Sei sulla pagina 1di 48

www.gazzetta.

it gioved 15 marzo 2012 1,20


ITALIA

REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 TEL. 0262821 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL. 06688281 POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO

anno n Anno 116 Numero 64

Moratti: Un mix tra giovani ed esperti


Il presidente svolta. Nessuno incedibile: chi ha il contratto pu partire per maxi offerte
3 Diego Forlan e Claudio Ranieri BOZZANI

CAMBIERO L INTER
DALLA VITE, ELEFANTE, LAUDISA, TAIDELLI ALLE PAGINE 141517

CHAMPIONS CAVANI E COMPAGNI PIEGATI A LONDRA (41) ED ELIMINATI NEGLI OTTAVI

MILAN

Gli azzurri restano a galla con Inler o grazie al 31 dell andata, ma nei ndata, supplementari Ivanovic lancia il Chelsea. novic Mazzarri: Ingenuii e sfortunati
BOLDRINI, CECERE, GARLANDO, MALFITANO, NICITA, SCHIANCHI DA PAGINA 2 A PAGINA 11

GRAZIE NAPOLI CI HAI PROVATO


Didier Drogba, 34 anni, stella del Chelsea di Di Matteo. La sua esultanza dopo il gol IMAGE SPORT

Allegri al veleno Noi sereni ma c chi fa i dossier


Il tecnico: Il gol di Muntari? Spero non pesi sullo scudetto
DELLA VALLE, PASOTTO A PAGINA 18

3 Massimiliano Allegri, 44 anni ANSA

JUVENTUS

ilCommento

E tornato super Buffon I segreti della rinascita Mercato: piace Verratti


BINDA, GRAZIANO, OLIVERO A PAGINA 19

CI RESTA SOLO IL MILAN


DI ALESSANDRO DE CALO

IL ROMPI PALLONE
DI GENE GNOCCHI

Il Napoli se la gioca, ma non vola oltre ai suoi limiti. La grande impresa gli scappa dalle mani, nei supplemen tari. A Stamford Bridge pas sa il Chelsea di Drogba, con le vecchie glorie rilanciate dalla concretezza italiana del sorprendente Di Matteo.
LARTICOLO A PAGINA 23

Prime dolorose conseguenze delluscita dellInter dalla Champions. Il bambino Filippo ha deciso di finire la scuola da privatista.
F.1 DOMENICA IL GP DAUSTRALIA

Vettel: Ma quale sazio voglio il terzo titolo


ALLIEVI, CREMONESI, IANIERI ALLE PAGINE 2627

LINTERVISTA IL MINISTRO DELLO SPORT

PASSA PURE IL REAL DI MOU (41): DOPPIETTA DI RONALDO


Le qualificate ai quarti domani il sorteggio
Benfica Milan Apoel Barcellona Marsiglia Bayern M. R. Madrid Chelsea

Gnudi: Il Governo aiuter i grandi avvenimenti


BERGONZI A PAGINA 47

www.preference.it

Joymax EVO 300i

Citycom.300i

Promozione valida presso i concessionari SYM che aderiscono alliniziativa e riservata ai veicoli in pronta consegna.

20 3 1 5>

0 a lis tin o: 4 .4 o pr ez zo pr om
9 771120 506000

6,00

* 3.700,00 sc on to 706,00
Assistenza stradale inclusa foratura per lintero periodo di garanzia

9 a lis tin o: 4 .0 o pr ez zo pr om

1,00

HD2 Prezzo promo


compresi ff t valida fferta v d da 1 Febbraio HD2 125dal 2.625,00 1 al 1 Marzo 2012. a HD2 200i31 pubblicitario Messaggio 2.825,00 Me sagg o
con finalit promozionali.

* 3.450,00 sc on to 641,00
http://www.sym-italia.it

Offerta valida dal 1 Febbraio al 31 Marzo 2012. Messaggio pubblicitario con finalit promozionali. I prezzi al pubblico si intendono Franco Concessionario, sono pertanto escluse le spese di immatricolazione ed il Sym Assistance. Spese di Immatricolazione consigliate inclusive di Sym Assistance: 250,00 per motocicli - 135,00 per ciclomotori.

SYM sceglie lubrificanti Motorex

SANYANG Italia S.r.l. Via delle Industrie, 12 Arese - Milano Telefono 02 9345641

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI

EuroNapoli, il c
IL TABELLONE DEGLI OTTAVI DI FINALE

Resta a galla con Inler Il Chelsea non si ferma: k.o. ai supplementari


Gara tiratissima e combattuta: Drogba, Terry e Lampard firmano la rimonta dei Blues, di Ivanovic il gol-qualificazione
DAL NOSTRO INVIATO

LUIGI GARLANDO LONDRA

bito con Napoli: se hanno voglia di andarsene, sentiranno un freno nella coscienza.
Esperienza E stato il Napoli de-

Chelsea in fascia Di Matteo ri-

Eravamo venuti per il concerto dei nostri Tenori, hanno cantato meglio i loro e addio sogni. Lapprodo storico ai quarti di Champions, oltre lepica di Maradona, che sembrava a portata di mano, sfuma sotto una grandinata i gol, dopo i supplementari: 4-1. Peccato, Napoli. Drogba, Terry e Lampard non avranno il fiato di un tempo, ma per una notte di gloria, hanno dato voce allimpresa: un gol a testa. Hamsik, Lavezzi e Cavani, invece, hanno steccato sul pi bello. Toccava a loro spianare la notte con un gol e ne hanno avuto loccasione nel primo tempo. Toccava a loro sul 2-1 assestare il k.o., quando il Chelsea, subto il 2-1 di Inler, ha barcollato. Ma i tre, questa volta, non hanno segnato il destino. Sono stati i magnifici protagonisti di tante eccitanti notti di coppa, non meritano la croce. Forse hanno contratto un de-

gli eroi normali: Inler, che ha ridato la speranza con un gol meraviglioso; Gargano, che ha ruggito come un leone; De Sanctis, che si superato. Non bastato. Prendiamo la notte di Londra come una lezione che aiuter a crescere questo Napoli, comunque sorprendente. Lesperienza non si compra al mercato, si guadagna sul campo. E vero che questo Chelsea ha vinto solo 2 partite delle ultime 7, ma anche vero che nelle ultime 9 stagioni sempre arrivato negli ottavi di Champions e 5 volte nelle ultime 6 almeno nei quarti. Bivaccare per anni ai vertici ti consente di giocare partite del genere con la serenit dei grandi. Abbandonato dalle sue stelle internazionali, il Napoli ha pagato caro linesperienza e non ha saputo gestire il vantaggio del San Paolo.

nuncia al 4-3-3 e rilancia Essien. Il ghanese e Lampard si piazzano davanti alla difesa con il compito di sbarrare le temute ripartenze dei Tenori e di impostare. Laltra idea, che pagher, perch il Napoli soffrir in cielo, a centro area, allargare il campo con Sturridge e Ramires, raddoppiati in fascia da Ivanovic e Cole a caccia di

cross. Tutti i gol nasceranno dalle fasce. Lidea frutta subito e mette paura, perch a vedere Maggio e Zuniga che non riescono a rialzarsi, torna in mente il Milan schiacciato dallArsenal. De Sanctis che vola su Sturridge gi al 6 rafforza limpressione. Ma all8 Cavani addomestica un traversone di tacco. E una scossa di bellezza che ricorda al Napoli contratto quanta

Gli azzurri hanno pagato carissimo linesperienza, ma almeno non mancato lorgoglio

qualit abbia da spendere. Inizia un'altra partita.


Tre minuti Dal 10 al 15 la banda Mazzarri conclude tre volte: due volte Cech si salva su Hamsik e Lavezzi, una volta Cavani mette a fuori di poco. Gli esterni si alzano, Gargano un leone del pressing, i Tenori a turno soccorrono in copertura e a turno ripartono. Sintravvede il ve-

il Film
Cos stato ribaltato il 3-1 del San Paolo Il finale amaro
29 primo tempo Scatto Chelsea con Drogba Il Chelsea passa in vantaggio: cross di Ramires, Drogba anticipa Aronica e di testa batte De Sanctis LAPRESSE 2 secondo tempo Il capitano Terry fa 2-0 In avvio di ripresa arriva il 2-0: il capitano Terry anticipa Campagnaro sugli sviluppi di un angolo e segna LAPRESSE

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

uore non basta


CHELSEA NAPOLI la Moviola
DI FRANCESCO CENITI

4
(4-2-3-1) Cech; Ivanovic, David Luiz, Terry, Cole (dall8 p.t.s. Bosingwa); Essien, Lampard; Sturridge (dal 18 s.t.Torres), Mata (dal 5 p.t.s. Malouda), Ramires; Drogba. PANCHINA Turnbull, Cahill, Mikel, Kalou. ALLENATORE Di Matteo. ESPULSI nessuno. AMMONITI Lampard, Cole per gioco scorretto. ALLENATORE Mazzarri.

1
(3-4-1-2) De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica (dal 5 s.t.s. Vargas); Maggio (dal 37 p.t. Dossena), Inler, Gargano, Zuniga; Hamsik (dal 1 s.t.s. Pandev); Cavani, Lavezzi. PANCHINA Rosati, Grava, Fernandez, Britos, Dzemaili. ESPULSI nessuno. AMMONITI Cannavaro, Dossena, Inler e Campagnaro per gioco scorretto.

Dossena-mano: rigore. E manca il secondo giallo


Lo spartiacque della partita arriva dopo 29 minuti della ripresa: il Chelsea vince 2 1, ma sarebbe eliminato. Sullennesimo angolo, salgono le torri inglesi: il colpo di testa di Ivanovic e Dossena non trova di meglio che alzare il braccio per stoppare la palla con la mano. Rigore ineccepibile e va anche di lusso al Napoli, perch ci stava il secondo giallo per il difensore. Non stata questa lunica sbavatura di Felix Brych. Molte le punizioni ignorate (compreso un fallo di mano appena fuori area di Luiz) e soprattutto non ha convinto la gestione complessiva della partita, altalenante e in alcuni momenti poco autorevole. Nel finale larbitro ha permesso parecchie sceneggiate ai giocatori pi esperti del Chelsea (specie Drogba) che hanno perso tempo una volta che il punteggio dava loro ragione. Buona la prova degli assistenti: fermati Drogba e Cavani lanciati in porta per due fuorigioco davvero difficili da individuare. Per il resto, nel primo tempo giallo a Lampard per un fallo da dietro a centrocampo su Zuniga. Nella ripresa ammoniti Cannavaro (steso Drogba) e Dossena (fallo su Essien). Nei supplementari giallo a Cole (duro su Campagnaro), Inler (trattenuto Torres) e Campagnaro (fermato con le cattive Drogba).

DOPO I TEMPI SUPPLEMENTARI (3-1 al 90) GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Drogba (C) al 29 p.t; Terry (C) al 2, Inler (N) al 10, Lampard (C) su rigore al 30 s.t.; Ivanovic (C) al 15 p.t.s. ARBITRO Brych (Ger). NOTE spettatori 37.784, incasso n.c. In fuorigioco 3-3. Angoli 8-6. Rec.: p.t. 1, s.t. 2. POSSESSO PALLA FALLI FATTI

CHELSEA 55,6% TIRI IN PORTA

NAPOLI 44,4%

CHELSEA 23 TIRI FUORI

NAPOLI 23

IIIIIIII
CHELSEA 8

IIIII IIIIIIII
NAPOLI 5 CHELSEA 8

IIIIIIIII
NAPOLI 9

Il portiere Morgan De Sanctis, 34 anni, sconsolato dopo il gol segnato da Ivanovic ANSA

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 6' Sturridge al volo, De Sanctis mette in angolo 10' Lavezzi arma Hamsik: Cech si salva di piede 13' Discesa di Maggio, Cavani mette fuori sul secondo palo. c GOL! 29' Cross da sinistra di Ramires, a centroarea Drogba anticipa Aronica di incornata. 46' Diagonale di Luiz, Cannavaro salva sulla linea.

SECONDO TEMPO c GOL! 3' Angolo, Terry di testa mette dentro. c GOL! 10' Tiro in controbalzo di Inler. 20' Miracolo di De Sanctis su Drogba. c GOL! 30' Lampard su rigore per mani di Dossena. c GOL! 15 p.t.s. Ivanovic raccoglie in area da Drogba e segna.

ro Napoli, che prende il controllo pur lasciando la palla al nemico. Il vecchio Chelsea non pu permettersi ritmi assatanati tipo Arsenal anti-Milan, Mata non vispo come al San Paolo. Appena il tempo di essere ottimisti e il Napoli guasta la notte in tre minuti. Al 29 prende gol di testa da Drogba, a difesa schierata; al 32 spreca con Cavani un contropiede 3 contro 2.

Maggio deve lasciare il posto a Dossena (Zuniga a destra). Cannavaro salva sulla linea. Le gole di Stamford Bridge mostrano le tonsille. Si fa dura. E dopo due soli minuti di ripresa si fa ancora pi brutta.
Sentenza Su corner di Lampard, il Chelsea vince lennesimo duello aereo, Terry buca De Sanctis e trascina la qualifica-

zione dalla sua parte. Destino ribaltato, il traguardo storico che retrocede all'orizzonte. Sembra il momento buono per sprofondare. Ma se a questo Napoli manca esperienza di Champions, non mancano certo cuore e orgoglio. Si rialza e al 10 va a riprendersi la qualificazione. Il controbalzo di Inler tanto bello quanto prezioso. Profuma di storia. Ecco, se ora Ham-

sik, Lavezzi e Cavani si svegliano, dopo gli errori e le omissioni, e colpiscono il Chelsea che barcolla, fatta. Ma i Tenori stasera hanno il mal di gola. Alza la voce invece De Sanctis che diventa sempre pi protagonista davanti alla spinta crescente degli inglesi, che ora hanno un Torres in pi. Miracolosa una parata su Drogba. Ma, senza il soccorso delle solite riparten-

ze, il Napoli soffre troppo. Il rigore di Lampard (30) arriva puntuale come una sentenza. Si torna al via. Supplementari. Ma linerzia della notte ormai troppo forte: il gol di Ivanonic in coda al primo supplementare uccide il sogno. Un doloroso passaggio di crescita, il Napoli lo prenda cos. E sia orgoglioso della strada percorsa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

10 secondo tempo Inler-gol, rinasce la speranza Il Napoli non si abbatte, anzi, riesce a segnare con Inler, grande destro di controbalzo da fuori area RICHIARDI

30 secondo tempo Lampard su rigore: supplementari Altra doccia fredda per il Napoli. Dossena colpisce la palla con la mano in area; rigore trasformato da Lampard IMAGE SPORT

15 primo tempo supplementare Ivanovic spegne il sogno azzurro Nei supplementari arriva il colpo di grazia di Ivanovic, servito meravigliosamente da Drogba IMAGE SPORT

La grande festa Il cielo sempre pi Blues La partita finisce 4-1 e la festa soltanto del Chelsea, che ha ribaltato l1-3 rimediato allandata al San Paolo REUTERS

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI

I(mancati)protagonisti HAMSIK-LAVEZZI-CAVANI

Troppa emozione Ai tre tenori non riesce lacuto


Doveva essere la loro grande serata e non stato cos. Ha prevalso la classe dei Blues. Ma ci che ha fatto il Napoli non pu essere cancellato. I tifosi hanno capito e applaudito
Tridente no Basti leggere il taDAL NOSTRO INVIATO

che il Napoli avrebbe voluto consegnare alla storia vissuta di un altro protagonista, Gokan Inler. Il centrocampista svizzero ha messo una pezza alla serata poco brillante del tridente realizzando il gol che quanto meno ha assicurato i supplementari. Con un gran tiro dal limite ha piegato la resistenza della difesa londinese. La rete sarebbe stata di rara utilit, proprio come quella che lex mediano dellUdinese realizz a met dicembre, al Madrigal, contro il Villarreal. Anche quella sera il tridente rest a guardare, sorpreso dallaggressivit degli spagnoli e dal timore di fallire la qualificazione dopo aver battuto il Manchester City e il Bayern Monaco. La sua prodezza, in ogni modo, scongiur il pericolo e assicur al Napoli la doppia sfida col Chelsea, negli ottavi di finale.
Poca incisivit Ha sorpreso la

MIMMO MALFITANO LONDRA

In notti come queste lecito aspettarsi lesplosione del talento, di coloro che dovrebbero garantire un po di differenza quando non basta lagonismo e la grinta ad assicurati il risultato. E allora, si punta dritto sul tridente, sui tre che fino ad oggi hanno riempito i cuori e la mente dei napoletani. Quei 3.000 irriducibili arrivati fin qui non hanno alcuna intenzione di mollare. Spingono la squadra a colpi di passione. Partono i soliti cori, per il Pocho soprattutto. Ma la serata racconta altre storie, come quella di un altro tridente. Dei veterani, stavolta.

bellino dei marcatori e ci si accorge che Drogba, Terry, Lampard e Ivanovic il loro lhanno fatto. Quello che mancato stata la concretezza di Lavezzi, Cavani e Hamsik. Su di loro c stata la guardia attenta dei difensori del Chelsea. Non stato facile per Lavezzi sottrarsi alla marcatura di David Luiz, come non stato semplice per Cavani avere ragione di Terry: finir male. Il gol di Inler non bastato a dare consistenza alle 3 reti sommate nella gara dandata. Il Napoli ha chiuso a Stamford Bridge unemozionante avventura europea. E nonostante tutto, s meritato lapplauso e laffetto di una citt che lha saputo sostenere fino allultimo secondo valido. C mancato il tridente, dicevamo,

nella notte pi importante, quella che avrebbe potuto aprire a unaltra avventura, chiss dove e contro chi. Petr Cech ha gestito senza troppi sussulti le tensioni della gara, aiutato dalla scarsa vena di Cavani, Lavezzi e Hamsik che mai sono stati pericolosi. E durante i tempi supplementari valso a poco inserire Pandev e Vargas: stata una serata no per tutto lattacco.
Riecco Inler Ed allora, la notte

Nemmeno Pandev e Vargas hanno saputo ribaltare una gara sofferta fino alla fine

Paolo Cannavaro, 30 anni, consola Ezequiel Lavezzi, 26 anni, che si dispera per la sconfitta nascondendo la faccia sotto la maglietta LIVERANI

scarsa vena degli attaccanti, dunque. Una prestazione che, probabilmente, avr sorpreso lo stesso Mazzarri che da loro tre si sarebbe aspettato un contributo maggiore, che potesse scongiurare il pericolo delleliminazione. Ma non andata cos, il Napoli s dovuto arrendere alla maggiore tenacia del Chelsea che la vittoria lha voluta e se l saputa costruire con lesperienza dei suoi uomini migliori e pi rappresentativi. Drogba ha vinto il confronto a distanza con Cavani che non ha trovato una sola conclusione; John Terry ha gettato il cuore oltre lostacolo fino a quando non s dovuto arrendere alla stanchezza. Infine, Frank Lampard e Ivanovic, uomini della vecchia guardia. Il primo ha riaperto i giochi per la qualificazione, mentre il secondo ha fatto svanire il sogno azzurro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SU GAZZETTA.IT

Gazzetta.it
Gazza

Fino alle 20 si pu votare il Numero 1


I bookmaker non accetterebbero scommesse. Se Messi fin qui ha dominato il referendum Vota il numero 1 della Champions, che cosa succeder oggi? Come sempre, si pu votare il miglior giocatore del turno il ritorno degli ottavi e Messi si candida con i 5 gol al Bayer. Si pu esprimere la preferenza su Gazzetta.it e Marca.com fino alle 20 di stasera. Poi il conto dei voti e, sulla Gazzetta di domani, i risultati. In classifica generale, Messi ha oltre 36mila voti di vantaggio su Zanetti, eliminato, e oltre 39mila su Callejon. Le dieci nomination: 1) Messi (Barcelona) 2) Oxlade-Chamberlain (Arsenal) 3) Gomez (Bayern Monaco) 4) Rosicky (Arsenal) 5) Robben (Bayern Monaco) 6) Bruno Csar (Benfica) 7) Benzema (Real Madrid) 8) Chiotis (Apoel) 9) Drogba (Chelsea) 10) Inler (Napoli)

T f v

Alonso sulla sua Ferrari REUTERS

LE VIDEO-ANIMAZIONI SUL MONDIALE DI F.1 AL VIA IN AUSTRALIA


Ricomincia il Mondiale di Formula 1 e sul nostro sito potete ritrovare le video-animazioni di Vandone con gli approfondimenti tecnici sulle principali monoposto e la presentazione di tutti i circuiti con il giro di pista e la scheda tecnica.

INDIAN WELLS ENTRA NEL VIVO: SUL SITO TUTTI GLI HIGHLIGHTS
Il Masters 1000 di Indian Wells entra nel vivo e sul nostro sito potete guardare tutti gli highlights dei match principali maschili e femminili. E divertitevi con il video di un tifoso di Nadal che ruzzola cercando di prendere una pallina autografata.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI


IL PRECEDENTE

Da Mou a Grant, Chelsea in finale Ora ci riprova anche Di Matteo


(a.fr.) Da quando, nel giugno 2003, acquist il Chelsea, Roman Abramovich sempre andato a caccia del sogno europeo, dragando sempre il meglio sul mercato, anche per la panchina: Mourinho, Hiddink, Ancelotti, Villas Boas (in panchina allandata al San Paolo, non al ritorno). Ma la volta che ci andato pi vicino stato nel 2008, quando sulla panchina dei Blues cera il parvenu Avram Grant, tecnico israeliano amico personale del magnate russo chiamato a sostituire, nel settembre 2007, nientemeno che Jose Mourinho. Il suo Chelsea arriv in finale che si gioc nella Mosca di Abramovich perdendo soltanto ai rigori contro il Manchester United (e ancora si ricorda lo scivolone di Terry sul penalty che avrebbe dato il

successo ai londinesi). Poi unaltra semifinale lanno dopo, con Hiddink, eliminazione agli ottavi e lanno scorso ai quarti con Ancelotti. Questanno Abramovich ha riprovato la carta portoghese, fallendola miseramente tanto da cambiare tecnico tra andata e ritorno degli ottavi contro il Napoli. Da Villas Boas a Roberto Di Matteo, allenatore subentrato e subito vincente. Proprio come Avram Grant. Il resto dEuropa avvertito: attenzione al Chelsea scosso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Andr Villas Boas, 34, allandata al San Paolo REUTERS

Roberto Di Matteo, 41, ieri a Stamford Bridge REUTERS

Mazzarri: In Coppa meritiamo un 8


Il tecnico del Napoli: Quelli del Chelsea sono fuoriclasse, noi sfortunati e poi sovrastati
DAL NOSTRO INVIATO

ALESSIO DURSO LONDRA

Coraggioso, aggressivo, reattivo. Bello nella sofferenza. Virt ognuna delle quali impreziosisce la sua storia. E il Napoli da combattimento, fuori dalla Champions League a testa alta, ma fiero di aver lottato senza risparmio di energie al cospetto dei fuoriclasse del Chelsea. Raccontare una notte cos, che poteva essere magica, complicato. Il cuore non basta, lepilogo amaro. Eppure alla squadra di Walter Mazzarri vanno riconosciuti meriti importanti.
Difficolt Lo si capito fin dai

primi istanti del match. Non sarebbe stato facile, affatto. Nel confronto con il Chelsea torna-

to concreto con la cura Di Matteo, il Napoli ha fronteggiato con tutte le forze a sua disposizione sotto la pressione eccezionale di uno stadio colmo di passione inglese. Lallenatore Mazzarri, riabilitato dal Tas di Losanna e ieri regolarmente in panchina, dice: Sullo 0-0 abbiamo sbagliato due palle gol, poi si fatto male Maggio e mentre facevo il cambio abbiamo preso gol. Il primo tempo andato bene, nella ripresa abbiamo subito e loro ci sovrastavano. Abbiamo preso qualche calcio dangolo di troppo. Qualcosa abbiamo fatto e stavolta venuta fuori lesperienza del Chelsea. Loro sono fuoriclasse, ma se anche a noi fosse andato bene qualche episodio... Invece siamo stati sfortunati. La squadra merita un grande applauso per come ha

affrontato questa esperienza europea, soprattutto se pensiamo al girone che abbiamo avuto nella fase iniziale. Al Napoli do un 8 in Champions. Oggi abbiamo pagato il gap di esperienza, davanti alle forte responsabilit che avevamo, in un campo e in una bolgia del genere, c stato qualche errore di troppo dovuto allingenuit. Non siamo stati neanche cinici, abbiamo creato 4-5 palle gol nitide su un campo come quello del Chelsea. E loro in difficolt riuscivano sempre a spazzare via la palla e poggiarsi su Drogba. Sul 2-1 ci abbiamo provato, abbiamo avuto anche unottima occasione con Zuniga, ma stasera girava male. Anche nei supplementari abbiamo avuto con Hamsik la palla per passare: in altre occasioni magari invece di usci-

re quel pallone sarebbe entrato in rete. Negli spogliatoi ho cercato di tirare su il morale dei ragazzi, perch hanno davvero dato tutto.
Futuro Il Napoli ha raccontato ai suoi tifosi una bella storia di calcio, piena di talento e giornate memorabili, da quella di Manchester a quella di Villarreal. Il calcio come la vita: si sale e si scende. Ma la squadra di Mazzarri ha gettato le basi per un futuro da big del calcio europeo. La nostra stagione? Ora abbiamo 11 finali da fare e una Coppa Italia col Siena. Daremo il massimo come al solito. Comunque dopo 21 anni abbiamo eguagliato il record di Maradona e questo ci rende orgogliosi. Forse meritavamo di pi, ma va bene.

Walter Mazzarri, 50 anni, concentratissimo mentre il Napoli soffre REPOPRESS

RIPRODUZIONE RISERVATA

PASSIONE NAPOLETANA

Lesodo dei 5 mila Ma londa azzurra si ferma a Londra


Chi non riuscito a entrare ha visto la partita nei pub Tifosi perquisiti 7 volte nel pre-gara
DAL NOSTRO INVIATO

LONDRA

Cartoline da Londra. Volti delusi, difficile spiegare certi sguardi. I 5mila tifosi del Napoli hanno lasciato lo Stamford Bridge col capo chino, ma orgogliosi dei loro beniamini. Le avanguardie dei supporter napoletani avevano raggiunto Londra gi sabato, plotoni di amici-turisti-tifosi a caccia di un sogno possibile. Che ieri, al culmine della sofferenza in tribuna, non si realizzato.
Sicurezza Linvasione azzurra andata in scena lungo una giornata indimenticabile: alla fermata della metropolitana di Fulham, a pochi passi dallo Stamford Bridge, il popolo azzurro si avvicinato allimpianto con ordine e compostezza alla squadra. Misure di sicurezza eccezionali sono state adottate dalla Polizia inglese. Agenti a cavallo a lato di corridoi piuttosto stretti hanno regolato lafflusso dei tifosi, addirittura tra varchi di prefiltraggio, cancelli e tornelli, i sostenitori napoletani sono stati perquisiti per ben 7 volte.

II pullman del Napoli a Stamford PLP


Abbraccio Un via-vai di napoletani per le vie del centro, sciarpe celebrative al collo in bella mostra e cori dincoraggiamento, fin dentro lo stadio, dove i 2.300 tifosi azzurri muniti di biglietto per il settore ospiti si sono scatenati facendo sentire il loro calore ai propri beniamini. Gli altri protagonisti azzurri sugli spalti hanno trovato posto in settori diversi e, comprimendosi e camuffandosi, hanno vissuto la loro serata di passione (alcuni pub nel pomeriggio avevano vietato lingresso ai supporter partenopei). Chi non riuscito a comprare il biglietto ha visto la gara nei locali della citt: la missione di far sentire comunque la propria vicinanza alla squadra con cori e applausi, specie allarrivo in pullman, perfettamente riuscita.
a.du.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

7
#

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI

il Film
Napoli di Coppa Quattro perle prima dello stop a Stamford Bridge
14 settembre 2011 Manchester City-Napoli 1-1 Lesordio in Champions del Napoli indimenticabile. Sul campo del Manchester City, gli azzurri giocano benissimo: traversa di Lavezzi, salvataggio sulla linea di Kompany, poi il gol di Cavani e il pareggio di Kolarov su punizione REUTERS
DAI NOSTRI INVIATI

22 novembre 2011 Napoli-Manchester City 2-1 Al San Paolo, splendida impresa della squadra di Mazzarri: 2-1 agli inglesi di Mancini che di fatto vengono eliminati dalla Champions: Cavani segna una splendida doppietta, in mezzo il momentaneo pari di Balotelli ANSA

7 dicembre 2011 Villarreal-Napoli 0-2 Il Napoli approda agli ottavi di finale: al Madrigal la squadra di Mazzarri vince grazie alle reti di Inler e Hamsik
AFP

21 febbraio 2012 Napoli-Chelsea 3-1 Landata degli ottavi di Champions certifica la crescita del Napoli: Chelsea avanti con Mata, poi Lavezzi, Cavani e ancora il Pocho ribaltano il risultato LAPRESSE

STEFANO BOLDRINI MIMMO MALFITANO LONDRA

Stavolta davvero a nuttata. Lunga, amara, un incubo. Una notte difficile da digerire dopo aver sognato in grande. Centoventi minuti per bruciare un sogno ed uscire dallEuropa. Si saluta la Champions a Londra, la citt pi cosmopolita del Vecchio continente, quella dove sali su qualsiasi metropolitana e sembra di fare il giro del mondo: accanto ti siede un indiano, di fronte c un cinese, in piedi c un boliviano e quello che legge il giornale sempre un inglese. una notte che fa male perch il giorno aveva illuso: era salito il sole, il cielo era diventato azzurro, mancava solo il Vesuvio. E invece ha vinto la regina: scacco matto al Napoli, tutti a casa e ciao Champions.
Il capitano Ecco Paolo Cannavaro, il capitano: Di occasioni ne abbiamo avute tante, ma non siamo riusciti a sfruttarle.

De Laurentiis: Champions mia, ci rivedremo


Ai ragazzi ho detto: voglio rigiocarla lanno prossimo. Napoli inesperto? Niente alibi

gol in questa edizione di Champions per Inler (a segno in Villarreal-Napoli 0-2, decisiva per la qualificazione agli ottavi)

su otto le gare in cui il Napoli ha segnato almeno una rete in questa edizione della Champions League

litaliana nei quarti, il Milan. Nel 2006-2007 lultima volta di due club italiani tra le migliori otto dEuropa: Milan e Roma.

C stato anche qualche errore ed venuto fuori questo risultato. In occasione del secondo gol siamo stati frastornati dal caos. In questo campo non si sente nulla. stata chiamata la palla, ma lo Stamford una bolgia e Terry ci sfuggito. Peccato, davvero. Ora per faremo il possibile per arrivare terzi e tornare in Champions. Abbiamo visto che giocare in questi palcoscenici la cosa che un giocatore desidera di pi. Concetto ribadito da Morgan De Sanctis: La Champions ci tanto piaciuta che vogliamo tornarci presto. Abbiamo 11 finali per giocare quella del prossimo anno. La delusione c tutta, anche se Aurelio De Laurentiis dice diversamente. Ma no, per noi stata una bella esperienza. Il Chelsea un club che ha maggiore conoscenza di una competizione cos importante come la Champions, ha detto il presidente del Napoli. Parole, ovvio, che nascondono lamarezza per un obbiettivo, quello dei quarti di finale, a cui un po tutti avevano creduto. Ma, non bastato, il Chelsea ha

prevalso con intelligenza ed esperienza. La nostra organizzazione di gioco stata sicuramente migliore di quella del Chelsea. Ma se lasci loro spazi molto ampi, finisci per pagarla.
Rigore si Ha pure ammesso,

De Laurentiis, che la direzione dellarbitro stata buona: Il rigore cera e non posso assolutamente lamentarmi dellarbitro. Comunque, ripeto, stata una bella esperienza e invece di abbatterci dobbiamo trovare la forza di ripartire proprio da qui. Lho detto ai ragazzi che nulla stato compromesso, che abbiamo ancora in piedi il campionato e la Coppa Italia. Purtroppo il 3-1 dellandata non bastato. Questa non la considero una sconfitta. Accetto il verdetto del campo. Infine, la conferma di Mazzarri: Il mio programma andr avanti con lui, ha detto il presidente che ha voluto riconoscere allallenatore i meriti di questavventura europea finita, comunque, senza rimpianti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI


le Pagelle
di NICOLA CECERE

CHELSEA DAVID LUIZ E TERRY DANNO LA CARICA, RAMIRES SEMPRE PERICOLOSO 8 omossa tattica La Allenatore Di Matteo
Il Chelsea lavora sulle fasce con le sovrapposizioni dei terzini: nel primo tempo Cole a sinistra (e da l arriva il primo gol), nella ripresa pi con Ivanovic a destra. Il suo capolavoro. Ha ridestato un gigante che dormiva, con soluzioni diverse dal passato e con mosse e correzioni durante il match. Ricava il massimo dai difensori: complimenti.

h 8 Ivanovic Il migliore
E da una delle sue tante incursioni che nasce il rigore del 3 1. Ed lui che schianta i sogni del Napoli realizzando la rete della clamorosa qualificazione: firma le azioni della rimonta.

Compie unautentica impresa, risorgendo dalle sue ceneri: per una notte ritrova classe e colpi decisivi dei suoi vecchi campioni

6,5
Cech
Protagonista nella prima mezzora di un paio di interventi di piede con i quali argina le conclusioni di Hamsik (dal limite) e Lavezzi (diagonale da destra). Poi la partita non gli offre altre opportunit significative per mettersi in mostra. Sempre attento e sicuro, comunque

7,5
David Luiz
Riscatta alla grande le esitazioni e gli errori dellandata arrivando in anticipo su quasi tutti i passaggi diretti a Cavani o Lavezzi. D una mano anche in tutte le mischie nellarea azzurra e soprattutto trasmette ai compagni una eccezionale carica agonistica.

7
Terry
Un altro difensore goleador, come Ivanovic: il veleno che ammazza gli azzurri arriva da lontano. Da bravo capitano trasferisce ai compagni sicurezza e positivit. Eccellente tempista, allandata non gioc. E si visto quanto sia pesata quellassenza (Bosingwa 6).

6
Cole
E quello che brilla meno nel senso che si limita a presidiare la sua zona preoccupato essenzialmente di non far scattare Lavezzi sulla corsia laterale. Viene sorpreso un paio di volte nella prima mezzora poi riesce a prendere le misure giuste e la fascia viene sigillata.

6
Essien
Nel primo tempo gioca da morto che cammina: sembra proprio un calciatore senza benzina. Invece un diesel che col passare dei minuti si scalda e riesce a fornire un contributo positivo anche se non mai travolgente. Insomma fa da spalla al pi tecnico Lampard.

6,5
Lampard
Rigorista di provata esperienza non tradisce nemmeno stavolta e realizza dal dischetto il 3 1 che conferisce nuovo slancio al Chelsea. La rete della svolta, certo, e per questo gli diamo mezzo voto in pi. La prestazione globale, in realt, appena sufficiente.

5
Sturridge
Il meno brillante. Ha subito una ghiotta opportunit (5) nellarea azzurra ma calcia debolmente seppure cercando langolino basso e cos De Sanctis pu arrivarci. Il resto della partita una sorta di vorrei ma non ci riesco. Fino al cambio.

5,5
Mata
Piazzato alle spalle di Drogba, come lui ama stare, si rivela evanescente e prolisso nelle giocate. Mai qualcosa di determinante, un passaggio ispirato, un dribbling vincente. Sostanzialmen te lo spagnolo resta ai margini della gara e il cambio arriva fin troppo tardi.

6,5
Ramires
Furbo come uno scugnizzo napoletano. Azzoppa Maggio entrandogli sulla gamba quando avrebbe potuto evitarlo. Poi approfitta della menomazione dellavversario per confezionare il cross del primo gol. Altre iniziative pericolose nel prosieguo della sfida.

7,5
Drogba
A parte la bellissima girata di testa rompighiac cio incide sulla gara con tutto il suo peso atletico e di esperienza tenendo costantemente sul chi va l i difensori azzurri e influenzando anche le decisioni arbitrali. Suo il passaggio del quarto gol.

6,5
Torres
D la scossa quando il Napoli sembrava in grado di arrivare fino in fondo sull1 2. Niente di travolgente o particolarmen te pericoloso per incide. Gli togliamo mezzo voto per la rete che si divora a pochi istanti dal novantesimo sullunico errore di De Sanctis.

6
Malouda
Va a rimpiazzare lo spento fantasista Mata. Il francese d una mano ad alimentare lassalto per la qualificazione organizzato da Di Matteo nei supplementari e quando arriva il 4 1 arretra per dare una mano ai difensori. Come gli altri attaccanti, del resto.

Tradita dai suoi tenori, la squadra lotta, ci crede, soffre, si riprende, becca due gol e un rigore sui cross, come con il Cagliari...

NAPOLI GARGANO UN MURO, DE SANCTIS FA I MIRACOLI omossa tattica La


Allinizio dei supplementari, Hamsik si sposta dalla posizione dietro le punte, dove ha faticato a trovare palloni e spazi, pi sulla zona di destra, rendendosi subito pericoloso.

LA VERA STECCA DI HAMSIK


5
Allenatore Mazzarri
Mette i migliori, cambia schema e pur giocandosela senza mai rinunciare a offendere vede la sua squadra calare alla distanza. Nella fase decisiva mancata la sua proverbiale carica.

h 7,5 Inler Il migliore


Con il gol il Napoli arriva fino ai supplementari. Una esecuzione perfetta al momento giusto: peccato non sia servita. Una regia quasi impeccabile, lerrore pi vistoso lo commette al 120...

7
De Sanctis
Al 5 gi al proscenio: destro angolato e rasoterra di Sturridge, lui riesce a deviarlo arrivando in tuffo. Nella ripresa, quando il Chelsea diventa arrembante si esibisce in un doppio salvataggio su Ivanovic e Drogba. Nel supplementare esce a vuoto su Torres.

5,5
Campagnaro
Vorremmo tutti scendere in campo ad abbracciarlo quando due minuti dopo lo 0 1 anticipa Drogba appostato a mezzo metro dal palo destro. Poi a inizio ripresa vorremmo tutti gridargli solo! quando regala al Chelsea langolo del raddoppio. Un errore alla lunga importante.

5,5
Cannavaro
Vedi sopra. Il suo salvataggio a pochi centimetri dalla linea arriva a pochi secondi dallintervallo. Nella ripresa si creano molte mischie nellarea azzurra, che diventa rovente. E l il capitano perde qualche colpo, specie sui traversoni.

5,5
Aronica
Viene anticipato da Drogba sul gol: certo, il cross di Ramires era proprio ben fatto, difficile da anticipare. Dalla sua parte, con lentrata di Torres, gli inglesi sviluppano la maggior parte degli attacchi, lui ne paga le conseguenze. (Vargas s.v. Mossa della disperazione)

6
Maggio
Protagonista della prima mezzora sia per le chiusure che per lazione di spinta. Da una sua percussione nasce la palla gol per Cavani (13) chiusa sullesterno rete. Commette solo un piccolo errore, uno stop imperfetto, sul quale Ramires entra duro e lo azzoppa.

7
Gargano
Cento palloni recuperati, un lavoro incessante anche in fase di propulsione. Certo nella fase critica di met ripresa qualche contrasto lo perde ma il Chelsea alimenta la sua pressione soprattutto sugli esterni rendendosi conto che centralmente non si passa.

5
Zuniga
Inizia in modo molto guardingo a guardia della fascia mancina anche perch Ivanovic si sgancia spesso e volentieri. Con luscita di Maggio si sposta sulla destra dove trova Ramires e si preoccupa di bloccarne le velleit. Ha loccasione all80 ma tira su Lavezzi.

4,5
Hamsik
Quel sinistro al volo uscito di poco a inizio primo tempo supplementare ha fatto sognare una citt. Parte trequartista, poi si sposta, si eclissa, ricompare qua e l. Non il contributo che ci si aspettava e purtroppo gli gi capitato di steccare match importanti.

5,5
Cavani
Al 13 gli arriva da destra il suggerimento giusto (Maggio) lui impatta col mancino e prende lesterno della rete. Nel prosieguo non gli capita una chance cos ghiotta e si smarrisce un po, ma non si pu massacrare un centravanti che al 102 sventa un contropiede.

5,5
Lavezzi
Inler lo lancia in modo perfetto al quarto dora, il Pocho si invola, entra in area e piazza il rasoterra proprio addosso al portiere. Il segnale che la serata non sar propizia in zona gol. Ed era l che serviva di pi. Niente da dire sullimpegno, sempre strenuo.

4,5
Dossena
Entra a rilevare lo sfortunato Maggio azzoppato da Ramires qualche minuto prima dell1 0. Cerca la spinta fino al fondo come sua abitudine, ma la notte non gli sorride. Dalle sue parti Ivanovic una furia e lui deve soccombere. E sul rigore (mani), andava espulso.

s.v.
Pandev
Entra nel secondo tempo supplementare al posto dellormai spento Hamsik. Si vede soffiare la palla giusta da... Cavani su un allungo di Lavezzi. Poi solo bagarre e non ci sono i palloni da giocare se non andandoli a prendere in difesa. Ingiudicabile.

TERNA ARBITRALE: BRYCH 5,5 Grave errore quando per due volte su falli di mano non mostra a Dossena il secondo giallo. Manca anche una punizione dal limite per il Napoli nel finale. Pickel 6 - Borsch 6

SORTEGGIO DOMANI GLI ACCOPPIAMENTI DI QUARTI E SEMIFINALI: POSSIBILE DA SUBITO ANCHE IL DERBY TRA LE BIG DELLA LIGA

Spagnole da evitare nellurna, il Milan sogna lApoel


I ciprioti sono i pi abbordabili, con Marsiglia e Benfica. Bara e Real i pericoli
DAL NOSTRO INVIATO

potrebbe far saltare tutti i piani. Perch dora in poi non c nessun divieto: niente teste di serie, possibili i derby tra squadre dello stesso Paese (quindi anche Bara-Real), possibile qualunque incrocio. E possibile quindi che le grandi emozioni si consumino subito.
Pi democrazia Il derby in vista

FABIO LICARI MADRID

C una finale scritta da tempo per questa Champions, Barcellona-Real Madrid, sfida numero 12 del ciclo Guardiola-Mourinho in due anni (lundicesima sarebbe in campionato). Ma il sorteggio di domani quarti e semifinali assieme come in un tabellone tennistico

uno soltanto, quello spagnolo. Per il resto una Champions frammentata come mai: Italia (Milan), Germania (Bayern), Portogallo (Benfica), Francia (Marsiglia), addirittura Cipro (Apoel), mai successo nei quarti. In totale 7 nazioni, record assoluto. Sembra di essere tornati ai tempi della Coppa Campioni, quando par-

tecipava solo chi aveva vinto lo scudetto e in semifinale cerano greci e scozzesi. Soffrono le grandi (Inghilterra soprattutto, costretta a fare i conti con un calendario intasato). A meno che, come dice Platini, non sia solo questione di cicli. In ogni caso: il torneo meno spettacolare ma pi democratico. Dal 2015, con la nuova formula ancora da inventare, chiss.
Apoel-Marsiglia? Per il Milan

IL BORSINO DEL SORTEGGIO

tra Marsiglia, non gran cosa visto contro lInter, e Benfica, meno solido ma imprevedibile. Il Chelsea abituato alla Champions, ma sembra preferibile al Bayern che ha ripreso a correre e sente la prospettiva di giocare la finale in casa.
Ranking Leliminazione del Napoli non aiuta di sicuro una situazione gi complessa. LItalia resta al quarto posto dietro Inghilterra, Spagna e Germania, con circa 12 punti di ritardo dalla terza e quindi inevitabilmente condannata a soli tre club in Champions anche nel 2013-14. Per la riscossa, a questo punto, non resta che il Milan (e magari lUdinese oggi).
GDS RIPRODUZIONE RISERVATA

non c dubbio che Bara e Real siano gli spettri da sfuggire. Il sogno unautostrada verso la finale che comprenda lApoel (ha eliminato il Lione ma sicuramente meglio di Messi e Cristiano Ronaldo) e poi una

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI

Buona la prima di Di Matteo Il Chelsea adesso suo


Dimenticato Villas Boas: vittoria anche allesordio europeo. Ecco lo spirito Blues
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

GIOIA AL FISCHIO FINALE

CHE FILOTTO

E la bestia nera degli azzurri Ora sono 5 su 5


Roberto Di Matteo si conferma la bestia nera del Napoli. Da giocatore, nella Lazio, il centrocampista ha sempre battuto i partenopei in quattro confronti. Una serie iniziata il 7 novembre 1993 con Napoli Lazio 1 2 e chiusa il 5 maggio 1996 con Lazio Napoli 1 0, proprio con un suo gol. In mezzo altri due successi, di larga misura. Lazio Napoli 3 0 il 20 marzo 1994 e Lazio Napoli 5 1 il 16 ottobre 1994. Ieri la striscia vincente di Di Matteo contro il Napoli si allungata a cinque. Questa volta da allenatore. Forse il presidente Abramovich, quando ha deciso di cambiare Villas Boas, ha dato unocchiata a questa statistica...

Roberto Di Matteo, 41 anni, abbraccia Drogba AP Frank Lampard, 33 anni, esulta: ai quarti IMAGE SPORT

STEFANO BOLDRINI LONDRA

Old guard. Nella sera pi difficile della sua recente storia, il Chelsea vive un mercoled da leoni con i suoi grandi vecchi: Drogba, Terry, Lampard, Ivanovic. Sono 126 anni in 4: Drogba (34) il pi anziano, Ivanovic (28) il pi giovane. Sono loro che trascinano i Blues nei quarti di Champions e ridanno lustro, per una notte, al calcio inglese. Ma dietro al sussulto dorgoglio di una ciurma di giocatori che dal 2004 stanno recitando da protagonisti, c un allenatore italiano nato in Svizzera, ma di origine abruzzese. Cocciuto e temerario, in dieci giorni Roberto Di Matteo ha rimesso in piedi il Chelsea dopo il fallimento di Villas Boas. Tre vittorie su tre, squadra avanti in Coppa dInghilterra, ma soprattutto tra le prime otto in Europa. Da ieri licenziarlo sar pi difficile. Al fischio finale, era impazzito di felicit. Ha portato in trionfo, Drogba. Ha baciato Terry, il capitano. Ha persino abbracciato Fernando Torres, viso pallido di questo Chelsea. la vittoria pi importante da allenatore di Di Matteo, luomo che non dice buongiorno per non compromettersi: Notte storica per noi. Sapevamo che era difficile, ci voleva una grande prestazione ed arrivata. Salvato dai senatori? Drogba, Terry e Lampard sono giocatori di qualit. Non avevo dubbi sul loro rendimento. Sono contento per loro, ma non sarebbero bastati loro senza la squadra. stata una battaglia e labbiamo vinta. Il calcio uno sport di gruppo, c sempre bisogno di undici giocatori. chiaro che nelle difficolt lesperienza internazionale conta e i miei giocatori lhanno dimostrato. Tattica e modulo nuovi? Ci serviva solidit in difesa rispetto al passato. Dovevamo togliere spazi agli avversari, sapevo che davanti i gol sarebbero arrivati. Ecco perch ho aggiunto un centrocampista rispetto a prima, anche perch il Napoli ha giocatori dattacco fenomenali e Cech ha fatto delle parate decisive. una grande soddisfazione. Abbiamo giocato la partita che volevamo. stata una battaglia. Il Napoli un grande avversario,

ma questa stata una notte da Chelsea. Abbiamo costruito la storia vincendo una partita come questa. I giocatori hanno dato davvero tutto e chiuso con i crampi e negli spogliatoi non si reggevano pi in piedi. Sono stati fantastici.
Il vecchio campione Ecco Lam-

pard, il vecchio leader che Vil-

las Boas aveva accantonato. Ha segnato il gol numero 14 nelle fasi ad eliminazione diretta di Champions: un successo di importanza straordinaria. Era una serata cruciale ed era importante andare avanti in Champions. Questo successo pu essere il punto di partenza per costruire qualcosa dimportante. Ora avanti in Cham-

pions e c sempre la Coppa dInghilterra. Possiamo dare un senso a questa stagione. Lorgoglio inglese scuote i colleghi di altre squadre. Accade limpensabile, almeno per la cultura calcistica italiana. Giocatori di altre squadre di Londra rivolgono i complimenti al Chelsea. Scrive Wilshere dellArsenal su twitter: Al gol di

Lampard sono saltato in piedi. Andiamo Inghilterra. Sono contento che almeno un club arrivi ai quarti di Champions. Ed ecco Joey Barton del QPR, sempre su twitter: Chelsea fantastico. Fair play da parte di Di Matteo. Ma anche il Napoli deve essere orgoglioso per come ha giocato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

STRANO PRE-PARTITA

Il Napoli protesta: troppo caldo negli spogliatoi


Curioso retroscena nel prepartita di Chelsea Napoli: il club azzurro, infatti, avrebbe protestato con i delegati Uefa presenti a Stamford Bridge a causa del riscaldamento nello spogliatoio. Secondo il Napoli, la temperatura nello spogliatoio riservato agli azzurri era eccessivamente alta e i tecnici dello stadio hanno impiegato pi di mezzora per risolvere il problema.

