 811 - GW 30 404
Tecnologia a TRIAC
Tensione nominale a 50/60Hz 230V 110V
Potenza regolabile 40300W (GW 30 404)
100500W (GW 20 811)
20150W (GW 30 404)
Carico regolabile
- Lampade ad incandescenza e alogene
- Trasformatori toroidali
- Trasformatori lamellari
Dimmer con regolazione tradizionale potenziometrica e
spegnimento statico con manopola in posizione zero.
Dimmer traDizionali Con ComanDo rotativo
Il regolatore deve essere protetto da un fusibile ad alto potere dinterruzione.
Regolazione
da un punto
GW 20 802 - GW 20 803
GW 30 402 - GW 30 403
Regolazione da un punto
(1dimmer) + comando da
altri due punti (2 deviatori)
GW 20 802 - GW 20 803
GW 30 402 - GW 30 403
Deviatori
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1
System: GW 20 811
GW 21 811
Playbus: GW 30 404
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1
System: GW 20 802
GW 21 802
GW 20 803
GW 21 803
Playbus: GW 30 402
GW 30 403
DATI TECNICI
GW 20 802 - GW 21 802 -
GW 30 402
GW 20 803 - GW 21 803 -
GW 30 403 ( )
Tecnologia a TRIAC a TRIAC
Tensione nominale a 50/60Hz 230V 110V 230V 110V
Potenza regolabile 100-500W 50-250W 100-900W 100-500W
Carico regolabile
- Lampade ad incandescenza e alogene
- Trasformatori toroidali, lamellari
- Motori a collettore
Deviatore
Il regolatore deve essere protetto da un fusibile ad alto potere dinterruzione.
comando da 2 punti comando da 3 (o pi) punti
GW 20 811
GW 30 404
Deviatore
GW 20 811
GW 30 404
Invertitore
Articoli destinati esclusivamente allesportazione nei Paesi non aderenti allUnione Europea.
Comando e regolazione da pi punti con pulsanti NA
Manopola di comando:
ON/OFF con tocco
regolazione mediante
rotazione
Manopola di comando:
ON/OFF
regolazione mediante
rotazione
Segnalazione luminosa
di localizzazione e di
presenza tensione di rete
Manopola di comando:
ON/OFF con tocco
regolazione con
pressione prolungata
Segnalazione luminosa
di localizzazione e di
presenza tensione di rete
Segnalazione luminosa di
localizzazione e di presenza
tensione di rete.
Impieghi tipici
Settore residenziale per regolazioni sorgenti luminose.
175
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 175 31/01/12 15.10
DATI TECNICI
GW 20 829 - GW 21 829
GW 30 406 - GW 30 407
GW 20 828 - GW 21 828
GW 30 401
Tecnologia a transistor IGBT a TRIAC
Tensione di alimentazione 230V - 50Hz 230V - 50Hz
Potenza regolabile 25 300W (GW 30 406)
40 300 (GW 20 829)
25 180W (GW 30 407)
60 500W
Carico regolabile
- Lampade ad incandescenza e alogene
- Trasformatori toroidali
- Trasformatori lamellari
- Trasformatori elettronici
Dimmer del tipo a pulsante, con possibilit di comando e regolazione da un numero qualsiasi di punti mediante pulsanti unipolari con contatto NA;
accensione e spegnimento mediante tocco breve al livello di regolazione predeterminato (memoria intensit); regolazione mediante pressione prolungata
dello stesso tasto. Il dimmer a pulsante disponibile in versione tradizionale e in versione con tecnologia IGBT che consente la regolazione di alimentatori
elettronici e assicura un funzionamento assolutamente silenzioso e graduale.
Dimmer a Pulsante
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1
Pulsante di comando:
ON/OFF con tocco
regolazione con
pressione prolungata
System: GW 20 828 - GW 21 828
GW 20 829 - GW 21 829
Playbus: GW 30 407
CARATTERISTICHE FUNZIONALI SPECIFICHE DEL DIMMER GW 20 829 - GW 21 829 - GW 30 406 - GW 30 407 CON TECNOLOGIA IGBT
CARATTERISTICHE VANTAGGI
Possibilit di comandare alimentatori elettronici e carichi ridotti. Versatilit dimpiego.
Memorizzazione del livello di regolazione. Facilit nel posizionarsi su una regolazione standard.
Spia luminosa di segnalazione livello regolazione e intervento protezione.
La spia luminosa consente di individuare al buio lapparecchio; il suo lampeggio indica
lintervento della protezione elettronica.
Massimo confort nel selezionare il livello di regolazione.
Ricerca automatica del massimo livello di regolazione.
Autoprotezione elettronica contro il sovraccarico ed il cortocircuito, ripristinabile.
Protezione del regolatore in caso di connessione carichi eccessivi o per guasto
dellapparecchio utilizzatore.
Totale assenza di ronzio durante il funzionamento.
Regolazione tramite transistor IGBT.
CaratteristiChe installative
Impiego tipico:
Settore residenziale, per regolazione sorgenti luminose
Settore terziario, in camere dalbergo, ambienti per comunit,
sale conferenza, per la regolazione sorgenti luminose
In impianti esistenti i dimmer a pulsante possono essere installati
sostituendo i deviatori, senza modificare il circuito.
Prima
Comando da due punti (2 deviatori)
Deviatori
Comando e regolazione da pi punti con pulsanti NA
GW 20 828 - GW 21 828
GW 20 829 - GW 21 829
Pulsanti
Dopo
Comando e regolazione da due punti (1 dimmer + 1 pulsante NA)
GW 20 828 - GW 21 828
GW 20 829 - GW 21 829
Pulsante
Segnalazione
luminosa del livello
di regolazione e
intervento protezione
176
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 176 31/01/12 15.10
Temporizzatore a funzioni multiple munito di pulsante per comando locale che consente di realizzare lo spegnimento automatico ritardato di lampade,
ventilatori, aspiratori e simili.
aPPareCChi Per il Controllo luCe e utenze
Pulsante temPorizzato elettroniCo
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V - 50/60Hz
Contatti in uscita (rel) 1 NA, 10A (AC1) / 5A (AC15) - 250V ac
Regolazione durata intervento 30 s / 15 min.
230V
50/60Hz
1
Con pulsanti
Possibilit di ripristino
del ritardo con
lampade
ancora accese.
2
Con pulsanti
Senza ripristino
del ritardo
3
Con interruttore
Ritardo nellarresto
dellaspiratore dopo lo
spegnimento della lampada
(laspiratore si avvia
allaccensione
della lampada).
4
Con deviatore
Laccensione e lo
spegnimento
temporizzato
dellaspiratore avvengono
dopo lo spegnimento
della luce.
Segnalazione
luminosa di
localizzazione
e di presenza
tensione di
rete
Regolazione
della durata
dellintervento
Pulsante
di comando
GW 20 810 - GW 21 810
GW 30 412
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-3
sChemi Di Collegamento
Settore residenziale e terziario:
Luce scale, atri e ingressi (schema 1 e 2).
Aspiratore per bagni ciechi (schema 3 e 4).
Riferimenti normativi: EN 60730-1; EN 60730-2-7
- Dispositivo elettronico per il comando temporizzato di un carico
- Display LCD positivo retroilluminato di colore bianco
- Indicazione permanente di: ora, giorno della settimana, stato accensione carico, stato di funzionamento/modalit operativa
- 144 cicli giornalieri impostabili (transizioni ogni 5 minuti)
- Collegamento seriale al remotizzatore GSM GW 90 821 per il comando remoto del dispositivo
- Attivazione/disattivazione manuale del carico (modalit MAN)
- Attivazione/disattivazione programmata, a ciclo giornaliero/settimanale, del carico (modalit AUTO)
- Disattivazione permanente del carico (modalit OFF)
- Immediata visualizzazione della pianificazione giornaliera tramite istogramma permanentemente visualizzato
- Batteria tampone ricaricabile
Programmatore elettroniCo giornaliero settimanale a 1 Canale
System: GW 20 825 - GW 21 825
Playbus: GW 30 413
Pulsanti di comando:
- Selezione modalit funzionamento
- Selezione modalit operativa
- Modifica (incremento)
- Modifica (decremento)
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: L - Fase
N - Neutro
Rele di uscita: 1 - Contatto NA
2 - Contatto NC
3 - Comune
Linea seriale: 4 - TX (dati in uscita)
5 - GND (comune)
6 - RX (dati in ingresso)
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac 50/60Hz
Contatti di uscita 1NA/NC 8A(AC1) / 4A(AC15) 250V ac
Riserva di carica 48 ore
Dimensioni 2 moduli
N. attivazioni/disattivazioni 144
177
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 177 31/01/12 15.10
aPPareCChi Per il Controllo Del Clima
Il cronotermostato consente di controllare in modo automatico su base settimanale la temperatura e le temporizzazioni allinterno dellambiente
dinstallazione, in combinazione con gli impianti di riscaldamento o di condizionamento.
- Alimentato dalla tensione di rete
- Contatto di uscita a rel per il comando della caldaia, condizionatore, elettrovalvola di zona, ecc.
- Display LCD retroilluminato di colore bianco (la retroilluminazione entra in funzione ogni volta che uno dei tasti viene premuto e termina 5 secondi dopo
lultima pressione)
- Programmazione su base settimanale (un programma per 7 giorni con profili orari indipendentemente configurabili per ciascun giorno)
- Impostazione profilo orario su base 24 ore con 3 diversi livelli di temperatura (T1, T2, T3) e visualizzazione del profilo
- Programmazione del profilo orario con risoluzione di 15 minuti senza limiti di numero di variazioni giornaliere
- Differenziale di regolazione impostabile e differenziato per RISCALDAMENTO e CONDIZIONAMENTO
- Funzioni PARTY e HOLIDAY per la programmazione di regimi di funzionamento speciali di differenti durate
- Modalit di funzionamento attivabili: AUTOMATICA / MANUALE / OFF
- Possibilit di scelta della funzione di auto-apprendimento del gradiente termico di impianto. Questa funzione ottimizza lanticipo del riscaldamento
(fino a 2 ore) in modo da garantire la temperatura impostata fin dallinizio del programma;
- possibile un collegamento seriale verso il remotizzatore GSM (GW 90 821) che ne consente il controllo remoto tramite SMS.
- Batteria tampone ricaricabile.
Cronotermostato - Programmazione giornaliera/settimanale
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac 50/60Hz
Dimensioni 2 moduli
Contatto di uscita 1NA/NC con contatto privo di potenziale
5A(AC1) / 2A(AC15) 250V ac
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Campo di visualizzazione
temperatura rilevata
0 +45 C
Campo di regolazione +5 +40 C
Tolleranza 0,5C a 20C
Riserva di carica 48 ore
Tipo di funzionamento
System: GW 20 827 - GW 21 827
Playbus: GW 30 706
Riferimenti normativi: EN 60730-1; EN 60730-2-7, EN 60730-2-9
Morsetti di cablaggio
Alimentazione: L - Fase
N - Neutro
Rel di uscita: 1 - Contatto NA
2 - Contatto NC
3 - Comune
Linea seriale: 4 - TX
5 - GND (comune)
6 - RX
Display
LCD positivo
Pulsanti di
programmazione
Giorno della
settimana
Temperatura
ambiente
misurata
Orologio
178
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 178 31/01/12 15.10
Il cronotermostato consente di controllare in modo automatico su base settimanale la temperatura e le temporizzazioni allinterno dellambiente
dinstallazione, in combinazione con gli impianti di riscaldamento o di condizionamento.
- Alimentato con batterie alcaline (3 x 1,5Vtipo AAA)
- Contatto di uscita a rel per il comando della caldaia, condizionatore, elettrovalvola di zona, ecc.
- Programmazione su base settimanale (programma con profili orari indipendentemente configurabili per ciascun giorno della settimana)
- Impostazione profilo orario su base 24 ore con 3 diversi livelli di temperatura (T1, T2, T3) e visualizzazione del profilo
- Programmazione del profilo orario con risoluzione di 15 minuti senza limiti di numero di variazioni giornaliere
- Differenziale di regolazione impostabile e differenziato per RISCALDAMENTO e CONDIZIONAMENTO
- Funzioni PARTY e HOLIDAY per la programmazione di regimi di funzionamento speciali di differenti durate
- Modalit di funzionamento attivabili: AUTOMATICA / MANUALE / OFF
- Possibilit di scelta della funzione di auto-apprendimento del gradiente termico di impianto. Questa funzione ottimizza lanticipo del riscaldamento
(fino a 2 ore) in modo da garantire la temperatura impostata fin dallinizio del programma;
- possibile un collegamento seriale verso il remotizzatore GSM (GW 90 821) che ne consente il controllo remoto tramite SMS.
Il dispositivo si installa a parete (con fissaggio a tasselli) o superficialmente su scatola da incasso a 3 moduli.
Cronotermostato Da Parete - Programmazione giornaliera/settimanale alimentato a batteria
DATI TECNICI
Alimentazione Batterie (3 x 1,5V alcaline tipo AAA)
Autonomia media batterie minimo 1 anno
Dimensioni 130x92x23 mm
Contatto di uscita 1NA/NC con contatto privo di potenziale
5A(AC1) / 2A(AC15) 250V ac
Temperatura di funzionamento -5 +45 C
Campo di visualizzazione temperatura rilevata 0 +45C
Campo di regolazione +5 +40C
Tolleranza 0,5C a 20C
Display LCD
Pulsante UP
Pulsante MODE per
selezione modalit di
funzionamento
Pulsante DOWN
GW 10 701 - GW 14 701
Sportello di protezione
dei pulsanti di
programmazione
Riferimenti normativi: EN 60730-1; EN 60730-2-7, EN 60730-2-9
Base per il fissaggio a muro con morsettiera
Morsetti di cablaggio
Uscita priva di potenziale: 1- comune
2- contatto NA
3- contatto NC
Linea seriale: 4 - TX
5 - GND (comune)
6 - RX
179
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 179 31/01/12 15.10
Selettore per comando
del modo di lavoro:
- 0 - (Inverno - OFF - Estate)
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac - 50/60Hz
Tipo di uscita
a rel con contatto in scambio
NA/NC 8(2)A / 250V ac
Collegamenti utenza (carico) 2 o 3 conduttori
Segnalazioni luminose
Led di indicazione carico inserito/
disinserito
Comando riduzione notturna
remotabile, idoneo per
funzionamento inverno
Temperatura di riduzione (riferita al set) - 4C
Campo di regolazione da +5C a +30C
Funzionamento differenziale t = 0,7C
Precisione di lettura 1C
Limiti della temperatura di funzionamento 0C +50C
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac - 50/60Hz
Tipo di uscita per tipo di comando
- ventilatore fisso commutatore unipolare polarizzato
5(2)A / 250V ac
- elettrovalvola (termostatata) rel ON/OFF unipolare polarizzato
5(2)A / 250V ac
- ventilatore + elettrovalvola (termostatati) rel + commutatore massima
portata totale 5(2)A / 250V ac
Segnalazioni luminose Led di indicazione carico inserito/
disinserito
Campo di regolazione da +5C a +30C
Precisione di lettura 1C
Limiti della temperatura di funzionamento 0C +50C
aPPareCChi Per il Controllo Del Clima
termometro elettroniCo estate / inverno Con regolazione a manoPola
termostato elettroniCo Per fan Coil
GW 20 852
GW 21 852
Led segnalazione stato del carico:
acceso = carico inserito
Manopola con scala temperature:
+5C +30C
Indice di riferimento
per impostazione temperatura
Esempio di collegamento a caldaia e orologio per comando riduzione notturna
Caldaia
Alimentazione 230V ac
Ingressi per comando
riduzione notturna (inverno)
PROGRAMMATORE
GW 20 809
GW 21 809
Riferimenti normativi: EN 60730-1; EN 60730-2-9
Riferimenti normativi: EN 60730-1; EN 60730-2-9
GW 20 853
GW 21 853
Commutatore
velocit
ventilatore
Fermo Lento Medio Veloce
Led segnalazione stato del carico:
acceso = carico inserito
Manopola con scala temperature:
+5C +30C
Indice di riferimento
per impostazione temperatura
Commutatore per comando
del modo di lavoro:
- 0 -

(Inverno - OFF - Estate)
Alimentazione 230V ac
Filo per impostazione del modo di funzionamento
della ventilazione (fissa o termostatata)
Ventilatore elettrovalvola
In funzione del tipo di installazione, collegare ai morsetti n. 5 - 6 - 7, i fili per comando
velocit provenienti dal ventilatore:
- morsetto n. 5 - ventilatore Veloce
- morsetto n. 6 - ventilatore Medio
- morsetto n. 7 - ventilatore Lento
Il comando dellelettrovalvola sempre termostatato.
Per modificare limpostazione della ventilazione, seguire le seguenti istruzioni:
a) - Ventilazione termostatata - Collegare il filo che esce sopra la morsettiera (foro 1)
del termostato al morsetto n. 4
b) - Ventilazione fissa - Collegare il filo che esce sopra la morsettiera (foro 1) del
termostato al morsetto n. 3.
Il termostato esce dalla fabbrica predisposto per il funzionamento con ventilazione
termostatata.
CaratteristiChe installative
CaratteristiChe installative
230V ac
230V ac
180
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 180 31/01/12 15.10
segnalazione
Lampada autonoma di emergenza NP su telaio autoportante per scatole da incasso 6 posti. Fornita senza placca frontale.
Caratteristiche installative
Pu essere utilizzata in ambienti domestici e del terziario per
illuminazione sussidiaria in caso di black-out.
lamPaDa anti blaCk-out e Di emergenza
lamPaDa anti blaCk-out Da inCasso
lamPaDa autonoma Di emergenza - illuminazione non Permanente nP
Riferimenti normativi: EN 60598-1; EN 60598-2-22; EN 60598-2-2 EN 55015; EN 61547
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V - 50/60Hz
Batterie Ni-Cd (3 elementi da 1,2V / 0,6 Ah)
Autonomia minima (dopo 24 h di ricarica) 1 h
Lampadina FD-AW attacco G5 (sostituibile)
Assorbimento della rete Max 9 mA
Materiale Riflettore: GW Plast

bianco
Diffusore: policarbonato trasparente
rigato
Resistenza agli urti 1 J
con inibizione frontale attiva
pulsante per inibizione
sChema Di Collegamento
Pulsante di
inibizione frontale
Led rosso:
batterie scariche
Led verde:
presenza rete
Telaio autoportante
GW 20 834 - GW 21 834 - GW 30 506
IP 40 - -
Lampada da incasso anti black-out 1 modulo System adatta allilluminazione ausiliaria in caso di mancanza di tensione di rete. Led frontale con indicazione
presenza rete e stand-by (verde acceso fisso).
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 230V ac
Batteria Ni-Mh
Autonomia minima 1 ora
Tempo di ricarica 12 ore
Lampada LED bianco ad alta efficienza
Dimensioni 1 modulo System
GW 20 835 - GW 21 835
181
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 181 31/01/12 15.10
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione GW 20 641 - GW 21 641 12V 50Hz
GW 20 643 - GW 21 643 230V 50Hz
Intensit sonora GW 20 641 - GW 21 641 fino a 90dB a 1 m
GW 20 643 - GW 21 643 fino a 90dB a 1 m
Potenza Max assorbita GW 20 641 - GW 21 641 6 VA
GW 20 643 - GW 21 643 3,2 VA
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione doppio ingresso 12/230V ac
Tipo di lampada LED ad alta luminosit luce bianca
Assorbimento 12V 0,12 W/0,12 VA
230V 0,6 W/3,6 VA
Segnalatore acustico a funzioni multiple adatto per realizzare tre segnalazioni nettamente distinguibili, ad es. allarme bagno (suono tipo emergenza),
suoneria ingresso principale (suono bitonale), suoneria ingresso secondario (suono tipo trillo).
Possibilit di regolazione del volume della suoneria (per mezzo di un piccolo attrezzo) con un selettore posto sulla parte frontale del prodotto.
Il prodotto dispone di un doppio ingresso dalimentazione 12 - 230V ac, di una palpebra per la regolazione del fascio di luce ed il LED a luce bianca
integrato nel prodotto.
suoneria elettroniCa Con 3 Diverse tonalit
lamPaDa segnaPasso a leD luCe bianCa 12-230v ac
Selettore per la
regolazione del
volume
GW 20 641 - GW 21 641
GW 20 643 - GW 21 643
esemPi aPPliCativi
suoneria allarme bagno
morsetto 1 (emergenza)
suoneria ingresso principale
morsetto 2 (bitonale)
suoneria ingresso secondario
morsetto 3 (trillo)
GW 20 634
GW 21 634
Riferimenti normativi: EN 62094-1
182
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 182 31/01/12 15.10
siCurezza
I rivelatori di gas permettono la rivelazione di sostanze pericolose (CH
4
/GPL) per lambiente domestico in cui essi sono installati
- Segnalazione luminosa e acustica di allarme
- Chiusura di unelettrovalvola tramite rel
- Possibile invio di SMS di allarme tramite remotizzatore GSM (GW 90 821)
- Segnalazione luminosa di malfunzionamento del sensore o del dispositivo
- Funzione di test di funzionamento del dispositivo
La chiusura dellelettrovalvola tramite il rel viene effettuata dopo circa 20 secondi dallinizio della situazione di allarme.
Il pulsante permette di eseguire il test di funzionamento: alla pressione si accende il LED rosso di segnalazione allarme, suona il buzzer, e dopo circa 20
secondi si aziona il rel. Al rilascio del pulsante si ha limmediata disattivazione delle segnalazioni.
I rivelatori possono essere collegati alla tensione di rete utilizzando lalimentatore (GW 20 866, GW 21 866 per System; GW 30 518 per Playbus).
A causa della particolare sensibilit termica del sensore GPL si raccomanda di distanziare il rivelatore GPL dallalimentatore con un copriforo.
rivelatori Presenza gas
Corretto posizionamento dei rivelatori
Gas Metano (CH
4
) Gas GPL
Schema di collegamento
Riferimenti normativi: CEI 216-8
Pulsante di test
Segnalazioni luminose
Griglia di rilevazione
elettrovalvola 12V ac/dc
Morsetti di collegamento
L-N - Alimentazione 12V ac/dc
1 - Comune
2 - Contatto NC
3 - Contatto NA
4 - Contatto NA
GPL
System: GW 20 868 - GW 21 868
Playbus: GW 30 520
METANO
System: GW 20 867 - GW 21 867
Playbus: GW 30 519
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione 12 V ac/dc
Potenza assorbita 2VA
Soglia di allarme 9% LIE (limite inferiore di esplosivit)
Livello sonoro di allarme 85 dB a 1m
Temperatura di funzionamento +5 +40 C
Umidit relativa ambiente +30 +90% senza condensa
Contatto di uscita in scambio 1 NA/NC 10A (NA)/3A (NC) 250V ac
Dimensioni 2 moduli
Durata dell'apparecchio 5 anni da quando viene alimentato
30 cm
30 cm
max 6 m
max 3 m
183
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 183 31/01/12 15.10
PlaCChe, suPPorti e Contenitori
QuaDro aPPliCativo
INSTALLAZIONE DESCRIZIONE POSTI SCATOLA SUPPORTO PLACCHE E COLORI
I
N
C
A
S
S
O
SCATOLE
RETTANGOLARI
1
GW 24 403
GW 24 201
TOP SYSTEM
VIRNA
CLASSIC
(1)
in 14 colori
in 14 colori
in 3 colori
2 GW 24 262
3 GW 24 201
4 GW 24 404 GW 24 202
6 GW 24 406 GW 24 230
8 GW 24 237 GW 24 240 TOP SYSTEM+VIRNA in 14 colori
12 GW 24 238 GW 24 241 TOP SYSTEM+VIRNA 3 colori
SCATOLE
QUADRATE
2 GW 24 231 GW 24 262
TOP SYSTEM in 14 colori
VIRNA in 14 colori
SCATOLE PER
PARETI LEGGERE
1
GW 24 207
GW 24 201
TOP SYSTEM
VIRNA
CLASSIC
(1)
in 14 colori
in 14 colori
in 3 colori
2 GW 24 262
3 GW 24 201
4 GW 24 245 GW 24 202
6 GW 24 246 GW 24 230
PROFILATI
E PANNELLI
1
GW 24 008
GW 24 009
Bianco nuvola
Nero toner
2
GW 24 010
GW 24 011
Bianco nuvola
Nero toner
4
GW 24 022
GW 24 023
Bianco nuvola
Nero toner
I
N
C
A
S
S
O

S
T
A
G
N
O

I
P

5
5
SCATOLE
RETTANGOLARI
3 GW 24 403
Placche autoportanti
GW 22 451
GW 22 452
GW 22 453
Bianco nuvola
Nero toner
Grigio RAL 7035
4 GW 24 404
GW 22 461
GW 22 462
GW 22 463
Bianco nuvola
Nero toner
Grigio RAL 7035
SCATOLE PER
PARETI LEGGERE
3 GW 24 207
Placche autoportanti
GW 22 451
GW 22 452
GW 22 453
Bianco nuvola
Nero toner
Grigio RAL 7035
4 GW 24 245
GW 22 461
GW 22 462
GW 22 463
Bianco nuvola
Nero toner
Grigio RAL 7035
P
A
R
E
T
E
SCATOLE
DA PARETE
1 - 3 GW 22 471 GW 24 201
TOP SYSTEM 2 GW 22 471 GW 24 262 in 14 colori
4 GW 22 472 GW 24 202
SCATOLE
DA PARETE
1 - 3
GW 24 006
Bianco nuvola
Placche autoportanti COMPACT Bianco nuvola
3 + 3
GW 24 007
Bianco nuvola
V
A
R
I
E
COPERCHI ALTI
PER SCATOLE
RETTANGOLARI
DA INCASSO
1
GW 24 403 + GW 24 228
GW 24 201 TOP SYSTEM in 14 colori
2 GW 24 262
3 GW 24 201 VIRNA in 14 colori
PLANCIA
DA TAVOLO
(autoportanti)
4
GW 24 018
GW 24 019
Bianco nuvola
Nero toner
6
GW 24 020
GW 24 021
Bianco nuvola
Nero toner
SUPPORTI
PER MONTAGGIO
SU GUIDA DIN
1 GW 26 409
Grigio RAL 7035
2 GW 26 410
Parete - IP 40 Interfaccia con canaline IP 40 COMBI DIN - IP 40
Su Q-DIN cassette PTC
coperchi flangiati
serie 66, Q-BOX - IP 55
Giardino - IP 55 Parete - IP 55
Il codice comprensivo
di placca autoportante e scatola
(1)
Modularit 3-4 posti
184
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 184 31/01/12 15.10
SUPPORTI PER PLACCHE TOP SYSTEM - VIRNA - CLASSIC
3 POSTI - GW 24 201
4 POSTI - GW 24 202
2 POSTI
GW 24 262
6 POSTI
GW 24 230
6 POSTI
4 POSTI
4 + 4 POSTI
GW 24 240
6 + 6 POSTI
GW 24 241
Codice GW 24 201 GW 24 202 GW 24 230
A 3 POSTI 4 POSTI 6 POSTI
B 62 62 70
C 116 140 190
D 83,5 108,5 100
E 18,5 18,5 18,5
F 60
tabelle Dimensionali
185
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 185 31/01/12 15.10
PLACCHE TOP SYSTEM
1 POSTO - 2 POSTI - 3 POSTI
4 + 4 POSTI 6 + 6 POSTI
6 POSTI 4 POSTI
PLACCHE VIRNA
A B C D E F G
1 POSTO 80 116,5 23 45,7 7 9,5
2 POSTI 80 116,5 46,4 45,7 9,5
3 POSTI 80 116,5 69,4 45,7 7 9,5
4 POSTI 80 139,6 92,6 45,7 7 9,5
6 POSTI 80 190 138,8 45,7 4,3 9,5
(4+4) 8 POSTI 137,2 143,8 92,6 45,7 57,5 4,3 10,5
(6+6) 12 POSTI 137,2 190 138,8 45,7 57,5 4,3 10,5
186
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 186 31/01/12 15.10
PLACCHE COMPACT
1 POSTO - 2 POSTI - 3 POSTI
3 + 3 POSTI
Compact
Codice GW 24 001 GW 24 002 GW 24 003 GW 24 004 GW 24 005
A 1 POSTO 2 POSTI 3 POSTI 4 POSTI 3 + 3 POSTI
B 83,5 83,5 83,5 108,5 83,5
C 110 110 110 134 110
D 80 80 80 80 133
E 51
CLASSIC - PLACCHE INOX
Inox
A 1 POSTO 3 POSTI 4 POSTI
B 120 120 144
PLACCHE STAGNE
3 POSTI - 4 POSTI
A
3 POSTI 120
4 POSTI 150
187
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 187 31/01/12 15.10
PLANCE DA TAVOLO SCATOLE PER ELETTRONICA
SCATOLE DA PARETE PER PLACCHE TOP SYSTEM
PLACCHE PER PROFILATI
SUPPORTO GUIDA DIN
3 POSTI - 65
4 POSTI - 88
4 POSTI - 126
6 POSTI - 181
3 POSTI
GW 22 471
4 POSTI
GW 22 472
1 POSTO
2 POSTI
2+2 POSTI
GW 24 009
GW 24 008
GW 24 010
GW 24 011
GW 24 022
GW 24 023
A 1 POSTO 2 POSTI 2+2 POSTI
B 34 57 57
C 66,5 66,5 117
D 80 80 130
E 27,5 50,5 50,5
F 54 54 106
GW 26 410 GW 26 409
A 52,5 26,5
DIMENSIONI DELLO SCASSO
188
serie sYstem
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System.indd 188 31/01/12 15.10
SiStema RF comando e contRollo
La configurazione e la messa in servizio dei dispositivi del sistema, si esegue facilmente e con poche operazioni:
A - Associazione tra i dispositivi trasmettitori - TX, (comandi e sensori) con i dispositivi attuatori-ricevitori - RX (moduli duscita a radiofrequenza);
B - Configurazione delle funzioni del singolo dispositivo ricevitore RX.
I dispositivi ricevitori - RX dispongono di un selettore a pi posizioni; questultimo deve essere messo in autoapprendimento quando si procede
allassociazione con un dispositivo trasmettitore - TX (Fig. 1). A questo punto loperazione si conclude dopo aver premuto uno dei tasti della pulsantiera - TX
(Fig. 2).
Dopo aver posizionato il selettore sulla funzione desiderata (fig. 3) in base alle esigenze impiantistiche (per es. temporizzazione, commutazione e/o
impulso), il sistema diventa operativo.
conFiguRazione dei diSpoSitivi
Ad ogni singolo attuatore/ricevitore RX si possono associare MAX 16 differenti canali dingresso TX; (es. 1 canale della pulsantiera GW 20 991 + 1 canale di
un rilevatore di movimento IR GW 20 990... fino a 16).
Pulsantiera TX
per es. GW 21 992
Ricevitore RX
per es. GW 20 980
Fig. 1
1
a
fase: autoapprendimento
Fig. 2
2
a
fase: trasmissione
Ricevitore RX
per es. GW 20 980
Fig. 3
3
a
fase: configurazione
Selettore
in posizione autoapprendimento
Pressione del tasto della pulsantiera Scelta della funzione
e posizionamento
nella condizione normale
A B
189
SeRie SYStem RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System RF.indd 189 31/01/12 15.10
Tutti i dispositivi della gamma, hanno una portata del segnale radio RF in campo libero, (ambiente libero da impedimenti ed ostacoli architettonici) di max
100mt. Il sistema conforme alla Direttiva Europea R&TTE 1999/5/CE riguardante gli apparecchi radio e soddisfa le seguenti norme di riferimento:
EN 60669-2-1; EN 60730-1; EN 60730-2-7; EN 60730-2-9; ETSI EN 301 489-1; ETSI EN 301 489-3; ETSI EN 300 220-1; ETSI EN 300 220-3.
deScRizione diSpoSitivi caRatteRiStiche comuni
pulSantieRa peR comandi a RadioFRequenza
La pulsantiera - TX permette di comandare luci, tapparelle, motori, ecc. grazie alla
comunicazione RF (senza fili) verso gli attuatori/ricevitori - RX (moduli duscita)
del sistema Comando e Controllo.
Il dispositivo si installa a parete (con fissaggio a tasselli) o superficialmente su
scatola da incasso a 3 moduli.
GW 20 891 - GW 21 891; GW 20 892 - GW 21 892
GW 20 893 - GW 21 893; GW 20 894 - GW 21 894
GW 20 991 - GW 21 991; GW 20 992 - GW 21 992
GW 20 993 - GW 21 993; GW 20 994 - GW 21 994
Alimentazione Autonomia batterie Dispositivi abbinabili
A batteria
(2 x 1,5V alcaline tipo AAA)
3 anni
(con stima di 20 attuazioni giornaliere)
Attuatore 1 canale 3A
GW 20 980 - GW 21 980
Attuatore 1 canale 16A
GW 20 981 - GW 21 981
Attuatore comando motore
GW 20 982 - GW 21 982
Temperatura dinstallazione Dimensioni BxHxP Grado di protezione
-5 40 C 113x80x10 mm IP20
telecomando 3 canali
Il telecomando - TX permette di comandare luci, tapparelle, motori, ecc. grazie alla
comunicazione RF (senza fili) verso gli attuatori/ricevitori - RX (moduli duscita) del
sistema Comando e Controllo.
Il dispositivo portatile. La confezione include il supporto da parete.
Il telecomando dispone di 6 pulsanti di attuazione (2 per canale).
Alimentazione Autonomia batterie Dispositivi abbinabili
A batteria
(2 x 1,5V alcaline tipo AAA)
3 anni
(con stima di 20 attuazioni giornaliere)
Attuatore 1 canale 3A
GW 20 980 - GW 21 980
Attuatore 1 canale 16A
GW 20 981 - GW 21 981
Attuatore comando motore
GW 20 982 - GW 21 982
Temperatura dinstallazione Dimensioni Elementi di comando Grado di protezione
-5 40 C 120x45x20 mm 6 pulsanti di attuazione (2 per canale) IP20
GW 20 963
190
SeRie SYStem RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System RF.indd 190 31/01/12 15.10
Il modulo di interfaccia a 2 canali consente di inviare 2 comandi di accensione/spegnimento o di regolazione ad attuatori a rel del sistema Comando e
Controllo, per il controllo di carichi elettrici (luci, motori, tapparelle, porte, cancelli, tende, ecc).
Il dispositivo, alimentato con tensione di rete, effettua la lettura di segnali di ingresso provenienti da contatti privi di potenziale di apparecchi tradizionali
(pulsanti, interruttori, sensori, timer, ecc) ed invia comandi utilizzando il trasmettitore RF integrato.
La connessione dei segnali di ingresso viene effettuata mediante due coppie di cavetti.
Con il selettore rotativo possibile impostare le seguenti modalit di funzionamento:
1) Ingressi abbinati (logica identica a pulsantiera o telecomando RF, con associazione dei due canali allo stesso ricevitore RX)
2) Stato (invio periodico dello stato dellingresso)
3) Toggle (inversione dello stato del rel)
4) Sempre ON (invio comando di solo ON)
5) Sempre OFF (invio comando di solo OFF)
In modalit di funzionamento STATO, TOGGLE, SEMPRE ON e SEMPRE OFF entrambi i canali seguono la stessa logica di funzionamento (entrambi i canali
funzionano nella stessa modalit) e possono essere associati a due attuatori diversi.
modulo di ingReSSo a 2 canali a RadioFRequenza
Alimentazione Sez. cavi alimentazione Dispositivi abbinabili
230 V ac Max 2,5 mm
2
Attuatore ad 1 canale 3A GW 20 980 - GW 21 980
Attuatore ad 1 canale 16A GW 20 981 - GW 21 981
Attuatore per comando motore GW 20 982 - GW 21 982
Temperatura dinstallazione Dimensioni Caratteristiche cavetti di ingresso Grado di protezione
-5 40 C 1 modulo System Sezione 0,75mm
2
, lunghezza 200mm IP20
Ingressi per apparecchi
di comando tradizionali
(interruttori, pulsanti)
Schema di
collegamento
Ingresso canale 1 Ingresso canale 2
GW 20 966 - GW 21 966
191
SeRie SYStem RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System RF.indd 191 31/01/12 15.10
Il rivelatore alimentato a batterie e dotato di un sensore IR di presenza e di un sensore crepuscolare con soglia regolabile mediante un trimmer.
Il dispositivo consente di attivare e disattivare carichi elettrici mediante la trasmissione radio di messaggi verso i dispositivi ricevitori - RX presenti nel
sistema Comando e Controllo.
Il dispositivo possiede tre modalit di funzionamento liberamente configurabili:
1) Sensore IR non condizionato dal crepuscolare;
2) Sensore IR condizionato dal crepuscolare;
3) Sensore crepuscolare.
Questo significa che in grado di trasmettere messaggi differenziati a tre gruppi di attuatori; per esempio, possibile utilizzare contemporaneamente il
rivelatore come sensore IR per gestire alcuni ricevitori - RX, e come sensore IR con soglia crepuscolare per gestirne degli altri.
Il dispositivo si installa a parete (con fissaggio a tasselli) o superficialmente su scatola da incasso a 3 moduli.
RivelatoRe di movimento iR con cRepuScolaRe a RadioFRequenza
Alimentazione Autonomia batterie Dispositivi abbinabili
Temperatura
dinstallazione
A batteria
(3 x 1,5V alcaline tipo AAA)
3 anni
Attuatore 1 canale 3A GW 20 980 - GW 21 980
Attuatore 1 canale 16A GW 20 981 - GW 21 981
-5 40C
Dimensioni
BxHxP
Raggio dazione IR
Angolo di rilev.
verticale
Angolo di rilev.
orizzontale
Regolazione soglia
crepuscolare
Grado di protezione
113x80x13 mm 8 m 52,5 105 5 1000 lux IP20
placca top SYStem
GW 20 990 - GW 21 990
placca viRna
GW 20 890 - GW 21 890
DIAGRAMMA DI COPERTURA
Copertura Orizzontale
Copertura Verticale
192
SeRie SYStem RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System RF.indd 192 31/01/12 15.10
Abbinato ad un dispositivo trasmittente (pulsantiera, telecomando, sensore IR + crepuscolare, modulo di interfaccia a 2 canali, cronotermostato RF) del
sistema Comando e Controllo, il modulo di uscita riceve comandi ed effettua attuazioni di carichi elettrici mediante luscita a rel.
Le attuazioni previste, selezionabili tramite il selettore rotativo, sono di tipo:
- Bistabile (es. per normale gestione luci);
- Temporizzata (es. per luce scale);
- Monostabile (es. per campanello).
Lattivazione del rel possibile anche mediante il tasto locale o mediante un ingresso (a due fili) reso disponibile per la lettura di un contatto privo di
potenziale.
moduli di uScita - attuatoRi 1 canale 3a e 16a - 250v a RadioFRequenza
Alimentazione Portata contatto di uscita Dispositivi abbinabili
230 V ac
3A (AC1) / 2A (AC15)
250V ac
Pulsantiere 1-2-3-4 tasti
GW 20 891 - GW 21 891 - GW 20 892 - GW 21 892 - GW 20 893 - GW 21 893 - GW 20 894 - GW 21 894
GW 20 991 - GW 21 991 - GW 20 992 - GW 21 992 - GW 20 993 - GW 21 993 - GW 20 994 - GW 21 994
Telecomando 3 canali GW 20 963
Modulo interfaccia 2 canali GW 20 966 - GW 21 966
Cronotermostato RF GW 20 970 - GW 20 971 - GW 20 972
Rilevatore IR + crepuscolare GW 20 890 - GW 21 890 - GW 20 990 - GW 21 990
Temperatura
dinstallazione
Dimensioni
Sezione cavi
alimentazione
Cavi di ingresso Elementi di comando Grado di protezione
-5 40C 1 modulo System Max. 2,5 mm
2
Sez. 0,75mm
2
Lungh. 200mm
1 tasto di comando locale rel
1 selettore rotativo a 10 posizioni
2 cavetti (ingresso per contatto libero da tensione)
IP20
Schema di
collegamento
Ingresso per apparecchi
di comando tradizionali
(interruttori, pulsanti)
Ingresso per apparecchi
di comando tradizionali
(interruttori, pulsanti)
Schema di
collegamento
GW 20 980 - GW 21 980
Alimentazione
Portata contatto
di uscita
Dispositivi abbinabili
Temperatura
dinstallazione
230 V ac
16A (AC1) / 4A (AC15)
250V ac
Pulsantiere 1-2-3-4 tasti
GW 20 891 - GW 21 891 - GW 20 892 - GW 21 892 - GW 20 893 - GW 21 893 - GW 20 894 - GW 21 894
GW 20 991 - GW 21 991 - GW 20 992 - GW 21 992 - GW 20 993 - GW 21 993 - GW 20 994 - GW 21 994
Telecomando 3 canali GW 20 963
Modulo interfaccia 2 canali GW 20 966 - GW 21 966
Cronotermostato RF GW 20 970 - GW 20 971 - GW 20 972
Rilevatore IR + crepuscolare GW 20 890 - GW 21 890 - GW 20 990 - GW 21 990
-5 40C
Dimensioni
Sezione cavi
alimentazione
Sezione cavi carico Cavi di ingresso Elementi di comando Grado di protezione
2 moduli System Max. 2,5 mm
2
Max. 2,5 mm
2
Sez. 0,75mm
2
Lungh. 200mm
1 tasto di comando locale rel
1 selettore rotativo a 10 posizioni
2 cavetti (ingresso per contatto libero da tensione)
IP20
4 3 2
N
1
L
GW 20 981 - GW 21 981
193
SeRie SYStem RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System RF.indd 193 31/01/12 15.10
Abbinato ad un dispositivo trasmittente (pulsantiera, telecomando, modulo di interfaccia a 2 canali) del sistema Comando e Controllo, il modulo di uscita
riceve comandi ed effettua attuazioni a rel per la movimentazione di tapparelle, tende da sole e similari.
Il modulo di uscita prevede tre stati di funzionamento:
- Posizione SU (corrispondente al sollevamento nel caso per es. di tapparelle);
- Posizione GI (corrispondente alla discesa nel caso per es. di tapparelle);
- Posizione ARRESTO (nessuna uscita alimentata).
previsto un tempo limite di azionamento durante gli stati SU e GI (impostabile mediante selettore rotativo), trascorso il quale il dispositivo si porta
sempre in stato di ARRESTO con entrambe le uscite non alimentate.
moduli di uScita - comando motoRe 1 canale 8a - 250v a RadioFRequenza
Alimentazione
Portata contatto
di uscita
Dispositivi abbinabili
Temperatura
dinstallazione
230V ac
8A (AC1) / 3A (AC15)
250V ac
Pulsantiere 1-2-3-4 tasti
GW 20 891 - GW 21 891 - GW 20 892 - GW 21 892
GW 20 893 - GW 21 893 - GW 20 894 - GW 21 894
GW 20 991 - GW 21 991 - GW 20 992 - GW 21 992
GW 20 993 - GW 21 993 - GW 20 994 - GW 21 994
Telecomando 3 canali GW 20 963
Modulo interfaccia 2 canali GW 20 966 - GW 21 966
-5 40 C
Dimensioni
Sezione cavi
alimentazione
Temporizzazione regolabile Elementi di comando Grado di protezione
2 moduli System Max. 2,5 mm
2
30 sec.
60 sec.
90 sec.
120 sec.
180 sec.
2 tasti di comando locale rel
1 tasto per funzione AUTO
1 selettore rotativo a 10 posizioni
IP20
Schema di
collegamento
GW 20 982 - GW 21 982 4 3 2
L
1
N
194
SeRie SYStem RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System RF.indd 194 31/01/12 15.10
Il ripetitore RF viene usato per risolvere situazioni installative in cui non possibile effettuare il collegamento radio diretto tra un dispositivo di comando ed
uno di attuazione, a causa di una distanza eccessiva oppure a causa di ostacoli (strutture murarie in cemento armato, pannelli metallici, ecc) che limitano
la trasmissione del segnale radio.
In questi casi opportuno suddividere la distanza in parti di lunghezza inferiore, oppure seguendo un percorso diverso, interponendo un ripetitore RF in
grado di ricevere i messaggi inviati dal dispositivo di comando e di ritrasmetterli verso il dispositivo di attuazione.
Il dispositivo in grado di gestire fino a 16 collegamenti radio diversi ( possibile realizzare percorsi con pi ripetitori al fine di superare distanze elevate).
Il ripetitore di segnale integra anche la funzione di attuatore 1 canale in quanto provvisto di un rel da 16A.
Il rel interno al ripetitore di segnale pu essere controllato da max 16 dispositivi di comando RF in ingresso.
RipetitoRe di Segnale a RadioFRequenza
GW 20 985 - GW 21 985
Alimentazione Portata contatto di uscita Temperatura dinstallazione
230V ac
16A (AC1) / 10A (AC15)
250V ac
-5 40C
Dimensioni Sezione cavi alimentazione Elementi di comando Grado di protezione
2 moduli System Max. 2,5 mm
2
1 tasto per ritrasmissione messaggi in fase di apprendimento
1 selettore rotativo a 10 posizioni
IP20
1
2
4 3 2
N
1
L
N
L
N
L
3
4
230V - 50Hz
NA 16A - 250V ac
Schema di collegamento
195
SeRie SYStem RF
INFORMAZIONI TECNICHE
CT_DOMO_System RF.indd 195 31/01/12 15.10
Contenitori modulari da parete per:
Apparecchi della Serie SYSTEM
Pulsanti 22 della Serie 74 PS
Apparecchi modulari da guida DIN
Versioni IP 40 e IP 55 per installazioni in ambienti ordinari o per installazioni da esterno. La possibilit daccostare diversi contenitori in orizzontale e in
laterale permette di realizzare delle configurazioni dedicate che si adattano in modo versatile alle varie esigenze. La Serie comprende anche apparecchi
completi e contenitori per giardino nella versione testa palo e abbraccio palo.
CaratteristiChe generali
COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI
Agente Acqua
Soluzione
salina
Acidi Basi Solventi
Olio
minerale
Raggi
UV
Concentrati Diluiti Concentrate Diluite Esano Benzolo Acetone Alcool etilico
Resistenza* Resistente Resistente
Resistenza
limitata
Resistente Resistente Resistente
Resistenza
limitata
Non
resistente
Non
resistente
Non
resistente
Resistenza
limitata
Resistente
* I riferimenti normativi di cui sopra si riferiscono agli involucri forniti vuoti.
Gli involucri forniti completi di apparecchi rispondono alle rispettive norme di prodotto.
COMBI DIN
Raccordo unione GW 26 406,
per laccoppiamento
di due diversi contenitori
Fori per pulsanti,
comandi e
segnalatori
22 mm.
Foro di fissaggio
con tappo coprivite
per mantenere il
doppio isolamento
Portella
trasparente
Vano per apparecchi a
guida DIN
Vano per apparecchi
SYSTEM
RIFERIMENTI NORMATIVI E DATI TECNICI
Prodotti
Riferimenti
normativi
Grado di
protezione IP
Protezione contro
i contatti indiretti
Temperatura di installazione
Termo-pressione
con biglia
Glow Wire Test
Minima Massima
Contenitori COMBI SYSTEM CEI 23-48 IP 40 - IP 55
-25C +60C
70C 650C
Contenitori COMBI 22 EN 60670-22 IP 66 70C 650C
Contenitori per giardino EN 60670-1 IP 55 70C 650C
Contenitori COMBI DIN
CEI 23-49
IEC 60670-24
IP 40 70C 650C
* Le resistenze indicate si intendono valide per una temperatura ambiente non superiore a 40C.
PartiColarit Costruttive
COMBI SYSTEM
COMBI 22
Separatore isolante
inseribile a scatto nel fondo
Sede per il morsetto
per conduttore di terra passante
Ingresso per
tubo rigido o
cavo utilizzando
gli accessori della
Serie 50 AC
196
serie 27 CoMBi
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 196 31/01/12 15.11
CONTENITORI CONSIGLIATI
Ambiente o zona (esempi)
Norma / Guida
CEI
Grado IP
consigliato
COMBI SYSTEM
IP 40
COMBI DIN
IP 40
COMBI SYSTEM
IP 55
COMBI 22
IP 66
COMBI IN
IP 55
Locali domestici o similari
Locali rustici (es. cantine, seminterrati, solai) 64-8 IP 40

