Sei sulla pagina 1di 4

ARCHPHOTO Archive Ecologia_glossario

26/03/12 15.14

Ecologia_glossario

Abbiamo chiesto a intellettuali, architetti, critici,curatori, scrittori, sociologi di definire la parola Ecologia in occasione del numero tematico che la nostra rivista sta esplorando in questi mesi. Hanno risposto Lorenzo Brusci, Roberto Carvelli, Exposure Architects, Marco Frattoddi, Sergio Polano, Franco Purini, David Raponi, Carla Subrizi, Andrea Stipa. Lorenzo Brusci_artista sonoro Una definizione di ecologia come sentimento e analisi della vitalit rappresentativa e generativa dei linguaggi simbolici. Ecologia linguistica come studio sistematico della disponibilit di spazio identitario, rappresentativo e confermativo, allinterno della sfera autodescrittiva ed autorappresentativa degli individui del pi ampio sistema vivente. Una tale definizione assume la forza generativa dei linguaggi simbolici, generativa di rappresentazione, espressione, quindi di esperienza, memoria individuale e sociale, e di tutta la realt che i sistemi narrativi sociali riescono continuamente a produrre. Ecologia, linguaggio e realt. Sento ecologica la continua richiesta/risposta di nuovo spazio riarticolativo e riarticolabile, narrativo, confermativo, identificativo -quindi estetico nel senso profondo del vincolo tra simbolo e relazione vivente- che lessere individuato continuamente ottiene dalla forza comunitaria del linguaggio, qundi dalla propria comunit materiale. Ecologi militanti sono i costruttori di metafore, gli artisti pi esposti nella costruzione di nuove mondialit progetti di relazioni simbiotiche tra stati simbolici precedentemente inconciliabili -. Da una valutazione quindi biologico-distributiva degli esseri viventi negli spazi ecosistemici - quale lecologia tradizionale necessariamente esprime ad una visione linguistica dellecologia, fortemente centrata sulla consapevolezza dei processi di autorappresentazione e della loro capacit di ampliare i confini tecnici ed emozionali delle relazioni uomo-ambiente, uomo-sistema generale della vita e della morte. In sostanza e in visione, lecologia di cui sto parlando prevede la progettazione assoluta della sconfitta della morte attraverso una continua rappresentazione vivente di esseri simbolici autonomi ed eterodeterminati, quindi tecno-immortali nel senso della fisiologia estetica di cui lecologia linguistica misura lefficacia distributiva territoriale, quindi il proprio stesso inesorabile superamento. Roberto Carvelli_scrittore Per definizione un concetto transitorio: riguarda il prima di me e il dopo di me. Inizia da casa mia ma finisce nellinsondabile sfera di qualcosa che irrevocabilmente al di sotto o al di sopra di me, irraggiungibile. Per definizione quindi un concetto super-spaziale e super-temporale. Lincrocio di questi fattori determina la sua problematica concretezza. Per semplicit e per faciloneria allora ecco che lo spiego in base a me, ad un me delimitato da confini troppo prossimi, effetti che vedo e misuro. Altri me stanno facendo altrettanto in altre parti della terra abitata. Per propriet transitiva tutti stiamo creando, bene che vada, la calamit altrui dilatando la nostra. Lunica speranza per la scienza nella fantascienza (la scienza anticipata dallimmaginazione) o nella religione. Ma luna e laltra sono anche loro sensibilmente lontane anche se sempre immanenti alla nostra vita da quello che percepiamo: dovrei dire che questo il bello. Il mio dellecologia un rebus guardare figure comuni senza trovargli uno sbocco di significato e si ferma qui. Continuare a guardare le figure e, per esclusione, trovare la frase che risolve rimane la soluzione.
http://www.archphoto.it/2008/01/23/ecologia_glossario/ Pagina 1 di 4

