Sei sulla pagina 1di 2

Nel seguente breve documento voglio dare solo delle informazioni di carattere tecnico e non interpretativo di Giovanni 16:8.

Si inizia con una analisi grammaticale del versetto in questione, per poi riportare in modo schematico le accezioni che il dizionario riporta sul termine oggetto di analisi per poi concludere con lelenco completo dei versetti del Nuovo Testamento che contengono il termine in questione per avere una panoramica dellutilizzo che ne fanno gli autori. Il testo greco di Giovanni 16:8 il seguente: Kai elthn (quando sar venuto; participio, situazione in cui si contestualizza il versetto. Il participio sempre delicato e va reso in base al discorso) ekeinos (Lui; nominativo, soggetto e protagonista che compie lazione) elegxei (convincer, verbo che descrive lazione in gioco nel testo) ton kosmon (il mondo; caso accusativo, oggetto su cui ricade lazione) peri (di, riguardo a; seguito dal genitivo introduce un complemento di argomento) hamartias (peccato; caso genitivo, descrizione dellargomento su cui loggetto subisce lazione descritta dal verbo) kai (e) peri (di, riguardo a) dikaiosuns (giustizia; caso genitivo) kai (e) peri (di, riguardo a) krises (giudizio; caso genitivo). Ho verificato attentamente laspetto grammaticale del verso e risulta pienamente corretta da un punto di vista grammaticale la traduzione E quando Lui sar venuto rimproverer, dimostrer colpevole il mondo riguardo al peccato e riguardo alla giustizia e riguardo al giudizio. E un peccato che le nostre traduzioni, fatta eccezione per Diodati, non riportino il pronome personale Lui (e quando Lui sar venuto) a rafforzare maggiormente il carattere personale dello Spirito Santo e non una entit astratta o energia strana Attenzione, non affermo che questa sia la traduzione corretta in assoluto del termine ma che essa pienamente corretta da un punto di vista grammaticale e utilizzabile. Segue ci che il dizionario di greco redatto da Montanari riporta alla voce elegcho. Sono indicate solo le accezioni e non gli esempi per non appesantire il testo rendendolo illeggibile.

Elegcho (pronuncia elencho)


Contestare, esaminare Dimostrare colpevole Rimproverare, incolpare, accusare In questa accezione il dizionario riporta anche lesatta struttura grammaticale che si trova nel testo di Giovanni, cio: Elegcho + accusativo + per + genitivo Esaminare, mettere alla prova (LE SUCCESSIVE ACCEZIONI NON SONO COMPATIBILI CON LACCUSATIVO CHE SEGUE IL VERBO NEL TESTO DI GIOVANNI) Essere arbitro (non compatibile con laccusativo che segue nel testo di Giovanni) Dare prova convincente, provare (non compatibile con laccusativo che segue nel testo di Giovanni) Confutare, respingere (non compatibile con laccusativo che segue nel testo di Giovanni) Confutare, dimostrare riducendo allassurdo (non compatibile con laccusativo che segue nel testo di Giovanni)

Seguono ancora tutti i versetti del Nuovo Testamento in cui compare il termine in questione. Esso indicato graficamente in grassetto sottolineato. Si noti come anche molti altri casi si prestano ad una traduzione diversa del termine. La traduzione giusta va per inquadrata nella sua struttura grammaticale completa. Mt 18:15 Se tuo fratello ha peccato contro di te, va' e convincilo fra te e lui solo. Se ti ascolta, avrai guadagnato tuo fratello; Lc 3:19 ma Erode, il tetrarca, rimproverato da lui a proposito di Erodiada, moglie di suo fratello, e per tutte le malvagit che aveva commesso, Gv 3:20 Perch chiunque fa cose malvagie odia la luce e non viene alla luce, affinch le sue opere non siano scoperte; Gv 8:46 Chi di voi mi convince di peccato? Se dico la verit, perch non mi credete? Gv 16:8 Quando sar venuto, convincer il mondo quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio. 1Cor 14:24 Ma se tutti profetizzano ed entra qualche non credente o qualche estraneo, egli convinto da tutti, scrutato da tutti, Ef 5:11 Non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre; piuttosto denunciatele; Ef 5:13 Ma tutte le cose, quando sono denunciate dalla luce, diventano manifeste; 1Tm 5:20 Quelli che peccano, riprendili in presenza di tutti, perch anche gli altri abbiano timore. 2Tm 4:2 predica la parola, insisti in ogni occasione favorevole e sfavorevole, convinci, rimprovera, esorta con ogni tipo di insegnamento e pazienza. Tt 1:9 attaccato alla parola sicura, cos come stata insegnata, per essere in grado di esortare secondo la sana dottrina e di convincere quelli che contraddicono. Tt 1:13 Questa testimonianza vera. Perci riprendili severamente, perch siano sani nella fede, Tt 2:15 Parla di queste cose, esorta e riprendi con piena autorit. Nessuno ti disprezzi. Eb 12:5 e avete dimenticato l'esortazione rivolta a voi come a figli: Figlio mio, non disprezzare la disciplina del Signore, e non ti perdere d'animo quando sei da lui ripreso; Giac 2:9 ma se avete riguardi personali, voi commettete un peccato e siete condannati dalla legge quali trasgressori. Giuda 15 per giudicare tutti; per convincere tutti gli empi di tutte le opere di empiet da loro commesse e di tutti gli insulti che gli empi peccatori hanno pronunciati contro di lui. Ap 3:19 Tutti quelli che amo, io li riprendo e li correggo; sii dunque zelante e ravvediti.