Locali tecnici centrale termica ( 35 Kw) 64-8 IP 44

centrale condizionamento/idrica 44-5 IP 44

Garage e parcheggi al coperto ( 9 posti auto) 64-8 IP 40

allaperto 68-8 IP 44

Locali contenenti bagni o docce 64-8 sez. 701 IP 44

Piscina (zona 1 e 2) - Fontane 64-8 sez. 702 IP 55

Ambienti a maggior rischio in caso di incendio 64-8 sez. 751 IP 40

Strutture industriali
Industria meccanica 64-8 IP 55

Industria materie plastiche 64-8 IP 55

Industrie carta, legno, cellulosa 64-8 IP 40 - 44

Industria tessile 64-8 IP 55

Industria alimentare 64-8 IP 55

Cementifici 64-8 IP 44

Edifici ad uso pubblico
Sale didattiche 64-8 / 64-52 IP 40

Biblioteche e musei 64-8 / 64-52 IP 40

Uffici / Strutture amministrative 64-8 IP 40

Esercizi commerciali
Magazzini, centri commerciali, locali di vendita 64-8 / 64-51 IP 40

Bar 64-8 / 64-51 IP 40

Lavanderie 64-8 / 64-51 IP 55

Locali adibiti ad uso medico
Ambulatorio
64-8 sez. 710
/64-56
IP 40

Locali per chirurgia e anestesia
64-8 sez. 710
/64-56
IP 44

CaMPi di iMPiego
197
serie 27 CoMBi
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 197 31/01/12 15.11
taBelle diMensionali
COMBI SYSTEM 40
COMBI SYSTEM 55
gw 27 041
gw 27 042
gw 27 043
gw 27 044
GW 27 402
gw 27 051
gw 27 052
GW 27 001
GW 27 002
GW 27 003
GW 27 004
GW 27 021
GW 27 022
GW 27 023
GW 27 024
GW 27 005
GW 27 006
GW 27 007
GW 27 008
Codice GW 27 001 GW 27 002 GW 27 003 GW 27 004 GW 27 005 GW 27 006 GW 27 007 GW 27 008 GW 27 021 GW 27 022 GW 27 023 GW 27 024
A
1 MODULO
SYSTEM
2 MODULI
SYSTEM
3 MODULI
SYSTEM
4 MODULI
SYSTEM
6
(3 MOD. x 2)
ORIZZONTALI
8
(4 MOD. x 2)
ORIZZONTALI
12
(4 MOD. x 3)
ORIZZONTALI
16
(4 MOD. x 4)
ORIZZONTALI
4
(2 MOD. x 2)
VERTICALI
6
(2 MOD. x 3)
VERTICALI
8
(4 MOD. x 2)
VERTICALI
12
(4 MOD. x 3)
VERTICALI
B 66 66 99 132 198 231 330 429 82 82 132 132
C 82 82 82 82 82 82 82 82 132 198 132 198
D N. 1 PASSO N. 1 PASSO N. 2 PASSI N. 3 PASSI N. 1 PASSO N. 2 PASSI N. 1 PASSO N. 2 PASSI
E 44 44 75 110 175 208 307 406 48 48 110 110
F 48 48 48 48 48 48 48 48 110 175 98 164
Codice GW 27 041 GW 27 042 GW 27 043 GW 27 044 GW 27 051 GW 27 052 GW 27 402
A
1 MODULO
SYSTEM
2 MODULI
SYSTEM
3 MODULI
SYSTEM
4 MODULI
SYSTEM
8
(4 MOD. x 2)
VERTICALI
12
(4 MOD. x 3)
VERTICALI
SCATOLA
DERIVAZIONE
B 66 66 99 132 132 132 132
C 82 82 82 82 170 258 82
D N. 1 PASSO N. 2 PASSI
E 48 48 48 48 136 224 48
F 44 44 75 110 110 110 110
198
serie 27 CoMBi
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 198 31/01/12 15.11
aPPareCChi CoMPleti
PRESE INDUSTRIALI DA PARETE A NORME IEC309 - COLORE GRIGIO RAL7035 - IP44
SPIE DI SEGNALAZIONE MAX15W E LAMPEGGIATORI ELETTRONICI MAX25W - COLORE GRIGIO RAL7035 - IP55
AVVISATORI ACUSTICI PER SEGNALAZIONE - COLORE GRIGIO RAL7035 - IP40
RIVELATORE DI MOVIMENTO IR ORIENTABILE CON SOGLIA CREPUSCOLARE 230V 50/60Hz - IP54
84.4
77.8
1
0
4
.
7
GW 26 222 - GW 26 223
GW 26 417 - GW 26 427
GW 27 431 A
GW 27 415 - GW 27 416 - GW 27 417 - GW 27 418 - GW 27 419
GW 27 421 - GW 27 422 - GW 27 423 - GW 27 424
199
serie 27 CoMBi
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 199 31/01/12 15.11
PRESE INDUSTRIALI A NORME IEC309 PER INSTALLAZIONE SU SCATOLA RETTANGOLARE DA INCASSO
GW 24 403 - COLORE GRIGIO RAL 7035 - IP44
CALOTTA STAGNA 2 POSTI SYSTEM PER APPLICAZIONI SU QUADRI Q-DIN, CASSETTE DI DERIVAZIONE, PTC,
COPERCHI FLANGIATI SERIE 66, Q-BOX E PANNELLI - COLORE GRIGIO RAL 7035 - IP55
RIVELATORE CREPUSCOLARE CON USCITA A REL - COLORE GRIGIO RAL 7035 - 230V 50Hz - IP55
GW 26 419
GW 27 401
GW 26 420 - GW 26 421
200
serie 27 CoMBi
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 200 31/01/12 15.11
COMBI DIN
COMBI 22
Codice GW 27 071 GW 27 072 GW 27 073
A 2 MOD. DIN 4 MOD. DIN 8 MOD. DIN
B 132 132 132
C 132 231 429
D
4
(N. 2 MOD. x 2)
8
(N. 2 MOD. x 4)
16
(N. 4 MOD. x 4)
E - N. 1 PASSO N. 1 PASSO
F 98 98 98
G 110 209 407
Codice N. Posti A B C D E N. Sfond.
GW 27 101
GW 27 111
1 66 82
65
44 48 4
GW 27 102 2 132 85 48 110 8
GW 27 103 3 66 171 44
137
6
GW 27 104 6 132 171 110 10
GW 27 105 12 264 171 210 10
201
serie 27 CoMBi
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 201 31/01/12 15.11
Serie modulare di apparecchi per usi domestici e similari componibile su telai per scatole da incasso fino a 18 moduli. Comprende comandi, prese, protezioni,
segnalatori, connettori ed una vasta gamma di componenti elettronici per domotica e servizi speciali. Sono previste anche scatole e placche per la posa a
parete ed a tavolo.
CaratteristiChe generali
DATI TECNICI E RIFERIMENTI NORMATIVI
Componente Riferimenti normativi
Dati elettrici fondamentali*
Funzionamento
prolungato
(N. cambiamenti
di posizione)
Resistenza al calore anormale ed al fuoco
Tenuta alla
tensione di prova
(V)
Resistenza
di isolamento
(M)
Potere di
interruzione
o categoria
di utilizzazione
Termo pressione
con biglia
(C)
Glow Wire Test
(C)
Comandi
CEI 23-9
(EN 60669-1)
2000
a 50 Hz
per 1 minuto
> 5
1,25 In
(200 cambiamenti
di posizione)
40.000
a In 250V ac
cos = 0,6
125 850
Prese
CEI 23-50
(IEC 60884-1)
1,25 In
(100 cambiamenti
di posizione)
10.000
a In 250V ac
cos = 0,8
Rel a passo
CEI 23-9 / CEI 23-62
EN 60669-1 / EN 60669-2-2) 50.000
a In 250V ac
cos = 0,6
Rel monostabili
CEI 23-9 / CEI 23-62
EN 60669-1 / EN 60669-2-2)
1,25 In
(200 cambiamenti
di posizione)
Interruttori
magnetotermici
CEI 23-3
(EN 60898-1)
2** 5
3KA 8.000
Interruttori
magnetotermici
differ.
CEI 23-44 / CEI 23-42
(EN 61009-1 / EN 61008-1)
3KA 4.000
Supporti
e placche
CEI 23-9
(EN 60669-1)
- - - - 75 650
Frutto
Collarini
di protezione
Supporto
La struttura
meccanica
brevettata del telaio
a coda di rondine
consente il perfetto
bloccaggio degli
apparecchi in
ogni combinazione
Placca dotata di sistema
meccanico di compensazione
spessore pareti da 04 mm
04 mm
Struttura
sottoplacca
ISOCOMB
per garantire
laderenza ad
ogni superficie
dappoggio
Placca Playbus
Guida luce per permettere
la localizzazione al buio del
tasto di comando
La guida per il cacciavite
rende agevole lo smontaggio
degli apparecchi
Viti con testa a croce
e taglio cacciavite
PartiColarit Costruttive CoMuni
* Per le tensioni e le correnti nominali vedere le specifiche ai singoli codici. ** Il valore di 2 M riferito ad una condizione particolare stabilita dalle norme indicate a lato.
LE CARATTERISTICHE TECNICHE DEI SEGUENTI PRODOTTI PLAYBUS SONO DESCRITTE NELLE PAGINE TECNICHE DELLA SERIE SYSTEM
Rivelatore di movimento a raggi infrarossi Connettori telefonici/dati
Limitatore di sovratensione Rel passo-passo e Rel monostabili
Lampade anti black-out e di emergenza Prese TV-SAT
Pulsante temporizzato Interruttori automatici
Rivelatori presenza gas Cronotermostato e programmatore elettronico
Dimmer
CAPACIT DI SERRAGGIO DEI MORSETTI
Conduttori flessibili Conduttori rigidi
Minimo 0,75 mm
2
Massimo 2 x 4 mm
2
Minimo 0,5 mm
2
Massimo 2 x 2,5 mm
2
Tenuta dei morsetti alla trazione dei cavi: > 50N
Tenuta del frutto al supporto: > 0,6J
202
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 202 31/01/12 15.11
Tipo Caratteristiche funzionali Applicazioni
Localizzazione
notturna
Permette di individuare al buio il
tasto di comando.
Si raccomanda limpiego di lampade
GEwIss colore: bianco/rosso/azzurro.
Camere.
Corridoi.
Segnalazione
funzionale
Permette di individuare al buio il
tasto di comando o di segnalare lo
stato ON/OFF di un circuito luce.
Con lampada rossa/bianca/azzurra
la segnalazione intensa.
Con lampada verde il livello di
luminosit tale da non disturbare
il riposo.
Servizi generali di
un complesso edilizio
(luci scale, atri, etc.).
Ambienti di pubblico
spettacolo
interCaMBiaBilt tasti diffusori etiChetta PersonalizzaBile
GW 30 041 GW 30 070
Tasti 25 x 45 mm
GW 30 071 GW 30 072
GW 30 078 GW 30 100
Tasti 25 x 22,5 mm
GW 30 073 GW 30 077
Diffusori 25 x 22,5 mm
GW 30 042
GW 30 072
Tasti con etichetta
retroilluMinazione degli aPPareCChi di CoMando
Tipo Caratteristiche funzionali Applicazioni
Segnalazione
iconografica
Permette di individuare al buio il
tasto di comando e la sua funzione
specifica.
Servizi generali.
Impianti interni di uffici,
negozi, magazzini.
Strutture alberghiere.
Ospedali, case di cura.
Con spia
luminosa
Permette di individuare a notevole
distanza lo stato ON/OFF di un
utilizzatore o di un circuito luce.
Visibile da posizione frontale e
laterale.
Segnalazione
dellaccensione di punti
luce esterni allambiente
dove installato
lapparecchio
di comando.
Componente Messa in opera Riferimento normativo Grado IP
Gli apparecchi a fronte chiuso (comandi, suonerie, segnalatori,
etc.) installati in scatole da incasso, in scatole da parete,
in plance da tavolo (completi di supporto + placca) e in
contenitori autoportanti
Da incasso a finitura civile o similare in
posizione verticale installato secondo la
regola darte
EN60529 (CEI 70-1)
41
Gli apparecchi a fronte aperto (prese, etc.) installati in scatole
da incasso, in scatole da parete, in plance da tavolo (completi
di supporto + placca) e in contenitori autoportanti
Da incasso a finitura civile o similare in
posizione verticale installato secondo la
regola darte. Idoneo allimpiego per la
zona 3 di locali contenenti bagni o docce
X1
(nel caso delle prese
pari a 21)
Gli apparecchi a fronte aperto (prese, etc.) installati in scatole
da incasso, in scatole da parete, in plance da tavolo (completi
di supporto + placca) e in contenitori autoportanti
Da incasso a finitura civile o similare in
posizione verticale installato secondo la
regola darte con spina inserita
4X
grado di Protezione del CoMPlesso installato serie Civili PLAYBUS
203
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 203 31/01/12 15.11
riCaMBi e aCCessori
laMPade Per artiColi PlaYBus / ECo60 / SYsteM
aCCessori
Apparecchi di comando Unit ad ampolla
Risultato
luminoso / cromatico
Colori
ottenibili
Localizzazione
notturna
Localizzazione
funzionale
Segnalazione
iconografica
Tipo Codice Tensione Colore
Led
GW 10 893 12-24V ac/dc
Bianco
Il colore della segnalazione
corrisponde al colore
dellampolla prescelta
Bianco
GW 30 947 230/110V ac
GW 30 946 230/110V ac Azzurro Azzurro
Fluorescenza
GW 30 943 230V ac Rosso Rosso
GW 30 944 230V ac Verde Verde
Pulsante con targa portanome Lampade a siluro
Risultato
luminoso / cromatico
Colori
ottenibili
Tipo Codice Tensione Colore
Incandescenza
S6 x 36
GW 20 902 12V ac/dc
Bianco Retroilluminazione bianca Bianco
GW 20 903 24V ac/dc
Spie singole Lampade a siluro
Risultato
luminoso / cromatico
Colori
ottenibili
Tipo Codice Tensione Colore
Incandescenza
S6 x 31
GW 20 904 12V ac/dc
Bianco
Il colore della segnalazione
corrisponde al colore del
diffusore della spia prescelta
Rosso - Verde
Ambra - Bianco
Azzurro GW 20 905 24V ac/dc
Fluorescenza
S6,3 x 28
GW 20 906
230V ac
Rosso
Con diffusore rosso: Rosso
Con diffusore ambra: Ambra
GW 20 908 Verde Con diffusore verde: Verde
Pulsanti con diffusore e spie doppie Lampade ad ampolla
Risultato
luminoso / cromatico
Colori
ottenibili
Tipo Codice Tensione Colore
Led
GW 10 893 12-24V ac/dc
Bianco
Il colore della segnalazione
corrisponde al colore del
diffusore della spia prescelta
Rosso - Verde
Ambra - Bianco
Azzurro GW 30 947
230V ac
GW 30 946 Azzurro Con diffusore azzurro: Azzurro
Fluorescenza
GW 30 943 Rosso Con diffusore rosso: Rosso
GW 30 944 Verde Con diffusore verde: Verde
Lampade segnapasso Lampade a siluro
Risultato
luminoso / cromatico
Colori
ottenibili
Tipo Codice Tensione Colore
Incandescenza
S6 x 36
GW 20 902 12V ac/dc
Bianco
Il colore della segnalazione
corrisponde al colore
del diffusore della lampada
segnapasso prescelta
Rosso - Verde
Ambra - Bianco
Azzurro GW 20 903 24V ac/dc
Placche ascensore/emergenza Lampade ad ampolla
Risultato
luminoso / cromatico
Colori
ottenibili
Tipo Codice Tensione Colore
Led
GW 10 893 12-24V ac/dc
Bianco
Il colore della segnalazione
corrisponde al colore
dellampolla prescelta
Bianco
GW 30 947
230V ac
Fluorescenza GW 30 943 Rosso Rosso
Esempi di illuminazione funzionale e di localizzazione
Per indicare lo stato di funzionamento di utilizzatori non in vista dal punto di comando Per localizzare al buio il tasto di comando
La spia posta in
parallelo allutilizzatore
ed accesa quando
linterruttore ON.
La spia segue
landamento ON/OFF
dellutilizzatore.
Le due spie e
lutilizzatore sono
poste in parallelo,
perci si accendono
e si spengono
insieme allutilizzatore.
La spia risulta accesa
quando linterruttore
OFF. Con linterruttore
in posizione di ON
lutilizzatore alimentato
e la spia spenta.
Le due spie si
accendono quando
lutilizzatore non
alimentato e si
spengono quando
questo in stato di ON.
NOTA: schemi non adatti per il comando di lampade compatte a risparmio energetico e/o rel
204
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 204 31/01/12 15.11
TELECOMANDO
CoMando
teleCoMando e riCevitore a raggi infrarossi
Il sistema PLAYBUS di telecomando a raggi infrarossi costituito da un telecomando portatile a 6 canali / 3 bande, da un ricevitore monocanale con uscita
su rel per il comando ON-OFF di una specifica utenza (punto luce, ventilatore, etc...) e da un ricevitore bicanale con uscita su rel per il comando (tramite
rel dappoggio) avanti-indietro di motori per tapparelle, tendaggi, etc.
Pulsanti di comando
Selettore di banda a 3 posizioni
Elemento
trasmettitore
a raggi infrarossi
GW 30 101
DATI TECNICI
N. canali: 6
N. pulsanti: 6
Selettore di banda: 3 posizioni - alloggiato nel vano batterie.
Il settaggio del microswitch interno su 3 bande
consente di evitare le interferenze con altri
telecomandi
Portata max: 10 m
Alimentazione: N. 2 batterie tipo alcaline AAA 1,5V
RICEVITORI
Ricevitore monocanale RX-1 Ricevitore bicanale RX-2
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione: 230V - 50/60Hz
Contatto di uscita (N. 2 rel): ** 2 NA, 5A (AC1) / 2A (AC15) - 250V ac
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione: 230V - 50/60Hz
Contatto di uscita (N. 1 rel): * 1NA, 5A (AC1) / 2A (AC15) - 250V ac
* Il rel di uscita, di tipo monostabile, resta eccitato per il solo tempo di comando.
Il contatto del rel privo di potenziale. I contatti dei rel non sono adatti per comandare
direttamente lampade fluorescenti aventi condensatore di rifasamento.
** I rel di uscita, di tipo monostabile, restano eccitati per il solo tempo di comando.
I morsetti 1 e 2 risultano gi collegati internamente al morsetto di fase L.
Elemento ricevitore
ad infrarossi
Pulsante per comando
diretto del carico
Selettore per la selezione
del canale riconoscibile dal
telecomando. Permette di
configurare fino a 18 canali.
GW 30 103 GW 30 102
Elemento ricevitore
ad infrarossi
Pulsante per comando
diretto del carico
Selettore per la selezione
del canale riconoscibile dal
telecomando. Permette di
configurare fino a 18 canali.
Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1; EN 60669-2-2 Riferimenti normativi: EN 60669-1; EN 60669-2-1; EN 60669-2-2
CaratteristiChe installative
Campi dimpiego: Edifici del settore residenziale o terziario evoluto ove si vuole ottenere un elevato livello di comfort. Ristrutturazioni ove risulterebbe gravoso o
antiestetico installare circuiti terminali di comando. Luoghi destinati a disabili.
SCHEMI DIMPIANTO
COMANDO CARICHI
GW 30 103
GW 30 111
COMANDO AD IMPULSO DI CARICHI
(suonerie, serrature elettriche, etc.)
GW 30 103
COMANDO AD IMPULSO DI MOTORI
(tapparelle, tendaggi)
GW 30 102
GW 30 116
GW 30 116
COMANDO E REGOLAZIONE DI CARICHI
RESISTIVI ED INDUTTIVI
GW 30 103
GW 30 401
(GW 30 406)
(GW 30 407)
Comando e regolazione mediante
telecomando GW 30 101
e ricevitore GW 30 103
GW 30 101
205
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 205 31/01/12 15.12
segnalazione
aPPareCChi di segnalazione aCustiCa
Segnalatore acustico a funzioni multiple adatto per realizzare due segnalazioni nettamente distinguibili (esempio: allarme bagno e suoneria ingresso).
Cambiando lo schema di collegamento si ottiene un suono tritonale mi, fa, sol o un buzzer; inoltre i due tipi di suono possono permanere per tutto il
tempo di pressione sul pulsante (sequenza dipendente) oppure la nota (suoneria) si ripete una sola volta ad ogni azionamento (sequenza indipendente).
Il filtro scarica a terra i disturbi condotti che si presentano nella linea come segnali ad alta frequenza.
Allutilizzatore arriva solo la tensione alla frequenza di rete mentre le armoniche di grado superiore vengono fermate o attenuate.
Disturbo
condotto
funzionaMento e CollegaMento
GW 30 362
Riferimenti normativi: CEI 40-7; CEI 40-8; EN 60065
Protezione
filtro antidisturBo
Il filtro antidisturbo un attenuatore di tipo passivo LC adatto a proteggere gli utilizzatori elettronici contro i disturbi che si generano nelle reti elettriche in
seguito a manovre o che inducono per prossimit ad apparati o linee.
CoMBinato suoneria elettroniCa tritonale/ronzatore
2 3 1 4 5
Suoneria ingresso
(schemi 1-2)
Ronzatore per allarme bagno
(schema 3)
Allarme bagno + suoneria ingresso
(schemi 4-5)
Con suoneria
a sequenza
indipendente
Con suoneria
a sequenza
dipendente
Con ronzatore
a sequenza
dipendente
Con suoneria/ronzatore
a sequenza dipendente
I = pulsante ingresso
B = tirante bagno
Con suoneria a sequenza
indipendente e ronzatore
a sequenza dipendente
I = pulsante ingresso
B = tirante bagno
I
B
Schema di collegamento
CaratteristiChe installative
Segnalazione acustica
tramite diffusore sonoro
GW 30 631 - GW 30 632
Riferimenti normativi: EN 60 065; EN 55 014-1; EN 55 014-2
I
B
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione: GW 30 631 12V - 50/60Hz
GW 30 632 230V - 50/60Hz
Intensit suono: Ronzatore 75 dB a 1 m
Suoneria 70 dB a 1 m
Consumo: 0,1 2 VA
DATI TECNICI
Tensione nominale: 250V ac
Corrente nominale: 3,5A
Attenuazione (a 1 MHz): 55 dB
Corrente di dispersione: 2 x 0,5 mA
206
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 206 31/01/12 15.12
Impianto base
monofonico/stereofonico
Impianto centralizzato
monofonico
con eventuale interfono
Impianto centralizzato
stereofonico
con eventuale interfono
Impianto centralizzato
monofonico con sintonizzatore
PLAYBUS ed eventuale interfono
Prestazioni
N punti di ascolto 1
10 (cod. GW 30 827)
oppure 6 (cod. GW 30 826)
5 x 2 (cod. GW 30 827)
oppure 3 x 2 (cod. GW 30 826)
10 (cod. GW 30 827)
oppure 6 (cod. GW 30 826)
Possibilit di incrementare il n dei punti dascolto fino ad N, affiancando altri alimentatori elettronici cod. GW 30 810
tenendo conto, nella configurazione dellimpianto, della loro capacit in uscita e degli assorbimenti dei componenti installati.
Sorgente sonora
Sintonizzatore
cod. GW 30 812
2 apparecchi dellimpianto Hi-Fi
(CD o Tape, etc.)
1 apparecchio dellimpianto Hi-Fi
(CD o Tape, etc.)
Sintonizzatore cod. GW 30 812 e
1 apparecchio dellimpianto Hi-Fi
(CD o Tape, etc.)
N di programmi
selezionabili
da ogni locale
1
(a scelta tra tutti i canali FM
con possibilit di averne
9 memorizzati)
2
(1 programma da ognuno dei
2 apparecchi Hi-Fi collegati)
1
(dallapparecchio dellHi-Fi
collegato)
2
(1 programma dal sintonizzatore
cod. GW 30 812* e 1 programma
dallapparecchio dellHi-Fi collegato)
Applicazioni
Residenziale Bagni / Cucine Appartamenti / Ville Appartamenti / Ville Appartamenti
Terziario
Camere dalbergo
Spogliatoi di palestre / Piscine
Camere dalbergo
Negozi / Studi medici
Boutique / Sale daspetto
di studi professionali
Uffici di
rappresentanza
Altro A bordo di natanti - - -
sisteMa di diffusione sonora
SISTEMA CENTRALIZZABILE PER LA DIFFUSIONE DI SEGNALI AUDIO MONOFONICI E STEREOFONICI
Caratteristiche Vantaggi
Sistema semplice
e flessibile
Permette la selezione e lascolto in vari ambienti di programmi resi disponibili
da una sorgente esterna (es. Hi-Fi) o dal sintonizzatore FM PLAYBUS.
Tramite un apposito modulo interfono consente linvio di messaggi a tutti gli utenti,
con priorit di ascolto rispetto ai programmi musicali.
Possibilit di realizzare un impianto stereofonico o monofonico in funzione delle
specifiche tecnico economiche della committenza.
Possibilit di selezionare contemporaneamente 2 programmi monofonici diversi dai vari
punti dascolto.
Integrazione estetica con limpianto PLAYBUS.
Massimo comfort nella gestione locale della diffusione sonora.
Facilit di installazione.
Gestione delle
sorgenti audio
Modulo preamplificatore a 2 ingressi per utilizzare nellimpianto sorgenti audio
esterne o realizzare soluzioni di una certa complessit.
Semplicit di allacciamento con le sorgenti audio esterne.
Livello dei segnali regolabile indipendentemente sui 2 ingressi.
Sintonizzatore FM con display digitale e 9 canali memorizzabili e radio sveglia
integrata
Possibilit di funzionamento diretto con i diffusori GW 30 827, GW 30 826 (impianto base)
oppure con il modulo preamplificatore (impianto centralizzato).
Gestione locale
della diffusione
Modulo selettore per lattivazione impianto, la scelta e lascolto dei programmi nei
singoli ambienti. Dotato di display digitale.
Regolazione confortevole del volume.
Semplicit nella selezione dei programmi.
Diffusore sonoro amplificato a 2 vie (alti e bassi). Riproduzione sonora ad alta qualit.
Diffusore sonoro compatto (3 moduli PLAYBUS). Soluzione adatta anche per ambienti con presenza di umidit.
Invio
messaggi vocali
Modulo interfono per la trasmissione di messaggi vocali. Allacciabile a qualsiasi selettore locale.
soluzioni diMPianto
* Premendo il pulsante CH del selettore locale possibile effettuare il cambio dei canali memorizzati (max 9) nel sintonizzatore GW 30 812 .
Il cambio canale ha effetto su tutti i selettori in quel momento attivati.
GW 30 826
Hi-Fi
GW 30 810
GW 30 812
GW 30 826
GW 30 811
GW 30 827
GW 30 821
GW 30 831
Hi-Fi
LEFT
LEFT
GW 30 811
GW 30 826
GW 30 821
GW 30 831
RIGHT
RIGHT
LEFT
GW 30 810
GW 30 812
GW 30 827
(GW 30 826)
GW 30 810
GW 30 812
GW 30 827
(GW 30 826)
RIGHT
GW 30 811
GW 30 810
GW 30 827
GW 30 821
GW 30 831
Hi-Fi
Manuale di sistema
fornito con lalimentatore elettronico.
GW 30 810
207
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 207 31/01/12 15.12
Tipo Dati tecnici Funzione e impiego
Sintonizzatore con radio sveglia integrata
Gamma di frequenza: da 87,5 a 108MHz
Sintonizzatore FM con ricerca automatica/manuale dei canali
(scan) precedentemente memorizzati
Pu essere collegato direttamente a due diffusori sonori
GW 30 826 / GW 30 827
In impianti base, collegato direttamente ai diffusori, funziona
come radio FM mono/stereo e come radiosveglia
Alimentazione: 24Vcc
Corrente assorbita: 100mA
Mantenimento memorizzazione canali anche in assenza di
alimentazione
Possibilit di connettere antenna FM
Display con visualizzazione:
frequenza, canale, RDS,
orologio e simbolo ricezione
stereo
Preamplificatore
Banda passante: 50 - 20.000Hz
Consente di utilizzare nellimpianto sorgenti audio esterne o
realizzare soluzioni di una certa complessit
Con luscita per il rel ausiliario (GW 30 814) possibile
accendere-spegnere sorgenti sonore esterne
Distorsione: < 0,3%
Alimentazione: 24Vcc
Corrente assorbita: 45mA
Ingressi audio frontali: 2 prese RCA
Livello segnali in ingresso: regolabile
Selettore posteriore mono/stereo
Uscita per rel ausiliario di accensione/spegnimento impianto
Selettore locale
Ingresso per modulo interfono
Gestisce il segnale proveniente dal preamplificatore e lo invia
ai diffusori
Regola il volume e accende/spegne i diffusori sonori a cui
collegato
Permette la scelta dei programmi desiderati
Alimentazione: 24Vcc
Corrente assorbita: 70mA
Numero max programmi
selezionabili:
2
Display con visualizzazione: programma e livello volume
Pulsante per il cambio dei canali memorizzati del sintonizzatore.
N.B.: Il cambio canale ha effetto su tutti i selettori in quel momento attivati
Rel ausiliario
Tipo: monostabile
Per attivare-disattivare la sorgente audio esterna in funzione
dellutilizzo dellimpianto
Alimentazione: 24Vcc
Corrente assorbita: 20mA
Contatto: 1 NA, 5A (AC1) / 2A (AC15) - 250V ac
Segnalazione luminosa di attivazione
sisteMa diffusione sonora
Sistema centralizzato di diffusione sonora comprendente un sintonizzatore FM, con 9 canali memorizzabili, un preamplificatore collegabile a due sorgenti
audio locali con funzione di adattamento del segnale prelevato, selettori locali con possibilit di selezionare uno dei nove canali FM memorizzati o la
sorgente audio interna, diffusori sonori due o una via. Con tali componenti possibile realizzare impianti con diverso livello di complessit.
Pulsante cambio
canali memorizzati
del sintonizzatore Display a cristalli liquidi
con indicazione
del canale selezionato
Pulsante
stand-by
Pulsante ON/OFF
Tasti regolazione
volume
Pulsante selezione
sorgenti esterne
(programmi)
GW 30 821
Indicazione livello
sorgenti esterne
Indicazione stand-by
Pulsante ON/OFF
Ingressi RCA per
sorgenti esterne
Regolazioni segnali
in ingresso
GW 30 811
GW 30 814
GW 30 812
Pulsante richiamo
canali memorizzati
Regolazione
volume
Pulsante
ON/OFF
Pulsanti di
regolazione sintonia
Set
Pulsante di
memorizzazione
208
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 208 31/01/12 15.12
Tipo Dati tecnici Funzione e impiego
Diffusori sonori amplificati
GW 30 826 GW 30 827
Diffusori per impieghi da incasso o da parete perfettamente
integrati con il sistema PLAYBUS
Alimentazione dal selettore locale o direttamente dal
sintonizzatore in impianti base
GW 30 827 idoneo per ambienti con presenza di umidit
Alimentazione: 24Vcc 24Vcc
Corrente assorbita max: 250mA 125mA
Potenza: 10W 6W
Risposta in frequenza: 20 - 20.000Hz 50 - 18.000Hz
Risposta di risonanza: 100Hz 180Hz
Impedenza: 16 16
Modulo interfono
Alimentazione: 24Vcc
Collegato al selettore locale permette di trasmettere un
messaggio attraverso limpianto con priorit rispetto ai
programmi musicali
Il messaggio viene diffuso a tutti i selettori locali in
condizione di ON/Stand by
Corrente assorbita: 20mA
Alimentatore
Ingresso: 230V ac
Collegando pi alimentatori in parallelo possibile
aumentare in n. Max dei diffusori collegabili
Uscita: 24Vcc - 1,5A
Potenza: 40VA
Munito di agganci per guida DIN
GW 30 810
GW 30 831
Pulsante attivazione
interfono
Griglia per microfono
GW 30 826 GW 30 827
DATI TECNICI
Alimentatore GW 30 810: 230 Vac/24Vcc - 40VA (1,5A)
Altoparlante 10W GW 30 826: 24Vcc -250mA (6W)
Altoparlante 6W GW 30 827: 24Vcc -150mA (3,6W)
Modulo interfono GW 30 831: 24Vcc -20mA (0,5W)
Lampada a siluro GW 20 905: 24Vcc -2W (80 mA)
Componenti
possibile realizzare un sistema interfonico utilizzando alcuni
componenti del Sistema di Diffusione Sonora PLAYBUS pi
una delle lampade di tipo a siluro PLAYBUS. I componenti, con
i loro principali dati tecnici (tensione e consumo) sono sotto
elencati.
Il numero degli alimentatori da utilizzare dipende da quanti
componenti vengono utilizzati, ovvero dal loro totale
assorbimento (consumo).
Le lampade a siluro possono essere inserite nelle spie di
segnalazione PLAYBUS (codici da GW 30 611 a GW 30 615). Un
sistema interfonico pu essere costituito anche solamente da un
modulo interfono e da uno o pi altoparlanti.
Esempi Applicativi:
Uffici: comunicazione varie e cerca persone.
Scuole: avvisi e comunicazioni varie.
Studi medici: chiamata personale e pazienti.
Ospedali: chiamata personale e pazienti.
Laboratori: comunicazioni varie.
Negozi di media/grande dimensione: comunicazioni
di servizio e pubblicitarie.
Fast food: messaggi tra personale interno.
sisteMa interfoniCo Con segnalazione luMinosa dellattivazione
209
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 209 31/01/12 15.12
iMPianto MonofoniCo Con sintonizzatore e sorgente esterna
sisteMa diffusione sonora
C
a
v
o
s
c
h
e
r
m
a
t
o
6
x
0
,5
m
m
m
a
x
. 5
0
m
.
C
a
v
o
s
c
h
e
r
m
a
t
o
6
x
1
m
m
m
a
x
. 1
0
0
m
.
A
n
t
e
n
n
a
Per consentirelarealizzazionedi unimpiantoconpidi 10diffusori
GW30 827 o pi di 6 diffusori GW30 826 inserire un alimentatore
supplementare come descritto nello schema.
iMPianto stereofoniCo Con sorgente esterna
C
a
v
o
s
c
h
e
r
m
a
t
o
6
x
0
,5
m
m
m
a
x
. 5
0
m
.
C
a
v
o
s
c
h
e
r
m
a
t
o
6
x
1
m
m
m
a
x
. 1
0
0
m
.
A
c
c
e
n
s
i
o
n
e
p
e
r

i
m
p
i
a
n
t
o
H
I
-
F
I
d
o
m
e
s
t
i
c
o
.
Per consentire la realizzazione di un impianto con pi di 10 diffusori
GW 30 827 o pi di 6 diffusori GW 30 826 inserire un alimentatore
supplementare come descritto nello schema.
A
c
c
e
n
s
i
o
n
e

p
e
r

i
m
p
i
a
n
t
o
H
I
-
F
I
d
o
m
e
s
t
i
c
o
.
Per una corretta installazione consultare il libretto istruzioni fornito con il prodotto
210
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 210 31/01/12 15.12
iMPianto MonofoniCo Con sorgente esterna
iMPianto Base stereofoniCo Con sintonizzatore
C
a
v
o
s
c
h
e
r
m
a
t
o
6
x
0
,5
m
m
m
a
x
. 5
0
m
.
C
a
v
o
s
c
h
e
r
m
a
t
o
6
x
1
m
m
m
a
x
. 1
0
0
m
.
A
c
c
e
n
s
i
o
n
e
p
e
r
i
m
p
i
a
n
t
o
H
I
-
F
I
d
o
m
e
s
t
i
c
o
.
Per consentire la realizzazione di un impianto con pi di 10 diffusori
GW 30 827 o pi di 6 diffusori GW 30 826 inserire un alimentatore
supplementare come descritto nello schema.
CollegaMento della sorgente audio esterna al PreaMPlifiCatore
Se non diversamente indicato usare cavi da 1 mm max 100m.
Cavo schermato 6x0,5 mm max.50m.
Cavo schermato 6x1 mm max.100m.
Amplificatore
Amplificatore
Collegamento stereo/stereo
Collegamento stereo/mono
Eseguire il collegamento tra le sorgenti desiderate (lettore CD, sintonizzatore,
registratore, ecc.) e lamplificatore utilizzando il cavo GW 30 837; collegare
quindi al preamplificatore GW 30 811.
Eseguire il collegamento tra le sorgenti desiderate (lettore CD, sintonizzatore,
registratore, ecc.) e lamplificatore utilizzando il cavo GW 30 836; collegare
quindi al preamplificatore GW 30 811.
211
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 211 31/01/12 15.12
rivelatore di Presenza di fuMo (SMOKE)
Rivelatore di fumo di tipo foto-ottico a raggi infrarossi e logica di autodiagnosi a microprocessore.
Segnalazione acustico/luminosa di allarme.
Rel di uscita con contatti di tipo ermetico per il comando di attuatori o centraline.
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione: 230V - 50/60Hz
Livello sonoro di allarme: 70 dB a 1 m
Intervento in allarme: fumi bianchi
Grado di protezione ad apparecchio
incassato:
IP 40
Temperatura di funzionamento: da 5C a +40C
Umidit relativa ammessa: 80%
Contatto di uscita in scambio: 1NA/NC, 10A (AC1) / 5A (AC15) - 250V ac
contatti privi di potenziale
Comando per ripetitore di segnale: Tramite morsetti polarizzati
GW 30 514
Griglia
Segnalazione luminosa di localizzazione
e presenza tensione di rete (verde)
Segnalazione luminosa di dispositivo guasto (giallo)
Segnalazione luminosa di allarme (rosso)
Pulsante esclusione/tacitazione temporizzata
Azioni del pulsante:
- in stand-by interrompe il funzionamento che si riattiva automaticamente dopo 20 min.
- in condizioni di allarme interrompe momentaneamente la segnalazione acustica che si ripristina automaticamente
dopo 20 s.
Riferimenti normativi: EN 60065; EN 55014-1; EN 55014-2
*
Rilevazione di presenza di fumi bianchi in ambienti
residenziali e del terziario
Non utilizzare in contesti installativi antincendio
CaMPi daPPliCazione
Fumo
(Smoke)
1
5

3
0
cm
m
a
x
6
m
Rivelatore gas, fumo
con azionamento attuatore
* Il contatto in scambio del
rivelatore consente limpiego di
elettrovalvole a riarmo manuale
di tipo NA (es. codice GW 30 522),
oppure NC.
Schemi di collegamento
CaratteristiChe installative
siCurezza
allarMi teCniCi
212
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 212 31/01/12 15.12
rivelatore di Presenza di aCqua (H
2
O) e disPositivo sensore aCqua
Rivelatore di acqua con sonda remota, logica a microprocessore;
Segnalazione acustico/luminosa di allarme;
Rel di uscita per il comando di elettrovalvola o di pompa.
DATI TECNICI
Tensione di alimentazione: 230V - 50/60Hz
Grado di protezione ad apparecchio
incassato:
IP 40
Contatto di uscita: 1NA, 8A (AC1) / 4A (AC15) - 250V ac
Comando per ripetitore di segnale: Tramite morsetti polarizzati
Riferimenti normativi: EN 60065; EN 55014-1; EN 55014-2
GW 30 515
Griglia
Segnalazione luminosa di localizzazione
e presenza tensione di rete (verde)
Segnalazione luminosa di dispositivo guasto (giallo)
Segnalazione luminosa di allarme (rosso)
Pulsante esclusione/tacitazione temporizzata
Sonda per rivelatore acqua GW 30 515, installabile anche in ambienti diversi da quello del rivelatore fino a 40 m di distanza senza perdita di sensibilit.
Calotta apribile
per inibizione allarme
e per eseguire la pulizia
periodica dei contatti
GW 30 516
Corretto posizionamento dei rivelatori
Non importante la posizione del
rivelatore quanto quella della sonda che,
dovrebbe essere posizionata tenendo
conto della pendenza del pavimento e/o
dei punti di probabile localizzazione delle
perdite (es.: sotto lavandino ecc.)
Acqua (H
2
O)
Schemi di collegamento
CaratteristiChe installative
Sensore H2O
** Elettrovalvola tipo NA
**
Rivelatore acqua con azionamento
elettrovalvola o pompa
DATI TECNICI
Dimensioni: 72 x 40 x 15 mm
213
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 213 31/01/12 15.12
PlaCChe, PlaCChe sPeCiali, Contenitori e suPPorti
quadro aPPliCativo
INSTALLAZIONE DESCRIZIONE POSTI SCATOLA SUPPORTO PLACCHE E COLORI
I
N
C
A
S
S
O
SCATOLE
RETTANGOLARI
1
GW 24 403
GW 32 403
PLAYBUS
PLAYBUS YOUNG
nei 14 colori
2 GW 32 402
3 GW 32 403
4 GW 24 404 GW 32 404
6 GW 24 406 GW 32 406
8 GW 24 237 GW 32 407 PLAYBUS nei 14 colori
12 GW 24 238 GW 32 408
PLAYBUS
Bianco nuvola
Titanio metallizzato
Ardesia metallizzato 18 GW 24 239 GW 32 409
SCATOLE
QUADRATE
1
GW 24 231
GW 32 401 PLAYBUS
nei 14 colori
2 GW 32 402 PLAYBUS YOUNG
SCATOLE PER
PARETI LEGGERE
1
GW 24 207
GW 32 403
PLAYBUS
nei 14 colori
2 GW 32 402
3 GW 32 403
PLAYBUS YOUNG
4 GW 24 245 GW 32 404
6 GW 24 246 GW 32 406
PROFILATI
E PANNELLI
1
GW 32 123
GW 32 122
GW 32 121
Bianco nuvola
Titanio metallizzato
Ardesia metallizzato
2
GW 32 133
GW 32 132
GW 32 131
Bianco nuvola
Titanio metallizzato
Ardesia metallizzato
ASCENSORE
ED EMERGENZA
Cablata
GW 24 403
Complete di interruttore
a pulsante illuminabile
GW 32 450
GW 32 451
Bianco
Rosso
2 Placche autoportanti
GW 32 452
GW 32 453
Bianco
Rosso
I
N
C
A
S
S
O

S
T
A
G
N
O

I
P

5
5
SCATOLE
RETTANGOLARI
3 GW 24 403
Placche autoportanti
GW 32 461
GW 32 462
Bianco nuvola
Nero toner
4 GW 24 404
GW 32 466
GW 32 467
Bianco nuvola
Nero toner
SCATOLE PER
PARETI LEGGERE
3 GW 24 207
Placche autoportanti
GW 32 461
GW 32 462
Bianco nuvola
Nero toner
4 GW 24 245
GW 32 466
GW 32 467
Bianco nuvola
Nero toner
P
A
R
E
T
E
SCATOLE
DA PARETE
1
GW 32 431 Bianco nuvola
GW 32 432 Nero toner
GW 32 403
PLAYBUS nei 14 colori
2 GW 32 402
3 GW 32 403
ASCENSORE
ED EMERGENZA
8
GW 32 436 Bianco nuvola
GW 32 437 Nero toner
GW 32 407
V
A
R
I
E
COPERCHI ALTI
PER SCATOLE
RETTANGOLARI
DA INCASSO
1
GW 24 403 + GW 24 228
GW 32 403 PLAYBUS e
PLAYBUS YOUNG
nei 14 colori
2 GW 32 402
ASCENSORE
ED EMERGENZA 3 GW 32 403
PLANCIA
DA TAVOLO
AUTOPORTANTI
4 GW 32 411
Nero toner
8 GW 32 412
SUPPORTI
PER MONTAGGIO
SU GUIDA DIN
1 GW 32 421
Nero toner 2 GW 32 422
3 GW 32 423
Il codice comprensivo
di placca autoportante e scatola
214
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 214 31/01/12 15.12
taBelle diMensionali
PLACCHE PLAYBUS 1 18 POSTI
PLACCHE PLAYBUS YOUNG 1 6 POSTI
PLACCHE PER PROFILATI
PLACCHE STAGNE PLACCHE PER ASCENSORE - EMERGENZA
1 POSTO
2 POSTI - 3 POSTI
4 POSTI - 6 POSTI
4+4 POSTI
6+6 POSTI - 6+6+6 POSTI
A 1 POSTO 2 POSTI 3 POSTI 4 POSTI
B 116 116 116 140
C 80 80 80 80
D
A 6 POSTI 4+4 POSTI 6+6 POSTI 6+6+6 POSTI
B 190 140 190 190
C 80 137,5 137,5 195
D 117,5 117,5 176
A 1 POSTO 2 POSTI 3 POSTI 4 POSTI 6 POSTI
B 118 118 118 143 193
CODICE A B C D E F
GW 32 121
GW 32 122
GW 32 123
1 POSTO 42 36 65 31,5 54
GW 32 131
GW 32 132
GW 32 133
2 POSTI 68 62 65 56,5 54
1 POSTO
2 POSTI - 3 POSTI
4 POSTI - 6 POSTI
D
E
F
CODICE A B C
GW 32 461
GW 32 462
3 POSTI 83,5 121
GW 32 466
GW 32 467
4 POSTI 108,5 146
GW 32 450 - GW 32 451
GW 32 452 - GW 32 453
DIMENSIONI DELLO SCASSO
215
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 215 31/01/12 15.12
SCATOLE PER ELETTRONICA
PLANCE DA TAVOLO
SUPPORTI PER PLACCHE PLAYBUS / YOUNG
CODICE A B
GW 32 411 4 POSTI 140
GW 32 412 8 POSTI 240
CODICE A B
GW 30 921
GW 30 924
3 POSTI 70 75
GW 30 922
GW 30 925
4 POSTI 95 100
GW 30 923
GW 30 926
6 POSTI 145 150
3 POSTI - 4 POSTI - 6 POSTI
1 POSTO - 2 POSTI 4+4 POSTI - 6+6 POSTI - 6+6+6 POSTI
CODICE GW 32 401 GW 32 402 GW 32 403 GW 32 404 GW 32 406 GW 32 407 GW 32 408 GW 32 409
A 1 POSTO 2 POSTI 3 POSTI 4 POSTI 6 POSTI 4+4 POSTI 6+6 POSTI 6+6+6 POSTI
B 60 60
C 83,5 83,5 83,5 108,5 112 163 163
D 115 115 115 140 190 140 190 190
E 60 60
F 70 70 70 70 70 127,5 127,5 185
G 60 57,5 57,5 117
H 74 100
216
serie PlaYBus
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 216 31/01/12 15.12
CoMPleMenti teCniCi
Componenti
Riferimenti
normativi
Sistema di
connessione
Tipo di
guaina
Tipo di
cavo
Caratteristiche
Prese utente con connettore
RJ 12 - 45
CEI EN 50173-1;
ISO IEC 11801;
EIA/TIA 568-A;
EIA/TIA 568-B
A perforazione disolante
senza utilizzo di attrezzo

Da 22 a
24 AWG
Standard di connessione
T568A - T568B
Connettori RJ 12 - 45
da pannello
A perforazione disolante
con impact tool
24 AWG
Standard di connessione
T568A - T568B
Cordoni
di permutazione
PVC 24 AWG
Impedenza 100+/-15% 1100 MHz.
Capacit: 13,5 pF/ft a MHz
Bussola F.O. MT-RJ
per presa utente
Ad innesto 50/125
Giunzione precisa e trasmissione
del segnale senza attenuazione
Bussola F.O. ST
per presa utente
A baionetta 50/125
Giunzione precisa e trasmissione
del segnale senza attenuazione
Bussola F.O. SC
per presa utente
Ad innesto 50/125
Giunzione precisa e trasmissione
del segnale senza attenuazione
Cavi
CEI EN 50173-1;
ISO IEC 11801;
EIA/TIA 568-A;
EIA/TIA 568-B

