Sei sulla pagina 1di 6

Copia Conforme COMUNE DI SAN FERDINANDO DI PUGLIA

PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI


____________________________________

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DI GIUNTA COMUNALE


N. Registrazione 14 Seduta del 16/02/2012 Prot. n.: 2977 Data pubblicaz: 23.02.2012

OGGETTO DELLA DELIBERAZIONE

DETERMINAZIONI IN MERITO AL FABBISOGNO DI PERSONALE ANNO 2012.

Lanno 2012 il giorno 16 del mese di Febbraio alle ore 20.25 nella SEDE MUNICIPALE, il Dott. Francesco CAPPETTA, Commissario Straordinario per la Provvisoria Gestione del Comune di San Ferdinando di Puglia, giusto D.P.R. del 18 Maggio 2011 pubblicato sulla G.U. della Repubblica Italiana del 01.06.2011, n. 126 Assistito dal Segretario Generale CARLUCCI DOMENICO

Ha adottato la seguente deliberazione assunti i poteri della Giunta Comunale.


PARERE di regolarit tecnica e CONFERMA La

presente

deliberazione

viene

rimessa per

istruttoria (art.49 D L.vo 267/2000: come riportato provvedimenti di competenza finalizzati allesecuzione allinterno) di quanto determinato, ai seguenti: IL CAPOSETTORE f.to Filomena Dipace Settore: 4 SETTORE ECONOMICO E FINANZIARIO

Servizio: Visto di regolarit contabile (art.49 D L.vo Ufficio proponente: PERSONALE Ufficio cointeressato: 267/2000) IL RAGIONIERE f.to Filomena Dipace

Stampato il:23/02/2012

Deliberazione n. 14

del

16/02/2012

Proposta n. 18

del

10/02/2012

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE Premesso che: Lart. 39, comma 1 della legge 449 del 27/12/1997 dispone: al fine di assicurare le esigenze di funzionalit e di ottimizzare le risorse per il migliore funzionamento dei servizi compatibilmente con le disponibilit finanziarie e di bilancio, gli organi di vertice delle amministrazioni pubbliche sono tenute alla programmazione triennale del fabbisogno del personale, comprensiva delle unit di cui alla legge 68/1999; Lart. 91 del D.lgs. 267/2000 dispone: gli enti locali adeguano i propri ordinamenti ai principi di funzionalit e di ottimizzazione delle risorse per il migliore funzionamento dei servizi compatibilmente con le disponibilit finanziarie. Gli organi di vertice delle amministrazioni locali sono tenuti alla programmazione triennale del fabbisogno del personale, comprensivo delle unit di cui alla legge n. 68/1999; Lart. 35 del D.lgs. 165 del 30/03/2001 e successive modificazioni ed integrazioni, al comma 4, dispone che le determinazioni relative allavvio delle procedure di reclutamento sono adottate da ciascuna amministrazione o ente sulla base della programmazione triennale del fabbisogno del personale deliberata ai sensi dellart. 39 della legge n. 449 del 27/12/1997, e successive modificazioni ed integrazioni; Vista la delibera di Giunta Comunale n. 72 del 22/05/2008 di approvazione della vigente dotazione organica; Visto lart. 557 della legge 27 dicembre 2006 n. 296, che per effetto delle modifiche introdotte dallart. 14, comma 7, del decreto legge n. 78/2010, convertito in legge n. 122/2010, stato sostituito dai seguenti commi: 557. Ai fini del concorso delle autonomie regionali e locali al rispetto degli obiettivi di finanza pubblica, gli enti sottoposti al patto di stabilit interno assicurano la riduzione delle spese di personale, al lordo degli oneri riflessi a carico delle amministrazioni e dell'IRAP, con esclusione degli oneri relativi ai rinnovi contrattuali, garantendo il contenimento della dinamica retributiva e occupazionale, con azioni da modulare nell'ambito della propria autonomia e rivolte, in termini di principio, ai seguenti ambiti prioritari di intervento: a) riduzione dell'incidenza percentuale delle spese di personale rispetto al complesso delle spese correnti, attraverso parziale reintegrazione dei cessati e contenimento della spesa per il lavoro flessibile; b) razionalizzazione e snellimento delle strutture burocratico-amministrative, anche attraverso accorpamenti di uffici con l'obiettivo di ridurre l'incidenza percentuale delle posizioni dirigenziali in organico; c) contenimento delle dinamiche di crescita della contrattazione integrativa, tenuto anche conto delle corrispondenti disposizioni dettate per le amministrazioni statali (218). 1.557-bis. Ai fini dell'applicazione del comma 557, costituiscono spese di personale anche quelle sostenute per i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, per la somministrazione di lavoro, per il personale di cui all'articolo 110 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, nonch per tutti i soggetti a vario titolo utilizzati, senza estinzione del rapporto di pubblico impiego, in strutture e organismi variamente denominati partecipati o comunque facenti capo all'ente (219). 1.557-ter. In caso di mancato rispetto del comma 557, si applica il divieto di cui all'art. 76, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 ;

