Sei sulla pagina 1di 7

Onoranze e Trasporti Funebri

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS


CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS F.I.S.S.C.
AFFILIATO

SERVIZI FUNEBRI COMPLETI E DI LUSSO CON MEZZI PROPRI CREMAZIONI SALME GRATUITE - DISBRIGO PRATICHE OVUNQUE VESTIZIONE SALME OVUNQUE - MONUMENTI CIMITERIALI OVUNQUE
SERVIZIO FUNEBRE: CASSA NOCE/LARICE - AUTOFUNEBRE (MERCEDES) - AUTOFIORIERA - PERSONALE - MANIFESTI - DISBRIGO PRATICHE

LA PRECISA DAVINO
. 1.300,00

ALERNOranata g
www.salernogranata.it
via r. jemma, 337 battipaglia (sa) tel. 0828.300440 info@artigraf.org

PERIODICO SPORTIVO - ANNO 0 - NUMERO 6 - DOMENICA 4 MARZO 2012

DISTRIBUZIONE GRATUITA

In Collaborazione con:

ADESSO NON DELUDETECI

800 256 111


24
PONTECAGNANO FAIANO Via Picentino, 6 - Tel. 089 489 459 P.zza Medaglie Doro, 1 Fratte - Salerno

SALERNO - VIA IRNO, 78

NOCERA INF. - Via Fucilari, 63 - Tel./Fax 081 517 22 00 PELLEZZANO - Via Nicotera, 46 - Tel./fax 089 521 452

337 905453 089 330227

DAVINO & PISAPIA 08 MEMOLI S.R.L. Tel.: 089 27 49 Bronzi, Fotoceramiche Lavorazione Marmi e Monumenti Funerari, Articoli

089 794447
24
ORE SU

ome puntualmente accade ogni qual volta il Salerno Calcio chiamato a dare una svolta al proprio campionato ed archiviare definitivamente la pratica promozione, ecco puntuale che arriva un risultato negativo a frenare gli entusiasmi e riportare tutti sulla terra. La sconfitta di domenica scorsa ha messo in mostra i soliti limiti di una squadra senza idee, messa malissimo in campo da un Perrone sempre pi disastroso, ma anche un atteggiamento presuntuoso ed arrogante da parte dei cosiddetti big , ovvero di quei calciatori che, almeno sulla carta, dovrebbero fare la differenza. Essere sicuri del posto da titolare ed aver virtualmente blindato il primato non giustifica il comportamento assunto dai calciatori, appagati da una promozione ancora lontana e che in nome di un palmares probabilmente sopravvalutato si permettono di scendere in campo con sufficienza provando a risolvere le partite da soli a scapito del gioco di squadra. Troppe volte, inoltre, i senior hanno palesato un eccessivo nervosismo cadendo ingenuamente nelle trappole degli avversari: dopo essersi beccato 3 turni ed aver lasciato in 10 la squadra a Guidonia, De Cesare ha rischiato lennesimo rosso per una manata rifilata ad un calciatore del Civitavecchia, mentre in passato i vari Biancolino, Caputo e Montervino erano finiti sul taccuino del direttore di gara a causa di proteste inutili, falli di frustrazione ed atteggiamenti ritenuti poco sportivi. Se una colpa deve esser data a Perrone che continua erroneamente a ritenerli intoccabili, a scapito di ragazzi scalpitanti e desiderosi di mettere a disposizione della squadra tutto il loro entusiasmo e la loro qualit. Resta il fatto che siamo primi e dobbiamo essere tutti uniti a supportare la squadra, la societ e lallenatore. A fine campionato tireremo le somme.

Sar servita la lezione?

Allinterno il poster di De Cesare


Tutto lo shopping che cercavi 24 ore su 24

Info: 348.3109143 e-mail:info@tuttoshop24.it


Siamo anche su:

TuttoShop24

UFFICIO E PUNTO VENDITA:

Via Dei Mille, 90 - 84100 Salerno


Tel./Fax 089.3053402 - Cell- 389.4361061
SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA: Via Aria Serre, 1 84090 - Giffoni Sei Casali (SA) - Tel./Fax 089.883319 Cell. 389.4361061 www.mondoimpianti.it e.mail:info@mondoimpianti.it
VENDITA AUTO NUOVE ED USATE PLURIMARCHE

A G E N Z I A A U T O M O B I L I S T I C A

BELLIZZI (Sa) - Tel. 0828.507689

Via Marconi, 17 Loc. Taverna delle Rose 84091 BATTIPAGLIA (SA) gianfrancodinapoli@libero.it tel. 0828 345276 - fax 0828 1843859 - cell. 334 8275332

PESCE FRESCO E SURGELATO - BACCALA E FRUTTI DI MARE VIA DELLA REPUBBLICA, 63 - MONT. PUGLIANO (SA) Cell. 338 1506963

Pagliarulo Franco

Pescheria

MAGLIANO GROUP
MUTUI & PRESTITI

BENEDETTO CROCE
ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - INFORMATICA LICEO SOCIO - PSICO - PEDAGOGICO CORSI DI LAUREA MASTER UNIVERSITARI CORSI DI LINGUA INGLESE IC3

Cessioni del V - Leasing Fidejussioni - Consolidamento prestiti Mutui in tutta Italia - Prestiti - Factoring
Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di M. Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 - e-mail:maglianogroup01@gmail.com

Via San Domenico Savio, 4 - 84100 SALERNO tel. e Fax 089 2756077

2
Qui Salerno
300 spartani: i migliori in campo a Civitavecchia
on saranno stati i mille di Marino e Sora, ma i 300 supporters granata presenti sulle gradinate del "Fattori" hanno ancora una volta dimostrato il loro immenso amore per la propria squadra del cuore. Sono loro, i tifosi, il vero valore aggiunto del Salerno Calcio, quelle centinaia di "innamorati a prescindere" che ogni domenica macinano chilometri per sostenere a gran voce i propri beniamini incuranti delle avversit climatiche, della crisi economica, di una categoria che scoraggerebbe chiunque, della diretta televisiva e di avversari tutt'altro che blasonati. E' a loro che va, indiscutibilmente, assegnata la palma di migliori in campo, perch se la squadra continua ad offrire uno spettacolo indegno la tifoseria, al contrario, si dimostra ancora una volta tra le pi belle, calorose e colorate d'Italia. Partiti alle prime luci del mattino, i tifosi granata si sono ritrovati nel parcheggio antistante lo stadio "Fattori" intorno alle ore 13, intrattenendosi con foto ricordo ed aneddoti divertenti, il tutto in un clima di grande amicizia che riconcilia con i valori veri di un calcio malato e che sovente antepone interessi economici alla passione della gente. Presenti, come sempre, i club Nuova Guardia, Mai Sola, le Fedelissime della mitica Celeste e della signora Maria e Spartani Salernitani, oltre ad una folta rappresentanza del CCSC, che grazie al lavoro di Riccardo Santoro aveva permesso ai tifosi di acquistare il biglietto a Salerno. A loro si sono aggiunti i club di Milano e dell'Emilia Romagna capeggiati dal grande Andrea La Padula. "A difesa della nostra citt" "Solo per Salerno"

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Gaetano Ferraiuolo, Mirko Cantarella e Annamaria Catastini