PVC, PVC-PE o LSZH


(bassa emissione di fumi
e zero alogeni)
24 AWG
Tensione desercizio: max 125 Vcc
Resistenza cc: max 170/Km
Resistenza cc sbilanciata: max 1%
Velocit di propagazione
(a 100 MHz): nominale 0,66 c
217
serie 38 lan
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 217 31/01/12 15.12
quadri e arMadi lan
I quadri della Serie 38 CVX LAN sono realizzati con le pi recenti tecnologie industriali nel campo della lavorazione della lamiera e della verniciatura.
Partendo dal controllo in accettazione della materia prima, il ciclo prevede lavorazioni con macchine flessibili e programmabili e la verniciatura della lamiera
metallica con polvere epossi-poliestere polimerizzata in forno. Lo spessore della vernicitura (nel colore RAL 7035) = 60m. I vetri delle porte sono trattati
termicamente: in caso accidentale di rottura la lastra si riduce in piccoli frammenti non taglienti (sicurezza per le persone).
CaratteristiChe
dati teCniCi
Componenti Materiale
Rispondenza
normativa
Grado di
protezione
Clima
di impiego
Temperatura di
funzionamento
Temperatura
di immagazzinamento
Portata
massima
Quadri e armadi
per cablaggio
strutturato
Serie 38 CVX LAN
- contenitore:
lamiera di acciaio
spessore 10/10 mm
IEC 60297-2;
EN 60950
DIN 41488
IP30
costante:
23C/83%
40C/93%
variabile:
23C/98%
40C/98%
-5C + 40C
-25
+55C
200 Kg
uniformemente
distribuiti per i
quadri a parete.
400 Kg
uniformemente
distribuiti per gli
armadi a pavimento
- porta:
lamiera di acciaio
spessore 12/10 mm
- pannelli funzionali:
lamiera di acciaio
spessore 12/10 mm
Tipo di
contenitore
Installazione Verniciatura
Porta
trasparente
Compatibilit Altezza Capacit
Quadri SOHO parete / pavimento
epossidica
bucciato
vetro temperato
standard 10
(passo 44,45 mm)
400 mm 8 U
Quadri struttura fissa parete
epossi-poliestere
bucciato medio
vetro curvo temperato
di sicurezza
standard 19
(passo 44,45 mm)
550 mm
700 mm
900 mm
1100 mm
9 U
13 U
17 U
22 U
Quadri struttura rotante parete
epossi-poliestere
bucciato medio
vetro curvo temperato
di sicurezza
standard 19
(passo 44,45 mm)
700 mm
900 mm
13 U
17 U
Armadi a pavimento a pavimento
epossi-poliestere
bucciato medio
vetro curvo temperato
di sicurezza
standard 19
(passo 44,45 mm)
1500 mm
2100 mm
28 U
42 U
COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI
Agente Acqua
Soluzione
salina
Acidi Basi Solventi
Olio
minerale
Raggi
UV
Concentrati Diluiti Concentrate Diluite Esano Benzolo Acetone Alcool etilico
Quadri e
Armadi LAN
Resistente Resistente
Resistenza
limitata
Resistente
Non
resistente
Non
resistente
Resistente
Resistenza
limitata
Non
resistente
Resistente Resistente Resistente
218
serie 38 lan
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 218 31/01/12 15.12
taBelle diMensionali
QUADRI SOHO
QUADRI STRUTTURA FISSA
(*) Profondit di installazione
F
i
s
s
a
g
g
i
o

C

=
Fissaggio =
A = altezza dimensione esterna
B = numero unit di cablaggio
C = interasse fori di fissaggio al muro
219
serie 38 lan
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 219 31/01/12 15.12
QUADRI STRUTTURA ROTANTE
ARMADI A PAVIMENTO
A = altezza dimensione esterna
(esclusi piedini di regolazione)
B = numero unit di cablaggio
C = altezza spazio di cablaggio interno
A = altezza dimensione esterna
B = numero unit di cablaggio
C = interasse fori di fissaggio al muro
(*) Profondit di installazione
F
i
s
s
a
g
g
i
o

C

=
Fissaggio =
INGRESSO CAVI
SU FONDO E
APERTURA SU
COPERTURA
SUPERIORE
220
serie 38 lan
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 220 31/01/12 15.12
TorreTTe a scomparsa per insTallazioni a pavimenTo
Tabelle dimensionali
9
8
6
9
8
6
320
3
6
4
243
2
8
7
2
1
1
320
243
1
3
5

1
0
0


2
0

1
8
9

291
318
2
3
8


1
0
0


2
0

291

3
3
9

318
3
9
1

CARATTERISTICHE TECNICHE
Normativa: EN 60670-1, EN60670-23; CEI 23-48
Grado di protezione: IP52 tra bordo della torretta e pavimento
IP40 tra coperchio e interno torretta (ad esclusione del punto uscita cavi)
IP20 nel punto di uscita cavi
Temperatura di installazione: Max +45C; Min -5C
Materiale: Tecnopolimero GW PLAST, halogen free secondo CEI EN 50267-2-2
Resistenza a carico puntuale: 1500N
Resistenza a carico distribuito: 3000N
Resistenza al calore anormale al fuoco: Glow wire test 850C
Torretta 10 moduli Cassaforma 10 moduli
Torretta 20 moduli Cassaforma 20 moduli
221
serie 24 sc
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 221 31/01/12 15.13
scaTole da incasso per pareTi in muraTura
Tabelle dimensionali
CARATTERISTICHE TECNICHE
Normativa: IEC 60670-1; EN 60670-1; CEI 23-48
Grado di protezione: IP 40
Temperatura di installazione: Max +60C; Min - 15C
Materiale: Tecnopolimero GW PLAST, alogen free secondo CEI EN 50267-2-2
Resistenza agli urti: IK 07 (cassetta IP 40)
Resistenza al calore anormale al fuoco: Termopressione con biglia 70C
Glow wire test 650C
3 POSTI GW 24 403
4 POSTI GW 24 404
6 POSTI GW 24 406
6 POSTI GW 24 206
8 POSTI GW 24 237
18 POSTI GW 24 239
TONDA GW 24 232
Fori per tubi
10/16 mm
Fori per tubi
16/20 mm
Codice GW 24 403 GW 24 404 GW 24 406
3 POSTI
BIG BOX
4 POSTI
BIG BOX
6 POSTI
BIG BOX
A 96 121 171
B 58 58 60
C 119 144 194
D 80 85 90
E 49 49 49
F 50,5 50,5 50,5
G 83,5 108,5 100
COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI
Soluzione
salina
Acidi Basi Solventi
Olio
minerale
Raggi
UV
Concentrati Diluiti Concentrate Diluite Esano Benzolo Acetone Alcool etilico
Resistente
Non
resistente
Non
resistente
Resistenza
limitata
Resistenza
limitata
Non
resistente
Non
resistente
Non
resistente
Resistenza
limitata
Resistenza
limitata
Resistenza
limitata
GW 24 233
12 POSTI GW 24 238
QUADRATA GW 24 231
Rimozione dei pretranciati mediante luso di utensili.
222
serie 24 sc
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 222 31/01/12 15.13
scaTole da incasso per pareTi leggere ad inTercapedine serie modulari
Tabelle dimensionali
CARATTERISTICHE TECNICHE
Normativa: IEC 60670-1 type Ha; EN60670-1 type H; CEI 23-48
Grado di protezione: IP 40
Temperatura di installazione: Max +60C; Min - 15C
Materiale: GW PLAST
Resistenza agli urti: IK 07 (cassetta IP 40)
Resistenza al calore anormale al fuoco: Termopressione con biglia 70C
Glow wire test 850C
CODICE GW 24 207 GW 24 245 GW 24 246
3 POSTI 4 POSTI 6 POSTI
A 130,5 156 93
B 110 137 72
C 83,5 108,5 60
D 64 66 185
E 62 62 170
F 46 71 -
G - - 100
COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI
Soluzione
salina
Acidi Basi Solventi
Olio
minerale
Raggi
UV
Concentrati Diluiti Concentrate Diluite Esano Benzolo Acetone Alcool etilico
Resistente
Non
resistente
Non
resistente
Resistenza
limitata
Non
resistente
Non
resistente
Non
resistente
Non
resistente
Resistente
Resistenza
limitata
Resistenza
limitata
GW 24 207
GW 24 245
GW 24 246
GW 24 282
GW 24 234
Rimozione dei pretranciati mediante luso di utensili.
223
serie 24 sc
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 223 31/01/12 15.13
INSTALLAZIONE TIPO VERSIONI CARATTERISTICHE / PRESTAZIONI
i
n
c
a
s
s
o
SCATOLE TONDE
Componibile, Conica, Cilindrica 65
e Cilindrica 85
Gamma completa adatta ad ogni tipo di
abitudine installativa.
SCATOLE QUADRATE Componibile
Possibilit di composizione in batteria
senza lausilio di accessori.
SCATOLE RETTANGOLARI
BIG BOX
3, 4 e 6 posti
6 (3+3), 8 (4+4), 12 (6+6) e 18 (6+6+6) posti
Aumentato spazio utile interno per
cablaggio. Possibilit di separazione
interna dei circuiti.
SCATOLE PER IMPIANTI
TELEFONICI
Tradizionale e per prefabbricato Predisposte per ingresso tubi 20
i
n
c
a
s
s
o

p
e
r
p
a
r
e
T
i

l
e
g
g
e
r
e
SCATOLE TONDE Cilindrica 65
SCATOLE RETTANGOLARI 3, 4 e 6 posti
i
n
T
e
r
f
a
c
c
i
a
i
n
c
a
s
s
o

/

p
a
r
e
T
e
COPERCHIO FINESTRATO Universale per telai da 1 a 3 posti
Permettono il passaggio da impianto
sottotraccia ad impianto a vista con
canaline.
Elevato risultato estetico dellinstallazione.
COPERCHIO CIECO
p
a
r
e
T
e
PER SERIE PLAYBUS
Da 3 posti e 4 + 4 posti in due colori
(Bianco nuvola e Nero toner)
Adatte per placche PLAYBUS.
Predisposizione per ingresso tubi o
canaline.
PER SERIE SYSTEM Da 3 e 4 posti in colore Bianco nuvola
Adatte per placche TOP SYSTEM.
Predisposizione per ingresso tubi o
canaline.
PER SERIE ECO60
IP40 in due colori (Bianco nuvola e RAL 7035)
IP55 in due colori (Bianco nuvola e RAL 7035)
Adatte per placche singole ECO60.
Predisposizione per ingresso tubi o
canaline.
224
serie 24 sc
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 224 31/01/12 15.13
SCATOLE DA PARETE PLAYBUS
Codice
GW 32 431
GW 32 432
GW 32 436
GW 32 437
3 POSTI 4+4 POSTI
A 80 140
B 116 140,6
C 83,5 108,5
D 90 78
E 50 110
F - 57,5
G 50 53
GW 32 431 - GW 32 432
GW 32 436 - GW 32 437
SCATOLE DA PARETE COMPACT
COPERCHI ALTI
PLACCHE CIECHE
Codice
GW 24 211
GW 24 212
GW 24 213
GW 24 214
GW 24 215
GW 24 216
3 POSTI 4 POSTI 3+3 POSTI
B 83,5 108,5 83,5
C 110 134 110
D 80 80 133
E - - 51
Codice GW 24 006 GW 24 007
3 POSTI 3+3 POSTI
A 83 136
B 83,5 83,5
C 113 113
D 96 96
E 65 119
F 51
GW 24 006
GW 24 007
SCATOLE DA PARETE TOP SYSTEM
GW 24 227
GW 24 228
GW 22 471 GW 22 472
GW 24 215 - GW 24 216 GW 24 211 - GW 24 212
GW 24 213 - GW 24 214
225
serie 24 sc
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 225 31/01/12 15.13
spine e prese mobili
daTi Tecnici
Involucri in materiale infrangibile.
Alveoli protetti da schermi di sicurezza.
Dispositivo fermacavo antistrappo.
Riferimenti normativi: CEI 23-50; (IEC 60884-1)
caraTTerisTiche Tecniche
caraTTerisTiche insTallaTive
Consentono di realizzare collegamenti mobili mantenendo un grado IPXXD ed una elevata sicurezza.
Utilizzando spine con uscita cavo a 90 (SPA17/11) risulta possibile ridurre gli ingombri (per es. dietro mobili o in spazi molto ristretti).
SPINE
S11 S17 SPA11 SPA17 S31 S31
GW 28 003
GW 28 004
GW 28 005
GW 28 006
GW 28 007
GW 28 008
GW 28 009
GW 28 010
GW 28 011
GW 28 013
GW 28 012
PRESE
Tipo
Denominazione
Normativa
Capacit
Morsetti
1 x 2,5 mm
2
1 x 2,5 mm
2
1 x 2,5 mm
2
1 x 2,5 mm
2
1 x 2,5 mm
2
1 x 2,5 mm
2
P
R
E
S
E

F
I
S
S
E
GW 30 201
GW 20 201
GW 21 201
P11 2 x 4 mm
2

GW 30 203
GW 20 203
GW 21 203
P17/11 2 x 4 mm
2

GW 30 211
GW 20 265
GW 21 265
Standard
Tedesco
2 x 4 mm
2

GW 30 210
GW 20 205
GW 21 205
P30 2 x 4 mm
2

GW 30 212
GW 20 246
GW 21 246
Standard
Tedesco/Italiano
2 x 4 mm
2

GW 30 227
GW 20 212
GW 21 212
Standard
EuroAmericano
2 x 4 mm
2

P
R
E
S
E

M
O
B
I
L
I
GW 28 203
GW 28 204
P11 1 x 2,5 mm
2

GW 28 205
GW 28 206
P17/11 1 x 2,5 mm
2

226
serie 28 spic
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 226 31/01/12 15.13
adaTTaTori e prese mobili mulTiple
daTi Tecnici
Involucri in materiale infrangibile.
Alveoli protetti da schermi di sicurezza.
Per le prese mobili multiple le spine S17 e S30 sono di tipo indissolubilmente collegate al cavo.
Riferimenti normativi: CEI 23-50; IEC 60884-1; CEI 23-57
caraTTerisTiche Tecniche
caraTTerisTiche insTallaTive
Possibilit di realizzare un elevato numero di punti di prelievo dellenergia, in particolare modo con le prese mobili multiple, senza il pericolo di creare
problemi meccanici, e conseguentemente elettrici, sulla presa fissa.
TABELLA SINOTTICA ADATTATORI, PRESE MOBILI MULTIPLE
SPINA 2P + T
N. USCITE
PRESA 2P + T
10A 16A
Standard tedesco
(con terra laterale)
10A 16A Bival.
Standard
tedesco
(con terra
laterale)
Standard
tedesco/
italiano
(con terra
laterale e
centrale)
Adattatori semplici
GW 28 411
GW 28 412
1

GW 28 409

GW 28 410

GW 28 415

Adattatori multipli
GW 28 401
GW 28 402
2

GW 28 403
GW 28 404

GW 28 405
GW 28 406
3

GW 28 407
GW 28 408

GW 28 413

GW 28 414

Prese mobili multiple
GW 28 613
5

GW 28 601
6

Il numero di punti indica il numero di uscite di quel particolare tipo di presa.
In conformit alla norma CEI 23-57 non possibile inserire un adattatore in un altro.
Non inserire
un adattatore
in un altro
227
serie 28 spic
INFORMAZIONI TECNICHE
Catalogo Tecnico 2012.indb 227 31/01/12 15.13
resTarT con auToTesT 2p - inTerruTTori differenziali 2p con riarmo e auToTesT
(1)
Temperatura media giornaliera +35C
resTarT con auToTesT 2p
Caratteristiche tecniche
Norme di riferimento: EN 61008-1 (differenziale), CEI 23-101 (dispositivo di richiusura automatica)
Sistema di distribuzione: TT - TN
Corrente nominale (In): (A) 25 - 40 - 63
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. fase - neutro (-15%, +10%)
Resistenza nominale verso terra di non funzionamento (rd): (k) 20
Resistenza nominale verso terra di funzionamento (rdo): (k) 70
Tensione nominale di isolamento (Ui): (V) 500
Tensione di prova di rigidit dielettrica verso massa: (V) 2500 a.c. per 1 minuto
Tensione nominale di tenuta ad impulso (Uimp): (kV) 4
Frequenza nominale: (Hz) 50
Tipo: A [IR]
Corrente differenziale nominale di intervento (In): (mA) 30
Numero di poli: 2
Larghezza in moduli DIN: 5
Potere di interruzione e chiusura diff. nominale (Im): (A) 630
Caratteristiche e funzionalit RESTART e AUTOTEST
Potenza assorbita a vuoto: (VA) 4 (cos
=
0)
Potenza assorbita in fase di riarmo: (VA) 49 (cos

=0,55)
Potenza dissipata a In: (W) 2,2 (25A) - 5,4 (40A) - 6,2 (63A)
Durata del ciclo di Autotest: (s) < 7
Comando di richiusura: automatico
Tempo di richiusura: (s) < 10
Richiusura contatti: istantanea
Coordinamento con fusibili Ic: (A) 10000 (fusibile gL 80A)
Caratteristiche meccaniche
Frequenza massima di manovra: (man/h) 30
Manovre meccaniche (numero riarmi): 4000
Temperatura di impiego: (C) da -25 a +60
(1)
Sezione morsetti potenza: (mm
2
) 35 cavo flessibile, 35 cavo rigido
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 2
Alimentazione: dallalto
Grado di protezione:
morsetti IP20
fronte IP40
Tropicalizzazione: 55C - UR 95%
Caratteristiche contatto ausiliario
Tipo di contatto: 1 Photomos
Tensione di funzionamento/frequenza nominale: (V/Hz) 5230 a.c. - d.c. /50
Corrente massima: (mA) 100 cos

= 1
Corrente minima: (mA) 0,6
Categoria di utilizzazione: AC12
Modalit di funzionamento: NA / NC / comunicazione centralino Activo / NC+impulso
Sezione morsetti: (mm
2
) 2,5
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 0,4
228
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 228 31/01/12 15.13
resTarT con auToTesT pro 4p - inTerruTTori differenziali 4p con riarmo e auToTesT
resTarT con auToTesT pro 4p
Caratteristiche tecniche
Norme di riferimento: EN 61008-1 (differenziale), CEI 23-101 (dispositivo di richiusura automatica)
Sistema di distribuzione: TT - TN
Corrente nominale (In): (A) 25 - 40 - 63
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 400 a.c. (-15%, +10%)
Resistenza nominale verso terra di non funzionamento (rd): (k) 8 (30mA); 2,5 (300mA)
Resistenza nominale verso terra di funzionamento (rdo): (k) 16 (30mA); 5 (300mA)
Tensione nominale di isolamento (Ui): (V) 500
Tensione di prova di rigidit dielettrica verso massa: (V) 2500 a.c. per 1 minuto
Tensione nominale di tenuta ad impulso (Uimp): (kV) 4
Frequenza nominale: (Hz) 50
Tipo: A [IR]
Corrente differenziale nominale di intervento (In): (mA) 30, 300
Numero di poli: 4
N di moduli: 7
Potere di interruzione e chiusura diff. nominale (Im): (A) 630
Caratteristiche e funzionalit resTarT e auToTesT
Potenza assorbita a vuoto: (VA) 4 (cos = 0)
Potenza assorbita in fase di riarmo: (VA) 49 (cos = 0,55)
Potenza dissipata a In: (W) 3,5 (25A) - 6 (40A) - 12 (63A)
Durata del ciclo di autotest: (s) < 7
Comando di richiusura: automatico
Tempo di richiusura: (s) < 10
Richiusura contatti: istantanea
Coordinamento con fusibili Ic: (A) 10000 (fusibile gL 80A)
Caratteristiche meccaniche
Frequenza massima di manovra: (man/h) 30
Manovre meccaniche (numero di riarmi): 4000
Temperatura di impiego: (C) da -25 + a 60
(1)
Sezione morsetti potenza: (mm
2
) 35 cavo flessibile, 35 cavo rigido
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 2
Alimentazione: dall'alto
Grado di protezione:
morsetti IP20
fronte IP40
Tropicalizzazione: 55C - UR 95%
Caratteristiche contatto ausiliario
Tipo di contatto: 1 Photomos
Tensione di funzionamento/frequenza nominale: (V/Hz) 5230a.c.-d.c./50
Corrente massima: (mA) 100 (cos =1)
Corrente minima di funzionamento: (mA) 0,6
Categoria di utilizzazione: AC12
Modalit di utilizzazione: 1NA / 1NC / 1NC + impulso
Sezione morsetti: (mm
2
) 2,5
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 0,4
(1)
Temperatura media giornaliera +35C
229
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 229 31/01/12 15.13
resTarT con auToTesT 2p resTarT con auToTesT pro 4p
funzioni auToTesT
Test automatico del differenziale:

Segnalazione luminosa autotest in corso:

Segnalazione luminosa eventuali anomalie dispositivo:

funzioni resTarT
Richiusura automatica per scatto intempestivo:

Controllo presenza guasto a terra:

Controllo continuo impianto:

Blocco della richiusura in caso di guasto:



Segnalazione di richiusura in corso:

Segnalazione di guasto:

Dispositivo di inserimento / esclusione funzioni automatiche:

Contatto ausiliario di remotizzazione stato:

Protezione elettrica: PTC PTC
Tabella delle funzioni
230
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 230 31/01/12 15.13
resTarT con auToTesT 2p
Morsetti di alimentazione
Sportello scorrevole
sx: dispositivo inserito
dx: dispositivo disinserito
Sinottico LED
di segnalazione
Avvio manuale della
funzione AUTOTEST
LED stato di funzionamento
LED dispositivo inserito
Contatto ausiliario
Morsetti di uscita
descrizione disposiTivi
Sinottico LED
di segnalazione
Avvio manuale della
funzione di AUTOTEST
LED dispositivo inserito
Morsetti di
alimentazione
LED stato di funzionamento
Contatto ausiliario
Morsetti di uscita
resTarT con auToTesT pro 4p
Sportello scorrevole
sx: dispositivo inserito
dx: dispositivo disinserito
231
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 231 31/01/12 15.13
resTarT 2p - inTerruTTori con disposiTivo di riarmo auTomaTico
* Collegando al contatto ausiliario un rele provvisto di contatti in scambio (CO) e possibile avere la segnalazione sia dello stato di attesa, sia dellavvenuto riarmo
IMMAGINE
rd rd pro rm rm pro
Caratteristiche elettriche
Norme di riferimento:
EN 61008-1 (differenziale),
CEI 23-101 (Dispositivo di richiusura automatica)
EN 61009-1 (magnetotermico differenziale),
CEI 23-101 (Dispositivo di richiusura automatica)
Sistema di distribuzione: TT-TN
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. fase-neutro
Larghezza moduli DIN: 2 + 2
Tensione di funzionamento: (V) Da 0,85 a 1,10 Ue
Tensione nominale di isolamento (Ui): (V) 500
Tensione di prova di rigidit dielettrica verso massa: (V) 2500 a.c. per 1 minuto
Frequenza nominale: (Hz) 50
Tensione di tenuta ad impulso (Uimp): (kV) 4
Resistenza nominale verso terra di non funzionamento (rd): (k) 20
8 (30mA);
2,5 (300/500mA)
20 8 (30mA); 2,5 (300mA)
Resistenza nominale verso terra di funzionamento (rdo): (k) 70
16 (30mA);
5 (300/500mA)
70 16 (30mA); 5 (300mA)
Resistenza nominale tra le parti attive di non funzionamento (rcc): () - - 0,8 0,8
Resistenza nominale tra le parti attive di funzionamento (rcco): () - - 1,3 1,3
Potenza assorbita a vuoto: (VA) 0 17 (cos

= 0) 0 17 (cos

= 0)
Potenza assorbita in fase di riarmo: (VA) 18 (cos

= 0,46)
Potenza dissipata a In: (W) Potenza dissipata dell'interruttore associato
Caratteristiche meccaniche
Comando di richiusura: AUTOMATICO
Tempo di richiusura: (s) < 90
Richiusura dei contatti: ISTANTANEA
Intervallo minimo fra due richiusure successive: (min) 3
Lato di accoppiamento: A DESTRA
Manovre meccaniche (numero di riarmi): 1000
Frequenza massima di manovra: (man/h) 15
Temperatura di impiego: (C) da -5 a +40
Grado di protezione:
morsetti IP20
fronte IP40
Tropicalizzazione: 55C - UR 95%
Caratteristiche contatto ausiliario*
Tipo di contatto: - 1 Photomos - 1 Photomos
Tensione di funzionamento/frequenza nominale: (V/Hz) - 5 230 a.c.-d.c./50 - 5 230 a.c.-d.c./50
Corrente massima: (mA) - 100 cos

= 1 - 100 cos

= 1
Corrente minima di funzionamento: (mA) - 0,6 - 0,6
Modalit di funzionamento: - NA/NC/INTERMITTENTE - NA/NC/INTERMITTENTE
Categoria di utilizzazione: - AC12 - AC12
Coppia nominale di serraggio: (Nm) - 0,4 - 0,4
Sezione morsetti: mm
2
- 2,5 - 2,5
Tabella delle funzioni
Richiusura automatica per scatto intempestivo:
Controllo presenza guasto a terra:
Controllo presenza cto-cto:
Controllo continuo impianto
Blocco della richiusura in caso di guasto:
Segnalazione di richiusura in corso:
Segnalazione di guasto:
Dispositivo di inserimento / esclusione funzioni automatiche:
Contatto ausiliario di remotizzazione stato:
Protezione elettrica PTC PTC PTC PTC
232
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 232 31/01/12 15.13
resTarT 4p - disposiTivi di riarmo auTomaTico
IMMAGINE
rd pro rm pro rm Top cm
Caratteristiche elettriche
Norme di riferimento: CEI 23-101 (Dispositivo di richiusura automatica) - -
Sistema di distribuzione: TT - TN
TT-TN-IT
(IT senza controllo guasto)
TT-TN-IT
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. fase-neutro (-15%, +10%)
Frequenza nominale: (Hz) 50
Resistenza nominale verso terra di non funzionamento (rd): (k) 8 (30mA); 2,5 (100/300/500mA) -
Resistenza nominale verso terra di funzionament (k) 16 (30mA); 5 (100/300/500mA) -
Resistenza nominale tra le parti attive di non funzionamento (rcc): () - 0,3 0,3 -
Resistenza nominale tra le parti attive di funzionamento (rcco): () - 1,8 1,8 -
Potenza assorbita a vuoto: (VA) 4 (cos = 0) 16 (cos

= 0) 15 (cos

= 0,06) 0 (cos

= 0)
Potenza assorbita in fase di riarmo: (VA) 45 (cos = 0,55) 34 (cos

= 0,67) 30 (cos

= 0,64) 30 (cos

= 0,64)
Potenza dissipata a In: (W) Potenza dissipata dell'interruttore associato
Tensione nominale di isolamento (Ui): 500
Tensione di prova di rigidit dielettrica verso massa: (V) 2500 a.c. per 1 minuto
Tensione di tenuta ad impulso (Uimp): (kV) 4
Caratteristiche meccaniche
N di moduli: 3 4 2
Manovre meccaniche (numero di riarmi): 4000 10000 10000
Frequenza massima di manovra: (man/h) 30
Comando di richiusura: automatico
manuale/automatico/
ciclico/mantenuto
manuale/ciclico/mantenuto
Tempo di richiusura: (s) < 10 <3 (<10 con test impianto) < 3
Temperatura di impiego: (C) da -25 a +60
(1)
da -5 a +40
(2)
da -25 a +60
(1)
da -25 a +60
(1)
Grado di protezione:
morsetti IP20
fronte IP40
Tropicalizzazione: 55C - UR 95%
Caratteristiche contatto ausiliario
Tipo di contatto: 1 Photomos
1 in Scambio
(CO)
1 Photomos 1 in Scambio (CO)
Corrente massima: (A) 0,1 (a.c./d.c.)
1.5 (a.c.)
0.8 (d.c.)
0,1
(a.c./d.c.)
1.5 (a.c.)
0.8 (d.c.)
Tensione di funzionamento: (V) 5230 a.c./d.c.
230 a.c.
30 d.c.
5230
a.c./d.c.
230 a.c.
30 d.c.
Modalit di funzionamento: 1NA / 1NC / Intermittente In Scambio
1NA/1NC/
Intermittente
In Scambio
Categoria di utilizzazione: AC12
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 0,4
Sezione morsetti: (mm
2
) 2,5
Tabella delle funzioni
Richiusura automatica per scatto intempestivo:
Controllo presenza guasto a terra:
Soglia di isolamento impostabile:
Controllo presenza cto-cto:
Controllo continuo impianto:
Tempo di riarmo regolabile:
Modalit di riarmo impostabile:
Blocco della richiusura in caso di guasto:
Segnalazione di richiusura in corso:
Segnalazione di guasto:
Dispositivo di inserimento / esclusione funzioni automatiche:
Contatto ausiliario di remotizzazione stato:
Protezione elettrica: PTC PTC PTC PTC
(1)
Temperatura media giornaliera +35C
(2)
Temperatura di funzionamento da -25C a +60C disponibile a richiesta
233
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 233 31/01/12 15.13
descrizione disposiTivi
Sinottico LED
di segnalazione
LED dispositivo inserito
LED stato di funzionamento
Contatto ausiliario
Sportello scorrevole
sx: dispostivo inserito
dx: dispositivo disinserito
Contatto ausiliario
LED dispositivo
inserito
LED stato di
funzionamento
Sportello scorrevole
sx: dispostivo inserito
dx: dispositivo disinserito
resTarT rm pro 2p resTarT rd pRO 2p
Sinottico LED
di segnalazione
Contatto
ausiliario
LED dispositivo
inserito
LED stato di
funzionamento
Sportello
scorrevole
sx: dispostivo
inserito
dx: dispositivo
disinserito
resTarT rd pro 4p
Contatto ausiliario
LED dispositivo
inserito
LED stato di
funzionamento
Sportello scorrevole
sx: dispostivo inserito
dx: dispositivo disinserito
resTarT rm pro 4p
Sinottico LED
di segnalazione
Sinottico LED
di segnalazione
resTarT rm Top 4p
Modalit contatto ausiliario
resTarT cm
Modalit contatto ausiliario
Selettore
SU: inserito; GI: disinserito
LED stato
di funzionamento
LED dispositivo inserito
Sinottico LED
di segnalazione
Tempo di riarmo regolabile
Modalit
di funzionamento
Selettore
SU: inserito; GI: disinserito
Sinottico LED di
segnalazione
LED di segnalazione
Sportello scorrevole
sx: dispostivo inserito
dx: dispositivo disinserito
resTarT rd 2p resTarT rm 2p
Sinottico LED
di segnalazione
LED di segnalazione
Sportello scorrevole
sx: dispostivo inserito
dx: dispositivo disinserito
234
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 234 31/01/12 15.13
ciclo di auToTesT
Il differenziale AuTOTEsT effettua un controllo periodico dellefficienza della protezione differenziale. Durante il test un circuito di bypass assicura la continuit
di servizio, mentre una protezione differenziale aggiuntiva garantisce la sicurezza dellimpianto. Il dispositivo di riarmo automatico integrato nel prodotto
assicura la richiusura dellinterruttore e la ripresa del normale funzionamento. Inoltre, azionando in qualsiasi momento lapposito tasto sul frontale del
dispositivo, AuTOTEsT effettua istanteamente un test automatico del differenziale senza disalimentare le utenze, permettendo di effettuare le verifiche
obbligatorie durante la normale attivit lavorativa senza creare alcun disservizio.
schema eleTTrico
legenda
Dispositivo di riarmo
automatico
Microprocessore
di controllo
Segnali elettrici
Potenza
Contatto ausiliario
Circuito
di bypass
ciclo di TesT periodico
A seguito dellinstallazione possibile avviare in modo manuale lAuTOTEsT (tramite la pressione del tasto apposito) al fine di verificare il corretto cablaggio
e sincronizzarne il ciclo periodico.
ciclo periodico
1 2
4 3
SI
funzionamenTo
normale
avvio manuale
auToTesT
chiusura bypass
TesT del
differenziale
differenziale
scaTTaTo?
riarmo auTomaTico riaperTura bypass
segnalazione
anomalia
NO
235
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 235 31/01/12 15.13
sTaTi di funzionamenTo
Controllo funzionalit differenziale
Circuito chiuso
Dispositivo inserito
Test in corso
Anomalia del dispositivo
legenda
ciclo di auToTesT con esiTo negaTivo
Contatti principali
Circuito di bypass
Led dispositivo inserito
Led stato di funzionamento
Contatto ausiliario
I
n
i
z
i
o

a
u
t
o
t
e
s
t
F
i
n
e

a
u
t
o
t
e
s
t
< 7 s
t
Controllo funzionalit differenziale
ciclo di auToTesT con esiTo posiTivo
Contatti principali
Circuito chiuso
Dispositivo inserito
Test in corso
Anomalia del dispositivo
legenda
Circuito di bypass
Led dispositivo inserito
Led stato di funzionamento
Contatto ausiliario
I
n
i
z
i
o

a
u
t
o
t
e
s
t
F
i
n
e

a
u
t
o
t
e
s
t
< 7 s
t
236
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 236 31/01/12 15.13
Il ciclo di riarmo avviene dopo uno scatto intempestivo dellinterruttore e a seguito del controllo di impianto. Se viene individuato un guasto il dispositivo
si pone in stato di blocco segnalando lanomalia attraverso laccensione del led frontale.
ciclo di riarmo auTomaTico
resTarT con auToTesT, rd e rm 2p
sgancio
inTerruTTore
conTrollo
impianTo
manovra
di riarmo
blocco
disposiTivo
riarmo
eseguiTo
TesT ok?
NO
SI
(fisso)
Il riarmo dellinterruttore avviene dopo uno scatto intempestivo e a seguito del controllo dellimpianto.
A seguito di un controllo dellimpianto con esito negativo, il dispositivo si pone in stato di attesa, segnalandolo attraverso laccensione di un led frontale.
Successivamente ad intervalli di 2 viene eseguito il controllo dellimpianto e il dispositivo riarmer esclusivamente in caso di controllo positivo. In caso
contrario rester in stato di attesa fino al prossimo controllo oppure fino ad intervento manuale. Il contatto ausiliario segnala lo stato di presenza guasto
nellimpianto.
resTarT con auToTesT pro 4p, resTarT rd e rm pro / Top 2p / 4p
conTrollo
impianTo
allarme
on
aTTivazione
conTaTTo
ausiliario
scaTTo
riarmo
ok?
ok?
SI
SI
NO
aTTesa
2
conTrollo
impianTo
(attesa)
segnalazioni
5s
0,5s 0,5s 0,5s 0,5s
5s
legenda
Led lampeggiante
Led acceso (attesa)
Led acceso (fisso)
237
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 237 31/01/12 15.13
sTaTi di funzionamenTo
resTarT con auToTesT 2p
ciclo di resTarT con esiTo posiTivo
Controllo impianto
Circuito chiuso
Dispositivo inserito
Test impianto in corso
Dispositivo in stato di blocco
legenda
Int. automatico
Led dispositivo inserito
Led stato di funzionamento
Contatto ausiliario
S
g
a
n
c
i
o

i
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
R
i
a
r
m
o

i
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
< 10 s
t
ciclo di resTarT con esiTo negaTivo
Controllo impianto
Circuito chiuso
Dispositivo inserito
Test impianto in corso
Dispositivo in stato di blocco
legenda
Int. automatico
Led dispositivo inserito
Led stato di funzionamento
Contatto ausiliario
S
g
a
n
c
i
o

i
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
I
n
i
z
i
o

s
t
a
t
o
d
i

b
l
o
c
c
o
< 10 s
t
238
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 238 31/01/12 15.13
Controllo impianto
ciclo di resTarT con esiTo posiTivo
Circuito chiuso
Test impianto in corso
Dispositivo in stato di blocco
Int. automatico
Led stato di funzionamento
S
g
a
n
c
i
o

i
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
R
i
a
r
m
o

i
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
< 90 s
Controllo impianto
ciclo di resTarT con esiTo negaTivo
Circuito chiuso
Test impianto in corso
Dispositivo in stato di blocco
Int. automatico
Led stato di funzionamento
S
g
a
n
c
i
o

i
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
I
n
i
z
i
o

s
t
a
t
o
d
i

b
l
o
c
c
o
< 90 s
sTaTi di funzionamenTo
reSTarT rd e rm 2p
legenda
legenda
239
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 239 31/01/12 15.13
t
t
Controllo impianto
ciclo di resTarT con esiTo posiTivo
Circuito chiuso
Dispositivo inserito
Test impianto in corso
Dispositivo in stato di attesa
Int. automatico
Led dispositivo inserito
Led stato di funzionamento
Contatto ausiliario
S
g
a
n
c
i
o

i
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
R
i
a
r
m
o

i
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
< 10 s versioni PRO / TOP 4P
< 90 s versioni PRO 2P
Controllo impianto
ciclo di resTarT con esiTo negaTivo
Circuito chiuso
Dispositivo inserito
Test impianto in corso
Dispositivo in stato di attesa
Int. automatico
Led dispositivo inserito
Led stato di funzionamento
Contatto ausiliario
S
g
a
n
c
i
o

i
n
t
e
r
r
u
t
t
o
r
e
i
n
i
z
i
o

s
t
a
t
o

d
i

a
t
t
e
s
a
< 10 s versioni PRO / TOP 4P
< 90 s versioni PRO 2P
sTaTi di funzionamenTo
resTarT con auToTesT pro 4p, resTarT rd e rm pro / Top 2p e 4p
legenda
legenda
240
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 240 31/01/12 15.13
REsTART con AuTOTEsT dotato di due led sul frontale che indicano gli stati di funzionamento del dispositivo. Il led di destra si accende quando il dispositivo
viene inserito, il led di sinistra segnala invece lo stato di funzionamento.
segnalazioni resTarT con auToTesT 2p e pro 4p
Stato dispositivo Frontale resTarT
Posizione
leva
Segnalazioni
Condizione
Led SX Led DX Contatto aux
FUNZIONAMENTO MANUALE
Disinserito I OFF
Dispositivo di riarmo e autotest
non inserito
Disinserito
per oltre 15 minuti
I ON
Dispositivo di riarmo e autotest
non inserito
Disinserito 0 OFF
Dispositivo di riarmo e autotest
non inserito
FUNZIONAMENTO AUTOMATICO
Funzionamento
normale
I OFF
Dispositivo di riarmo e autotest inserito
Funzioni automatiche inserite
Test impianto 0 OFF
Dispositivo di riarmo e autotest in fase di
verifica isolamento impianto
Guasto nell'impianto 0 ON
Dispositivo di riarmo e autotest in
stato di attesa per guasto nellimpianto
AuTOTEsT periodico I/0 OFF
Test in corso
Impianto alimentato
Guasto dispositivo I ON
Dispositivo di riarmo e autotest guasto
Chiamare un tecnico per la sostituzione
Guasto dispositivo 0 ON
Dispositivo di riarmo e autotest guasto
Chiamare un tecnico per la sostituzione
legenda
Led acceso (attesa)
Led spento
Led lampeggiante
NOTA: prima di spostare il vetrino a sinistra, inserendo il dispositivo, necessario chiudere linterruttore in posizione I
241
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 241 31/01/12 15.13
segnalazioni resTarT rd e rm 2p
REsTART RD e RM sono dotati di un led frontale che indica gli stati di funzionamento del dispositivo.
resTarT rd 2p
Stato resTarT Frontale resTarT
Posizione
leva
Led di
segnalazione
Note
FUNZIONAMENTO MANUALE
Disinserito I Dispositivo di riarmo non inserito
Disinserito 0 Dispositivo di riarmo non inserito
FUNZIONAMENTO AUTOMATICO
Funzionamento
Normale
I Dispositivo di riarmo inserito
Test impianto 0
Dispositivo di riarmo in fase di
verifica isolamento impianto
Guasto nell'impianto 0
Dispositivo di riarmo in stato di
blocco per rilevazione di isolamento
nellimpianto a valle.
NOTA: prima di spostare il vetrino a sinistra, inserendo il dispositivo, necessario chiudere linterruttore associato in posizione I.
Stato resTarT Frontale resTarT
Posizione
leva
Led di
segnalazione
Note
FUNZIONAMENTO MANUALE
Disinserito I Dispositivo di riarmo non inserito
Disinserito 0 Dispositivo di riarmo non inserito
FUNZIONAMENTO AUTOMATICO
Funzionamento
Normale
I Dispositivo di riarmo inserito
Test impianto 0
Dispositivo di riarmo in fase di verifica
isolamento e presenza corto-circuito
Guasto nellimpianto 0
Dispositivo di riarmo in stato di blocco
per rilevazione guasto di isolamento o
corto circuito nellimpianto a valle
NOTA: prima di spostare il vetrino a sinistra, inserendo il dispositivo, necessario chiudere linterruttore associato in posizione I.
resTarT rm 2p
242
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 242 31/01/12 15.13
segnalazioni resTarT rd e rm pro 2p e 4p
I REsTART PRO sono dotati di due led sul frontale che, nelle varie combinazioni, indicano gli stati di funzionamento del dispositivo.
Il led di destra si accende quando il dispositivo viene inserito, il led di sinistra segnala invece lo stato di funzionamento.
Stato dispositivo Frontale resTarT
Posizione
leva
Segnalazioni
Condizione
Led SX Led DX Contatto aux
FUNZIONAMENTO MANUALE
Disinserito I OFF Dispositivo di riarmo non inserito
Disinserito
per oltre 15 minuti *
I ON* Dispositivo di riarmo non inserito
Disinserito 0 OFF Dispositivo di riarmo non inserito
FUNZIONAMENTO AUTOMATICO
Funzionamento
Normale
I OFF Dispositivo di riarmo inserito
Test impianto 0 OFF
Dispositivo di riarmo in fase
di verifica impianto
Guasto di isolamento
nellimpianto
(permanente o
temporaneo)
0 ON
Dispositivo di riarmo in attesa per
guasto di isolamento permanente o
temporaneo dellimpianto a valle.
NOTA: prima di spostare il vetrino a sinistra, inserendo il dispositivo, necessario chiudere linterruttore associato in posizione I
(*) Funzione disponibile solo per le versioni 4P
In particolare i REsTART RM PRO possono assumere il seguente stato:
Stato dispositivo Frontale resTarT
Posizione
leva
Segnalazioni
Condizione
Led SX Led DX Contatto aux
FUNZIONAMENTO AUTOMATICO
Corto circuito
nellimpianto
0 ON
Dispositivo di riarmo in blocco per corto
circuito permanente o temporaneo
nellimpianto a valle.
(fisso)
legenda
Led spento
Led lampeggiante
Led acceso (attesa)
Led acceso (fisso)
(attesa)
243
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 243 31/01/12 15.13
7 8 9 7 8 9
7 8 9 7 8 9
GW90893
230V~
GW90893
230V~
GW90893
230V~
GW90893
230V~
GW90893
230V~
GW90893
230V~
segnalazioni resTarT rm Top
REsTART RM TOP 4P dotato di due led sul frontale che indicano gli stati di funzionamento del dispositivo. Inoltre la regolazione di due trimmer permette
la selezione della modalit di funzionamento.
Stato dispositivo Frontale resTarT
Posizione
leva
Segnalazioni
Condizione
Led SX Led DX
Contatto
Aux 1
Contatto
Aux 2
FUNZIONAMENTO MANUALE
Corto circuito
nellimpianto
I OFF ON Dispositivo non inserito
Disinserito
per oltre 15 minuti
I ON ON Dispositivo non inserito
Disinserito 0 OFF OFF Dispositivo non inserito
FUNZIONAMENTO AUTOMATICO
Funzionamento
normale
I OFF ON Dispositivo inserito
Test impianto 0 OFF OFF
Dispositivo in fase di
verifica impianto
Guasto
nellimpiant
0 ON OFF
Dispositivo in stato di attesa per
guasto nellimpianto
Segnalazione
di scattato rel
Segnalazione
aperto-chiuso
configurazione del conTaTTo aux 2
legenda
Led spento
Led lampeggiante
Led acceso (attesa)
NOTA: per passare dalla segnalazione aperto-chiuso alla segnalazione scattato rel e viceversa, oltre a ruotare il selettore tramite cacciavite, indispensabile eseguire un ciclo di riarmo automatico.
Leva in OFF Leva in ON
Leva in OFF
(scattato)
Leva in ON
244
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 244 31/01/12 15.13
esempi di applicaTivi
Con REsTART PRO e TOP possibile monitorare il livello di isolamento a seguito di uno scatto per un periodo di tempo indefinito, fino alleventuale rientro ai
valori accettabili, e al conseguente riarmo automatico. Tale sistema di controllo indispensabile dove il livello di isolamento dellimpianto pu decadere
repentinamente in funzione delle condizioni atmosferiche per poi risalire, e quindi permettere il riarmo, al seguito del ristabilimento delle condizioni ottimali.
resTarT pro
CARATTERISTICHE IMPIANTI TIPICI
I
M
P
I
A
N
T
I

E
S
T
E
R
N
I
- Esposizione alle perturbazioni
atmosferiche
- Livelli di isolamento dipendenti dalle
condizioni atmosferiche di temperatura
e umidit
- Presenza di alimentatori elettronici
- Ingenti danni in caso di black-out
- Impianti difficilmente accessibili
- Illuminazione pubblica
- Illuminazione esterna di giardini
e piazze
- Impianti sportivi
- Impianti semaforici
- Impianti di segnalamento
- Centrali di rilevamento inquinanti
- Impianti di telecomunicazioni
- Ponti radio
- Segnaletica stradale a messaggio
variabile
- Cartellonistica pubblicitaria
I
M
P
I
A
N
T
I

