Sei sulla pagina 1di 3

Decreto Legge 29.12.2011, n. 216 (Milleproroghe) Proroga di termini previsti da disposizioni legislative Conversione nella Legge 24.2.2012, n.

14
N 22 del 1 Marzo 2012

C O M U N I C A T O

Il Milleproroghe ha concluso l'iter parlamentare apportando alcune modifiche sul sistema previdenziale come gi profondamente mutato a seguito della Riforma Fornero. Aver stabilito, ora, dei punti fermi modificativi della Legge 24 Febbraio 2012 n. 14, non esclude da parte nostra una vigile tutela, sia per quanto riguarda i contenuti del provvedimento che i relativi provvedimenti attuativi. I principali cambiamenti riguardano:

un trattamento di favore per i lavoratori esodati ed i precoci; alcune novit in tema di lavoratori in congedo per l'assistenza ai figli lavoratori che ricevono prestazioni dai fondi di solidariet di settore.

disabili;

Lavoratori Esodati Faranno salva la previgente disciplina pensionistica i lavoratori il cui rapporto di lavoro si sia risolto entro il 31 dicembre 2011, in ragione di accordi individuali sottoscritti anche ai sensi degli articoli 410, 411 e 412 - ter del Codice di procedura Civile, o in applicazione di accordi collettivi di incentivo allesodo stipulati dalle Organizzazioni comparativamente pi rappresentative a livello nazionale, a condizione che la data di cessazione del rapporto di lavoro risulti da elementi certi e oggettivi, quali le comunicazioni obbligatorie agli Ispettorati del Lavoro o ad altri soggetti equipollenti, indicati in un successivo decreto ministeriale; il lavoratore risulti in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi che, in base alla previgente disciplina pensionistica, avrebbero comportato la decorrenza del trattamento medesimo entro il 6 Dicembre 2013. Lavoratori Precoci La modifica consentir a chiunque maturi lanzianit contributiva minima entro il 31 Dicembre 2017 di andare in pensione anticipata senza alcuna penalizzazione anche se, per tale data, non avesse ancora compiuto i 62 anni di et. L'anzianit contributiva minima deve essere, in tal caso, conseguita mediante prestazione effettiva di lavoro, includendo:
1. 2. 3. 4.

i periodi di astensione obbligatoria per maternit, l'assolvimento degli obblighi di leva, i periodi di assenza per infortunio, i periodi di assenza per malattia e di cassa integrazione guadagni
F.A.I.L.P. - Federazione Autonoma Italiana Lavoratori Postelegrafonici Via dellAmba Aradam n 24 00184 Roma
0670454610 / 06-7002521 / 06-7005103 Fax 06-7005207 internet: www.failp.it e-mail: failp@failp.it

ordinaria.
Segreteria Generale
Pagg 1 di 3

C O M U N I C A T O

In definitiva dunque, a prescindere dallet anagrafica sar possibile andare in pensione fino al 31 Dicembre 2017 senza penalizzazione, raggiunti i 42 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini o i 41 anni e 3 mesi per le donne (al netto dell'adeguamento all'aspettativa di vita Istat). Lavoratori in congedo per assistere i figli disabili Viene introdotta la lettera e-bis) al comma 14 dellarticolo 24 del D.L. 6/12/2011 n. 201, che prevede che le disposizioni previgenti in materia di requisiti per il diritto a pensione e di regime di decorrenza dei trattamenti pensionistici (c.d. finestre) continueranno ad applicarsi anche ai lavoratori che alla data del 31 Ottobre 2011 risultino essere in congedo per assistere figli con disabilit grave (Art. 42, comma 5, D.Lgs. 26 Marzo 2001, n. 151), a condizione che maturino, entro ventiquattro mesi dalla data di inizio del congedo, il requisito di anzianit contributiva pari ad almeno quaranta anni. Lavoratori che ricevono prestazioni dai fondi di solidariet di settore Il Milleproroghe interviene su una delle fattispecie di deroga gi vigenti, rappresentata dai lavoratori per i quali sia stato previsto, da parte di accordi collettivi stipulati entro la data del 4 Dicembre 2011, il diritto di accesso alle prestazioni straordinarie a carico dei Fondi di Solidariet di settore, di cui all'art. 2, comma 28, della L. 23 Dicembre 1996, n. 662. Per tale ipotesi di possibile deroga, la norma previgente (Dl 201/2011) disponeva che il soggetto, qualora non fosse gi titolare, alla data del 4 Dicembre 2011, della prestazione straordinaria a carico del Fondo di Solidariet, sia a carico del Fondo medesimo almeno fino al compimento dei 59 anni di et - anche, cio, nell'ipotesi in cui maturi i requisiti per il trattamento pensionistico in un momento antecedente -. Il Milleproroghe intervenuto sul punto elevando tale limite anagrafico al compimento dei 60 anni di et. Come gi detto in premessa, le modifiche introdotte non hanno ancora soddisfatto le richieste sindacali, soprattutto in relazione al problema degli esodati cio di tutti quei lavoratori, che incentivati allesodo non raggiungono i requisiti per il trattamento pensionistico entro il 6 Dicembre 2013. Unitamente alla nostra Confederazione, siamo stati costantemente presenti sulle questioni elencate, a livello sindacale e anche come orientatori nelle Commissioni Parlamentari, in una logica di trasparenza e competenza. Nel confermare come Failp la necessit di essere sempre coerenti con le impostazioni che ci eravamo assunti, restiamo comunque disponibili per eventuali chiarimenti.
F.A.I.L.P. - Federazione Autonoma Italiana Lavoratori Postelegrafonici Via dellAmba Aradam n 24 00184 Roma
0670454610 / 06-7002521 / 06-7005103 Fax 06-7005207 internet: www.failp.it e-mail: failp@failp.it

Segreteria Generale
Pagg 2 di 3

C O M U N I C A T O
Segreteria Generale
Pagg 3 di 3

La Segreteria Generale

F.A.I.L.P. - Federazione Autonoma Italiana Lavoratori Postelegrafonici Via dellAmba Aradam n 24 00184 Roma
0670454610 / 06-7002521 / 06-7005103 Fax 06-7005207 internet: www.failp.it e-mail: failp@failp.it