Sei sulla pagina 1di 4

LETTERA ALLE FAMIGLIE

D E L L U N I T A P A S T O R A L E D I

CAPEZZANO PIANORE - MONTEGGIORI


Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961 e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it

Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.altervista.org

N 546

25 MARZO 2012

V SETTIMANA DI QUARESIMA - LITURGIA DELLE ORE I SETTIMANA

VOGLIAMO VEDERE GES!


Mi affascinano questi greci che vogliono vedere Ges, perch la loro non solo curiosit. Il verbo utilizzato da Giovanni non indica un semplice vedere, ma un andare al di l delle apparenze, un vedere per conoscere e per credere. E chiss se loro, abituati alla saggezza e alla dialettica dei filosofi, si aspettavano di incontrare un tale Rabb! Vogliamo vedere Ges! , chiedono a Filippo. Mi viene in mente una preghiera: Rimango in silenzio. Aspetto. Attendo. Aspetterei una giornata intera pur di sentire un soffio di vento ricco della presenza di Dio. (...) Vorrei tanto danzare con Lui. Vorrei che Lui mi insegnasse i passi della vita . E noi? Noi vogliamo vedere Ges? Abbiamo nel cuore il desiderio autentico di conoscerlo, di entrare in intimit con Lui e con la sua Parola, di scovare il suo volto nascosto tra i mille incontri di ogni giorno, di mettere nelle sue mani le decisioni pi importanti della vita, di affidargli le persone che amiamo e quelle che non amiamo ancora abbastanza? Ges si lascia vedere, certo. Ma a modo suo! Forse i greci si aspettavano una rivelazione trionfale, invece Ges si presenta come il seme che sprofonda nelloscurit della terra per marcire e portare frutto. La potenza di vita nascosta nel seme sottratta alla vista, cos come la fecondit della Croce scambiata per sterilit e follia da chi non si abbandona alle parole del Maestro: Chi ama la sua vita la perde, chi odia la sua vita in questo mondo la conserver per la vita eterna. Il Rabb di Nazareth ci insegna che ci che abbiamo di pi prezioso, non si salva chiudendolo in una cassaforte, ma solo avvolgendolo nellamore, solo donandolo, solo perdendolo. La vita come un respiro: se la tieni per te, soffochi.

SOGNANDO LA VITA In un grembo, vennero concepiti due gemelli. Passavano le settimane ed i bambini crescevano. Nella misura in cui cresceva la loro coscienza, aumentava la gioia: Di', non fantastico che siamo stati concepiti? Non meraviglioso che viviamo?. I gemelli iniziarono a scoprire il loro mondo. Quando scoprirono il cordone ombelicale, che li legava alla madre dando loro nutrimento, cantarono di gioia: Quanto grande l'amore di nostra madre, che divide con noi la sua stessa vita!. A mano a mano che le settimane passavano, per, trasformandosi poi in mesi, notarono improvvisamente come erano cambiati. Che cosa significa?, chiese uno. Significa, rispose l'altro, che il nostro soggiorno in questo mondo presto volger alla fine!. Ma io non voglio andarmene, ribatt il primo, vorrei restare qui per sempre!. Non abbiamo scelta, replic l'altro, ma forse c' una vita dopo la nascita!. E come pu essere, domand il primo, dubbioso, perderemo il nostro cordone di vita, e come faremo a vivere senza di esso? E per di pi, altri prima di noi hanno lasciato questo grembo, e nessuno di loro tornato a dire che c' una vita dopo la nascita. No, la nascita la fine!. Cos, uno di loro cadde in un profondo affanno, e disse: Se il concepimento termina con la nascita, che senso ha la vita nell'utero? assurda... Magari non esiste nessuna madre dietro tutto ci!. Ma deve esistere, protest l'altro, altrimenti come avremmo fatto ad entrare qua dentro? E come faremmo a sopravvivere?. Hai mai visto nostra madre?, domand l'uno. Magari vive soltanto nella nostra immaginazione. Ce la siamo inventata, perch cos possiamo comprendere meglio la nostra esistenza!. E cos, gli ultimi giorni nel grembo della madre, furono pieni di mille domande e di grande paura. Infine, venne il momento della nascita. Quando i gemelli ebbero lasciato il loro mondo, aprirono gli occhi. Gridarono... Ci che videro superava i loro sogni pi arditi! "Un giorno, finalmente, nasceremo!".

