Sei sulla pagina 1di 5

April 13th, 2012

Published by: M5SRENEWS

5 STELLE REGGIO E. NEWS


Treni regionali: zero obiettivi raggiunti
Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/04/ treni-regionali-zero-obiettivi-raggiunti.html By Giovanni Favia on April 13th, 2012

90,3% percentuale di puntualit. Il contratto prevede che sia del 96,1%. 79,5% percentuale di puntualit nella tratta Suzzara-Ferrara, la peggiore. 91,4% percentuale di puntualit nella tratta Reggio EmiliaSassuolo 93,8% percentuale di puntualit nella tratta Bologna - Vignola 95,5% percentuale di puntualit nella tratta Bologna Portomaggiore, la migliore, ma sempre sotto il 96,1% imposto dal contratto. Meno del 90% per le tratte Parma - Suzzara, Ferrara - Codigoro e Reggio Emilia - Guastalla. E questi dati si inseriscono in un contesto dove ci sono dei dubbi sull'efficiente funzionamento delle gi scarse risorse. La Regione Emilia-Romagna non pu permettersi di formare personale, e poi non utilizzarlo. E' scandaloso quello che ci hanno segnalato parecchie persone. Ci hanno avvisato di uno strano processo formativo nei confronti di alcune decine di giovani. Per questo abbiamo deciso di presentare un'interrogazione dettagliata: vogliamo vederci chiaro. Si tratterebbe di uno spreco di denaro pubblico e di risorse davvero inspiegabile. Trenta giovani sono stati assunti e formati per sei mesi presso le strutture di FER, che poi li avrebbe "girati" a Oceanogate, una societ privata di cui FER (TPER, ora) socia di maggioranza, e che si occupa principalmente di movimentazione delle merci. Ma la situazione delle controllate pare sia piuttosto confusa: alla MAFER i sindacati denunciano uno stato di 'caos aziendale': lo scorso 16 maggio i sindacati avevano consegnato una bozza di accordo su va rie questioni che toccavano i lavoratori, ma nel successivo incontro del 26 maggio 'la delegazione aziendale si presentata senza un documento, una controproposta, niente di niente', emblematico del 'caos aziendale', secondo i sindacati, il fatto che 'un'azienda come la FER non abbia un elenco aggiornato del proprio personale'. Sicuramente non aiuta la totale mancanza di trasparenza sull'apparato, il personale, la dirigenza e gli atti della TPER: sia nel sito vecchio che in quello nuovo non c' traccia di quella limpidezza che dovrebbe contraddistinguere le societ pubbliche. Lo avevamo detto gi prima della fusione che il nuovo soggetto TPER avrebbe 'allontanato' l'azienda dal suo carattere di trasporto pubblico LOCALE. Riceviamo segnalazioni anche di problemi nella turnazione del personale, applicata senza alcun accordo sindacale; e degli orari di lavoro con riduzione dei tempi di riposo e aumento delle ore lavorate e difficolt, anche, nella gestione dei turni di notte e dei tempi di recupero con problemi per il rispetto degli standard di sicurezza e per una differenza nella retribuzione degli assunti delle societ controllate, che non ricevono premi di produzione. Sono spie di un malessere ben pi ampio, che si riverbera sui disastrosi dati di RITARDI e CANCELLAZIONI: quali misure intende adottare la regione per adeguare il servizio agli standard imposti dal contratto? Perch i pendolari devono continuare a subire questo trattamento? Cos'hanno fatto di male? Intanto, per evitare di perdere la produttivit nelle tratte e nelle attese, TPER potrebbe fornire