10

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

CHAMPIONS LEAGUE OTTAVI DI FINALE


LE CIFRE E LE CURIOSITA

Tutte le meraviglie di S
il Film

Non basta De Sanctis La solitudine del portiere La parata pi difficile su una girata in acrobazia di Drogba

Che coordinazione! Inler perfetto di controbalzo Lo svizzero riapre la partita con un bolide potente e preciso

Drogba, zuccata-gol e assist per Ivanovic


Livoriano anticipa Aronica e porta in vantaggio il Chelsea Nei supplementari inventa dribbling e cross per il difensore
ANDREA SCHIANCHI

Stamford Bridge si veste, per una notte, da Teatro delle Meraviglie. Colpi di tacco, dribbling, assist, tiri al volo, parate da Superman: se ne

vedono di tutti i colori e, al di l del dispiacere per leliminazione del Napoli, non resta che inchinarsi di fronte alle due squadre. Il pubblico non si annoiato per un solo istante. Centoventi minuti di adrenalina pura e di bellezza rara. A

cominciare dalla zuccata di Drogba che apre la sfida anticipando Aronica sul cross da sinistra di Ramires. Perfetto il movimento del centravanti che capisce dove finir il pallone prima ancora che questo si stacchi dal piede del compa-

gno. De Sanctis pu soltanto inchinarsi davanti a una simile prodezza. Certo, una maggiore attenzione difensiva, considerando che il Napoli dovrebbe proteggere il vantaggio accumulato al San Paolo, sarebbe necessaria. Come si fa

Il volo in area Drogba apre le danze Cross dalla sinistra di Ramires, corsa in anticipo di Drogba che brucia Aronica per l1-0 ANSA

i numeri
POSSESSO PALLA

CHELSEA

57%
PASSAGGI LUNGHI

Dovendo rimontare l1-3 subito allandata era logico attendersi che il Chelsea tenesse il controllo della partita. I Blues hanno dominato soprattutto in mezzo al campo con Lampard ed Essien. Il Chelsea di Di Matteo ha puntato soprattutto sulla fisicit dei suoi giocatori offensivi. E li ha cercati con lanci lunghi direttamente dalla difesa. Sia Terry sia David Luiz sono stati i primi a innescare Drogba. Partita da autentico trascinatore e, nei momenti di difficolt della sua squadra, eccolo difendere il pallone, subire il fallo per far rifiatare i compagni. Questa stata la prestazione di Didier Drogba. Gran faticatore in mezzo al campo, Essien ha recuperato ben 8 palloni, consentendo cos alla sua squadra di andare subito al contrattacco. Essien, davanti alla difesa, stato indispensabile. Quando perdi 18 palloni come Lavezzi difficile pensare a una bella serata. Troppe volte il Napoli ha avuto la possibilit di colpire in contropiede e troppe volte lazione si fermata a un passo dalla conclusione.

CHELSEA

77%
FALLI SUBITI

DROGBA

8
PALLONI RECUPERATI

ESSIEN

8
PALLONI PERSI

LAVEZZI

18

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

11

Stamford Bridge

IL TABELLONE LA FINALE A MONACO DI BAVIERA

Il tempismo del capitano Il colpo di testa di Terry non perdona Calcio dangolo regalato dal Napoli e il Chelsea si porta sul 2-0: perfetto lo stacco di testa di Terry, in anticipo sui difensori

a concedere un vantaggio di due metri a un animale darea come Drogba?


Fisico e tecnica E livoriano

butta dentro il gol del 4-1.

Gazzetta.it
LE EMOZIONI DI CHAMPIONS SUL NOSTRO SITO
Rivivete le magie delle notti di Champions League . Da Londra i video con le interviste ai protagonisti della sfida tra Chelsea e Napoli e i commenti dei tifosi. E sul match di Stamford Bridge trovate anche una ricca gallery fotografica con gli scatti pi belli della serata londinese. Inoltre potete votare il miglior giocatore del ritorno degli ottavi di finale di Champions League.

Coordinazione Ma ci sono an-

punteggia la partita con altre piccole perle. Nel secondo tempo una girata al volo di sinistro, ricadendo dopo un contrasto aereo, che De Sanctis riesce a deviare in calcio dangolo, e non si sa davvero come faccia... In questa circostanza Drogba compie un grande gesto atletico (saltare con lopposizione di un avversario e mantenere il controllo del pallone unimpresa) e d un saggio di eccezionale abilit tecnica (calciare al volo, di sinistro, proprio complicato). Altra perla regalata da Drogba: il dribbling sulla destra, nei tempi supplementari, e la rapidit di passaggio al centro dellarea dove Ivanovic solo soletto e

che le bellezze mostrate dal Napoli. Oltre alla stupenda parata di De Sanctis su Drogba, cui abbiamo gi accennato, c il gol di Inler. Perfetto il tiro di destro da fuori area, lo svizzero riesce a mantenere la coordinazione e a colpire in controbalzo con buona potenza e ottima precisione. E il gol che rid speranza al Napoli, ed anche un bellissimo gesto tecnico. Cos come belli, allalba della partita, sono un paio di contropiede del Napoli che sgomma in velocit e arriva rapidamente alla conclusione trovando lopposizione di Cech. Iniziative importanti che, tuttavia, a poco servono per superare il turno. Il Napoli si ferma, il Chelsea si accomoda nei quarti di finale.
RIPRODUZIONE RISERVATA GDS

LE EMOZIONI DAGLI ALTRI CAMPI


1

1. Lesultanza di Ribery e Mario Gomez, autore di 4 reti nel 7-0 che il Bayern Monaco ha rifilato al Basilea. 2. La delusione di Esteban Cambiasso dopo leliminazione subita per mano del Marsiglia. Ai nerazzurri non bastato vincere 2-1 dopo lo 0-1 dellandata. 3. La gioia di Cristiano Ronaldo, protagonista con due gol nel 4-1 del Real Madrid ANSA

12

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

CHAMPIONS RITORNO OTTAVI


le Pagelle
DI FILIPPO MARIA RICCI

OZIL ISPIRATO, QUALITA KAKA TOSIC HA LA MIRA GIUSTA


REAL MADRID 7
CASILLAS 5.5 La serata non richiede grande concentrazione, per non sembra attentissimo. ARBELOA 6 Controlla Tosic, spinge raramente. PEPE 6 La pessima serata di Doumbia gli evita imbarazzi. SERGIO RAMOS 6.5 La 50a partita di Champions decisamente agevole. MARCELO 7 Pochi pensieri con Musa, tanta spinta. KHEDIRA 7 Partecipa molto di pi al gioco: il passaggio a Kak nella rete di Higuain da manuale. XABI ALONSO 6.5 Diffidato, si fa ammonire per unentrata tanto evitabile quanto scomposta. Macchia in una buona partita.

CSKA 5
CHEPCHUGOV 4 Decisivo allandata con le sue parate, ieri una gran papera sul gol di Ronaldo. A. BEREZUTSKI 5 Diversi errori difensivi, apporto nullo in fase offensiva. V. BEREZUTSKI 5 Come il gemello, in costante affanno. IGNASHEVICH 6 E il pi attento dei quattro difensori, ma viene anticipato da Higuain sul primo gol. SCHENNIKOV 5.5 Arbeloa spinge meno di Marcelo, la cosa lo aiuta. MUSA 5 Un solo spunto brillante, concluso malissimo. OLISEH 5.5 Mezzora finale: la sua vitalit stavolta non incide. WERNBLOOM 5.5 Il randellatore dellandata non trova n palle n gambe. ALDONIN 5 Lo notiamo quando viene sostituito, dopo lintervallo. MAMAEV 5.5 Fa appena pi di Aldonin. IL MIGLIORE h 6,5 TOSIC Gli lasciano i calci piazzati, dimostra che la fiducia meritata con un gran gol da fuori. (Necid 6) DZAGOEV 5.5 Comincia molto bene, dura molto poco. E se non gira lui il Cska non ha luce. DOUMBIA 4.5 Ha subito la palla che potrebbe cambiare la vita dei russi, la spreca senza remore. Poi si ripete nella ripresa. All. SLUTSKI Le intenzioni di partenza sono buone, si esauriscono rapidamente.

Cristiano Ronaldo felice dopo il primo gol, un tiro scagliato da oltre trenta metri che il portiere russo Chepchugov non riesce a trattenere AFP

Higuain, Ronaldo e Benzema in gol Il Real sfrenato


Subito segna largentino, due reti di Cristiano, il francese subentra e timbra: Cska eliminato
REAL MADRID CSKA MOSCA
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Higuain (R) 26 pt; C.Ronaldo (R) 10 e 49, Benzema (R) 25, Tosic (C) 32 st REAL MADRID (4-2-3-1) Casillas; Arbeloa, Pepe, S.Ramos, Marcelo; Khedira, X. Alonso; Ozil (42 st Diarra), Kak (30 Granero), C. Ronaldo; Higuain (24 st Benzema). PANCHINA Adan, Albiol, Varane, Sahin. ALLENATORE Mourinho CSKA MOSCA (4-4-2) Chepchugov; A. Berezutski, V. Berezutski, Ignashevich, Schennikov; Musa (15 st Oliseh), Wernbloom, Aldonin (1 st Mamaev), Tosic (36 st Necid); Dzagoev, Doumbia. PANCHINA Revyakin, Semberas, Nababkin, Cauna. ALLENATORE Slutski ARBITRO Lannoy (Fra) AMMONITI X. Alonso (R) gioco falloso; Chepchugov (C) c.n.r., V. Berezutski (C) e Musa (C) gioco falloso
NOTE Spettatori 65mila circa. Angoli 2-3. Tiri in porta 6-3. Tiri fuori 6-3. Fuorigioco 8-3. Recuperi: zero pt; 4 st

4 1

DAL NOSTRO INVIATO

FABIO LICARI MADRID

Non affonda come il Leverkusen, non umiliato come il Basilea, ma il Cska non fa lo stesso una bella figura. Cancellato quanto di buono (e fortunato) era riuscito allandata compreso il gol di Wernbloom nel recupero , i russi si godono la gita a Madrid giocando una ventina di minuti e poi lasciando che Cristiano e soci facciano girare la palla a gran velocit. Non c naturalmente scampo con una tattica del genere, figlia anche del divario tecnico enorme che un po lascia pensare sul valore democratico della nuova Champions. Colpisce due volte CR7 (arrivato in stagione a quota 42), non mancano il centro Higuain e Benzema, e non c mai il dubbio che possa finire diversamente malgrado il temporaneo 3-1 di Tosic, lultimo ad arrendersi. Adesso, eliminati un

po di ospiti fuori luogo, comincia la Champions vera. Se il sorteggio non gioca brutti scherzi, comincia lennesimo Barcellona-Real.
Cska per poco Il Cska ci prova a restare in piedi. Per un quarto dora la strategia di Slutski, che non proprio uno sprovveduto, riesce. Il suo 4-4-2 si trasforma velocemente in un 4-2-4 con gli esterni (Musa e Tosic) altissimi e con Dzagoev, fenomeno annunciato ma mai in gara per 90, che si sfianca tra il ruolo di seconda punta e il pressing su Xabi Alonso. Per un po alla mediana del Real, sorpresa da tanto movimento, mancano i rifornimenti: non basta la libert concessa a Kak e Ozil, che si scambiano posizione tra centro e sinistra, per il break. Invece Doumbia, in eterno equilibrio precario, a sfiorare il gol. Un brivido. Finisce qui il Cska. E comincia il Real. CR insegue Messi Si parla tanto

di top-player. Ebbene, Higuain non sembra cos superiore a Matri, per fare un nome, per alla Juve c solo Pirlo che pu inventarsi un diagonale alto, a occhi chiusi, che taglia tutta la difesa, libera Kak e scatena largentino (26): nel Real ci riesce anche Khedira, uno che mezzo Bernabeu sacrificherebbe volentieri. Top anche Ozil, che danza con il pallone cercando sempre la profondit senza rinunciare alla quantit. Top sta cercando di tornare Kak. Top inevitabilmente Cristiano, super anche nella serata in cui insiste un po con i giochetti di gambe contro una difesa inaffidabile escluso Ignashevich. Se poi lo aiuta il povero Chepchugov, il migliore a Mosca ma disastroso qui, tutto pi facile: il portierino-baby si fa sfuggire la botta da oltre 30 metri come un principiante, e siamo 2-0. La sfida con Messi continua.
Top Benzema Top, infine, sicuramente Benzema che rispetto a Higuain ha una facilit di palleggio nello stretto da numero 10: entra e, in meno di sessanta secondi, firma il 3-0 con un doppio tentativo. Tosic si prende gli applausi con la gran botta da fuori, e la complicit di Pepe e Casillas, ma nel recupero Cristiano deve soltanto appoggiare il 4-1 offerto da Benzema. Rispetto allandata, oltre ai trenta gradi in pi (da -10 a +20), c tanto Cska in meno, almeno psicologicamente, e un Real disposto al sacrificio. Dopo aver cancellato lanno scorso la maledizione degli ottavi (sei eliminazioni di fila), adesso per Mou ha unaltra maledizione da battere. Comincia per B
RIPRODUZIONE RISERVATA

OZIL 7 Altra notte ispirata, suggellata dal 19 assist stagionale, a beneficio di Benzema. (Diarra, s.v.) KAKA 6.5 Lassist a Higuain e altre giocate di qualit. Eppure rimedia qualche ingeneroso fischio. (Granero, s.v.)

7 CRISTIANO RONALDO 7

IL MIGLIORE

Cerca il gol, ne trova 2. A segno da 7 partite, 42 gol centri stagionali. E sono 128 in 128 presenze col Real. HIGUAIN 6.5 Si vede poco, ma va a segno per la terza gara consecutiva sbloccando la situazione. BENZEMA 7 Entra al 69 e dopo 29 secondi segna il suo 5 gol in questa Champions. Chiude con lassist a Ronaldo. All. MOURINHO 7 Sceglie la stessa squadra della partita col Betis, vince con molti meno problemi.

TERNA ARBITRALE: Lannoy 7 Attento, preciso, non sbaglia praticamente nulla. Dansault-Cano 7-7

la Moviola
DI L.BOR.

Xabi Alonso, giallo giusto Salter landata dei quarti


Subito un episodio che fa scattare Mou dalla panchina: Ozil cade in area, ma Ignashevich lo sfiora appena. Arriva il gol di Higuain e sul lancio di Khedira per Kak largentino pi avanti, ma in posizione ininfluente, poi lassist del brasiliano dietro la linea del pallone: rete regolare. Berezutski rischia fermando in scivolata Ronaldo (sulle caviglie), larbitro Lannoy lo ammonisce. Ripresa. Xabi Alonso entra duro su Wernbloom, giusta

Lannoy ammonisce Alonso REUTERS


ammonizione che coster la squalifica allo spagnolo (diffidato) nellandata dei quarti. Sul gol numero tre, Benzema in linea quando riceve il passaggio di Ozil.

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13

14

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

UNANNATA DA ZERO TITULI

ERA IL 2010...

Quanto lontano lanno del Triplete


Sono passati solo due anni da quel Triplete indimenticabile, con lInter di Mourinho che vinceva Champions League,

scudetto e Coppa Italia. E invece sembra passato un secolo. La stagione che si era aperta con la sconfitta di Pechino in Supercoppa italiana contro il Milan si conclusa peggio. Fuori dalla Coppa Italia, a 17 punti dal Milan capolista in campionato, eliminata agli ottavi di Champions.

S
il 6 agosto 2011, il primo atto: Milan-Inter 2-1 per la Supercoppa italiana
BOZZANI

S
il 20 settembre 2011: la sconfitta per 3-1 a Novara costa la panchina a Gasperini LIVERANI

MORATTI SVOLTA: I
Serve qualcosa di nuovo e non bisogna aver fretta
Si pu pensare ad un futuro non in termini immediati, sapendo di non poter ottenere subito risultati importanti
ANDREA ELEFANTE MILANO

Idee cos non maturano in una notte. E non dipendono da una notte. Tutto quanto successo marted quando le luci di San Siro si sono spente sul gol di Brandao pu averle al limite fatte riemergere e solidificare nella mente di Massimo Moratti, che per gi da tempo sapeva di dover ragionare di nuove frontiere, nuove prospettive. Nuove scelte, anche. Abbandonarsi ai rimpianti solo la tentazione di un momento, anzi due. Quando il presidente riguarda il film della doppia sfida con il Marsiglia: Due gol a tempo scaduto in due gare contro la stessa avversarie penso sia un record: c stata anche una certa sfortuna, e non una scusa. E poi il film della stagione: E pensare che questo era un anno favorevole: l davanti si fermano tutte, e spesso. Ad avere la squadra forte, poteva essere facile vincere.
Non stiamo a piangerci su Ma la

quisti, e il presidente lo ha provato sulle sua pelle (o le sue tasche) in questi due anni. Perch per acquisti si deve intendere anche chi siede in panchina, e tanto dipende anche dal progetto che faremo con l'allenatore. Che pu avallare o meno quellidea, ma pure essere scelto in base a quellidea. Avr un peso anche lentit degli investimenti che Moratti potr e vorr dedicare allInter che sar; magari da nuove energie, perch il presidente non ha mai pensato ad un disimpegno, ma non esclude a priori, a certe condizioni, di cedere quote di minoranza della societ o di accogliere unulteriore sponsorizzazione, compatibile con i main sponsor gi presenti (Pirelli e Nike).
E se poi ci si pente? La certezza a prescindere oggi quellidea. Il tempo e i fatti diranno quanto , o quanto potr essere, anche forte, perch poi influiscono anche le ambizioni e le abitudini che uno ha, e magari dopo tre partite se non ti va molto bene cominci a pentirti. Cosa che potrebbe succedere anche rinunciando deliberatamente a correre per il terzo posto: Non qualificarci alla Champions per iniziare con pi convinzione a ricostruire? Non so cosa sperare, francamente... Ma no, speriamo di farcela: potrebbe comunque essere una dimostrazione di carattere da parte della squadra, se ce la fa. Ma Moratti lo dice con il tono scettico di chi sa che sar molto difficile, farcela.

Lespressione perplessa di Massimo Moratti. Il presidente col Marsiglia ha incassato lultima delusione. Ora pensa a un cambiamento PHOTOVIEWS

realt non accetta rimorsi, perch i se non fanno risultato: un anno cos, prendiamolo per quello che , senza stare a piangerci su. Possiamo solo pensare al futuro e se questi sono segnali, approfittiamone per capire cosa bisogna fare. Ecco, appunto: a fine stagione sar necessario mettere un punto e andare a capo e farlo con unidea forte potr essere pi facile. Lidea c, e non di marted

notte, perch uscendo dallo spogliatoio dopo aver dovuto ancora una volta consolare, non essere consolato, Moratti aveva detto candido: Non ho ancora la testa abbastanza fresca per poter fare analisi approfondite. Ma invece ne ha fatte, ed come dire che le aveva gi fatte prima.
Resteranno in parecchi Moratti

glia dire giocare partite difficili. Ma qualcosa di nuovo dovremo prendere e un'idea potrebbe essere anche quella di ragionare, con molta saggezza, su un futuro non in termini immediati, ma da affrontare con una squadra essenzialmente giovane: costruire dalle basi, pur sapendo di non poter ottenere subito risultati importanti.
Dipende dallallenatore Pi faci-

Diego Forlan, 32 anni, una delle facce di questa deludente stagione dellInter
IMAGE SPORT

non ha in testa chiss quali stravolgimenti: Parecchi giocatori rimarranno, perch resto convinto che oltre alla giovent, alla corsa, serva anche l'esperienza di chi sa cosa vo-

le pensando ad una realt semplice e cruda: Questanno non ne abbiamo comunque ottenuti. Pi difficile, semmai, sar indovinare anche tutti gli ac-

VERSO LATALANTA SI PARLA ANCORA DI TERZO POSTO, MA IL RISCHIO EUROPA E CONCRETO

6-0 CON IL LIVERPOOL

Stop a Sneijder e rombo, tira aria di 4-4-2


Oggi esami a Wes, senza il quale facile che Ranieri torni al classico Il nodo dei giovani
LUCA TAIDELLI MILANO

stringer Claudio Ranieri a rivedere i piani tattici. Proprio nel momento in cui aveva deciso di insistere con il rombo, il tecnico perde infatti il trequartista principe. Ora dovr valutare se provarci con Forlan o Alvarez (ma largentino lavora ancora a parte per il fastidio al ginocchio) oppure tornare a quel 4-4-2 che contro il Marsiglia ha funzionato.
Effetto terzo posto Le disamine

Soltanto oggi Wesley Sneijder si sottoporr agli esami strumentali per capire lentit dellinfortunio muscolare al quadricipite della coscia destra che lha costretto a lasciare il campo dopo unora scarsa contro il Marsiglia.
No Wes, no rombo? Non dovreb-

be essere una cosa particolarmente grave, ma lennesimo infortunio dellolandese co-

tattiche comunque passano in secondo piano di fronte alla questione di fondo. LInter crede ancora al terzo posto che varrebbe la prossima Champions o le dichiarazioni post Marsiglia erano soltanto di facciata e si va incontro a due mesi in cui pu succedere di tutto e il suo contrario. Da questo dipenderebbe anche lutilizzo degli uomini. Se il sogno terzo

posto prendesse consistenza facile immaginare che Ranieri vada avanti con lo zoccolo duro, mentre unaltra mini serie di risultati negativi potrebbe convincere il tecnico a dare spazio ai giovani, anche per capire chi da Inter. Poli e Obi qualche opportunit lhanno avuta, Alvarez era titolare prima di infortunarsi, mentre Ranocchia finito in naftalina, con conseguente rischio Europeo. Ieri i due erano tra i pochi che si sono visti alla Pinetina, insieme a Cordoba, Juan Jesus, Palombo e Guarin.
Oggetti misteriosi E proprio i tre misteriosi acquisti di gennaio rappresentano un capitolo a parte. Juan Jesus infatti rappresenta il futuro, ma sta ancora lavorando per ambientarsi e sgrezzarsi, Palombo anche col Marsiglia finito in tri-

buna. Ha giocato solo contro Roma e Catania, nel momento peggiore della squadra. Spera di avere altre occasioni, ma rischia di rimanere schiacciato tra la vecchia guardia nerazzurra e appunto la linea verde.
Paradosso Guarin Fredy Gua-

Champions dei giovani: Ajax in finale


LAjax (6 0 a Liverpool) la prima finalista della NextGen Series, la Champions League dei giovani alla quale partecipa anche lInter. I nerazzurri affronteranno il Marsiglia in semifinale mercoled alle 20 italiane a Griffin Park di Londra. La NextGen Series al primo anno, ma sta avendo successo, tanto vero che la semifinale di ieri cominciata con mezzora di ritardo per la gran affluenza di pubblico (5.300 persone) al St Helens Langtree Park. LAjax, che nei quarti aveva eliminato il forte Barcellona, ha avuto vita facile anche contro il Liverpool (3 gol Fischer, 2 Klaassen, uno su rigore, e 1 De Sa). Dalla prossima stagione la NextGen passer a 24 squadre, e ci sar anche il Chelsea, che ieri ha firmato un accordo triennale.

Wesley Sneijder, 27 anni, k.o. contro il Marsiglia LORENZINI

rin prima o poi invece sar in grado di giocare dopo il problema al polpaccio, ma paradossalmente tornerebbe disponibile quando appunto Ranieri dovr rinunciare a quel rombo che avrebbe esaltato le caratteristiche del colombiano. E anche vero che lo stesso allenatore marted notte ha spiegato: Avendo una costituzione fisica particolare, Guarin non potr tornare in campo prima di fine mese. Tanto di pazienza i tifosi interisti hanno dimostrato di averne tanta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

15 S

S
Gasperini via dopo 4 k.o. e 1 pari tra campionato, Champions e Supercoppa
ANSA

S
il 26 gennaio 2012: il Napoli vince 2-0 al San Paolo e lInter fuori dalla sua Coppa Italia
DE LUCA

S
il 17 febbraio 2012: il Bologna sbanca San Siro. sempre pi crisi in campionato
FORTE

Marted lincredibile uscita dalla Champions: 2-1 col Marsiglia, non basta
LINGRIA

NTER PIU GIOVANE


MATTEO DALLA VITE LUCA TAIDELLI MILANO

Maicon, Julio e Pazzini Nessuno pi incedibile


Chi ha il contratto resta (salvo maxi-offerte), per gli altri addio in vista. Ancelotti vuole lattaccante, lo United punta il portiere
to. Alvarez sar ancora interista, Zarate non verr riscattato coi 15,5 milioni previsti. Capitolo-Milito: non vuole mollare Milano, ma potrebbe tornare a giocare nel Racing Avellaneda, club che lha cresciuto.
Porta, rientri e baby Occhio a Julio Cesar: qualcuno racconta che ci possa essere unofferta da parte del Man United. Vera o no si vedr, ma se lui dovesse uscire potrebbe rientrare Viviano (a met col Palermo) che avrebbe come vice Bardi. Non da escludere una coppia JC-Viviano. A proposito di rientri: Caldirola torner dal Brescia (resta), Jonathan dal Parma (verr smistato), mentre su Coutinho decider il nuovo tecnico: lEspanyol vorrebbe il rinnovo del prestito, lInter no. Su Juan Jesus si decider: ha bisogno di testarsi giocando altrove da titolare, lInter valuter. Faraoni, Obi, Castaignos saranno nerazzurri; Poli verr riscattato dando 4,5 alla Sampdoria. Piace ma... Ed eccoci al capitolo

Detta come va detta: chi ha il contratto ha molte possibilit di restare, ma occhio alle offerte che arriveranno perch potrebbero esserci anche uscite clamorose. Un esempio? Facciamo tre: Julio Cesar, Ranocchia ma anche Pazzini, volendo registrare certi sussurri. Per lInter il Pazzo il futuro, ma occhio al Psg di Leonardo e Ancelotti che gi lo voleva al Chelsea. Insomma, ecco un giro dorizzonte attorno allInter attuale. Unattualit tutta in divenire.
Rinnovi e argentini Intanto, il ca-

dal Sudamerica (Brasile) potrebbe per far salutare le parti. Guarin, ora: riscatto fissato a 13,5 milioni, tanti soldi. LInter capir se tenerlo in questi mesi e, soprattutto, in base alle direttive di colui che sar il nuovo tecnico. Nagatomo? Resta ma deve crescere, mentre Palombo dovr uscire dal cono di oggetto misterioso: anche qui decider il futuro allenatore dellInter.

non manca chi crede in lui: compresi Juve e lo stesso Psg.


I nodi Deki-Wes Sneijder piace a

Forlan potrebbe andare in Brasile Ranocchia non vuole perdere un altro anno
Pazzo-Ranocchia Ora, le possibili sorprese. Ancelotti voleva Pazzini gi al Chelsea: sussurrano che, se non riuscir ad arrivare a Pato, andr diretto sullitaliano della Nazionale. C anche laspetto-Ranocchia: questa annata in nafatalina rischia di costargli lEuropeo. E comunque il centralone umbro non disposto a passarne unaltra ai margini. Anche perch altrove

pitolo rinnovi: fra Cordoba, Chivu, Castellazzi e Samuel dovrebbe prolungare il contratto in scadenza a giugno 2012 solo uno, largentino. In bilico il portiere, saluta il romeno, mentre il colombiano deve decidere se restare in societ. Cosa che prima o poi far Zanetti: il capitano resta da giocatore, come pare Cambiasso che - divenuto non pi intoccabile - entrato nella sfera di chi potr dare una mano anche a minutaggio ridot-

Moratti, e viceversa: un buon punto di partenza per uneventuale permanenza, per molto dipender da chi sar lallenatore prescelto. La variabile decisiva sar lentit di uneventuale offerta per il suo acquisto, perch in realt Wes uno dei pochi a poter avere buon mercato (anche se non quello di 2 anni fa, e svenderlo non si pu). Stankovic? Ha dimostrato di avere ancora da dare, a patto di avere pi collaborazione dai colleghi di reparto e di non dover giocare 40 partite allanno. Anche nel suo caso, dipender dallallenatore: il serbo resterebbe solo con la certezza di essere stimato, altrimenti valuter.
Maicon e gli ex... Chiosa con Lu-

dei dubbi forti. Primo esempio, Diego Forlan: potrebbe anche restare nonostante finora non abbia convinto. Una proposta

cio e Maicon: il primo ha il contratto, ma potrebbe avere richieste in Germania o dallInghilterra. Maicon un tormentone che dura da due anni: un suo ex tecnico (Mourinho o Mancini) potrebbe convincerlo a spostarsi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ANATOMIA NERAZZURRA: CHI RESTA E CHI PUO PARTIRE S R R


Julio Cesar Scadenza 2014 Ingaggio 4,5 Dipende da offerte super Zanetti Scadenza 2013 Ingaggio 3 Resta, ha 38 anni ma la benzina c Ranocchia Scadenza 2015 Ingaggio 1,5 Resta e va recuperato

R
Samuel Scadenza 2012 Ingaggio 3 Rinnover per almeno un anno

La Classifica
SQUADRE PT PARTITE G V N P RETI F S

28 Giornata
55 39 42 50 37 40 38 35 29 39 22 31 35 32 27 33 26 30 22 16 22 17 33 28 24 33 36 35 31 44 33 29 48 28 28 42 35 44 46 42 Sabato 17 marzo PARMA-MILAN (ore 18) FIORENTINA-JUVENTUS (20.45) Domenica 18 marzo, ore 15 CAGLIARI-CESENA (ore 12.30) BOLOGNA-CHIEVO CATANIA-LAZIO INTER-ATALANTA LECCE-PALERMO SIENA-NOVARA UDINESE-NAPOLI (ore 20.45) Luned 19 marzo, ore 20.45 ROMA-GENOA
(1-4) (1-2) (1-1) (1-0) (1-1) (1-1) (0-2) (1-1) (0-2) (1-2)

R
Nagatomo Scadenza 2016 Ingaggio 0,7 Resta, ma dietro soffre troppo

S
Lucio Scadenza 2014 Ingaggio 3,5 Ha appena rinnovato

S
Maicon Scadenza 2013 Ingaggio 4 Parte se arriva lofferta giusta

R
Juan Jesus Scadenza 2016 Ingaggio 0,5 Resta, lui il futuro

MILAN JUVENTUS LAZIO NAPOLI UDINESE ROMA INTER CATANIA BOLOGNA PALERMO CHIEVO ATALANTA* GENOA SIENA FIORENTINA PARMA CAGLIARI LECCE NOVARA CESENA

57 53 48 46 46 41 40 38 35 34 34 33 33 32 32 31 31 25 20 17

27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27

17 13 14 12 13 12 12 9 9 10 9 9 9 8 8 7 7 6 4 4

6 14 6 10 7 5 4 11 8 4 7 12 6 8 8 10 10 7 8 5

4 0 7 5 7 10 11 7 10 13 11 6 12 11 11 10 10 14 15 18

S
Chivu Scadenza 2012 Ingaggio 3,5 Il contratto non verr rinnovato

R
Faraoni Scadenza 2016 Ingaggio 0,4 Ha appena prolungato

R
Alvarez Scadenza 2016 Ingaggio 1 Resta, lInter punta su di lui

R
Guarin Scadenza 2016 Ingaggio 2,5 Sar riscattato dal Porto

R
Marcatori
19 RETI: Ibrahimovic (6) (Milan); 18 RETI: Di Natale (3) (Udinese) 16 RETI: Cavani (2) (Napoli) 15 RETI: Denis (3) (Atalanta) 14 RETI: Palacio (2) (Genoa); Milito (3) (Inter) 13 RETI: Klose (Lazio) 12 RETI: Jovetic (4) (Fiorentina) 11 RETI: Miccoli (1) (Palermo); Calai (4) (Siena) 10 RETI: Matri (Juventus), Giovinco (4) (Parma) 9 RETI: Di Vaio (1) (Bologna)

R
Cambiasso Scadenza 2014 Ingaggio 4 Anche lui rester

R
Obi Scadenza 2014 Ingaggio 0,4 Resta e spera di avere pi spazio

R
Coutinho Scadenza 2015 Ingaggio 0,6 Ora in prestito allEspanyol

Poli Scadenza 2016 Ingaggio 0,6 Sar riscattato dalla Sampdoria

S
Sneijder Scadenza 2015 Ingaggio 6 Parte se arriva lofferta giusta

S
Palombo Scadenza 2015 Ingaggio 1,7 Da valutare il riscatto Samp

S
Stankovic Scadenza 2014 Ingaggio 3 Valuter eventuali offerte

S
Pazzini Scadenza 2015 Ingaggio 2,5 Le pretendenti non mancano

CHAMPIONS PRELIMINARI CHAMPIONS EUROPA LEAGUE RETROCESSIONE


La classifica tiene conto di questordine preferenziale: 1) punti; 2) a parit di partite giocate, la differenza reti; 3) numero di gol segnati. *Atalanta ha sei punti di penalizzazione

S
Forlan Scadenza 2013 Ingaggio 3,5 Potrebbe finire in Sudamerica

S
Milito Scadenza 2014 Ingaggio 4,5 Pochi possono permetterselo

S
Zarate Scadenza 2013 Ingaggio 2,5 Alla Lazio per fine prestito

R
Castaignos Scadenza 2016 Ingaggio 0,4 Resta, al limite va in prestito

16

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

17

UNANNATA ZERO TITULI

Focus
Da Bianchi a Ranieri I 17 tecnici dellera Moratti
Ottavio Bianchi stagione 1994-95 Luis Suarez stagione 1995-96 Roy Hodgson stagione 1995-96 Luciano Castellini stagione 1996-97 Gigi Simoni dalla stagione 1996 al 1998 Mircea Lucescu stagione 1998-99 Marcello Lippi dalla stagione 1999 al 2001 Marco Tardelli stagione 2000-01

Hector Cuper dalla stagione 2001 al 2004

Corrado Verdelli stagione 2003-04

Alberto Zaccheroni stagione 2003-04

Roberto Mancini dalla stagione 2004 al 2008

Jos Mourinho dalla stagione 2008 al 2010

Rafa Benitez stagione 2010-11

Leonardo Araujo stagione 2010-11

Gian Piero Gasperini stagione 2011-12

Claudio Ranieri subentrato in questa stagione a Gian Piero Gasperini, ma la sua avventura sembra giunta al capolinea LAPRESSE

Villas Boas? E perch non Bielsa?


LInter valuta soci e continua il casting per la panchina: in lizza anche Blanc, Mazzarri e Prandelli
CARLO LAUDISA twitter@carlolaudisa MILANO

IL BORSINO

Massimo Moratti ha tante decisioni da prendere nelle prossime settimane. E tutte importanti per il futuro dellInter. Non un mistero che lazionista di maggioranza del club nerazzurro sia entrato nellordine di idee di accogliere un partner che lo aiuti a voltar pagina. Ed facile dedurre come la scelta sullallenatore sia legata anche a questa mossa. I suoi recenti viaggi di lavoro sono serviti per importanti contatti. Ancora non c nulla di definito, ma nel suo entourage c attesa. Saliscendi E ci giustifica anche gli apparenti ondeggiamenti sul gradimento dei candidati alla panchina nerazzurra. Senza dimenticare mai che Claudio Ranieri ha un altro anno di contratto (e se facesse un miracolo in campionato...), sullo sfondo ci sono due nomi in evidenza, anche se per motivi differenti. Andr Villas Boas, appena licenziato da Abramovich, sarebbe addirittura disponibile subito. Ma sul suo nome cominciano a infittirsi gli argomenti a sfavore. Il flop nel Chelsea, i suoi scontri con la vecchia guardia non giocano a sua favore. Ed noto a tutti che Mourinho (sempre ascoltato da Moratti) non ha certo preso le parti del suo giovane collega portoghese con cui ha rotto da tempo. E dire che i bookmaker inglesi quotano il suo passaggio allInter addirittura a 1,90, in netto vantaggio sui rivali. A restargli pi vicino Laurent Blanc (a 5), an-

ANDR VILLAS BOAS Ex allenatore Chelsea Il portoghese stato esonerato da Abramovich. Piace, ma il suo flop con i Blues fa riflettere Moratti LIVERANI

LAURENT BLANC C.t. Francia Il francese un vecchio pallino di Moratti. Blanc piace e da ex conosce bene lambiente Inter IMAGE SPORT

WALTER MAZZARRI Tecnico Napoli Il livornese ha portato in alto il Napoli e Moratti lo stima molto, come ribadito dopo la vittoria sul Chievo REPORPRESS

MARCELO BIELSA Allenatore Athletic Bilbao Nellestate 2011, Moratti aveva gi provato a portare largentino a Milano, che per si era promesso allAthletic Bilbao EPA

CESARE PRANDELLI C.t. Italia Per ricostruire e ricominciare, unidea potrebbe essere anche affidare dei giovani a Cesare Prandelli AP

Presto decisioni importanti per Moratti, su tutti i fronti: al vaglio anche Guidolin E tra i tifosi c pure chi ha cominciato a raccogliere firme per Zeman

che lui stimato da sempre in casa Moratti. Ma il c.t. francese alla vigilia dellEuropeo in una posizione delicata con la sua federazione. C il rischio che sia costretto ad aspettare la fine della rassegna continentale per decidere sul suo futuro. E lInter orientata a prendere una decisione in tempi pi brevi. Per questo stesso motivo tutto da verificare il feeling per Cesare Prandelli: piace la sua predisposizione a lavorare con i giovani ed sotto gli occhi di tutti lesigenza nerazzurra di puntare su una linea verde per

il necessario rinnovamento. Quindi la candidatura del c.t. azzurro solletica, ma per ora solo un pensiero. Prima dandare oltre occorrono verifiche a tutti i livelli, anche per evitare casi diplomatici con la federazione. Idea Bielsa In questa situazione dimpasse vanno segnalate anche le considerazioni su Marcelo Bielsa. Moratti lo interpell per primo dopo la fuga di Leonardo al Psg, ma il tecnico argentino sera gi impegnato con lAthletic Bilbao e fu costretto a rinunciare. In questi mesi il

santone di Rosario sta lavorando benissimo nei Paesi Baschi. Limpresa allOld Trafford (3-2) in Europa League lultimo timbro di una stagione eccellente. Ecco perch il suo nome trova sempre pi consensi tra Moratti e i suoi pi stretti collaboratori. Opzione Mazzarri Un discorso a parte merita lallenatore del Napoli. Le dichiarazioni di venerd a Verona sono emblematiche: Moratti ha speso parole importanti per lallenatore del Napoli. La stima evidente, come il rispetto per le strategie di De

Laurentiis. Mazzarri sotto contratto per un altro anno e il presidente azzurro ha gi detto che non lo molla. Ci induce lInter ad un atteggiamento molto cauto, considerando sempre gli ottimi rapporti tra i due club. In questa situazione dincertezza, allora, spunta anche linteresse per Francesco Guidolin, il tecnico italiano pi collaudato. Ma anche lui impegnato con lUdinese. Intanto i tifosi raccolgono firme per Zeman, ma per il lider Massimo il boemo soltanto unutopia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CHI ARRIVA ALMENO UN GIOCATORE PER REPARTO, E TUTTO DIPENDERA DAL TECNICO SCELTO E DAL SUO MODULO

MVila o Veloso in regia, Lavezzi piace ma...


Per il Pocho c la questione-Pandev ma conter anche la Champions. Isla s, Peluso piace
MATTEO DALLA VITE MILANO

giungibili. Gli osservatori nerazzurri nellultimo mese hanno visionato Bundesliga, Eredivisie e Primeira Liga: Branca e Ausilio stanno scansionando un centinaio di giocatori. Promossi e bocciati.
Il sogno Premessa: gli arrivi a luglio dipenderanno ovviamente dalle uscite. Il sogno-Lavezzi fortissimo, per c una clausola di 31 milioni, ma anche la questione-Pandev (prestito, per ora) che dovr essere sistemata col Napoli. Lacquisto di Vargas (lInter ha dato il lasciapassare?) potrebbe essere davvero un prodromo della cessione del Pocho che Moratti insegue da un bel po. Ovvio,

poi, che la Champions del Napoli e la non-Champions dellInter potrebbero fermare largentino.
Fasce nuove La questione-porta - se Julio Cesar partir - sar condivisa da Viviano e Bardi, mentre il cileno Isla e litaliano Peluso (84, Atalanta, ma lo vuole anche la Juve) potrebbero rappresentare le nuove facce di fascia destra e sinistra. Piacciono, e soprattutto litaliano costa meno di Kolarov: forse Juve e Inter potrebbero dividersi fra il bergamasco e lex laziale, di certo lInter deve ancora ricevere denaro dalla cessione di Balotelli nella dilazione di pagamento.

Regia Occhio ai centrali di cen-

Gi scritto unaltra volta, ma giusto ribadirlo: lo slogan No Champions no party resta valido, perch se lInter non arriver terza - e oggi pi realt che fiction - i top player saranno pi pensabili che rag-

1. Yann MVila, 21 anni, stellina francese. 2. Mauricio Isla, 23 anni, talento dellUdinese AFP E LAPRESSE

trocampo: Stankovic ha dato segnali buonissimi, ma serve un giovane adulto o un osso duro ed esperto. MVila il nome che si porterebbe Blanc (ma costa almeno 25 milioni), Veloso stato chiesto a gennaio senza successo e lInter torner alla carica, Romulo (Vasco) resta fra i segnalati. Serve quel tipo di uomo l, da regia che per poi abbia gente di corsa, resistenza e profondit offensiva ai fianchi: riscattare Guarin costa 13,5 milioni, Kucka dovrebbe arrivare, Fernando del Porto una richiesta che potrebbe avanzare Villas Boas.
Attacchi esterni Andr Schurr-

le ha un contratto fino al 2015 col Bayern Leverkusen: un attaccante che nel 4-2-3-1 sta esterno a sinistra ma ha la stazza anche per fare il centravanti. Lucas Moura? Arriver dopo lOlimpiade. Probabilmente lInter torner allattacco per Palacio, Cristian Rodriguez (Porto) in scadenza di contratto. Ci sono anche le ipotesi catanesi: Barrientos sta crescendo nella considerazione pi di Papu Gomez.
Se Wes... Se Sneijder se ne andr (ma non poi cos detto), caccia a tre uomini: Gaston Ramirez (concorrenza, Juve e Man City), Sahin (Real Madrid), Modric (Tottenham), il baby Oscar (Internacional). Dovrebbe concludersi laffare per Dybala (talento 18enne argentino) e occhio a Rodrigo (Porto), ma questultimo dipender dal futuro tecnico.
RIPRODUZIONE RISERVATA

18

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

SERIE A

Allegri-Juve: replay
Ci risiamo. Mancano 5 giorni allultimo Juve-Milan della stagione (semifinale di ritorno di Coppa Italia) e il clima si gi surriscaldato. Forse destino che questanno la sfida tra la prima e la seconda in classifica in campionato sia accompagnata da frecciate, allusioni e polemiche. Dopo le parole del presidente bianconero Andrea Agnelli di luned (Dobbiamo lottare contro tutto e tutti) ecco la punzecchiatura del tecnico rossonero Massimiliano Allegri, che tornato sul gol non convalidato a Muntari, ma ha parlato anche della rete annullata a Pepe. E meno male che tra le due squadre c solo una sana rivalit sportiva...

Massimiliano Allegri, 44 anni ANSA

Il gol regolare non convalidato a Muntari in Milan-Juventus 1-1 ANSA

La posizione regolare di Pepe sul gol annullato in Genoa-Juve 0-0 SKY

Il gol di Muntari? Spero d Altri guai: Robinho e non pesi sullo scudetto Abate k.o.
HA DETTO S

EMERGENZA IN ATTACCO E IN DIFESA

Il tecnico del Milan: Non sentiamo tensioni. Ma molti fanno i dossier e non valutano le decisioni a favore: mi pare riduttivo
MARCO PASOTTO MILANO

Il titolo della tavola rotonda La gestione dei campioni: allenatori a confronto solleticava soprattutto la curiosit su che cosa Massimiliano Allegri avrebbe detto a proposito di Ibrahimovic. Solo che il dibattito si allargato. Si iniziato a parlare anche di tecnologia in campo e di errori arbitrali. E il gol fantasma di Muntari si rimaterializzato di botto. Cos Allegri prima auspica un impiego della tecnologia o degli assistenti di porta, poi entra nello specifico dellepisodio che ha segnato Milan-Juve e scatenato un oceano di polemiche: Come labbiamo visto dalla panchina? Be, tutti noi abbiamo esultato, mentre i giocatori della Juve si sono fermati... Certo, fa parte del gioco,

dallaltra: non sono situazioni semplici, credo stiano ancora discutendo se Pepe a Genova era in fuorigioco o meno... La tensione troppo elevata? Da parte nostra sicuramente no. Ma vedo che molti si mettono a fare dossier e nessuno mette mai in risalto le decisioni a favore. Penso sia un comportamento piuttosto riduttivo.
Io e Ibra Insomma, Juve-Milan servita anche a sto giro. E non c nemmeno bisogno di nominare Marotta. Nella sala di Palazzo Isimbardi non vola una mosca. Accanto ad Allegri, partecipano alla tavola rotonda organizzata dal Gruppo Lombardo Giornalisti Sportivi anche il coach dellEmporio Armani Milano, Sergio Scariolo, e il tecnico di atletica leggera Giorgio Rondelli. Si confrontano le esperienze, si danno consigli e si raccontano aneddoti. Anche sul tema di fondo, la gestione dei campioni: Prima del mio arrivo al Milan Ancelotti mi consigli di restare sempre me stesso, di fronte a tutta questa schiera di campioni. Se ci riesci, puoi gestirli. Il trucco conoscerli il pi velocemente possibile in modo da capire quand ora del bastone e della carota. Ho chiesto molto rispetto e me lo sono guadagnato perch ho sempre operato scelte per il bene della squadra, rispettando tutti a mia volta. Ibra? Anche quando gioca male, determinante. A Londra lui e tutti i compagni hanno dimostrato molto carattere nel momento della difficolt. Io e il presidente A proposito di singoli. Per Cassano Allegri ha un desiderio ben delineato: Spero di riuscire a restituire Antonio a Prandelli. Sarebbe un regalo importante per lEuropeo dellItalia e per il nostro finale di stagione. Stava giocando la stagione migliore della sua carriera. Lultima domanda su Berlusconi e Allegri racconta: Ci confrontiamo tutte le settimane. E molto bravo e capace, un piacere parlare con lui. Ti mette sempre di buon umore e nei momento difficili fa sentire la sua fiducia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

liniziativa per ragazzi

su Ibra e Cassano Anche quando gioca male Zlatan determinante. Spero di restituire Antonio a Prandelli per lEuropeo: sarebbe un bel regalo per lItalia e per il nostro finale di stagione

FABIANA DELLA VALLE MILANO

S
su Berlusconi Ci confrontiamo tutte le settimane. E un presidente molto bravo e capace, un piacere parlare con lui. Ti mette sempre di buon umore e nei momento difficili fa sentire la sua fiducia

Doveva essere la settimana dei primi recuperi, invece sono arrivati altri stop. Quanto gravi lo sapremo nei prossimi giorni, per il momento per sappiamo che il Milan andr a Parma sicuramente senza Ignazio Abate e forse anche senza Robinho. I due giocatori si sono fatti male in allenamento e vanno a rimpinguare uninfermeria ancora ben lontana dal completo svuotamento, anzi: con le due new entry salgono a 12 i giocatori non arruolabili, 13 se si considera pure Mexes, che sabato sconter lultima delle tre giornate di squalifica. Cos il Milan dovr fronteggiare unaltra emergenza, e non il massimo in questo momento delicato, visto che da Parma fino a met aprile si giocher ogni tre giorni.
Tre per lattacco Robinho si fatto male nelle fasi finali dellultimo allenamento: unentrata ruvida di Muntari e il brasiliano ha subito sentito un dolore intenso alla caviglia destra. Binho andato a casa con la borsa del ghiaccio e con una forte contusione, oggi lo staff medico valuter la sua situazione, ma considerando che siamo gi a due giorni dalla partita sembra difficile che il brasiliano possa farcela. Pi probabile che Allegri preferisca non rischiarlo per poi utilizzarlo nella partita di Coppa Italia di marted con la Juve. Il problema che a Parma il tecnico rossonero si ritrover con gli uomini contati: Pato ancora convalescente (probabile rientro con la Roma) e Maxi Lopez (botta al polpaccio) sta ancora lavorando a parte e al 90% non ce la far neanche per la panchina. Cos restano Ibrahimovic ed El Shaarawy con il solo Inzaghi in panchina. Tocca a Yepes Ancora pi delica-

Le decisioni non sono mai semplici: si sta ancora discutendo sul gol di Pepe a Genova...
per un arbitro decidere in una frazione di secondo non facile, sebbene in quel caso fosse tutto molto evidente. Mi auguro solo che quel gol, capitato in una partita decisiva, non abbia peso nella volata-scudetto.
Io e la Juve E comprensibile: i quattro punti di distacco sulla Juve non tranquillizzano affatto e lincubo che pi agita i sonni rossoneri ritrovarsi a giocare lo scudetto a maggio dovendo fare i conti con quei due punti che teoricamente mancano in classifica. Comunque sar che lultimo rendez-vous stagionale con la Juve ormai vicino Allegri pur con i consueti toni pacati trasmette messaggi molto chiari: In generale, dopo le partite bisognerebbe parlare pi di argomenti tecnico-tattici e meno di arbitri. Quella su Muntari stata una decisione sbagliata, ma ce ne saranno altre da una parte e

Riparte la Milan School Cup


E stata presentata ieri la nuova edizione della Milan School Cup, il torneo di calcio a cinque per gli alunni delle scuole primarie di Milano e provincia (24 marzo-26 maggio). Presenti anche Arrigo Sacchi, coordinatore Figc delle nazionali giovanili e Filippo Galli, responsabile settore giovanile del Milan (nella foto BUZZI).

