Sei sulla pagina 1di 26

07 AGOSTO 2010

l'Evento parte III: 3 giorni di buio - capitolo 2

Siamo come nani sulle spalle di giganti, cos che possiamo vedere pi cose di loro e pi lontane, non certo per l'altezza del nostro corpo, ma perch siamo sollevati e portati in alto dalla statura dei giganti. Bernardo di Chartres

Caro diario, eccoci al secondo capitolo del nostro excursus sull'Evento e i 3 giorni di buio chi non lo avesse fatto dovrebbe iniziare dal capitolo 1 . C'eravamo fermati con l'apparizione di creature inquietanti durante i 3 giorni. Fatto riportato da fonti completamente slegate fra di loro come gli Aztechi e i profeti cristiani. Abbiamo anche scoperto come gli Aztechi avessero perso la conoscenza esatta degli eventi collegati alla fine di un calendario. Invece sembra che i Maya antichi conservassero questa sapienza. Quindi cosa dicevano loro esattamente?

Come molti lettori sapranno, gli europei non furono mai particolarmente rispettosi delle culture che trovavano intorno al mondo. Ma gli spagnoli furono i peggiori di tutti. Durante la Conquista in alcune parti del Sud America la popolazione cal del 90% (novanta per cento!) nel giro di pochi anni. Questo era dovuto a diversi fattori: "The first was the food supply... The second factor was disease. ...A third factor, which strongly intensified the effect of the other two, was the social and physical disruption visited upon the Indian. He was driven from his home by the thousands, starved, beaten, raped, and murdered with impunity. He was not
Object 1

only given no assistance in the struggle against foreign diseases, but was

prevented from adopting even the most elementary measures to secure his food, clothing, and shelter. The utter devastation caused by the white man was literally incredible, and not until the population figures are examined does the extent of the havoc become evident. Lo sterminio fu compiuto in nome del Dio cristiano che, secondo i suoi seguaci dell'epoca, dualisticamente non ammetteva che la presenza Sua o quella del Diavolo. Le popolazioni furono sterminate e i loro testi furono dati alle fiamme. Il lungo Conto Mesoamericano si salv nel Codice di Dresda, ma il suo significato era perso per sempre. O almeno fino al 2004, quando fu decifrato, da SVEN GRONEMEYER, il monumento di Tortuguero. Qui si trova un riferimento diretto alla conclusione del Lungo conto. ecco cosa dice: Tzuhtz-(a) j-OOM u (y)-uxlajuun Pik (Ta) Ajaw UX Chan (-te ') Uniiw. UHT-OOM? Y-em (al)? ta K'uh Yookte Bolon '?. "(quando) Il tredicesimo 'Bak'tun" sar finito (in) Quattro Ajaw, la terza delle Uniiw (K'ank'in). tenebra ? si verificher. (Sar) la discesa (?) Dei Nove Passi sull'albero". il testo parla alla fine del 13 Baktun che avverr nel famigerato 2012. L'evento previsto viene descritto vagamente. La traduzione incompleta a causa di danni ai glifi. Da ci che si capisce alla fine del tredicesimo Baktun vi sono tenebre accompagnate dalla discesa dell'entit Yokte Bolon. Chi Bolon-Yokte? il suo nome racchiude un Mistero. Bolon Yokte di solito tradotto col significato di Bolon (nove) y-(plurale)ok (piede)te (albero). Sarebbe secondo Edmonson "Dio con Nove Piedi" ; altri dicono "Dio dei Nove passi" o il Dio dei Passi Numerosi, in quanto Bolon, che significa "nove" spesso usato come "molti". Talvolta indicato come K'u B'olon Yookte ', o B'olon Okte' K'uh, dove K'uhsignifica "divinit". Da altre parti chiamato Ah Bolon Yocte dei "Nove Sentieri", in particolare nei libri di Chilam Balam successivi allaconquista . Ulteriori traduzioni del nome sono "Dio dei nove Passaggi", e perfino "Albero dal Piede di Giaguaro", perch la parola Bolon o Balan (nove) stata utilizzato dai Maya come un gioco di parole per Balam (Giaguaro).

la posizione corretta dei Bolon Yokte sull'Albero della Vita

Insomma come lo traduciamo questo Bolon Yokte? Il diario propone di chiamarlo Nove Passi sull'Albero.

"I Nove passi sull'albero" sono associati ai tempi di transizione pericolosi, ai disordini sociali, alle eclissi e a calamit naturali come I terremoti. Si manifestano alla fine dei Baktuns. Hanno assistito alla nascita del Sole corrente e saranno presenti alla gestazione del prossimo. Usiamo il termine gestazione e parto consapevolmente.

Jenkins trov nelle iscrizioni maya costanti riferimenti alla fine del Lungo Conto come se fosse un evento di nascita, in cui il Sole rinascesse dal canale del parto della Grande Madre. I Maya sapevano dove era localizzato, nel cielo, questo canale. Avevano un glifo che lo rappresentava, il Hunab Ku. Hunab Ku era per i Maya la rappresentazione fisica del Creatore originario. I loro calendari e la loro cosmologia erano basati sulla sua

influenza e ubicazione. I Maya pensavano fosse di estrema importanza vito che il futuro dell'umanit dipendeva in ultima istanza da ci che accade l. Ma dove "li"? Parliamo del centro della nostra Galassia, la Via Lattea. Come i lettori del diario ricorderanno, al centro della galassia vi un gigantesco buco nero. Per i Maya questo punto rappresentava molte cose fra cui ... ...era il grembo materno che d costantemente vita a nuove stelle e ha dato origine al nostro Sole e al pianeta Terra, nonch agli altri pianeti nel nostro sistema solare... ... era anche la coscienza che ha organizzato tutta la materia a partire da un disco turbinante, in stelle, pianeti e sistemi solari.... ...era la porta d'accesso per altre galassie... ...era la rappresentazione del calendario solare, l'equilibrio delle forze, la perfezione, la coscienza universale, ma anche la porta per accedere ad altre dimensioni parallele. wikipedia Jenkins ha notato che il la fine di questo lungo conto coincide con l'allineamento con Hunab Ku, A suo parere sarebbe questa la porta dimensionale da cui fuoriescono gli Tzitzimitl o il Bolon-Yokte. Torniamo a quest'ultimo(i). Questa Entit stato vista alternativamente come come un dio collettivo o nove individui. In questo ricorda il termine Ebraico Ehloihim. Anche questi hanno diverse.... identit come dimostra questo passo commentato da Fenice:

gli Elohim dissero a Mos: Io sono colui che sar (EHIH .) Poi dissero: Dirai cos ai figli d'Israele (Ai sacerdoti, gli iniziati NdF): "EHIH mi ha mandato da voi". Gli Elohim dissero ancora a Mos: Dirai cos ai figli d'Israele (tutti gli altri NdF): "ADONAI, il Dio dei vostri padri, il Dio d'Abraamo, il Dio d'Isacco e il Dio di Giacobbe mi ha mandato da voi". Tale il mio nome in eterno; cos sar invocato di generazione in generazione.

[Ex 3:14]

Abbiamo accennato sopra ai libri di Chilam Balan. Quando furono scritti, i Maya avevano gi dimenticato il loro sapere originale, ma qualcosa era rimasto. Ecco un passo che parla del buio e del ritorno degli dei: "... Negli ultimi giorni di sventura, negli ultimi giorni che legano il fascio di tredici katuns nel 4 Ahau, allora la fine del Sole arriver ... io tramando a voi le parole dei veri di, per quando arriveranno. " (Tizimin p.16). L'interpretazione del monumento di Tonguero confermata: anche 500 anni fa i Maya si aspettavano che la fine del Calendario coincidesse con l'apparizioni di entit non

umane.Curioso come, molto pi recentemente , nel 2007, la "Madonna" dica la stessa cosa: Gli angeli del Signore staranno in mezzo a voi per guidarvi. messaggi di Anguera.

Ma il Chilam Balan ci riserva altre sorprese. Poco prima del passo precedente troviamo che: "I Nove sorgeranno nel dolore, ahim ... E quando sopra il mare scuro sar innalzato in un calice di fuoco, a quella generazione arriver il giorno di frutta appassita.[...] Il volto del sole si spegner a causa della grande tempesta .... alla fine il Baktun 13 verr veleggiando (?) .... E il Dio verr a visitare I suoi piccoli." (Tizimin p.15-16) Vi un Dio (singolare) ma contemporaneamente si parla di Nove entit. Chi sono questi Nove che sorgeranno? vi sono nove deit nel panteon dei Maya: erano chiamati i Signori del Tempo o Bolontiku. il Bolon Yokte e i Bolon Ti Ku sono due aspetti della stessa cosa. Il primo la visione dell'Uno sull'Albero, il secondo la sua rappresentazione individuale.

La piramide di Tikal ha nove gradoni o livelli.

La citt di Tikal, situata nella giungla remote del nord del Guatemala, era (ed ) la capitale sacra dei Bolontiku. Qui si trova una famosa piramide a nove Gradoni e un tempio per ognuno di loro:

i Bolontiku infatti sono cinque maschi e quattro femmine. Quattro coppie e un Solitario. Esattamente come le figure della Pesedjet di On.

L'ultima volta che camminavano con noi

l'enneade di Eliopoli, comparare con lo schema di sopra del Bolon Yokte

Pesedjet veniva tradotto dai Greci come Enneade, mentre On Eliopolinella stessa lingua. Eusebio (265-340 dC) , citando Manetone, un sacerdote Eliopolitano del terzo secolo prima di cristo, scrive che la storia egiziana comincia con il regno degli Dei dell'Enneade. 'Essi (gli Dei dell'enneade NdF) furono i primi a dominare l'Egitto. La regalit pass da uno all'altro (degli Dei dell'enneade) in successione ininterrotta ... attraverso 13.900anni ... dopo le Divinit, i Semidei regnarono per 1255 anni; Dopo di questi un'altra linea regale (di semidei NdF) detenne il dominio 1817 anni; Successivamente trenta re aggiuntivi (sempre semidei) , cheregnarono per 1790 anni, poi dieci re (ancora semidei NdF) per 350 anni. A loro seguirono coloro soggetti alla regola degli Spiriti dei Morti (umani NdF) ... per 5813 anni ... ' solo allora inizia il regno dei re mortali. Si tratta di un totale di 24.925 anni. A Diodoro, storico greco, fu detto nel 60 AC dai sacerdoti egiziani che 'in principio gli Dei governarono l'Egitto per un po' meno di 18.000 anni. L'ultimo degli di a regnare direttamente fu Horus, il figlio di Iside. ... i Mortali sono stati re del loro paese, si dice, per un meno di 5000 anni ..

Nomi e ruoli dell'Enneade, posizionati nel GiuSTO ordine.

