Sei sulla pagina 1di 4

VITA

Compositore, pianista e direttore dorchestra ungherese. Fa parte del cosiddetto quadrifoglio romantico (def di Renato di Benedetto)): il nucleo dei 4 compositori e pianisti che meglio hanno incarnato le caratteristiche del loro secolo; Liszt si discosta per la lunga vita Vive diverse trasformazioni stilistiche armoniche e strutturali. A 10 anni si trasferisce a Vienna, dove studia piano con Czerny e composizione con Salieri, discepolo ed insegnante di Beethoven. Nel 1823 a Parigi, dove prosegue i suoi studi e si fa conoscere come concertista soprattutto negli ambienti culturali dei salotti parigini dove conosce Chopin, Berlioz e Paganini. Nel 1834 si trasferisce a Ginevra, dove svolge unintensa attivit di concertista; il primo ad eseguire un intero concerto di musiche pianistiche e ad eseguire un concerto a memoria. Intensa anche lattivit di compositore, rivolta prevalentemente alla produzione per pf. Nel 1848 a Weimar, come maestro di cappella dellorchestra di corte. Grazie alla sua presenza la citt diventa uno dei centri pi attivi per la diffusione della cultura musicale europea. Svolge attivit anche come direttore dorchestra e dirige le prime del Lohengrin e del Vascello fantasma di Wagner e del Manfred di Schumann, ripropone opere di Mozart, Beethoven e Schubert. Risale a questo periodo la composizione dei poemi sinfonici e delle sinfonie. Nel 1861 si stabilisce a Roma e riceve gli ordini minori e diventa labate Liszt. Riprende poi a viaggiare in tuttEuropa: dirige, compone e tiene corsi di interpretazione, muore a Bayreuth, dovera per assistere ad una rappresentazione wagneriana. La sua produzione pu essere cos schematizzata: 1838 1848 1848 1861 1861 Ginevra Weimar Roma pianista maestro di capp dellorch. di corte diventa abate musiche virtuosistiche per pianoforte poemi sinfonici musiche religiose

PRODUZIONE PER ORCHESTRA


1847: smette lattivit di concertista e si dedica allorchestra. Crea il genere del poema sinfonico= composizione per orchestra dispirazione extramusicale, in un unico movimento e strutturato in modo libero, in quanto lo svolgimento riflette gli intenti descrittivi dellautore. Scrive 13 poemi sinfonici, molti di ispirazione letterari: Mazzeppa (Hugo), Hamlet (Shakespeare), Les Preludes (Lamartine). Molto noto Tasso, lamento trionfo del 1854. Il sottotitolo precisa lintento: Tasso ha amato e sofferto a Ferrara, stato vendicato a Roma, la sua gloria ancora viva nei canti popolari veneziani. Proposito: ripercorrere attraverso la musica la vita del poeta, tra le feste di Ferrara e poi nella solitudine. Viene messa in evidenza la condizione del poeta come genio maltrattato in vita ed esaltato dopo la morte, Liszt fu il compositore che, insieme a Berlioz diede un apporto determinante allo sviluppo dellorchestrazione, egli cur specialmente lindividuazione solistica dei vari strumenti, nei valori timbrici e nelle possibilit evocative delle situazioni riferite.

PRODUZIONE PIANISTICA
Condivise la fama di massimo virtuoso del primo Ottocento con Paganini; fu il primo pianista ad eseguire sistematicamente in concerto composizioni di autori del passato, e come direttore dorchestra contribu alla diffusione di autori davanguardia come Berlioz e Wagner. Nela composizione si mosse con ampia autonomia rispetto agli schemi tradizionali, inventando il genere del poema sinfonico e aprendosi ad esplorazioni timbriche ed armoniche di novit. La produzione pianistica sterminata e annovera: 1) Composizioni virtuosistiche parafrasi, fantasie, trascrizioni o variazioni su temi soprattutto operistici noti, apprezzati allepoca e che permettevano di mettere in luce il virtuosismo dellesecutore. 24 studi dedicati al suo maestro Czerny, i 6 studi trascendentali ispirati a Paganini. 2) Composizioni con rimandi extramusicali. Come Schumann era convinto che la musica dovesse essere fondata su motivazioni ideai e in senso lato poetiche: un rapporto privilegiato fra musica e letteratura, concepito in modo stretto e vincolante fino a teorizzarlo come necessario per la vita futura dellarte musicale. Attraverso Senaccour, Byron e Schiller gli giungono le suggestioni del paesaggio svizzero, soggetto della raccolta primo anno di pellegrinaggio. Il secondo dedicato allItalia comprende brani che si ispirano alla poesia e alle opere dellarte figurativa: Sonata dantesca, 3 sonetti di Petrarca, Sposalizio della Vergine di Raffaello. Il soggetto necessario per il riscatto poetico della musica strumentale (Liszt) 3) Composizioni ispirate al folklore ungherese, 19 Rapsodie per pf. La pi nota la seconda, del 1847, che riprende lo schema tipico dei canti popolari ungheresi, con il contrasto: Di questa e di altre 5 Rapsodie, ne realizz anche la versione per orchestra

prima sezione lenta (lassu)

vs

seconda sezione vivace (friska)