I dati ufficiali parlano chiaro. Il sistema trasportistico regionale su rotaia non funziona a dovere. Partiamo proprio dai numeri. I DATI TRENI SOPPRESSI 914 treni soppressi nell'anno 2011 per la tratta Bologna - Vignola (162 treni soppressi nel solo settembre 2011) 785 treni soppressi nell'anno 2011 per la tratta Ferrara - Codigoro 249 treni soppressi nell'anno 2011 per la tratta Sassuolo - Modena 4.437 treni soppressi in totale nel 2011, pari al 5,4% dei treni programmati, per 3.983 treni la soppressione stata totale, mentre per i rimanenti 454 parziale, cio il treno arrivato comunque a destinazione. Confrontando i dati del 2011 con quelli del 2010 (Rapporto 2010 sulla Mobilit - Regione E-R), anno caratterizzato dalla soppressione sulle stesse linee del 3,6% dei treni (3.220 treni su 90.134 programmati), risulta evidente che l'anno 2011 ha segnato un ulteriore peggioramento della qualit del servizio ferroviario regionale: 1217 treni soppressi in pi (+38% rispetto al 2010, anno caratterizzato inoltre da una maggiore offerta rispetto al 2011), si consolida cos un trend negativo che perdura da anni; nel 2009, infatti, i treni soppressi furono il 3,4% di quelli programmati; PUNTUALITA' Anche sul versante della puntualit i risultati raggiunti non sono soddisfacenti. 77.971 treni totali nel 2011 70.417 treni "puntuali" (con un ritardo inferiore ai 5 minuti, come previsto dal contratto di servizio)

April 13th, 2012


il servizio wi-fi internet. Lo chiediamo a parte con un'apposita risoluzione.

Published by: M5SRENEWS


con la quale i magistrati e la Guardia di Finanzia si interessano alle sue poliedriche attivit commerciali, si fa promotore dell'emendamento che chiede l'introduzione della responsabilit civile dei giudici. (http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/04/ pini-evasore-a-sua-insaputa/188987/) Trova anche il modo di bisticciare via internet con il Fatto Quotidiano , e per i suoi guai la Lega Nord costretta a rinviare il congresso. Marzo 2011: Lega Nord di Piacenza nella bufera. Per appalti sul fotovoltaico viene indagato per concussione ed abuso l'ex assessore provinciale all'ambiente Allegri.(http://www.ilpiacenza.it/cronaca/davideallegri-ex-consigliere-lega-nord-indagato-concussione.html). novembre-dicembre 2011 Nel Carroccio emiliano sono mesi di querele e controquerele tra gli interessati. Intanto la trasmissione "Le Iene" si interessa al numero due nazionale del Carroccio e numero uno emiliano Angelo Alessandri per il caso di una compravendita di un appartamento a Roma. Il Movimento 5 stelle di Reggio Emilia chiede le dimissioni di Alessandri: ( http://www.reggio5stelle.it/2011/11/18/alessandri-si-dimettae-vada-a-casa-pagandola-per-intero/) Aprile 2012: Ed eccoci alla "primavera" piena di nubi per la Lega. Partono le inchieste nazionali da Milano, Roma. Genova, Napoli sul tesoriere Belsito, su Umberto Bossi ed a catena travolgono Rosy Mauro ed il figlio "Trota" Renzo Bossi. E' il momento degli ex. Carla Rustichelli parla di "irregolarit" e la Procura di Bologna apre una inchiesta ( http://bologna.repubblica.it/cronaca/2012/04/10/ news/lega_procura-33050292/ ). Marco Lusetti porta un esposto in Procura a Reggio e si apre una inchiesta con 4 indagati "nomi noti" (tre reggiani ed un bolognese non si sanno ancora i nomi) anche a Reggio Emilia ( http://www.ilrestodelcarlino.it/reggio_emilia/ politica/2012/04/11/695547-lega-nord-emilia-apertainchiesta.shtml ). Oggi: Anche la Lega a Bologna viene accusata di pagare in nero met dell'affitto della sede: http://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/ politica/2012/04/11/695286-lega-nord-procura-inchiestarusticelli.shtml Benvenuti a "Legopoli" una delle tante cittadelle della partitocrazia, create dal finanziamento pubblico ai partiti. Finanziamento pubblico ai partiti cui solo il Movimento 5 Stelle ha rinunciato lasciando nelle casse dello Stato 1,6 milioni di euro in 5 anni di legislatura. Notate qualche differenza?