ARCHPHOTO Archive Ecologia_glossario

26/03/12 15.14

Exposure Architects[Dorit Mizrahi+Oliviero Godi] Ecologia. Termine a cui oggi si fa troppo appello nei dibattiti darchitettura per giustificare le personali scelte di composizione. E fondamentale partire da questa premessa per definire quel parametro verde che non pu passare inosservato nel campo della costruzione intelligente, ma che, al contempo, di pari importanza, non deve assumere un eccessivo peso. La chiave di lettura preferibile, sempre per con la dovuta accezione di work in progress, apre la serratura del rapporto uomo-utenza dello spazio e ambiente-spazio stesso, girando nella direzione della complessit conseguente a tale rapporto. Unarchitettura eco-sostenibile, per essere tale, ha il compito di possedere soluzioni, percepibili o meno dallesterno, che riescano a mantenere o ad implementare la conservazione dellambiente naturale, ma soprattutto, ed qui che va laccento, tali scelte devono rispettare un arco temporale, consistente dal punto di vista economico e dimpatto fisico. Ecologia come rispetto. Ecologia come durata. Marco Frattoddi_direttore La Nuova Ecologia Ecologia, dal punto di vista concettuale, a mio avviso innanzitutto approccio sistemico. In questo senso parliamo di ecologia delle relazioni umane, oltre che dei sistemi naturali, come visione complessa dei meccanismi che regolano la convivenza sociale e leconomia. Ma al di l delle definizioni, oggi mi sembra che questo termine evochi un immaginario legato allevoluzione degli stili di vita verso la sostenibilit. Nel discorso sociale lecologia diventata, infatti, un orientamento diverso ai consumi, alla gestione dellenergia, alla qualit dellambiente. Ha un valore simbolico che prescinde dal suo significato originario e che chiama in causa unaspettativa di miglioramento delle condizioni personali e collettive, una nuova equit che garantisca gli equilibri del pianeta e il benessere dellindividuo. Non so se rappresenti una nuova utopia, ma certamente un orizzonte che ridefinisce lidea di progresso: costruire secondo i criteri dellefficienza e di una nuova etica globale. new landascapes [Davide Pagliarini+Gianluca Giorgio Agazzi] Per sottrarsi ai predatori, la farfalla Paranthrene tabaniformis imita aspetto, livrea e comportamento di una vespa. Questo meccanismo di mimesi, determinato da fattori biologici e funzionale alla sopravvivenza della specie, si attua secondo un principio di economia ed equilibro necessario al progredire dellinsieme di popolazioni che abita lecosistema. Seguendo questo principio, larte e larchitettura, lontane dallessere lesito di un processo mimetico determinato da intenti arbitrari, sono innanzitutto dispositivi rivelatori di risorse ed energie latenti, che le pongono in una posizione di complementariet rispetto al sistema ecologico, a cui sono tuttavia subordinate. La tecnologia, ad esse intimamente correlata, anzich svincolare luomo dalla natura, ne afferma la dipendenza. Agostino Petrillo_sociologo urbano Ecologia oggi il nome di una nostalgia e di unansia. Loriginaria valenza semantica (settore della biologia che studia le relazioni tra organismi e Umwelt) andata col tempo smarrita. Con lemergere di una nuova retorica della natura al termine sono stati attribuiti significati di tipo politico, filosofico, economico. Lesplosione dellecologia in una nebulosa di senso ecologista che penetra i pi diversi ambiti della vita corrisponde al diffondersi di paure ben motivate: da una parte vi una trasformazione delle coscienze che coglie loggettiva crisi della natura, dallaltra un modello di sviluppo bloccato, che basato sulla distruzione sistematica della natura stessa. Langoscia nasce, insegna Kierkegaard, dalla consapevolezza dellerrore unita allincapacit di cambiare. Mentre crescono metropoli da 20 milioni di abitanti, flussi di migranti da paesi immiseriti si dirigono verso i paesi ricchi, e la competizione per le risorse naturali prende la forma della guerra, lecologismo diviene malinconia, paralizzata presa datto della catastrofe ambientale, tentativo soggettivo di immunizzazione che raramente si fa azione collettiva trasformatrice. Pur continuamente evocata lecologia rischia allora di ridursi ad essere la mesta scienza degli equilibri perduti, lagghiacciata descrizione della fine del mondo in miniatura. Franco Purini_architetto e critico Per pi di un motivo la nozione di ecologia si contrapposta da qualche tempo a quella di architettura. In effetti molti rimproverano al costruire contemporaneo di non essere sostenibile, di costruire per questo un rischio per lambiente, di non possedere la coscienza di far parte di un ciclo vitale continuo e interconnesso che proviene dalla natura e ad essa ritorna. In poche parole si accusa larchitettura contemporanea di richiedere, per essere utile ai suoi scopi, un consumo accelerato e progressivamente crescente di energie non rinnovabili. Se in queste critiche c sicuramente una consistente percentuale di verit, non appaiono convincenti allo stesso modo le proposte per migliorare questa dissipazione. Proposte risolte molte volte - si pensi allhigh-tech nella direzione di una ulteriore meccanizzazione delledificio che lo vedono, come nel caso delle opere di Norman Foster, caricarsi di elementi sovrabbondanti, al limite della decorazione Al contrario larchitettura del passato era intrinsecamente ecologica, ma non si pu, per molte ragioni tornare ad essa. Le costruzioni di Quinlan Terry sono perfettamente ecologiche ma nello stesso tempo non lo sono dal punto di vista del sistema dei segni che contraddistinguono il tempo presente, un sistema dal quale non possibile in alcun modo
http://www.archphoto.it/2008/01/23/ecologia_glossario/ Pagina 2 di 4