I
N
T
E
R
N
I
- Fortissima presenza di alimentatori
elettronici
- Ingenti danni in caso di black-out
- Necessit di assoluta continuit di
servizio
- Sensibilit ai disturbi indotti dalla rete
e atmosferici
- Livelli di isolamento dipendenti dalle
condizioni atmosferiche e di esercizio
- Piccolo , medio, e grande terziario
- Impianti industriali
- Centri elaborazione dati
- Autorimesse
- Sistemi di pompaggio per scantinati
- Ristorazione
- Supermercati
- Gelaterie
- Protezione di impianti di allarme
- Protezione di sistemi di
videosorveglianza
- Protezione di sistemi di controllo
accessi
- Protezione di porte e cancelli
automatici
245
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 245 31/01/12 15.13
schemi di impianTo
schema Tipico di un apparTamenTo
Centralino interno
Il dispositivo RESTART RD dotato del differenziale puro SD di tipo A istantaneo, garantisce la massima continuit di servizio in caso di sganci
intempestivi. La sicurezza garantita dal controllo dellimpianto effettuato prima di eseguire il riarmo automatico.
1p+n
25a
2p
25a
1p+n
16a
1p+n
16a
1p+n
16a
1p+n
16a
1p+n
10a
2p
25a
246
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 246 31/01/12 15.14
schemi di impianTo
apparTamenTo di grandi dimensioni con box auTo e/o canTina
Con i due dispositivi di riarmo automatico possibile realizzare un impianto per ville o appartamenti di grandi dimensioni garantendo la
massima continuit di servizio e comodit. Il riarmo automatico RESTART RM PRO associato ad un interruttore magnetotermico differenziale tipo
A[S] selettivo permette di realizzare la selettivit nei confronti degli interruttori differenziali posti a valle e lazione del riarmo automatico con
controllo impianto. Il RESTART RD completo di differenziale puro SD del centralino interno interviene in caso di scatti intempestivi dello stesso.
1p+n
16a
1p+n
16a
1p+n
10a
1p+n
16a
1p+n
16a
1p+n
10a
Centralino sottocontatore
Centralino interno
2p
32a
1p+n
32a
2p
40a
2p
40a
1p+n
16a
p-comforT
rel gesTione carichi
kW
247
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 247 31/01/12 15.14
+
Quadro
sottocontatore
MTHP + BDHP
4P, 80A
Sezionatore
4P, 80A
REsTART con
Autotest PRO 4P, 25A
REsTART RM PRO
4P, 32 A
Palestrina Cucina Illuminazione esterna
REsTART RM PRO
2P, 25 A
REsTART RM PRO
2P, 25 A
Aula 1 Aula 2 Mensa
Quadro generale
scuola maTerna
schemi di impianTo
MTC
2p, 16A
MTC
2p, 16A
MTC
2p, 16A
248
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 248 31/01/12 15.14
RESTART
RM PRO 4P
RESTART
PRO 4P
RT: resistenza impianto di terra installazione
RTC: resistenza impianto di terra cabina
RG: resistenza di guasto
Circolazione di corrente in
presenza di guasto per
cortocircuito durante il test
impianto
Circolazione di corrente in
presenza di guasto a terra
durante il test impianto
RT: resistenza impianto di terra installazione
RTC: resistenza impianto di terra cabina
RG: resistenza di guasto
Circolazione di corrente
in presenza di guasto per
cortocircuito durante il test
impianto
Circolazione di corrente in
presenza di guasto a terra
durante il test impianto
resTarT 4p
resTarT 2p
esempi di rilevazione di guasTo nellimpianTo
Guasto a terra Corto circuito
Guasto a terra Corto circuito
249
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 249 31/01/12 15.14
Lintera gamma resTarT dotata di circuito elettronico interno in grado di controllare lo stato dellimpianto utilizzatore e dare il consenso alla richiusura
dellinterruttore se i valori misurati sono compatibili con predefiniti valori di sicurezza.
Durante il test REsTART inietta nellimpianto una corrente unidirezionale pulsante al fine di verificare lo stato dellimpianto. Lintensit estremamente bassa,
per cui la sicurezza delle persone garantita in ogni circostanza.
resTarT Rm, oltre al controllo della resistenza di isolamento verso terra, esegue anche un controllo per la rilevazione di corto circuito nellimpianto.
Tutti i dispositivi sono capaci di rivelare un guasto anche in caso di installazioni non dotate di impianto di terra.
La tabella riporta le diverse soglie di riarmo e di blocco (o attesa) che REsTART, nelle differenti versioni, utilizza come riferimento comparandole con le misure
effettuate sullimpianto.
conTrollo prevenTivo dello sTaTo dellimpianTo
Tipologia ResTarT
Verifica di isolamento Verifica di corto circuito
Soglia di riarmo Rdo Soglia di blocco Rd Soglia di riarmo Rcco Soglia di blocco Rcc
resTarT con auToTesT 2p
resTarT rd 2p
70 k 20 k - -
resTarT rm 2p 70 k 20 k 1,3 0,8
resTarT con auToTesT pro 4p
resTarT rd pro 2p / 4p
16 k 8 k - -
resTarT con auToTesT pro 4p
resTarT rd pro 2p /4p
5 k 2,5 k - -
resTarT rm pro / Top 2p / 4p 16 k 8 k 1,8 0,3
resTarT rm pro / Top 2p / 4p 5 k 2,5 k 1,8 0,3
250
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 250 31/01/12 15.14
resTarT con auToTesT 2p
resTarT rd/rd pro / rm / rm pro 2p
Tabelle dimensionali
resTarT con auToTesT pro 4p
251
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 251 31/01/12 15.14
6 44
4
5
73 35,6
1
0
6
resTarT cm
resTarT rd pro 4p resTarT rm pro 4p
resTarT rm Top 4p
252
serie 90 resTarT
DIspOsITIvI DI RIARMO AuTOMATICO
CATALOGO ENERGyDIN 2012 > CARATTERIsTICHE TECNICHE > sERIE 90 REsTART
Catalogo Tecnico 2012.indb 252 31/01/12 15.14
253
Catalogo Tecnico 2012.indb 253 31/01/12 15.14
InterruttorI magnetotermIcI mtc - mt - mtHP
254
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
DatI tecnIcI
(1)
Potere di interruzione del singolo polo Icn=6000A
TIPO MTC MT
MTC 45 MTC 60 MTC 100 MT 60
Corrente nominale (In) (A) 2-32 6-32 6-32 1-63
Categoria di impiego A A A A
Tensione nominale di impiego (Ue) (V) 230/400 230/400 230 230/400
Tensione minima di funzionamento (Ue min) (V) 12 a.c. / d.c. 12 a.c. / d.c. 12 a.c. / d.c. 12 a.c. / d.c.
Tensione massima di funzionamento (Ue max) (V) 440 a.c. / 220 d.c. 440 a.c. / 220 d.c. 253 a.c. / 110 d.c. 440 a.c. / 220 d.c.
Tensione di isolamento (Ui) (V) 500 500 500 500
Frequenza nominale (Hz) 50/60 50/60 50/60 50/60
Tensione nominale di tenuta ad impulso (Uimp) (kV) 4 4 4 4
Numero di poli 1 1+N 2,3,4 1+N,2 3,4 1+N, 2 1, 1+N 2,3,4
P
O
T
E
R
E

D
I

I
N
T
E
R
R
U
Z
I
O
N
E
Corrente alternata IEC 60898 - EN 60898 (A)
Icn 4500 6000 10000
(1)
6000
Ics 1 Icn 1 Icn 0,75 Icn 1 Icn
Corrente alternata IEC 60947-2 - EN 60947-2 (kA) Ue (V)
Icu 230/240 4,5 6 6 7,5 10 10 10 20
400/415 4,5 4,5 6 (2P) 6 10 (2P) 10
Ics 100% Icu 75% Icu 75% Icu 75% Icu
Corrente continua IEC 60947-2 - EN 60947-2 (kA) Ue (V)
Icu (1 polo) 50 6 10 10
Ics 6 10 10
Icu (2 poli in serie) 110 6 10 10 (15 a 50V) 10
Ics 6 10 10 (15 a 50V) 6
Icu (4 poli in serie) 220 4,5 6 10
Ics 4,5 6 10
Collegamento sezione cavo (mm
2
)
rigido 16 16 16 35
flessibile 10 10 10 35
Durata elettrica (numero di cicli O-C): 10000 10000 10000 10000
Durata meccanica (numero di cicli O-C): 20000 20000 20000 20000
Numero massimo accessori impiegabili: 2 2 2 2
Alimentazione monte/valle: si si si si
Sezionamento visualizzato: si si si si
Tipo di differenziale: - - - blocco BD
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 1,2 1,2 1,2 2
Grado di protezione:
morsetti (con coprimorsetti) IP40 IP40 IP40 IP40
altre parti IP40 IP40 IP40 IP40
Tropicalizzazione: 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95%
Temperatura di riferimento: (C) 30 30 30 30
Temperatura di impiego: (C) -25 +60 -25 +60 -25 +60 -25 +60
Peso: (g) 135 (per modulo) 135 (per modulo) 135 (per modulo) 140 (per polo)
Curva C C B C C B D
Correnti nominali disponibili In: (A) 1
2 2
3
4
6 6 6 6 6 6 6
10 10 10 10 10 10 10
13 13 13 13 13 13 13
16 16 16 16 16 16 16
20 20 20 20 20 20 20
25 25 25 25 25 25 25
32 32 32 32 32 32 32
40 40 40
50 50
63 63
Catalogo Tecnico 2012.indb 254 31/01/12 15.15
255
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
MT MTHP
MT 100 MT 250 MTHP 160 MTHP 250
1-25 32-63 6-20 25 32-40 50-63 63-125 20-63
A A A A A A A A
230/400 230/400 230/400 230/400 230/400 230/400 230/400 230/400
12 a.c. / d.c. 12 a.c. / d.c. 12 a.c. / d.c. 12 a.c. / d.c. 12 a.c. / d.c. 12 a.c. / d.c. 12 a.c. / d.c. 12 a.c. / d.c.
440 a.c. / 220 d.c. 440 a.c. / 220 d.c. 440 a.c. / 220 d.c. 440 a.c. / 220 d.c. 440 a.c. / 220 d.c. 440 a.c. / 220 d.c. 440 a.c. / 220 d.c. 440 a.c. / 220 d.c.
500 500 500 500 500 500 500 500
50/60 50/60 50/60 50/60 50/60 50/60 50/60 50/60
4 4 4 4 4 4 6 6
1 2 3,4 1 2 3,4 1 2 3,4 1 2 3,4 1 2 3,4 1 2 3,4 1 2,3,4 1 2 3,4
10000 10000 25000 20000 15000 12500 10000 25000
0,75 Icn 0,75 Icn 0,75 Icn 0,75 Icn 0,75 Icn 0,75 Icn 0,75 Icn 0,75 Icn
15 30 25 12,5 25 20 25 50 40 20 40 30 15 30 25 15 25 20 16 20 25 50 30
15 20 15 12,5 15 12,5 25 30 25 20 25 20 15 20 15 15 15 15 16 16 25 25 25
75% Icu 75% Icu 75% Icu 75% Icu 75% Icu 75% Icu 50% Icu 75% Icu
10 10 20 20 20 20 10 25
10 10 15 15 15 15 10 20
15 15 25 25 25 25 15 30
15 15 20 20 20 20 12 25
15 15 25 25 25 25 15 25
12 12 20 20 20 20 12 20
35 35 35 35 35 35 70 70
35 35 35 35 35 35 50 50
10000 10000 10000 10000 10000 10000 10000 10000
20000 20000 20000 20000 20000 20000 20000 20000
2 2 2 2 2 2 2 2
si si si si si si si si
si si si si si si si si
blocco BD blocco BD blocco BD blocco BD blocco BD blocco BD blocco BDHP blocco BDHP
2 2 2 2 2 2 3,5 / 3 (capocorda) 3,5 / 3 (capocorda)
IP40 IP40 IP40 IP40 IP40 IP40 IP40 IP40
IP40 IP40 IP40 IP40 IP40 IP40 IP40 IP40
55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95%
30 30 30 30 30 30 30 30
-25 +60 -25 +60 -25 +60 -25 +60 -25 +60 -25 +60 -25 +60 -25 +60
145 (per polo) 145 (per polo) 145 (per polo) 145 (per polo) 145 (per polo) 145 (per polo) 250 (per polo) 250 (per polo)
C B D C C D C
1
2
3
4
6 6 6 6
10 10 10 10
13 13 13
16 16 16 16
20 20 20 20 20
25 25 25 25 25
32 32 32 32 32
40 40 40 40 40
50 50 50 50
63 63 63 63 63
80 80
100 100
125
Catalogo Tecnico 2012.indb 255 31/01/12 15.15
caratterIStIcHe Del nuovo cInematISmo DeglI InterruttorI comPattI mtc
La collocazione degli sganciatori nella parte anteriore con spire di soffio magnetico e celle spegniarco contrapposte consentono di ridurre significativamente
il tempo darco e le sollecitazioni del cortocircuito sul meccanismo. Si potuto cos dimezzare limpianto e alleggerire il meccanismo che presenta, per la
ridotta energia, tempi di prearco brevi. Il nuovo cinematismo stato dimensionato e ottimizzato da un sofisticato programma integrato di progettazione,
ingegnerizzazione e sperimentazione.
Leva di azionamento manuale con
posizione coerente con i contatti che
consente luso dellinterruttore come
sezionatore conformemente alla
Norma CEI 64-8
Cinematismo di scatto del tipo a
ginocchiera con acceleratore di
intervento in cortocircuito
Elettromagnete per intervento
istantaneo in cortocircuito
Contatti con pastiglie sinterizzate in
argento grafite
Spira di soffio magnetico dellarco
nella cella spegniarco
Celle spegniarco costituite da 12
lamelle in materiale ferromagnetico
Morsetti di tipo a mantello con
sistema di serraggio antiallentamento
COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI
Agente
Soluzione
salina
Acidi Basi Solventi
Olio
minerale
Raggi
UV
Concentrati Diluiti Concentrate Diluite Esano Benzolo Acetone Alcool
Resistenza Resistente
Resistenza
limitata
Resistente
Resistenza
limitata
Resistente Resistente
Resistenza
limitata
Resistenza
limitata
Resistenza
limitata
Resistente Resistente
256
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 256 31/01/12 15.15
Potenze DISSIPate e DeclaSSamentI
InterruttorI automatIcI magnetotermIcI comPattI mtc 45 - 60 - 100
Caratteristiche generali
La gamma di interruttori automatici magnetotermici compatti MTC caratterizzata dallo spazio ridotto occupato nel quadro e dalla componibilit totale
con ausiliari elettrici ed accessori modulari. possibile quindi centralizzare in spazi ridotti tutti gli apparecchi necessari a proteggere e controllare limpianto
elettrico utilizzatore. Le innovazioni hanno come base un nuovo cinematismo di azionamento dellinterruttore, brevetto mondiale GewIss che permette di
aumentare le ordinarie prestazioni riducendo lo spazio occupato del 50%. Il nuovo dispositivo consente di incorporare in un solo modulo da 18 mm un
interruttore bipolare con entrambi i poli protetti da sganciatore sia magnetico che termico.
Declassamento in temperatura
In situazioni impiantistiche dove la temperatura ambiente di valore superiore al riferimento normativo di 30C, gli interruttori automatici possono essere
soggetti ad interventi intempestivi, cio ad aperture inopportune, in quanto linnalzamento della temperatura viene interpretato quale sovracorrente.
Infatti la temperatura ambiente influenza la deformazione iniziale del bimetallo; ad una temperatura maggiore di 30 lo sganciatore termico interviene in
tempi pi brevi comportandosi come un rel con corrente nominale pi bassa.
Pertanto, indispensabile tener conto del declassamento della corrente nominale qualora linterruttore si trovi ad operare in un ambiente con temperatura
maggiore di 30. Le tabelle che seguono riportano le massime correnti di utilizzo riferite alle diverse temperature.
INTERRUTTORI MAGNETOTERMICI COMPATTI MTC 45 - 60 - 100
In (A)
Temperature
10C 20C 30C 40C 50C 60C
2 2,1 2,05 2 1,9 1,8 1,55
6 7,2 6,6 6 5,7 5,3 5
10 11,8 10,8 10 9,6 9,1 8,6
13 15 14 13 12,4 11,7 11
16 18,2 17,2 16 15,2 14,3 13,4
20 22,8 21,4 20 19,5 18,9 18,4
25 28,5 26,8 25 24 23 22
32 36,5 34,2 32 30,8 29,5 28.8
Il declassamento per installazioni in cassette con grado di protezione superiore a IP54 impone di moltiplicare i valori di corrente gi declassati per il coefficiente 0,7.
Potenza dissipata per polo
La seguente tabella riporta i valori di potenza dissipata dagli interruttori automatici MTC al fine di consentire la verifica dei valori di sovratemperatura
allinterno di un quadro in coerenza a quanto previsto dalle norme EN 60439 e CEI 17 - 43; permette inoltre di verificare che la potenza dissipata dagli
apparecchi sia inferiore o uguale a quella che il centralino in grado di dissipare secondo le disposizioni delle norme CEI 23 - 49 e CEI 23 - 51.
INTERRUTTORI MAGNETOTERMICI COMPATTI MTC 45 - 60 - 100
In (A)
2 6 10 13 16 20 25 32
Polo N Polo N Polo N Polo N Polo N Polo N Polo N Polo N
R (m) 450 1,07 29,4 2,6 20,3 2,6 14,2 2,6 8,7 2,6 5,7 2,6 5,3 2,6 3,4 2,6
P (W) 1,8 0,04 1,06 0,09 2,03 0,26 2,4 0,44 2,22 0,67 2,27 1,04 3,34 2 3,45 2,66
257
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 257 31/01/12 15.15
Potenze DISSIPate e DeclaSSamentI
InterruttorI automatIcI magnetotermIcI mt 60 - mt 100 - mt 250
Caratteristiche generali
La gamma degli interruttori automatici magnetotermici MT, grazie a completezza di gamma e prestazioni elevate, consente di completare la realizzazione
di impianti elettrici per i quali non sufficiente il solo utilizzo degli MTC.
La serie MT, con corrente nominale da 1 a 63A, curve B, C e D, potere di interruzione di 6, 10 e 25 kA, in grado di soddisfare le esigenze installative nei settori
terziario, terziario avanzato ed industriale. In virt della componibilit totale con i blocchi differenziali, gli ausiliari elettrici e gli accessori modulari, la serie
MT garantisce una soluzione ottimale in qualsiasi contesto impiantistico.
DECLASSAMENTO IN TEMPERATURA MT 60 - 100 - 250
In (A)
Temperature (C)
15 20 30 40 50 60
1 1.07 1.04 1.00 0.97 0.93 0.90
2 2.14 2.07 2.00 1.93 1.86 1.79
3 3.21 3.11 3.00 2.90 2.79 2.69
4 4.28 4.14 4.00 3.86 3.72 3.58
6 7 6.67 6.00 5.52 4.84 3.96
10 11.2 10.8 10.0 8.9 7.95 7.16
13 14.4 13.9 13.0 11.9 10.9 10
16 17.6 17.1 16.0 14.9 13.9 12.8
20 22 21.3 20.0 17.8 16.1 15.1
25 28.2 27.1 25.0 23.4 21.3 18.8
32 37 35.3 32.0 30.8 27.8 23.1
40 45 43.3 40.0 34.8 30 28
50 57.5 55 50.0 46.7 42.1 36.3
63 70 67.7 63.0 59.9 52.7 41.25
POTENZA DISSIPATA PER POLO MT 60 - 100 - 250
In (A)
Caratteristica di intervento
B C D
P (W) R (m) P (W) R (m) P (W) R (m)
1 - - 2.20 2200 - -
2 - - 2.70 675 - -
3 - - 2.30 256 - -
4 - - 2.20 138 - -
6 1.42 39 1.42 39 0.80 22
10 2.13 21 2,13 21 1.20 12
13 2.1 12.4 2.1 12.4 1.3 7.7
16 2.80 11 2.80 11 1.60 6.3
20 2.56 6.4 2.56 6.4 2.10 5.3
25 3.10 5 3.10 5 2.00 3.2
32 3.00 2.9 3.00 2.9 2.40 2.4
40 3.10 1.9 3.10 1.9 2.70 1.7
50 3.87 1.5 3.87 1.5 - -
63 4.51 1.2 4.51 1.2 - -
InterruttorI magnetotermIcI alte PreStazIonI mtHP 160 - mtHP 250
Caratteristiche generali
La gamma degli interruttori automatici magnetotermici MTHP, grazie a completezza di gamma e prestazioni elevate, consente di completare la realizzazione
di impianti elettrici per i quali non sufficiente il solo utilizzo degli MTC ed MT. La serie MTHP, con corrente nominale da 20 a 125A, curve C e D, potere di
interruzione di 10 e 25 kA, in grado di soddisfare le esigenze installative nei settori terziario, terziario avanzato ed industriale. In virt della componibilit totale
con i blocchi differenziali, gli ausiliari elettrici e gli accessori modulari, la serie MTHP garantisce una soluzione ottimale in qualsiasi contesto impiantistico.
DECLASSAMENTO IN TEMPERATURA MTHP 160 - 250
In (A)
Temperature
20C 30C 40C 50C 60C
20 21 20 17,5 16 15
25 26 25 24 22 19
32 35 32 30 28 23
40 42 40 35 33 28
50 55 50 47 42 36
63 66 63 59 53 48
80 85 80 75 70 63
100 107 100 93 87 78
125 135 125 115 107 97
POTENZA DISSIPATA PER POLO (W) MTHP 160 - 250
In (A)
20 25 32 40 50 63 80 100 125
Potenza dissipata W/polo
MTHP 250 2,8 2,7 3,1 3,5 4,2 5,6 - - -
MTHP 160 - - - - - 5,6 5,6 7,4 11
258
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 258 31/01/12 15.15
curve caratterIStIcHe
curve DI Intervento (en 60898)
MTC 45 - 60 - 100 Curva C
MT 60 - 100 - 250 Curva C
MTHP 160 - 250 Curva C
MT 60 - 100 Curva B
MTC 60 Curva B
20
MT 60 - 100 Curva D
MTHP 160 Curva D
259
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 259 31/01/12 15.15
MTC 45 - Versioni 1P+N, 2P - 230V MTC 45 - Versioni 1P, 3P, 4P - 230/400V e 2P - 400V
MTC 60 - Versioni 1P, 3P, 4P - 230/400V e 2P - 400V MTC 60 - Versioni 1P+N, 2P - 230V
MTC 100 - Versioni 1P+N, 2P - 230V
curve caratterIStIcHe
260
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 260 31/01/12 15.15
MT 60 - Curva C 1P + N 2P 230V
MT 60 - Curva B 2P 230V
MT 60 - Curva C 2P 400V
MT 60 - Curva B 2P 400V
MT 60 - Curva C 1P - 230V 3P e 4P 400V
MT 60 - Curva B 1P-230V 3P e 4P 400V
curve DellenergIa SPecIfIca PaSSante - InterruttorI moDularI mt 60
I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s)
Icc (A) Icc (A) Icc (A)
I
2
t (A
2
s)
I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s)
Icc (A) Icc (A) Icc (A)
I
2
t (A
2
s)
261
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 261 31/01/12 15.15
MT 60 - Curva D 2P 230V
MT 100 - Curva C - B 1P 230V 3P e 4P 400V
MT 60 - Curva D 2P 400V
MT 100 - Curva C - B 2P 230V
MT 60 - Curva D 1P - 230V 3P e 4P 400V
MT 100 - Curva C - B 2P 400V
curve DellenergIa SPecIfIca PaSSante - InterruttorI moDularI mt 60 - mt 100
MT100 CURVA C - B 2P 230V
100
1000
10000
100000
1000000
Icc (A)
I

t

(
A

s
)
13/16A
20A
25A
50/63A
32/40A
6A
10A
I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s)
Icc (A) Icc (A) Icc (A)
I
2
t (A
2
s)
I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s)
Icc (A) Icc (A) Icc (A)
I
2
t (A
2
s)
262
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 262 31/01/12 15.15
MT 100 - Curva D 1P-230V 3P e 4P 400V
MT 250 - Curva C 1P-230V 3P e 4P 400V
MT 100 - Curva D 2P 230V
MT 250 - Curva C 2P 230V
MT 100 - Curva D 2P 400V
MT 250 - Curva C 2P 400V
curve DellenergIa SPecIfIca PaSSante - InterruttorI moDularI mt 100 - mt 250
I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s)
I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s)
Icc (A) Icc (A)
Icc (A)
Icc (A) Icc (A) Icc (A)
263
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 263 31/01/12 15.15
MTHP250 - Curva C 2P 230V
MTHP160 - Curva C-D 2P 230V
MTHP250 - Curva C 2P 400V
MTHP160 - Curva C-D 2P 400V
MTHP250 - Curva C 1P 230V 3P 4P 400V
MTHP160 - Curva C-D 1P 230V 3P 4P 400V
curve DellenergIa SPecIfIca PaSSante - InterruttorI moDularI mtHP 250
I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s)
I
2
t (A
2
s)
Icc (A) Icc (A) Icc (A)
I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s) I
2
t (A
2
s)
Icc (A) Icc (A) Icc (A)
curve DellenergIa SPecIfIca PaSSante - InterruttorI moDularI mtHP 160
264
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 264 31/01/12 15.15
MTC - Versione 1P + N 2P 230V
MT - Versione 1P + N 2P 230V
MTC - Versione 1P 230V - 2P 3P 4P 400V
MT - Versione 1P 230V - 2P 3P 4P 400V MTHP - Versione 1P 230V - 2P 3P 4P 400V
curve DI lImItazIone Della corrente DI creSta
10 1
1
10
10 1
1
10
Corrente di cresta (kA)
Corrente di cresta non limitata Corrente di cresta non limitata
Corrente di cresta (kA)
Corrente di c.to c.to presunta (kA)
10 30
1
1
10
10 30
1
1
10
10 1
1
10
Corrente di c.to c.to presunta (kA) Corrente di c.to c.to presunta (kA) Corrente di c.to c.to presunta (kA)
Corrente di cresta (kA)
Corrente di cresta non limitata
Corrente di cresta (kA)
Corrente di cresta non limitata
Corrente di cresta (kA)
Corrente di cresta non limitata
Corrente di c.to c.to presunta (kA)
265
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 265 31/01/12 15.15
taBelle DI BackuP
taBella DI Back-uP - 400 vac a monte - 400 vac a valle (en 60947-2)
monTe
VaLLe
400v (ac)
SerIe mt60 mt100 mt250 mtHP160 mtHP250 mtX 160c
4
0
0
v

(
a
c
)
Serie
In [A] 163 125 3263 620 25 3263 63125 2063 160
Icu [kA] 10 15 12,5 25 20 15 16 25 16 25 36
mtc 60/mDc60 632 6 10 12 10 15 15 12 10 10 10 10 10
mt 60 163 10 15 12 18 18 15 16 20 16 20 20
mt 100
125 15 25 20 16 25 16 25 25
3263 12,5 25 20 15 16 20 16 25 25
mt 250
620 25 36
25 20 25 25 25
3263 15 16 20 16 25 25
mtHP 160 63125 16
mtHP 250 2063 25
mtX160c 160
16 25 36
25 36
36
mtXe 160 160
36
50
70
mtX 250 250
36
50
mtX/e 320 320
36
50
70
120
mtX/e 630 630
36
50
70
120
mtX/e 1000 1000
36
50
70
100
taBella DI Back-uP - 400 vac a monte - 230 vac a valle (en 60947-2)
monTe
VaLLe
400V (AC)
SerIe mt60 mt100 mt250
2
3
0
v

(
a
c
)
Serie
In [A] 163 125 3263 620 25 3263
Icu [kA] 10 15 12,5 25 20 15
MTC/MDC60 632 7,5 10 10 10 15 15 10
MTC/MDC100 632 10 15 12,5 17,5 17,5 12,5
MT60
163 (1P+n) 10 15 12,5 17,5 17,5 12,5
163 (2P) 20 25
mt100
125 30
3263 25
mt250
620 50
25 40
3240 30
5063 25
mtHP160 63125 20
mtHP250 2063 50
Nota: Valori in kA
266
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 266 31/01/12 15.15
taBella DI Back-uP - 400 vac a monte - 400 vac a valle (en 60947-2)
400v (ac)
mtXe 160 mtX 250 mtX/e 320 mtX/e 630 mtX/e 1000 mtSe 1600
160 250 320 630 1000 1600
36 50 70 36 50 36 50 70 120 36 50 70 120 36 50 70 100 50 65 100
10 10 10 10 10 10 10
20 20 20 16 16 20 20 20 20
25 30 30 25 30 25 25 25 30
25 25 25 20 25 25 25 25 30
30 36 36 30 30 30 30 30 30
30 36 36 25 25 25 30 30 30
25 25 30 20 20 20 25 25 25
25 25 30 20 20 20 25 25 25
30 30 36 30 30 30 30 30 30
36 50 70 36 50 30 36 40 50 30 36 40 50 30 36 40 50
36 50 70 36 50 36 40 65 85 36 40 65 85 36 50 65 70 50 50 50
50 70 50 50 65 100 50 65 100 50 65 70 50 50 50
50 70 50 50 65 100 50 65 100 50 65 85 50 65 85
70 100 70 100 70 85 65 85
120 120 85 85
50 50 65 100 50 65 100 50 65 100 50 50 50
70 100 70 100 70 100 65
50 65 100 50 65 100 50 65 65 50 50 65
70 100 70 100 70 85 65 85
120 120 100 100
50 65 100 50 65 85 50 50 65
70 100 70 85 65 85
120 100 100
50 65 70 40 40 50
70 85 85
100
taBella DI Back-uP - 400 vac a monte - 230 vac a valle (en 60947-2)
400V (AC)
mtHP160 mtHP250 mtX 160c mtX/e 160 mtX 250
63125 2063 160 160 250
16 25 16 25 36 36 50 70 36 50
10 17,5 10 12,5 16 10 16 16 10 16
12,5 20 16 16 16 16 16 16 16 16
12,5 20 16 16 16 16 16 16 16 16
25 25 30 25 30 30 25 30
36 36 40 50 36 40
36 36 40 50 36 40
50 50 50
36 36 50 50 36 50
36 36 36 50 36 36
25 36 36 25 36
267
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 267 31/01/12 15.15
taBelle DI SelettIvIt
monte
mtX 160c mtXe 160 mtX 250
Tm1 seP/1 Tm1
Valle Curva In 16 20 25 32 40 50 63 80 100 125 160 10 25 63 100 160 63 80 100 125 160
m
t
c

4
5
m
D
c

4
5
c
6 T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
10 3 3 3 3 T 5 T T T T T T T T T T T T T
16 3 3 T 4,5 T T T T T T T T T T T T
20 3 3 3,5 T T T T T T T T 5,5 T T T
25 3 3,5 5,5 T T T T T T T 5,5 T T T
32 3 4,5 T T T T T T 4,5 T T T
m
t
c

6
0
/
1
0
0
m
D
c

6
0
/
1
0
0
B/c
6 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 T T T T T T T T T T T T T T
10 3 3 3 4,5 5 8,5 T T T T T T T 7,5 8,5 T T T
16 3 3 4,5 4,5 7,5 T T T T T T 5 7,5 T T T
20 3 3 3,5 5,5 T T T T T T 5 5,5 T T T
25 3 3,5 5,5 T T T T T T 5 5,5 T T T
32 3 4,5 5,5 T T T T T 4,5 7 T T
m
t

6
0
B/c
1 T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
2 T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
3 T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
4 T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
6 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 T T T T T T T T T T T T T T
10 3 3 3 4,5 5,5 8,5 T T T T T T T 7,5 8,5 T T T
16 3 4,5 4,5 7,5 T T T T T T 5 7,5 T T T
20 3 3,5 5,5 7,5 T T T T T 5 5,5 T T T
25 3,5 5,5 7,5 T T T T T 5 5,5 T T T
32 4,5 7 T T T T T 4,5 7 T T
40 7 T T T T 7 T T
50 6 T T T 6 T
63 T T T
m
t

6
0
D
6 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 T T T T T T T T T T T T T T
10 3 3 3 3 5 7 T T T T T T T 5 8,5 T T T
16 2 2 3 5 8 T T T T T 3 5 8 T T
20 2 3 4,5 6,5 T T T T T 3 4,5 6,5 T T
25 2,5 4 6 8 T T T T 2,5 4 6 9,5 T
32 4 6 8 T T T T 4 6 9,5 T
40 5 8 T T T 5 8 T
m
t

1
0
0
B/c
6 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 10,5 T T T T T T T T 10,5 T T T T
10 3 3 3 3 5,5 8,5 T T T T T T T 7,5 8,5 T T T
16 3 3 4,5 7,5 12 T T T T T 5 7,5 12 T T
20 2,5 3,5 5,5 7,5 T T T T T 5 5,5 8 T T
25 3,5 5,5 7,5 T T T T T 5 5,5 8 T T
32 4,5 7 12 T T T T 4,5 7 12 T
40 7 12 T T T 7 12 T
50 6 10,5 10,5 10,5 6 10,5
63 10,5 10,5 10,5
m
t

1
0
0
D
6 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 10,5 T T T T T T T T 10,5 T T T T
10 3 3 3 3 5 8,5 T T T T T T T 5 8,5 T T T
16 2 2 3 5 8 13,5 T T T T 3 5 8 13,5 T
20 2 3 4,5 6,5 11 T T T T 3 4,5 6,5 11 T
25 2,5 4 6 9,5 T T T T 2,5 4 6 9,5 T
32 4 6 9,5 T T T T 4 6 9,5 T
40 5 8 T T T 5 8 T
268
SerIe 90 mcB
Note: T= selettivit totale - Valori limite di selettivit in kA.
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 268 31/01/12 15.15
monte
mtX 250 mtX 320 mtXe 320 mtX 630 mtXe 630 mtX 1000 mtXe 1000 mtSe 1600
Tm1 Tm2 seP/1 - seP/2 Tm2 seP/1 - seP/2 Tm2 seP/1 - seP/2 seP/a - seP/B
200 250 100 125 160 200 250 100 160 250 320 320 400 500 400 630 630 800 630 800 1000 1000 1250 1600
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
269
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 269 31/01/12 15.15
taBelle DI SelettIvIt
monte
mtX 160c mtXe 160 mtX 250
Tm1 seP/1 Tm1
Valle Curva In 16 20 25 32 40 50 63 80 100 125 160 10 25 63 100 160 63 80 100 125 160
m
t

2
5
0
c
6 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 5,5 10,5 T T T T T T T T 10,5 T T T T
10 3 3 3 3 3 5,5 8,5 T T T T T T T 7,5 8,5 T T T
16 3 3 4,5 7,5 12 T T T T T 5 7,5 12 T T
20 2,5 3,5 5,5 7,5 T T T T T 5 5,5 8 T T
25 3,5 5,5 7,5 T T T T T 5 5,5 8 T T
32 4,5 7 12 T T T T 4,5 7 12 T
40 7 12 T T T 7 12 T
50 6 10,5 10,5 10,5 6 10,5
63 10,5 10,5 10,5
m
t
H
P

1
6
0
c
80 6 6
100
125
m
t
H
P

1
6
0
D
80 6 7,5 7,5 9,5
100 6 6
125
m
t
H
P

2
5
0
c
20 5,5 5,5 T T T T T T T T 2,5 5,5 8 T T
25 3,5 5,5 7,5 T T 3,5 7,5 T 5 8 T T
32 4,5 7 T T 7 T 4,5 7 T T
40 7 T T 7 T 7 T T
50 6 T T 6 T
63 T T 10
m
t
X

1
6
0
c
16 3 3 3 3 3
20 3 3 3 3 3
25 3 3 3 3 3
32 3 3 3 3
40 3 3 3 3
50 3 3 3 3
63 3 3 3
80 3
100
125
160
m
t
X
e

1
6
0
10
25
63
100
160
m
t
X

2
5
0
63 3
80 3
100
125
160
200
250
270
SerIe 90 mcB
Note: T= selettivit totale - Valori limite di selettivit in kA.
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 270 31/01/12 15.15
monte
mtX 250 mtX 320 mtXe 320 mtX 630 mtXe 630 mtX 1000 mtXe 1000 mtSe 1600
Tm1 Tm2 seP/1 - seP/2 Tm2 seP/1 - seP/2 Tm2 seP/1 - seP/2 seP/a - seP/B
200 250 100 125 160 200 250 100 160 250 320 320 400 500 400 630 630 800 630 800 1000 1000 1250 1600
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
9,5 T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
9,5 T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T 6 T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T T
4 5 10 10 10 10 10 10 10 10 10 T T T T T T T T T T T T T
4 5 10 10 10 10 10 10 10 10 10 T T T T T T T T T T T T T
4 5 10 10 10 10 10 10 10 10 10 T T T T T T T T T T T T T
4 5 10 10 10 10 10 10 10 10 10 T T T T T T T T T T T T T
4 5 10 10 10 10 10 10 10 10 10 T T T T T T T T T T T T T
4 5 10 10 10 10 10 10 10 10 10 T T T T T T T T T T T T T
4 5 10 10 10 10 10 10 10 10 T T T T T T T T T T T T T
4 5 10 10 10 10 10 10 T T T T T T T T T T T T T
5 10 10 10 10 10 10 T T T T T T T T T T T T T
10 10 10 10 T T T T T T T T T T T T T
10 10 T T T T T T T T T T T T T
3 4 25 25 25 25 25 25 25 25 25 T T T T T T T T T T T T T
3 4 25 25 25 25 25 25 25 25 25 T T T T T T T T T T T T T
3 4 25 25 25 25 25 25 25 T T T T T T T T T T T T T
3 4 25 25 25 25 T T T T T T T T T T T T T
3 4 25 25 T T T T T T T T T T T T T
4 5 7 7 7 7 7 7 7 7 25 25 25 25 25 T T T T T T T T
4 5 7 7 7 7 7 7 25 25 25 25 25 T T T T T T T T
4 5 7 7 7 7 7 7 25 25 25 25 25 40 T 40 T T T T T
7 7 7 20 20 20 20 20 36 T 36 T T T T T
7 7 20 20 20 36 T 36 T T T T T
7 20 20 30 T 30 T T T T T
20 20 30 40 30 40 40 T T T
271
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 271 31/01/12 15.15
ProtezIone DeI cIrcuItI DI IllumInazIone
DetermInazIone Della corrente nomInale DellInterruttore
Per scegliere la corrente nominale dellinterruttore automatico pi adeguata alla protezione dei circuiti di illuminazione necessario conoscere la corrente
di impiego, fornita dal costruttore di apparecchi illuminanti o calcolata in funzione del tipo di lampada e dei relativi dati tecnici (potenza nominale, tensione
di alimentazione e fattore di potenza).
Una volta nota la corrente di impiego, linterruttore deve essere scelto nella versione con corrente nominale immediatamente superiore a questo valore.
Nelle tabelle che seguono si riportano il numero di lampade massimo che possono essere protette in funzione della corrente nominale. Infine, si raccomanda
di scegliere, in entrambi i casi, un interruttore con caratteristica di intervento curva C.
DISTRIBUZIONE MONOFASE 230 V a.c. - DISTRIBUZIONE TRIFASE CON NEUTRO 400 V a.c.
(1)
Corrente nominale In (A): 6 10 13 16 20 25 32 40 50 63 80 100 125
Lampade
FLUORESCENTI
Potenza
lampada (W)
Numero di lampade per fase
Singola
non rifasata
(cos = 0,6)
18 24 36 61 79 98 122 153 196 245 306 386 490 613
36 12 18 30 39 49 61 76 98 122 153 193 245 306
58 7 11 19 24 30 38 47 60 76 95 119 152 190
Singola
rifasata
(cos = 0,86)
(2)
18 35 52 87 114 140 175 219 281 351 439 553 703 879
36 17 26 43 57 70 87 109 140 175 219 276 351 439
58 10 16 27 35 43 54 68 87 109 136 171 218 272
Doppia
rifasata
(cos = 0,86)
(2)
2x18 17 26 43 57 70 87 109 140 175 219 276 351 439
2x36 8 13 21 28 35 43 54 70 87 109 138 175 219
2x58 5 8 13 17 21 27 34 43 54 68 85 109 136
(1)
Collegamento a stella
(2)
I valori riportati sono validi per lampade con reattore induttivo e starter. Nel caso di lampade con alimentatore elettronico si dimezza il numero di lampade indicato
DISTRIBUZIONE TRIFASE 230 V a.c. E 400 V a.c.
(3)
Lampade
A SCARICA
Potenza (W)
(4)
Corrente In (A)
Lampada
a vapori di
mercurio
700 6
1000 10
2000 16
Lampada
a ioduri metallici
375 6
1000 10
2000 16
Lampada a vapori
di sodio ad alta
pressione
400 6
1000 10
(3)
Con reattore rifasato o non rifasato, collegamento a stella o a triangolo
(4)
I valori indicati si riferiscono ai valori massimi per ogni partenza
272
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 272 31/01/12 15.15
MTC 45 - MTC 60 - MTC 100
taBelle DImenSIonalI
MT 60 - MT 100 - MT 250
1P = 18 mm
2P = 36 mm
3P = 54 mm
4P = 72 mm
MTHP 160 - MTHP 250
IP IP
1P = 27 mm
2P = 51 mm
3P = 81 mm
4P = 108 mm
273
SerIe 90 mcB
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 273 31/01/12 15.15
274
Catalogo Tecnico 2012.indb 274 31/01/12 15.15
InterruttorI magnetotermIcI DIfferenzIalI comPattI mDc
275
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
TIPO MDC 45 MDC 60 MDC 100
Norma di riferimento EN 61009-1 EN 61009-1 EN 61009-1
Corrente nominale (In) (A) 6-32 6-32 6-32
Categoria di impiego A A A
Tensione nominale di impiego (Ue) (V a.c.) 230/400 230/400 230 (*)
Tensione di isolamento (Ui) (V) 500 500 500
Frequenza nominale (Hz) 50 50 50
Numero di poli 1P+N, 2 3, 4 1+N 2 3,4 1+N, 2
P
O
T
E
R
E

D
I

I
N
T
E
R
R
U
Z
I
O
N
E
Corrente alternata IEC 61009 - EN 61009 (A)
Icn 4500 6000 10000
Ics 1 Icn 1 Icn 0,75 Icn
Corrente alternata IEC 60947-2 - EN 60947-2 (kA) Ue (V)
Icu
230 6 6 7,5 7,5 10 10
400 4, 5 6
Ics 100% Icu 75% Icu 75% Icu
Corrente differenziale nominale di intervento Tipo
In (mA) AC 30 30 30
300 300 300
A 30 30 30
300 300 300
A[IR] - 30 30
A[S] - 300 -
Livello di immunit (8/20 s) (A)
250
250 (per i tipi AC ed A)
3000 (per tipi A[IR] e A[S])
250 (per i tipi AC ed A)
3000 (per tipo A[IR])
Potere di interruzione e chiusura diff. nominale (Im) (A) Icn interruttore 4500 4500
Tensione di funzionamento tasto prova (V) 170440 170440 170440
Collegamento
sezione
cavo (mm
2
)
rigido 35 35 35
flessibile 35 35 35
Durata elettrica (numero di cicli O-C) 10000 10000 10000
Durata meccanica (numero di cicli O-C) 20000 20000 20000
Numero massimo accessori impiegabili 2 2 2
Sezionamento visualizzato si si si
Coppia nominale di serraggio (Nm) 2 2 2
Grado di protezione
morsetti (con coprimorsetti) IP40 IP40 IP40
altre parti IP40 IP40 IP40
Tropicalizzazione 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95%
Temperatura di riferimento (C) 30 30 30
Temperatura di impiego (C) -25 +40 -25 +40 -25 +40
Peso per polo (g) 115 120 120
Curva C C B C B
Correnti nominali disponibili (In) (A) 6 6 6 6 6
10 10 10 10 10
13 13 13 13 13
16 16 16 16 16
20 20 20 20 20
25 25 25 25 25
32 32 32 32 32
(*) interruttori 2P funzionanti a 110V disponibili a richiesta
DatI tecnIcI
Catalogo Tecnico 2012.indb 275 31/01/12 15.15
BloccHI DIfferenzIalI BD
276
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
TIPO BD
Norma di riferimento EN 61009-1 app. G
Tipo AC A A[IR] A [S]
Tensione nominale di impiego (Ue) (V a.c.) 230/400 230/400 230/400 230/400
Tensione di isolamento (Ui) (V) 500 500 500 500
Frequenza nominale (Hz) 50 50 50 50
Numero di poli 2 3, 4 2, 3, 4 2, 3, 4 2, 3, 4
Corrente differenziale nominale di intervento
(mA)
In In In In
In
10

25
30

25, 63

25, 63

63
100
300

25, 63

25, 63

63
500

25, 63

25, 63
1000

63
regolabile
Regolazioni disponibili
In (mA)
t (ms)
Livello di immunit (8/20 s) (A) 250 250 3000 3000
Potere di interruzione e chiusura diff. nominale (Im) (A) Icn dispositivo associato Icn dispositivo associato Icn dispositivo associato Icn dispositivo associato
Tensione di funzionamento tasto prova (V) 170440 170440 170440 170440
Collegamento
sezione
cavo (mm
2
)
rigido
35 35 35 35
flessibile
35 35 35 35
Coppia nominale di serraggio (Nm) 2 2 2 2
Alimentazione monte/valle si si si si
Grado di protezione
morsetti (con coprimorsetti) IP40 IP40 IP40 IP40
altre parti IP40 IP40 IP40 IP40
Tropicalizzazione 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95%
Temperatura di impiego (C) -25 +40 -25 +40 -25 +40 -25 +40
Peso per polo (g) 100 100 100 100
DatI tecnIcI
Catalogo Tecnico 2012.indb 276 31/01/12 15.15
277
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
BDHP BDHP REGOLABILE
EN 61009-1 app. G EN 60947-2 app. G
AC A A [S] A
230/400 230/400 230/400 230/400
500 500 500 500
50 50 50 50
2, 3, 4 2, 3, 4 2, 3, 4 4
In In In In

125

125

125

125

125

125

125

125

125
300, 500, 1000, 3000
0, 60, 150
250 250 3000 3000
Icn dispositivo associato Icn dispositivo associato Icn dispositivo associato Icu dispositivo associato
170440 170440 170440 170440
70 70 70 70
50 50 50 50
3,5 / 3 (capocorda) 3,5 / 3 (capocorda) 3,5 / 3 (capocorda) 3,5 / 3 (capocorda)
si si si si
IP40 IP40 IP40 IP40
IP40 IP40 IP40 IP40
55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95%
-25 +40 -25 +40 -25 +40 -25 +40
200 200 200 200
Catalogo Tecnico 2012.indb 277 31/01/12 15.15
InterruttorI DIfferenzIalI PurI SD
278
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
TIPO SD
Norma di riferimento EN 61008-1
Tipo AC
Corrente nominale (In) (A) 25 40 63 80
Tensione nominale di impiego (Ue) 2P (V a.c.) 230 230 230 230
4P 400 400 400 400
Tensione di isolamento (Ui) (V) 500 500 500 500
Frequenza nominale (Hz) 50 50 50 50
Numero di poli 2 4 2 4 2 4 2 4
Corrente differenziale nominale di intervento (tra parentesi il n di moduli)
In (mA) 10
(2)
30
(2) (3, 4) (2) (3, 4) (2) (4) (2) (4)
100
(2) (4) (2) (3, 4) (2) (4) (2) (4)
300
(2) (3, 4) (2) (3, 4) (2) (4) (2) (4)
500
(2) (3, 4) (2) (4)
Livello di immunit (8/20 s) (A) 250 250 250 250
Potere di interruzione e chiusura diff. nominale (Im) (A) 630 630 630 800
Tensione di funzionamento tasto prova (V) 2P 100253 100253 100253 100253
4P 170440 170440 170440 170440
Collegamento
sezione
cavo (mm
2
)
rigido 35 35 35 35
flessibile 35 ( 25 4P 3M) 35 ( 25 4P 3M) 35 35
Coppia nominale di serraggio (Nm): 2 2 2 2
Alimentazione monte/valle si si si si
Grado di protezione IP20 IP20 IP20 IP20
Tropicalizzazione 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95%
Temperatura di impiego (C) -25 +40 -25 +40 -25 +40 -25 +40
Peso per polo (g) 95 95 95 95
Corrente di cto-cto condizionata differenziale nominale
con magnetotermici (Ic) (kA)
2P 4P 2P 4P 2P 4P 2P 4P
MTC45 4,5 4,5 4,5 4,5
MTC60 6 6 6 6
MT60 6 6 6 6 6 6
MT100 10 10 10 10 10 10
MT250 10 10 10 10 10 10
MTHP160 10 10 10 10
MTHP250 10 10 10 10 10 10
Corrente di cto-cto condizionata differenziale
nominale con fusibile
Ic (A) 2P 6000 (gL 63A) 6000 (gL 63A) 6000 (gL 63A) 6000 (gL 80A)
4P 3 mod. 6000 (gL 63A) 6000 (gL 63A)
4P 4 mod. 10000 (gL 80A) 10000 (gL 80A) 10000 (gL 80A) 10000 (gL 80A)
DatI tecnIcI
Catalogo Tecnico 2012.indb 278 31/01/12 15.15
279
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
SD
EN 61008-1
AC A
100 125 25 40 63 80 100 125
230 230 230 230 230 230
400 400 400 400 400 400 400 400
500 500 500 500 500 500 500 500
50 50 50 50 50 50 50 50
2 4 4 2 4 2 4 2 4 2 4 2 4 4
(2) (3)
(2) (4) (4) (2) (3, 4) (2) (3, 4) (2) (4) (2) (4) (2) (4) (4)
(2) (4) (2) (4) (2) (3, 4) (2) (4) (2) (4) (4)

