Sei sulla pagina 1di 34

18/01/2008

La creazione del modello geometrico

I SISTEMI DI MODELLAZIONE

Raster o Vettoriale
grafica Raster
Sistemi per la creazione e lelaborazione delle immagini PhotoShop h Sh PaintShop

grafica Vettoriale
Sistemi per il disegno e la modellazione Modellatori per linee d ll i li Modellatori Wire-Frame Modellatori per Superfici Modellatori Solidi
Prof. Maurizio Muzzupappa

18/01/2008

Raster o Vettoriale
raster
0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0

vettoriale

(x ( 2, y2)

(x ( 1, y1)
Una linea definita da i suoi estremi e da unequazione Muzzupappa Prof. Maurizio

Una linea definita mediante una sequenza di pixel

Raster o Vettoriale
raster vettoriale

Una cubo definito mediante un insieme di pixel

Un cubo definito da punti, linee e superfici


Prof. Maurizio Muzzupappa

18/01/2008

Disegnare o Modellare?

disegno

Sistemi Si t i PAINT Modellatori per linee Modellatori Wire-Frame

Modellatori per Superfici Modellatori Solidi

modellazione

Prof. Maurizio Muzzupappa

Disegnare o Modellare?

disegno

modellazione

Modellatori per linee Modellatori Wire-Frame Modellatori per Superfici Modellatori Solidi Modellatori Feature Based

Prof. Maurizio Muzzupappa

18/01/2008

Sistemi CAD 2D
I primi ad apparire nel mondo della grafica computerizzata. Sono sistemi ancora oggi presenti sul mercato. Il sistema CAD 2D per eccellenza AutoCAD! Ripropongono la metafora del tecnigrafo p p g f g f

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellatori per linee


Le principali funzionalit sono
produzione e modifica di disegni, strutturazione, gestione delle parti ricorrenti, interrogazione del disegno, automatizzazione di attivit ripetitive, p personalizzazione dell'ambiente gestione informatizzata degli archivi.

Prof. Maurizio Muzzupappa

18/01/2008

Le primitive grafiche 2D

I sistemi per il disegno 2D offrono sia degli strumenti per il disegno di elementi grafici elementari che strumenti pi potenti che consentono al disegnatore di realizzare con rapidit elementi grafici pi complessi.

Prof. Maurizio Muzzupappa

Le primitive grafiche 2D

Rhinoceros 3.0 Autocad 2000


Prof. Maurizio Muzzupappa

18/01/2008

Le primitive grafiche 2D

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modalit di inserimento dati


Mediante tastiera

(x4, y4)

(x3, y3)

(x1, y1)

(x2, y2)
Prof. Maurizio Muzzupappa

18/01/2008

Modalit di inserimento dati


Mediante tastiera

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modalit di inserimento dati


Mediante MOUSE Aiuti per il disegno: GRID e SNAP

Prof. Maurizio Muzzupappa

18/01/2008

Modalit di inserimento dati


Mediante MOUSE Aiuti per il disegno: Object SNAP

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modalit di inserimento dati

Le di erse tecniche (grafiche e n meriche) hanno i diverse numeriche) loro pro e contro che le rendono pi o meno adatte a seconda dei casi; per questo motivo la maggior parte dei sistemi CAD permettono di passare agevolmente da una modalit di lavoro allaltra. Loperazione fondamentale che un sistema grafico deve permettere la definizione di un punto all'interno del sistema di coordinate.
Prof. Maurizio Muzzupappa

18/01/2008

La strutturazione del disegno: i layer

Il disegno al computer cessa di essere un insieme uniforme di entit grafiche e diviene una struttura complessa di aggregazioni di entit arricchite di attributi relativi a materiali, note di lavorazione, costi, ecc.
Prof. Maurizio Muzzupappa

