Sei sulla pagina 1di 5

DOMANDE PRESE DAGLI ESAMI DI ANATOMIA UMANA DEI PROF. DE CARO, PROF GALLI, PROF.SSA ANDREIS, PROF.

SSA REBUFFAT, PROF. NUSSDORFER


Fossa infratemporale: limiti, contenuto e comunicazioni - Struttura di una vena propulsiva - fossa cranica anteriore: limiti comunicazione e fori - descrivi il legamento nucale - descrivi il legamento trasverso dell'atlante - vena giugulare interna: origine, decorso, terminazione, collaterali e territorio di drenaggio - muscolo retto dell'addome: inserzioni, innervazione ed azione - arteria basilare: origine, decorso, terminazione e collaterali - descrivi le pareti del canale inguinale - conformazione interna del ventricolo destro - muscolo elevatore dell'ano: inserzione ed innervazione - arteria mesenterica superiore: origine, decorso, terminazione e collaterali - descrivi i legamenti e le superfici articolari dell'articolazione coxofemorale - descrivi i legamenti dell'articolazione tibiotarsica ed i muscoli flessori di tale articolazione - fossa poplitea: limiti e contenuto - nervo peroniero profondo: origine, decorso e territorio d'innervazione - muscolo tensore della fascia lata: inserzione, innervazione ed azione - articolazione radioulnare distale e prossimale: legamenti e superfici articolari, descrivi i muscoli motori di tali articolazioni. - nervo ascellare: origine, decorso e territorio di distribuzione - descrivi il muscolo flessore profondo delle dita - descrivi i pilastri mediale, intermedio e laterale del diaframma con i relativi fori che delimitano ed il contenuto di essi - arteria toracica interna: origine, decorso, territorio di irrorazione e collaterali - delle seguenti vene indicare in quale vena terminano: vena spermatica sinistra, seno trasverso e vena rettale superiore. - delle seguenti arterie dire da quale originano: arteria glutea superiore, arteria uterina e arteria pancreatico duodenale superiore.

-Descrizione di un'arteriola (!?!?!?!?!?!?!?!) -Collaterali e decorso della mascellare interna -Limiti e fori fossa cranica media (una fossa c' sempre, al massimo per sotterrarsi) -Cavit orbitarie -Origine inserzioni movimento e innervazione muscoli scaleni -Un muscolo largo dell'addome -Un muscolo gluteo -Flessore profondo delle dita -Scheletro fibroso del cuore -Pilastri del diaframma -Nervo femorale -Un nervo del braccio -Art. mesenteriche -Sistema della vena porta -Gomito -Caviglia -Dieci vene/arterie di cui bisogna scrivere l'arteria di provenienza o la vena in cui sbocca in genere capita un'articolazione per arto (quindi quelle maggiori), vasi dell'addome alla grande, l'arteria meningea media, sistema portale, descrivere i movimenti che pu fare l'avambraccio, fosse/solchi/fori del cranio.

LOCOMOTORE

A 1. della regione cranio cervicale dire:


a) limiti e parti ossee che costituiscono la fossa cranica posteriore, precisando quali comunicazioni consentono e con quali seni venosi entra in rapporto b) limiti e parti ossee che costituiscono la fossa infratemporale, precisando quali comunicazioni consentono e con quali seni venosi entra in rapporto c) origine, decorso e direzione dellarteria vertebrale d) origine, decorso e territorio dei nervi grande e piccolo petroso

2. della colonna vertebrale dire: a) delimitazioni e contenuto del foro intervertebrale b) aspetti morfo-funzionali del disco intervetebrale 3. della regione toraco-addominale dire:
a) descrivere i pilastri laterali del diaframma b) descrivere le arterie che irrorano la parete toracica c) descrivere i nervi della parete antero-laterale delladdome d) sede e formazioni del canale inguinale 4. della pelvi dire: a) conformazione, inserzioni legamenti e possibili movimenti dellarticolazione sacro-iliaca