"Legopoli" - i guai della Lega anche in Emilia-Romagna


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/04/ legopoli---i-guai-della-lega-anche-in-emilia-romagna.html By Giovanni Favia on April 13th, 2012

Inchieste e indagati in tutta la regione. Anche in Emilia-Romagna sta arrivando "Legopoli". E' una storia che viene da lontano quella delle guerre interne e degli scandali politici e penali nel Carroccio emiliano. Ripercorriamo alcune fasi. Vi chiediamo la massima attenzione perch starci dietro non facile. AUTUNNO-INVERNO 2009 Le prime magagne politiche a fine 2009 nel Comune di Guastalla con alcune delibere facili del vicesindaco leghista Marco Lusetti prontamente denunciate dalla lista Guastalla 5 Stelle (video : http://www.youtube.com/watch? v=xB4NL5ZDiJs ) PRIMAVERA 2010 Lotta interna per la candidatura alle elezioni regionali. Manes Bernardini, bolognese, non molto ben visto dagli emiliani... del nord. E' ad un passo dell'uscita dalla Lega http://orgogliobolognese.blogspot.it/2010/01/non-mollo.html ESTATE 2010 Si prosegue poi sempre a Guastalla, feudo anche del deputato e presidente e numero 2 della Lega a livello nazionale Angelo Alessandri fino allo scorso anno con vicende legate alla nomina contestata con tanto di ricorsi al Tar del vicesindaco leghista Marco Lusetti all' ENCI con tanto di altrettanti incarichi contestatissimi di Lusetti ad esponenti del Carroccio. Vicende queste descritte nel libro "Umberto Magno" di Leonardo Facco (pg. 243-244) e denunciate anche dall'M5S con il resto della minoranza (http://www.guastalla5stelle.org/2010/07/ davide-zanichelli-e-la-vicenda-lega-lusetti-enci-bartoli-rodolfi/ ) Si parla di consulenze pari a 1,6 milioni di euro l'anno. LUGLIO 2010 Lo scandalo politico si allarga sempre pi. Salgono le tensioni all'interno della Lega in Emilia dove il numero uno dei leghisti emiliani Angelo Alessandri ed il numero due Marco Lusetti, entrambi di Guastalla e da sempre alleati ed amici iniziano ad entrare in conflitto. Lusetti mira a prendere il posto in Emilia del potente numero due nazionale della Lega (che ricopre a Roma anche l'incarico di presidente della Commissione Lavori Pubblici e Ambiente), Alessandri risponde tirando in ballo la "questione Enci" (proprio due giorni fa Lusetti avrebbe consegnato una registrazione tra Alessandri e l'allora presidente Enci che dimostrerebbe come il "siluramento" politico di Lusetti sarebbe stato pilotato). Finisce con Lusetti, numero due della Lega in Emilia, espulso dal Carroccio ( http://www.dire.it/DIRE-EMILIA-ROMAGNA/ index.php?menu=14&cont=32558 ). A quel punto Lusetti inizia la sua battaglia e contatta Bossi denunciando "irregolarit nei conti" ( http://gazzettadireggio.gelocal.it/cronaca/2010/07/11/ news/la-cacciata-di-lusetti-figlia-di-un-decreto-del-ministrogalan-1.428027 ). I due si incontrano nell'agosto 2010. Intanto scoppiano diverse "questioni". Lusetti per difendersi lancia accuse all'ex amico e alleato Alessandri. Scoppia Il caso di settanta multe per eccesso di velocit ad Alessandri che sarebbero state pagate con il denaro dei militanti leghisti ed il Movimento 5 stelle attacca ( http://www.reggio5stelle.it/2010/06/24/ alessandri-colleziona-multe-pagate-dalla-lega/ ). C' poi il caso dell' affitto di un ufficio a Guastalla. I bolognesi Alberto Magaroli e Alberto Veronesi chiedono chiarezza sulla stampa e finiscono espulsi dalla Lega ai primi di settembre 2010. Settembre 2010 Bossi intanto si muove e fa "chiarezza" a modo suo. Commissaria la Lega Nord in Emilia ed invia la sua donna di fiducia, Rosy Mauro (s, proprio lei) in Emilia-Romagna. Rosy Mauro fa pulizia a modo suo. Stringe un patto politico con Alessandri e partono altre espulsioni a raffica, tra cui quella della tesoriera Carla Rustichelli che in questi giorni intervistata parla di "irregolarit nei bilanci". Febbraio 2011: Scoppia il caso dell'onorevole Gianuluca Pini, capetto leghista che in Romagna fa il bello e il cattivo tempo. E' indagato per millantato credito e, forse irritato per la solerzia