Visto lart. 76, comma 7, del decreto Legge n. 112/2008, convertito in legge n. 133/2008, come modificato per effetto prima dellart. 14, comma 9, del D.L. n. 78/2010, convertito in legge n. 122/2010, successivamente per effetto dellart. 1, comma 118, della legge n. 220/2010,, a decorrere dall01/01/2011 dallart. 20 comma 9 D.L. 06/07/2011 n. 98 convertito con modificazioni dalla legge 15/07/2011 n. 11 e dallart. 28 comma 11-quater del D.L. 06/12/2011 n. 201 convertito con modificazioni dalla legge 22/12/2011 n. 214 ed infine dallart. 4 comma 103 lett. a) della legge 12/11/2011 n. 183 a decorrere dal 1 gennaio 2012, che prevede quanto segue: E' fatto divieto agli enti nei quali l'incidenza delle spese di personale pari o superiore al 50% delle spese correnti di procedere ad assunzioni di personale a qualsiasi titolo e con qualsivoglia tipologia contrattuale; i restanti enti possono procedere ad assunzioni di personale nel limite del 20 per cento della spesa corrispondente alle cessazioni dell'anno precedente. Per gli enti nei quali l'incidenza delle spese di personale pari o inferiore al 35 per cento delle spese correnti sono ammesse, in deroga al limite del 20 per cento e comunque nel rispetto degli obiettivi del patto di stabilit interno e dei limiti di contenimento complessivi delle spese di personale, le assunzioni per turn-over che consentano l'esercizio delle funzioni fondamentali previste dall'articolo 21, comma 3, lettera b), della legge 5 maggio 2009, n. 42. Dato atto che questo Comune: 1. non versa nelle situazioni strutturalmente deficitarie di cui allart. 242 del D.lgs. 267/2000; 1. ha rispettato le disposizioni del patto di stabilit per lanno 2011; 2. ha rispettato il principio di riduzione della spesa del personale di cui al comma 557, dellart. 1, della legge 296/2006 e successive modifiche ed integrazioni; 3. ha una incidenza della spesa del personale rispetto alla spesa corrente del 28,44% (preconsuntivo 2011) ai fini della riduzione della spesa di cui allart. 1, comma 557, della legge n. 296/2007 con le modifiche apportate dal comma 7 dellart. 14 del D.L. n. 78/2010 convertito in legge n. 122/2010; 4. ha una incidenza della spesa del personale rispetto alla spesa corrente del 42,35% (consuntivo 2010) ai fini della determinazione del limite alle assunzioni di cui allart. 76, comma 7 del decreto Legge n. 112/2008, convertito in legge n. 133/2008 cos come modificato dallart. 4 comma 103 lett. a) della legge 12/11/2011 n. 183 a decorrere dal 1 gennaio 2012; 5. non ha scoperture per posti da riservare ai disabili di cui alla legge n. 68/99, n scoperture da riservare ai lavoratori di cui allart. 18, comma 2, della legge 68/99; Dato atto altres che per ciascuno degli anni 2012, 1013 e 2014 non si determineranno cessazioni per pensionamento; Verificato che stante il limite alla spesa del personale lEnte non potrebbe sostenere una spesa di personale superiore a quella corrispondente alle unit attualmente in servizio, come si evince dal seguente prospetto:
2011 Totali spese a detrarre spese escluse Spesa rilevante ai fini della riduzione 2.389.497,01 - 2012 2.358.540,66 2013 2.357.111,65 2014 2.357.111,65 378.622,04 1.978.489,61