ALERNOranata g
Area Comunicazione CCSC

11
News dal CCSC
Il CCSC al IV premio Andrea Fortunato Lo sport vita
olti di voi ricorderanno indubbiamente Andrea Fortunato, notevole talento calcistico salernitano che ha militato nella Juventus e nella Nazionale. Andrea prematuramente scomparso allet di 23 anni, portato via agli affetti, al mondo del calcio e ai tanti estimatori da una leucemia acuta. Nel 2006, su iniziativa di Davide Polito, nasce l Associazione Sportiva e Sociale Fioravante Polito onlus . Nel Febbraio del 2011, alla Camera dei Deputati fu proposta la legge denominata Passaporto ematico Andrea Fortunato che prevede lobbligatoriet degli esami ematici a partire dai sei anni per tutti gli atleti di qualsiasi disciplina, agonistica e non, per il rilascio dellidoneit sportiva. Ieri 27 Febbraio 2012, su iniziativa dellAssociazione Fioravante Polito e in collaborazione con Roma Capitale, si svolto a Roma, presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio, il IV Premio Andrea Fortunato-Lo sport vita. Nel corso della cerimonia, condotta dai dal giornalista Carlo Paris stato conferito a Fabio Pisacane, calciatore della Ternana (che ha rifiutato la generosa offerta del d.s. Buffone per combinare una gara), il premio Andrea Fortunato per lo Sport; a Morgan De Sanctis, calciatore del Napoli, il premio Andrea Fortunato per la Solidariet; a Simone Perrotta, calciatore della Roma, il premio Andrea Fortunato per il Fair Play; a Luigi Garlando, giornalista della Gazzetta dello Sport, il premio Andrea Fortunato Giornalismo; a Matteo Marani, direttore Guerin Sportivo, il premio Andrea Fortunato Miglior Libro Dallo scudetto ad Auschwitz al Prof. Fabrizio Pane, ematologo dellUniversit Federico II di Napoli, il premio Andrea Fortunato per la Medicina; a Mino Favini, responsabile Settore Giovanile Atalanta, il premio Andrea Fortunato Settore Giovanile; a Moreno Torricelli, ex calciatore della Juventus e della Fiorentina, il premio Andrea Fortunato alla carriera. Presenti un nutrito gruppo del CCSC capitanati dal presidente Riccardo Santoro. Fonte : Granatissimi.com

Simone Apicella: segna per lAvellino esulta per la Salernitana


imone Apicella, salernitano dorigine, segna uno dei due gol decisivi nel derby contro il Napoli ed esulta esibendo la t-shirt degli ultras della Salernitana. Era pazzo di gioia, Simone, attaccante dei lupacchiotti, capace con i suoi compagni di infliggere il primo dispiacere stagionale ai cuginetti partenopei, ancora imbattuti in campionato, categoria. Giovanissimi Regionali. Lontano dai riflettori, periferia di un calcio che dovrebbe essere, anzitutto, divertimento. Probabilmente, lo intende cos Apicella; incurante, per, di indossare la casacca biancoverde. Una circostanza che impedisce anche ad un ragazzino di abbandonarsi ad esultanze poco gradite al calcio dei grandi. LAvellino ha sospeso fino al 30 aprile Simone Apicella ( classe 1998), della squadra Giovanissimi Regionali. La societ, sempre attenta alla diffusione dei valori sportivi, ha condannato il gesto del giocatore che, oltre a scatenare facili polemiche, ha segnato una mancanza di disciplina delle norme relative alla lealt sportiva infrangendo il principio di rispetto dellavversario e del pubblico. il padre stato convocato dalla societ, al quale stata annunciata la decisione. Scatenate le tifoserie sui social network, letteralmente spaccate. Da una parte l'orgoglio dei tifosi della Salernitana, dall'altra l'offesa degli ultras biancoverdi. Intanto il ragazzo su Facebook s' scusato: Un messaggio per tutti, ho

"Finch morte non ci separi" recitavano alcuni degli striscioni esposti nel settore ospiti, mentre il coro "Rivogliamo la Salernitana" ha accompagnato l'ingresso in campo delle due formazioni. Se la squadra di un contestatissimo Perrone non stata all'altezza della propria gente, i tifosi hanno fatto appieno la loro parte sostenendo i blaugrana dal primo al novantesimo, sebbene a fine gara per la prima volta i calciatori siano stati fischiati ed accusati di presunzione e scarso impegno, in particolar modo Biancolino e Caputo. Dal punto di vista dell'ordine pubblico-eccezion fatta per una bottiglietta lanciata al guardalinee dal solito facinoroso di turno, puntualmente rimbrottato dai tifosi, tutto filato liscio e le due tifoserie hanno assunto un comportamento rispettoso e corretto. Al di l delle esternazioni di Lotito che sovente ha bacchettato i sostenitori granata rei di non aver mai gremito numerosi l'Arechi, Salerno resta prima per numero di presenze allo stadio ed in trasferta e regge il confronto con quasi tutte le piazze di Lega Pro e la met delle tifoserie di serie B ed un patrimonio cos importante non pu essere certo disperso sui campi polverosi di quinta serie.

commesso un grande errore nell'indossare quella maglia, ho pensato di far felice due tifoserie ed invece le ho messe una contro l'altra, sognavo di segnare contro il Napoli ed ho pensato di festeggiare cos, purtroppo ho sbagliato, non credevo che questo potesse attirare su di me tante critiche, sono contento e fiero di giocare con l'Avellino, faccio tanti kilometri per potermi allenare e quando segno per la mia squadra sono sempre felice... non volevo offendere nessuno, mi scuso con il mio mister, la societ ed i suoi tifosi.

Il CCSC sostiene il gruppo LOGOS onlus nella lotta contro lalcolismo


ensibilizzare lopinione pubblica sui rischi legati al consumo eccessivo di alcol e raccogliere fondi in sostegno del Gruppo Logos Onlus attraverso iniziative ed eventi rivolti a tutti gli sportivi salernitani e non solo. Sono questi gli obiettivi della nuova campagna sociale del Centro di Coordinamento Salernitana Clubs, che questanno ha deciso di sposare la causa di una delle maggiori associazioni impegnate nella prevenzione e nel trattamento dei problemi correlati alluso di alcol, droghe e disturbi psico-comportamentali. La campagna nasce per lanciare un messaggio soprattutto ai giovani. Ogni anno aumentano gli incidenti stradali e si abbassa la soglia di et per chi comincia a fare uso di alcol. Lo sport deve fare da cassa di risonanza contro questo fenomeno-dice il presidente della tifoseria organizzata Riccardo SantoroPer questo motivo abbiamo deciso di sostenere un importante associazione che da pi di ventanni impegnata contro lalcolismo. Noi faremo la nostra parte e sono convinto che il grande cuore dei salernitani anche questa volta verr fuori. Lo dico da padre di famiglia, i ragazzi vanno sensibilizzati su questo argomento. In oltre venti anni di attivit al Gruppo Logos si sono rivolte oltre 1500 persone provenienti da varie regioni italiane rappresentando un importante punto di riferimento sul territorio in sostegno delle famiglie, in tanti casi addirittura distrutte da questi problemi. Siamo felici ed orgogliosi che il Centro di Coordinamento abbia deciso di sostenerci in q u e s t a b a t t a g l i a - a ff e r m a i l v i c e p r e s i d e n t e dellassociazione Antonio Vitolo esperto di comunicazione e marketing sociale- Grazie al presidente Riccardo Santoro e alla tifoseria organizzata riusciremo a sensibilizzare lopinione pubblica e allo stesso tempo raccogliere fondi necessari per lassociazione nella lotta allalcolismo e a tutte le forme di dipendenza aiutando chi ne ha bisogno. Le iniziative in collaborazione tra il Gruppo Logos ed Il Centro di Coordinamento culmineranno in un grande evento ad Aprile, il mese nazionale della prevenzione alcologica. Un mese che si tinger anche di granata questanno grazie al CCSC.