E55, monumento all'inutilit!


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/04/e55monumento-allinutilita.html By Giovanni Favia on April 13th, 2012

Dall'Assessore Regionale Alfredo Peri al vicesindaco di Ravenna Giannantonio Mingozzi, passando per i consiglieri Damiano Zoffoli e "l'ambientalista" Thomas Casadei, tutto il PD emilianoromagnolo schierato in difesa dell'ennesima opera inutile per i cittadini; ma utile, per i cementifica tori. Parliamo del collegamento Ravenna-Mestre, la E55 [ l'immagine rappresenta i nodi di traffico della Regione, dalla quale si evince che la zona in cui dovrebbe passare la E55, quella linea rossa tracciata sommariamente, la meno trafficata della regione: che senso ha? ] "Triste vedere i nostri politici fare a gara a chi sollecita maggiormente il Governo a reperire i fondi per questa nuova

April 13th, 2012


striscia di morte: bisogna far girare l'economia, dicono, ma nessuno che si ponga il problema dell'effettiva utilit di quest'ennesimo nastro d'asfalto nella pianura padana. Non bastassero i dati attuali di traffico pubblicati dalla stessa Regione Emilia-Romagna" - spiega Giovanni Favia, Consigliere Regionale del Movimento 5 Stelle, schierato contro le nuove autostrade che minacciano di stuprare in lungo e in largo la nostra pianura "che da sempre evidenziano come questa sia l'area dell'intero territorio con il pi basso traffico giornaliero, aggiungiamo un dato importante: a quanto risulta dai dati storici pubblicati, il traffico in calo rendendo quest'opera sempre pi inutile, anche perch, nell'analisi trasportistica pubblicata sulla VIA, l'autostrada era sostenuta da calcoli che prevedevano un costante aumento dei trasporti su gomma. La curva di crescita ipotizzata allora, per, non ha trovato riscontro nella realt e la tendenza ad una stabilizzazione degli spostamenti. Infine" - conclude Favia "questa infrastruttura sempre stata presentata come a servizio del traffico merci del porto di Ravenna: falso. I principali porti europei contano su una ferrovia dedicata, che arriva vicino alle banchine. Se davvero la giunta volesse mettere in pratica i propri piani, ovvero il potenziamento del trasporto su rotaia, dovrebbe lasciare stare la E55 e dedicarsi ad altro.

Published by: M5SRENEWS

Stop ai guard-rail killer!


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/04/ stop-ai-guard-rail-killer.html By Giovanni Favia on April 13th, 2012

NOI ABBIAMO RINUNCIATO AI RIMBORSI, GLI ALTRI CHIACCHIERANO E RUBANO


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/04/noiabbiamo-rinunciato-ai-rimborsi-gli-altri-chiacchierano-e-rubano.html By Giovanni Favia on April 13th, 2012