4) Sonata in Si- dedicata a Schumann. Trasforma la forma della sonata, iniziando quel processo di disgregazione che caratterizzer la fine del secolo. La struttura viene assunta di nuovo, ma molto modificata per dar vita ad un nuovo tipo di sonata chiamata ciclica. un solo movimento, di proporzioni molto ampie e di struttura polivalente tale che possa rendere limmagine della tradizionale tripartizione interna del singolo tempo di sonata e della ripartizione della sonata in 3 o 4 movimenti distinti. Uno stesso nucleo tematico pu riproporsi nelle forme pi svariate con i pi diversi caratteri, assumendo col variare di fisionomia di volta in volta le funzioni di primo tema, secondo tema 5) Composizioni dellultimo periodo, brevi, con un titolo ed un linguaggio innovativo: Nuages gries (1881). Si ha un grande cambiamento nel settore armonico: indeterminatezza ed indifferenza tonale sono testimoniate dal frequento ricorrere di intervalli totalmente neutri. Molti cromatismi che diventano le zolle diatoniche, le situazioni tonali,a definirsi come punti di convergenza allinterno di un universo cromatico. Cessa luso della cadenza nella sua funzione di punto di articolazione del discorso musicale. Non esistono pi frasi lunghe e articolate in un gioco di proposte e risposte, bens concisi e isolati nuclei motivici autosufficienti, anticipando cos la musica del 900, in particolare Debussy.

VITA
Nasce ad Amburgo, bambino prodigio, figlio di un contrabbassista; fin da piccolo si guadagnava da vivere suonando nelle orchestrine. 1853: conobbe Joachim con cui strinse amicizia, fu molto importante lincontro a Dusserdolf con Clara e Robert Schumann che, con larticolo Vie nuove, attira su Brahms lattenzione del mondo musicale. Egli assistette Schumann negli ultimi mesi della sua malattia e fu vicino alla moglie e alla famiglia. 1857: rientra ad Amburgo e si afferma come pianista, direttore dorchestra e compositore. 1862: soggiorna a Vienna dove trascorse anni operosi e fecondi di opere interrotti da frequenti viaggi fino alla morte, nel 1897.

PRODUZIONE
Lattivit creativa va dal semplice al complesso e ricorda quella di Schumann.

Fino 1853: scrive per piano, Lieder e musica da camera; Dal 1858: composizioni corali a cappelle, dieci anni dopo a quelle per soli, coro e orchestra; 1876: arriva alle forme sinfoniche, dopo una lunga meditazione, SPAVENTATO dai risultati di
Beethoven con la nona sinfonia;

Dal 1887: ritorna al piano e alla musica da camera (mai trascurato).

Lunica forma a cui rimase costantemente fedele fu il Lied. La produzione di Schumann pu essere cos suddivisa: 1. Composizioni strumentali per orchestra: - 4 sinfonie; n4 in Mi-, emblema della sinfonia romantica; - 2 concerti per piano, 1 per violino e 1 doppio concerto per violino e violoncello 2. Musica da camera: - Sonate, trii, quartetti, quintetti, sestetti - Per piano: 3 sonate, variazioni 35 pezzi pi brevi (intermezzi e fantasie), danze ungheresi; che verranno poi trascritte per orchestra. 3. Composizioni vocali: - Lieder - Requiem tedesco e raccolte di composizioni corali

CARATTERI DELLA PERSONALITA E DELLA PRODUZIONE


Brahms fu sempre considerato lanti Wagner e lanti Liszt: sostiene lideale di una musica pura, assoluta nelle forme consacrate della tradizione classica (sinfonia, quartetto, sonata). Brahms fu colui che aveva interpretato pi fedelmente il gusto classico in contrasto con Wagner. Wagner - Vita avventurosa - Si occupa del dramma musicale Brahms - Vita riservata - Si occupa di musica strumentale - Incarna le teorie filosofiche di Hanslik del 1854, nel saggio Il bello musicale

Sosteneva limportanza della musica pura e assoluta. Di fronte a Liszt e a Wagner era accusato di essere reazionario e restauratore. Solo dopo decenni Schoenberg afferm la modernit di Brahms in un saggio polemicamente chiamato Brahms il progressivo. Lestetica brahmsiana si rifaceva alla tradizione classica, di cui prediligeva le forme. Nellopera di Brahms, tuttavia, sono presenti elementi ricavati dalla tradizione trattati in chiave romantica e fanno del suo linguaggio unassoluta novit, data da una particolare dilatazione del tessuto armonico e melodico, che non poteva aver presa sulla concezione musicale delle nuove generazioni.

IL REQUIEM TEDESCO
Opera corale dedicata alla morte, con testi sacri delle scritture nella versione tedesca con passi dellantico e del nuovo Testamento. Non destinato alla liturgia funebre, non utilizza testi della liturgia romana. Divisa in 7 movimenti, ricalca lo spirito protestante, concepito come unode alla morte: un trapasso senza contrasti ad una vita migliore. Questa concezione della morte, estranea ad eccessivi contrasti drammatici, ricca di delicate sfumature che mette in luce le capacit di Brahms di orchestratore e di grande cultore della forma. Scritto per soli (soprano e baritono), coro e orchestra. Genesi: ebbe inizio nel 1854 e venne eseguito nel 1868 sotto la direzione di Brahms che ne complet di li a poco lattuale quinto movimento.

LE SINFONIE
Le quattro sinfonie di Brahms