Sei sulla pagina 1di 3

Salvatore Tamburo Considerazioni sulla M.M.T. Modern Money Theory Di recente va di moda parlare della M.M.T.

., Moder Money Theory, una teoria che cercano di farla passare come la panacea di tutti i mali, la soluzione migliore da applicare allodierno sistema economico diretto al baratro. Prima di analizzare questa teoria, vediamo per quali sono i presupposti su cui si basa. Premesso che la M.M.T. non si basa sulla sovranit monetaria nelle mani dello Stato e conserva pertanto sempre 3 soggetti distinti nel contesto della politica economica: lo Stato (il Tesoro)pubblico, la Banca Centrale(BC)-privata e le banche commerciali-private. Inoltre, tutto il sistema raffigurato dalla MMT si basa sulla FIAT MONEY, ossia moneta a corso forzoso che altro non che un credito dimposta non supportato da alcun bene tangibile. La Fiat Money nasce nel 1971 quando il presidente americano Nixon decise che il dollaro, prima ancorato alloro (gold standard), dovesse abbandonare la convertibilit. Da allora chi emette moneta pu stampare tutta la moneta che vuole senza correrarla ad un bene tangibile, come poteva essere un tempo loro o largento. Warren Mosler, uno dei grandi sostenitori della MMT, afferma: Lo scopo di questo lavoro di dimostrare in modo chiaro, attraverso la pura forza della logica, che gran parte del dibattito pubblico di oggi su molte delle questioni economiche non valido, spesso arrivando addirittura a confondere i costi con i benefici. Questo non un lavoro su come dovrebbe funzionare il sistema finanziario. Si tratta di un tentativo di fornire una conoscenza precisa del sistema fiat money, sistema molto efficace attualmente in vigore. In sostanza la MMT afferma che non bisogna avere paura di generare deficit di bilancio (uscite > entrate) e, anzi, creare deficit una cosa buona, perch significa che la spesa pubblica (uscite) maggiore delle tasse (entrate), e cos facendo aumenta il risparmio dei privati e allo stesso tempo aumentano i consumi, e leconomia gira bene. GT=SI (G=spesa pubblica; T=tasse; S=risparmio; I=investimento) Dove se G > T si avr un deficit di bilancio. Inoltre secondo la M.M.T. le tasse non servono a finanziare il governo (che con la fiat money pu usare tutta la moneta che vuole), bens sono solo uno strumento politico per regolare inflazione e disoccupazione. Precisazione importante. La M.M.T. precisa che le banche sono obbligate per legge a detenere presso la Banca Centrale (Federal Reserve o BCE) delle riserve obbligatorie in percentuale dei depositi. Con lobbligo di riserva la BC non pu influenzare lofferta di moneta, ma solo il tasso di interesse interbancario (ossia il costo del denaro). Le riserve necessarie vengono sempre contabilizzate in un periodo successivo (sfasamento di 2 giorni), quindi la BC sostiene le banche commerciali fornendo loro tutte la moneta necessaria. Fino a quando la BC ha il mandato di mantenere un certo Tasso Ufficiale di Sconto (ossia il tasso di interesse con cui la Banca centrale concede prestiti alle altre banche), la dimensione dei suoi acquisti e vendite di debito pubblico non discrezionale. QUALI SONO GLI ERRORI IN CUI INCORRE M.M.T.? 1) avendo una politica monetaria soggiogata allobbligo legale della riserva frazionaria, non risulta vero che lo Stato possa generare una spesa pubblica infinita, perch per farlo avrebbe bisogno di chi compra Titoli di Stato.

Secondo il modello MMT la BC sarebbe pronta ad emettere fiat money, concederla alla banche commerciali le quali acquisterebbero Titoli di Stato. Tutto ci potrebbe non verificarsi, visto che gli investitori privati potrebbero decidere di non acquistare quei Titoli e magari dirigersi verso altri mercati che hanno una diversa regolamentazione o che risultino pi convenienti (o diversificare es.: comprando oro) e, magari, con rendimenti pi alti. Del resto la stessa M.M.T. ad affermare che laumento di spesa pubblica che genera un surplus di riserve, che genera un abbassamento del tasso di interesse, valido solo nel breve periodo, mentre nel lungo periodo i Titoli possono non essere desiderati ed acquistati sul mercato. 2) il concetto di deficit di bilancio allinfinito non ammissibile in un contesto in cui, ad esempio nella normativa europea, si prevede addirittura il pareggio di bilancio da inserire nelle Costituzioni dei singoli Stati. 3) Dire che serve il deficit (G > T) per aumentare il risparmio privato e favorire i consumi sbagliato, perch per aumentare il risparmio non necessario generare deficit; il risparmio pu aumentare magari perch la gente riduce i consumi e risparmia di pi (a causa di tassi di interesse e alla loro aspettativa di oneri fiscali pi elevati in futuro), ma pu anche accadere che vadano gi gli investimenti del settore privato. CONCLUSIONI La M.M.T. una teoria post-keynesiana e senza dubbio migliore di tante altre soluzioni economiche liberiste che non hanno n capo n coda e porterebbe senza dubbio anche ad alcuni vantaggi nel breve periodo, ma ritengo sbagliato lasciare la spesa pubblica, essenziale per lo sviluppo della collettivit, ancorata alle riserve obbligatorie. Lasciare, quindi, la politica monetaria vincolante, nel suo funzionamento, alloperato di banche centrali private e di banche commerciali private non porterebbe ad alcun grande beneficio. Solo trasferendo la sovranit monetaria interamente nelle mani dello Stato si potr garantire a questo ultimo di finanziare la spesa pubblica senza vincoli da parte di organismi privati, originando occupazione per soddisfare lerogazione di beni\servizi alla collettivit, e qualora non ci fosse una piena occupazione i consumi sarebbero favoriti dallintroduzione del reddito di cittadinanza. In ogni modo si favorirebbero i consumi e allo stesso tempo anche le tasse potrebbero attestarsi su livelli nulli od irrisori, quel tanto che basta a regolare linflazione (N.B.: non si genera inflazione se la moneta che stampi e crei ex nihilo viene adoperata per creare ed offrire beni e servizi alla collettivit). In sostanza si conseguirebbero gli stessi obiettivi che vorrebbe realizzare la M.M.T., con la differenza che lo Stato non sarebbe sottomesso alle banche e al mercato finanziario, ma sarebbe detentore di una politica monetaria veramente autonoma da potentati privati che si spacciano per enti pubblici. Se siamo in queste condizioni di crisi economica, obbligati a misure di austerity e di malessere collettivo, lo dobbiamo al fatto che, finora, la nostra politica monetaria stata gestita da una lobby bancaria priva di morale. Pertanto lunica via di svolta si avr soltanto nel momento in cui questi infidi potentati bancari saranno totalmente esclusi dai processi regolatori che strutturano la politica economica di un Paese. FONTI:
http://modernmoneytheory.blogspot.com/ http://vocidallestero.blogspot.com/p/economia-della-valuta-flessibile.html http://en.wikipedia.org/wiki/Modern_Monetary_Theory http://pragcap.com/resources/understanding-modern-monetary-system http://bilbo.economicoutlook.net/blog/?p=9198 http://krugman.blogs.nytimes.com/2011/03/25/deficits-and-the-printing-press-somewhat-wonkish/ http://mises.org/daily/5260/The-UpsideDown-World-of-MMT

Fonte:
http://salvatoretamburro.blogspot.com/2011/12/considerazioni-sulla-mmt-modern-money.html

http://mercatoliberotestimonianze.blogspot.com/2011/12/considerazioni-sulla-modern-money.html