Gli incidenti stradali hanno di per s un nome parzialmente fuorviante: 'incidente' presuppone una casualit, cosa che invece vera in minima parte. I fattori che possono portare a cause nefaste sono molti: la mancata manutenzione del veicolo, ad esempio. L'imprudenza del conducente. O, anche, lo stato della strada. E non ci riferiamo solo alle buche sull'asfalto, o alla presenza di sabbia, brecciolina o pioggia: ma anche alla struttura costruttiva, che in Italia non rispetta alcun criterio di ergonomia. Sono tanti i dettagli da curare quando si progetta una strada, ma in questa risoluzione abbiamo voluto soffermarci sui guard-rail. Per come sono sistemati oggi sulle nostre strade, sono pericolosissimi, in particolare per i motociclisti. I rider di tutt'Italia li chiamano "ghigliottine", e il nome spiega perfettamente cosa possa succedere quando un motociclista scivola sotto la lamiera...ci siamo interfacciati con la Onlus Associazione Motociclisti Incolumi e secondo noi andrebbero migliorati coprendo i paletti e chiudendo lo spazio fra asfalto e metallo: esistono molte alternative, soluzioni ingegnose progettate sia da ditte italiane che estere, che risolvono il problema impedendo lo scivolamento del corpo sotto la lamiera. Costano, inevitabilmente, di pi rispetto ai guard-rail tradizionali ma impossibile porre un prezzo ad una vita umana salvata. Pensate che SOLO in Emilia-Romagna e nel SOLO anno 2011 sono morti 87 motociclisti. E poi - anche a voler essere estremamente cinici - i costi sociali di una persona che rimanga lesionata a vita sono superiori rispetto all'investimento infrastrutturale... Rimanga chiaro che avere strade pi sicure non potr mai essere la legittimazione per nessuno ad usarle come piste da corsa. Questo fuori discussione: il rispetto delle regole e dei limiti di velocit la miglior prevenzione nei confronti di qualunque disgrazia. ANDREA DEFRANCESCHI MoVimento 5 Stelle Emilia-Romagna La nostra risoluzione RISOLUZIONE GUARD-RAIL KILLER Alcune soluzioni valide (foto tratte dal sito www.motociclistiincolumi.com)

Non ci sorprende affatto lo scandalo che sta emergendo all'interno della Lega Nord. Cos come non ci ha sorpreso quello nato dalla gestione dei soldi della defunta Margherita di Lusi e Rutelli. Questo frutto della logica del finanziamento pubblico ai partiti, abolito per via referendaria nel 1993 dai cittadini, e reintrodotto contro la volont del popolo nel 1999 con la legge truffa dei "rimborsi elettorali" voluta dall'asse Lega-Ds-Forza Italia. Quando si percepiscono e gestiscono decine di milioni di euro non sudati, non tuoi, ma di fatto estorti ai cittadini tramite leggi e leggine procasta, questi sono i risultati. La malapolitica impera con leader e loro tesorieri che fanno quello che vogliono. il Movimento 5 stelle dell'Emilia Romagna aveva gi stigmatizzato la gestione personalistica della Lega Nord, tramite la cosiddetta "Bossi Spa", nel 2010 quando present in diverse serate il libro inchiesta "Umberto Magno" di Leonardo Facco, che ben spiega questi meccanismi che vedono il condannato per finanziamento illecito ai partiti Umberto Bossi e la sua famiglia al centro di ogni operazione finanziaria della Lega. Il tutto con l'utilizzo di finanziamenti pubblici. Cio denaro dei cittadini. Quel denaro dei cittadini, quei finanziamenti pubblici ai quali il Movimento 5 Stelle rinuncia, prima e unica forza politica in Italia. L'Italia dei Valori adesso blatera di proporre una legge per rinunciare ai rimborsi... Intanto invii una letterina al Presidente della Camera, e rinunci come abbiamo fatto noi, (http://trasparenza.emiliaromagna5stelle.it/index.php? option=com_content&view=article&id=6) Nello stesso libro si denuncia anche il patto politico-finanziario tra Bossi e Berlusconi. Non un caso che ieri Berlusconi, da mesi taciturno da quando il Pdl sostiene con Pd, Udc e Fini il governo Monti, sia stato