Facciamo un poco di calcoli con i numeri di Eusebio: se nel terzo secolo Prima di cristo i Re umani regnavano gi da da 5.813 anni significa che l'Enneade inzi il suo regno intorno al 25.200 A.C. Con Diodoro abbiamo 23.000 anni prima del 60 AC e arriviamo solo al 22.940 AC. Quando inizia la storia dell'enneide? Con Eusebio arriviamo al 25.200 A.C. circa, con Diodoro al 22.940 AC. Questi calcoli sono chiaramente approssimati. Una data per fa da mediana alle precedenti ed il 23.908 AC. Per l'esattezza il 21 Dicembre 23.908 AC il Sole iniziava a sorgere nella costellazione dell'Acquario. Come di nuovo accadr durante il solstizio d'inverno 2012.

la data in cui l'enneade inizi a regnare sull'Egitto situata un intero giro precessionale prima di oggi

Ovvero in quel giorno sar passato esattamente un Grande anno platonico (25.920 anni) da quando gli "Dei" camminavano sulla terra.

il Mistero del Nove


Nove Dei egiziani e Nove mesoamericani, entrambi collegati alla fine del calendario: Nove la chiave. Nove collegato al ciclo precessionale. I "Numeri Precessionali" 77760, 25920, 2160, 72, 108, 216, 432, ... valgono tutti nove nella loro riduzione filosofica. La riduzione filosofica di un numero si fa sommandone tutti i componenti fino ad arrivare a una scala di riferimento (7+2= 9, 1+0+8=9, etc) . Diverse scale esistono: 78, 40, 22, 16, 13, 10, etc. Il ciclo precessionale ridotto a Nove nella scala pi importante quella primaria. Non occorre essere esoteristi per arrivarci. Cecil Balmondhascritto un intera analisi esclusivamente matematica sulla riduzione filosofica da luiribattezzata come Codice Sigma.
Object 2

Nella tradizione cristiana, ci sono nove cori di angeli attorno al trono di Dio: Serafini, Cherubini, Dominazioni, Troni; Principi, Potentati, Virt, Arcangeli e Angeli. Ma non sono stati i cristiani a concepire questa scala.

Ventiquattro secoli fa, Platone concep nove sfere intorno alla Terra, che erano le "sfere eteree" della luna, Mercurio, Venere, Sole, Marte, Giove e Saturno, quindi la sfera dello zodiaco e quella fissa oltre di esso. Neppure i greci l'avevano inventata.

Nel libro dell'uscire verso il Giorno (comunemente noto come il Libro dei Morti egiziano) sono descritte nove componenti dell'anima umana. Essi sono il khat, o corpo fisico; il ka, o doppio, che equivale al corpo eterico, il ba, o cuore- anima, equivalente al corpo astrale e simboleggiato da un uccello con una testa umana, l'Akh o Khu, (spiritoanima), che una BA divinizzata, il Sahu, o corpo spirituale che trasporta l' AKH; il khaibit, o ombra, loSekhem, o potere vitale, il ren o il nome; e l'Ab, o cuore. Gli Egiziani conoscevano la scala da vicino, ma l'avevano ereditata anche loro

Object 3

il numero nove universalmente associato con il mondo infero, il mondo celeste, stati alterati di coscienza. Il Nove il numero dell'Equilibrio. Nove la chiave del mistero.

La data?
Quando la Notte pi lunga avr il numero dei Gusci allora verr il Lungo Giorno [21.12.12 non fa nove, fa Undici, il numero dei Gusci NdC] Fenice Arriviamo alla data. Ma mano che ci avviciniamo si (stra)parla sempre di pi del famigerato 21.12.2012. quello il momento in cui l'Evento siverificher? La risposta di questo diario un chiaro: no. Invito tutti i lettori di tenere conto di quanto segue. l'Evento il culmine di un Processo. Sostenere, per esempio, che una persona raggiunge la maturit esattamente allo scoccare dei suoi 18 anni non ha senso. Trascurarne la maturit per 17 e 364 giorni non la migliore maniera digestire il processo. In particolare la preparazione qualcosa da non sottovalutare.

Essa richiede sia passi fisici e pratici che passi Spirituali ma Altrettanto pratici.
Ma allora che succede durante il solstizio del 2012? Naturalmente si conclude un Lungo Conto. Ma secondo i Maya esso il quinto Sole (Era di Oro dopo le 4 ere degli elementi) di un gruppo di 25.960 anni. Questo, secondo le informazioni in nostro possesso, il Terzo di un gruppo chiamato Era della Fenice. L'era della Fenice dura 77760 anni, ovvero tre grandi anni platonici di 25920. Un calendario, per essere tale, deve misurare qualcosa. Tipicamente un evento celeste come la rotazione della terra intorno al Sole. Cosa misura il Lungo Conto? Il diario suggerisce che misuri le "orbite" delle P-Brane. Un calendario del genere sarebbe strumento indispensabile per viaggiare fra le dimensioni. I maya avevano queste conoscenze astronomiche (e dimensionali). Esse non erano state concepite da loro, ma lascito dei viaggiatori dimensionali. Fin qui le culture mesoamericane. Ma che altre conferme abbiamo della data precisa? Nessuna. Tuttavia abbiamo degli indizi del tempo e del giorno. Magari al lettore sar capitato di notare il numero11:11 su un orologio digitale. Sperimentare una sorta di scarica elettrica al vederlo. Se gli capitato non il solo. Vi un intera letteratura su questa sincronicit. Secondo le informazioni in nostro possesso 11:11 un messaggio del "subconscio" che tenta di attirare la nostra attenzione sull'Evento. Lo chiamiamo cos per amore di comunicazione ma non condividiamo la definizione Freudiana. Quindi vi un orario: alle 11:11

Object 4

Abbiamo anche informazioni che riguardano il giorno della settimana: Il calvario dell'umanit comincer in un venerd. messaggi di Anguera. Dice la EME di anguera e aggiunge che ... Un venerd sar ricordato nella storia per sempre. messaggi di Anguera. Alcuni veggenti sono pi espliciti "I tre giorni di tenebre saranno di gioved, venerd e sabato...tre giorni meno una notte..."
XIX-XX secolo, messaggio a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia

I Maya misuravano questo movimento dalla posizione del Sole nel solstizio d' inverno, piuttosto che con l'equinozio di primavera.

