Sei sulla pagina 1di 1

Biomonitoraggio del suolo una risorsa e unopportunit Dr.

Carlo Jacomini
ISPRA - Dipartimento Difesa della Natura Servizio tutela della biodiversit, settore bioindicatori ed ecotossicologia

La conoscenza della qualit ambientale un parametro indispensabile per una corretta gestione delle risorse naturali e per modulare la sostenibilit delle attivit umane. Acqua ed aria sono matrici ambientali che hanno gi una legislazione specifica a tutela delle rispettive qualit, il che consente di monitorarle gi da anni con costanza e regolarit. Tale normativa manca per il suolo, dove gli interessi privati nella propriet e la disattenzione e inconsapevolezza nella corretta vocazione e nella stessa conoscenza delle caratteristiche peculiari di ogni terreno sono alla base delle problematiche che portano al degrado dei suoli (quali contaminazione, erosione, perdita di sostanza organica, salinizzazione, impermeabilizzazione, compattazione e perdita di biodiversit) e da cui derivano tanti eventi catastrofici, spesso prevenibili, prevedibili e rimediabili. I suoli italiani presentano la maggiore biodiversit a livello europeo e mediterraneo, il che determina unintrinseca difficolt di monitoraggio, dovuta anche allestrema variabilit delle componenti ambientali. Sono pertanto illustrati e spiegati i pi efficaci metodi biologici per monitorare la qualit dei suoli. Tali metodi possono essere utilizzati in diversi campi di applicazione, in quanto il suolo costituisce un substrato dove transitano e spesso risiedono la maggior parte degli inquinanti ambientali. Allo stesso tempo, infatti, il suolo filtro (e quindi, occasione di pulizia), ma anche bersaglio finale dellinquinamento. Questo lo rende un oggetto di indagine utile per determinare in maniera integrata gli impatti delle differenti attivit antropiche. Da un lato, un corretto approccio alla salvaguardia e alla valorizzazione dei suoli, pertanto, permette una migliore qualit ambientale, in virt del fatto che proprio dal suolo derivano la maggior parte dei servizi ecosistemici che vengono comunemente attribuiti alla biodiversit. Dallaltro, unattenta e oculata gestione delle risorse naturali contenute nei suoli, nellottica di ottimizzarne la biodiversit e le funzioni specifiche, permette una protezione completa e integrata dellambiente, rappresentando sia unenorme risorsa per il futuro, sia lassicurazione naturale contro la maggior parte delle calamit. Il tutto, con impegni e costi assai minori di quanto richiesto dai metodi chimici e fisici, che inoltre non garantiscono la coerenza con le specifiche esigenze ecologiche delle differenti tipologie di suolo e di uso del suolo.