GRANDE ATTESA CURVA NORD ESAURITA

Il Parma vuole rilanciarsi: non vince da un mese e mezzo


PARMA Curva Nord esaurita per il Milan: i tifosi del Parma hanno risposto allappello del club che aveva messo in vendita, esclusivamente ieri e marted, la curva di casa a soli 10 euro per i residenti della citt e della provincia. E un segnale importante di come si stia vivendo larrivo della capolista. Del resto il Parma ha bisogno di un risultato di prestigio per rilanciarsi. Potrebbe essere la partita pi facile da preparare, visto che affrontiamo la squadra pi forte del campionato: spiegava ieri il presidente Tommaso Ghirardi. Gi. Senza dimenticare che la zona rossa sotto di soli sei punti. Avessimo i tre punti guadagnati sul campo contro Genoa e Napoli saremmo pi tranquilli: ha chiosato. A volte si ha la sensazione che il Parma debba ritrovare, insieme alla migliore condizione fisica, anche quella convinzione che ultimamente sembra aver smarrito, nonostante abbia giocato buone gare. Del resto la vittoria manca dal 5 febbraio (Chievo Parma 1 2) mentre per ripensare al Tardini in festa bisogna tornare al 15 gennaio (Parma Siena 3 1).
Sandro Piovani

Lattaccante brasiliano Robinho, 28 anni


FORTE

ta la situazione in difesa, dove lo stop di Abate mette ancora pi in difficolt un reparto gi in sofferenza. Il terzino destro si fatto male marted, pure lui in allenamento: si teme uno stiramento, oggi probabilmente ne sapremo di pi, per salter sicuramente Parma e la Juventus. Lassenza di Abate costringer Allegri a spostare Bonera a destra e a inserire Yepes accanto a Thiago Silva. Scelta obbligata, perch con Nesta ancora fermo e Mexes squalificato il colombiano lunico centrale disponibile. Yepes rientrato tre settimane fa dopo lintervento alla caviglia destra ma non ha ancora giocato nemmeno un minuto. Finora per in un anno e mezzo di Milan quando Allegri ha avuto bisogno di lui non ha mai tradito. Cos lemergenza adesso si sposta dal centrocampo alla difesa. A proposito di centrocampo: proprio in vista della partita con la Juve di marted Allegri potrebbe far tirare il fiato a Van Bommel, schierando in regia Ambrosini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

19
#

SERIE A
I RIVALI DI SABATO LA FIORENTINA NON BATTE LA JUVE IN CASA DAL 1998 E IL SUCCESSO SERVIREBBE ANCHE PER RIAVVICINARE I TIFOSI

Firenze chiede a Rossi la vittoria scaccia-crisi


IL tecnico pu lasciare fuori Gamberini: in difesa spazio a Natali e Nastasic
ALESSANDRA GOZZINI FIRENZE

Con un successo nellanticipo Rossi bilancerebbe i suoi numeri alla guida, vittorie e pareggi sono di due unit inferiori alle sconfitte, ma nella pi collaudata tra le formule Fiorentina-Juve vale doppio, dunque schiantando

la corsa della rivale lallenatore farebbe pi o meno pari. Leffetto Deli-ri-o sulla piazza si un po svuotato, allamichevole a porte aperte di ieri, arrotondati per eccesso, erano in trecento, elettrizzati ma contenuti nel numero. Per tentare un rapporto: alla prima uscita in famiglia di Rossi, un sabato mattina, erano in quattromila. Lallenatore ancora considerato dal tifo il punto di riferimento del prossimo corso, la garanzia della riattivazione di un ciclo solido come il precedente: lintoppo che nel frattempo nella storia si sono infilati cinque pareggi (tre senza gol) e sette scivoloni (due in casa).
Immagine Neppure dopo le ba-

toste seriali contro Napoli e Lazio la piazza se l presa con Rossi, considerato anzi lunico aggancio per riemergere dalla crisi; altro discorso che, in pi di unesposizione ufficiale, lallenatore ha ammesso le proprie difficolt nel riuscire a dare un senso al gruppo, stravolto pi volte negli uomini e nellassetto. E la prima Fiorentina-Juve di Rossi e lo sgambetto alla rivale manca dal 98, con Trapattoni in panchina: riattivare la serie dei successi interni sulla Juve porterebbe lattuale guida a rafforzare di nuovo la propria immagine sul tifo. Ieri, anche se non in massa, la gente ha seguito lamichevole contro gli Allievi (sei a zero, doppietta di Amauri) e sugli

spalti proseguita la costruzione del comitato daccoglienza, con i soliti cori contro Conte e la Juventus (per sabato sera previsti almeno trentamila spettatori).
Senza capitano Dal test di ieri emerso anche un altro dettaglio, che non riguarda la partecipazione della gente, ma lassenza in squadra del capitano: probabile che nellanticipo Rossi tenga fuori Gamberini; sempre andando dietro alle indicazioni di ieri giocherebbero Natali e Nastasic al centro, Cassani e Pasqual sulle corsie, Lazzari dietro le punte Amauri e Cerci (o Jovetic, se recupera).
RIPRODUZIONE RISERVATA

Delio Rossi, 52 anni, allenatore della Fiorentina, d le indicazioni alla squadra prima dellallenamento di ieri. Il tecnico cerca contro la Juve una vittoria importante per il morale e per la classifica INFOPHOTO

Super Buffon Tutti i segreti della rinascita


Una telefonata di Conte, il lavoro a Vinovo: cos Gigi tornato il migliore
G.B. OLIVERO MILANO

in Vetrina

MERCATO LEREDE DI PIRLO

20 novembre 2011

Juve-Palermo 3-0
Per ben due volte Buffon ipnotizza Ilicic evitando che la partita si complichi. Le parate arrivano nel primo tempo, poi i bianconeri dilagano

Bastava una telefonata. Perch Gigi Buffon un ragazzo di poche pretese e grandi valori. Per lui una stretta di mano vale pi di un contratto, una chiacchierata sincera conta pi di tanti salamelecchi. A fine maggio Gigi era immerso nei preparativi per il matrimonio. Squill il telefono e dallaltra parte cera Antonio Conte. Un altro che parla chiaro e non fa giri di parole: Gigi, dobbiamo rifare grande la Juve. E tu sei la prima pietra. Discorso quasi biblico che cambia la storia: di Gigi e della Juve.
Tante prodezze Parlare oggi di

NUMERO UNO

A
S

lui, la porta sembra pi piccola e gli avversari hanno paura di sbagliare. Perfino lepisodio pi controverso della stagione, che quasi ogni giorno viene ricordato da qualcuno del Milan, dimostra leccezionalit del rendimento di Buffon: la doppia parata su Mexes e Muntari, anche se la palla aveva varcato la linea, resta una prodezza assoluta che nessun altro portiere in Italia e probabilmente nel mondo avrebbe potuto fare.
Gli obiettivi La telefonata estiva

C concorrenza per Verratti La Juve accelera


Milan, Roma e Udinese ci provano, ma laccordo con il Pescara sembra vicino
BINDA-GRAZIANO MILANO

rinascita di Buffon terreno scivoloso, perch perfino a un fenomeno come lui deve essere concesso un periodo di flessione. Soprattutto quando legata a un infortunio. Troppo in fretta era stata dimenticata loperazione alla schiena e troppo in fretta si preteso che Gigi tornasse a fare la differenza. Buffon ha un po sofferto alcune critiche e lha dichiarato senza grossi problemi a dicembre nella pancia dellOlimpico, pochi minuti dopo aver parato un rigore a Totti. E quella non stata lunica prodezza stagionale. Buffon stato bravissimo sempre ed eccezionale soprattutto contro il Milan (su Boateng), il Palermo (su Ilicic, due volte), il Novara (su Rigoni), lUdinese (su Armero) e il Genoa: domenica scorsa Palacio gli spuntato davanti dopo appena venti secondi, quando la concentrazione magari non ancora al top. Largentino ha disegnato un pallonetto che sembrava una sentenza, ma Gigi ci arrivato e ha evitato che la partita della Juve si mettesse in salita.
Porta rimpicciolita Al di l delle parate, Buffon ha ricominciato a fare lillusionista: quando c

Gigi Buffon, 34 anni, portiere della Juve dal 2001. In bianconero ha disputato 386 partite. Con la Nazionale, invece, ha giocato 113 incontri

di Conte, quindi, andata a solleticare lorgoglio del campione, che poi ha cominciato a lavorare molto duramente in allenamento. Pu un fenomeno migliorare a 34 anni? S, pu. Buffon, ad esempio, cresciuto molto con i piedi visto che Conte pretende una partecipazione attiva del portiere allinizio della manovra. E poi ha ritrovato il piacere di giocare in una Juve competitiva e di guidare la difesa meno battuta del campionato. Il lavoro con Claudio Filippi, il preparatore con cui va molto daccordo, ha completato lopera. Ogni allenamento una sfida, ma anche un divertimento proprio perch il lavoro durissimo ma anche vario. Con la macchina sparapalloni Buffon si esalta e il confronto costante con un ottimo portiere come Storari altrettanto importante. Buffon tornato a far apparire semplici le cose difficili: una virt dei fuoriclasse. Che hanno anche unaltra caratteristica: vincere. Gigi ha unenorme voglia di riuscirci con la Juve e con lItalia. Tempo fa disse di avere un sogno (arrivare fino al Mondiale del 2018: per lui sarebbe il sesto, un record assoluto) e un obiettivo: Vincere lo scudetto alla Juve varrebbe pi di 1 milione e 200 mila scudetti vinti altrove. Frase di qualche mese fa. Oggi probabilmente la seconda cifra sarebbe pi alta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

12 dicembre 2011

Roma-Juve 1-1
A pochi minuti dalla fine della sfida dellOlimpico c un rigore per la Roma: sul dischetto va Francesco Totti, ma Buffon intuisce e respinge il tiro

Il Pescara prende tempo per Marco Verratti, probabilmente nella speranza che attorno al 19enne si apra una vera e propria asta. Ci sarebbero, infatti, soprattutto Milan e poi Udinese e Roma sulle tracce del ragazzo. Ritenuta ancora bassa lofferta della Juventus, che s di 3 milioni di euro, ma per lintero cartellino e non per la compropriet come vorrebbe il club abruzzese. Resta per il fatto che il nazionale Under 21 sembra ormai orientato a prendere in considerazione solo la Juventus, anche per una semplice questione di tifo sportivo. In corso Galileo Ferraris sono pronti a mettere sul tavolo un contratto fino al 2017 per quello che viene ritenuto lideale vice Pirlo: nei giorni scorsi Verratti ha firmato con il Pescara fino al 2016. Probabile che i club decidano di parlarne subito dopo Pasqua. Trovare un punto dincontro non appare poi cos problematico.
Pogba... e Del Piero Sono ore decisive sul fronte Pogba, il baby francese in scadenza con il Manchester United. Marotta ha gi fatto la sua offerta al centrocampista assistito da Mino Raiola. E tutto pronto per le firme. Nelle ultime ore, per, Ferguson tornato sotto molto forte, mettendo qualche dubbio nella testa del ragazzo. Una decisione attesa per il fine settimana. Intanto, dalla Francia Momo Sissoko chiama Del Piero: Ale potrebbe dare ancora tanto a una squadra come il Psg. Il fratello-procuratore, Stefano Del Piero, parla cos a ilSussidiario.net: Non chiudo a niente, di sicuro sar difficile che Ale resti in Serie A. Barzagli corre Da Vinovo arrivano buone notizie:

11 marzo 2012

Genoa-Juve 0-0
Dopo 20 secondi Palacio solo: pallonetto che sembra decisivo, ma Buffon si esalta e salva. Poi nella ripresa sar bravo su Gilardino (foto ARVEDA) e Kaladze

LA STATISTICA DI ESPN

Juventus squadra regina dei Mondiali: 24 I bianconeri che sono stati campioni
La Juventus il club che, nella storia, ha avuto pi campioni del mondo: ben 24. il risultato di una statistica di Espn, rete americana dedicata allo sport. Ai 22 azzurri (9 juventini nella rosa del 1934, 2 nel 1938, 6 nel 1982 e 5 nel 2006), si aggiungono Deschamps e Zidane, francesi iridati nel 1998. Al secondo posto di questa classifica c lInter con 20 giocatori mondiali; terzo il Bayern (16) e quarta, a sorpresa, la Roma (15 giocatori come il Santos di Pel).

Barzagli ha ricominciato a correre e punta con decisione a rientrare in tempo per la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro il Milan. In vista della Fiorentina, infine, oggi provino decisivo per Giorgio Chiellini, ha buone possibilit di farcela.
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

EUROPA LEAGUE RITORNO OTTAVI

Vai Udinese Con Di Natale la rimonta pi facile


I friulani devono recuperare 2 gol Guidolin sul sicuro: Tot in campo
RISULTATI UTILI
La partita di andata, giocata gioved scorso in Olanda, finita 2-0 per lAz Alkmaar. Solo vittoria LUdinese si qualifica al 90 soltanto vincendo con tre gol di scarto (3-0, 4-1, 5-2 e cos via). In caso di risultato di 2-0 per i bianconeri al 90 si andr ai supplementari e poi agli eventuali rigori.

COSI IN CAMPO UDINE ORE 19

I NUMERI

I RIVALI

partite giocate dallUdinese in Europa, cos divise: 10 in Champions, 47 in Europa League/Uefa, 6 in Intertoto.

63

Noi dellAz non prevediamo la difesa del 2-0


UDINE (fr.vell.) La filosofia dellAlkmaar e del calcio olandese non prevede di difendere il vantaggio: quindi attaccheremo anche se loro proveranno a ribaltare subito il risultato. Gertjan Verbeeek tecnico dellAz, forte del 2 0 dellandata, si cala cos nella sfida del Friuli. La sua squadra, che fa poco turnover, anche prima in campionato: Ci alleniamo in 28, molti sono giovani, facciamo programmi individuali per mantenere la forma fisica e gestiamo bene il riposo tra una partita e laltra.

RCS

DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO VELLUZZI UDINE

Francesco Guidolin gioca danticipo: Di Natale titolare. Tot, che pi volte ha vestito i panni di deus ex machina dellUdinese, stato paragonato a San Gennaro e anche a Padre Pio, ma, sinceramente, impensabile che un uomo solo possa ribaltare una situazione cos complicata. La realt dice che stasera, in un Friuli che si annuncia finalmente pi caldo, non solo per la temperatura primaverile, la squadra di Guidolin deve ribaltare il brutto 0-2

reti segnate da Antonio Di Natale in Europa. Lattaccante il capocannoniere bianconero in campo internazionale.

10

Taccuino
GERMANIA

vittorie per i bianconeri in Europa. Undici i pareggi e 22 le sconfitte.

30

Fallaccio di Guerrero Inchiesta penale


BERLINO Non bastasse la squalifica di otto giornate, Paolo Guerrero rischia anche dal punto di vista penale. Wilhelm Moellers, procuratore capo di Amburgo, ha annunciato che stata aperta unin dagine sullattaccante peruviano dellAmburgo alla luce delle diverse denunce presentate per il fallaccio commesso da Guerrero sul portie re dello Stoccarda Sven Ulreich.

SPAGNA

Allandata lattaccante gioc soltanto 13 minuti. E non la prese bene


Antonio Di Natale, 34 anni, capocannoniere europeo dellUdinese, questa sera partir titolare IMAGE

Uefa dal Barcellona Antidoping per dieci


BARCELLONA Controlli an tidoping a sorpresa per 10 giocato ri del Barcellona. Il club catalano ha confermato che ieri mattina la squadra ha ricevuto la visita dei de legati Uefa che hanno sottoposto ai test Thiago, Pedro, Keita, Alves, Mascherano, Abidal, Valdes, Pi qu, Puyol e Cuenca. il secondo controllo a sorpresa della stagione per i giocatori, il primo risale allo scorso ottobre.

dellandata ad Alkmaar. Gioved scorso il vicecapocannoniere del campionato gioc solo 13 minuti riscaldandosi a lungo. I bianconeri non crearono particolari problemi a Esteban e alla difesa comandata dal portiere costaricano che non sembra, comunque, imperforabile.
Carico Gli spifferi udinesi parla-

LATTESA

Il Friuli si scalda Gi venduti 11 mila biglietti


UDINE (fr.vell.) Undicimila biglietti venduti in prevendita. Udine sente la sfida e, per la prima volta in coppa, si stringe attorno alla squadra che cerca la difficile qualificazione ai quarti di Europa League. Per la prima volta il pubblico risponde, nonostante lorario. Oggi i botteghini dello stadio apriranno alle 14. DallOlanda arriveranno circa 350 tifosi. Decisamente pi tranquilli di quelli del Paok che, per avevano garantito incassi da favola allo store bianconero.

sibile, mentalmente facile e ci sono i presupposti per fare 2 gol. Mettendoci un po di coraggio, allandata li abbiamo messi in difficolt, dice Giampiero Pinzi, un guerriero vero, uno che nella lotta si esalta e che il motto non mollare mai ce lha davvero nel dna.
Tattica Il tecnico chiede ai suoi, che continua a ringraziare, il massimo impegno. Ci proviamo con tutte le forze che abbiamo, sapendo che dobbiamo spingere. Sarebbe importante andare in vantaggio subito, ma non dobbiamo perdere la misura e lequilibrio perch sarebbe la fine del sogno. Non dobbiamo mai disunirci. Guidolin gioca con sicurezza la carta Di Natale, ma resta in emergenza perch oltre a Isla (che ieri ha cominciato a camminare) non avr neppure Basta. LArmero di questi tempi in difficolt

no di un Di Natale carico come una molla, concentrato sulla sfida di Europa League ancora pi che su quella di domenica col Napoli. Un po damaro rimasto per lo scarso utilizzo in Olanda e la voglia di essere decisivo in coppa tanta. Unimpresa lo consacrerebbe. Il morale della truppa risalito, nonostante la serataccia di Novara: Basterebbe guardarci negli occhi per capire la voglia che ognuno di noi ha. Siamo consapevoli che dobbiamo scalare una montagna, ma non impos-

(Pasquale c), come tutta la squadra: E un momento particolare e sono contento che il pubblico si stringa attorno a noi. Abbiamo bisogno di una pacca sulla spalla. La difesa non ha Danilo, squalificato, e le soluzioni sono Ekstrand o Ferronetti, pi probabile al posto di Basta. Guidolin ha un debole per Abdi che recuperato, ma non gioca dal 23 febbraio.
Davanti Fabbrini pi congeniale al gioco di Di Natale, per la tecnica e la rapidit di cui dispone, ma Floro Flores una punta di maggior spessore. Dubbi e soluzioni. Solo il tecnico ha le chiavi. Per aprire la porta dellAlkmaar, che non ha il castigatore Martens infortunato, e andare in quellEuropa League che in Italia troppo snobbata. In altri Paesi la pensano diversamente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

COPPA LIBERTADORES

Tre gol di Damiao al The Strongest


RIO DE JANEIRO (m.can.) Tripletta di Leandro Damio, attac cante della nazionale brasiliana e pregiato pezzo di mercato, nel 5 0 dellInternacional sui boliviani del The Strongest per la Coppa Liber tadores. Damio, che lanno scor so aveva fatto 40 reti in 51 partite con lInter di Porto Alegre, in que sto inizio di stagione ha gi otto gol in 11 presenze per il suo club. E si conferma come il cannoniere asso luto dellInternacional in tutta la sto ria della societ alla Libertadores con totale di dieci reti. Dietro ci so no Giuliano e Fernando, con sei ciascuno.

LE ALTRE GARE ALLANDATA DUE SCONFITTE

VERSO LE OLIMPIADI

Anche i due Manchester sono costretti allimpresa


Il City riceve lo Sporting Lisbona, lo United rischia di pi nellinferno di Bilbao
Serata di Europa League elettrizzante per le due squadre di Manchester: Mancini e Ferguson devono rimontare la sconfitta dellandata.
RCS

Quanti italiani nella prelista del Brasile


RIO DE JANEIRO (m.can.) Italiani ed ex nella prelista di 52 nomi del ct Mano Menezes per il Brasile allOlimpiade di Londra. Tra i preconvocati, i portieri Julio Ce sar (Inter), Neto (Fiorentina); i difen sori, Gabriel Silva (Novara), Juan (Inter), Thiago Silva (Milan); i cen trocampisti Hernanes (Lazio), Phi lippe Coutinho (Espanyol, in presti to dallInter), Ronaldinho (Flamen go); lattaccante Pato (Milan). Non mancano le rivelazioni come il me diano Casemiro (San Paolo); i cen trocampisti avanzati Ganso (San tos), Oscar (Internacional), Lucas (San Paolo); gli attaccanti Neymar (Santos), Leandro Damio (Interna cional), i difensori Ded (Vasco da Gama), David Luiz (Chelsea). L8 giugno la lista verr ridotta a 35 no mi. Lelenco finale, che verr an nunciato il 6 luglio, avr 18 nomi dei quali tre potranno essere maggiori di 23 anni.

IL TABELLONE DOMANI IL SORTEGGIO

tenzione il lavoro di Tevez: largentino potrebbe essere a disposizione per il recupero di campionato del 21 marzo contro il Chelsea. Radio mercato dice che il City continua a fare pressing su Robin Van Persie e potrebbe aggiungersi alla lista dei pretendenti di Hazard del Lilla: lo sceicco Mansour intenzionato a spendere ancora.
Ahtletic Bilbao-United LAthletic Bilbao per la storia, il Manchester United per la faccia. I baschi non arrivano ai quarti in Europa dal 1977, quando persero la finale di Uefa con la Juve. Gli inglesi, vicecampioni dEuropa, hanno lasciato gli ottavi di Champions a Basilea e Benfica e vorrebbero consolar-

City-Sporting Eliminare lo Spor-

ting Lisbona per arrivare in fondo e vincere lEuropa League. E' il nostro obiettivo. Se superiamo il turno possiamo, arrivare spediti in finale, assicura Roberto Mancini. LEuropa po-

trebbe essere la scialuppa di salvataggio dellallenatore, se dopo aver dominato la Premier da agosto a marzo il City dovesse arrivare secondo dietro lo United. Oggi Mancini partir

con Balotelli ed Aguero dallinizio per dare maggior forza allattacco. Il problema la difesa, dove mancheranno ancora Kompany e Lescott. Mancini sta seguendo con particolare at-

si almeno con lEuropa minore. Per farlo devono rimontare in una Catedral strapiena il 2-3 subito la settimana scorsa ad Old Trafford. Ferguson ha lasciato a casa Jones, Nani e Anderson, infortunati, recupera Valencia e si affida alla forma di Rooney, 5 gol in 3 partite e autore delle ultime 4 reti dello United. Bielsa ha un dubbio di peso: Llorente ha ancora dolore al bacino e resta in forse, ma lallenatore sostiene che ce la far. Rientra Amorebieta, squalificato allandata, De Marcos non ha pi la febbre. Che invece ha colpito Bilbao: la citt aspetta questa sfida con voglia e convinzione assoluta.
Boldrini-Ricci
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

GENOA Il difensore centrale si gi inserito bene

Carvalho si fa largo: lo manda Branco, grande ex


FILIPPO GRIMALDI GENOVA

Prima di lui, Roger Carvalho, 25 anni, da Arapongas, Brasile, non uno qualunque, ma Claudio Ibrahim Vaz Leal, che i genoani pi maturi (e nostalgici) ricordano come Branco, il pi grande terzino sinistro del Grifone nel secondo Dopoguerra. E proprio lautore della punizione nello storico derby di Natale del novembre 1990, diventata cartolina di Natale, ha speso buone parole per Roger, difensore centrale che proviene dallo stesso club (la Figueirense) dove Branco si

insediato come tecnico subito dopo la partenza per lItalia del neo-rossobl. tre presenze sinora, da domenica scorsa titolare (per un paio di mesi) dopo il k.o. di Granqvist. La malasorte, con il Genoa, questanno ci vede benissimo. Ieri si bloccato Kucka: stiramento, torner fra un mese, Ma Carvalho (numero 3 sulla maglia, lo stesso di Branco) ha convinto tutti, e subito. Il ragazzo partito con il piede giusto, in campo e fuori, tanto da avere impressionato positivamente

non solo Marino, ma anche il presidente Preziosi: S, mi ha convinto. Al resto stanno pensando i compagni: Z Eduardo lo sfida ai videogiochi, Veloso lo aiuta con litaliano, con soddisfazione di tutti, anche di Kaladze. Perch proprio Kakhaber? E presto detto: il giorno in cui lacquisto di Carvalho diventato ufficiale, il georgiano se ne dichiarato pubblicamente entusiasta. Pensava che il Grifone avesse comprato Carvalho del Real...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Novara
GIUSEPPE MADDALUNO NOVARA

Jeda alla conquista di un posto fisso


Sono un po uno zingaro del gol Stavolta spero nella conferma
Dai fischi agli applausi dopo unastinenza durata venti partite esatte, non esattamente un attimo per chi di mestiere chiamato a far gol. Lincornata da tre punti che ha steso lUdinese ha restituito ai tifosi azzurri un nuovo Jeda, lattaccante pi atteso in estate e finito per mesi in naftalina tra panchina e tribuna dopo un avvio di stagione difficile. Mondonico lo ha ripescato dopo che a gennaio si era parlato a pi riprese di cessione, Tesser gli ha confermato fiducia e il brasiliano lo ha ripagato con un gol pesantissimo: Ma non parliamo di rivalsa spiega Jeda , non ho alcun rancore per Tesser, anzi: so quanto mi abbia voluto e sono dispiaciuto, semmai, di non essere riuscito a dargli quello che si aspettava da me. Discorso onesto, quello del brasiliano: Se per mesi non ho inciso solo colpa mia, sono io che vado in campo. Ora per sto bene e sono pronto a dare il mio contributo. Con un sogno: Cambio spesso squadra, sono un po uno zingaro del gol, evidentemente non sono stato abbastanza bravo da convincere qualcuno a tenermi. Spero di riuscirci con il Novara.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Totti non migliora: a rischio col Genoa


Roma
MASSIMO CECCHINI ROMA

Palermo
FABRIZIO VITALE PALERMO

Ilicic, dove sei? Ha noie muscolari. Fastidi anche per De Rossi Devo ripartire Mercato: Destro apre e piace Prodl (Werder) e poi vedremo
altre parole al calciomercato, che fa registrare i primi sussulti dopo le indiscrezioni sullinteressamento dei giallorossi per Destro, in compropriet fra Siena e Genoa. A Mattia piace moltissimo Luis Enrique e il suo calcio offensivo dice il suo agente Contratto . un allenatore che ha portato una nuova mentalit. E poi fa giocare i giovani. E assolutamente un progetto sportivo molto interessante, in una piazza importate come Roma. Un possibile interesse dei giallorossi sarebbe da valutare con estrema attenzione. Dalla Germania, invece, rimbalza linteressamento del d.s. Sabatini per Sebastian Prodl, 24 anni, difensore austriaco del Werder Brema. Siete bene informati dice il suo manager Harald Werner . Il club gli ha offerto il rinnovo, ma lui preferirebbe fare altre esperienze, In Italia per seguito anche da altre societ (Lazio in testa, ndr) e piace anche in Germania. Detto che la Roma intenzionata a proporre al Wolfsburg il rinnovo del prestito di Kjaer, che finora non ha convinto, la dirigenza monitora anche il centrocampista Tomic, lattaccante Markovic (Partizan) e il play Badelj (Dinamo Zagabria). Nomi po- co noti? Forse, ma talento e fama non sempre vanno di pari passo. E poi chiss che Franco Baldini la prossima settimana (oltre allaccordo con la Disney) non torni dagli Usa con belle sorprese. I tifosi incrociano gi le dita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Due capitani (Presente e Futuro) e unansia che cresce. Giorni di esami strumentali per Francesco Totti e Daniele De Rossi, alle prese con fastidiosi problemi fisici e perci in pellegrinaggio di coppia presso la clinica romana Villa Stuart. Diagnosi e aspettative, per, sono diverse. Se per lattaccante al termine di una ecografia stato sentenziato una elongazione al bicipite femorale della coscia sinistra, il centrocampista sottoposto a una risonanza magnetica accusa invece un piccolo versamento (e relativo fastidio) al calcagno sinistro.
Obiettivo Milan Alla fine dei giochi, perci, la sen-

Jedaias Capucho Neves, in arte Jeda, 32 anni LAPRESSE

sazione che De Rossi, aiutato da unapposita talloniera, per il match in programma luned col Genoa allOlimpico ce la far, mentre invece la situazione di Totti sar valutata con maggiore attenzione, visto che ora Luis Enrique scopre labbondanza in attacco (per Osvaldo solo una botta). Premesso che lallenatore spagnolo gradisce sempre come i suoi giocatori si allenino con la massima intensit tutti i giorni, limpressione che il capitano (vero), in mancanza di progressi rapidissimi possa anche puntare al match successivo in calendario, quello assai pi prestigioso contro il Milan a San Siro.
Destro & Prodl Ma se Luis

Josip Ilicic, 24, gioca dal 2010 nel Palermo FOTOPRESS

Il fantasista si scalda per un gran finale che per sa tanto di addio


Lobiettivo lasciare il segno. Josip Ilicic non ci riuscito molte volte questanno. LIliciclone della scorsa stagione non si ancora visto. Il Palermo, a Lecce senza Miccoli, si aggrapper forte al suo talento nella speranza che torni a colpire come un tempo. Mi sento benissimo, spero di poter fare vedere il meglio di me in queste ultime partite spiega il fantasista rosanero -. Io in calo rispetto allanno scorso? Credo che siano degli sbalzi fisiologici, questanno abbiamo cambiato diversi allenatori e molti giocatori. Rimanendo qui, penso che tutto si aggiuster.
Addio? Parole che sembrano ipotecare il suo futuro a Palermo. Ma in realt non proprio cos. Non lo so cosa accadr lanno prossimo continua , vedremo. Anche io, come ogni giovane, ho ambizioni, sogno di confrontarmi con la Champions League e di vivere altri tipi di esperienza. Per per adesso sono qui e penso soltanto al Palermo, il resto si vedr. Nemmeno lipotesi di un ingresso di capitali arabi in societ, a fine stagione, gli fa cambiare prospettiva. Con gli arabi, non cambierebbe tutto in pochissimo tempo, ci vorrebbero dei mesi - sottolinea -, preferisco concentrarmi sul presente e ragionare passo dopo passo. La sensazione che a fine stagione le strade di Ilicic e il Palermo si divideranno, se in estate arriver lofferta che Zamparini riterr giusta. Come stato per Pastore lestate scorsa. Intanto Lecce, dopo tre sconfitte consecutive, la tappa dalla quale il Palermo deve ripartire per evitare di avvicinarsi ancora alla zona salvezza. A Lecce dobbiamo vincere. Non c dubbio che abbiamo dei problemi: li ha lInter, figuriamoci noi ammette Ilicic -. Mancheranno tre pedine importanti come Miccoli, Barreto e Pisano, per noi dovremo essere bravi a sopperire a questa assenze come una squadra vera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

clic
FINORA PER IL CAPITANO SOLO 4 GOL REALIZZATI GRAZIE A DUE DOPPIETTE DA 15 ANNI NON SEGNAVA COS POCO
Era dal 1996-97 che non accadeva che Totti, alla 27a giornata, avesse segnato soltanto 4 reti. In questo torneo il capitano ha realizzato le sue reti grazie a due doppiette: contro il Chievo (su rigore) e contro il Cesena.

Atalanta
ALEX FROSIO MILANO

Capelli, ma che iella Ora va k.o. la rotula


Stagione finita. E si era gi rotto il crociato dello stesso ginocchio
stato fatale il primo allenamento con il gruppo, in una mattina attesa dal 20 novembre, quando nella partita contro il Siena si era rotto il crociato anteriore del ginocchio destro. Daniele Capelli, con la sua forza di volont, stava recuperando a tempo di record, correndo verso un rientro in netto anticipo rispetto alle previsioni dopo loperazione per la ricostruzione del legamento, che paventavano addirittura laddio al resto della stagione. Ieri mattina era finalmente tornato a lavorare con il resto della squadra. Ma quando la sfiga si accanisce, luomo soccombe. In un contrasto di gioco, a fine allenamento, il 25enne difensore atalantino si procurato la rottura della rotula del ginocchio destro, lo stesso operato e in via di guarigione. Il crack porter a un altro intervento chirurgico (di osteosintesi, cio con viti o placche che aiutino losso a ricompattarsi), al quale Capelli si sottoporr oggi agli Ospedali Riuniti di Bergamo. Stavolta, anche la forza di volont potr poco: la stagione di Daniele Capelli davvero finita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Enrique pensa giustamente al futuro immediato, la dirigenza invece si muove anche sulle tracce del futuro a medio termine. In

Lazio
DAVIDE STOPPINI ROMA

Prenotato Ederson Hernanes si sposta


Il Profeta arretra, laltro arriva Giocatori a cena: festa derby
Un brasiliano per Catania, uno per giugno. Chiss se Edy Reja ha fatto una chiacchierata con Mano Menezes. Viene da pensare che s, una telefonata tra i due c stata. Perch dopo lintervista alla Gazzetta nella quale il c.t. del Brasile spiegava che Hernanes rendeva di pi da terzo uomo del centrocampo, ecco la svolta del Profeta anche nella Lazio. Reja pare proprio aver ascoltato il consiglio. Le prove tattiche di Formello sono una conferma: Hernanes interno sinistro e Mauro nel ruolo di trequartista.
In arrivo A Menezes, per, Reja potrebbe chiede-

agosto 2010, prima uscita del c.t. Menezes. Alla Lazio Ederson ancora non arrivato, ma ormai un matrimonio annunciato. Il fidanzamento va avanti dal 2007, quando il brasiliano giocava nel Nizza. Ora in scadenza di contratto, Lotito si invaghito al punto di aver spedito al Lione come da prassi la comunicazione ufficiale dellinizio delle trattativa con il calciatore. Ieri lEquipe ha scritto di un accordo gi raggiunto per i prossimi quattro anni. La Lazio ce lha in pugno, anche se il calciatore frena: Ho tante proposte, nulla ancora deciso. Una cosa in realt lha gi decisa: lascer il Lione, con il quale il rapporto s rotto. Anche per colpa degli infortuni, che hanno segnato le sue ultime due stagioni. E qui si inserita la Lazio. Lui sta per diventare comunitario: a casa col figlio parla solo italiano, visto che sposato con Patrizia Pighini, che prima di essere sua moglie stata anche la sua procuratrice. Lotito ha provato a prenderlo anche a gennaio. Lo far con qualche mese di ritardo.
Tutti a cena E magari con una Champions da gio-

re un parere anche su Ederson, fantasista del Lione, che la maglia verdeoro (della nazionale maggiore) lha vestita solo in unoccasione: era il 10

care: questo lobiettivo dei giocatori di oggi, che ieri sera (senza staff tecnico) si sono ritrovati a cena in un locale di Trastevere per festeggiare la vittoria nel derby e dimenticare la sconfitta con il Bologna. (ha collaborato Alessandro Grandesso)
RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGUI LA TUA SQUADRA tutte le notizie in tempo reale su

www.gazzetta.it/Calcio

22

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

23

ilCritico
di FRANCESCO BONAMI

LA TESTATA DI ZIDANE A MATERAZZI MEGLIO LA MEMORIA DELLA SCULTURA


Adel Abdessemed in una mostra personale (chiude sabato) alla galleria Zwirner di New York . Lopera , abbastanza orribile dobbiamo ammettere, consiste in una scultura in resina nera dei due calciatori nel famoso atto (foto). Un monumento alla scorrettezza si potrebbe definire . Anche se conoscendo lartista pi un omaggio al coraggio rivoluzionario del calciatore francese, ribelle, come lui nel mondo dellarte, difensore, anche se attaccante, degli oppressi e in questo caso dei perplessi, vista la qualit della scultura. Come opera darte infatti non molto riuscita, come daltronde lo sono tanti altri monumenti fatti per ricordare un ideale pi che un gesto. Il problema sta anche nelle sue misure. I due giocatori sono a grandezza naturale: immaginate il David di Michelangelo alto come noi, non ci convincerebbe. In arte la verit funziona male, anzi non funziona proprio. Non tutte le immagini possono diventare capolavori, nemmeno tutti i ricordi o le prodezze. Non un caso che le sculture dedicate ad imprese sportive facciano per la maggior parte schifo. Le grandi emozioni o, in questo caso, le pazze reazioni, rimangono scolpite nella memoria, scolpite nella pietra di solito si dimenticano presto.

gi diventato un opera Z inedine Zidane erainstallazione di un artista darte nella video francese, Philippe Parreno e di uno scozzese , Douglas Gordon. Il film si chiamava Un ritratto del 21mo secolo . Si vedeva solo lui finch anche in quel caso non veniva espulso. Ma la famosa testata a Materazzi del mondiale in Germania del 2006 nessuno aveva mai pensato di trasformarla in unopera darte contemporanea. Lo ha fatto un compatriota del burbero berbero Zizou, lalgerino berbero e un po barbaro

DallaPrima

laPuntura
di ROBERTO PELUCCHI

la Rovesciata
di ROBERTO BECCANTINI http://www.beckisback.it/

CHAMPIONS, CI RESTA SOLO IL MILAN IL NAPOLI E FUORI MA PUO CRESCERE


di ALESSANDRO DE CAL

f
Mentre l'Inter si appresta a rottamare i giocatori pi vecchi, Josefa Idem prepara la sua ottava Olimpiade. A 47 anni. Si dir: ma lei una canoista. Certo, ma anche l'Inter fa acqua da tutte le parti.

Napoli ma non vola oltre suoi I llimiti. Lase la gioca, A Stamford Bridgeaipassa grande impresa gli scappa dalle mani, nei supplementari. il Chelsea di Drogba, con le vecchie glorie rilanciate dalla concretezza italiana del sorprendente Di Matteo. E formidabile la trasformazione dei Blues rispetto al San Paolo. L cera ancora Villas Boas, spinto sullorlo del burrone dal braccio di ferro che stava perdendo col nucleo storico: Lampard, Essien, Cole. La squadra si era sfaldata davanti alle percussioni di Lavezzi e Cavani. I rapporti di forza tra Napoli e Chelsea sembrava fossero segnati, quasi definitivamente. Il cambio di panchina stato decisivo. Roberto Di Matteo ha ricostruito la giusta alchimia nel gruppo e sembra ripercorrere il tragitto di Avrham Grant che nel 2008, dopo il licenziamento di Mourinho, aveva portato il Chelsea alla finale di Champions. Intanto, nel suo piccolo, ha vinto tre partite su tre. Ieri per il Napoli stato chiaro fin dallinizio che laria era cambiata. Forse per la prima volta in questa stagione la squadra di Mazzarri rimasta un pelo sotto alle sue capacit, anzich esaltarsi nel momento difficile. Raggiunto il 2-1 che garantiva il passaggio del turno, non ha saputo cambiare registro, soffrendo la fisicit del Chelsea e la personalit dei suoi vecchi marpioni: non a caso i gol sono venuti da Drogba, Terry, Lampard e infine da Ivanovic, pupillo della gestione Abramovich. Poteva essere un turno favorevole per i club italiani, invece due su tre sono fuori. La corsa di Inter e Napoli sbatte contro la realt. Con prospettive diverse: i nerazzurri sono a fine ciclo i napoletani stanno crescendo e anche lo stop di ieri pu servire a rafforzare ambizioni e progetto. Alla fine, ci resta solo il Milan. Chiuso il cerchio degli ottavi, questa Champions ricorda qualcosa delle vecchie coppe Uefa e Campioni

di cui figlia. Rispetto alle edizioni recenti sembra pi democratica: tiene assieme milionari e debuttanti, anche in modo eclettico, pittoresco. Magari offre una qualit di calcio meno ricercata e omogenea, tuttavia garantisce un ventaglio decisamente transnazionale (ci sono club di sette paesi). La tendenza inseguita da Michel Platini con la riforma del torneo comincia a farsi concreta. Non tutto una meraviglia, qualche dettaglio per garantire una formula migliore pu essere ripensato, ci sar tempo per parlarne. Di sicuro, il plotone che domani, in Svizzera, verr sorteggiato per quarti e semifinali come in un tabellone di tennis resta diviso per caste. Bara e Real (non entusiasmante ieri col Cska) sono di unaltra dimensione. Lennesima sfida tra Messi e Ronaldo, Guardiola e Mou, sarebbe la finale pi logica. Difficile, per, che il sorteggio non preveda un derby di Spagna prima del capolinea previsto per il 19 maggio allAllianz Arena: se non nei quarti, almeno in semifinale. Questa prospettiva interessante per Bayern e Milan, terze forze del torneo un passo sopra al Chelsea soprattutto se saranno sorteggiate nellaltra parte del tabellone. Avrebbero la strada spianata e potrebbero restituire a Benfica, Marsiglia e Apoel la loro dimensione normale. Proprio i bavaresi, reduci da un lungo momento opaco della stagione, hanno brutalmente ricordato al Basilea qual la gerarchia di valori che li separa sul campo. Gli svizzeri avevano eliminato lo United di Rooney, non proprio robetta. In effetti, assimilato lo spigoloso rientro tra i ranghi di Robben, il Bayern ha esibito una formidabile potenza offensiva: con Ribery, Gomez, Mueller e lasso olandese, lattacco di Heynckes mette paura. I tedeschi puntano dritti alla finale che non sono mai riusciti a giocare in casa (1979, 1993, 1997) ma restano alla portata del Milan. Soprattutto se i rossoneri riusciranno a dimenticare la pessima figura fatta allEmirates e a riprendere il cammino in Champions con lo stesso piglio esibito a San Siro contro lArsenal.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Quella strana moda del ritornismo Roba da Gattopardi


Allenatori esonerati e poi richiamati: tutto cambia per restare come prima...

laVignetta
di STEFANO FROSINI

Attilio Tesser, 53 anni: esonerato e poi richiamato dal Novara BOZZANI

TwitTwit
WAYNE ROONEY
Stella del Manchester United

iamo riusciti a trasforSpassione.una malattia in mare una Spacciato per la pastiglia che sopprime il mal di testa, il ritornismo l'emicrania che cura la pillola. In principio fu Franco Carraro, nato in una culla a forma di poltrona, e di l non pi sceso. Antonio Matarrese cominci dalla Lega per poi ritornarvi, prigioniero di quel senso del dovere che in Italia, spesso, diventa colla. Naturalmente, la riserva di caccia pi vasta e variopinta coinvolge gli allenatori. Marcello Lippi fu ct due volte, e due volte mister della Juventus, con la quale vinse e rivinse, mentre in Nazionale fu primo in Germania e ultimo in Sud Africa. Neppure Silvio Berlusconi si neg il vezzo di ricondurre all'ovile le pecorelle smarrite: prima Arrigo Sacchi, poi Fabio Capello. Non fu la stessa cosa, ma questo un altro discorso. And meglio al Real, con Capello: scudetto e ri-scudetto a distanza di dieci anni. I casi pi recenti riguardano il Novara, da Tesser a Mondonico a Tesser, e il Cagliari, da Ficcadenti a Ballardini a Ficcadenti. Si tende a giustificare il ritornismo con l'idea del risparmio: in fin dei conti, ci si riappropria di un tecnico gi a libro paga. Massimo Cellino a Cagliari e Maurizio Zamparini a Palermo sono acrobati spericolati e specialisti efferati. Con Zamparini, ci casc addirittura Francesco Guidolin: coccolato, esonerato, reintegrato. E pure Delio Rossi non seppe resistergli: sostituito da Cosmi, ritorn a furor di popolo e fece in tempo a guadagnare la finale di Coppa Italia, persa contro l'Inter di Leonardo. Il ritornismo significa idee confuse e polso infermo. Lo prati-

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

Adesso tutti lavete visto Drogba. Wow, scioccante.


@WayneRooney

FRANCESCO MOLINARI
Professionista di golf

laCrisi

la fine di un ciclo glorioso dicono. Sono orgoglioso per i #7annidivittorie #amala


@F_Molinari

LINTER E UN FUTURO DA COSTRUIRE Gazzetta.it COSA PU DIRE ANCORA IL CAMPIONATO


di LUCA CALAMAI

cano anche all'estero, non per con la voracit degli italiani. D'accordo, il futuro un posto diverso, e non necessariamente migliore, ma se torniamo sempre indietro, sar difficile uscire dal labirinto. L'alibi del risultato la foglia di fico che non si nega a nessuno, tanto meno a un presidente isterico. Nel frattempo, la perversione di riattaccare i cocci della classifica con quello che c'era prima ha toccato picchi grotteschi. Hanno ceduto perfino a Novara, l'isola che, nell'immaginario popolare, aveva preso il posto del Chievo, la fiaba del quartiere e dei mussi volanti fino a Bettarini testimonial e agli schizzi di Scommessopoli. In alcuni casi funziona, in altri no. Resta il dilemma di chi giri attorno a chi: se il presidente al tecnico, o il tecnico al presidente. Penso, ogni tanto, a cosa sarebbe diventato il Palermo se Zamparini avesse tenuto Guidolin per una decina d'anni, come fece il Verona con Osvaldo Bagnoli. Altri tempi, d'accordo: ma non che il metodo dell'usa, getta e riusa abbia portato lontano. Siamo, a pieno titolo, gli eredi del Gattopardo: qualcosa doveva cambiare perch tutto restasse come prima. Qualcosa o qualcuno. Nella speranza che una botta di fortuna faccia passare il ritorno come una scossa e non gi come una mossa: la solita. Ci piace vivere sospesi fra trasformismo e trasformazione, felici che i clienti dei bar sport non colgano la differenza. Gira il calcio gira nello spazio senza fine, tanto per scimmiottare il Mondo che Jimmy Fontana cantava negli anni Sessanta. Senza fine o senza inizio?

subito L operazionedipi facile proiettarsio Blanc, nel futuro. Cominciando a studiare gli schemi offensivi Villas Boas, Mazzarri le serpentine di Lucas e lesplosivit di un centrocampista come Asamoah. I tifosi nerazzurri hanno tutto il diritto di voltare pagina e di riprendere a sognare dopo aver salutato la squadra, nel momento in cui sceso il sipario su un ciclo che gi storia, con un applauso che suonava come un grazie. Per lInter istituzionale, invece, il futuro gi domani. Le restanti undici giornate di campionato non possono regalare tituli ma non vanno neppure vissute come una fastidiosa parentesi in attesa del bomba liberi tutti. La zona Champions, a esempio, lontana ma non irraggiungibile. Cos dicono i numeri. Perch non provarci fino allultimo? E, comunque, anche un posto in Europa League (che pure a livello economico garantisce solo spiccioli) potrebbe diventare un paracadute da non disprezzare. Ma importante quanto la classifica capire cosa traghettare nel nuovo corso dellattuale parco giocatori. Ranieri, un allenatore con la valigia in mano, ha il dovere di aiutare il presidente Moratti e i suoi uomini mercato a valutare meglio cosa c in casa.

Il primo dubbio da sciogliere riguarda il valore dei giovani. Poli ha talento e personalit sufficienti per diventare un punto di riferimento del nuovo centrocampo nerazzurro? E Ranocchia (ormai vicino al recupero) pu essere unalternativa vera a vecchi totem quali Lucio e Samuel? Sono domande che deve farsi lInter e che si sta facendo, da tempo, anche il c.t. Prandelli. E si potrebbe andare avanti, restando in area ragazzi, con Obi e Faraoni. Ma questo finale di campionato dovr chiarire anche qual il vero Alvarez (un giorno fenomeno, un giorno inesistente), se i misteriosi acquisti invernali Guarin e Palombo sono uomini da rosa o potenziali titolari e, magari, verificare se arrivato il momento di scommettere su Pazzini, acquistato a peso doro poco pi di un anno fa ma rimasto sempre a met del guado. Certo, non tutti questi interrogativi avranno una risposta ma, anche per ribellarsi a questa triste primavera nerazzurra, bene dare spazio a chi ha ancora tanta fame di Inter. Probabilmente ne guadagneranno pure i risultati. P.s. In questa opera di fotografia del parco tecnico nerazzurro non sarebbe male se i dirigenti dellInter dedicassero un po di tempo a studiare qualcuno che stato parcheggiato lontano da casa. Due nomi, per intenderci: Viviano e Coutinho. Sono pronti per la sfida nerazzurra? Unaltra domanda sospesa in aria.