5. dellarto superiore dire:


a) conformazione, inserzioni legamenti e possibili movimenti dellarticolazione gleno-omerale b) conformazione, inserzioni legamenti e possibili movimenti dellarticolazione metacarpofalangee c) inserzioni, azioni , innervazione muscolare dei muscoli: - piccolo pettorale (precisando i rapporti con il cavo ascellare) - pronatore rotondo e quadrato d) origine decorso e terminazione del nervo radiale

6. dellarto inferiore dire:


a) conformazione, inserzioni legamenti e possibili movimenti dellarticolazione coxo-femorale b) quali sono le superfici articolari del calcagno, precisando quali articolazioni prende parte e quali movimenti consente c) inserzioni, azioni, innervazione dei muscoli: - grande gluteo - tibiale posteriore (precisando come il suo tendine distale entra nel piede) d) origine, decorso e territorio di distribuzione del nervo peroniero superficiale

7. origini/radici dei seguenti vasi sanguigni: (quattro arterie e quattro vene) 8. dei seguenti vasi sanguigni dire:
a) origine (anche sede), decorso, collaterali e terminazione (anche sede) dellarteria ascellare b) radici, affluenti e terminazione della vena azygos

B 1. della regione cranio cervicale dire:


a) parti ossee che costituiscono la fossa pterigo-palatina e sue possibili comunicazioni b) sede dei seguenti fori o canali, precisando quali comunicazioni consentono: - canali etmoidali - foro ovale - canale naso lacrimale - meato acustico medio - foro giugolare c) origine, decorso, rami affluenti e terminazione della vena giugulare interna d) sede e decorso dellansa cervicale (ansa dellipoglosso), precisando il territorio di distribuzione

2. della regione toracica dire:

a) quali articolazioni si stabiliscono tra una costa tipica e il rachide: di esse precisare le superici articolari ed i legamenti di rinforzo b) inserzione della posizione lombare del diaframma; dire inoltre linnervazione del muscolo

3. della regione ad domino pelvica dire: a) inserzione, azione ed innervazione del muscolo retto addominale, precisando come si costituisce la sua guaina b) sede di origine e di terminazione dellaorta addominale, precisandone i rami collaterali c) dire qual il limite superiore della piccola pelvi e di esso precisare le parti costituenti d) sede e costituzione del plesso sacrale, elencandone i rami terminali 4. dellarto superiore e relativo cingolo dire:
a) superfici articolari ed inserzione dei legamenti dellarticolazione gleno-omerale b) superfici articolari dellarticolazione radio-carpica, precisandone i possibili muovimenti c) inserzioni, azioni , innervazione muscolare dei muscoli: - sottoscapolare - estensori radiali del carpo, precisando il tragitto dei tendini distali d) origine e territorio motore di distribuzione del nervo mediano; precisare poi come penetra nella mano

5. dellarto inferiore dire:


a) conformazione dellapparato ligamentoso posteriore del ginocchio b) superfici articolari, elencando dei legamenti e possibili movimenti dellarticolazione tibio-tarsica c) inserzioni, azioni, innervazione dei muscoli: - sartorio, precisando il rapporto con il triangolo femorale - flessore lungo dellalluce d) origine, decorso e territorio di distribuzione del nervo otturatore

6. del sistema circolatorio dire: a) sede e costituzione del circolo arterioso del Willis, precisando lorigine delle sue parti b) origine, decorso e terminazione della vena cefalica c) origini/radici dei seguenti vasi sanguigni:
- arteria linguale - arteria mammaria interna - arterie gastriche destra e sinistra - arteria epigastrica inferiore - arteria glutea inferiore C - vena azygos - vena brachiale - vena porta

1. caratteristiche, struttura e funzioni delle arterie di grosso calibro 2. della regione cranio cervicale dire:
a) limiti e parti ossee che costituiscono la fossa cranica media, precisando quali comunicazioni consentono e con quali seni venosi entra in rapporto b) quali parti ossee costituiscono la volta e la parete laterale delle fosse nasali, precisando le comunicazioni presenti in tale parete c) origine, decorso e direzione dellarteria carotide interna, precisando i rapporti con il cavo del timpano d) origine, decorso, affluenti e terminazione della vena giugulare interna