April 13th, 2012


solertissimo a dare la sua solidariet al Senatur. Quanto ai legami tra n'drangheta e Lega Nord che emergono dalle inchieste giudiziarie di questi giorni. Non era il Carroccio di Umberto Bossi quello che doveva spazzare via ogni mafia dal Nord? A partire dalla tangente Enimont del 1992 incassata dalla Lega, la differenza col "Sistema" tanto contestato (a parole) non si nota molto... MoVimento 5 Stelle Emilia-Romagna

Published by: M5SRENEWS


dei cittadini. Uno schifoso atteggiamento di indifferenza che ha accomunato PD e PDL. Siamo disgustati, e le parole non possono esprimere la nostra repulsa per questa maniera di concepire il servizio che gli eletti, secondo noi, dovrebbero prestare alla cittadinanza intera. Il Movimento 5 Stelle aveva presentato nel corso dei mesi quattro diverse risoluzioni sul tema dell'amianto (la prima era di quindici mesi fa: 15 mesi per discuterla... E in un'ora ne abbiamo liquidate 6), oltre ad aver posto sotto i riflettori il tema con interrogazioni e denunce. Per noi la salute dei cittadini un tema cruciale, una delle cinque stelle. Finalmente, dopo tanto tempo dalla prima proposta, eravamo riusciti a portare in aula le nostre idee. Idee di buon senso, senza connotazioni politiche. Idee pratiche e concrete. Ma da PD e PDL non c' stata attenzione. Mentre la forza di maggioranza s' limitata ad "esprimere cordoglio per le vittime" e votare NO a tutte le nostre proposte, il PDL, che conta 11 consiglieri, ne aveva solo 2 in Aula. Peccato, perch i loro voti sarebbero risultati decisivi per far passare le risoluzioni. Anche la Lega Nord aveva solo 2 consiglieri su 4 presenti. E' una vergogna, siamo indignati. Altro che solidariet, dovranno spiegare parecchio ai cittadini, per esempio perch sono al bar o a casa quando si discute di salute pubblica. Se pensiamo che i consiglieri presenti di TUTTE le forze politiche avevano votato SI alle nostre risoluzioni, gli assenti hanno un peso ancora pi grave sulle spalle. Il Censimento Regionale fa ridere, eppure la nostra proposta stata respinta con 14 oti a favore e 16 contrari (ovviamente per mettere la bandierina come Risiko un paio di giorni fa hanno poi presentato una risoluzione fuffa per cambiare il censimento: noi lo chiediamo da 2 anni e ci avevano detto essere inutile). Stessi risultati per la nostra richiesta di controlli e sostituzioni delle tubature in amianto e per la richiesta di attivare uno scanning su scala comunale degli edifici privati. Anche per le cave di Ofiolite di Bardi niente da fare: n per la nostra proposta, n per quella di SEL-Verdi - affossata dall'astensione del PD. Questo partito non ha a cuore la salute dei propri cittadini, un comitato d'affari che tutela gli interessi di pochi a discapito di tanti: lo confermano queste scelte, lo confermano le scelte legati agli inceneritori, alle autostrade, alla cementificazione, alle politiche anti-smog. Oggi una giornata triste nel rapporto fra politica e cittadini. La fiducia delle persone nei propri rappresentati non pu che uscirne ulteriormente rovinata. ANDREA DEFRANCESCHI LE NOSTRE RISOLUZIONI. Risoluzione sulle cave ofiolitiche Votazione_731.pdf Risoluzione sulle reti idriche Votazione_1186.pdf Risoluzione censimento Votazione_1195.pdf Risoluzione censimento a livello comunali Votazione_1196.pdf

Stop alla schiavit lavorativa e alle truffe


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/04/ stop-alla-schiavitu-lavorativa-e-alle-truffe.html By Giovanni Favia on April 13th, 2012