Quando che il Solstizio di inverno cadr di nuovo di venerd alle 11:11? Abbiamo provato per circa 100 anni prima e dopo il 2012 e non abbiamo trovato nessun altro che rispondesse a queste caratteristiche. Non una prova deifinitiva, certo, ma una interessante coincidenza no? I. Genesi: Nulla accade per Caso Codice dell'Ordo Solis

Preparazione e consigli pratici


In breve le istruzioni sono: accendere il fuoco sacro (i cattolici parlano di candela benedetta). perch il fuoco sia sacro deve essere acceso con il "sole precedente" . Stabilire il cerchio di protezione (i cattolici parlano di chiudersi in casa) Pregare (o cantare le formule o mantra). Non dormire Non uscire dal cerchio e non fare entrare nessuno entro il cerchio. Non mangiare cibi aperti

queste semplici istruzioni sono sempre valide. vediamo un poco pi in dettaglio.

accendere il fuoco sacro


Il fuoco sacro fondamentale durante l'Evento. I cattolici lo hanno tradotto con "candela sacra" ma in origine il senso dell'operazione consisteva nel catturare l'ultimo raggio del Sole morente e con esso accendere un fuoco che bisognava custodire durante tutta la notte. i maya durante l'oscurit non spegnevano mai i loro fuochi Grand Elder Grandfather Cirilo Perez Oxlaj Con questo fuoco veniva acceso il Sole Nuovo.Questa operazione non semplicemente simbolica ma ha una serie di aspetti molto materiali e pratici che non posso elencare qui. Il punto centrale che l'operazione del Sole non pu essere eseguita da chiunque ma necessita di un "iniziato" per essere portata a termine con successo. Per questo le candele devono essere "benedette". Durante i tre giorni e le tre notti niente si accender, niente se non le candele benedette, e solo i bambini innocenti o le anime in stato di grazia sapranno accenderle. Padre Albert Sauvageau (m.1826) Nulla comunque proibisce di allenarsi a praticare la cerimonia e soprattutto di praticarla al Solstizio di Inverno. Non un caso che l'Evento accada durante il Solstizio di inverno, morte e resurrezione del sole. Alla fine del 13 ciclo baktun, secondo la mitologia Maya il Sole sar rinato Informarsi sulle cerimonie solstiziali:

Stabilire il cerchio di protezione (i cattolici parlano di chiudersi in casa)

Esempio di un cerchio di protezione

Il cerchio di protezione da sempre uno strumento usato per stabilire confini fra il "dentro" e il "fuori". Viene preparato usando materiali e simboli appositi e posto tutto intorno al luogo che si vuole proteggere. Tipicamente basta tracciarlo sul terreno. Un cerchio di protezione pu fungere anche da "cancello dimensionale" con altre realt quindi favorire

l'ingresso anzicch impedirlo. Se le frasi precedenti vi fanno pensare alla teurgia perch esattamente quella la branca che si occupa tradizionalmente del trattare con le EME.

Pregare (o cantare le formule o mantra)


Il mantra un suono specifico che serve a rimanere concentrati e/o a evocare un certo principio. Nel caso dell'Evento un Mantra utile per rimanere positivi e attaccati a principi luminosi e non farsi sopraffare dalla paura. Arriver un gigante che render pazzi molti uomini. messaggi di Anguera. stato constatato in diversi studi che un paziente schizofrenico, lasciato a se stesso dopo una fase acuta rientra nel mondo reale con una percezione accresciuta della realt. Nelle societ tradizionali sono costoro che successivamente divengono gli Sciamani. La percezione della realt materialistica sar distrutta durante l'evento. Coloro che sono totalmente identificati con una percezione materialistica della realt avranno difficolt ad accettare uno stadio di simil schizofrenia e si potranno trovare a ritirarsi per non pi tornare indietro. Il processo che avverr durante l'Evento chiamato in Psicanalisi Metanoia. Bisogner pregare e meditare e dovremo istituire dei turni: mentre qualcuno dorme altri dovranno rimanere svegli pregando e meditando, chi recitando il Padre Nostro e chi cantando i mantra della propria religione. Tuttavia questo non pu essere fatto "all'ultimo momento" . Di qui l'invito del Diario a trovare una sistemazione di vita nella quale dedicare pi tempo ed energie possibili alla propria spiritualit. O per dirla con le parole della EME che appare in Brasile: Io voglio condurvi ad un alto grado di santit. messaggi di Anguera.

Non dormire
dormire possibile se si riesce a praticare il sonno breve. In sostanza non bisogna sprofondare NEL SONNO PROFONDO. Vi sono tecniche specifiche.

Non uscire dal cerchio e non fare entrare nessuno entro il cerchio.
L'aria sar infestata da demoni che appariranno sotto ogni specie di orribili forme...
XIX secolo, profezia della Beata Anna

Maria Taigi, Siena

La pi grande tentazione che avremo sar dovuta al diavolo che imiter la voce dei nostri cari. Mi disse: Vi prego non prestategli ascolto perch quelli non sono i vostri cari; sono i demoni che cercano di attirarvi fuori di casa...
11 settembre 1987, resoconto scritto da Fra David

Lopez sulle rivelazioni della Madonna da lui ricevute a


Medjugorje

Non mangiare cibi aperti


Chi respira la polvere viene un crampo e muore. Tutte le acque aperte e tutti gli alimenti aperti che non sono sigillati in scatole saranno tossici Dopo 72 ore tutto finito. Alois Irlmeier

Conclusione

Cosa ci aspetta dopo?

In questo articolo abbiamo descritto come i Maya pensassero che l'entit Bolon Yokte K'u sarebbe discesa , presumibilmente da un'altra dimensione, sulla terra. Abbiamo sottolineato le somiglianze fra Bolon Yokte K'u, Blon Ti Ku e Enneade Eliopolitana. Di quest'ultima abbiamo presentato le testimonianze storiche del fatto che fossero fisicamente presenti a partire da 26.000 anni fa. Abbiamo fatto notare come queste entit siano tutte legate al Numero Nove, all'Albero della Vita nonch alla fine del calendario precessionale. Abbiamo fatto alcune riflessioni sulla data dell'Evento che a nostro parere collegato alla fine del Lungo Conto ma non per questo dipendente da esso. Abbiamo dato una serie di consigli pratici su come comportarsi durante l'Evento, sottolineando che solo con una adeguata preparazione sar possibile seguirli (mai provato a cantare un Mantra per otto ore di seguito?). Molte questioni rimangono aperte: che senso ha tutto questo? moriremo tutti? la fine del mondo? e... soprattutto cosa succede dopo??? a queste domande proveremo a rispondere nel prossimo articolo, il penultimo di questo blog.