Nerazzurri k.o. A chi la colpa?


Allenatori (Gasperini e Ranieri)

5,4%

Giocatori

18,3%

Societ

76,3%

Settima in campionato a 17 punti dal Milan e fuori da Champions e Coppa Italia: di chi la colpa della disastrosa stagione dell'Inter? Al sondaggio proposto da Gazzetta.it hanno risposto in 17.000. La stragrande maggioranza (76,3%) ha messo sotto accusa la societ. Incolpevoli i tecnici.

24

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

CALCIOSCOMMESSE

Palazzi, andamento lento E il processo si allontana


Tante audizioni in procura, ma quasi tutti calciatori di secondo piano La A per ora al riparo: Masiello vuole collaborare, ma in lista dattesa
FRANCESCO CENITI MAURIZIO GALDI

LA LISTA FIGC
Cos le audizioni della Figc.

y
S

DISCIPLINARE

Deferimento per il Barletta Oggi si decide


Oggi la Disciplinare deve decidere sul deferimento della Procura federale contro il Barletta, il vicepresidente Paride Walter Tat, suo padre Roberto, che il presidente, e il club per responsabilit diretta e questo laspetto pi pesante, per violazione dellarticolo 6 del codice di giustizia sportiva. Quello delle scommesse. Tutto nasce da una denuncia anonima per un presunto illecito in Barletta Cosenza del 3 ottobre 2010. La lettera arriva il 19 ottobre e la Procura apre un fascicolo sentendo calciatori e dirigenti. Si arriva al 22 ottobre 2011 (un anno dopo) per sentire il presidente Tat che racconta come il figlio sia socio di minoranza della Gambling Partners che gestisce il sito on line Bettiamo.com con regolare concessione dei Monopoli. Tutto sembra finire l. Arriva larchiviazione per il presunto illecito, ma insieme anche il deferimento. Non c illecito sportivo, ma il Barletta rischia perch il codice di giustizia sportiva dice che un tesserato non pu effettuare o accettare scommesse, direttamente o per interposta persona... che abbiano ad oggetto i risultati dincontri ufficiali organizzati da Fifa, Uefa e Figc. Oggi lavvocato Chiacchio punter a contestare il fatto che Tat junior socio di minoranza e non ha mai seguito lagenzia che, sembrerebbe, nellultimo anno ha incassato circa 600 euro.
cen-ma.gal.

C un fantasma che si aggira nella classifica della A e ha le sembianze delle scommesse. Sono passati diversi mesi da quando la procura di Cremona ha affondato i colpi su un cancro fatto di combine e giocatori infedeli. I quattro sfigati sono diventati diverse decine: oggi la preoccupazione per penalizzazioni e squalifiche trasversale. Tutti chiedono di conoscere al pi presto il loro destino. Il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete, ha dichiarato faremo in fretta, ma le prime mosse della Procura Federale sono quantomeno da andamento lento. A parte laudizione di Carobbio, quasi tutti i giocatori sentiti sono riferiti ad atti, partite e situazioni gi note da mesi. Anzi, molti dei tesserati convocati erano stati inspiegabilmente lasciati tranquilli la scorsa estate, quando era andato in scena il primo processo. In oltre 20 giorni di interrogatori, la Serie A entrata solo di striscio. Eppure i jolly in mano al procuratore Stefano Palazzi non mancano.
Pentiti alla finestra Il pm Di Mar-

Il pm di Cremona Roberto Di Martino e, a destra, il procuratore Stefano Palazzi RASTELLI

tino ha consegnato quasi tutti gli atti alla Procura federale. In quelle carte ci sono almeno 25 giocatori della massima serie indagati. A parte Cristiano Doni e un paio di tesserati del Novara, nessuno stato chiamato a Roma. Come mai? Difficile dare una risposta, forse Palazzi sta aspettando altri e pi incisivi riscontri. Di sicuro inspiegabile la non convocazione di Andrea Masiello. Il difensore dellAtalanta stato sentito due volte a Cremona (e altrettante a Bari): sta collaborando e le sue rivelazioni stanno permettendo ai magistrati di allargare

clic
IL 26 MARZO DONI-ATALANTA AL TNAS
Il Tnas del Coni, dopo aver ricevuto ieri lulteriore documentazione presentata dalle parti, ha deciso di convocare ludienza per i ricorsi dellAtalanta e di Cristiano Doni contro le sentenze di agosto della Figc, per il 26 marzo. Lavvocato del giocatore, per, chieder in quella sede un rinvio, motivandolo perch il nuovo verbale di Gervasoni (che coinvolge Doni) stato secretato dalla procura di Cremona.

linchiesta. Una sua chiamata permetterebbe a Palazzi di entrare a due piedi sul marcio dello scorso campionato di A e magari scatenare un effetto domino. Tra laltro Salvatore Pino, legale di Masiello, ha richiesto pi volte laudizione. Comprensibile: il giocatore sta scontando una squalifica preventiva (non stato pi convocato da fine gennaio) e spera di patteggiare la pena, come accaduto con Micolucci (che aveva consentito il salto di qualit nella scorsa estate). Masiello e anche Gervasoni sono pedine fondamentali, eppure in questa fase sfilano figure di secondo piano. Per carit, va scoperto tutto e punito ogni comportamento fuori legge, ma forse sarebbe il caso di occuparsi delle situazioni pi scottanti. E non di evitarle specie se, come annunciato dal capo della Polizia Manganelli, sono in arrivo delle novit che daranno unulteriore accelerata allinchiesta sportiva. E se a questo aggiungiamo che il lavoro delle procure di Bari e di Napoli (ma almeno le carte di un caso preciso di frode sportiva non sono state gi trasmesse?), presto coinvolger altri tesserati, allora il rischio che il fantasma diventi cliente fisso delle classifiche. Certo, se Palazzi cambiasse passo...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Oggi Conteh (ex Piacenza), Achille Coser (Novara), Riccardo Fissore (Pavia), Guzman (Gubbio), Rijat Shala (svincolato), Paolo Acerbis (Vicenza), Alberto Maria Fontana (Novara), Luigi Sartor (ex Ternana), Mirko Stefani (Frosinone), Joelson (Pergocrema), Roberto Colacone (Monza), Alessandro Pellicori (svincolato)

S
Domani Mattia Serafini (Fano).

S
20 marzo Alex Pederzoli (Ascoli), Edoardo Catinali (LAquila)

IL CASO RESTANO LE LINEE GUIDA VOLUTE DA MARONI

Taccuino
LEGA DI A

Tessera del tifoso: quante imbecillit


Il capo della Polizia Manganelli: Tutto come prima. Chi ha parlato di cambi fuori strada
volto lex ministro dellInterno (Maroni) e lattuale (Cancellieri).
I malintesi Sicuramente una cer-

Diritti tv in chiaro C il nuovo bando


La Lega di A ha ripubblicato il bando dei diritti tv 2012 15 rimasti invendu ti, ritirato qualche giorno fa perch necessitava di alcuni correttivi for mali. Riguarda i diritti dei canali in chiaro, spacchettati in due finestre: interessate la Rai e Cielo. Le offerte entro il 23 marzo.

Antonio Manganelli, 61 anni


ROMA

ta confusione stata generata dalla determinazione numero 12 dell8 marzo. In quella nota dellOsservatorio si erano date le indicazione per mettere meglio a fuoco il ruolo della tessera del tifoso e in un passaggio si legge: I possessore della tessera del tifoso, di seguito denominata fidelity card.... Questo ha ingenerato in molti la confusione che qualcosa stesse cambiando, ma era solo la prosecuzione di unapertura alla vendita di due biglietti con una sola tessera. Un modo per aprire alle trasferte, ma sempre controllate dei tifosi. Come ieri ha gi spiegato la Gazzetta, non cambia nulla.
Caratteristica iniziale La tessera resta la stessa, solo viene rafforzata la necessit che le societ forniscano servizi ai propri sostenitori. Infatti Manganelli aggiunge: Non ho capito com uscita questa imbecillit della nuova tessera del tifoso. Di certo non dal dipartimento. Chi lha fatta uscire un imbecille, quello che viene presentato come un nuovo vestito della tessera altro non che la caratteristica base che abbiamo costruito anche con il ministro Maroni. Il ministro Cancellieri ora sulla stessa linea. Non ci sono novit. Non ho capito i titoli sui giornali n chi ci marcia e vuole inserire falsit.
ma.gal.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PALERMO

Frasi contro Banti Deferito Zamperini


Il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, stato deferito alla Disci plinare per avere espresso giudizi e rilievi lesivi sullarbitro Luca Banti, adombrando dubbi sulla sua impar zialit. Deferito per responsabilit diretta anche il club.

IN TV SU ITALIA 1

Iene e scommesse: fari su Bologna-Juve


Stasera le Iene (Italia 1) si occupano di calcioscommesse: Paolo Calabre si cercher di far luce su Bolo gna Juve del 13 gennaio 1980, finita 1 1 dopo un errore del portiere Zinet ti e un autogol dello juventino Brio. Intervistati gli ex calciatori Petrini, Castronaro, Sali, Causio e Bettega.

Non ci sar nessuna nuova tessera del tifoso, io non so quale imbecille ha messo in giro la voce, parole durissime quelle del capo della polizia, Antonio Manganelli, sulle notizie stampa che parlavano di una nuova tessera del tifoso. La tessera del tifoso ha spiegato Manganelli rester esattamente quella che oggi. Noi labbiamo detto fin da subito che uno strumento di fidelizzazione. La rabbia del capo della Polizia per le strumentalizzazioni fatte e soprattutto le anticipazioni uscite prima che lo stesso Osservatorio avesse fatto la comunicazione iniziale e ufficiale. Da qui la polemica che politicamente ha coin-

SCOMMESSE E FRODI

Club e responsabilit Proposta di legge


Lonorevole Pdl Maurizio Paniz ha presentato una proposta di legge di modifica della legge sullillecito spor tivo, che nasce propio per il control lo delle scommesse e delle frodi sportive. In particolare Paniz sostie ne che se la condotta (illecita) tesa allalterazione della gara sia finaliz zata a conseguire linteresse esclu sivo proprio o di terzi debba esse re modificata la norma della respon sabilit oggettiva delle societ.

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

25

SERIE BWIN LA CAPOLISTA


IL CONFRONTO TRE ATTACCHI STRAORDINARI

NUMERO

Taccuino
TORINO

GDS

Specialit Zeman Tridente Pescara C aria di record


Sansovini, Immobile e Insigne: gol a raffica Ma al tecnico non basta: Devono migliorare
GENNARO BOZZA

le pi una punta di sfondamento. Infine, Signori e Insigne, col primo che appare pi potente e pi goleador, ma con similitudini pi grandi di quanto appaia. Tutti e due sono nati trequartisti spiega Zeman a ognuno piaceva fare il regista. Signori nel Piacenza aveva fatto 4 gol. Lo provai in tutte e tre le posizioni dattacco, finch trovai quella buona. Insigne, nel Foggia, lho fatto giocare da esterno e ha dato buoni frutti. Non pensavano di essere in grado di segnare tanti gol.
Velocit Unaltra caratteristica

I gol segnati dal Pescara. Oltre ai tre attaccanti (45), sono andati a segno anche Cascione 5; Kone e Maniero 3; Gessa 2; Balzano, Soddimo e Togni 1. Due le autoreti a favore: sono di Ceccarelli (Verona) e Previtali (AlbinoLeffe)

63

Benussi si ferma per una distorsione


TORINO Si ferma Benussi: il portiere ha riportato una distorsio ne alla caviglia che per non dovreb be pregiudicarne la presenza saba to contro la Juve Stabia. Identico in fortunio per il giovane Chiosa, men tre ha lavorato a parte Basha che ha un lieve affaticamento alladduttore.

SAMPDORIA

Krsticic in campo Obiang non ce la fa


BOGLIASCO Krsticic ha par tecipato alla partitella e sar in cam po con lAscoli. Pi difficile il recupe ro di Obiang, impossibile per Padali no e Berardi.

Zdenek Zeman, 64 SPORT


INMAGE

VERONA

La societ fa ricorso per la maxi multa


VERONA Dopo la pesante multa (40 mila euro) per cori razziali, il Verona prende le distanze da unostinata minoranza incapace di comprendere limprorogabile neces sit di osservare le norme del codi ce di giustizia sportiva LHellas far anche ricorso contro la sanzione ri tenuta illegittima perch la societ ha pi volte condannato espressioni discriminatorie.

Ventanni dopo. Alexandre Dumas intitol cos il seguito del suo romanzo pi famoso, I tre moschettieri. E anche Zdenek Zeman sta componendo il bis del suo capolavoro: il tridente composto da Rambaudi, Baiano e Signori, nellestate del 1992, dopo leggendarie imprese nel Foggia, si separ. Lestate del 2012 potrebbe sancire il trionfo dei moderni tre moschettieri di Zeman, e non solo per la possibile promozione in A: Sansovini, Immobile e Insigne, stanno frantumando tutti i record, della prima Zemanlandia e di qualsiasi altro

trio degli ultimi decenni, in A e in B, anche non schierato come tre punte. Cos, i pescaresi, 45 gol in totale, sono a sole 3 lunghezze dai 48 del Foggia 1990-91, che sal in A, finora insuperato tridente di Zeman. Era la B a 20 squadre, cos il Pescara ha tempo fino alla 38a per il sorpasso assoluto. E vogliamo considerare la Juventus dominatrice della B 2006-07 a 22 squadre? Del Piero (20 centri), Trezeguet (15), Nedved (11), totale 46. Sulla carta, non c paragone fra la potenzialit offensiva di quei campioni e i tre del Pescara. Invece, stracciati pure loro, manca solo un gol per eguagliarli e poi staccarli nelle 12 giornate che restano.

Confronti Eppure, le caratteristi-

che dei protagonisti sono diverse. Cosa che non impedisce a Zeman di ottenere grandi risultati. Iniziamo da Rambaudi e Sansovini. Rambaudi era pi tecnico e meno attaccante, costruiva di pi ricorda Zeman Sansovini ha giocato quasi tutta la carriera da punta centrale e da sempre finalizza, ora fa lesterno. Rambaudi, per, in quella magica stagione segn pi di Signori; 15 contro 11, con Baiano a 22 e capocannoniere. Erano tutti "costruttori", preparavano lazione in modo diverso, specie con lattaccante centrale, Baiano, pi di movimento. Cos, la distribuzione dei gol era diversa. Immobi-

dei tre pescaresi la velocit con cui hanno realizzato gli insegnamenti di Zeman: tutti in doppia cifra alla 28a giornata della 1a stagione insieme, i foggiani alla 28a della 2a, ma con meno gol in quel momento: 32 contro i 40 dei pescaresi. Consideriamo gli altri due tridenti zemaniani in doppia cifra (Roma 1997-98, con Balbo, Totti e Paulo Sergio 39 gol; Roma 1998-99, 42 con Delvecchio al posto di Balbo) e si capisce ancora di pi la forza di Insigne, Immobile e Sansovini. Che, per, hanno grandi margini di miglioramento. Non giocano ancora insieme come i tre del Foggia conclude Zeman , quelli andavano a occhi chiusi ed erano pi veloci. Dobbiamo lavorare. Insomma, buone notizie per i tifosi del Pescara: non hanno ancora visto il meglio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA SITUAZIONE

Il Sassuolo sul campo dellAlbinoLeffe


La classifica dopo 30 giorna te: Pescara p. 61; Torino 59; Verona 57; Sassuolo 56; Padova 52; Varese 48; Brescia 45; Sampdoria 44; Reg gina 43; Bari ( 4) 41; Grosseto 40; Ju ve Stabia ( 4) 38; Cittadella 37; Livor no 34; Modena 33; Crotone ( 1) 30; Vicenza 29; Empoli 28; Gubbio 26; Ascoli ( 7) e AlbinoLeffe 25; Noceri na 22. Il programma del prossimo turno. Domani (ore 20.45): Pado va Varese (0 3). Sabato (ore 15): Al binoLeffe Sassuolo (0 1), Empo li Bari (0 1), Grosseto Cittadella (0 2), Gubbio Crotone (1 2), Juve Stabia Torino (0 1), Modena Noceri na (1 1), Reggina Livorno (2 0), Sam pdoria Ascoli (2 1), Verona Vicenza (1 2). Luned (ore 20.45): Pesca ra Brescia (3 0).

LEGA PRO Coppa Italia: andata semifinali

Foggia ok con lo Spezia E il Pisa fa il colpaccio


FOGGIA-SPEZIA 1-0 TRITIUM-PISA 1-2
GIUDIZIO +++ MARCATORE Lanteri al 38' s.t. FOGGIA (3-5-2) Botticella; Traor, De Leidi, Gigliotti; Cortesi, Velardi (1' s.t. Ferreira), Meduri, Venitucci, Frigerio (dal 21' s.t. Cardin); Defrel (dal 12' s.t. Lanteri), Pompilio. (Leo, D'Orsi, Lacerenza, Berardi). All. Stringara. SPEZIA (4-3-3) Conti; Chianese, Bianchi, Murolo, Ricci; Lazzoni, Ferrini (dal 26' s.t. Lollo), Pedrelli (dal 34' s.t. Madonna); Casoli, Evacuo, Testini. (Russo, Lucioni, Buzzegoli, Guerra, Marotta). All. Serena. ARBITRO Rocca di Vibo Valentia. NOTE paganti 424, inc. di 2.485 euro. Espulso Murolo al 35' p.t.; ammoniti Casoli, Evacuo e Cortesi. Angoli 3-6. GIUDIZIO +++ MARCATORI Perez (P) al 38 p.t.; Suagher (T) al 22, Tulli (P) al 37 s.t. TRITIUM (4-4-2) Nodari; Fondrini, Suagher, Dionisi, Possenti; E. Bortolotto, Corti (1 s.t. Daldosso), Di Ceglie, Chimenti (dal 1 s.t. R. Bortolotto); Magnaghi, Sinato (dal 16 s.t. Spampatti). (Pansera, Bertocchi, Monacizzo, Casiraghi). All. Boldini. PISA (3-4-3) Sepe; Buscaroli, Raimondi, Audel; Ton, Ilari, Scampini, Benedetti; Gatto (dal 39 s.t. Tremolada), Perez (28 s.t. Strizzolo), Carparelli (dal 32s.t. Tulli). (Pugliesi, Bizzotto, Colombini, Perna). All. Pane. ARBITRO Aureliano di Bologna. NOTE spettatori 250 circa, incasso nc. Ammoniti Possenti, Buscaroli, Di Ceglie, Suagher e Fondrini. Angoli 5-6.

SECONDA DIVISIONE I RECUPERI PRIMA DIVISIONE

Ribaltone a Como Ritorna Ramella


COMO Rivoluzione Como. La crisi (4 punti nel ritorno) ha spinto la societ a richiamare Ramella, esonerato due mesi fa, al posto di Chiarenza e Manari. Cambiano anche i manager: via Antonio Tesoro e il d.s. Papa, adesso dirige Gigi Cappelletti. Cos la Prima dopo 26 giornate: GIRONE A Ternana p. 56; Taranto (-3) 49; Pro Vercelli 47; Carpi 44; Sorrento (-2) 43; Benevento (-2) 41; Foggia (-2) e Lumezzane 36; Avellino 35; Tritium 34; Pisa 31; Como (-2) 30; Reggiana (-2) 28; Monza 25; Spal (-4) 24; Viareggio 22; Pavia 20; Foligno (-4) 16. Cos domenica (ore 14.30): AvellinoFoggia (1-1); Carpi-Sorrento (1-2); Foligno-Pro Vercelli (1-0); PaviaTernana (2-2); Pisa-Reggiana (0-1); Spal-Monza (1-3); TarantoBenevento (domani, ore 20.30; 1-2); Tritium-Como (2-1); Viareggio-Lumezzane (0-1). GIRONE B Trapani p. 50; Siracusa (-5) 44; Spezia 42; Cremonese (-6), Lanciano (-1) e Pergocrema (-2) 39; Carrarese 38; Barletta 37; Alto Adige 36; Portogruaro 35; Frosinone 33; Triestina 31; Prato 29; Piacenza (-6) 28; Latina 26; Andria e Sal 24; Bassano 22. Domenica (ore 14.30): AndriaLatina (2-5); Carrarese-Piacenza (3-0); F. Sal-Barletta (1-0); Frosinone-Trapani (2-2); Lanciano-Cremonese (luned, 20.45; 0-2); Pergocrema-Triestina (2-3); Portogruaro-Spezia (2-0); Prato-Alto Adige (2-2); Siracusa-Bassano (2-1).

Giulianova, festa senza tifosi


Sono stati giocati altri tre recuperi nel girone B di Seconda: lultimo sar il 21 (Campobasso-Celano), quando si giocano i quattro restanti del girone A. Nelle partite di ieri, tre pareggi e una sola vittoria, quella del Giulianova che si consola cos dopo la condanna a giocare a porte chiuse essendo lo stadio sprovvisto del certificato di prevenzione incendi. CLASSIFICA Cos il girone B dopo 33 giornate: Perugia p. 68; Catanzaro* 66; Vigor Lamezia* 63; L'Aquila 58; Paganese 53; Chieti* 51; Gavorrano 49; Aprilia* 45; Arzanese* 42; Fano* (-5) e Normanna* (-1) 39; Fondi* e Giulianova (-2) 37; Campobasso** (-2) 35; Milazzo 33; Vibonese (-1) 31; Melfi* (-4) e Neapolis (-2) 29; Isola Liri* (-2) 27; Ebolitana* (-1) 25; Celano* 16. (**due gare in meno, *una in meno).

SERIE D Il giudice sportivo ha inflitto lo 0- 3 a tavolino e un punto di penalizzazione al Cittanova che non si era presentato ad Acri: respinta la causa di forza maggiore. Una gara in campo neutro e a porte chiuse per Pistoiese, SantAntonio Abate, Nard e Brindisi. Allenatori: 4 gare a Vitaglione (Nuvla SF),
FANO CAMPOBASSO 1 1 MELFI FONDI 0 0

LAQUILA MILAZZO

0 0

GIULIANOVA NORMANNA

1 0

FOGGIA Il primo round se lo ag-

giudica in extremis il Foggia, alla quinta vittoria di fila in Coppa, grazie a un piattone al volo di Lanteri. Lo Spezia (con pi seconde linee) contesta l'espulsione di Murolo al 35' per aver commesso fallo su Defrel lanciato a rete. In dieci, gli ospiti rischiano: per il Foggia una traversa di Venitucci su punizione (26') e, nella ripresa, tentativi con Defrel (5') e Lanteri (15'), poi al 48' Botticella evita il pareggio su Ricci.
Roberto Pellegrini

MONZA Il Pisa vince con meri-

to al Brianteo. Dopo aver mancato il gol con Perez e Benedetti, segna al 38: angolo di Gatto, gran parata di Nodari su Raimondi, riprende Perez che insacca. Nella ripresa la Tritium pareggia con Suagher che scarta anche Sepe e deposita rete. Nel momento di maggior intensit della squadra di casa, in contropiede Gatto centra la traversa, la palla torna in campo e Tulli dalla distanza infila.
Pierfranco Redaelli

RITORNO Spezia-Foggia si gioca mercoled 28 alle 20.30.


RIPRODUZIONE RISERVATA

RITORNO Pisa-Tritium si gioca

mercoled 28 alle 20.30.


RIPRODUZIONE RISERVATA

GIUDIZIO LAQUILA (4-3-3) Testa 6,5; Simoncini 6, Garaffoni 5,5, Ruggiero 5,5, Calvarese 5,5; Agnello 6, Capparella 5,5 (dal 19 s.t. Pietrella 5,5), Perfetti 5,5; Improta 6, Cavaliere 5 (dall8 s.t. Colussi 5,5), Cunzi 5 (dal 24 s.t. Catinali 5). (Modesti, Leone, Prete, Campinoti). All. Ianni 5. MILAZZO (4-3-2-1) Messina 6; Di Pasquale 6, Lanzolla 6, Strumbo 6, Ingemi 6; Proietti 6, Fiore 6,5, Simonetti 6; Malafronte 5,5 (dal 18 s.t. Cuomo 6), Llama 5,5 (dal 19 s.t. NZe 6); Scalzone 6 (dal 33 s.t. Nicastro s.v.). (Croce, Pepe, Urso, Guerriera). All. Trimarchi-Catalano 6. ARBITRO Adduci di Paola 5. NOTE spettatori 600 circa, incasso di quasi 3.000 euro. Espulsi Garaffoni al 21 s.t. e Simonetti al 39 s.t.; ammoniti Proietti, Ruggiero, Simonetti, Garaffoni e Strumbo. Angoli 4-3. (a.f.)

GIUDIZIO MARCATORE Morga su rigore al 38 s.t. GIULIANOVA (4-4-1-1) Merletti 6; Del Grosso 6,5 (dal 28 s.t. Cavasinni s.v.), Terrenzio 6, Faragalli 6, Testoni 6; Bruno 7, Bont 6 (dal 40 s.t. Di Michele s.v.), Bianchi 6 (dal 17 s.t. Picone 6,5), Carbonaro 6,5; Valori 6; Morga 7. (Sorrentino, Granata, Giustizi, Iachini). All. De Patre 7. NORMANNA (4-3-3) Gragnaniello 5,5; Vitale 6 (dal 6 s.t. De Cola 6), Castaldo 5, Campanella 6, Diana 6; Marano 6, Zolfo 6, Petagine 6; Variale 5,5 (dal 17 s.t. Signorelli 6), Zampaglione 6, Grieco 5,5 (dal 35 s.t. Puca s.v.). (Russo, Izzo, Sgambato, Varsi). All. Romaniello 5,5. ARBITRO De Faveri di San Don di Piave 7. NOTE partita a porte chiuse. Ammoniti Carbonaro e Gragnaniello. Angoli 3-2. (g.a.)

++

GIUDIZIO MARCATORI Mucciarelli (F) al 41 p.t.; Fassari (C) al 46 s.t. FANO (4-4-2) Orlandi 6,5; Misin 5,5, Mucciarelli 6 (dal 32 s.t. Antonioli 5,5), Cossu 6, Colombaretti 6; Cazzola 6, Ruscio 6, Zebi 5,5, Muratori 6 (dal 25 s.t. Noviello 5); Innocenti 5,5, Marolda 5,5 (dal 40 s.t. Urbinati s.v.). (Beni, Bartolini, Mancini, Di Stefano). All. Baldassarri 5,5. CAMPOBASSO (4-2-3-1) Iovine 6; Forgione 6, Bertozzini 6, Scudieri 6, Esposito 6; Licciardi 5,5 (dal 27 s.t. Di Nardo 6), Viscido 6; La Porta 5,5, Fazio 5,5 (dal 1 s.t. Fassari 6,5), Todino 6,5 (dal 42 s.t. Cirillo s.v.); Cruz 5. (Falcone, Bruno, Rega, Mazza). All. Imbimbo 6,5. ARBITRO Pezzuto di Lecce 6. NOTE spettatori 400 circa, incasso di quasi 2.000 euro. Espulsi Viscido al 34 s.t. e Fassari al 46 s.t.; ammoniti Viscido e Fassari. Angoli 12-1. (g.f.)

++

GIUDIZIO MELFI (4-2-3-1) Scuffia 5,5; Spirito 6, Gennari 5,5, Gerolino 5,5, R. Russo 5,5; Scarsella 5,5, Giunta 5,5 (dal 28 s.t. Greco s.v.); G. Russo 6, Tirelli 5,5 (dal 1 s.t. Pericolo 5,5), Ambrogetti 5,5 (dal 28 s.t. Simeri s.v.); Improta 6. (Della Luna, Dermaku, Caprioli, Lionetti). All. Rodolfi 5,5. FONDI (3-5-2) Gasparri 6; Palumbo 5,5, Schettino 5,5, Dionisio 6; Tamasi 5,5, Alleruzzo 5,5, Rossini 6, Chiarini 5,5 (dal 1 s.t. Pacini 5,5), Bernasconi 5,5 (dal 1 s.t. Konate 6); Ricciardo 5,5, Vaccaro 5,5 (dal 32 s.t. Cucciniello s.v.). (Mezzacapo, Bennardo, Grillo, Formuso). All. Padovano 5,5 (squalificato Capuano). ARBITRO De Meo di Foggia 6. NOTE spettatori 300 circa, incasso non comunicato. Espulsi il tecnico Rodolfi all8 s.t. e Tamasi al 44 s.t.; ammoniti Dionisio, Chiarini e G. Russo. Angoli 5-1. (g.t.)

++

26

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

FORMULA 1 GP AUSTRALIA
LINTERVISTA LEX MANAGER DELLA RENAULT

Con Red Bull iridati almeno in cinque


Briatore: Vorrei vedere su quellauto
Alonso e Hamilton, sai che spettacolo!

HA DETTO

d
S

A caccia di
Mai sazio Io voglio continuare a vincere
Il tedesco punta al terzo titolo, intanto si rilassa con il cricket La mia RB8 si chiama Abbey

Su Fry Con me alla Benetton era un giovane ingegnere di pista. Poi passato alla McLaren. Voglio vedere come va la sua prima Ferrari

S
Flavio Briatore (a destra) chiacchiera con Chris Horner (Red Bull) CANONIERO
PINO ALLIEVI

Guarder il GP dAustralia in tv da Montecarlo o da Londra. Con un pizzico di nostalgia. Perch Flavio Briatore vive sempre per la Formula 1, nonostante mille altri affari riempiano la sua vita. Da ben 11 anni manager di Fernando Alonso, oltre che di Mark Webber. quindi coinvolto nei destini della Ferrari, sua ex acerrima rivale. Ma un successo a Melbourne, in casa, di Webber non gli dispiacerebbe affatto.
Briatore, chi il suo favorito per domenica?

Era un giovane ingegnere di pista, poi cresciuto in McLaren. Sono curioso di vedere come va la sua prima Ferrari.
Non le pare un po moscia questa F.1 che sta per partire?

su Raikkonen Kimi molto forte, gli ha fatto bene stare fuori, si disintossicato dellambiente e ora tornato

In Francia e in Inghilterra nessuno ne parla, la stampa italiana ha dimezzato gli spazi. Oramai un Mondiale di ingegneri, non di piloti. Mancano pathos, emozioni, gesti di coraggio. La tecnologia, che mai si riversa sulla produzione, ha reso la F.1 costosa e noiosa. Troppi soldi buttati via per niente.
Anche i piloti sono noiosi. E la Ferrari ha imposto il silenzio stampa ad Alonso e Massa.

S
su Ecclestone Lucido e in salute a 82 anni. Ma 8 team su 12 rischiano di non finire la stagione per la crisi economica. E nessuno ne parla

Comincio dalle prove. Vedo una Red Bull in pole, a 2 decimi la McLaren, a 3 la Mercedes. Vicinissimi Ferrari e Lotus. Pu vincere Vettel: ha una macchina che va bene, sviluppo di quella di un anno fa.
Come cambiato Alonso negli 11 anni di sua gestione?

Non credo che la museruola serva. Ma vero che tanta gente aspetta che la Ferrari faccia una figuraccia. Solo gelosia. In generale, per, i piloti non comunicano. Se calato linteresse la colpa anche loro.
Cosa ha Vettel pi degli altri?

Lo ingaggiai che debuttava con la Minardi, era poco pi che un ragazzo. Oggi un uomo con carisma e senso di responsabilit. Dopo Schumacher ha preso la leadership in Ferrari, dove apprezzato per lestrema disponibilit, come in Renault. un grande motivatore, un indefesso lavoratore. Non c nessuno pi completo di lui, anche se sul giro secco magari qualcuno pi veloce.
Cosa le hanno detto Alonso e Webber prima di partire?

La Red Bull. Se fossi in loro farei correre insieme Alonso e Hamilton, che sono i migliori e si detestano. Ci divertiremmo. Con la macchina di Vettel, altri 4 o 5 avrebbero conquistato il titolo.
Crede nella Lotus, la sua ex Renault, di Raikkonen?

DAL NOSTRO INVIATO

PAOLO IANIERI MELBOURNE (Australia)

S. Gli investimenti fatti a suo tempo danno i frutti. Raikkonen forte, gli ha fatto bene disintossicarsi e tornare.
Intanto al timone c sempre il giovane Ecclestone...

Fernando mi ha parlato di una Ferrari tutta nuova e da mettere a punto. Non pessimista, crede nella macchina, ma bisogna lavorare. DallEuropa la Ferrari ci sar. Webber dice che la Red Bull in salute, i tecnici affiatati. Si sapeva....
Lei ingaggi alla Benetton Pat Fry, che oggi d.t. Ferrari.

Lucido e in salute a 82 anni. Ma 8 team su 12 rischiano di non finire la stagione, pur con piloti che pagano una fortuna per correre. La crisi questa ma nessuno ne parla....
Ma alla fine lei per chi tifa?

Per la Ferrari.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Taccuino
FATTURATO 1.438 MILIONI X-TRIAL SABATO AL FORUM

Serie A batte F.1


Secondo listituto di ricerca italiano Stage up nel 2011 i ricavi delle scuderie di Formula 1 hanno toccato i 1.438 milioni, per la prima volta meno della Serie A che ha rag giunto i 1.618 milioni. Per lanalisi di StageUp, nelle ultime tre stagioni i team di Formula 1 hanno perso il 41 per cento dei ricavi contro una cre scita di introiti dei club di Serie A del 14 per cento.

Posti gratis 10 lettori


Sabato ad Assago c la pro va italiana del mondiale trial indo or. Ingresso gratis ai primi 10 letto ri che, con oggetto trial, scriveran no a eventigazzetta@gazzetta.it

Il lungo mare trafficato di gente che corre, che pattina, che pedala in bicicletta. Sulla sabbia ragazzi e ragazze giocano a beach volley o prendono il sole. Atmosfera rilassata da giorno di vacanza, che invece qui pura normalit. Dalla porta di uno dei tanti ristoranti che rendono la zona di Santa Kilda una tappa imperdibile nel soggiorno a Melbourne, sbuca Sebastian Vettel. He is so tiny sentenzia una ragazza in bikini al suo fidanzato. Paragonato a certi marcantoni locali tutti bicipiti e muscoli, il doppio campione del mondo in effetti non svetta. E, per la verit, neppure quando, sotto lattenta guida dellesperto locale Mark Webber, iniziano a lanciargli la palla sul bagnasciuga simulando una partita di cricket.
Furbo rilassato Sebastian, che qui domenica con la Red Bull inizia la lunga difesa delliride. Che, presumibilmente, non sar facile come lo scorso anno. Sarebbe molto da immaturi pensare che niente vada mai male. Da quello che ho visto, e vissuto finora, sono abbastanza furbo da sapere che non tutto va sempre come vuoi. la vi-

ta, e sarebbe anche piuttosto noioso se gi tutti sapessimo come andr a finire, met della gente non sarebbe qui. Soprattutto questanno le squadre sembrano essere pi vicine, ci possono essere sorprese, la Lotus andata forte.
Fame rilassato Sebastian, quando gli chiedono se, adesso che ha vinto due Mondiali, tutto sia pi facile: Chiedete a Michael (Schumacher; n.d.r.), ha pi esperienza di me. Il mio obiettivo il Mondiale. Aver vinto il primo stato un sollievo, perch ho dimostrato che potevo farcela, ma non vuol dire che non mi importi cosa arriver dopo. Anzi, lopposto: vuoi continuare a vincere,

Sebastian Vettel, 24 anni, e Mark Webber, 35, giocano a cricket sulla spiaggia di Santa Kilda (Melbourne). Ancora poche ore e il Mondiale di F.1 sar al via
COLOMBO

una cosa naturale, da questo punto di vista nulla cambiato, ho la stessa fame di prima.
Elogio Il primo a farne le lodi

proprio Webber, suo compagno di squadra, che ancora una volta prover a vincere la gara di casa. Frustante essere al fianco del doppio campione del mondo? Nel 2010 abbiamo lottato fino alla fine, stato solo lanno scorso che contro Seb non c stata storia per nessuno. Ma in un certo modo un bene lavorare nello stesso ambiente e sotto lo stesso ombrello, sapere contro chi hai a che fare. E se fai un buon lavoro, ottieni risultati: niente dura in eterno. E vincere due Mondiali non da tutti, vuol dire appar-

DECISIONE FIA

Lala mobile potr essere azionata su due rettilinei


La Fia ha deciso che ci saranno due Drs zone (aree di sorpasso) a Melbourne. Oltre che sul rettilineo principale, i piloti potranno azionare lala posteriore mobile anche sul successivo. Il detection point (dove viene rilevato il distacco tra le vetture) alla curva 14.

AUTOMOBILE CLUB

Damiani presidente
Il Presidente Giorgio Napoli tano ha firmato la nomina di Angelo Sticchi Damiani al vertice Aci.

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

27

sua maest Vettel


Ferrari, come va? Non tutto nero
Domenicali sicuro: Siamo pronti a lottare Analizziamo tutte le carte della Rossa
DAL NOSTRO INVIATO

venuto a creare intorno al team.


Lezione Aspettiamo le prime qualifiche e vediamo dove siamo, inutile stracciarsi le vesti prima del tempo: il disco che si ripete nella truppa rossa. Saremo l a lottare fino alla fine ha detto ieri il team principal Stefano Domenicali . Se dovessimo andare forte subito non bisogner montarsi la testa, cos come se non dovessimo essere competitivi non dovremo abbatterci. Guai a sbilanciarsi in un senso o nellaltro, insomma. Perch un anno fa, si era andati a letto venerd sera con la convinzione di essere a soli 3-4 decimi dai migliori (la solita Red Bull) e il risveglio era stato poi brusco con un ritardo effettivo salito a 1"4. In questo quadro cerchiamo di capire quali possono essere i punti di forza e di debolezza della Ferrari, ben sapendo che Melbourne pista atipica (tracciato semipermanente con curve lente e lunghi rettifili) che spesso nasconde i difetti e comprime i distacchi. Dunque solo in Malesia si riuscir ad avere una fotografia realistica dei rapporti di forza.

ANDREA CREMONESI MELBOURNE (Australia)

Una trentina di chilometri in bici giusto per aiutare il fisico a smaltire il pi in fretta possibile il jet lag. Alla vigilia di uno degli esordi iridati pi incerti degli ultimi anni, a Maranello almeno una certezza possono coltivarla: Fernando Alonso, malgrado non abbia avuto un inverno facile, pronto a dare battaglia. Concentrato, determinato, cattivo al punto giusto. Adesso tocca a lui dare il valore aggiunto anche se la F2012 resta appunto a poche ore dal debutto sul circuito dellAlbert Park una sorta di pianeta ancora in gran parte da esplorare. Vista da fuori la Ferrari sembra vivere una situazione paradossale perch, dopo aver lanciato lallarme, dopo aver sostenuto che ci sar da rimboccarsi le maniche per limitare i danni nelle prime quattro gare con la speranza poi che si riesca a far funzionare gli scarichi con i quali la F2012 stata concepita, ora si manifesta stupore per il pessimismo che si

La Ferrari F2012 arriva al via del Mondiale dopo una serie di test dallesito contraddittorio CANONIERO

tenere ai grandi.
Classifica Ma lui, Vettel, si sen-

te tra i grandi? Non mi trovo a mio agio nel parlare di me. Lascio che siano gli altri a farlo, di certo sentire parole simili su di me un grande onore. Poi, per, stila la sua classifica: Michael uno che compare in tutte le liste, poi c Ayrton Senna, un grandissimo, poi metto Jochen Rindt e Jim Clark. Sono una gran bella compagnia a cui affiancarsi.
Certezze Non ha dubbi sul fatto

stra affidabilit non stata un disastro, ma con unauto nuova ci sono tante cose da capire e ogni volta che cera qualcosa che non andava per precauzione ci fermavamo. Questo ovviamente porta via tempo alla pista, ma abbiamo sempre trovato soluzioni veloci ai nostri problemi. Qui dovremmo essere a posto: il fatto che ogni anno cerchiamo di spostare sempre pi in alto lasticella.
RB8 Intanto la sua monoposto,

SU SPORTWEEK
SABATO IN EDICOLA

i pregi
Giro secco

i difetti
Scarichi

1una sospensione a tirante anche allanteriore deve fare i contimacigno con il qualecampionaLa scelta controcorrente di adotta- 1 E il la Ferrari re in questo avvio del
tra le cose che funzionano sulla F2012: questo, unito alle mescole ammorbidite Pirelli, ha consentito di annullare un punto debole degli anni scorsi, ovvero la difficolt a mandare in temperatura gli pneumatici. E allora perch Pat Fry ha messo le mani avanti sostenendo che c il rischio concreto di non entrare in Q3? Perch i test hanno mostrato prestazioni ravvicinate tra i vari team e comunque non questa la principale preoccupazione della scuderia. to perch la soluzione originale (scarichi indirizzati verso lesterno) garantiva sulla carta vantaggi che invece non ci saranno almeno sino a maggio.

che la Red Bull sia pronta al via del Mondiale, nonostante negli ultimi test con la macchina modificata i chilometri percorsi siano stati pochissimi: La no-

come da tradizione, stata battezzata. Lho chiamata Abbey. Ma non c un motivo particolare. Allinizio avevamo pensato a Everybodys wife (la moglie di tutti), ma non era particolarmente sexy.
RIPRODUZIONE RISERVATA

2rapido e accentuato degrado deglisipneumaNei test pre-campionato notato un


Gomme

TUTTO SU FERNANDO E LA GUIDA ALLA F.1


Sul prossimo numero di Sportweek, in edicola sabato, Fernando Alonso presenta il 2012 raccontando 12 sfide particolari che pensa di aver vinto. Dalle ragazze (prima di vincere il Mondiale andavo spesso in bianco) alla scuola, dalle amicizie alla famiglia, fino ai soldi. Ma ciascuno dei 24 piloti ha una sfida da affrontare. Le raccontano 24 firme speciali: Valentino Rossi scrive di Alonso, Mateschitz di Vettel, Damon Hill di Button, Robinho di Massa, Briatore di Schumacher, Lauda di Raikkonen.

2 centinaia Negli ultimi testsegno che la macla Ferrari ha percorso di giri al giorno,
Affidabilit

tici anche se differenziato in base al tipo di mescole impiegato. Su una pista scivolosa come questa del circuito di Melbourne, il problema potrebbe essere anche pi grave.

china al di l di qualche guasto di natura idraulica ha una apprezzabile robustezza.


Piloti Alonso nei test ha lavorato sodo in sintonia con i tecnici, come ha confermato Montezemolo. Massa ha affrontato i test con un approccio molto pratico e poco emozionale e avere a che fare con gomme che vanno prima in temperatura non pu che fargli guadagnare autostima.

3 che soffiano verso linterno sotto lala La Ferrari, costretta ad usare gli scarichi
Trazione

posteriore, non ha garantito il carico aerodinamico ottimale e questo influisce negativamente sulla trazione che su una pista tutta di frenate e accelerazioni come questa di Melbourne pu mettere in difficolt il pilota.
Stato danimo Tutta la struttura Ferrari ostenta tranquillit, nega che siano previste epurazioni in vista in caso di risultati negativi come ha sottolineato anche il presidente Luca di Montezemolo che ha voluto tranquillizzare lambiente , ma chiaro che dopo le difficolt vissute nel periodo invernale, la tensione allinterno della scuderia resta piuttosto alta e questo potrebbe anche alla fine favorire degli errori.
RIPRODUZIONE RISERVATA

4 negli ultimi DovendoMontmel la Ferrari ha cambiare gli scarichi, solo giorni a


Regolazioni

A sinistra, la Red Bull RB8 guidata da Seb Vettel allultimo test di Montmel; a destra, ultimi preparativi al circuito di Melbourne. Stanotte, alle 2 e 30 italiane, si accenderanno i motori per la prima sessione di prove libere LIVERANI-COLOMBO

potuto concentrarsi sulle regolazioni della monoposto e dunque questo un terreno ancora vergine. Certo perch si possa lavorare con profitto bisognerebbe avere condizioni di tempo stabile e asciutto e invece le previsioni per le libere non lasciano presagire nulla di buono.

28

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

29

FORMULA 1 GP AUSTRALIA
PRIMA PROVA IRIDATA

Raikkonen a 22 la tentazione
Vettel favorito a 2,40. Seguono Hamilton a 5,50 e Alonso a 12. Ma il finlandese pu sbancare
LALBERT PARK

il programma Domenica si parte alle 7 del mattino in diretta su Rai1


ORARI
In tempo reale su gazzetta.it
Domenica si corre a Melbourne (5.303 km) il GP dAustralia, gara dapertura del Mondiale. In programma 58 giri pari a 307.574 chilometri. PROGRAMMA Ora italiana Domani: prove libere ore 2.30-4 e 6.30-8. Sabato: Prove libere ore 4-5. Qualifiche ore 7-8 (diretta su Rai2 e RaiHD). Domenica: Gara alle 7 (diretta su Rai1 e RaiHD). Tempo reale su Gazzetta.it

CALENDARIO
Prossima tappa in Malesia
DallAustralia alla Malesia. Il prossimo fine settimana la F1 torna in pista a Kuala Lumpur, 56 giri e 5.543 di circuito. Ecco il programma completo. 25 marzo GP Malesia (Kuala Lumpur). 15 aprile GP Cina (Shanghai). 22 aprile GP Bahrain (Sakhir). 13 maggio GP Spagna (Montmel). 27 maggio GP Monaco (Montecarlo). 10 giugno GP Canada (Montreal). 24 giugno GP Europa (Valencia). 8 luglio GP Gran Bretagna (Silverstone). 22 luglio GP Germania (Nrburgring). 29 luglio GP Ungheria (Budapest). 2 settembre GP Belgio (Spa-Francorchamps). 9 settembre GP Italia (Monza). 23 settembre GP Singapore. 7 ottobre GP Giappone (Suzuka). 14 ottobre GP Corea (Yeongam). 28 ottobre GP India (Nuova Delhi). 4 novembre GP Abu Dhabi (Yas Marina). 18 novembre GP Stati Uniti (Austin). 25 novembre GP Brasile (San Paolo).

ILLUSTRAZIONI DI MIRCO TANGHERLINI -INFOGRAFICA GAZZETTA DELLO SPORT

Tutti contro Vettel. ancora lui luomo da battere. Per i bookmakers il tedesco della Red Bull il grande favorito dellanno. A Melbourne, a guardare le quote, Red Bull-McLaren, Vettel contro Hamilton. La pole del tedesco data a 1,90 contro i 5,50 dellinglese e l8 di Webber, con Alonso pi gi a quota 16. La vittoria in gara del tedesco vale 2,40, sempre seguito da Hamilton a 5,50, con Button e Webber a 7,50. Gli scommettitori concordano con Alonso, che ha detto: Ci sar da stringere i denti nelle prime gare. Fernando vincente in Australia a 12. E si gioca gi sul titolo: Vettel paga a 2. Ma occhio ad Alonso che raggiunge Hamilton a 6,50. Se invece si cerca una possibile sorpresa bisogna puntare su Kimi Raikkonen: il finlandese che rientra dopo 2 anni ed stato grande protagonista dei test invernali, viene dato a 16 per la pole, a 22 per la gara e addirittura a 25 per il Mondiale.