Organigramma CCSC
Riccardo Santoro
V. Presidente Presidente

Giovanni Cuffa
V. Presidente Esecutivo

Alfonso Pugliese Mario Santaniello Giovanni Pagliarulo


Delegato allo Stadio Delegato trasferte Delegato ai Clubs

Osvaldo Marcantuono Antonio Fiore


Delegato alle Cerimonie Delegato al Tifo

Cesare Clemente
Delegato Attivit Sociali e Culturali

Rocco Calenda
Addetto Stampa

Giuseppe Alviggi Mario Sposito


Vice Delegato FISSC Delegato FISSC

Carmine Prisco
Delegato al Salerno Calcio

Antonio Carmando Carmine Murante Domingo Petrocelli


Addetto al Sito Web Economo Segretario

Antonio Carbone
Delegato Lombardia

Luigi Coppola
Delegato Emilia

Eugenio Mautone
Delegato Piemonte

Luigi De Sio
Delegato Sardegna

Antonio Di Giacomo
Periodico SALERNO GRANATA
in attesa di registrazione Direttore Responsabile

Mirko Cantarella
Collaboratori

Sante Giacinti sempre il migliore in campo


rotagonista indiscusso anche questa settimana lui, il giovane Sante Giacinti, di classe 93, che grazie alla sua passione e costanza riesce a dimostrare sul campo quanto vale. Il suo impegno e la sua bravura hanno conquistato tutto lo staff e non solo, infatti mister Perrone non manca mai di riconfermarlo domenica dopo domenica. Il nuovo che avanza nobilitato nelle giovanili del Frosinone questanno lo vede per la prima volta tra i professionisti, sempre alla ricerca del gol nonostante lui sia un

Via M. A. Vicinanza, 3 BATTIPAGLIA - Salerno


Tel. 0828.370902 - Cell. 333.8199020

centrocampista. Il suo primo gol in questa categoria arrivato al momento giusto coronando un sogno che rincorreva da tempo. Il suo urlo liberatorio sotto la curva sta a dimostrare un enorme affetto che il piccolo grande campione nutre nei riguardi di una citt e della sua tifoseria. Laugurio pi grande che gli facciamo, sicuramente quello di vedere Sante giocare ancora in citt riportando ad alti livelli la squadra ed una tifoseria che lo ama gi tanto.

OGNI GIOVEDI ALLE 20.30 SU TELECOLORE SALERNO CANALE SKY 826 E DIGITALE TERRESTRE CANALE 16.

Giovanni Adinolfi Anna Maria Catastini Valerio Lai Federica Pisani Gaetano Ferraiuolo
Progetto Grafico e impaginazione

Rocco Calenda
Stampa

ARTIGRAF- Battipaglia

In collaborazione con Ciro Simeoli

Vieni in trasferta con il CCSC e Salerno Granata


Il CCSC organizza tutte le trasferte del Salerno Calcio, per la stagione sportiva 2011-2012, in BUS o altri mezzi quando consentito. Per venire con noi contatta il Delegato tifo e trasferte; G I O VA N N I PA G L I A R U L O . INFO:333.8648299

Il CCSC ringrazia tutti i media e gli organi dinformazione che sono sempre vicini alle nostre iniziative; Granatissimi.com, Salernitana Fans Forum, Telecolore, Lira TV, Rete1, TV Oggi, Telediocesi, Set TV, La Citt, Il Mattino, Lettera 24, Telereporter, Il Corriere del Mezzogiorno, Roma Cronache, Salernomania, Radio MPA, Radio Bussola 24, Radio Stella, Radio Alfa, Radio Unisound e Salernitana Sporting.

10

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Rocco Calenda

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella e Gaetano Ferraiuolo

CLUB ONDA GRANATA Il club della settimana


Da 20 anni sulla cresta dellonda
ono esattamente 20 anni che il Club del presidente attuale del CCSC Riccardo Santoro, in vita. 20 anni di passione e amore per una casacca che, nonostante gli alti e i bassi, lo ha visto sempre, e credo lo sar ancora per tanti anni, protagonista. Inizialmente il Club aveva la sua sede in Via S. Felice in Fellina, in un locale adiacente lattuale chiesa di Torrione Alto, un bel locale, per quei tempi, il 1992, ricco di tanti amici che condividevano la stessa passione per la maglia granata. Ricordo la partecipazione in massa, tanta gente quella sera, dove ad accogliergli vi era il nostro primo presidente Giancarlo Pederbelli, che ricorderemo sempre con immutato affetto, vi erano e vi sono i soci Pasquale Mari, i fratelli Gugliemo e Carmine Ferrara, Rosario Giordano e lindimenticabile Biagio Risi, amico di mille battaglie. Nel 1995, nata la mascotte del nostro club Alessia, figlia del Presidente Santoro, e che lo stesso, a dimostrazione dellamore verso la Salernitana, ha inteso metterle come secondo nome quello di GRANATA, una piccola pazzia che credo in pochi avrebbero avuto il coraggio di fare. Dopo una parentesi in Via Ricci, Adesso la sede del Club in Via Rocco Cocchia a Pastena dove risulta essere punto di riferimento per tanti tifosi. Insomma, un club che da 20 anni risulta, e credo che risulter sempre sulla cresta dellOnda.

3 Calcio Economy
coinvolge la Salernitana Calcio. Nel marasma generale si registrano altri due colpi di scena che rendono ancor pi confusa la situazione: dapprima il botta e risposta tra l'avvocato Gentile, legale di Lotito, e Lombardi ("in estate trattammo", dice Gentile, "mai sentiti i dirigenti del Salerno" di ce Lombardi), poi una voce secondo la quale l'institore vallese volesse affidare la gestione del marchio ad un pool di saggi che successivamente l'avrebbe girato in prestito a Lotito previo pagamento di una somma poi da devolvere in beneficenza. Sullo sfondo la sofferenza di una tifoseria che, dopo tante sofferenze, pretende il ritorno della storia ed urla a gran voce: "Rivogliamo la Salernitana". LE PAROLE DELLAVVOCATO LUCIANO PROVENZA Da unintervista esclusiva rilasciata su Granatissimi.com il noto avvocato Luciano Provenza ha esposto e ricostruito la storia dei segni distintivi della Salernitana, riportiamo le parole finali del suo lungo discorso: Posso affermare con certezza che il Sig. Lotito pu acquistare , se vuole, dalla Energy power, il marchio e la denominazione, senza temere nulla relativamente alla sentenza di Napoli. Lunica difficolt potrebbe derivare da una azione revocatoria che potrebbe essere esperita dal curatore del fallimento Lombardi. Ma anche su questo punto bisogna fare chiarezza. Il Dott. Ivone , curatore del fallimento Lombardi, ha il compito di verificare i rapporti pregressi di Lombardi, al fine di verificare se possibile

I segni distintivi della Salernitana, una storia infinita


n uno dei momenti pi delicati della stagione in cui il Salerno Calcio chiamato a rialzare la testa dopo aver collezionato un solo punto in due partite e nel quale tutte le componenti dovrebbero remare nella medesima direzione, cresce invece col passare delle settimane il malcontento negli ambienti sportivi salernitani laddove sempre pi netta la spaccatura tra coloro che vedono nel sodalizio blaugranata la pi logica continuit della Salernitana e chi, al contrario, non si identifica nella neofita prima squadra cittadina. Sebbene i patron Lotito e Mezzaroma abbiano pi volte rassicurato la tifoseria circa l'acquisto del marchio nei tempi e nelle modalit consentite, in molti accusano la dirigenza di non aver preso seriamente a cuore una vicenda sempre pi spinosa e che si trascina ormai da diversi anni, ragion per cui oltre ai cosiddetti "inceppati" ben presto altri gruppi organizzati potrebbero decidere di disertare l'Arechi in attesa del ritorno del cavalluccio. Simbolo, colori sociali e denominazione appartengono, come noto, all'Energy Power, societ riconducibile all'ex patron Lombardi che, a mezzo asta, prelev i beni immateriali della fu Salernitana Sport a luglio 2009 girandoli in comodato d'uso gratuito alla Salernitana Calcio per due anni ed al momento non coinvolta nel fallimento della stessa. Il curatore fallimentare Ivone ha precisato, nei giorni scorsi, che il marchio cedibile e che l'Energy Power a tutti gli effetti proprieta-

