Sei sulla pagina 1di 4

Francesco Angioni (estratto da Dialoghi massonici)

IL SENTIRE DELL'INIZIATO
Pensiero razionale e pensiero intuitivo
AA: Apprendista Accettato - MM: Maestro Muratore

AA Maestro, da un po che sono stato iniziato. Credevo che a seguito di questa iniziazione qualcosa cambiasse in me, ma io non sento alcun cambiamento. MM vero, tu non sei cambiato. il mondo che cambiato. AA Non capisco. Che cosa intendi? MM Guardati attorno, che cosa vedi? AA [perplesso] Vedo il Tempio1. MM Poi? AA Vedo le tre candele2, vedo anche gli altri simboli della nostra Tradizione3. MM Che cosa senti? AA Nulla, qui c silenzio, a parte le nostre parole. MM Sei sicuro? AA Beh, s, sento il rumore di unauto fuori. Ma questo il mondo esterno. MM Hai detto mondo esterno. AA S, ma volevo MM Hai detto mondo esterno. Lo hai distinto da questo mondo del Tempio, quello dove stiamo parlando. AA [ancora pi perplesso] E allora? MM Vedi! Il mondo cambiato. C questo nostro mondo e c il mondo esterno. AA vero. MM Ora la Realt assume significati diversi da quelli che per te esistevano prima delliniziazione. AA La mia percezione della realt coglie cose che prima non coglieva?
1 2

Per tempio si intende linterno della loggia dove si svolgono i lavori, cio le riunioni. Sui tavolini degli Ufficiali di Loggia (Maestro Venerabile, Primo e Secondo Sorvegliante) c una candela che viene accesa allinizio dei lavori e spenta alla fine, in molti rituali le candele sono di pi. 3 In base al rituale che la Loggia adotta ci sono diversi strumenti distribuiti nel tempio che hanno valore simbolico. Tra quelli comuni a tutti i rituali sono da citare la squadra, il compasso, due colonne, il tappeto a riquadri bianchi e neri, il libro della legge (un testo sacro riferito allarea culturale nella quale opera la loggia), le tavole per i diversi gradi nei quali si svolgono i lavori (principalmente in grado di Apprendista, di Compagno e di Maestro) ed altri ancora.

MM No. Il mondo esterno, o mondo profano4 sempre lo stesso. Per te non cambiato: se attraversi la strada senza attenzione rischi di essere investito da unauto, come prima. Liniziazione non ti salva dagli autisti incoscienti. AA Allora cambiato questo Tempio, questo nostro mondo? MM [infastidito] No, no. Questo Tempio esiste da 300 anni come Tempio della nostra Tradizione. Esisteva prima di te e continuer ad esistere dopo di te. Tu non cambi una virgola n del Tempio n della Tradizione. AA Non capisco. MM Il mondo cambiato perch ora esiste in una duplicit che prima non esisteva. AA Ma questa la mia percezione! Io ora vedo in un altro modo la Realt, non questa che cambiata. MM Stai cadendo nella trappola dello psicologismo. Lintelligenza razionale la parte intellettiva del tuo corpo materiale, del tuo io sensibile. La Realt ci che esiste nelle sue forme conosciute e sconosciute. Ora tu stai scoprendo una piccolissima parte della Realt sconosciuta agli uomini normali, ai profani. AA Intendi la parte conosciuta come quella che la mia ragione vede e organizza il mondo esterno, e per parte sconosciuta quella che del mondo iniziatico? MM La Realt sconosciuta quella che si pu scoprire dopo liniziazione5, quella che si manifesta solo agli iniziati. Ecco come cambia il mondo. AA Io sto cambiando il mondo, dici? In che modo? MM Stai dando alla Realt una dimensione ulteriore, la parte di Realt sconosciuta che tu andrai creando con le tue azioni, i tuoi comportamenti, le tue parole, i tuoi pensieri come iniziato. Anche per me, questa Realt sconosciuta di cui facevo parte, non pi la stessa dopo la tua iniziazione. AA La mia iniziazione, dunque, non ha cambiato solo la mia realt ma anche quella di tutti voi. Ci che dici quasi mi spaventa. MM Hai ragione a spaventarti, ma questa Realt non fatta per i pavidi. Quindi, inizia subito a fortificarti, oppure esci dal Tempio, torna nella polverosa realt di tutti i giorni. AA Ma ora io so! Sono stato iniziato, non posso far finta di niente, andarmene e chiudermi la porta dietro le spalle come se non fosse accaduto nulla. MM Anche questo vero. Dicendo questo dimostri di aver anche capito che il prezzo della libert e della conoscenza iniziatica molto oneroso. Ora sei libero di scegliere. AA Scegliere che cosa? MM Scegliere di scegliere o scegliere di non scegliere. AA Stai giocando con le parole per confondermi. MM Non gioco assolutamente. AA
4 5