402.188,93 -

378.622,04 - 1.979.918,62

378.622,04 -

1.987.308,08

1.978.489,61

Considerato che alla luce del quadro normativo di riferimento come sopra indicato eventuali esigenze di fabbisogno di personale non potrebbero essere soddisfatte, stante i limiti di spesa illustrati nel prospetto relativo alla spesa del personale e limpossibilit di procedere ad assunzioni in quanto lEnte non avrebbe cessazioni di personale nellanno 2012; Ritenuto, pertanto, di prendere atto di quanto sopra riportato; Visto lart. 41 del vigente Regolamento sullOrdinamento degli Uffici e dei Servizi;

Acquisiti i pareri di regolarit tecnica e contabile ai sensi dellart. 49 del D.lgs. 267/2000; Visto il parere reso dal Segretario Generale in ordine alla conformit della presente deliberazione a alle leggi, allo statuto ed ai regolamenti; DELIBERA

Per i motivi espressi in premessa e che di seguito si intendono integralmente riportati: Di prendere atto dei limiti alla spesa del personale determinati dal Responsabile EconomicoFinanziario; Di prendere atto altres che lEnte non potr procedere ad assunzioni per ciascuno degli anni 2012, 2013 e 2014 non determinandosi cessazioni per pensionamento per i predetti anni; Di dare atto che il presente provvedimento costituisce allegato alla Relazione Previsionale e Programmatica 2012-2014; Di trasmettere copia della presente al Revisore Unico ed alla R.S.U.; Di dichiarare il presente atto immediatamente esecutivo, ai sensi dellart. 134, comma 4 del D.lgs. 267/2000.

Redatta da DF

Pareri
COMUNE DI S.FERDINANDO DI PUGLIA

Estremi della Proposta Proposta Nr. 2012 / 18 Ufficio Proponente: PERSONALE Oggetto: DETERMINAZIONI IN MERITO AL FABBISOGNO DI PERSONALE ANNO 2012.

Parere tecnico Ufficio Proponente (PERSONALE) In ordine alla regolarit tecnica della presente proposta, ai sensi dell'art. 49, comma 1, TUEL - D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000, si esprime parere FAVOREVOLE.

Sintesi parere: Parere Favorevole

Data 10/02/2012

Il Responsabile di Settore Dipace Filomena

Parere contabile

In ordine alla regolarit contabile della presente proposta, ai sensi dell'art. 49, comma 1, TUEL - D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000, si esprime parere FAVOREVOLE.

Sintesi parere: Parere Favorevole

Data 10/02/2012

Responsabile del Servizio Finanziario Dipace Filomena

Approvato e sottoscritto: Il Segretario Generale f.to dott. CARLUCCI DOMENICO Il Commissario Straordinario f.to dott. FRANCESCO CAPPETTA

Il sottoscritto, Segretario Generale, visti gli atti dufficio, ATTESTA che la presente deliberazione : Viene affissa allalbo pretorio per quindici giorni consecutivi dal 23.02.2012 al 09.03.2012 Il Segretario Generale f.to dott. CARLUCCI DOMENICO

San Ferdinando di Puglia, l 23.02.2012

La presente deliberazione divenuta esecutiva il giorno

16/02/2012

San Ferdinando di Puglia, l 23.02.2012

Il Segretario Generale f.to dott. CARLUCCI DOMENICO