Sei sulla pagina 1di 6

VOLA SOLO CHI OSA FARLO

Il giornalino di buone notizie della classe SECONDA! (numero 3) MARZO 2012


DIRETTORE RESPONSABILE: PROF.SSA FABIANA SARCUNO
EDITORIALE: LA SECONDA IN ONDA!!
Edoardo M. e Matteo M. raccontano una loro piccola grande impresa: la realizzazione di Radio Max 1! Un bel pezzo di musica rock per iniziare, un jingle divertente per smorzare i tempi morti ed fatta, anche lo show di oggi pronto per essere mandato in onda. Adesso che abbiamo una stazione radiofonica tutta nostra possiamo dirlo, siamo davvero dei fenomeni !!!!! Come dite? Quanto tempo abbiamo impiegato per avere una stazione radio? Beh, diciamo non pi di cinque minuti. Quanto abbiamo speso? Nemmeno un centesimo. Non ci credete? E allora date unocchiata a Spreaker. Spreaker un servizio gratuito che permette a tutti di creare una radio online gratis, registrare programmi, effettuare trasmissioni in diretta e gestire liberamente il palinsesto. Ma come ci nata questa idea? Innanzitutto grazie al supporto tecnico del mio socio Matteo (lui linformatico del duo) e poi dalla mia parlantina molto easy pronti via !!!!! Se volessimo presentare la nostra radio, innanzitutto diremmo che molto, molto, molto allavanguardia; interagiamo con il pubblico tramite Facebook e Spreaker e ad oggi sono molti i nostri fan che ci seguono.

PARLIAMO DI SPORT E LEALT


Ho assistito a molti episodi di slealt sportiva, soprattutto quando i giocatori si buttano a terra per avere il rigore. I colpevoli si giustificano dicendo che lo fanno perch devono vincere, ma secondo me ancora peggio, perch non si deve vincere a tutti i costi. Inoltre, purtroppo, c grande scorrettezza anche nel calcio scommesse, per cui a volte le partite vengono truccate. Lo sport dovrebbe essere occasione di divertimento, sfogo, nascita di nuove amicizie; dovrebbe avere un ruolo educativo nellinsegnare a metterci in gioco non solo per vincere. Nei giochi di squadra, come ad esempio la pallanuoto che io pratico, si impara a collaborare, si crea lo spirito di squadra. (Roberto C.) Gli sportivi che truccano le partite per far vincere la propria squadra tradiscono gli ideali dello sport. Durante loratorio estivo giocavo con degli amici a pallone, e capitava che qualcuno si comportasse scorrettamente pur di far vincere la propria squadra. Barare per raggiungere il proprio scopo non giusto verso gli altri. Nel calcio ultimamente si sente parlare spesso delle scommesse che fanno i giocatori e allenatori e di partite truccate. La legge deve punire queste persone perch lo sport deve essere leale. Davide D.

VISTI PER VOI JONAH CHE VISSE NELLA BALENA

Il film racconta la storia di un bambino, Jonah, che vive ad Amsterdam con i suoi genitori; essendo ebreo viene escluso, infatti loro erano considerati dai tedeschi una razza impura. Durante la seconda guerra mondiale i soldati tedeschi arrivano nella sua citt, e Jonah e la sua famiglia vengono mandati in un campo di concentramento. L la vita molto pi dura di quanto si possa pensare. Il pap di Jonah purtroppo non ce la fa e muore. Al campo tutte le persone devono tagliarsi i capelli e radersi la barba. Jonah essendo piccolo ha diritto a stare con sua madre, i due fanno amicizia con una ragazza di nome Simona. Un giorno Jonah e gli altri vengono obbligati a salire su un treno merci; i tedeschi tentano di bruciare le carrozze ebree, ma i Russi spengono il fuoco. E grazie a loro che gli ebrei si salvano, ma purtroppo la mamma di Jonah si ammala di depressione e cessa di vivere. Jonah rimane solo con Simona che si prende cura di lui. Nel 1945, a guerra finita, Jonah libero di tornare di nuovo ad Amsterdam, a vivere a casa di vecchi amici del padre. L trova amore, affetto e cure. Martina L.

BENVENUTI NELLA NOSTRA CUCINA!


Finalmente uniniziativa didattica da leccarsi i baffi!

