Sei sulla pagina 1di 4

Area Liberale: argomentario Ragioni: Non un piano o un progetto calato dall'alto.

. Al contrario una risposta alle moltissime sollecitazioni, inviti, proposte a "fare qualcosa" che abbiamo raccolto in 17 mesi di campagna elettorale e che si sono acutizzate sul finire del 2011. E fare qualcosa di strutturato per la gente incontrata e che ha scritto, telefonato in questi lunghi mesi. Abbiamo capito il bisogno e il desiderio di molti di loro nel voler dare continuit a fare politica con le idee e i progetti proposti e veicolati nelle due campagne elettorali del 2011. E una forma di ringraziamento e di riconoscimento per tutti loro, una sorta di risposta dovuta. Per ri-unire un certo tipo di elettorato Liberale e di centro destra in senso lato che sa valutare e scegliere senza essere prigioniero di pregiudizi del passato. Coinvolgerlo anzich lasciarlo minoritario sparpagliato in diverse formazioni, oppure a casa perch non vota pi, oppure non sceglie pi un partito usando la lista senza intestazione. Non si tratta di montare l'ennesima formazione politica di arrabbiati, di delusi e quindi per farla pagare vendicativamente a qualcuno, e quindi contro qualcosa o contro qualcuno. Non un movimento contro. Ci muoviamo perch crediamo che sia necessario lavorare per qualcosa e non contro qualcuno. Perci proponiamo positivamente e con fiducia una nuova offerta politica in pi, una scelta in pi per il cittadino, un arricchimento del dibattito politico in modo civile, una partecipazione elettorale composta e con il suo stile. Per riuscire, oltre ai contenuti e alle organizzazioni contano le persone. Per questo abbiamo pensato a un Comitato di persone che amano la politica con la "P" e la vogliono fare, ma che non necessariamente ambiscono a ricoprire cariche elettorali. Persone che sanno dare qualcosa alla comunit facendo bene il loro ruolo professionale nella societ civile, persone che sanno per anche che se non s'interessano, non partecipano e non si occupano di politica, questa a volte e in modo improprio si occupa comunque di loro. Persone che sanno che la politica una questione troppo importante perch la si lasci, da una scadenza elettorale allaltra, solo nelle mani di chi vince le elezioni. Persone che non necessariamente hanno titoli partitici o sedie politiche nel loro CV, ma persone (e questo conta molto di pi) che hanno slancio, motivazione, coraggio e voglia di provare a cambiare qualcosa per s e per gli altri partendo dall'alto della loro esperienza concreta quotidiana, dall'alto del proprio vissuto personale e dall'alto di ci che sanno dare alla comunit con il loro impegno costante, dallalto di ci che sta loro a cuore. Non inventiamo niente, raccogliamo in modo ordinato ci che di buono da sempre c' gi e che altri stanno dimenticando: buon senso, esigenze dal basso, moderazione, determinazione, tenacia nel perseguire un obiettivo, preparazione, credibilit, autorevolezza, speranza.

Parimenti, sembra banale ma pensiamo sia la via giusta, tentiamo da una parte di ricuperare ci che altri non fanno pi o perch lo dimenticano o perch non lo ritengono pagante, e dall'altra tenteremo di fare, di anticipare ci che altri non vedono ancora. Ecco questo il nostro spazio, la nostra Area di azione senza "rubare" nulla a nessuno, ma confrontandoci con i fatti della realt e con la coerenza, la passione e la competenza che sono richieste per comprenderli, mutarli, correggerli e migliorarli. A chi ci rivolgiamo: Ci rivolgiamo innanzitutto agli elettori e non ai politici. Con la nostra iniziativa politica e partitica di AreaLiberale vorremmo unire i cittadini che:
-

combattono lidea, a volte comoda e confortevole, che tocchi solo alla politica e quindi allo Stato occuparsi di loro dalla culla alla bara. vogliono riprendere a rivendicare la libert di poter provare a migliorare le loro condizioni e quelle di altri loro vicini unendo le proprie forze, iniziative e ingegno e solo in caso di impossibilit a farlo da soli, attraverso lintervento sussidiario del livello politico istituzionale superiore.

con dignit e fatica non chiedono sussidi allo stato e mandano avanti famiglie e imprese con sacrificio come contribuenti pagano il dovuto e non beneficiano di nessuna sovvenzione sanno che la ricchezza prima di distribuirla occorre produrla vogliono togliere i bastoni dalle ruote di chi vuole fare e rischiare con iniziative economiche profit e non profit proprie ritengono che la miglior socialit siano le attivit economiche fiorenti e i posti di lavoro per tutti e non laumento dei sussidi assistenziali pubblici. sanno che il modello di creazione di benessere e di giustizia sociale costruito principalmente attraverso lintervento diretto dello Stato, non pi sostenibile finanziariamente e non pi in grado da solo di rispondere alle nuove sfide globali e al bisogni diversificati e notevoli dei cittadini

capiscono che ci possono e ci devono essere nuovi modi per soddisfare lequazione di benessere individuale e di bene comune, uscendo dalla menzogna e dallassunto radicato che lo Stato fa solo del bene mentre il privato delinque e approfitta.

