Sei sulla pagina 1di 3

Pubblicato il 23-05-09 http://www.matematicaescuola.it/Analisi/Universit/Serie_Esercizi_n6.

pdf

Studio di Serie numeriche


1. Studiare la serie + 2n + 1 2n n =1 La serie a termini positivi, dunque regolare. Studiamo il limite del termine generale per stabilire se soddisfatta la condizione necessaria per la convergenza. 2n + 1 = 0 , perch linfinito al numeratore ha ordine uno, mentre quello al lim an = lim n + n + 2n denominatore superiore a qualsiasi ordine prestabilito. La condizione necessaria per la convergenza soddisfatta, pertanto la serie pu convergere. Per lo studio della convergenza applichiamo il criterio della radice. Si ha: 1 1 2n + 1 = lim ( 2n + 1) n lim n an = lim n n + n + 2 n + 2n Ricordiamo ora che per ogni numero reale positivo x sussiste luguaglianza x = elog x , per cui possiamo scrivere log ( 2 n +1) 1 1 1 1 1 log ( 2 n +1) n = lim e n = e0 = lim e 2 n + 2 2 2 n + Avendo ottenuto per il limite un numero positivo minore di uno concludiamo che la serie in esame converge. 2. n3 + 1 2n n =1 La serie ancora a termini positivi, quindi regolare. Si riconosce agevolmente che il limite del termine generale ancora zero (il cui compito si lascia al lettore), n3 + 1 lim an = lim =0 n + n + 2 n quindi soddisfatta la condizione necessaria per la convergenza. Applicando ancora il criterio della e radice si ottiene come limite ancora
+
n +

lim

an = lim

n +

n3 + 1 1 = , per cui la serie converge. 2 2n

Osservazione Per lo studio del limite si tenga presente che


x +

( lim ( x + 1) = lim e
3 x +

1 x

log x3 +1

) = lim e
x +

1 x

log x3 +1 x

e che applicando la regola di De lHpital si ha log ( x3 + 1) H . lim 1 3x 2 = ... = 0 lim = x + x 3 + 1 x + x

Luigi Lecci: www.matematicaescuola.it 1

Pubblicato il 23-05-09 http://www.matematicaescuola.it/Analisi/Universit/Serie_Esercizi_n6.pdf


3. 3 2n + 4n 6n + 2009 n =1 La serie a termini positivi, dunque regolare. Per il limite del termine generale si ha: n 4n ( 3 2 n + 1) 3 2 n + 1 3 2n + 4n 2 = 0 1 = 0 lim an = lim n = lim n = lim lim n + n + 6 + 2009 n + 6 1 + 2009 6 n ( ) n+ 3 n+ 1 + 2009 6 n
+

La condizione necessaria per la convergenza soddisfatta, quindi al serie potrebbe convergere. Vedremo tra poco che effettivamente la serie converge tramite il criterio del confronto asintotico. Infatti, le elaborazioni algebriche precedenti suggeriscono che la serie in esame potrebbe avere lo stesso carattere della serie geometrica
2 bn = 3 ; n =1 n =1 si tratta di studiare il limite del rapporto dei termini generali delle due serie. Si ha n n 2 3 2 +1 a 3 2 n + 1 0 +1 3 1 + 2009 6 n lim n = lim = lim = =1 n n n + b n + n + 1 + 2009 6 1+ 0 2 n 3 Conclusione Avendo ottenuto per il limite del rapporto dei termini generali delle due serie messe a confronto un valore finito diverso da zero si conclude che le due serie hanno lo stesso
carattere;ora la serie geometrica
+ + n

2 2 3 ha ragione q = 3 < 1, quindi converge e perci n =1 converge anche la serie esaminata.

4. 3n + 4n + 5n 22n+3 + 2009 n =1 La serie a termini positivi, dunque regolare. Proveremo che divergente positivamente. Studiamo il limite del termine generale della serie. n n n n 4 n 3 3 4 5 + + 1 n + +1 3n + 4n + 5n 5 5 = lim 5 lim 5 5 = lim an = lim 2 n +3 = lim n+ n + 4 n + n + 2 8 + 2009 4 n + 2009 n+ 4n ( 8 + 2009 4 n )
+

1 + = + 8 Conclusione Poich il termine generale della serie non infinitesimo la serie non pu convergere, daltra parte regolare ed a termini positivi, per cui diverger positivamente.

Luigi Lecci: www.matematicaescuola.it 2

Pubblicato il 23-05-09 http://www.matematicaescuola.it/Analisi/Universit/Serie_Esercizi_n6.pdf


5.

n x
n =3

n sen( n )log n

(1)

La serie a termini positivi per x0, dunque regolare. La struttura del termine generale suggerisce di applicare il criterio della radice. Si ha
n +

lim

an = lim
1

n +

n x

n sen ( n )log n

= lim
log n n

n +

n lim x
n +

n sen( n )log n n
log n n

= lim n n lim x
n + n +

sen( n )log n n

n +

lim e

log n n

lim x
n +

1 sen( n )

log n n

= lim e
n +

lim x
n +

1 sen( n )

log n = 0 e che al variare di n la funzione sen ( n ) n + n log n limitata, per cui si pu applicare al prodotto sen ( n ) il teorema della convergenza a n zero, si conclude che il limite in esame vale A questo punto, tenendo presente che lim
n +

lim e

log n n

lim x
n +

1 sen ( n )

log n n

= e0 x = x

Conclusione In virt del criterio della radice sussistono i seguenti casi: per x < 1 , cio per 1 < x < 1 , la serie numerica converge;

per x > 1 , cio per ( x < 1) ( x > 1) , la serie diverge positivamente; per x = 1 , cio per ( x = 1) ( x = 1) , la serie diventa

n , che diverge
n =3

positivamente. Osservazione Nella serie presente il parametro reale x, al variare del quale abbiamo studiato la serie. Nella definizione della serie lautore dellesercizio ha indicato per il numero naturale n il valore minimo n=3; in realt non c alcun bisogno di questa restrizione. La serie definibile per ogni valore di n da 1 a + ed ha ovviamente lo stesso carattere di quella studiata.
6. Esercizio proposto Dimostrare che la seguente serie + n2 e n + 1 n2 + 2009 n =1 convergente. Suggerimento Confrontarla con la serie notevole

n
n =1

1
2

Esercizio assegnato nella prova di Analisi I presso Luniversit del Salento, in data 17-02-2009, per gli iscritti al Corso di Laurea in Matematica

(1)

Luigi Lecci: www.matematicaescuola.it 3