Le medie dell Istituto San Giuseppe stanno partecipando a un progetto in vista dellEXPO, che si terr nel 2015 a Milano. Il progetto riguarda lalimentazione sana ed equilibrata. Le nostre coordinatrici sono: Cristiana Taverna, professoressa di arte, per la produzione di un libro di ricette in cui ognuno di noi contribuisce con i piatti tipici della propria regione o nazione di origine, e Suor Elena, insegnante di matematica e scienze, per il contenuto di chilocalorie dei prodotti. Un consiglio: mangiare genuino per una vita sana e ordinata! Alessandro D. G.

SCRITTORI SI DIVENTA!
Il rubino perduto, racconto di avventura scritto da Alessandro D. G. James e Jack sono due agenti segreti dei servizi americani. Hanno una missione da compiere per evitare un disastro nel nostro pianeta. Convocati dalla Intelligence, agenzia a cui fanno riferimento, vengono condotti nellarea 71 per organizzare la missione, che consiste nel recuperare un prezioso rubino: il Quantum Ray, prelevato dallarea e portato in un luogo segreto. Per, attraverso le intercettazioni telefoniche, sanno che in Venezuela nella valle di Nostra Penna. Lunico a essere sospettato di aver rubato il rubino il capo del governo americano Peppin Cook, che con i suoi complici ha nascosto larma per poterla vendere ai russi. Il rubino una speciale arma con delle prestazioni eccezionali: infatti in grado di distruggere in un nanosecondo il pianeta poich emana delle onde elettromagnetiche. Per recarsi nella valle hanno bisogno di una speciale guida esperta della zona. Viene suggerito il nome di Squash, in grado di aiutarli nella ricerca. Il giorno seguente, ben attrezzati, alla buon ora, si inoltrano e camminano per ore fino ad arrivare in una valle spettacolare. Restano estasiati dalla bellezza ma immediatamente vedono che attorno tutto sparisce al loro passaggio come se fosse un incantesimo. Decidono comunque di proseguire, i loro occhi si soffermano su una particolare roccia dove notano alcune incisioni. Capiscono subito che una traccia per ritrovare il rubino, una mappa che riporta alcune forme e incisioni. Le incisioni assomigliano a lunghi corridoi e le forme a delle caverne. Poco distante da loro simili alle incisioni trovano la caverna, inoltrandosi allinterno notano un corridoio, lo percorrono e si rendono conto che man mano che camminano sono sempre pi stretti, ma la voglia spinge i due a continuare nellimpresa. Poi una luce accecante proviene dal fondo del corridoio. Decidono comunque di continuare, passano attraverso la piccola insenatura alla fine del corridoio ma la luce rende impossibile procedere al recupero. La guida ha in atto un piano per la missione: dalla tasca preleva uno specchietto che mette davanti a s che fa da riflesso luminoso e cos riescono a recuperare il rubino. Si sentono fieri del lavoro: ora il rubino in mani sicure. James e Jack sono soddisfatti perch hanno completato la missione. Il mondo al sicuro. Il Capo del Governo Americano Peppin Cook viene rinchiuso in una prigione di sicurezza in attesa di verdetto mentre per James e Jack arrivata lora per una nuova missione. Alessandro D. G. ASPETTANDO VERONA

A fine marzo, le tre classi delle medie partiranno per un viaggio di istruzione di due giorni. Meta del viaggio: Verona e il Parco Sigurt. Litinerario stato proposto dagli insegnanti per farci conoscere questa citt con la sua cultura, grazie alle testimonianze storiche dellarte e dellarchitettura, sia in tempo romano che medievale. Qualche veduta della citt La seconda giornata inizier con la visita al Parco Sigurt, dove saremo trasportati da un trenino. Il parco vicino al Lago di Garda, ricco di flora e fauna. L ammireremo sicuramente un panorama suggestivo e colorato, data la stagione primaverile tempo permettendo! La gita scolastica per noi occasione per conoscere luoghi nuovi e stare insieme al di fuori dellambiente scolastico in modo diverso; un momento di divertimento e curiosit. Ci aspettiamo anche di instaurare nuove amicizie!

Roberto C., Davide D., Alessandro D. G

Dossier: CARA PROF TI SCRIVO


Orientarsi significa trovare lOriente Orientarsi per essere liberi! Orientarsi in vista delle scelte future (???) Orientarsi e raccontare se stessi a chi ci sta seguendo in questo cammino: buona lettura!