Un terzo dei giovani senza lavoro. E' una verit drammatica, che va molto oltre le statistiche. Dietro ad ogni numero ci sono migliaia e migliaia di donne e uomini che vedono frustrati i propri sogni, che non riescono a programmare nemmeno una gita per il fine settimana, che pesano sulle spalle delle famiglie. Come se non bastasse, sono oggetto di quella che una nuova forma di schiavit. A volte per ingenuit, spesso per disperazione, si rischia di cadere in vere e proprie truffe: siano esse il phishing, cio il tentativo di carpire dati sensibili da utilizzare poi in maniera scorretta; sia offerte di lavoro ingannevoli, che si tramutano in un'opera resa gratuitamente quando non addirittura nella richiesta di pagamenti per partecipare ad inutili corsi di formazione. Purtroppo pi aumenta il periodo di disoccupazione pi aumenta l'emarginazione e il rischio di cadere in trappola. Ma c' qualcosa che la Regione pu fare. Innanzitutto riformulare lo strumento dei tirocini formativi per sottrarli agli usi impropri e riportarli alla loro finalit formativa originaria, introducendo limiti alla loro reiterazione; la modulazione della durata del tirocinio in base alle attivit oggetto del progetto formativo e alla tipologia dei tirocini; l'attivazione di tirocini a favore di persone con disabilit, introducendo agevolazioni a favore di soggetti che svolgono tirocini connessi all'esercizio delle professioni. Inoltre, senz'altro, necessaria una vasta ed organica opera di informazione e sensibilizzazione, per mettere in allerta le possibili vittime. E' un'operazione lunga ma necessaria per ridare dignit ai giovani, speranze ai disoccupati e senso agli strumenti formativi.

Leggi la nostra interrogazione! SCARICALA QUI


ANDREA DEFRANCESCHI

Amianto, SI GRAZIE! La schifosa indifferenza di PD e PDL


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/04/ amianto-si-grazie-la-schifosa-indifferenza-di-pd-e-pdl.html By Giovanni Favia on April 13th, 2012

Lubrificanti ecologici per... Legge? Noi ci proviamo


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/04/ lubrificanti-ecologici-per-legge-noi-ci-proviamo.html

Un paio di sedute fa in Assemblea Legislativa abbiamo assistito ad uno spettacolo mortificante. Poi qualcuno osa meravigliarsi della "distanza fra cittadini e politica". Lacrime di coccodrillo, il rapporto non si recupera certo alzando un pochino i prezzi della buvette, o facendosi vedere a qualche corteo in piazza. Forse i colleghi credono di lavorare troppo, forse non sono interessati alla salute delle persone che rappresentano e che, si suppone, li abbiano eletti. L'interesse per il tema dell'amianto era cos alto che in discussione generale non intervenuto quasi nessuno che non avesse firmato le risoluzioni. Ne erano state presentate 4 dal Movimento 5 Stelle, una da IDV, una da SEL-Verdi e una dal PD. Fatto sta che su 46 tessere personali di presenza inserite, solo 30 consiglieri hanno votato. E' pratica molto diffusa quella di presentarsi al mattino, infilare la scheda di presenza, e poi eclissarsi per tutta la giornata. Ma l'altro giorno, forse, abbiamo toccato il fondo, data l'importanza dell'argomento trattato: la vita

April 13th, 2012


By Giovanni Favia on April 13th, 2012

Published by: M5SRENEWS


e notturni. In pratica, quasi tutti gli animali... Non siamo contro l'attivit circense, ma non pu essere fatta a discapito degli animali. L'importante, ora, che i comuni adottino nei propri regolamenti quest'indicazione: da parte nostra faremo il possibile perch i consiglieri delle Liste civiche a 5 stelle si impegnino in questa direzione.

Magica-Simo trasforma i rifiuti in raccolta differenziata! Siamo a cavallo!