(2) (4) (4) (2) (3, 4) (2) (3, 4) (2) (4) (2) (4) (2) (4) (4)
(4) (4) (2) (3, 4) (2) (4) (4) (4)
250 250 250 250 250 250 250 250
1000 1250 630 630 630 800 1000 1250
100253 100253 100253 100253 100253 100253
170440 220415 170440 170440 170440 170440 170440 220415
35
50 (4P)
35 35 35 35 35
50 (4P)
35 35 ( 25 4P 3M) 35 ( 25 4P 3M) 35 35 35
2 3 2 2 2 2 2 3
si si si si si si si si
IP20 IP20 IP20 IP20 IP20 IP20 IP20 IP20
55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95%
-25 + 40 -25 + 40 -25 + 40 -25 + 40 -25 + 40 -25 + 40 -25 + 40 -25 + 40
95 95 95 95 95 95 95 95
2P 4P 4P 2P 4P 2P 4P 2P 4P 2P 4P 2P 4P 4P
4,5 4,5 4,5 4,5
6 6 6 6
6 6 6 6 6 6
10 10 10 10 10 10
10 10 10 10 10 10
10 10 10 10 10 10 10 10 10 10
10 10 10 10 10 10
6000 (gL 100A) 6000 (gL 63A) 6000 (gL 63A) 6000 (gL 63A) 6000 (gL 80A) 6000 (gL 100A)
6000 (gL 63A) 6000 (gL 63A)
10000 (gL 100A) 10000 (gL 125A) 10000 (gL 80A) 10000 (gL 80A) 10000 (gL 80A) 10000 (gL 80A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 125A)
Catalogo Tecnico 2012.indb 279 31/01/12 15.15
280
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
TIPO SD
Norma di riferimento EN 61008-1
Tipo A [IR]
Corrente nominale (In) (A) 25 40 63 100
Tensione nominale di impiego (Ue) 2P (V a.c.) 230 230 230 230
4P 400 400 400 400
Tensione di isolamento (Ui) (V) 500 500 500 500
Frequenza nominale (Hz) 50 50 50 50
Numero di poli 2 4 2 4 2 4 2 4
Corrente differenziale nominale di intervento (tra parentesi il n di moduli)
immunizzati (IR) 30
(2) (4) (2) (4) (2) (4) (2) (4)
300
(4) (4) (4) (4)
500
selettivi (S) 300
Livello di immunit (8/20 s) (A) 3000 3000 3000 3000
Potere di interruzione e chiusura diff. nominale (Im) (A) 630 630 630 1000
Tensione di funzionamento tasto prova 2P (V) 100253 100253 100253 100253
4P 170440 170440 170440 170440
Collegamento
sezione
cavo (mm
2
)
rigido 35 35 35 35
flessibile 35 35 35 35
Coppia nominale di serraggio (Nm): 2 2 2 2
Alimentazione monte/valle si si si si
Grado di protezione IP20 IP20 IP20 IP20
Tropicalizzazione 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95%
Temperatura di impiego (C) -25 +40 -25 +40 -25 +40 -25 +40
Peso per polo (g) 95 95 95 95
Corrente di cto-cto condizionata differenziale nominale
con magnetotermici (Ic) (kA)
2P 4P 2P 4P 2P 4P 2P 4P
(kA) MTC45 4,5 4,5 4,5 4,5
MTC60 6 6 6 6
MT60 6 6 6 6 6 6
MT100 10 10 10 10 10 10
MT250 10 10 10 10 10 10
MTHP160 10 10 10 10
MTHP250 10 10 10 10 10 10
Corrente di cto-cto condizionata differenziale
nominale con fusibile
Ic (A) 2P 6000 (gL 63A) 6000 (gL 63A) 6000 (gL 63A) 6000 (gL 100A)
4P 10000 (gL 80A) 10000 (gL 80A) 10000 (gL 80A) 10000 (gL 100A)
Catalogo Tecnico 2012.indb 280 31/01/12 15.15
281
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
SD
EN 61008-1 EN 61008-1
A[S] B[IR] B[S]
40 63 80 100 25 40 63 80 63 80
230 230 230 230 230 230 - - - -
400 400 400 400 400 400 400 400 400 400
500 500 500 500 500 500 500 500 500 500
50 50 50 50 50 / 60 50 / 60 50 / 60 50 / 60 50 / 60 50 / 60
2 4 2 4 2 4 2 4 2 4 2 4 4 4 4 4
(4) (4) (4) (4) (4) (4)
(4) (4) (4) (4) (4) (4)
(4)
(2) (4) (2) (4) (2) (4) (2) (4) (4) (4)
3000 3000 3000 3000 3000 3000 3000 3000 5000 5000
630 630 1000 (2P) - 800 (4P) 1000 800 800 800 800 800 800
100253 100253 100253 100253 150440 150440 - - - -
170440 170440 170440 170440 150440 150440 150440 150440 150440 150440
35 35 35 35 25 25 25 25 25 25
35 35 35 35 25 25 25 25 25 25
2 2 2 2 2,5 2,5 2,5 2,5 2,5 2,5
si si si si s s s s s s
IP20 IP20 IP20 IP20 IP20 IP20 IP20 IP20 IP20 IP20
55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95% 55C - UR 95%
-25 +40 -25 +40 -25 +40 -25 +40 -25 +45 -25 +45 -25 +45 -25 +45 -25 +45 -25 +45
95 95 95 95 110 110 110 110 110 110
2P 4P 2P 4P 2P 4P 2P 4P 2P 4P 2P 4P 4P 4P 4P 4P
4,5 4,5 4,5 4,5 4,5 4,5
6 6 6 6 6 6
6 6 6 6 6 6 6 6 6 6
10 10 10 10 10 10 10 10 10 10
10 10 10 10 10 10 10 10 10 10
10 10 10 10 10 10 10 10 10 10
10 10 10 10 10 10 10 10 10 10
6000 (gL 63A) 6000 (gL 80A) 6000 (gL 80A) 6000 (gL 100A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A)
10000 (gL 80A) 10000 (gL 80A) 10000 (gL 80A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A) 10000 (gL 100A)
Catalogo Tecnico 2012.indb 281 31/01/12 15.15
Caratteristiche tecniche
Per la protezione dalle sovracorrenti dei circuiti e per la protezione differenziale di apparecchi e utilizzatori sono disponibili gli interruttori magnetotermici
differenziali compatti MDC 45, MDC 60 e MDC 100.
Gli interruttori automatici magnetotermici con sganciatore differenziale in monoblocco MDC utilizzano la parte magnetotermica con le stesse
caratteristiche viste per gli interruttori MTC; lo sganciatore differenziale, montato in fabbrica entro lo stesso involucro modulare, disponibile nei tipi AC,
A, A[IR] immunit rinforzata e A[S] selettivi con corrente nominale differenziale di 30 e 300 mA.
Potenze DISSIPate
InterruttorI automatIcI magnetotermIcI DIfferenzIalI comPattI mDc 45 - 60 - 100
Consigli per la scelta e linstallazione
Uno dei problemi pi comuni nellinstallazione degli interruttori differenziali lintervento intempestivo causato da dispersioni verso terra che non sono
dovute a guasti.
Le cause pi frequenti sono:
utilizzatori con dispositivi elettronici come i computer, gli impianti Hi-Fi, elettrodomestici in genere, che sono muniti di filtri capacitivi antidisturbo.
effetti capacitivi delle linee elettriche dellimpianto che, soprattutto se molto estese, hanno una capacit verso terra elevata.
In questi casi, per effetto delle capacit, si genera una corrente differenziale verso terra tale da fare scattare linterruttore. Lintensit di questa corrente
aumenta soprattutto in presenza di sovratensioni nella rete dovute a fenomeni atmosferici o a disturbi transitori generati dagli utilizzatori. Le lampade a
fluorescenza dotate di reattore, nella fase di spegnimento, sono tipici generatori di tali disturbi che possono essere soppressi introducendo in parallelo alle
stesse piccole capacit. Tutti i differenziali sono dotati di dispositivi antidisturbo.
In presenza di apparecchiature elettroniche che possono generare correnti di fuga di tipo unidirezionale, indispensabile installare differenziali di tipo A.
Declassamento in temperatura MDC
In (A)
Temperature
10C 20C 30C 40C 50C 60C
6 7,2 6,6 6 5,7 5,3 5
10 11,8 10,8 10 9,6 9,1 8,6
13 14,8 14 13 12,2 11,2 10,3
16 18,2 17,2 16 15,2 14,3 13,4
20 22,8 21,4 20 19,5 18,9 18,4
25 28,5 26,8 25 24 23 22
32 36,5 34,2 32 30,8 29,5 28,8
Potenza dissipata per polo MDC
In (A)
6 10 13 16 20 25 32
Polo N Polo N Polo N Polo N Polo N Polo N Polo N
R (m) 29,4 2,6 20,6 2,6 14,5 2,6 8,9 2,6 6,8 2,6 4,6 2,6 3,6 2,6
P(W) 1,06 0,09 2,06 0,26 2,45 0,44 2,28 0,67 2,72 1,04 2,88 2 3,67 2,66
Sganciatore differenziali per interruttori magnetotermici MT (BD) e MTHP (BDHP) accoppiabili a cura dellinstallatore una sola volta (secondo la Norma
CEI EN 61009, appendice G). Sono disponibili moduli tipo AC, tipo A, tipo A selettivi e regolabili.
InterruttorI comPonIBIlI BD - BDHP
Potenza dissipata per polo (W) BD - BDHP
Corrente nominale del magnetotermico MT/MTHP associato [A]
1 2 3 4 6 10 13 16 20 25 32 40 50 63 80 100 125
Differenziale
componibile BD
2P 0,01 0,04 0,01 0,02 0,04 0,11 0,2 0,29 0,45 0,70 0,45 0,70 1,10 1,75 - - -
3P-4P 0,002 0,008 0,02 0,03 0,07 0,21 0,37 0,53 0,83 1,30 0,65 1,00 1,60 2,50 - - -
Diff. componibile BDHP 2-3-4P - - - - - - - - 0,2 0,3 0,5 0,8 1,25 2 1,4 2,2 3,4
282
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 282 31/01/12 15.16
Differenziale puro SD
Interruttori differenziali senza sganciatori di sovracorrente incorporati bipolari e tetrapolari in esecuzione monoblocco a sgancio libero.
Sono disponibili apparecchi ad intervento istantaneo di classe AC (per sola corrente differenziale alternata sinusoidale), viceversa gli interruttori differenziali di
classe A, idonei per correnti differenziali pulsanti unidirezionali con componente continua, sono in versione istantanea, ad immunit rinforzata e selettiva.
Sono inoltre disponibili differenziali di tipo B ad immunit rinforzata e selettiva, per la protezione delle utenze elettriche che possono generare correnti di
guasto a componente continua.
InterruttorI DIfferenzIalI PurI SD
Corrente nominale In (A)
Tipo AC, A, A[IR] e A[S]
Poli N moduli 25 40 63 80 100 125
2 2 2,2 5,4 6,2 10,4 11 -
4
3 6 6 - - - -
4 3,5 6 12 16 18 25
Tipo B[IR] e B[S]
2/4 4
1,2 (30mA)
0,65 (300mA)
3,2 (30mA)
1,65 (300mA)
4 (30mA)
3,2 (3/500mA)
6,4 (30mA)
4,8 (300mA)
- -
POTENZA DISSIPATA PER APPARECCHIO (W) - SD
Per ottenere un interruttore magnetotermico differenziale a partire da un un interruttore magnetotermico bisogna tenere presente alcune regole:
1 - non esiste un blocco differenziale associabile per gli interruttori MTc. Esiste il magnetotermico differenziale compatto monoblocco MDc.
2 - i blocchi componibili BD si associano solo agli interruttori MT.
3 - i blocchi componibili BDHP si associano solo agli interruttori MTHP.
regole DI comPoSIzIone DeI DIfferenzIalI moDularI
magnetotermIcI DIfferenzIalI
SI
NO
283
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 283 31/01/12 15.16
curve caratterIStIcHe
curve DI Intervento DIfferenzIale
MDC - BD - BDHP - SD
= differenziali istantanei
= differenziali immunizzati
= differenziali selettivi
284
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 284 31/01/12 15.16
MDC 45 - 60 - 100 Curva C MDC 60 - 100 Curva B
curve caratterIStIcHe
MDC - Versione 1P + N 2P 230V MDC - Versione 3P 4P 400V
10
1
1
10
10
1
1
10
Corrente di cresta (kA)
Corrente di cresta non limitata Corrente di cresta non limitata
Corrente di cresta (kA)
Corrente di c.to c.to presunta (kA)
curve DI lImItazIone Della corrente DI creSta
Corrente di c.to c.to presunta (kA)
285
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 285 31/01/12 15.16
curve DellenergIa SPecIfIca PaSSante - mDc
MDC 45 - VERSIONI 1P+N, 2P - 230V
MDC 60 - VERSIONI 1P+N, 2P - 230V
MDC 100 - VERSIONI 1P+N, 2P - 230V
MDC 45 - VERSIONI 3P, 4P - 230/400V
MDC 60 - VERSIONI 3P, 4P - 230/400V
286
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 286 31/01/12 15.16
taBelle DImenSIonalI
INTERRUTTORI MAGNETOTERMICI DIFFERENZIALI MDC 45 - MDC 60 - MDC 100
BLOCCHI DIFFERENZIALI COMPONIBILI BD
BLOCCHI DIFFERENZIALI COMPONIBILI BDHP
2 POLI 3/4 POLI
2 POLI 3/4 POLI 4 POLI
1P+N / 2 POLI 3 POLI 4 POLI
287
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 287 31/01/12 15.16
taBelle DImenSIonalI
INTERRUTTORI DIFFERENZIALI PURI SD - TIPO B
INTERRUTTORI DIFFERENZIALI PURI SD
2 POLI 4P - 3 Mod. 4P - 4 Mod.
288
SerIe 90 rcD
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 288 31/01/12 15.16
acceSSorI e auSIlIarI Per InterruttorI moDularI
contattI auSIlIarI e SgancIatorI
DATI TECNICI SGANCIATORI A LANCIO DI CORRENTE SGANCIATORI MINIMA TENSIONE
CONTATTI
AUSILIARI PER
MTC-MT-MTHP-
MDC
CONTATTI
AUSILIARI
PER
SD 25-100A
CONTATTI
AUSILIARI
PER
SD 125A
CONTATTI
AUSILIARI
PER
SD TIPO B
Codice: GW 96 011 GW 96 012-14 GW 96 015 GW 96 016 GW 96 017 GW 96 018 GW 96 001- 6 - 9 GW 96 003 - 4 GW 96 005 GW 96 007
N. moduli DIN: 1 1 1 1 1 1 0,5 0,5 0,5 0,5
Tensione nominale (Ue): AC - 50 Hz (V) 12 24 48 110 230* 415 230 230 24 48 24 400 24 400 24 400 24 230
DC 12 24 48 110 125 - - - 24 48 24 250 24 110 - 24 220
Tensione di sgancio: AC - 50 Hz (V) - - - 0,35 0,70 Ue 0,35 0,70 Ue 0,35 0,70 Ue - - - -
DC - - - - 0,35 0,70 Ue 0,35 0,70 Ue - - - -
Tensione minima
di funzionamento:
AC - 50 Hz (V) 8,4 77-161* 170 - - - - - - -
DC 8,4 77 - - - - - - - -
Tensione minima di riarmo: AC - 50 Hz (V) - - - 0,85 Ue 0,85 Ue 0,85 Ue - - - -
DC - - - - 0,85 Ue 0,85 Ue - - - -
Tensione massima
di funzionamento:
AC - 50 Hz (V) 52,8 456,5 - 253* 440 - - - - - - -
DC 52,8 137,5 - - - - - - - -
Durata impulso di comando: (ms) < 10 < 10 < 10 - - - - - - -
Tempo di sgancio: (ms) < 10 < 10 < 10 - - - - - - -
Ritardo di intervento: (ms) - - - 300 300 300 - - - -
Corrente di spunto: (A) 1,6 3,2 6,4 0,22
0,25
0,46*
0,84 - - - - - - - -
Corrente di mantenimento: (mA) - - - 12 10 12 - - - -
Potenza allo spunto: (VA in AC e W in DC) 19,2 76,8 307 24,4
31,6
106*
348 - - - - - - - -
Potenza in mantenimento: (VA) - - - 2,8 0,28 0,57 - - - -
Resistenza della bobina: () 7,5 495 360 - - - - - - -
Tipo contatti ausiliari: 1 NO 1 NO - - - - 1 CO 1 NA + 1 NC 1 NA + 1 NC 1 NA + 1 NC
Corrente nominale
di impiego (Ie):
AC12 - 230V (A) 6 6 - - - - 6 6 5 5
400V 3 3 - - - - 3 2 0,5 -
DC12 - 24V 6 6 - - - - 6 4 - -
60V 2 2 - - - - 2 - - -
110V 1,5 1,5 - - - - 1,5 1 - -
250V 1 1 - - - - 1 - - 0,5
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 0,6 0,6 0,6 0,6 0,6 0,6 0,6 0,6 0,6 0,6
Lunghezza spelatura cavo raccomandata: (mm) 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6
Cacciavite raccomandato: Philips 1 Philips 1 Philips 1 Philips 1 Philips 1 Philips 1 Philips 1 Philips 1 Philips 1 Philips 1
Temperatura di funzionamento: (C) -5 +55 -5 +55 -5 +55 -5 +55 -5 +55 -5 +55 -25 +60 -25 +60 -25 +60 -25 +60
Sezione massima cavo (flessibile/rigido): 2,5 / 4 2,5 / 4 2,5 / 4 2,5 / 4 2,5 / 4 2,5 / 4 2,5 / 4 2,5 / 4 2,5 / 4 2,5 / 4
(mm
2
)
ScHemI funzIonalI - contattI auSIlIarI
ScHemI funzIonalI - SgancIatorI
12 A1 A2
L N
A1
A1
U<
A2
A2
N
L
GW 96 011
GW 96 012
GW 96 014
GW 96 016
GW 96 017
GW 96 018
GW 96 015
GW 96 001 GW 96 006 GW 96 009 GW 96 003
GW 96 005
GW 96 004
GW 96 007
(*) Solo per il GW 96 014
SerIe 90 am
289
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 289 31/01/12 15.16
Ad ogni interruttore si possono assemblare fino ad un massimo di 2 accessori. Gli sganciatori a lancio di corrente o di minima tensione devono essere
posizionati allestremit sinistra degli accessori come mostrato in figura.
mtc - mt - mtHP - mDc
1
2
POS. 2 POS. 1
GW 96 001
GW 96 009c
GW 96 001
GW 96 009c
GW 96 001
GW 96 006
GW 96 009s
GW 96 009c
GW 96 006
GW 96 009s
Cod. GW 96 009c: contatto ausiliario configurato per posizione aperto/chiuso
Cod. GW 96 009s: contatto ausiliario configurato per sganciato rel
Ad ogni interruttore 4 poli si possono assemblare fino ad un massimo di 2 accessori. Il contatto di scattato rel deve essere posizionato per primo a destra
dellinterruttore differenziale.
Se si utilizzano 2 contatti ausiliari di segnalazione necessario rispettare le regole di associazione illustrate nella tabella sottostante.
SD
PettInI DI caBlaggIo
DATI TECNICI
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 400 a.c.
Corrente di cortocircuito condizionata da fusibile (Icc): (kA) 25 (gL100)
Tensione nominale di tenuta ad impulso (Uimp): (kV) 4
290
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 290 31/01/12 15.16
ProtezIone
PortafuSIBIlI SezIonaBIlI In corrente alternata
DATI TECNICI
Dimensione fusibile: 8,5x31,5 10,3x38 14x51 22x58
Norma di riferimento: EN 60947-3 EN 60947-3 EN 60947-3 EN 60947-3
Corrente nominale (In): (A) 20 32 50 100
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 400 a.c. 690 a.c. 690 a.c. 690 a.c.
Tensione nominale disolamento (Ui): (V) 400 a.c. 690 a.c. 690 a.c. 690 a.c.
Tensione nominale dimpulso (Uimp): (kV) 8
8
4 (solo per GW 96 220)
8 8
Categoria di utilizzo: AC-22B AC-22B AC-22B AC-21B
Corrente di cortocircuito condizionata (Icc): (kA) 50 200 100 100
Potenza max dissipata: (W) 2,5 3 5 9,5
Grado di protezione: IP20 IP20 IP20 IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -10...+40 -10...+40 -10...+40 -10...+40
Sezione max conduttori: (mm
2
) 25
25
10 (solo per GW 96 220)
35 50
DATI TECNICI
Dimensione fusibile: 10,3x38
Norma di riferimento: EN 60947-3
Corrente nominale (In): (A) 20
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 1000 d.c.
Categoria di utilizzo: DC-20B
Potenza max dissipata: (W) 3
Sezione max conduttori: (mm
2
) 10
ScHemI funzIonalI
ScHemI funzIonalI
GW 96 206
GW 96 205
GW 96 207
GW 96 226
GW 96 216
GW 96 215
GW 96 217
GW 96 227
GW 96 301
GW 96 302
GW 96 303
GW 96 306
GW 96 307
GW 96 308
GW 96 311
GW 96 312
GW 96 313
PortafuSIBIlI SezIonaBIlI In corrente contInua
SerIe 90 am
291
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 291 31/01/12 15.16
SalvamotorI
DATI TECNICI
Norma di riferimento: EN 60947-2
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230-400 a.c.
Tensione nominale disolamento (Ui): (V) 440 a.c.
Tensione nominale dimpulso (Uimp): (kV) 4
Corrente nominale (In): (A) 0,16...40
Frequenza di funzionamento: (Hz) 50-60
Regolazione rel termico (A)
Potere di interruzione Icu
(kA) - 230/400V
Potenza max in AC-3
(kW) - 230V
Potenza max in AC-3
(kW) - 400V
0,1 - 0,16 120 - -
0,16 - 0,25 120 - 0,06
0,25 - 0,4 120 0,06 0,09
0,4 - 0,63 120 0,09 0,12
0,63 - 1 120 0,12 0,25
1 - 1,6 120 0,25 0,55
1,6 - 2,5 120 0,37 0,75
2,5 - 4 120 0,75 1,5
4 - 6,3 10 1,1 2,2
6,3 - 10 10 1,5 3
10 - 16 10 3 7,5
16 - 25 10 5,5 11
25 - 40 10 11 18,5
Numero max di manovre meccaniche: 20.000
Numero max di manovre elettriche in AC3: 6.000
Attitudine al sezionamento: si
Alimentazione: monte/valle
Corrente nominale [A] Potenza dissipata totale (W)
0,16 7,7
0,25 7,9
0,4 5,8
0,63 5,3
1 6,5
1,6 5,4
2,5 5,5
4 5,9
6,3 7,6
10 7
16 9
25 12,5
40 11,8
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -25...+70
Sezione max conduttori: (mm
2
) 25
292
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 292 31/01/12 15.16
DATI TECNICI CONTATTI AUSILIARI:
Portata dei contatti in AC15: (A) 2 (250V a.c.)
Portata dei contatti in AC13: (A) 3 (250V a.c.)
Portata dei contatti in DC12: (A) 0,5 (110V d.c.)
Sezione max. conduttori: (mm
2
) 2,5
DATI TECNICI SGANCIATORI A LANCIO DI CORRENTE:
Corrente assorbita allo spunto: (A) 1,4 (230V)
Sezione max. conduttori: (mm
2
) 2,5
DATI TECNICI SGANCIATORI DI MINIMA TENSIONE:
Tensione di ritenuta: (V) 0,8 Ue
Tensione di apertura: (V) 0,5 Ue
Potenza assorbita in mantenimento: (VA) 3 (230V) - 5 (400V)
Sezione max. conduttori: (mm
2
) 2,5
CONTATTO DI POSIZIONE GW 96 764
14
13 21
22
CONTATTO DI SEGNALAZIONE GUASTO E/O POSIZIONE GW 96 765
CONTATTO DI
POSIZIONE
14 22
11 21
12 24
CONTATTO
SEGNALAZIONE
GUASTO E/O DI
POSIZIONE
acceSSorI - comBInazIonI PoSSIBIlI
Contatto di posizione 1

Contatto segn. guasto 1 Bobina a lancio 2 Bobina di min. tensione 2


Salvamotore 3 con: 2 1
CURVA DINTERVENTO SALVAMOTORE 0,16/0,25/0,40/0,63/10A CURVA DINTERVENTO SALVAMOTORE 1/1,6/2,5/4/6,3/16/25/40A
curve caratterIStIcHe
2 3
NOTA: per il contatto ausiliario GW 96 765, il contatto in scambio 14-11-12 realizza solo la segnalazione di posizione (aperto-chiuso) mentre il contatto in scambio 22-21-24 configurabile
poich realizza o la segnalazione di guasto (scattato rel) o quella di posizione (aperto chiuso). La configurazione di questultimo contatto in scambio avviene tramite la rotazione del selettore
sul fianco del prodotto in posizione verticale (segnalazione di guasto) o in posizione orizzontale (segnalazione di posizione).
SerIe 90 am
293
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 293 31/01/12 15.16
ScarIcatorI DI SovratenSIone lSt tIPo 1+2 e tIPo 2
Gli scaricatori tipo 1+2 proteggono gli impianti dalle sovratensioni transitorie dirette ed indirette generate da scariche da fulmine o da manovre di
commutazione sulla rete. Forniscono protezione allingresso per installazioni in zone ad alta frequenza di fulminazione e sono tipicamente installati nei
quadri di distribuzione primaria.
DATI TECNICI
Norma di riferimento: IEC 61643-1, EN 61643-11
Tipo: 1+2
(10/350s e 8/20s)
2
(8/20s)
Corrente massima di scarica 8/20s (Imax): (kA) 100 20 40
Corrente impulsiva 10/350s (Iimp): (kA) 25 - -
Corrente nominale di scarica 8/20s (In): (kA) 25 10 20
Sistema: TT - TNS TT - TNS TT - TNS - TNC - IT
Tensione nominale (Un): (V) 230 / 400 230 / 400 230 / 400
Tensione massima continuativa (Uc): (V)
275 320
275
440 (GW D6 413)
Livello di protezione a In (Up): (kV)
< 1,5 (L - N)
< 1,5 (N - PE)
< 1,4 (L - N)
< 1,5 (N - PE)
< 1,3 (L - N)
< 1,5 (N - PE)
< 2 (L - N/PE) (GW D6 413)
Frequenza nominale: (Hz) 50/60 50/60 50/60
Interruzione della corrente susseguente (Ifi): (A) 100 100 100
Tenuta al corto circuito (Icc): (kA) 25 25 25
Indicazione di fine vita: si si si
Contatto ausiliario: In scambio no In scambio
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 4 4 4
Sezione conduttori: rigido (mm
2
) min 6 max 35 min 6 max 35 min 6 max 35
flessibile (mm
2
) min 6 max 25 min 6 max 25 min 6 max 25
Grado di protezione: IP20 IP20 IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -40+80 -40+80 -40+80
(*)
N
PE
L L
12
11
14
N
PE
(*)
N
PE
12
11
14
N
PE
L1 L1 L2 L2 L5 L5
(*)
N
PE
L L
12
11
14
N
PE
(*)
N
PE
12
11
14
N
PE
L1 L1 L2 L2 L3 L3
ScHemI funzIonalI lSt tIPo 1+2
(*) Solo per versione con contatto ausiliario
1P+N
3P+N
GW D6 404
GW D6 405
294
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 294 31/01/12 15.16
Gli scaricatori tipo 2 proteggono gli impianti dalle sovratensioni transitorie indirette generate da scariche da fulmine o da manovre di commutazione sulla
rete. Sono adatti allinstallazione allorigine dellimpianto, nei quadri intermedi e vicino alle apparecchiature terminali.
conneSSIone lSt tIPo 1+2
SIStema tt
SIStema tnS
N
L
PE
SPD 1P+N
P1
N
L1
L2
L3
PE
SPD 3P+N
P1
N
L
PE
SPD 1P+N
P1
N
L1
L2
L3
PE
SPD 3P+N
P1
N
L
PE
SPD 1P+N
P1
N
L1
L2
L3
PE
SPD 3P+N
P1
N
L
PE
SPD 1P+N
P1
N
L1
L2
L3
PE
SPD 3P+N
P1
rete monofaSe
rete monofaSe
rete trIfaSe
rete trIfaSe
P1 = fusibile o interruttore magnetotermico
(*) Solo per versione con contatto ausiliario
L
PE/PEN
12
11 (*) (*) (*)
14
N
PE
L
12
11
14
N
PE
L3 L2 L1
12
11
14
ScHemI funzIonalI lSt tIPo 2
1P 1P+N 3P+N
GW D6 411
GW D6 412
GW D6 413
GW D6 407
GW D6 417
GW D6 418
GW D6 409
GW D6 419
GW D6 420
SerIe 90 am
295
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 295 31/01/12 15.16
SIStema It
conneSSIone lSt tIPo 2
SIStema tt
SIStema tnc
SIStema tnS
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P

UC > ULL !
PE PEN
N
L
P1
SPD 1P+N
PE
N
L1
P1
2 x SPD 1P
PE
S IR
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
N
PE
4 x SPD 1P
S IR
N
L
P1
PE
SPD 1P+N
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P

UC > ULL !
PE PEN
N
L
P1
SPD 1P+N
PE
N
L1
P1
2 x SPD 1P
PE
S IR
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
N
PE
4 x SPD 1P
S IR
N
L
P1
PE
SPD 1P+N
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P

UC > ULL !
PE PEN
N
L
P1
SPD 1P+N
PE
N
L1
P1
2 x SPD 1P
PE
S IR
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
N
PE
4 x SPD 1P
S IR
N
L
P1
PE
SPD 1P+N
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P

UC > ULL !
PE PEN
N
L
P1
SPD 1P+N
PE
N
L1
P1
2 x SPD 1P
PE
S IR
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
N
PE
4 x SPD 1P
S IR
N
L
P1
PE
SPD 1P+N
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P

UC > ULL !
PE PEN
N
L
P1
SPD 1P+N
PE
N
L1
P1
2 x SPD 1P
PE
S IR
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
N
PE
4 x SPD 1P
S IR
N
L
P1
PE
SPD 1P+N
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P

UC > ULL !
PE PEN
N
L
P1
SPD 1P+N
PE
N
L1
P1
2 x SPD 1P
PE
S IR
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
N
PE
4 x SPD 1P
S IR
N
L
P1
PE
SPD 1P+N
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P

UC > ULL !
PE PEN
N
L
P1
SPD 1P+N
PE
N
L1
P1
2 x SPD 1P
PE
S IR
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
N
PE
4 x SPD 1P
S IR
N
L
P1
PE
SPD 1P+N
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P
L2
L1
P1
L3
3 x SPD 1P