ria dei simboli identificativi della Salernitana, tuttavia la sentenza emessa dal tribunale di Napoli condanna Lombardi al pagamento di 3,5 milioni di euro per uso improprio del marchio(in riferimento ai primi 5 anni di gestione) ed obbliga ad elargire una cifra di 10mila euro ogni qual volta venga utilizzato. Difficilmente, per, il dispositivo della sentenza (verso la quale stato fatto ricorso, perch inspiegabilmente non si tiene conto della regolare acquisizione avvenuta 2 anni fa) si estenderebbe a Lotito in quanto l'unica componente legittimata a chiedere i diecimila euro la curatela fallimentare dell'ex patron Aliberti dalla quale Lombardi aveva acquisito i simboli. Superato quest'ostacolo, l'unico pericolo si chiama revocatoria: l'azione revocatoria uno strumento utilizzabile dal curatore fallimentare allo scopo di ricostituire il patrimonio del fallito destinato alla soddisfazione dei suoi creditori, facendovi rientrare quanto ne era uscito nel periodo antecedente al fallimento e suo tramite il curatore pu rendere inefficaci gli atti di disposizione, i pagamenti e le garanzie poste in essere dal fallito nell'anno o nei sei mesi antecedenti al fallimento, conseguentemente imponendo ai terzi che hanno ottenuto beni o denaro di restituire quanto ricevuto. Bisogna, dunque, stabilire cosa succederebbe qualora Lotito prelevasse da Lombardi il marchio e successivamente l'Energy Power venga coinvolta nell'istanza di fallimento che

recuperare liquidit al fine di soddisfare i creditori. Ad esempio se Lombardi nel periodo immediatamente precedente il fallimento avesse posto in essere degli atti di trasferimento di beni al fine di sottrarli al fallimento, il curatore pu chiedere la revoca degli atti e far rientrare i beni nella massa fallimentare. Nel caso in esame opportuno quindi verificare i rapporti tra Lombardi e la Energy power, al fine di evidenziare eventuali cessioni fittizie o vendite simulate. Ci non sembra possibile perch addirittura sarebbe la Energy power creditrice di lombardi per il noleggio dei segni distintivi. Anche in questo caso Lotito pu stare tranquillo, se vuole pu acquistare. Io consiglierei di fare subito una telefonata al Dott. Ivone che ha il quadro chiaro della situazione. Speriamo che labbia gi fatta. Inoltre bisogna considerare che in serie D, i segni distintivi hanno un prezzo, in prima divisione possono costare anche milioni di euro.

dal 1964

LANDI GOMME
s.n.c.

L ANDI GOMME
S.N.C.
di D. & M. LANDI

PNEUMATICI DELLE MIGLIORI MARCHE - ASSETTO RUOTE ED EQUILIBRATURA COMPUTERIZZATA


ASSOCIATO
CENTER

VALUTAZIONI GRATUITE
UFFICI AFFILIATI: MONTECORVINO TEL. 0828.351032 - BELLIZZI TEL. 0828.51412 BATTIPAGLIA TEL. 0828.340668 - PONTECAGNANO TEL. 320.6610716 OGNI AGENZIA HA UN PROPRIO TITOLARE ED E AUTONOMA

Driver
Pneumatici & Assistenza

Via Lung. C. Colombo, 229/231 - 84129 SALERNO Tel./Fax 089.339040

ICA SERVICE - Impresa Pulizie


di Barbara Perazzo
C.so Concordia, 9 - 20129 Milano Tel./Fax 02.76 02 85 49 - Cell. 349.77 05 352 E-mail:icaservice@tiscali.it

4
Lavversario di oggi
l Sibilla Bacoli nasce nel 1925 nella cittadina della penisola Flegrea. Ha cambiato diverse denominazioni, infatti dopo aver attraversato un periodo buio negli anni 90, nel 2001 si fonde con lEl Brasil di Napoli che deve questo nome alla sponsorizzazione dellallora presidente Balestrieri. Prima di fondersi e cambiare denominazione, si era chiamata Rinascita Vomerese, Pro Calcio Vomerese e Pro Calcio Napoli e partecipa al campionato di promozione, girone B. Poi, in seguito alla fusione, la squadra acquista il nome di Sibilla El Brazil Cuma ed protagonista di quattro stagioni disputati nel campionato di Eccellenza. Il ritorno alla denominazione SSD Bacoli Sibilla Flegrea si ha al termine del campionato 2006/2007, stagione in cui la squadra ha solo sfiorato laccesso in Lega Pro, e quindi tra i professionisti, perdendo ai rigori contro il Casale a Filigne Valdarno e sperando in un ripescaggio che, per, non arriva. Il Bacoli dal 2002 allenato da Enzo Carannante che porta la squadra napoletana in serie D nella stagione 2004/2005. Ha sfiorato il ritorno tra i professionisti a causa dellabolizione del terzo girone della Seconda Divisione, infatti ha chiuso lo scorso campionato classificandosi al secondo posto, staccato solo tre lunghezze dallAprilia. Questo il settimo campionato consecutivo disputato in serie D, di sicuro non il migliore visto che si trova allultimo posto in classifica a quota diciotto punti ma nonostante ci lallenatore non in discussione. La forza della squa-