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/03/ magica-simo-trasforma-i-rifiuti-in-raccolta-differenziata-siamo-a-cavallo.html By Giovanni Favia on April 13th, 2012

Abbiamo depositato una risoluzione per chiedere alla Regione di imporre l'uso di lubrificanti ecologici nei bandi regionali di fornitura di mezzi. Pu sembrare una piccolezza, ma non lo . L'olio lubrificante usato, se smaltito in modo errato, un potente agente inquinante: ne bastano 4 chili (il normale "cambio dell'olio" di un utilitaria) versati in un specchio d'acqua per inquinare una superficie grande quanto un campo di calcio, non a caso classificato come rifiuto pericoloso e non a caso previsto il Consorzio obbligatorio per gli olii usati (che fa un ottimo lavoro, ma riesce a raccogliere meno della met del totale immesso al consumo). Esiste ormai da oltre vent'anni una nuova classe di prodotti lubrificanti a base di esteri saturi che uniscono il rispetto delle soglie di tossicit ed eco-tossicit (marchio EcoLabel) con il rispetto del le prestazioni di carattere tecnico. Insomma, vengono decomposti dai microrganismi presenti nell'acqua o nel terreno e possono essere utilizzati anche per anni senza deteriorarsi, garantendo le stesse prestazioni di quelli chimici. L'Europa, per promuovere l'uso di prodotti poco nocivi per l'acqua e il suolo e che permettano di ridurre CO2, con la Decisione CE 2011/381 ha istituito il marchio europeo di qualit ecologica Ecolabel specifico per i lubrificanti fissandone criteri e requisiti. Un ostacolo concreto alla loro diffusione (oltre alla mancanza d'informazione) il prezzo iniziale pi elevato ma questo andrebbe calcolato tenendo conto della maggior durata e della minore attivit di manutenzione, nonch del minore impatto ambientale. Il ruolo delle amministrazioni pubbliche potrebbe essere quello di diffonderne la conoscenza e renderne obbligatorio l'uso nei propri appalti (cominciando dai co ntesti pi fragili, come i lavori forestali in aree protette) ed quello che chiediamo con la nostra risoluzione. LEGGI QUI LA NOSTRA RISOLUZIONE: CLICCA

Caro Beppe, questa la nostra Vicepresidente della Regione. L'abbiamo soprannominata Magica-Simo, Magica-Bula perch, come vedi nel comunicato in grado di fare la magia: trasforma i rifiuti in raccolta differenziata! E' fantastico, puoi immaginarti quanto siamo contenti! Ora potremmo disfarci dei nove cancrovalorizzatori che abbiamo sul nostro territorio, abbandonare i progetti per quelli nuovi e dare tutto in mano a... Magica-Simo, Magica-Bula e alla sua bacchetta! Evviva!!!

Vittoria per la dignit degli animali!


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/03/ vittoria-per-la-dignita-degli-animali.html By Giovanni Favia on April 13th, 2012

In Aula siamo riusciti, dopo un percorso durato un anno e mezzo, a far approvare una risoluzione per impedire il transito e la sosta sul territorio della nostra regione. Nel novembre del 2010 chiedemmo alla Giunta, con una risoluzione, di vietare la sosta ai circhi con animali esotici e a rischio estinzione e adesso i colleghi, con l'astensione di PdL e Lega, hanno approvato la risoluzione 755 del Movimento 5 Stelle: un atto importante, che restituisce dignit agli animali. Secondo noi, e secondo una delibera di Giunta 2007 bisogna rispettare che 'nell'ambito dell'attivit circense, le specie in via di estinzione o il cui modello gestionale non compatibile con la detenzione non vengano pi detenute in una struttura mobile'. E' semplicemente barbaro. Nella nostra risoluzione chiedevamo che Giunta e Assessore competente si attivassero affinch tutte le competenti istituzioni comunali presenti sul territorio emiliano-romagnolo provveda no a dotarsi di appositi regolamenti e, soprattutto, facciano divieto alla sosta nel territorio regionale di circhi e mostre viaggianti con esemplari delle seguenti specie al seguito: primati, delfini, lupi, orsi, grandi felini, foche, elefanti, rinoceronti, ippopotami, giraffe, rapaci diurni