UC > ULL !
PE PEN
N
L
P1
SPD 1P+N
PE
N
L1
P1
2 x SPD 1P
PE
S IR
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
L2
L1
P1
L3
N
PE
4 x SPD 1P
S IR
N
L
P1
PE
SPD 1P+N
L2
L1
P1
PE
SPD 3P+N
L3
N
rete monofaSe
rete monofaSe
rete trIfaSe
rete trIfaSe
P1 = fusibile o interruttore magnetotermico
296
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 296 31/01/12 15.16
ProtezIone DI Back-uP
lSt tIPo 1+2
lSt tIPo 2
PrIorIt alla contInuIt DI ServIzIo
PrIorIt alla contInuIt DI ServIzIo
PrIorIt alla ProtezIone
PrIorIt alla ProtezIone
LST
Imax=20kA
LST
Imax=40kA
P1 63A gG P1 80A gG
P1 40A curva C P1 50A curva C
LST
Imax=20kA
LST
Imax=40kA
se P2 > 63A P1 63A gG
se P2 63A NO protezione P1
se P2 > 80A P1 80A gG
se P2 80A NO protezione P1
se P2 > 40A P1 40A curva C
se P2 40A NO protezione P1
se P2 > 50A P1 50A curva C
se P2 50A NO protezione P1
P1 125A gG
se P2 > 125A P1 125A gG
se P2 125A NO protezione P1
Arrivo linea Arrivo linea
P1
Protezione
di back up
P1
Protezione
di back up
LST
LST
P2
Generale
impianto
P2
Generale
impianto
Arrivo linea Arrivo linea
P1
Protezione
di back up
P1
Protezione
di back up
LST
LST
P2
Generale
impianto
P2
Generale
impianto
SerIe 90 am
297
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 297 31/01/12 15.16
regole DI InStallazIone
La lunghezza del collegamento dello scaricatore (L1+L2+L3) deve essere la pi corta possibile. Gli scaricatori LST sono in grado di protegge un carico
posto ad una distanza massima di 20m, se il carico fosse pi distante si deve installare un ulteriore scaricatore. La distanza minima di installazione tra due
scaricatori LST deve essere di 10m.
eSemPIo DI InStallazIone
N L
L1
L2
L3
MT SD
MT
LST
T2
D20m
N L
L1
L2
L3
L1
L2
MT
LST
T2
SD
MT
MT
LST
T2
L3
D20m
D>10m
kWh
I
d
LST
I
d
I
d
Centralino
sottocontatore
Centralino
interno
Scaricatore Luci
zona
giorno
Prese
zona
giorno
Lavatrice Luci
zona
notte
Prese
zona
notte
298
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 298 31/01/12 15.16
ProtezIone DI Back-uP
Se Icc 100A
NO protezione di back-up
Se Icc > 100A
SI protezione back-up con FUSIBILI 20A gPV
DATI TECNICI
Norma di riferimento: IEC 61643-1, EN 61643-11
Tipo:
2
(8/20s)
Fotovoltaico
Tensione nominale (Un): (V) 600 cc 1000 cc
Corrente massima di scarica 8/20s (Imax): (kA) 40
Tensione massima continuativa (Uc): (V) 700 cc 1170 cc
Livello di protezione a In (Up): (kV) < 2,6 (600V) < 4 (1000V)
Indicazione di fine vita: si
Contatto ausiliario: no
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 4
Sezione conduttori: rigido (mm
2
) min 6 max 35
flessibile (mm
2
) min 6 max 25
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -40+80
L+
L -
PE
L+
L -
PE
F
L+
L -
PE
L+
L -
PE
F
regole DI InStallazIone
Gli scaricatori LST per il fotovoltaico vengono installati vicino allinverter
sul lato in continua per proteggere linverter stesso e i moduli fotovoltaici.
~
~
DC
AC
DC
AC
FUSE
FUSE FUSE
D>20m
Gli scaricatori LST per il fotovoltaico sono in grado di protegge i moduli
posti ad una distanza massima di 20m, se i moduli fossero pi distanti di
deve installare un ulteriore scaricatore.
ScarIcatorI DI SovratenSIone lSt Per Il fotovoltaIco
SerIe 90 am
299
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 299 31/01/12 15.16
LOAD
L1 L2 PE
LOAD
L1 L2
PE
PE
L1 PE L2 L1 PE L2
L1 PE L2 L1 PE L2
Connessione PE nei morsetti
superiori o inferiori
ScarIcatorI DI SovratenSIone lSt Per lInee telefonIcHe e DatI
DATI TECNICI
Norma di riferimento: IEC 61643-1, EN 61643-11
Tipo:
2
(8/20s)
Linee telefoniche
Corrente massima di scarica 8/20s (Imax): (kA) 10
Corrente nominale di scarica 8/20s (In): (kA) 5
Tensione nominale (Un): (V) 50
Tensione massima continuativa (Uc): (V) 180
Livello di protezione a In (Up): (kV) < 0,2
Frequenza limite (fg): (MHz) 3
Indicazione di fine vita: no
Contatto ausiliario: no
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 2
Sezione conduttori: rigido (mm
2
) 2,5
flessibile (mm
2
) 2,5
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -40+60
ScHemI funzIonalI
300
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 300 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 60947-2 allegato M
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. 10%
Tensione di prova: (kV) 2 a 50Hz (1kV per circuito misura)
Frequenza nominale: (Hz) 40-60
Tipo: A
Taratura sensibilit In: 30 - 50 - 150 - 230 - 300 - 350mA
0,5 - 1 -1,5 - 2 - 3A
Taratura tempo di ritardo t: (s) 0 - 0,25 - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 10
Contatto uscita: 1 in scambio, 10A - 250V
Classe disolamento: II
Potenza assorbita: (VA) 4
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) 0...+55
Temperatura di immagazzinamento: (C) -20...+80
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6
Piombabile: si
rel DIfferenzIale a toroIDe SeParato
ON (led verde): rel alimentato
FAULT (led rosso): intervento rel
TEST: tasto di prova rel
RESET: azzeramento anomalia
In: regolazione sensibilit
DELAY: regolazione temporizzazione
Per il funzionamento della protezione differenziale necessario utilizzare i seguenti componenti:
- rel differenziale GW 96 331 (installazione guida EN 50022)
- toroide (GW 96 332 GW 96 337)
- bobina di sgancio (a lancio di corrente o di minima tensione) da accessoriare allinterruttore magnetotermico associato.
I cavi di collegamento tra rel differenziale e toroide devono avere una lunghezza inferiore ai 20m.
ScHema funzIonale
SerIe 90 am
301
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 301 31/01/12 15.16
guIDa allutIlIzzo Del rel DIfferenzIale a toroIDe SeParato
Nel caso di quadri di forte potenza (power center), caratterizzati da sezioni elevate dei cavi, possibile posizionare il toroide direttamente sul cavo di
collegamento del centro stella (del trasformatore MT/BT) a terra:
Particolare attenzione deve essere prestata allinstallazione del toroide. I cavi devono essere il pi possibile centrati allinterno del toroide in modo tale da
evitare che in presenza di elevate correnti nominali circolanti nei conduttori (che potrebbero portare il toroide a saturazioni localizzate) si possano verificare
scatti intempestivi del rel.
lato mt lato Bt
302
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 302 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
In<63A In63A
Norma di riferimento: EN 60947-3 EN 60947-3
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 240-415 a.c. 240-415 a.c.
Tensione nominale disolamento (Ui): (V) 500 a.c. 500 a.c.
Tensione nominale dimpulso (Uimp): (kV) 4 4
Frequenza nominale: (Hz) 50 50
Corrente nominale (In): (A) 32 40 63 80 100 125
Categoria di utilizzo: AC-23B AC-22A
Potere di chiusura nominale: (A) 320 400 189 240 300 375
Potere di interruzione nominale: (A) 256 320 189 240 300 375
Corrente nominale di breve durata (Icw): (A) 384 480 756 960 1200 1500
Corrente di cortocircuito condizionata (Icc): (kA)
MTC 45 4,5 3 3 3 3 3
MTC 60 - MT 60 4,5 3 3 3 3 3
MTC 100 - MT 100 4,5 3 3 3 3 3
MT 250 4,5 3 3 3 3 3
MTHP 160 - MTHP 250 3 3 3 3 3 3
Potenza dissipata per polo: (W) 0,8 1,5 2 3,2 5 6
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 25 50
Accessoriabili con: contatto di posizione (GW 96 001) contatto di posizione (GW 96 001)
Lucchettabile: si si
InterruttorI DI manovra SezIonatorI
ScHemI funzIonalI
comanDo
SerIe 90 am
303
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 303 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
Norma di riferimento: EN 60947-3
Poli: 2 4
Categoria di utilizzo: DC-21B DC-22B DC-21B DC-22B
Tensione nominale di impiego (Ue):
Corrente nominale di impiego (In)
2 poli in serie
2 poli in serie +
2 poli in parallelo
4 poli in serie
500 V d.c. 25 A 8 A 58 A 32 A 32 A
600 V d.c. 25 A 6 A 50 A 32 A 27,5 A
700 V d.c. 23 A - 27 A 32 A -
800 V d.c. 20 A 2,5 A 23 A 32 A 12,5 A
900 V d.c. 16 A - 20 A 32 A -
1000 V d.c. 11 A 1,5 A 13 A 32 A 10 A
Corrente nominale di breve durata (Icw): (A) 900 1000
Potere di chiusura nominale su cortocircuito (Icm): (A) 900 1000
Corrente di cortocircuito condizionata con fusibile (Icc): (kA) 5 (gL Gg max 63A) 5 (gL Gg max 80A)
Tensione nominale d'isolamento (Ui): (V) 1500 d.c.
Tensione nominale d'impulso (Uimp): (kV) 8
Durata meccanica: (N manovre) 10.000
Coppia massima di serraggio: (Nm) 1,8
Tipo di vite: M4
Cacciavite raccomandato: Pz2
Potenza dissipata per sezionatore a In DC-21B: (W) 5 16
Temperatura di funzionamento: (C) -40+65
Alimentazione monte valle: si
Sezione max conduttori: (mm
2
) 10 (flessibile) 16 (rigido)
InterruttorI DI manovra SezIonatorI rotatIvI In corrente contInua
ScHemI funzIonalI
NOTA: i sezionatori di manovra non sono n accessiorabili n lucchettabili.
DC-21B
500V 600V 700V 800V 900V 1000V
25A 25A 23A 25A 16A 11A
DC-22B
500V 600V - 800V - 1000V
8A 6A - 2,5A - 1,5A
DC-21B
500V 600V 700V 800V 900V 1000V
32A 32A 32A 32A 32A 32A
DC-22B
500V 600V - 800V - 1000V
32A 27,5A - 12,5A - 10A
DC-21B
500V 600V 700V 800V 900V 1000V
58A 50A 27A 23A 20A 13A
2 POLI IN SERIE 2 POLI IN SERIE + 2 POLI IN PARALLELO
4 POLI IN SERIE
1 5
2 6
3 7
4 8
1
2
3
4
2 4 2
3 1
- +
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ -
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ -
2 4 6 8 2
5 3 1 7
- +
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ -
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ - + -
2 4 2
3 1
- +
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ -
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ -
2 4 6 8 2
5 3 1 7
- +
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ -
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ - + -
1 5
2 6
3 7
4 8
2 4 2
3 1
- +
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ -
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ -
2 4 6 8 2
5 3 1 7
- +
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ -
2 4 6 8 2
5 3 1 7
+ - + -
304
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 304 31/01/12 15.16
* Valore non comprensivo della potenza della spia luminosa
GW 96 531
GW 96 532
GW 96 533
GW 96 534
GW 96 535
GW 96 536
GW 96 537
GW 96 538
GW 96 539
GW 96 540
GW 96 541
GW 96 542
GW 96 553 GW 96 554 GW 96 551 GW 96 552 GW 96 555
GW 96 556
3 3 1
2 4
3
DATI TECNICI
Interruttori sezionatori Interruttori non automatici con spia
Norme di riferimento: EN 60669-2-4 EN 60669-1
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 250-415 a.c. 230 a.c.
Tensione nominale disolamento (Ui): (V) 500 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50 / 60
Corrente nominale dimpiego (Ie): (A) 16 32 16 32
Potenza dissipata per polo: (W) 0,35 1,4 0,35* 1,4*
Tensione alimentazione spia: (V) - 230 a.c. 230 a.c.
Consumo lampada: (W) - 0,8 0,8
Durata lampada: (h) - 100000 100000
Potere di chiusura: 1,25 Ie - 1,1 Ue - cos = 0,6
Corrente di cortocircuito condizionata nominale (Inc): (A) 1500
Coordinamento con fusibili gG: (A) 16 32 16 32
Temperatura di funzionamento: (C) -5...+40
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6 (flessibile) 10 (rigido)
Lucchettabilit: con accessorio comune alla Serie 90 (GW 96 041)
InterruttorI SezIonatorI - InterruttorI non automatIcI con SPIa
ScHemI funzIonalI
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 60669-1
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 250 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50 / 60
Corrente nominale dimpiego (Ie): (A) 16 32
Potenza dissipata apparecchio: (W)
GW 96 551 0,4 -
GW 96 552 0,8 -
GW 96 553 0,4 -
GW 96 554 0,8 -
GW 96 555 - GW 96 556 0,4 2,8
Temperatura di funzionamento: (C) -5...+40
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6 (flessibile) 10 (rigido)
commutatorI a leva
ScHemI funzIonalI
SerIe 90 am
305
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 305 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 60947-3
Corrente nominale dimpiego (Ie): (A) 16
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230-690 a.c.
Categoria di utilizzo: AC3 (solo commutatori di linea)
Potenza nominale in AC3: (kW) 230V 3
400V 5,5
commutatorI
ScHemI funzIonalI
Voltmetrico (4 posizioni)
3 tensioni di fase + posizione 0
Voltmetrico (4 posizioni)
3 tensioni concatenate + posizione 0
Voltmetrico (7 posizioni)
3 tensioni concatenate
+ 3 tensioni di fase + posizione 0
Amperometrico (4 posizioni)
3 correnti di linea + posizione 0
Commutatori di linea
a 2 posizioni
Commutatori di linea
a 3 posizioni
GW 96 851 GW 96 852 GW 96 853
GW 96 856 GW 96 951 GW 96 952 - GW 96 953
306
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 306 31/01/12 15.16
contattorI
ScHemI funzIonalI - contattorI
GW 96 701 GW 96 702
GW 96 704
GW 96 721
GW 96 731
GW 96 691
GW 96 703 GW 96 705 GW 96 706
GW 96 715
GW 96 722
GW 96 732
GW 96 692
GW 96 708
GW 96 711
GW 96 712
GW 96 723
GW 96 733
GW 96 693
GW 96 713 GW 96 716
GW 96 741 GW 96 742
ScHemI funzIonalI - contattI auSIlIarI
NOTA: possibile installare un
solo contatto per ogni contattore
I contatti sono compatibili con i
contattori con In=24-40-63A
(1)
protezione di back-up a 400V a.c.
(2)
valore solo in VA
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 61095 EN 61095, EN 60947-4-1
Corrente nominale in AC1/AC-7a (In): (A) 20 24 40 63
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 400 a.c. 400 a.c. 400 a.c. 400 a.c.
Tensione nominale di isolamento (Ui): (V) 500 a.c. 500 a.c. 500 a.c. 500 a.c.
Tensione di comando bobina (Uc): (V) 24 a.c / 230 a.c. 24 a.c-d.c. / 230 a.c.-d.c. 230 a.c.-d.c. 230 a.c.-d.c.
Tensione di funzionamento bobina: (V) 0,85...1,1 Uc 0,85...1,1 Uc 0,85...1,1 Uc 0,85...1,1 Uc
Frequenza nominale della bobina: (Hz) 50 40...450 40...450 40...450
Corrente di cortocircuito condizionata con fusibile (Icc):
(1)
(kA) 1 (gl 20) 3 (gG 35) 3 (gG 63) 3 (gG 80)
Portata in corrente continua (NA):
Tensione nominale di impiego (Ue):
24V CC in DC1 (L/R 1ms) 1 polo - 24 - -
2 poli in serie - 24 - -
3 poli in serie - 24 - -
230V CC in DC1 (L/R 1ms) 1 polo - 0,9 1 1,1
2 poli in serie - 4,5 5 5,5
3 poli in serie - 13 15 17
24V CC in DC3 (L/R 2ms) 1 polo - 16 - -
2 poli in serie - 24 - -
3 poli in serie - 24 - -
230V CC in DC3 (L/R 2ms) 1 polo - 0,2 0,3 0,3
2 poli in serie - 1 1,1 1,2
3 poli in serie - 4 4,5 5
Assorbimento bobina all'eccitazione: (VA - W) 9
(2)
4 5 6,5
Assorbimento bobina in mantenimento: (VA - W) 2,5
(2)
4 5 4,2
Potenza nominale di impiego in AC3/AC-7b: 230 V (monofase) (kW) - 1,3 3,7 5
230 V (trifase) (kW) - 2,2 5,5 8
400 V (trifase) (kW) - 4 11 15
Potenza dissipata per polo a In in AC1/AC-7a: (W) 1 1,5 3 6
N manovre elettriche: in AC1/AC-7a 150.000 150.000 150.000 150.000
in AC3/AC-7b - 150.000 170.000 240.000
N manovre meccaniche: 1.000.000 1.000.000 1.000.000 1.000.000
Temperatura di funzionamento: (C) -5+40 -25+55 -25+55 -25+55
Sezione massima conduttori contatti: (mm
2
) 1x10 o 2x4 1x25 o 2x10 1x25 o 2x10 1x25 o 2x10
Sezione massima conduttori bobina: (mm
2
) 1x4 o 2x2,5 1x4 o 2x2,5 1x4 o 2x2,5 1x4 o 2x2,5
SerIe 90 am
307
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 307 31/01/12 15.16
InSerzIone lamPaDe tramIte contattore
DISTRIBUZIONE MONOFASE 230 V a.c.
Corrente nominale contattore (In) 20 A 24 A 40 A 63 A
Tipo di lampada Potenza (W) Numero di lampade per fase
INCANDESCENZA
60 21 25 52 83
100 13 15 32 50
200 7 7 16 25
300 4 5 11 16
500 3 3 6 10
1000 1 1 3 5
ALOGENA (12 V)
20 40 52 110 174
50 20 24 50 80
75 13 16 35 54
100 10 12 27 43
150 7 9 19 29
200 5 6 14 46
300 3 4 9 24
FLUORESCENTE
Singola
non rifasata
(cos = 0,6)
18 22 26 85 135
36 17 20 65 105
58 10 12 40 65
Singola
rifasata
(cos = 0,86)
18 15 24 55 76
36 12 16 34 47
58 11 14 32 46
Doppia
rifasata
(cos = 0,86)
2x18 8 18 34 48
2x36 7 11 20 29
2x58 6 8 17 24
A IODURI METALLICI
35 - 5 11 30
70 - 3 5 18
150 - 1 3 9
250 - 1 2 7
400 - 1 2 6
1000 - - - 2
2000 a 400 V - - - 2
3500 a 400 V - - - 1
A SCARICA - AI VAPORI DI SODIO A BASSA PRESSIONE
35 - 1 4 15
55 - 1 4 15
90 - 1 3 10
135 - - 2 7
180 - - 2 8
A SCARICA - AI VAPORI DI SODIO AD ALTA PRESSIONE
70 - 3 5 18
150 - 1 3 15
250 - 1 2 9
400 - - 1 6
600 - - - 4
1000 - - - 2
A SCARICA - AI VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE
50 4 5 10 43
80 3 4 8 37
125 2 3 6 26
250 1 2 3 15
400 - 1 3 10
La tabella seguente riporta il numero delle lampade per fase comandabili da ciascun contattore in funzione della potenza nominale e del tipo di lampada. I
valori sono riferiti alla tensione nominale di 230 V, se non specificato. Nel caso di lampade alimentate a 400 V moltiplicare i valori riportati in tabella per 1,73.
Si ricorda che tutte le lampade presenti in tabella, se non specificato, si intendono rifasate.
308
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 308 31/01/12 15.16
rel monoStaBIlI
ScHemI funzIonalI
GW 96 601
GW 96 602
GW 96 603
GW 96 604
GW 96 922
GW 96 923
GW 96 924
GW 96 925
GW 96 926
GW 96 921
GW 96 606
GW 96 607
GW 96 608
GW 96 615 GW 96 611
GW 96 612
GW 96 613
GW 96 614
GW 96 932
GW 96 616
GW 96 617
GW 96 618
DATI TECNICI
N. poli 1 POLO 2 POLI 4 POLI
Norme di riferimento: EN 61095 EN 61095 EN 61095
Corrente nominale (In): (A) 16 16 16
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. 230 a.c. 230-400 a.c.
Tensione comando bobina: (V) 8-12-24-230 a.c. / 12-24 d.c. 8-12-24-230 a.c. / 24 d.c. 12-24-230 a.c.
Tensione nominale disolamento (Ui): (V) 250 a.c. 250 a.c. 400 a.c.
Tensione nominale dimpulso (Uimp): (kV) 4 4 4
Frequenza nominale: (Hz) 50 50 50
Assorbimento bobina alleccitazione: (a.c./d.c.) 4VA / 2,9W 9VA / 12W 14VA
Assorbimento bobina in mantenimento: (a.c./d.c.) 2,4VA / 2,9W 2.5VA / 0,7W 6VA
Tensione funzionamento bobina: 0,9...1,1xUe 0,9...1,1xUe 0,9...1,1xUe
Potenza max lampade: (W)
lampade ad incandescenza 2400 2400 2400
lampade fluorescenti 500 500 500
lampade alogene 1000 1000 1000
Potenza dissipata per polo: (W) 0,6 0,6 0,6
Manovre elettriche (pieno carico, cos= 0,9): 100.000 100.000 100.000
Manovre meccaniche: 1.000.000 1.000.000 1.000.000
Durata minima comando chiusura: (ms) 25 25 25
Temperatura di funzionamento: (C) -5...+40 -5...+40 -5...+40
Sezione massima conduttori contatti: (mm
2
) 4 o 2x2,5 10 o 2x4 10 o 2x4
Sezione massima conduttori bobina: (mm
2
) 4 o 2x2,5 4 o 2x2,5 4 o 2x2,5
SerIe 90 am
309
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 309 31/01/12 15.16
rel PaSSo-PaSSo
ScHemI funzIonalI - rel PaSSo-PaSSo
GW 96 621
GW 96 622
GW 96 623
GW 96 624
GW 96 625
GW 96 626
GW 96 627
GW 96 628
GW 96 630
GW 96 673
GW 96 674
GW 96 676
GW 96 631
GW 96 632
GW 96 633
GW 96 636
GW 96 637
GW 96 638
GW 96 641
GW 96 642
GW 96 643
ScHemI funzIonalI - rel PaSSo-PaSSo con comanDo centralIzzaBIle
GW 96 652
GW 96 653
GW 96 657
GW 96 658
GW 96 659
GW 96 662
GW 96 663
GW 96 664
GW 96 667
GW 96 668
GW 96 669
DATI TECNICI REL PASSO PASSO REL PASSO PASSO COMANDO CENTRALIZ.
N. poli 1 POLO 2/4 POLI 1 POLO 2/3 POLI
Norme di riferimento: EN 60669-2-2 EN 60669-2-2 EN 60669-2-2 EN 60669-2-2
Corrente nominale dimpiego (Ie): (A) 16 16 16 16
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. 230 a.c. 230 a.c. 230 a.c.
Tensione comando bobina: (V) 8-12-24-230 a.c.
24 d.c.
12-24-230 a.c.
24 d.c.
24-230 a.c.
24 d.c.
24-230 a.c.
24 d.c.
Tensione nominale disolamento (Ui): (V) 250 a.c. 250 a.c. 250 a.c. 250 a.c.
Tensione nominale dimpulso (Uimp): (kV) 4 4 4 4
Frequenza nominale: (Hz) 50 50 50 50
Assorbimento bobina alleccitazione: (ac/dc) 5VA / 3,3W 9VA / 12W 12VA / 12W 12VA / 12W
Assorbimento bobina in mantenimento: (ac/dc) 3,5VA / 3,3W 2,5VA / 1W 1VA/1W 1VA/1W
Tensione funzionamento bobina: 0,9 - 1,1xUe 0,9 - 1,1xUe 0,9 - 1,1xUe 0,9 - 1,1xUe
Potenza max lampade: (W)
lampade ad incandescenza 2400 2400 2400 2400
lampade fluorescenti 500 500 500 500
lampade alogene 1000 1000 1000 1000
Potenza dissipata per polo: (W) 1,5 1,5 1,5 1,5
Manovre elettriche (Ie e cos = 0,9): 100.000 100.000 100.000 100.000
Manovre meccaniche: 200.000 200.000 200.000 200.000
Durata minima comando chiusura: (ms) 25 25 25 25
Temperatura di funzionamento: (C) -5...+40 -5...+40 -5...+40 -5...+40
Sezione massima conduttori contatti: (mm
2
) 4 o 2x2,5 10 o 2x4 10 o 2x4 10 o 2x4
Sezione massima conduttori bobina: (mm
2
) 4 o 2x2,5 4 o 2x2,5 4 o 2x2,5 4 o 2x2,5
310
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 310 31/01/12 15.16
Il rel passo-passo con comando centralizzabile dispone di unuscita per la centralizzazione del comando in un solo punto, permettendo cos lo spegnimento
o laccensione di tutti i carichi comandati dai vari rel indipendentemente dal loro stato (accesi o spenti).
guIDa allutIlIzzo Del rel PaSSo-PaSSo con comanDo centralIzzaBIle
ScHema DI caBlaggIo Per la centralIzzazIone Del comanDo
Nota: Tutti i rel passo-passo utilizzati devono
essere del tipo con comando centralizzabile.
Rel passo-passo 1 Comando centralizzato Rel passo-passo 2 Rel passo-passo 3
InSerzIone lamPaDe tramIte rel PaSSo-PaSSo
La tabella seguente riporta il numero delle lampade per fase comandabili dal rel passo-passo in funzione della potenza nominale e del tipo di lampada.
I valori sono riferiti alla tensione nominale di 230 V, se non specificato. Si ricorda che tutte le lampade presenti in tabella si intendono rifasate.
DISTRIBUZIONE MONOFASE 230 V a.c.
Corrente nominale rel passo-passo (In) 16 A
Tipo di lampada Potenza (W) Numero di lampade per fase
INCANDESCENZA ED ALOGENA
60 33
100 20
200 10
300 6
500 4
1000 1
ALOGENA (12 V)
20 55
50 20
75 15
100 11
FLUORESCENTE
Monolampada rifasata
(cos 0,9)
18 27
36 16
58 8
Bilampada rifasata
(cos 0,9)
2x18 13
2x36 8
2x58 4
A SCARICA - A IODURI METALLICI
35 13
70 6
150 3
250 2
A SCARICA - A VAPORI DI SODIO A BASSA PRESSIONE
35 9
55 7
90 5
135 4
180 3
A SCARICA - A VAPORI DI SODIO AD ALTA PRESSIONE
70 6
150 3
250 2
A SCARICA - A VAPORI DI MERCURIO
50 8
80 6
125 4
250 2
400 1
SerIe 90 am
311
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 311 31/01/12 15.16
rel geStIone carIcHI
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 61010-1, EN 61000-6-2,
EN 61000-6-4, EN 60688
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. F-N
220 a.c. F-F
Corrente nominale (In): (A) 25 (32)
Portata e tipo contatto: 16A AC1 / 250Vac - 1NC
Potenza assorbita: (VA) 2
Classe di precisione: 1
Temperatura di funzionamento: (C) -5...+55
Grado di protezione: IP 20
Sezione max. conduttori: (mm
2
) 6
Il rel di gestione carichi misura il consumo di potenza attiva nellimpianto e al superamento della soglia impostata distacca i carichi non preferenziali
e li rialimenta dopo un periodo preimpostato.
Tasto di
programmazione
ton: Ritardo di apertura contatto al superamento della soglia di potenza
campo di regolazione: 0 255 secondi
valore di default: 45 secondi
tof: Tempo di apertura contatto carichi non prioritari
campo di regolazione: 0 255 secondi
valore di default: 240 secondi
Bel: Durata dellavviso acustico di superamento soglia
campo di regolazione: 0 255 secondi
valore di default: 45 secondi
P: Soglia di apertura contatto carichi non prioritari
campo di regolazione: 0 9,99 kW
valore di default: 3,8 kW
Il rel gestione carichi con corrente nominale 25A adatto allinstallazione su impianti da 3 e 4,5 kW.
Il rel gestione carichi con corrente nominale 32A adatto allinstallazione su impianti fino a 6 kW.
Il dispositivo gi programmato con valori di default ottimali per utenze da 3 kW, ma anche personalizzabile attraverso lunico tasto presente sul
frontale:
312
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 312 31/01/12 15.16
ScHemI funzIonalI
geStIone DI PI carIcHI non PrIorItarI
eSemPIo DI InStallazIone nel centralIno DomeStIco (ceI 64-8 v3)
F N
40A
16A 16A 16A 10A 16A
6 5 7 8
2 1 3 4
6 5 7 8
2 1 3 4
6 5 7 8
2 1 3 4
1 3 2
FM LUCE NON
PRIORITARIO
1
NON
PRIORITARIO
2
NON
PRIORITARIO
3
ton: 85
tof: 160
P: 3,80
beL: 85
ton: 65
tof: 200
P: 3,80
beL: 65
ton: 45
tof: 240
P: 3,80
beL: 45
M
T
C
M
T
C
M
T
C
N
C
N
C
N
C
M
T
C
M
T
C
P
-
C
O
M
F
O
R
T
P
-
C
O
M
F
O
R
T
P
-
C
O
M
F
O
R
T
S
D
F N
2
32A
16A 16A 10A 16A 16A
25A 40A
1 3 4
6 5 7 8
CARICO
NON
PRIORITARIO
PRESE
ZONA
GIORNO
PRESE
ZONA
NOTTE
LAVATRICE LUCE
P
-
C
O
M
F
O
R
T
M
T
C
M
T
C
M
T
C
M
T
C
M
T
C
S
D
S
D
N
C
SerIe 90 am
313
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 313 31/01/12 15.16
BIocomfort (DISgIuntore)
Il disgiuntore (chiamato anche biointerruttore) toglie la tensione alternata allimpianto elettrico a valle quando tutti i carichi nella zona notte ad esso collegati
vengono spenti. Non necessario regolare manualmente la soglia dintervento del rel in quanto il disgiuntore, grazie allinnovativa funzione di auto-
apprendimento, apprende automaticamente il valore della corrente assorbita dai carichi come soglia di intervento del disgiuntore.
Durante il funzionamento del disgiuntore, la linea a valle del biocomfort, destinata alla zona notte, alimentata ad una tensione di monitoraggio in continua
(5 230 V d.c.). Tale tensione necessaria in modo da ripristinare in qualsiasi momento la tensione di rete (230V a.c.) qualora si accendesse un carico. Infine,
poi possibile disattivare il disgiuntore mediante un comando manuale, qualora si debbano effettuare operazioni di manutenzione allimpianto elettrico.
DATI TECNICI
Norma di riferimento: EN 60669-2-1
Tensione nominale dimpiego(Ue): (V) 230 a.c. 10%
Corrente nominale dimpiego(Ie): (A) 16
Tensione nominale disolamento (Ui): (V) 250 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50
Tensione di sorveglianza: (V) 5 - 230 d.c.
Potenze massime lampade: (W)
Lampade a incandescenza 3600
Lampade fluorescenti 1000
Lampade con reattore elettronico 400
Potenza dissipata : (W) 1
Manovre meccaniche: 10000000
Tempo di chiusura: (ms) 10 - 20
Tempo di apertura: (ms) 5 - 15
Temperatura di funzionamento: (C) -20...+50
Sezione max. conduttori: (mm
2
) 6
DeScrIzIone
PrIncIPIo DI funzIonamento
Da applicare a lampade fluorescenti o carichi con assorbimento minore di 30 mA secondo gli schemi riportati. Installare direttamente sul carico o in scatole di
derivazione. Altre applicazioni: lampade a basso consumo, dimmer e trasformatori elettronici.
carIco DI BaSe
Per facilitare il corretto funzionamento del disgiuntore si consiglia di installare nella zona notte i carichi minimi indispensabili. Infatti, particolare attenzione
deve essere prestata prima dellinstallazione del Biocomfort quando nella zona notte sono presenti apparecchiature in stand-by (ad esempio TV, radiosveglia,
ecc) o dimmer. Infatti questi dispositivi sono difficilmente rilevati e disconnessi dal disgiuntore. Per ulteriori approfondimenti guardare gli schemi funzionali
riportati nella pagina successiva.
note
Spia di segnalazione
Accesa: linea alimentata a 230v ac
Spenta: Biocomfort attivato
Selettore di regolazione della tensione
di monitoraggio dellimpianto da 5 a 230V d.c.
Selettore modalit di funzionamento:
ON/P: Biocomfort disattivato
A: funzione di auto-apprendimento attiva
/A: funzione di auto-apprendimento esclusa
314
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 314 31/01/12 15.16
L N
TV
TV
3
L N
TV
TV
3
N
L
L N
3
Id
In = 25 A
I n= 30 mA
In = 16 A In = 10 A In = 10 A
ScHemI funzIonalI
InStallazIone nel centralIno
(si prevede una linea dedicata alla zona notte)
lamPaDe fluoreScentI / lamPaDe a BaSSo conSumo
lamPaDe alogene con traSformatore Da 12/24v
L N
TV
TV
3
L N
TV
TV
3
N
L
L N
3
Id
In = 25 A
I n= 30 mA
In = 16 A In = 10 A In = 10 A
carIcHI con StanD-By
Il biointerruttore funziona correttamente aggiungendo in parallelo al
trasformatore, a valle dellinterruttore di comando, il carico di base.
Linterruttore di comando lampade deve essere posizionato a monte del
trasformatore (lato 230V a.c.).
Il funzionamento del biointerruttore in presenza di circuiti comandati da dimmer elettronici non garantito, mentre pu funzionare con quelli rotativi
posizionando il selettore della tensione di monitoraggio al valore massimo. Inoltre il corretto funzionamento condizionato ad una corretta acquisizione
della funzione di auto-apprendimento del Biocomfort con la regolazione al minimo del carico gestito dal dimmer. Le manovre di accensione e spegnimento
del carico, nel normale utilizzo, devono avvenire in modo deciso.
Non si garantisce il funzionamento del disgiuntore con dimmer meccanici rotativi non appartenenti alla gamma GewIss. A questo proposito si consiglia
linstallazione di dimmer appartenenti alla serie Chorus (GW 10 561, GW 12 561 e GW 14 561).
DImmer
In questo caso, la presa a cui connesso il carico deve essere comandata
con un interruttore. Inoltre deve essere installato il carico di base in
parallelo alla presa.
230 V
a.c. 12/ 24V
a.c.
L N
TV
TV
3
L N
TV
TV
3
N
L
L N
3
Id
In = 25 A
I n= 30 mA
In = 16 A In = 10 A In = 10 A
disgiuntore
forza motrice
giorno
luce giorno zona notte
camera 1 camera 2
carico base
GW 96 340
carico base
GW 96 340
carico di base
carico base
GW 96 340
SerIe 90 am
315
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 315 31/01/12 15.16
rel DI controllo
gW 96 906 - rel DI controllo corrente alternata monofaSe
gW 96 908 - rel DI controllo tenSIone monofaSe ac/Dc
gW 96 909 - rel DI controllo tenSIone trIfaSe ac
Nei controlli di processo risulta necessario monitorare la corrente che
circola per riuscire a salvaguardare tutti i componenti del sistema.
La protezione da sottocorrente trova applicazione, per esempio, in un
sistema quando viene automaticamente dato il consenso di accensione
ad un carico (motore, pompa ecc.) ma un guasto ne impedisce
lazionamento: la corrente non dellintensit in cui dovrebbe fluire ed
il sistema pu essere prontamente fermato per evitare danneggiamenti
(ad esempio su una linea di nastri trasportatori).
La protezione da sovracorrente invece pu intervenire qualora ci sia
un anomalo aumento dellassorbimento che potrebbe derivare da un
bloccaggio del motore di un nastro trasportatore o dall inceppamento
di un miscelatore.
gW 96 907 - rel DI controllo faSI In un SIStema trIfaSe
In caso lenergia fornita dal sistema trifase presenti squilibri di fase dovuti
alla distribuzione non uniforme del carico, il motore converte una parte
di energia in potenza reattiva che viene dispersa e quindi sprecata. Inoltre
in condizioni di questo tipo pu essere esposto a sollecitazioni termiche
superiori.
Unaltra condizione critica si verifica al variare della sequenza delle fasi
durante il funzionamento oppure allerrata sequenza delle fasi prima
dellavviamento che determinano la variazione del senso di rotazione
degli apparecchi collegati.
Generatori, pompe e ventilatori, ruotando nel senso sbagliato possono a
lungo andare causare malfunzionamenti dellimpianto.
Anche la mancanza di una fase influisce negativamente sullintegrit
dellimpianto disturbando, per esempio, lavviamento di un motore.
Risulta quindi indispensabile proteggere i carichi da questi possibili
malfunzionamenti, soprattutto in caso si apparecchi mobili (macchine
per edilizia, per esempio).
Gli apparecchi elettrici possono subire danni se operano continuati-
vamente in reti con tensioni inferiori o superiori ai valori normali di
esercizio.
In presenza di sottotensione non pu essere garantito un avviamento
sicuro oppure, in queste condizioni, la definizione dello stato di un
contattore pu essere resa incerta e di conseguenza tutto limpianto
controllato reso instabile.
In assenza di un controllo sicuro del sistema gli elementi, anche di valore,
potrebbero essere danneggiati.
316
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 316 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
GW 96 906 GW 96 907 GW 96 908 GW 96 909
Circuito dingresso
Tensione nominale (Un): (V) 230 230/400
24 AC/DC
230 AC
230/400
Tolleranza: (% Un) 15 30 -25 / +20 -30 / +10
Potenza dissipata: (VA) 5 8 10 (230V) 8
Frequenza nominale: (Hz) 48 63 48 63 48 63 48 63
Categoria sovratenzione (IEC 60664-1): III III III III
Tensione di isolamento: (kV) 4 4 4 4
Circuito duscita
Contatto in scambio a potenziale libero: (N) 1 1 1 1
Tensione nominale: (V) 250 250 250 250
Capacit di commutazione (5A/250V AC): (VA) 1250 1250 1250 1250
Fusibile (rapido): (A) 5 5 5 5
Vita meccanica: (N Oper.) 20 x 10
6
20 x 10
6
20 x 10
6
20 x 10
6
Vita elettrica (1000VA carico reisistivo): (N Oper.) 20 x 10
5
20 x 10
5
20 x 10
5
20 x 10
5
Frequenza di commutazione MAX: (N/min)
60
(1)
60
(1)
6
(2)
6
(2)
6
(2)
6
(2)
Condizioni ambientali
Temperatura ambiente: (C) -25 55 -25 55 -25 55 -25 55
Temperatura di immagazzinamento: (C) -25 70 -25 70 -25 70 -25 70
Temperatura di trasporto: (C) -25 70 -25 70 -25 70 -25 70
Umidit relativa (IEC60721-3-3 classe 3K3): (%) 15 85 15 85 15 85 15 85
Grado inquinamento (IEC 60664-1): 2 2 2 2
SerIe 90 am
317
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 317 31/01/12 15.16
temPorIzzatore multIfunzIone
DATI TECNICI
Tensione di comando: (V) 24...240 a.c./d.c.
Tipo di contatto: 1 in scambio
Capacit di commutazione: 8A - 250V a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50-60
Temporizzazione: 0,05s...100h
Potenza dissipata: 4VA (1,5W)
Vita meccanica: (N totale di operazioni) 20.000.000
Vita elettrica: (N totale di operazioni) 20.000
Frequenza di commutazione: max 6 al minuto
Precisione di ripetizione: < 0,5% o 5ms
Tempo di reset: (ms) 100
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -25...+55
Temperatura dimmagazzinamento: (C) -25...+70
Coppia di chiusura max: (Nm) 1
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 1 x 0,5 fino a 2,5 (cavo con o senza capicorda)
1 x 4 (cavo senza capicorda)
2 x 0,5 fino a 1,5 (cavo con o senza capicorda)
2 x 2,5 (cavo flessibile senza capicorda)
ProgrammazIone
.05 .2
.4
.6
.8 1
U/t
S 1 10
10
10 100
1
1
h
m
E R
Ws
Wa
Es
Wu Bp
R
16 18 15
S
B1 A1 A2
+ U
.05 .2
.4
.6
.8 1
U/t
S 1 10
10
10 100
1
1
h
m
E R
Ws
Wa
Es
Wu Bp
R
16 18 15
S
B1 A1 A2
+ U
.05 .2
.4
.6
.8 1
U/t
S 1 10
10
10 100
1
1
h
m
E R
Ws
Wa
Es
Wu Bp
R
16 18 15
S
B1 A1 A2
+ U
.05 .2
.4
.6
.8 1
U/t
S 1 10
10
10 100
1
1
h
m
E R
Ws
Wa
Es
Wu Bp
R
16 18 15
S
B1 A1 A2
+ U
.05 .2
.4
.6
.8 1
U/t
S 1 10
10
10 100
1
1
h
m
E R
Ws
Wa
Es
Wu Bp
R
16 18 15
S
B1 A1 A2
+ U
S: contatto di comando
U: alimentazione rel
R: contatto di uscita
LED Verde U/t acceso: presenza tensione di alimentazione
LED Verde U/t lampeggiante: indicazione tempo ritardo
LED Giallo acceso/spento: indicazione stato rel di uscita
Il temporizzatore multifunzione consente di alimentare e disalimentare un carico per un periodo di tempo impostato (regolabile da 0,05s a 100h).
E: ritardo allinserzione con comando da rete
R: ritardo alla disinserzione con comando da contatto
Ws: impulso allinserzione con comando da contatto
Wa: impulso alla disinserzione attraverso contatto di controllo
Es: ritardo allinserzione con comando da contatto
Wu: singolo impulso allinserzione con comando da rete
Bp: ciclo simmetrico, pausa iniziale
ScHemI funzIonalI
Regolazione fine tempo di ritardo Stati di funzionamento
Regolazione tempo di ritardo
.05 .2
.4
.6
.8 1
U/t
S 1 10
10
10 100
1
1
h
m
E R
Ws
Wa
Es
Wu Bp
R
16 18 15
S
B1 A1 A2
+ U
318
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 318 31/01/12 15.16
funzIonI
E
R
Ws
Wa
Es
Wu
Bp
t <t
Led U/t
R
U
t <t
t <t
Led U/t
R
S
U
t t
Led U/t
R
S
U
t t
Led U/t
R
S
U
t <t
Led U/t
R
S
U
t <t
Led U/t
R
U
t
Led U/t
R
U
t t t
Ritardo allinserzione con comando da rete (E)
Quando la tensione di alimentazione applicata, inizia il conteggio del tempo t (LED verde U/t lampeggiante).
Trascorso il tempo di ritardo t (LED verde acceso) il rel di uscita R commuta nella posizione di ON (LED giallo
acceso). Questo stato rimane tale finch non viene interrotta la tensione di alimentazione. Se la tensione di
alimentazione viene tolta prima che sia passato il tempo t, il conteggio viene azzerato e ricomincia quando viene
riapplicata la tensione dalimentazione.
Ritardo alla disinserzione con comando da contatto (R)
La tensione di alimentazione deve essere sempre applicata allapparecchio (LED verde acceso). Quando il contatto
S chiuso, il rel duscita R commuta nella posizione di ON (LED giallo acceso). Se il contatto S viene aperto, inizia il
conteggio del tempo t (LED verde lampeggiante). Trascorso il tempo di ritardo t (LED verde acceso) il rel di uscita
commuta nella posizione OFF (LED giallo spento). Se il contatto S viene chiuso prima che sia trascorso il tempo di
ritardo t, anche il conteggio viene azzerato e ricomincia con il ciclo successivo.
Impulso allinserzione con comando da contatto (Ws)
La tensione di alimentazione deve essere sempre applicata allapparecchio (LED verde acceso). Quando viene chiuso
il contatto S il rel di uscita R commuta nella posizione ON (LED giallo acceso) ed inizia il conteggio del tempo t (LED
verde lampeggiante). Trascorso il tempo di ritardo t (LED verde acceso) il rel di uscita commuta nella posizione
OFF (LED giallo spento). Durante il tempo di ritardo t, il contatto di controllo pu essere azionato senza che il rel
duscita commuti. Un ciclo successivo pu essere attivato solo quando passato completamente il primo ciclo.
Impulso alla disinserzione attraverso contatto di controllo (Wa)
La tensione di alimentazione deve essere sempre applicata allapparecchio (LED verde acceso). La chiusura del
contatto S, non ha influenza sul rel di uscita R. Quando il contatto S aperto, il rel di uscita commuta nella
posizione ON (LED giallo acceso) ed inizia il conteggio del tempo t (LED verde lampeggiante). Trascorso il tempo
di ritardo t (LED verde acceso) il rel di uscita commuta nella posizione OFF (LED giallo spento). Durante il tempo
di ritardo t, il contatto di controllo pu essere azionato senza che il rel di uscita commuti. Un ciclo successivo pu
essere attivato solo quando passato completamente il primo ciclo.
Ritardo allinserzione con comando da contatto (Es)
La tensione di alimentazione deve essere sempre applicata allapparecchio (LED verde acceso). Quando il contatto
S chiuso, inizia il conteggio del tempo t (LED verde lampeggiante). Trascorso il tempo di ritardo t (LED verde
acceso) il rel di uscita commuta nella posizione ON (LED giallo acceso). Questo stato rimane tale finch non viene
aperto il contatto S. Se il contatto S viene aperto prima che sia trascorso il tempo di ritardo t, anche il conteggio
viene azzerato e ricomincia con il ciclo successivo.
Singolo impulso allinserzione con comando da rete (Wu)
Quando viene applicata la tensione di alimentazione, il rel di uscita R commuta nella posizione ON (LED giallo
acceso) ed inizia il conteggio del tempo t (LED verde lampeggiante). Trascorso il tempo di ritardo t (LED verde
acceso) il rel di uscita commuta nella posizione OFF (LED giallo spento). Questo stato rimane tale finch non
viene tolta tensione di alimentazione. Se la tensione di alimentazione viene tolta prima che sia trascorso il tempo
di ritardo t, il rel di uscita commuta nella posizione di OFF. Anche il conteggio viene azzerato e ricomincia quando
viene riapplicata la tensione di alimentazione.
Ciclo simmetrico, pausa iniziale (Bp)
Quando la tensione di alimentazione applicata allapparecchio, inizia il conteggio del tempo t (LED verde
lampeggiante). Trascorso il tempo di ritardo t, il rel di uscita commuta nella posizione ON (LED giallo acceso) e
ricomincia il conteggio del tempo t. Trascorso nuovamente il tempo t, il rel di uscita commuta nuovamente nella
posizione OFF (LED giallo spento). Il rel di uscita continua a triggerare con ciclo aperto / chiuso uguale al tempo t,
finch presente la tensione di alimentazione.
SerIe 90 am
319
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 319 31/01/12 15.16
temPorIzzatore a cIclo aSImmetrIco (PauSa-lavoro)
DATI TECNICI
Tensione di comando: (V) 12...240 a.c./d.c.
Tipo di contatto: 1 in scambio
Capacit di commutazione: 8A - 250V a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50-60
Temporizzazione: 0,05s...100h
Potenza dissipata: 4VA (1,5W)
Vita meccanica: (N totale di operazioni) 20.000.000
Vita elettrica: (N totale di operazioni) 20.000
Frequenza di commutazione: max 6 al minuto
Precisione di ripetizione: < 0,5% o 5ms
Tempo di reset: (ms) 100
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -25...+55
Temperatura dimmagazzinamento: (C) -25...+70
Coppia di chiusura max: (Nm) 1
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 1 x 0,5 fino a 2,5 (cavo con o senza capicorda)
1 x 4 (cavo senza capicorda)
2 x 0,5 fino a 1,5 (cavo con o senza capicorda)
2 x 2,5 (cavo flessibile senza capicorda)
Il temporizzatore a ciclo asimmetrico (pausa-lavoro) consente di alimentare e disalimentare un carico secondo un ciclo continuo con tempi di accensione
e spegnimento con regolazioni differenti (entrambi regolabili da 0,05s a 100h).
.05 .2
.4
.6
.8 1
U/t
S 1 10
10
10 100
1
1
h
m
E R
Ws
Wa
Es
Wu Bp
R
16 18 15
S
B1 A1 A2
+ U
Regolazione fine tempo di ritardo
.05 .2
.4
.6
.8 1
U/t
S 1 10
10
10 100
1
1
h
m
E R
Ws
Wa
Es
Wu Bp
R
16 18 15
S
B1 A1 A2
+ U
Regolazione tempo di ritardo
.05 .2
.4
.6
.8 1
U/t
S 1 10
10
10 100
1
1
h
m
E R
Ws
Wa
Es
Wu Bp
R
16 18 15
S
B1 A1 A2
+ U
ScHemI funzIonalI
U: alimentazione rel
R: contatto di uscita
LED Verde U/t acceso: presenza tensione di alimentazione
LED Verde U/t lampeggiante lento: indicazione tempo ritardo 1
LED Verde U/t lampeggiante veloce: indicazione tempo ritardo 2
LED Giallo acceso/spento: indicazione stato rel di uscita
.05 .2
.4
.6
.8 1
U/t
S 1 10
10
10 100
1
1
h
m
E R
Ws
Wa
Es
Wu Bp
R
16 18 15
S
B1 A1 A2
+ U
320
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 320 31/01/12 15.16
funzIonI
Ciclo asimmetrico, pausa iniziale (Ip)
Quando la tensione di alimentazione applicata inizia il conteggio del tempo t1 (LED verde U/t lampeggiante
lento). Trascorso il tempo di ritardo t1, il rel di uscita R commuta nella posizione ON (LED giallo acceso) ed inizia il
conteggio del tempo t2 (LED verde lampeggiante veloce). Trascorso il tempo di ritardo t2, il rel di uscita commuta
nella posizione OFF (LED giallo spento). Il rel di uscita continua a triggerare nei tempi imposti da t1 e t2 fintanto
che presente la tensione di alimentazione.
Il rel di uscita continua a commutare tra ON ed OFF con tempi t1 e t2 finch non viene tolta la tensione di
alimentazione.
Ciclo asimmetrico, impulso iniziale (Ii)
Quando la tensione di alimentazione U applicata il rel di uscita R commuta nella posizione ON (LED giallo acceso)
ed inizia il conteggio del tempo t1 (LED verde U/t lampeggiante lento). Trascorso il tempo di ritardo t1, il rel di
uscita commuta nella
posizione OFF (LED giallo spento) ed inizia il conteggio del tempo t2 (LED verde U/t lampeggiante velocemente).
Trascorso il tempo di ritardo t2, il rel di uscita commuta nella posizione ON (LED giallo acceso). Il rel di uscita
continua a triggerare nei tempi imposti da t1 e t2 fintanto che presente la tensione di alimentazione.
Il rel di uscita continua a commutare tra ON ed OFF con tempi t1 e t2 finch non viene tolta la tensione di
alimentazione.
Ip
Ii
Led U/t
R
U
Led U/t
R
U
t1 t2 t1 t2 t1
t1 t2 t1 t2 t1
Ip
Ii
Led U/t
R
U
Led U/t
R
U
t1 t2 t1 t2 t1
t1 t2 t1 t2 t1
A1 B1
Ip
A1 B1
Ii
A1 B1
Ip
A1 B1
Ii
SerIe 90 am
321
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 321 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
Tipo: Normale Con preavviso di spegnimento
Norme di riferimento: EN 60669-1/2-1 EN 60669-1/2-1
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. 230 a.c.
Tensione nominale di isolamento (Ui): (V) 250 a.c. 250 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50 50/60
Regolazione temporizzatore: 30s20min 30s20min
Contatto in uscita: 1 NA 1 NA
Capacit di commutazione:
carichi resistivi (cos=1) (A) 16 16
carichi induttivi (cos=0,6) (A) 10 10
lampade ad incadenscenza (W) 2300 3600
lampade fluorescenti (W) 1000 1000
lampade alogene (W) - 3600
Tipo di collegamento: 3 o 4 fili 3 o 4 fili
Funzionamento: automatico / fisso ON automatico / fisso ON
Potenza dissipata: (VA) 1,3 <1
Pulsanti illuminabili collegabili: (mA) 50 150 (4 fili) - 50 (3 fili)
Grado di protezione: IP20 IP20
Effetto memoria: si -
Temperatura di funzionamento: (C) -10...+55 -10...+55
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 1x4/2x2,5 (rigido) 1x4/2x2,5 (rigido)
1x2,5/2x1,5 (flessibile) 1x2,5/2x1,5 (flessibile)
temPorIzzatorI luce Scala
ScHemI funzIonalI
Collegamento a 3 fili Collegamento a 4 fili
322
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 322 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
Codice: GW 96 821
Norma di riferimento: EN 60065
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50-60
Numero canali: 1
Contatto in uscita: 1 in scambio
Capacit di commutazione:
carichi resistivi 16A-250V-cos = 1
carichi induttivi 8A-250V-cos = 0,6
lampade ad incandescenza 1000W
Riserva di carica: (h) 3 anni
Funzionamento: automatico/fisso ON/fisso OFF
Precisione (s/giorno): 2,5
Potenza assorbita: (VA) 5
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -25...+55
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 4
Piombabile: si
Interruttore aStronomIco
ScHemI funzIonalI
GW 96 821
SerIe 90 am
323
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 323 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
Codice: GW 96 830 GW 96 836 GW 96 831 GW 96 832
Norma di riferimento: EN 60335-1/2-26 EN 60335-1/2-26 EN 60335-1/2-26 EN 60335-1/2-26
Tipo: Giornaliero Giornaliero Giornaliero Settimanale
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. 230 a.c. 230 a.c. 230 a.c.
- 110 d.c. 130 d.c. 110 d.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50 50 50 50
Contatto in uscita: 1NO 1NO 1 in scambio 1 in scambio
Capacit di commutazione:
carichi resistivi 16A-250V-cos = 1 16A-250V-cos = 1 16A-250V-cos = 1 16A-250V-cos = 1
carichi induttivi 4A-250V-cos = 0,6 4A-250V-cos = 0,6 4A-250V-cos = 0,6 4A-250V-cos = 0,6
lampade ad incandescenza 1000W 1000W 1350W 1350W
Regolazione minima: 30min 30min 30min 3h
Riserva di carica: (h) NO 50 150 150
Funzionamento:
automatico/fisso ON automatico/fisso ON
automatico/fisso ON/
fisso OFF
automatico/fisso ON/
fisso OFF
Potenza assorbita: (VA) 1 1 1 1
Grado di protezione: IP20 IP20 IP20 IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -25...+55 -20...+55 -20...+55 -20...+55
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6 6 6 6
Piombabile: si si si si
InterruttorI orarI analogIcI
DATI TECNICI
Codice: GW 96 844 GW 96 845 GW 96 846
Norma di riferimento: EN 60669-1, EN 60669-2-1 EN 60669-1, EN 60669-2-1 EN 60669-1, EN 60669-2-1
Tipo: Giornaliero/Settimanale Giornaliero/Settimanale Giornaliero/Settimanale
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. 230 a.c. 230 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50-60 50-60 50-60
Numero canali: 1 2 1
Contatto in uscita: 1 in scambio 2 in scambio 1 in scambio
Capacit di commutazione:
carichi resistivi 16A-250V-cos = 1 16A-250V-cos = 1 16A-250V-cos = 1
carichi induttivi 8A-250V-cos = 0,6 8A-250V-cos = 0,6 8A-250V-cos = 0,6
lampade ad incandescenza 1000W 1000W 1000W
Passi di memoria: 50 50 50
Regolazione minima: (min.) 1 1 1
Riserva di carica: (h) 3 anni 3 anni 3 anni
Funzionamento: automatico/fisso ON/fisso OFF automatico/fisso ON/fisso OFF automatico/fisso ON/fisso OFF
Precisione (s/giorno): 2,5 2,5 2,5
Potenza assorbita: (VA) 5 5 5
Grado di protezione: IP20 IP20 IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -25...+55 -25...+55 -25...+55
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 4 4 2,5
Piombabile: si si si
InterruttorI orarI DIgItalI
ScHemI funzIonalI - Int. orarI analogIcI ScHemI funzIonalI - Int. orarI DIgItalI
GW 96 830 - GW 96 836 GW 96 831 - GW 96 832 GW 96 846 - GW 96 844 GW 96 845
324
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 324 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
Tipo: Normale Con interruttore orario digitale
Norma di riferimento: EN 60669-1, EN 60669-2-1 EN 60669-1, EN 60669-2-1
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. 230 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50-60 50-60
Numero canali: 1 1
Contatto in uscita: 1 NA 1 in scambio
Capacit di commutazione in AC:
carichi resistivi 16A-250V 16A-250V
carichi induttivi 2,5A-250V-cos = 0,6 10A-250V-cos = 0,6
lampade ad incandescenza 1000W 2600W
lampade fluorescenti - 1000W
Capacit di commutazione in DC: (A)
carichi resistivi 24V 0,8 0,8
carichi resistivi 60V 0,3 0,3
carichi resistivi 220V 0,15 0,15
Regolazione luminosit: 2...500 lux 2...500 lux
Ritardo in commutazione: (s) 50 (fisso) 0...100 (regolabile)
Tipo orologio: - Giornaliero/Settimanale
Passi di memoria int. orario: - 50
Regolazione minima int. orario: (min.) - 1
Riserva di carica int. orario: - 3 anni
Funzionamento int. orario: - automatico/fisso ON/fisso OFF
Precisione int. orario (s/giorno): - 2,5
Potenza assorbita: (VA) 5 2,5
Lunghezza cavo di collegamento del sensore: (m) 100 100
Grado di protezione interruttore: IP20 IP20
Grado di protezione sensore: IP65 IP65
Temperatura di funzionamento interruttore: (C) -20...+55 -20...+55
Temperatura di funzionamento sensore: (C) -30...+70 -30...+70
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 4 4
InterruttorI crePuScolarI
ScHemI funzIonalI
GW 96 892 GW 96 891
sensore
sensore
SerIe 90 am
325
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 325 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
Tipo: Analogici Digitali
Norme di riferimento: EN 60051-1, EN60051-2 EN 61010-1
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) - 230 a.c.
Frequenza nominale: 40-60 15-100
Portata e scale intercambiabili amperometro: 10-20-30-40-50-60-100-150-250 5999
400-600-1000-1200-1500
Scale voltmetro: (V) 300-500 a.c. 500 a.c.
Classe di precisione: 1,5 0,5
Sovraccaricabilit amperometri: 10 In per 1s / 2 In continuo 1,1 In continuo
Sovraccaricabilit voltmetri: 2 Ue per 5s / 1,2 Ue continuo 1,2 Ue continuo
Potenza assorbita: (VA) 0,3 (amperometro) 2 (amperometro)
1,5 (voltmetro) 1,5 (voltmetro)
Grado di protezione: IP20 IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -10...+55 -5...+55
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6 6
voltmetrI e amPerometrI
mISura
Voltmetri e amperometri analogici
Strumenti indicatori di tipo elettromagnetico costituiti da un equipaggio a bobina mobile. Il voltmetro del tipo ad inserzione diretta con scala
0-300/0-500V. Gli amperometri di portata 10 - 20 - 30A sono ad inserzione diretta, mentre lamperometro GW 96 878, grazie allutilizzo dellopportuno
TA e della relativa scala, consente di misurare correnti fino a 1500A.
Voltmetri e amperometri digitali
Gli strumenti digitali, a funzionamento completamente elettronico, grazie allassenza di parti meccaniche in movimento soggette a usura, assicurano una
elevata precisione ed una lunga durata operativa. La visualizzazione della misura avviene con quadrante multiscala digitale. Gli amperometri sono
predisposti per la selezione delle portate agendo sul pulsante frontale.
I trasformatori di corrente (/5A) devono avere la corrente primaria uguale al valore della portata predisposta sullo strumento.
ScHemI funzIonalI
Amperometri Voltmetri
ANALOGICI
Amperometri Voltmetri
DIGITALI
326
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 326 31/01/12 15.16
DATI TECNICI
Tipo: Monofase Trifase diretto Trifase con T.A.
Norme di riferimento: EN 62053-21 EN 62053-21 EN 62053-21
Tensione di riferimento Un: (V) 230 ca 3x230/400 ca 3x230/400 ca
Inserzione: diretta diretta indiretta
Frequenza di riferimento: (Hz) 50-60 50-60 50-60
Minima corrente misurata NON in Classe Ist: (A) 0,03 0,03 0,015
Minima corrente misurata in Classe Imin: (A) 0,3 0,3 0,1
Corrente di base Ib: (A) 6 6 -
Corrente nominale In: (A) - - 5
Corrente massima Imax: (A) 30 30 6
Classe di precisione: 2 2 2
Risoluzione di lettura: (kWh) 0,01 0,1 0,1
Potenza assorbita: (VA) 4 10 10
Contatto riporto a distanza: 1 NA open collector 1 NA 1 NA
Corrente massima uscita ad impulso: (A) 0.02 (max 36Vdc) 0,5 (100V ca) 0,5 (100V ca)
Frequenza impulso in uscita: (Imp/kWh) 1000 10/1/0,1 10/1/0,1
Durata impulso in uscita: (ms) 100 100 100
Grado di protezione: IP20 IP20 IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -5+50 -10+45 -10+45
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6 6 6
Resettabilit conteggio energia: no no no
contatorI DI energIa
ScHemI funzIonalI
Contatore monofase Contatore trifase ad inserzione diretta Contatore trifase ad inserzione tramite TA
GW 96 890 GW 96 887 GW 96 888
Remote
impulse
Remote
impulse
contaore
DATI TECNICI
Norma di riferimento: EN 60335-1, EN 60335-2-26
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50
Cifre visualizzate: 99.999,99
Resettabilit: no
Potenza assorbita: (VA) 1
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -25...+55
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 10
AUX Open Collector
max 36V/20mA DC
6 7
1
230V 50Hz
+ -
L
N
3 4
U
6kW
max
SerIe 90 am
327
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 327 31/01/12 15.16
contatore DI energIa monofaSe comPatto
DATI TECNICI
Tipo: MONOFASE
Norme di riferimento: EN 62053-21
Tensione di riferimento Un: (V) 230 ca
Inserzione: diretta
Frequenza di riferimento: (Hz) 50
Minima corrente misurata NON in Classe Ist: (A) 0,02
Minima corrente misurata in Classe Imin: (A) 0,25
Corrente di base Ib: (A) 5
Corrente nominale In: (A) -
Corrente massima Imax: (A) 25
Classe di precisione: 1
Risoluzione di lettura: (kWh) 0,1
Potenza assorbita: (VA) 9
Contatto riporto a distanza: 1NA
Corrente massima uscita ad impulso: (A) 0,02 (30Vdc impedenza 100)
Frequenza impulso in uscita: (imp/kWh) 1000
Durata impulso in uscita: (ms) 50
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -10...+45
Sezione massima conduttori: (mm
2
) ingresso 6 - uscita 2,5
Resettabilit conteggio energia: no
Approvazioni PTB
ScHema funzIonale
U
328
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 328 31/01/12 15.16
multImetro eD analIzzatore DI rete
DATI TECNICI
Tipo: Multimetro Analizzatore di rete
Norma di riferimento: EN 61010 EN 61010
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. 230 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50-60 50-60
Inserzione: TA da 5A TA da 5A
Grandezze misurate: Misure istantanee:
- tensione (fase e concatenate)
- corrente
Misure istantanee:
- tensione (fase e concatenate)
- corrente (fasi e neutro)
- frequenza
- potenza attiva, reattiva, apparente (totale e per fase)
- cos (totale e per fase)
Valori medi (su 15min):
- potenza attiva, reattiva, apparente (totale e per fase)
Misura energia:
- energia attiva (parziale resettabile e totale)
- energia reattiva (parziale resettabile e totale)
Misura qualit energia:
- THD (tasso di distorsione armonica percentuale
di tensione e corrente)
Resettabilit conteggio parziale energia: - attiva e reattiva
Display: LED LCD
Numero cifre visualizzate: 3 4
Riporto a distanza: - tutte le grandezze misurate
Uscita RS485: - MODBUS RTU
Classe di precisione: 0,5 2
Sovraccaricabilit: 1,1In 1,2In
Potenza assorbita: (VA) 2 2
Grado di protezione: IP20 IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -5+55 0+55
Temperatura di stoccaggio: (C) -10+70 -10+70
SerIe 90 am
329
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 329 31/01/12 15.16
traSformatorI DI corrente
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 60044-1
Corrente secondario: (A) 5
Frequenza nominale: (Hz) 50-60
Tensione di prova: 6kV a 50Hz per 1 min.
Sovraccaricabilit: 1,2In
Corrente dinamica di cortocircuito: 2,5lth
Fattore di sicurezza: < 5
Grado di protezione: IP30
Temperatura di funzionamento: (C) -20...+50
Temperatura di stoccaggio: (C) -40...+80
Umidit relativa: 80%
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 10
ScHemI funzIonalI
COLLEGAMENTO CON FAST-ON (6,3 MM) FISSAGGIO COPRIMORSETTO E PIOMBATURA
COLLEGAMENTO CON CAPOCORDA
330
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 330 31/01/12 15.16
SegnalazIone
GW 96 567
GW 96 571
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
5
6
3
4
GW 96 568
GW 96 569
GW 96 566
GW 96 570
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
5
6
3
4
DATI TECNICI
Norma di riferimento: EN 62094-1 EN 62094-1
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 a.c. 1248 a.c./d.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50 / 60 50 / 60
Tipo di lampada: LED LED
Consumo lampada: (W) 0,8 (singola) / 1,4 (doppia) / 1,8 (tripla) 0,08
Durata lampada: (h) 100000 100000
Temperatura di funzionamento: (C) -5...+40 -5...+40
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6 (flessibile) 10 (rigido) 6 (flessibile) 10 (rigido)
Nota: Tensione di alimentazione spia tripla: 230Vac: Fase-Neutro e 400Vac: fase-fase
lamPaDe DI SegnalazIone
DATI TECNICI
Pulsanti Pulsanti luminosi
Norma di riferimento: EN 60669-1 EN 60669-1
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 250 a.c. 250 a.c.
Tensione lampada: (V) - 12-24-48 a.c. 230 a.c.
Corrente nominale: (A) 16 16
Tensione nominale di tenuta ad impulso (Uimp): (kV) 4 4
Frequenza nominale: (Hz) 50 / 60 50 / 60
Potere di chiusura: 1,25Ie - 1,1 Ue - Cos = 0,6 1,25Ie - 1,1 Ue - Cos = 0,6
Tipo di lampada: - LED
Consumo lampada: (W) - 0,08 0,8
Durata lampada: (h) - 100000
Manovre meccaniche: 20000 20000
Temperatura di funzionamento: (C) -5...+40 -5...+40
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6 (flessibile) 10 (rigido) 6 (flessibile) 10 (rigido)
PulSantI e PulSantI lumInoSI
ScHemI funzIonalI
1
2
2
N
3 2 3
N
4 X1 X1 X3 X1
N N X2
X2 X2
ScHemI funzIonalI
GW 96 564 GW 96 565
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
5
6
3
4
GW 96 561 GW 96 562 GW 96 563
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
3
4
1
2
5
6
3
4
SerIe 90 am
331
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 331 31/01/12 15.16
SuonerIe e ronzatorI
DATI TECNICI
Tipo: Suonerie Suoneria + Ronzatori Ronzatore + Suoneria
trasformatore trasformatore + Ronzatore
+ trasformatore
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 12-230 a.c. 230 a.c. 12-230 a.c. 230 a.c. 230 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50-60 50 50-60 50 50
Tensione nominale secondario: (V) 24 a.c. 24 a.c. 24 a.c.
Livello sonoro ad 1m: (dB) 84 80 80 70 80 suon. - 70 ronz.
Potenza assorbita: (VA) 5 versione 12V 6,1 5 versione 12V 6,1 3,8+3,8
10 versione 230V 10 versione 230V
Grado di protezione: IP20 IP20 IP20 IP20 IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -10...+55 -10...+55 -10...+55 -10...+55 -10...+55
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6 6 6 6 6
ScHemI funzIonalI - SuonerIe e ronzatorI
GW 96 403 GW 96 411
332
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 332 31/01/12 15.16
traSformatorI Per SuonerIa (funzIonamento IntermIttente)
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 61558-1, EN 61558-2-8
Tensione nominale primario: (V) 230 a.c.
Tensione nominale secondario: (V) 4+8=12 / 12+12=24
Variazione tensione secondario a pieno carico: 15%
Classe disolamento: II
Potenza nominale: (VA) 5 - 10 - 15 - 30 - 40
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -10...+40
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6
ScHemI funzIonalI
GV 96 431
30VA
GV 96 426
15VA
5VA
GW 96 421
10VA
GW 96 423
15VA
GW 96 425
40VA
GW 96 433
5VA
GW 96 422
10VA
GW 96 424
30VA
GW 96 432
40VA
GW 96 434
Applicazioni
I trasformatori per suonerie, grazie al funzionamento intermittente, possono essere utilizzati per comandare lo sganciatore a lancio di corrente GW 96 011
a tensione nominale Vn=12/24V. Di seguito sono riportati il numero massimo di sganciatori GW 96 011 comandabili in funzione del trasformatore.
Codice trasformatore Tensione secondario (V) Potenza nominale (VA) Max n di bobine GW 96 011 comandabili
GW 96 425 12 15 5
GW 96 426
12 7,5 3
24 15 2
GW 96 431 12 30 11
GW 96 432
12 15 7
24 30 6
GW 96 433 12 40 12
GW 96 434
12 20 8
24 40 7
15VA
GW 96 426
30VA
GW 96 431
SerIe 90 am
333
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 333 31/01/12 15.16
traSformatorI DI SIcurezza (funzIonamento contInuo)
PreSe Per montaggIo Su guIDa DIn en 50022
ScHemI funzIonalI
GW 96 321 GW 96 322 GW 96 323 GW 96 324
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 61558-1, EN 61558-2-6
Tensione nominale primario: (V) 230 a.c.
Tensione nominale secondario: (V) 12-24 a.c.
Variazione tensione secondario a pieno carico: (V) 5%
Frequenza nominale: (Hz) 50
Potenza nominale: (VA)
GW 96 321 15
GW 96 322 25
GW 96 323 40
GW 96 324 63
Potenza dissipata a vuoto: (W)
GW 96 321 0,9
GW 96 322 0,9
GW 96 323 1,4
GW 96 324 1,8
Classe di isolamento: II
Grado di protezione: IP20
Temperatura di funzionamento: (C) -10...+25
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 6
Resistenti al cortocircuito non per costruzione: si
Max punto di temperatura PTC: (C) 120
DATI TECNICI
Standard: Tedesco Francese Italiano/Tedesco Danese
N. poli: 2P 2P+T 2P+T 2P+T 2P+T 2P+T
Norma di riferimento: IEC 60884-1
Normativa specifica: DIN VDE 0620-1 NFC 61-314 CEI 23-50 DK 107-2-D1
Corrente nominale (In): (A) 16 10 / 16* 16
Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 250 a.c.
Frequenza nominale: (Hz) 50
Schermi di protezione: s no
Grado di protezione: IP20 IP20
IP40
(coperchio chiuso)
IP20 IP20 IP20
Coppia nominale di serraggio: (Nm) 0,8
Sezione massima conduttori: (mm
2
) 10 (flessibile) / 16 (rigido)
Nota: lutilizzo della presa 2P in standard tedesco permesso solo se alimentata da un trasformatore di isolamento di sicurezza.
* 10A standard italiano / 16A standard tedesco
334
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 334 31/01/12 15.16
CONTATTI AUSILIARI PER MTC-MT-MTHP-MDC SGANCIATORI PER MTC-MT-MTHP-MDC CONTATTI AUSILIARI E SGANCIATORE PER SD
taBelle DImenSIonalI
PORTAFUSIBILI SEZIONABILI
66 18 18
71,9
44
6 44
65,2
4
5
9
0
9
17,5
4 47,5
37
64,5
79
8
1
27
5,2
42,5
70
4
5
9
0
9
4
54,6
52,5
8
0
92
118
95
1
7
0
F
B E
C
A
F
B E
C
G
A
D D
52,5 58
8
5
4
5
7
3
9
6
6
4
5
8
5
44
71,9
4
5
44
60
11
5,5 30,5 40,5
6 9
44
71,9
8
5
4
5
8
5
8
5
4
5
1P=18mm
2P=36mm
3P=54mm
4P=72mm
SALVAMOTORI INTERRUTTORI DI MANOVRA SEZIONATORI
66 18 18
71,9
44
6 44
65,2
4
5
9
0
9
17,5
4 47,5
37
64,5
79
8
1
27
5,2
42,5
70
4
5
9
0
9
4
54,6
52,5
8
0
92
118
95
1
7
0
F
B E
C
A
F
B E
C
G
A
D D
52,5 58
8
5
4
5
7
3
9
6
6
4
5
8
5
44
71,9
4
5
44
60
11
5,5 30,5 40,5
6 9
44
71,9
8
5
4
5
8
5
8
5
4
5
1P=18mm
2P=36mm
3P=54mm
4P=72mm
66 18 18
71,9
44
6 44
65,2
4
5
9
0
9
17,5
4 47,5
37
64,5
79
8
1
27
5,2
42,5
70
4
5
9
0
9
4
54,6
52,5
8
0
92
118
95
1
7
0
F
B E
C
A
F
B E
C
G
A
D D
52,5 58
8
5
4
5
7
3
9
6
6
4
5
8
5
44
71,9
4
5
44
60
11
5,5 30,5 40,5
6 9
44
71,9
8
5
4
5
8
5
8
5
4
5
1P=18mm
2P=36mm
3P=54mm
4P=72mm
66 18 18
71,9
44
6 44
65,2
4
5
9
0
9
17,5
4 47,5
37
64,5
79
8
1
27
5,2
42,5
70
4
5
9
0
9
4
54,6
52,5
8
0
92
118
95
1
7
0
F
B E
C
A
F
B E
C
G
A
D D
52,5 58
8
5
4
5
7
3
9
6
6
4
5
8
5
44
71,9
4
5
44
60
11
5,5 30,5 40,5
6 9
44
71,9
8
5
4
5
8
5
8
5
4
5
1P=18mm
2P=36mm
3P=54mm
4P=72mm
66 18 18
71,9
44
6 44
65,2
4
5
9
0
9
17,5
4 47,5
37
64,5
79
8
1
27
5,2
42,5
70
4
5
9
0
9
4
54,6
52,5
8
0
92
118
95
1
7
0
F
B E
C
A
F
B E
C
G
A
D D
52,5 58
8
5
4
5
7
3
9
6
6
4
5
8
5
44
71,9
4
5
44
60
11
5,5 30,5 40,5
6 9
44
71,9
8
5
4
5
8
5
8
5
4
5
1P=18mm
2P=36mm
3P=54mm
4P=72mm
PortafuSIBIlI In corrente alternata ca
Per fusibili 8,5 x 31,5 - 10,3 x 38 Per fusibili 14 x 51
PortafuSIBIlI In corrente contInua cc
PortafuSIBIle comPatto
6,8
64
43,8
4
5
,
1
17,5
6
4
,
4
8
3
,
3
4
5
70
43,5
6,8
54,6
35,6
1
1
6
,
8
1
2
0
,
4
Per fusibili 10,3 x 38
6,8
64
43,8
4
5
,
1
17,5
6
4
,
4
8
3
,
3
4
5
70
43,5
6,8
54,6
35,6
1
1
6
,
8
1
2
0
,
4
Per fusibili 22 x 58
SerIe 90 am
335
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 335 31/01/12 15.16
SCARICATORI DI SOVRATENSIONE TIPO 1+2
SCARICATORI DI SOVRATENSIONE IN CC SCARICATORI DI SOVRATENSIONE PER LINEE TELEFONICHE E DATI
SCARICATORI DI SOVRATENSIONE TIPO 2
9
0
76
49
49
49 49
72 144
9
0
70
9
0
70
72 36 18
54
9
0
70 18
9
0
76
49
49
49 49
72 144
9
0
70
9
0
70
72 36 18
54
9
0
70 18
9
0
76
49
49
49 49
72 144
9
0
70
9
0
70
72 36 18
54
9
0
70 18
9
0
76
49
49
49 49
72 144
9
0
70
9
0
70
72 36 18
54
9
0
70 18
336
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 336 31/01/12 15.16
32 48 4
32 60 4
9
6
60
40
8
6
4
5
60
40
8
6
4
5
9
6
INTERRUTORI DI MANOVRA SEZIONATORI ROTATIVI CC
8
5
17,8
44
72
6
8
5
4
5
INTERRUTTORI SEZIONATORI E COMMUTATORI A LEVA
COMMUTATORI
8
5
17,8
44
72
6
8
5
4
5
INTERRUTTORI NON AUTOMATICI CON SPIA
REL DIFFERENZIALE E TOROIDI
Codice D A B C E F G
GW 96 332 35 118 90 78,5 27 104
GW 96 333 80 163 110 114,5 27 117
GW 96 334 110 198 140 150,5 32 155
GW 96 335 210 298 210 250,5 32 227
GW 96 336 110 198 140 150,5 32 155 198
GW 96 337 210 298 210 250,5 32 227 296
66 18 18
71,9
44
6 44
65,2
4
5
9
0
9
17,5
4 47,5
37
64,5
79
8
1
27
5,2
42,5
70
4
5
9
0
9
4
54,6
52,5
8
0
92
118
95
1
7
0
F
B E
C
A
F
B E
C
G
A
D D
52,5 58
8
5
4
5
7
3
9
6
6
4
5
8
5
44
71,9
4
5
44
60
11
5,5 30,5 40,5
6 9
44
71,9
8
5
4
5
8
5
8
5
4
5
1P=18mm
2P=36mm
3P=54mm
4P=72mm
2P
4P
SerIe 90 am
337
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 337 31/01/12 15.16
CONTATTORI
REL MONOSTABILI
REL PASSO PASSO BIOCOMFORT
REL GESTIONE CARICHI INTERRUTTORI ORARI
338
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 338 31/01/12 15.16
INTERRUTTORI CREPUSCOLARI
44 5
60
4
5
8
7
17,5
REL DI CONTROLLO E TEMPORIZZATORI MULTIFUNZIONE
E A CICLO ASIMMETRICO
TEMPORIZZATORE LUCE SCALE
CONTAORE VOLTMETRI ED AMPEROMETRI
CONTATORI DI ENERGIA
35 (digitali)
54 (analogici)
SerIe 90 am
339
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 339 31/01/12 15.16
ANALIZZATORE DI RETE, MULTIMETRO
CONTATORE DI ENERGIA COMPATTO
TRASFORMATORI DI CORRENTE
15 - 25 / 5A 40 - 60 - 100 - 150 - 250 - 400 - 600 /5A 1000 - 1200 - 1500 / 5A
340
SerIe 90 am
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 340 31/01/12 15.16
17,8 17,8 17,8
10 10
14
5 5 6
44
71
8
5
4
5
PULSANTI
SUONERIE E RONZATORI
TRASFORMATORI PER SUONERIE
TRASFORMATORI DI SICUREZZA
8
5
44
9
0
,
5
4
5
45
8
5
PRESE PER MONTAGGIO SU GUIDA DIN
17,8
10 10 10
17,8 17,8
44
65
5 5 5
8
5
4
5
LAMPADE DI SEGNALAZIONE
Spia
singola
Spia
doppia
Spia
tripla
Pulsante
singolo
Pulsante
+ Spia
Pulsante
doppio
63 ( 65 con coperchio )
Codice
A
(mm)
B
(mm)
C
(mm)
D
(mm)
GW 96 321 52,5 85 58 45
GW 96 322 52,5 85 58 45
GW 96 323 70 85 58 45
GW 96 324 105 85 65 45
SerIe 90 am
341
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 341 31/01/12 15.16
4 STRINGHE - 600V CC - 50A
GW D9903
Quadro precablato per il collegamento di 4 stringhe di moduli fotovoltaici allinverter realizzato con:
Centralino stagno
1 sezionatore rotativo di manovra quadripolare
1 scaricatore di sovratensione a cartucce estraibili
4 portafusibili sezionabili
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 61439-1 e EN 61439-2
N moduli centralino serie 40CDK: 2x12
Grado di protezione: IP65
Classe di isolamento: Classe II
Tensione nominale sezionatore (Ue): 600V cc
Corrente nominale sezionatore (In): 50A (2 poli in parallelo)
Tensione a circuito aperto scaricatore (Uoc): 600V cc
Sezione cavo di collegamento: 6mm
2
3 STRINGHE - 600V CC - 25A
GW D9902
Quadro precablato per il collegamento di 3 stringhe di moduli fotovoltaici allinverter realizzato con:
Centralino stagno
1 sezionatore rotativo di manovra bipolare
1 scaricatore di sovratensione a cartucce estraibili
3 portafusibili sezionabili
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 61439-1 e EN 61439-2
N moduli centralino serie 40CDK: 2x12
Grado di protezione: IP65
Classe di isolamento: Classe II
Tensione nominale sezionatore (Ue): 600V cc
Corrente nominale sezionatore (In): 25A
Tensione a circuito aperto scaricatore (Uoc): 600V cc
Sezione cavo di collegamento: 6mm
2
2 STRINGHE - 600V CC - 25A
GW D9901
Quadro precablato per il collegamento di 1 o 2 stringhe di moduli fotovoltaici allinverter realizzato con:
Centralino stagno
1 sezionatore rotativo di manovra bipolare
1 scaricatore di sovratensione a cartucce estraibili
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 61439-1 e EN 61439-2
N moduli centralino serie 40CDK: 1x12
Grado di protezione: IP65
Classe di isolamento: Classe II
Tensione nominale sezionatore (Ue): 600V cc
Corrente nominale sezionatore (In): 25A
Tensione a circuito aperto scaricatore (Uoc): 600V cc
Sezione cavo di collegamento: 6mm
2
DOTAZIONI QUADRO DI STRINGA: pressacavi (forniti sciolti) e morsettiere equipotenziali.
N.B. Fusibili in CC non forniti.
DOTAZIONI QUADRO DI STRINGA: pressacavi (forniti sciolti) e morsettiere equipotenziali.
N.B. Fusibili in CC non forniti.
DOTAZIONI QUADRO DI STRINGA: pressacavi (forniti sciolti) e morsettiere equipotenziali.
N.B. Fusibili in CC non forniti.
DatI tecnIcI
SerIe 90 Pv - QuaDrI DI StrInga
342
InformazIonI TecnIche
SerIe 90 Pv
Catalogo Tecnico 2012.indb 342 31/01/12 15.17
2 STRINGHE - 800V CC - 20A
GW D9906
Quadro precablato per il collegamento di 1 o 2 stringhe di moduli fotovoltaici allinverter realizzato con:
Centralino stagno
1 sezionatore rotativo di manovra bipolare
1 scaricatore di sovratensione a cartucce estraibili
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 61439-1 e EN 61439-2
N moduli centralino serie 40CDK: 1x12
Grado di protezione: IP65
Classe di isolamento: Classe II
Tensione nominale sezionatore (Ue): 800V cc
Corrente nominale sezionatore (In): 20A
Tensione a circuito aperto scaricatore (Uoc): 1000V cc
Sezione cavo di collegamento: 6mm
2
DOTAZIONI QUADRO DI STRINGA: pressacavi (forniti sciolti) e morsettiere equipotenziali.
N.B. Fusibili in CC non forniti.
3 STRINGHE - 1000V CC - 32A
GW D9907
Quadro precablato per il collegamento di 3 stringhe di moduli fotovoltaici allinverter realizzato con:
Centralino stagno
1 sezionatore rotativo di manovra quadripolare
1 scaricatore di sovratensione a cartucce estraibili
3 portafusibili sezionabili
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 61439-1 e EN 61439-2
N moduli centralino serie 40CDK: 2x12
Grado di protezione: IP65
Classe di isolamento: Classe II
Tensione nominale sezionatore (Ue): 1000V cc
Corrente nominale sezionatore (In): 32A (4 poli in serie)
Tensione a circuito aperto scaricatore (Uoc): 1000V cc
Sezione cavo di collegamento: 6mm
2
DOTAZIONI QUADRO DI STRINGA: pressacavi (forniti sciolti) e morsettiere equipotenziali.
N.B. Fusibili in CC non forniti.
4 STRINGHE - 1000V CC - 32A
GW D9908
Quadro precablato per il collegamento di 4 stringhe di moduli fotovoltaici allinverter realizzato con:
Centralino stagno
1 sezionatore rotativo di manovra quadripolare
1 scaricatore di sovratensione a cartucce estraibili
4 portafusibili sezionabili
DATI TECNICI
Norme di riferimento: EN 61439-1 e EN 61439-2
N moduli centralino serie 40CDK: 2x12
Grado di protezione: IP65
Classe di isolamento: Classe II
Tensione nominale sezionatore (Ue): 1000V cc
Corrente nominale sezionatore (In): 32A (4 poli in serie)
Tensione a circuito aperto scaricatore (Uoc): 1000V cc
Sezione cavo di collegamento: 6mm
2
DOTAZIONI QUADRO DI STRINGA: pressacavi (forniti sciolti) e morsettiere equipotenziali.
N.B. Fusibili in CC non forniti.
343
InformazIonI TecnIche
SerIe 90 Pv
Catalogo Tecnico 2012.indb 343 31/01/12 15.17
SCARICATORI DI SOVRATENSIONE LST
Scaricatori di sovratensione a cartuccia estraibile
adatti ad applicazioni fotovoltaiche fino a 1000V cc
DATI TECNICI
Norma di riferimento: EN 61643-11
Classificazione: Tipo 2 (8/20s)
Corrente di scarica nominale (In): 20kA
Corrente di scarica massima (Imax): 40kA
Protezione di back-up:
se Icc > 100A cc fusibile tipo gPV 20A
se Icc < 100A cc protezione non necessaria
Codice Tensione a circuito aperto (Uoc)
Tensione massima
continuativa (Uc)
Livello di protezione
di tensione (Up)
Moduli
GW D6 426 600V cc 700V cc 2,6kV 3
GW D6 428 1000V cc 1170V cc 4kV 3
DatI tecnIcI
SEZIONATORI DI MANOVRA
Sezionatore in corrente continua compatto adatto per installazioni
in impianti fotovoltaici fino a 32A 1000V cc
DATI TECNICI
Norma di riferimento: EN 60947-3
Categoria di utilizzo: DC21B / DC22B
Tensione nominale di isolamento (Ui): 1000V
Tensione nominale dimpulso (Uimp): 8kV
Temperatura di funzionamento: -40...+65 C
Sezione massima conduttori:
16 mm
2
(rigido)
10 mm
2
(flessibile anche con capicorda)
Codice Moduli Poli
Categoria
di utilizzo
Tensione nominale di impiego (Ue)
600V cc 800V cc 1000V cc
Corrente nominale di impiego (In)
GW 96 186 3,5 2
DC21B 25A 20A 11A
DC22B 6A 2,5A 1,5A
GW 96 187 3,5 4
DC21B 32A 32A 32A
DC22B 27,5A 12,5A 10A
CARTUCCE DI RICAMBIO
- GW D6 446 adatto per lo scaricatore di tensione GW D6 426.
- GW D6 448 adatto per lo scaricatore di tensione GW D6 428.
SerIe 90 Pv - DISPoSItIvI moDularI In corrente contInua
344
InformazIonI TecnIche
SerIe 90 Pv
Catalogo Tecnico 2012.indb 344 31/01/12 15.17
PORTAFUSIBILI SEZIONABILI
Basi portafusibili per protezione e sezionamento
delle stringhe fotovoltaiche.
DATI TECNICI
Norma di riferimento: EN 60947-3
Categoria di utilizzo: DC20B
Tensione nominale di impiego (Ue): 1000V cc
Corrente nominale (In): 20A
Massima potenza dissipabile: 3W
Codice Poli Moduli
GW 96 226 1 1
GW 96 227 2 2
FUSIBILI
I fusibili sono di tipo gPV come richiesto per le applicazioni fotovoltaiche.
DATI TECNICI
Norma di riferimento: IEC 60269-6
Dimensioni: 10,3x38 mm
Classe di intervento: gPV
Tensione nominale di impiego (Ue): 1000V cc
Potere di interruzione: 30kA cc
Codice Corrente nominale (In)
GW 72 131 6
GW 72 132 8
GW 72 133 10
GW 72 134 12
GW 72 135 16
GW 72 136 20
345
InformazIonI TecnIche
SerIe 90 Pv
Catalogo Tecnico 2012.indb 345 31/01/12 15.17
MTX 160c MTX 160 - MTXE 160 MTX 250
Corrente ininterrotta nominale (Iu) (A) 160 160 250
Poli Nr. 3-4 3-4 3-4
Tensione nominale di impiego (Ue)
(AC) 50-60Hz (V) 690 690 690
(DC) (V) 500 500 500
Tensione nominale di tenuta ad impulso (Uimp) (kV) 8 8 8
Tensione nominale di isolamento (Ui) (V) 800 800 800
Tensione di prova a frequenza industriale per 1 min. 3000 3000 3000
Potere di interruzione nominale limite in cortocircuito (Icu) B C N N S H N S
(AC) 50-60 Hz 220/230 V (kA) 25 40 50 65 85 100 50 85
(AC) 50-60 Hz 380/415 V (kA) 16 25 36 36 50 70 36 50
(AC) 50-60 Hz 440 V (kA) 10 15 22 30 45 55 25 40
(AC) 50-60 Hz 500 V (kA) 8 10 15 25 30 36 20 30
(AC) 50-60 Hz 690 V (kA) 3 4 6 6 7 8 5 8
(DC) 250 V - 2 poli in serie (kA) 16 25 36 36 50 70 36 50
(DC) 250 V - 3 poli in serie (kA) 20 30 40 40 55 85 40 55
(DC) 500 V - 2 poli in serie (kA) - - - - - - - -
(DC) 500 V - 3 poli in serie (kA) 16 25 36 36 50 70 36 50
(DC) 750 V - 3 poli in serie (kA) - - - - - - - -
Potere di interruzione nominale di servizio in cortocircuito (Ics)
(AC) 50-60 Hz 380/415 V (kA) 100% 100% 75% 100% 100% 100% 75% 50% (27kA)
(AC) 50-60 Hz 440 V (kA) 100% 75% 50% 100% 100% 100% 75% 50%
(AC) 50-60 Hz 500 V (kA) 100% 75% 50% 100% 100% 100% 75% 50%
(AC) 50-60 Hz 690 V (kA) 100% 75% 50% 100% 100% 100% 75% 50%
Potere di chiusura nominale in cortocircuito Icm (415 V) (kA) 32 52,5 75,6 75,6 105 154 75,6 105
Durata di apertura (415V a Icu) (ms) 7 6 5 3 3 3 7 6
Categoria di utilizzazione (IEC 60947-2) A A A
Attitudine al sezionamento
IEC 60947-2
Sganciatore termomagnetico
per distribuzione di potenza
T regolabile, M fisso TM1
T regolabile, M regolabile (5..10 x In) TM2
Sganciatore termomagnetico
per protezione generatori
T regolabile, M fisso (3 x In) TMG (N - S)
Sganciatore magnetico per protezione motori M (N - S)
Sganciatore elettronico per distribuzione di potenza
SEP/1
SEP/2
Esecuzioni F F - P F - P
Fisso (F) FC Cu - EF - FC CuAl - HR
F - FC Cu - FC CuAl
EF - ES - R
F - FC Cu - FC CuAl
EF - ES - R
Terminali Rimovibile (P) -
F - FC Cu - FC CuAl
EF - ES - R
F - FC Cu - FC CuAl
EF - ES - R
Estraibile (W) - - -
Fissaggio su profilato DIN DIN EN 50022 DIN EN 50022 DIN EN 50022
Vita meccanica (Nr di manovre / operazioni orarie) 25000 / 240 25000 / 240 25000 / 240
Vita elettrica (415V) (Nr di manovre / operazioni orarie) 8000 / 120 8000 / 120 8000 / 120
Dimensioni base, fisso 3/4 Poli
L (mm) 76 / 102 90 / 120 105 / 140
P (mm) 70 70 70
H (mm) 130 130 150
Peso
Fisso (F) 3 / 4 P (kg) 0,9 / 1,2 1,1 / 1,5 1,5 / 2
Rimovibile (P) 3 / 4 P (kg) - 1,5 / 1,9 2,7 / 3,7
Estraibile (W) 3 / 4 P (kg) - - -
Legenda esecuzioni:
F - Fisso
P - Rimovibile
W - Estraibile
Legenda terminali:
F = Anteriori
EF = Anteriori prolungati
ES = Anteriori prolungati divaricati
FC Cu = Anteriori per cavi in rame
FC CuAl = Anteriori per cavi in CuAl
R = Posteriori orientabili
HR = Posteriori in piatto orizzontali
VR = Posteriori in piatto verticali
MC = multicavo
MTX - InterruttorI scatolatI fIno a 1600A
DatI tecnIcI
346
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 346 31/01/12 15.18
MTX 320 - MTXE 320 MTX 630 - MTXE 630 MTX 1000 - MTXE 1000 MTSE 1600
250/320 400/630 630/800/1000 1250/1600
3-4 3-4 3-4 3-4
690 690 690 690
750 750 750 -
8 8 8 8
1000 1000 1000 800
3500 3500 3500 3000
N S H L N S H L N S H L S H L
70 85 100 200 70 85 100 200 70 85 100 200 85 100 200
36 50 70 120 36 50 70 120 36 50 70 100 50 65 100
30 40 65 100 30 40 65 100 30 45 50 80 40 55 80
25 30 50 85 25 30 50 85 25 35 50 65 35 45 70
20 25 40 70 20 25 40 70 20 22 25 30 20 25 35
36 50 70 100 36 50 70 100 36 50 70 100 - - -
- - - - - - - - - - - - - - -
25 36 50 70 25 36 50 70 20 35 50 65 - - -
- - - - - - - - - - - - - - -
16 25 36 50 16 25 36 50 16 20 36 50 - - -

