Sei sulla pagina 1di 1

Psico-sette, dischi volanti e ricerca del miracoloso

Dr. Pasquale Laselva


Pres. Ass. Psicologi e Psichiatri Cattolici Puglia

La nostra societ vede sempre pi presenti modelli pluralistici di vita e fedelt discontinue in cui diventa sempre pi difficile trasmettere la cultura acquisita perch in continuo confronto con modelli diversi. Nei riguardi della religione si sente spesso sostenere unopinione sovraconfessionale secondo cui perfettamente indifferente quale religione si pratichi dal momento che ogni religione pu condurre alla pienezza spirituale. Si va diffondendo un religioso informe e liquido con domande ed esperienze religiose diverse. Assistiamo spesso ad una ricerca affannosa ed esagerata del miracoloso e del sensazionale (apparizioni, contatti, stigmate, profezie) che non ha niente a che fare con la Fede. Il bisogno di risposte alla domanda sul senso della vita viene opportunisticamente colto e strumentalizzato dai movimenti pseudo-religiosi che, sfruttando le insicurezze e le paure delluomo, avvicinano nuovi adepti ad idee vecchie quanto il mondo, ma trasformate per loccasione a misura delle culture del tempo. Sono le nuove spiritualit, deviazioni da religioni ufficiali, che pi di uno studioso ha definito psico-culti o psico-sette, che evidenziano in modo esplicito il punto in cui lapproccio scientifico e quello religioso tendono ad intersecarsi e a sovrapporsi. Ci avviene per la propensione di tali gruppi o movimenti a situarsi in una zona di confine tra scienza e religione che spesso determinata pi da una buona dose di cialtroneria, o da qualche disturbo psichico, che non piuttosto da unautentica consapevolezza dei nessi che possono essere colti tra le due diverse realt. Queste sette pi che con la Religione hanno a che fare con la magia, loccultismo, lufologia e chi pi ne ha pi ne metta. Tra questi gruppi vi sono anche coloro che si riconoscono nei movimenti dei dischi volanti. Secondo il CESNUR (Centro Studi sulle Nuove Religioni) ne fanno parte: la Religione Raeliana, lAssociazione culturale SaraS, Giorgio Dibitonto e NovaConvivia, Unarius, la Ashtar Sheran Corporation, Corrado Malanga e il Coordinamento Stargate Italiani ed anche Giorgio Bongiovanni con il movimento Nonsiamosoli. Si, proprio quel Bongiovanni che ha tenuto un incontro qualche giorno fa a Polignano. Ma cosa centra la religione, gli ufo e il maestro spirituale Bongiovanni? Innanzitutto, c una differenza tra gli ufologi, che per i dischi volanti hanno un semplice interesse curioso o scientifico, ed i contattisti, cio persone che affermano di ricevere dagli extraterrestri che visitano la Terra veri e propri messaggi religiosi. Lufologia non appartiene al mondo delle religioni, il contattismo si. A questa categoria appartiene Bongiovanni (erede del contattista Eugenio Siragusa). In teoria si potrebbero distinguere culti dei dischi volanti cristianeggianti (come Nonsiamosoli), orientaleggianti (come la Aetherius Society) e atei (come la Religione Raeliana), ma in pratica il tema degli extraterrestri funge da elemento unificante. Il primo contattista moderno stato George Adamski che, come molti suoi colleghi successivi, proviene dal mondo delloccultismo e della Teosofia. Su queste radici si sviluppato anche il movimento Nonsiamosoli di Bongiovanni. Queste alcune delle caratteristiche generali che ritroviamo nei movimenti fondati da contattisti: 1) la trascendenza e la perfezione degli extraterrestri, esseri benevoli che vengono dallalto e che sono infinitamente pi perfetti degli uomini; 2) una nuova rivelazione trasmessa al fondatore che incaricato di diffonderla nel mondo e che talora svela il vero significato delle antiche scritture religiose, in particolare della Bibbia, mostrando per esempio che le grandi civilt sono venute dallo spazio o che gli uomini sono stati creati non da Dio, ma da extraterrestri; 3) un catastrofismo che annuncia avvenimenti apocalittici (una guerra nucleare, per esempio, o un disastro causato dallinquinamento), da cui tutti, o almeno alcuni, saranno salvati grazie allintervento dei fratelli dello spazioo dagli esseri di luce; 4) un messianismo fondato sulla credenza dellimminente manifestazione pubblica degli extraterrestri sul nostro pianeta, che deve essere preparata da una minoranza illuminata; 5) un millenarismo secondo cui la venuta degli extraterrestri inaugurer una nuova era; 6) il fascino della tecnologia e della scienza, che porta i culti ufologici a definirsi solo in via eccezionale Chiese o religioni, e a presentare le loro teorie in linguaggio scientifico. Bongiovanni assicura di aver ormai sciolto i gruppi Nonsiamosoli nel mondo; ci nonostante, il messaggio che unisce ufo, contattisti, temi tipici dei movimenti magici e del cattolicesimo di frangia attira un numero crescente di persone anche in altri Paesi come lAfrica, lAmerica Latina e gli Stati Uniti. Il suo strutturarsi in vere e proprie organizzazioni internazionali ha suscitato lallarme dei movimenti anti-sette.