Milano, 21 febbraio 2012 Gent. ma prof. Suor Elena, ho scelto Lei perch mi d buoni consigli per migliorare e mi aiuta nelle difficolt.

Per la mia bravura nel campo delle scienze la suora dellorientamento che venuta a scuola mi ha detto che sono portato per il liceo scientifico o la specializzazione nelle scienze applicate e questo mi avvantaggia perch me la cavo in geometria, aritmetica e scienze; mi piacciono anche storia e geografia, materie nelle quali sono bravo. Lei mi dice che le capacit le ho, che i compiti non mancano mai e che gli esercizi a scuola li faccio. Gli aspetti che mi peggiorano sono quelli di masticare le penne, che il mio peggior problema perch ho sempre voglia di mangiucchiare un po, anche per calmarmi, e non so trattenermi. Per il futuro non penso ancora dove lavorare ma prima penso a superare le medie e il liceo, poi decider cosa fare: se continuare all Universit o andare direttamente a svolgere una professione. Un altro mio problema quello di avere mille cose da dire in un secondo e non riuscire a dirne neanche una. Suscito ansia a me, agli insegnanti e a tutti miei compagni e questo succede per esempio durante le verifiche e le interrogazioni. Spero di cambiare in futuro. Vorrei migliorare il mio carattere e imparare a socializzare con tutti. Cordialmente La saluto. Alessandro D. G. Milano, 21 febbraio 2012 Gent. ma Professoressa Fabiana Sarcuno, Le scrivo questa lettera per dirle i progetti e i sogni che vorrei realizzare, per anche per raccontare i problemi che ho riguardanti la scuola. Ho scelto lei per parlare dei miei problemi e per qualche consiglio sulla scuola superiore. Da grande vorrei frequentare un liceo per poter fare un lavoro come la segretaria; non ho preferenze sulla scelta della scuola superiore perch mi hanno gi proposto degli istituti che mi andrebbero bene. Invece sul lavoro ho dei dubbi perch io volevo fare la hostess, per visto che non mi piacciono gli aerei, ho pensato che potrei fare la segretaria, che comunque un lavoro molto bello, per da quanto ne so un po' faticoso. Invece i miei genitori non sono d'accordo nelle scelte che sto prendendo: vorrebbero che io frequentassi il liceo scientifico anche se ho detto loro che non un liceo adatto a me. Un altro problema che ho quello dello studio perch quando svolgo i compiti mi distraggo facilmente e quando studio non riesco a far entrare nella mia testa la lezione che devo studiare. Quando non so una parola non vado a cercare il significato sul vocabolario perch voglio al pi presto finire i compiti e dopo all'interrogazione vado male. Le ho detto i miei problemi, spero che mi potr aiutare al pi presto possibile. Arrivederci. Dinithi W.

Carissima prof. Cristiana Taverna, Le volevo spiegare il perch ho scelto lei come mia tutor. Lho scelta perch per me non solo uninsegnante con cui studio e faccio disegni ma anche in fondo unamica, una persona con cui so che andr daccordo e alla quale racconter delle cose che non sapr mai nessuno e potr anche risolvere i problemi che magari non voglio che gli altri sappiano. Il colloquio che ho sostenuto sullorientamento in questi giorni mi ha scombinato le idee perch a me piacciono molto le lingue, e da grande non mi dispiacerebbe insegnarle in una scuola, ma quello che diceva il foglio dove cerano scritte le scuole che potrebbero andare bene secondo i risultati dei test non avevano niente a che fare con ci che mi aspettavo. Mi sono stati suggeriti indirizzi con leconomia, una cosa che non mi interessa affatto. Dentro di me ho pensato che questi consigli forse mi potranno servire pi avanti,quando dovr scegliere che cosa fare, ma per adesso non intendo rinunciare alla mia voglia di imparare altre lingue. Cordiali saluti Camilla S.