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Federica Pisani

ALERNOranata g
a cura del Dott. Mario De Laurentis

9
Calcio e Salute: da Ippocrate ad oggi
prostata, anche se nella maggior parte dei casi la malattia non d segni e ci si accorge della sua presenza solo in caso di autopsia dopo la morte. Quando si parla di tumore della prostata, un altro fattore non trascurabile senza dubbio la familiarit, il rischio di ammalarsi pari al doppio per chi ha un parente consanguineo (padre, fratello, ecc.) con la malattia rispetto a chi non ha nessun caso in famiglia. Non meno importanti sono i fattori di rischio legati allo stile di vita: dieta ricca di grassi saturi, obesit, mancanza di esercizio fisico, che rappresentano solo alcune delle caratteristiche e delle abitudini negative sempre pi diffuse nel mondo occidentale che possono favorire lo sviluppo e la crescita del tumore della prostata. Nelle sue fasi iniziali, il tumore della prostata asintomatico, mentre quando la massa tumorale cresce, pu dare origine a sintomi urinari: difficolt a urinare o bisogno di urinare spesso, dolore quando si urina, sangue nelle urine o nello sperma, sensazione di non riuscire a urinare in modo completo. Ad oggi gli strumenti diagnostici principali usati includono l esplorazione digito-rettale della prostata (DRE), lecografia trans rettale e il PSA. La DRE costituisce sempre il primo approccio diagnostico e ha lo scopo di apprezzare la forma, la consistenza, la dolorabilit e approssimativamente il volume della ghiandola, nonch la presenza di noduli sospetti. Lecografia transrettale assolve principalmente il compito di evidenziare aree ecograficamente dubbie e migliorare laccuratezza della biopsia prostatica, la quale rappresenta la sola indagine che permette di fare diagnosi di certezza di neoplasia. Il PSA costituisce ad oggi ancora il marcatore sierico pi utilizzato; una Glicoproteina prodotta quasi esclusivamente dalle cellule epiteliali della prostata e, dato fondamentale, costituisce un marcatore dorgano e non di cancro, pertanto unelevazione dei suoi valori pu presentarsi anche in presenza di altre patologie prostatiche (Iperplasia Prostatica Benigna, Prostatite). Nei primi anni delluso clinico del PSA le principali linee guida internazionali avevano adottato un valore soglia di 4 ng/ml, poi abbassato da alcuni autori a 2,5 ng/ml. In realt gi da qualche anno stato ampiamente dimostrato che non possibile stabilire un valore soglia minimo che possa escludere con certezza la presenza di un carcinoma prostatico. Un noto studio statunitense, pubblicato nel 2004 sulla prestigiosa rivista medica New England Journal of Medicine, condotto su circa 3000 uomini ha evidenziato un rischio di neoplasia di circa il 25% per valori di PSA tra 2 e 4 ng/ml e di circa l8% per valori inferiori a 1 ng/ml; pertanto il PSA mostra una bassa specificit diagnostica e risulta scarsamente affidabile per selezionare i tumori clinicamente significativi. Per questo motivo nel corso degli anni si tentato di migliorare la specificit del PSA con l introduzione in campo urologico di metodiche come la RMN della prostata con studio spettroscopico e dinamico. Nonostante le attuali metodiche, elencate in precedenza, spetta sempre allurologo, con la sua esperienza clinica, decidere di volta in volta il miglior iter diagnostico e terapeutico per ogni singolo paziente, in relazione alle specifiche problematiche del caso. Altro compito fondamentale dellurologo inoltre quello di rassicurare il paziente lungo il suo iter diagnostico, che spesso si sviluppa nellarco di mesi, se non di anni. Infatti il paziente tende molte volte a vivere con preoccupazione anche piccole variazioni del valore del PSA e spesso commette lerrore di ripeterlo arbitrariamente ed ossessivamente o di ricorrere di sua iniziativa ad altre indagini. Daltro canto, altri pazienti si affidano esclusivamente allesecuzione periodica del dosaggio del PSA, che sappiamo essere da solo insufficiente per una tranquillit clinica nei confronti del carcinoma prostatico. Per quanto riguarda la prevenzione, bisogna sottolineare che non esiste una prevenzione primaria specifica per il tumore della prostata anche se sono note alcune utili regole comportamentali che possono essere incluse nella vita di tutti i giorni, quali: aumentare il consumo di frutta, verdura e cereali integrali e ridurre quello di carne rossa (soprattutto se grassa o troppo cotta) e di cibi ricchi di grassi saturi. buona regola inoltre mantenere il proprio peso nella norma e mantenersi in forma facendo ogni giorno attivit fisica (senza esagerare, sufficiente mezz'ora al giorno, anche solo una camminata). La prevenzione secondaria consiste nel Dott. Mario De Laurentis rivolgersi al medico ed e v e n t u a lmente nel sottoporsi ogni anno a una visita urologica, se si ha familiarit p e r l a malattia.

IL BACOLI SIBILLA
dra tra le mura amiche, infatti dei diciotto punti conquistati solo quattro sono stati ottenuti in trasferta, frutto di quattro pareggi; fuori dalle mura amiche la squadra flegrea non ha mai vinto e perso per sette volte, segnando sette gol e subendone venti.Dalla prima giornata di ritorno in questo 2012 il Bacoli non ha mai vinto, dopo aver pareggiato la prima contro lAtletico Boville Ernica (con cui si gioca la salvezza), i bianco-azzurri non hanno conquistato pi punti, infatti sono reduci da sei sconfitte consecutive, lultima in casa domenica contro il Fidene che di misura ha sconfitto il Sibilla Bacoli. Difende la porta lunder Alcolino (93); compongono la linea difensiva Di Domenico (80) che, squalificato, dovrebbe essere sostituito da Esposito , Viglietti (93), Romano (91) e Piccolo (92); a centrocampo spazio a Costigliola (86), Bonifacio (93) che dovrebbe sostituire lo squalificato Carannante (91) figlio del mister , Poziello (88), Ventre (90) mentre il tandem offensivo composto da Giglio (88) e Tufano (84) che non giocher causa squalifica e il suo posto dovrebbe essere preso da Sabatino (93).

Le probabili formazioni
Salerno Calcio: 4-3-3 All. Perrone
SESTITO

Tumore della Prostata: attualit ed approfondimento


a prostata una ghiandola che fa parte dell'apparato genitale maschile dei mammiferi, la cui funzione principale quella di produrre ed emettere il liquido seminale, uno dei costituenti dello sperma, che contiene gli elementi necessari a nutrire e veicolare gli spermatozoi. La prostata differisce considerevolmente tra le varie specie di mammiferi, per le caratteristiche anatomiche, chimiche e fisiologiche; nel soggetto normale il suo peso tra 10-20 g. La prostata pu essere palpata mediante esame rettale, essendo collocata circa 5 cm anteriormente al retto e all'ano. Il cancro della prostata viene oggi riconosciuto come uno dei principali problemi medici cui sottoposta la popolazione maschile. In Europa rappresenta la neoplasia di gran lunga pi frequente, con unincidenza annuale di 214 casi ogni 1000 uomini per una stima di circa 2,6 milioni di nuovi casi ogni anno, e la seconda causa di morte per neoplasia. Da circa 20 anni con lintroduzione nella pratica clinica del PSA (Antigene Prostatico Specifico) si registrato, infatti, un notevole aumento nella diagnosi della neoplasia, al quale per ha corrisposto solo un leggero incremento della mortalit, ponendo il problema del tumore prostatico clinicamente non significativo e del rischio del sovra-trattamento. Uno dei principali fattori di rischio per il tumore della prostata l'et: le possibilit di ammalarsi sono molto scarse prima dei 40 anni, ma aumentano sensibilmente dopo i 50 anni, e circa due tumori su tre vengono diagnosticati in persone con pi di 65 anni. I ricercatori hanno dimostrato che moltissimi uomini oltre gli 80 anni (tra il 70 e il 90 per cento) hanno un tumore della

CALORI PUGLISI

CHIRIELETTI GIUBILATO

MONTERVINO

GIACINTI

MOUNARD

DE CESARE (CAPUTO)

BIANCOLINO GIGLIO

GUSTAVO

SABATINO

COSTIGLIOLA

BONIFACIO

POZIELLO VENTRE

VIGLIETTI DI DOMENICO

ROMANO PICCOLO

ALCOLINO

Bacoli Sibilla: 4-4-2 All. Carannante


di Annamaria Catastini

Il punto sulle giovanili


Ottimo periodo per la Juniores del Salerno Calcio che liquida con un secco 3-0 lo Zagarolo e conquista una preziosissima vittoria che permette di scalare posizioni in classifica. Al Vestuti i ragazzi di Viscido conquistano il secondo successo consecutivo (mai erano arrivati questanno neppure due risultati utili di fila) contro i laziali di Liberati. Una vittoria netta che restituisce fiducia allambiente, reduce da settimane difficili e senza punti. Bellucci ancora ai box e tra i pali gioca Nasta, ma la squadra determinata e si porta in vantaggio al 20 con Anastasio che fredda Mattogno. Otto minuti dopo arriva anche il 2-0 firmato da Vitolo. A venti minuti dal

termine il 3-0 finale ad opera di Anastasio che sigla la sua personalissima doppietta. Con questi 3 punti il Salerno Calcio supera lo Zagarolo e si rilancia in graduatoria. Da recuperare c il turno interno col Sora fanalino di coda e la striscia positiva potrebbe cos allungarsi. Auguri ragazzi!!! Juniores Nazionale - Girone H 20^ Giornata Salerno Calcio - Zagarolo 3 - 0 Salerno Calcio: Nasta, Longobardi, Galiero, Maiuri (38 st Marciano), Casaburi, Vitolo, Giordano (30 st Capozzoli), Bovi, Anastasio (36 st Gaeta), Di Gregorio, Esposito. All. Pasquale Viscido A disposizione: Carmando,

Cerrato, De Fazio. Marcatori: 20 Anastasio, 28 Vitolo, 72 Anastasio.