100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 75% 100% 75% 50%
100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 75% 100% 75% 50%
100% 100% 100% 100% 100% 100% 100% 100%
1
100% 100% 100% 75% 100% 75% 50%
100% 100% 100% 100% 100% 100% 100%
1
100%
2
75% 75% 75% 75% 100% 75% 50%
75,6 105 154 264 75,6 105 154 264 75,6 105 154 220 105 143 220
5 5 5 5 6 6 6 6 10 9 8 7 22 22 22
A B (400A)
5
- A (630 A) B (630-800 A)
6
- A (1000 A) B
7



(SEP/A)
(SEP/B)
F - P - W F - P - W F - W
3
F - W
F - FC Cu - FC CuAl
EF - ES - R - MC
F - FC CuAl
EF - ES - R - RC
F - FC CuAl
EF - ES - R - RC
F - FC CuAl (1250A)
EF - ES - HR - VR
EF - ES - HR - VR
FC Cu - FC CuAl
EF - ES - HR - VR
FC Cu - FC CuAl
- -
EF - ES - HR - VR
FC Cu - FC CuAl
EF - ES - HR - VR
FC Cu - FC CuAl
EF
4
- HR - VR EF - HR - VR
- - - -
20000 / 240 20000 / 120 20000 / 120 10000 / 120
8000 / 120 (250A)
6000 / 120 (320A)
7000 / 60 (400A)
5000 / 60 (630A)
7000 / 60 (630A)
5000 / 60 (800A)
4000 / 60 (1000A)
7000 / 20 (1250A)
5000 / 20 (1600A)
105 / 140 140 / 184 210 / 280 210 / 280
103,5 103,5 103,5 138,5
205 205 268 406
2,35 / 3,05 3,25 / 4,15 9,5 / 12 17 / 22
3,6 / 4,65 5,15 / 6,65 - -
3,85 / 4,9 5,4 / 6,9 12,1 / 15,1 21,8 / 29,2
Note:
1 - 75% per In=630A
2 - 50% per In=630A
3 - Non disponibile per In=1000A
4 - I terminali EF sono forniti con
linterruttore in versione In=1000A
5 - Icw=5kA
6 - Icw=7.6kA (630A) - 10kA (800A)
7 - Icw= 15kA (1250A) - 20kA (1600A) Nellesecuzione rimovibile di MTX/E 160, MTX
250 e MTX/E 630 (630A) e nellesecuzione
estraibile di MTX/E 630 (630A) la massima
taratura declassata del 10% a 40C
347
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 347 31/01/12 15.18
SGANCIATORI TERMOMAGNETICI - TM1
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 16
(1)
20
(1)
25
(2)
32 40 50 63 80 100 125 160
Neutro (Ith)* (A) 16 20 25 32 40 50 63 80 100 125 160
MTX 160c
Interruttore per distribuzione
di potenza
I
3
** (A) 630 630 630 630 630 630 630 800 1000 1250 1600
(1)
Solo potere interruzione B
(2)
Solo potere interruzione B e C
Gli sganciatori termomagnetici hanno lelemento termico a soglia regolabile con range (0,7 1) x Ith.
La regolazione avviene posizionando il selettore in corrispondenza del valore minimo MIN (0,7xIth), del valore medio MED (0,85xIth) o del valore massimo MAX (1xIth).
Posizionando il selettore in una posizione intermedia (per es. tra MIN e MED) non possibile sapere con certezza il valore di intervento termico corrispondente.
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
Neutro protetto al 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro ** Corrente di intervento magnetica con soglia fissa
MtX 160c
SGANCIATORI TERMOMAGNETICI PROTEZIONE GENERATORI - TMG
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 25 40 63 80 100 125 160
Neutro (Ith)* (A) 25 40 63 80 100 125 160
MTX 160
Interruttore per protezione
generatori
I
3
** = 3xIn (A) 160 200 200 240 300 375 480
Gli sganciatori termomagnetici hanno lelemento termico a soglia regolabile con range (0,7 1) x Ith.
La regolazione avviene posizionando il selettore in corrispondenza del valore minimo MIN (0,7xIth), del valore medio MED (0,85xIth) o del valore massimo MAX (1xIth).
Posizionando il selettore in una posizione intermedia (per es. tra MIN e MED) non possibile sapere con certezza il valore di intervento termico corrispondente.
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
Neutro protetto al 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro ** Corrente di intervento magnetica con soglia fissa
MtX 160
SGANCIATORI MAGNETICI PROTEZIONE MOTORI - M
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 1 1,6 2 2,5 3,2 4 5 6,5 8,5 11 12,5 20
(1)
32
(1)
52
(1)
80
(1)
100
(1)
MTX 160
Interruttore per protezione
motori
I
3
** (A) 13 21 26 33 42 52 65 84 110 145 163 240 384 624 960 1200
(1)
I3 = ( 6 12 ) Ith
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro ** Corrente di intervento magnetica
MtX 160
InterruttorI MagnetoterMIcI e MagnetIcI traDIzIonalI
348
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 348 31/01/12 15.18
MtX 250
SGANCIATORI TERMOMAGNETICI - TM1
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 63 80 100 125 160 200 250
Neutro (Ith)* (A) 63 80 100 125 160 200 250
MTX 250
Interruttore per distribuzione
di potenza
I
3
** = 10xIn (A) 630 800 1000 1250 1600 2000 2500
Gli sganciatori termomagnetici hanno lelemento termico a soglia regolabile con range (0,7 1) x Ith.
La regolazione avviene posizionando il selettore in corrispondenza del valore minimo MIN (0,7xIth), del valore medio MED (0,85xIth) o del valore massimo MAX (1xIth).
Posizionando il selettore in una posizione intermedia (per es. tra MIN e MED) non possibile sapere con certezza il valore di intervento termico corrispondente.
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
Neutro protetto al 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro ** Corrente di intervento magnetica con soglia fissa
SGANCIATORI MAGNETICI PROTEZIONE MOTORI - M
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 100
(1)
125
(1)
160
(1)
200
(1)
MTX 250
Interruttore per protezione
motori
I
3
** (A) 1200 1500 1920 2400
(1)
I3 = ( 6 12 ) Ith
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro ** Corrente di intervento magnetica
MtX 250
MtX 250
SGANCIATORI TERMOMAGNETICI PROTEZIONE GENERATORI - TMG
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 63 80 100 125 160 200 250
Neutro (Ith)* (A) 63 80 100 125 160 200 250
MTX 250
Interruttori per protezione
generatori
I
3
** = 3xIn (A) 400 400 400 400 480 600 750
Gli sganciatori termomagnetici hanno lelemento termico a soglia regolabile con range (0,7 1) x Ith.
La regolazione avviene posizionando il selettore in corrispondenza del valore minimo MIN (0,7xIth), del valore medio MED (0,85xIth) o del valore massimo MAX (1xIth).
Posizionando il selettore in una posizione intermedia (per es. tra MIN e MED) non possibile sapere con certezza il valore di intervento termico corrispondente.
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
Neutro protetto al 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro ** Corrente di intervento magnetica con soglia fissa
349
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 349 31/01/12 15.18
MtX 1000
SGANCIATORI TERMOMAGNETICI - TM2
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 630
(1)
800
(1)
Neutro (Ith)* (A) 630
(1)
800
(1)
MTX 1000
Interruttore per distribuzione
di potenza
I
3
** (A) 6300 8000
(1)
I3 = ( 5 10 ) Ith
Gli sganciatori termomagnetici hanno lelemento termico a soglia regolabile con range (0,7 1) x Ith.
La regolazione avviene posizionando il selettore in corrispondenza del valore minimo MIN (0,7xIth), del valore medio MED (0,85xIth) o del valore massimo MAX (1xIth).
Posizionando il selettore in una posizione intermedia (per es. tra MIN e MED) non possibile sapere con certezza il valore di intervento termico corrispondente.
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C.
Neutro protetto al 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro ** Corrente di intervento magnetica
MtX 630
SGANCIATORI TERMOMAGNETICI - TM2
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 320
(1)
400
(1)
500
(1)
Neutro (Ith)* (A) 320
(1)
400
(1)
500
(1)
MTX 630
Interruttore per distribuzione
di potenza
I
3
** (A) 3200 4000 5000
(1)
I3 = ( 5 10 ) Ith
Gli sganciatori termomagnetici hanno lelemento termico a soglia regolabile con range (0,7 1) x Ith.
La regolazione avviene posizionando il selettore in corrispondenza del valore minimo MIN (0,7xIth), del valore medio MED (0,85xIth) o del valore massimo MAX (1xIth).
Posizionando il selettore in una posizione intermedia (per es. tra MIN e MED) non possibile sapere con certezza il valore di intervento termico corrispondente.
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
Neutro protetto al 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro ** Corrente di intervento magnetica
MtX 320
SGANCIATORI TERMOMAGNETICI - TM2
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 100
(1)
125
(1)
160
(1)
200
(1)
250
(1)
Neutro (Ith)* (A) 100
(1)
125
(1)
160
(1)
200
(1)
250
(1)
MTX 320
Interruttore per distribuzione
di potenza
I
3
** (A) 1000 1250 1600 2000 2500
(1)
I3 = (5 10) Ith
Gli sganciatori termomagnetici hanno lelemento termico a soglia regolabile con range (0,7 1 ) x Ith.
La regolazione avviene posizionando il selettore in corrispondenza del valore minimo MIN (0,7xIth), del valore medio MED (0,85xIth) o del valore massimo MAX (1xIth).
Posizionando il selettore in una posizione intermedia (per es. tra MIN e MED) non possibile sapere con certezza il valore di intervento termico corrispondente.
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
Neutro protetto al 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro ** Corrente di intervento magnetica
350
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 350 31/01/12 15.18
MtXe 160
SGANCIATORI ELETTRONICI SEP/1
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 10 25 63 100 160
Neutro (Ith)* (A) 10 25 63 100 160
MTXE 160
Interruttore per distribuzione
di potenza
L (A) 4 / 10 10 / 25 25,2 / 63 40 / 100 64 / 160
S (A) 10 / 100 25 / 250 63 / 630 100 / 1000 160 / 1600
I (A) 10 / 100 25 / 250 63 / 630 100 / 1000 160 / 1600
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
Neutro protetto al 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro
MtXe 320
SGANCIATORI ELETTRONICI SEP/1 - SEP/2
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 100 160 250 320
Neutro (Ith)* (A) 100 160 250 320
MTXE 320
Interruttore per distribuzione
di potenza
SEP/1
L (A) 40 / 100 64 / 160 100 / 250 128 / 320
S
(1)
(A) 100 / 1000 160 / 1600 250 / 2500 320 / 3200
I
(1)
(A) 100 / 1000 160 / 1600 250 / 2500 320 / 3200
SEP/2
L (A) 40 / 100 64 / 160 100 / 250 128 / 320
S
(1)
(A) 60 / 1000 96 / 1600 150 / 2500 192 / 3200
I
(1)
(A) 150 / 1200 240 / 1920 375 / 3000 480 / 3840
G (A) 20 / 100 32 / 160 50 / 250 64 / 320
(1)
MTXE 320 In=320A ; MTXE 630 In=630A; MTXE 1000 In=1000A = Regolazione MAX 9,5 X In
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
Neutro protetto al 50% o 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro
InterruttorI con sgancIatorI elettronIcI
MtXe 630
SGANCIATORI ELETTRONICI SEP/1 - SEP/2
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 400 630
Neutro (Ith)* (A) 400 630
MTXE 630
Interruttore per distribuzione
di potenza
SEP/1
L (A) 160 / 400 252 / 630
S
(1)
(A) 400 / 4000 630 / 6300
I
(1)
(A) 400 / 4000 630 / 6300
SEP/2
L (A) 160 / 400 252 / 630
S
(1)
(A) 240 / 4000 378 / 6300
I
(1)
(A) 240 / 4800 378 / 7560
G (A) 80 / 400 126 / 630
(1)
MTXE 320 In=320A ; MTXE 630 In=630A; MTXE 1000 In=1000A = Regolazione MAX 9,5 X In
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
Neutro protetto al 50% o 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro
351
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 351 31/01/12 15.18
MtXe 1000
SGANCIATORI ELETTRONICI SEP/1 - SEP/2
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 630 800 1000
Neutro (Ith)* (A) 630 800 1000
MTXE 1000
Interruttore per distribuzione
di potenza
SEP/1
L (A) 252 / 630 320 / 800 400 / 1000
S
(1)
(A) 630 / 6300 800 / 8000 1000 / 10000
I
(1)
(A) 630 / 6300 800 / 8000 1000 / 10000
SEP/2
L (A) 252 / 630 320 / 800 400 / 1000
S
(1)
(A) 378 / 6300 480 / 8000 600 / 10000
I
(1)
(A) 378 / 7560 480 / 9600 600 / 12000
G (A) 126 / 630 160 / 800 200 / 1000
(1)
MTXE 320 In=320A ; MTXE 630 In=630A; MTXE 1000 In=1000A = Regolazione MAX 9,5 X In
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40C
Neutro protetto al 50% o 100%
* L'indicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro
Mtse 1600
SGANCIATORI ELETTRONICI SEP/A - SEP/B
L1 - L2 - L3 (Ith)* (A) 1250 1600
Neutro (Ith)* (A) 1250 1600
MTSE 1600
Interruttore per distribuzione
di potenza
SEP/A
L (A) 500 / 1250 640 / 1600
S (A) 1250 / 12500 1600 / 16000
I (A) 1875 / 15000 2400 / 19200
SEP/B
L (A) 500 / 1250 640 / 1600
S (A) 1250 / 12500 1600 / 16000
I (A) 1875 / 15000 2400 / 19200
G (A) 500 / 1250 640 / 1600
ll valore di corrente regolato che si ottiene da intendersi nominale a 40 C
Neutro protetto al 50% o 100%
* Lindicazione Ith indica la corrente di taratura del rel per la protezione delle fasi e del neutro
352
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 352 31/01/12 15.18
regolazIone sgancIatorI elettronIcI
sgancIatore elettronIco SEP/1 sgancIatore elettronIco SEP/2
SOGLIE E CURVE DI INTERVENTO
Funzione di protezione
SEP/1
Soglia di intervento Curva di intervento
Protezione da sovraccarico I1 = 0,40 x In step = 0,04 x In
a 6 x I1 t1 = 3-6s (MTXE 160)
12s (MTXE 320 - MTX 630 - MTX 1000)
Contro sovraccarico con intervento
ritardato a tempo lungo inverso e
caratteristica di intervento secondo una
curva a tempo dipendente
MTXE 160
Sgancio tra 1,051,30 x I1
MTXE 320 - MTXE 630 - MTXE 1000
Sgancio tra 1,11,30 x I1
Tolleranza: MTXE 160
10% fino a 2 x In - 20% oltre 2 x In
MTXE 320 - MTXE 630 - MTXE 1000
10% fino a 6 x In - 20% oltre 6 x In
Protezione cortocircuito lungo ritardo
I
2
t=cost
ON
I2
(1)
= 1 - 1,5 - 2 - 2,5 - 3 - 3,5 - 4,5 - 5,5 - 6,5 - 7 - 7,5 - 8 - 8,5 - 9 - 10 x In a 8 x In t2 = 0,1 - 0,25s
Contro cortocircuito con intervento
ritardato a tempo breve inverso e
caratteristica di intervento a tempo
dipendente (I
2
t =costante)
Tolleranza: MTXE 160
10% fino a 2 x In - 20% oltre 2 x In
MTXE 320 - MTXE 630 - MTXE 1000
10%
Tolleranza: MTXE 160
20%
MTXE 320 - MTXE 630 - MTXE 1000
10% fino a 6 x In - 20% oltre 6 x In
ESCLUDIBILE
Protezione cortocircuito istantanea I3
(1)
= 1 - 1,5 - 2 - 2,5 - 3 - 3,5 - 4,5 - 5,5 - 6,5 - 7 - 7,5 - 8 - 8,5 - 9 - 10 x In
Istantaneo
Contro cortocircuito con intervento
istantaneo regolabile
Tolleranza: MTXE 160
20%
MTXE 320 - MTXE 630 - MTXE 1000
10%
ESCLUDIBILE
SEP/2
Soglia di intervento Curva di intervento
Protezione da sovraccarico I1 = 0,40 x In step = 0,04 x In a 6 x I1 t1
(2)
= 3 - 6 - 9 18s
Contro sovraccarico con intervento
ritardato a tempo lungo inverso e
caratteristica di intervento secondo una
curva a tempo dipendente
Sgancio tra 1,11,30 x I1 Tolleranza: 10%
Protezione cortocircuito lungo ritardo I
2
t=cost
ON
I2
(1)
= 0,6 - 1,2 - 1,8 - 2,4 - 3 - 3,6 - 4,2 - 5,8 - 6,4 - 7 - 7,6 - 8,2 - 8,8 - 9,4 - 10 x In Per t = k/I
2
a 8 x In t2 = 0,05 - 0,1 - 0,25 - 0,5s
Contro cortocircuito con intervento
ritardato a tempo breve inverso e
caratteristica di intervento a tempo
dipendente (I
2
t =costante) oppure a
tempo indipendente
Tolleranza: 10% Per t = k t2 = 0,05 - 0,1 - 0,25 - 0,5s I
2
t=cost
OFF
ESCLUDIBILE
Protezione cortocircuito istantanea I3
(1)
= 1,5 - 2,5 - 3 - 4 - 4,5 - 5 - 5,5 -6,5 - 7 - 7,5 - 8 - 9 - 9,5 - 10,5 - 12 x In
Istantaneo
Contro cortocircuito con intervento
istantaneo regolabile
Tolleranza: 10%
ESCLUDIBILE
Protezione di terra I4 = 0,2 - 0,25 - 0,45 - 0,55 - 0,75 - 0,8 - 1 x In Fino a 3,15 x I4: t4 = 0,1s
Contro guasto a terra con intervento
ritardato a tempo breve inverso e
caratteristica di intervento secondo una
curva a tempo dipendente
(I
2
t =costante)
Tolleranza: 10%
Fino a 2,25 x I4: t4 = 0,2s
Fino a 1,6 x I4: t4 = 0,4s
Fino a 1,10 x I4: t4 = 0,8s
ESCLUDIBILE
353
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 353 31/01/12 15.18
sgancIatore elettronIco seP/a sgancIatore elettronIco seP/B
SOGLIE E CURVE DI INTERVENTO
Funzione di protezione Soglia di intervento Curva di intervento
Protezione da sovraccarico
l1 = 0,4 - 0,5 - 0,6 - 0,7 - 0,8 - 0,9 - 0,95 - 1 x In
l1 = 0,4 - 0,5 - 0,55 - 0,6 - 0,65 - 0,7 - 0,75 - 0,8 - 0,85 - 0,875 -
0,9 - 0,925 - 0,95 - 0,975 - 1 x In
Sgancio tra 1,05 ... 1,30 x l1 (IEC 60947-2)
a 6 xl1 a 6x l1 a 6x l1 a 6x l1
t1 = 3s t1 = 6s t1 = 12s t1 = 18s
(tolleranza :+ 10% fino a 2 x ln: + 20% oltre 2 x In)
Contro sovraccarico con intervento
ritardato a tempo lungo inverso
e caratteristica di intervento secondo
una curva a tempo dipendente
(l
2
t = costante)
NON ESCLUDIBILE
Protezione cortocircuito lungo ritardo
I
2
t=cost
ON
I
2
t=cost
OFF
l2 = 1 -2 -3 - 4 -6 - 8 - 10 x ln
Tolleranza : + 10%
l2 = 1 -2 -3 - 4 -6 - 8 - 10 x ln
Tolleranza : + 10%
a 8 xl1 a 8x l1 a 8x l1 a 8x l1
t2 = 0,05s t2 = 0,1s t2 = 0,25s t2 = 0,5s
(tolleranza : + 20%)
t2 = 0,05s t2 = 0,1s t2 = 0,25s t2 = 0,5s
(tolleranza : + 20%)
Contro corto circuito con intervento
ritardato a tempo breve inverso
e caratteristica di intervento a tempo
dipendente (l
2
t = costante) oppure
a tempo indipendente
ESCLUDIBILE
Protezione cortocircuito istantanea
l3 = 1,5 -2 - 4 -6 - 8 - 10 - 12 x ln (*)
Tolleranza : + 20%
(*) Per S5 630, l3max = 8 x ln
Contro corto circuito con
intervento istantaneo regolabile
ESCLUDIBILE
Protezione di terra
l4 = 0,2 - 0,3 - 0,4 - 0,6 - 0,8 - 0,9 - 1 x ln
Tolleranza : + 20%
fino a 3,25 x 14 fino a 2,25 x 14 fino a 1,6 x 14 fino a 1,25 x 14
t4 = 100ms t4 = 200ms t4 = 400ms t4 = 800ms
(tolleranza :+ 10% fino a 2 x ln: + 20% oltre 2 x In)
Contro guasto a terra con intervento
ritardato a tempo breve inverso
e caratteristica di intervento secondo
una curva a tempo dipendente
(l
2
t = costante)
ESCLUDIBILE
354
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 354 31/01/12 15.18
sgancIatorI DIfferenzIalI
SGANCIATORE DIFFERENZIALE
Caratteristiche
BDI BDR
MTX 160c
MTX/E 160
MTX 250
MTX 160c
MTX/E 160
MTX 250
MTX/E 320
MTX/E 630
Tipologia Forma a "L" Forma a "L" Sottoposto
Tecnologia Elettronica Elettronica Elettronica
Azione Solenoide Solenoide Solenoide
Tensione primaria di funzionamento
(1)
(V) 85...500 85...500 85...500
Frequenza di funzionamento (Hz) 4566 4566 4566
Autoalimentato Si Si Si
Campo di funzionamento del test (V) 85...500 85...500 85...500
Corrente nominale di impiego (A) Fino a 250 Fino a 250 Fino a 500
Soglie di intervento regolabili (A) 0,03 - 0,1 - 0,3 - 0,5 - 1 - 3 0,03 - 0,05 - 0,1 - 0,3 - 0,5 - 1 - 2 - 3 0,03 - 0,05 - 0,1 - 0,3 - 0,5 - 1 - 3 - 5 - 10
Tempi di intervento regolabili (s) Istantaneo
Istantaneo
0,1 - 0,2 - 0,3 - 0,5 - 1 - 2 - 3
Istantaneo
0,1 - 0,2 - 0,3 - 0,5 - 1 - 2 - 3
Tolleranza sui tempi di intervento 20% 20%
Potenza assorbita
(2)
< 8W a 400V AC < 10W a 400V AC < 10W a 400V AC
Segnalazione locale di intervento
Contatto di scambio per la segnalazione
di intervento