ARCHPHOTO Archive Ecologia_glossario

26/03/12 15.14

prescindere. Il problema allora quello di trovare nei linguaggi architettonici contemporanei, che sono molti e molto diversi tra di loro, e non tanto nella tecnologia, la via di un costruire in accordo con la necessit sempre pi presente di non dilapidare le energie di cui si dispone. Solo unecologia nata dal linguaggio o, se si preferisce, unecologia del linguaggio pu rispondere a questa esigenza. Sergio Polano_architetto La vita, per definizione, consiste in una serie di trasformazioni (quali la crescita, la riproduzione e la sintesi di sostanze complesse). Senza trasferimento di energia, che accompagna questi passaggi, non ci sarebbe vita e non esisterebbero sistemi ecologici. La vita una conseguenza di una sensibile disponibilit di energia sulla Terra, dovuta alla radiazione solare. Lenergia che arriva alla superficie della Terra compensata dallenergia che la stessa libera sotto forma di radiazione termica. E dunque necessario occuparsi in primo luogo della radiazione solare, quale base dei sistemi ecologici e del modo in cui lenergia si trasforma allinterno di questi sistemi. Le stesse leggi fisiche che reggono i sistemi abiotici, come i motori elettrici o a scoppio interno, si applicano alle relazioni tra piante produttrici e animali consumatori, tra animali predatori e prede, cos come aliintensit numerica delle classi di organismi in grado di sussistere in un ambiente chiuso. [adattato da http://www.ecologia-natura.com/sistemi-ecologici.htm] David Raponi/HOV_architetto Personalmente, e senza voler offendere nessuno, non ho contribuito alla confusione creata attorno al termine ecologia. Sostenere di non essermene mai occupato, anche solo indirettamente, non possibile, ma affermare di non avere utilizzato il termine come citazione, riferimento o ipotetico rafforzativo di una descrizione progettuale, questo s. In fondo sempre in posti fuori mano che ricerco le fonti delle mie avventure architettoniche e il posto dellecologia, da quelle parti, ora libero. Comunque, aldil dei dibattiti di tendenza, e solo per etimologia, come pu essere indifferente alla ricerca architettonica (se non alla pratica quotidiana?) la scienza che studia le relazioni tra gli esseri viventi e lambiente in cui vivono, soprattutto quelle indotte dalluomo? Impossibile. Quindi, pur non essendomi mai occupato di biosfera o ecosistemi, di certo un concetto di ecologia entrato nel mio lavoro e si tratta semmai di ricostruire il percorso del suo contributo. In questa chiave di lettura lunica che forse mi appartiene lespressione della mia ecologia da ritrovarsi nel confronto/connessione tra lo spazio della natura e le particolarit dellesperienza umana nellambiente. Una trama che combina le perturbazioni dellhabitat alle possibili configurazioni dellattore (luomo adattabile) che modella cos consequenzialmente il proprio stato. In molti casi ho provato a prefigurarne gli effetti, come in Handle, recente progetto di concorso per una nuova biblioteca. Carla Subrizi_storica dellarte e curatrice Ecologia: si intende, comunemente, una politica della natura, la salvaguardia dellambiente e delle forme di vita, labbozzo di unetica a venire, estesa, tesa al rispetto e alla sostenibilit degli esseri viventi. Come per tutte le scienze che si presuppongono di studiare, sostenere o salvaguardare qualcosaltro, si determina una perplessit. La vita si inquina, si deteriora, si ammala, si impoverisce, si esaurisce e una scienza nasce per prendere atto della situazione, per provvedere, iniziare uno studio e una ricerca tese a circostanziare e semmai risolvere i problemi. Ma se invece che di una scienza o politica della natura si avanzasse lipotesi di un rovesciamento, per pensare una ecologia politica, la questione sarebbe posta in termini differenti. Per prima cosa lecologia non sarebbe pi un fine, una questione verso la quale indirizzare risorse, ipotesi, progetti. Lecologia diventerebbe una condizione della politica, ovvero una prassi ricompresa nellagire che determina non lo studio ma lindividuazione, la crescita, lo sviluppo delle forme di vita. Lecologia una scienza inquieta. E una scienza che arriva troppo tardi, quando le forme di vita sono gi in pericolo. Lecologia politica si presuppone invece di determinare le condizioni affinch le forme di vita possano riconoscersi, svilupparsi, emanciparsi. Secondo punto: lecologia non dovrebbe riguardare soltanto lambiente esterno, il contesto come luogo indifferenziato in cui si vive. Lecologia prima di tutto una premessa dellambiente interno ovvero della mente umana e della natura umana. Riguarda il linguaggio, le forme di relazione tra individui che si costruiscono proprio attraverso la parola. In questo senso, riguarda anche la politica che, in prima istanza, si riferisce alle forme di vita, tra individui, nelle relazioni costruite attraverso il linguaggio. Lecologia deve dunque in prima istanza riconoscersi nella politica, (divenire bios della politica), ovvero in ci che determina le condizioni per lo sviluppo delle forme di vita. Lecologia politica cos una prassi che si sostituisce alleconomia politica ovvero a quanto invece determinava le condizioni dello sviluppo di una componente solo parziale del vivere insieme. Ecco perch trovo un po limitati il termine ecologia, quello che si intende per ecologia come scienza e anche gli obiettivi che questi si pongono. Piuttosto considero lecologia come una premessa, una precondizione della natura
http://www.archphoto.it/2008/01/23/ecologia_glossario/ Pagina 3 di 4