SQUADRA Pt. Gi. V N

SALERNITANA 1980/81
CLASSIFICA GIRONE H
P GF GS DR

Marino Fidene Palestrina Anziolavinio Viterbese Atl. Boville Astrea Monterotondo SALERNO CALCIO Zagarolo Gaeta Cynthia Civitavecchia Sora

48 47 42 39 37 31 30 23 19 18 18 16 14 0

19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19

15 15 13 12 10 10 9 7 6 5 5 5 4 0

3 2 3 3 7 1 3 2 1 3 3 1 2 0

1 2 3 4 2 8 7 10 12 11 11 13 13 19

53 12 66 15 59 20 66 23 37 20 28 25 29 23 31 45 19 41 28 39 16 26 25 50 26 46 3 101

41 51 39 43 17 3 6 -14 -22 -11 -10 -25 -20 -98

In Piedi da sx: Tani, Viscido, Botteghi, Valeri, Zandon, Messina Accosciati: DUrso, Fabris, Cariati, De Biase, De Fraia.

8
Laltro calcio
l Centro Sportivo Italiano un'associazione senza scopo di lucro, fondata sul volontariato, che promuove lo sport come momento di educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale, ispirandosi alla visione cristiana dell'uomo e della storia nel servizio alle persone e al territorio. Tra le pi antiche associazionI di promozione sportiva del nostro Paese, il Csi risponde ad una domanda di sport non solo numerica ma qualificata sul piano culturale, umano e sociale. Da sempre i giovani costituiscono il suo principale punto di riferimento, anche se le attivit sportive promosse sono rivolte ad ogni fascia di et. Educare attraverso lo sport la missione del Centro Sportivo Italiano. Questo ormai consolidato nella prassi e nella coscienza dellassociazione a tutti i livelli. Lo sport inteso dal Csi pu anche essere uno strumento di prevenzione verso alcune particolari patologie sociali quali la solitudine, le paure, i timori, i dubbi, le devianze dei pi giovani. Un'attivit sportiva organizzata, continuativa, seria, promossa da educatori, allenatori, arbitri, dirigenti consapevoli del proprio "mandato" educativo, infatti, aiuta i giovani ad andare oltre, ad abbandonare gli egoismi e ad affrontare la strada della condivisione, della sperimentazione del limite, della conoscenza di s. Proprio per questo, il CSI prevede unarticolazione della proposta sportiva nel rispetto delle et e dei bisogni di ciascun atleta, permettendogli in tal modo di scoprire il meglio di s, di imparare a conoscere il proprio corpo, a

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

ALERNOranata g
di Giovanni Adinolfi

5
Statistiche
Pt. Gi. V N P GF GS DR

Il CSI: la pi antica associazione polisportiva dItalia. A Salerno la figura di Domenico Credendino

valorizzarlo, a stimarlo. Il Centro Sportivo Italiano la pi antica associazione polisportiva attiva in Italia. Nel 2014 festegger il suo settantesimo anno dalla fondazione, che risale al 1944, su iniziativa della Giovent Italiana di Azione Cattolica. Idealmente si voleva proseguire l'esperienza della FASCI (Federazione delle Associazioni Sportive Cattoliche Italiane), creata nel 1906 dall'Azione Cattolica Italiana e sciolta nel 1927 dal regime fascista. Oltre un secolo di storia, durante il quale la pratica sportiva si trasformata da fenomeno di lite a fenomeno di massa. In tutti questi anni un impegno costante, una ragione di fondo semplice quanto delicatamente gravosa: sostenere uno sport che vada incontro all'uomo. Le numerose proposte di attivit del Centro sportivo Italiano hanno prevalentemente finalit educative; sono aperte a tutti, anche ai meno dotati e non obbediscono alla logica del primato, dei record e della selezione. Ci non toglie il merito al CSI di essere stato negli anni una fucina di grandi talenti, avendo guidato i primi passi sportivi di centinaia di campioni che hanno poi indossato la maglia azzurra e conquistato risultati prestigiosi nel panorama nazionale ed internazionale. Giuseppe Signori; Demetrio Albertini; Francesco Toldo; Luigi Turci; Paolo Vanoli; Alessio Tacchinardi; Filippo Inzaghi; Simone Inzaghi; Pierluigi Casiraghi; Gianni Rivera; Antonio Cabrini; Marco Ta r d e l l i ; R i c c a r d o F e r r i ; Roberto Boninsegna; Emiliano

CLASSIFICA GIRONE G
SQUADRA

Mondonico; Nevio Scala; Giacomo Bulgarelli per il calcio; Franco Nones; Cristian Zorzi per lo sci; Carlo Pedersoli ( alias Bud Spencer) per il nuoto; Felice Gimondi; Francesco Moser; Moreno Argentin per il ciclismo, Orlando Pizzolato; Gelindo Bordin; Giacomo Crosa; Stefano Baldini per latletica leggera; Elisa Togut; Manuela Benelli; Paolo Borghi per il volley; Fabrizio Dalla Fiori: Roberto Brunamonti per il basket sono tra i nomi pi altisonanti che hanno fatto parte del CSI. A Salerno il 14 gennaio 2012, alla presenza di Enzo Maraio ed Alfonso Buonaiuto, assessori comunali rispettivamente allo Sport e al Bilancio, stato eletto allunanimit da circa 50 societ sportive del territorio, il dott. Mimmo Credendino, come nuovo

presidente provinciale del Centro Sportivo Italiano. Subentra a Giovanni Ciccolella che, per motivi personali, ha ceduto il timone dell associazione. Persona di assoluto valore come uomo e come organizzatore di eventi sportivi deriva dall esperienza come responsabile del SIULP. Ho provveduto a coinvolgere nella nostra avventura nuove figure per suddividere in modo oculato i compiti e le aree, al fine di ottenere risultati efficaci. Il nostro un centro di formazione allo sport: intendiamo mettere in campo progetti in grado di rafforzare la cultura sportiva tra i giovani e non solo, coinvolgendo oratori e realt sociali che condividono il nostro intento sono state le parole del neo presidente.

48 Citt di Marino 42 Porto Torres 40 Budoni 38 Fidene Calcio 37 Astrea 36 Selargius 35 Palestrina 33 Pomigliano 32 Arzachena 31 G. e C. Sora 29 Anziolavinio 28 Monterotondo Lupa 28 Civitavecchia 27 Cynthia 26 Progetto S. Elia 21 A. Boville Ernica 20 Bacoli Sibilla 18
SALERNO CALCIO
Precedente Giornata
Giornata 24 del 26-02-2012 Arzachena - Marino Astrea - Pomigliano Boville Ernica - Porto Torres Bacoli Sibilla - Fidene Civitavecchia - SALERNO CALCIO Cynthia - Anziollavinio Monterotondo Lupa - Budoni SantElia - Palestrina Selargius - Sora

24 24 24 24 24 24 24 23 24 24 23 24 24 24 24 24 24 24
3 1 1 0 1 0 2 0 1 2 1 0 1 0 0 0 0 0

13 11 11 9 10 8 9 8 8 7 7 7 7 6 5 5 5 3

9 9 7 11 7 12 8 9 8 10 8 7 7 9 11 6 5 9

2 4 6 4 7 4 7 6 8 7 8 10 10 9 8 13 14 12

39 39 31 27 33 31 38 27 25 28 16 34 23 32 28 27 21 19

21 18 26 13 28 3 23 4 28 5 25 6 30 8 25 2 30 -5 26 2 15 1 40 -6 25 -2 29 3 29 -1 37 -10 46 -25 35 -16

