Sei sulla pagina 1di 1

Programma 0930 09.45 Registrazione dei partecipanti 09.45 10.

00 Apertura Lavori Silvano Moffa - Presidente COPIT


Comitato di Parlamentari per l'Innovazione Tecnologica Presidente della XI Commissione permanente, Lavoro Pubblico e Privato, della Camera dei Deputati

Il Programma delle Nazionali Tecnologiche Italiane


Sono mille le Organizzazioni industriali e scientifiche pronte a scendere in campo sui principali temi di ricerca e innovazione che dovranno consentire la crescita e lo sviluppo dellItalia nei prossimi 10 anni. Il Programma di Sviluppo e Crescita Competitiva del Paese per competere a livello globale, stato deciso dalle seguenti Alleanze Tecnologiche Italiane: Energia Geotermica, Energia Solare con Tecnologie a Concentrazione, Gestione Sostenibile dei Rifiuti, Innovazione di Prodotto, Mobilit Elettrica, Nanotecnologie, Sorgenti e Sensori Fotonici, Tecnologie Biometriche. Alleanze aperte al contributo di tutti gli Organismi Italiani appartenenti alla comunit scientifica e industriale, interessati al perseguimento di un circoscritto comune obiettivo competitivo e tecnologico, che hanno elaborato decisioni condivise. Il Programma per lo Sviluppo del Paese identifica le priorit sulle quali il Sistema Italia intende impegnarsi nei prossimi anni. Lapproccio gerarchico utilizzato nelle scelte delle priorit ha stabilito gli ambiti nei quali lItalia si candida ad assumere un ruolo competitivo di leader rispetto a quelli in cui ha consapevolmente scelto di essere follower. Si tratta di squadre ditaliani consapevoli delle proprie capacit e dei ruoli che vogliono ricoprire per competere e vincere, animati da una forte voglia di riscatto. Il Programma articolato in tre distinti ambiti operativi: 1. Processo decisionale collettivo condiviso 2. Sistema collaborativo di sviluppo e sperimentazione delle innovazioni 3. Sistema di costruzione sul Territorio delle Innovazioni realizzato con capitali reperiti sul mercato Un Programma di Sviluppo e Crescita totalmente innovativo per lItalia, spinto e governato dal Basso, che si fonda su principi spesso declamati ma raramente attuati dagli attori nazionali dellinnovazione: Imprese, Universit e Centri di Ricerca. Principi ispiratori del Programma: Inclusivit, trasparenza e apertura a tutti gli attori italiani Orizzontalit settoriale merceologica e interdisciplinariet scientifica degli attori Coinvolgimento diretto non intermediato degli attori Stesso peso decisionale a tutte le imprese: grandi e piccole Stessa dignit alle due comunit: industriale e scientifica

Presenta alla Politica

10.00 10.15 Presentazione del Programma Laura Deitinger - Presidente di Assoknowledge 10.15 12.15 Presentazione dei Piani Strategici di Ricerca per lo Sviluppo Coordina: Alessandro Sciolari - Direttore Scientifico di
Assoknowledge Piani Strategici di Ricerca per lo Sviluppo: Energia Geotermica Energia Solare con Tecnologie a Concentrazione Gestione Sostenibile dei Rifiuti Innovazione di Prodotto Mobilit Elettrica Nanotecnologie Sorgenti e Sensori Fotonici Tecnologie Biometriche

Il Programma delle Nazionali Tecnologiche Italiane Per lo Sviluppo e la Crescita Competitiva del Paese
Destinatari

Segretari e Strutture dei Partiti Politici Capi Gruppo e Gruppi Parlamentari di Camera e Senato Presidenti delle Regioni
Partecipanti

12.15 -12.30 La strategia italiana verso Horizon 2020 Mario Al - Direttore Generale per lInternazionalizzazione
della Ricerca del Ministero dellIstruzione, lUniversit e la Ricerca

I Rappresentanti delle oltre 1.000 Organizzazioni Industriali e Scientifiche aderenti

12.30 -12.45 Progetto Grande MELO


Smart Territory per la Lombardia

Roberto Formigoni Presidente della Regione Lombardia

19 Marzo 2012 Ore 09.45

12.45 13.00 Alleanza per lo Sviluppo della Valle dellAniene Carmine Marinucci - Dirigente ENEA 13.00 14.00 Pausa Lavori

Roma, Via del Pozzetto, 158


Presso la Camera dei Deputati Sala delle Colonne Palazzo Marini

14.00 15.00 Dibattito e Approfondimenti