ARCHPHOTO Archive Ecologia_glossario

26/03/12 15.14

umana, qualcosa che precede e sostiene lo sviluppo delle forme di vita: lecologia, dunque, come premessa, condizione per la polis, dove la natura umana (e vivente) prima che riconoscere lambiente possa individuarsi con esso, in esso, a partire da esso. Andrea Stipa_architetto Quando Ernst Haeckel nel 1868 conia questo termine, luomo vive prevalentemente a contatto con la natura, vista come un ambiente da addomesticare, in contrapposizione con lideale sicurezza della citt. Nel film Guerre stellari del 1977 viene riproposto il netto contrasto tra enormi stazioni spaziali interamente artificiali e controllate, che rappresentano citt autoritarie, e vasti spazi naturali desertici in cui si osservano modelli di vita arretrati dove la natura idealizzata come una amica democratica. Ai nostri giorni il continuo inurbamento della popolazione mondiale contrasta con un interesse sempre crescente per una natura amica idealizzata. La perdita del contatto con lambiente naturale sembra portare gli individui ad immaginare una natura che in realt non esiste e di cui si ha sempre meno conoscenza diretta. La natura invece il pi delle volte democraticamente ostile. Il termine ecologia viene quindi spesso confuso con lideale nostalgico di una vita a contatto con la natura. E pi utile parlare di Ecologia del paesaggio , la scienza che studia la struttura, le funzioni e le trasformazioni nel tempo dellambiente naturale (o artificiale), nella sua interazione con lattivit umana. < Marco Del Francia_Giorgini: la natura come modello ! Joe Zaatar_Niemeyer dimenticato >

http://www.archphoto.it/2008/01/23/ecologia_glossario/

Pagina 4 di 4