PS non bisognerebbe sottovalutare i corvi, Nemo

Ti potrebbero anche interessare:


Cosa dicono "loro": Profezie della "Madonna" di Anguera DO NOT feed the Troll Evento e 2012: conferme da testimone militare
LinkWithin

evocato da corvo alle

Object 5

Tags: Cabala, TeoriaM

Share
Object 6

Login

Commenti (86)
Ordina per: Data Valutazione Ultima Attivit

0 jaden815 82 settimane fa Davvero un articolo illuminante. Si vede un grande sforzo in questo lavoro e immagino quanto sia complicato mettere in luce quanto tutte queste informazioni siano straordinariamente coerenti (vedi il discorso delle 11:11, per dirne uno). Anche il vedere una connessione con le culture mesoamericane sotto questi aspetti non cosa da poco: in genere ci sono un sacco di 'sentito dire' e poca sostanza. Personalmente ritengo che in molti stiano sentendo l'avvicinarsi dell'Evento: quanti saranno pronti ad accettarla? Quanti agiranno e quanti stanno gi provando a dimenticare tutto secondo il paradigma 'occhio non vede, cuore non duole'? Questo forse l'aspetto pi terrificante dell'Evento.

Segnala

Rispondi

-2 lowprofile 82 settimane fa anche il 666 fa nove... e comunque il nove chiamato anche il numero di Adamo indica l'uomo evoluto cioe' che ha fatto il passo evolutivo.. cmq condivido il cercare le risposte nei miti!! un abbraccio.

Segnala

Rispondi
+3 Nick 82 settimane fa Forse ho capito male ma come si fa a parlare di un orario (le 11 e 11) quando sulla terra ci saran orari tutti diversi?

Segnala

Rispondi
10 risposta attivo 82 settimane fa -4 Fabrizio 82 settimane fa mi capita spesso di vedere l'ora uguale ai minuti, tipo 17:17 o 23:23, ma 11:11 con la scossa non ricordo. Su cassiopaea.org si legge dell'arrivo dell'onda cavalcata da entit aliene che pare vogliano sfruttare questo momento particolare. Il 21-12-12 pu anche essere inteso come data precisa. Nel solstizio di inverno avvenivano i riti di iniziazione, era il girono dell'anno pi propizio, poich i raggi solari sono pi bassi quelli spirituali aumentano e dunque si pu sfruttare questa onda di spiritualit. Io ho avuto un risveglio il giorno di Natale, durato per solo un giorno. Sapevo che era difficile il risveglio, ma non che era difficile restare svegli, ora ha un senso l'ammonimento di Ges agli apostoli.

Segnala

Rispondi
-3 Fabrizio 82 settimane fa Ho anche la mania di tenerer le porte chiuse quando dormo una specie di cerchio magico per tenere fuori cose sgradevoli dell'inconscio, ma sono cose che vanno conosciute e superate. Alla gente comune, nei giorni di buio, far bene stare in casa nel cerchio magico. Ma a qualcuno toccher confrontarsi e affrontare questi demoni, poich stando a ci che dice il Bhudda, Gli Dei, (come i demoni), sono illusioni che vanno superate e sottomesse.

Segnala

Rispondi
-2 Markus 82 settimane fa Prima una richiesta di chiarimenti: ma il buio derivato dal pulvoscolo di polvere innalzatosi a seguito dell'impatto del meteorite oppure per qualche sorta di interazione gravitoni-fotoni?? Un po di critiche alle metodologie da applicarsi: il cerchio di candele funziona su un piano laterale ai fini di "protezione", nel senso che non una cappa... intendevi forse l'effetto placebo derivante dalla presenza della luce? E' forse da intendersi che durante l'interazione tre le P-brane il raggio di azione fotonica estremamente limitato e per questo motivo la luce scompare sulle lunghe distanze? continua Saluti Markus

Segnala

Rispondi
1 risposta attivo meno di un minuto fa -3 Markus 82 settimane fa Si diceva che tutto ci sarebbe comunque successivo alla presunta "invasione russa" del centro europa... ma non credi che comunque, a seguito di tale evento e a maggior ragione delle ragioni di collasso sistemico interno che tale evento ha richiesto gi non ci troveremmo in una situazione totalmente destabilizzata dal punto di vista socio-economico che sar alquanto difficile anche pensare di poter mettere in pratica tali accorgimenti (fermo restando l'essersi organizzati da qualche parte in una resilient community lontano dagli eventi bellici). Inoltre, visto che il collasso sistemico precedente a tale evento porter per forza di cose ad uno sfaldamento del sistema di trasmissione dei beni primari, sar effettivamente molto difficile non solo trovare un posto sicuro ma anche cibo e candele (?!)... continua Markus

Segnala

Rispondi
2 risposta attivo 82 settimane fa -1 Markus 82 settimane fa andiamo avanti... un evento di tale portata credo che porterebbe nell'immediato un autentico collasso psicotico di gruppo dal quale solo una sparuta quantit di persone riusciranno a sopravvivere - effettivamente citi la metanoia di Junghiana memoria. Mi vengono in mente gli esperimenti di Aldous Huxley e qui potrei avanzare una ipotesi... ma non che i presunti demoni durante i tre giorni di buio non sarebbero altro che proiezioni mentali dovuti all'alterazione fisica dello status quo biofisico neurotico del cervello per effetto dell'interazione tra le P-brane???? Markus

Segnala

Rispondi
1 risposta attivo 82 settimane fa

-3 Markus 82 settimane fa In tale caso crollerebbe l'intero castello teorico legato al concetto di EME. Le EME effetivamente non sussistono ma sono percepite come reali a causa di uno stravolgimento delle funzionalit della mente. Effettivamente, l'uso di sostanze psicotrope pu avere come effetti collaterali l'immaginazione e/o percezione di "cose" che nella realt non esistono. E' un dato di fatto che anche se fosse vero la presunta ciclicit cosmica che porterebbe all'interazione tra P-brane, non detto che esso debba essere collegato all'esistenza di cosidette EME. Nel senso che i due fatti non sono linearmente connessi tra di loro e che plausibile che uno non abbaia bisogno dell'altro.