QUOTE MONDIALE

POLE
PILOTA (TEAM) Sebastian Vettel (Red Bull) Lewis Hamilton (McLaren) Mark Webber 8,00 (Red Bull) Jenson Button (McLaren) Nico Rosberg (Mercedes) Fernando Alonso (Ferrari) Kimi Raikkonen (Lotus) Michael Schumacher (Mercedes) Romain Grosjean (Lotus) Felipe Massa (Ferrari) Paul Di Resta (Force India) Nico Hulkenberg (Force India) Sergio Perez (Sauber) Kamui Kobayashi (Sauber) ALTRO QUOTA 1,90 5,50 8,00 12 16 16 20 25 40 50 100 100 150 150 50

GIRO VELOCE
PILOTA (TEAM) Sebastian Vettel (Red Bull) Mark Webber (Red Bull) Lewis Hamilton (McLaren) Jenson Button (McLaren) Fernando Alonso (Ferrari) Kimi Raikkonen (Lotus) Felipe Massa (Ferrari) Nico Rosberg (Mercedes) Michael Schumacher (Mercedes) Romain Grosjean (Lotus) Paul Di Resta (Force India) Nico Hulkenberg (Force India) ALTRO QUOTA 3,50 4,50 5,00 6,50 10 16 20 20 25 33 75 75 25

VITTORIA
PILOTA (TEAM) QUOTA Sebastian Vettel (Red Bull) 2,40 Lewis Hamilton (McLaren) 5,50 Jenson Button (McLaren) 7,50 Mark Webber 8,00 (Red Bull) 7,50 Fernando Alonso (Ferrari) 12 Kimi Raikkonen (Lotus) 22 Nico Rosberg (Mercedes) 22 Michael Schumacher (Mercedes) 28 Romain Grosjean (Lotus) 66 Felipe Massa (Ferrari) 66 Kamui Kobayashi (Sauber) 100 Sergio Perez (Sauber) 100 Nico Hulkenberg (Force India) 100 Paul Di Resta (Force India) 100 D.Ricciardo e J.Eric Vergne (Toro Rosso) 150

6,50 2,00 6,50 Vettel Alonso


FERNANDO ALONSO SPAGNA FERRARI SEBASTIAN VETTEL GERMANIA RED BULL

Hamilton
LEWIS HAMILTON REGNO UNITO MCCLAREN

30

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

MONDOMOTORI MOTO

lora delle 2 ruote


Scelte di forte personalit
Triumph polivalente, Bmw cittadina trasformista, Aprilia tutta aggressivit

Crociera La Triumph ha lacceleratore elettronico. A destra il cruscotto: si regola anche la velocit di crociera

Regolabile Il parabrezza della Bmw sulla versione Gt regolabile elettricamente. A destra in azione la versione Sport

Doppio Un dettaglio del doppio scarico dellAprilia inserito nel codino. A destra, il tester in piena accelerazione

LENDURO

La Tiger Explorer regina dei viaggi


EDOARDO MARGIOTTA

te di tenere tutto sotto controllo grazie alla ricca strumentazione, e che vanta una dotazione di serie finora ineguagliata: cruise control per viaggiare alla velocit preferita senza stress; controllo di trazione su due livelli per aprire il gas su qualunque fondo stradale; ABS di serie, per la massima sicurezza in frenata.
Accessori Cerchi da 19" e da

IL NOSTRO GIUDIZIO

n
S

LO SCOOTER

Attesa e poi ammirata ai saloni autunnali, la Triumph Tiger Explorer arriva sulle strade italiane per conquistare un posto da protagonista tra le enduro stradali, il settore che cresce di pi. Al centro di un progetto elaborato e completo c il motore 3 cilindri, marchio di fabbrica dellazienda inglese: 1.215 cmc, 137 Cv di potenza e 121 Nm di coppia, stato progettato per vibrare poco e nascondere al suo interno pompe e scambiatori. Monta un generatore potente, 950W, perch i tanti servizi di bordo siano correttamente alimentati. Ampio spazio allelettronica, sia per limmancabile iniezione di carburante sia per il ride by wire, lacceleratore elettronico che ottimizza il getto di benzina e lapertura dei corpi farfallati. Il risultato? Grande progressione, motore pronto nella risposta anche in basso, consumi ed emissioni sempre sotto controllo.
Dotazione completa La trasmis-

17" davanti e dietro, pneumatici adatti alla strada ma anche allo sterrato leggero, la nuova Tiger Explorer infonde sicurezza, grazie al manubrio largo e alla sella non troppo alta da terra (e regolabile). Attingendo alla ricca gamma di accessori possibile costruirsi la moto su misura, con valigie laterali, bauletto, faretti fendinebbia, protezioni di ogni genere per il veicolo e tanto daltro. Insomma, se il vostro obiettivo viaggiare questa Triumph la scelta giusta, e il prezzo, 15.290e. Per approfittare dellofferta di lancio servono 16.334e per portarsi a casa una Tiger Explorer ancora pi ricca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Motore Ha carattere, proprio come si conviene a un tre cilindri Elettronica Gestisce bene la potenza, soprattutto in accelerazione e riduce i consumi Dotazione Molto ricca, con cruise control, Abs e controllo della trazione di serie

Sport o Gt rivali Bmw per il solito T-Max


PAOLO LORENZI

pi capiente per il GT (60 litri), ma ampio anche per lo Sport, che offre il Flex Case per aumentare il volume: un sacco elastico estendibile verso la ruota per ospitare un casco integrale a scooter fermo.
Solido Su strada inevitabile il

IL NOSTRO GIUDIZIO

n
S

LA MOTARD

NO
Agilit Non molto a proprio agio nelle curve di medio raggio Peso Elevato: penalizza nelle manovre da fermo e a bassa velocit

Bmw entra nel settore scooter (dopo linfelice esperienza del C1), dalla porta principale. Due i modelli di grossa cilindrata: C 600 Sport e C 650 GT, il primo pi dinamico, il secondo turistico. Il nuovo bicilindrico parallelo di 647 cmc sulla carta garantisce 60 Cv, potenza di tutto rispetto. La ciclistica in comune, con telaio tubolare dacciaio, quasi motociclistico, come la forcella a steli rovesciati con 115 mm descursione. Le gomme da 15 pollici hanno ampia sezione: 120 mm davanti, 160 dietro.
Stile Moderno, ma senza ecces-

paragone con il best seller Yamaha T-Max. Ma a Monaco hanno evitato il confronto diretto. Puntiamo a unutenza in sintonia col nostro standard, spiega Peter Pffel, responsabile del progetto. Quindi carattere pi tranquillizzante (ma non tranquillo...). Il motore offre un allungo progressivo, senza spunto bruciante. Per c una stabilit impeccabile, un ottimo equilibrio, buona tenuta in curva e doti di maneggevolezza. La frenata migliorabile, soprattutto in progressivit, e nemmeno le finiture strappano lapplauso. Alti i prezzi, con lo Sport a 11.100 e, e il GT a 11.450, Abs, messa in strada e primo tagliando inclusi. Nel cassetto ci sono altri progetti: sicuramente un elettrico, forse un modello pi piccolo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Assetto Molto stabile anche alle velocit pi elevate Motore Potente e con un allungo progressivo Carico Ottima la capacit del vano sottosella

Dorsoduro offre lAbs a 1500 e in meno


MARCO SELVETTI

NO
Freni La leva del posteriore ha poca corsa, lAbs invasivo Finiture Molta plastica con qualche sbavatura Ingombro La larghezza posteriore del GT un po voluminosa

Nata meno di due anni fa per essere la motard pi potente sul mercato, la Dorsoduro 1200 non ha avuto laccoglienza che meritava. Anche per questo lAprilia ha deciso di migliorarla, mantenendo lestetica appagante del modello precedente. Tra le novit ladozione di cerchi ruota pi leggeri, che riducono il peso. Ora con i suoi 209 kg la 1200 si avvicina alla sorella minore 750. Offerti di serie lAbs per le frenate demergenza e lAtc (Aprilia traction control) contro la per-

TRIUMPH TIGER 1200


LA SCHEDA TECNICA Motore 3 cilindri 4T, 4 valvole per cilindro Cilindrata 1215 cmc Alesaggio x corsa 85x71,4 mm Potenza 137 Cv (101 kW) a 9.000 giri/min Coppia 12,3 kgm (121 Nm) a 6.400 giri/min Alimentazione iniezione elettronica Freno anteriore 2 dischi da 305 mm pinze a 4 pistoncini. Abs di serie Freno posteriore disco da 282 mm pinza a doppio pistoncino Altezza sella 837-857 mm Peso (in ordine di marcia) 259 kg Serbatoio 20 litri Prezzo 15.290 euro

BMW C 600 E C 650


LA SCHEDA TECNICA Motore 2 cilindri 4T di 647 cmc Raffreddamento a liquido Potenza 60 Cv Telaio tubolare in acciaio e alluminio Cambio trasmissione variabile continua Forcella a steli rovesciati, corsa 115 mm Freni a 3 dischi (2 ant) con Abs Serbatoio 16 litri Peso Sport 249 kg (a pieno carico) Peso GT 263 kg (a pieno carico) Prezzo Sport 11.100 euro (con Abs) Prezzo GT 11.450 euro (con Abs)

AZIENDE DIRETTO DA GALLUZZI

sione finale ad albero cardanico una certezza: manutenzione ridotta ai minimi termini, dolcezza di intervento, affidabilit. Su una moto che permet-

si, richiama le moto di Monaco. Asciutto lo Sport, pi imponente e protettivo il GT. Per entrambi il riparo aerodinamico buono, col parabrezza del GT, pi grande, regolabile elettricamente (manualmente sullo Sport). Comoda la seduta, ma cambia laltezza sella (810 mm sullo Sport, 780 sul GT) e del manubrio, oltre alla pedana. Sullo Sport la posizione di guida pi caricata in avanti, sul GT pi confortevole.
Carico Sotto la sella c un vano

Piaggio apre Centro Design a Pasadena


Il Gruppo Piaggio aprir negli Stati Uniti lAdvanced Design Center, che avr sede a Pasadena (California). Lannuncio stato dato dal presidente e a.d. Roberto Colaninno. Il Centro sar guidato da Miguel Galluzzi, designer della Ducati Monster, della Cagiva Raptor e della Moto Guzzi California 1400 (foto), sul mercato in autunno.

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

31

AUTO
PER TUTTI I GUSTI TRE MODI DI INTERPRETARE LA MOTO. DA SINISTRA LA POLIVALENTE TRIUMPH TIGER 1200, LO SCOOTER BMW C 650 GT E LA STRARIPANTE APRILIA DORSODURO 1200. MEZZI DIVERSI, MA CON UNA FORTE PERSONALIT IN COMUNE

INNOVAZIONE CONSUMI RIDOTTI E PRATICIT DUSO

Peugeot 508 Rxh integrale grazie alla scelta ibrida


Il motore diesel muove le ruote anteriori, lelettrico aziona le posteriori. Finiture degli interni di lusso. Prezzo 43.000e
Triplici Led Il frontale della Peugeot Rxh con le triplici luci a led ai lati della calandra

della calandra, le modanature che abbracciano i passaruota, le bandelle laterali e una serie di colori e materiali specifici per gli interni. Lallestimento degno di unammiraglia con sedili elettrici anteriori, head up display per vedere alcune informazioni utili sul parabrezza, tetto panoramico, vetri oscurati, impianto audio evoluto e navigatore. La grossa batteria del motore elettrico sotto il pavimento riduce un po il baule: da 560 a 400 litri con il divano posteriore in funzione.
Ibrido Nella guida non si nota

IL NOSTRO GIUDIZIO

n
S

Stile Elegante come la sw da cui deriva. Pratico il portellone motorizzato. Emissioni Bene velocit massima, consumi ed emissioni. La soluzione ibrida resta ideale per questo tipo di vettura destinata ad impieghi fuori porta. Rivali A fare la differenza con le altre auto simili sar la soluzione ibrida.

quando il sistema ibrido fa entrare in funzione il motore elettrico o di quando si spegne quello a gasolio: il tutto avviene, infatti, senza scossoni e la Peugeot 508 Rxh offre la stessa facilit di guida delle altre versioni. Con 4 modalit: auto, lauto gestisce i 2 motori; zev, solo motore elettrico; 4wd 4 ruote motrici; Sport, per la guida pi dinamica: scegliendola si pu disporre della potenza massima di 200 Cv. Nonostante il peso di 1845 kg la Peugeot 508 Rxh si dimostra piuttosto maneggevole e davvero stabile. Prezzo: 43.000 e.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CORRADO CANALI

un modello che mancava nella gamma Peugeot. Una familiare ecologica, ma anche ricca, per fare concorrenza ai marchi tedeschi leader nelle derivate di lusso, un alto di gamma sia per stile sia per tecnica. In effetti la 508 Rxh una station wagon ibrida diesel-elettrica in grado di percorrere in media 24,4 km con un litro, rispetto ai 17,5 km della 508 SW turbodiesel, unarma in pi per conquistare nuovi clienti. La Rxh ha le 4 ruote motrici, le anteriori spinte dal dita di aderenza della ruota posteriore. Ci sono tre mappature del motore (Rain: 100 Cv; Touring: 130 Cv; Sport: 130 Cv, ma erogazione pi cattiva). Quella intermedia risultata la migliore: potenza giusta e risposta al gas dolce. Ora la Dorsoduro una moto efficace e pi facile da guidare. Il prezzo, nonostante le dotazioni, si riduce di ben 1.500 euro e si assesta a 10.990 euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

motore diesel e le posteriori dallelettrico, e pu procedere in modalit solo elettrica per 4 km e non oltre i 60 allora mentre lestetica lavvicina ai fuoristrada. Ma anche unaltezza da terra superiore di 50 mm e carreggiate pi ampie di 40 mm pi ruote enormi da 18 pollici.
Termico Il gruppo propulsore della Peugeot 508 Rxh composto dal 2000 cmc Hdi fap che, con lelettrico, sviluppa 200 Cv e 450 Nm (163 Cv il diesel e 37 Cv lelettrico), con emissioni medie di 107 g/km di CO2 contro i 149 g/km della

NO
Prezzo pi alto rispetto ad alcune delle possibili concorrenti.

PEUGEOT 508 RXH


LA SCHEDA TECNICA Cilindrata 1997 cmc Potenza 163 Cv Diesel + 37 elettrico Coppia 300 Nm Diesel + 200 elettrico Trazione 4x4 ibrido non permanente Trasmissione automatica a 6 rapporti Lunghezza 4823 mm Larghezza 1864 mm Altezza 1525 mm Capacit bagagliaio 400 litri Velocit max 213 kmh Accelerazione 0-100 kmh 8"8 Consumo medio 4,1 l/100 km Emissioni CO2 107 Prezzo 43.000 euro Data di lancio maggio

Con lhead up display si vedono alcuni dati riflessi sul parabrezza

versione solo a gasolio. I dettagli estetici che distinguono la 508 Rxh dalle sorelle con motori tradizionali sono le triplici lame di luci diurne led a lato

IL NOSTRO GIUDIZIO

QUI VOLKSWAGEN VERSIONE SPECIALE DELLA CLASSICA VARIANT


urti, protezioni della scocca e degli organi meccanici: tutto questo le dona un pizzico di cattiveria e sportivit.
Differenziale La Passat Alltrack arriver in Italia allinizio dellestate in una sola versione, con il motore 2.0 Tdi turbodiesel da 170 Cv Blue Motion, cambio automatico a doppia frizione Dsg e trazione integrale 4 Motion. La coppia di 350 Nm assicura brillantezza in ogni situazione, la velocit massima di 211 km/h, il consumo ufficiale medio inferiore ai 6 litri per 100 km. Le sospensioni regolabili (optional) permettono una guida divertente e allo stesso tempo rilassante anche su percorsi con molte curve. Di serie il bloccaggio elettronico del differenziale per disimpegnarsi su percorsi difficoltosi e perfino uno speciale programma elettronico Off Road, per affrontare le discese pi ripide a bassissima velocit. Prezzo base 38.100 euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Passat da fuoristrada S ora sfida i grandi Suv


Si chiama Alltrack, una station wagon a trazione integrale che affronta anche i terreni pi difficili grazie allelettronica
Alta da terra La Passat Alltrack 3 cm pi alta da terra della Variant

IL NOSTRO GIUDIZIO

n
S

APRILIA DORSODURO 1.2


LA SCHEDA TECNICA Motore bicilindrico a V di 90 4 tempi, 4 valvole per cilindro Cilindrata 1197 cmc Misure alesaggio x corsa 106x67,8 mm Potenza max 130 Cv (96kW) a 8.700 giri/min Coppia max 11,7 kgm (115 Nm) a 7.200 giri/min Alimentazione iniezione elettronica ride by wire Freno anteriore due dischi da 320 mm di diametro, pinze radiali a quattro pistoni, abs di serie Freno posteriore disco da 240 mm pinza a singolo pistone Altezza sella 870 mm Peso 209 kg in ordine di marcia senza carburante Serbatoio Prezzo 15 litri (3,5 di riserva) 10.990 euro abs compreso

Motore Le tre mappature permettono a chiunque di guidare nel modo migliore Guida Facile da controllare e sportiva al punto giusto Prezzo Migliora la moto, cala la quotazione: sempre positivo

Linea Discrete, ma riuscite, le modifiche estetiche che conferiscono grinta e personalit. Versatilit Ottima stradista, consumi contenuti, buona capacit di affrontare percorsi fuoristrada abbastanza impegnativi.

NO
Comfort La sella da motard poco soffice e sulla distanza si fa sentire Comandi La leva della frizione piuttosto dura da azionare
MARCO DEGLINNOCENTI

Il Salone di Ginevra ha rilanciato alla grande i Suv. Evidentemente il mercato continua a richiedere questa tipologia, ma non sono pochi gli automobilisti che preferiscono modelli che, pur in grado di affrontare percorsi fuori strada o innevati di un certo impegno, si presentino con un aspetto meno caratterizzato e dimensioni non eccessive. proprio guardando a questa fascia di utenti, si potrebbe definire una nicchia nella nicchia, che Volkswagen ha deciso di affian-

care alla Passat 4 motion quattro ruote motrici e al Suv medio Tiguan, unaltra vettura a trazione integrale dello stesso segmento: la Passat Alltrack, letteralmente ogni pista.
Familiare Cos la classica Passat

NO
Visibilit Limitata visibilit posteriore. Comandi Regolazione automatica della velocit difficile da raggiungere senza distrarsi

PASSAT ALLTRACK
LA SCHEDA TECNICA Motore turbodiesel 1.968 cmc Alimentazione Trazione Cambio Frizione iniezione diretta common rail integrale 4Motion automatico monodisco a secco doppia Dsg 170 Cv a 4.200 g/m 350 Nm a 1.750-2.500 g/m 211 km/h 0-100 km/h 8"9 4.771 mm 1.820 mm 1.550 mm CO2 155 g/km 5,9 l/100 km

Variant, o station wagon che dir si voglia, da sempre sinonimo di familiare capiente e affidabile, con pochi ritocchi diventa quasi un fuoristrada, pur mantenendo tutte le sue apprezzate caratteristiche, in primo luogo quella di poter trasportare molto pi bagaglio rispetto a un Suv tradizionale.

Potenza massima

Allinterno nuovi sedili comodi e con migliore contenimento

Coppia massima Velocit max Accelerazione Lunghezza Larghezza Altezza Emissioni

Tre centimetri di altezza dal suolo in pi (da 135 a 165 mm), ruote in lega da 17 o 18 pollici, discreti rivestimenti di passaruote, sottoporte e para-

Consumo combinato

32

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

CICLISMO SABATO 103 MILANO-SANREMO


LA GUIDA AL VIA 25 SQUADRE E 200 CORRIDORI. PARTENZA DAL CASTELLO SFORZESCO ALLE 9.45. DIRETTA RAI E GAZZETTA.IT
SFILATA Le operazioni prelimi-

Cheng Ji, 24 anni: il primo cinese in gara


Sabato la 103 Milano-Sanremo, la Classicissima Gazzetta considerata il Mondiale di primavera, la prima corsa monumento della stagione. Sono iscritti 200 corridori di 25 squadre. I team del World Tour sono 18: Ag2r, Astana, Bmc, Euskaltel, Fdj, Garmin, GreenEdge, Katusha, Lampre-Isd, Liquigas-Cannondale, Lotto, Movistar, Omega Quick Step, Rabobank, RadioShack, Sky, Saxo Bank, Vacansoleil. Le squadre invitate sono 7: Acqua e Sapone, Colnago-Csf, Colombia Coldeportes, Farnese-Selle Italia, Project 1t4i, Type-1, Utensilnord-Named.

nari sono domani alle 14.30 nelle Sale Viscontee del Castello Sforzesco di Milano. Sabato, ritrovo sempre al Castello alle 8.25. Incolonnamento e sfilata cittadina alle 9.45, partenza da Via della Chiesa Rossa alle 10.10. Con 298 km la corsa pi lunga: percorso tradizionale col Passo del Turchino, le Mnie (presente dal 2008), i Capi (Mele, Cervo, Berta), la Cipressa e il Poggio. Arrivo sul Lungomare Italo Calvino.
NOVIT Una storica prima vol-

Cheng Ji, 24 anni, pro dal 2007, 1 vittoria, corre per 1T4i BETTINI

GDS

ta: quella di Cheng Ji, primo cinese della storia al via della Sanremo. Ha 24 anni, in Europa dal 2007 e corre per il Team Project 1t4i, il cui capitano sar il giovane tedesco John Degenkolb (assente Marcel Kittel). Sostituzione dellultima ora nellOmega: rinuncia il

Cos lItalia prepara l


Nibali, ci devi credere Limpresa possibile
Il re della Tirreno-Adriatico e la scommessa Sanremo: da Saronni a Fondriest, ecco i consigli al siciliano per evitare la volatona
CLAUDIO GHISALBERTI

Attacco in discesa dal Poggio? Se rischi la pelle guadagni al massimo 5".


Moser Nibali deve ripetere

Manie sono lontanissime, troppo. E sulla Cipressa lo inseguono tutti.


Chiappucci Negli anni Novanta,

Attacco da lontano. No, scatto sul Poggio. Che il ciclismo sia ben lontano dallessere una scienza esatta risaputo. Figurarsi quando si parla di tattica alla vigilia della corsa pi complicata al mondo, la Milano-Sanremo. Al Fiandre e alla Roubaix basta avere le gambe, stai davanti e, mano a mano, dietro gli altri saltano come tappi di champagne. Alla Sanremo no. Qui la componente strategica determinante. Un vecchio adagio dice: Prima di cercare di vincerla, la Classicissima devi rischiare di perderla. Vincenzo Nibali il big italiano del momento. Spesso in passato s un po lasciato trascinare dalla foga, e se c da azzardare nel suo. Il punto fermo che il siciliano della Liquigas, reduce dalla dimostrazione di forza alla Tirreno-Adriatico, per tentare il colpaccio non pu attendere la volata. Deve attaccare prima. Dove? Labbiamo chiesto a 5 campioni che hanno lasciato il segno nella Classicissima riuscendo a evitare la volata.
Fondriest Se il tempo resta bel-

quello che feci io dice invece Francesco Moser, 1 nell84 con 20" sugli inseguitori : mettere il gruppo in fila sul Poggio e poi attaccare in discesa. Se piovesse, ma pare improbabile, meglio ancora. Attaccare da lontano? Non credo sia la soluzione migliore, ti corrono dietro in duecento.
Bugno Nel 90 il successo and a Gianni Bugno, che nonostante larrivo in solitario stabil con 45,806 la media record, tuttora imbattuta. Nibali dice ha dimostrato di essere con Cancellara il corridore pi in condizione. Deve piazzare il colpo nel tratto finale del Poggio. Un attacco secco, senza sprecare niente prima. Deve scollinare con una ventina di secondi e buttarsi in discesa nella speranza che dietro non ci siano squadre che si organizzano. Attaccare prima non serve: le

quando si parlava di attacchi, si faceva sempre il nome di Claudio Chiappucci che, scalatore, vinse la Classicissima lanno dopo Bugno, nel 91. Nibali non pu aspettare il finale come gli altri dice il Diablo . Il ciclismo rispetto a 20 anni fa molto cambiato, ma il passato insegna. Vincenzo deve avere il coraggio di partire da lontano, dal Turchino. Certo, si deve portare dietro qualcuno. Poi deve essere furbo. Io sulla Cipressa avrei potuto staccare Sorensen, ma era lunico compagno di fuga rimasto. "Se lo mollo" pensai "arrivare al traguardo diventa lunga, non c nessuno che mi aiuta". Allora feci finta di essere stanco come lui, lo aspettai e gli sfruttai fino allultima goccia di energia.
Saronni Chiedere come pu vin-

cere Nibali a Giuseppe Saronni, 1 nel 1983 in maglia iridata,

che in squadra ha Cunego e Petacchi, un po come chiedere a Moratti come si pu battere lInter. Ma Saronni accetta la domanda. Se dirigessi la Liquigas spiega chiederei a Nibali di muoversi il giusto, cio tanto quanto serve per favorire Sagan che perfetto per la Sanremo. Per questo tema mi piace. Negli anni scorsi si detto tanto alla vigilia e fatto poco in corsa. Se ti muovi sulla Cipressa non stacchi mai nessuno. La corsa bisogna cominciare a farla dura da pi lontano, dalle Manie, cos certi velocisti non li porti allarrivo perch per loro la Cipressa diventa dura il doppio. E il Poggio proibitivo. Nibali vuole dare battaglia? Noi della Lampre ci siamo, gli diamo anche una mano. E vorrei vedere altre 3-4 squadre con noi. Per attacchi veri, non lo scattino e morta l. Mica voglio che Cavendish mi porti via il privilegio di essere ancora lultimo vincitore in maglia iridata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Vincenzo Nibali, 27 anni, 23 vittorie in carriera, 3 questanno BETTINI

lo, fino ai Capi non puoi fare la corsa dura spiega Maurizio Fondriest, in trionfo nel 1993 . La Liquigas deve affrontare la Cipressa "a tutta" ma con Nibali a ruota. Portare via un gruppetto e arrivare fino a Sanremo diventa molto difficile. Terrei Viviani per la volata e anche Sagan a dettare il ritmo. Sulla Cipressa devono restare massimo una quarantina di corridori, cos i velocisti, oltre a fare una grande fatica, hanno anche meno aiutanti per inseguire. Sagan, che ha un grande cambio di velocit, pu tentare una botta secca sul Poggio, 500 metri dopo la chiesetta, quando la strada ricomincia a salire. Nibali si deve muovere prima, a 2 km dalla cima, e scollinare con almeno 15" di vantaggio.

Cinque vincitori della Classicissima nel cuore dei tifosi

Se Nibali vuole la battaglia, noi della Lampre lo aiuteremo. Spero anche altri

Vincenzo deve fare come me: a tutta sul Poggio e poi attaccare in discesa

quello che sta meglio: pu piazzare lo scatto secco sul Poggio

Si muova gi sul Turchino, ma non deve essere solo. E poi sia furbo

Lunica per Nibali muoversi a un paio di km dalla fine del Poggio e guadagnare 15"

GIUSEPPE SARONNI 1 A SANREMO NEL 1983

FRANCESCO MOSER 1 NEL 1984

GIANNI BUGNO 1 NEL 1990

CLAUDIO CHIAPPUCCI 1 NEL 1991

MAURIZIO FONDRIEST 1 NEL 1993

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

francese Sylvain Chavanel (bronchite), al suo posto il giovane Matteo Trentin.


CURIOSIT Le vittorie straniere

sono 52, contro le 50 italiane. Il record di Eddy Merckx: 7 (1966-67-69-71-72-75-76), poi Costante Girardengo con 6 (1918-21-23-25-26-28). Ultimo italiano a segno: Filippo Pozzato nel 2006. Con Petacchi (2005) lunico vincitore italiano in attivit al via.
GAZZETTA.IT Sul sito rosa diret-

In breve iniziativa Gazzetta EDDY MERCKX Chicchi-sprint


IN BELGIO

il 4 successo
(n.li.) Continua il momento doro di Francesco Chicchi. Il 31enne toscano dellOmega Quick Step (che non sar alla Sanremo) ha ottenuto alla Nokere Koerse, in Belgio, il 25 successo della carriera, 4 del 2012 dopo le due tappe al Tour de San Luis e la tappa alla Tre Giorni delle Fiandre Occidentali. Chicchi ha battuto, dopo 196 km, il belga Boeckmans e lolandese Boy Van Poppel. FERRARI (g.d.m.) Primo successo 2012 per Roberto Ferrari (Androni): il 29enne bresciano ha vinto la 5 tappa del Tour of Taiwan battendo in volata largentino Lucas Haedo.

ta-streaming di Nino Morici col commento tecnico di Marco Saligari a partire dalle 14.30. Gi dalla partenza diretta testuale e i contributi video dei nostri inviati. La corsa sar trasmessa in diretta da RaiSport 2, Rai3 ed Eurosport. Domani sera alle 22.30 RaiSport 2 le dedicher uno speciale di due ore.

Il Cannibale nella Hall of Fame del Giro dItalia


Oggi alle 16 il belga festeggiato in sala Montanelli con i suoi grandi amici: Albani, Colnago, Zilioli...
LUCA GIALANELLA

Il trionfo 2011 dellaustraliano Matthew Goss BETTINI

lattacco
Sorpresa Cunego Dai, Vincenzo proviamoci Diamo spettacolo
Il veronese Non dovevo correre, ma sono
uscito molto bene dalla Parigi-Nizza. Ho fiducia e mi piacerebbe inventare qualcosa di bello
CIRO SCOGNAMIGLIO twitter@cirogazzetta

SFIDA ZERO-3000

Basso ritorna sulla Marmolada


In attesa di tuffarsi nella preparazione verso il Giro dItalia, Ivan Basso si dedicher alla Zero 3000 Extreme Race, una nuova sfida avvincente per uomini e donne dacciaio, che unisce ciclismo e sci alpinismo. La corsa in programma sabato 14 aprile da Asolo al ghiacciaio della Marmolada: 124 chilometri in bici fino a Malga Ciapela (2200 metri di dislivello), e poi 12 km di risalita con gli sci ai piedi (1800 metri di dislivello) per salire sino a Punta Rocca, 3265 metri di quota. Una prova estrema, unica al mondo, di cui il varesino della Liquigas testimonial.

Ivan Basso, 34 anni BETTINI Damiano Cunego, 30 anni, in 10 stagioni tra i pro ha corso solo due volte la MilanoSanremo: 62 nel 2006 e 34 nel 2010
BETTINI

E se la chiamassimo alleanza? Alleanza forse troppo. Convergenza di interessi va meglio. Damiano Cunego sorride. E il primo a sapere che la sua presenza alla Milano-Sanremo chiama subito un ragionamento: e se facesse corsa parallela a Vincenzo Nibali? Se vero che Lampre e Liquigas sono lInter e il Milan del ciclismo, il discorso non potrebbe neppure cominciare, per ovvi motivi. Eppure la trama di una corsa come la Classicissima non mai scontata. E pu succedere anche perch gi successo che due nemici si ritrovino alleati lungo la strada con un obbiettivo comune. Rendere dura la gara, far saltare i velocisti, provarci da lontano. Il tutto, prima della resa dei conti forse pi adrenalinica di tutto il ciclismo.
Cunego, anzitutto perch ha deciso di partecipare alla Sanremo, che inizialmente non era nei suoi programmi?

nel 2006 e nel 2010. La prima volta ero curioso, ma non fui mai nel vivo della gara. Due anni mi ero presentato al via con qualche ambizione, ma caddi nella discesa del Turchino e spesi molto per rientrare. Addio sogni di gloria.
E stavolta? Crede di avere qualche possibilit?

IERI LA PRESENTAZIONE

Qui Trentino, paradiso in bici


Il Trentino delle Due Ruote Grandi appuntamenti, emozionanti escursioni: se ne parlato ieri allo spazio Anniluce di Milano. Lunghissima la lista degli appuntamenti ciclistici del 2012 nella regione: dal Giro del Trentino (trasmesso dalla Rai per la prima volta in diretta) alle tappe del Giro dItalia, dalla Settimana Tricolore alla coppa del Mondo di mountain bike. Il Trentino sinonimo di grande eccellenza organizzativa, ha detto il presidente della Federciclo Renato Di Rocco. Il giro daffari della regione con lo sport si aggira intorno ai 300 milioni di euro.

Ritrover gli amici di un tempo, quelli degli anni irripetibili nel nostro Paese. La sua prima corsa in Italia la Milano-Sanremo del 1966, e la vince: ha 20 anni. Il suo primo Giro dItalia arriva nel 1967, quando in gruppo c ancora Anquetil, e si impone subito sul Block Haus. Eddy Merckx e lItalia, un legame profondissimo. Nove anni nelle nostre squadre: Faema (1968-1969, 75 vittorie), Faemino (1970, 52 vittorie), Molteni (1971-1976, 246 successi). Sette trionfi alla Sanremo, 2 Lombardia e 5 Giri: 1968, 1970, 1972, 1973 e 1974. Oggi la Gazzetta dello Sport e Rcs Sport rendono omaggio al Cannibale: Eddy inaugurer la Hall of Fame della corsa rosa e gli verr consegnato il Trofeo Senza Fine, quello riservato al vincitore del Giro. Appuntamento alle 16 nella sala Montanelli di via Solferino 28, a Milano. Al fianco di Merckx, che ha 66 anni, ci saranno Magni e Martini, Albani e Gimondi, Adorni e Zilioli, Motta e Boifava, Vigna e i meccanici storici Ugo De Rosa ed Ernesto Colnago; pi Mario Molteni, figlio del titolare dello storico sponsor.

Devo fare una premessa: per me la Sanremo al 90 per cento si conclude in volata. Se c un favorito per sabato, si chiama Cavendish. Poi c Boonen, che ho visto pedalare davvero bene alla Parigi-Nizza.
Ok. Lei per non certo un velocista. Quindi?

ORE 18.45: A VILLA NECCHI CON POZZATO E BASSO


Merckx lancia la due giorni di grande ciclismo targata Gazzetta. In serata, nella storica Villa Necchi Campiglio in via Mozart, a Milano, dalle 18.45 alle 20, ci sar un incontro con i protagonisti della Milano-Sanremo: Pozzato, ultimo re italiano nel 2006, e Modolo, Gatto e Battaglin, Belletti e Paolini. Ci sar anche Ivan Basso. E Merckx racconter le emozioni dei 7 trionfi nella Classicissima, un record unico.

Eddy Merckx, 66 anni, ha conquistato 5 volte il Giro d'Italia (1968, 1970, 1972, 1973, 1974), vinto 25 tappe e vestito 78 volte la maglia rosa

ORE 20: LA CENA PER BENEFICENZA


Ciclismo vuol dire anche solidariet: stasera la cena a Villa Necchi, con Merckx e i big della Sanremo, apre la solidariet Gazzetta per le popolazioni alluvionate della Liguria. Con Rock no War onlus, partner della Sanremo, verranno raccolti fondi per la realizzazione di alcuni parchi giochi: il primo sar inaugurato il 17 maggio a Brugnato (La Spezia), in occasione dellarrivo della tappa del Giro a Sestri Levante.

DOMANI FORUM SU BICI E SALVAICICLISTI


Domani alle 10.45, in sala Buzzati, sempre nelledificio che ospita Gazzetta e Corriere, ci sar una tavola rotonda su La bicicletta e la sicurezza nelle citt- i salvacislisti.

Si tratta di 300 chilometri di gara, ma si decide quasi sempre nel finale. A me piacerebbe provare ad attaccare. Sarebbe un bel segnale, sarebbe spettacolare. E poi, non si sa mai. Alla peggio, avr fatto un bellallenamento lungo in vista del Giro di Catalogna che comincia luned.
Attaccare dove?

AVEVA 64 ANNI

LINCONTRO CON LAMBASCIATORE DANESE

Addio a Gallone Raccont i trionfi di Pantani


morto a Roma, a 64 anni, Walter Gallone. Era da poco in pensione dopo una lunga e ricca storia giornalistica, prima al Corriere dello Sport, instancabile cronista di tante Lazio, compresa quella del primo scudetto, poi a Il Messaggero, per cui aveva raccontato pure i trionfi di Pantani: col ciclismo aveva iniziato la sua storia professionale. I funerali domani a Roma, in Piazza Ungheria, alle 12.30. Alla famiglia le condoglianze della Gazzetta dello Sport

Il Giro come una pista ciclabile che dalla Danimarca arriva a Roma
ROMA (g.b.) Tutte le strade portano a Roma. E noi ne abbiamo creato una speciale: una pista ciclabile dalla Danimarca fino alla Citt Eterna. Birger Riis Jorgensen, ambasciatore danese, trova una definizione nuova ed entusiastica per il 95o Giro dItalia, che partir da Herning il 5 maggio e rester in quel Paese per tre tappe, fino a Horsens. Lambasciata ha tenuto a presentare levento in modo speciale, mettendo in rilievo gli aspetti ecologici e della salute. Il senatore Antonio Tomassini, presidente della commissione igiene e sanit, ricorda limportanza della pratica sportiva contro le malattie cardiache. Giuseppe Ruocco, direttore generale affari internazionali del ministero della salute, annuncia un decreto che aggiorna le regole per i controlli antidoping nel settore amatoriale. Lorenzo Mastromonaco (Novo Nordisk Italia) e Pierpaolo De Feo (Italian Welness Alliance) mettono in rilievo lefficacia del ciclismo contro il diabete. Michele Acquarone, direttore generale della Rcs Sport, spiega con quale atteggiamento i danesi abbiano accolto il Giro: Abbiamo iniziato a parlarne a fine 2010. Ci hanno chiesto di avere la tappa nel 2013 perch avevano bisogno di 2 anni per prepararla bene. Li abbiamo convinti ad anticipare al 2012, e siamo rimasti impressionati: con le istituzioni italiane arriviamo anche a un mese dallavvenimento per definire tutto, loro sono cos perfezionisti da voler iniziare a lavorare anni prima.

Sono uscito bene dalla Parigi-Nizza. E abbiamo avuto diversi compagni, in squadra, con problemi fisici, come Pietropolli e lo stesso Petacchi. Cos i tecnici mi hanno prospettato questa possibilit.
Quindi non stata una sua idea?

In un certo senso ho gi risposto prima. E difficile muoversi da troppo lontano.


Va a finire che si metter daccordo con Vincenzo Nibali allora?

No, ma lho condivisa. Questo per dire che non sono stato forzato. La scelta stata mia.
Per non ha mai sentito particolarmente la Sanremo, daccordo?

Ride. Vincenzo in grande forma, avr il morale alle stelle dopo la vittoria alla Tirreno-Adriatico. E ho letto che si gi un po sbilanciato, dicendo che ci prover. Avr i riflettori addosso. Io un po meno, ma non mi dispiace. Comunque: s, possiamo avere gli stessi interessi. E provare qualcosa assieme.
RIPRODUZIONE RISERVATA

E vero. Lho disputata soltanto

34

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

BASKET NBA: LEX TECNICO DI MILANO SI FA DA PARTE


Contropiede
di DAN PETERSON

La sua fine cominciata il primo giorno


Ovviamente, sono rimasto dispiaciuto per le dimissioni di Mike D'Antoni da allenatore di New York. Devo tanto a Mike. Sono stato fortunato ad averlo come mio play per 9 anni. Nonostante questo legame, non ho mai voluto disturbare Mike durante l'anno cestistico. Le sue dimissioni sono iniziate dal primo giorno che ha firmato con i Knicks di James Dolan, Motivo? Per due anni, lobbiettivo del club era disfarsi dei contratti pi onerosi. Poi, il terzo anno, lo scorso, lo scambio con Denver per avere Carmelo Anthony, Idea di James Dolan, consigliato, dicono, da Isiah Thomas. Qualcuno dice che Anthony in squadra come avere un tumore al polmone. Altri dicono come avere serpe in seno. Dico solo questo: la fine di Mike D'Antoni stato assicurata con l'arrivo di Anthony, una mossa, per me, demenziale. Chiediamo a Denver se vogliono ridare Danilo Gallinari a New York per Carmelo Anthony. Ci ridono in faccia. E i Knicks hanno avuto un coach killer in squadra. La teoria che non si pu vincere senza una super star. Modifico la frase: per vincere, aiuta avere una super star vera. Carmelo per me, una presunta stella. Il peccato che Mike non ha mai avuto una situazione giusta, non ha mai avuto la sua squadra. Lui stato leale coi Knicks mentre disfacevano la squadra per abbassare il tetto salariale. Dovevano spalleggiarlo e disfarsi di Anthony.

Bye bye DAntoni

Caos New York Vince Carmelo Mike si dimette


Dopo tre anni e mezzo difficili ai Knicks il coach lascia: Anthony il motivo delladdio?
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Carmelo Anthony e Mike DAntoni

MASSIMO LOPES PEGNA NEW YORK

Il sito di Espn ieri mattina scriveva: Mike DAntoni ha perso lo spogliatoio: non gode pi del rispetto dei suoi uomini. Il nocciolo del problema: Carmelo Anthony. Laccusa della squadra al tecnico era di non aver saputo affrontare a muso duro lex star di Denver per aver pi volte disubbidito alle sue direttive.
Dimissioni Quale sia la verit adesso ha poca importanza, perch nella tarda mattinata di ieri DAntoni ha rassegnato le dimissioni dopo tre stagioni e mezza trascorse nella Grande Mela. La notizia stata rivelata da Yahoo! Sports ed poi rimbalzata con un inesorabile tam-tam su Twitter prima di essere confermata dal club. La stagione dei Knicks non finita

ha detto il proprietario James Dolan nella conferenza stampa tenuta prima della sfida con Portland, alla presenza di Spike Lee questa squadra pu ancora far bene. La decisione stata consensuale: Mike un grande professionista, non se la sentiva pi di allenare ma se glielo avessi chiesto, sarebbe rimasto per il bene della squadra. Che ora passa a Mike Woodson che si gioca le chances per una conferma. Dopo aver trovato un formidabile ricostituente in Jeremy Lin, che aveva trascinato i Knicks a una striscia di sette vittorie consecutive (tutte, a parte una, senza Anthony), la sua panchina era tornata a bruciare. Proprio il rientro dellAll Star di Brooklyn, invece di aumentare il potenziale offensivo aveva creato evidenti problemi di chimica in campo e nello spogliatoio. Leffetto era sotto gli occhi di tutti: con Melo sul parquet lincantesimo Lin si era

bruscamente interrotto, i Knicks avevano perso fluidit ed erano tornati a balbettare in modo preoccupante. Risultato: otto sconfitte nelle ultime dieci partite, sei consecutive.
Licenziato Pochissimi concedevano a DAntoni chance di sopravvivenza. Senza lintervento miracoloso di Lin, probabilmente sarebbe gi stato licenziato. Il suo contratto era comunque in scadenza e nessuno pensava che avrebbe ottenuto un rinnovo a fine stagione a meno di un prodigioso percorso nei playoff, oggi invece a rischio. Gli insuccessi, le polemi-

25-34

che, i messaggi dello spogliatoio che suggerivano una faida hanno probabilmente consigliato a Mike di lasciare lincarico. In tre anni e mezzo non era riuscito ancora a quadrare il cerchio, ma con notevoli attenuanti. I Knicks si erano privati di troppi giocatori lo scorso anno per far arrivare Melo, incluso il nostro Danilo Gallinari. Ma il proprietario James Dolan non aveva voluto sentire ragioni, abbagliato dallidea di vendere pi biglietti a prezzi carissimi. Persino il commissioner David Stern in passato aveva criticato pesantemente la sua sconsiderata gestione: Non esattamente un modello di intelligenza da seguire.
Carmelo In mattinata Carmelo

le accuse sommesse non erano solo quelle dei giornalisti, cerano anche i mugugni di molti compagni. Dopo la cocente sconfitta in casa di domenica con Philadelphia Amare Stoudemire aveva detto: Tutti noi, ogni singolo giocatore deve seguire DAntoni e sacrificarsi. Pare che lamicizia fra lui e Melo non fosse mai decollata. Un altro intoppo al progetto.
Woodson Ora il futuro dei Knicks passa nelle mani del vice Mike Woodson, ex capo-allenatore di Atlanta, cultore della difesa: Difficile dire perch la squadra ha avuto problemi al rientro di Anthony ma non il momento di approfondire. Ieri subita circolata la voce di un interessamento per John Calipari, coach di Kansas. Ma il sogno di New York rimane Phil Jackson, il pi vincente nella storia della Nba e (per ora) pensionato felice.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Vinte-perse Knicks con Melo. Col suo rientro dopo linfortunio, ha perso 8 gare su 10, senza ne aveva vinte 7 su 7

Anthony aveva smentito le voci secondo cui avrebbe chiesto di essere ceduto. E nei giorni scorsi si era difeso dagli attacchi dei media che lo accusavano di essere un inguaribile egoista. Ma

UNIVERIST SCATTA OGGI IL TORNEO NCAA CHE SI CONCLUDER CON LE FINAL FOUR DI NEW ORLEANS (31 MARZO-2 APRILE)

Davis, il nuovo Russell fa sognare Kentucky


Grazie al 19enne giocatore dellanno nei college e sicura prima scelta al prossimo draft Nba, i Wildcats sono i favoriti
MASSIMO ORIANI twitter @massimooriani

La prima cosa che salta allocchio guardando Anthony Davis sono le foltissime sopracciglia, che si uniscono sopra il naso. Oggetto di culto per i tifosi di Kentucky, di scherno da parte degli avversari. La peculiarit alla Peo Pericoli del giocatore pi forte del college basket per lunica cosa a cui possono aggrapparsi i detrattori di quella che sar senza dubbio la prima scelta assoluta al prossimo draft Nba. Perch una volta che si alza la palla a due, il dominio del freshman (primo anno) sul parquet imbarazzante. E lui il poster del torneo Ncaa al via oggi, lennesimo Grande Ballo che incanta lAmerica.
Favoriti I Kentucky Wildcats so-

na c John Calipari, controverso allenatore gi arrivato alle Final Four con Massachusetts e Memphis (entrambe le partecipazioni sono state poi cancellate per violazioni nel reclutamento dei giocatori, mai per attribuite direttamente al tecnico). Il dominio in stagione regolare (32-2) rispecchia lo strapotere

del 19enne Davis, un centro di 2.08 con braccia lunghissime, un arsenale offensivo pressoch illimitato ( migliorato tantissimo nel tiro dalla media durante lanno), e una forza della natura sotto il suo canestro.
Come Russell Non ho mai visto

laFotonotizia

no la testa di serie numero uno assoluta del tabellone a 64, favoriti per vincere il loro ottavo titolo universitario, che gli sfugge da 14 anni, quando fu Rick Pitino a guidare al trionfo Scott Padgett, Jamal Magloire, Nazr Mohammed, Wayne Turner e Jeff Sheppard, poi passato alla storia come il Bosman del basket italiano. Ora in panchi-

Sugli spalti anche Obama e Cameron


Il presidente Usa e il Primo Ministro inglese hanno assistito a Dayton a una sfida dei preliminari. Secondo Obama North Carolina vincer il torneo

nessuno dai tempi di Bill Russell stoppare come fa lui ha detto Billy Donovan, coach di Florida. Per 154 volte questanno ha rispedito la palla al mittente, facendo meglio di 308 (delle 345) squadre di Division One! I paragoni si sprecano: da Marcus Camby (allenato da Calipari a UMass), a Kevin Garnett. Atleti col suo fisico oggi preferiscono giocare sul perimetro, tirare da tre, fare i Kevin Durant insomma ha spiegato Danny Manning, oggi assistente a Kansas A nessuno interessa essere conosciuto come un grande difensore. Sono cresciuto in una famiglia dove la disciplina contava molto racconta Davis . Mamma e pap mi hanno insegnato ad essere puntuale, anzi, in anticipo. Per questo arrivo sempre prima in palestra, per allenarmi a tirare. Essere in orario per me equivale ad essere in ritardo. I genitori di

Anthony si accorsero di quanto il figlio fosse cresciuto in fretta un giorno di qualche estate fa, quando si present dalla madre lamentandosi perch vestiti e scarpe non gli entravano pi. Me li avevano comprati un paio di mesi prima... ricorda il giocatore dellanno nellNcaa. Con lui siamo passati da una squadra da primi 25 posti al numero uno prosegue Calipari. Nel Bluegrass State gi una leggenda. Fear the Brow, Temete il sopracciglio lo slogan preferito dei tifosi di Kentucky, mentre il suo poster (ne sono stati stampati 30.000) con lincredibile apertura di braccia che arriva a 225 centimetri, viene venduto su E-Bay a 150 dollari.
Le altre Sulla strada di Ken-

Anthony Davis, 19 anni, centro dei Kentucky Wildcats REUTERS

tucky, in una stagione dove pare difficile che emergano Cenerentole come le Butler o Virginia Commonwealth degli ultimi tre tornei, ci sono i soliti nomi noti: North Carolina, Michigan State e Syracuse (le altre tre numero uno del tabellone), anche se questultimi hanno perso il loro miglior giocatore, Fab Melo, fermato alla vigilia per problemi accademici, ma anche Kansas e Ohio State.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

35

TENNIS INDIAN WELLS

Gallinari, che tripla! Ma come dice Basile solamente fortuna


Danilo segna il canestro decisivo nella vittoria di Denver su Atlanta: la prima volta che mi capita. Sto tornando in forma
NEW YORK

AVANZA NADAL

F laltro fino a quel momento lei era 0/3 dallarco.

RISULTATI

Bynum domina I Lakers passano a Memphis


Bynum (15/18 e 16 rimbalzi) salva i Lakers dopo due overtime a Memphis, priva di Gay. Orlando-Miami 104-98 dts (Nelson 25; Wade 28); Cleveland-Toronto 88-96 (Jamison 20; Bayless 20); Indiana-Portland 92-75 (Amundson 21; Aldirdge 17); Memphis-Lakers 111-116 d2ts (Speights 25; Bynum 37); Oklahoma City-Houston 103-104 (Durant 28; Parsons, Lee 21); Dallas-Washington 107-98 (Nowitzki 27; Booker 20); Denver-Atlanta 118-117 dts (Nene 22; J.Johnson 34); Sacramento-Golden State 89-115 (Cousins 19; Lee, Robinson, Rush 17).

