Sei sulla pagina 1di 2

Peruzzo Matteo

III B

5/03/09

N° esperienza: 19

Titolo: scala cromatica del pH con indicatore l’estratto di Brassica oleacea e con indicatore blu di bromo-timolo Scopo: osservare come con l’utilizzo di un diverso indicatore, la scala cromatica del pH cambia. Strumenti: 2 cilindri 10 mL, 17 provette, 2 pipette di Pasteur, 3 pipetta da 10 mL con pro pipetta, 2 porta provette, 2 becher 50 mL. Materiali: NaOH 0,1 M, HCl 0,1 M, H 2 O distillata, estratto di Brassica oleacea, Blu di bromo-timolo. Procedimento: si prendono 14 provette e le si numerano (1,2,3,4…), poi le si pongono in ordine crescente nel porta provette. Nei due becher si versano 30 mL di acido cloridrico

30 mL

di idrossido di

sodio (NaOH). Con il cilindro si misurano 10 mL di HCl, e con un altro

Con il cilindro si misurano 10 mL di HCl, e con un altro (HCl) e cilindro

(HCl) e

cilindro

si

procede

ugualmente, in precedenza, con il NaOH.

come

L’HCl

deve

essere messo nella provetta n° 1, mentre il NaOH nella provetta n° 14. Nella settima provetta (n° 7) si versa 10 mL di H 2 O mentre nelle restanti 9 mL di H 2 O. Si pipetta 1 mL di

acido cloridrico dalla provetta n° 1 nella n° 2; dalla n° 2 si preleva 1 mL di sostanza e la si mette nella n°3. Questo passaggio deve essere compiuto fino alla provetta n° 6, cioè tramite una diluizione scalare, viene ridotta la concentrazione dell’acido gradualmente. La medesima azione si deve compiere con l’idrossido di sodio: prelevando 1 mL di soluzione dalla provetta n° 14 e mettendola nella n° 13, continuando il procedimento fino alla 8 si riduce gradualmente la concentrazione della base. Si prende quindi le foglie del Brassica oleacea mettendole in infusione in H 2 O. Si pipetta 1 mL di infuso con la pipetta di Pasteur, e si versa in ogni provetta 1 mL di infuso. Per facilitare il viraggio, si scuote ogni provetta. Si prendono poi altre tre provette (1,2,3). Nella n° 2 si mettono 10 mL di H 2 O distillata, nella n° 1 HCl e 1 mL di H 2 O distillata, nella n° 3 9 mL di NaOH e 1 mL di H 2 O distillata. Si inseriscono in ogni provetta alcune gocce di blu di bromo-timolo e si scuote la provetta.

Blu di bromo- timolo
Blu di
bromo-
timolo
Risultati: Dati osservati: osservando le provette, si nota la diversità cromatica di ogni provetta. La

Risultati:

Dati osservati: osservando le provette, si nota la diversità cromatica di ogni provetta. La disposizione delle provette fa notare una scala cromatica che si può far corrispondere alla scala di acidità e basicità delle sostanze contenute in

il

cambiamento di concentrazione di HCl o NaOH, diminuisce o aumenta gradualmente l’acidità o la basicità. Interpretazione e discussione dei dati: Mettendo a confronto le provette con indicatore il Brassica oleacea e il blu di bromo-timolo, si può notare come con l’utilizzo di diversi indicatori cambia la scala cromatica. L’utilizzo del Brassica oleacea mostra come anche i pigmenti vegetali sono sensibili al cambiamento di acidità o basicità e siano, quindi, utili per l’utilizzo di laboratorio.

sono sensibili al cambiamento di acidità o basicità e siano, quindi, utili per l’utilizzo di laboratorio.

esse.

Con