vogliono uscire dallerrore che il servizio pubblico possa essere offerto solo dallo Stato e non dalla societ civile, mettendo in cotrapposizione continua pubblico e privato anzich definendo e promuovendo scopi e ruoli nuovi delluno e dellaltro.

valorizzano il metodo liberale consapevoli che per la sua natura sempre evolutivo. Significa che nel tempo si adatta alle circostanze e non il contrario, significa che non c mai una soluzione unica e definitiva ai problemi, significa che consapevole dellimperfezione umana cerca il meglio con essa rinunciando alle soluzioni, ai sistemi perfetti ma disumani.

hanno imparato a vagliare tutto per scoprire il buono che c in tutto e ovunque. valorizzano il lavoro politico per qualcosa e non per muoversi contro qualcuno

Area: Con il concetto di Area, i confini sono pi fluidi e mobili, lo spazio ampio. Ci si pu aggregare anche su singoli progetti, con intese trasversali, con tratti di percorso comune ad altri. Non rientra nei limiti degli schemi rigidi dei partiti. Liberale: Concetto pure vasto, che abbinato ad Area pu far capire le diverse nuances del liberalismo, da libertario, al neo liberale (per ci che pu voler dire), al liberista, al liberale classico, ecc. Larea deve essere tale da poter aggregare le diverse sensibilit politiche del Cantone: i liberali che hanno rotto con i radicali, quelli che votano Lega torcendo il naso ma premiando il coraggio antipartitico (politica vieux jeu), frange cattoliche fuori dal PPD, ambienti borghesi e liberal conservatori, gente che vota UDC in assenza di altro, quelli della lista senza intestazione o quelli che non votano pi e che si sono staccati dalla politique politicienne insofferenti delle manfrine della partitocrazia. Non partito chiuso, ma unaggregazione formale meno rigida. Nuovamente pi fluido, elastico, adattabile allevoluzione di tempi e problemi e agendo con sistemi diversi. Idee innanzitutto, coerenza, potere delle idee, dei progetti e non dei partiti. Movimento di critica qualificata, non di opposizione e basta. Non si tende a occupare il posto di chi al potere come fine primo. Quindi non si condizionati a dir necessariamente male di chi governa per indebolirlo anche a costo di indebolire il Paese. Critica rigorosa nellinteresse del Paese che, specie agli inizi, far perdere ladesione di chi difende interessi corporativi o di chi vive della politica di contrapposizione fine a s stessa. Cultura politica: la strada maestra per raccogliere adesioni convinte, non limbonimento clientelare. Si accettano i tempi lunghi per ottenere nel tempo un impatto pi profondo e marcato, al proselitismo emotivo si preferisce ladesione convinta conseguente a rigore competenza coerenza. Le prese di posizione sui problemi concreti sono il frutto di rigore, competenza, coerenza che faciliteranno le scelte pragmatiche ed anche i compromessi accettabili di una realt poliedrica. Attraverso il lancio di idee per un modello futuribile di buon governo: ridare speranza ai giovani, alle famiglie, ai lavoratori e agli imprenditori, per proporre una nuova crescita economica, per diffondere benessere e prosperit coniugando benessere individuale e bene comune, per lavorare a una

globalizzazione sostenibile, per la riaffermazione della cultura e delleducazione e delle riforme istituzionali quali motori della democrazia liberale. Tempi: Ci muoviamo innanzitutto per coprire politicamente il quadriennio appena iniziato (2012-15). Sull'arco di questi 3 anni, fino alla prossima scadenza elettorale cantonale, vogliamo profilarci come forza nuova e attrattiva in grado di occuparsi di temi politici concreti e non di calcoli elettorali, di distribuzione di posti di potere o affari (non ne abbiamo!). L'obiettivo a medio termine, sufficientemente ambizioso ma raggiungibile, sar quello di presentare una propria lista per il Gran Consiglio per le elezioni cantonali del 2015 e cercare di eleggere alcuni nostri deputati in Parlamento. Testimonianze: Le prese di posizione non saranno frutto di calcoli elettoralistici immediati, ma confideranno che nel tempo la validit delle prese di posizione pur minoritarie accrescer la nostra autorevolezza. La solidit delle nostre espressioni sar basata sulla realt concreta e sullesperienza di chi ci vive dentro attivamente, invece che su formule precostituite e su ideologie sorpassate alle quali piegare la realt. Diffusione idee: Un sito, pi eventuale blog Presenti con contributi pubblicistici sui media Partecipazione diretta nel dibattito cantonale e federale Diffusione di circoli, convention e avvenimenti di dibattito e approfondimenti a carattere politico Organizzare rete di contatti con club, associazioni esistenti che operano nella stessa linea ideale. Fare in maggio una Assemblea open per tutti: simpatizzanti, amici, soci, avversari, curiosi, spie nella quale presenteremo le nostre linee direttrici Prendere posizione decisa da diffondere su 1 o 2 temi attualissimi e di grande interesse per la societ. Pensare a uniniziativa nel secondo semestre su un tema di grosso impatto e di mega trend che si produrr nei prossimi anni.

Slogan: Ridare speranza alla societ civile per crearsi il proprio futuro.