Ingresso per apertura a distanza
Contatto NA per la segnalazione di preallarme
Contatto NA per la segnalazione di allarme
Indicazione preallarme dal 25% Idn
(tolleranza 3%)

Indicazione temporizzazione di allarme
al 75% Idn (tolleranza 3%)

Tipo A per corrente alternata, pulsante
Tipo AE con sgancio a distanza
Tipo S selettivo
Tasto per prova di isolamento
Alimentazione dall'alto o dal basso
Kit di conversione dellinterruttore
con differenziale da fisso a rimovibile

(1)
Funzionamento fino a 50V Fase-Neutro
(2)
I valori di potenza assorbita possono essere inferiori per valori di tensione di alimentazione inferiori
355
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 355 31/01/12 15.18
Gli interruttori scatolati MTX (fino a 500A) sono predisposti per il montaggio abbinato con sganciatori differenziali della serie BDI e BDR.
Questi sganciatori, realizzati con tecnologia elettronica analogica, agiscono direttamente sullinterruttore mediante un solenoide di apertura, fornito con
lo sganciatore differenziale, che viene alloggiato nellapposita cava ricavata nella zona del polo di sinistra. Non necessaria alcuna alimentazione ausiliaria
perch vengono alimentati direttamente dalla rete (indifferentemente dallalto o dal basso) e la funzionalit garantita anche con una sola fase pi neutro
o due sole fasi in tensione e in presenza di correnti unidirezionali pulsanti con componenti continue.
Il collegamento del neutro deve essere realizzato a sinistra e le condizioni di funzionamento dellapparecchio possono essere costantemente monitorate
mediante pulsante di prova del circuito elettronico ed indicatore magnetico di intervento differenziale. Gli sganciatori differenziali possono anche essere
utilizzati in un sistema trifase puro (senza neutro) ed equilibrato. In questo caso si sceglie linterruttore scatolato MTX quadripolare e si collegano le tre fasi
sugli appositi morsetti escludendo il polo di sinistra relativo al neutro. Anche in queste condizioni il tasto di test funziona regolarmente.
Gli sganciatori differenziali possono essere montati anche sugli interruttori di manovra sezionatori MTXM, in questo caso lapparecchio derivato un
interruttore differenziale puro.
Linterruttore tetrapolare munito di sganciatore differenziale pu essere dotato degli accessori elettrici normalmente disponibili per linterruttore.
Gli sganciatori differenziali sono forniti comprensivi di:
- Un solenoide di apertura da alloggiare nella zona del terzo polo, completo di un contatto ausiliario di segnalazione di intervento per guasto differenziale.
- Mostrina dedicata.
Non possibile realizzare la configurazione rimovibile ed estraibile di interruttori accessoriati con sganciatori differenziali.
Per effettuare il montaggio dellinterruttore con blocco differenziale su guida DIN necessario ordinare la staffa dedicata.
Un interruttore non pu montare contemporaneamente il differenziale e la maniglia rotante o il comando motore (ad eccezione del comando motore
affiancato per MTX 160c, MTX 160 e MTXE 160).
Gli sganciatori differenziali sono realizzati in conformit alle norme:
- IEC 60947-2 appendice B
- IEC 61000: per la protezione contro gli scatti intempestivi.
356
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 356 31/01/12 15.18
sgancIatore DIfferenzIale forMa a l
sgancIatore DIfferenzIale sottoPosto
Questi sganciatori differenziali, disponibili per interruttori MTX fino a 250A in versione istantanea o regolabile, sono caratterizzati dalla tipologia di
collegamento dei cavi che avviene direttamente sullinterruttore una volta che il differenziale stato montato, questo garantisce la razionalizzazione e
semplificazione della pratica installativa. La distintiva forma a L permette di ridurre lingobro dellassieme interruttore-sganciatore differenziale e rende
disponibile laccesso alle funzioni di regolazione sul lato sinistro dellinterruttore, mentre il toroide si trova in posizione sottoposta.
possibile montare questi sganciatori differenziali sullinterruttore MTX 160c sia con terminali anteriori per cavi in rame (FC Cu) sia con gli appositi terminali
posteriori in piatto orizzontali (HR) cod. GW D8 418.
Gli interruttori MTX/E 160 e MTX 250 devono invece montare esclusivamente i terminali FC Cu, per questo motivo i relativi sganciatori differenziali sono
sempre forniti con un semi-kit di tali terminali.
Solamente per linterruttore MTX 160c disponibile una versione regolabile e ribassata che ne consente linstallazione in moduli DIN di 200mm.
Questi sganciatori differenziali sono disponibili nella sola versione ad intervento regolabile e possono essere montati su interruttori MTX/E 320 e MTX/E
630 fino a 500A.
Lo sganciatore fornito con i terminali anteriori standard, ma pu essere corredato di qualsiasi terminale disponobile per linterruttore corrispondente.
357
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 357 31/01/12 15.18
MTXM 160c MTXM 250 MTXM 320
Corrente termica convenzionale, (Ith) (A) 160 250 320
Corrente d'impiego nominale in categoria AC22, (Ie) (A) 160 250 320
Corrente d'impiego nominale in categoria AC23, (Ie) (A) 125 200 250
Poli Nr. 3-4 3-4 3-4
Tensione nominale di impiego (Ue)
(AC) 50-60Hz (V) 690 690 690
(DC) (V) 500 500 750
Tensione nominale di tenuta ad impulso (Uimp) (kV) 8 8 8
Tensione nominale di isolamento (Ui) (V) 800 800 800
Tensione di prova a frequenza industriale per 1 min. (V) 3000 3000 3000
Potere di chiusura nominale in cortocircuito, (Icm) (kA) 2,8 5,3 5,3
Corrente di breve durata ammissibile nominale per 1s, (Icw) (kA) 2 3,6 3,6
Norma di riferimento: IEC 60947-3
Esecuzioni F F - P F - P - W
Terminali FC Cu - EF - FC CuAl
F - FC CuAl - FC Cu -
EF - ES - R
F - FC CuAl - FC Cu -
EF - ES - R - MC - HR - VR
Vita meccanica (Nr. di manovre / operazioni orarie) 25000 / 120 25000 / 120 20000 / 120
Dimensioni base, fisso 3/4 Poli L (mm) 76 / 102 105 / 140 105 / 140
P (mm) 70 70 103,5
H (mm) 130 150 205
Fisso (F) 3 / 4 P (kg) 0,9 / 1,2 1,5 / 2 2,35 / 3,05
Peso Rimovibile (P) 3 / 4 P (kg) / 2,1 / 3,7 3,6 / 4,65
Estraibile (W) 3 / 4 P (kg) / / 3,85 / 4,9
Legenda esecuzioni:
F - Fisso
P - Rimovibile
W - Estraibile
Legenda terminali:
F = Anteriori
EF = Anteriori prolungati
ES = Anteriori prolungati divaricati
FC Cu = Anteriori per cavi in rame
FC CuAl = Anteriori per cavi in CuAl
R = Posteriori orientabili
HR = Posteriori in piatto orizzontali
VR = Posteriori in piatto verticali
MC = multicavo
MTXM - InterruttorI DI Manovra/sezIonatorI
DatI tecnIcI
358
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 358 31/01/12 15.18
MTXM 400 MTXM 630 MTXM 800 MTXM 1000 MTSM 1600
400 630 800 1000 1250 / 1600
400 630 800 1000 1250 / 1600
400 400 800 800 /
3-4 3-4 3-4 3-4 3-4
690 690 690 690 690
750 750 750 750 750
8 8 8 8 8
800 800 1000 1000 800
3000 3000 3500 3500 3000
11 11 30 30 52,5
6 6 15 15 25

F - P - W F - P - W F - W F F - W
F - FC CuAl - FC Cu -
EF - ES - R - HR - VR
F - FC CuAl - FC Cu -
EF - ES - R - HR - VR
F - FC CuAl - EF - ES - R - RC F - FC CuAl - EF - ES - R - RC F - EF - FC CuAl (1250) - HR - VR
20000 / 120 20000 / 120 20000 / 120 20000 / 120 1000 / 120
140 / 184 140 / 184 210 / 280 210 / 280 210 / 280
103,5 103,5 103,5 103,5 138,5
205 205 268 268 406
3,25 / 4,15 3,25 / 4,15 9,5 / 12 9,5 / 12 17 / 22
5,15 / 6,65 5,15 / 6,65 / / /
5,4 / 6,9 5,4 / 6,9 12,1 / 15,1 / 21,8 / 29,2
359
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 359 31/01/12 15.18
Potenze DIssIPate
POTENZA DISSIPATA TOTALE INTERRUTTORI TERMOMAGNETICI E ELETTRONICI (W/Polo)
In (A)
MTX 160c MTX 160 MTXE 160 MTX 250 MTX 320 MTXE 320 MTX 630 MTXE 630 MTX 1000 MTXE 1000 MTSE 1600
F F P F P F P F P-W F P-W F P-W F P-W F W F W F P-W
10 0,5 0,6
16 1,5
20 1,8
25 2 2,3 2,8 1 1,2
32 2,1 2,7 3,2
40 2,6 3,9 4,6
50 3,7 4,3 5
63 4,3 5,1 6 3,5 4 4,3 5,1
80 4,8 6,1 7,2 4,8 5,8
100 7 8,5 10 8 9,2 5,6 6,8 5,2 5,8 1,7 2,3
125 10,7 12 14,7 6,6 7,9 6,2 7,2
160 15 17 20 17 20 7,9 9,5 7,4 9 4,4 6
200 13,2 15,8 9,9 12,4
250 17,8 21,4 13,7 17,6 10,7 14,6
320 17,6 24 13,6 20,9 10,6 17,9
400 19,5 31 16,5 28
500 28,8 36,7
630 41 53,6 30,6 30 30 38,3
800 31 39,6 32 41,6
1000 50
1250 160 220
1600 260 360
POTENZA DISSIPATA TOTALE INTERRUTTORI MAGNETICI (W/Polo)
In (A)
MTX 160 MTX 250
F F F-P
1 1,5
1,6 2,1
2 2,5
2,5 2,6
3,2 2,9
4 2,6
5 2,9
6,5 3,5
8,5 2,7
11 3,1
12,5 1,1
20 1,7
32 2,7
52 4,3
80 6,1
100 8,5 5,6 6,8
125 6,6 7,9
160 7,9 9,5
200 13,2 15,8
360
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 360 31/01/12 15.18
POTENZA DISSIPATA TOTALE INTERRUTTORI NON AUTOMATICI (W/Polo)
In (A)
MTXM 160c MTXM 250 MTXE 320 MTXM 400 MTXM 630 MTXM 800 MTXE 1000 MTSE 1600
F F P F P-W F P-W F P-W F W F F P-W
10
16
20
25
32
40
50
63
80
100
125
160 15
200
250 17,8 21,4
320 17,6 24
400 16,5 28
500
630 41 53,6
800 32 41,6
1000 50
1250 160 220
1600 260 360
361
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 361 31/01/12 15.18
DeclassaMentI In teMPeratura
InterruttorI con sgancIatorI terMoMagnetIcI e MagnetIcI
DECLASSAMENTO MTX 160c TERMOMAGNETICO - CORRENTE NOMINALE
In (A) 10C 20C 30C 40C 50C 60C 70C
16 13 18 12 18 12 17 11 16 11 15 10 14 9 13
20 16 23 15 22 15 21 14 20 13 19 12 18 11 16
25 20 29 19 28 18 26 18 25 16 23 15 22 14 20
32 26 37 25 35 24 34 22 32 21 30 20 28 18 26
40 32 46 31 44 29 42 28 40 26 38 25 35 23 33
50 40 58 39 55 37 53 35 50 33 47 31 44 28 41
63 51 72 49 69 46 66 44 63 41 59 39 55 36 51
80 64 92 62 88 59 84 56 80 53 75 49 70 46 65
100 81 115 77 110 74 105 70 100 66 94 61 88 57 81
125 101 144 96 138 92 131 88 125 82 117 77 109 71 102
160 129 184 123 176 118 168 112 160 105 150 98 140 91 130
DECLASSAMENTO MTX 160 MAGNETICO - CORRENTE NOMINALE
In (A) 10C 20C 30C 40C 50C 60C 70C
1 / / / / / / /
1,6 1,3 1,8 1,2 1,8 1,2 1,7 1,1 1,6 1 1,5 1 1,4 0,9 1,3
2 1,6 2,3 1,5 2,2 1,5 2,1 1,4 2 1,3 1,9 1,2 1,7 1,1 1,6
2,5 2 2,9 1,9 2,8 1,8 2,6 1,8 2,5 1,6 2,3 1,5 2,2 1,4 2
3,2 2,6 3,7 2,5 3,5 2,4 3,4 2,2 3,2 2,1 3 1,9 2,8 1,8 2,6
4 3,2 4,6 3,1 4,4 2,9 4,2 2,8 4 2,6 3,7 2,4 3,5 2,3 3,2
5 4 5,7 3,9 5,5 3,7 5,3 3,5 5 3,3 4,7 3 4,3 2,8 4
6,5 5,1 7,2 4,9 6,9 4,6 6,6 4,4 6,3 4,1 5,9 3,8 5,5 3,6 5,1
8,5 6,4 9,2 6,2 8,8 5,9 8,4 5,6 8 5,2 7,5 4,9 7 4,5 6,5
11 8 11,5 7,7 11 7,4 10,5 7 10 6,5 9,3 6,1 8,7 5,6 8,1
12,5 10,1 14,4 9,6 13,8 9,2 13,2 8,8 12,5 8,2 11,7 7,6 10,9 7,1 10,1
20 16 23 15 22 15 21 14 20 13 19 12 17 11 16
32 26 37 25 35 24 34 22 32 21 30 19 28 18 26
52 40 57 39 55 37 53 35 50 33 47 30 43 28 40
80 64 92 62 88 59 84 56 80 52 75 49 70 45 65
100 80 115 77 110 74 105 70 100 65 93 61 87 56 81
125 101 144 96 138 92 132 88 125 82 117 76 109 71 101
160 129 184 123 178 118 168 112 160 105 150 97 139 90 129
200 / / / / / / /
DECLASSAMENTO MTX 160 TERMOMAGNETICO - CORRENTE NOMINALE
In (A) 10C 20C 30C 40C 50C 60C 70C
16 1318 1218 1217 1116 1015 1014 913
20 1623 1522 1521 1420 1319 1217 1116
25 2029 1928 1826 1825 1623 1522 1420
32 2637 2535 2434 2232 2130 1928 1826
40 3246 3144 2942 2840 2637 2435 2332
50 4057 3955 3753 3550 3347 3043 2840
63 5172 4969 4666 4463 4159 3855 3651
80 6492 6288 5984 5680 5275 4970 4565
100 80115 77110 74105 70100 6593 6187 5681
125 101144 96138 92132 88125 82117 76109 71101
160 129184 123178 118168 112160 105150 97139 90129
362
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 362 31/01/12 15.18
DECLASSAMENTO MTX 250 TERMOMAGNETICO E MAGNETICO - CORRENTE NOMINALE
In (A) 10C 20C 30C 40C 50C 60C 70C
63 51 72 49 69 46 66 44 63 41 59 38 55 35 51
80 64 92 62 88 59 84 56 80 52 75 48 69 45 64
100 80 115 77 110 74 105 70 100 65 93 61 87 56 80
125 101 144 96 138 92 132 88 125 82 116 76 108 70 100
160 129 184 123 176 118 168 112 160 104 149 97 139 90 129
200 161 230 154 220 147 211 140 200 130 186 121 173 112 161
250 201 287 193 278 184 263 175 250 163 233 152 216 141 201
DECLASSAMENTO MTX 320 TERMOMAGNETICO - CORRENTE NOMINALE
In (A) 10C 20C 30C 40C 50C 60C 70C
100 83 118 80 113 74 106 70 100 66 95 59 85 49 75
125 103 145 100 140 94 134 88 125 80 115 73 105 63 95
160 130 185 124 176 118 168 112 160 106 150 100 104 90 130
200 162 230 155 220 147 210 140 200 133 190 122 175 107 160
250 200 285 193 275 183 262 175 250 168 240 160 230 150 220
DECLASSAMENTO MTX 630 TERMOMAGNETICO - CORRENTE NOMINALE
In (A) 10C 20C 30C 40C 50C 60C 70C
320 260 368 245 350 234 335 224 320 212 305 200 285 182 263
400 325 465 310 442 195 420 280 400 265 380 250 355 230 325
500 435 620 405 580 380 540 350 500 315 450 280 400 240 345
DECLASSAMENTO MTX 1000 TERMOMAGNETICO - CORRENTE NOMINALE
In (A) 10C 20C 30C 40C 50C 60C 70C
630 520 740 493 705 462 660 441 630 405 580 380 540 350 500
800 685 965 640 905 605 855 560 800 520 740 470 670 420 610
363
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 363 31/01/12 15.18
165
lu [A]
170
160
155
150
145
140
135
130
125
120
10 20 30 40 50 60 70
T [C]
115
120
125
130
135
140
145
150
Iu [A
T [C]
45 50 55 60 65 70 35 40
110
]
DECLASSAMENTO MTXE 160 - FISSO
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
F 160 1 153,6 0,96 140,8 0,88 128 0,8
EF 160 1 153,6 0,96 140,8 0,88 128 0,8
ES 160 1 153,6 0,96 140,8 0,88 128 0,8
FC Cu 160 1 153,6 0,96 140,8 0,88 128 0,8
FC CuAl 160 1 153,6 0,96 140,8 0,88 128 0,8
R 160 1 153,6 0,96 140,8 0,88 128 0,8
DeclassaMentI In teMPeratura
InterruttorI con sgancIatorI elettronIcI
DECLASSAMENTO MTXE 160 - RIMOVIBILE
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
F 144 0,9 138 0,84 126 0,80 112 0,68
EF 144 0,9 138 0,84 126 0,80 112 0,68
ES 144 0,9 138 0,84 126 0,80 112 0,68
FC Cu 144 0,9 138 0,84 126 0,80 112 0,68
FC CuAl 144 0,9 138 0,84 126 0,80 112 0,68
R 144 0,9 138 0,84 126 0,80 112 0,68
364
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 364 31/01/12 15.18
220
225
230
235
240
245
250
255
Iu [A
T [C]
50 55 60 65 70 40 45
215
]
FC-F-R(HR)
R(VR)
DECLASSAMENTO MTXE 320 (FINO A In=250A) - FISSO
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
FC 250 1 250 1 250 1 220 0,88
F 250 1 250 1 250 1 220 0,88
HR 250 1 250 1 250 1 220 0,88
VR 250 1 250 1 250 1 230 0,92
215
220
225
230
235
240
245
250
255
Iu [A]
T [C]
40 45 50 55 60 65 70
210
205
FC-F-R(HR)
R(VR)
DECLASSAMENTO MTXE 320 (FINO A In=250A) - RIMOVIBILE / ESTRAIBILE
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
FC 250 1 250 1 230 0,92 210 0,84
F 250 1 250 1 230 0,92 210 0,84
HR 250 1 250 1 230 0,92 210 0,84
VR 250 1 250 1 240 0,96 220 0,88
365
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 365 31/01/12 15.18
250
260
270
280
290
300
310
320
330
Iu [A]
T [C]
40 45 50 55 60 65 70
240
R(VR)
FC-F-R(HR)
250
260
270
280
290
300
310
320
330
Iu [A
T [C]
40 45 50 55 60 65 70 30 35
240
]
FC-F-R(HR)
R(VR)
DECLASSAMENTO MTXE 320 - FISSO
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
FC 320 1 294 0,92 269 0,84 243 0,76
F 320 1 294 0,96 269 0,84 243 0,76
HR 320 1 294 0,92 269 0,84 243 0,76
VR 320 1 307 0,96 281 0,88 256 0,80
DECLASSAMENTO MTXE 320 - RIMOVIBILE / ESTRAIBILE
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
FC 320 1 294 0,92 268 0,84 242 0,76
F 320 1 294 0,92 268 0,84 242 0,76
HR 320 1 294 0,92 268 0,84 242 0,76
VR 320 1 307 0,96 282 0,88 256 0,80
366
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 366 31/01/12 15.18
365
370
375
380
385
390
395
400
405
Iu [A]
T [C]
40 45 50 55 60 65 70
360
355
350
R(VR)
FC-F-R(HR)
365
370
375
380
385
390
395
400
405
Iu [A]
T [C]
40 45 50 55 60 65 70
360
355
350
35
345
340
335
330
VR
HR-FC-F
DECLASSAMENTO MTXE 630 (FINO A In=400A) - FISSO
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
FC 400 1 400 1 400 1 352 0,88
F 400 1 400 1 400 1 352 0,88
HR 400 1 400 1 400 1 352 0,88
VR 400 1 400 1 400 1 368 0,92
DECLASSAMENTO MTXE 630 (FINO A In=400A) - RIMOVIBILE / ESTRAIBILE
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
FC 400 1 400 1 368 0,92 336 0,84
F 400 1 400 1 368 0,92 336 0,84
HR 400 1 400 1 368 0,92 336 0,84
VR 400 1 400 1 382 0,96 350 0,88
367
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 367 31/01/12 15.18
560
570
580
590
600
610
620
630
640
Iu [A]
T [C]
40 45 50 55 60 65 70
550
540
530
35
520
510
500
490
30
480
470
R(VR)
R(HR)-FC-F
Iu [A]
T [C]
40 45 50 55 60 65 70 35
600
550
500
450
400
VR
EF-HR
DECLASSAMENTO MTXE 630 - FISSO
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
FC 630 1 580 0,92 529 0,84 479 0,76
F 630 1 580 0,92 529 0,84 479 0,76
HR 630 1 580 0,92 529 0,84 479 0,76
VR 630 1 605 0,96 554 0,88 504 0,80
DECLASSAMENTO MTXE 630 - RIMOVIBILE / ESTRAIBILE
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
EF 567 0,9 502 0,80 458 0,72 409 0,64
HR 567 0,9 502 0,80 458 0,72 409 0,64
VR 567 0,9 526 0,82 480 0,76 429 0,68
368
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 368 31/01/12 15.18
850
800
750
700
650
600
550
500
450
400
350
lu [A]
10 20 30 40 50 60 70
T [C]
5+5
595
))&
VR
EF-HR
850
800
750
700
650
600
550
500
450
400
350
lu [A]
10 20 30 40 50 60 70
T [C]
DECLASSAMENTO MTXE 1000 (FINO A In=630A) - FISSO
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
FC 630 1 630 1 598,5 0,95 567 0,9
F 630 1 630 1 598,5 0,95 567 0,9
HR 630 1 630 1 630 1 598,5 0,95
VR 630 1 630 1 567 0,9 504 0,80
DECLASSAMENTO MTXE 1000 (FINO A In=630A) - ESTRAIBILE
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
EF 630 1 598,5 0,95 567 0,9 504 0,8
HR 630 1 630 1,00 598,5 0,95 567 0,9
VR 630 1 598,5 0,95 567 0,9 504 0,8
369
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 369 31/01/12 15.18
R(VR)
R(HR)
F-FC
850
800
750
700
650
600
550
500
450
400
350
lu [A]
10 20 30 40 50 60 70
T [C]
850
800
750
700
650
600
550
500
450
400
350
lu [A]
10 20 30 40 50 60 70
T [C]
95
()+5
DECLASSAMENTO MTXE 1000 (FINO A In=800A) - FISSO
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
FC 800 1 800 1 760 0,95 720 0,9
F 800 1 800 1 760 0,95 720 0,9
HR 800 1 800 1 800 1 760 0,95
VR 800 1 800 1 720 0,9 640 0,80
DECLASSAMENTO MTXE 1000 (FINO A In=800A) - ESTRAIBILE
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
EF 800 1 760 0,95 720 0,9 640 0,8
HR 800 1 800 1,00 760 0,95 720 0,9
VR 800 1 760 0,95 720 0,9 640 0,8
370
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 370 31/01/12 15.18
900
1000
35 40 45 50 55 60 65 70
1100
R(VR)
ES
FC
R(HR)
T [C]
lu [A]
800
700
600
500
400
DECLASSAMENTO MTXE 1000 - FISSO
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
FC 1000 1 960 0,96 877 0,88 784 0,78
HR 1000 1 926 0,93 845 0,85 756 0,76
VR 1000 1 1000 1 913 0,91 817 0,82
ES 1000 1 900 0,90 820 0,82 720 0,72
DECLASSAMENTO MTSE 1600 - FISSO
Terminali
Fino a 40C 50C 60C 70C
I
max
(A)
I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
I
max
(A) I
1
F 1600 1 1440 0,9 1280 0,8 1120 0,7
FC 1600 1 1440 0,9 1280 0,8 1120 0,7
RC 1600 1 1280 0,8 1120 0,7 906 0,6
Posteriori in piatto orizzontali
Anteriori in piatto
Posteriori in piatto verticali
371
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 371 31/01/12 15.18
curve caratterIstIche
Interruttore con sgancIatore terMoMagnetIco e MagnetIco
MTX 160c In= 1663 A - TM1
MTX 160 In= 1,6100 A - TM1
MTX 160c In= 80160 A - TM1
MTX 160c In= 125160 A - TM1
1 10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
In = 20 A I3 = 630 A
In = 25 A I3 = 630 A
In = 32 A I3 = 630 A
In = 40 A I3 = 630 A
In = 50 A I3 = 630 A
n =63 A = 10x n
In = 16 A I = 630 A 3
10
-1
t[s]
3
3
x I
1
10
2
t[s]
1
x I
1
10
10
-1
10
-2
10
2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
I3 = 10 x In
10
3
10
-1
10 1
10
1
10
2
10
-1
10
-2
10
4
t[s]
x I
1
10
2
t[s]
1
10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
I3 = 10 x In
x I
1
10
2
372
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 372 31/01/12 15.18
MTX 160 - TMG
MTX 250 In= 63250 A - TMG
MTX 250 In= 63250 A - TM1
MTX 320 In= 2050 A - TM1
t[s]
1 10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
In = 16 A I
3
= 160 A
In = 25 A I
3
= 160 A
In = 40 A I
3
= 200 A
In = 63 A I
3
= 200 A
In = 80 ...16 0 A I
3
= 3 x In
x I
1
10
2
x I
1
10
2
1 10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
I3 = 10 x In
t[s]
1 10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
In = 80 A I3 = 400 A
In = 63 A I3 = 400 A
In = 100 A I3 = 400 A
In = 125 A I3 = 400 A
In = 160 A I3 = 480 A
In = 200 A I3 = 600 A
In = 250 A I3 = 750 A
t[s]
x I
1
10
2 1 10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
In =20 A I3 = 320A
In =32-50 A I3 = 10 x In
t[s]
x I
1
10
2
373
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 373 31/01/12 15.18
MTX 1000 In= 800 A - TM2 MTX 1000 In= 630 A - TM2
MTX 320 In=80250 - TM2 MTX 630 In= 320500 A - TM2
t[s]
x I
1
10
2 1 10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
I3 = 510 x In
t[s]
x I
1
10
2 1 10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
I3 = 510 x In
t[s]
x I
1
10
2
10
3
10
-1
10 1
10
1
10
2
10
-1
10
-2
1.05
10
4
I
3
= 5...10 x In
10
3
10 1
10
1
10
2
10
-1
1.05
10
4
I
3
= 5...10x In
t[s]
x I
1
10
2
10
-2
10
-1
374
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 374 31/01/12 15.18
MTXE 160 - SEP/1
1
I [kA]
10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
10
-3
10
x In
10
2
1
0.4...1
0.4 1
t[s]
1
1...10
10
SEP/1 Funzioni L - I
MTXE 160 - SEP/1
1
I [kA]
10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
10
-3
10
10
0.6
x In
10
2
1
0.4...1
1...10
t[s]
0.4 1
SEP/1 Funzioni L - S
InterruttorI con sgancIatore elettronIco
fino a In=10A fino a In=10A
MTXE 320 - MTXE 630 - MTXE 1000
1
I [kA]
10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
10
-3
10
x In
10
2
1
MTXE 630
MTXE 320
0.4...1
MTXE 630 (400A)
t[s]
0.4 1
1...10
1
10
MTXE 1000 (630A)
MTXE 1000 (800A)
MTXE 1000
SEP/1 Funzioni L - I
MTXE 320 - MTXE 630 - MTXE 1000
1
I [kA]
10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
10
-3
10
x In
10
2
1
10
1
0.4...1
t[s]
1...10
0.4 1
MTXE 630
MTXE 320
MTXE 630 (400A)
MTXE 1000 (630A)
MTXE 1000 (800A)
MTXE 1000
SEP/1 Funzioni L - S
375
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 375 31/01/12 15.18
MTXE 320 - MTXE 630 - MTXE 1000
1
I [ kA]
10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
10
-3
10
x In
10
2
1
10 0.6
I
2
t ON
I
2
t OFF
0.4...1
0.6...10
t[s]
0.4
1.5
1.5...12
12
MTXE 630
MTXE 320
MTXE 630 (400A)
MTXE 1000 (630A)
MTXE 1000 (800A)
MTXE 1000
SEP/2 Funzioni L - S - I
Nota: La curva tratteggiata della funzione L corrisponde al ritardo massimo (t1) impostabile a 6xI1, nel caso
vengano impiegati TA da 320A (per MTXE 320) e 630A (per MTXE 630).
Per tutte le taglie di TA t1=18s, tranne che per TA da 320A (per MTXE 320) e 630A (per MTXE 630) in cui
t1=10,5s.
MTXE 320 - MTXE 630 - MTXE 1000
1
ln
10
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-1
10
-3
10
0.2...1
1
2
t[s]
0.2
SEP/2 Funzione G
I4 = 0.2 ... 0.49 In inibizione a 4In
I4 = 0.5 ... 0.79 In inibizione a 6In
I4 = 0.8 ... 1.00 In inibizione a 8In
MTSE 1600
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-3
t[s]
10 10
-1
x In
1
1,05
10
2
SEP/A - Funzioni LI - I
MTSE 1600
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-3
t[s]
10 10
-1
x In
1
1,05
10
2
SEP/B - Funzione LSI, S a tempo breve inverso (I2t = cost. ON)
376
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 376 31/01/12 15.18
MTSE 1600
10 10
-1
1
1,05
10
2
x In
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-3
t[s]
SEP/B - Funzione LSI, S a tempo indipendente (I2t = cost. OFF)
MTSE 1600
10 10
-1
x In
1
1,05
10
2
10
-1
10
-2
1
10
10
2
10
3
10
4
10
-3
t[s]
SEP/B - Funzione G
377
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 377 31/01/12 15.18
curve DI lIMItazIone Della corrente DI PIcco - 230V
MTX 250
10
3
10
2
10
1
lp [kA]
1
l [kA]
rms
10 10
2
10
3
MTX 160c
10
3
10
2
10
1
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10 10
2
10
3
230V
230V
MTX 160 - MTXE 160
l [kA]
rms
10
2
lp [kA]
10
1
10
-1
10
-2
10
-2
10
-1
1 10 10
2
10
3
10
4
10
5
230V
MTX 320 - MTXE 320
10
2
10
1
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10 10
2
10
3
230V
378
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 378 31/01/12 15.18
MTX 630 - MTXE 630
10
2
10
1
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10 10
2
10
3
230V
MTX 1000 - MTXE 1000
10
2
10
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10 10
2
10
3
230V
MTSE 1600
379
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 379 31/01/12 15.18
curve DI lIMItazIone Della corrente DI PIcco - 400/440v
MTX 160c
10
3
10
2
10
1
lp [kA]
1
l [kA]
rms
10 10
2
10
3
400/440V
MTX 160 - MTXE 160
lp [kA] 10
2
10
1
10
10
-2
10
-2
10
-1
1 10 10
2
10
3
10
4
10
5
l [kA]
rms
400/440V
MTX 250
10
3
10
2
10
1
lp [kA]
1
l [kA]
rms
10 10
2
10
3
400/440V
MTX 320 - MTXE 320
10
2
10
1
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10 10
2
10
3
400/440V
380
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 380 31/01/12 15.18
MTX 630 - MTXE 630
10
2
10
1
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10 10
2
10
3
400/440V
MTX 1000 - MTXE 1000
10
2
10
1
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10 10
2
10
3
400/440V
MTSE 1600
381
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 381 31/01/12 15.18
MTX 250
10
2
10
1
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10
10
2
10
3
10
3
MTX 160c
5
2
1
lp [kA]
l [kA]
rms
2 5 10
10
690V
690V
MTX 160 - MTXE 160
lp [kA] 10
2
10
1
10
10
-2
10
-2
10
-1
1 10 10
2
10
3
l [kA]
rms
-1
690V
MTX 320 - MTXE 320
10
2
10
1
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10
10
2
10
3
690V
curve DI lIMItazIone Della corrente DI PIcco - 690v
382
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 382 31/01/12 15.18
MTX 630 - MTXE 630
10
2
10
1
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10
10
2
10
3
690V
MTX 1000 - MTXE 1000
10
2
10
1
1
lp [kA]
l [kA]
rms
10
10
2
10
3
690V
MTSE 1600
383
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 383 31/01/12 15.18
curve DellenergIa sPecIfIca Passante - 230v
MTX 250
10
1
10
-1
1 10 10
2 10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
-2
230V
MTX 320 - MTXE 320
10
-2
10
1
10
-1
1 10 10
2
10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
230V
MTX 160c
10
1
10
-1
1 10 10
2
10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
-2
230V
MTX 160 - MTXE 160
1
10
-1
10
5
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
-3
10
-2
10
-4
10
-5
10
-6
10
4
10
3
10
2
10 1 10
-1
10
-2
230V
384
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 384 31/01/12 15.18
MTX 630 - MTXE 630
10
1
10
-1
1 10 10
2
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
3
230V
MTX 1000 - MTXE 1000
10
3
10
1
10
2
10
-1
1 10 10
2
10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
MTXE 1000 (630A)
MTXE 1000
230V
MTSE 1600
385
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 385 31/01/12 15.18
MTX 250
10
1
10
-2
1 10 10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
2
10
-1
400/440V
MTX 320 - MTXE 320
10
1
10
-1
1 10
10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
-2
10
2
400/440V
MTX 160c
10
1
10
-1
1 10 10
2 10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
-2
400/440V
MTX 160 - MTXE 160
1
10
-1
10
5
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
-3
10
-2
10
-4
10
-5
10
-6
10
4
10
3
10
2
10 1 10
-1
10
-2
400/440V
curve DellenergIa sPecIfIca Passante - 400/440v
386
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 386 31/01/12 15.18
MTX 630 - MTXE 630
10
1
10
-1
1 10 10
2
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
3
400/440V
MTX 1000 - MTXE 1000
10
3
10
1
10
2
10
-1
1 10 10
2
10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
MTXE 1000 (630A)
MTXE 1000
400/440V
MTSE 1600
387
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 387 31/01/12 15.18
MTX 250
10
1
10
-1
1 10 10
2 10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
-2
690V
MTX 320 - MTXE 320
10
1
10
-1
1 10 10
2 10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
-2
690V
MTX 160c
1
10
-1
1 2
10
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
0,50
0,20
0,05
0,02
10
-2
5
690V
MTX 160 - MTXE 160
1
10
-1
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
-3
10
-2
10
-4
10
-5
10
-6
10
3
10
2
10 1 10
-1
10
-2
690V
curve DellenergIa sPecIfIca Passante - 690v
388
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 388 31/01/12 15.18
MTX 630 - MTXE 630
10
1
10
-1
1 10 10
2
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
690V
MTX 1000 - MTXE 1000
10
1
10 10
2
10
3
l [kA]
rms

l t [10 A s]
2 6 2
10
3
10
2
10
-1
1
MTXE 1000 (630A)
MTXE 1000
690V
MTSE 1600
389
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 389 31/01/12 15.18
versIonI eD esecuzIonI
esecuzIone fIssa
Nellesecuzione fissa linterruttore costituito da un unico blocco che razionalmente racchiude
e delimita ogni componente interno dellapparecchio.
Sono disponibili nelle varie grandezze versioni tripolari e tetrapolari, ciascuna delle quali
prevede:
- Sganciatore termomagnetico, magnetico e elettronico
- Comando a leva
- Terminali standard FC Cu (anteriori per cavi in rame) per MTX 160c
- Terminali standard F (anteriori) per tutte le altre taglie
- Frontale normalizzato 45 mm per MTX 160c, MTX/E 160 e MTX 250
- Frontale normalizzato 105 mm per MTX/E 320, MTX/E 630 e MTSE 1600
- Frontale normalizzato 140 mm per MTX/E 1000
- Mostrina per il pannello frontale del quadro
- Possibilit di montaggio su piastra di fondo o su guida DIN EN50022 (fino a MTX 250).
esecuzIone rIMovIBIle
Linterruttore possiede, in aggiunta ai contatti destinati allinterruzione, contatti che
permettono la rimozione dellinterruttore stesso; ne consegue che linterruttore costituito
fondamentalmente da una parte fissa e da una parte mobile.
Questi interruttori si compongono di:
- Parte fissa da installare direttamente sulla piastra di fondo del cubicolo
- Parte mobile ottenuta dallinterruttore fisso con laggiunta dei contatti di sezionamento (in
corrispondenza dei terminali di connessione), dal telaio posteriore (per il fissaggio alla parte
fissa) e dei copriterminali.
La rimozione dellinterruttore avviene svitando le viti di fissaggio inferiori e superiori. Un
apposito blocco impedisce linserzione e la rimozione dellinterruttore con i contatti in
posizione di chiuso.
Nel caso in cui linterruttore monti accessori elettrici (vedi catalogo commerciale per
accessoriabilit) devono essere ordinati anche i connettori presa-spina o gli adattatori per il
sezionamento dei relativi circuiti ausiliari.
In versione rimovibile linterruttore pu assumere la posizione di inserito oppure rimosso.
esecuzIone estraIBIle
Linterruttore possiede, in aggiunta ai contatti destinati allinterruzione, contatti di sezionamento
che gli permettono di essere scollegato dal circuito principale. Con lausilio dellapposita leva
di manovra si pu raggiungere la posizione di sezionato (con circuiti di potenza e ausiliari
scollegati) con la porta della cella chiusa, a tutto vantaggio della sicurezza delloperatore. La
leva di manovra pu essere inserita solamente ad interruttore aperto.
Gli interruttori MTX/E 320, MTX/E 630 e MTX/E 1000 possono essere accessoriati solamente con
accessori elettrici precablati muniti degli appositi adattatori per il sezionamento dei circuiti ausiliari.
Questi interruttori si compongono con:
- Parte fissa destinata allinstallazione sulla piastra di fondo del cubicolo e corredata di guide
laterali per agevolare le fasi di estrazione o inserzione della parte mobile. Questo elemento
viene formito sempre corredato di una mostrina dedicata per il pannello frontale del quadro
da sostituire a quella in dotazione nellinterruttore in esecuzione fissa.
- Parte mobile ottenuta applicando il KIT di trasformazione da fisso in parte mobile di estraibile
allinterruttore fisso.
- Accessorio obbligatorio a scelta tra frontale per comando a leva, comando motore e
comando a maniglia rotante (da ordinarsi separatamente). Lapplicazione di uno di questi
accessori consente di realizzare la manovra di inserzione/estrazione a porta chiusa.
In versione estraibile linterruttore pu assumere la posizione di inserito, rimosso o estratto.
390
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 390 31/01/12 15.18
Parte fIssa
Questo accessorio permette (a partire da MTX/E 160) di realizzare linterruttore in versione
rimovibile o estraibile. Le parti fisse, nella fornitura standard sono munite dei seguenti terminali:
- Terminali F (anteriori) per MTX/E 160 e MTX/E 250, per questi interruttori c inoltre la
possibilit di munire la parte fissa con gli stessi kit di terminali, copriterminali e separatori di
fase previsti per gli interruttori fissi.
- Le parti fisse di MTX/E 320, MTX/E 630 e MTX/E 1000 sono invece disponibili con differenti
tipologie di terminali anteriori e posteriori. Le parti fisse di MTX/E 320 e MTX/E 630
con terminali F (anteriori) possono essere equipaggiate con i relativi terminali ES, FC Cu e
FC CuAl.
KIt DI trasforMazIone Da Parte fIssa DI rIMovIBIle
In Parte fIssa DI estraIBIle
Questo KIT necessario per realizzare la configurazione estraibile dei soli interruttori MTX/E 320
e MTX/E 630: deve essere applicato alla parte fissa per esecuzione rimovibile degli interruttori,
si compone di:
- KIT di trasformazione con guida
- Manovella di estrazione
- Mostrina per il pannello frontale del quadro (da sostituire a quella in dotazione con
linterruttore in esecuzione fissa).
Manovella DI estrazIone
Questo accessorio consente lesecuzione delle operazioni di estrazione e di inserzione, a porta
chiusa. La manovella, fornita nellimballo della parte fissa, uguale per tutta la gamma di
interruttori.
KIt DI trasforMazIone Della versIone fIssa
In Parte MoBIle DI Interruttore rIMovIBIle
Questo accessorio permette di trasformare linterruttore fisso con terminali F (Anteriori) nella
parte mobile di un interruttore rimovibile.
Il KIT, disponibile per MTX/E 160 - MTX 250 -MTX/E 320 e MTX/E 630 si compone di:
- Contatti di sezionamento
- Dispositivi di sicurezza antirimozione
- Viti e dadi di montaggio
- Copriterminali bassi per la parte mobile
Lesecuzione rimovibile si completa con la relativa parte fissa.
KIt DI trasforMazIone Della versIone fIssa
In Parte MoBIle DI Interruttore estraIBIle
Questo accessorio permette di trasformare linterruttore fisso con terminali F (Anteriori) nella parte
mobile di un interruttore estraibile. Il KIT, diponibile per MTX/E 320 - MTX/E630 - MTX/E 1000
(fino a 800A) e MTSE 1600, si compone di:
- Contatti di sezionamento
- Telaio
- Viti e dadi di montaggio
- Copriterminali bassi per la parte mobile
Lesecuzione estraibile si completa con la relativa parte fissa e, obbligatoriamente, con uno dei
seguenti accessori: frontale per comando a leva, comando a maniglia rotante o comando a motore.
391
serIe MtX
InformazIonI TecnIche
Catalogo Tecnico 2012.indb 391 31/01/12 15.18
connettorI Per alIMentazIone accessorI
connettorI Presa - sPIna
aDattatorI
Accessori 3 poli 6 poli 12 poli
Sganciatore a lancio di corrente

Sganciatore di minima tensione

Contatto AUX 1Q + 1SY

Contatto AUX 2Q

Contatto AUX 3Q + 1SY

Comando motore a solenoide sovrapposto
(1)

Contatto AUX 2Q + 1SY per MTXE 160


(2)

Contatto AUX 1S51 + 1Q + 1SY per MTXE 160
(2)

Accessori 5 vie 6 vie 10 vie 12 vie
Lato sinistro
Sganciatore a lancio di corrente

Sganciatore di minima tensione

Comando ad accumulo di energia

Comando motore ad accumulo di energia

Comando motore ad accumulo di energia + Sganciatore a lancio di corrente o di minima tensione

Lato destro
Contatto AUX 3Q + 1SY

Contatto AUX 2Q + 1SY per MTXE 160

Contatto AUX 1S51 + 1Q + 1SY per MTXE 160

Al fine di consentire le operazioni di inserimento e rimozione della parte mobile di interruttore rimovibile gli accessori elettrici degli interruttori MTX/E 160,
MTX 250 e MTXM 250 devono essere corredati di uno o pi connettori presa-spina. La corrispondenza descritta nella seguente tabella.
Per gli accessori elettrici utilizzati con gli interruttori MTX/E 320, MTX/E 630, MTX/E 1000 e con gli interruttori-sezionatori MTXM 320, MTXM 400, MTXM 630,
MTXM 800 e MTXM 1000 in versione rimovibile o estraibile necessario utilizzare, per le parti mobili, gli adattatori da accoppiare alla spina, cha andranno
poi a connettersi alla presa posta sulla parte fissa.
A seconda degli accessori elettrici sar necessario utrilizzare uno o due adattatori da montare sul lato sinistro e/o destro della parte mobile.