La strutturazione del disegno: i layer

LAYER 1

LAYER 2

LAYER 3

Prof. Maurizio Muzzupappa

18/01/2008

Variazioni parametriche
La parametrizzazione di forme standard un utile strumento che permette allutente, mediante la definizione di alcuni parametri base, di generare automaticamente istanze di un oggetto.
6 38 M8 8 42 2

f 15

vite UNI 6107


Prof. Maurizio Muzzupappa

Variazioni parametriche

Prof. Maurizio Muzzupappa

10

18/01/2008

Automatizzazione delle attivit ripetitive

Prof. Maurizio Muzzupappa

Personalizzazione dellambiente

Prof. Maurizio Muzzupappa

11

18/01/2008

Potenzialit e limiti di un sistema 2D


Un modello 2D consistente in un insieme di linee bidimensionali un tipo di rappresentazione particolarmente astratto, e ci allo stesso tempo la sua forza e la sua debolezza. Lo svantaggio principale di una rappresentazione cos economica e astratta che l'osservatore deve "immaginarsi" molte delle informazioni, interpretando le forme geometriche come proiezioni bidimensionali di oggetti tridimensionali, e le linee come confini di solidi e di superfici.
Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellatori 3D wire-frame
La rappresentazione a filo di ferro descrive loggetto solamente attraverso i suoi spigoli e i suoi i vertici e l i i li i i i assume laspetto di un oggetto costituito da fili

Prof. Maurizio Muzzupappa

12

18/01/2008

Modellatori 3D wire-frame
La rappresentazione a filo di ferro descrive loggetto solamente attraverso i suoi spigoli e i suoi i vertici e l i i li i i i assume laspetto di un oggetto costituito da fili

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellatori 3D wire-frame
Le tecniche che permettono di definire la posizione di punti e linee in un sistema di coordinate cartesiane tridimensionali sono una semplice estensione, di quelle impiegate nei sistemi bi-dimensionali.

I PIANI DI COSTRUZIONE
Prof. Maurizio Muzzupappa

13

18/01/2008

I piani di costruzione

I PIANI DI COSTRUZIONE
Prof. Maurizio Muzzupappa

I piani di costruzione

y x x Si modella su pi piani per ricostruire la forma tridimensionale

Prof. Maurizio Muzzupappa

14

18/01/2008

I piani di costruzione

Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione solida
Nel disegno, traduciamo la realt 3D che ci circonda in una rappresentazione 2D (effettuando cio una proiezione sul piano) dovuta principalmente agli strumenti utilizzati (carta e matita). La modellazione tridimensionale ci permette di rappresentare direttamente in 3D ci che vediamo o immaginiamo lasciando al sistema (il computer) il compito di rappresentarlo sul monitor in maniera pi o meno realistica.

I sistemi CAD 3D ripropongono la metafora delle lavorazioni meccaniche


Prof. Maurizio Muzzupappa

15

18/01/2008

La Modellazione solida

2D

3D
Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione solida

I sistemi di modellazione solida prevedono i i d ll i lid d generalmente un insieme di solidi elementari, le primitive 3D, che consentono di modellare molti oggetti in modo semplice ed efficace
Prof. Maurizio Muzzupappa

16

18/01/2008

La Modellazione solida

B A

Gli Operatori Booleani

AUB

AB

A-B
Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione solida

Prof. Maurizio Muzzupappa

17

18/01/2008

Modellatori per superfici

Trattare modelli che fanno riferimento a modelli matematici derivati da problemi di simulazione fluidodinanica o tecnologica (stampi ecc.); Esigenze puramente estetiche (design industriale).
Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellatori per superfici

I sistemi di modellazione 3D utilizzano potenti strumenti per la creazione di curve e superfici pi o meno complesse. Questi strumenti sono costituiti principalmente da sei tipi di operazioni indicate comunemente come estrusione, rivoluzione, sweeping, blending, skinning e tweaking.

Prof. Maurizio Muzzupappa

18

18/01/2008

Modellazione mediante profilo e traiettoria

profilo

Sweeping

traiettoria

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellazione mediante profilo e traiettoria

Estrusione

Prof. Maurizio Muzzupappa

19

18/01/2008

Modellazione mediante profilo e traiettoria

Rivoluzione

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellazione mediante profilo e traiettoria