Vorrei essere...
Spesso, o Signore, ho desiderato essere altro. Cosa vorrei essere? Vorrei essere aquila per volare in alto, guardare in basso, e individuare chi poter salvare. Vorrei essere ape per posarmi sui fiori e produrre tanto miele di bene. Vorrei essere cane per rimanere fedele al mio Padrone e vegliare sul gregge affidatomi. Vorrei essere cicale per cantare le tue lodi e consumare la mia vita in una stagione. Vorrei essere radice per dare vita alla chioma e ospitare tutti quelli che sono stanchi della loro esistenza. Vorrei essere cima di monte per stare pi vicino a te, Signore, e ascoltarti nel silenzio. Vorrei essere granello di polvere che, pur essendo cos piccolo, tuttavia mi ricorda la mia fine. Vorrei essere giglio di campo per capire la bellezza del creato e rendere gloria a te, Creatore. Vorrei essere delfino per scoprire la profondit dell'Oceano, e, nel silenzio, tessere le tue lodi. Vorrei essere universo per scoprire la mia piccolezza ed apprezzare di pi la tua grandezza. Vorrei essere... Aiutami, o Signore, ad essere quello che sono sperando di diventare migliore. ---------------------------------------------------------------------------------------DOMENICA 25 MARZO , a Capezzano e a Monteggiori, LE FAMIGLIE CHE ABITANO NELLE VIE: Pennelle - San Michele - Delle Pianore - Bagnetti Sarzanese - Barsottelli - Rotaio - Cannoreto Localit Terria - Il Monte - Comunale di Monteggiori Orti - Balza - Della Culla - Il Borgo - Localit le Banche Scalpello.

CALENDARIO DELLA SETTIMANA


DOMENICA 25 MARZO
SANTE MESSE ORE 7 - 9 - 11 ORE 18,30 GRUPPO FAMIGLIE

17 (A MONTEGGIORI)

LUNEDI 26 ORE 9,15 - PULIZIA DEI LOCALI PARROCCHIALI ORE 21 GRUPPI: DOPO CRESIMA, GIOVANISSIMI, GIOVANI MARTEDI 27 ORE 18 - RITROVO DEL GRUPPO I COLORI DEL CIELO. ORE 21 - IN ASCOLTO DELLA PAROLA DI DIO. N.B.: PORTARE LA BIBBIA O IL VANGELO, UNA MATITA E IL DESIDERIO DI APPROFONDIRE LA CONOSCENZA DELLA PAROLA DI DIO MERCOLEDI 28 ORE 15 RITROVO DEL GRUPPO I COLORI DEL CIELO.
ORE 21 RIUNIONE PER TUTTI I CATECHISTI

VENERDI 30
ORE

21 - VIA CRUCIS, CON PARTENZA DAL PIAZZALE DEL CIMITERO VERSO LA CHIESA
ORE

SABATO 31
14,30 PULIZIA DELLA CHIESA

16 CONFESSIONI 18 MESSA FESTIVA DOMENICA 1 APRILE - DOMENICA DELLE PALME SANTE MESSE ORE 7 - 9 - 11 - 18 ( A MONTEGGIORI)
ORE ORE
ORE

10,30

RITROVO SUL PIAZZALE DEL CIMITERO, BENEDIZIONE DEI RAMI DI OLIVO, PROCESSIONE VERSO LA CHIESA I RAMI DI OLIVO SARANNO BENEDETTI ANCHE A TUTTE LE ALTRE S. MESSE, COMPRESA QUELLA DEL SABATO SERA E A MONTEGGIORI

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

SONO ORA NELLA PIENEZZA DELLA VITA Giachetti Gigliola - Carloia Valentina - Prevosto Emilia Rosi Lina Da Prato Giulia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

C' lo sguardo di chi giudica, la parola che critica, c' l'ambizione di arrivare, il bisogno di sicurezze... Ma tu, mio Dio, sei solo Amore! E questo cambia tutto! Tu vieni ad ogni istante a cambiare il mondo: insegnaci "i gesti che salvano", donaci di saperci scambiare la dolcezza del tuo sguardo, la pazienza del tuo cuore...