Sei sulla pagina 1di 2

Wr'.

A{niW*rA
UTFTCIO ru STIFPORTO CONTROLIO GBSTIONE ENTI LOCALI $ICTIIA

CORTE DEX COHTT

Al Fresidente del Cons. Cornunale


il|il
gEa t rgg-ae I gg / 2E 13-$c -s I c-0?H*P

ffiil1[ ilillllll illll llillil

Alf'organo di Flevisione Al $indaco Al $egretario Generale del Comune di Mllazzo

Oggettol Comune di Mllazeo - Incontro del 21 tebbralo presso la $ezlone di Controllo della Corte deieontl- precisqzioni

rilevato che, a seguito dell'incontro del 21 febbraio u.s., richiesto a questa sezione della Corte dei Gonti dal presidente del consiglio comunale di Milazzo, Dott, Pergotizzi, alcuni articoli di stampa locale e lo stesso sito istitrsionale dell'enle hanno riportato in modo non del tutto corretto quanto emerso in tale sede. *a $i ta riferimento soprattutto ai punti in cui si afferma che il comune stato invitato far quadrare conti con Ia vendita degl immobilie ls nscossione n tempi sfrffi dei creditt esigibill'e che "la relazlone su cu il consiglio dovr delibarare non quella dei revlsort, bensrgue Ila de I raglonie re gene mle dell' e ntd' . Si ritiene guindi opportuno formulare le seguenti precisazioni" L'incontro in questione, di carettere del [rtto intonnale, stato volto essenzialmente ad illustrare, sotto il profilo tecnico-giuridico, la procedura prevista dalla legge Ber la dichiaruione dello stato di dissesto con speciale rlguardo agli obblighi che lncornbono sul consiglio comunale Ogni consideraeione stata perlanlo espressa in termini generali, senua nessun riferimento afla specifica situazione finanziaria del Gomune di Milarzs che potr essere oggetto di esame solo nell'ambito delle funzioni di controllo legislativamente demandate a questa Gorte. ln particolare, in tale contesto, non si inteso suggerire alcuna misura correttiva dEi conti dell'ente n, tantomeno, escludere la rilevanza della relazione del cpllegio dei revieori ai fini dell'eventuale dichiarazione di dissesto. $i rlbadisce, su quesfultimo punto, che, a norma di legge, la deliberazione che dichiara il dissesto finanziario deve es$erc adottata dall'organo consiliare dell'ente nelle ipotesi previste dall'art. p44 del TUEL e ad essa deve essere comunque allegata una dettagliata relazione dell'organo di revisione economic+flnanziaria che analizza le cause che hanno prodotlo il dissesto stesso"

$i

legislativo $i precisa infine che la disposlzione di cui all'art. 6, comma 2, del decreto nei n, 14g/2011 (impropria**nir hefinita'dissesto guidato") pofia trovare applicazione procedura di recepimento confronti oegli endi*" iiiliani soto ail'esito della prescritta caso' da parte della Flegione, al momento nOn ancora intoruenuta, Oppure' in ogni
quanOo sia decors il tri*in* previsto datl'art" 13 del medesimo decreto'

precisati in tutte le Ci detto si chiede di riportare le informazioni nei termini sopra sedl interessate.

ll Magistrato lstruttore (dott. Paolo Bertozzil