Segnala

Rispondi
1 risposta attivo 82 settimane fa -3 Markus 82 settimane fa premessa, scrivo tanti post separti perch il programma mi impedisce di scrivere oltre un certo numero di righe. Tornando a noi, Corvo, non ho capito bene se tu vivi in Sicilia oppure in Germania. Nel secondo caso, non credi che - in base alle tue teorie - tu stia vivendo in un posto non molto sicuro per quanto potrebbe accadere a sentire le svariate timelines possibili?? Detto questo e chiudo... credo fermamente che nel caso ci che dici si avverrasse (l'evento e il prequel ad esso), non credo che l'umanit abbia alcuna chance di sopravvivere. Potrebbe farcela qualche sparuta community ma forse anche esse crollerebbero nel volgere di poche settimane. Ho come l'impressione che ci che ci aspetta dopo sar qualche sorta di teoria Juche esoterica messa in pratica con il metodo enforced, ma non so come verr presa. saluti Markus

Segnala

Rispondi
3 risposta attivo 82 settimane fa +1 indopama49p 82 settimane fa Markus, il problema a mio avviso e' di semplice soluzione, basta solo cercare di capire cosa e' la realta'. tutto cio' che chiamiamo realta' non sono altro che pensieri, solo pensieri generati da noi stessi, noi generiamo ma anche siamo i nostri pensieri. PENSO di vedere PENSO di sentire PENSO di toccare.... ecc. sono io osservatore che ho la percezione, questa non mi arriva da fuori anche la la percezione che arriva dal "corpo" si puo' smontare facilmente con qualche piccolo esempio. noi pensiamo di essere il nostro corpo solo perche' sul nostro corpo abbiamo piu' potere di controllo (per esempio di movimento), non pensiamo di essere una mela perche' sulla mela abbiamo quasi nessun potere di controllo. in realta' non si puo' definire cosa sia il nostro corpo, dove comincia e dove finisce poiche' sempre nuovi componenti (cibo e acqua) arrivano dall'esterno e sempre vecchie parti (cellule morte, ecc) se ne vanno fuori. quando mangio una mela (ma anche bevo un bicchier d'acqua) io non penso di essere quella mela, eppure poi le parti di

quella mela diventano il mio corpo. cosa le ha fatte diventare parte di me? o lo erano gia' prima? quando la mela diventa me? a questo bisogna saper rispondere se si pretende di credere di avere un corpo. in realta' io sono (creo) tutto cio' che c'e' ma ho la capacita' di controllo solo su una parte di questa creazione. questo e' il punto fondamentale, ognuno di noi e' Dio nel suo insieme (uno) con la specializzazione di creatori del nostro piccolo intorno e ognuno di noi vive l'illusione di non far parte dell'uno. questo gia' dovrebbe far sparire in noi la paura della morte poiche', creando noi stessi la vita, questa (incluso l'asteroide) ha bisogno di noi per vivere. quindi non si muore ma si evolve, il come lo decidiamo noi tra la varieta' di scelte che la vita (l'uno) ci porge. una vale l'altra, dipende da ognuno di noi cosa ama fare e la guida alla creazione di una vita piuttosto che un'altra e' proprio l'amore. l'amore guida alla creazione dei pensieri che, essendo appunto pensieri, hanno una capacita' di mutazione spaventosa, in un attimo tutto puo' cambiare, basta solo capire come funzionano i pensieri.

Segnala

Rispondi
3 risposta attivo 82 settimane fa -4 Jerry 82 settimane fa E'un bel problema. Ma come pensate di spiegare queste cose,che evidentemente non sono ne di facile comprensione ne tantomeno di facile accettazione, ai vostri cari,parenti o amici che siano? Perch chiaro che se dopo aver sentito tutto ci che Corvo ha da dire si decide di crederci,per istinto o perch nei prossimi tempi noi si sar testimoni diretti o indiretti di grossi eventi anticipatori(crolli sistemici o eventi paranormali)come potremo restare in silenzio? Io che faccio parte di una famiglia molto numerosa e molto cattolica a cui sono legatissimo non so letteralmente da che parte potrei iniziare a fare una cosa del genere. Come si pu dire a delle persone(che per tutta la vita hanno creduto fermamente in certe cose) che nelle ore decisive utile recitare il Padre Nostro dopo che a queste hai parlato di Enneade,mondi cabalistici e alberi della vita? Me lo sono chiesto tante volte in questi mesi e sono giunto alla conclusione che senza appunto un qualche grosso evento paranormale anticipatore che faccia da apripista non avrei la benchminima speranza di aprire ai miei cari queste cose senza passare per un totale imbenzinato. Cosa che mi metterebbe decisamente in difficolt. Questo anche uno dei motivi che mi ha spinto a domandare a Corvo nel post precedente se lui fosse un corvo solitario o ce ne fossero altri come lui impegnati a diffondere queste cose,sapere che non solo un solitario che ha deciso di venire allo scoperto darebbe un minimo di conforto(e coraggio). Per ora ho deciso che non far nulla,non senza qualche decisa conferma di ci che Corvo ha esposto(con generosit) in questo spazio. Jerry