3. limiti e contenuto del canale vertebrale

4. della regione toracica dire:


a) inserzioni, azioni e innervazioni del muscolo obliquo esterno delladdome, precisando i rapporti con il canale inguinale b) quali strutture delimitano la fossa ischio-rettale; dire inoltre origine, decorso e territorio di distribuzione del nervo pudendo

6. dellarto superiore dire:


a) conformazione, inserzioni legamenti e possibili movimenti dellarticolazione acromioclavicolare, precisando a quali altre articolazioni meccanicamente collegato b) a livello di quali superfici articolari avviene il movimento di supinazione della mano, precisando la modalit. Dire inoltre quali legamenti stabilizzano il movimento e quali sono i muscoli coinvolti c) inserzioni, azioni , innervazione muscolare dei muscoli: -grande rotondo (precisando i rapporti con il cavo ascellare) -estensore comune delle dita (precisando come il tendine entra nella mano) d) origine decorso e terminazione del nervo ulnare

7. dellarto inferiore dire:


a) articolazione del ginocchio: conformazione superfici articolari, come si muovono i condili femorali durante la flessione, inserzione e ruolo funzionale dei legamenti crociati b) quali sono le superfici articolari dellastragalo, precisando quali articolazioni prende parte e quali movimenti consente c) inserzioni, azioni, innervazione dei muscoli: -adduttore lungo (precisando i rapporti col triangolo femorale) - tibiale posteriore (precisando come il suo tendine distale entra nel piede) d) origine, decorso e territorio di distribuzione del nervo peroniero profondo

8. origini/radici dei seguenti vasi sanguigni:


a) arcata palmare profonda b) arteria pericardio-frenica c) arteria colica destra d) arteria pudende interna e) vena giugulare esterna f) vena azygos g) vena cava inferiore h) vena piccola safena

9. dei seguenti vasi sanguigni dire:


a) origine (anche sede), decorso, collaterali e terminazione (anche sede) dellarteria femorale b) radici, affluenti e terminazione della vena porta D

- Descrivere la struttura di unarteria elastica - Della REGIONE CRANIO-CERVICALE dire: a) limiti, fori e strutture che attraversano la cavit orbitaria b) limiti, fori, comunicazioni vascolari e nervose della fossa cranica posteriore c) origini, inserzioni, azioni ed innervazione dei muscoli scaleni d) rami cutanei sensitivi del plesso cervicale e) superfici articolari, legamenti e possibili movimenti dellarticolazione atlo-occipitale.

- Della REGIONE TORACICA dire: a) origine, inserzione, innervazione della porzione lombo-costale del diaframma e precisare come interviene nella meccanica respiratoria b) origine, decorso e collaterali dellarteria mammaria interna c) descrivere latrio destro del cuore d) descrivere la struttura della valvola mitrale e) indicare le modificazioni della circolazione fetale alla nascita.

- Della REGIONE ADDOMINO-PELVICA dire: a) origine, inserzione, azione ed innervazione del muscolo trasverso delladdome b) descrivere la parete posteriore del canale inguinale c) origine, inserzione, azione ed innervazione dellarteria epatica

- Dell ARTO SUPERIORE dire: a) superfici articolari e legamenti dellarticolazione gleno-omerale precisando i muscoli che intervengono nello spostamento mediale e laterale della spalla b) origine, inserzione, azione ed innervazione del muscolo tricipite brachiale c) origine, decorso e territorio di innervazione del nervo ulnare.

- Dell ARTO INFERIORE dire: a) descrivere i legamenti crociati del ginocchio b) descrivere le superfici articolari dellastragalo precisando in che articolazioni partecipa c) origine, inserzione, azione ed innervazione del muscolo piriforme e piccolo gluteo d) origine, decorso e territorio di innervazione del nervo sciatico.

- Domande riepilogative su arterie e vene ( 4 arterie e 4 vene)