Gallinari stato fuori un mese per una seria distorsione a una caviglia ed era alla 5a presenza dal rientro; Bargnani, assente 45 giorni dopo una ricaduta per un problema a un polpaccio, ha giocato marted la sua terza gara. E stato necessario questo breve rodaggio per vederli tornare laltra sera su buoni standard: entrambi 19 punti, ma soprattutto determinanti per i successi di Denver (118-117 in casa con Atlanta dopo supplementare) e Toronto (in trasferta con Cleveland 96-88). La tripla di Danilo a 3"9 dalla fine, sbilanciato e con la mano di Smith in faccia, ha fatto il giro del web. Peccato che il suo last shot non abbia chiuso la partita, perch poi arrivato il fallo ingenuo di Brewer su Hinrich che ha mandato la gara al supplementare. Dove ancora Gallo ha deciso il match con una giocata difensiva su Pachulia allo scadere.
Gallo, il telecronista lha definito un tiro impossibile.

Piano piano sto ritrovando tutto: gamba, fiato e canestro. E normale quando stai fermo un mese perdere il ritmo. Ma lunico modo per recuperare giocare e man mano che passano le partite va sempre meglio. La caviglia continua a darmi fastidio, ma era una storta tosta.
Meno male che Hinrich ha sbagliato uno dei liberi.

po quel tiro l andato dentro". Ci sarebbe da discutere sul fallo di Brewer. Ha ammesso, per, di averlo commesso, anche se in situazioni simili, giocando in casa, non sempre gli arbitri te lo fischiano.
Dove potete arrivare?

Mancavano 3"7 e mi sono detto: "Non possibile perdere, sarebbe proprio un peccato do-

Difficile dirlo. Non siamo ancora da titolo. Diciamo che lobiettivo massimo potrebbe essere la finale di conference. Chiamiamolo un piccolo sogno.
m.l.p.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Non ho ancora dato unocchiata a internet. Coach Karl ha disegnato quello schema per me: sapevo che la responsabilit sarebbe stata mia. Quando poi Nen mi ha guardato negli occhi e mi ha fatto cenno, sono andato a prendermi il pallone. A memoria, nella Nba stato il mio primo "ultimo tiro" azzeccato. Ma come dice Basile: "E solo culo".

Danilo Gallinari, 23 anni, dopo la tripla decisiva contro Atlanta AFP

MERCATO RINUNCEREBBE ALLOPZIONE DUSCITA DAL CONTRATTO

Taccuino
ANTICIPO SERIE A

Howard vuol restare Ma Orlando si fida?


Stasera alle 20 italiane si chiude il mercato Nba. Ma il pezzo pi pregiato potrebbe non essere pi disponibile. Dwight Howard ieri ha infatti informato i compagni di squadra della volont di finire il campionato con Orlando. Le voci sulla possibile rinuncia ad uscire dal contratto a giugno, sono invece discordanti. C chi afferma che nello spogliatoio avrebbe parlato di restare sino alla scadenza (2013), chi invece cita fonti presenti al discorso del centro, che riportano come Howard non avrebbe fatto menzione sulla rinuncia alla clausola che gli permette di diventare free agent a fine stagione.
Rischio Resta peraltro da vede-

Stasera c Siena-Cremona
(g.n. a.r.) Si gioca stasera alle 20.30 lanticipo dell8a di ritorno tra Siena e Cremona. Nella Mps, so no rientrati in gruppo McCalebb e Aradori dopo il for fait all'All Star Game, Andersen dopo alcuni giorni di lavoro differenziato e Zisis dopo un'assenza per mo tivi familiari. Tutti disponibili, anche Lavrinovic. Tutti presenti anche nella Vanoli Braga. Arbitri: Sabetta, Lo Guzzo, Terreni. Classifica: Siena (17 6) 34; Cant (14 8), Sassari (14 8), Bologna (14 9) 28; Venezia (13 9), Milano (13 9) 26; Pesaro (12 9), Varese (12 11), Avellino (12 11) 24; Biella (11 12) 22; Caserta (10 12), Roma (10 13) 20; Treviso (9 13), Montegrana ro (9 13) 18; Cremona (8 15) 16; Teramo (7 16) 14; Ca sale (6 17) 12.

SCARIOLO ATTACCA

C.t. part time? Non va permesso


Sergio Scariolo, tecnico dell'EA7 Milano e della nazionale spagnola, ieri a Milano alla tavola rotonda del Glgs ha definito sacrosanta la regola della Liga Acb che impedisce a chi allena un club di essere an che il c.t. In quasi tutti i Paesi di vertice, si considera un conflitto di interessi allenare Nazionale e un club dello stesso Paese. Ho maledetto questa regola quan do in Spagna ho dovuto rinunciare a una grande pan china, venendo in Italia mi sono reso conto che questa regola sacrosanta, Per la stima che ho verso Piani giani penso sia la persona giusta per allenare l'Italia ma se in molti Paesi il doppio incarico proibito una ragione c. Intanto sabato, Scariolo sar ascoltato dal procuratore federale Alabiso, circa la sua denun cia sullaria rancida che si respira nel basket italia no. Il coach aveva espresso lauspicio di essere inter rogato dallufficio inchieste Fip.

Singolare maschile, ottavi: Djokovic (Ser) b. Andujar (Spa) 6-0 6-7 (5) 6-2; Almagro (Spa) b. Berdych (Cec) 6-4 6-0; Isner (Usa) b. Ebden (Aus) 6-4 7-5; Nalbandian (Arg) b. Tsonga (Fra) 3-6 7-5 6-3; Nadal (Spa) b. Dolgopolov (Ucr) 6-3 6-2. terzo turno: Tsonga (Fra) b. Stepanek (Cec) 6-7 (2), 6-3 6-2; Nadal (Spa) b. Granollers (Spa) 6-1 6-4; Dolgopolov (Ucr) b. Baghdatis (Cip) 6-4 5-7 6-4; Nalbandian (Arg) b. Tipsarevic (Ser) 6-3 3-6 6-3; Federer (Svi) b. Raonic (Can) 6-7 (4) 6-2 6-4. Quarti (dallalto del tabellone): Djokovic c. Almagro, vincente Harrison-Simon c. Isner, vinc. Istomin-Del Potro c. vinc. Bellucci-Federer, Nalbandian-Nadal. Singolare femminile, quarti: Azarenka (Bie) b. A. Radwanska (Pol) 6-0 6-2; ottavi: Sharapova (Rus) b. VINCI 6-2 6-1; Li (Cin) b. Zakopalova (Cec) 6-1 6-0; Kirilenko (Rus) b. Petrova (Rus) 6-1 5-7 6-2; Bartoli (Fra) b. Safarova (Cec) 6-1 6-4; Ivanovic (Ser) b. Wozniacki (Dan) 6-3 6-2. Semifinali: Azarenka c. vinc. Kerber-Li, vinc. Bartoli-Ivanovic c. vinc. Kirilenko-Sharapova. Doppio femminile, quarti: Hlavackova-Hradecka (Cec) b. ERRANI-VINCI 6-2 7-6 (4).

Novak Djokovic e, sotto, Nico Almagro REUTERS

Djokovic trema ma si salva Colpo Almagro


Il n. 1 domina e poi soffre il 45 Andujar cede allesperienza Berdych k.o. Azarenka vola
VINCENZO MARTUCCI twitter@vincemartucci

Pablo Andujar laveva detto: Non ho niente da perdere. Ma sembrava pi la dichiarazione di prammatica dellex rivale junior irrealizzato, oggi vittima sacrificale, da numero 45 del mondo che va in pasto al numero 1, il campione uscente, Novak Djokovic, dominatore dellultima stagione e re degli ultimi 3 Slam. Una dichiarazione che strappa qualche sorriso di scherno dopo i 6-0 iniziale con Nole scatenato nelluno-due servizio-risposta, e implacabile da fondo. Ma, appena Djoker si rilassa, appena i 25 gradi del deserto della California cominciano a cuocere teste e piedi, appena il servizio dello spagnolo ritorna importante, il match diventa un calvario per il pi forte, sempre pi falloso e sempre pi aggrappato a fiammate di esperienza e qualit sulle 8 palle-break che salva fino al tie-break. Dove il favorito scivola 3-6, annulla due set-point, e sul terzo cede al dritto del galvanizzato avversario. Anche se gli ottavi del primo Masters 1000 stagionale non sfuggono al serbo.
Fortuna Sia pur sofferente e sbiadito, Djokovic strappa subito il break, lo difende coi denti sul 3-2 con una seconda di battuta molto coraggiosa, approfitta del piccolo calo di fiducia del modesto Andujar soffiandogli il 5-2, e quindi il decisivo 6-2, dopo due ore 16 minuti davvero inattese. Era un quarto turno e il mio avversario stato davvero di qualit che merita di stare a questo livello del torneo. Alla fine sono stato fortunato, su certi punti, e sono felice di essere nei quarti, racconta Djoker che non perde da 12 partite negli ottavi dei Masters 1000, dopo Indian Wells 2010 e trova ora a sorpresa Nico Almagro. Dopo il sorprendente 6-4 6-0 su Tomas Berdych. Stretta di mano Lo sgambetto del numero 12 del mondo al numero 7, il primo in carriera sul cemento contro un top ten, un risultato forse dettato dal caldo, dal cemento lento di Indian Wells, o anche dai fattacci degli Australian Open, dove, sul 5-5 del quarto set, lo spagnolo tir addosso al ceco a rete. E a fine match, malgrado le scuse, Tomas lantipatico non gli strinse la mano, subendo i fischi del pubblico australiano. Stavolta il gesto c. Numeri uno Perso il primato in classifica agli Au-

re se i Magic lo accontenteranno. Perch senza una garanzia scritta (che ancora non c), il rischio di perderlo a giugno non ottenendo nulla in cambio potrebbe spingerli a mollarlo comunque entro stasera. Howard sogna se pensa che Orlando non lo ceda senza la firma su quel pezzo di carta ha affermato una fonte al sito Espn. C chi sospetta che la mossa di Howard sia mirata, ovvero che abbia gi deciso di firmare con New Jersey in esta-

Dwight Howard, 26 anni, centro dei Magic, contro Chris Bosh, 27, ala di Miami
REUTERS

te e voglia evitare ai Nets di cedere giocatori di talento (Brook Lopez, MarShon Brooks) per averlo ora, col risultato di andare poi in una squadra gi discreta (dove ovviamente resterebbe anche Deron Williams).
Ellis ai Bucks Intanto il primo

scambio andato in porto: Golden State cede Monta Ellis, Kwame Brown e Udoh a Milwaukee per Bogut (infortunato) e Stephen Jackson (cavallo di ritorno). Troppo poco per un giocatore di valore come Ellis.
m.o.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCATO

Milano, offerta a KC Rivers


LOlimpia avrebbe fatto unofferta a KC Rivers (anche per la prossima stagione), play 25enne del Lo komotiv Kuban, gi visto in Italia con Latina, Treviso e Bologna.

stralian Open, Caroline Wozniacki uscir luned dalle prime 5 del mondo per la prima volta dal 25 ottobre 2009: battuta negli ottavi dallaltra ex n. 1, la rediviva Ana Ivanovic, non difende i punti del titolo di Indian Wells 2011. Caro, felice, fuori del campo, per la love-story col neo numero 1 del golf, Rory McIlroy, sconta le due ore e mezza di lotta per domare Sofia Arvidsson (n. 51), la solita tattica iper-difensiva e la crisi di fiducia: Ana era un rullo, e io ho fatto un passo indietro, concedendole il tempo di cui aveva bisogno. Spero di tornare pi forte, a Miami. A volte, quando vinci, prendi tutto per dovuto. Lo capisco ora che perdo qualche partita, ma non un disastro, sto giocando con abbastanza continuit, devo solo fare il necessario passio avanti. Il mio momento torner. Mentre laltra ex n. 1, Maria Sharapova, dopo i problemi con Halep, non ha avuto tanti problemi dopo i primi tre break consecutivi, contro Roberta Vinci. La legittima n. 1, oggi, Vika Azarenka che demolisce Agniewska Radwanska.
RIPRODUZIONE RISERVATA

36

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

FOOTBALL LINCREDIBILE STORIA DEL PROFUGO DEI DOLPHINS


LODISSEA VERSO ANCONA ANCHE ATTACCATO ALLE RUOTE DI UN CAMION

RELAX E SICUREZZA VACANZE DI PASQUA CON MSC CROCIERE


DARCO

Aspettando MSC Divina MSC Crociere propone affasci nanti itinerari con tante destinazioni. MSC Splendida, MSC Fantasia, MSC Poesia, MSC Orchestra, MSC Magnifica, MSC Musica e MSC Melody danno infatti appuntamento ai crocieristi per una Pasqua indimenticabile dallItalia alla Spagna, dal Portogallo al Marocco, dalla Tunisia alla Fran cia, dalla Turchia alla Croazia, dal mar Nero alla Grecia. Con partenza da Genova, Civitavecchia e Messina MSC Splendida raggiunge, in otto giorni, Spagna, Tunisia e Mal ta, MSC Fantasia, imbarcando gli ospiti a Genova, Napoli e Palermo, in otto giorni tocca Tunisia, Spagna e Francia, MSC Poesia fa rotta su Spagna, Portogallo e Marocco in una crociera di nove giorni che prende il via da Genova mentre MSC Orchestra, in partenza da Livorno, offre nove giorni tra Francia, Spagna e Tunisia. Destinazione Mediterraneo orien tale, invece, per MSC Magnifica diretta per otto giorni verso Grecia, Turchia e Croazia partendo da Venezia e Bari e per MSC Melody, che da Genova prender il mare verso Grecia, Ucraina e Turchia (12 giorni). MSC Musica propone poi da Venezia due itinerari da cinque e otto giorni con destinazio ne, rispettivamente Croazia e Croazia e Grecia. La crociera resta uno dei viaggi preferiti. In particolare, la percezione sulla sicurezza a bordo delle navi non cambia ta in seguito agli ultimi fatti di cronaca. quanto emerso da un sondaggio condotto dalla Interactive su un campione di 2.524 intervistati. In Italia, Germania, Francia e Spagna, in fatti, il 78,5 per cento dei rispondenti ritiene che il viaggio in crociera sia sicuro. Per quanto riguarda il solo mercato italia no, poi, la percentuale sale all84 per cento. Altro dato con fortante che il 55 per cento dei vacanzieri italiani ha affer mato di essere pronto a partire entro i prossimi 12 mesi. Ci fra che sale all83 per cento se consideriamo chi ha gi fatto almeno una crociera, ha commentato Domenico Pellegrino, Managing Director di MSC Crociere. E MSC Crociere, con il 72 per cento, risulta essere la compagnia preferita dai no stri connazionali.

La corsa di Hamid
Il touchdown dellafghano di Ancona
A 14 anni, Arpad fuggito in Italia Sogno la pace e il Super Bowl
DAL NOSTRO INVIATO

MARIO SALVINI ANCONA

HEINEKEN THE CLUB IL CONCEPT NIGHT CLUB DEL FUORI SALONE


In occasione della settimana del design di Milano Heineken presenta in anteprima mondiale il risultato finale di Heineken Open Design Explorations Edition 1 The Club, il con corso internazionale che ha coinvolto i migliori designer emergenti nella progettazione di un concept di locale nottur no moderno e avveniristico. Dal prossimo 17 aprile, in via Privata Gaspare Bugatti 3 (zo na via Tortona), sar aperto al pubblico The Club, un esclusi vo locale pop up firmato Hei neken e ispirato al tema Changing Perspectives, che avr co me elemento portante lorigami. The Club frutto di unav ventura creativa che ha coinvolto 19 giovani designer prove nienti da Milano, New York, San Paolo e Tokyo sotto la gui da di un team di professionisti di fama mondiale tra i quali Luc Schurgers e Fabio Rotella. The Club nasce da un proget to focalizzato sullo studio di ogni singolo elemento apparte nente a un locale notturno, dalle luci agli ambienti fino agli arredi e le modalit di interazione tra le persone. Il risultato un ambiente dominato dallimmagine dellorigami che suddivide gli spazi allinterno del club e torna nel palcosce nico, nei divanetti e nel look per lo staff. Anche lillumina zione diventa un elemento darredo fondamentale che carat terizza tre diverse aree blu, rossa e verde allinterno del le quali ogni cosa cambia colore, compreso quello delle bot tiglie Heineken Star Bottle, che accendono la notte svelando meravigliosi origami invisibili alla luce del giorno. The Club ha inoltre creato un bar interattivo presso il quale possibi le ordinare la propria birra e comunicare attraverso linnova tivo touch sensitive design. Creativit e libert di innovazio ne sono cos i tratti distintivi di un concept che esprime la personalit aperta e internazionale del brand Heineken e dei propri consumatori, sicuri di s, sempre attratti da nuove esperienze e portati a socializzare in qualsiasi contesto. a cura di RCS MediaGroup Pubblicit

Se il football una metafora della vita, allora limmagine da fissarsi in mente il runningback. Quello a cui consegnano il pallone come un pacco, lui se lo infila sotto il braccio e scappa via, ad attraversare il campo. Che naturalmente pieno di energumeni con un solo scopo: buttarlo in terra. Quindi lui pu solamente correre pi forte che pu, e schivarli. E allora persino naturale che Hamid ai Dolphins Ancona sia diventato runningback. Perch nei suoi 18 anni ha sempre e solo corso. Ha attraversato mezzo mondo e preso un mucchio di botte. Per niente e nessuno ancora riuscito ad abbatterlo. E adesso quasi certamente il primo afghano nello sport pi americano che ci sia.
Lodissea Hamid Arpad ha com-

ni in galera. Poi ha messo mano ai 60 euro guadagnati in quei due giorni di lavoro: 40 li ho dati a quello della casa, 20 me li ha lasciati. Hamid li ha spesi per arrivare a Patrasso. La penultima tappa. Dove per 12 volte ha provato a salire su camion in partenza per lItalia. E altrettante volte lhanno scoperto. Alla tredicesima andata bene, sono arrivato sul traghetto, accucciato tra le ruote.
Nuova vita Consegnato ai servi-

y
COSI IN IFL
SUCCESSO STORICO Domenica scorsa Hamid Arap non ha debuttato, nella storica vittoria dei Dolphins Ancona per 56-28 sui Lions Bergamo, contro cui non vincevano dal 1997. La rivalit coi bergamaschi annovera anche 4 Super-Bowl persi: nel 2001, 2002, 2003 e 2004. DOMENICA A CATANIA La seconda uscita stagionale dei Dolphins sar domenica, nel Week-End 4 della IFL, a Catania. Weel-End 4: sabato Rhinos MIlano-Marines Lazio; Warriors Bologna.Hogs Reggio Emilia. Domenica Elephants Catania-Dolphins Ancona; Lions BergamoGiants Bolzano; Panthers Parma-Seamen MIlano.

La sideline della squadra Under 21 dei Dolphins

IL VIAGGIO

4
14

piuto 18 anni il 1 gennaio. Da quattro in Italia, ad Ancona. Ma quando arrivato non lo sapeva, dovera. Lunica cosa certa, ai tempi, era che era solo. Da Kunduz, la citt nel nord-est dellAfghanistan dove nato, se nera andato da piccolo. Cerano la guerra civile e i talebani, sua mamma ha portato lui e la sorella in Iran, a Zaydan. L un giorno mi ha fermato la polizia. Avevo 14 anni, non avevo documenti, ero clandestino. Mi hanno picchiato. In terra, pieno di sangue, mi sono detto che nella vita non avrei mai pi avuto paura. E che me ne sarei dovuto andare. Cos ha fatto. I soldi messi da parte lavando auto da un concessionario li ha investiti in un biglietto di pullman fino a Urumieh. Da dove, a piedi, con altri ragazzini fuggiaschi ha attraversato

anni Hamid Arpad ha lasciato a 14 anni la mamma e la sorella con cui era fuggito in Iran e si messo in viaggio verso lItalia da solo

il confine con la Turchia. Fino a Van. Quindi ancora in pullman, senza biglietto, a Istanbul. Con altri 3 afghani ha comprato un gommone e si messo in mare. Dopo 9 ore le onde ci impedivano di arrivare a riva, per fortuna un pescatore greco molto buono ci ha caricati sulla sua barca e ci ha lasciati su una spiaggia, vicino a Salonicco. Da l un traghetto, grazie ad altri greci che hanno regalato un po di soldi a lui e un tale Mohammed di cui poi ha perso le tracce. Ma almeno erano arrivati ad Atene.
Arrestato Nella capitale greca Hamid rimasto due mesi e mezzo. Dormivo in una casa con altri 20 stranieri, per 2 euro a notte che per non avevo. Mi avevano indicato una strada dove andare: ogni giorno la gente ci veniva a cercare lavoratori. Ma io ero troppo piccolo e mi hanno chiamato solo due volte: ho aiutato un idraulico e fatto le pulizie in una casa. In compenso la polizia lo ha trovato nel bagagliaio di un pullman per Patrasso. Sono stato 3 gior-

mila chilometri Da Zaydan, attraverso Iran, Turchia e Grecia, con vari mezzi ha percorso oltre 5800 km per arrivare ad Ancona

zi sociali, con lo status di rifugiato, cominciata la sua nuova vita. Hamid passato attraverso diverse comunit tra Ancona e Cupramontana. Ha preso la licenza media, imparato litaliano. E corre sempre veloce: si messo con Maria, di 4 anni pi grande, un anno e mezzo fa hanno avuto una bimba, Noemi. Fabio, lelettricista suo datore di lavoro, lo ha preso in affido. E a maggio dellanno scorso gli hanno proposto di giocare coi Dolphins. Il football mi piaciuto subito tantissimo. A settembre, allesordio in Under 21 contro i Neptunes Bologna, nel 3 quarto gli hanno affidato il pallone. Lui lo ha messo sotto il braccio e via, in touchdown. Ora si allena con la prima squadra, domenica era sulla sideline nella storica vittoria contro Bergamo. E il backup, la riserva, di John Pagliaro che ha studiato a Yale e gli insegna tutti i trucchi. Mi dispiace di non sapere bene linglese per parlare di pi con lui. Io e la mia famiglia abbiamo sempre avuto stima degli americani, eravamo contenti che fossero venuti nel mio Paese. Dopo i fatti di questi giorni per veramente non so pi cosa pensare. Sogno solo che un giorno verr la pace. E tante corse, in touchdown.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

37

SCI ALPINO DISCESE A SCHLADMING

PALLAVOLO SEMIFINALE CEV CUP


Lo Bianco K.o.
(a.a.) Nellandata delle semifinali di Cev Cup, perde il Galatasaray di Leo Lo Bianco. In Challanger vince il Baki Baku di Raffaella Calloni. Cev Cup Uomini: semifinali andata (rit. 18/3): Monza-Dinamo Mosca (Rus) 3-2, Resovia (Pol)-Lubiana (Slo) 3-0 (28-26, 25-8, 25-17). Cev Cup Donne: (rit. 17/3): Busto Arsizio-Urbino 3-1, Constanta (Rom)-Galatasaray Istanbul (Tur) 3-0 (25-23, 25-23, 25-21). Challenger Donne: Suhl (Ger)-Baki Baku (Aze) 0-3 (24-26, 19-25, 17-25), Gent (Bel)-Lokomotiv Baku (Aze) 0-3. PLAYOFF DONNE Le altre due gare-1 dei quarti (al meglio delle 3 partite) sono stasera: alle 20.30 Chateau dAx Urbino-Norda Foppapedretti Bergamo (diretta Rai Sport 1); Yamamay Busto Arsizio-Asystel Novara. BARBOLINI Massimo Barbolini ha definito laccordo che lo legher al Galatasaray Istanbul per la prossima stagione. Adesso resta da chiarire se la Fipav gli conceder il doppio incarico.

Lindsey Vonn, 27 anni, 53 vittorie di Coppa AP

Beat Feuz, 25 anni, 4 successi e 5 podi in stagione AFP

Mauro Gavotto e Marcello Forni murano lex modenese David Lee TARANTINI
La svolta Ma gi prima Monza aveva capito che poteva stare in gara. Nei primi scambi della seconda frazione resta in campo Facundo Conte (con famiglia e fidanzata in tribuna). Doppia difesa fra lui e Rossini, poi lo stesso argentino seduto a terra palleggia la sfera in campo russo. La Dinamo non raccoglie loccasione e lo stesso Facundo, rialzatosi come un gatto, con un attacco da seconda linea, realizza il punto. Unazione non cambia la partita, ma l Monza ha capito che poteva farcela. Perch dopo il primo set limmagine che si aveva avuto della squadra brianzola non era stata eccezionale: Rooney costante come un semaforo in versione notturna, battuta poco graffiante e gli attaccanti di palla alta della Dinamo a sforacchiare il muro italiano da varie altezze. Ma nella seconda frazione Monza rischia di pi in battuta, la ricezione russa solida come lomonima insalata e per Grankin (regista della Russia) cercare alternative in attacco diventa molto complicato. Finisce per appoggiarsi sempre di pi sullopposto (bomber) Pavlov e sugli schiacciatori, Veres (chi si rivede) e Kalinin. Ma con poco successo. Sale la Monza a trazione argentina, la Monza operaia: da Rossini, davvero insostituibile nel gioco difensivo, a Forni, che continua a tenere il campo con autorit, alla garanzia Buti, la Monza dei Gavotto e Nikic, che non si tirano indietro quando c da menare il pallone. Cosa che non accaduta nella seconda met del quarto set facendo sudare freddo Zanini. Bisogna ricordarsene domenica, a Mosca, nel ritorno, se si vuole aggiornare la bacheca e gli striscioni in tribuna.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Vonn da record Feuz, mani sulla Coppa


Lindsey vince ed pronta a superare i 2000 punti. Lo svizzero (2) allunga su Hirscher
DAL NOSTRO INVIATO

co per lAustria, che tiene a questo trofeo pi che a qualunque altro.


Scettro e corona Era invece gi

PIERANGELO MOLINARO SCHLADMING (Austria)

Sar mezzo zoppo per il ginocchio sinistro che il 23 aprile verr operato, ma Beat Feuz ha lanciato ieri una zampata decisa verso la Coppa del Mondo. Secondo ieri nella finale della discesa lo svizzero scattato nella classifica generale ed ha messo 135 punti fra s e laustriaco Hirscher e tagliato definitivamente fuori il campione uscente Kostelic (che sapeva comunque di avere poche chance visto il lungo stop per lintervento a un ginocchio). Oggi in superG potrebbe sferrare il colpo decisivo, ma non sar unimpresa facile, considerando che lavversario che nella discesa lo ha battuto, il norvegese Svindal, in vetta alla classifica di specialit ed

intende portarsi a casa la coppetta per dare un senso ad una stagione sfortunata. Sabato e domenica, in gigante e slalom, Hirscher dovr prendere tutti i rischi.
Ultima corsa Quella di ieri era

tutto deciso a livello femminile con la Vonn che ha gi in tasca la sfera di cristallo e la coppetta della discesa. Ma non nello stile della statunitense andare in vacanza prima della fine. Anzi, marted era furiosa per essere stata preceduta in prova da Weirather e Mancuso. Ieri non ha badato si buttata a capofitto per conquistare la 53esima vittoria della carriera e avvicinarsi ancor pi a Schneider (56) e Moser Proell (62) nella classifica assoluta delle vincitrici in Coppa del Mondo. Ma oggi in superG insegue un altro primato, quello dei punti realizzati da quando in vigore lattuale regolamento. Vincesse ancora salirebbe a quota 2008, 8 punti in pi di quanto realizz Hermann Maier nel 2000. E ci sono ancora gigante e slalom...
Le azzurre Ieri avrebbe potuto

Monza non molla mai Mosca si arrende


Conte trascina alla vittoria (3-2) i brianzoli che domenica in Russia cercheranno la finale
MONZA DINAMO MOSCA 3 2
DAL NOSTRO INVIATO

lultima discesa di nonno Cuche, che digrignava i denti al cancelletto ma sulla neve squagliata dal sole si salvato per miracolo con un riflesso felino da uningloriosa caduta ed finito in fondo alla classifica. Poca gloria per gli italiani. Si sperava in Paris dopo la bella prova di marted, ma laltoatesino ha sbagliato diverse traiettorie e si piazzato 14. Meglio di lui ha fatto Innerhofer, undicesimo, messo in ginocchio per dal mal di schiena. Ancora lontano Fill, 19. La coppa di specialit lha invece conquistata Klaus Kroell, e non po-

fare bene Daniela Merighetti, che al secondo intertempo era in parit con la francese Rolland, alla fine seconda, ma poco dopo si trovata sdraiata sulla neve per una piega eccessiva. La migliore delle nostre stata alla fine Johanna Schnarf, quinta a 4/100 dal podio.
Il superG Questione coppette.

GIAN LUCA PASINI twitter@GianLucaPasini MONZA

(23-25, 25-21, 25-22, 18-25, 15-12) ACQUA PARADISO MONZA: Buti 9, Gavotto 4, Rooney 1, Forni 9, De Cecco 4, Nikic 17; Rossini (L), Facundo 23, Zhukoski, Shumov, Molteni. N.e. Roumeliotis. All. Zanini. DINAMO MOSCA: Kalinin 10, Lee 12, Pavlov 21, Veres 22, Shcherbibin 10, Grankin 1; Bragin (L), Kruglov 9, Berzukov 1. N.e. Kharitonov, Stepanyan, Shchadilov. All. Cherednik. ARBITRI: Kriecher (Bel) e Papageorgiou (Cipro). NOTE - Spettatori 1531. Durata set: 29, 30, 31, 26, 17; totale 133. Acqua Paradiso: battute sbagliate 13, vincenti 1, muri 8, 2a linea 13, errori 19; Dinamo: b.s. 17, v. 4, m. 14, 2a l. 13, e. 25. Giallo a Monza: 11-13, quarto set. FORMULA Ritorno domenica a Mosca (15 italiane). A parit di gare vinte (indipendentemente dai parziali) si gioca un set supplementare ai 15 (golden set).

Oggi in superG per la Vonn, che ha 96 punti di vantaggio sullaustriaca Fenninger, la conquista del terzo trofeo di specialit dopo discesa e combinata, dovrebbe essere poco di pi una formalit, mentre pi aperta la lotta fra gli uomini, dove Svindal ha 42 punti di vantaggio su Cuche e 45 su Feuz.
RIPRODUZIONE RISERVATA

In tribuna c uno striscione che ricorda lultima Coppa Coppe vinta dal club quando ancora la societ si chiamava Montichiari. Sono passati venti anni e la fame di questo club la fame che hanno messo in tavola ieri sera Gavotto e compagni nella semifinale di andata della Coppa Cev, contro i russi della Dinamo Mosca. Una fame che si sentita ancora pi acuta alla fine del primo set, quando lAcqua Paradiso si trovata nel momento peggiore, sotto 0-1 e con un gioco che non convinceva, in scacco dei muri russi. E la paura tornata a bussare forte alla fine del quarto: quando Mosca ha alzato ancora il tiro.

la guida Discesa a Svindal Kroell conquista la coppa di specialit


DISCESA MASCHILE: 1. Svindal (Nor) 146"81; 2. Feuz (Svi) a 57/100; 3. Reichelt (Aut) 67/100; 4. Defago (Svi) 84/100; 5. Raich 8Aut) 98/100; 6. Bertrand (Fra) 1"03; 7. Kroell (Aut) 1"04; 8. Hudec (Can) 1"24; 9. Theaux (Fra) 1"34; 10. Thomsen (Can) 1"35; 11. INNERHOFER 1"52; 12. Janka (Svi) 1"56; 13. Guay (Can) 1"61; 14. PARIS 1"88; 17. Cuche (Svi) 2"55; 19. FILL 2"65. Coppa del Mondo (41 prove): 1. Feuz (Svi) 1330; 2. Hirscher (Aut) 1195; 3. Svindal 1131; 21. Deville 465. Coppa discesa (finale): 1. Kroell (Aut) p. 605; 2. Feuz (Svi) 598; 3. Cuche (Svi) 521; 14. Paris 230. DISCESA DONNE: 1. Vonn (Usa) 146"45; 2. Rolland (Fra) a 92/1009; 3. Maze (Slo) 1"22; 4. Weirather (Lie) 1"24; 5. SCHNARF 1"26; 6. Mancuso (Usa) 1"36; 7. McKennis (Usa) 1"64; 8. Kamer (Svi) 1"68; 9. Goergl (Aut) 1"92; 10. E. FANCHINI 1"97; 11. Rebensburg (Ger) 2"21; 12. Worley (Fra) 2"47; 13. Riesch (Ger) 2"55; 14. Revillet (Fra); 15. Ross (Usa) 2"57; 22. RECCHIA 3"91. Coppa del Mondo (34 prove): 1. Vonn (Usa) p. 1908; 2. Maze (Slo) 1346; 3. Riesch (Ger) 1195; 15. Merighetti 407. Coppa discesa (finale): 1. Vonn (Usa) 690; 2. Weirather (Lie) 400; 3. Goergl (Aut) 384; 7. Merighetti . OGGI Superg uomini (ore 9.30). Pettorali: 3 Baumann (Aut), 4 FILL, 5 Pinturault (Fra), 7 MARSAGLIA, 8 INNERHOFER, 14 Raich (Aut), 16 Svindal (Nor), 17 Cuche (Svi), 18 Theaux (Fra), 19 Feuz (Svi), 20 Jansrud (Nor), 21 Hudec (Can), 22 Kroell (Aut). Coppa (7 prove): 1. Svindal p. 413; 2. Cuche 371; 3. Feuz 368; 17. Innerhofer 111. DONNE (11.30). Pettorali: 4 Paerson (Sve), 11 MERIGHETTI, 13 SCHNARF, 14 E. CURTONI, 15 Goergl 8Aut), 16 Mancuso (Usa), 17 Vonn (Usa), 18 Gut (Svi), 19 Riesch, 20 Fenniger (Aut), 21 Maze (Slo), 22 Weirather (Lie). Coppa (6 p.): 1. Vonn ( p. 413; 2. Fenninger 319; 3. Mancuso 301; 11. Merighetti 135. TV Tutte le gare in diretta su RaiSport 1 ed Eurosport.

Playoff A-1 donne: gara-1 quarti Guiggi super, Villa Cortese non lascia scampo a Pesaro
VILLA CORTESE-PESARO 3-0 (25-20, 25-17, 25-20) MC-CARNAGHI VILLA CORTESE: Berg, L. Bosetti 10, Stufi 4, Pavan 16, Cruz 10, Guiggi 16; Puerari (L), C. Bosetti, Pincerato, Barborkova 2. N.e. Wilson, Carocci (L), Perinelli. All. Abbondanza. SCAVOLINI PESARO: Ferretti, Brinker 7, Manzano 6, Ortolani 11, Klineman 10, Okuniewska 8; De Gennaro (L), Musti, Cardani. N.e. Agostinetto, Saccomani, Ampudia. All. Pedull. ARBITRI: Cardaci e Genna. NOTE - Spettatori 625. Incasso 4.200. Durata set: 26, 26, 28; totale 80. Mc-Carnaghi: battute sbagliate 3, vincenti 5, muri 6, 2a linea 5, errori 14. Scavolini: b. s. 7, v. 1, m. 6, 2a l. 8, e. 17. CASTELLANZA (Va) (m.l.) Il primo atto del quarto di finale contro Pesaro se lo aggiudica Villa Cortese che lascia a riposo Wilson e Carocci. Primo set con tanti errori della Scavolini (8) e con Villa che avanti 18-11 ha tremato e si ripresa con un ace della Guiggi (22-18), poi votata Mvp. La verve della Ortolani cala dopo un buon inizio. Vita facile per le padrone di casa nel 2. Le ospiti reggono nel 3 fino al 19-19 poi Lucia Bosetti (uscita sul 20-19 per un problema a un ginocchio che pare non preoccupante), Pavan e Guiggi confezionano il 3-0. Gara-2: Sabato 17, ore 20.30 a Pesaro.

Aguero-Harmotto: Modena fa il colpo a casa di Piacenza


PIACENZAMODENA 1-3 (10-25, 25-27, 25-23, 20-25) REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Leggeri 9, Turlea 21, Lehtonen 8, Nicolini 5, DallIgna, Pachale 15; Davis (L), Richards 7, Cella. Ne: Mazzocchi, Callegaro, Malvestito. All. Marchesi LIU JO MODENA: Rinieri 12, Barazza 8, Aguero 22, Barboza 12, Harmotto 19, Ognjenovic 7; Croce (L), Paggi, Valeriano. Ne: Ciabattoni, Partenio e Mari. All. Cuccarini ARBITRI: Astengo e Simbari NOTE - Spettatori 650, incasso 2500. Durata set: 19, 32, 28, 27; tot. 106. Rebecchi Nordmeccanica: battute sbagliate 8, vincenti 2, muri 12, seconda linea 10, errori 20. Liu Jo: b.s. 5, v. 2, m. 19, s.l. 3, e. 15. PIACENZA (m.mar.) Con la coppia Aguero-Harmotto capace di mettere a terra 41 palloni, Modena si porta 1-0 nella serie dei quarti play off. Piacenza si dimentica di entrare in campo: nel primo set Lehtonen e Turlea su 19 tentativi in attacco non ne concretizzano nemmeno uno. Poi si giocano due parziali in cui la squadra di Cuccarini scappa (20-16 nel secondo e 11-6 nel terzo) e quella di Marchesi rincorre fino allo sprint finale in cui prima Modena si porta 2-0, quindi Piacenza accorcia le distanze. Ma nel quarto le ospiti chiudono senza patemi e sabato hanno gi il match-ball. Gara-2: sabato 17, ore 20.30 a Modena

In alto Aksel Lund Svindal, 29 anni, sopra Klaus Kroell, 31 AFP

38

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

GAZZATRAINER LO SPORT PER CHI LO FA


SPECIALE PER GAZZETTA
regola n.1 Per affrontare al meglio una maratona, consigliabile arrivare con le gambe non affaticate. Lavorare dunque sul ritmo, evitando nellultimo mese di preparazione ripetute sui 1000-2000 metri regola n.2 Per migliorare la tenuta in corsa, che la maggiore preoccupazione del maratoneta, nelle settimane precedenti utile lavorare sullestensivo con una o due gare da 20/25 chilometri

Radio corsa
di LINUS

domande a...
ENRICO ARCELLI
MEDICO E DIETOLOGO

Quanto pagheremo linverno cos rigido?


Vorrei viaggiare nel futuro per sapere gi adesso quanti di quelli che correranno le grandi maratone di primavera saranno riusciti a migliorare il proprio personale. Lo dico senza malizia, anzi laugurio che ognuno possa levarsi qualche soddisfazione, ma credo che questa volta sar unimpresa pi difficile del solito. Se ci riuscirete, allora vorr dire che siete veramente delle macchine da guerra, che la vostra forza seconda soltanto alla vostra determinazione.
Il giorno della gara solo il completamento di un percorso lunghissimo che, almeno per il mondo degli amatori, vede il suo momento cruciale nei due/tre mesi immediatamente precedenti la gara. Che in questo caso corrispondono a una coda dinverno tra le peggiori degli ultimi anni. Se in quelle sette, otto settimane segnate costantemente dal maltempo siete riusciti a fare tutti i compiti come andavano fatti, non ci sono 42 chilometri che tengano. Se invece avete faticato a trovare costanza (eccomi!) allora forse meglio prendersela un po pi comodi e non caricarsi troppo di aspettative. Si comincia domenica con Roma e poi arrivano Parigi, Londra, Boston e Milano, per citare le pi importanti. Questultima in particolare potrebbe essere loccasione migliore da sfruttare, se ai tempi della scuola eravate studenti da notte prima degli esami, il mese esatto che ancora manca potrebbe servire per un piccolo corso di recupero.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Zuccheri e minerali ogni 5 chilometri. E tanta acqua


Lalimentazione prima durante e dopo la gara

regola n.3 Utile poi un fondo medio di 15 chilometri diviso in tre parti: i primi in un 2-3% pi lento del ritmo maratona, la parte centrale come la gara, e gli ultimi 5 km un 2-3% pi veloci

regola n.4 E a -7 giorni dalla gara, si deve assolutamente dimezzare il chilometraggio settimanale. Corsa lenta e un ultimo lavoro di potenza aerobica a ritmo maratona: 5 volte i 2.000 metri

1 Che cosa importante che faccia in questo periodo chi parteciper fra un mese alla maratona di Milano? Dipende da quello che si fatto finora. Lideale sarebbe compiere due lavori lunghi, uno in questo week end (per esempio di 25-30 chilometri) e uno allinizio di aprile, di 32-33 chilometri. Sono sedute fondamentali per riuscire a completare al meglio i 42,2 chilometri. 2 E dal punto di vista dellalimentazione? Intanto in questi lavori lunghi utile provare lintegrazione che si far in gara. Ci sono, per esempio, delle gelatine che vanno prese prima dello sforzo e che in genere transitano velocemente dallo stomaco, ma che essendo costituite da fruttosio e da isomaltulosio, due zuccheri a lento assorbimento costituiscono una specie di scorta di energia che viene usata poco alla volta durante la corsa e che aiuta a risparmiare per il finale della gara il glicogeno contenuto nei muscoli. Siccome ci sono differenze fra un atleta e laltro per quello che riguarda la permanenza nello stomaco, bene che ciascun atleta trovi i tempi giusti di assunzione. Qualcuno, infatti, pu prenderla anche solo mezzora prima di iniziare, mentre per altri occorrono almeno 50 minuti. 3 Durante le prove lunghe utile assumere carboidrati? Si possono prendere le compresse contenenti zuccheri, ma anche i minerali che si perdono con il sudore, vale a dire sodio, cloro, potassio e magnesio. Quando correvo la maratona, ne legavo alla maglietta un blister con una spilla e mi trovavo molto bene ad assumerne una ogni 5 chilometri; consiglio a tutti di fare cos. Durante la maratona, poi, ai rifornimenti si deve bere acqua, in quantit tanto superiore quanto pi si suda.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo mese alla maratona Pi ritmo, meno potenza


A -30 da Milano il c.t. azzurro Gigliotti consiglia di lavorare sulla tenuta
LUCILLA ANDREUCCI

chi vuole affrontare i 42 km.


Nella preparazione della gara, c qualcosa che accomuna lamatore e il professionista?

no City Marathon: che allenamenti suggerisce?

Ricorda Sean Connery, per quel fascino che non ha et. Anche per lui non contano gli anni. Ma le vittorie. Luciano Gigliotti, modenese, dal 1961 sui campi datletica e per la strade, a respirare chilometri, a condividere la fatica con i suoi atleti. Lui che chiamano appunto Professor fatica, capace di vincere due ori olimpici con due nomi che sono storia dello sport italiano: Gelindo Bordin (Seul 88) e Stefano Baldin (Atene 2004). In pi il bronzo di Alessandro Lambruschini nei 3000 siepi di Atlanta 1996 e loro europeo di Maria Guida a Monaco 2002. Quasi alla vigilia della maratona di Roma e a un mese da quella di Milano, non c di meglio del commissario tecnico azzurro per offrire i giusti consigli a

Per un amatore nel ricercare una prestazione non pu mancare il divertimento e il benessere che migliora la qualit della vita. Latleta professionista, invece, che corre per una medaglia importante, deve ogni volta toccare e migliorare il suo limite in gara e vive la sua vita a 360o in funzione di questo: doppio allenamento, riposo, fisioterapia. Un altro modo di interpretare lo sport rispetto a chi lavora e ritaglia il tempo per allenarsi. Ma un comune denominatore ce lhanno: se in gara sbagliano la cadenza per eccesso di euforia nei primi chilometri, poi pagano entrambi il conto.
Siamo ad un mese dalla Mila-

Consiglio di spingere il meno possibile sul versante potenza, mi riferisco alle ripetute sui mille-duemila, e piuttosto privilegiare lavori vicini al ritmo maratona, che aiutino a memorizzare landatura. La preoccupazione sempre la tenuta, bene quindi lavorare sullestensivo: una o due galoppate di 20-25 chilometri, magari approfittando di qualche gara la domenica. Un fondo medio di 15 km, diviso in 3 parti, i primi in un 2-3% pi lento del ritmo maratona, la parte centrale come la gara, e gli ultimi 5 km un 2-3% pi veloci. Baldini faceva questo lavoro cos: 3.05/3.02/2.55.
Quando lultimo lungo?

chi corre la maratona oltre le 5 ore, sconsiglio di andare oltre le 3 ore di lungo.
E lultima settimana?

Sia amatori che professionisti hanno la stessa esigenza: partire con le gambe a posto, senza affaticamento muscolare. Si deve assolutamente dimezzare il chilometraggio settimanale: se si corrono in media circa 100 km, farne al massimo 50-60. Consiglio solo corsa lenta e un ultimo lavoretto di potenza aerobica a ritmo maratona per far girare un po le gambe il marted. Per esempio, 5 volte i 2.000 metri.
Professor Fatica, vale la pena di correre una maratona?

Fino a tre settimane prima, si possono tentare ancora 30-32 km, ma dipende dal ritmo. A

una delle esperienza pi gratificanti dello sport e ti resta nella vita. Solo finirla gi unimpresa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

gusto COLA caffeina


con

NUOVO

MARATHON ENERGY STRATEGY


Piazza Castello Via a mpugnano Lampugnano

S
G STO

T
RANCIA

PRO

R PA A OE ON BCAA A BO R E G T CO E LUT TI MM NA

RECOV FOR ENERY DURA NCE


OTTO PER SPO R VI

RECU PERO

La maratona fatica, capacit e preparazione. Segui lEnergy Strategy sviluppata dagli esperti dellEquipe Enervit, il programma di integrazione con i prodotti pi indicati per affrontare al meglio il tuo impegno. Provali anche in allenamento, perch la tua maratona comincia l.