Classifica Marcatori
15 reti 13 reti 12 reti 10 reti Caboni (Selargius) Miani (Marino) Biancolino (Salerno) Amassoka (Anziolavinio) Borrotzu (P. Torres) Di Iorio (Astrea)) Pippi (Marino + Monter.) Massella (Fidene) Angelilli (Marino) De Angelis (Cynthia) Mounard (Salerno) Pau (Budoni) Virdis (Prog. S. Elia) Giuntoli (Astrea) Macciocca (Palestrina) Gallaccio (Anziolavinio) Mammetti (Cynthia) Mesina (Budoni) Caputo (Salerno) Oggiano (P. Torres) Steri (Arzachena) Farrugia (Boville + S. Elia)

9 reti

8 reti 7 reti

6 reti

Giornata Odierna
Giornata 25 del 04-03-2012 Anziolavinio - Civitavecchia Budoni - Boville Ernica Fidene - Arzachena Marino - S. Elia Palestrina - Selargius Pomigliano - Cynthia Porto Torres - Astrea SALERNO CALCIO - Bacoli Sibilla Sora - Monterotondo Lupa

Prossima Giornata
Giornata 26 del 11-03-2012 Arzachena - Sora Astrea - SALERNO CALCIO Boville Ernica - Anziolavinio Bacoli Sibilla - Palestrina Budoni - Pomigliano Civitavecchia - Marino Cynthia - Fidene Monterotondo Lupa - Porto Torres S. Elia - Selargius

IACOVAZZO s.r.l.
Via Zanotti Bianco,62 tel./fax 089 336317 Lungomare Trieste,13 tel.089 228984 Via Robertelli, 36/C tel. 089 712525 P .zza XXIV Maggio, 16/b Tel. 089 234412 84100 SALERNO
www.lodatotraslochi.com email:lodatotraslochi@hotmail.it

GRANATA SERVICE
di Riccardo Santoro

Ristrutturazione appartamaneti Impianti Termoidrici gas e condizionamento Via R. Cocchia, Salerno Tel. 089/725757

6
Passato e presente: Di Vaio - De Cesare
Marco Di Vaio
arco Di Vaio (Roma, 15 luglio 1976) ancora oggi uno degli attaccanti pi prolifici del nostro campionato. Attualmente capitano del Bologna. Marco Di Vaio cresce nelle giovanili della Lazio. Nei primi anni novanta l'allora allenatore biancoceleste Dino Zoff decide di aggregarlo alla prima squadra per la stagione 19931994, all'et di 17 anni. La stagione seguente Zdenk Zeman, che nell'estate del 1994 viene chiamato a sostituire Zoff (divenuto presidente della Lazio) gli offre maggiore fiducia schierandolo in 13 occasioni. Nella stessa stagione segna anche la sua prima rete in Coppa UEFA contro i turchi del Trabzonspor. Nel novembre 1996 la Lazio lo cede in prestito dapprima al Verona e poi al Bari. Nel 1997 la societ biancoceleste decide di trasferirlo a titolo definitivo per 5 miliardi di lire n serie B alla Salernitana, che guida alla sua seconda promozione in serie A nella stagione 1997-98, vincendo il titolo di capocannoniere della serie B con 21 gol. Allo stadio Arechi contro il Pescara segna una rete con un pallonetto d'esterno quasi dalla trequarti. Nella stagione seguente la Salernitana, nonostante i 12 gol di Di Vaio, retrocede. Il calciatore viene comunque acquistato dal Parma e resta in Serie A. Nella stagione 2001-2002 vince la Coppa Italia e si classifica quarto nella classifica dei cannonieri di serie A segnando 20 gol. Poco prima dell'inizio del successivo campionato, nell'agosto del 2002, viene acquistato dalla Juventus per 32 milioni di euro, proprio

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

ALERNOranata g
di Valerio Lai

7
La Storia della Salernitana dal 1919
forma, e per questo motivo fu sostituito da Pastorino, proveniente dalla squadra del Campania. Il 31 gennaio del 1930 la Salernitana disputa un incontro con la Messinese. Questa prima partita del girone di ritorno termina in parit, mentre nella seconda giornata incassa ben tre reti dal Cagliari. A Foggia, la settimana successiva, batte la squadra locale per 3-2, ma viene sconfitta nuovamente a Foligno per 2-1. L'episodio pi curioso riguarda l'incontro con il Lanciano, terminato 2-1 per la Salernitana, grazie ad un gol al cardiopalma di Pilato. In possesso della palla inizia la corsa verso la porta avversaria. Una volta arrivato di fronte al portiere, Pilato, esordiente proprio in quella partita, decide di divertirsi un po', iniziando a temporeggiare in area, seguito dalle urla dei compagni di squadra che gli intimavano di tirare. Ad aggravare la situazione, in quei momenti, il risultato (1-1) e soli tre minuti dalla fine dell'incontro. Nel frattempo Pilato prosegue il suo dribbling nei confronti del portiere, ed una volta scavalcato con un abile tocco riesce ad insaccare la palla. Voltatosi verso i compagni in attesa delle congratulazioni, Pilato viene raggiunto dal capitano Apicella, il quale con decisione gli assesta un ceffone memorabile. Pilato, non capendo il motivo di questo gesto, chiede spiegazioni, ricevendo questa risposta: Ti andata bene! Pensa cosa sarebbe successo se non avessi segnato. Dopo questo episodio, e dopo la partita contro il Lanciano, la Salernitana affronta con fiducia la nuova trasferta. Questa volta si va a Palermo, ma la fortuna sembra

Ciro De Cesare (Sciabulella)


pochi giorni dopo aver giocato e segnato contro quest' ultima nella finale di Supercoppa italiana. Con i bianconeri si laurea campione d'Italia vincendo lo scudetto 20022003 e conquista la sua seconda Supercoppa italiana. Nell'estate 2004 venne ceduto in Spagna al Valencia per oltre 11 milioni di euro. Qui disputa un'annata positiva segnando 11 gol e vincendo la Supercoppa europea, nella quale mette a segno un gol nella finale contro il Porto. Nel dicembre 2005, viene ceduto in prestito al Monaco. Comincia anche la stagione successiva 2006-2007 al Monaco, ma nel gennaio 2007 viene acquistato dal Genoa, in B ma con ambizioni di ritorno in serie A. Con i rossoblu firma un contratto di due anni e mezzo e grazie anche ai suoi 9 gol in 21 partite, il 10 giugno 2007 raggiunge con i liguri la promozione in serie A. La stagione successiva realizza 3 reti in 22 partite. Il 21 agosto 2008, il Genoa lo cede in prestito al Bologna Unannata ricca di gol e di soddisfazioni: supera i 22 che segn Roberto Baggio nell'anno in cui gioc nel Bologna e il 17 maggio 2009 segna il gol numero 100 in A siglando la rete del momentaneo 1-1 nella gara Bologna-Lecce. Al termine del campionato 20082009 si laurea capocannoniere. Il 4 giugno 2009 il Bologna comunica di averlo ingaggiato a titolo definitivo. Ha realizzato con il Bologna 63 reti in 127 presenze. iro De Cesare (Salerno, 16 dicembre 1971) cresciuto nella Cavese, milita in varie squadre del Sud ( B o y s C a i v a n e s e , Tu r r i s , Casarano), passando in tre stagioni dalla Serie D alla Serie C1. Nel 1997 viene ingaggiato dalla Salernitana, con cui segna 5 reti in 30 gare, contribuendo alla promozione dei campani in serie A. Debutta nella massima serie con la maglia granata il 12 settembre 1998 all'Olimpico di Roma, totalizzando poi un'altra presenza prima di essere ceduto nuovamente in Serie B, al Chievo Verona. Rimane a Verona per tre stagioni, intervallate da un breve ritorno a Salerno, e fa parte del "Chievo dei miracoli" che ottenne la storica promozione in serie A nel 2001 (per lui 8 reti all'attivo in 35 presenze). Rimane in maglia clivense anche all'inizio della Serie A 2001-2002, collezionando 3 presenze. Anche in questo caso viene ceduto in serie B nel corso del mercato autunnale, passando in prestito al Siena. In gennaio cambia ancora casacca, scendendo in Serie C1 con la maglia dello Spezia. Nell'estate 2002 ritrova la massima divisione con il Como. Disputa 5 partite con i lariani e in gennaio passa al Piacenza (16 presenze e 3 reti), con cui retrocede in Serie B. Dal 2003 scende in Serie C1 e C2 con le maglie di Palmese, Frosinone, di nuovo Salernitana, Potenza, prima di approdare ai dilettanti del Neapolis. Nell'estate del 2009 torna per sei mesi al Potenza (Prima Divisione), e nel gennaio 2010 passa all'Aversa Normanna, rescindendo per il contratto dopo soli due mesi. Nel settembre