1 rail

profilo

Sweeping bibi-rail
2 rail

Prof. Maurizio Muzzupappa

20

18/01/2008

Modellazione mediante pi profili

Blend Loft

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellazione mediante patch

Skinning

Prof. Maurizio Muzzupappa

21

18/01/2008

La Modellazione solida
Nei moderni sistemi di modellazione 3D sono integrate tutte le tecniche fin qui descritte: i t t t tt l t i h fi id itt uso dei layer uso di primitive 2D piani di costruzione tecniche di modellazione di superfici modellazione con primitive solide ed operatori booleani
Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione solida

uso dei layer

Prof. Maurizio Muzzupappa

22

18/01/2008

La Modellazione solida

Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione solida

Prof. Maurizio Muzzupappa

23

18/01/2008

La Modellazione solida
uso dei piani di costruzione p

Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione solida
uso di curve e superfici per la creazione di solidi complessi

Prof. Maurizio Muzzupappa

24

18/01/2008

Modellazione mediante modifica

Il disegno mediante computer ripropone la metafora del tecnigrafo elettronico. La modellazione ripropone la metafora delle lavorazioni meccaniche (unione = saldatura o giunzione; sottrazione = asportazione di materiale). t i l ) Esiste un altro modo di modellare che ripropone la metafora dello scultore.
Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellazione mediante modifica

La modellazione 3D per deformazione invece tipicamente legata ad ambienti non tecnici (videogiochi, animazioni computerizzate, cinema, ecc.) E il tipico approccio dellartista che plasma la materia: si sa d d t i i da dove si parte e si h solo una vaga i t i ha l idea di quale sar il risultato finale.

Prof. Maurizio Muzzupappa

25

18/01/2008

Modellazione mediante modifica

Tweaking trascinamento

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellazione mediante modifica

Shear - scorrimento

Prof. Maurizio Muzzupappa

26

18/01/2008

Modellazione mediante modifica

BendBend-piegatura

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellazione mediante modifica

Twist - torsione

Prof. Maurizio Muzzupappa

27

18/01/2008

Modellazione mediante modifica

Taper - rastrematura

Prof. Maurizio Muzzupappa

Modellazione feature based

La modellazione feature based rivolta allingegnere meccanico. In questo caso, la modellazione, non soltanto crea una geometria, ma definisce anche il processo di lavorazione.

Prof. Maurizio Muzzupappa

28

18/01/2008

La Modellazione feature based

FEATURE = caratteristica di forma Relazione tra una figura geometrica ed il suo significato ingegneristico

Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione feature based

grezzo i i i l iniziale (dimensioni iniziali)

Cava ( i i C (posizione, profondit, f di raggio della fresa)

foro passante (posizione, f t ( i i diametro della punta)

Prof. Maurizio Muzzupappa

29

18/01/2008

Modellazione feature based

La modellazione feature based privilegia un approccio alla modellazione di tipo bottom-up: si parte dal particolare per arrivare al complessivo. Questo approccio privilegia una progettazione funzionale, lasciando poco spazio alla ricerca formale. f l E il tipico approccio ingegneristico!

Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione feature based

Fasi della costruzione di un solido parametrico: Schizzo del profilo (sketch) Aggiunta di vincoli dimensionali (Variazione del profilo) Creazione del solido

Prof. Maurizio Muzzupappa

30

18/01/2008

La Modellazione feature based

R R

D1 D2 D2 D1

Cognitive features
Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione con primitive particolari

Esistono, infine, Esistono infine sistemi di modellazione progettati per specifici campi applicativi. Questi forniscono primitive solide molto particolari facilitando la progettazione limitatamente ad un settore ma rendendoli praticamente inutilizzabili per altri contesti applicativi. lt i t ti li ti i

Prof. Maurizio Muzzupappa

31

18/01/2008

La Modellazione con primitive particolari


ArchitecturalArchitectural-Civil Engineering- Construction Engineering-

Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione con primitive particolari

primitive dedicate

Wood Design

componenti standard
Prof. Maurizio Muzzupappa

32

18/01/2008

La Modellazione con primitive particolari

Landscaping

Prof. Maurizio Muzzupappa

La Modellazione con primitive particolari

Human Design

Prof. Maurizio Muzzupappa

33

18/01/2008

Esempi di modellazione

AutoCAD Rhinoceros LigthWave Pro/Engineer

Prof. Maurizio Muzzupappa

34