-60

-30

0 partenza
PRIMA

1 0

2 1

25 Km
DURANTE

30

ale Viale assiodoro Cassiodoro

a Via elzi Melzi dEril

o Co atteotti a Matteotti

ale Via e a Ca dera

entro 30 30 0 dal termine

38

42 arrivo
DOPO

Sport Nutrition Partner

ENERVIT PRE SPORT

www.enervitsport.com

ENERVIT G SPORT ENERVITENE SPORT GEL ENERVIT GT SPORT ENERVITENE SPORT COMPETITION

ENERVIT R2 SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

39

RUGBY SEI NAZIONI


ORE 13.30 DIRETTA SKY SPORT 2 ORE 15.20 DIFFERITA LA 7
ITALIA MASI VENDITTI BENVENUTI CANALE MI. BERGAMASCO BURTON GORI PARISSE (cap.) BARBIERI ZANNI BORTOLAMI GELDENHUYS CASTROGIOVANNI GHIRALDINI LO CICERO BRUNEL IN PANCHINA 16 DAPICE, 17 CITTADI NI, 18 FURNO, 19 FAVA RO, 20 VOSAWAI, 21 BOTES, 22 TONIOLATTI 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 All. SCOZIA HOGG M. EVANS DE LUCA MORRISON S. LAMONT LAIDLAW LAIR DENTON RENNIE BARCLAY HAMILTON GRAY CROSS FORD (cap.) JACOBSEN ROBINSON IN PANCHINA 16 LAWSON, 17 MUR RAY, 18 KELLOCK, 19 VERNON, 20 CUSITER, 21 JACKSON, 22 CUTH BERT

blema, ha pensato a rientrare, ci teneva tanto. E prima di unirlo al gruppo, abbiamo fatto sedute specifiche di rieducazione, per mimare il pi possibile quello che succede sul campo: mischia con eventuali cadute, raccolta di palla a terra, ruck, tutto quanto. Il campo stato lultimo giudice. Gli ultimi test fatti racconta losteopata Sante Lugarini sono stati positivi, anche oltre le previsioni: punti di contatto, pulizia della ruck, mischie, crollo delle mischie: andato tutto bene. Si alzato tranquillamente, sia che facesse il placcaggio, sia che lo subisse. Ha "provato" tutto quello che succede in partita.
Come lInghilterra Contro la

ARBITRO ROLLAND (IRLANDA)

Martin Castrogiovanni, al centro, l11 marzo contro lInghilterra. Quel giorno al 33 p.t. si procurato la frattura scomposta della settima costola destra FAMA

Castro, che recupero Non poteva mancare


Costola ok: sabato con la Scozia giocher con una protezione
VALERIA BENEDETTI ROMA

Cosa user

Castro rimane in silenzio. Prepara la sua tradizionale grigliata prepartita per i compagni. Non vuole parlare, non vuole pressione, vuole solo concentrarsi sulla Scozia, la partita che ha voluto a tutti i costi da quando, l11 febbraio, uscito camminando a fatica

dallOlimpico innevato con una costola fratturata. Cinque settimane per non perdersi il secondo esaurito romano, sperando di festeggiarlo con una vittoria. Martin Castrogiovanni appare al suo posto nel giorno della formazione anti-Scozia recitata dal g.m. Troiani. E sembra quasi un miracolo.
Niente rischi Viene da pensare che sia una scommessa perico-

losa da giocare, ma il dottor Simone Porcelli lo esclude: Domani far una normale seduta con il gruppo, ieri ha fatto tutto lallenamento. La risonanza magnetica di controllo ha accertato che sostanzialmente il processo di calcificazione completato, quindi nessun azzardo. Non si potrebbe rischiare, troppo pericoloso. Poi spiega come avvenuto il recupero: Utilizzer una protezio-

ne che gli permetter di dissipare leventuale urto lungo tutto il torace. Non c nessun rischio particolare. Sono stati venti giorni a ritmo assiduo. Ha fatto magnetoterapia durante la notte (per la gioia del compagno di stanza Canale, che dormiva con il sottofondo del bip del macchinario, ndr) che permetteva di ridurre un po le ore di terapie. Fin da quando ha capito cosera il pro-

Sotto la maglia
Una protezione sottomaglia. In quella di Castrogiovanni, fatta ad hoc da Ortholabsport, stata ricavata una tasca per il tessuto protettivo

Scozia il c.t. Jacques Brunel ha confermato in blocco la squadra schierata con lInghilterra, ad eccezione di Mirco Bergamasco per McLean (neanche tra le riserve). Novit in panchina, con la presenza del terza linea Vosawai e del seconda Furno, mentre Semenzato rimasto fuori. Qualche minimo dubbio permane per Leonardo Ghiraldini (distorsione a un dito del piede sinistro) per cui lultima conferma arriver stamani (e proprio per questo nel frattempo Fabio Ongaro rimasto aggregato al gruppo per emergenze dellultimo momento). Nella formazione della Scozia c il primo centro Nick De Luca, Max Evans allala ed confermato per la terza volta di fila il gruppo di mischia. Per il tecnico Robinson questa una partita fondamentale: Non siamo dove avremmo voluto. Abbiamo giocato del buon rugby e c stato qualche miglioramento, ma sappiamo che il salto di qualit, arriva da una vittoria, soprattutto dopo quello che si visto a Dublino.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ATLETICA DOMENICA A SAN VITTORE OLONA IL TRADIZIONALE CROSS

BOXE SABATO IL MONDIALE A PAVIA

La Cinque Mulini fa 80 anni Sognando il Mondiale 2015


Possibile cordata col Campaccio. Gli italiani trovano i keniani Longosiwa e Jepleting
ANDREA BUONGIOVANNI MILANO

C Branco-Fragomeni Ecco i derby dItalia


ROCKY GIULIANO

Ottantanni tutti filati, senza interruzioni, nemmeno per la Seconda Guerra Mondiale. Dal 1933, grazie a unidea di Giovanni Malerba, al 2012: una cavalcata trionfale. La Cinque Mulini celebra giorni particolare. E per quanto le ali di folla lungo il percorso restino solo in certe foto in bianco e nero, le campestri vivano ovunque un periodo difficile e i tempi cambino, il fascino della grande classica resta immutato. Il cross pi bello del mondo, ebbe a dire la leggendaria Grete Waitz, che sui prati di San Vittore Olona, tra il 1978 e il 1984, vinse addirittura sei volte. Alla memoria della maratoneta norvegese, morta nellaprile scorso a 57 anni, dedicata questa edizione. E lei a campeggiare sulla locandina della gara.
Col Campaccio? Tante le inizia-

interpreti azzurri delle specialit, in una sorta di tour promozionale, visiteranno una decina di scuole. Sabato le gare per i ragazzi e, alle 16, sotto la bandiera dellAssociazione Giuseppe Volpi, un prestigioso convegno tecnico sul mezzofondo al quale parteciper anche il grande Ian Stewart, ieri campione, oggi responsabile di settore della Gran Bretagna. Domenica, naturalmente, il clou: gare dalle 9 con la prova Open, poi quel-

PRESENTATA LA RICERCA

le seniores, inserite nel circuito del Permit Iaaf: alle 14.15 quella femminile, alle 15 quella maschile (con diretta su RaiSport 1). Ad accompagnare il tutto, una mostra fotografica e Uomini e mulini, libro scritto con tanta passione da Walter Brambilla, a condensare una storia che non finisce. Perch, nonostante tutto, si guarda al futuro: tanto che nel 2015, in occasione dellExpo milanese e chiss, magari anche dopo la Cinque Mulini potrebbe unire le forze con il cugino Campaccio per ospitare il Mondiale.
Il cast LItalia inseguir una vit-

Contro il diabete serve la corsa


(g.l.g.) Corsa per guarire dal diabete: quanto emerso nella presentazione del progetto La pandemia diabete: fermiamola correndo. Lassociazione diabete Italia ha spiegato le motivazioni emerse dalla ricerca che porter al connubio con la maratona di Milano del 15 aprile. Sono intervenuti il professor Gabriele Rosa, ideatore delliniziativa, Umberto Valentini, presidente dellorganizzazione e lOn. Lupi presidente del running Montecitorio. Il prof. Gerardo Corigliano presidente associazione atleti diabetici, ha sostenuto che lattivit fisica pi importante dei farmaci.

Sabato a Pavia si assegna la cintura silver dei massimi leggeri Wbc tra gli italiani Silvio Branco (62-10-2) e Giacobbe Fragomeni (29-3-1). La denominazione della sigla di Sulaiman, equivale allinterim. Chi vince ha diritto di attaccare il polacco Krzysztof Wlodarczyk, sempre che la spunti contro il portoricano Francisco Palacios, sfidante ufficiale. Confronti titolati tra italiani non sono certo una novit, gli stessi attori di Pavia, si sono confrontati con rivali di casa per diverse corone.
Branco Pi spesso Branco, in

tive collaterali ad hoc. Domani lolimpionico Ivano Brugnetti, insieme a Gabriele De Nard e a Federica Dal R, tra i migliori

toria che manca dal 1986 in campo maschile (Alberto Cova) e dal 1990 in campo femminile (Nadia Dandolo). Ma sar difficile interrompere le strisce. Nel primo caso sono annunciati keniani quali Longosiwa (1258"67 un mese fa nei 5000 indoor) e Bernard Rotich, il belga Bekele e il portoghese Rocha, oro e bronzo nellEurocross di dicembre. Per lItalia, con lo stesso De Nard, i giovani Crespi e Abdellah. Di maggior qualit la partecipazione tricolore nel secondo caso: Weissteiner, Belotti, Tschurtschenthaler, Dal Ri e Romagnolo proveranno a impensierire la marocchina Lakhouad e la keniana Jepleting, quarte su 1500 e 5000 ai Mondiali di Daegu dellestate scorsa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il alto la locandina dell80 Cinque Mulini che ritrae la leggendaria maratoneta norvegese Grete Waitz, a San Vittore Olona cinque volte vincitrice tra il 1978 e il 1984. In basso la copertina di Uomini e mulini, libro scritto da Walter Brambilla (pagine 128), con numerosi contributi e meravigliose immagini, per celebrare gli 80 anni del cross pi bello del mondo, dagli albori ai giorni nostri.

virt della lunga militanza tra i pro 24 anni di attivit _ ha sostenuto nove di questi confronti. Il primo data 1febbraio 1992 nella sua Civitavecchia. Lavversario porta il nome di Agostino Cardamone, rivelatosi la sua bestia nera. In palio il vacante tricolore medi, lasciato al mancino campano dopo 12 riprese troppo passive per essere vincenti. Cardamone, tre vittorie su altrettante confronti, resta l'unico italiano ad averlo superato. Il mancino avellinese di Montoro Inferiore bene si adattava alla boxe classica di Branco, facendo leva sulla potenza del montante sinistro, che gli permise di ribatterlo, sei anni dopo nel dicembre del '98 a Brindisi per ko al 10 round, scal-

zandolo dalla cintura Wbu, che aveva vittoriosamente difeso sei volte. Tre mesi dopo Cardamone gli rifilava la terza sconfitta sul ring casalingo di Civitavecchia. Lultima sfida interna riguarda Vincenzo Rossitto, affrontato a Civitavecchia il 27 novembre 2010, lanno del passaggio nei cruiser, in palio la cintura Internazionale Wbc, conquistata a spese del magiaro Laszlo Hubert sullo stesso ring, 9 mesi prima. Contro Rossitto battaglia vera a sofferta. Il siracusano tre anni prima aveva affrontato Giacobbe Fragomeni, per l'assegnazione della vacante cintura dellUnione Europea, sul quadrato di S. Genesio ed Uniti nel pavese. Lattuale campione nazionale lunico avversario in comune.
Fragomeni Giacobbe, allievo di Ottavio Tazzi alla Doria, dei 33 incontri disputati, ha trovato solo due italiani in carriera. Nel 2004, nella stessa struttura PalaRavizza di Pavia, preposta per la serata di sabato, il triestino Alex Guni, che lo sovrasta di ben 18 cm. tent di contrastare loffensiva dellemergente Fragomeni per lInternazionale Ibf del Mediterraneo. Guni fu costretto alla resa all'11 round, svuotato di energie, sotto gli assalti del pugile milanese, lanciato verso il suo primo trofeo da professionista. Stavolta la posta alta: l'anticamera del mondiale WBC massimi leggeri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

40

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

1
Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24 allindirizzo internet:

OFFERTE DI COLLABORAZIONE

IMMOBILI RESIDENZIALI AFFITTI

6
6.1

www.piccoliannunci.rcs.it
oppure tutti i giorni feriali a: MILANO : tel.02/6282.7555 02/6282.7422, fax 02/6552.436. BOLOGNA : tel. 051/42.01.711, fax 051/42.01.028. FIRENZE : tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34. BARI : tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126. NAPOLI : tel. 081/497.7711, fax 081/497.7712. BERGAMO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 035/35.87.77, fax 035/35.88.77. COMO : tel. 031/24.34.64, fax 031/30.33.26. CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l. tel. 0372/20.586, fax 0372/26.610. LECCO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 0341/35.74.00, fax 0341/36.43.39 MONZA : SPM Monza Brianza s.r.l. tel. 039/394.60.11, fax 039/394.60.55. OSIMO-AN : tel. 071/72.76.077 071/72.76.084. PADOVA : tel. 049/69.96.311, fax 049/78.11.380. PALERMO : tel. 091/30.67.56, fax 091/34.27.63. PARMA : Publiedi srl tel. 0521/46.41.11, fax 0521/22.97.72. RIMINI : Adrias Pubblicit di Rimini tel. 0541/56.207, fax 0541/24.003. ROMA : In Fieri s.r.l. tel. 06/98.18.48.96, fax 06/92.91.16.48 SONDRIO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 0342/20.03.80, fax 0342/57.30.63 TORINO : telefono 011/50.21.16, fax 011/50.36.09. VARESE : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 0332/23.98.55, fax 0332/83.66.83 VERONA : telefono 045/80.11.449, fax 045/80.10.375. Per la piccola pubblicit allestero telefono 02/72.25.11 Le richieste di pubblicazione possono essere inoltrate da fuori Milano anche per telefax e corrispondenza a Rcs MediaGroup S.p.A. Divisione Pubblicit agli indirizzi di Milano sopra riportati. TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA Rubriche in abbinata obbligatoria: Corriere della Sera - Gazzetta dello Sport: n. 0: euro 4,00; n. 1: euro 2,08; n. 2 - 3 14 : euro 7,92; n. 5 - 6 7 - 8 - 9 - 12 - 20: euro 4,67; n. 10: euro 2,92; n. 11: euro 3,25; n. 13: euro 9,17; n. 15: euro 4,17; n. 17: euro 4,58; n. 18 - 19: euro 3,33; n. 21: euro 5,00; n. 24: euro 5,42. Rubriche in abbinata facoltativa: n. 4: euro 4,42 sul Corriere della Sera; euro 1,67 sulla Gazzetta dello Sport; euro 5,00 sulle due testate. n. 16: euro 1,67 sul Corriere della Sera; euro 0,83 sulla Gazzetta dello Sport; euro 2,08 sulle due testate. n. 22: euro 4,08 sul Corriere della Sera; euro 2,92 sulla Gazzetta dello Sport; euro 4,67 sulle due testate. n. 23: euro 4,08 sul Corriere della Sera; euro 2,92 sulla Gazzetta dello Sport; euro 5,00 sulle due testate. Si precisa che tutte le inserzioni relative a ricerche di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile sia femminile, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda laccesso al lavoro, indipendentemente dalle modalit di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attivit. Linserzionista impegnato ad osservare tale legge.

ROQUEBRUNE CAP MARTIN villa provenzale, splendido appartamento terrazza, giardino, impareggiabile vista mare sul golfo fino a Montecarlo, piscina, box da 580.000 euro. ISIT 800.77.75.10 per altre proposte visita www.isitimmo.com

FARINI adiacenze vendiamo negozio 650 mq sottonegozio 200 mq, box triplo. Sette vetrine, doppia esposizione. 02.88.08.31. CE: F - IPE: 147,22 kWh/mca.

19
AUTOVEICOLI

IMPIEGATI

1.1

OFFERTA

AMMINISTRAZIONE, responsabile ufficio acquisti, contabilit, clienti/ fornitori, banche, contenzioso, ventennale esperienza. Residente in Buccinasco. Tel. 338.93.32.110. ESPERTA contabilit, bilanci, fiscale, pluriennale eperienza, laureata economia esamina proposte da aziende e/o studi. 340.80.83.613. IMPIEGATA amministrativa offresi per co. ge. banche - fatturazione - dichiarazioni intra, Milano e Hinterland. Cell. 349.58.72.839. IMPIEGATA pluriennale esperienza ufficio vendite, ordini clienti/fornitori, fatture, DDT, lingue, buon utilizzo pacchetto office, offresi in Milano e dintorni. 339.32.32.805. RESPONSABILE amministrativo finanziario. Esperienza maturata aziende multisettore. Amministrazione, finanza, controllo, personale, estero. Riorganizzazione rilancio aziendale. 347.63.67.628.

BRERA / Madonnina raffinato bilocale 72 mq, due livelli, doppi servizi. Terrazzo. Arredato, parquet, aria condizionata. 02.88.08.31. CE: G - IPE: 220,52 kWh/ mqa.

TABLET TOSCANA Castiglioncello (LI) Quercianella vendesi


appartamento 135 mq in bifamiliare, vista mare, euro 580.000 tratt. Agenzia Sintesi 329.22.14.605. sintesiimmobiliare.com
VENDITA in Svizzera albergo con possibilit di apportare diverse modifiche. Publicitas Int., Postfach, CH-4002 Basel - rif.: CZW015/003.

affittasi ufficio mq. 330 condizionato e cablato, posti auto. CE: G - IPE: 84,80 kWh/mca. Cogeram 02.76.00.84.84.

MACIACHINI

RICHIESTA

6.2

AZIENDA farmaceutica cerca per dipendenti trilocale/quadrilocale in Milano zona servita. 02.67.47.96.25.

affittansi eleganti uffici condizionati e cablati mq. 60 - 155. CE: G - IPE: 76,80 kWh/mca. Cogeram 02.76.00.84.84. PIAZZA GIOVINE ITALIA vendiamo negozio 70 mq due vetrine, soppalco, cantina. 02.88.08.31. CE: G - IPE: 117,20 kWh/ mca. PIAZZA VETRA ottimo investimento 600 mq. negozio affittato 13 vetrine. Alta redditivit. 02.88.08.31. CE: G - IPE: 147,22 kWh/ mca - www.filcasaservice.it SAN VITTORE / De Togni affittasi negozio di 3 vetrine, soppalco, bagno. Ristrutturato. Adatto attivit finanziarie. 02.88.08.31 CE: F - IPE: 54,53 kWh/mca. VENDESI complesso immobiliare ampia metratura ad uso industriale e commercio e palazzina CE: F - IPE: 57,36 kWh/mc anno, zona via Corelli (Milano). 347.83.32.123.

MEDICI

VENDI SUBITO LA TUA AUTO - SUPERCAR noi ANCHE IN CONTANTI dasolo a Lugano-Svizzera possibile, auto di
grossa cilindrata!

GTOMULTIMARCA SA - 6900 Lugano/ Ticino info@gtomultimarca.com responsabile acquisti/vendite, cell. 0041.78.899.99.88.

7
IMMOBILI TURISTICI

AFFITTI

7.2

COMPRAVENDITA

7.1

RECCO - Camogli appartamenti ristrutturati sul mare varie metrature affittasi minimo annualmente. 333.49.17.956.

AUTOVETTURE
ACQUISTIAMO

19.2

COLLABORATORI FAMILIARI

1.6

CAP MARTIN lato Montecarlo. Prestigiosi appartamenti in costruzione. Vista mare mozzafiato, piscina. italgestgroup.com 0184.44.90.72. LAGO GARDA Desenzano nuovo trilocale giardino privato garage piscina 189.000. CE: A - IPE 20 kWh/mq. 335.24.56.65. LAGO ISEO Pisogne, vicinissima impianti sciistici vendiamo splendida casetta su 2 piani all'inglese. Consegna giugno. Possibilit di permute. Valore di progetto classe A 25,60 kwh/mq. 334.68.07.463. PORTOFINO piazzetta splendido attico 80 mq circa, terrazzino vista incantevole, finemente ristrutturato, disponibilit immediata, possibilit parziale permuta con imbarcazione. 335.83.50.876.

IMMOBILI COMMERCIALI E INDUSTRIALI

8
8.1

automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89.50.41.33 02.89.51.11.14.

SRILANKESE 50enne, 28 anni in Italia, referenziata, libera. Anche badante. Tel. 389.11.84.863.

OFFERTA

2
RICERCHE DI COLLABORATORI

BRERA / Bonaparte prestigioso negozio nove vetrine. Personalizzabile, ristrutturato. Soppalchi, sottonegozio. 02.89.09.36.75 www.filcasaservice.it - CE: F - IPE: 54,68 kWh/mca. affittasi negozio ristrutturato e condizionato mq. 240 tre vetrine. CE: G - IPE: 76,80 kWh/mca. Cogeram 02.76.00.84.84.

9
TERRENI
MONFERRATO cascina collinare comoda posizione 5 ettari, vigneti, moscato, prato, grande casa pi stalla, fienile, cantina, magazzini, attrezzature varie, alto reddito. Tel. 0141.82.42.60 - 347.96.30.214.

PALESTRE SAUNE E MASSAGGI

21

VENDITORI E PROMOTORI

2.3

CARROBBIO

ABILI venditori disponibilit viaggiare cercasi. Offresi alti guadagni lavoro organizzato. Svizzera 0041.91.64.04.490.

IMMOBILI RESIDENZIALI COMPRAVENDITA

5
5.1

VENDITA MILANO CITTA'

ACCURSIO adiacenze particolare abitazione - due livelli. Ristrutturata, condizionata. Possibilit posto auto. 02.88.08.31. CE: F - IPE: 59,73 kWh/mqa. CADORNA signorili 90 mq, biservizi. ACE: E - IPE 143,54 kWh/mqa. 335.68.94.589. CENTRO storico prestigioso palazzo in corso di risanamento conservativo appartamenti affrescati, terrazzi, giardini. 02.89.09.31.72 - 02.88.08.31. Valore da Progetto CE: D - IPE: 104,5 kWh/mqa. CORSO SEMPIONE nuova costruzione, attico 112 mq terrazzo. Alti standard energetici, costruttivi. Box. 02.34.93.16.65 www.filcasaservice.it - Valore di progetto CE: B - IPE: 50,2 kWh/mqa. EUSTACHI 90 mq, 340.000 euro trattabili. CE: E - IPE 95,77 kWh/mqa. 335.68.94.589. SAN SIRO / Fiera nuovo ultimo trilocale doppi servizi, 4 piano, CE: B - IPE: 41 kWh/mq doppio terrazzo, tranquillit. 395.000. 035.75.11.11. SARPI adiacenze MM Moscova signorile palazzo d'epoca residenze/loft trilocale, servizi. 02.34.93.07.53. CE: B - IPE: 36,8 kWh/ mqa. TACCIOLI adiacenze stazione Affori nord Affori / MM3 in splendida corte, bilocale nuovo. Box. 02.66.20.76.46. CE: D - IPE: 111,1 kWh/mqa. VIA FILZI undicesimo piano, panoramico trilocale tripla esposizione, balconi. Splendida vista. 02.88.08.31. CE: F - IPE: 54,17 kWh/mqa.

www.piccoliannunci.rcs.it
il sito per pubblicare i tuoi annunci di piccola pubblicit su

AZIENDE CESSIONI E RILIEVI

12

ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business services 02.29.51.80.14. RICEVITORIA storica, posizione strategica Milano centro, tutti i giochi, cedesi. Tel. 339.52.03.941.

CORRIERE DELLA SERA GAZZETTA DELLO SPORT


Facile e veloce. Bastano pochi click e lannuncio pronto
RCS MediaGroup S.p.A. Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

VENDITE ACQUISTI E SCAMBI

18

A AABAA Naturalmente relax. Piacevoli massaggi rilassanti. www.tantrabodymassage.it 02.29.40.17.01 - 366.33.93.110. ABBANDONATI ai massaggi ayurvedici, percorsi di bellezza scontati del 20%. Info: 02.91.43.76.86. ABBANDONATI al benessere, nuova gestione, massaggi olistici. Sauna, idromassaggio, relax. Promozioni. 02.58.10.54.01. ABBATTI lo stress scaricando con massaggi ayurvedici, olistici con effetti rilassanti. 02.54.10.21.68. AMBIENTE elegante ti propone massaggi rilassanti antistress per le tue pause di relax. 02.39.40.00.18. MANZONI benessere abbandonati massaggi rilassanti, ayurvedici. Personale qualificato. Ambiente classe. Promozioni. 02.39.68.00.71. MONNALISA un caff, tanta simpatia e massaggi estetici e rilassanti. Bagno turco. 02.66.98.13.15. STRESSATO? Rilassati nel tempo di un massaggio californiano. Percorso termale gratuito. 02.29.53.13.50.

24
CLUB E ASSOCIAZIONI
A MILANO accompagnatrici, distinta agenzia presenta eleganti, affascinanti modelle ed interessanti hostess. 335.17.63.121. A MILANO agenzia abbacinanti accompagnatrici presenta attraenti fotomodelle e ammalianti hostess. 339.64.14.694. CERCHI nuove amiche intriganti? Lasciati guidare dalla scoperta. 02.99.71.99.00. Solo adulti. CERCHI over 40 single? Non mai stato cos facile! 02.99.71.99.02. Solo adulti. CONTATTO piccante 899.03.08.10. Esibizioniste 899.11.14.84. Euro 1,25 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 Arezzo. TRASGRESSIVA Amanda 899.012.335 Ramona 899.003.412. Euro 1,80min/ivato. Solo adulti. Futura Madama31 Torino. TROVA centinaia di amiche della tua citt! Non resterai deluso. 02.99.71.99.01. Solo adulti.

ACQUISTIAMO ORO Argento, Monete, Diamanti. QUOTAZIONI:

ORO USATO: euro 26,65 / grammo ARGENTO USATO: euro 405,00 / kg - MISSORI MM DUOMOCurtini, via Unione 6 Gioielleria
02.72.02.27.36. - 335.64.82.765.

GIOIELLI ORO ARGENTO


PUNTO D'ORO

18.2

ACQUISTI

5.4

SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 - Milano. 02.58.30.40.26.

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

41

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Ippica IL GALOPPATORE DI 9 ANNI LAGHAT CHELTENHAM Trainer e jockey

Atletica
INDOOR ITALIA (si.g.) Nellesagonale giovanile di Modena, vinto dal Veneto, due 7"49 (batteria e finale) per la junior italonigeriana Judy Ekeh nei 60. Uomini. Lungo: Jacobs (j) 7.27; Barruecos Millet (Ita/Cuba, 95) 7.24. Donne. 60 hs: Carmassi (j) 8"68. Alto: Omoregie (96) 1.72. Lungo: Cuneo (96) 5.84. MARCIA ASIATICA (d.m.) Al cinese Zhu Chundung i campionati asiatici della 20 km di marcia a Nomi (Giap). Uomini: 1. Zhu Chundung (Cina) 1h2121"; 2. Singh (India) 1h2131"; 3. Joung Jun (S.Cor) 1h2143". Donne: 1. Ding Huiqin (Cina) 1h3014". MASTERS Ai Tricolori Masters indoor di Ancona, lex portiere Lamberto Boranga ha vinto 60 hs (10"35), lungo (4.62) e triplo (10.52) nella categoria M70.

Corre e vince il cavallo cieco che forse proprio cieco non


MICHELE FERRANTE

Henderson e Geraghty prendono tutto

le 7) dei quarti in casa col Pontebba (serie 3-2). Intanto il Renon s salvato a spese del Vipiteno. Marted (gara-5 quarti): Pontebba-Alleghe 3-4 (3-1, 0-0, 0-3) serie 2-3; Cortina-Valpellice 4-1 (0-0, 2-1, 2-0) serie 4-1. Playout. Gara-5: Renon-Vipiteno 3-2 (1-0, 1-2, 1-0) serie 4-1.

Hockey in line
ANTICIPO (m.l.) Nellanticipo della 21 il Milano24 ha travolto l'Edera Trieste 9-4. Classifica: Edera Trieste 45; Milano24 41**; Monleale* 36; Vicenza* 33; Asiago 27; Cittadella 18; Padova* 15; Arezzo 10; Latina* 8; Empoli* 6. (*: una gara in meno; **: una gara in pi).

Nessun veterinario ha mai certificato che Laghat sia completamente cieco. Personalmente sono convinto che veda delle ombre e si possa almeno orientare minimamente. A volte reagisce ai movimenti che gli vengono fatti a distanza ravvicinata e questo dovrebbe confermarlo.
Ombre Sono oneste le parole di Federico De Paola, il 35enne proprietario del galoppatore che sta diventando famoso per la straordinaria capacit di correre e vincere malgrado la (quasi) totale mancanza della vista. Un dettaglio che restituisce un pizzico di realismo ad una favola comunque splendida e quasi miracolosa. Perch la menomazione di cui Laghat soffre dalla nascita (ha 9 anni) comunque grave, talmente grave da precludere generalmente la carriera agonistica ad un quadrupede che ne sia affetto. Invece questo baio con una grande lista bianca sul muso ama correre: Sono un gentleman rider - rivela De Paola - e ho comparato Laghat per poterlo montare nelle corse riservate ai dilettanti. Ne abbiamo vinte 15, e anche col fantino le cose sono andate benissimo: una supertris e anche un handicap qualche settimana fa, cui ha fatto seguito, il 4 marzo, un posto

donore a Pisa in coppia con me. Quando scende in pista Laghat nel suo elemento naturale, compensa gli occhi che non vedono con il cuore che sente lerba, gli avversari da battere e le braccia di chi sta in sella.
Favola Stanno insieme da 6 an-

ni De Paola e Laghat, che cresciuto sui prati dellallevamento di Giuseppe Rosati Colarieti come tanti buoni cavalli e un manipolo di campioni guidato da Rakti, vincitore di Derby e poi straordinario in Inghilterra con trionfi di gruppo 1 fra le quali le Champion Stakes di Newmarket: Lho comprato quando aveva 3 an-

ni. Laghat gi correva, aveva vinto anche un paio di corse. Era allenato da Emilio Borromeo, mi colp per il carattere allegro e lo potai a casa per metterlo assieme a un cavallo di 25 anni che gi possedevo, poi sostituito da una femmina grigia, lattuale "dama" di compagnia con cui Laghat condivide la capanna in cui vive nelle scuderie dellippodromo di Pisa. Nove anni non sono pochi per un purosangue da corsa. Il ritiro vicino?: Quando non avr pi voglia me lo dir, ne sono sicuro. E un cavallo troppo sensibile, gli baster poco per farmelo capire....
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nuoto
CIELO Il brasiliano Cielo ha ottenuto ieri ai campionati sudamericani in Brasile la migliore prestazione stagionale nei 50 farfalla con 23"26. TEDESCHI EUROPEI Saranno 32 i tedeschi per gli Europei di Debrecen: hanno detto s anche Britta Steffen e Paul Biedermann. DETTI E ROLLA (al.f.) A Desenzano (Vr, 25 m). Uomini: 50-100 sl Rolla 2206-4873; 200-400 sl Detti 1'4938 (Brembilla 1'5004)-3'4882. Donne: 50-100 sl/50 fa Buratto 2523-5451/2752; 200 do Ioppi 20855.

Baseball Liddi lancia Seattle


Un salto di Finians Rainbow AFP
Il trainer Nicky Henderson e il fantino Barry Geraghty sono stati i grandi protagonisti di ieri a Cheltenham. Il loro pomeriggio cominciato con la vittoria nel Nivices Hurdle (m 4200) grazie a Simonsig, proseguito con Bobs Worth nellRsa Chase (m 4900) ed finito in gloria nel Champion Chase (m 3200) con Finians Rainbow. In questa corsa stato ferito (contusioni alla faccia) e portato in ospedale il fotografo francese Jean Charles Briens, travolto dalla caduta di Wishfull Thinking. Oggi il World Hurdle (m 4800). IERI QUINT 6-3-8-12-4 Ad Aversa: 1 Isaia Epi (Ruocco); 2 Magic Rivarco; 3 Nottediluna Real; 4 No More Lf; 5 Nina Moric; Tot.: 1,65; 1,35, 1,92, 3,20 (7,74). Quint: e 1.656,92. Quart: e 218,76. Tris: e 67,09. QUINT MONTEGIORGIO Oggi scegliamo Lorenz Allmar (15), Nutella Fans (5), Gaston Bi (13), Luce del Nord (14), Iago Bi (1) e Lesta di Azzurra (12). SI CORRE ANCHE Pisa (15), Bologna (14.25), Napoli (t. 14.45) e Taranto (14.45).
(m.c.) Alex Liddi, nellincontro di marted sera, lancia Seattle alla vittoria contro Milwaukee (7-4). Il terza base, entrato al 9 al posto di Seager, porta a casa il punto del 3-2, con una valida al centro esterno, poi i Mariners dilagano segnando altri quattro punti. MERCATO SAN MARINO (m.c.) San Marino, campione dItalia e dEuropa, chiude il mercato con il prima base italoargentino Pablo Leone. Il 32enne di Buenos Aires vanta sei stagi0ni in Italia, cinque a Piacenza e una, nel 2011, a Padova. ACCORDO OLIMPICO La federazione mondiale e quella del softball sabato a Rotterdam formalizzeranno la candida unica per il rientro olimpico a partire dal 2020 (decisione del Cio nel settembre 2013, sport concorrenti karate, rotelle, squash, wakeborar e wushu). AMICHEVOLI (m.c.) Nello scorso fine settimana si sono disputate alcune gare precampionato: San Marino-Macerata 12-3; Novara-Stoccarda (Ger) 8-4; Nettuno-Regensburg (Ger) 1-2, 3-4; Castenaso-Bologna 1-12.

Pallamano
FINAL FOUR (an.gal.) Si svolgeranno a Noci (Ba) il 29 e 30 marzo le final four di Coppa Italia. In gara gioved 29 Bolzano-Ambra, Fasano-Teramo; venerd 30 la finale in diretta su Rai Sport 1.

Rugby Pietrosanti arrestato per maltrattamenti


AVEZZANO (LAquila) Francesco Pietrosanti, 49enne ex mediano di mischia di LAquila e dellItalia (25 caps, 1987-1993) stato arrestato ad Avezzano per minacce e maltrattamenti nei confronti della moglie, dalla quale si sta separando. La Polizia intervenuta per sedare una delle frequenti liti casalinghe, con lancio di oggetti, ma allarrivo degli agenti Pietrosanti avrebbe afferrato un televisore scagliandolo a terra, non lontano dai figli minorenni. GIOVANILI A Biella, selezione Italiana under 17-Accademia francese Lione 23-5; a Cintoia (Fi), selezione Italia under 18-Japan School 20-15.

Boxe Chisora: ritirata la licenza


La federazione britannica ha ritirato la licenza a tempo indeterminato a Dereck Chisora, dopo quanto avvenuto a febbraio prima, durante e dopo il match contro lucraino Vitali Klitschko. Al peso, Chisora aveva schiaffeggiato lavversario, poi durante il match aveva sputato dellacqua il faccia al fratello di Klitschko, Wladimir, e infine durante la conferenza stampa era venuto alle mani con David Haye. Arrestato per diverse ore dalla polizia tedesca allaeroporto di Monaco, rischia cinque anni di carcere per aggressione e lesioni e uno per minacce di morte. AZZURRE (m.moro.) Al torneo internazionale di Trstenik (Ser) tra Serbia, Romania, Italia e Croazia, la squadra azzurra ha partecipato con atlete senior e junior. Risultati: 50 Bukvic (Ser) b. Ceo; 51 Steluta (Rom) b. Calabrese; 54 Gordini b. Bihorac (Ser) rsc 3; 54 Magno vince per wo; 57 De Felice b. Miloradovic (Ser), 60 Marenda b. Divjak (Ser) rsc 3; 75 Ghilardi b. Vucic (Cro). Da oggi al 20 marzo Marenda e Calabrese in collegiale ad Assisi. CHEMISTRY CUP (i.m.) Due vittorie e una sconfitta per lItalia del c.t. Bergamasco allesordio alla Chemistry Cup di Halle (Ger): 49 kg Manuel Cappai b. 20-9 Santos Vasquez (Usa), fresco reduce dalla vittoria ai campionati nazionali; 69 Ionut (Rom) b. Danilo Creati 18-9; 75 Luca Capuano b. Chaoge (Cin) 17-12. UNDER 18 (i.m.) Da oggi a domenica cinque azzurrini in gara al torneo youth (under 18) di Vilnius (Lit) sotto la guida del c.t. Maurizio Stecca: 49 Gianluca Conselmo, 52 Giulio Di Gioia, 56 Stefano Gasparri, 75 Giuseppe Ranno, +91 Guido Vianello.

Scherma
COPPA DI SPADA Domani e sabato, Matteo Tagliariol e Alfredo Rota saranno a Parigi per il Challenge Monal, ultima prova di Coppa del Mondo di spada maschile. I due sono alla caccia del secondo posto per l'Italia nella prova individuale dei Giochi di Londra. Per conquistarlo, dovranno essere nei primi 12 del ranking mondiale al termine della gara francese. Tagliariol attualmente 12, Rota 17. Alla trasferta partecipa anche Paolo Pizzo, primo nel ranking e gi qualificato a Londra

Federico De Paola, 35 anni, e il suo Laghat a Pisa: assieme 15 vittorie

Golf/1 EUROPEAN TOUR A SCIACCA

Pallanuoto CHAMPIONS

Vela CON DUE CATAMARANI

Manassero star Recco vede al Sicilian Open le Final Four


A Budva (Montenegro), la Pro Recco straripa nellandata dei quarti di Champions e ipoteca la Final Four. Gara senza storia: i Tricolori mostrano una difesa dacciaio e colpiscono in controfuga, Nelle altre sfide, Jug (Cro)-Vasas (Ung) 12-8, Mladost (Cro)-Szeged (Ung) 8-6, Primorje (Cro)-Jadran Herceg Novi (Mng) 12-11. Match di ritorno il 18 aprile. La versione europea dei liguri (eccetto Lapenna che domani gioca in campionato contro il Savona) si trasferisce ora a Dubrovnik, in Croazia, per preparare la Final Four di Lega Adriatica che si svolger sabato e domenica a Fiume.
BUDVA-PRO RECCO 5-13 (1-4, 2-3, 2-3, 0-3) BUDVA: Zubac, Durdic, Konatar, Danilovic 1, Ljubanovic, Ticic, Brgulijan 2, Radovic 1 rig., Vuckevic, Milosevic, Brkevic, Jokic, Radunovic 1. All. Pejakovic. FERLA PRO RECCO: Tempesti, Buric 1, Madaras, F.Lapenna, Kasas 1, S.Sukno 1, Filipovic 1, Perrone 3 , Pijetlovic 4, D.Fiorentini 1, Prlainovic 1, Molina, Gennaro. All. Porzio. ARBITRI: Koganov (Aze) e Strinz (Ger). NOTE: sup. num. Budva 6 (3 gol), Pro Recco 8 (3). EURO CUP Sar il Sabadell ad affrontare il Savona nella finale di Euro Cup. Gli spagnoli hanno pareggiato 10-10 a Szolnok, in Ungheria, dopo aver vinto 9-8 allandata.

Luna Rossa si allena a Gaeta


(r.ra.) I due catamarani AC45 di Luna Rossa (Swordfish e Piranha i nomi), spediti dalla Nuova Zelanda un mese fa, sono arrivati a Gaeta dove gli uomini di Max Sirena si alleneranno, in vista delle World Series di Napoli, fino al 3 aprile. La base operativa sar lo Yc Gaeta EVS mentre il team allogger nella sede Coni di Formia. Sono passati 10 anni da quando lultima barca di Coppa America di Bertelli navigava in acque italiane: era Ita 74, nel 2002 a Punta Ala. Trentanni fa anche Azzurra aveva fatto base tra Formia e Gaeta, prima di trasferirsi a Newport per lAmericas Cup dell83.

Tamburello

Sport invernali Sprint: Pasini 15o Bjoergen imbattibile


Nellultima sprint stagionale a tecnica classica a Stoccolma di Coppa del Mondo, la norvegese Marin Bjoergen trionfa ancora e allunga sulla rivale polacca Justyna Kowalczyk. Sul podio anche la russa Ivanova e la norvegese Falla. Solo 36 Brocard e 44 De Martin Tra gli uomini successo del norvegese Brandsdal su T. Peterson (Sve) e Valjas (Can). A punti 15 Fabio Pasini e 20 Pellegrino, entrambi eliminati ai quarti; 34 Hofer e 39 Di Centa, 43 Clara, 48 Moriggl. Donne. Coppa Sprint (finale): 1 Randall (Usa) 658; 2 Falla (Nor) 536; 3 Bjoergen (Nor) 521 ; 36 VUERICH 61; 43 BROCARD 41. Coppa Del Mondo (34 su 36): 1 Bjoergen (Nor) 2309; 2 Kowalczyk (Pol) 2239; 45 BROCARD 135. Uomini. Coppa sprint (finale): 1 Peterson (Sve) 617; 2 Morilov (Rus) 494; 3 Brandsdal (Nor) 483; 17 Pellegrino 184. Coppa del Mondo (34 su 36): 1 Cologna (Svi) 1920; 2 Kershaw (Can) 1226; 3 Northug (Nor) 1199; Clara 353. Domani: Prologo finali Falun 2.5 km tl donne, 3.3 km tl uomini. COPPA EUROPA (s.f.) Oggi in Val dAosta le discese delle finali di coppa Europa. Ieri a La Thuile Mattia Casse miglior tempo anche nella seconda prova maschile (5 Klotz); nella seconda prova femminile di Pila, secondo tempo della Stuffer dietro la Stuhec (Slo); 5 Borsotti, 7 Agerer, 9 Hofer, 14 la Marsaglia, 28 Cipriani. MARATONA LONGA Marianna Longa, gi vicecampionessa mondiale di fondo, ritiratasi al termine della scorsa stagione, sta pensando al progetto maratona di New York.

Matteo Manassero, 18 anni SCACCINI

Matteo Manassero sar al Sicilian Open, il torneo dello European Tour che parte il 28 marzo a Sciacca (Pa) al Verdura Golf Club. Iscritti al torneo anche Lorenzo Gagli, Andrea Pavan e Federico Colombo che hanno conquistato la carta per il Tour. LOpen in solo due edizioni ha acquisito una attenzione internazionale ha detto Donato Di Ponziano, coordinatore tecnico del torneo. Montepremi di 1 milione di euro.

Cricket

Campionato n.100 al via


(m.l.) Presentata a Milano la stagione allaperto. Il presidente Emilio Crosato ha enunciato i numeri in crescita: 314 societ, oltre 1000 squadre, 14.265 tesserati tra Open, Muro, Indoor e tambeach. Sabato via al 100 campionato di A (il primo titolo nel 1896 and all'Udinese) con 12 squadre: Cavrianese, Carpeneto, Filago, Castellaro, Medole, Callianetto, Monte, Malavicina, Sommacampagna, Cremolino, Solferino, Mezzolombardo. Squadra da battere il Callianetto di Asti, Tricolore 2011 (10 scudetto consecutivo) e campione d'Europa. Nei programmi il recupero di citt come Milano (6 scudetti vinti tra il 1933 e il 1938), Genova, Bologna, Roma, Napoli e Catania.

ITALIA SUPER (c.b.) Spettacolare bis in rimonta degli azzurri alle qualificazioni mondiali di Dubai: UsaItalia 129137 (Sandri 49, Crowley 25). Migliore in campo un ritrovato Pennazza.

Ghiaccio
PECHALAT-BOURZAT Mondiali di figura di Nizza (26 marzo-1 aprile) a rischio per i francesi Nathalie Pechalat-Fabian Bourzat, campioni europei della danza. Lei ieri, in allenamento, si fratturata il naso e oggi verr operata.

Snowboard DOMANI GARA-BIS

Cross: a Chiesa Matteotti 4o


Due atleti in finale non bastano, allItalia, per ottenere un podio nel primo dei due cross di Coppa del Mondo a Chiesa Valmalenco (Sondrio), ultimi della stagione. Luca Matteotti quarto, vittima nella finale a sei di un errore dopo un salto mentre cercava di prendersi il primo posto, mentre Emanuel Perathoner sesto, con Schiavon primo nella finalina e settimo. Oggi le qualificazioni per la seconda gara, in programma domani.
Snowboardcross. Uomini: 1. Sivertzen (Nor); 2. Tuttle (Usa); 3. Ramoin (Fra); 4. Matteotti; 6. Perathoner; 7. Schiavon; 41. Leoni; 45. O. Visintin; 48. Cordi. Donne: 1. Ricker (Can); 2. Jekova (Bul); 3. Maltais (Can); 17. Brutto; 26. Manfrini.

Golf
FERRARIS E AVANZO Il torinese Paolo Ferraris del Royal Park I Roveri di Torino, ha conquistato il titolo italiano Campionati Nazionali Match Play a Roma, vincendo contro Francesco La Porta sul percorso del Parco di Roma Golf. Tra le donne successo di Stefania Avanzo (Villa Condulmer) contro Ludovica Farina (Villa Condulmer).

Golf/2 ANDALUSIA OPEN

Cinque italiani oggi a Marbella


Oggi cinque azzurri in Spagna per lOpen de Andalusia Costa del Sol allAloha Golf Club di Marbella. Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Lorenzo Gagli, Andrea Pavan e Federico Colombo gareggiano per un montepremi di un milione di euro, 166.660 dei quali di prima moneta. Manassero, numero 63 del ranking e Molinari (88) sono a caccia di punti importanti per tornare tra i primi 50 al mondo.

Hockey ghiaccio Crosby, il ritorno


Oggi a New York, contro i Rangers e coi suoi Pittsburgh Penguins, secondo ritorno stagionale di Sidney Crosby, negli ultimi 14 mesi in campo per sole otto partite (12 punti), lultima il 5 dicembre, a causa dei sintomi successivi a una commozione cerebrale. QUARTI PLAYOFF (m.l.) Col Cortina che ha raggiunto Bolzano e Val Pusteria in semifinale, anche lAlleghe vicina allobiettivo. Oggi (ore 20.30) gara-6 (al meglio del-

COMUNE DI PORDENONE
E indetta una procedura aperta per la fornitura di energia elettrica altri usi al comune di Pordenone periodo dal 01.07.2012 al 30.06.2013 con possibilit di proroga fino a sei mesi CIG 3744712A17. Nuovo termine per il ricevimento delle offerte: 22/03/2012 ore 12.00. Copia degli atti di gara aggiornati con determinazioni n. 31/2012 e n. 33/2012 pu essere richiesta al seguente indirizzo: COMUNE DI PORDENONE - Servizio Contratti e Procedure di Gara - Corso Vittorio Emanuele II n. 64 - Pordenone; alla seguente e-mail: ufficio.gare@comune.pordenone.it reperita al seguente indirizzo: http://www.comune.pordenone.it/comune/albo/bandi. Data spedizione avviso a G.U. Comunit Europee: 27.02.2012 Pordenone, 27.02.2012 IL DIRIGENTE - Dott. Sandro Di Cesare

Tamas Kasas, 35 anni OMEGA

42

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

43

ALTRI MONDI

Il fatto del giorno


A CURA DI GIORGIO DELL'ARTI gda@gazzetta.it

_la trattativa sul lavoro

Ma la Fornero e i sindacati hanno rotto o no sulla riforma?


Lincontro di ieri definito utile ha allontanato lo scontro. Poco si sa, per, sui veri progetti del governo, tranne che vuole abolire la cassa integrazione
Ci sono queste anticipazioni sulla trattativa per la riforma del mercato del lavoro, diciamo anticipazioni e dovremmo dire pettegolezzi, scoop discutibili, perch le altre volte le cosiddette anticipazioni dei giornali vennero poi quasi sempre regolarmente smentite dalle decisioni di Monti e dei suoi, i quali si videro addirittura imputare dai giornalisti ripensamenti o marce indietro senza che nessuno dei governanti avesse reso noti pensamenti o marce avanti. In ogni caso, leggendo i giornali di ieri, che riferivano umori del giorno prima cio di marted 13 marzo , sembrava che il termometro fosse girato a burrasca, con il ministro Fornero che prometteva di non mettere sul tavolo la paccata di miliardi prevista se i sindacati si fossero messi di traverso e i sindacati che chiedevano Quale paccata di miliardi? Nessun ministro o presidente del Consiglio finora ha pronunciato un solo numero. Le agenzie e le chiacchiere di ieri pomeriggio, di cui riferiamo tutti quanti stamattina, mostrano invece un clima improvvisamente rasserenato, i sindacalisti e la Fornero che si sono incontrati per cinque ore hanno poi affollato gli spazi mediatici disponibili, tutti hanno dichiarato stato un incontro utile, abbiamo concordato con il governo che i contenuti di questa conversazione rimarranno patrimonio di chi li ha fatti con la notizia che un altro appuntamento ci sar nei prossimi giorni. Camusso non ha voluto dire altro con il zioni non firmiamo niente. La riforma cos come ci stata proposta costa a noi e al milione e 800 mila lavoratori che rappresentiamo, circa 1,2 miliardi in pi allanno, in aggiunta ai 2,7 miliardi di contributi gi versati. Questo no deve valere meno di quelli sindacali, perch non ho visto nessuna dichiarazione da parte dei politici.

lafrase DEL GIORNO

IN ITALIA OK LASTA BTP

S agli aiuti alla Grecia Spread gi, su le Borse


Giornata assai positiva ieri sui mercati europei: tutto grazie ai buoni segnali arrivati dalla Fed sulleconomia Usa ( arrivato il via libera ai piani delle maggiori banche americane per la distribuzione di dividendi), allallentarsi delle tensioni sulla Grecia e al buon esito dellasta di Btp italiani. Francoforte, la migliore, ha chiuso in crescita dell1,19%, Parigi dello 0,40%, Milano dello 0,31%. Negativa solo Londra (-0,18%). A sostenere i listini per il terzo giorno consecutivo stato, tra laltro, il miglioramento del rating della Grecia, sopra la soglia del default, da parte di Fitch. E ieri il presidente dellEurogruppo, Jean Claude Juncker, ha pure annunciato il via libera definitivo e formale al secondo programma di aiuti per la Grecia di 130 miliardi di euro che saranno erogati in pi tranche. A casa nostra, invece, a fornire un po di ottimismo ha contribuito lasta dei Btp con il rendimento del bond a tre anni (ne sono stati piazzati per 5 miliardi di euro) sceso al 2,76%, al livello pi basso da ottobre 2010. Immediato limpatto sullo spread sceso a 290,1 punti base: ma possibile una nuova riduzione, come sostenuto dal viceministro dellEconomia, Vittorio Grilli (nella foto Ansa). In serata, poi, la conferma delle positive tendenze in atto arrivata in una nota del ministero dellEconomia.

2 bisognerebbe tirare Perch


fuori tutti questi soldi?

I giornali hanno scritto che il governo vuole togliere di mezzo la cassa integrazione e sostituirla con un assegno sociale da mille e cento euro da versare ai disoccupati per un anno. Il sindacato si oppone a questidea: per questo dicono i giornali ieri lumore era cattivo.

3 si oppongono? Perch
Lincontro tra il governo e le parti sociali di luned scorso. Il ministro del Lavoro Elsa Fornero e, voltata verso lobiettivo, la leader della Cgil, Susanna Camusso CREMASCHI

Se togli di mezzo la cassa integrazione (e lassegno diventa automatico) riduci il ruolo di mediazione del sindacato.

