Sei sulla pagina 1di 2

Roma, assolti i vertici di Radio Vaticana - Corriere della Sera

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/06_Giugno/04/assolta_radio_vaticana...

In Corriere.it

Nel web con

LOGIN

REGISTRATI

Cronache
Home Opinioni CorriereTV Economia Salute Ambiente Scienze Sport Motori Viaggi Scuola 27ora La tua citt Cucina Libri Annunci Oroscopo
CRONACHE POLITICA ESTERI CULTURA 150 DIGITAL EDITION STORE TrovoLavoro TrovoAuto TrovoCasa TrovoViaggi Annunci NEWS Cronache Politica Esteri Economia Spettacoli e cultura Cinema Sport Scienze ViviMilano Italian Life OPINIONI Editoriali e commenti Forum&Blog Italians Pubblico & Privato Lettere al Corriere CORRIERE TV Videonews Online TG Video Meteo SALUTE Corriere Salute I video di Salute Dizionario medico Sportello Cancro OK DIZIONARI Italiano Inglese Tedesco Francese Tutti Enciclopedia RUBRICHE Animali Giochi e pronostici Quiz SERVIZI Corriere Store Newsletter Meteo Mappe Traffic News Trovocinema Noidue Pagine Bianche Pagine Gialle Cataloghi Rassegna stampa IL QUOTIDIANO Prima pagina E-dicola SPETTACOLI CINEMA E TV CASA ANIMALI MILANO ROMA BRESCIA ENGLISH

I legali: ristabilito il diritto. I comitati cittadini: ricorreremo in Cassazione

STRUMENTI
VERSIONE STAMPABILE I PIU' LETTI INVIA QUESTO ARTICOLO

Roma, assolti i vertici di Radio Vaticana


Erano accusati di getto pericoloso di cose in relazione alle emissioni elettromagnetiche dei ripetitori dell'emittente ROMA - A due anni da quella che fu ritenuta una sentenza storica, la corte di appello di Roma ribalta tutta la questione legata al presunto inquinamento elettromagnetico provocato da Radio Vaticana a Cesano, a nord della capitale, e nelle zone limitrofe: Padre Pasquale Borgomeo, gi direttore generale dell'emittente, ed il cardinale Roberto Tucci, ex presidente del comitato di gestione, sono stati assolti dall'accusa di getto pericoloso di cose, perch il fatto contestato non previsto dalla legge.

Acqua Panna e 'A' ti invitano a scoprire i piaceri della Dining Emotion

Le antenne di Radio

LA SENTENZA - In primo grado, il 9 maggio 2005, Vaticana (Ansa) i due imputati erano stati condannati a dieci giorni di arresto con sospensione condizionale della pena. In quella stessa sede era stato assolto, per non aver commesso il fatto, Costantino Pacifici, uno dei responsabili tecnici dell'emittente. La sentenza di oggi recepisce, in sostanza, le argomentazioni dei difensori degli imputati, gli avvocati Franco Coppi (Borgomeo) e Marcello Melandri ed Eugenio Pacelli (Tucci), i quali avevano sostenuto che il reato di getto pericoloso di cose non configura il cosiddetto inquinamento elettromagnetico. Il sostituto procuratore generale, Vittorio Lombardi, aveva invece sollecitato la dichiarazione di non luogo a procedere per i due imputati per intervenuta prescrizione. Il rappresentante dell'accusa aveva invocato il riconoscimento della sussistenza del reato di getto pericoloso di cose, anche se coperto da prescrizione. IL RICORSO - Per i difensori degli imputati la sentenza del collegio presieduto da Vincenzo Roselli ha chiarito ed ha risolto quello che era un problema di diritto. La decisione - ha commentato Melandri non entra nel merito del fatto, presenza o meno delle onde elettromagnetiche, ma si sofferma sulla contestazione che era mossa agli imputati. Secondo Franco Coppi la sentenza ha riconosciuto, come abbiamo sempre sostenuto, che il getto pericoloso di cose non configurabile in relazione all'emissione di onde elettromagnetiche. Il rappresentante dell'accusa, Vittorio Lombardi, ha detto di ritenere che non ricorrer in Cassazione considerato che il reato ampiamente prescritto. A rivolgersi ai giudici di piazza Cavour, ragionevolmente, saranno i comitati e le associazioni che si erano schierate contro Radio Vaticana. L'ITER - La sentenza arrivata a conclusione di un iter cominciato sette anni fa con il deposito di denunce nelle quali si lamentavano molestie legate a citofoni, lampadari e altri elettrodomestici che si trasformavano in duplicatori del segnale di Radio Vaticana nonch di conversazioni telefoniche scandite dalle recite del rosario. Successivamente si aggiunsero anche denunce per malattie provocate dal superamento dei limiti di emissione delle onde elettromagnetiche. Tra questioni preliminari ed una sospensione del processo per un difetto di giurisdizione, si arriv alla sentenza di condanna del 9 maggio 2005. Ma sulle conseguenze del presunto inquinamento elettromagnetico a nord della capitale, la procura di Roma ha da tempo aperto un altro fascicolo nel quale si ipotizza il reato di omicidio colposo. Tra gli altri sono indagati anche gli stessi Borgomeo e Tucci ed attualmente in corso una perizia epidemiologica, disposta dal gip Zaira Secchi, per verificare se sussista un nesso di causalit tra le morti di leucemia, 19, a Cesano e zone limitrofe, e le onde elettromagnetiche.

Trova l'hotel per le tue vacanze con il Trovoviaggi di Corriere

M ah on g Ma hjjo ng
Accoppia le tessere uguali in questo tradizionale gioco cinese. S co pr t ut tii g a tr Sc op rii tu tt gllii allt rii g oc hii g ra tiis s u F ue ps giio ch gr at s su Fu ep s!!

1 di 2

16/03/12 13.47

2 di 2