Milano, 21-02-2012 Gentilissima prof Sarcuno, io mi fido molto di tre insegnanti: sono la prof. Ferrario, la prof. Taverna e lei. Io mi fido soprattutto di lei perch da questi giorni mi sta cominciando a ridiventare simpatica, poi anche perch una persona affidabile e perch secondo me ho cominciato a stringere un buon rapporto con lei. Il rapporto che ho con lei assomiglia a quello che avevo con una mia ex insegnante delle elementari. Lei si chiamava Rossana, io e lei parlavamo molto della mia vita, ma anche del mio paese e a lei piaceva molto il luogo da cui provenivo. Io adesso sto facendo la stessa cosa perch ogni volta che andiamo a fare le prove per il teatro a me viene spontaneo parlarle delle attivit che pratico, come il ballo. Io sono un ragazzo molto vivace, molto attivo e anche molto socievole. A scuola il mio comportamento a volte fa pensare a quello di un maleducato, ma in realt io non sono fatto cos, solo che secondo me io mi comporto cos per sfogarmi in qualche modo. A volte dentro di me ho una rabbia che poi non riesco a trattenere perch a casa i miei a volte esagerano con me e mia sorella. Io da grande vorrei tanto fare il commercialista perch mi piace la matematica. I miei genitori mi dicono che potrei fare quel lavoro. Anche la signora dellorientamento mi ha detto che potrei farlo, solo che devo cambiare il mio comportamento e io ho deciso di cambiare perch voglio fare questo lavoro e anche perch non voglio fare pi soffrire mia madre e mio padre. La ringrazio per la sua attenzione. Cordiali saluti Alexander N.

VIAGGIANDO CON GUSTO: la nostra rubrica di cucina!


Oggi prepariamo FALAFEL (
INGREDIENTI PER 4-6 PERSONE 300 g di ceci 2 spicchi daglio 1 cipolla 1 ciuffetto di prezzemolo 1 pizzico di cumino macinato 1 cucchiaino di coriandolo macinato 1 pizzico di pepe di Cayenna olio extravergine di oliva olio per friggere sale pepe PER LA CREMA DI SESAMO: 420 g di tahina (pasta di sesamo) succo di 2 limoni 1 spicchio daglio 1 ciuffetto di prezzemolo 1 cucchiaino di paprica dolce sale pepe

,)specialit del Medio Oriente

Ammollate i ceci per 24 ore, scolateli, sciacquateli e passateli quindi al passaverdura. Trasferite la purea cos ottenuta nel mixer e frullatela con laglio e la cipolla pelati e tritati, il prezzemolo tritato, le spezie, sale e pepe, versando lolio a filo fino a ottenere un composto ben amalgamato. Formate quindi tante polpettine grandi quanto una noce e fatele riposare per 30 minuti. Nel frattempo, frullate la tahina con il succo dei limoni, lo spicchio daglio, il prezzemolo tritato, sale, pepe, paprica e acqua sufficiente a ottenere una crema morbida. Trascorso il tempo di riposo dei falafel, friggeteli in olio ben caldo e passateli su carta assorbente da cucina affinch perdano lunto in eccesso. Serviteli ben caldi, accompagnandoli con crema di sesamo. Silvia L. e Michelle V.

ACCENDI UN LIBRO: la nostra rubrica di letteratura! Autore: Michelle Paver Titolo: La saga del lupo (La magia del lupo, Il ritorno del lupo, Sulle tracce del lupo) Casa editrice: Mondadori Anno di pubblicazione: marzo 2005 - aprile 2007 Numero pagine: 847 pagine Genere: Avventura Personaggi: Torak, Renn, Lupo, Fin-kedinn, Eosta, Asrif, Bale Trama: Si racconta la storia di un ragazzo che si sveglia di sopraffatto e si ricorda cosa era successo allaccampamento: suo padre giaceva immobile vicino al fuoco, era stato ucciso da un orso inferocito. Il protagonista dopo varie lune incontra un cucciolo di lupo. Anche i suoi genitori sono stati uccisi dall orso e quindi Torak lo adotta: diverranno migliori amici e Lupo non lo lascer mai. Torak per trova anche un altra amica, Renn. Insieme ai due compagni, riesce ad avere la meglio sullorso. Negli episodi successivi si raccontano le peripezie di Torak, che fa di tutto per prendere Lupo proteggendolo dai nemici, come Eosta, che pi volte tenta di catturarlo. Giudizio personale. Questo libro mi piaciuto tantissimo e lo consiglio a coloro che volano con la fantasia. Alessandro Kamil B.