I NUMERI

La riduzione nei costi delle grandi imprese La riforma del lavoro del governo, secondo Rete Imprese Italia, produrrebbe un vantaggio nei costi per le grandi imprese dello 0,3%, mentre per le piccole e medie imprese un incremento dell1,3%

0,3

buon argomento che le trattative non si fanno sui giornali, poi andata a parlare con quelli di La storia siamo noi definendo Elsa Fornero tenace, ma a volte un po arrogante, attaccando Veltroni (aveva annunciato progetti importanti per la sua esistenza che non ha portato a termine, vale a dire il trasloco in Africa) e infine ha confessato di aver paura che la figlia Alice, una volta andata allestero, non torni pi. In questa fase bisogna ascoltare soprattutto Bonanni, il quale ammette di essere portatore della linea pi responsabile, vale a dire quello pi pronto, rispettate certe condizioni minime, a mettersi daccordo col governo. Bonanni, a LItalia sul 2 di Raidue, ha detto: No a flessibilit malata, tipo Co.co.co. Larticolo 18 si pu ristrutturare (altra volta aveva detto manutenere, ndr) come in Germania, dove il giudice decide in quattro e quattrotto se ci sar il reintegro nei casi gravi o il risarcimento nei casi meno gravi. Bo-

nanni vuole mantenere larticolo 18 solo per rintuzzare i licenziamenti discriminatori (ti caccio perch sei ebreo o perch sei sindacalista, fattispecie che capit proprio a lui quando era giovane).

4 in che modo il goverE adesso


no avrebbe cambiato idea?

1definitiva, che cosa si sa di In


sicuro?

Di sicuro solo questo: che Fornero vuole chiudere entro il 23 marzo, cio venerd della settimana prossima. Sia il ministro che Monti hanno ribadito che o il sindacato ci sta o il governo tira dritto per la sua strada. Su questa posizione sono arrivati i moniti di Napolitano e di Bersani, che ha minacciato di non votare il pacchetto se ci sar un no del sindacato. Che dire per del no ribadito anche ieri sera da quelli di Rete Imprese, che raggruppano cinque organizzazioni di piccoli imprenditori equivalenti a due milioni e mezzo di microaziende? A queste condiinsieme ai principali partner dellUnione Europea abbiamo inteso ribadire la pi ferma condanna verso le inaccettabili violenze attuate dal regime siriano nei confronti dei propri cittadini. Sosteniamo pienamente gli sforzi dellInviato Speciale dellOnu e della Lega Araba, Kofi Annan, per ottenere uno stop immediato alla violenza e per consentire l'accesso degli operatori umanitari e l'avvio del dialogo politico. E come lItalia anche lArabia Saudita ha deciso di chiudere la sua ambasciata. Sulla questione siriana intervenuto ieri anche Barack Obama: Il presidente siriano Bashar al Assad lascer il potere, non questione di se, ma di quando. Per il presidente statunitense sul regime di Damasco verr esercitata ulteriore pressione, anche economica, ma un intervento militare resta prematuro.

Avrebbe cambiato idea rispetto a quello che hanno scritto ieri i giornali. Camusso, dicendo che maturano cose positive, ha aggiunto: Mi pare che ci sia limpegno per costruire tutele universali. Che cosa sono queste tutele universali? Le due parole sembrerebbero significare che il sindacato ha aderito allidea di Fornero, pi che linverso.

CI DANNO UNA PACCATA E BASTA Una paccata di miliardi dal governo per finanziare gli ammortizzatori sociali? Non mi pare. Dal mio punto di vista ci danno una paccata e basta. La mia una battuta come quella della Fornero. Noi siamo dellidea di cambiare le cose, abbiamo fatto una giusta riforma delle pensioni
EMMA MARCEGAGLIA
PRESIDENTE CONFINDUSTRIA

5 dovrebbero aver aderiPerch


to?

Se il governo tira dritto per la sua strada senza dar retta al sindacato (come ha fatto per le pensioni), per il sindacato un certificato di morte. quello che Bonanni tenta di far capire a tutti e che forse i suoi colleghi hanno capito.

notizie Tascabili
Le toghe: Norma che condiziona

Magnitudo di 6.8 e 6.1

Il 70% dei rincari legato alle accise

Paura in Giappone Benzina sempre pi su Due forti scosse Fino a 1,96 euro al litro ma senza tsunami
Doppio terremoto e in Giappone torna la paura. Ieri, alle 18.09 ora locale (le 10.09 in Italia) una scossa di magnitudo 6.8 stata localizzata a 210 km dalle coste di Hokkaido nelle acque del Pacifico, poi il bis (di magnitudo 6.1) a distanza di poche ore a nord di Tokyo, nelle prefetture di Ibaraki/Chiba. Immediatamente scattato lallarme tsunami: una prima previsione parlava di possibili onde di mezzo metro e la zona costiera nel Nord del Paese stata comunque evacuata. Poi lallarme rientrato quando la Japan Meteorological Agency ha riferito che londa anomala giunta presso Erimo (citt a sud di Hokkaido) e Hachinohe non superava i 20 cm e non ha fatto danni.

Il Csm insorge: bocciata la responsabilit civile


Il Consiglio superiore della magistratura ha bocciato con 19 voti favorevoli, 3 contrari e un astenuto, la responsabilit civile diretta dei magistrati perch mette a rischio lindipendenza della magistratura. Un no secco quindi allemendamento del leghista Pini alla legge Comunitaria approvata dalla Camera e ora in discussione al Senato. Nella delibera approvata dal plenum viene richiamata una sentenza della Corte costituzionale che evidenzia lesigenza di tutelare lautonomia e l'indipendenza della magistratura e poi si precisa che di fronte alla praticabilit ampia dellazione diretta, il magistrato potrebbe essere condizionato e influenzato in tale scelta e portato a preferire la soluzione che lo possa meglio preservare dal rischio dellesercizio dellazione diretta.

Proteste a Damasco anti Assad AFP

Contro il regime Assad

Siria, lItalia ritira i suoi diplomatici Troppi i rischi


LItalia ha deciso di sospendere lattivit della propria ambasciata a Damasco e ha rimpatriato lo staff della sede diplomatica. In una nota del Ministero degli Esteri si legge: Anche in considerazione delle gravi condizioni di sicurezza,

Altro aumento dei carburanti dovuto al calo delleuro sul dollaro: la Shell la pi cara ANSA

La corsa della benzina verso i due euro al litro inarrestabile. Ieri ennesimo rincaro: le medie parlano di 1,86 euro per la verde e 1,76 euro per il gasolio ma sul territorio si sono registrate punte massime di 1,96 euro per la benzina e di oltre 1,8 euro per il gasolio. La verde pi cara quella della Shell (1,875 euro). Lo scivolone delleuro sul dollaro ha spinto le compagnie ha ritoccare i prezzi ma anche le accise incidono non poco. Secondo Confcommercio: Da un anno il prezzo dei carburanti aumentato mediamente di 30 centesimi al litro: 9 centesimi sono dovuti allaumento del petrolio, 21 allaumento delle imposte, che quindi gravano per il 70%.

44

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

ALTRI MONDI

REDDITI ON LINE A MILANO

Pisapia dichiara pi della Moratti


Il portale del Comune di Milano ha pubblicato i redditi dei suoi consiglieri. Il pi ricco il sindaco Giuliano Pisapia (nella

foto) che dichiara oltre 863.492 euro di reddito Irpef al 2010, pi due immobili a Milano, un altro al 50% e una casa con box a Santa Margherita Ligure. Staccata Letizia Moratti con 123.803 euro, le compropriet al 25% di 3 terreni e di 5 unit immobiliari nel Cremonese e il 14,47% di Securfin.

DOPO LA DISCUSSA SENTENZA

Ai domiciliari altri 2 accusati di stupro


Ora sono ai domiciliari. Due giovani di Sora (Frosinone), di 21 e 24 anni, accusati di aver stuprato una minorenne nel

giugno scorso dopo una serata al pub hanno infatti lasciato il carcere. Lo ha deciso il Tribunale del Riesame, che ha preso atto di una criticata sentenza della Cassazione secondo cui sono possibili misure alternative al carcere in caso di stupro di gruppo.

MISTERO AL GIGLIO

A Afghanistan, caos
USA/ 1 IL SEGRETARIO DELLA DIFESA

Attentato a Panetta

S
Vacanza tragica A fianco: il pullman distrutto nellimpatto. In alto: una foto della vacanza postata sul web dalla scolaresca belga LAPRESSE/ANSA
Concordia, sparita la campana Non si trova pi la campana della Costa Concordia, naufragata il 13 gennaio davanti allIsola del Giglio. La campana, fotografata poco dopo la tragedia, pesa di alcune decine di chili e potrebbe essere stata trafugata dal fondale, a una profondit di circa 8 metri, a fianco della nave. La sparizione risalirebbe ad alcuni giorni fa e sarebbe avvenuta nello stesso tratto di mare attorno al relitto dove quotidianamente avvengono le immersioni per i controlli, le ricerche e i lavori di messa in sicurezza

Leon Panetta ieri appena arrivato in Afghanistan AP

Gita insanguinata Il bus si schianta morti 22 bambini


Incidente in Svizzera: pullman belga in un tunnel sbatte contro una parete: 24 feriti, tre in coma
VINCENZO DI SCHIAVI

gli sono feriti o deceduti) partito dallaeroporto militare di Melsbroek diretto a Ginevra e poi alla camera mortuaria di Sion. Anche il premier belga Elio Di Rupo andr sul luogo dellincidente un giorno tragico per il Belgio e il ministro degli Esteri Didier Reynders riferisce: incomprensibile quanto successo. Cerano tre bus in fila, e solo uno rimasto coinvolto nellincidente.
Dinamica Uninchiesta del procuratore del canton Vallese, Olivier Elsig, far luce sulla tragedia: il pullman, che trasportava i 52 passeggeri provenienti da Lommel e Heverlee nelle Fiandre, ha sfondato il guard rail della galleria andando a finire contro la parete. I 200 soccorritori si sono trovati di fronte ad una scena apocalittica: Non abbiamo mai visto una cosa del genere nel Vallese, una situazione davvero orribile. La cosa pi impressionante erano i bambini ancora vivi, ammutoliti dallo choc ha affermato il portavoce della polizia vallesana alla radio svizzera. Dodici ambulanze e otto elicotteri hanno trasportato i feriti in quattro ospedali vallesani. Strazio e disperazione nella scuola St. Lambertus di Heverlee quando, ieri mattina, stata data la notizia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gita tragica. Un pullman che trasportava due scolaresche belghe di ritorno da una vacanza sulla neve in Val dAnniviers, si schiantato marted sera intorno alle 21.15 contro la parete di un tunnel a Sierre nel Cantone Vallese (Svizzera): 28 persone sono morte e tra queste ci sono 22 bambini di circa dodici anni di et. Ventiquattro i feriti: tre ragazzi sono in coma con lesioni cerebrali e toraciche molto gravi. Il violen-

tissimo impatto che ha provocato la strage forse dovuto a un attacco di sonno o a un errore dellautista, ma non si esclude lipotesi di un guasto del pullman. Entrambi i conducenti del mezzo sono morti, oltre a due insegnanti e due accompagnatori.
Lutto Il Belgio si svegliato ieri sotto choc. Il governo ha proclamato il lutto nazionale con modalit da definire, mentre un airbus con a bordo 116 familiari delle vittime (molti genitori non sanno ancora se i propri fi-

28

le vittime complessive Oltre ai ventidue bambini sono morti nel tragico impatto del tunnel di Sierre anche sei adulti: i due autisti del pullman, due insegnanti e due accompagnatori

Ogni giorno che passa, lAfghanistan rischia sempre pi di diventare pi un pantano. Ieri lultimo episodio, senza conseguenze ma dallalto valore simbolico: un veicolo ha fatto irruzione sulla pista datterraggio della base militare britannica di Camp Bastion, nella provincia meridionale di Helmand, prendendo poi fuoco. Il tutto pi o meno nel momento in cui toccava terra laereo del segretario alla difesa americano, Leon Panetta. Fonti afghane hanno riferito che il tentativo di attentato sarebbe stato causato da un dipendente afghano della base: dopo aver sottratto un autocarro militare, luomo sarebbe entrato sulla pista attivando lesplosivo che aveva con s e ferendo solo un militare straniero. Rimasto anchesso ferito, lattentatore stato ricoverato in una struttura ospedaliera di Camp Bastion. In ogni caso, Panetta stato dirottato verso una zona di massima sicurezza e ha proseguito la visita in Afghanistan. Nella stessa giornata, una moto bomba ha provocato almeno un morto e due feriti, tutti membri dei servizi di intelligence afgani, a Kandahar, e otto civili sono stati uccisi da una bomba nella provincia di Helmand. Cos, vista laria che tira nel Paese, in serata stato rimpatriato il militare autore della strage di Kandahar: dopo che domenica ha ucciso 16 civili, in tanti temono nuovi attentati e rappresaglie.

USA/ 2 LE PRIMARIE REPUBBLICANE

Santorum ok a Sud E Romney ora trema


Rick Santorum conquista il Sud degli Stati Uniti. Nelle primarie dei repubblicani si infatti aggiudicato lAlabama e il Mississippi, sbaragliando Newt Gingrich e Mitt Romney. We did again ha detto emozionato ai suoi fan riuniti a Lafayette, in Lousiana. La gente comune capace di fare cose straordinarie, ha aggiunto proponendosi come il paladino della working class. Visto il sistema proporzionale, Romney resta comunque in vantaggio per il successo finale, ma se Gingrich si dovesse ritirare le cose potrebbero cambiare: in un testa a testa Santorum avrebbe molte pi chance di diventare lanti-Obama delle prossime presidenziali. Romney intanto si consola con le Hawaii, dove ha vinto col 45,4% dei voti, staccando di quasi venti punti Santorum (25,3%).

STORICA SENTENZA SOTTO GLI OCCHI DELLA JOLIE

LAia condanna il re della guerra Ha reclutato i baby soldato


Prima storica sentenza del tribunale dellAia che ha condannato Thomas Lubanga, ex capo delle milizie congolesi, colpevole di aver arruolato bambini soldato nella guerra civile del Congo che ha fatto, dal 1999 al 2003, pi di 60 mila morti. Sotto gli occhi di Angelina Jolie seduta tra il pubblico, la Corte penale internazionale ha stabilito oltre ogni ragionevole dubbio che Lubanga colpevole dei crimini di coscrizione e arruolamento di bambini di meno di quindici anni e di averli fatti partecipare a un

Thomas Lubanga, 51 anni, AFP

conflitto armato. La pena verr pronunciata in seguito, ma lex signore della guerra congolese, prima persona arrestata sulla base di un mandato della Corte, rischia dai 30 anni di carcere alla reclusione a vita. Lattrice e regista, da anni impegnata nelle cause umanitarie, ha commentato: il loro giorno. Oggi questi bambini sentiranno che non c impunit per quello che gli accaduto, per quello che hanno sofferto.

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

45

ALTRI MONDI

ORA TO ROME WITH LOVE

Il film di Woody Allen cambia ancora titolo


Cambia ancora il titolo del film di Woody Allen (nella foto ANSA) ambientato a Roma e in uscita in Italia il 20 aprile.

Annunciato come The Bop Decameron e ribattezzato Nero Fiddled, lultima fatica del regista newyorchese si intitoler To Rome with Love. Lo ha reso noto la Medusa che lo distribuir e lo ha coprodotto. Il regista intanto ha deciso la location del prossimo film: Copenhagen.

ATTORI INSIEME IN 3 PROGETTI

Coppia Ambra-Leo: dal cinema al teatro


Nuova coppia tra teatro e cinema: Ambra Angiolini ed Edoardo Leo. Dopo Ci vediamo a casa, film di Maurizio Ponzi in

uscita ad aprile, i due attori debutteranno al teatro Ambra alla Garbatella di Roma marted prossimo con Ti ricordi di me?, commedia scritta da Massimiliano Bruno. E dal 15 maggio ancora insieme per il secondo film di Bruno, Viva lItalia, con Michele Placido.

IL PALCOSCENICO PI PRESTIGIOSO COREOGRAFIE AFFIDATE ALLA NEWYORCHESE CLARKE


1 2 3

WOJTYLA IN 3D SULLA RAI

A
S

HOLLYWOOD LATTRICE SEMPRE NEI GUAI

La Lohan investe un uomo e fugge


Solita Lindsay Lohan: continua a far parlare di s pi per i suoi guai con la legge che per particolari meriti artistici. Lultimo episodio marted notte: la bionda attrice 25enne ha investito un uomo e si data alla fuga. Lincidente avvenuto a Hollywood (Los Angeles), davanti a un locale: la Lohan, arrivata alla guida della sua nuova Porsche poco dopo la mezzanotte, avrebbe fatto una pericolosa inversione colpendo una macchina e il manager del locale nel tentativo di fuggire dai paparazzi che affollavano lentrata. Luomo, colpito al ginocchio, non ha riportato gravi ferite e la polizia arrivata subito sul posto interrogando i presenti. Spetter alluomo, che ha inizialmente rifiutato le cure mediche, decidere se chiedere un risarcimento allattrice per i danni fisici. La Lohan, che tuttora in libert vigilata dopo essere stata condannata per guida in stato di ubriachezza e furto, in caso di denuncia per omissione di soccorso vedrebbe complicarsi ulteriormente la sua situazione giudiziaria. Lattrice, che sta cercando disperatamente di riabilitare la sua immagine, aveva da poco dichiarato di essere stanca di far parlare di s solo per i suoi molteplici guai, e che avrebbe chiuso con il suo burrascoso passato puntando tutto sulla conduzione del famoso show Saturday Night Live.

1 Prime prove dello spettacolo: Beatrice Carbone e Gabriele Corrado 2 Sabrina Brazzo con Andrea Volpintesta 3 Lautore delle musiche, Vasco Rossi ANSA

Albachiara alla Scala Lultima sfida del rock


Il 31 marzo a Milano al via il balletto sulle musiche di Vasco: sar la storia di tre donne, dalladolescenza alla maturit
ELISABETTA ESPOSITO

Tre donne, Albachiara, Silvia e Susanna. Unadolescente, una ragazza e una donna matura. Tre protagoniste di un viaggio per rivivere le emozioni delle canzoni di Vasco Rossi e quelle del corpo di ballo della Scala. Dal 31 marzo al 13 aprile il pi prestigioso teatro dItalia ospita Laltra met del cielo, uno spettacolo di danza non solo classica dedicato ai giovani sulle note dei pi famosi brani che il Komandante ha dedicato alle donne,

ovviamente riletti e riarrangiati per orchestra, che poi diventeranno un disco. Vasco ha partecipato a questa trasformazione, lavorando a lungo con Celso Valli, perch ha da sempre tenuto moltissimo a questo esperimento, cos nuovo e cos atteso.
Passione classica Un progetto pensato da lui per molto tempo e poi trasformato in realt, con due anni di lavorazione, dopo lincontro con la Scala, che voleva in qualche modo avvicinare un nuovo pubblico. Alla prova generale, il 30, do-

La danza e le mie canzoni stanno bene insieme. questa la mia nuova avventura
VASCO ROSSI CANTAUTORE

vrebbe esserci anche lui. Racconta Vasco sul suo affollato profilo Facebook (oltre 2 milioni e 800 mila fan) che la passione per la danza classica nata quando ho visto Eleonora Abbagnato, una visione celestia-

le e terrena insieme, ballare la mia canzone Ad ogni costo. Ho capito che i movimenti classici, la grazia e la sensualit che trasmettono, stanno benissimo anche con la musica rock. E che Vasco Rossi poteva incontrare la classica: non solo una nuova avventura ma una nuova sfida da vincere. La coreografia stata affidata alla pluripremiata newyorchese Martha Clarke che parla cos del suo nuovo lavoro: I temi delle canzoni di Vasco sono nuovi e universali: parlano di amore, perdita, sensualit, crescita. Cercher di far esprimere ai miei ballerini quello che le canzoni suscitano, sar un lavoro impostato sulle immagini. Vasco il rocker ha dunque una nuova passione e vuole coltivarla: ha persino deciso di aprire una fondazione, la Vr Dancing Project, con borse di studio e stage di perfezionamento in varie scuole di danza. Perch una disciplina che merita pi rispetto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL DEBUTTO DA STASERA SUCCEDE AD ARGENTERO E A GASSMAN: NON SONO PIACIONE COME LORO, MA IL NERO SFILA

Amendola: Adesso faccio la Iena e dico arriverderci ai Cesaroni


Lattore al fianco della Blasi e di Brignano: Sar cattivo, non sopporto lincivilt. Fare loste romano mi ha stancato. Per, non vero che ormai sul set ci odiamo
STEFANIA ANGELINI

Il d.g. Lei sul film: una vera emozione Karol Wojtyla stato un grande Papa, anzi un gigante. Cos Lorenza Lei, d.g. Rai, ha presentato ieri il docu-film in 3D dal titolo Un Gigante, in onda domenica 1 aprile su Speciale Tg1 e in 3D su RaiHD. Levento arriva per il 7o anniversario della morte di Giovanni Paolo II avvenuta il 2 aprile 2005. Coniugare il 3D a questa grande figura unemozione, ha detto la Lei che ha pure parlato di s (Non sono raccomandata dal Vaticano) e di Michele Santoro (Per lui porte aperte, un grande professionista)

Lindsay Lohan in unaula di tribunale a Los Angeles

GAZZATECH LOGGETTO DELLA SETTIMANA

Tablet low cost: altra sfida alliPad


Gli operatori lanciano proprie tavolette: ci prova Vodafone
Innanzitutto, il prezzo. Che conta sempre e di questi tempi di pi: un tablet a 399 euro ingolosisce. Se poi si mescola a buona qualit, ecco che la proposta aumenta di interesse. Cos, il nuovo Vodafone Smart Tab 10 una discreta variante in un mercato che si affolla ogni giorno di pi, in attesa dellarrivo sul mercato del nuovo iPad3 e dopo la presentazione a Barcellona di ibridi come Lg Vu e lAsus PadFone. Altra novit per il mercato italiano il fatto che una compagnia telefonica lanci una propria tavoletta e ingaggi la battaglia con i produttori tradizionali. In vendita da un paio di settimane e senza eccessi pubblicitari, lo Smart Tab regala qualche sorpresa gi dalla scatola: custodia e auricolari in dotazione, quanto basta a far felici i frequentatori del genere, disabituati a trovare gratis questi piccoli (utili) oggettini. Per il resto, sistema operativo Android Honeycomb 3.2, connettivit completa (non solo 3G, ma pure Bluetooth, wifi, Gps), display multi-touch da 10.1 pollici, memoria interna da 16 GB espandibile e doppia fotocamera. Niente in meno (n in pi) della media degli oggetti presenti sul mercato. Quanto a navigazione ci si muove veloci: lofferta delloperatore telefonico, per un fisso mensile, include la visione del campionato di calcio in Hd e labbonamento, di un anno, a un quotidiano (tra i quali c pure la Gazzetta). Abbondano le app preinstallate, ma sullo schermo casca lasino: riflette un bel po la luce e trattiene parecchio le impronte. il peccato originale di molti tablet.
cont.
RIPRODUZIONE RISERVATA

pitano (Francesco Totti, ovvio) per un romanista come lui.


Dallalto degli oltre 100 film girati, la rivedremo come conduttore in tv...

gliori. Non vero, per, che non ci sopportiamo pi....


In poche parole, si stancato di fare loste della Garbatella?

bisogno di altre soddisfazioni.


In cantiere c un film da regista.

La divisa dordinanza da Iena lha provata e straprovata: Se devo mettermi elegante, il total black il look che mi sta meglio perch "sfina".... Claudio Amendola ha voglia di scherzare, anche quando di corsa perch costretto a dividersi tra il set televisivo dei Cesaroni e il nuovo film di Dino

Non snobbo la televisione. Le fiction mi hanno dato successo, soldi e serenit. Ho gi due edizioni di Scherzi a parte e due del concertone del primo maggio alle spalle. Poi fare la Iena mi diverte, anche se ho tutta lintenzione di fare davvero il cattivo
Che cosa la indigna di pi?

Sono sincero, s: mi sono stancato. Ma non rinnego nulla, ho

A settembre inizier a girare La morte del pinguino, sull Olimpiade invernale di Torino: la storia di quattro disperati con il sogno partecipare alle gare di curling. Ho voluto raccontare quel poco di sport "puro" che resiste attorno al torbido che c in giro. Vuole un esempio? Il calcioscommesse.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A settembre giro un film su Torino 2006: la storia di 4 disperati che amano il curling
CLAUDIO AMENDOLA ATTORE, 49 ANNI

Lincivilt delle persone, dal piccolo gesto di chi parcheggia in doppia fila a chi cerca di fregare lo Stato non pagando le tasse
Parliamo dei Cesaroni, siamo al capolinea?

Risi, Cha Cha Cha, in cui veste unaltra divisa, quella del poliziotto. Ma stasera su Italia 1 deve ricomporre un nuovo trio alle Iene Show con Ilary Blasi ed Enrico Brignano e prendere il posto del bellone che stato prima di Luca Argentero e poi di Alessandro Gassman: Io piacione? Ma se Brignano un dio greco? E vicino ad Ilary non posso fare il cascamorto.... Guai a toccare la moglie del ca-

Probabilmente ci sar uno stop dopo questa quinta stagione, per respirare un po: il set di una fiction ti assorbe un anno di vita. Si vocifera che ci siano tensioni tra noi attori maschi della serie, ma - vi giuro - non proprio cos. Certo, i rapporti potevano essere mi-

46

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
21/3 - 20/4 23/10 - 22/11 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8

Ariete 6
Potete compiere performance pregevoli, nel lavoro e in ogni ambito. Ma da met giornata sarete indigesti. Anche suinamente. Dont lagn!
23/9 - 22/10

Scorpione 7,5
IL MIGLIORE Avete lumore dun milanista: alle stelle. Lavoro e soldi ricevono assist astrali OK, la fortuna vi massaggia i glutei santi. E si fornica mucho!
VANESSA FERRARI

Toro 6
La Luna insfighisce lumor mattutino con impicci non graditi. Tutto saggiusta da mezzod. Fornication fa rima con satisfaction, comunque.
23/11 - 21/12

Gemelli 6Ignorate i polemici e gli irosi, fate orecchie da mercantissimo se qualcuno vi chiedesse soldi. Non una giornatona. E il sudombelico ozia.
22/12 - 20/1

Cancro 6
Mattinata operosa: i riconoscimenti arrivano. Ma da mezzod lo zebedeo si smotter, per la stanchezza e per via di certi noiosi around.
21/1 - 19/2

Leone 6
Lavoro, viaggi, colloqui, pranzi daffari e fornicazione trovano nella Luna di stamani unalleata ottima. Pomeriggio sfigopendulo, per: state su
20/2 - 20/3

DI ANTONIO CAPITANI
24/8 - 22/9

Vergine 6
Motivazione e self control calano. E una vostra distrazione potrebbe inguaiarvi. Occhio. Recuperi pomeridiani, anche sudombelicali.

Bilancia 6
Il lavoro stamani si avvale di contatti, idee, comunicazioni e sostegni utili. Pomeriggio sfigatello: non nutrite molte aspettative, nemmeno suine. La ginnasta nata a Orzinuovi (Brescia) il 10 novembre 1990. stata la prima italiana a vincere loro ai campionati mondiali

Sagittario 7+
Larguzia saffina e voi fregate chi credeva di potervi trattare da scemi del villaggio. Grandi! Ok lavoro, finanze e amenit sudombelicali

Capricorno 6
Paccate di miliardi dincapaci saggirano. Sbrigherete tutto da soli, certo, ma che due zebedei. Da mezzod fervore in crescita, pure suino.

Acquario 6
Stamani il traino di amici e staff si tradurr in soddisfazioni e successi. Per voi e per loro. Pomeriggio, per, di sfigosolitudo e ormone gi.

Pesci 6
Mattinata ciofecosa per lavoro, rapporti. E per il neurone, letargico. Pomeriggio brioso, con ribaltoni muy graditi. Anche al sudombelico.

Televisioni in chiaro
RAIUNO
8.00 10.55 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 23.25 1.00 1.30 1.35 1.40 TG1 CHE TEMPO FA OCCHIO ALLA SPESA LA PROVA DEL CUOCO TG1 VERDETTO FINALE LA VITA IN DIRETTA TG PARLAMENTO TG1 L'EREDIT TG1 QUI RADIO LONDRA IL GIOVANE MONTALBANO PORTA A PORTA TG 1 - NOTTE CHE TEMPO FA QUI RADIO LONDRA SOTTOVOCE

Gazzetta.it
RAITRE
AGOR DIECI MINUTI DI... LA STORIA SIAMO NOI TG3 DICHIARAZIONI DI VOTO GEO & GEO TGR - TG3 LASSIE GEO & GEO TG3 - TGR BLOB FRANCO E CICCIO UN POSTO AL SOLE MEDIUM TeleFilm 23.25 SIRENE 0.00 TG3 LINEA NOTTE 0.10 TG REGIONE 1.00 METEO 3 1.05 RAI EDUCATIONAL 8.00 9.50 10.00 11.10 12.30 13.30 14.00 15.05 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05

RAIDUE
8.15 CARTONI ANIMATI 10.00 TG2 INSIEME 12.00 DICHIARAZIONI DI VOTO 12.30 I FATTI VOSTRI 13.00 TG 2 - GIORNO 13.50 MEDICINA 33 14.00 ITALIA SUL DUE 16.10 TELEFILM 17.50 RAI TG SPORT - TG2 18.45 GHOST WHISPERER 19.35 L'ISOLA DEI FAMOSI 20.25 ESTRAZIONI DEL LOTTO 21.05 L'ISOLA DEI FAMOSI Reality 0.10 TG 2 0.25 RAI 150 ANNI LA STORIA SIAMO NOI 1.20 TG PARLAMENTO 1.30 THREE RIVERS

CANALE 5
8.00 8.40 8.50 11.00 13.00 13.40 14.45 16.15 16.55 18.45 20.00 20.30 21.10 23.30 1.30 2.00 2.45 4.15 TG5 - MATTINA LA TELEFONATA DI BELPIETRO MATTINO CINQUE FORUM TG5 SOAP UOMINI E DONNE AMICI POMERIGGIO CINQUE THE MONEY DROP TG5 STRISCIA LA NOTIZIA CENTOVETRINE Soap MATRIX TG5 - NOTTE STRISCIA LA NOTIZIA UOMINI E DONNE AMICI

ITALIA 1
8.00 8.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.15 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 0.30 1.35 2.20 2.50 CARTONI ANIMATI SETTIMO CIELO EVERWOOD STUDIO APERTO CARTONI ANIMATI CAMERA CAFE' TELEFILM BAU BOYS TRASFORMAT STUDIO APERTO TUTTO IN FAMIGLIA I SIMPSON C.S.I. MIAMI LE IENE SHOW Show CALIFORNICATION THE SHIELD STUDIO APERTO LA GIORNATA PRISON BREAK

RETE 4
8.20 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 18.35 19.00 TELEFILM SLOW TOUR TG4 DETECTIVE IN CORSIA LA SIGNORA IN GIALLO FORUM FLIKKEN COPPIA IN... TELEFILM TG4 EUROPA LEAGUE UDINESE AZ ALKMAAR SEVEN Film SPECIALE EUROPA LEAGUE I BELLISSIMI DI R4 L'ESERCITO DELLE DODICI SCIMMIE

LA 7
TG LA7 COFFEE BREAK LARIA CHE TIRA I MEN DI BENEDETTA TG LA7 ERO UNO SPOSO DI... ATLANTIDE RELIC HUNTER I MEN DI BENEDETTA G DAY ALLE 7 SU LA7 G DAY TG LA7 OTTO E MEZZO PIAZZAPULITA Attualit 24.00 TG LA7 0.05 TG LA7 SPORT 0.10 (AH)IPIROSO 1.05 MOVIE FLASH 1.10 G DAY ALLE 7 SU LA7 7.30 9.45 11.00 12.30 13.30 14.05 16.00 17.05 18.00 18.55 19.25 20.00 20.30 21.10

IL BLOG Libertadores: lInternacional vola con Damiao


In Tropico del Calcio gli approfondimenti sul calcio sudamericano e sugli ultimi risultati di Libertadores.

IL VIDEO Obama si sbilancia e fa i pronostici del torneo Ncaa

21.05 23.30 0.10 0.15

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
17.00 FC MALMOE EINTRACHT FRANCOFORTE
Champions League femminile Eurosport

PREMIUM
13.20 CLEM MYA 14.30 FACCIO UN SALTO ALL'AVANA PREMIUM CINEMA 16.10 SEGUI IL TUO CUORE PREMIUM CINEMA 17.20 DOMANI MI SPOSO MYA 17.55 HARRY POTTER E LA CAMERA DEI SEGRETI PREMIUM CINEMA 21.15 SHAFT E I MERCANTI DI SCHIAVI STEEL 21.15 INCONTRERAI L'UOMO DEI TUOI SOGNI PREMIUM CINEMA 23.00 MATRIMONIO ALL'INGLESE PREMIUM CINEMA

BASKET
2.00 DENVER NUGGETS OKLAHOMA CITY
NBA. Sky Sport 2

SALTO CON GLI SCI


11.00 COPPA DEL MONDO
Qualifiche HS 215 Da Planica, Slovenia Eurosport

VOLLEY
20.25 CHATEAU DAX URBINO NORDA FOPPAPEDRETTI BERGAMO
Serie A femminile Playoff Rai Sport 1

BILIARDO
13.00 PLAYERS TOUR CHAMPIONSHIP
Finali. Da Galway, Irlanda Eurosport

SCI ALPINO
09.30 COPPA DEL MONDO
Super G maschile Da Schladming, Austria Rai Sport 1 e Eurosport

19.00 ATLETICO BILBAO MANCHESTER UNITED


Europa League MP Calcio

20.45 PLAYERS TOUR CHAMPIONSHIP


Finali Da Galway, Irlanda Eurosport

SKY SPORT 1
9.00 CALCIO: REAL MADRID CSKA MOSCA
Champions League

11.00 COPPA DEL MONDO


Super G femminile Da Schladming, Austria Rai Sport 1 e Eurosport 2

19.00 UDINESE AZ ALKMAAR


Europa League Rete 4 e MP Calcio 1

GOLF
15.30 OPEN DELLANDALUSIA
PGA European Tour Sky Sport 3

11.00 CALCIO: CHELSEA NAPOLI


Champions League. Highlights

15.00 CALCIO: FAN CLUB MILAN 15.30 CALCIO: FAN CLUB ROMA 16.00 CALCIO: FAN CLUB INTER 16.30 CALCIO: FAN CLUB LAZIO 17.00 CALCIO: FAN CLUB NAPOLI 17.30 CALCIO: FAN CLUB JUVENTUS 21.00 CALCIO: CRUZ AZUL CORINTHIANS
Coppa Libertadores

11.30 RUGBY: FRANCIA INGHILTERRA


Sei Nazioni

14.00 BASKET: CHICAGO BULLS - MIAMI HEAT


NBA

16.45 RUGBY: FRANCIA INGHILTERRA


Sei Nazioni

Sul nostro sito il video con il presidente Usa Obama (nella foto) che fa i pronostici del torneo Ncaa di college basket.

SKY SPORT 3
8.00 CALCIO: REAL MADRID CSKA MOSCA
Champions League

IL SONDAGGIO Sanremo: Nibali il favorito per il 50% dei lettori


Dopo il trionfo alla Tirreno Adriatico Nibali il favorito per la Milano Sanremo per il 50% dei lettori del sito.

21.05 BESIKTAS ATLETICO MADRID


Europa League MP Calcio 3

TENNIS HOCKEY GHIACCIO


16.00 SKA - ATLANT
KHL Sportitalia 2

11.30 CALCIO: REAL MADRID CSKA MOSCA


Champions League Highlights

19.00 WTA INDIAN WELLS


Eurosport

SKY SPORT 2
7.30 GOLF: CADILLAC CHAMPIONSHIP
Da Doral, Stati Uniti

11.00 CALCIO: REAL MADRID CSKA MOSCA


Champions League. Highlights

21.05 MANCHESTER CITY - SPORTING LISBONA


Europa League MP Calcio

20.45 MASTERS 1000 INDIAN WELLS


Sky Sport Extra

20.30 ALLEGHE - PONTEBBA


Serie A. Playoff Rai Sport 1

12.00 CALCIO: CHELSEA NAPOLI


Champions League Highlights

23.00 WTA INDIAN WELLS


Eurosport 2

11.30 CALCIO: CHELSEA NAPOLI


Champions League. Highlights

www.gazzetta.it

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
2 4 6 7 5 5 3 2 3 10 1 4 6 8 2 4 11 5 5 3 6 3 17 13 16 14 17 17 11 15 18 16 13 17 17 15 15 10 16 17 17 20 15 17

Oggi
Campi di alta pressione estesi sull'Europa centro-meridionale con tempo stabile e soleggiato anche sull'Italia. Solo qualche velatura innocua e locali foschie nelle ore notturne e mattutine. Venti deboli, residui rinforzi sull'area ionica. Trieste
Venezia
5 17 5 17

Domani
Nessuna variazione meteo-climatica significativa. Ancora tempo stabile e soleggiato con aumento di nubi stratificate in prossimit dei rilievi del Nord. Qualche foschia o nube bassa al mattino sui litorali tirrenici e in Val Padana. Clima mite.

Dopodomani
Venti di Scirocco in rinforzo sui mari italiani, segnale di un cambiamento del tempo. Nubi in aumento al Nordovest e sui rilievi delle Venezie. Possibili piogge tra Piemonte, Valle D'Aosta e Liguria di Ponente. Soleggiato e mite altrove.

Trento Aosta
5 18 6 20

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
6 19

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
6 19 8

Bologna Genova
15 6 19

Ancona

Firenze
5 18

Perugia
3 18

6 15

LAquila
5 16

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
5 19

Campobasso
2 14

Bari Potenza
1 12 8 15

Napoli
6 19

Cagliari
7 17

Catanzaro
6 16

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
5 16 7

Reggio Calabria
7 16

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
16

6:34

18:29

6:21

18:16

6:33

18:30

6:19

18:18

22 feb.

29 feb.

8 mar.

15 mar.

GIOVED 15 MARZO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

47

TERZO TEMPO
GazzaFocus

LETTERE

Parla il Ministro dello Sport

Bianco e Nero
A CURA DI ANTONIO DI ROSA Fax: 0262827917. Email: gol@rcs.it

Gnudi: Il governo aiuter i grandi avvenimenti


Il no alla candidatura di Roma 2020 fa ancora male, ma noi siamo vicini allo sport. I Mondiali di sci nordico in Val di Fiemme 2013, di ciclismo 2013 a Firenze e di volley femminile 2014 possono contare sul nostro appoggio
PIER BERGONZI twitter: @bergonzi

LInter come lItalia nazione Non si guardato al futuro


Senza offendere nessuno vorrei paragonare la mia Inter alla nostra Italia. Siamo una squadra-nazione sulla carta forte, ma nella realt a fine ciclo. Non si investito e non si guardato al futuro ma siamo rimasti attaccati a un passato glorioso. Gli altri conquistano nuovi mercati e crescono e noi usciamo sconfitti.
Max Carlieri

La ferita ancora fresca. Il no alla candidatura olimpica di Roma 2020 pesa come pesano le grandi delusioni. Soprattutto sulle spalle di Piero Gnudi, il bolognese, 73 anni, che da novembre il Ministro dello Sport del Governo Monti. Certo, stato un grande dolore per tutti. dice Gnudi . Figuratevi per me. Devo per dire che stata una scelta sofferta quanto responsabile e credo che tutti, o quasi tutti, abbiano capito. La reazione che ho sentito, anche a Roma, la reazione di un Paese maturo che ha ben coscienza del periodo che stiamo attraversando. I sacrifici devono essere fatti da tutti.
Dissolto il sogno olimpico, cosa possiamo fare per rilanciare lo sport italiano?

Altro fronte aperto quello della crisi del calcio. I tifosi vanno sempre meno allo stadio e la legge sugli stadi langue in parlamento.

La metafora dellInter sta tutta in quellazione che ha portato al pareggio del Marsiglia. Un mix di sfortuna e di errori tecnici dovuti a stanchezza e logorio per una lunga carriera. Sfortuna perch i nerazzurri avevano appena segnato il gol che li portava ai tempi supplementari. Ma ci sono stati errori marchiani di tre ex uomini forti: Lucio che saltato a vuoto, Samuel che arrivato in ritardo sul contrasto, Julio Cesar che si buttato dalla parte opposta. Tre giocatori importanti che hanno fatto la fortuna dellInter ma che riflettono il declino di un gruppo. La squadra va rinnovata subito, dalla panchina al campo.

E un argomento in cima alla nostra agenda, ormai una necessit. La maggioranza del parlamento condivide la legge e preferirei non dire nulla finch non avremo incassato il risultato pieno, ma siamo ben indirizzati. Se passa la legge ci saranno tra gli 800 e i 900 milioni di investimenti a costo zero per lo Stato. E un Paese come il nostro non pu continuare con le strutture attuali. E non si pu assistere inermi alla fuga dagli stadi... Seguire le partite alla tv piacevole, ma nulla d il senso di appartenenza di un pomeriggio condiviso con altri tifosi a uno

Il modulo della Juve


Vorrei un vostro parere sulla Juve. Non trovate che il 4-3-3 dei bianconeri sia in realt un 4-5-1 con Pepe e Vucinic costretti a fare ad un gran lavoro e il conseguente abbandono di Matri davanti? Guardando il 4-3-3 di Zeman e del Barcellona trovo il loro modulo molto offensivo, con gli attaccanti che si muovono sempre senza dare punti di riferimento. Conte testardo e insiste troppo sulla stessa formazione col risultato che Vidal e Marchisio sono spompati, come Pepe e tutto il reparto difensivo. Perch allora non utilizzare i vari Elia, Krasic, Padoin, Marrone? La Juve sta facendo un grande campionato ma non vorrei restare col cerino in mano.
Sergio Udine

Le colpe di Cellino
Prima l'esonero di Donadoni, poi l'acquisto di stranieri di medio-basso livello, il mancato riscatto di Acquafresca e Missiroli, la stagione negativa di tanti senatori. Cos si va in B. Speriamo che Cellino rinsavisca o se ne vada. Comunque forza Cagliari.
Antonio Guidoni

Intanto dobbiamo sgombrare il campo dallidea che questo Governo non abbia attenzione per lo sport. Semmai vero il contrario e vorrei dimostrarlo. Il mio primo impegno rivolto allo sport di base, allattivit dei giovani. Vorrei essere ricordato come il Ministro dello sport praticato. Ma nello stesso tempo vorrei che lItalia potesse dimostrare al mondo che non ha perso le sua storica capacit organizzativa. Dove ci sar grande sport ci sar limpegno del governo.
In termini concreti cosa significa?

In cima alla nostra agenda c anche la legge sugli stadi. Ormai una necessit
Il ministro Piero Gnudi (a sin.) e Piero Ferrari al Museo Casa Ferrari
poggio di investitori privati. I Mondiali di ciclismo di Firenze 2013, ad esempio, non navigano nelloro...

Lo so bene, limpegno mio e del governo quello di aiutare queste manifestazioni di alto livello cercando risorse pubbliche in appoggio. Saremo per molto attenti a come queste risorse verranno impiegate. E importante

che anche gli organizzatori stiano attenti alla sobriet. Avranno il nostro aiuto perch la macchina organizzativa diventi un esempio di efficienza e perch i contenuti siano orientati alleccellenza sportiva. Ma avranno il nostro no alle spese superflue per mega-show di presentazione o agli sprechi. Non il momento.
Al centro della discussione, avviata proprio sulla Gazzetta, c anche il tema dei finanziamenti allo sport. E possibile arrivare a un meccanismo che garantisca finanziamenti certi.

sguardo dal campo.


Non solo stadi: c problema che riguarda tutta limpiantistica sportiva italiana.

Non esageri. Il Cagliari da anni si salva tranquillamente e forgia buoni giocatori. Lei cita Donadoni ma Cellino quest' anno ha mandato via Ficcadenti per assumere Ballardini e ora ha richiamato Ficcadenti. Detto sinceramente, io non ho capito il licenziamento di Ficcadenti. La squadra andava bene non era necessario cambiare. Cellino ama il Cagliari, se non c' un gruppo migliore meglio che resti.

Significa che faremo di tutto in termini di appoggio politico, e se possibile economico, perch le manifestazioni degli sport di vertice abbiano successo. Penso in particolare ai Mondiali di sci nordico che si terranno nel 2013 in Val di Fiemme, ai Mondiali di ciclismo di Firenze del prossimo anno e al Mondiale di pallavolo femminile nel 2014. Ci sar grande attenzione internazionale e dovremo dimostrare le qualit del nostro Paese.
Le amministrazioni locali non hanno grandi risorse ed sempre pi difficile trovare lap-

HA 73 ANNI

Ministro dallo scorso novembre commercialista


Piero Gnudi, 73 anni, bolognese: dal 16 novembre 2011 il Ministro dello Sport e del Turismo del governo Monti, con delega al Dipartimento per gli Affari Regionali. Laureato nel 1962 in Economia e Commercio allUniversit di Bologna, ha uno studio da commercialista.

E cos, rispetto alla Francia, tanto per fare un esempio, abbiamo la met degli impianti in rapporto alla popolazione sportiva. Il livello delle nostre strutture ampiamente insoddisfacente. Per questo sto studiando una legge per migliorare, complessivamente il patrimonio degli impianti sportivi. Soprattutto quelli dedicati allo sport di base.
Lei un grande appassionato di ciclismo e sabato c La Milano-Sanremo. Chi il suo favorito?

Se io fossi il presidente del Coni chiederei la stessa cosa... Finanziamenti certi garantirebbero una programmazione a medio e lungo termine. Io per sono un uomo di governo e so che il Paese attraversa un momento difficile. Stiamo tagliando un po dappertutto e certi tagli sono dolorosi. Su questo fronte, purtroppo non possiamo dare risposte certe.

Facile dire Cavendish. Ma sono convinto che Cancellara, per il quale ho molta stima, prover ad anticiparlo. Ho seguito anche il successo di Nibali alla Tirreno-Adriatico. Per le corse a tappe abbiamo un campione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Per carit, non paragoniamo il Pescara al Barcellona. Con tutto il rispetto per Zeman gioca in serie B e sta facendo un grande torneo ma il confronto assurdo. Detto questo, la Juve negli ultimi anni non ha avuto un gioco. Conte le ha dato un assetto stabile e non casuale che non abbia mai perso. Ricorda la difesa fino all'anno scorso? La bucavano da tutte le parti. Come mai una squadra che produce dieci-dodici occasioni da gol a partita ha difficolt a segnare? Non c' grande qualit l davanti. Mi spiego: se la Juve avesse Van Persie, Ibra o Benzema o il Toni di cinque anni fa i bianconeri farebbero il doppio dei gol. Lasci stare Elia. Krasic e compagni: quando giocano non brillano. Lei ha detto bene: un miracolo che la Juve sia al secondo posto.

Un premio per i portieri


Mio figlio ha 10 anni e gioca in porta e si rammarica perch non c' mai un portiere tra i premiati. Gli ho detto che saranno sempre gli attaccanti a prevalere. Ma lui sostiene: non sarebbe bello aggiungere al pallone d'Oro i guanti d'Oro?
Enrico Amatruda

S, si potrebbe. Io trovo conformista e banale premiare sempre gli attaccanti e spesso quelli dellanno precedente. Va bene, Messi un fuoriclasse ma un pallone d'Oro all'anno ridicolo. L'ultimo difensore premiato Cannavaro, capitano dellItalia campione del mondo. Ma mi chiedo: come si fa a non premiare un portiere come Buffon che ha vinto tutto?

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Piergaetano Marchetti VICE PRESIDENTE Renato Pagliaro AMMINISTRATORE DELEGATO E DIRETTORE GENERALE Antonello Perricone CONSIGLIERI Raffaele Agrusti, Roland Berger, Roberto Bertazzoni, Gianfranco Carbonato, Diego Della Valle, John Elkann, Giorgio Fantoni, Franzo Grande Stevens, Jonella Ligresti, Giuseppe Lucchini, Vittorio Malacalza, Paolo Merloni, Andrea Moltrasio, Carlo Pesenti, Virginio Rognoni, Alberto Rosati, Giuseppe Rotelli, Enrico Salza DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Giulio Lattanzi

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2012

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba Maanstraat 13 - 2800 - MECHELEN (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520

INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

COLLATERALI * Con la Leggenda del Rally N. 8 e 12,19; con Ballando con le Stelle N. 9 e 9,19 - con Supereroi N. 45 e 11,19 - con Soldatini dItalia N. 41 e 11,19 con Linomania N. 29 e 11,19 - con Bear Grylls N. 21 e 11,19 - con Lupin III Film Collection N. 20 e 11,19 - con Indistruttibili N. 19 e 11,19 - con ET Predictor card e 11,19 - con i Miti del Calcio ai Raggi X N. 38 e 4,19 - con Alberto Sordi N. 11 e 11,19 - con Mai Dire story N. 12 e 11,19 - con Paperinik N. 6 e 11,19 - con Star Trek N. 4 e 9,19 Capolavori delle grandi Civilt N. 3 e 11,19 - Holly e Benji N. 2 e 7,19 - con War Movies N. 1 e 11,19 con SportWeek e 2,70 PROMOZIONI ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7334 DEL 14-12-2011

La tiratura di mercoled 14 marzo stata di 345.910 copie

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 8,10; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 600; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

48

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 15 MARZO 2012