Segnala

Rispondi
1 risposta attivo meno di un minuto fa -1 Corvo78p 82 settimane fa beh Jerry, la EME di Anguera dice che Il grande segno sar visto da tutti. Una grande croce illuminer il cielo e tutti gli occhi vedranno. Sar una grande

occasione per tutti di pentirsi e ritornare al Dio di salvezza e di pace. Magari aiuter i tuoi parenti. Io credo che fino all'ultimo secondo vi saranno spiegazioni alternative molto pi comode da affrontare. Anche se succedesse un evento stravolgente potrebbe essere valida la teoria di Markus che siamo in uno stadio di follia di massa. Come si fa a parlare con la gente? Soprattutto con quelli che ami? Nessuno profeta in patria. e su questi temi ognuno deve prendere la responsabilit del suo destino. A meno che essa non vi sia stata affidata: per esempio nel caso dei bambini. Intravedo anche una sorta di trappola di auto assolvimento in questo ragionamento. "Siccome non posso convincere la Zia Peppina non posso fare nulla" Credo che il convincimento si ottenga con i fatti non con le parole. Se volete aiutare la Zia peppina aiutate in primis voi stessi. trova un posto sereno per il prossimo periodo, pratica una via spirituale, mantieni il corpo e la mente sana. Affronta la paura oggi, perch allora sar troppo tardi. magari la zia Peppina vedendoti dir: "lo voglio fare anche io".

Segnala

Rispondi
-3 Fra 82 settimane fa non avete idea di quante e quante volte mi capitato di vedere l'11:11 in quest'ultimo anno... pi precisamente la cosa iniziata verso la fine del marzo 2009 e perdura tutt'ora... la cosa incredibile che non c' niente di casuale in tutto questo... lo capito dopo un po' di tempo... c' un qualche motivo fisico per il quale il mio cervello si accorge che quel determinato momento sono le 11:11... ...la stessa cosa mi succede da quel periodo con altre combinazioni di numeri... tanto per citarne qualcuna: 22:22 14:44 21:21 ...sicuramente su tutti distinguo nettamente la ricorrenza e l'importanza di numeri come l'11, il 21, il 144 o 1444 (mi si ripresenta abbastanza spesso)... e tutti i numeri maestri come 22, 33, 44, 55 (oltre all'11)... ...vi assicuro che non avevo letto niente sul tema prima che iniziasse a manifestarsi in me questo fenomeno... la cosa curiosa che lo scorso anno la comparsa dell'11:11 stata accompagnata in alcuni giorni di aprile da altri fenomeni incredibili che mi hanno lasciato molto sorpreso... ci mi aveva dato ancor pi conferma del fatto che non sia una casualit vedere continuamente queste combinazioni particolari... non pu essere frutto del caso questa cosa... sento che c' una spiegazione fisica in tutto questo... il mio cervello non pu essere cos fortunato nell'azzeccare cos tante volte gli stessi numeri per un lungo periodo di tempo...

Segnala

Rispondi
1 risposta attivo meno di un minuto fa -3 Markus 82 settimane fa

Sulle conseguenze del mancato sonno. 72 ore senza sonno possono essere alquanto pericolose. Esperienza diretta mi ha fatto essere in presenza di un collasso psicotico temporaneo diagnosticato ad una persona che era stato ben 7 giorni con una media di 2 ore di sonno a notte e contemporanea assunzione di sostanze psicotrope sintetiche. A distanza di mesi il giovane ancora non si era ripreso. Tentare di stare svegli oltre le 36 ore diventa alquanto difficile. Per esperienza personale oltre le 36 ore vi sono allucinazioni autoindotte, ci significa che -secondo le teorie corvidi - solo una adeguata preparazione e adeguato supporto pu eventualmente funzionare.

Segnala

Rispondi
-3 Markus 82 settimane fa Ipotesi sull'importanza della necessit di non dormire. In base ad alcuni articoli scritti in precedenza dal corvo (sulla ghiandola pineale ecc.), plausibile che durante l'interazione tra P-brane, gli effetti fisici della modifica di alcune leggi fondamentali (vedasi interazione fotoni-gravitoni) vada ad interagire con le funzioni di base del cervello stesso. Con questo, si pu affermare che nel caso si sprofondi nel sonno profondo, la naturale conseguenza potrebbe essere una successiva catatonia e coma indotto e nel caso di risveglio da parte di terzi all'inizio del "sonno pesante" lo scatenarsi di una schizofrenia acuta e/o collasso psicotico temporaneo. In tale eventualit, verrebbe messo a rischio l'incolumit della gente circostante...

Segnala

Rispondi
1 risposta attivo meno di un minuto fa -2 Markus 82 settimane fa Il rischio implicito dall'induzione di un collasso psicotico temporaneo, dettato sia dalla mancanza di sonno pregresso che dall'interazione delle P-brane, pu essere un problema di particolare ed emotivamente parlando suscettibilit. Ci per via del fatto che presumendo che durante i tre giorni di buio si siano aggregati uno stretto nucleo di persone con legami affettivi tra loro, nel malaugurato caso che un membro del gruppo si addormentasse oltre il livello di sonno leggero, l'eventuale risveglio indotto potrebbe essere "pericoloso" per il resto del gruppo. Il che ci porta nel campo del cinismo emozionale, lasciarlo continuare a dormire potrebbe causare catatonia, risvegliarlo scompiglio e violenza. E' stato valutata tale eventualit e senza menzionare le inevitabili conseguenze a livello di tenuta del gruppo stesso durante le 72 ore...

