Sei sulla pagina 1di 4

UNIVERSITA LA SAPIENZA DI ROMA

Ia FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DIP. DI MEDICINA SPERIMENTALE E PATOLOGIA


Direttore: Giuseppe Amabile Coordinatore: Fabio Scoppa

Definizione dei termini


Stato refrattivo
Esprime la condizione diottrica dellocchio in relazione allinfinito ottico

MASTER in POSTUROLOGIA

Definizione dei Termini


Vittorio Roncagli

Refrazione (o esame refrattivo)


Misurazione dello stato refrattivo

Visione binoculare
Insieme di aspetti che riguardano luso simultaneo di entrambi gli occhi

Equilibrio binoculare
Esprime la condizione di allineamento degli assi

Stato refrattivo
Emmetropia
Limmagine si forma sulla retina

Refrazione (o esame refrattivo)


Oggettiva
Effettuata con mezzi e metodi che permettono la misurazione senza la partecipazione attiva dellesaminato

Ametropia
Miopia Limmagine si forma davanti alla retina Ipermetropia Limmagine si forma dietro alla retina Astigmatismo Limmagine composta da due focali

Soggettiva
Effettuata tenendo conto della partecipazione e collaborazione dellesaminato

Visione binoculare
Presente
Tre grandi livelli principali (Maddox): Percezione simultanea Fusione Stereopsi

Equilibrio binoculare
Ortoforia
Gli assi visivi sono spontaneamente paralleli anche in assenza di stimolo fusionale

Eteroforia (Forie)
Gli assi visivi NON sono spontaneamente paralleli ma si comportano come tali grazie alla risposta fusionale

Assente
Due grandi tipologie di condizioni: Diplopia Soppressione

Eterotropie (Tropie, Strabismi)


Gli assi visivi NON sono paralleli e NON presente la risposta fusionale

Equilibrio binoculare
Eso
Foria: Gli assi visivi sono convergenti Tropia: Strabismo convergente

Accomodazione
Latto di modificare la curvatura del cristallino allo scopo di ottenere una visione nitida al variare della distanza dello stimolo Ci permette di vedere NITIDO al variare della distanza delloggetto fissato Diminuisce fisiologica con let (PRESBIOPIA)

Exo
Foria: Gli assi visivi sono divergenti Tropia: Strabismo divergente

Iper
Foria: Gli assi visivi sono ad altezze differenti Tropia: Strabismo verticale

Convergenza
Latto di muovere gli occhi allo scopo di far convergere gli assi visivi al variare della distanza dello stimolo Ci permette di vedere SINGOLO al variare della distanza delloggetto fissato

Motilit oculare
Insieme di componenti, volontarie ed involontarie, che hanno lo scopo di mantenere, riportare e stabilizzare limmagine sulla fovea

Motilit oculare
Movimenti oculari per mantenere o riportare limmagine sulla fovea Saccadi
Movimenti coniugati rapidi degli assi visivi per effettuare spostamenti di fissazione

Motilit oculare
Movimenti oculari per stabilizzare limmagine sulla fovea durante movimenti della testa Riflesso Optocinetico
Movimenti compensatori durante rotazioni prolungate e lente della testa

Pursuits
Movimenti coniugati continui degli assi visivi per mantenere la fissazione

Riflesso Vestibolare
Movimenti compensatori durante rotazioni brevi e veloci della testa

Vergenze
Movimenti non-coniugati continui degli assi visivi per mantenere la fissazione binoculare

Vittorio Roncagli
Email: Telefono: Fax: Web: vroncagli@easv.org 0544-972301 0544-972501 http://www.easv.org/