Sei sulla pagina 1di 17

Glottodidattica

glotto (dal greco lingua) Significato didattica (insieme di teorie, modelli, procedure dinsegnamento e apprendimento)

Nella glottodidattica viene compresa la didattica delle lingue in genere (da straniere a lingua madre)

La glottodidattica si occupa di: didattica della lingua cultura (intesa in senso antropologico)

WHY?
Le caratteristiche che, nel quadro della riforma, sono attribuite alla LS, con particolare riferimento alle Indicazioni Nazionali (Scuola dell'infanzia e Scuola primaria possono essere ricondotte alle seguenti finalit:

contribuire a formare una pi ricca visione del mondo. ponendo le premesse per far assumere sensibilit e responsabilit da cittadino d'Europa e del mondo; sollecitare e consolidare le competenze relazionali, riflessive e metariflessive indispensabili alla comunicazione favorire lo sviluppo della consapevolezza delle modalit di apprendimento a livello semantico, morfosintattico e fonetico, ovviamente in modo adeguato all'et e alla natura comunicativa della lingua

favorire l'acquisizione degli strumenti necessari per un confronto diretto tra la propria e le altre culture

HOW?
Le strategie dapprendimento incidono su: sviluppo cognitivo autocontrollo, sicurezza di s, empatia, collaborazione.

SVILUPPO COGNITIVO, SVILUPPO METACOGNITIVO, SVILUPPO SOCIALE, SVILUPPO AFFETTIVO.

Mentre impara la nuova lingua il bambino viene coinvolto simultaneamente in tre tipi di apprendimenti : impara il linguaggio , sviluppa conoscenze sul linguaggio e apprende tramite il linguaggio ( Halliday, 1982). Di qui larticolazione delle valenze e funzioni plurime della lingua : strumento di organizzazione della realt e di sviluppo del pensiero (valenza cognitiva), di riflessione sulle proprie ed altrui esperienze (valenza metacognitiva), di comunicazione con interlocutori diversi (valenza sociale), di comprensione tra culture, di sviluppo di nuovi apprendimenti (lingua veicolare).
ASPETTI COGNITIVI , METACOGNITIVI E SOCIALI DELL APPRENDIMENTO LINGUISTICO Lerida Cisotto

Lacquisizione di una lingua straniera richiede la messa in discussione delle proprie idee sul che cosa sia una lingua, una cultura, un modo di vivere, e lo sforzo psicologico pu essere svolto con profitto solo se c una forte motivazione . (Paolo E. Balboni)

La motivazione il pulsante daccensione che provoca e sostiene lo sforzo richiesto durante lapprendimento.

una delle basi della motivazione la percezione dello studente, in attivit significative alla sua portata, di stare acquisendo, e che gli errori siano visti come un normale incidente (Paolo E. Balboni, Krashen)

PROBLEM SOLVING

ACQUISIZIONE
processo inconscio, a lungo termine, processo razionale/ affettivo/ sociale, spontaneo/ naturale

APPRENDIMENTO
processo conscio, a medio termine, processo razionale

indotto.

APPROCCIO UMANISTICO-AFFETTIVO

PRIVILEGIA IL SOGGETTO CHE APPRENDE

METTE LO SCOPO IN FUNZIONE DEL SOGGETTO

NATURAL APPROACH
(Krashen e Terrell)

centralit del soggetto, rispetto dei tempi di apprendimento, prima comprensione poi produzione, prima orale poi scritto, predilezione aspetto comunicativo.

la padronanza di una lingua non l'espressione di una pi generale maturazione cognitiva, ma ne rappresenta piuttosto una forma e uno strumento di promozione e sviluppo.
ASPETTI COGNITIVI , METACOGNITIVI E SOCIALI DELL APPRENDIMENTO LINGUISTICO Lerida Cisotto

In questa prospettiva anche lacquisizione di una lingua straniera va considerata quale processo che ha origine nei contesti di interazione sociale dove si manipolano oggetti culturali nel corso di attivit caratteristiche di una cultura alfabetizzata.
ASPETTI COGNITIVI , METACOGNITIVI E SOCIALI DELL APPRENDIMENTO LINGUISTICO Lerida Cisotto

Come per la lingua madre, anche per la lingua straniera la progressione degli apprendimenti riflette una tensione tra processi di invenzione personale e processi di appropriazione di convenzioni sociali (Goodman,1991)
ASPETTI COGNITIVI , METACOGNITIVI E SOCIALI DELL APPRENDIMENTO LINGUISTICO Lerida Cisotto