Per profano si intende tutto ci che non appartiene al mondo iniziatico. Liniziazione la complessa cerimonia con la quale una persona viene accettata da una loggia ed entra in Massoneria. Essa uno status che, una volta acquisito, non pi eliminabile, non un ruolo. Anche se liniziato abbandona o rinnega la Massoneria rimane comunque iniziato.

contraddittorio dire scegliere di non scegliere. Un senso esclude laltro. MM E con questo? AA Si viola il principio di non contraddizione che a fondamento del pensiero MM Quale pensiero? AA Il pensiero razionale. MM La realt iniziatica non segue i principi della razionalit n quelli della logica. Questi sono i principi della Ragione. AA Uno dei nostri fondamenti non la Ragione? MM Certamente! Bisogna, per, saper intendere il vero senso del termine. Vuoi scimmiottare i sanculotti della Rivoluzione Francese che a loro volta scimmiottavano i grandi pensatori illuministi creando la Dea Ragione? AA Non intendevo questo. MM Fai attenzione, facilissimo ridurre la Ragione, che un saggio metodo di pensiero, ad ideologia, stuprando cos la propria intelligenza. La vera Ragione conosce i suoi limiti. C un territorio per il pensiero della Realt Sensibile e un altro per il pensiero della Realt Spirituale. Luno non deve invadere il campo dellaltro se non si vuol desacralizzare il territorio del sacro e sacralizzare il territorio della materia. AA Com possibile spingerci nel territorio del sacro senza la guida della mente? MM Non ho affermato che non si debba seguire la mente. Anzi AA Ho capito. Non ci dobbiamo fidare delle sole facolt razionali ma usare tutte le facolt intellettive. MM Ricadi ancora nello psicologismo. Quale differenza vuoi che ci sia tra le une e le altre?! Ci che devi usare la tua sensibilit, lintelligenza non della mente ma dello spirito. AA Non MM Lintuizione lintelligenza dello spirito! La sensibilit fondata non sulle sensazioni del corpo o sulle emozioni e sentimenti, ma sulla ricerca interiore, sul ragionamento che non segue il filo dacciaio della logica ma il filo di fumo dellintuizione. AA Cos molto facile sbagliarsi. MM Certamente. Ascolta, ti trovi un dedalo di cunicoli dentro una montagna, se non vuoi perderti, se vuoi ritornare allaria, che cosa fai? AA Cerco la luce. MM Tu hai una torcia fiammeggiante, ma non c luce esterna che penetri dentro una montagna. AA Allora non so. MM Vedi? Hai perso o ignorato un segnale che ti ho dato. AA Quale? MM Ti ho detto se vuoi ritornare allaria. Non alla luce. Per un essere vivente pi importante la luce o laria?

Allora che fa un essere vivente, che non usa la ragione? Segue il filo di fumo della torcia che sar attratto da qualche apertura allaria. Quella la strada e ti viene indicata AA Credo di aver capito la tua metafora. MM Torniamo allora allintuizione. lintelligenza intuitiva che tu devi sviluppare e far crescere. AA Come? MM Innanzi tutto col silenzio. AA Col silenzio. MM S, ascoltando quelli che hanno pi conoscenza ed esperienza, ma questo non basta. AA Che altro? MM Ascoltando te stesso. Il tuo silenzio deve risuonare delle parole dei fratelli, ma su tutte devono risuonare quelle parole che tu non hai mai pronunciato. AA Ma se MM Ma se non le ho pronunciate ecco che usi la ragione e non lintuizione. Hai visto? AA Gi. Dirmi, per, che devo ascoltare le mie parole che non ho mai pronunciato, questo mi sembra un koan. MM Hum gi! Sono chiamati cos quei ragionamenti assurdi e paradossali che i maestri zen impongono di risolvere ai loro discepoli. E tu chi sei? AA Un discepolo? MM Non lo dimenticare. E chi sono i tuoi maestri? AA Quelli che sanno pi di me. MM No! Sono AA Sono quelli che pensano con lintelligenza intuitiva! MM Meglio sarebbe dire: quelli che stanno imparando a farlo da pi tempo di te. Quindi, le parole che tu AA Non so come risponderti. MM Pensaci. Quando credi di aver trovato la soluzione chiamami. AA Maestro, un momento, quando dicevi di scegliere di non scegliere, anche quello un koan? MM No. solo un banale artificio retorico. AA Il che vuol dire: il non scegliere sempre una scelta. MM Forse. A presto, spero, ora vai a ritirare il tuo salario6.
6

Il termine salario si riferisce alla tradizione muratoria medioevale, quando i lavoratori alla fine della giornata ricevevano il compenso pattuito. In Massoneria questa una formula simbolica che sta a significare laver ben svolto i lavori di loggia. In altri termini, laver compiuto dei passi avanti nel proprio perfezionamento massonico.