Segnala

Rispondi
1 risposta attivo 81 settimane fa -3 Markus 82 settimane fa Detto tutto ci, ovvio che chiunque prenda seriamente in considerazione tale eventualit corvide, deve entrare nell'ordine delle idee che solo una profonda preparazione spirituale e fisica di tutto il gruppo pu ottenere successo. Ci di per se significa abbandonare gi da ora l'attuale vita che si conduce in quanto possiamo tranquillamente dire che gi tardi per chiunque non abbia di per se una solida base di partenza psico-fisica. Organizzarla ora come avventurarsi nella scalata

del K2 con un gruppo di amici del bar (metafora ironica), non v' nessuna possibilit di riuscita se non nel caso che il bar non fosse un club di alpinisti di certa esperienza.

Segnala

Rispondi
1 risposta attivo meno di un minuto fa -4 Markus 82 settimane fa Il corvo alla fine ci ha posto di fronte ad una scelta che una non-scelta, nel senso che affinch si possa avere un minimo di sopravvivenza bisognerebbe accettare in modo dogmatico ci che viene predetto. Fare una scelta di fede e questo mi porta in un altro campo di valenza etica. Per quale motivo bisognerebbe fare una atto di fede nei confronti di una teoria spirituale "nuovissima" e non avvalerci di teorie spirituali "consolidate" quali una delle tante religioni "storiche". E' ovvio che sarebbe alquanto pi lineare lasciare tutto e -diciamo- trasferirsi in un eremo di frati lontano da tutti e tutto...

Segnala

Rispondi
1 risposta attivo meno di un minuto fa -4 Markus 82 settimane fa Il corvo ha una sua tattica e strategia, presumo che si stia trasferendo in una piccola localit abbarbicata tra le montagne del Canada abbastanza lontano dal confine statunitense (ho indovinato?) armi e bagagli, presumibilmente con altre persone gi edotte a tale plausibile ed affascinante teoria e certamente con una adeguata preparazione temporale e finanziaria. Ci, per la maggior parte dei lettori del blog pu essere assolutamente una strada non percorribile. Per fattori oggettivi e di tempo. Una resilient community non si improvvisa e l'eventuale collasso sistemico alle porte troppo vicino nel tempo. Ci sono solo piani B di scarso valore come opzioni e pi che altro solo per contrastare l'eventuale collasso sistemico socioeconomico...

Segnala

Rispondi
1 risposta attivo meno di un minuto fa -4 Markus 82 settimane fa Il corvo non deve convincere nessuno. I fatti sono che gli eventuali tre giorni di buio sono solo l'evento finale, ma con ogni probabilit non tutti riusciranno ad arrivarci sereni a causa dell'ineluttabile decorso degli eventi che potrebbero abbattersi su di noi e sul quale abbiamo quasi nessuna incidenza per quanto possano essere potenti le nostre singole leve di potere a livello della societ. Afferma Dmitri Orlov che l'alternativa a questo precipitare degli eventi "non fare nulla" ovvero organizzarsi al di fuori della societ organizzata. Ci pi che altro per istinto di autoconservazione. Altri dicono che la consapevolezza dell'essere arrivati alla fine non la si percepisce se non quando la fine l'abbiamo dietro le spalle. Pu anche darsi che ci sia un sussulto collettivo ma non darei molta speranza a tale evento in quanto - per fare una citazione - il sonno della ragione genera mostri, e la nostra societ il mostro che abbiamo creato durante il sonno...

Segnala

Rispondi
-3 Markus 82 settimane fa Infine, per concludere. Cinicamente penso che tutto quanto ci che il corvo ha evocato rappresenta in ultima analisi la teorica ultima goccia. Non vorrei che per enfatizzare quest'ultima fantomatica goccia si perdesse di vista tutto ci che la precede e che - a mio modesto avviso - pu essere ben pi pericoloso e destabilizzante anche se forse quello che potrebbe dare uno scossone alla nostra morente societ (nel senso etico della parola) e magari dare impulso a qualcosa che punti oltre il breve termine. Saluti Markus

Segnala

Rispondi
+2 pretino 82 settimane fa quindi Ennio Doris si era gi portato avanti col lavoro ?

Segnala

Rispondi
-3 Fabrizio 81 settimane fa "Perch si verifichi una simile degenerazione occorrono determinate condizioni, necessario la concentrazione di masse urbane industrializzate, e quindi occupate in una attivit univoca, recise dalle loro radici, che abbiano perduto ogni sano istinto, persino quello dell'autoconservazione.... una volta distaccato dalle radici nutritive dei propri istinti, l'uomo diviene un fantoccio in balia di tutti i venti, allora non null'altro che un animale malato, demoralizzato e degenerato, e pu ritrovare la salute solo tramite una catastrofe" C.G. Jung 10**

Segnala

Rispondi
+1 indopama49p 81 settimane fa Corvo, queste sono le parole di un amico che apprezza quello che fai.

va tutto bene in quello che hai scritto, c'e' solo una cosa da puntualizzare: tutto la vita e' solo dentro di noi ed e' fatta unicamente di pensieri, noi siamo dio. non c'e' niente da cui scappare perche' tutto e' creato da noi, non puo' morire chi crea la vita, quindi niente paura. godi il momento perche' e' magico, semplicemente seguendo il cuore, non ci sono limiti, non ci sono regole. i limiti e le regole sono anch'essi creati e possono cambiare in un istante. ogni posto che sceglierai andra' bene poiche' sara' sempre solo dentro di te, creato da te perche' tu sei dio. e' un viaggio principalmente solitario, la compagnia verra' dopo, quando la consapevolezza arrivera' al livello necessario per fare il salto, a questo livello bisogna aver gia' sperimentato da un po' le capacita' di creazione di "essere dio". non e' piu' la vita comune, e' tutta un'altra cosa, lo so per certo... a questo livello non esiste la paura, semplicemente si crea guidati dall'amore, non esiste guerriero poiche' non esiste lotta. a questo punto vai e scopri chi sei... senza limiti buona fortuna.

Segnala

Rispondi