La Salernitana del 1930


Sotto la guida di Gza Krtsz, la Salernitana viene valorizzata da quelle che sono le punte di diamante della squadra, ovvero Carella, Manzo, Buonanno, Orlando e Capone, tutti atleti provenienti dall'Alba, che dopo poco tempo diventer la squadra riserve della Salernitana. Tra le nuove leve, Cazzaniga, centroavanti dell'unione sportiva milanese, che grazie alla sapienza calcistica di Krtsz funge da collante per la squadra, riuscendo ad unire i nuovi acquisti con i confermati della stagione precedente. Iniziano le partite di riscaldamento in vista dell'inizio del campionato, e la Salernitana d buona prova di s, vincendo contro la Pro Vercelli ed il Calcio Modena. Ma l'inizio del campionato, poche settimane dopo, ha il volto scuro della sconfitta. A Messina, i granata subiscono una sconfitta molto pesante, perdendo per 7-1. Un pareggio che lascia ben sperare, la Salernitana lo ottiene contro il Cagliari sul campo di piazza D'Armi, mentre contro il Foggia i granata rimediano una sconfitta per 3-0. Contro il Foligno il risultato identico, ma questa volta in favore della Salernitana, mentre il 20 ottobre viene rinviata la partita contro il Gargallo di Siracusa per impraticabilit del campo. Recuperata il 1 dicembre sar vinta dalla compagine granata per 3-2. Dopo una serie altalentante di successi ed insuccessi, la Salernitana viene sconfitta in casa, sul campo di piazza D'Armi, dalla Nocerina. In quell'occasione il portiere dei granata venne duramente contestato dai tifosi. Gabardi, infatti non era in grande

2010 passa al Pol.C.S.Pisticci, squadra che milita in Serie D girone H. In seguito alle dimissioni dell'allenatore Giuseppe Fortunato, viene chiamato a ricoprire il doppio ruolo di allenatore-giocatore per le ultime gare di campionato e per i playout, che si concludono con la retrocessione della formazione lucana dopo il doppio spareggio con la Battipagliese. Nella sessione estiva di calcio mercato 2011 viene ingaggiato dalla

Battipagliese, con cui mette a segno 7 reti in 10 partite nella prima parte della stagione 2011-2012. Il 14 dicembre 2011 passa al Salerno Calcio, con il compito di riportare con i suoi gol la squadra nelle categorie superiori.

voltare le spalle alla compagine salernitana, che porta a casa una brutta sconfitta per 2-0. Successivamente con in porta l'ex juventino Lipizer, la Salernitana mette a segno 4 vittorie consecutive, contro Ternana, a Salerno, a Napoli contro il Vomero, ed in casa, ancora una volta contro Maceratese e Taranto per 4-1. A met campionato si aggiunse alla dirigenza della squadra il commendatore Primo Baratta, originario di Battipaglia, assicurando alla societ un contributo annuo di 5000 lire.

IL CAMPO DI PIAZZA D'ARMI

sedime sul quale sorge attualmente il palazzo delle Poste Centrali e Palazzo Santoro, in corso Garibaldi, fu concesso in prestito dal generale di divisione Gagliani. E proprio su quel terreno, attualmente trafficatissimo, il primo embrione della squadra granata ha avuto il proprio battesimo sportivo. In seguito, a causa della guerra, e con l'interrompersi delle attivit sportive, il campo di piazza D'Armi fu adibito alla coltivazione del grano. Alla fine delle ostilit l'area fu ripristinata, tappando le buche e ripristinando le porte. Un lavoro lungo, ma necessario per i successi della squadra.

Il campo dove la Salernitana mosse i primi difficoltosi passi all'inizio del secolo scorso, era denominato piazza d'armi perch venivano abitualmente effettuate le esercitazioni e l'addestramento da parte dei militari del Regio Esercito. L'area di gioco, che corrisponde pressappoco al

Dal 1972 Onoranze e Trasporti Funebri

CONCESSIONARIA

Cav. Pres. ANTONIO GUARIGLIA

GaldieriAuto
s.r.l.

CLUB SALERNITANA

Unica Sede: Via S. Mobilio,45/47 DI Fronte Ufficio dIgiene SALERNO

Strada Statale 88 Km 10+400 84080 Lancusi - SA Tel. +39 089 827 211 - Fax +39 089 827 200 lancusi@galdieriauto.it

MILANO GRANATA
SEZ. LUCA FUSCO

Tel. 089790719

FRANCESCO: 347 2605547 VITO: 329 2929774


www.antonioguariglia.it
www.lodatotraslochi.com email:lodatotraslochi@hotmail.it

I Poster di
VALUTAZIONI GRATUITE
UFFICI AFFILIATI: MONTECORVINO TEL. 0828.351032 BELLIZZI TEL. 0828.51412 BATTIPAGLIA TEL. 0828.340668 PONTECAGNANO TEL. 320.6610716
OGNI AGENZIA HA UN PROPRIO TITOLARE ED E AUTONOMA

Alfonso Siano
ottico
Via Madonna di Fatima,100/106 - Tel. 089.753720 - Salerno
Via G. Ronca,16 Tel. 0825.581335 - Solofra (Av)

CENTRO ODONTOIATRICO
UFFICIO E PUNTO VENDITA:

M.B. LABORDENT
Autorizzazione Sanitaria dal 18/02/1997
www.mondoimpianti.it e.mail:info@mondoimpianti.it

Via Dei Mille, 90 - 84100 Salerno


Tel./Fax 089.3053402 - Cell. 389.4361061
SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA: Via Serre, 1 84090 - Giffoni Valle Piana (SA) - Tel./Fax 089.883319 Cell. 389.4361061

Via G. Cuomo, 41 - BELLIZZI (SA) Tel. 0828.53408

s.n.c.

Scuola Professionale di Estetica Italiana


Via G. Pascoli, 43 - Bellizzi (Sa) Tel. 0828.53859
www.scuolaspei.it
SALERNO - Via G. Gonzaga 9/15 - Tel. 089 22 43 72

Via P. Baratta,79 Battipaglia (SA) tel. 0828.344849

Via U. Nobile, 35 Eboli (SA) Cell.338.6475798

VENDITA AUTO NUOVE ED USATE PLURIMARCHE


Via M. Di Fatima, 17 - Salerno Tel. 089.6307510

Tel. 0828.507689 BELLIZZI (Sa)

Ciro DE CESARE
NEW

PROFUMERIA
Via Roma, 294 - BELLIZZI (SA) Tel.e Fax 0828.53267 mancininino@gmail.com

ARVE

Via Europa, 42/44 Pontecagnano (Sa) Tel. 089.849988