Sei sulla pagina 1di 2

Denunce di nuova opera e di danno temuto

Presupposti sostanziali delle azioni di nunciazione


Ex artt. 1171 e 1172 cc le denunce di nuova opera e di danno temuto sono azioni concesse a difesa -della propriet - dei diritti reali di godimento -del possesso giudizio a cognizione piena cui si ricollegano pu quindi avere natura petitoria o possessoria Denuncia di nuova opera pu essere intrapresa contro chiunque abbia intrapreso, sul PROPRIO dalla quale possa in futuro, in base ad una purch lopera non sia stata iniziata da oltre un con esclusione dei diritti di natura meramente personale

O ALTRUI FONDO, una nuova opera denunziante o da lui posseduta

valutazione di ragionevole probabilit, derivare un danno alla cosa oggetto del diritto reale del anno E CMQ non sia stata ancora ultimata nocumento paventato dal ricorrente deriva da unatt umana tuttora in corso potrebbe spesso giustificare, se ne sussistono i presupposti, anche lesperimento di unaz di reintegrazione nel possesso o di manutenzione mira a un provv avente natura conservativa che inibisca la costruzione dellopera. giudice, anche nel caso in cui non reputa istanza tot infondata, pu

comunque autorizzarne la prosecuzione disponendo le opportune cautele di regola impone a autore dellopera la prestaz di una cauzione destinata ad assicurarla demolizione o la riduzione del manufatto e il risarcimento dei danni per il caso in cui la domanda di merito del denunziante risultasse fondata. anche quando lopera viene vietata, analoghe cautele sono imposte, ma a carico del denunziante cauzione garantisce il ristoro dei danni provocati dalla sospensione che dovesse risultare alla fine ingiustificata. Denuncia di danno temuto periculum danno grave E Prossimo che potrebbe derivare alla cosa del denunciante da qualsiasi edificio, albero cosa altrui (cassaz ne ha cmq ammesso

lesperimento anche da parte di alcuni comproprietari nei confronti degli altri) Presuppone un comportamento omissivo da parte del proprietario/titolare di un dir reale sulla cosa che invece giuridicamente obbligato a compiere quanto necessario per evitare la situazione di pericolo. Pi dubbia lesperibilit dellazione nei confronti di chi sia obbligato alla custodia e alla manutenzione in base ad una relazione giuridica qualificata es. il conduttore di un immobile. provv del giudice potr avere contenuto molto diverso (anche pienamente satisfattivo dellinteresse dellistante) eventuali danni - possibile imposizione di una garanzia per gli - imporre a resistente ladozione di tutte le misure

positive atte, secondo le cz, ad ovviare al pericolo (art 1772)

125. procedimento
Art. 21.2 cpc prevede la competenza ante causam del giudice del luogo in cui si verificato il danno denunciato Per il resto le procedure sono tot assoggettate al proced cautelare uniforme (v poi) Unica disp autonoma residua 691 cpc integra disciplina del 669-duodecies Se la parte alla quale fatto divieto di compiere l'atto dannoso o di mutare lo stato di fatto contravviene all'ordine, il giudice, - su ricorso della parte interessata, - pu disporre con ordinanza che le cose siano rimesse in pristino stato a spese del contravventore Nb. nonostante la notevole differenza tra le due denuncie dal pdv del tipo di provv a cui tendono, la riforma del 2005 le ha idealmente collocate entrambe tra le misure cautelari anticipatorie, la cui efficacia svincolata dalla necessaria instaurazione e prosecuzione del giudizio a cognizione piena.